Il MoVimento e le Città metropolitane

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

cittametrop.jpg

Il Partito Unico ha dimostrato di voler ridurre sempre di più la sovranità popolare e l’uso degli strumenti di partecipazione popolare alla vita democratica (referendum e leggi di iniziativa popolare). La riforma costituzionale in discussione prevede un Senato nominato dai consiglieri regionali. La riforma delle province e delle città metropolitane ha previsto che i relativi consigli siano nominati dagli stessi consiglieri comunali già eletti nelle province. Eletti che nominano eletti, contravvenendo ai principi della “Carta europea dell’autonomia locale”, sottoscritta dall’Italia nel 1985 e ratificata con la legge 439/1989, che all’art. 3 testualmente recita che i consigli e assemblee delle autonomie locali siano "...costituiti da membri eletti a suffragio libero, segreto, paritario, diretto ed universale..."
Con questo sistema, nei futuri Consigli (e al Senato) troveremo solo i grandi partiti grazie al fatto che si eleggeranno da soli senza dover passare dalla consultazione popolare, decideranno ancora su scuole, trasporti, ambiente e territorio, tutti rigorosamente non eletti.
Il Movimento 5 Stelle si è sempre opposto e continuerà a farlo agli organi istituzionali intermedi tra comuni e regioni, che siano essi eletti a suffragio universale o in modo indiretto, e ritiene che siano sempre i cittadini a dover eleggere i propri organi legislativi e amministrativi.
Con un voto in rete si è deciso comunque di prendere parte esclusivamente alle elezioni costituenti per le città metropolitane, pertanto i consiglieri comunali eletti nelle liste del M5S nei comuni facenti parte delle città metropolitane organizzeranno delle liste.
Il M5S si è sempre caratterizzato per essere “altro” rispetto ai partiti tradizionali e ha rifiutato accordi e compromessi, candidature in cambio di voti, portando avanti con coerenza il programma elettorale per il quale gli elettori lo hanno votato.
Pertanto il M5S presenterà delle liste di candidati interamente composte da consiglieri del M5S e se qualcuno dei consiglieri eletti con altre forze politiche o liste civiche crede davvero nella democrazia e nella rappresentanza del popolo, potrà sottoscrivere le nostre liste al fine di permetterne la presentazione, senza che ciò porti nulla in cambio.
Il M5S si prefiggerà nelle città metropolitane i seguenti scopi:
Aprire l'istituzione ai cittadini: poter conoscere tempestivamente le discussioni in atto, avere accesso agli atti e metterli a disposizione dei cittadini e delle forze civiche non collegate ai partiti.
Garantire la democrazia ai cittadini e ai Comuni: nella fase di elaborazione dello statuto, attivarsi affinché il consiglio e il sindaco metropolitani vengano eletti direttamente dai cittadini, garantendo una rappresentanza di tutte le aree territoriali e di tutte le forze politiche, e introdurre meccanismi di democrazia diretta e partecipativa, sia per i cittadini che per i Comuni interessati, evitando che la città metropolitana diventi il modo per imporre dall'alto le decisioni ai territori interessati.
Difendere il territorio e il bene comune: negli argomenti di competenza della città metropolitana (rifiuti, acqua, trasporti, pianificazione territoriale), portare avanti il programma del Movimento per opporsi alla privatizzazione dei beni comuni e alla devastazione del territorio.

PROGRAMMA NELLA FASE COSTITUENTE
Nella fase costituente del consiglio metropolitano (settembre – dicembre 2014), i consiglieri metropolitani eletti nelle liste del Movimento 5 Stelle si impegneranno a portare avanti le seguenti proposte:
1. Elezione diretta e rappresentativa del consiglio e del sindaco metropolitano. Il consiglio dovrà essere eletto in parte con un sistema che garantisca una rappresentanza di tutte le aree della città metropolitana (es. collegi uninominali maggioritari) e in parte con un sistema di riequilibrio che garantisca la presenza anche delle forze politiche minori (es. proporzionale). Questo dovrà avvenire indipendentemente dalla frammentazione del comune capoluogo; a tale scopo il M5S si rende disponibile a portare avanti le relative proposte in Parlamento se necessario.
2. Introduzione nello statuto metropolitano di strumenti di democrazia diretta e partecipativa. Si proporrà di inserire nello statuto sia il referendum deliberativo senza quorum, attivabile sia su proposta dei cittadini che su proposta di un certo numero di Comuni indipendentemente dalla loro dimensione, che la proposta di delibera di iniziativa popolare o comunale.
3. Garanzia dell'autonomia dei Comuni rispetto alle decisioni metropolitane. Si proporrà di inserire nello statuto un meccanismo di convalida delle delibere metropolitane che riguardino una specifica area della città metropolitana, prevedendo per una maggioranza qualificata dei Comuni interessati la possibilità di bloccarle.

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO
Durante la gestione amministrativa vera e propria, i consiglieri eletti porteranno avanti il programma nazionale del Movimento 5 Stelle. In particolare, si ricordano le linee guida su alcune delle competenze fondamentali della città metropolitana:
1. Acqua. Garanzia della proprietà pubblica della gestione del sistema idrico integrato e sua trasformazione in società di diritto pubblico, in applicazione dei referendum del 2011.
2. Rifiuti. Opposizione agli inceneritori e promozione invece della raccolta differenziata porta a porta in modo spinto, del compostaggio e di tecnologie avanzate di raccolta, differenziazione e trattamento a freddo dei rifiuti.
3. Trasporti e infrastrutture. Opposizione alle grandi opere inutili e investimento sui servizi per i pendolari, garantendo anche quelli non direttamente remunerativi. Integrazione operativa e tariffaria dei servizi su tutta l'area metropolitana. Promozione del trasporto pubblico rispetto a quello privato, riducendo gli investimenti stradali per il trasporto privato al minimo necessario.
4. Pianificazione territoriale. Stop al consumo di territorio, privilegiando invece la riconversione di aree ex industriali e la ristrutturazione del patrimonio edilizio esistente. Individuazione e difesa urbanistica delle aree agricole, dei boschi e dei parchi.

p.s. le liste di candidati dovranno pervenire all'indirizzo mail listeciviche@beppegrillo.it. Il nominativo e i relativi dati anagrafici del capolista dovranno essere anticipati per consentire la predisposizione della liberatoria all'utilizzo del simbolo. Linee guida e circolari sul procedimento elettorale a questo link

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 3 anni fa
    Non siamo un popolo di scemi ma di creduloni manipolabili da chi ha interesse a tenerci nell’ignoranza, favorendo chi da essa ne trae vantaggi. Purtroppo i media hanno smesso di incalzare i governi (un tempo loro preciso dovere) e sorvolano sulla mancanza di attenzione al bene pubblico, chiudono gli occhi dinanzi alla scomparsa di virtù morali e civili di una classe dirigente impreparata e incapace, alimentando in questo modo la decadenza della nostra nazione. Questo atteggiamento tutt’altro che lodevole, ha favorito il degrado economico, morale e civile del nostro paese permettendo ai miserabili personaggi, che si sono alternati alle alte sfere delle istituzioni, di strangolare indisturbati un popolo indifeso. Spettava a loro determinare gli orientamenti culturali della società, era ed è un preciso compito degli organi di informazione promuovere la conoscenza necessaria per la crescita civile della popolazione, ma quello che a tutti gli effetti costituisce il quarto potere, ha rinunciato alla cultura per assoggettarsi al potere politico, tradendo quella meravigliosa parola chiamata "libertà" di stampa. La disinformazione è un danno gravissimo perché, oltre che fermare la crescita, spezza le braccia alla popolazione impedendole ogni forma di lotta agli abusi di potere. Disinformare equivale ad un crimine che nessun tribunale può condannare certo, ma che non fa onore a questa categoria! E’ proprio dal grado di informazione che si misura la civiltà di un paese, ma nel nostro esiste solo disinformazione, perché gli editori sono sovvenzionati dallo Stato ed è giocoforza addomesticare i fatti, secondo il volere del padrone! E dunque essendo la popolazione tenuta all’oscuro di quel che realmente succede, non è in grado di fare le sue scelte e con facilità, viene indirizzata a fare gli interessi della casta. Così paradossalmente, arriva a schierarsi proprio dalla parte di chi da anni la sta privando dei propri sacrosanti diritti.
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      ma ti garantisco ... nessun regalo, nessuna concessione se il commento merita, merita ... :) ciao
    • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 3 anni fa
      ti ringrazio carissimo, sempre generoso!
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      votata e applaudita ciao Maria Pia assolutamente d'accordo su tutta la linea il quarto potere è diventato invece il braccio armato della partitocrazia e delle lobbies (cioè i servi del "vero potere", quello che governa questo mondo globalizzato e schiavo) tattiche e tecniche studiate e collaudate e dal risultato garantito quando la gente lo capirà sarà sempre troppo tardi come quando il topo si accorge del serpente (dopo un po' che gli gironzola attorno) ... quando il veleno lo ha già paralizzato !!! :)
  • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
    OT Nella storia abbiamo notizie e resoconti di ogni genere, di milioni di casi di violenza e di omicidi, e quasi sempre, per ciascuno, sussistevano delle motivazioni: di ogni tipo, anche il più assurdo, anche il più deplorevole, anche il più ripugnante, anche il più squallido ma ... un motivo, un movente, c'era sempre. Millantano tutti che nel mondo si sia avuto il "PROGRESSO" parlano tutti di FUTURO sproloquiano del PRESENTE definendolo migliore del PASSATO cui nessuno vorrebbe ritornare (ma ne siete poi così sicuri, sia del fatto che nessuno lo voglia e sia che sarebbe poi davvero un "passo indietro" ???)) Ora, assistendo ai fatti di cronaca degli ultimi tempi, non vi sorge spontanea (come a me) una domanda ??? Ma non vi domandate mai come sia possibile quale possa essere la spiegazione quale possano essere i motivi e le cause di una escalation di violenza e di omicidi efferati commessi SENZA UNO STRACCIO DI MOTIVO !!!!!! l'unica spiegazione con un minimo di fondamento rimane l'ALTERAZIONE MENTALE ... la PAZZIA ... ma non è sospetto che riguardi "contemporaneamente" così tante persone ... tutte adesso non credete ???
    • maria s. Utente certificato 3 anni fa
      Le ragioni del profitto identificano il progresso con la corsa sfrenata in avanti senza tener conto della qualità della vita umana; gli umani non si oppongono coscientemente, politicamente a tale barbarie. Sarà ovvia ad un certo punto la battuta d'arresto di un numero sempre maggiore di individui. E non sarà più "fermate il mondo, voglio scendere" ma "il mondo mi ha sceso, io lo distruggo" Ciascuno solo, nel suo piccolo, comincerà dalla propria casa… Questa è pazzia indotta da un sistema criminale e assassino perché dice a chi non trova lavoro che è "bamboccione", a chi non ingoia mer@a che è "choosy" , a chi protesta mostra il dito medio, a chi ha attraversato a nuoto lo Stretto di Messina lancia la sfida del secchiello d'acqua fredda…in Agosto! Meno male che abbiamo la sana pazzia del M5S. P.S. Ovunque c'è gente, In metropolitana, treni, bus, per strada, in spiaggia, vedi la maggioranza che smanetta con aggeggi tecnologici: smartphone, ipad, tablet… E' già pazzia, di quella brutta.
    • Max Weber Utente certificato 3 anni fa
      Ottimo Claudio, voto meritato Ciao...:))
    • maxpipper .. Utente certificato 3 anni fa mostra
      la colpa è senza dubbio del buco nell'ozono!
    • Arjuna Utente certificato 3 anni fa
      Claudio, non era tranquillo. E tranquilli non sono quei disgraziati vicini di casa che nelle interviste lo proclamano: "era uno 'per bene', salutava sempre, mai visto arrabbiato"!!!!! Mi spiego ancora meglio: NON SIAMO TRANQUILLI come cerchiamo di apparire, siamo incasinati malamente e ci diamo un contegno.*** Poi ovviamente quello che ha accoltellato il bimbo è PAZZO completo, è tornato animale, come i leoni che uccidono i figli della leonessa e del maschio precedente. Le sostanze chimiche, le radiazioni complicano di brutto ma non credo siano fondamentali... ***esclusi i presenti :)))
    • Arjuna Utente certificato 3 anni fa
      Proseguendo il vostro stare sul pezzo (ahh che sollievo) certo che sarebbe preferibile decrescere ma...MA, comporta una crisi che nessuno vuole affrontare: a parole sono tanto d'accordo "certo, eccellente", ma il pensiero retrostante è che saranno gli altri (ma và!) ad avere 1000 € invece di 1600 - e qui ricordiamoci quanti di noi sono inconsapevoli di come si muove il pensiero - per cui nelle cose che contano mi iscrivo (ad esempio) alla CISL perchè conto mi farà fare carriera...poi, ORRORE, nella 'gabina' voto PD!!! Non sto a stufarvi con 2000 caratteri ma una cosa fra le tante che mancano al discorso la devo dire: le nostre decisioni NON vengono prese a bocce ferme, però noi aggraviamo in modo decisivo la nostra situazione impelagandoci in responsabilità ineludibili: un classico...sposarsi a ca%$o di cane e fare 2/3 figli in realtà non desiderati!
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      Anto ... d'accordo ma questi episodi travalicano ogni considerazione ... non riesco a giustificarli solo con lo stress (e vi garantisco che io lo patisco molto, quindi non ne sottovaluto la pericolosità) ciao a tutti, ora devo andare ci risentiamo a bientot :)
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      Maria Pia il tuo commento potrei averlo scritto io per quanto lo condivido (forse è questo il motivo per cui ti voto spesso eheheheh) è proprio la cultura del superfluo, dell'usa e getta, del vendere a tutti i costi il principale male del XX secolo (e nel XXI la situazione può solo degenerare) ed io da anni ormai mangio uva senza ricordare il "sapore" dell'uva (solo per fare un esempio) Ciao :)
    • domitilla cremonensis Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Claudio; giustissima la tua osservazione. A prescindere che l'uomo ha in sè una vena di violenza innata che in tempi passati si scatenava in guerra, ora al malessere generale si aggiunge la fretta di fare tutto e subito ( ovviamente male: presto e bene non stanno insieme) e non sei nessuno se non consumi e non spendi... Quindi... Anto b
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Dani ma un padre "tranquillo" che accoltella la figlia di 18 mesi tu riesci davvero a metterlo in relazione con lo stress da vita moderna di cui tutti siamo vittime ??? o (come me) ci vedi "qualcosa" di strano in più ??? anche in considerazione che in questi giorni non è un caso isolato ... e neppure il "caldo" può essere una concausa ... piove sempre ... Ciao e buona domenica pure a te ... :)
    • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 3 anni fa
      Certo che sarebbe migliore! Se riflettessimo bene ci sono migliaia di cose inutili di cui ci circondiamo senza renderci conto di diventare a nostra volta schiavi delle cose, quando se ne potrebbe fare a meno: Senza dubbio è stata utile la lavatrice che ha risparmiato un duro lavoro alle madri di famiglia, così il frigo che si possono conservare i cibi senza buttarli per essersi inaciditi per il caldo, com'è utile l'automobile per muoverci specialmente fuori città ma per esempio già la lavastoviglie la trovo inutile, un vero spreco di energia così tante altre cose, ma le multinazionali hanno l'interesse per "l'usa e getta" per riempire i forzieri. Ma se sono arrivati a distruggere la frutta più meravigliosa del pianeta che avevamo in Italia, per farci mangiare frutta bastarda, che ritengo anch'essa contro natura. Hanno distrutto l'uva regina, il moscato, la baresana per farci mangiare plastica, non si trovano più le arance siciliane il famoso "tarocco" per mangiare arance spagnole. Adesso distruggeranno i secolari alberi di ulivi per farci comprare olio proveniente da dove fa comodo agli assassini della natura. Prego solo Dio di fulminare chiunque si azzardi a toccare questi alberi. Se arrivano a compiere anche questo delitto sarebbe giusto che questa bestia si estinguesse per lasciare posto ad una specie più "umana"!
    • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
      Claudio, la violenza è insita nell'uomo da sempre, è la disarmonia, che i tempi moderni inducono, che fa si che aumentino rabbia e frustrazione. Altro fattore, secondo me, che aggrava questa condizione è il tempo, mi spiego, tutto deve essere fatto in fretta, anche qualcosa che ci gratifica lo vorremmo ottenere subito e la vita è una corsa affannosa sempre alla ricerca di un benessere materiale che non basta mai, e quando manca, come nei periodi di crisi come questo, emergono i lati peggiori di noi. Buon proseguimento di domenica ad ambe :)
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      @ portavoce intelligente (e se lo dici tu c'è da crederlo) la poni come domanda ... ma qual'è la "tua" risposta ? 6 così sicuro che siano una "bufala" o che non sia colpa di farmaci o che non sia colpa di alimenti o che non sia colpa di tutto quello che per tutti è il "futuro" ???
    • Arjuna Utente certificato 3 anni fa
      Si, siamo delle autobombe dormienti. Ciò che è stato represso viene fuori così: quei tizi erano già pazzi prima, ma silenti. Hai visto dove vivono, loro e altri milioni di persone, in paesetti terrificanti...bruttissimi, però si nutrono di TV...pubblicità che li droga con profumi e balocchi e casalinghe (finte) con denti bianchissimi e telefilm altrettanto finti con gente che sembra vivere immersa in rapporti umani significativi. E questi emarginati, estromessi, colpevoli di essersi bevuti tutte queste cazzate, soli come cani, a un certo punto esplodono e "diventano" la bestia che sono in realtà, scimmioni...barbari come maggior parte di noi!
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      PS - per anticipare i commenti che già immagino da parte di qualche "ben pensante" per ritorno al passato non intendo nè alla preistoria, nè al Medio Evo, nè alla schiavitù ... intendo ad un modo di vita senza gli "eccessi" della tecnologia vi pongo un esempio, tanto per chiarire il concetto: va bene avere il cellulare (anche se sulle emanazioni delle onde radio ci sarebbe da discutere, sulla loro innocuietà intendo) ma non vi sembra eccessivo che ogni due giorni ne esca uno di tipo nuovo che rende obsoleto quello precedente (ma solo per delle inezie che fa in più) e che tutti si affrettino nella "sostituzione" ??? un mondo senza modernità no ma un mondo senza "consumismo esasperato" non sarebbe migliore ???
    • portavoce intelligente 3 anni fa mostra
      saranno le sciichimiche????
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus