Abbattere Imu, Tari e Irap per le giovani imprese si può

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Luca Pirondini, candidato sindaco M5S Genova

Con gli artigiani di Confartigianato Liguria in Piazza De Ferrari, per dare loro il mio supporto e quello di tutto il M5S. Lo stato di salute del comparto è pessimo: in un anno abbiamo perso il 5,6% di imprese artigiane giovanili in Liguria, oggi poco più di 4.900. Quando il presidente Grasso (Confartigianato) dice che la politica ha il dovere di dare "più sostegno ai giovani" ha ragione. In gioco c'è non solo il loro futuro, ma anche il nostro. Per questo nelle città dove amministriamo, come ad esempio Torino, ci siamo dati da fare, perché tutti noi sappiamo quanto sia complicata la vita delle piccole e medie imprese italiane, aziende spesso a conduzione familiare in cui tutti i rischi e le difficoltà ricadono sulle spalle delle poche persone che ci lavorano.

I primi passi da compiere sono:

1. Un abbattimento dell'Imu,
2. Un abbattimento della Tari,
3. Una riduzione dell'Irap.
Il tutto per i giovani artigiani.

Questa, sia chiaro, non è una promessa. Non vi sto dicendo che sarà facile. E, ripeto, non vi sto promettendo nulla perché non è nostra consuetudine farlo. Vi dico invece che investiremo ogni energia per raggiungere questo obiettivo. Che si può fare, se c'è volontà. E che ridurre il carico fiscale alle giovani imprese oggi è, indiscutibilmente, una priorità, se vogliamo salvare il tessuto commerciale di Genova.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • polina garcio Utente certificato 7 mesi fa
    Ciao gente Non ingannare più das la truffa, se avete bisogno di finanziamento contatto direttamente la banca di investimento di credito. Questa banca mio facendo bene con un prestito di 300.000 euro. Avete il vostro trasferimento in un periodo di 72 ore con tutte le prove. È possibile contattare il seguente indirizzo: infos@cibanque.com Numero whatsap: + 330644146852
  • Free Skipper Utente certificato 7 mesi fa
    E AD ABBATTERE IMU, TASI, TARI, IRPEF PER LAVORATORI E PENSIONATI CHI CI PENSERA'?
  • JORDI Verena (verenajordi) Utente certificato 7 mesi fa
    Prestito offerta per gli individui e le imprese. Ciao cari lettori AGENZIA finanziaria che offre prestiti a essere sicuro e benefico per le persone e aziende in Europa e nel mondo, che è ad un tasso del 3% con termini di rimborso, tenendo in considerazione la vostra realtà finanziaria. Le imprese o gli individui con le loro idee e la ricerca di finanziamenti ; non esitate a rispondere a questo annuncio per ricevere la nostra offerta. Informazioni Email: jordiverna205@gmail.com Contatto whatsapp: +33 7 55 87 06 61 Grazie
  • MarioL 7 mesi fa
    Prescindendo dall'imu ecc Ma vi rendete conto del massacro di tasse esasperante ? Bolletta del gas consumo effettivo 52 € totale 138 € Idem Enel acqua ecc. Si potrà continuare ad essere massacrati? Non mangeremo noi per far mangiare chi arriva? Mi auguro che alla prox tornata Elettorale si volti pagina in caso contrario un popolo di servi non merita che questo schifo.
  • GIUSEPPE LEVITA 7 mesi fa
    Noi ci siamo rotti pagare il mantenimento del governo corrotto basta andiamo ad votare subito e togliamo la mela marce, come premier voto Di Maio sembra adatto e non si fa infinocchiare. Mi chiedo il popolo Italiano ha il potere di far fuori e tornare immediatamente a votare prima che nascono ancora i pensionati D'oro mi sono rotto............. altro non posso dire ok W M5S.
    • Carlo A. Utente certificato 7 mesi fa
      WWWW DI MAIO PREMIER !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Francesco S. Utente certificato 7 mesi fa
    Ma scusate, io che ho 10 dipendenti da vent'anni, tutti a tempo indeterminato e tutti senza nessuno sgravio, che pago le tasse, i dipendenti e i fornitori puntualmente non avrei diritto a una riduzione delle tasse che stanno letteralmente strozzando la mia azienda? Che presa per i fondelli questa delle giovani aziende e basta. La mia azienda già produce lavoro e ricchezza ma lo fa con rischio e un futuro molto incerto dovuti proprio alla pressione fiscale e specialmente al costo del lavoro elevato. Per le aziende sane non esiste nessun interesse, solo per i grossi colossie per le nuove aziende. Eppure siamo la maggioranza e siamo quelli che reggono tutto il sistema.
  • Paolo Z. Utente certificato 7 mesi fa
    Fino a 2,3,4 anni fa tutti, dal PD al M5S, a richiedere che le banche dovevano sostenere le imprese, che dovevano dare soldi a chi si indebitava. Allora ho scritto che se uno, come me, che non sono né bancario ne banchiere, diceva che se la banca dove ho i miei pochi soldi, speravo che ci pensasse 2 volte prima di concedere un mutuo, sia a un ragazzo, sia a B., che il mutuo sia fatto con coscienza. Altrimenti era meglio che cambiassi banca. Adesso che le banche chiudono ancora di + i cordoni della borsa, e sono in difficoltà ( eufemismo ), nessuno si lamenta del credito che non c'è. Prima dàgli alle banche, adesso... Non mi sono dimenticato. Incapaci. Pertanto Andate affanculo. Paolo TV
  • franco selmin Utente certificato 7 mesi fa
    Certo che mettersi a copiare la politica dei bonus non serve a nulla o a raccattare voti come fan altri. Imu,tari,irap ? In soldoni quanto fà ? All'esimio rappresentante degli artigiani chiedete quanto versano di Inps base le imprese artigiane appena si costituiscono. E per nulla da dopo la riforma Dini del 96. Salvo,ovviamente,per quelli (artigiani,commercianti,autonomi e dipendenti privati)che riescono a versare un 10milaeuro l'anno per 40 anni.Così otterranno una pensione di un 1000 euro al mese.
    • Paolo Z. Utente certificato 7 mesi fa
      "Salvo,ovviamente,per quelli (artigiani,commercianti,autonomi e dipendenti privati)che riescono a versare un 10milaeuro l'anno per 40 anni.Così otterranno una pensione di un 1000 euro al mese." Mah, se versi €10.000 all'anno, all'INPS, HAI UNA PENSIONE più alta. Dovrebbe essere sui 1500 al mese. Se dai allo stato €10.000 all'anno, compresa l'INPS, la pensione sarà la minima.. Paolo TV
    • Paolo Z. Utente certificato 7 mesi fa
      Il primo anno non versi niente relativamente, fino al 31 dicembre. Dopo sono cazzi. Se non fai nero, come facevo io. Te lo dice uno che ha avuto un ictus, una paralisi ( e ce ne sono tanti, e anche infartuati ecc ) per tasse. Per questo motivo posso stare davanti al PC tutto il giorno, da anni, scrivedo con la sx; tutto il corpo a dx è un pò morto. Le mie condizioni di salute erano eccelse; avevo fatto la donazione all'AVIS 1 mese prima, e ti fanno decine di test, tutto OK. La mia ditta era aperta da una decina di anni, e non ero troppo vecchio; 43 anni... Paolo TV
  • corine gomez Utente certificato 7 mesi fa
    acheCiao signore/signora, Sto cercando il prestito di denaro per diversi mesi che ho avuto debiti e bollette da pagare. Pensavo che fosse finita per me. Ma per fortuna ho visto la testimonianza fatta da molte persone su Mm Josina gomez, che è come ho contattato mio mutuante per pagare i miei debiti e il mio progetto. e signora Josina mio concesse un prestito di 60,000 euro sul mio conto, posso assicurarvi che tutti questi carta suo governarlo mio aiuto per pagare fuori il mio contatto di debito la e sarebbe la verità Se avete bisogno di finanziamenti; prendere in prestito denaro o qualsiasi progetto ti rendi cont questo vi aiuterà a raggiungere e sostenere finanziariamente sua e-mail prestitobancario2017@gmail.com
    • Carlo A. Utente certificato 7 mesi fa
      JOSINA porca boia ti sto cercando da una vita......dove cazzo sono finiti i 415 milioni di euro della ricerca ????????????? Non li hai tu ?? Ma chi li ha presi ?? Chiiii ?? Dai tu lo sapevi e non dici niente.......................
  • Paolo Z. Utente certificato 7 mesi fa
    Mi domando perchè abbassare le tasse alle imprese giovani. Dopo, andranno in crisi le aziende che sono nel territorio, da tanti anni, così i più furbi, come già si fa adesso, chiudono l'azienda, si licenzia i dipendenti, si INTESTA l'azienda ( con nome simile ) a dei giovani, si riassume i migliori dipendenti, addirittura si risparmia perchè prima i dipendenti avevano un trattamento, dopo è sempre inferiore. La vostra idea, come ho spiegato, serve solo per diminuire le paghette dei dipendenti. TIPICO DI CHI NON HA MAI LAVORATO. Se una azienda sarà forte, non servirà drogarla, basta solo che le tasse non siano esagerate, per tutte le aziende, e pure x i dipendenti, e MENO burocrazia; no che io sono giovane e tu no. Semplificare vuol dire abbassare i costi; 40 anni fa bastavano 2 impiegati per un azienda di 20 persone, adesso, con i PC, ci vogliono 10 impiegati. Senza parlare delle associazioni. Senza parlare delle possibilità delle multe; se ti capita la GdF in ditta, hai SOLO da pagare. Sempre. A meno che... Paolo TV
  • Shahab Shirakbari Utente certificato 7 mesi fa
    L'AUMENTO DELL'IVA ECATOMBE SULL'ECONOMIA L'aumento dell’Iva comporterà una raffica di rincari in tutti i settori, una lunga serie di beni subirà un incremento dei listini, con conseguenze pesantissime sui consumi, per effetto della maggiore IVA, gli acquisti delle famiglie scenderanno del 3% su base annua. L'unica strada per mantenere invariata l'imposta sui consumi, rilanciandoli grazie a una parallela azione di sgravio del cuneo fiscale, è quella di intervenire con decisione sulla spesa pubblica improduttiva.
  • studiate 7 mesi fa
    Adolf Hitler sappiamo tutti che non era un santo anzi che era un demone fatto uomo... sappiamo tutto però che era molto capace tantoché che per vincerlo si è dovuto coalizzare il mondo intero... all'estero si parla di fascismo quando si parla di Adolf Hitler ma in verità ci sono 2 differenze enormi tra fascismo e nazismo e cioè il fascismo non era razzista ( lo è diventato dopo per uniformarsi ) e non era anti cristiano ( il nazismo pur non essendo ateo come il comunismo russo...era pagano e mirava alla distruzione della chiesa cattolica dunque satanico ) ma cosa avevano in comune Adolf Hitler e i fascisti e i comunisti staliniani? sapevano benissimo che uno stato nazionale per funzionare deve raggiungere il giusto equilibrio tra agricoltori e industria e forze armate+polizia cioè 3 forze devono avere il giusto peso e poi c'è una 4 forza che è il legante delle 3 e che fa da coordinamento ma gestita da pochi. se uno stato non da il giuto equilibrio all'agricoltura diventa fragile e malato se uno stato non da il giusto peso all'industria ( compresa la gestione dell'energia ) diventa fragile e malato. se uno stato non da il giusto peso alle forze militari e di polizia diventa SCHIAVO degli stranieri. se uno stato non impiega i MIGLIORI uomini per la 4 forza armonizzante diventa uno stato che tergiversa su qualunque decisione e si sfascia. questo lo sapeva stalin e lo sapeva anche hitler... mussolini lo sapeva un po meno ma anche lui c'era arrivato nonostante non fosse un grande quoziente intellettivo ( giornalaio anche lui ). mi sa che i piddioti non l'hanno mica capita questa cosa delle 3+1 componenti del motore nazione... mi pare che anche i grillini abbiano le idee poco chiare ......... il motore è fatto così ... poi puoi usarlo per il male come Adolf Hitler o puoi usarlo per il bene ma questo è l'unico motore possibile anche allo stato attuale della tecnologia che è migliorata ma non ha ancora stravolto questa regola. ciao incapaci!... e studiate!
    • Paolo Z. Utente certificato 7 mesi fa
      carlo m. Non ti lamentare, 3 anni fa i commenti erano migliaia, solo per salutare. Se togli i commenti fuori tema, andiamo a 3/4 commenti per post. Anzi, ieri, sul post del candidato sindaco di Taranto, c'erano solo 2 commenti, e ANCHE FUORI TEMA. Paolo TV
    • carlo m. Utente certificato 7 mesi fa
      non contribuisci alla discussione in essere sei fuori tema hai sbagliato blog
    • precisazione 7 mesi fa
      precisazione .. per agricoltura intendo anche l'allevamento perché ora esiste l'industria alimentare che un tempo era ancora in una fase adolescenziale .... l'industria alimentare possiamo considerarla industria come le altre industrie ma con agricoltura mi riferisco alla somma dei coltivatori e degli allevatori ... la trasformazione e la conservazione e la distribuzione rientrano nell'industria. sono piccolezze ma lo dico perché poi qualche pirla potrebbe obiettare. parimenti militari e polizia sono insieme e industria ora pul contenere anche le telecomunicazione e internet che al tempo erano meno importanti di ora sono 3 gruppi + il 4 di coordinamento anche ora.
  • politicazzi 7 mesi fa
    dipendenti pubblici stipendio più basso e maggiori privilegi e questi privilegi devono servire per rendere il dipendente pubblico innamorato del suo lavoro e dello stato e della cosa pubblica. dipendenti privati sono sottoposti al rischio di impresa e alle condizioni di mercato percià il datore di lavoro è portato a sfruttarli quanto più possibile cosicché diventa quasi normale trovare dipendenti privati che odiano il loro lavoro e il loro datore di lavoro... percià devono avere meno privilegi dei dipendenti pubblici ( tanto i privilegi non diminuirebbero il loro odio nei confrotni del padrone e della ditta ) ma devono avere uno stipendio garantito molto più alto dei dipendenti pubbici. 20% potrebbe essere un buon bonus. per quanto riguarda le compartecipazioni pubblico e privato le abolirei perché il privato incassa e il pubblico paga... dunque sono una fregatura bella e buona .... ma se proprio si vogliono tenere il dipendente deve avere una condizione intermedia tra il pubblico e il privato. poi ci sarà chi la pensa diversamente ma la storia racconta che uno stato odiato dai dipendenti pubblici è uno stato morto o in fin di vita... la storia racconta anche che una impresa nazionale con i dipendenti mal pagati è una impresa morta o in fin di vita. smentitemi se non è vero.
  • se si vuole è facile ma 7 mesi fa
    nuove imprese esenzione totale tasse 1 anno esenzione 66.66% secondo anno esenzione 33.33% terzo anno esenzione 16,67% quarto anno poi stop se chiudi prima di 4 anni non puoi più aprire una nuova ditta per 10 anni con esenzioni ma paghi tutto fino all'ultimo centesimo. se fallisci zero esenzioni a vita. se riapri la stessa ditta cambiando pelle culo come un paiolo e 10 anni di galera. semplice se si vuole fare ma non si vuole
    • Paolo Z. Utente certificato 7 mesi fa
      e secondo te, le ditte non hanno già inventato i prestanome.. Anche solo per avere credito dalle banche, quando TUTTI ci si lamentava che le banche non concedevano più credito. Eddai, svegliati
  • Pep Gatto Utente certificato 7 mesi fa
    Tagliare gli stipendi dei dipendenti pubblici? Bella sciocchezza!!!
    • oil 7 mesi fa
      il dipendente pubblico deve amare lo stato e la cosa pubblica quindi deve essere trattato meglio del dipendente privato non economicamente che non è lo stipendio che fa onore bensì qualche piccolo privilegio più che di onoreficienze e di un qualcosa che serva a fargli amare il lavoro che fa. il privato è privato quindi il dipendente teoricamente potrebbe anche odiare il datore di lavoro che lo sfrutta per quanto possibile e anche di più e dunque lo stipendio deve essere più alto ma i privilegi minori di un dipendente pubblico. così la penso ma forse sono all'antica.
  • Umberto Tordone Utente certificato 7 mesi fa
    sottoscrivo quanto detto dall'amico Alessandro G. : la strada per abolire quelle ignobili gabelle esiste eccome: e si chiama TAGLIO VERO E SERIO DELLA SPESA PUBBLICA!!! Perché continuare a nascondersi dietro il classico filo d'erba ? Pensiamo ad esempio, AGLI OLTRE 8.000 COMUNI CHE ESISTONO IN ITALIA !!! Uno specchietto per le allodole la legge che consente loro di "consorziarsi" : OCCORRE UNA LEGGE COSTITUZIONALE CHE NE INDIVIDUI MASSIMO UN CENTINAIO ... O GIÙ DI LÌ !!! Ma e' dura far decidere i politici ad adottare una RIFORMA VERA come questa: QUANTO POTERE (POLITICO ED ECONOMICO ) SI ANNIDA PROPRIO NEI COMUNI !!!! Quanti politici e loro adepti, si sfamano alla mangiatoia dei comuni !!!! E i servizi che queste migliaia di enti forniscono ai cittadini ? UN VERO SCHIFO... BENE CHE VADA! Dunque... miliardi di euro all'anno provenienti da quelle ignobili gabelle oltre i conferimenti provenienti dalla fiscalita' ordinaria ... letteralmente buttati nel cesso!!!! Amici 5* : aprite gli occhi anche su questo vergognoso sperpero di soldi pubblici! Chiamate il parlamento (ed i partiti) a pronunciarsi affinché questi soldi VENGANO SPESI PER AIUTARE CHI SVOLGE LAVORO VERO E CHI IL LAVORO VERO, INTENDE CREARLO !!!!
  • Aldo Masotti Utente certificato 7 mesi fa
    Tagliare li stipendi dei dipendenti pubblici senza ridurre le prestazioni. E si abbassano le tasse coerentemente. I dipendenti privati dal 2010 sono entrati in una spirale di compressione del salario medio , i dipendenti pubblici hanno subito solo il blocco dei contratti. Nel computo del salario medio dei dipendenti privati vanno messi (al denominatore) quelli che il lavoro l'hanno perso. Anche se (come sostiene il prof. Bagnai) le due medie fossero sostanzialmente uguali (senza pero' contare i senza lavoro come faccio io ) i dipendenti pubblici godono di privilegi che nel privato ci si sogna. Mediamente parlando s'intende. Ovviamente non si puo' fare nulla di tutto questo in quanto i dipendenti pubblici godono del "ricatto funzionale" per cui se scioperano tutti i politici si muovono a "sistemare la cosa" . Naturalmente aumentando le tasse, imposte e tariffe.
  • Carlo A. Utente certificato 7 mesi fa
    solo sogni, ma perchè sempre solo sogni.........
  • maidomo 1 Utente certificato 7 mesi fa
    Senza dubbio sarebbe giusto. C'è un però. Ora non è risolvibile perchè farlo significherebbe mettere in difficoltà anche gli amici degli attuali governanti, gli amici e i parenti degli amici ecc. Di cosa parlo? Dell'evasione fiscale mostruosa da parte di ... alcuni artigiani. Credo sia inutile che mi spieghi. Eventualmente provate la prossima volta che vi capitasse di averne bisogno, a chiedere la fattura, per esempio, a un .... fate voi a chi.
  • Alessandro G. Utente certificato 7 mesi fa
    Abbattere l'Imu, la Tari, abbassare l'Irap (perchè solo abbassarla? E' un doppione dell'addizionale regionale Irpef riservata alle partite Iva, si abolisca e si risparmiano dichiarazioni, calcoli e burocrazia, esiste solo in Italia...). Il problema è che per esperienza ad ogni abbattimento di tasse segue un aumento di tassazione dall'altra parte. L'unica soluzione è tagliare la spesa pubblica e quella degli Enti locali senza che vengano tagliati i servizi. Pensate solo agli stipendi dei consiglieri comunali o del Sindaco, ai dipendenti pubblici con bassa produttività ed in sovranumero, agli affitti quando esistono locali di proprietà del comune inutilizzati oa ffittati a canoni irrisori, la spesa per mutui o derivati. Tagliare tagliare e tagliare, l'abbassamento delle tasse non solo sarà inevitabile ma impossibile da non farsi.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus