Stasera a Report ne vedremo delle belle

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Luigi Di Maio

Il Governo del fantasma Gentiloni sta cercando 3,4 miliardi di euro per mettere una toppa ai buchi di bilancio causati dagli annunci e dai favori agli amici con cui Renzi ci ha preso in giro negli ultimi 3 anni.

Oggi hanno ancora una volta rinviato il Consiglio dei Ministri e già immagino dove troveranno i soldi: sempre nelle nostre tasche.

Oltre a questa - come la chiamano loro - "manovrina", a fine anno ci prepariamo ad una manovra lacrime e sangue che prevederà sicuramente l'innalzamento dell'Iva.

I danni che Renzi è stato capace di fare in 3 anni sono spaventosi.
Il metodo truffaldino di questo individuo mi fa ribrezzo, e provo la stessa cosa per quei pezzi dell'informazione italiana che spacciavano per grandi azioni politiche le sue promesse inesistenti o che occultavano le sue elargizioni alle grandi lobbies.

Bonus senza coperture, buoni sconto mai arrivati, sgravi fiscali serviti a far aumentare i licenziamenti, membri del giglio magico piazzati in ogni carica pubblica disponibile, ma soprattutto "aiutini" e "riconoscenza" per chi gli finanziava la sua fondazione, o gli salvava il giornale l'Unità.
Stasera a Report credo proprio ne vedremo ancora delle belle.

I circoli del Pd - al netto delle tessere fantasma - stanno provando a rieleggere Renzi segretario del PD e poi candidato premier.

Fate pure. Penso proprio che alle prossime elezioni politiche gli italiani vi rispediranno indietro il vostro "statista" con gli interessi.

Il conto delle voragini di Renzi le paghi il Pd. Non gli italiani. Visto che questo signore lo avete imposto voi a Palazzo Chigi. Noi non lo abbiamo mai votato.

Le tasche degli italiani sono state svuotate, mentre Il PD i soldi li ha eccome: a proposito, quanto valgono tutti i beni mobili e immobili che custodisce nelle circa 60 fondazioni riconducibili al partito e quanti di questi sono stati acquistati con i rimborsi elettorali - illegali - ricevuti dopo il referendum del 1993?

IL CONTO DI RENZI LO PAGHI IL PD.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Rocco Papalino 6 giorni fa mostra
    L'Idea del M5S nasce dai debiti del GURU! La strategia aziendale di Casaleggio in Webegg è il modello Web company americana, con quelle classiche formule del marketing “made in Usa”. Casaleggio assume giovani, fa la parte del “capo amico di tutti”, ma c’è sempre lo psicologo, nei ritiri in monastero per affiatare il gruppo. Nell’impresa non esiste una differenza tra il tempo libero e quello lavorativo. Lui è oltre. Ha un modo diverso di concepire la vita: bisogna fare qualcosa che ti piace, in cui credi e dai il massimo…all’azienda però. Per vendere di più del prodotto devi essere quel prodotto e non semplicemente promuoverlo. Insomma se avete mai preso in mano un manuale americano di marketing o motivazionale ne trovate a iosa di questa roba. I giovani, come dichiara nell’articolo “Dolce Vita” su Logica Interview, sono guidati da qualcosa di più dei soldi; bisogna dar loro la possibilità di partecipare al cambiamento, di avere responsabilità e se una persona è motivata e felice questa rende di più. Quindi il successo per l’azienda è garantito. E allora Casaleggio cosa fa? Prende anche giovani inesperti e dà loro grandi responsabilità e ottimi stipendi. Vi ricorda qualcosa del Movimento 5 Stelle! Come sostengono molti attivisti il Movimento non nasce spontaneamente dal basso ma dalle strategie di Casaleggio. Ad esempio anche il Meet up N°1, la piattaforma di aggregazione del Movimento nella città di Milano, nasce il 10 giugno 2005 da un ex-dipendente Webegg, Maurizio Benzi, poi assunto da Casaleggio nella sua nuova azienda, la Casaleggio Associati, un mese prima che Grillo stesso proponga ai suoi fans, il 16 luglio 2005, di usare i Meet up come piattaforma di aggregazione. Lo stesso Benzi oggi è candidato alla Camera per il Movimento nella circoscrizione Lombardia 3.
  • Bo Derrick Utente certificato 6 giorni fa mostra
    @ Portavoce Di Maio, concordo sul “ribrezzo” per il metodo truffaldino e per le conseguenti disastrose toppe a promesse inesistenti. Se ora Lei volesse rispettare l’impegno di interagire quotidianamente in Rete con gli iscritti, vorrei chiederle se concorda sul fatto che il votare la scaletta dei punti del programma NON Testimonia “un programma deciso dagli iscritti” come promesso dal Garante. Le chiederei allora di confermarmi se, secondo Lei, il Progetto politico del M5S “leaderless” ha ancora la Finalità, sancita dal Non Statuto, di Testimoniare il metodo e-democracy senza deleghe a rappresentanti, leader o capi, bensì con semplici Portavoce della volontà degli iscritti. Dopo di che, se Lei conferma e concorda anche con Rousseau: “La volontà non si rappresenta: o è essa stessa o è diversa, non c’è una via di mezzo”, Le chiederei di chiarire per quale via Diretta Voi Portavoce state accertando la volontà degli iscritti, ovvero in quale spazio dove ognuno conta uno viene Testimoniato che la linea politica del Movimento 5 Stelle è veramente dettata dagli iscritti, come affermato dal Garante. Grazie
    • massimo m. Utente certificato 6 giorni fa mostra
      ciao Carmelita
    • Nello R. Utente certificato 6 giorni fa mostra
      ma va a cagher .. egocentrico puntiglioso del c. magda ti ha già piantato ?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus