Il M5S abolirà il Fiscal Compact

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

no_fiscal_compact.jpg

>>> Incontra i portavoce M5S nella tua città! Scopri le date del weekend! #VinciamoNoi

"Giulio Tremonti ha presentato un disegno di legge costituzionale che prevede la modifica degli articoli 97, 117 e 119 della carta Costituzionale riferiti alla questione del vincolo di pareggio. Subito sono comparsi articoli con titoli allarmati del tipo: “Tremonti vuole cancellare l’Europa dalla Costituzione”, che fanno pensare all’ennesima mutilazione del testo costituzionale. Le cose non stanno affatto così e mi spiego. Il testo originario della Costituzione non contiene alcun riferimento all’Europa e, tantomeno, alla Ue. L’attuale formulazione è assai recente ed è un’eredità del governo Monti di infelice memoria. Esso fu la conseguenza dell’accordo intergovernativo del 2012 meglio noto come accordo del “Fiscal Compact”, che determinava l’introduzione del pareggio di bilancio obbligatorio e l’obbligo di chiedere l’autorizzazione delle Camere in caso di deviazione dall’ obiettivo.
La prima modifica riguardò l’art. 97 nel quale venne introdotto un brevissimo comma iniziale:
Le pubbliche amministrazioni, in coerenza con l’ordinamento dell’Unione europea, assicurano l’equilibrio dei bilanci e la sostenibilità del debito pubblico.>>
Il che, in buona sostanza, significa che le decisioni delle pubbliche amministrazioni, ed ovviamente in particolare in materia fiscale, sono subordinate ai dettami UE e, qualora il responsabile di una di esse (di qualsiasi livello) dovesse decidere in modo difforme, potrebbe anche vedersi chiamato dalla Corte dei Conti a rispondere di “danno erariale”. Il richiamo alla UE è poi ribadito da un inciso nell’art 117 ed un altro nel 119. Da questo poì scaturì la legge applicativa 24 dicembre 2012 n 243 che rende esecutive le norme fissate a partire dal 2014.
Tutto questo va poi letto insieme alla trasformazione dell’art. 81 deciso sempre con legge di revisione costituzionale dell’aprile 2012. La stesura originaria dell’art. 81 si limitava a prevedere, nell’ultimo comma, l’obbligo di copertura di ogni ulteriore legge di spesa oltre il bilancio annuale. Peraltro, questo obbligo nei fatti non fu mai osservato troppo scrupolosamente. Poi nel 2012, a seguito dello sciagurato accordo cui abbiamo fatto cenno, l’articolo venne riformulato come segue:
Lo Stato assicura l’equilibrio tra le entrate e le spese del proprio bilancio, tenendo conto delle fasi avverse e delle fasi favorevoli del ciclo economico.
Il ricorso all’indebitamento è consentito solo al fine di considerare gli effetti del ciclo economico e, previa autorizzazione delle Camere adottata a maggioranza assoluta dei rispettivi componenti, al verificarsi di eventi eccezionali.
Ogni legge che importi nuovi o maggiori oneri provvede ai mezzi per farvi fronte.
Le Camere ogni anno approvano con legge il bilancio e il rendiconto consuntivo presentati dal Governo.
L’esercizio provvisorio del bilancio non può essere concesso se non per legge e per periodi non superiori complessivamente a quattro mesi.
Il contenuto della legge di bilancio, le norme fondamentali e i criteri volti ad assicurare l’equilibrio tra le entrate e le spese dei bilanci e la sostenibilità del debito del complesso delle pubbliche amministrazioni sono stabiliti con legge approvata a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera, nel rispetto dei princìpi definiti con legge costituzionale.
>>
Dunque, occorre mettere in relazione le norme che legano il pareggio di bilancio -ed i limiti di oscillazione possibili- con le direttive Ue.
Di fatto, quella modifica costituzionale diventa, in questo modo, il “catenaccio” che garantisce l’accordo intergovernativo del fiscal compact e rende non aggirabili i limiti al disavanzo, neppure nelle fasi economicamente sfavorevoli come questa.
Detto in soldoni: se il Governo volesse “sforare” i limiti fissati, non potrebbe farlo contro le indicazioni Ue, perché basterebbe un intervento della Corte dei Conti a bloccare tutto. Ma se anche la Ue ( o la Merkel, per essa), in un accesso di benevolenza, autorizzasse l’Italia a discostarsi dai limiti concordati, così come Renzi ha chiesto vanamente nella sua visita berlinese, ugualmente il Governo non potrebbero far nulla, perché a legargli le mani resterebbero le procedure costituzionali. Di fatto si tratta di un combinato di norme assolutamente micidiale che vincola la politica economica del nostro paese alle decisioni Ue ed il punto più pesante (di cui in questa campagna elettorale proprio non si sta parlando nemmeno per cenni) è quello che riguarda il rientro del debito. Gli accordi da cui è nato l’Euro, prevedono che ogni paese non possa avere un debito superiore al 60% del suo Pil, mentre il nostro debito era al 120% prima del governo Monti e, dopo i sacrifici, è salito al 130%. La Ue ci ha imposto il rientro della quota eccedente entro 20 anni. Questo significa un onere di circa 40-60 miliardi l’anno (la cifra è solo stimabile perché variando il Pil occorre calcolare anno per anno la cifra in assoluto da reperire) che si aggiunge agli interessi.
Anche tagliando brutalmente le spese oltre ogni tollerabilità ed inasprendo la tassazione ordinaria, è materialmente impossibile fare fronte all’impegno. E le strade che restano non possono essere che due: l’alienazione di beni pubblici (le privatizzazioni ovviamente in termini di svendita) ed un prelievo forzoso. Insomma: gli italiani entrino nell’ordine di idee che ci aspetta un prelievo forzoso sui risparmi in banca e, con ogni probabilità, una patrimoniale sulla casa. E neppure è detto che questo basti.
E dire che gli accordi iniziali che hanno preceduto il fiscal compact –prima che Monti svendesse il nostro paese- prevedevano clausole ben più favorevoli per l’Italia, a cominciare dal criterio di calcolo sul debito. Da un punto di vista giuridico, peraltro, è vero che l’Italia consente limitazioni della propria sovranità, ma in condizioni di parità (art 11 Costit.), mentre qui siamo gli unici ad aver messo mano alla Costituzione.
Ed allora, concludendo, qui si fa sul serio: vogliamo il superamento dell’attuale ordine monetario come sostiene il M5S? Vogliamo una “Europa diversa” che rifiuti l’austerità del fiscal compact come vuole la Lista Tsipras? Vogliamo anche solo una politica di bilancio più elastica, come predica Renzi? Per fare tutto questo il passaggio obbligato è eliminare quelle modifiche costituzionali volute da un governo al servizio dei poteri forti stranieri. Ristabilire la sovranità nazionale è il passo preliminare e qui si vede chi fa sul serio e chi no: Hic Rhodus, hic salta." Aldo Giannuli

PS: I documenti necessari alla presentazione delle liste (il modello di dichiarazione attestante che le liste sono presentate in nome e per conto di partiti o gruppi politici e la liberatoria per l'uso del logo) sono stati inviati e arriveranno a partire da martedì 22 aprile.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Gianfranco Mazzeo Utente certificato 3 anni fa mostra
    Caro Beppe! Ancora una volta non sai quello che dici sul Fiscal Compact. Leggiti un articolo di Stefano Feltri pubblicato su "Il Fatto Quotidiano" di Mercoledì 9 Aprile nella sezione economica e poi capisci quanto sei ignorante! Il tuo non è "populismo".....E' ignoranza bella e buona! Puoi prendere in giro i tanti ignoranti e "strumentalizzati" dal tuo blog. Non le persone che hanno un minimo di cultura....
    • tom.u. 3 anni fa mostra
      E come mai io trovo tanto ignorante te? Vivi con la propaganda dei giornalisti?
    • Vincent C. 3 anni fa mostra
      A Gianfranco che è una persona di cultura chiedo?, qual'è la sua opinione sul fiscal compact?.Il fiscal compact per me che sono "un fazioso grillino", è la riduzione del debito pubblico impostaci dall'Europa, occorre in altri termini riportare il debito al 60% del PIL. Ora la cosa che non comprendo, e come si fa a togliere un debito crescente, a fronte di una occupazione decrescente. Le cose dette dal giornalista del "fatto" non sono vangelo, sono le opinioni di "un economist man". Soltanto se ci sarà una ripresa "potrebbe verificarsi ciò che dice, quell'incauto giornalista, tra l'altro egli fida sul fatto che in Europa ci faranno degli sconti, se hai veramente compreso il senso dell'articolo". Il DEF approvato non riporterà a lavorare tutti i disoccupati, gli inoccupati, gli sfiduciati, i cassintegrati ecc. ecc. e a fronte di tasse crescenti, ed entrate fiscali sempre più basse la situazione non potrà che peggiorare. La notizia data per televisione dalla RAI che l'inflazione diminuisce, ha l'evidente scopo di non scoraggiare i consumatori, perchè se dicessero la verità dovrebbero dire che siamo in piena "deflazione". La deflazione è qualcosa "che comporta la chiusura di altri esercizi commerciali, e di altre piccole e medie imprese", perchè i consumi continuano a scendere fino alla soglia "di sopravvivenza dei cittadini, che pur di non scivolare nella miseria continuano a risparmiare anche l'aria. L'economia non è matematica allo stato puro, ma usa detto metodo per fare delle proiezioni su ciò potrebbe verificarsi.Il fattore umano e i comportamenti dell'uomo non vengono per nulla toccati in quell'articolo, pertanto quella è solo un opinione come la mia. L'economia politica non la si impara "a scuola", come tutte le scienze che studiano i comportamenti dell'uomo, non possono prescindere e tener conto del contesto socio economico. Il contesto era rappresentato da una struttura economica diffusa su tutto il territorio nazionale in piccole e medie imprese, oggi morto.
  • VINKIAMO NOI . Beppe Gianroby ah ah ah ah ah 3 anni fa mostra
    NON HO DENARO POSSO SPEDIRVI UNA BELLA LETTERINA CON 1 ETTO DELLA MIA MERDA PURISSIMA E PROFUMATISSIMA?
  • mario bulgarelli 3 anni fa mostra
    SCONCERTANTI LE DICHIARAZIONI DELLA DEPUTATA DEL M5S IERI SERA A DISSERVIZIO PUBBLICO DI SANTORO COME E' POSSIBILE CHE VENGA IGNORATO DEL TUTTO LE GTRAVISSIME PROBLEMATICHE LEGATE ALL'IMMIGRAZIONE? IL PROBLEMA DELL'IMMIGRAZIONE E' AL PRIMO POSTO DI TUTTI I GUAI CHE CI SONO IN ITALIA! PRIMO PER L'ENORME SPESA PUBBLICA PER MANTENERE MIGLIAIA SE NON MILIONI DI PERSONE CHE VIVONO DI ASSOLUTA SUSSIDIARIETA' SENZA AVER MINIMAMENTE DATO UN CONTRIBUTO DI LAVORO O SACRIFICIO PER QUESTA NOSTRA NAZIONE! TI RICORDO GRILLO CHE IN ITALIA CI SONO PERSONE ANZIANE CHE HANNO LAVORATO DA QUANDO AVEVAVO DIECI ANNI E CHE PRENDONO PENSIONI DA FAME! QUESTE STESSE PERSONE ANZIANE VIVONO NEL TERRORE DI ESSERE DEPREDATI DEI POCHI RISPARMI (E ANCHE UCCISE) DAI MOLTISSIMI LADRI E ASSASSINI CHE SCORAZZANO NDISTURBATI PER L'ITALIA, AL 99 PER CENTO EXTRACOMUNITARI O RUMENI E ROM LA LUNGA SCIA DI DELITTI DI UNA BRUTALITA' MAI VISTA PER LA TUA DEPUTATA, GRILLO, COSA SIGNIFICA NULLA? QUELLO CHE HA DETTO LA DEPUTATA 5S E' VERGOGNOSO, FUORI DA OGNI OBIETTIVA REALTA', E' INDECENTE CHE SOTTOVALUTI UN GRAVISSIMO PROBLEMA COME QUELLO DI UNA IMMIGRAZIONE CHE ORMAI HA I CONNOTATI DI UNA INVASIONE PAUROSA A CUI NESSUNO RIESCE O VUOLE PORRE RIMEDIO SPERO CHE TU GRILLO SANZIONI IL VERGOGNOSO ATTEGGIAMENTO DI QUESTA DEPUTATA, ALTRIMENTI DEVI DIRE CHIARAMENTE AI TUOI ELETTORI QUALE E' LA TUA LINEA IN MERITO ALL'IMMIGRAZIONE PER EVITARE EQUIVOCI E FALSE ASPETTATIVE RIPETO QUELLO CHE GIA' HO SCRITTO SU QUESTO BLOG, IO SONO STATO BANNATO DAL BLOG DI TALE FURIN DI ROVIGO PERCHE' SECONDO LEI SULL'IMMIGRAZIONE AVEVO POSIZIONI VICINE ALLA LEGA E TOUT COURT RAZZISTE MENTRE SOSTENEVO QUELLO CHE TU STESSO DICEVI NEI COMIZI O NELLE INTERVISTE.....STA DI FATTO CHE TALE FURIN E' DIVENTATA LA PORTABORSE DI UN DEPUTATO (O SENATORE, NON RICORDO)
    • Arjuna Utente certificato 3 anni fa mostra
      Quindi anche per te il problema è il CIAFFICO. Che ci appiccicano poi i gemelli? Non esistono esseri umani "clandestini". I criminali in galera, ma dopo aver costruito strutture decenti e abbattuto quelle medievali. Che m'importa di "italiani" o di "stranieri"? Quando invece che in Afghanistan useranno l'esercito per spaccare il culo alle mafie...forse potrei prestare ascolto a ciò che ti sta tanto a cuore.
    • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa mostra
      la magistratura non applica le leggi già assai permissive quindi i criminali emigrano da paesi dove rischiano condanne pesanti all'Italia. La soluzione è prima di tutto modificare l'ordinamento penitenziario, finanziare le espulsioni (attualmente bloccate dal taglio dei fondi) e fottersene dell'uguaglianza legislativa forzosa fra stranieri e italiani: non si capisce perchè le pene devono essere uguali fra italiani e stranieri che senza alcun dubbio sono diversi (visto che anche due gemelli sono diversi) inoltre avere pene differenziate porrebbe un grande freno all'immigrazione criminale. p.s. come vedi pur avendo idee simili alle tue mi esprimo senza gridare, e in questo modo ottengo una certa comprensione anche da chi non è d'accordo con me.
    • Bob C. Utente certificato 3 anni fa mostra
      Leggendoti mi viene in mente la battuta di benigli "Qui a Palemmo abbiamo un grande problema: il CIAFFICO..." ma basta, tra mafia corruzione politici ladroni prenditori che portano via il dinero il tuo problema sono gli africani disperati. Ma piantala.
    • Walter C. Utente certificato 3 anni fa mostra
      amico , se ti calmi e colleghi le manine che utilizzi per scrivere al cervello , probabilmente ti accorgi delle oscenità che hai scritto.... rifletti... ed informati prima di sputare sentenze...amico!
    • Arjuna Utente certificato 3 anni fa mostra
      E una volta abbessata la voce, potresti emigrare in Bulgaria? Grazie!
    • Marco16 F. Utente certificato 3 anni fa mostra
      Scusa, puoi abbassare la voce?
  • VINKIAMO NOI . Beppe Gianroby ah ah ah ah ah 3 anni fa mostra
    me li presti due euro..?????poi ti li restituisco con un assegno MPS.."ABBIAMO UNA BANCAAAA.. Pierluigi c., ++++++ HEI MENTECATTO GRULLOIDE, SE VAI A CLICCARE IL TASTO CHE TI MOSTRA IL BONIFICO DEI TUOI PARLAMENTARI 5 PIPPE NE HAI DI IMBARAZZO NEL VEDERE IN QUANTI TUOI PALADINI HANNO IL CONTO CORRENTE ALLA MPS?
  • VINKIAMO NOI . Beppe Gianroby ah ah ah ah ah 3 anni fa mostra
    HEI PORACCI, I DONATORI MINCHIONI SONO UN TANTINO SCARSI. SEMPRE FERMI A 8000 E ROTTI!
    • Pierluigi c. Utente certificato 3 anni fa mostra
      me li presti due euro..?????poi ti li restituisco con un assegno MPS.."ABBIAMO UNA BANCAAAA..
  • maurizio d. Utente certificato 3 anni fa mostra
    volevo complimentarmi con la signorina sarti del m5s che ieri sera da san toro ha detto che i clandestini possono venire tanto c'è posto e che hanno diritto alla casa come gli italiani. uno che sbarca da 1 minuti secondo la signorina sarti ha gli stessi diritti del sottoscritto che ha versato 20anni di contributi all'italia e indietro non ha ricevuto nulla. grazie signorina sarti. complimenti ache per averlo detto in faccia al figlio del povero masini ammazzato a picconate da un delinquente africano. brava complimenti. e complimenti a chi l'ha portat in parlamento a sta comunistella. PS: coi soldi che ti fotti fai un corso di dizione cara sarti che non siamo mica tutti emiliani come te.
    • Rita L. Utente certificato 3 anni fa mostra
      vota la lega, no?
    • Arjuna Utente certificato 3 anni fa mostra
      Ma che cazzo di contributi avrai mai versato poi? Fatti un giro nei panni di quelli che fuggono prima di aprire il tuo culo ed emettere sentenze di merda.
    • Walter C. Utente certificato 3 anni fa mostra
      bravo Bruno....sturagli il cervello!!!
    • bruno p. Utente certificato 3 anni fa mostra
      Ma smettila con questi commenti contro gli immigrati. Ho seguito anche io servizio pubblico e la Sarti non ha affatto esaltato l'immigrazione. Ha solo detto che era d'accordo con la cancellazione del reato di immigrazione che riempie le nostre carceri di persone il cui unico reato è quello di fuggire dalle disgrazie e dalla miseria. Quelli si che sono sprechi di soldi degli Italiani. In carcere dovrebbero andarci i delinquenti che invece sono a piede libero. Per quanto riguarda la dizione,questi sono rappresentanti popolari non attori della tv come quelli di forza italia.
    • Pierluigi c 3 anni fa mostra
      Come osi mettere in discussione le parole sante di una nostra colta e raffinata rappresentante? Come osi criticare il senso profondo di ciò che ha detto? Ringrazia solamente che non siamo già al pieno potere e non possiamo, per ora, scannarti nella pubblica piazza. Ma ci ricorderemo di te. Chiedi scusa subito se vuoi salvarti, saremo clementi! VINGIAMONOI!!!
  • Gino er Grullino 3 anni fa mostra
    Ehi mi racomando tutti pronti a gridare ai brogli se perdiamo, cerchiamo di salvare la faccia!! Bè insomma, almeno in parte, meglio di niente!! VINCIAMONOI SICURO!!!11
    • Pierluigi c. Utente certificato 3 anni fa mostra
      l'anima comunista riaffiora bisogna chiamare l'esorcista il quasi novantenne..con demenza senile galoppante ...napo lui si che se ne intende di "im-brogli" aspetta a godere abbi pazienza nel culo la penderai di sicuro ..come quel Vendoloneee..SEL da prefisso telefonico..che vai coi greci perchè c'è l'hanno duro.ma qui vota con il pd..per l'ebetino venditore di pentole
  • Gino er Grullino 3 anni fa mostra
    Anno paura e starocano i sondaggi perchè sanno che VINCIAMONI!!!!1 propio alla grande, stavolta sicuro sicuro come che mia mammina è un uomo! Forza MoViMento inalto i cuori!!
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 3 anni fa mostra
      Ma che problema hai, la tastiera dislessica ?
    • Pierluigi c. Utente certificato 3 anni fa mostra
      ma va sei figlio di due uomini? in effetti voi del pd avete la madre incerta.. il padre è sicuro..ovvero un quasi novantenne..con demenza senile galoppante . vedrai..vedrai.. che la prendete nel culo e poi ci ringraziate perche godrette ..come quel Vendoloneee..da prefisso telefonico..che dalla finta opposizione vota con il pd..per l'ebetino venditore di pentole ..
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Staff, ormai non ci spero più per il bollino blu.Forse la mia donazione non era "congrua"?
    • marco . Utente certificato 3 anni fa
      GIANNULI, MAVAFFANCULO TU E LE RIFORME RENZIANE
    • Paolo Zanchetta 3 anni fa
      Ho fatto 2 donazioni, prima delle elezioni e 15 gg fa. Premesso che ho usato PayPall, e no erano tanto generose, io non ho niente, nemmeno l'autentificazione, che ho provato e riprovato...
    • Giovanni P. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Mariuccia, è possibile che durante la compilazione del modulo di versamento on-line tu abbia inserito un indirizzo email diverso da quello che utilizzi per accedere al blog.Con la compilazione automatica di chrome può succedere, come è successo a me..don't worry!Ciao
    • Gino er Grullino 3 anni fa mostra
      MA COOOOME!!??!!11 Non hai ancora il bollino bluuu??? Dai fai subito un'altra donazione ma stavolta generosa, vedrai che ti si accontenta!
  • alessandro s. Utente certificato 3 anni fa mostra
    Una domanda: Fiscal Compact, qui si parla di un costo annuo di circa cinquanta miliardi di euro!... Sul fatto quotidiano, il giornalista Feltri da giorni sostiene che il costo in realtà è inferiore circa sei/sette miliardi annui! Dove sta la realtà? Mi sembra urgente chiarire il calcolo di questo Obbrobrio! Grazie per l'attenzione
    • carlo 3 anni fa mostra
      se si fanno risparmi strutturali, cioe' non delle una tantum, basta farne di 50 miliardi per pagare ogni anno il fiscal compact.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus