Giacomelli contro i sordi

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

giacomelli_contro_sordi.jpg

"Immaginate di tornare a casa un giorno, accendere la tv e non poter ascoltare l'audio di un film o un tg, o se siete dei bambini non capire un telefilm isolati da un muro di silenzio. E se la cosa si ripetesse anche l'indomani, e il giorno dopo ancora?
Questo è quanto accade quotidianamente alle persone con disabilità auditive (circa 20.000) che quindi non usufruiscono di un servizio pubblico radiotelevisivo completo pur pagando il canone nella sua interezza senza particolari fasce di esenzione. E' una situazione che va migliorata assolutamente. In Vigilanza Rai abbiamo fatto la nostra parte inserendo nel nuovo contratto di servizio obblighi precisi per rendere più accessibili l'informazione e l'offerta televisiva e web. Le innovazioni che pretendiamo dalla Rai sono il frutto di un approfondito e meticoloso lavoro di approfondimento durato sette mesi. In commissione abbiamo ascoltato i rappresentanti della Federazione Italiana per il superamento dell'handicap, di Fiadda onlus - Famiglie italiane associate per la difesa dei diritti degli audiolesi, dell'Associazione nazionale interpreti lingua dei segni e dell'Ente Nazionale per la Protezione e l'Assistenza dei Sordi. Le loro testimonianze sono state raccolte e recepite nel parere del 7 maggio scorso al contratto di servizio che, però, per avere effetto, dovrà essere firmato da Rai e Governo, quindi dalla Presidente Tarantola e dal sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonello Giacomelli.Una firma che attendiamo da sei mesi.
Potrebbero cambiare da subito molte cose nella tv pubblica e tutto a vantaggio degli utenti con disabilità. In che modo? Pensiamo innanzitutto all'informazione, uno dei perni fondamentali della ragion d'essere stessa del servizio pubblico. Attualmente la Rai è tenuta a sottotitolare e a tradurre nella Lingua dei Segni almeno un'edizione al giorno di Tg1, Tg2 e Tg3. Non basta. Per questo obblighiamo la Rai a fare di più. Entro un termine preciso, non oltre il 30 novembre 2014, deve procedere alla sottotitolazione di tutte le edizioni dei tg delle reti generaliste e di almeno due notiziari al giorno di Rai News nonché garantire la traduzione in LIS di almeno un'edizione al giorno di Tg1, Tg2 e Tg3 con l'aggiunta di due notiziari di Rai News in modo da assicurare la copertura di tutte le fasce orarie. Inoltre prevediamo la sottotitolazione di un'edizione al giorno di un notiziario sportivo e di quelli che riguardano le principali manifestazioni sportive. Nei nuovi impegni della Rai su questo fronte abbiamo incluso anche l'informazione regionale con l'estensione della sottotitolazione e traduzione in LIS del Tgr, anche in casi di edizioni straordinarie dettate da situazioni di emergenza o di particolare interesse per il territorio (finora era solo in fase di sperimentazione). Ampliamento della proposta web: chiediamo di realizzare i sottotitoli per la programmazione trasmessa sul portale Rai e la traduzione nella lingua dei segni delle edizioni dei tg, oltre all'impegno, entro 90 giorni dall'entrata in vigore del contratto, a creare un archivio di sottotitoli da aggiornare progressivamente.
Anche per quanto riguarda l'offerta televisiva, abbiamo ampliato il raggio di azione. La Rai è tenuta a sottotitolare entro l'anno prossimo l'85% della programmazione complessiva di Rai 1, Rai 2 e Rai 3 (ora siamo al 70%) e incrementare le audio-descrizioni di telefilm, film e documentari. Entro sei mesi dalla firma del contratto, è infine obbligata a proporre un progetto editoriale che oltre ad arricchire e innovare l'offerta complessivamente, indichi le tempistiche di realizzazione dei programmi sottotitolati e riorganizzi e semplifichi la modalità di accesso dell'archivio da parte delle persone con disabilità.
Tutto questo potrebbe essere realtà da subito se solo Rai e Ministero si decidessero a firmare. Tutto questo potrebbe essere servizio pubblico per i cittadini. Cosa aspetta Giacomelli?
Roberto Fico

Obblighi della RAI nei confronti delle persone con disabilità

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Marcello M. Utente certificato 3 anni fa
    Novembre Novembre, il grigio, la strada lucida di pioggia, dove un mondo, sottosopra, fa il verso a questa vita. Eppure ha il suo fastigio, nella fantasia che viaggia, e tanto mostra, perché si scopra: mille colori per le dita. Novembre, non sei la morte, c’è chi ti vede come un vecchio, la tua livrea lo sconfessa: guerriero degli elementi. Consapevole della sorte, delle tue brame, specchio, vita andata, concessa, di solchi, fango, sementi. Novembre, il fumo lento, castagne come gesti, parole sottovoce, il buio presto. Fuoco mai spento, resto, se resti, due parole in croce, legna nel cesto. Novembre, consapevolezza, ami la bellezza, consoli la tristezza, urli forte in piazza. Novembre, ammonimento, per chi nel cuore ha solo cemento, per chi colpisce alla schiena, il vile, che vuol distruggere la scena. “Puoi rinnegare la tua vita ma, inesorabile, l’hai tra le dita. Puoi spengere il sole, sulle città, ma un’altra alba risorgerà. Puoi sotterrare ogni fiore, ma la terra lo proteggerà. Puoi godere del sangue altrui, ma nessuno del tuo seme. Puoi rinnegare il tuo nome, e nessuno ti chiamerà. Puoi cancellare una poesia ma, tra le stelle, sempre, risplenderà”
    • P. S. (ilmionomeènessuno27) Utente certificato 3 anni fa
      Eheheheh... ti stavo aspettando! :-))) p.s. chi ha delle qualità fa del bene anche solo condividendole e tu ne hai di veramente belle
    • Zampano . Utente certificato 3 anni fa
      Di solito le detesto ma la tua è una bella poesia, bravo...
    • Marcello M. Utente certificato 3 anni fa
      Dedicata agli amici emiliani che oggi votano (Monica) Dedicata a Paolo che è un vecchio amico. Dedicata al blog dei giusti. E anche a me :)
  • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
    " La libertà non sta nello scegliere tra bianco e nero, ma nel sottrarsi a questa scelta prescritta." T.W.ADORNO Auguri di cuore a Giulia Gibertoni, candidata 5* alle Regionali dell'Emilia Romagna
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus