Democrazia liquefatta

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

becchi_lacosa.jpg
"I risultati definitivi della tornata elettorale amministrativa si sapranno soltanto a sera inoltrata. Eppure i giornali già titolano "Crollo del M5S". E’ un titolo banale: tutti sapevano - per primi gli elettori e gli attivisti del MoVimento - che nelle elezioni comunali il M5S non avrebbe certo ripetuto il risultato delle politiche. Del resto, tra persone sincere questo fatto non sarebbe neppure oggetto di discussione: non c’è nessun rapporto tra le consultazioni politiche nazionali e le elezioni locali. Il problema, però, è un altro, ben più profondo: perché dovremmo essere felici, ed esultare, di fronte al "crollo" del M5S? Hanno forse vinto il Pd o il Pdl? I "partiti" hanno riacquistato la fiducia dei cittadini? Di cosa dovremmo essere felici? Del fatto che un romano su due non è andato a votare? Di un grado di astensione che non ha precedenti? È sorprendente vedere come si possono leggere le notizie, come la stampa possa presentarle. Possibile che non capiscano il dato reale? Ossia che la crisi della democrazia rappresentativa continua ad acuirsi, a farsi sempre più grave. Si attacca il M5S, ossia l’unica forza politica che è riuscita nel tentativo di riportare i cittadini alla partecipazione politica, all’interesse per la cosa pubblica. Un italiano su due non è andato a votare: questa è la crisi, sempre più profonda, della partitocrazia, e non il "crollo" del M5S. Si è tanto spesso parlato di "società liquida". Ebbene, la nostra è una democrazia liquida, ma liquida va inteso come liquefatta. Lo sconfitto è il sistema dei partiti. Lo sconfitto è un sistema politico che non funziona più." Paolo Becchi

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Vincenzo A. Utente certificato 4 anni fa
    Concordo, totalmente e con immensa tristezza. Senza la vis comica di Beppe Grillo, al quale mi lega l'età e l'antica militanza nel PSI, mai sarei andato a votare per i papponi della partitocrazia né per il M5S della mia zona, nato male e comunque ancora inadeguato. I paraculi eletti del M5S mantengano la promessa elettorale di rinunciare a parte delle loro laute prebende e le devolvano alle PMI. Senza se e senza ma.
  • Pietro Mancini 1952 (bassotto) Utente certificato 4 anni fa
    Il silenzio di tomba dei giornaloni sulle trame di Gigetto Bisignani,P4, "che sussurrava ai potenti". Gigi Bisignani ha rivelato a Paolo Madron, in un libro- ignorato dai grandi giornali e confinato da "La 7" in un programma a tarda notte- che avrebbe telefonato e scambiato sms con il direttore del "Corriere della Sera", Ferruccio de Bortoli, la cui frequentazione, per lavoro, con il maneggione romano non ne fa, ovviamente, un malfattore. In un Paese normale, tuttavia, si dovrebbero chiarire le trame e gli obiettivi delle estese relazioni dell'ex redattore, prezzemolone, dell'ANSA. Molti decenni fa, lo stesso, tombale silenzio odierno dei media fu osservato quando il principe Caracciolo ed Eugenio Scalfari, noti moralizzatori dell'italico malcostume, affidarono la rubrica enogastronomica de "L'Espresso", e il relativo stipendione, a don Umberto Federico d'Amato, titolare dell'ufficio "Affari Riservati" del Viminale, personaggio inquietante, nemico del segretario del Psi, Giacomo Mancini- che ottenne lo scioglimento di quell'ufficio- e al centro di delicate indagini, per i rapporti con gruppi fascistoni e dell'estrema sinistra, nel periodo, tragico, della strategia della tensione. Disse, nei primi anni 90, Ettore Gallo, Presidente della Corte Costituzionale : "I mali, che affliggono l'Italia, non dipendono dalla Costituzione del 48, ma dagli intrighi di potere, dai tentativi golpisti, dallo stragismo impunito, dalle associazioni criminali, coperte da oscure complicità, dalla corruzione dilagante, dallo spreco selvaggio e dall'appropriazione delle istituzioni, da parte degli apparati di alcuni partiti". Una denuncia attuale. Sulla bonifica degli apparati dello Stato, sulla scoperta dei "burattinai invisibili", sulla profonda riforma dei servizi di sicurezza perché i deputati e i senatori del M5S non presentano una proposta organica in Parlamento, sollecitando anche il contributo delle altre forze di opposizione al governissimo Letta-Alfano ? Pietro Mancini
  • Michelangelo 4 anni fa
    Meglio essere pochi convinti,che tanti confusi.
  • giuseppina t. Utente certificato 4 anni fa
    Cambiare i portavoce lombardi e crimi ,sostituirli con di Battista Fico.....persone politicamente piú illuminate.... dare a un piccolo gruppo di persone che siano combattive ,pronte nelle risposte,..oltre che preparate,il compito di affrontare gli impegni televisivi ,pochi e seri Organizzare al meglio il blog ..ospitandovi dentro resoconti sui lavori parlamentari fatti da parlamentari stessi..... Indire una giornata di lotta ..ad es per l'informazione libera..per spiegare le ragioni delle scelte fatte e illustrare ció che si sta facendo dentro il palazzo per raccontare alla gente quello che non sentiranno mai in tv
  • massimo marchetti 4 anni fa
    prediligo le minoranze Del resto sono state sempre le maggioranze a creare i maggiori disastri della storia. Cosi come il progresso è stato sempre merito di pochi ( spesso derisi e bastonati a lungo prima di essere compresi ). Se Grillo ha fatto uno sbaglio importante, è stato quello di credere che la “maggioranza” lo potesse capire.. Forse, se si fosse ricordato una citazione di Oscar Wilde, “Tutte le volte che molti sono d'accordo con me, ho la sensazione di avere torto “, o di B.Russel “A causa della stupidità della maggioranza degli uomini, è molto più probabile che un giudizio diffuso sia sciocco piuttosto che ragionevole.” avrebbe contato meno su un grande consenso e sulla “democrazia diretta”... Per avere un buon raccolto bisogna ben seminare,concimare e annaffiare...Lui l’ha fatto. ora si può solo aspettare...
  • giovanni 4 anni fa
    in diretta sui Raitre, è iniziato il Colpo di Stato
    • giovanni 4 anni fa
      un Parlamento, consapevole di essere stato eletto con un sistema elettorale incostituzionale (non c'è voto di preferenza, il premio di maggioranza priva di significato i quorum previsti per l'elezione del Presidente della Repubblica e per le modifiche alla Costituzione)decide di riscrivere la Costituzione, adottando un procedura diversa da quanto previsto dall'art. 138 (comitato dei quaranta che elaborano un testo blindato, pena le dimissioni di Letta e Napolitano), sotto la minaccia di una procedura di infrazione da parte dell'UE, che chiede le riforme nel mio modo di vedere le cose, è un Colpo di Stato
    • Marco P. Utente certificato 4 anni fa
      Complotti dappertutto? Svegliatevi?
  • crescenzo d'addona 4 anni fa
    CARI BEPPE E BECCHI, SE CI MOLLATE ADESSO,SIAMO FRITTI. CI AVETE APERTO GLI OCCHI, POI OGNUNO PUO' FARE QUELLO CHE VUOLE, MA PER QUELLO CHE CI AVETE DATO VE NE SIAMO GRATI PER SEMPRE. VEDO CHE POCHI HANNO COMPRESO IL VOSTRO MESSAGGIO, ANCHE TRA I 'NOMINATI' (E QUESTA E' FONTE DI MERAVIGLIA !); D'ALTRO CANTO STORICAMENTE SEMBRIAMO UN PO' 'FROCI' E UN PO' 'CORNUTI' CONSENZIENTI: CI FA PIACERE ESSERE PRESI IN GIRO CONTINUAMENTE DAI PENNIVENDOLI E VIDEOSELLERS DEI MIEI STIVALI.... TRISTE DESTINO. E' STATO UN PIACERE CONOSCERE IL BLOG CHE DIVORO DA CA. 5 ANNI. T.Y.
  • Marco Persichetti 4 anni fa
    Per come la vedo io Grillo è un mito, dovrebbe far sozzare i nostri, con queste persone che stanno deliberatamente massacrando istituzioni e servizi, che se fossero state gestite in modo diverso e persone diverse, sarebbero potute diventare modelli per il resto del mondo, in positivo, grande Beppe tieni duro con ogni mezzo e lasciali sorridere con la loro vittoria, cosa mai hanno vinto poi solo loro lo sanno. Vivo in periferia a Roma e ti dico che molti non sono andati a votare, voti tuoi caro beppe, e non i loro, per un semplice motivo, Protesta per il fatto che nonostante sia il movimento a trionfare alle politiche al governo ci sono sempre gli stessi, e devo dire che quì la situazione è drammatica, disoccupati su disoccupati che si rassegnano a vedere questi quà sempre al comando, vedrete tutti che la strategia funzionerà saranno costretti comunque a fare qualcosa, che puntualmente non sarà sufficiente, e che continuerà ad aumentere il malcontento, peccato che per quando diventeremo prima forza in parlamento non ci sarà più nulla da salvare..... del resto se uno mette i propri soldi in mano ad un ladro è chiaro che quello non molla fino a che non ha fatto sparire tutto....Un altro profeta, che sapeva come funziona l'uomo, in tempi passati disse "una comunità che cambia la libertà con delle certezze non è degna ne dell'una ne dell'altra" questi fu il vecchio e caro Benjamin Franklin, fece una foto allora, di questo paese oggi, Anche il nostro Beppe è stato profetico non lo aveva detto che sarebbero stati costretti ad allearsi per continuare a governare, se possibile tirate fuori un pò di porcherie che fanno clamore un pochino per volta ma continuamente e finiranno per divorziare Ciao a tutti tranne quelli che sono qui ma non sono con il cuore a 5stelle
  • Gianluca tozzi 4 anni fa
    Leggere sui giornali e vedere in tv Bersani che fa lo splendido rivendicando la diretta streaming e' da insulto.Ho sempre divulgato il verbo del m5s con la mia pagina fb(si fa quel che si può),e anche a voce,ma ora credo che si debba andare in tv.pertanto non divulgherò più nulla se non vedrò da parte del m5s passi in avanti con l'informazione,non si può permettere che molta gente,anche anziana,sia sottratta dal sapere solo perché non usano internet...cazzo
  • Guido 4 anni fa
    A parte le farneticazioni ed i fanatismi. Quando sarà che m5s presenterà le proprie proposte di legge ? Sono passati tre mesi, che abbiamo fatto? La parentesi si chiude a fine estate Beppe. Rimarranno nullafacenti e centri sociali a sostenerti.
    • Marco P. Utente certificato 4 anni fa
      Infatti su quei siti c'è poca cosa del M5S. Ci si aspettavano ben altre e numerose proposte.
    • manuele olivera Utente certificato 4 anni fa
      basta andare sul sito della camera o del senato per vedere tutte le proposte presentate dal m5s oppure una semplice ricerca su internet
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa
    LA TELEVISIONE, I GIORNALI E LE RADIO HANNO INFLUITO IN MANIERA DETERMINANTE SUL MANCATO “BALZO IN AVANTI” DEL M5S ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE. Sicuramente influisce anche “il voto di scambio” clientelare, familistico ed amicale delle amministrative, ma mai quanto la pressione mediatica. Quasi tutte le trasmissioni televisive, i programmi radio, i giornali e le riviste, hanno bombardato la popolazione italiana di bugie, menzogne, calunnie, diffamazioni, insulti, distorsioni, sarcasmo denigratorio, sbeffeggiamenti, critiche gratuite, mistificazioni di ogni risma, in ogni ora del giorno e della notte, contro il M5S. I mezzi ci comunicazione nelle società capitalistiche sono per la quasi totalità nelle mani dei potentati economici industriali, bancari, finanziari e dello Stato che difende i loro interessi. Questo è un problema che riguarda il mondo intero, anche se l’Italia rappresenta un caso di scuola. LA TELEVISIONE E MEDIA CONTROLLATI DAL POTERE ECONOMICO, COSTITUISCONO OGGI L’UNICO VERO OSTACOLO DELL’UMANITÀ VERSO UN REALE CAMBIAMENTO. Se non si riesce a trovare un modo per neutralizzare questi strumenti micidiali di lavaggio del cervello, indottrinamento, manipolazione, istupidimento e lobotomizzazione delle masse, qualsiasi scatto di ribellione dovuto a situazioni cicliche di crisi economiche, sarà destinato ad essere spento con le “buone” o con le cattive. Spero che a qualcuno non venga in mente di buttarsi nelle fauci del lupo: CHI VUOLE USARE LA TELEVISIONE PER CAMBIARLA, SARÀ DESTINATO AD ESSERNE CAMBIATO.
  • Gregorio Grande Utente certificato 4 anni fa
    Credo che un po' di autocritica vada fatta e che siano stati commessi errori. Non giustifichiamo con giri di parole e nascondendo la realtà delle cose, gli errori se si riconoscono servono come base di esperienza per affrontare meglio i prossimi appuntamenti e le future battaglie elettorali.
  • Maverick 4 anni fa
    La cecità della politica attuale assume forme ansiotropiche con inciucio coatto. Nuova parola d'ordine "c'aunimm e magnamm". Anche il movimento di grillo comincia a perdere spessore,perchè la gente è stanca è pretende risposte in tempi brevi.Molti non si rendono conto che dopo vent'anni di racconta balle i pupi politici sono dichiarati falliti dalla gente che ragiona con senso di patria.Tentano,iniettano attraverso le reti televisive fiumi di minkiate,un passatempo per i conduttori televisivi e i giornalisti di sistema .Ogni mattino sento per una mezz'oretta le reti rai e la sette ,dicono sempre le stesse cose ,passano i mesi e nulla cambia.Quindi chi vota questa gente deve necessariamente collocarsi nei falliti come loro.
  • sergio g. Utente certificato 4 anni fa
    Hanno " VINTO" i mediocri in un paese mediocre... Di cosa ci stupiamo... Credono che Letta gli salverà le chiappe, di cosa vogliamo parlare ancora...
  • Atos Paci 4 anni fa
    Nel territorio dei media si gioca una partita truccata. Esattamente come quella che si gioca alle slot machine, tarate a perdere per chi ci gioca i propri soldi. Goffa e preistorica l'idea che per avere cassa di risonanza si debba andare li con qualcuno che in pantofole e seduto ti osserva e ti giudica dall'altra parte della scatola. Si vada, piuttosto, nel territorio vero a contatto con la pelle delle persone. Grazie per l'ospitalità.
  • MARIANO P. Utente certificato 4 anni fa
    Carissimi 5S, era fin troppo scontato che a fronte di un risultato amministrativo non particolarmente esaltante tv, giornali, e media in genere, si sarebbero cimentato nella gara più ovvia ovvero quella di celebrare il de profundis al Movimento illudendosi che il pericolo fino a 48 ore fa, incombente come la tigre che ti sta per azzannare, come per miracolosi svanito nel nulla. Come gli incubi che seguono una lauta cena, magari a base di ostriche pagate dalla collettività. Ho abbastanza anni e ricordi netti di tornate elettorali di tutti i generi e quello che è avvenuto è assolutamente ordinario. Le Comunali si giocano su presenze radicate da secoli della peggior specie di traffichini, maneggioni, ruffiani, mezzani, papponi e fauna simile. Il posto da bidello, la licenza per alzare il solaio, una variante al Piano Regolatore per edificare lì dove non si può, consulenze, contributi ad associazioni di volontariato che assistono se stessi, sono la merce che viene battuta sui banchetti del voto di scambio. Più è vicino il livello di governo più l'intrallazzo, alimentato anche da oggettivi bisogni prodotti dalla congiuntura economica - occupazionale, è intenso e richiede specialisti che non si improvvisano. Movimenti che prospettano una diversa visione della vita di una comunità, mondata dalla gestione della cosa pubblica in mano a banditi, grassatori, corrotti, zoccole, falsari, truffatori, pataccari, servi, guitti, cialtroni, buffoni et similia, volano alto, al di sopra delle questioni minimali giornaliere che sono il pane quotidiano delle sedi territoriali di partiti, deputati da 4 soldi, camere sindacali, parrocchie e ogni genere di mercatino dove io ti voto e tu mi dai qualcosa. Non temete 5S è vivo, vivissimo. Una preghiera per i nostri eletti alle camere nazionali: via subito i contributi pubblici a giornali e tv. Se son così bravi come pensano avranno mercato e guadagneranno lo stesso. In mancanza cessi da lavare non mancano. Dobbiamo essere ancora più forti.
  • Giuseppe Marici 4 anni fa
    Ciao Beppe, dovresti riempire le tv con il tuo simpatico faccione. Ci sono milioni di italiani che non escono di casa ( e quelli sono lo zoccolo duro di votanti degli altri partiti ). Se tu riuscissi a smuoverne alcuni milioni, così come hai fatto nella piazze di tutta Italia, sarebbe la vittoria.
  • carlo 1. Utente certificato 4 anni fa
    Ben detto,la democrazia delegata è diventata solo un simulacro di democrazia e allora cosa fare?E' la democrazia del web quella più indicata,più giusta,più funzionante,più corrispondente al concetto di partecipazione del popolo alla volontà generale,alla sovranità popolare?Non credo in quanto il web è partecipato solo da una piccola parte di cittadini,è caratterizzato da una presenza specifica non rapresentativa di tutte le istanze societarie,è manipolabile,è pericoloso in quanto può essere utilizzato da arrivisti di ogni specie non controllabili.Certamente come strumento alternativo di comuicazione alla palude mediatica di regime è necessario ma non basta.La democrazia diretta è possibile non solo permettendo a chiunque di partecipare alle scelte che riguardano tutti ma soprattutto permettendo di giudicare a tutti la sincerità dei propositi di tutti.E' quindi indispensabile dotarsi di strutture ove tutti possono valutare tutti sia nei propositi che nei fatti.Non capisco allora la riluttanza verso i partiti tout court.E' chiaro che la forma partito esistita fin'ora è giunta al capolinea e non è più riproponibile ma altre forme sono possibili,forme che non prevedano lider ma organi collettivi rinnovabili periodicamente con un limite nei mandati,ove le decisioni si prendono a maggioranza ma sono periodicamente sottoposte a verifica per constatarne la validità.Il concetto di verifica va applicato anche alle persone se si ritiene che queste abbiano debordato dal mandato ricevuto.Il vincolo di mandato dev'essere tassativo pena la decadenza dal mandato stesso e così via.La democrazia diretta è la sola strada per risolvere sconcertanti meccanismi insiti nella democrazia indiretta ma per fare questo occorrono lungimiranze,onostà intellettuale,terziarietà merci alquanto rare nella situazine data ma persone come lei ci danno un certo ottimismo nella riuscita dell'impresa.
  • katiuscia v. Utente certificato 4 anni fa
    sante parole signor Becchi....
  • filiberto sasara 4 anni fa
    Ho letto in rete i vari commenti sulle ultime amministrative. Gli errori servono per crescere. Così come organizzare il movimento,serve alla sua sopravvivenza,fondamentale per raggiungere i suoi obiettivi. Cosa di cui non è stato tenuto conto pensando che con le ultime elezioni qualcosa fosse cambiato. Siamo entrati in politica e nel palazzo per far sentire la nostra voce in che modo ? Pensare di ottenere il 51% dei voti per poter realizzare il nostro programma è utopistico. Abbiamo avuto la possibilità di poterlo fare formando un governo con il PD su dei punti condivisi ed altri da concordare tenendo presente le necessità della gente e del paese. Non abbiamo capito l'opportunità che avevamo e l'abbiamo sottovalutata. Abbiamo consegnato l'Italia a Berlusconi siamo stati bravi complimenti. Se le cose si fanno alla luce del sole se non ci sono interessi personali e di lobby e gli accordi vengono presi per raggiungere quei risultati che servono al paese allora parliamo di politica non di inciuci o di accordi sotto banco. Qualsiasi altro discorso non serve dobbiamo comunque confrontarci e misuraci con gli altri ma senza paure e timori reverenziali senza cadere nel ridicolo. Serve un portavoce che vada in televisione in quei programmi dove si parla di politica in modo serio che abbia gli attributi per controbattere alle continue cazzate che vengono dette ed al fumo negli occhi che continuamente lanciano alla gente. Preferirei inoltre che i toni sul blog fossero più pagati capisco la rabbia generale che c'è in giro ma questo non risolve il problema. Beppe ragiona il sistema lo potevamo scardinare dal dentro abbiamo perso l'occasione che ci era stata data abbiamo avuto la possibilità di far fuori il PDL e di costringere il PD ha realizzare non solo quei punti che erano condivi ma ad aggiungerne altri che erano i nostri. La fiducia la si ottiene FACENDO non parlando. E noi cosa abbiamo FATTO? La concretezza amici miei la concretezza
  • giovanni 4 anni fa
    ritengo sia da valutare la possibilità di delegittimare la convenzione per le riforme, non partecipandovi Letta ha impegnato le forze che lo sostengono, a liquidare la Democrazia, in questo Paese
  • francesco 4 anni fa
    certamente,non e un crollo del movimento per chi a votato 5 stelle, come me, rimane convinto del idea nuova e nella possibilita di un cambiamento radicale della situazione politica,che rappresente l'unica alternativa al fallimento del nostro paese,solo i creduloni e gli stupidi e sono tanti soprattutto economisti pagati dal sisteme,che nascondono la verità,la crisi e irreverssibile con questo sistema e potrei spiegarla con poche parole e se ne potrebbe uscire con due o tre leggi senza troppi problemi, ma li tengo per me.Tuttavia una cosa e certa mi dispiace dirlo ma grillo o chi per lui ha peccato di strategia politica,che occorre per combattere il sistema politico,tenendo presente il ruolo dell'italia nello scacchiere mondiale e parlo di nato,massoneria,servizi segreti e mafie,che anno un filo comune,con interessi inimagginabbili per noi brava gente.Se uno riflette attentamente e analizza quello che e successo dopo il voto di febbraio si evince che nessun voleva che il movimento 5 stelle andasse al governo perche quello che si è verificato con il voto per il presidente della republica sarebbe successo anche se il movimento avvesse accettato un governo bersani,li si sarebbe dovuto aggire diversamente anche perche molti italiani che sono disperati si sono illusi purtroppo in un cambiamento immediato della loro situazione sociale.Nello scusarmi per qualche errore porgo i piu cordiali saluti a tutti
  • Oliviero C. Utente certificato 4 anni fa
    Se vogliamo provare ad essere lucidi nell'analisi di ciò che sta accadendo, io penso che le scelte fatte sin'ora da Peppe siano sostanzialmente coerenti ed in linea con il programma del M5S...ciò che desta qualche perplessità è il percorso, dopo le elezioni politiche, con cui si è pervenuti e si sono realizzate le scelte!! Bersani aveva richiesto solo di appoggiare il suo governo e mai ha chiesto di dare vita ad un governo congiunto e condiviso e, dunque, non si poteva certo dare cieca fiducia a chi da decenni non ha mai dato prova di saper amministrare l'Italia nell'esclusivo interesse dei cittadini. Il modo, però, con cui si è risposto alle insistenti iniziative di Bersani lascia un po' perplessi, in quanto non si sono avanzate controproposte,dettando delle nostre condizioni imprescindibili sulla base delle quali aprire un dialogo, scaricando su Bersani l'eventuale onere di rifiutarle assumendosene la responsabilità politica agli occhi di tutti. Alle volte addirittura ci si è rifugiati dietro battute (alcune delle quali anche di dubbio gusto - vedi per tutte il richiamo a Ballarò nel colloquio)che hanno dato l'impressione di una scarsità sia di idee e sia di chiari percorsi per realizzarle. Credo, quindi, si debba riflettere bene anche sulle nostre rappresentanze nelle istituzioni, senza naturalmente nulla togliere agli eletti. Ad esempio, tra non molto ci saranno le elezioni per il parlamento europeo e se vogliamo realmente contare qualcosa in tale importante istituzione, è indispensabile selezionare candidati che abbiano almeno una conoscenza del diritto comunitario e del funzionamento del Parlamento Europeo. Ciò tanto più ove si consideri che lì vi sono sostanzialmente due blocchi (socialisti e popolari) e non servirebbe a nulla andare a contestare tutti, perchè si verrebbe solo emarginati!! A mio avviso sarebbe, quindi, necessario selezionare una rappresentanza in grado di sapersi muovere in tale non facile contesto!!!!
  • giancarlo bianchi Utente certificato 4 anni fa
    A proposito di democrazia liquefatta. l carbonio è l'elemento fondamentale della vita. Il suo successo deriva dalla sua intrinseca capacità di legarsi con una miriade di altri elementi. Chi in politica riproduce le caratteristiche del carbonio conquista la capacità di essere vincente. Poi, tra gli elementi, abbiamo anche i cosiddetti gas nobili, che hanno caratteristica opposta: sono refrattari a combinarsi. Rimangono "nobili" ma contano poco; non hanno la "bastardaggine" necessaria per sequenziarsi in nuovi composti. Con il loro essere gas poco influiscono. Testimoniano solo di essere presenti nella tavola periodica e la loro separatezza non reca benefici. Ora in queste elezioni lascio a Voi l'individuazione di chi sia stato il carbonio e come i composti di questo elemento tendano a trasformarsi e a rigenerarsi anche quando imputridiscono. Altrettanta ricerca la auspico e la lascio sospesa per ciò che riguardi la valenza e durabilità fattuale dei gas nobili. Desidererei, infine altrettanta riflessione circa i gas rari che non vogliono essere palloncini (quando sfuggono di mano ai bambini).
  • livia B. Utente certificato 4 anni fa
    Purtroppo dopo l'euforia delle elezioni dove il movimento ha preso tanti voti, molte delle persone che lo hanno votato, avrebbero preteso di vedere immediatamente dei cambiamenti,( magari che governasse assieme al PD);sbagliato a mio parere e i voti non erano sufficienti per poter mettere in opera il programma. allora tutti quelli che lo hanno votato non per convinzione ma solo per disperazione, hanno pensato bene di non andare a votare o di lasciarsi abbindolare dalle solite promesse. Io penso comunque che disertare completamente giornalisti e programmi TV non sia giusto, non parlo dei programmi dove fanno soltanto caciara ma per spiegare le proprie idee e contrastare tulle le falsità che così possono passare per vere agli occhi dei tanti che non vanno sulla rete ( naturalmente dovrebbero andare persone in grado di fronteggiare tutti i falchi che vanno nei programmi televisivi). sulla rete purtroppo non ci vanno tante persone, pensate a tutti quei vecchi come me che prendono tutto quello che dice la TV come oro colato e che votano lo stesso partito da 50 anni perché oramai è un istituzione. "BISOGNA SPIEGARGLIELO COME STANNO LE COSE NEL NOSTRO PAESE!" Chi è giovane, come la maggioranza della rete forse a queste cose non ci pensa. Questo comunque è solo il mio parere " molto probabilmente anche sbagliato" Io comunque mi sono sentita di esprimerlo da Oliviaoil e scusate se non è scritto bene
  • AntonioC 4 anni fa
    Caro Beppe, i Trolls, come ci hai definito, hanno capito la lezione ed hanno, giustamente, lasciato un movimento nel quale avevamo creduto, o per tornare ai vecchi lidi o per mandarvi tutti a quel paese, io faccio aprte di questa seconda fattispecie. Mi spiace di aver scambiato un "saltimbanco" per uno "statista", mi spiace di averci, mi spiace di aver riposto in te molte speranze, mi spiace......
    • livia B. Utente certificato 4 anni fa
      Non condivido tutto quello che urla Grillo, a volte penso che dovrebbe essere più moderato, non credo comunque che col astenersi dal voto si risolva qualcosa. Come ho detto in precedenza riterrei utile una maggior visibilità perché tutti, anche chi non va sulla rete possa capire da chi è delegato del movimento le loro intenzioni. Non mi sembra potessero fare molto, e una cosa importante però bisogna riconoscerla, se non hanno potuto ottenere dei risultati comunque hanno smosso un po le acque "E questo come inizio non mi sembra poco" Loiviaoil
  • alberto arnoldi 4 anni fa
    Fintantoché non ci sarà una piattaforma "liquida" sul sito nazionale, noi non saremo mai un Movimento di Democrazia Diretta completo.
  • antonio belmonte 4 anni fa
    Dopo aver votato pci, pds, ds, pd, a 53 anni ho votato per m5s, disgustato in particolare della relazione intrecciata con berlu. Le ragioni per i risultati inferiori alle attese e soprattutto per i risultati del pd a roma possono essere varie: certamente l'aver spinto il pd nelle braccia di berlu, avendolo pure pronosticato, non ha dato una risposta,in termini di soddisfazione e di soluzione dei problemi concreti delle persone, a tutti quegli elettori che a febbraio avevano riposto nel movimento la speranza di un cambiamento. Sono d'accordo che il movimento non è un partito e che non lo sarà mai, ma chi si riunisce sotto un simbolo e condivide l'affermazione di valori e principi è eccome un gruppo, e si chiami partito, movimento o in altro modo non sposta una virgola. Fare politica, significa interessarsi della cosa pubblica, degli interessi della collettività; quindi chi fa politica decide. Il m5s non può dichiararsi "non di sinistra e nemmeno di destra". Al contrario deve essere di sinistra e di destra a seconda di cosa è chiamato a decidere, in rispetto degli interessi generali e di quelli particolari delle persone. Non essere né di qua né di la, alla lunga rende irrilevanti, persino qualunquisti. D'accordo sull'abolizione reale del finanziamento alla politica, ma a me preme molto di più che venga posto fine alla assimilazione dell'incarico politico rappresentativo ad un lavoro: no allo stipendio da parlamentare o consigliere regionale, provinciale o comunale; no al TFR per questi soggetti; non alla pensione; no alla indennità post incarico. Per gli eletti deve essere prevista solo una adeguata indennità di funzione, in mancanza di risorse proprie. Vanno ripetute e spiegate alle persone le proposte di questo genere, ma anche in campo economico-fiscale e del lavoro. Della scuola. Della salute. Riscriverò se c'è spazio e sono pronto adesso, che le cose non sono andate granchè, a metterci la mia faccia. Saluti a tutti. Avv. Antonio Belmonte
    • max walyer (max walyer) Utente certificato 4 anni fa
      ....gli anni dedicati all'attività politica (a tempo pieno o parziale) sono comunque anni lavorativi e di tempo sottratto ad altre attività. Per cui: CUMULO (non somma di pensioni) dei contributi versati in politica con gli altri, se esistenti, e poi ALLA FINE DELLA VITA LAVORATIVA, pensione ADEGUATA AI CONTRIBUTI VERSATI. F.to un G.d.P.-Avvocato che sottrae tempo, circa due giorni alla settimana, alla professione per fare un servizio giudiziario di qualità (0,7% di impugnazioni quasi sempre confermanti in appello la pronuncia di I^ grado)SENZA VEDERSI VERSATI I CONTRIBUTI!!!
  • silvia rodolfi Utente certificato 4 anni fa
    ma come si fa a pensare che Siena, che ha vissuto dal 1472 con il Babbo Monte potesse votare chi ha intenzione,giustamente, di levare l'ossigeno. gli italiani sono gia' contenti se viene tolta l'Imu , senza capire che gli aiuti bisogna che arrivino a chi il lavoro lo puo' dare,abbiamo l'Italia che meritiamo , popolo di voltagabbana, senza senso civico che non si scandalizza a votare personaggi che in qualsiasi altra parte del mondo sarebbero in galera e votare chi dopo aver sputato e'con loro a braccietto!! siamo uno scandalo.
  • Emanuele Sabetta Utente certificato 4 anni fa
    Amministrative 2013: Il Vero Nemico del Movimento 5 Stelle è Il CLIENTELISMO http://commentandolestelle.blogspot.it/2013/05/amministrative-2013-il-vero-nemico-del.html
    • francescochiara s. Utente certificato 4 anni fa
      il vero problema del movimento è non avere preso le redini della situazione quando lo si poteva fare... ci è mancato il coraggio di distruggerli dall'interno invece di farli mettere insieme .... ci cancelleranno.... quando berlusconi taglierà le gambe al governo letta dovremo intervenire senza perdere un attimo e cancellarlo con l'arma del ribaltone ..
  • franco perugini 4 anni fa
    ,ma credo che siamo tutti d'accordo nell'affermare che l'unico sbaglio se si può chamarlo sbaglio è quello della comunicazione che il M5S non ha fatto arrivare a tutti il lavoro svolto in parlamento compreso gli interventi alle camere dei parlamentari del M5S,come detto mille volte con voi la rete non è sufficente,ormai l'intervento di Grillo o i parlamentari del M5S in televisione è doveroso,in quale canale non lo so,ma sicuramente dobbiamo curare la comunicazione più accuratamente,è vero la televisione è gestita da gente asservita a certi partiti,ma la gente vuole vedere e sentire i parlamentari del M5S,quindi dobbiamo metterci in gioco,altrimenti questi parleranno soltanto della diaria e altre caxxate,dovevamo aspettarci questi tiri mancini,da chi sà che se il M5S avrà successo gli verrà tolto ad essi il finanziamento ai quotidiani dove loro scrivono e ridotti i canali nazionali... AVANTI A TUTTO GRILLO....E RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA ITALIA FINCHE SIAMO IN TEMPO...
  • franco perugini 4 anni fa
    Io credo che siamo tutti d'accordo nell'affermare che l'unico sbaglio se si può chamarlo sbaglio è quello della comunicazione che il M5S non ha fatto arrivare a tutti il lavoro svolto in parlamento compreso gli interventi alle camere dei parlamentari del M5S,come detto mille volte con voi la rete non è sufficente,ormai l'intervento di Grillo o i parlamentari del M5S in televisione è doveroso,in quale canale non lo so,ma sicuramente dobbiamo curare la comunicazione più accuratamente,è vero la televisione è gestita da gente asservita a certi partiti,ma la gente vuole vedere e sentire i parlamentari del M5S,quindi dobbiamo metterci in gioco,altrimenti questi parleranno soltanto della diaria e altre caxxate,dovevamo aspettarci questi tiri mancini,da chi sà che se il M5S avrà successo gli verrà tolto ad essi il finanziamento ai quotidiani dove loro scrivono e ridotti i canali nazionali... AVANTI A TUTTO GRILLO....E RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA ITALIA FINCHE SIAMO IN TEMPO...
  • Marcello P. Utente certificato 4 anni fa
    In questo avete imparato in fretta: trasformare una sonora disfatta (usare "sconfitta" mi sembra riduttivo) in una mezza vittoria. E' ora di cambiare. E' ora di fare Politica. Qualcuno di voi sa cosa significhi?
  • Maurizio R. Utente certificato 4 anni fa
    INIZIAMO CON UN BEL VAFF....O a BEPPE Sono un elettore del M5S e sono un classificato da Beppe nell' Italia A Continuerò a votare M5S perchè è l'unica speranza di cambiamento, ma caro Beppe non fare il gioco dei potenti con questa dichiarazione scateni solo la guerra tra poveri e ci fai perdere le speranze. STAI ZITTO E IMPARA DAL NANO PARACULO CHE STA GOVERNANDO IL PAESE SENZA VINCERE LE ELEZIONI VIVA IL M5S Grazie
  • GIANNI DI PIERRO 4 anni fa
    ALLE ELEZIONI POLITICHE TI HO VOTATO, IN QUESTE DEL 26 E 27 MAGGIO NELLA MIA CITTA'NON SI VOTAVA MA IL MIO GRANDE RAMMARICO - E PENSO ANCHE DI MOLTI ITALIANI - CHE AVENDO DETTO NO A TUTTO HAI PERMESSO DI TORNARE IN CAMPO BERLUSCONI CHE ORA HA ANCHE IL POTERE DI RICATTARE IL PD E QUINDI ANCHE IL GOVERNO.
    • Antonio I. Utente certificato 4 anni fa
      ma di quale ricatto parli? sono un ex elettore di sinistra e da tempo ho capito che il PD è il vero partito della pagnotta clientelare( perfino Berlusconi rabbrividisce a questo atteggiamento di "miseria" del PD ma ci gode). E' come nel film neorealista "c'eravamo tanto amati" di Ettore Scola (1974).
  • Emanuele Esposito 4 anni fa
    Italioti state solo attendendo la vostra fine, ultimamente in tv olandese, si è visto un documentario che parlava dell'Italia dal 1861 al 2030. Tra mafia, corruzione, disoccupazione, mala politica e mala unità, si prevede entro il 2030 una crisi di povertà tale da spingere ad una guerra civile, nord contro sud e sud contro polizia e nord. Previsti 25.000.000 di poveri, 15/25.000.000 di deceduti per diverse cause... Onore a Beppe per le sue battaglie, ma scappate dal paese prima di assasinare un vostro fratello e mettervi le funi al collo. Scappate e venite a vivere da signori, dimenticatevi le lauree e venite a prendere 3/4 babà al mese.
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa
    Aspetto Siena e i senesi in rivolta Già chi aveva optato per i titoli nel TFR e rimasto con un pugno di mosche in mano come gli azionisti Il peggio non è ancora arrivato Ne vedremo delle belle
  • riccardo pastorello 4 anni fa
    Se il voto al m5s viene percepito come inutile, anzi dannoso perchè il movimento ha scelto di non fare e ha consentito a Berlusconi di rigenerarsi e riorganizzarsi, alle successive tornate elettorali non ci si dovrà stupire di fronte ad un ridimensionamento. La gente è stanca di chiacchere, proclami e occasioni perse, se vinci alle elezioni devi entrare nell'arena e cominciare a fare qualcosa...altrimenti rappresenti solo l'ennesima delusione..
  • Gianluca Voglino (sealuke) Utente certificato 4 anni fa
    Da quello che posso sentire in giro molti di coloro che ci hanno votato alle politiche sono scettiche e ripetono come un disco rotto che Grillo non ha fatto nulla, gli italiani guardano solo ai propri interessi e sanno perfettamente che l'unico modo di tutelarli è affidarsi ai partiti, possiamo fare i salti mortali ma rendiamoci conto che la popolazione fa più schifo che sgomento, e non si vergognano di ciò. Bisogna essere liquidi a tutti i livelli, capaci di entrare anche dove si ritiene che non sia necessario, se Beppe avesse frequentato la tv poteva spostare molti più voti, capisco che è contro il credo del movimento ma per il bene e la crescita di quest'ultimo bisogna concedersi in prima persona e giocare come gli altri sulla notorietà. Se rimaniamo fermi al web dobbiamo pazientare almeno 10 anni, dato che il potere politico ha tutto l'interesse a mantenere e diffondere ignoranza.
    • riccardo m. Utente certificato 4 anni fa
      ciao volevo associarmi al tuo commento che trovo estremamente esatto.
  • Alessandro P. Utente certificato 4 anni fa
    Non si può parlare di crollo perchè il M5S si presentava ai comuni per la prima volta quindi sono tutti voti in più di zero ma è innegabile che il clentelismo locale ha vinto sull'ingenua onestà dei candidati locali e i risultati sono decisamente sotto le aspettative. Secondo me è mancato un chiaro programma locale: in ogni singolo comune i candidati sono liberissimi di fare ciò che vogliono, ma se tutti avessero sottoscritto uno stesso programma comune sarebbe stato molto più semplice (e meno costoso) fare una specie di campagna elettorale nazionale finalizzata alle elezioni locali. Localmente contano moltissimo le persone, mentre il partito di appartenenza è poco rilevante; da questo punto di vista credo che i meetup abbiano fallito nella scelta dei loro candidati e probabilmente non hanno ben curato la loro immagine, quindi bisogna ripensare un po' a un'eccessiva autonomia che deve essere ridotta per affiancarsi ad un lavoro di squadra a livello regionale e nazionale. A livello locale conta poco il voto di opinione e il voto di "tornaconto personale" è invece la cosa più importante, quindi la prossima volta ricordiamoci di dare molta più importanza alla parte economica evidenziando in modo chiaro i vantaggi per il portafogli degli elettori. Avere consiglieri ovunque è un buon inizio ma è importante imparare dagli errori.
  • Franco Farina 4 anni fa
    Mi piace capire cosa succede, preferisco decifrare i fatti, non mi piace invece la superficialità e la presa di posizione come presupposto. Ci sono occasioni in cui si deve analizzare i fatti. E per questo occorre partire dai dati di base. Il Movimento è pronto per governare? Il Movimento, a parte le linee guida e le cose concrete fin qui realizzate, ha un programma operativo concreto a medio termine? Io credo in questo movimento e lo sostengo, sinceramente e concretamente, ma credo anche che occorre fare dei cambiamenti in termini tattici e strategici. La mia analisi mi porta a pensare che i tempi sono stati troppo stretti, troppo veloci, non si è ancora pronti con una cultura e una preparazione adatta a far fronte al confronto del giorno per giorno. Secondo me bisogna aspettare e saper aspettare, gli eventi hanno superato ogni previsione, da obiettivi minimali (ma fondamentali) ci si è trovati di fronte all'ipotesi di governare un paese, in gravi condizioni. Ma aspettare non vuole dire inattività, al contrario, serve accumulare esperienza e analizzare con freddezza e profondità cosa sta succedendo. Prepariamoci per domani, non lontano ma domani, oggi occorre puntare su traguardi raggiungibili, non promettere quello che non è logico poter conseguire adesso. Insomma un invito a guardare senza paura ai fatti, evitando di entrare nella logica facile della difesa-accusa. Chi sbaglia o non ottiene i risultati sperati commette u errore se tenta di addossare le responsabilità al resto del mondo, meglio rimettersi in discussione ma non sbagliare l'obiettivo, anche se sarà più difficile e lontano da ottenere.
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 4 anni fa
    Ho votato di nuovo il movimento, ma non posso fare a meno di fare delle critiche: 1) accanto ai giovanissimi e meno giovani ma comunque inesperti, occorre affiancare nel movimento gente capace ed onesta che rappresenti quel mondo sano della scienza, della cultura, dell'arte, dell'imprenditoria e magari della finanza che ha saputo distaccarsi dai compromessi politici e mafiosi per andare avanti con le proprie gambe ed onestamente. Magari quei ricercatori scappati all'estero per veder riconosciuti i propri meriti. 2)il movimento deve identificarsi sia nelle idee che nei comportamenti e coloro che escono fuori dalle righe per fare i furbetti devono rimanere fuori altrimenti il movimento perderebbe la proprie identità. Si può discutere su tutto ma non su quei comportamenti che hanno fatto del movimento qualcosa di diverso dalla vecchia partitocrazia quali l'onestà, la coerenza, le virtù, la ricerca di gente capace ed onesta. 3) Occorre diffondere meglio idee, principi, linee guida, progetti confrontandosi con gli altri nelle scelte e nei comportamenti mettendo meglio in luce i propri meriti e i propri progetti e evidenziando i comportamenti criminali, avidi, antieconomici e gli sperperi ed i clientelismi degli altri partiti. 4) Parlare, discutere e creare uno staff su cui possa reggersi tutto il movimento con dei referenti che possano far politica ad alti livelli: se succedesse qualcosa a Grillo oggi il movimento morirebbe e sarebbe un grave danno perché deve continuare ad esistere anche senza Grillo.
  • ALBERTO FERRETTI 4 anni fa
    DUE SETTIMANE DOPO LE POLITICHE HO SCRITTO A GRILLO PER INVITARLO AD UN CONFRONTO APERTO E TRASPARENTE SU UN PROGRAMMA DI GOVERNO CHE AVESSE RICALCATO IN LINEA DI MASSIMA QUELLO DEL M5S. C'ERA L'OPPORTUNITA' DI METTERE ALLE CORDE IL PD E FAR CAPIRE AGLI ELETTORI DEL CENTROSINISTRA CHE IL MARCIO ERA IN QUEL PARTITO, DIVENUTO ORMAI ORGANICO AL POTERE ED ALLE LOBBY.NELL'OCCASIONE GLI DISSI PURE DI NON RIPETERE GLI STESSI ERRORI DI DI PIETRO, DI CUI ABBIAMO VISTO I RISULTATI. PURTROPPO SI SENTIVA ORMAI UN PADRETERNO AL DI SOPRA DI NOI COMUNI MORTALI. HO FATTO PRESENTE CHE IL NOSTRO VOTO NON ERA SOLO UN VOTO CONTRO I CORROTTI ED I MAFIOSI DELLA POLITICA, MA ANCHE UN VOTO DI CAMBIAMENTO E DI SPERANZA PER IL FUTURO. NULLA DA FARE, NON SIAMO STATI PRESI IN CONSIDERAZIONE, ANZI, LO ABBIAMO DISTURBATO,SOLO IL SUO PENSIERO CONTAVA. CARO GRILLO SCENDI CON I PIEDI PER TERRA E SE VERAMENTE TIENI A TUTTI QUESTI RAGAZZI CHE TI HANNO SEGUITO SPERANDO NEL CAMBIAMENTO, ORGANIZZA UNA NUOVA CLASSE DIRIGENTE NEL M5S E CONFRONTATI CON LE FORZE SANE PRESENTI NEL PAESE, SENZA RANCORI E PRECLUSIONI DI SORTA,
  • Filippo Cireddu 4 anni fa
    Beppe, abbiamo lasciato che ci distruggessero. LA RETE NON E' SUFFICIENTE ANCORA . La merda che politici e loro cani fidati(senza offesa per i cani) giornalisti hanno buttato tutti i giorni ad ogni momento è stata troppa per il blog da togliere. E questo lo hanno capito i politici che dopo lo smarrimento iniziale dopo le politiche hanno capito l'occasione che avevano: poter dire e scrivere tutto quello che volevano senza che nessuno li contraddisse o confutasse le loro sporche tesi. Hanno dapprima demonizzato il web(gli insulti, l'anonimato,Mentana che scappa da Twitter etc etc) e poi hanno sferrato l'attacco vero e proprio. Altro che voto cosciente del cazzo, la gente rincretinita ed impaurita(ricordati che Bush vinse il secondo mandato instillando la paura negli americani)della novita' impreparata, dilettante(nn c'era nessuno a ricordare alla gente che i parlamentari grillini nn erano ne + ne - preparati degli altri)s'eè fatta fregare per l'ennesima volta da questi schifosi ladri corrotti. MA NOI ABBIAMO RINUNCIATO AL 70% DELLA DIFESA DISPONIBILE, NN ANDANDO IN TV,NN SCRIVENDO SUI GIORNALI.(NON AVENDONE UNO..) Purtroppo le regole del gioco sono fatte da loro per i loro mezzi e noi o nn li abbiamo o ci rinunciamo.Quasi mi pento di aver rinunciato a diventare un partito, ma solo x usufruire degli stessi mezzi i cui dispongono. Se l'Italia è un paese di vecchi(ed è vero)come si puo' sperare che questi vadano tutti su internet?E' troppo presto ancora per lasciare alla rete tutta la responsabilita' di propaganda e difesa del movimento. Ma dagli errori s'impara e noi dobbiamo imparare per forza. ABBIAMO PERSO UNA BATTAGLIA E NON LA GUERRA CHE è ANCORA IN CORSO. E allora ricominciamo, via con gli attivisti, formiamo le persone per la televisione, procuriamoci un giornale, organizziamoci altrimenti andra' tutto perso. Rendiamoci conto che dopo queste votazioni i partiti corrotti si sentono autorizzati ad andare avanti come hanno fatto fino ad ora. RUBANDO TUTTO. FORZA ora
  • Ezio Gava, Dublin Utente certificato 4 anni fa
    Estratto da un articolo di Ida Magli (www.disinformazione.it) L’introduzione dell’euro ha sferrato il colpo di grazia all’economia degli Stati. Se viceversa si fosse trattato davvero di un errore, allora perché, invece di metterli alla gogna, continuiamo a farci governare da quegli stessi banchieri ed economisti che non sopportano la minima critica all’euro? Dunque la situazione economica continuerà ad essere gravissima e il solerte Distruttore si prepara a consegnarci all’Europa sostenendo che mai e poi mai potremo mancare agli impegni presi e che per far funzionare l’euro bisogna unificarsi sempre di più. Questa è la meta cui si vuole giungere. Visto che la moneta unica non funziona, perché sono diverse le produzioni dei singoli Stati, cambieranno forse queste produzioni unificando le banche e le strutture economiche? Bisogna farsi prendere per imbecilli non reagendo a simili affermazioni. L’unica possibilità che abbiamo per salvarci è che sorga qualcuno in grado di organizzare una forza contraria. Io non lo vedo, ma lo spero. Lo spero perché l’importante è aver capito, sapere quale sia la verità, guardare in faccia il nostro nemico sapendo che è ‘il nemico’
  • gianpiero luisi Utente certificato 4 anni fa
    Una semplice domanda... perchè avete deciso di non apparire ( e quindi avere un confronto) nelle televisioni... e poi escono interviste e foto di Crimi e Lombardi degne delle peggiori soap opera su "OGGI"...?
  • Salvatore Cuoco Utente certificato 4 anni fa
    Caro prof. Becchi questa mattina l'ho vista in tv (Agorà credo) e non mi convinceva il suo modo di analizzare quanto è avvenuto domeni e lunedi. La fretta non mi ha dato la possibilità di vedere se nel proseguire ha aggiustato il tiro. Poi leggo il suo post sul sito,dove lei in tv raccomandava di andare a guardare le proposte presentate dai gruppi del M5S in Parlamento, e cosa ci trovo? Le dichiarazioni di La Malfa, Malagodi, Longo stile anni '70 (lei sicuramente ricorda questi nomi e le loro dichiarazioni post-voto). Un linguaggio degno dei politici più navigati. Leggendo gli altri post noto che la colpa di tutto è come sempre degli altri. Adesso addirittura pensate di aver avuto la battuta d'arresto perchè non siete andati in tv a promuovere il vostro non-programma. Insomma accampate scuse varie tutte tese a vedere nell'altro il responsabile. Fare un'esame di coscenza proprio non vi riguarda? Fermatevi e cercate le risposte, senza aver paura di dirvi: abbiamo fatto una cappellata. Il M5S aveva la golden share e l'ha sprecata. Secondo me per paura, ma questo conta poco. Resta il fatto che la presunzione e l'inesperienza hanno fatto sì che l'opportunità offerta fosse buttata dalla finestra della sala dove si è tenuto l'incontro tra Bersani e i "cittadini" Lombardi e Crimi. Incontro che Grillo ha preteso andasse in diretta non per trasparenza, non per aprire come una scatoletta il "Palazzo", ma per tenere sotto controllo ciò che accadeva visto che l'elezione di Grasso aveva messo in discussione l'unità dei gruppi del m5s. Oggi tra gli astenuti c'è tanta gente che aveva scommesso su di voi ed è rimasto deluso. Perchè non è stato spiegato che per realizzare un programma, in una democrazia parlamentare, ci vogliono i voti. Altrimenti sono sogni che di volta in volta si ripongono nel cassetto. Perchè? Perchè la vita è varia e ognuno ha le sue soluzioni. In assenza di maggioranze assolute c'è bisogno di allenze. Spero che questa batosta serva a farvi rendere conto di ciò.
  • Filippo Pinori 4 anni fa
    Il commento va bene ma coomunque e' una sconfitta...bisogna capirne le ragioni se no si rischia di scomparire
  • silvia conti 4 anni fa
    Il risultato di queste elezioni amministrative più che deludermi mi fa immensamente rabbia perché ancora una volta dimostriamo di essere schiavi della disinformazione. Io non sono una laureata, una politologa ne una giornalista sono una semplice cittadina impiegata e diplomata. L'analisi che tutti ci sforziamo di fare a questo risultato per me è inutile. La gente non arriva a capire che ci sono grandi problematiche delle quali tutti noi cittadini dobbiamo conoscere e prendere coscienza. Io mi sento di dire che non abbiamo sbagliato in nulla da quando ascolto Grillo e seguo ed ho votato il M5S sono venuta a conoscenza di cose che neanche immaginavo l'esistenza che facciamo non le vogliamo combattere? Il finanziamento pubblico ai partiti e all'editoria, la gestione della Cassa Depositi e prestiti, i casi di ineleggibilità, lo scandalo del MPS, la politica relativa ai rifiuti zero, la battaglia contro il M.U.O.S. il reddito di cittadinanza chi le conosce queste cose chiedetele ad un cittadino su 10 quanti vi risponderanno pochi. stampa e tv sia a destra che a manca vanno dicendo che in questa campagna il M5S ha parlato poco di territorio non è vero neanche questo sono stata al comizio del 24/5/2013 ho sentito tutti i candidati alla presidenza municipale quindi lo studio del territorio è stato fatto e come. Ma l'informazione non c'è abbiamo dei media che sono omologati alla politica non ti spiegano nulla perché in 20 anni i politici hanno campato di rendita in parlamento non si lavora tranne quei poveri neofiti del M5S che in tre mesi hanno presentato decine di disegni di legge, proposte, mozioni, interrogazioni e interpellanze. Ma sono famosi all'opinione pubblica solo per aver discusso sulla diaria e per la loro riluttanza a farsi intervistare. Niente da fare la battaglia è dura anche se sono tanto demoralizzata voglio crederci ancora ad un cambiamento culturale.
  • andrea m. Utente certificato 4 anni fa
    Non è vero che gli elettori puniscono il M5s per chissà quale motivo. L'italiano è pigro e non si informa. I media ci diffamano da mesi e le pecore se la bevono. Gli italiani si meritano i politici che hanno e il 70% di questo paese ancora si riconosce in pd e pdl. Di che ci meravigliamo? Tutti quelli che hanno cercato di svegliare le coscienze sono stati massacrati, la storia ce lo insegna. Andiamo per la nostra strada, non per vincere, ma per testimoniare chi siamo.
  • Mario Novelli Utente certificato 4 anni fa
    Non capisco la delusione degli amici M5S e viceversa sorrido ai post di coloro che gioiscono per la "sconfitta" del movimento. Avremo centinaia di consiglieri che entreranno nelle istituzioni e che sapranno mettere i bastoni tra le ruote a chi detiene il potere: se c'è qualcuno che si deve preoccupare è proprio chi ha vinto le elezioni.
  • mario di garbo 4 anni fa
    Mi spiace moltissimo ma continuo a pensare che il M5S ha perso il suo treno quello sul quale Bersani li aveva invitati a salire per provare a cambiare sul serio. Gli italiani vi avevano dato il voto per fare non per stare all'opposizione a vita. Piuttosto ritenendo il proprio voto al M5S inutile hanno preferito non votare. Mi spiace davvero tanto, ma troppa presunzione è negativa. Ho sempre davanti agli occhi il video della consultazione con Bersani e da votante 5S mi sono vergognato di tanta presunzione e arroganza di Crini e Lombardi che quasi prendevano in giro Bersani.
    • giorgio g. Utente certificato 4 anni fa
      gia', non hai capito.. loro prenderanno il 100% e allora dai riccioli di grillo scorrera' il latte e il miele.. come fai a non capire?
    • andrea m. Utente certificato 4 anni fa
      non hai capito niente ed è inutile rispiegartelo... vota il pd e stai sereno...
  • s.m. b. Utente certificato 4 anni fa
    credo che molti di quelli che ieri non hanno votato alle politiche abbiano dato la loro preferenza al movimento ma si siano poi sentiti traditi proprio come me non c'è nessuno che mi rappresenta e non voglio più votare per il "meno peggio" l'unico motivo per votare ancora M5S rimane il fatto che, effettivamente, "costate meno"
  • Matt 4 anni fa
    Oh, gente sveglia! Sempre ad aspettare il salvatore dio in terra italiana.... 20 anni fa uno, adesso uno nuovo...ma la storia è sempre la stessa!!! Svegliamoci e piantiamola di seguire il duce del momento! Grazie!
  • Orazio Parisi Utente certificato 4 anni fa
    Per tutti i delusi del M5S. Ho il dubbio che avete compreso poco della natura del M5S. Oppure siete stati da sempre in mala fede. I risultati elettorali, specie poi quelli comunali che sono diversi da quelli politici, non possono condizionare un programma e delle regole precise. Non si tratta di chiudere gli occhi davanti all'evidenza, come ha ammonito qualcuno. Quale evidenza? Di cosa parliamo? E poi, le solite accuse: i grillini incompetenti, ecc. Chi sono gli incompetenti? I grillini o quelli che ci stanno portando alla catastrofe? Allora chi fa questa accusa è in mala fede. L'evidenza è che chi non è andato a votare non ce l'ha col M5S ma coi partiti. Non avrà fiducia magari nel M5S, che possa essere una valida alternativa alla vecchia politica, ma questo è un altro discorso. Chi è deluso non ha fiducia proprio nella politica. Ed è questo il punto: è proprio questo il segnale che tutto deve cambiare perché, con l'esempio che danno i partiti, è evidente giorno dopo giorno, come dice Becchi, la fine della politica. Se il sistema di potere (partiti, giornali, televisioni, banche, ecc.) continua a trovare anime più o meno ignare a suo favore, tutto peggiorerà. E' ridicolo dare la colpa al M5S della fine della politica. Ridicolo, però, che significa? Stupidità o mala fede?
  • claudio s. Utente certificato 4 anni fa
    Dice bene chi dice che l'aumento dell'astensione è correlato con la perdita di voti del M5S. Coloro i quali, delusi dalla politica tradizionale avevano dato fiducia al M5S non hanno condiviso alcune posizioni/atteggiamenti del movimento. In particolare credo che le cause maggiori di perdita dei consensi siano le seguenti: - mancato accordo con il PD quantomeno in chiave antiberlusconiana a cui invece si è in sostanza fatto un grandissimo favore...saranno pure uguali, ma tra i due non v'è dubbio che berlusconi sia il male maggiore, quello da cui doveva partire la demolizione; - suddivisione, il giorno stesso delle trionfali votazioni politiche, tramite un post mai rettificato, della società in 2 blocchi..i buoni e i cattivi...con generalizzazioni e banalizzazioni nefaste con cui si sono gratuitamente offese persone che invece avevano con fiducia dato il voto al M5S; - la tanto sbandierata partecipazione dove è stata? le uniche votazioni che si sono svolte sono stato appannaggio di una ristretta cerchia di eletti registratisi al sito anteriormente al 31/12..far votare 50000 persone su 9 milioni di voti e dire che sono stati i cittadini a scegliere è quantomeno ridicolo; - chiusura totale verso ogni forma di dialogo e di critica non solo con i politici ma anche con gli stessi elettori, o si pensa quello che dice grillo o si è un troll al soldo dei partiti o nella migliore delle ipotesi un celebroleso. Io credo che rifiutarsi di governare per poter fare una sterile opposizione in cui si denuncia quanto fanno schifo quelli che si poteva e doveva spazzare via, insultare i propri elettori dicendogli che fanno parte del blocco B dei privilegiati, sono dei troll, sono dei deficienti, votassero per qualcun altro e poi dare la colpa del crollo dei voti alle televisioni sia una visione alquanto miope. Nemmeno prima si andava in televisione però è stata una marcia trionfale. Se ora le piazze sono vuote e le urne deserte guardiamoci dentro e non fuori.
  • Michele Marani 4 anni fa
    Ciao a tutti è la prima volta che scrivo su questo blog ma vorrei chiarimenti su questa notizia che ho trovato. http://www.signoraggio.it/ennesima-beffa-della-casta-si-autoassegnano-oltre-21-milioni-di-euro/ Ma è vero quello che c'è scritto o è una bufala? Spero sinceramente che sia una bufala perché in voi ho riposto la fiducia per il mio futuro e quello della mia famiglia e se la notizia dovesse risultare vera le uniche cose che son rimaste da fare sono: O una rivoluzione civile mandando a casa tutti gli occupanti di camera e senato o lasciare il bel paese(che di bello ormai è rimasto poco) ovviamente io opto per la seconda perché come la storia insegna in Italia una rivoluzione civile vera e propria (come quella francese) non se ne sono mai viste e mai se ne vedranno.
  • carla milana Utente certificato 4 anni fa
    In tutta la campagna elettorale, compreso il 25 maggio, dalle ore otto su tutti i canali televisivi non hanno fatto altro che screditare il M5S. Anche durante e dopo lo spoglio, tutti i speciali continuavano a criticare il movimento, perché aveva avuto un calo di consensi. Tale affermazioni nasce, secondo loro, poiché il movimento non è capace di fare politica. La domanda è lecita!!!!!! Ma i partiti la sanno fare la politica? Perché Italia è ridotta così? Si è perduto il significato della politica. La politica, quella greca da polis, al servizio del popolo e non al servizio degli interessi del singolo. Si è vero che il movimento ha avuto una flessione, ma anche gli altri. Si continua a camuffare la realtà dei risultati. Da fonte del sito del ministero degli interni i risultati sono i seguenti esempio: Roma astensione al 47,19%, bianche 1,29%, nulle 2,10 somma 50,58%. Allora chi ha vinto? il pdmenoelle, il pdl, il M5S. purtroppo nessuno, più della metà non si sentono rappresentati. Quindi non giudicate il M5S, poiché non è a breve termine che si vede la forza di un movimento, ma è nel tempo. Nelle elezioni comunali non conta, nella maggior parte dei casi, il simbolo, ma la conoscenza personale, più o meno interessato del singolo candidato. Quindi prima di parlare o giudicare è bene riflettere e i mass media torniamo a ridare il giusto significato alle parole e ai dati che gli vengono forniti e ritornare a riferire l’obiettività dei fatti.
  • mario carmignani 4 anni fa
    Il voto , caro becchi, contiene una semplice considerazione. In politica, dopo aver fatto protesta, bisogna fare proposta, e nel caso del M%S bisognava rischiare di governare. Si è invece preferito essere sfascisti, stare solo all'opposizione, urlare e basta. Troppo comodo. Per questo, avverrà che il M5S presto finirà, anzi è già finito, e Beppe grillo farà la fine di mariotto segni, verrà presto dimenticato.
  • Claudio Serao 4 anni fa
    Il nemico n. 1 della partitocrazia è il M5S per questo i "politicanti" hanno esultato alla "pseudo sconfitta" dei “grillini”. Essi sanno che il loro predominio, il loro primato è messo seriamente in pericolo da questo nuovo soggetto politico il quale non si fa scrupolo di spiattellare agli italiani tutti i misfatti che quotidianamente vengono perpetrati ai loro danni. I politicanti accusano M5S di non aver voluto costituire un governo con PD. Ma PD, già venuto a patti con PDL ai tempi di Monti, non voleva fare un governo con i "grillini". Anzi poneva dei paletti insormontabili a difesa delle proprie prerogative e nessuna concessione alle richieste del Movimento. In realtà PD non ha mai voluto costruire nulla con M5S, anzi ha sempre sperato in una alleanza con PDL per riproporre un Governo 50 e 50 volto a mantenere le loro prerogative, considerate da entrambi ormai acquisite e inalienabili. In queste ultime elezioni PD per camuffare il tonfo generale della politica italiana, manifestatosi attraverso la disaffezione al voto dei cittadini, ha dovuto mobilitare tutti gli iscritti e gli indottrinati, per vincere, ad esempio a Roma col 42% dei voti del 50% di cittadini che si sono recati alle urne. In realtà si tratta di una vittoria di Pirro. L'altro 50% quello che non è andato a votare è formato da persone che si sono stufate di farsi salassare, di farsi rincoglionire di frottole per mantenere all'ingrasso una classe monopolitica. Sulla scheda lenzuolo che ci è stata consegnata c'erano 50 simboli, ma ogni simbolo di quelli sappiamo bene faceva capo ad un unico soggetto politico: Partito Democratico della Libertà (PDDL). Del resto proprio i romani coniarono il motto: dividi e impera. Se guadagni bene vota PDDL, se non hai figli disoccupati vota PDDL, se non sei sfrattato vota PDDL, se non sei alla fame vota PDDL, se credi ancora alla Befana e Babbo Natale vota PDDL.
  • tinazzi . Utente certificato 4 anni fa
    Mio caro Becchi , traspare in tutti delusione ed un po' di amarezza. Ma attenzione alla sindrome di Romiti : " la migliore macchina mai fatta dalla Fiat ERA LA RITMO ....ma gli italiani non l'hanno capita " Quindi i parasssiti hanno votato PDL-PD-L , i demoralizzati si sono arresi col non voto e noi gli unici a voler cambiare qualcosa con i nostri grandi pregi ed errori penalizzati. Mi preoccupa che pochi evidenzino le nostre CRICALL ISSUE e non individuino alcuni fattori critici di rilancio del movimento. Era tutto scritto ed annunciato IN RETE , non rimaneva che quantificare il calo che molti avevano capito dandone motivazioni , cause , effetti e varie. Un movimento che ha sfiducia nelle risorse interne , capacità che ci sono o non conosce , che affida la comunicazione a grandi o piccole firme , che con una grande passione , encomiabile , pero' non possono aiutarci.....indicarci correttivi per continuare il nostro cammino , perdere una battaglia ci sta ma per vincere LA GUERRA. Si vede la difficoltà di essersi sconnessi....e non controllare una macchina cresciuta troppo in fretta ... Ma di nuovo a guardar le stelle...e sperare ...non basta piu'. Tinazzi
  • maurizio bertozzi Utente certificato 4 anni fa
    Be io direi che il movimento cavato la questine mediatica non va male in fondo in primo luogo oggi chi non si e presentato per la prima volta è entrato,poi dopo dipende poi soprattutto a come lavori dentro le amministrazioni come ti organizzi le capacità che sei in grado di mettere in campo ,quindi poi quanto riesci comunicare e rendere partecipi poi alle tematiche i cittadini che ti hanno eletto e non ti conoscono . l'esperienza c'insegna che si è giudicati per come si lavora e ciò che realmente sai fare e non dal vestito che indossi questo bisogna tenerlo a mente poi cosa importante vivere sempre in mezzo alla gente mai barricarsi dietro i muri o le segreterie le vere battaglie si vincono in campo mettendoci il cuore .
  • adriana tgli 4 anni fa
    Non c'è da stupirsi quando la speranza del cambiamento si arrocca a delle rigidità che non aiutano il paese ad andare avanti e che hanno portato il paese alla coalizione che oggi ci governa. Non c'è da stupirsi se è andata così dopo che, una volta insidiati, avete iniziato anche voi a litigare per i soldi. Tutti uguali. Non c'è da stupirsi visto che come tutti non vi siete presentati alla camera per discutere il testo sui femminicidi. Non c'è da stupirsi quando si traduce la politica solo in insulti. Il guaio che dinuovo, anche voi, invece di fermarvi a riflettere sul perchè di questo esito, insultate gli elettori e non vi mettete in discussione. che brutta delusione!!!
  • Mario Novelli Utente certificato 4 anni fa
    Oggi abbiamo finalmente capito che la crisi non esiste..mi sento sollevato. 512.720 (PD) + 364.337 (PDL) romani lo hanno sancito. Finalmente la Caritas avrà meno problemi a dare da mangiare ed Equitalia smetterà di pignorare case e conti correnti.Vorrei dare uno spunto di riflessione a coloro che hanno votato uno dei sopracitati partiti: Essendo stato un rappresentante di lista M5S ho potuto notare bizzarri voti disgiunti ovvero: Mi spiegate cosa significa votare per un sindaco PD-L e per un consigliere PDL o viceversa? Io un'idea me la sono fatta ma lascio a Voi la discussione....
  • giampaolo gottardo 4 anni fa
    CARO GRILLO A MIO PARERE E' OVVIO CHE IL MOVIMENTO SMINUISCA: IL PERCHE' E' DOVUTO AL FATTO CHE IL PARLAMENTO TELEMATICO CHE DOVEVA ESSERE FATTO PER FARE SI CHE IL MOVIMENTO POSSA PARTECIPARE A TUTTE LE PROPOSTE E LE DECISIONI, COME DA PROPOSITI, NON E' IN LINEA E QUINDI L'ELETTORATO 5 STELLE IN PRATICA NON CONTA NULLA! ED ALLORA IL 5 STELLE NON SI PUO' DIRE CHE SIA DIVERSO DAGLI ALTRI PARTITI.
  • giorgio g. Utente certificato 4 anni fa
    e continuate pure a insultare i dipendenti pubblici e i pensionati, e chi non vive attaccato alla tastiera (che misteriosamente sarebbe piu' furbo di chi guarda la tv).. che alle prossime sarete sotto il 10%, altro che governare da soli. duri, puri, e soli... ne restera' soltanto uno!
  • Gennaro Liguori 4 anni fa
    Il risultato elettorale non mi sorprende perchè una forza può aumentare o diminuire ed è naturale che chi vince sia contento.Ma qui chi ha vinto?Ha vinto chi ne ha le scatole pienedi questa classe dirigente fossilizzata,incapace,fatta di persone dozzinali i quali paura di chi ha smesso di ascoltarli.Avranno bisogno di un sondaggio anche prima di andare a fare pipì perchè. Il loro assillo sarà capire come ci sveglieremo domani.Ad ogni modo bisogna sapere che un movimento è imprevedibile nei suoi comportamenti e questo è l'assillo dei padroni del vapore.Tuttavia quando si fa una lotta bisogna portare qualcosa a casa altrimenti diventa inutile e vi è poi il riflusso come è già capitato in un passato che sembra lontano ma non lo è poi tanto
  • contromano 4 anni fa
    Meno male che il sistema dei partiti è finito. Cominciavo a preoccuparmi. Ora mi sento decisamente MEGLIO.
  • Rosella F. Utente certificato 4 anni fa
    Perche' il forte astensionismo? In assoluto credo nelle rivoluzioni civili, nella fattispecie no. Per cambiare il paese occorrono decenni. Abbiamo il tempo? Ne abbiamo la volonta' e la forza? Noi non combattiamo contro un dittatore e il suo sistema, ma contro un sistema e la sua cultura. La vedo difficile con le armi che usiamo. Se alla parola guerriera non si affianca una azione della stessa entita' questa lentamente si trasforma in una parola inutile, fino a morire. Fine del combattimento. Sento per esempio molto lontani i Parlamentari 5***** E' vero che ci hanno educato a privilegiare l'individuo al gruppo, ma da quelli calabresi mi aspettavo un atteggiamento diverso. Non una parola spesa sui gravosi problemi della mia regione, per esempio. Potranno chiedere ancora il voto ai miei corregionali? Ros Ps-Chiedo scusa per gli errori, ma lo Smart non va d'accordo con la presbiopia.
  • Luigi G. Utente certificato 4 anni fa
    Ho sempre sostenuto il M5S e non mi sono mai fatto abbagliare dalla campagnia di disinformazione dei partiti o di quel che ne resta (poco, visto che si affannano a festeggiare il calo di M5S invece di parlare dei propri risultati) trovo però che oggi si debba obiettivamente fare ammenda per l'incapacità di fare arrivare il messaggio politico alla gente. In questa tornata elettorale e nei mesi precedenti si è dimostrato che, poichè non possiamo competere con i mezzi di informazione al soldo dei soliti noti, non si è in grado di comunicare chi siamo e quello che facciamo per la gente comune. I giovani, o anche meno ma avvezzi alla tecnologia, riescono ad andare oltre il muro di disinformazione cartacea e televisiva ma una enorme fetta di elettorato anziano non ci arriva per "cultura". Infatti si fanno abbindolare dalla bugìa della restituzione dell'IMU metabolizzandola come qualcosa che gli rientra nelle tasche (per una volta almeno dicono). Siamo un paese vecchio, pigro e dimesso. Rassegnato al meno peggio. La mia città è un esempio doloroso di questo. Genova è forse una delle città più vecchie e con la mentalità più chiusa a livello nazionale. L'entusiasmo dei giovani viene soffocato dal sospetto a priori per ciò che non si conosce ("nu se sa mai...maniman..." si dice qui). Si preferisce non cambiare per "ignoranza" e perchè non si ha voglia di partecipare alle responsabilità. Così poi è facile dire "fanno sempre quello che vogliono". Quindi bisogna andare oltre al muro di menzogne utilizzando in maniera diversa la comunicazione. La nostra TV è sul web, bene, ma la stampa non la abbiamo ed invece dobbiamo averla. Autogestita e autofinanziata ovviamente. E' l'unico media tradizionale che può "parlare" a tutte le fasce di età. "U dixe u giornale..."..lo dice il giornale ..quindi è vero. Questo è l'assioma che guida l'italiano medio. Bisogna dargli una mano a capire usando le parole e i mezzi che conosce. Il futuro purtroppo deve ancora attendere. FORZA M5S
    • capostrada 4 anni fa
      Forse ad essere "quello che siamo" ci crediamo solo noi...
  • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
    Roma, Comunali 2013.. Chi ha perso cosa? Roma Att Pre D% PD-L 512720 675850 -31,82% PDL 364337 783725 -115,11% M5S 149645 ? ALTRI 176613 221878 -25,63% TOTALE 1203315 1681453 -39,74% Non so a Roma nel 2008 quale era la lista che appoggiava il movimento, magari qualcuno mi corregge in meglio.
    • capostrada 4 anni fa
      Visto che fino a due giorni prima sul forum si discuteva di come cambiare la città, l'Italia, l'Europa credo che la differenza la devi calcolare fra il risultato ATTESO (evidentemente la maggioranza assoluta al primo turno) e quello OTTENUTO (un discreto piazzamento, se si trattasse della "lista civica de noantri"). Poi chi si contenta gode...
  • Giovanni Biallo 4 anni fa
    Sono un libero professionista di 57 anni. Per molte elezioni ho votato Di Pietro, perchè credo nella legalità. Alle ultime politiche ho votato M5S perchè l'ho vissuta come unica alternativa allo sfascio politico ed alla corruzione. Ma la decisione di non governare del M5S con il PD, che ha portato l'Italia di nuovo in mano a Berlusconi, non l'ho condivisa. E' stato un errore gravissimo. Quindi alle amministrative questa volta non avrei votato M5S. Molte altre persone che come me non fanno parte dello zoccolo duro del M5S, ma hanno votato M5S alle politiche, la pensano allo stesso modo. Meditate gente, meditate! Questa è la realtà.
    • giorgio g. Utente certificato 4 anni fa
      questi devoti della setta sono veramente preoccupanti.. capito? sei fatto male.. andresti eliminato. quasi quasi comincio a farmi un'idea di come vogliono arrivare al famoso 100%, se non convincono (e non convincono, piu' parlano e peggio e'), e' colpa degli altri.. bisogna creare l'uomo nuovo, per un nuovo, giovane e luminoso futuro in una patria fatta solo dei migliori. sieg heil.
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Questa è la gente di questo paese, siete fatti male, mica è colpa nostra. Uno che votava la "legalità", così tanto sbandierata, pensa che sia suo diritto legalizzato di : o votare un inciucio con il PD-L oppure disertare il proprio DOVERE civico e non andare a votare. Se questa è Italia e se tu ti senti Italiano e pensi di avere del "sale" in zucca, siamo messi proprio male.
  • Same Time Utente certificato 4 anni fa
    Non ritengo sia andata tanto male, ci sono comunque tanti 5Stelle in più nei consigli comunali che potranno fare il loro lavoro. I parlamentari 5Stelle devono continuare quello che stanno facendo, con più impegno di prima. Non devono cadere nel tranello delle domande faziose; chiedere da parte dei giornalisti e della gente è lecito, rispondere su deve, anche se la domanda non piace.
  • Pietro Di Mascio 4 anni fa
    bé, signori, io posso definirmi un 'fan sfegatato' del M5S, sono pienamente d'accordo con tutte quelle che sono le decisioni prese e scritte nel non statuto, buone o cattive che possano essere. da 'testa pensante' però mi rendo sempre più conto che il male non si può estirpare con il bene, specialmente se esistono radici profonde, gente che (giustamente) pensa a mantenere lo status quo
  • Obi Kenobi Utente certificato 4 anni fa
    I voti dei sostenitori del Movimento ci sono tutti; quelli che sono evaporati (almeno un 10%) sono i voti di chi sperava in un cambiamento costruttivo, e aveva dato fiducia al M5S, ma verificato l'arroccamento su posizioni di opposizione, ha deciso di non andare più a votare. Questi voti non torneranno più. Si é sbagliato troppo dopo le politiche. Ora vediamo di salvare il salvabile.
    • capostrada 4 anni fa
      >> Meglio che si estingua... Un po di pazienza. Che diamine! Ci stiamo dando da fare in proposito. Abbi fede...sarai presto accontentato.
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Come si dice, meglio soli che male accompagnati. Se il M5S deve ridursi ad essere come gli altri PARTITI, allora meglio che si estingua. Se gli Italioti hanno perso il senso civico, certo la colpa non è del M5S, ma di chi si arrende e continua supinamente ad essere ammaestrato dalla STAMPA corrotta e dalla TV corrotta. Sveglia, siete rincoglioniti ed aria fritta, il paese si sgretola e voi cosa fate, ho disertate il vostro DOVERE di andare a votare oppure fate finta di niente, tanto galleggiate ancora... Ma non so se durerà e quando accadrà, la colpa sarà SOLO VOSTRA. Forza M5S, meglio soli che male accompagnati.
  • Stefano R!°°°! Utente certificato 4 anni fa
    Impariamo dalle sberle prese. Facciamo un pò di autocritica. Abbassiamo la cresta. Lasciamo perdere i docenti di filosofia del diritto. Prof. Becchi, lei è un tuttologo di demagogia e frasi fatte. Torni a studiare i greci. Le farà sicuramente bene. La rovina partì dall'illuminismo e massoneria. E non ci riprenderemo più.
  • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
    Questi i dati di SIENA... Chi ha perso cosa? Siena Att Pre D% PD-L 10952 18918 -72,74% PDL 6809 5522 18,90% ------------------------------- M5S 2494 1154 53,73% ------------------------------- ALTRI 8310 6185 25,57% ------------------------------- TOTALE 28565 31779 -11,25%
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Se non siete neanche capaci di guardare i dati, meglio stare zitti che fugare il dubbio di essere ignoranti... :-) IL dato più eclatante è che a Siena, sale il PDL e la dispersione di voto (oltre al M5S) ed aumenta l'astenzionismo. Sono dati, nulla di trascendentale, basta avere sale in zucca. Ma che ve lo dico a fare..... :-(
    • ANDREA . Utente certificato 4 anni fa
      guarda la paglia e fai finta che non esista il trave
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      Se sei convinto di aver vinto... contento tu!
  • Maverick 4 anni fa
    Eccellente, perfetta analisi della realtá italana, prof. Becchi!
  • Massimo C. Utente certificato 4 anni fa
    Non nascondiamoci dietro a valutazioni che appartengono ad altre forze politiche. Il botto c'è stato, nonostante le belle premesse di piazze partecipanti. Allora bisogna analizzare bene l'accaduto ed è necessario farlo con criterio perchè questo MoVimento deve continuare ad esistere e per questo c'è bisogno di gente meno sprovveduta, perchè non basta l'impegno di Beppe.
    • ida t. Utente certificato 4 anni fa
      questa mattina sentivo un pensionato dire all altro ..ma tu lo sai quanti ce ne sono che non sanno neanche cosa sia un blob '?altro che andarci a trovare le informazioni giuste ,,sono un insegnante molte di noi vi avevano votato ma nessuna ha TEMPOe modo di cercarsi le informazioni giuste guardano solo la tv e al massimo leggono i giornali cosi tanti altri che vi hanno votato -IL PROBLEMA E UNO LE VOSTRE INFORMAZIONI NON PASSANO mentre gli altri fanno un subdolo lavaggio del cervello
  • vittorio ferraresi Utente certificato 4 anni fa
    Io delle comunali posso solo di aver perso come un tifoso della squadra sconfitta. Non mi interessa questo risultato non sono le battaglie che contano ma le guerre. La guerra del Movimento ha ottenuto già più di quanto potessimo sperare.Al bar non si parla solo di calcio ma finalmente di politica pro ed anche contro M5S. Perchè no? L'italia lentamente si sta svegliando. Errori? certo ce ne sono stati (escludo come errore il mancato inciucio con Bersani sarebbe stato un suicidio come per PD con PDL)ma chi è perfetto? Abbiamo di fronte non nemici normali da combattere lealmente ma uomini e donne senza pudori e senza alcuna intenzione di combattere per l'Italia.Venduti a chi paga di più.Incapaci di mantenere una linea di condotta oggi bianca e domani con disinvoltura domani è sicuramente nera.Capaci di sostenere in Parlamento (luogo sacro) un puttaniere come B. e di far passare per corrette azioni inverosimilmente vergognose che non hanno nulla a che fare con gli Italiani e con le necessità primarie come il lavoro.. Coraggio stiamo uniti e collaboriamo.Lasciarsi andare a critiche ed elucubrazioni sterili non serve a nulla.Affiliamo i nostri coltelli e continuiamo ad andare all'attacco .Gli errori fanno crescere e rendono più mirate le strategie. Il muro da sfondare non è di titanio è solo un muro che ha già evidenziato cedimenti.Coraggio guardiamo più attentamente cosa possiamo fare oggi sulle esperienze maturate dalle imperfezioni di ieri
  • Paolo (Roma) 4 anni fa
    Anche alle elezioni comunali di Roma ho votato con assoluta convinzione M5Stelle. Visti però i risultati non posso che prendere atto del fatto che la maggioranza dei votanti ha dimostrato senza la benchè minima ombra di dubbio di essere totalmente decelebrata. Come si fa dico io a dare ancora fiducia al Pd e al Pdl, dopo tutte le porcate che hanno fatto negli ultimi 30 anni e peggio che peggio nell'ultimo periodo, specie in occasione della votazione del presidente della repubblica (il miniscolo è puramente voluto) e con questa assurda e nauseabonda alleanza di governo con la quale hanno tradito per l'ennesima volta gli impegni dichiarati in campagna elettorale. Se potessi me ne andrei dall'Italia oggi stesso scrollandomi la polvere dalle scarpe, perchè se questi sono gli italiani, allora si meritano tutto il peggio a cominciare da questa classe politica di merda che hanno, e che a quanto pare vogliono continuare a tenersi...
    • giorgio g. Utente certificato 4 anni fa
      se potessi te ne andresti dall'italia, nel frattempo hai gia' abbandonato l'italiano.. probabilmente lasciandolo ai 'decelebrati' che non votano come te..
    • Vincenzo Rossi 4 anni fa
      Faccio umilmente osservare che " decelebrata" sembra fuori luogo. Volevi forse dire "priva del cervello"? In tal caso sarebbe più opportuno forse usare "decerebrata". Ma sei proprio sicuro che chi ha opinioni e comportamenti diversi dai tuoi sia così stupido? Non mi pare un atteggiamento molto rispettoso degli altri, anzi, sembrerebbe poco democratico.
  • Federico B. Utente certificato 4 anni fa
    @RGA GRO, Roma Condivido la Sua analisi. Per cambiare realmente le cose, il primo passo è 1) RIDURRE LE SPESE DELLO STATO, E, INDIRETTAMENTE, IN TAL MODO, ANCHE LA PARTITOCRAZIA quindi: tagliare numero senatori, parlamentari, razionalizzare la spese, province, SONO PRIORITARI. cercare di sottoscrivere un patto - ribadisco scritto - di riforma su 4/5 punti. SCRITTO (v. Francia Hollande) E' evidente che BARZEL-Letta sta meramente cercando di traslare i costi dello stato neo.feudale italiota sull'EU...
  • Rosella F. Utente certificato 4 anni fa
    Il risultato di Siena dimostra che fino a quando lavoro sara' sinonimo di "posto" vinceranno sempre i vecchi. Quando a vincere le elezioni era il PdL, il PD sosteneva che cio' dipendeva dalla volonta' della mafia, della massoneria e della Chiesa. Avevano ragione: oggi tocca a loro! Ros
  • Federico B. Utente certificato 4 anni fa
    1) MIGLIORARE LA COMUNICAZIONE Puntare su NUMERI E DATI (di sprechi, inefficienze, ruberie) VANTAGGI, GRAFICI E CODICE BINARIO (0/1). i numero NON SONO SUSCETTIBILI DI INTERPRETAZIONE, e sono veloci 2) MIGLIORARE LA STRATEGIA NON SI PUO' PRETENDERE DI CAMBIARE LA PARTITOCRAZIA URLANDO IN FACCIA AI POLITICI CHE SONO LADRI, CORROTTI, PARTITOCRATICI! 3) cosa fare?? TROVARE UN ACCORDO SU 4 PUNTI BASE/MINIMALI CON PD (LEGGE ELETTORALE, TAGLIO PARLAMENTARI, TAGLIO PROVINCE, RIPRESA PAGAMENTI P.A.) 4) PUBBLICIZZARE RISULTATI ACQUISITI 5) CONTINUARE CAMPAGNA DI ADESIONI/CRESCITA DEL CONSENSO Come già scritto, non si può pensare di cambiare le cose dicendo ai partiti partitocratici che sono partitocratici:..... Saluti
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Non hai capito un CAZZO, banchettare con il PD sarebbe stato il tracollo e sarà il tracollo, il restante 10% di zoccolo duro convinto ed informato, perderà ogni speranza ed essendo persone con senso civico alle prossime elezioni farà scheda NULLA.
  • RGA GRO Utente certificato 4 anni fa
    Allora perchè non abbiamo intercettato i voti di chi si è astenuto ? Provo a fare la mia disamina: 1) La comunicazione: se non ve ne siete accorti, siamo attaccati da tutti i media da mesi. Questo ha un effetto distruttivo sul movimento. Serve cambiare rotta al più presto, quello che fate di positivo non arriva, e quello che fate di negativo viene amplificato all'estremo; 2) I nostri portavoce dipendenti alle camere, devono portare avanti il programma concordato. Per tutto ciò che è fuori dal programma deve essere deciso insieme agli iscritti; 3) Il metodo di selezione dei nostri rappresentanti proposto da Grillo e ottimo, ma si deve pensare se è possibile migliorarlo, per evitare i mediocri assoluti; 4) Sta uscendo fuori finalmente nei media, (Veltroni ed altri del PD) che Bersani aveva solo l'intenzione di spaccare il M5S e non di governarci insieme. Ma perchè non è stato spiegato bene cosa stava succedendo ? è uscito fuori che diaciamo solo dei NO.
  • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
    Un dato è questo : il 50% dei cittadini con diritto al voto non ha votato. Se il Movimento non ci fosse, ieri avrebbero votato il 38 o 40 %... in quanto noi se non c'è più il Movimento confluiamo nella massa di chi non vota.... Ebbene i partiti contenti del loro risultato meglio che riflettano bene: se c'è da festeggiare con il 38% o il 40 % delle persone che votano su 100...siamo morti... E' la fine democrazia. Ma questo 60 % che non vota rimarrà per sempre in silenzio ?
    • ANDREA . Utente certificato 4 anni fa
      cara caterina siamo assolutamente nella media dell'affluenza alle elezioni amministrative di tutta europa . in america reputano un ottimo risultato il 50% dei votanti . Smettiamola di cercare giustificazioni nei numeri degli astenuti, lA MATEMATICA non si puo discutere abbiamo PERSO PERSO PERSO . ORA dovrebbe essere di primaria importanza capire da dove viene questo TRACOLLO, NON NASCONDIAMOCI a Imperia si passa dal 30% al 9 % scarso e questo da parte di tutte le persone coerenti significa perdere , qualcuno ci aveva illuso di poter arrivare al ballottaggio a Roma , non se lo credeva neppure Lui , bisogna continuare a lavorare , ma dico lavorare , non fare le pulci agli altri ma a proporre e usare tutti i mezzi a disposizione anche turandosi un po il naso ( giornali e televisioni ) per spiegare le nostre proposte al popolo sovrano . Anche per la scelta dei personaggi che mandiamo a Roma ci sarebbe da obbiettare ,devono essere preparatissimi , anche politicamente se no vengono mangiati dagli squali , non si puo in riunione con il presidente incaricato esordire dicendo che sembra di essere a BALLARO. ORA NON STIAMO a PIANGERCI addosso ma riprendiamo con maggior forza la strada tracciata agli inizi del movimento
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      Concordo sul fatto che se vota meno del 50% la democrazia è morta (avevate dubbi sullo stato disalute della democrazia in italia?). Giriamo il discorso: se il M5S non avesse perseguito un isolazionismo idiota, avremmo avuto il 15% in più di votanti, il M5S sarebbe ancora al 25% (o più... probabilmente di più!), ci sarebbe un governo degno di questo nome che persegue obiettivi condivisi nel programma M5S e non dovremmo ancora sorbirci lo psiconano per interposta persona!
  • Carlo maggiali 4 anni fa
    Solo una considerazione ..... Se tutti attaccano i 5 stelle Tutto questo ha un solo significato Facciamo paura a tutti... Che buttino pure fango.... Per fortuna ognuno ha un suo cervello
  • marco grilletti 4 anni fa
    non diamo per scontato che l'astensione sia un allontamento dal movimento, per delusione o per altri motivi. Molti elettori non hanno votato perche' hanno voluto riflettere, si..e' stata una pausa di riflessione fatta stando a casa, per poi capire effettivamente se valga la pena andare a votare qualcuno che se lo merita la prossima volta...o se ancora sia preferibile non presentarsi alle urne. Sta ora al Movimento riconvincerli a tornare.
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      Chi di speranza vive disperato muore!
    • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
      Può essere... succedeva anche nel passato, non si votava alle elezioni locali ma alle nazionali si votava convinti...
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      Chi deve riflettere, e parecchio, è Beppe, sull'occasione storica buttata al vento!
  • Vincenzo Vigna 4 anni fa
    Complimenti, è comunque un successo. Non ascoltate i disfattisti. Anche con il 5-10% si potranno aprire le scatole di sardine ovunque, l'importante è esserci con persone serie e non "imbarcati" dell'ultim'ora. Non scoraggitevi e fate proposte (qualcuna suggerita anche da me in epoca non sospetta, a cominciare dal proporre di lavorare per 12 gg di seguito escluso solo la domenica) Ciao Vincenzo www.vincenzovigna.it
  • roberto demaestri Utente certificato 4 anni fa
    personalmente non capisco come ancora qualcuno abbia potuto votare gente come Alemanno,ma sono convinto che continuando con l'impegno e l'onestà,i nostri rappresentanti faranno cambiare idea a molti scettici
  • Stefano De Fazi 4 anni fa
    In parte sono d'accordo con il tuo commento: non c'è niente da festeggiare, e anzi sconcerta il fatto che la gente, malgrado abbia assistito al latrocinio e ad altri delitti del PD e PDL, abbia di fatto scelti i loro candidati come sindaci. Però ritengo che ci sia un clamoroso errore del M5S che deve essere rivisto. Non credo che Beppe Grillo Co. conoscano bene gli "italiani" altrimenti non insisterebbero, ora che sono in parlamento, a continuare a diffondere le scelte politiche del movimento tramite questo blog o su facebook. Prima di tutto perché gli italiani sono pigri nel leggere e quindi sono solo una piccolissima percentuale quelli che pur avendo votato per M5S seguono costantemente le pagine del blog. Secondo: perché Grillo dovrebbe sapere che è stancante per la vista, scomodo e difficoltoso, specie dopo una certa età, leggere sul WEB. La vista si stanca si saltano parole e alla fine manco si riflette sul contesto. Terzo: gli italiani sono tra gli ultimi al mondo a navigare sul web (specie quelli dopo i 50 anni di età). Quarto siamo stati abituati per decenni e decenni ad ascoltare le discussioni tra politici, le critiche, le liti in diretta TV, i confronti (a volte con moderatori tutt'altro che imparziali)le critiche ecc. (Vorrei ricordare che Berlusconi ha creato la forza del suo partito grazie alle sue TV e non al web). Oggi assistiamo invece ad una campagna infamatoria contro il M5S, diffusa da TV e giornali.. e il M5S si difende attraverso un blog letto da pochi. Ritengo tutto questo una ingenua e inefficace stupidata. Se il M5S è arrivato dove è arrivato è stato grazie al fatto che prima delle elezioni politiche il PDL e il PD-L non si cagavano di fatto del M5S, pensando che in fondo non sarebbe arrivato lontano. Se lo avessero combattuto coi mass media come fanno ora il movimento non sarebbe il 1° partito in Italia. Quindi: OKKIO a non tornare nel buio! Esponetevi e andate in TV a dire in faccia le cose, non abbiate paura della verità!
  • Gian A Utente certificato 4 anni fa
    Non mi sarei aspettato risultati molto diversi. Anche se molti dicono che non è così, l'informazione aveva argomenti solo per la diaria del M5*, scontrini, e così via. Non ultimo, Report, che ha messo qualche dubbio sul M5*. Credibilità smontata poi dalla rete, ma intanto... Sulla Tav, domenica sera, nulla ha detto circa le Coop rosse...sarà stata una svista. Invece, l'idea di ipotesi di discussione dei Ministri di proporre una bozza di progetto di legge che riveda il finanziamento pubblico ai partiti (da brivido, se letto in un sol fiato) è stata strombazzata come la salvezza del paese. Da rileggere, perchè è il nulla confezionato come un diadema. MPS... Lusi chissà che fine ha fatto... Penati condannato, ma nessuno sa più chi è e perchè ha una condanna...perchè c'è una inchiesta che riguarda i rapporti stato-mafia...si parla di corruzione ma nessun provvedimento che la contrasta... queste notizie sono solo degli sterili titoli. E' la dimostrazione dell'efficacia dell'informazione: Berlusconi condannato da una parte e richiesta di un altra condanna altrove. Risultato: i Pdl ha perso. Il M5* si preoccupa di scontrini e diaria, tralasciando il resto. Il Pd, è il salvatore, ha un Governo che amministra un paese in abissale difficoltà. Stando zitti hanno fatto meno danni di quando dicevano qualcosa. A parte le riflessioni del post, ieri sera facendo zapping ho visto la soddisfazione, l'appagamento morboso rasente la censura, nel vedere certi/e giornalisti/e parlare di flop di Grillo, crollo del M5*, ecc. Mancava la famosa sequenza di "Harry ti presento Sally".
  • adamo ed eva Utente certificato 4 anni fa
    PRENDERE ESEMPIO DA PIZZAROTI. ANDATE AVANTI COSì NON CADETE NELLE PROVOCAZIONI ALTRIMENTI POI DI RIFLESSO IL M5S SARà ASSIMILATO AGLI ALTRI: VEDI VANNO IN TV, VOGLIONO LE POLTRONE, E VIA DICENDO. IL DATO SCONFORTANE E' CHE C'è TANTA GENTE CHE ANCORA VOTA PER LA NOMENKLATURA, A PARTE ROMA. RIPETO LOCALMENTE è MANCATA LA VISIBILITà DEL CANDIDATO E UNA CAMPAGNA ELETTORALE DIRETTA CON I CITTADINI E IL TERRITORIO. LE AMMINISTRATIVE NON SONO LE POLITICHE.
  • Luca Marotta Utente certificato 4 anni fa
    Io non farei un dramma del risultato elettorale, non credo si potesse ripetere il risultato delle politiche, le elezioni comunali hanno bisogno di molto radicamento sul territorio e non è una cosa che si costruisce in un paio d'anni, serve tempo. Sicuramente però penso sia il momento di fare un po' di costruttiva autocritica. Io lascerei perdere quelli che insistono a dire che c'era l'occasione di fare il governo con il Pd per due motivi, uno è che non hanno capito lo spirito del movimento, sarebbe stato uno sputo in faccia ad anni di battaglie, l'altro è che, comunque, non c'è mai davvero stata la possibilità di fare un accordo per noi accettabile, il PD non lo voleva. Detto questo bisogna analizzare gli errori. Sicuramente si deve trovare un modo per selezionare un po' meglio i rappresentanti qualcuno è veramente impresentabile e non fa bene al movimento avere gente facilmente attaccabile. Secondo sarebbe importante trovare il modo di migliorare la comunicazione e di andare in tv, probabilmente i media sono riusciti a far passare una cattiva immagine del movimento (incompetenti, che pensano solo ai loro affari e non fanno niente, arroganti, ecc...) e noi non siamo stati bravi a contrastare tutte le cazzate che sono apparse su giornali e tv. Questo è costato di sicuro qualche voto. Poi i comizi di Beppe parlavano di politica nazionale, non comunale, e questo non va bene ad elezioni locali. Per il resto secondo me in parlamento stanno facendo bene, ci dicono le cose che succedono e questo un po' alla volta pagherà. Penso che per dare nuovo slancio e una nuova immagine più democratica sarebbe fondamentale fare partire al più presto la piattaforma liquida e trovare i candidati più smaliziati che possano andare a parlare in tv senza fare figuracce. Cmq dobbiamo essere fiduciosi, non è stato un dramma...
  • b. v. Utente certificato 4 anni fa
    Stamani ho letto 4 o 5 dei più diffusi e autorevoli(?) quotidiani: tutti i commenti sono contenti il bau bau ha perso Grillo è riverso! se il Paese va male e l'elettorato tace va bene perdio va bene purchè mi salvi io dicevano gli editoriali... L'ALLEGRIA DEL NAUFRAGIO.
  • Paolo Stragapede 4 anni fa
    Dunque il M5S ha perso a Roma. Si, se si paragona alle politiche. Ma chi ha vinto? Esaminando il numero di votanti (fonte Ministero dell'Interno) Il PD(-L): voti ottenuti dal partito 267.605 (precedenti comunali 520.723): calo del 48.61% voti della coalizione CS: 433.714 (precedenti comunali 733.088): calo del 40.84% Non direi Forse ha vinto il PD(+L): voti ottenuti dal partito 195.749 (precedenti comunali 559.559): calo del 65.02% voti della coalizione CD: 323.272 (precedenti comunali 759.252): calo del 57.42% Neanche. Il calo dei votanti per Roma è stato del 27.95% (1.245.927 votanti oggi contro il 1.729.287 del 2008) Dimenticavo: nel 2008 il M5S a Roma ha preso 40.389 voti, nel 2013: 149.655, con una crescita del 270.53%. Se si considera che le elezioni comunali sono comunque "anomale" rispetto alle politiche il risultato ci può stare. Un altro paio di sconfitte così...
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      E' disarmante vedere come giocando con i numeri si cerca di fuorviare delle realtà evidenti: 1) Il vincitore a Roma è l'astensionismo, il che significa che la gente è incazzata! 2) Il calo consistente del M5S significa che tutta questa gente incazzata ha preferito astenersi che votare per M5S, perchè delusa dalle sue politiche e dai candidati proposti Continuate pure a credere di non aver perso... restate sull'aventino e alla prossima il 5% , altrochè il 50%!
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Infatti, se conti l'astensionismo, il dato è imbarazzante per la partitocrazia. L'unico che ha segnato un segno positivo è il M5S. Anche se quello che mi dispiace (e voglio sottolinearlo bene) è la mancanza di senso civico che porta tante persone (oltre il 60%) a non andare a votare. Questo è ALLARMANTE, perché OGGI UNA ALTERNATIVA alla vecchia POLITICA c'E' e si CHIAMA M5S, solo che il prosciutto sugli occhi è difficile da togliere.....
  • carlo circhetta (cccarloccc) Utente certificato 4 anni fa
    Indec
  • Rosella F. Utente certificato 4 anni fa
    L'astensionismo favorisce l'antipolitica e penalizza la democrazia. I prossimi amministratori rappresenteranno solo se stessi. Saluti Ros
  • ELISABETTA C. Utente certificato 4 anni fa
    QUALE' LO SCOPO DI UN MOVIMENTO? MUOVERSI PER IL RAGGIUNGIMENTO DI UNO SCOPO COMUNE. PER ATTUARE LO SCOPO SERVE UNA TELEVISIONE A 5 STELLE, FATTA DA GIORNALISTI A 5 STELLE, CON CONDUTTORI A 5 STELLE E CON PERSONE CHE PENSANO E VIVONO A 5 STELLE!! FORZA E ANDIAMO AVANTI!
  • marco evangelista 4 anni fa
    Tutto vero quello che dici, ma rimane il fatto che di flop sia giusto parlare. Molti rimproverano al M5S di non aver fatto niente nel momento in cui potevano rivendicare qualcosa andando al governo con Bersani.Personalmente credo che l'elettorato del movimento sia diviso in 2 tra chi crede che dovevamo allearci con Bersani e chi no.In ogni caso credo che avremmo perso il 50% di preferenze in queste elezioni. Ben venga che sia rimasto quel 50% che non vuole immischiarsi con quei porci della vecchia politica. Avanti così......
  • giancarlo bianchi Utente certificato 4 anni fa
    Questo lo si poteva scrivere ieri sera e lo si poteva utilizzare comme pannicello caldo. La notte non ha portato dunque consiglio e gli incubi non hanno evidentemente partorito alcun altro commento. Ora è mattino inoltrato e il non aver riposato pesa sui cervelli ancora obnubilati dal successo atteso e non inverato. E.. giù con tutte le scuse che sanno inventarsi i bambini (la comunicazione e poi i fantasiosi blob, tanto blob. Personalmente sono tornato, da vecchio, indietro di 40 anni quando giovane e baldo, militavo nel PD, oggi PD-L. Anch'io adottavo, quando non si vinceva le stesse scuse autoconsolatorie e così lenivo tutti i bruciori e le rabbie. Sono sempre gli stessi sentimenti alla fine quelli che prevalgono. Sono quelli del popolo non ha capito......allora aboliamo il popolo; sono quelli del tutti nemici e quindi sopravviene la sindrome di accerchiamento; sono quelli dell'avere i progetti che guardano lontano... talmente lontano che bisogna inforcare le lenti o quello di arrendersi ai tempi lunghi nei quali saremo tutti morti. Però restiamo puri nel nostro talebanismo sanzionato da "sassu scritto" del nostro "non statuto". Il Vangelo secondo il duo e secondo i tanti pirla che alle necessità del dialogo, mi rispondevano regolarmente perchè ci hai votato? Ora come quelli del callifugo Ciccarelli, quelli soffrono più di me.
  • Federico B. Utente certificato 4 anni fa
    Ciao a Tutti, fuori di polemica, TRITO, RI-TRITO E QUASI BANALE 1) MIGLIORARE LA COMUNICAZIONE - Puntare su NUMERI E DATI (di sprechi, inefficienze, ruberie) VANTAGGI , GRAFICI E CODICE BINARIO (0/1). i numero NON SONO SUSCETTIBILI DI INTERPRETAZIONE, e sono veloci!! 2) MIGLIORARE LA STRATEGIA E 3) SVEGLIARSI. NON SI PUO' PRETENDERE DI CAMBIARE LA PARTITOCRAZIA URLANDO IN FACCIA AI POLITICI CHE SONO LADRI, CORROTTI, PARTITOCRATICI!!!!! mi SEMBRA AUTO-EVIDENTE, OPPURE NO??? cosa fare?? a) TROVARE UN ACCORDO SU 4 PUNTI BASE/MINIMALI CON PD E SMETTERLA DI RITIRARSI SULL'AVENTINO (LEGGE ELETTORALE, TAGLIO PARLAMENTARI, TAGLIO PROVINCE, RIPRESA PAGAMENTI P.A.) NON E' FARE INCIUCI. E' ESSERE SVEGLI: SE NON SI TAGLIA LA SPESA INEFFICIENTE, NON TAGLIERETE MAI LA PARTITOCRAZIA E LA CORRUZIONE: E' BANALE b) PUBBLICIZZARE RISULTATI ACQUISITI C) CONTINUARE CAMPAGNA DI ADESIONI/CRESCITA DEL CONSENSO Come già scritto, è da FESSI FESSI FESSI URLARE IN FACCIA AI MAFIOSI "MAFIOSI" E PRETENDERE CHE TI COINVOLGANO NELLE RIFORME. VOI AVETE MAI OTTENUTO QUALCOSA DA QUALCUNO, INSULTANDOLO??? TROPPO DIFFICILE DA CAPIRE???? NON MI PARE. E' DA FESSI CONTINUARE AD URLARE SVEGLIA E BASTA PIAGNUCOLARE CON EDITORIALI ALLA LIBRO "CUORE" SVEEEEEGLIA
  • franco talozzi 4 anni fa
    Cos'altro potevate aspettarvi; dopo gli errori e le stupidaggini che Grillo è andato seminando e dicendo? Gli italianio vi havevano votato affinchè avreste contribuito a cambiare la pessima politica esistente e gli scempi dei politici, invece avete preferito stare alla finestra a guardare che i cataveri passassero di sotto. Illusioni da dilettanti!
  • Pompilia Cetra (mauriziomio) Utente certificato 4 anni fa
    Abbiamo ottenuto quello che potevamo. Quelli che starnazzano sul blog e si inviperiscono come zitelle inacidite mi fanno solo ridere. Cosa volevamo fare in così poco tempo senza strutture e con tutti contro,pure certi pseudo attivisti che fanno i gufi solo per poter dire "IO LO AVEVO DETTO". SE siete così preveggenti scrivete i numeri del superenalotto sul blog almeno vi rendete utili a tutti !!! Tutti a dare consigli oggi !!! Abbiamo perso perchè non esisitiamo nel territorio !!! I meetup sembrano delle riunioni di carbonari !!! Coinvolgere la gente ecco cosa bisogna fare. Grillo non vi va bene? Chi vi trattiene andate pure !!! Preferisco i servi leccaculi che oggi festeggiano tipo la repubblica e il corriere che i Giuda !!!!
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      Cioè? Cosa avete ottenuto? Ditemelo, perchè sono curioso! Io come il 50% di elettori che si sono astenuti. Cosa ha ottenuto chi ha votato M5S alle politiche? Quanti dei punti del programma sono stati realizzati? Quanti erano realizzabili con una politica differente, senza ritirarsi sull'Aventino? Non chiamarci Giuda, siamo semplicemente persone che si aspettavano qualcosa e che sanno che in politica si deve essere disponibili al compromesso se si vogliono ottenere risultati, altrimenti tanto vale non andare a votare (quello che è successo stavolta, e sono in gran parte ex votanti M5S!)
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 4 anni fa
    Questa mattina ho letto l'articolo di Travaglio sulla sconfitta alle comunali, sono perfettamente d'accordo con l'analisi fatta bisogna ripartire da lì. Il MoVimento è giovane e inesperto, bisogna che la gente impari a conoscere i nostri parlamentari e soprattutto il lavoro che fanno. A Novembre si vota, la situazione economica è destinata a peggiorare sempre di più e l'Italia vorrà cambiare, questa volta davvero, non facciamoci trovare impreparati e iniziamo fin da subito a cambiare rotta: i Di Battista, Di Maio, Nuti etc. devono farsi le ossa iniziando a comunicare con i cittadini in maniera più diretta, la fase due della comunicazione deve inizare subito.
  • francesca r. Utente certificato 4 anni fa
    mi scusi Becchi ma sul territorio il movimento è un disastro,! Una marea di incompetenti , arroganti che allontano le persone per bene . I parlamentari sui territori si sono visti poco e niente e soprattutto non hanno saputo organizzare dei gruppi che funzionino in maniera democratica. Il principio anche alle comunali è stato chi prima è arrivato quello è candidato !! RIDICOLO . Gente che ha preso 10 voti , neanche i parenti gli hanno creduto !!!!
    • Giovanni M. Utente certificato 4 anni fa
      Questo è un ragionamento... i soliti 'estremisti' inconcludenti e amanti dell'onda che ti porta... e che continano a gridare 'siamo i migliori, siamo i più bravi' sono quelli che veramente andrebbero almeno... tacitati
  • LuigiVIs 4 anni fa
    Ammettiamo anche che il M5S si aspettasse qualcosa di meglio, ammettiamo anche che qualcosa non ha funzionato a dovere, succede. Ma che per la prima volta della storia Repubblicana ci sia un movimento che, nei commenti sogghignanti dei più, perde (in elezioni distinte e non omologabili) anche laddove si presenta per la prima volta ....
  • sergio bianchini Utente certificato 4 anni fa
    Personalmente condivido in pieno l'analisi di Travaglio sul Fatto di oggi.
  • Giovanni M. Utente certificato 4 anni fa
    Non semplifichiamo troppo! E non abbracciamoci all'astenzionismo, che se fosse veramente riconducibile a gran parte di nostri elettori in pausa, ci dovrebbe far recitare non uno ma dieci mea culpa. Espongo una mia breve analisi, partendo dal principio che non è la democrazia in crisi, ma la mancanza di veri leader e soprattutto di idee chiare su chi si è, come e dove si vuole andare. Il leader, non è un soggetto che si inventa o che 'cresce' in abbondanza, soprattutto quando le società (intese come popoli, territorio, produttività, welfare, regole) subiscono mutamenti velocissimi, dovuti e generati proprio da leader mondiali estemporanei e/o proposti dalla 'ortodossia' che vacilla, avendo ormai espresso il massimo per questa/quella epoca. E il leader non è tale, se non riesce a formare un nucleo affidabile e coeso. Questo vale tanto nel contesto globale, che in ogni nazione, in ogni città o paese. E veniamo al voto, elemento esclusivo e determinante per l'attuazione della democrazia. C'è il voto d'affezione e/o interessato, che non fa capo ad alcuna ragione o logica, e che solitamente rallenta i mutamenti politici accentuando l'agonia di ideologie/sistemi ormai esauritisi, anche se sono stati positivi e confacenti un periodo storico/politico. C'è poi il voto del cambiamento, della mutazione, della corrispondenza alle nuove situazioni e ai nuovi equilibri internazionali, ma anche periferici, che ne sono seme e alimentano quelli globali. Riguardo al nostro Movimento. Già qualche settimana fa, ponevo sul blog questa riflessione: chi siamo, cosa siamo capaci di proporre (oltre i proclami e il metafisico) e dove vogliamo andare? Tale riflessione non ha trovato molto dibattito, il blog è spesso espressione di 'sparate' estemporanee o si incancrena nella deleteria esternazione di 'siamo i più bravi, siamo i migliori'; o peggio, fa eco a chi grida per aggiudicarsi la solita 'vacca', ma questa va poi adeguatamente alimentata e istruita, altrimenti deperisce e muore.
    • Giovanni M. Utente certificato 4 anni fa
      Scrivo e partecipo perchè credo nel Movimento, come credo che siamo tutti alla ricerca di nuovi equilibri e nuove strade... e cerco di esaminare e fare tesoro della conoscenza e dell'accaduto...
    • silvia conti 4 anni fa
      mi chiedo che scrivi a fare anche tu sul blog con analisi cosi intellettualmente accurate.
  • Alex Risso Utente certificato 4 anni fa
    Sono elezioni amministrative e di conseguenza ha il consenso chi è in grado di promettere favori e appalti e quindi noi, che per definizione non facciamo inciuci, partiamo sfavoriti. Teniamo persente che il 50% non ha votato e del rimanente 50% ne abbiamo preso circa il 10%. Quindi a loro è rimasto un parco elettorale limitato a coloro che di politica ci marciano, politicanti, sindacati, tele-rincoglioniti, pensionati e dipendenti pubblici che comunque come dice Beppe "galleggiano". Di sicuro quello che a noi non ha fatto bene è la campagna di disinformazione e sputtanamento dei media di regime. Secondo me è oramai necessario che Beppe si presenti in TV per preparare le prossime politiche. Quel 50% di astensione stà a guardare se rivotarci o procedere con la rivolta quando questi sfasceranno irrimediabilmente e completamente il paese. Se ce la giochiamo bene il futuro è splendente.
  • francesca r. Utente certificato 4 anni fa
    mi scusi Becchi ma sul territorio il movimento è un disastro,! Una marea di incompetenti , arroganti che allontano le persone per bene e competenti . I parlamentari sui territori si sono visti poco e niente e sopratutto non hanno saputo organizzare dei gruppi che funzionino in maniera democratica. Il principio anche alle comunali è stato chi prima è arrivato quello è candidato !! RIDICOLO . Gente che ha preso 10 voti , neanche i parenti li hanno creduto !!!!.
  • Duna Paschetto Utente certificato 4 anni fa
    Grande. Paolo Becchi ha dato un resoconto chiaro e nitido di questa tornata elettorale. Ciao!!
    • Andrea M. Utente certificato 4 anni fa
      Resoconto...? Nitido...? (chiaro è solo una ripetizione di nitido). Puoi mandarmi il link dell'articolo che hai letto?... sicuramente non ti riferivi a questo.
  • Domenico T. Utente certificato 4 anni fa
    Io credo che il m5s non abbia replicato il risultato delle politiche principalmente per il fatto che con le preferenze la figura personale di Grillo è stata sfumata, stessa cosa è successo alla pdl con berlusconi non più assimilato al capo assoluto.
  • PINA 4 anni fa
    andate avanti cosi, non hanno capito (o forse l'hanno capito ma non vogliono dirlo) che non avete perso ma vinto, adesso ci sono 5 stelle quasi ovunque dove prima non c'erano. Si sa che i partiti tradizionali particolarmente il PD ha uno zoccolo duro ( dovuto a clientelismi vari) che gli è rimasto, nelle comunali il m5s ha guadagnato voti mentre loro hanno perso ovunque.Non possiamo paragonare il voto delle politiche con le comunali. L'unico consiglio che posso darVi è quello di fare come OBAMA, cercate di andare a prendere quelli che non votano, lasciate stare lo zoccolo duro del PD.
  • Lorenzo M. Utente certificato 4 anni fa
    Quella di ieri non è stata una sconfitta elettorale, è stata la certificazione che il M5S non esiste più. E' stato abbandonato dalle masse, che, forse avendo capito poco del M5S, chiedevano una cosa sola: ALLEANZA DI GOVERNO COL PD. Non l'abbiamo fatta perchè non lo credevamo giusto per mille ragioni, e io sono stato fra gli strenui difensori della posizione della non alleanza. Il problema è che facendola non sarebbe cambiato proprio nulla, saremmo stati l'ennesimo soggetto politico a spartire potere e poltrone che come primo atto politico avrebbe rinnegato quanto gridato per le piazze d'Italia e quanto sta scritto addirittura nello statuto. Ecco che le persone, sfiduciate dai partiti e persa l'ultima speranza che aveva generato il M5S, non vanno a votare. E' la rassegnazione. Milioni di persone sono rassegnate ad un'esistenza di stenti e povertà. Chi non lo è espatria. A riveder le stelle ... ma da un'altro emisfero
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      Ma davvero avete la presunzione di essere gli unici depositari di onestà e correttezza? Non credete che esistano anche persone oneste nel PD? Avete perseguito un ideale di "purezza" che ha portato ad un suicidio politico. Le questioni "di principio" in genere sono un'idiozia, specie quando di decontestualizzano! I vostri "prinicipi" ci hanno ridato in dono Berlusconi.... è un po' come quando la chiesa in Africa fa campagna contro il preservativo e ottiene come risultato il diffondersi dell'AIDS. Il mondo non è bianco e nero... e accettare un po' di grigio ci avrebbe dato oggi un governo decente, che perseguisse gran parte degli obiettivi che il M5S si era dato. E il M5S si sarebbe segnalato come il vero cambiamento, su cui far confluire i voti. Se poi il potere rende ladri lo avremmo scoperto col tempo... non è un'equazione esatta!!! Ora l'obiettivo 50% mi pare decisamente lontano... forse togliendo lo zero... Peccato per l'occasione storica buttata!
  • Marco Toscana 4 anni fa
    I 70,60, e i 50 enni di questa penisola chiamata Italia sono tutti informati riguardo la politica ed i fatti attraverso la rete televisivae stampa. Ora se il m5 stelle non impara a conquistare questa grande ed importante fetta di voti non andrà da nessuna parte ... I 9 milioni di voti sono derivati dalla rete, ma adesso molti sono delusi. Cambiare strategia é fondamentale x vincere. Come? Primo passo finanziamo ci un canale sul digitale terrestre! Adesso i grillini sono pronti ad affrontare porta a porta e così via! Uscire allo scoperto andare anche nelle trasmissioni meno affabili e conquistare il pubblico... Forza ragazzi!
  • RGA GRO Utente certificato 4 anni fa
    Caro Beppe ti scrivo..... allora a Roma se facciamo un raffronto con le comunali precedenti (le uniche con le quali è giusto fare un raffronto omogeneo) abbiamo i seguenti risultati: ################################################## 2013 Ignazio Marino -> voti 512720 PD -> 267605 2008 Francesco Rutelli -> voti 761126 PD -> 521880 corrisponde ad una perdita di voti per il candidato di -248406 (cioè il -32,64%) corrisponde ad una perdita di voti per il PD di -254275 (cioè il -48,72%) ################################################## 2013 Gianni Alemanno -> voti 364337 PDL -> 195749 2008 Gianni Alemanno -> voti 677350 PDL -> 560648 corrisponde ad una perdita di voti per il candidato di -313013 (cioè il -46,21%) corrisponde ad una perdita di voti per il PDL di -364899 (cioè il -65,09%) ################################################## 2013 Marcello De Vito -> voti 149665 M5S -> 130635 2008 Serenetta Monti -> voti 44185 Lista amici di BG -> 40473 corrisponde ad un guadagno di voti per il candidato di 105480 (cioè il +238,72%) corrisponde ad un guadagno di voti per il M5S di 90162 (cioè il +222,77%) ################################################## Questa è la realtà, il PD e il PDL sono crollati e il M5S ha aumentato i suoi voti. La domanda da farsi è un'altra: perchè non abbiamo intercettato i voti di quelli che hanno deciso di astenersi ?
    • Guido 4 anni fa
      A Che conti fai. Ma dove vivi. I conti fatti così ti faranno solo batoste. Hai perso malamente perché quel cittadino romano che ti ha votato al parlamento due mesi fa adesso nn ti ritiene in grado di fare nulla per la propria città e la colpa è di come hai gestito la cosa in questi mesi. Conta quanti voti alla camera aveva a Roma il movimento e conta quanti ne ha ora. Quelli che mancano sono di persone che avevo convinto ed hai deluso in tre mesi. Fatti non pugnette.
    • Guy Fawkes V Utente certificato 4 anni fa
      Purtroppo ci sono tante pecore che seguono quello che viene detto in tv. Bisogna trovare un modo per informare tutti.
  • Guy Fawkes V Utente certificato 4 anni fa
    Io mi chiedo solo....ma come si fa a rivotare PD e PDL...dopo lo schifo in cui ci hanno gettati, gli scandali successi, le ruberie, le collusioni, i processi pubblicizzati e quelli insabbiati...ma dove lo avete il cervello, dove l'avete la RESPONSABILITA' verso le generazioni future...E SMETTETELA UNA BUONA VOLTA DI FARE LE PECORE!!!ALZATE LA TESTA!!!!!
  • gaetano B. Utente certificato 4 anni fa
    Mi spiace dissentire con il Professore, ma ritengo che dovremmo fare come Movimento una profonda riflessione, ho visto interpelli in Commissione fatti dai nostri rappresentanti senza che nessuno della base li avesse richiesti e continuo a presenziare alle riunioni plenarie di Genova dove molto poco spazio viene dedicato alla politica nazionale. Ho litigato finanche con mia moglie affinchè votasse il Movimento, per non parlare di amici e conoscenti, e cosa mi ritrovo? nulla. Non cerchiamo di nascondere la delusione che stiamo dando a chi ci ha votato, ma fermiamoci un attimo a riflettere per migliorarci. Possiamo avere avuto paura di partecipare al governo della Nazione, per inesperienza, o per altri motivi, ma se siamo nati per cambiare le cose dobbiamo farlo, altrimenti siamo senza scopo, e allora è inutile che illudiamo noi stessi e le persone che abbiamo convinto a schierarsi dalla nostra parte. Abbiamo detto che l'attuale politica è morta , e che va sostituita, ma se non siamo lì per tentare di sostituirla, allora tanto vale tornare a casa. Pensavo che a livello nazionale valesse il modello che ho visto a Genova, dove i ragazzi che sono stati eletti portano realmente avanti le problematiche evidenziate dalla base, relazionando puntualmente sulle vittorie ma anche sulle sconfitte.Beppe ti ho sempre visto come la nostra tromba, e desidero che tu continui ad esserlo, ma desidero anche che tu ti fermi un attimo sui tuoi passi a riflettere affinchè questo bambino nato dall'entusiasmo, non muoia di stenti, ed ai nostri portavoce a Roma chiedo che siano i nostri portavoce, non portavoce dei problemi del figlio del vicino, o dell'amico del parente. L'Italia versa in condizioni gravissime, non passa giorno senza che qualche parente e amico non perda il lavoro. per come ci siamo messi ormai non possiamo fare niente per aiutarli, ma programmiamo il modo per poterlo fare in futuro, o la nostra sarà stata la rivoluzione piu penosa della storia.
  • Adriano Simonacci 4 anni fa
    Mi dispiace ma sono stradeluso Beppe aveva un'opportunità irripetibile e tanta gente una speranza concreta di cambiare qualche cosa ma quando si vede un Gasparri ed un Cicchitto raggianti per la sconfitta dei 5 stelle mi sembra troppo sinceramente troppo e Sallusti che prende per il culo in modo violento e volgare come solo lui sa fare , scrivere "Grillo circondato" é troppo .La politica é l'arte del possibile Beppe ha preteso l'impossibile,"carpe diem" dicevano i saggi "passato lu giorno gabbato lu santo".Non ti offendere Beppe ma secondo me quando potevi fare qualcosa per noi facendo uno straccio di governo col Bersani te la sei fatta sotto dì la verità molto meglio abbaiare alla luna no?
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      Il M5S odia i professionisti della politica... il contrario di professionisti è pero "dilettanti". Leggetevi" il Principe" di Machiavelli: per quanto cinica è una lettura illuminante! Il fine giustifica i mezzi: se per cambiare l'Italia davvero, e farne un paese dove figli e nipoti possano vivere decentemente, sono disposto a fare un patto col diavolo, altrochè ladri e puttanieri! Questo non lo avete capito, siete rimasti puri e con in mano un pugno di mosche! Il programma del M5S resta un pezzo di carta di cui faranno uso igienico-sanitario. Due o tre contentini per l'opinione pubblica, ma l'Italia resterà uguale, con le mafie, le lobby, i poteri più o meno occulti, i poveracci senza lavoro, le ditte che chiudono e un'oligarchia che decide alla faccia del cittadino. Grazie per aver buttato nel cesso un'occasione storica! Alle prossime il 5%, altrochè il 50%!
    • Guy Fawkes V Utente certificato 4 anni fa
      Si si fare il governo con bersani...che palesemente voleva solo i voti e nient'altro...ma come si fa a considerare di allearsi con uno solo di questi LADRI...Sembra quasi si provi gusto a sguazzare in questa merda in cui ci hanno cacciati pd e pdl dopo anni di malgoverno (e malgoverno lo uso come eufemismo)
  • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
    E' brutto dire "l'avevo detto", ma credo sia il momento di fare il punto. Trovo ipocrita sostenere che il calo era atteso: da un movimento come M5S ci si aspetta che proprio nelle consultazioni locali, laddove la presenza sul campo, la conoscenza delle persone sul territorio, i programmi concreti, siano l'arma in più. Rispetto alle consultazioni nazionali c'è meno necessità di apparire in TV e più necessità di essere presenti. Le istituzioni locali dovrebbero essere più vicine ai cittadini ed i cittadini dovrebbero essere più interessati che i gestori del quotidiano siano persone perbene. La realtà dei fatti e dei numeri è che quel 15% in più di astensione viene quasi tutta da persone che alle nazionali hanno votato M5S e che poi sono rimaste profondamente deluse da come il loro voto è stato usato. Deluse da un rifiuto di "fare" per arroccarsi in critiche sterili. Deluse dall'avere perso l'opportunità di fare tante delle cose che erano scritte nel programma, e che erano alla portata, bastava capire che in democrazia per ottenere qualcosa si deve anche rinunciare a qualcosa. Deluse dall'essersi ritrovati il cavaliere di nuovo in sella a causa di un assurdo atteggiamento isolazionista. Deluse di aver visto, come unico risultato di questo atteggiamento, il crollo suicida del PD, a favore di un redivivo berlusconi. Deluse da Beppe che gli ha dato degli idioti: "se avete votato per noi pensando che avremmo potuto accordarci con i partiti partiti avete sbagliato voto". E allora quelli che hanno sbagliato a votarlo se ne sono accorti e semplicemente non sono andati a votare! Dov'è il 50%? Molto lontano Beppe... e temo sia ormai irraggiungibile: una volta perso il credito di fiducia nella gente è difficile recuperarlo e temo che il M5S abbia perso un'occasione storica per cambiare l'Italia! Ma forse non era questo il reale obiettivo (ed è una delle domande che si è posto che non lo ha più votato)!!!
  • fabio v. Utente certificato 4 anni fa
    L'italiano non vota a caso !!! chi si astiene non gliene frega niente se le cose vanno male, ...poi pero' se non mangia a fine mese da colpa ai politici !!! chi vota PDL guarda solo il tornaconto personale, ...percio' non gliene frega niente se le cose vanno male !! chi vota PD lo vota per religione, ...percio' continua a non fregargliene niente se le cose vanno male!! RISULTATO: per milioni di italiani le cose vanno bene cosi'....xcio' io per me ..e dio per tutti !!! saluti
  • Stefano Mangullo 4 anni fa
    ANCORA QUELL'ATTREZZO DI BECCHI????????????????????? Pensavo - e intimamente speravo - che delle sue cialtronerie non avremmo più sentito parlare dopo le sciocchezze di qualche settimana fa sui "fucili". E invece eccolo di nuovo, questo profondo intellettuale, ad arrampicarsi sugli specchi come il più tradizionale dei politici per "giustificare" una sconfitta. Complimenti e avanti così verso altri trionfali traguardi!!! SM
  • francesco . Utente certificato 4 anni fa
    TRE SONORE SCONFITTE successive alle elezioni politiche, nelle quali vi ho votato: la rielezione di Napolitano con tutte le sue conseguenze, il fallimento alle regionali del Friuli e queste comunali. Non è il caso di riflettere e fare qualche autocritica, anziché cercare solo attenuanti e consolazioni? Certo c'è differenza tra elezioni locali e nazionali, ma non è vero che non ci sia nessun rapporto tra esse. L'astensionismo ha punito più il movimento che altri gruppi. Tutto questo nonostante la crisi che avanza, nonostante il pessimo spettacolo offerto dal PD nelle sue manovre a livello nazionale. Grillo e compagni hanno sbagliato qualcosa, probabilmente nella strategia: il movimento non ha dimostrato di poter cambiare qualcosa, essendo isolato con solo un quarto dei voti e quindi impotente. In ogni caso, le elezioni friulane e comunali confermano che NON POTRA' governare da solo, inutile illudersi. Cominciate a pensarci.
  • Vale P. 4 anni fa
    E' proprio vero che la politica è lo specchio del popolo, e questo popolo fa schifo...più passa il tempo e più mi rendo conto che non c'è speranza di cambiamento nè ora nè mai. Ho vissuto tre anni tra Australia, Nuova Zelanda e Inghilterra e sono rientrata consapevole che l'Italia sia il Paese più bello del mondo...peccato che gli italiani non se ne rendano conto e lo stanno affondando...credo che ripartirò senza ritorno!!! Grazie M5S
  • Graziano Serafini (sgrazx) Utente certificato 4 anni fa
    Sì, ok. Ma questa è l'analisi dell'esterno. Un minimo di autocritica, che se costruttiva servirebbe ora come il pane, suggerisce anche che molti del movimento avrebbero preferito ottenere subito lo stop alla TAV o il salario minimo o la green economy negli ormai famigerati 100 giorni di un governo mai nato per nostro volere, piuttosto che l'attuale governo espressione di interessi e poteri che combattiamo da sempre. Come ho già scritto, chi conosce bene la storia di questo paese e della strana gente che lo abita, proprio perché capisce benissimo il potere e le "deviazioni" dei media perché sono almeno 30anni che gli si contrappone, sapeva benissimo che l'occasione di essere ago della bilancia, data da tanti fattori concatenanti nelle elezioni politiche scorse, non si sarebbe ripetuta... Proprio in base alla nostra visione di partiti, media, banche, lobby... NON DOVEVA RIPETERSI!!! e certo avrebbero fatto di tutto per non permetterlo. E ALLORA? Non lo sapevamo? cosa ci aspettavamo, che si suicidassero tutti e ci regalassero tutto? 1- Se i media fanno informazione, in questo tipo di società la risposta non è uscirne ma cercare di usarli a tuo vantaggio (Beppe che li conosce bene li usa e sa di cosa parlo) 2- Andiamo al sodo e rendiamoci conto che fuori dal movimento non sono tutti mafiosi, corrotti, puttanieri... c'è tanta gente che si sbatte da una vita contro gli stessi poteri combattuti dal movimento e a cui non si può imputare di non essere mai riuscita a cambiare questo paese... non hanno neanche mai avuto il 25% alla camera 3- Rendiamoci conto che nella scelta dei candidati oltre all'onestà, in questo periodo economicamente pessimo, serve tanta capacità e che il contrario di PROFESSIONISTA della politica è DILETTANTE! Con tutto il bene ma (anche se qui il voto è stato soprattutto politico) si può dare la capitale in mano a DeVito? Non siamo riusciti a trovare una personalità a cui affidargli Roma? Certe battaglie vanno vinte!...anche mediaticamente.
  • robertoambroso 4 anni fa
    A me sembra chiaro che se il messaggio di M5S che ha funzionato era "tutti a casa", perfetto per la politica ed il parlamento a livello nazionale, lo stesso messaggio perde significato a livello locale, dove si vota la persona che deve fare il Sindaco e non altro. Io ho votato per una persona che mi convinceva di più, rispetto al candidato sindaco di M5S. Penso però che non si debba cambiare linea: restiamo diversi dagli altri e dimostriamo che i cittadini possono governare il paese senza partiti. Se pensate che a Roma De Vito (sconosciuto fino a ieri) ha preso poco meno della metà dei voti di Alemanno (sindaco uscente), a me sembra un miracolo, piuttosto che una sconfitta...
  • MaxP 4 anni fa
    Allora tempo fa scrissi che sembravate un po confusi perchè a mio parere sembrava che stavate subendo troppo il pressing del pd che intanto preparava il campo per il governo con il pdl, mi dispiace ma quello è stato il momento cruciale ma non per sottomettersi al pd ma per rilanciare, per giocare d'attacco e alzare la posta. Quello che è successo è che oltre ad essere ingenui, avete fatto calcisticamente parlando catennaccio alla trapattoni, vi siete rinchiusi e state subendo da dopo le elezioni quotidianamente un fuoco incrociato dal pd e dal pdl.E' come se stesse giocando una partita di pallone una squadra di metà classifica contro le prime due della classifica. Ma la soluzione non è rinchiudersi ed aspettare. ADESSO BASTA! NON è più il momento di aspettare! Io, come tanti altri ci crediamo veramente nel M5S e continueremo a votarlo, ma è ora di aprire le menti, essere ELASTICI ed adattarsi e soprattutto dovete smettere di subire e cacciate le p***e! capisco che bisogna soprattutto lavorare a testa bassa sulle cose concrete ma basta subire ed incassare! Tutti i media televisivi vi stanno massacrando ogni giorno, Agorà ad esempio tutti i giorni mostra interviste (costruite ad arte) di persone che dicono che vi hanno votato e non voteranno più M5S. Il conduttore stesso con sberleffo ogni volta che vi chiama "grillini" dice che non fate niente, ed oggi vi hanno dedicato una trasmissione tutta per glorificare la sconfitta nel MS5. A me viene da spaccare la tv quando li vedo, ma anche gli altri talk show che a rotazione dalle 8 di mattina fino a notte inoltrata non sono da meno e vi sparano delle bordate mediatiche pesantissime. Su di me non fanno presa, ma su chi è lobotomizzato dalla tv e sono 3/4 della popolazione Italiana purtroppo si. Vedete cosa dovete fare perchè cosi non riuscite a sostenere ancora per tanto il fuoco mediatico del regime PD+PDL. Quindi datevi una mossa, e portate a termine entro BREVE le vostre proposte. Forza! siete l'unica speranza!
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      L'analisi è semplicissima: la gente che alle nazionali ha votato M5S si aspettava un cambiamento. Il cambiamento non c'è stato, ma i motivi per cui si è andati all'inciucio sono stati dalla gran parte della gente imputati all'atteggiamento intransigente del M5S nei confronti di Bersani. Quindi chi sperava in un cambiamento che non c'è stato (anzi!) stavolta semplicemente non è andato a votare. L'aumento in astensione corrisponde numericamente al calo del M5S... vorrà dire qualcosa o no? Non fare un accordo con Bersani è stata la ca***** del secolo!
  • Cesare Biagiotti 4 anni fa
    Penso che il significato sia molto semplice: le persone che avrebbero rinunciato a votare per le politiche hanno votato M5S, nelle comunali hanno continuato a non votare. Questi sono gli argomenti da approfondire, anche perchè una differenza tra politiche e amministrative era fisiologica, però reputo sia stata eccessiva.
  • Maurizio R. Utente certificato 4 anni fa
    SECONDO ME IL RISULTATO E' IL SEGUENTE IL PD SI è VENDUTO L'INCANDITABILITA' DEL NANO IN CAMBIO DELLA RIPRESA SUL TERRITORIO DEI SINDACI IL TUTTO A DISCAPITO DI UN RISULTATO MEDIATICO CONTRO IL M5S Il 50% degli Italiani e sfiduciato infatti non ha votato. Il M5S non ha dato i risultati sperati, forse il messaggio di cambiamento immediato è sbagliato. ATTENZIONE NON BUTTIAMO LA SPERANZA DEL M5S OPPURE NON AVREMO PIU' NULLA Questa mattina la prima notizia di giornali e tv è " FALLIMENTO del M5S " secondo me dovrebbe essere " FALLIMENTO DEGLI ITALIANI" grazie
  • flavio daniele 4 anni fa
    Fate e pubblicate l'esamina dei voti per singoli partiti e non per coalizioni/schieramenti, cosi noterete che non é proprio andata male. M5S doveva scontare i voti PD di protesta. Parte degli elettori provengono da quell'indirizzo politico e sono ritornati all'origine. Una cosa è certa, le iniziative dei gruppi alla camera e al senato devono essere pubblicate, con cadenza regolare, per informare tutti, anche chi non vi vota ma legge, compreso il dissenso alle proposte altrui. Comprese le cosidette sconfitte e senza timori.
  • Renzo Doria Miglietta () Utente certificato 4 anni fa
    Come mai Grillo non fa mai autocritica? Se cominciasse a essere un pò meno intransigente il movimento ne guadagnerebbe parecchio.IL DIALOGO E' ALLA BASE DELLA DEMOCRAZIA,BISOGNA PARLARE CON TUTTI,ANDARE IN TELEVISIONE....USARE GLI STESSI MEZZI DEI PARTITI MA SBANDIERARE LE IDEE DEL NOSTRO MOVIMENTO....ESSERE PURI E DURI NON SERVE A NIENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • sergio g. Utente certificato 4 anni fa
    Io non ho votato grillo , perchè pensavo che m5s non avesse persone pronte a governare ma che potesse dare stimoli forti magari alleandosi con il pd. La delusione ora per m5s è però totale, rivoluzione del tipo dittatoriale di cui non abbiamo più bisogno,populismo superiore a quello di berlusconi, persone scelte chissà come e da pochissimi . Direi che quando una rivoluzione fallisce per i propri errori , tutti debbano tornare a fare il proprio vecchio lavoro, ma penso che chi ha ora una poltrona non la mollerà più....
    • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
      Anche tu ti illudi che i partiti mettano persone preparate...infatti si vede dove l'Italia è arrivata per colpa di questi... Senza M5S c'è la morte della partecipazione e della sana politica... la politica a questo punto ritorna ad essere solo un mestiere...
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Lucida analisi del contesto attuale socio/politico. Dimmi che cosa dei tuoi punti adesso NON C'E'? Se riesci a ragionare su questo forse "aprirai gli occhi" ed invece che guardare il dito vedrai la luna..... :-)
  • Daniele Zaghi 4 anni fa
    Minimizzare è un errore, grande. Differenziare tra elezioni politiche e comunali sa un pò di vecchio linguaggio della politica. Serve un pò di autocritica per recuperare quella parte di elettorato che con entusiasmo si era riavvicinato alla politica grazie al MoVimento ma che poi forse ha visto deluse le proprie aspettative. E non sarà semplice, e se si perde la forza popolare CinqueStelle rischia di diventare un movimento di nicchia per affezionati del web. Cercare il voto dei cittadini nelle piazze e poi dire "avete sbagliato a votarci..." forse è stato un errore che ha portato anche a questi risultati. I cittadini hanno votato CinqueStelle in Febbraio anche perchè forse si aspettavano con il loro voto un cambiamento reale della politica, una speranza che è insita nell'organizzazione e nelle idee del MoVimento ma che, evidentemente, è andata delusa. Adesso si è tornati alla totale mancanza di fiducia verso la politica, tutta, MoVimento CinqueStelle compreso, e, complice l'informazione giornalistica che lavora per i vecchi partiti, l'astensionismo sta riprendendo la sua inesorabile marcia, rafforzato dalla delusione. Forse ascoltare anche chi ci vota può aiutare.
  • Domenico S. Utente certificato 4 anni fa
    Beppe quello che titolano i giornali non è rilevante, ma credo che il M5S debba fare una profonda analisi (cosa non ha funzionato e perchè)di questa tornata elettorale. Ci sono stati tantissimi astenuti che ipoteticamente potevano votare il M5S, ma se hanno deciso di non votare, magari significa che la gente non crede e non ha fiducia neanche più nel movimento. Sono convinto che bisognerebbe rivedere la strategia di comunicazione e cosa molto importante, sostituite Crimi e la Lombardi, mettete persone che siano più capaci e fateli intervenire di più nei TG. La stampa di regime vi distrugge però anche voi gli state dando una grossa mano
  • Gabriele M. Utente certificato 4 anni fa
    GLI ERRORI DEL MOVIMENTO 5 STELLE Visto che il M5S sembra mancare di autocritica, voglio farla io un po’ di critica, dato che l’ho votato… Gli errori commessi dal M5S sono principalmente due: 1)Essersi trasformato subito da MOVIMENTO in PARTITO: la differenza tra movimento e partito è che un partito fa quello che dicono i capipartito, mentre un movimento fa quello che dicono i suoi elettori, anche se va contro i suoi principi. Bene il M5S, da subito dopo le elezioni, ha dimostrato di fare quello che dicevano i suoi capi e non quello che chiedevano i suoi elettori, equiparandosi ai partiti tradizionali e così vanificando il motivo del suo successo elettorale. Per dirla alla Crozza, il M5S “si è partitizzato!” 2)Il secondo errore è figlio del primo: essersi rivelato INCONCLUDENTE. Quello che, secondo le speranze di chi lo aveva votato e sostenuto, doveva essere il principale attore del cambiamento in Italia si è auto-relegato ad un ruolo di sterile opposizione, per volere dei suoi capi e di una ristretta minoranza di esaltati, che ora paiono ben contenti del risultato raggiunto (contenti loro… a me il M5S non ha cambiato niente nella vita e, tutto sommato, è come se non esistesse, in una parola ININFLUENTE). Quindi, perché mai la gente a questa tornata elettorale avrebbe dovuto votare un PARTITO INCONCLUDENTE? Ce ne sono già tanti! Perciò, ha preferito rimanere a casa. Insomma, mi dispiace dirlo, il M5S così com’è oggi si è rivelato un flop, un’illusione, perché in effetti non era quello che la gente sperava: ricordo che il blog di Grillo è nato con fini demolitivi, non costruttivi e, se il M5S continua ad identificarsi con il blog di Grillo e con Grillo stesso, sarà sempre bravissimo a distruggere, ma incapace a costruire alcunché. Un vero movimento dovrebbe identificarsi con i cittadini, non con chi lo manovra dall’alto. E poi ci vogliono più competenza e senso di responsabilità da parte dei parlamentari 5 stelle. Sinceramente, mi aspettavo qualcosa di più!
  • Illy 4 anni fa
    BEPPE GRILLO E GIANROBERTO CASALEGGIO, OSSIA COME GESTIRE MISERAMENTE UN RISULTATO ELETTORALE EPOCALE!... Mi spiace dirlo, perchè adoro Beppe (Casaleggio non lo conosco, quindi non mi pronuncio), da niente ha fatto tanto, spendendosi fino al limite dell'umana resistenza nelle piazze. Senza tv e senza soldi, o quasi, in tre anni ha portato un manipolo di persone che si scambiava idee sul blog e occasionalmente si ritrovava nelle piazze ad essere praticamente il primo partito in Italia. Ora questa stessa testardaggine a "non voler scendere a livello degli altri", unita alla paura di farsi fagocitare dai media sta distruggendo questo miracolo. Beppe non dà mai il permesso ai suoi di replicare a tutta la merda che ci sparano addosso in tv, o sui giornali. Beppe non pubblicizza, se non in piazza o nel blog, quello che i nostri parlamentari stanno facendo. Eppure persone come Crimi o di Battista sanno tenere testa ai giornalisti in tv, l'hanno dimostrato. Tranne un'intervista dall'annunziata e a sky tg 24 (che non tutti hanno), il vuoto più totale. I nostri sono "quelli che prima avevano promesso di restituire la diaria e poi ci hanno ripensato", ecco per cosa vengono ricordati. La macchina della merda ha funzionato alla grande, e noi niente. Non si sa cosa i M5S propongono, non si sa niente. Settimane a parlare della nostra parlamentare che non ha stretto la mano a Rosy Bindi (sbagliando) e poco o niente sulla kyenge che non la stringe al capogruppo della Lega Morelli. Funziona così, merda addosso a chi non conviene. E noi NIENTE!!! Eppoi Beppe, lascia che te lo dica: LA GENTE NON HA CAPITO E NON HA DIGERITO CHE TU NON ABBIA FATTO L'ACCORDO COL PD. Poco importa del video della piddina Marina Sereni, non gli è stata data importanza, la gente sa solo che "si poteva fare qualcosa assieme a Bersani e si è scelto di non farlo". Questa non te l'hanno perdonata, i "grillini" sono quelli che dicono NO , punto! Come la mettiamo?
  • angelo56 martinelli Utente certificato 4 anni fa
    Noi italioti non impariamo dalla storia. Siamo un popolo con un grande passato e di memoria corta. Di rari geni e moltissimi gretti ignoranti. Non azzardatevi a commentare queste votazioni in vomitevole stile partitico!!! Il messaggio è forte e chiaro. La strategia del MoVimento ha ricacciato nell’astensione gran parte dei cittadini che avevano sperato nella capacità di realizzare un rinnovamento positivo della politica, nella la liberazione dell’intelligenza e della ragione dalla cappa diabolica dei partiti e del berlusconismo. Totò prendeva gli schiaffi e rideva: “mica sono Antonio”. Volete ripetere la stessa scenetta? Non tutto è perduto. C’è ancora la piena possibilità di realizzare l’auspicato cambiamento. È necessario però cambiare completamente la strategia. L’Italia è un paese avvelenato, intossicato, drogato… bisogna depurare, eliminare le tossine, ma la cura è lunga e difficile. Nessun malato grave guarisce per imposizione delle mani o per grazia ricevuta, chiunque affermi il contrario non è altri che un ennesimo millantatore. Grillo, visto che lo hai voluto fare, adesso non puoi tradirci, non puoi deludere! Hai preso sulle tue spalle la nostra speranza e il nostro futuro… questa responsabilità è tua.
  • Roberto Q. Utente certificato 4 anni fa
    La TV secondo me non c'entra nulla. Fin'ora è stata forse un serio ostacolo? Se la proposta è buona basta il Web e il passa-parola, come si è già ampiamente dimostrato. Secondo me il vero problema è che la strategia politica scelta a livello nazionale ha fatto perdere molto dell'entusiasmo alle persone che si erano avvicinate per la prima volta al M5S. Ci si aspettava di vederlo al governo, il che, contando 1/3, voleva dire anche capacità di mediazione e compromesso con le forze "meno marce" per iniziare un cambiamento positivo ORA. Questo non è avvenuto e ci si è invece arroccati su una posizione "purista" e pretenziosa (avere il 51%? Ma quando ?!?) che voleva di fatto dire chiudersi in una sterile opposizione fatta di mugugno e non in grado di agire (voi proponete e noi votiamo di volta in volta?!? Prendersi qualche responsabilità diretta in più no??). Parlo per me: alle politiche avevo diffuso un messaggio positivo, perchè ci credevo. A questo giro non sono andato a votare nemmeno io e non ho diffuso alcun messaggio positivo tra i miei amici/parenti/colleghi/ecc. anzi semmai una certa delusione. È assai verosimile che così abbiano fatto in molti per cui le fila degli astenuti sono state di molto ingrossate da potenziali votanti M5S. Spero serva di lezione e non si minimizzi o si cerchino giustificazioni inverosimili, come sembra fare l'autore di questo articolo. Un cambio di rotta è necessario se volete riconquistare fiducia e stimolare nuovamente la partecipazione. Infine: BASTA MUGUGNO NEL BLOG!! Siete capaci di pubblicizzare le cose positive fatte, al posto che stare sempre a presentare polemiche e cose che non vanno? Per quello c'è già la Gabanelli Co. Serve qualcuno che passi dalla denuncia alla SOLUZIONE! Se questo sarà il M5S tornerà inevitabilmente a crescere!
    • Emilio G. Utente certificato 4 anni fa
      Niente più di una delusione allontana dal voto (anche se è un errore). E Beppe, mi spiace dirlo, mi ha profondamente deluso, e come me pare almeno un 15% degli elettori (in gran parte suoi)
    • Giuseppe C. Utente certificato 4 anni fa
      Se credi nel cambiamento, vai e voti comunque qualcosa. Altrimenti questi sono "cotte" repentine. Un rapido ritorno al passato, bravo!
  • riccardo a. Utente certificato 4 anni fa
    L'M5S non è affatto crollato. E' alla dimensione che ci si aspettava. A febbraio c'era stato un exploit che era una bolla. Il 12/13% è una base solida, di elettori consapevoli di che cosa è il M5S i restanti 12/13% non sapevano nulla dei 5 stelle e sono stati spaventati dai media e dall'offensiva scatenatasi in questi 3 mesi. Dovete fare i conti con una parte dell'elettorato che è connivente con questo grumo di potere (evasori, corruttori) una parte di impiegati pubblici che vogliono mantenere lo status-quo, pensionati che gli basta avere la pensioncina mensile e se ne sbattono dei giovani disoccupati. E' un paese dove non c'è coesione e solidarietà, ma solo egoismo e lobby e che futuro ci può essere?
    • GRAZIANO B. Utente certificato 4 anni fa
      Ma che dici ? Come Beppe offendi i cittadini, io non sono COLLUSO !! I miei figli sono precari ! BEPPE csa fa per loro ? Risolve tutto con un VA A FA ! Anch'io potrei farlo con i grillini, ma non risolverei niente. COLLUSO A CHI ?
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Hai ragione Riccardo, ma so che come la varicella, prima arriva un brufolino, poi un'altro e la mattina seguente ci si sveglia pieni zeppi. Noi dobbiamo imparare dai virus, essere il virus BUONO che infesterà prima o poi le menti e le intenzioni dei nostri amici, colleghi, vicini, parenti, ecc, ecc. Informiamoli, rendiamoli partecipi alle decisioni; troppo tempo è passato senza che ci sia mai stata la possibilità per i cittadini di "scegliere" cosa sia meglio per il paese. Tutti sono "assuefatti" dalla "rassegnazione", che toglie senso civico e libertà di pensiero....
  • Sofia G. Utente certificato 4 anni fa
    Chi dice che è normale che il m5s vada male alle amministrative forse non si ricorda che solo un anno fa entravamo al ballottaggio di Parma e la vincevamo
  • marco aurelio Utente certificato 4 anni fa
    si arrampica sugli specchi il Carlo Marx dei grillini....
  • marioz o. Utente certificato 4 anni fa
    Quelle associazioni per delinquere chiamate Partiti Storici festeggiano. Questo è il sintomo più evidente, la cartina da tornasole che hanno perso qualunque dignità , qualunque misura etica che li avvicini alla dimensione di strutture al servizio dello stato e dei cittadini. Si tratta invero, e i fatti diqueste ore lo stanno a dimostrare, di apparati di potere di lobbyes e di comitati d'affari che non sono interessati allo stato in se, o ai cittadini, ma utilizzano quelle strutture per il loro unico tornaconto personale di cosca. La carenza di una seppure remora etica o morale nell'analisi di un voto che mostra sempre più allarmante lo scoramento del popolo italiano verso i suoi rappresentanti istituzionali, mostra, se mai ve ne fosse bisogno, che questi sono più interessati a continuare ad evadere il fisco per le loro società di lottomatica e di gioco d'azzardo, piuttosto che a rilanciare l'economia, sono più interessati a perpetuare i loro stipendi e pensioni faraoniche piuttosto che rinvigorire lo spirito della Res Publica, sono più interessati a depredare i risparmi dei cittadini imbucandoli con nuove tasse in quel buco nero che si chiama finanziamento ai partiti e all'editoria (amica), piuttosto che ridurre i carichi fiscali alle imprese che creano lavoro. Di tutte le iniziative intraprese dal M5S in questi mesi non un giornale, non un artivcolo, non un servizio TV dei servi di regime ha riportato una riga. Loro stanno portando il paese alla catastrofe, toccherà al M5S di salvarlo.
  • andrea s. Utente certificato 4 anni fa
    Va bene l'astensione e tutte le attenuanti del caso, ma il m5s doveva stravincere alle comunali (come altri hanno commentato, essendo un movimento dal basso, le amministrative sdovrebbero essere il nostro pane quotidiano). E questo accade mentre il governicchio PDL PD-L passa il tempo in battibecchi, e la stampa non perde occasione per spalare merda in prima pagina sul m5s. Credo sia giunto il momento di combatterli sul loro campo, i mass media, presentando gente capace (Crimi, Di battista, Barbara Lezzi...). Siamo tutti bravi e convinti su 'sto blog, ma siamo noi attivisti/interessati/curiosi/troll del pd che andiamo a cercarlo, mentre dovrebbe essere il blog a "raggiungere" le masse e presentare le cose così come sono realmente... così forse mia zia la smetterebbe di votare DC!
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Toglile il saluto, che fai prima. Se tua ZIA non pensa al futuro dei suoi nipoti, forse non è degna di essere tua ZIA. Se NOI che siamo sul blog, siamo attivisti (chi più chi meno) e crediamo nel programma e nel NON STATUTO, allora possiamo fare la differenza e quindi provare a dissolvere i dubbi di chi per "partito preso" vota e continua a votare con il mal di pancia perché altro non può dcidere di testa sua, mancando di "conoscenza" e di "responsabilità".
  • paolo gargano 4 anni fa
    Non avete ascoltato i cittadini moderati che vi avevano votato perchè vedevano in voi una reale possibilità di cambiamento.Tutti quelli che sul blog vi invitavano a fare, a entrare in un governo per cambiare,li avete definiti schizzi di merda. Avete dimostrato di non ascoltare la voce della maggior parte dei cittadini che speravano in voi per dare soddisfazione alla parte oltranzista del movimento. Questo è il risultato.
  • Orazio Parisi Utente certificato 4 anni fa
    E' ridicolo segnalare la sconfitta elettorale del M5S. Senza dire, oltretutto, che nessuno ha vinto, che nessuno può vincere quando perde la democrazia italiana col cinquanta per cento dei cittadini che non vanno a votare. Certo, il M5S, senza una presa di coscienza generale della situazione di crisi che sta attraversando il nostro Paese e il Mondo intero, senza una "svolta" seria e profonda nei partiti che hanno occupato le istituzioni democratiche, cosa può fare veramente e realmente? Qualcuno pensa che con gli inciuci si possano risolvere questi problemi così gravi e radicali? Il M5S può accettare di perdere elettoralmente, pur di conservare la propria natura di movimento di cittadini contro ogni tipo di inciuci. Ma, una cosa va sottolineata: paradossalmente, questo momento di "ridimensionamento" elettorale del movimento può servire per fare molta più chiarezza fra gli attivisti, evitando soprese future del tipo di quelle dei vari Mastrangeli o peggio. Infatti, coloro che già, a primo risultato negativo, "fingono" di essere delusi e attaccano Grillo e Casaleggio, stanno togliendo finalmente la maschera, e questo è positivo per il M5S. Malum quidem nullum esse sine aliquo bono.
  • andrea v. Utente certificato 4 anni fa
    grazie M5S per quello che state facendo, non mollate....il risultato delle elezioni di ieri ci ha dato conferma che gli italiani si sono meritati quello che la vecchia politica ha fatto all'italia siamo un branco di caproni
  • elena bedogni 4 anni fa
    Caro Beppe, sicuramente la stampa veicola i fatti, i gesti, le parole, l'intera informazione a favore sempre e comunque dei partiti di potere. E questo non aiuta. Non aiutano il M5 neanche coloro che sono stati eletti alle ultime elezioni politiche. Discutono sulla diaria, vengono ammaliati dal sistema televisivo. Ognuno vale uno? No, non credo proprio. Sono come tanti altri che quando arrivano al potere ne rimangono intrappolati e folgorati. Volevamo che le idee, le tue idee camminassero con le gambe della concretezza dopo l'ottimo risultato ottenuto alle nazionali. Così non è stato! Anche io non penso che ci sia stato un Flop del M5 alle amministrative ma potrebbe esserci. Il neo del M5 sono le persone che vi militano all'interno e che una volta eletti si muovono come mine vaganti e presto faranno saltare in aria tutto il tuo lavoro. E questo già, se non te ne sei reso conto, sta facendo perdere di credibilità il Movimento. Io credo in te in quello che dici, io voglio veramente un cambiamento. Secondo me devi risolvere il problema dei cittadini, così come li chiami tu eletti nel M5. Saranno proprio loro a distruggere il Movimento e avranno fatto il gioco degli altri partiti. Non sarà né il PDL, nè il PD a vincere sul Movimento, sarà il M5 medesimo ad autodistruggersi. PECCATO!!
  • Aldo Messina 4 anni fa
    Ma che ipocrisia. Perché non ammettere che stare stare affacciati ad un ponte aspettando che prima o poi possa passare il cadavere del nemico senza fare nulla per combatterlo, è una cazzata enorme? Si parla di clientele per spartire i voti giustificando la vera situazione di sconfitta. Meditate M5S. Meditate e forse anzichè parlare solamente fate qualche cosa di costruttivo o vedrete sfilare non solo gli elettori ma anche gli "onorevoli cittadini" Aldo
  • Cesare Biagiotti 4 anni fa
    Caro Becchi, Sono d'accordo che una flessione tra politiche e amministrative fosse preventivabile, ma la differenza è troppo elevata, in più conferma i dati dei sondaggi che vedono M5S in forte calo di consensi. Dire che la democrazia è malata è una frase senza peso, anche perchè non serve a capire il perchè del crollo di fiducia a M5S. Poi sono sempre stato contrario ai denigratori e a coloro che si lamentano sempre: se vedi qualcosa che non funziona taci e fai di tutto per farlo funzionare. Spesso chi si lamenta o non fa altro che spargere letame costituisce parte del problema.
  • Stefano 4 anni fa
    Avevo convinto mia zia , aveva votat M5s , lei pensionata... Si è lasciata convincere dai talk show ... E alla fine nonso chi abbia votato ma non m5s , la ragione è stata ... Perchèintv non ne hanno mai parlato e non hanno fatto nulla al governo... Forse è il caso di capire che gli Italiani medi sono piuttosto arretrati nell'uso delle tecnologie e forse il messaggio arriva piu ai giovani .... Nonostante mia Zia sappia usareil pc non è servito
  • Alessandro La Tessa 4 anni fa
    Ma avete notato che su tutti i mezzi di informazione la notizia è "il crollo del M5S" ? Una volta le notizie erano il crollo del PD o del PDL, ora tutti si concentrano sul M5S, quasi che fosse lo spauracchio, il nemico sconfitto. Al di là del risultato ottenuto dal M5S (onestamente mi aspettavo qualcosa di più, ma dovremo analizzare i motivi del non successo), non mi sembra che gli altri partiti abbiano avuto questa tremenda crescita di consenso. Mi fa piacere sentire queste esultanze dei partiti sul fatto che il M5S non sia presente ai ballottaggi. Mi fa piacere vedere il terrore che avevano i partiti per un eventuale ballottaggio con il M5S. Il sintomo è chiaro: hanno paura del movimento, del cambiamento, del popolo che si interessa della politica in prima persona. La strada è quella giusta, bisogna correggere il tiro e analizzare le risposte di questa campagna elettorale per non commettere gli stessi errori nelle prossime. Forza M5S.
  • Giuseppe catania 4 anni fa
    LO SCONFITTO È COLUI CHE VENDE IL PROPRIO VOTO... Sconfitto é anche colui che compra voti x una manciata di euro. Con i finanziamenti pubblici ai partiti si crea una specie di mercato nero,difficile da opporre. Questa è la nostra Italia...da cambiare.SUBITO!!! Terra corrotta. Democrazia destinata a morire e ridotta ai minimi termini.
  • ANTITALIOTI 4 anni fa
    Il problema è che gli italioti sono in gran parte un popolo di pecoroni, pigri e passivi e smemorati (al netto dei mafiosi/evasori ovviamente) Per svegliarli (e i risultati saranno comunque graduali nel tempo) ci vuole l'impegno di TUTTI. Ma chi dovrebbe farlo (voi) per l'80% viene qui per fare il suo commentino su questo blog e non si impegna in prima persona. Ad esempio : perchè questo link ha solo 10 like e 3 condivisioni, nonostante lo abbia postato piu di una volta? http://www.lincredibileparlamentoitaliano.yolasite.com/cloaca-italia.php NE DOVREBBE AVERE 300.000 DI CONDIVISIONI QUESTA VERGOGNA MONDIALE CHE VA AVANTI DA 20 ANNI Svegliatevi, cazzo!
    • Antitalioti 4 anni fa
      E il 21-06 sarò pure a Roma Da perdere non abbiamo più niente (se non lo avete ancora capito) https://www.facebook.com/pages/Questa-%C3%A8-L-Italia/240152065998077
  • salvatore valenza 4 anni fa
    Come al solito chi va a votare, chiude gli occhi e mette un segno sui partiti tradizionali, questo purtroppo mi fa sorgere un grande dubbi nei confronti degli elettori del PD e e del PDL. Cosa dobbiamo ancora sopportare per vedere qualcosa di nuovo nella politica italiana? Abbiamo o no capito in quale disastro socio-economico ci hanno trascinato? Io voto M5S perchè voglio vedere un cambiamento radicale della politica, non un cambiamento progressivo che porti all'insabbiamento delle riforme politiche volute dai cittadini per mantenere lo status quo. Se questo deve essere il futuro del paese vuol dire che diserterò le urne, così cari amici dell'alleanza di governo deciderete il mio futuro e anche quello dei miei figli assumendovi tutte le responsabilità che vi competono dinanzi alle prossime generazioni.
    • GRAZIANO B. Utente certificato 4 anni fa
      Se non gli vuoi bene tu ai tuoi figli chi dovrebbe? Mi disoiace solo per i tuoi figli.
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Non lo devi fare, sono quelli che non si prendono in carico i DOVERI CIVICI che hanno permesso per anni tutto questo. Non smetterò mai di dirlo, il voto è un DIRITTO/DOVERE, quindi lo devi esercitare perché qualcuno è morto per fartelo avere (DIRITTO) e lo devi esercitare perché è un tuo DOVERE contribuire alla civiltà di questa società. :-) Se ti lasci distruggere le speranze, il colpevole sei tu, non chi attenta alle stesse.
  • stefano t. Utente certificato 4 anni fa
    Ragassì ma la gente vota ad occhi chiusi, non va ai comizi, non legge i programmi..ascolta un tg5, tg3 legge un "giornale" un "corriere" e crede di essere informata. L'ignoranza è forza non dimenticatelo. Ora siamo tutti politologi ma la verità è che la gente non vuole sapere e secondo me alla fine fa bene..io mi sto ammalando di fegato e di ipertensione a seguire tutte le marcerie che succedono ogni giorno senza smuovere la situazione di un millimetro.. no non fa bene lo so, però vive meglio vedendo il mondo diviso fra buoni e cattivi, noi e loro..razzisti col cuore buono.. ho paura che prima o dopo succeda veramente un patatrac e dopo sarà tardi.. sono veramente sconsolato, sentire parlare di bipolarismo senza rendersi conto di non parlare di politica ma di psichiatria diobono!!
  • DARIO C. Utente certificato 4 anni fa
    IL PROF. BECCHI SOSTIENE CHE IL FATTO CHE UN CITTADINO ITALIANO SU DUE NON SIA ANDATO A VOTARE SIA SEGNO DI CRISI DELLA PARTITOCRAZIA. VORREI FARGLI NOTARE CHE A ROMA C'ERA ANCHE UN NOSTRO CANDIDATO E CHI NON HA VOTATO HA PREFERITO STARSENE A CASA ANZICHE' VOTARE NOI. IO INVECE COMINCEREI A PENSARE A UN CAMBIO DI STRATEGIA PARTENDO DAL DATO NEGATIVO CHE QUASI LO 88% DEI ROMANI NON CI HA VOTATO. COSA NE PENSATE? SALVE A TUTTI.
  • Antonello M. Utente certificato 4 anni fa
    Io sono un ex votante pdl ,ed ho votato Grillo e i 20 punti.Non ho votato per 4 compagni al bar,non ho votato per Rodotà o Prodi,non ho votato per lo ius soli,non ho votato per i matrimoni gay,non ho votato per assumere vigili per tassarci ancora,non ho votato per gli esodati,non ho votato per i cassaintegrati.Io ho votato per un sogno ,una società diversa se ho capito male ditelo perché ho la netta sensazione che gli eletti del m5s siano confusi.Il m5s deve urlare agli Italiani i 20 punti senza tentennamenti e lasciar perdere il sistema mafioso del pd che è molto duro da abbattere
    • Franco Spallanzani Utente certificato 4 anni fa
      Un ex elettore di Dell'utri, Cuffaro, Cosentino, B. stesso, ecc.ecc. che parla di mafia nel PD mi fà un po' ridere, se permetti.
    • GRAZIANO B. Utente certificato 4 anni fa
      Non capisco perché il sistema del PD sia MAFIOSO ! Forse perché non votando + PDL ha scaricato DELL'UTRI ?
  • gianluca t. Utente certificato 4 anni fa
    Tanti avevano votato Grillo perchè volevano il cambiamento sopratutto con il pd tanti elettori m5s erano del pd e volevano protestare comtro il partito tramite m5s.Il treno è passato e grillo si è montato il capo come tutti icapi che se ne fregano del popolo.Uno vale niente
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      E tu vali meno, visto che uno vale uno ma solo dentro la moltitudine. Uno da solo vale zero e tu, purtroppo, con il tuo menefreghismo ed il tuo senso civico a ZERO hai dato ancora una volta ragione a PD e PD-L...... Sii coerente, studia un poco di "educazione civica" e capirai che i tuoi diritti sono tanti quanti i tuoi DOVERI (anche se fa fatica assumerseli e portarli avanti). Se capirai questo, allora sarai pervaso dal BUON SENSO e non sbaglierai più.... Dai che puoi farcela, in fondo una scintilla "buona" esiste anche dentro te.... :-)
  • Paolo Anafesto 4 anni fa
    L'analisi e' sbagliata, non siamo in una situazione sudamericana in cui la squadraccia minaccia con le armi l'elettore, in Italia si puo' liberamente votare e molti elettori hanno deciso, in massa di non andare a votare - e chi ha fallito maggiormente e' stato proprio il M5S che a giudicare dai commenti si spezza in una corrente di duri puri e fedeli alla linea ed in una di chi vorrebbe azioni pratiche e cambiamento. Risultati alla mano quale e' la linea che riceve piu' voti? la prima no di certo, ha perso. Basta con il complottismo sui troll, e' palese che i moderatori intervengono e cancellano i commenti non graditi SENZA mandare una nota di spiegazione - io tengo gli snapshot e uno lo ho mandato al deputato M5S della circoscrizione estera, l'unico eletto.. e non me ne stupisco, io sto in Germania ho chiesto alla casella postale di entrare in contatto, magari si puo' fare un meetup (c'e' una vasta comunita' italiana).. zero repliche in tre mesi ormai.. ragazzi, o la dirigenza (inclusi i moderatori del blog) cambia marcia o finisce che restate da soli
  • marcello archia Utente certificato 4 anni fa
    CARO BECCHI E' DISONESTO TENTARE DI MINIMIZZARE. "...non c’è nessun rapporto tra le consultazioni politiche nazionali e le elezioni locali..." Ma che minchia stai dicendo? Un movimento che si pregia di essere l'espressione diretta dei cittadini dovrebbe trovare il suo humus tra la gente, principalmente a livello locale, si dovrebbe radicare nel territorio innanzi tutto e poi a livello nazionale. Invece sai cosa è successo? Ti faccio un esempio per Roma. Qui nessuno conosceva il candidato sindaco del Movimento, non un intervista, non un manifesto, nessun tour per i quartieri insomma un aspetto comunicativo inesistente. Cosa si pretende che la gente voti "al buio"? Politicamente è un fallimento pesante e tentare di minimizzarlo spostando l'attenzione sul rifiuto generale della politica e disonesto intellettualmente.
    • C'è del Marcio 4 anni fa
      Hai centrato il problema. Per questo ribadisco che è il momento di "giocare" ad armi pari con pdl-pd.
  • Fabio D. Utente certificato 4 anni fa
    Concordo anche questa volta Professore e aspetto il Suo prossimo articolo. Grande Becchi.
  • Paolo Rullo Utente certificato 4 anni fa
    Il movimento 5 stelle è entrato dentro il palazzo, questo è il dato fondamentale. Invece di perder tempo ad inseguire le stronzate televisive o a rincorrere un consenso fine a se stesso, bisogna lavorare ed informare con strumenti nuovi, se continuiamo ad usare i vecchi arnesi che cazzo di rivoluzione culturale si vuole portare avanti? La mia pagina facebook è inondata di messaggi del movimento 5 stelle che riprende inutili ed idiote polemiche televisive sarò costretto a scollegarmi, ma che cazzo avete in testa? ma quando cazzo lavorate se siete sempre a smanettare? Questo viene percepito dall'esterno.
  • Marco Pellegrini 4 anni fa
    Non ho letto nessuno dei commenti precedenti il mio. Quindi forse la mia idea è già stata espressa, comunque eccola qui: Il Movimento ha preso 87% in meno dei voti ai quali dovrebbe mirare. Adesso l'unica attività seria, di tutti, sarebbe di capire bene perchè, a fronte di un programma politico talmente valido da essere a più riprese 'scippato' dalle altre formazioni politiche, non si è riusciti a raggiungere tutti. Identificate le cause (digital divide, campagne diffamatorie, errori di comunicazione, ecc.) lavorare su ognuna di queste. Il resto sono chiacchere.
    • Cambridge italo 4 anni fa
      C'è che nello comunali c'è sempre il rischio di avere in lista un riciclato della politica, se non lui direttamente si mette il figlio, nipote ecc...è poi bisogna smetterla di scegliere i candidati solo in base alla loro fedina penale, di incensurati lecchini dei partiti e di altro c'è ne in quantità. Faccio un esempio nella mia zona dove il candidato e la sua combriccola sono imparentati se non amici del l'onorevole più viscido e colluso che ci sia, fate voi un po' i conti.... Chi lo voterebbe mai sapendo questo?
  • Paolo signorile 4 anni fa
    Caro Prof. Becchi, concordo pienamente sulla Sua diesamina e se permette vorrei aggiungere alcune riflessioni. L´errore che ha fatto il M5S e`lo stesso che ha fatto Di Pietro: la battaglia contro Berlusconi, una guerra che ha perso e sappiamo tutti perche`Il M5S doveva e deve per le prossime campagne elettorali pensare ai cittadini, agli Italiani stanchi di partitocrazia. Non cada piu`nei giochetti mediateci, prenda coraggio e vada in TV a cantargliele. L`WEB non `piu`sufficiente, non dico di abbandonarlo, anzi rafforzarlo, ma non escludere l`informazione mediatica. Sono convinto che in queste condizioni, nonostante errori di gioventu`il risultato elettorale sia stato piu`che ottimo. Gradirei una Sua gentile risposta a queste mie riflessioni. Grazie anticipatamente e buon lavoro Prof. Becchi
  • donatella savasta fiore Utente certificato 4 anni fa
    Sono assolutamente esterrefatta nel vedere come siete tutti fiduciosi sulla veridicità dei dati del Viminale. Ho una certa esperienza come Presidente di seggio e posso testimoniare che se le operazioni di spoglio delle schede sono abbastanza regolari (anche grazie al controllo dei rappresentanti di lista), il controllo non esiste più dal momento in cui i dati di ogni singolo seggio vengono inviati al Viminale, e da quel momento ci si fida ciecamente dell' elaborazione compiuta dal ministero. Ma vi pare che questo governo traballante, questa dittatura che sta a metà fra fascismo e veterocomunismo avrebbe permesso al Movimento 5 stelle un' affermazione pari o superiore a quella ottenuta alle politiche? Anzi, io ho dei dubbi che anche alle politiche sia saltato qualche voto al Movimento 5 stelle. Ha fatto troppo comodo un risultato elevato, ma proprio al limite che non gli permetteva di governare da solo. Insomma è evidente che questo governo aveva assoluto bisogno di un' investitura politica e sarebbe miseramente crollato se i risultati fossero stati altri. Inoltre è abbastanza inspiegabile che l' astensionismo abbia penalizzato il Movimento 5 stelle, di solito è il contrario. E tutta la stampa non ha detto concordemente che ai comizi dei soliti noti le piazze erano vuote. Guardate i comizi di Grillo su You tube: piazze piene e partecipative dovunque. E allora, come si spiega che le piazze sono vuote e le cabine elettorali piene? Caro Beppe, ti consiglio di controllare i dati del Viminale, esistono leggi sulla trasparenza della pubblica amministrazione che ti consentono di farlo, e comunque lo possono fare i tuoi deputati e senatori. Penso che troveresti qualche sorpresa...
    • Paolo signorile 4 anni fa
      Sono pienamente d`accordo con Lei Donatella. Gia`ai tempi del voto su repubblica e monarchie ci fu uno scippaggio, la storia insegna. Bisogna controllare i risultati. E come dice Lei avremo delle grosse sorprese
  • Fabio 4 anni fa
    Rispetto al suo articolo, l'affermazione "perché dovremmo essere felici, ed esultare, di fronte al "crollo" del M5S" è solo sua. Praticamente ha fatto ciò di cui accusa i giornalisti: interpretare una notizia. Nessuno afferma di "essere felice" ne "esulta" al crollo del M5S. L'unica verità vera è il risultato ottenuto dal M5S. Che non è esaltante. Se vuole una mia discutibilissima opinione, il "crollo" (perchè di questo parlano i giornali) del M5S è direttamente correlato all'astensionismo. In altre parole, chi ha votato M5S alle politiche non si è ripresentato in questa tornata (io ne sono un esempio. E come me, altri amici e colleghi). Motivo: credo si sia capito (prima di queste elezioni) che o M5S ottiene il 50% dei voti più uno o nulla cambierà in questo mondo (italiano). E visto che: A) tale percentuale è impossibile da ottenere in questo paese per svariati motivi; B) perchè per gli altri, mettersi daccordo per salvare la propria poltrona, è molto più semplice, M5S ricalcherà il percorso fatto dalla Lega anni fa. Ovviamente mi auguro che, in futuro, la mia banalissima riflessione venga smentita dai fatti. Tuttavia temo (e credo) che per la smentita di cui sopra serva un cambiamento di rotta (leggasi atteggiamento) da parte del M5S. Cambiamento per cosa o in cosa questo non lo so. Ma io non faccio il vostro mestiere. A voi la palla
  • giancarlo migliaccio Utente certificato 4 anni fa
    Tutti possono sbagliare , l' importante e AMMETTERLO!!!! Non affrontare i media e' una cazzata, passa il messaggio che abbiamo qualcosa da nascondere o non sappiamo dare risposte.Il movimento e' ancora troppo legato alla figura di Beppe che da' molte risposte in prima persona dando l' impressione che non vi sia democrazia, strategia comunicativa da rifare al piu' presto, nuovi leader da affiancare a Beppe, prima che sia troppo tardi e i nostri sogni si liquifichino.
  • G.P 4 anni fa
    Eh no, analisi troppo comoda. Con tutti i distinguo del caso (le amministrative non sono le politiche, il calo dell'affluenza)ciò che si è evidenziato non è solo la sfiducia nei partiti, ma nei confronti della politica TUTTA, compreso il M5S che, molte persone disilluse, hanno deciso di NON votare. Il fatto che avvenga a livello locale, dove conta la concretezza, è preoccupante per una forza che viene dal basso.
  • Enrico de Angelis 4 anni fa
    Le elezioni amministrative premiano le clientele e maggiormente nelle grandi città'. Premesso ciò' l'aggravarsi della crisi favorisce il consenso a chi ha prodotto tutto questo paradossalmente.Cio' non favorisce il M5S sul lungo termine come invece pensa Grillo rischiando di svuotare questo sogno se non si interviene con azioni di forza . Non dimenticate che siamo in Guerra e non in un confronto democratico.
  • Mei Lin 4 anni fa
    Io mi chiedo, com'è possibile non parlare di sconfitta? Come si può rinunciare a farsi un esame di coscienza? Non per i pochi voti presi, ma la sconfitta sta nella metà di cittadini romani che non vi hanno votato e sono rimasti a casa piuttosto che votarvi. Alle nazionali avete pure preso la mia di preferenza perchè eravate un buon stimolo ad un buon governo, e non mi sono sbagliato perchè senza di voi invece che Boldrini e Grasso sarebbero presidenti delle camere politicanti di mestiere. Ma nel movimento c'è tanto da migliorare e ascoltare le critiche sane farà solo bene, a cominciare a Grillo. Non sono tutti uguali PD e PDL. Nel primo c'è una parte sana in cui c'era anche Bersani, una parte onestamente democratica, ed una parte marcia, il PDL è tutta marcia perchè non democratica, ma è di proprietà di una singola persona. Per ora sembrate più il PDL e infatti state affossando anche la parte sana del PD a favore di D'Alema e altri baroni della politica. E' un bene che al potere vadano i cittadini, ma non dei cittadini onesti qualsiasi, ci devono andare i migliori tra quelli onesti, altrimenti potremmo fare a sorteggio. Ci vuole un'organizzazione più raffinata e competenze di professionisti, altrimenti il Movimento diventa un "ascoltiamo cosa ne pensa Grillo". Grillo faccia il portavoce e faccia capire che le idee, di cui qualcuna anche sua, è del Movimento ed è al servizio del Movimento, non il contrario, altrimenti siamo solo alle appendici del capitolo Berlusconismo.
    • Mei Lin 4 anni fa
      Mi scusi, ma un altra cosa importante per me è l'educazione, non mi conosce e credo di essermi espresso in modo corretto, quindi non accetto termini offensivi volgari. Detto questo le rispondo che le competenze ci vogliono, poi si decide insieme ma sono indispensabili. Si farebbe mai curare una semplice appendicite da un non medico? Io da infermiere al lavoro alle volte mi accorgo degli errori dei medici, ma mai mi sognerei di farmi curare da un santone, uno sciamano, ma neanche da un coltissimo avvocato. Stessa cosa è la politica, in cui laureati ed esperti di economia, ingegneria, sociologia e legge sono indispensabili, poi, come detto la decisione la si prende insieme. Lo sò che è presente uno statuto, ma poi chi lo ha scritto? chi interpreta? Chi decide la pena ai trasgressori? Chi decide se va cambiata e chi lo può cambiare? E non mi risponda "la rete" perchè fino ad ora non ha dato grande prova di affidabilità, se non altro per il modus operandi. Ad esempio le quirinarie: Rodotà arrivò terzo per autoesclusione dei primi 2, ma chiedere la disponibilità prima ai candidati no? a già, fra i dieci c'era anche Grillo che non aveva manco i requisiti... Molto serio... La verità è che sbagliando si impara, ma prima bisogna avere l'umiltà di riconoscere gli errori.
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Allora non hai capito una mazza del M5S e del suo programma e statuto. A rotazione, ogni 2 mandati, ci vanno tutti quelli che vogliono provarci a rappresentare i cittadini nelle istituzioni. Vai ad un incontro dei M5S, partecipa, raccogli firme, spargi il "verbo", adoperati per il cambiamento, studia ed informati su come risolvere i problemi locali, che ti sono vicini e poi vedrai che il tuo lavoro sarà premiato e forse, parteciperai alla vita pubblica dando il tuo prezioso contributo. Come dice Beppe, siete voi che dovete rappresentarvi nelle istituzioni, "dasiv da fe'".
  • Francesco F. Utente certificato 4 anni fa
    Sono tutti uguali.Sinistra, destra, centro, fascisti, cattolici, laici, bianchi, neri e viola. Marino ,che è un medico serio e preparato e un politico onesto, è uguale preciso ad Alemanno capace solo di sistemare i suoi parenti e la numerosa clientela negli uffici del Comune di Roma e nelle aziende municipalizzate. Mandare tutti in culo: questo è il problema. Così si risolvono i problemi del Paese e anche quelli delle città.
  • beatrice corda () Utente certificato 4 anni fa
    non è stato il crollo del m5s ma la ricomferma del fallimento totale della politica italiana e di tutti i suoi partiti...
  • gabriele 4 anni fa
    Buongiorno a tutti, credo sia opportuno evitare commenti di respiro politico alla stessa stregua dei tradizionali partiti. M5S ha avuto una pesante flessione proprio nelle elezioni che lo avrebbero dovuto consacrare al livello locale, siamo inciampati proprio nei comuni per i quali il programma 5 stelle è stato pensato. Ricordo a tutti che il movimento è nato per la gestione del territorio e siamo andati male, senza giri di parole. Se vogliamo, facciamola pure l'analisi social-politico-elettorale evidenziando il basso tasso di affluenza, ma sarebbe un volgere lo sguardo da un'altra parte, anzi, anche in questo caso la questione ci riguarda, in quanto M5S avrebbe dovuto intercettare lo zoccolo di astenuti, ed invece, nonostante la nostra presenza, sono aumentati. Quindi la responsabilità è anche nostra. Io rivedrei la strategia di comunicazione perchè ho la sensazione che il sistema politico e la società tutta, dopo un primo momento di sbandamento per l'avvento di M5S, abbia assorbito il colpo e stia lentamente digerendo la novità, metabolizzandola e conseguentemente, scomponendola con tutte le sue idee di innovatività e di buon senso. Metteteli in difficoltà: disegni di legge coraggiosi, anti-sistema, anti-poteri forti. Metteteli con le spalle al muro. Più presenza nei media per evitare che dichiarazioni strappate fuori dal parlamento vengano strumentalizzate o utilizzate in modo non appropriato, fuori dal contesto. Meno autoreferenzialità, meno ascetismo: il sistema va combattuto, ma ora anche noi ne facciamo parte, quindi si cerchino appoggi di esponenti onesti negli altri partiti. il 51% non lo avremo mai. Facciamo con quel che abbiamo. un saluto a tutti Gabriele
  • claudio iannazzi 4 anni fa
    Un 12,5% a Roma ottenuto : senza imbrattare la città, senza lo sfruttamento di manodopera in nero, senza le tante multe che questi avranno preso per affissione abusiva, con una campagna elettorale eco-sostenibile, senza mirabolanti promesse ma con i piedi per terra, con la partecipazione attiva che ci ha dato la possibilità di incontrarci e condividere problematiche comuni e aver conosciuto altri bravi cittadini a 5 stelle, beh direi che è un 12,5% guadagnato con onore, che non bastera' per Roma....ma basta per Me. Grandi !
  • marcello archia Utente certificato 4 anni fa
    RICETTA DELLA NONNA : TORTA "RIFIORITA" ingredienti: - selezionare tra gli iscritti quelli con doti comunicative migliori, culturalmente adatti a sostenere dibattiti con le controparti ; - organizzare per questi membri che saranno l'interfaccia del Movimento con il Paese, "stage di addestramento mediatico" ; - inviare questi "portavoce" a TUTTI i dibattiti televisivi con l'intento principale di informare la gente delle attività del Movimento; - creare ed autofinanziare un canale televisivo del Movimento o in alternativa "affittare spazi televisivi per fornire informazione; - creare un giornale, magari finanziato con publicità, o comprare spazi sui quotidiano nazionali ( con autofinanziamento) per lo stesso scopo; Infornare il tutto e voilà! sicuramente la torta sarà buona!!!
  • Sofia G. Utente certificato 4 anni fa
    Scusate, ma è stato Beppe a dire: "chi vuole accordo col PD ha sbagliato a votarci" Non vedo come potete lamentarvi se qualcuno lo ha ascoltato...
  • Luca M 4 anni fa
    Vince astensionismo Chi si astiene Guarda la tv non legge blog
  • katia paoletti 4 anni fa
    Vorrei solo ricordare che dopo il servizio di Report contro Di Pietro, l'IDV si sciolse. E' curioso che pochi giorni prima delle elezioni Report si sia fatto sentire con un servizio che sicuramente ha messo delle pulci in tante testoline. Secondo punto: a livello locale contano moltissimo le persone, il parente, il vicino, l'amico, quindi il voto è per le persone più che per i programmi. A Viterbo, purtroppo, le persone del M5S io le ho conosciute solo il venerdi prima delle elezioni: forse si sarebbero potute far conoscere un pò prima e un pò meglio. E' inutile fare le vittime della comunicazione, iniziamo a gestirla questa comunicazione. Perchè non fare degli SPOT e affiggerli come manifesti? Per esempio, io ho saputo solo venerdi, che era stata fatta una proposta per il bollo auto: perchè non pubblicizzarla meglio? Comunque, forza e coraggio a tutti quanti, il futuro ci aspetta e nulla è mai perduto. Però bisogna operare quache correzione soprattutto comunicando ai cittadini le proposte che fate.
  • Alessandro G. Utente certificato 4 anni fa
    Premesso che non si può essere in campagna elettorale permanente e che ogni elezioni è una cosa a se stante, parlare di crollo del M5S mi pare fuorviante. Mi ricordo di persone che alle elezioni per il parlamento votavano seriamente e a quelle per la provincia dei partitini minimi e sconosciuti, "tanto la provincia non conta nulla". Detto questo se io guardo ai risultati inizio dalla Val d'Aosta, il PDL scomparso, il PD che non si è neppure candidato. In Val d'Aosta sono 300.000 abitanti, mica pochi. Perché i giornali non intitolano "tracollo del governo e dei partiti che lo sostengono, record di astensioni" chi si astiene non vota, vota contro, mica vuol dire che qualunque cosa ci sia al governo a lui sta bene". Ma in fin dei conti chi voterebbe per il PD, quello del MPS, quello del sostegno a Monti, quello dei vent'anni ad inciuciare con il PD, quello della corresponsabilità del disastro odierno, quello del salvare Berlusconi dalla galera? e chi voterebbe il PDL, quello di tutto quanto ha fatto il PD più l'IMU solo "rimandata" mica annullata, che poi pagheremo sotto altro nome ed aumentata?
  • paolo cavanus 4 anni fa
    Nessuno può pensare che la parte del paese che ha prosperato fino adesso improvvisamente voglia cambiare il sistema. Nelle amministrazioni locali questo "scambio di favori" è ancora più praticato e radicato, basta vedere cosa è successo a Siena dopo lo scandalo di MPS(sostanzialmente niente). Anche ILVA sembra abbia sede in Australia invece che in Italia. Quindi avanti così. Anzi meglio così meglio crescere piano e gestire le già tante promesse e aspettative che la gente ha riposto sul Movimento. E' di vitale importanza in questo momento essere coerenti, trasparenti e rispettare gli impegni presi. Nella vita si perdono le battaglie ma se si è determinati e coerenti si vincono le guerre.
  • Samuele D. Utente certificato 4 anni fa
    Non dimentichiamo però che siete partiti da 0 e siete al 12 % a Roma(dove la maggior parte degli impieghi e pubblica) tutt'altro che un brutto risultato , tenendo anche conto che siete in tantissime regioni, il m5s è come un albero che sta crescendo non si può pretendere che diventi grande in un'attimo , ci vuole tempo e costanza curalo quando serve. Non concepisco neanche l'attacco a Grillo lui ci ha messo la faccia e onestamente a differenza di Berlusconi non ha bisogno della politica per togliersi dai casi . Perciò potate annaffiate e concimate questo albero darà grandissimi frutti . Forza M5s !!!
  • Veronica Cianfriglia 4 anni fa
    Mi piange il cuore che sia andata così, alla fine non paghi perchè hai sbagliato o perchè hai tradito i tuoi elettori, ma perchè non sei andato in televisione a raccontare quello che hai fatto e le persone credono a quello che gli racconta la tv. Riflettiamo su questo non conta la reltà ma ciò che appare.I giornali e le tv dicono che il M5S non ha presentato niente, balle su balle. Dobbiamo difenderci in qualche modo. Io continuo a sostenervi più di prima ragazzi! FORZA FACCIAMOGLI VEDERE CHI SIAMO A QUESTI RACCONTA BALLE QUOTIDIANE!
  • Biagio Cantarella Utente certificato 4 anni fa
    Non c'è speranza ! Ho visto alcuni servizi televisi su Siena , sono tutti a lamentarsi , e poi cosa fanno quando hanno la possibilità di cambiare , votano nuovamente quelli che li hanno distrutti. Siena è l'emblema di cosa siamo noi italiani. UN GREGGE DI PECORONI. Non c'è più speranza !!! Ho letto un'articolo sulla Norvegia, a fine maggio le auto elettriche supereranno numericamente le auto a benzina. Questo è un paese che stà guardando avanti di 50 anni. Noi siamo ancora quì a parlare se possiamo spostare l'IMU e scopriamo oggi che c'è la disoccupazione giovanile. MA DOVE CAZZO VOGLIAMO ANDARE !!!!!!
  • Mino V. Utente certificato 4 anni fa
    ANDIAMO IN TV A SPIEGARE LA SOVRANITA' MONETARIA. SALIREMMO DI COLPO AL 40 PER CENTO. GLI ITALIANI NON SONO COSI' COGLIONI COME SEMBRANO. HANNO UN CERTO FIUTO PER LA VERITA', MA BISOGNA AVVICINARGLIELA A PORTATA DI NASO.
  • Roberto B. Utente certificato 4 anni fa
    Siamo l'unica speranza e se pure noi ci perdiamo in inutili sterili polemiche e protagonismi siamo destinati all'autoimplosione, .. Il movimento esprime un bisogno di democrazia, di serietà, onestà e moralità. Se si rivelerà un bluff, come molti sperano, si sgonfierà e sparirà, ma se saprà restare fedele ai propri ideali continuerà a crescere, anche coi media di corte schierati a difesa del potere.
  • GABRIELE TINELLI () Utente certificato 4 anni fa
    Il m5s non e' crollato, certo qualche ballottaggio di città importanti si pensava che lo facesse invece niente, però ci sono almeno tre ballottaggi in piccoli comuni. Comunque e' riuscito a mettere consiglieri credo in tutti i comuni dove si e' presentato. Gli errori più grandi che il m5s ha fatto sono stati quelli di non rispondere in diretta alle menzogne che giornalisti e politici ogni giorno vanno e andavano dicendo,(Bisogna almeno telefonare in diretta e sputtanarli) e soprattutto quello di sopravvalutare la moralità degli italiani.
  • Maria Cristina Cataldo Utente certificato 4 anni fa
    Qui si sta parlando il politichese! I "partiti" tradizionali, alle consultazioni comunali, hanno sempre avuto una forbice, in negativo o in positivo, rispetto alle nazionali. Il M5S si è caratterizzato, fin da subito come un movimento di protesta e rinnovamento, ma non ha saputo convincere gli indecisi e i disillusi. Perché? Questa dovrebbe essere la domanda principale alla quale dare una risposta. Grillo è un leader che non sta in parlamento, ma il M5S pende dalle sue labbra. Berlusconi non fa più "premier," ma continua a sostenere i suoi a suo modo. Il fatto che non siano punti di riferimento più che legittimati, ha determinato un calo di consensi proprio di Pdl e M5S. Le porcate fatte dal Pd hanno rinvigorito il partito! Sembra un controsenso, ma rientra nella regola del one-man- one-show! In questo paese, la gente ha bisogno di una leadership carismatica che sia visibile, ma se Grillo andasse in parlamento, verrebbe meno al principio della non elegibilità di chi ha precedenti penali. Dovremmo chiederci se il fine giustifichi i mezzi e se le idee del M5S debbano essere soggette a critiche che vogliono cancellarne la forza. Il M5S ha mostrato di avere programmi validi, ma non riesce a entrare nella testa di chi ha paura dei cambiamenti. Poi la nazionalizzazione del Monte dei Paschi di Siena mi ha fatto tanto pensare all'Islanda. Purtroppo noi non siamo determinati come gli Islandesi, apparteniamo, piuttosto, al mondo della pastorizia spirituale, dove uno guida il gregge e i cani ringhiano a chi vuole uscire dal gruppo!
  • Francesca 4 anni fa
    Intanto mi domanderei come mai nonostante il Movimento il 40% degli Italiani non ha votato. Questo è il dato più importante. Questa analisi coglie nel centro: http://laclessidra.net/politica-nazionale/97-perche-l-astensione
    • Michele F. Utente certificato 4 anni fa
      C'è da domandarsi perché si siano astenuti in misura maggiore proprio gli elettori che nelle politiche avevano votato M5S.
  • massimo sorry Utente certificato 4 anni fa
    25-30% di astensionismo = 25-30% di persone che si accontenta di quel po' che gli basta, con una buona dose di strafottenza!!! Ma la pacchia finirà anche per loro, oltre che per i benestanti del PDL!!!
  • Pante Angelo 4 anni fa
    Programma tutto condivisibile e comportamenti locali e nazionali seguiti a tal fine dai parlamentari grillini sono connotati distintivi che fanno del Movimento 5 stelle il più coerente organismo politico d'Italia . Conosco il programma ed ho conosciuto, con molta difficoltà personale devo dire, le proposte di legge e gli emendamenti a leggi altrui, le mozioni e le interrogazioni presentate in soli pochi mesi dagli eletti del Movimento alle Camere. Per questi motivi oggi, dopo l'evidente diminuzione elettorale di consensi dovuta secondo me in massima parte alla molto insufficiente comunicazione del programma e soprattutto di ciò che i parlamentari grillini hanno fatto ed hanno proposto, HO CHIESTO l'iscrizione al Movimento. Sono convinto che solo da Esso alla lunga potrà venire fuori la nuova democrazia di cui c'è assoluto bisogno: =diretta partecipativa e personalizzata reale e non solo formale e di facciata (sovranità al popolo), =veloce nelle decisioni, =rivoluzionaria anche rispetto alla rappresentanza politica non più sentita come un dualismo di soggetti diversi (rappresentati da una parte e rappresentanti dall'altra)bensì come un organismo unitario di elettori ed eletti al fine di una produzione legislativa di progresso e di benessere sociale, =periodicamente consultiva della cittadinanza, =digitale mediante un sempre maggiore e meno costoso uso del voto telematico, =referendaria il più possibile con possibilità di ratifica successiva (confermativa o abrogativa) delle maggior parte delle leggi, =revocatoria degli incarichi in caso di tradimento del programma. La crisi della democrazia si può superare soltanto con una democrazia sostanzialmente nuova e con la pazienza e con la passione per una POLITICA che non sia di lor signori. Al lavoro dunque amici miei!
  • alessandro alfieri 4 anni fa
    Aggiungo: se consideriamo l'astensionismo spaventoso e minaccioso, i veri virtuali, gli zombies, ormai non sono i 'grillini', ma i partiti e i loro supporti fisici: se non fosse per le televisioni generaliste e gratuite (canone e pubblicità a parte)e la stampa (ma quante copie vendono ormai i giornali, se non ci fossero i bar che li comprano per attirare gli oziosi?), che sono come il loro polmone d'acciaio, dove sarebbero ormai i partiti?
  • riccardo danesi 4 anni fa
    Becchi sa benissimo che questo è il risultato di una "politica" di chiusura alla partecipazione di governo dopo il successo elettorale.Purtroppo questo si ripeterà anche alla prossime elezioni politiche. Una occasione difficilmente ripetibile nei termini prodotti dalle ultime elezioni.Carpe Diem.
  • Riccardo Casassa 4 anni fa
    Buongiorno amici del Movimento, c'è molta saggezza nelle parole di Becchi, e vorrei aggiungere una breve riflessione, NON CADIAMO NELL'IMBOSCATA DELLE ELEZIONI! Il Movimento non deve guardare al risultato elettorale perchè è cio che fanno i partiti ed è esattamente ciò contro cui ci battiamo da sempre e che ci ha fatti nascere. In questo momento storico dire la verità signofica necessariamente dire cose impopolari e dire cose impopolari significa non attirare le masse. La verità principale della nostra società di oggi è che la società va completamente rifondata su basi diverse da quelle sulle quali si è retta nel dopoguerra e che conducono INEVITABILMENTE ad un ridimensionamento del nostro stile di vita. I partiti che ancora oggi fanno campagna elettorale promettendo l'impossibile prendono ancora qualche voto ma si stanno sgretolando. Il nostro compito, la nostra missione, ciò che ci ha fatti nascere, sono principi diversi da quelli dei partiti. Non dobbiamo seguirli sulla strada del risultato elettorale, noi dobbiamo pensare ai problemi reali e se questo significa perdere voti e perdere le elezioni, allora perdiamoli. Non perdiamo di vista i nostri obbiettivi: verità, trasparenza e guerra per riportare l'uomo e non i soldi al centro di tutto. Non siamo nati per vincere le elezioni ma per cambiare la società!!! Il dato elettorale non lo dobbiamo guardare e tantomeno commentare. Ricordatevi che i partiti fanno a gara a chi la spara più grossa per illudere le persone e prendere voti per guadagnare le poltrone, è questo che noi vogliamo fare? I voti si prendono promettendo il ponte sullo stretto, il nucleare, la Salerno-Reggio Calabria, il nucleare, la crescita economica ecc.... Ho detto promettendoli.... E' questo che vogliamo fare? No, noi dobbiamo LAVORARE per un'Italia migliore, il risultato elettorale sia quello che sia!
  • Daniele M. Utente certificato 4 anni fa
    Io credo che il movimento sta cambiando la politica italiana piu' di quanto si pensi ma per vedere i risultati ci vorra' tempo perche' il cambiamento e' di livello generazionale e poi la democrazia e' pachidermica, tuttavia un po' piu' di comunicazione non guasterebbe.
  • Antitalioti 4 anni fa
    A questo punto io non ho piu niente da perdere. https://www.facebook.com/pages/Questa-%C3%A8-L-Italia/240152065998077 E voi?
    • C'è del Marcio 4 anni fa
      Non conviene: con l'aria che tira i media massacrerebbero solo il Movimento. Qualcuno si farebbe riprendere con il naso rotto o la gamba zoppicante. Il tutto seguito dai soliti commenti delle solite facce di culo griffate pd-pdl.
  • ernesto piomboni 4 anni fa
    Egregio Professor Becchi, ho l’impressione che lei viva nel mondo degli intellettuali, che notoriamente vivono nelle nuvole ed osservano distaccati la vita della gente comune, sicuri che questi non abbiamo capacità autonome di pensiero e che debbano accettare tutto ciò che gli intellettuali pensano per loro. Le persone, è vero sono stufe dei partiti e non c’è da gioire di questo risultato elettorale che è decisamente deludente anzi è fallimentare, è inutile girarci intorno con tante belle parole. Possiamo certamente definire liquefatta la nostra democrazia, il Movimento però poteva renderla compatta, è innegabile che in Italia c’è stata la possibilità di mettere all’angolo definitivamente Berlusconi, di obbligare il Pd a governare e fare tutto o molto di ciò che il movimento si era proposto, questa era la speranza di molti che alle politiche hanno votato 5 stelle. Niente di questo si è avverato, anzi il risultato è stato l’opposto , Berlusconi più vivo che mai ed un Pd che invece di morire si rafforza e si “sacrifica per il popolo” presentandosi ai cittadini come unica forza seria di governo. Di un’altra cosa probabilmente professore lei non si è accorto, a parte il 10% dello zoccolo duro, la maggior parte di chi ha votato 5 stelle alle politiche e che non ha rivotato all’amministrative è proprio perché si aspettava qualcosa di tangibile, di concreto anche responsabilità di governo ed in più non ha una grande considerazione dei cittadini eletti, incapaci a molti occhi di avere delle idee e delle opinioni su molti temi anche i più semplici, dando più di un’impressione di essere etero diretti. L’augurio è che questa sconfitta, perché di sconfitta si tratta , faccia ripensare molte cose e non far morire la speranza di poter cambiare e migliorare il nostro sistema e non faccia liquefare come la nostra democrazia tutto movimento.
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Quindi l'unico movimento che ha fatto risparmiare ai contribuenti (ma tu lo sei? o vivi di espedienti?) più di 40Milioni di Euro solo di rimborsi elettorali, adesso diventa quello che non ha fatto nulla? Solo per questo dovrebbero essere "eretti monumenti" in tutte le piazze. Quelli come te, che pensavano (ipocritamente) che qualcun'altro risolvesse i propri problemi, torni a votare come faceva prima, DC, PC o chi gli conveniva. Non siete Voi le persone che cambieranno questo paese, perché cambiare questo paese si comincia mettendoci del proprio e sacrificando qualche attimo del proprio tempo per la società (educazione civica). Senza questo tipo di educazione civica, i cittadini sono una "masnada" che non aspetta altro che un comandante con "bastone e carota" per farli andare dove vuole (Mussolini docet). Il M5S è diverso, ti coinvolge e se non l'avete ancora capito, forse siete poco inclini ad adoperarvi per risolvere i Vostri problemi aspettando sempre che siano gli altri a farlo, sputandogli sopra non appena insorgono difficoltà. Mi VERGOGNO di questi miei connazionali, so che esistono persone di BUON SENSO e spero che altre ne vengano pervase, ma per ora, SIAMO IN POCHI.
  • Roberto B. Utente certificato 4 anni fa
    è dura con tutti i media contro che fanno illazioni .. ma dobbiamo continuare a crederci, perché il M5S è l'unica possibilità che abbiamo per arrivare a vivere in un paese civile !
  • Rocco Carmine Altieri Utente certificato 4 anni fa
    Non servono reazioni emotive, ci vuole una ferma razionalità. Vi offro un caso da studiare : Pomezia cittadina importante alle porte di Roma. Comune di POMEZIA Elettori: 47.471 - Votanti: 29.156 - percentuale votanti: 61,41 % primo partito MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT voti 5.199 percentuale 19,89 candidato sindaco FUCCI FABIO voti 6.949 percentuale 24,61 che va al ballottaggio
  • alberto vaccaro 4 anni fa
    dai...abbiamo perso consenso....ammettiamolo ma non siamo morti. Recuperare non sarà certamente difficile. Da semplice cittadino non riesco a sapere come lavorano i nostri rappresentanti nelle Istituzioni e per cui si ha la sensazione che non facciano nulla. Direi che è necessario mettere sul blog tutte le proposte di legge che presentano i nostri rappresentanti cittadini e divulgarle anche con altri mezzi. Magari prendendo a pagamento pagine sui giornali. A mio parere basta presentare proposte di legge concrete, ad esempio: limite a 6.000 euro nette mensili per le pensioni d'oro; limite a 10.000 euro mensili per gli imprenditori privati (il rsto lo devono reinvestire), ecc... ecc.... Inoltre occorre pubblicare i nomi dei partiti che votano contro queste proposte e il gioco è fatto. Che ne pensate?
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Segui i canali su yuotube e vedrai che sarai più informato e meno "ignorante". Non prenderla come un affronto, se cerchi informazioni e possiedi una Smart-TV magari al posto del telegiornale serale ti puoi guardare cosa hanno fatto i nostri ragazzi M5S in parlamento e senato e nelle varie commissioni. Ogni giorno ci sono tanti filmati, seguili e falli vedere anche a chi come te pensa che senza TV non si possa vedere il loro lavoro. Se hai una Smart-TV e la app youtube, vedrai che li puoi seguire anche dalla tua amata TV.
  • Vincenzo Carrabs 4 anni fa
    Dunque, Signor Becchi, stando alle sue considerazioni, il M5S ha vinto, o quasi, le elezioni amministrative 2013 !... Complimenti a lei e a tutto lo staff del partito ( forse preferisce "Movimento"; ma che differenza fa, visto che, come direbbe Dante: "Ad un fin fur l'opere loro" !...) !... Consolatevi per il vostro negativismo politico, per la psicosi solipsistica di Grillo, caratterizzata da manie di grandezza e deliri di onnipotenza... "Arrendetevi! Arriviamo!... Tutti a casa"!!! BRAVI !... E' tempo di andarci, a casa.
  • federico z. Utente certificato 4 anni fa
    Il PD a Roma perde quasi 50% dei voti,ma la STAMPA CORROTTA E FALSA dice perdente è il M5S. Chi è che ha perso ??? Complimenti a a tutta i media italiani: il problema dell'Italia è il M5S ? che coraggio
  • Maurizio D. Utente certificato 4 anni fa
    Vorrei dare ragione a quel lettore che ringraziava grillo per l'impegno e lo invitava a continuare a fare il comico lasciandoci al nostro destino. Ammetto che siamo un po' codardi e creduloni, a tratti un persino vigliacchi e traditori. Ci affascina il potere come in pochi altri popoli. Abbiamo detto si al fascismo per farci del male in casa e creato le migliori condizioni per consentire a mafie, camorre, sacre corone unite e n'drine di stabilire in Italia i loro quartier generali e di esportare morte e sangue in tutto il mondo. Gli abbiamo garantito ferrei patti con lo Stato e assicurato il libero pascolo sul nostro patrio suolo, le elezioni in parlamento di tanti loro riconoscibilissimi rappresentanti. Ma a questi "cittadini" si oppone una civiltà senza eguali ed è per questa società spaventata che vale la pena di lottare. Gran parte di essa è rannicchiata dentro l'astensionismo della rassegnazione.
    • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
      Diamo un nome a questa "rassegnazione"... Mancanza di senso civico (ed educazione civica nelle scuole); infatti le nostre scuole sono distrutte da anni di tagli e precariato, sia nel corpo insegnanti che negli studenti, che risultano sotto la media europea. Ma se chi ieri ha protestato dando il voto a M5S sperando di cambiare in quattro e quattro otto (ipocrita), adesso non è andato a votare (codardo).
  • C'è del Marcio 4 anni fa
    Continuo a leggere commenti di analisi sui presunti errori commessi dal Movimento ma pochissimi consigli su come far capire all'opinione pubblica che il risultato deve essere contestualizzato e sopratutto non vedo traccia di consigli utili su come implementare una struttura comunicativa vincente all'interno del Movimento. In questo momento è questo che manca: ci sono i programmi, c'è Grillo, ci sono pdl e pd che con strategie comunicative ad hoc si presterebbero a facili massacri, specie se alla comunicazione si aggiungessero concrete attività parlamentari da parte degli eletti m5s. Su, forza, non facciamo come il PD, che al loro interno ci si butta merda in faccia solo per il gusto del "l'avevo detto io...". Proattività!
  • carlo vedovello Utente certificato 4 anni fa
    ehregio prof. Becchi, è sorprendente come anche voi/lei abbiate imparato in fretta a svicolare dalla realtà: non c'è niente da gioire del flop del M5S, semplicemente basta ammettere che l'astensionismo pauroso ha sicuramente colpito di più il M5S che le altre formazioni politiche; come mai la protesta questa volta non ha scelto il movimento ma ha preferito astenersi ? Questa è la domanda che tutti si pongono, e che dovreste porvi anche voi. Non mi permetto di dare la mia interpretazione, aspetto con impazienza la sua. Cordiali saluti
  • Libero Gentili 4 anni fa
    Non può che essere un piacere leggere argomentazioni come questa che, naturalmente sentiamo nel profondo e di cui siamo assolutamente comvinti...ma vederle scritte e rese pubbliche è un piacere come pochi, che la vita sociale oramai ci possa garantire. Grazie per la chiarezza...l'incisivita con cui queste parole fecondano l'intelletto.
  • Omar Navi Utente certificato 4 anni fa
    http://www.finanzaonline.com/forum/arena-politica/ Venite numerosi. Questo è il forum di politica più frequentato dopo quello di Beppe Grillo
  • Maurizio G. Utente certificato 4 anni fa
    Circa due mesi fa scrissi che sarebbero stati in molti a voltare le spalle al M5S in caso di mancato accordo (seppur farlocco) di governo col PD, l'italiano medio purtroppo è così, quando le cose vanno bene è menefreghista e pensa al proprio tornaconto, quando vanno male sa solo lamentarsi e magari ti vota per disperazione, ma poi ritorna sui suoi passi appena qualcuno gli promette qualcosa. Quella volta qualche simpaticone mi diede del troll, anche se la maggior parte capì le mie parole. Scrissi inoltre che era essenziale andare in tv e controbattere ad alcune accuse provenienti da altri partiti e soprattutto andare in tv era necessario per evitare che il movimento fosse visto come una setta. Andrea Scanzi ieri a Piazzapulita ha inquadrato bene alcuni errori fatti dal movimento e spero per l'Italia che chi rappresenta il movimento ne faccia tesoro, senza dimenticare che il percorso sulla "moralità" e "legalità" politica è irto di trappole e bastano pochi comportamenti errati a far cadere tutto il castello.
  • Emanuela D. Utente certificato 4 anni fa
    Se il M5S vuole cambiare il Paese deve comunicare con gli italiani anche attraverso i mezzi di comunicazione tradizionali. Purtroppo la maggior parte degli italiani si informa solo attraverso la TV e i giornali, se lasciamo in mano tutto ai giornalisti vincerà la disinformazione e la diffamazione, dobbiamo combattere il sistema dell'informazione utilizzando i loro mezzi (tv e giornali) e non solo i mezzi alternativi. Il M5S secondo me dovrebbe raccogliere fondi per organizzare una trasmissione dal basso finanziata dai cittadini che vogliono un altro tipo informazione, dire tutto ciò che la tv e i giornali non dicono. Una sorta di servizio pubblico bis gestita dal M5S mandata sia in diretta streaming sul web e venduta alle tv locali e a tutti quelli che vogliono acquistare i diritti della trasmissione, in modo che in parte la trasmissione si possa autofinanziare. Anche il blog dovrebbe cambiare. Si dovrebbe creare un sezione del blog dove pubblicare: - tutte le discussioni fatte dal M5S in parlamento; - i disegni di legge presentati dal M5S con relative spiegazioni e analisi; - tutti i disegni di legge in discussione in parlamento e stato delle votazioni; - quali sono gli obiettivi del futuro. Dovrà essere creata una sorta di diario della giornata parlamentare del M5S che consente a tutti di vedere giorno per giorno cosa ha fatto il M5S in parlamento, forse così gli italiani potranno capire che il M5S non è solo protesta e scontrini.
  • Mauro 4 anni fa
    NON È SUCCESSO NIENT'ALTRO CHE I PARTITI AVRANNO UN'ALTRA POSSIBILITÀ MA CHE SERVIRÀ A CONFERMARE NIENT'ALTRO CHE SONO QUELLO CHE SONO DEI LADRI E SFASCIATORI DI NAZIONE!!!!
  • Massiliano Salemme 4 anni fa
    Brava Gabanelli! Bravo Battista! Bravo Formigli! Bravi Vespa e Floris! Brava Repubblica e bravo (in piccolo) anche Il Fatto, che ultimamente sembra ritornare all'ovile caldo e sicuro della Casta. Ci siete riusciti a fare perdere fiducia nell'unica forza di cambiamento...ora dai col massacro al grillino su...divertitevi ora.. Ma per poco perchè i nodi verranno al pettine molto presto e allora si dovrà scegliere: cambiamento o emigrazione!
  • federico z. Utente certificato 4 anni fa
    #PD a Roma perde quasi 50% dei voti,ma #STAMPA CORROTTA E FALSA dice perdente è #M5S unica forza POLITiCA al servizio dei cittadini: SVEGLIA
  • Giovanna 4 anni fa
    Prima di ogni temporale le rondini volano basso, il saggio le guarda, guarda il cielo e chiude le finestre. Dalla clamorosa, quanto inaspettata affermazione alle politiche, un'infinità di voci all'interno del M5S si sono levate verso gli autocrati che gestiscono padronalmente il movimento, per indurli a tradurre in fatti i buoni propositi e le istanze di cambiamento di cui l'Italia ha un disperato bisogno. Un'intelligente analisi del voto di febbraio avrebbe dovuto far capire che buona parte dei consensi veniva non già dallo zoccolo duro degli arrabbiati e dei contestatori del sistema, ma da gente che sperava nella volontà del M5S di farsi artefice di vere riforme. Avrebbe dovuto essere evidente a chiunque non fosse un fanatico, o sprovveduto della politica, che in un sistema parlamentare nessuno può fare niente da solo, ma solo cooperando con altri. C'erano le condizioni più favorevoli perché ciò avvenisse: Bersani privo di maggiornaza al Senato poteva essere appoggiato alle condizioni del M5S. I padroni del M5S hanno però preferito arroccarsi in uno sdegnoso quanto sterile e politicamente suicida isolamento, ingabbiando i propri parlamentari in un recinto di silenzio e bollando come schizzi di merda o troll infiltrati tutti coloro che hanno cercato di proporre qualcosa di alternativo alla contestazione fine a se stessa. Risultato: il PD è stato costretto a fare un governo (perchè un governo -accidenti a Grillo che non lo vuole capire- questo Paese lo deve pur avere)con il PDL, Berlusconi è stato resuscitato politicamente, ed il M5S, ormai considerato un gruppo di dilettanti nelle mani di due autocrati ambigui ed inconcludenti, si sta sciogliendo come neve al sole, e gli resterà solo lo zoccolo duro degli arrabbiati e dei contestatori del sistema. Percentuali da prefisso telefonico. Il movimento sta raccogliendo ciò che Grillo ha seminato:il nulla. La storia lo ricorderà come un demagogo da strapazzo, o come colui che ha gettato al vento un'occasione irripetibile.
  • Bruno romano 4 anni fa
    Ogni giorno progredisco sempre di più......avanti forza Beppe siamo con te
  • Zeus Rossi 4 anni fa
    Scritto in perfetto politichese dove alla fine sono sempre tutti vincitori, mentre non si legge mai una sana autocritica che ammetta la sconfitta. Evidentemente non erano tutti schizzi di merda digitale e trolls i commenti critici alla linea politica del movimento e molti ex elettori del movimento non hanno votato o hanno seguito il consiglio di Grillo di rivotare per il pd. Credo che il 100%100 dei voti sia sempre più lontano.
  • marcello archia Utente certificato 4 anni fa
    ARINDRINGHETE!! Sul Blog " L'AVVISO " che DI BATTISTA ha postato su Facebook in merito alle elezioni. Ma quante persone credete si informino sul Blog o su FB? State facendo il solito errore, POCHISSIMI ( per parlare in termini percentuali della popolazione) sapranno qualcosa delle reazioni del Movimento se non date informazioni esaurienti tramite i "normali" canali di informazione, TV e stampa. State ricascando nello stesso errore.
  • Pierino_La_Peste 4 anni fa
    Questa analisi è semplicistica e di comodo. E' vero che l'astensionismo è un fenomeno sempre maggiore di menefreghismo e che favorisce partitopoli. Però in questo caso specifico, non ci vuole 2+2 per capire che una fetta enorme di astenuti sono proprio da cercare in coloro che hanno votato per il M5S nelle politiche. Si sono astenuti come forma di protesta contro la condotta del movimento che non ha per nulla soddisfatto l'elettorato. Non hanno votato per nessun altro per coerenza. Forse parte di questi voti sono ancora recuperabili, ma se il M5S continua così, aumenteranno ancora ed ancora, e la speranza di cambiare la politica finirà miseramente con grande gioia della casta che ritornerà ad essere padrona incontrastata fino al definitivo tracollo del paese. Ma come giustifica il M5S il calo ? 1) lo nega come si evince da questo post. 2) da la colpa alla stampa (ma scusate cosa volete che vi appoggi dopo anni di battaglia contro il finanziamento pubblico. Era da mettere in preventivo). 3) da la colpa ai commenti falsi nel blog 4) sostiene che i voti comunali e politici non sono comparabili (il guaio è che casomai è vero "a rovescio", nel senso che nelle comunali spesso si conoscono i canditati per cui se non si vota per il M5S è ancor più grave che nelle politiche !!! Evidentemente costerebbe troppo dire: Abbiamo recepito il messaggio di scontento del ns elettorato. Ne prendiamo atto e faremo l'impossibile per dimostrare che si sbagliavano a non fidarsi del M5S. Scusateci se vi abbiamo deluso, non si ripeterà. Ma la parola SCUSA non esiste nel vocabolario di Beppe C. sostituita come sempre da "IO" e da "VAFFA".... Ma gli elettori hanno dimostrato che chi di VAFFA colpisce, di VAFFA perisce :)
  • Fabio Berutti 4 anni fa
    L'unica cosa evidente di queste elezioni è che hanno dimostrato che il M5S non esiste e non è mai esistito: per UNA VOLTA ha sfruttato l'onda della rabbia "d'a'ggente", raccogliendo e catalizzando il qualunquismo che certo non manca, ma ora si rivela per ciò che è: il "partito dell'uomo qualunque", durato solo un'elezione, ottenendo l'unico scopo di impedire la prima (e forse ultima) vittoria delle sinistre e di eternare il regno del nano bastardo. Potete arrampicarvi sugli specchi quanto vi pare, ma siete cronaca e storia: una moda già passata come i calzini Burlington o le spalline da donna e altrettanto rilevanti nella storia dell'universo. Di Grillo, di Casaleggio e dei loro discepoli resterà unica la memoria della loro arroganza. Una prece. FB
  • Stefano Del Beato 4 anni fa
    Non sono un troll e seppure credo nelle idee del movimento, credo che Grillo non abbia fatto navigare la barca con i propri mezzi. Il fatto di non mandare gente in tv non credo nasca dalla paura che poi si venga strumentalizzati ma dal fatto che Grillo non si fidi delle persone del movimento che sono state elette. Grillo non ha colto il momento favorevole, gli italiani che l'avevano votato non chiedevano di inciuciare col PD. Ma sicuramente si dovevano trovare gli accordi con il PD. Se entri in un sistema prima ti adegui senza per forza venderti, e poi lo cambi nel tempo. Politica significa anche compromesso e Grillo nuovamente non s'e' fidato dei suoi uomini quando dovevano stringere accordi con il PD. Se Grillo voleva guidare e decidere totalmente allora avrebbe potuto candidarsi ed entrava in parlamento a lottare in prima persona. Non che prima dice che il movimento debba essere autonomo e poi ne gestisce qualunque aspetto senza dargli la possibilita' di esprimersi e crescere. Adesso e' chiaro che al 50% non ci arriva e che il movimento gia' tende al ribasso. Cosa ci fai col finto 25% adesso Grillo? Se si riva' alle elezioni perdi 10/15 punti. Il treno e' forse passato e voglio vedere come lo riprendi. Una sinistra infame ha preso le redini del paese senza meritarlo. Datti una pacca sulla spalla signor Grillo e pensa che una volta che hai cresciuto un figlio poi arriva un momento che gli devi dare fiducia e fargli vivere la sua vita....
  • b. v. Utente certificato 4 anni fa
    Perchè IERI abbiamo perso e perchè DOMANI possiamo tornare a vincere. PROTESTA e PROPOSTA hanno suoni simili ma concettualmente sono più distanti degli opposti. Beppe Grillo, va detto che finora il merito del M5S è soprattutto suo, ha saputo prima intercettare e poi dare una voce a migliaia, milioni di voci afone e impotenti di fronte allo sfascio economico-istituzionale del Paese. E questo è un grande merito. Ieri la protesta si è espressa in altro modo: la protesta NON HA VOTATO. Semplice. Dal nostro punto di vista però la domanda è: potevamo fare di più e meglio per trasformare la protesta in PROPOSTA stabile e politicamente utile? Nei commenti di ieri molti lamentavano il carattere debole degli italiani. Potrebbe essere anche vero ("tengo famiglia" ecc.); ma sappiamo che la protesta nasce da sofferenze e disagi oggettivi, nasce dalla realtà sanguinante di un Paese in crisi. E' REALE. La protesta nasce nell'oggi, nel qui e ora, è ADESSO che la protesta chiama, urla e s'incazza. La PROPOSTA invece ha tempi lunghi. Sempre troppo lunghi per la protesta. Così sempre si forma tra protesta e proposta un abisso incolmabile. I bisogni e i desideri che spingono alla protesta chiedono soluzioni IMMEDIATE. Abbiamo sbagliato? Sì e no. Potevamo fare cose diverse? Sì e no. Che fare allora? Tutto è perso o ridimensionato? Primo: NOI vogliamo essere la VOCE della PROTESTA. Secondo: vogliamo essere soggetti di un cambiamento reale del PAESE. In sintesi: abbiamo due strade diverse da percorrere nello STESSO TEMPO, le medesime due strade che attraversano in ogni momento anche NOI STESSI come persone e individui: -LA STRADA DELL’INDIGNAZIONE E DELLA PROTESTA RADICALE CONTRO QUESTO STATO DI COSE -LA STRADA DEL RAGIONAMENTO, DELLA RIFLESSIONE E DELLA PROPOSTA Sono due strade diverse che VANNO MANTENUTE TALI. Viverle nel loro INCONCILIABILE PERCORSO. L’illusione forse è stata nel volere conciliare quello che per definizione è inconciliabile. Da qui si può RIPARTIRE.
  • Rosanna . Utente certificato 4 anni fa
    io non sono neanche attivista m5s, non l'ho votato proprio. Sapete perché? Perché molti dei miei conoscenti su fb, oltre a mettere link dichiaratamente m5s, mettono anche, e molto convinti, link di pagine dichiaratamente fasciste e xenofobe. Son questi i vostri elettori? Io non ne voglio far parte, di questa banda di farabutti che usa il vostro logo per far passare l'epurazione genetica. Io non voglio essere accomunata a nessuno di questi link. La vostra debolezza è la stessa per cui io non voto più PD: l'accozzaglia di gente con idee radicalmente opposte sulle più importanti proposte sociali, unite insieme da un voto di protesta. Non si parla di democrazia elettiva nemmeno dentro al vostro movimento, dove il direttivo è uno e trino e nessuno può ambire a diventare Beppe Grillo, che comanda dicendo: fuori dai coglioni se non siete daccordo, ma dice che lui non è nessuno dentro a questo movimento, dove i soldi della pubblicità del sito non si sa dove vanno a finire per dichiarazione statutaria. Bell'esempio di democrazia. Se non lo siete voi(me lo sono letto il vostro statuto tranquilli e il circolo sotto casa mia ha caratteristiche più liberali) dentro, coi vostri rappresentanti e isolate i radicali estremi che inneggiano al linciaggio degli immigrati e al forcone a tutti i costi, come pretendete che la casalinga di Voghera vi voti?Perché dovete mirare a quella, sapete? E con tutti i padri di famiglia alla fame, perché la maggior parte delle volte si guarda solo ai ragazzetti che non hanno lavoro? La maggioranza di disoccupati è Adulta capite???? Sbagliate target!
  • marcello g. Utente certificato 4 anni fa
    l'Interpretazione dei sogni L'analisi fatta sulla sconfitta o sul "flop" del m5s è un sogno, il sogno di chi vuole che questo movimento imploda in se stesso e sparisca per sempre. Non è possibile fare un'analisi del m5s considerandolo un partito tradizionale, mettendo in relazione le tornate elettorali e in particolare facendo delle valutazioni dopo aver letto giornali o visto televisioni. Il movimento ha un modello che nasce dal basso e che necessità di un tempo piu lungo rispetto a chi organizza una struttura centralizzata e collaudata da sempre. Il problema è la comunicazione. Non quel poco che può a fare il m5s, ma quella " interpretata" dai media (radio,tv,giornali). Purtroppo in Italia siamo abituati o meglio siamo condizionati da quello che leggiamo,quello che vediamo e quello che ascoltiamo, perche siamo stati anestetizzati da 6 canali tv e grossi gruppi editoriali Pochi conoscono le tecniche di come vengono confezionati i servizi tv o gli articoli di giornale,avrete anche notato che la maggioranza delle testate raramente hanno fatto articoli in positivo ma solo titoli come (la base si ribella.. grillo vai in tv...sono burattini..grillo schiacciato...etc etc) Fiducia ! Il tempo darà ragione al movimento
  • Bruno Atienza 4 anni fa
    Huston abbiamo un problema. Questa è la dimostrazione che l'integralismo non paga (vedi Bertinotti) almeno nel breve periodo. Gli elettori del M5S si aspettavano il cambiamento, una rivoluzione ma queste si fanno combattendo, non richiudendosi in un bunker. Tante aspettative sono state disattese come la famigerata democrazia diretta alla quale tutti gli iscritti dovevano partecipare (che fine ha fatto ?). Perchè non si è data la possibilità agli iscritti di poter esprimersi sulla votazione del Presidente o la possibilità di andare al governo con il PD ?
  • C'è del Marcio 4 anni fa
    Come scrive Becchi, i media hanno manipolato a loro piacimento la notizia, non aspettavano altro che un pretesto per gettare fango sul M5S. Sempre come scrive Becchi, non c'è nessuna relazione tra politiche e comunali. E' ora che Grillo, anche se a malincuore, vada in tv. Gli italiani sono animali da tubo catodico, da quale tutto si crea e tutto si distrugge. Suggerirei a Grillo di imporre un "one man talk" come fece il Nano da Santoro. Ed oltre a LA7 andrei a Rai2 e su Sky, snobbando totalmente Mediaset. Non sottavaluterei le ospitate in radio, importantissime. ps: tenga in riga i suoi e trovi un personaggio che tenga da parte Crimi e Lombardi, che in quanto a comunicazione fanno lo stesso effetto del valium. Uno che abbia faccia e carisma.
    • C'è del Marcio 4 anni fa
      Sulla mia buona fede non rispondo nemmeno. La forma, caro amico, è altrettanto importante del contenuto. Berlusconi ha messo le gnocche, e siamo d'accordo. Il M5S, evidentemente, in tv ci metterebbe il faccione di Grillo con tutto quello che uscirebbe fuori dalla sua bocca. Ma che con la tv arriverebbe direttamente nelle orecchie della gente, senza essere filtrato da giornali e tg. La tv non è il male assoluto, se presa con le giuste precauzione. E Beppe conosce molto bene la tv, sa che è alquanto puttana, quindi saprebbe usare i giusti preservativi.
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Tu confondi la forma con il contenuto, ed è quello che è stato fatto in questi ultimi 20 anni dal governo. Non ti accorgi che stai facendo esattamente il gioco di chi ti sta prendendo in giro da anni ? Mettere al governo la gnocca perché è piacevole da vedere è esattamente una tipica Berlusconata. Grazie dei tuoi suggerimenti ma spero vivamente che non ci caschi nessuno e che tu sia in buonafede.
  • edoardo borghi 4 anni fa
    Le regole del gioco non si possono cambiare con il 25% dei voti degli elettori e quindi è inutile lagnarsi che sono avverse al M5S. Si può lentamente cambiarle come già sta avvenendo ( vedi finanziamento ai parti, si spera ) ma per farlo si deve governare e se non si può farlo da soli bisogna farlo con un alleato cercando, in questo grave momento, un accordo decente sui problemi cruciali del Paese. Nessuna rinuncia al programma del M5S ma rendersi conto che non si può cambiare tutto in una legislazione, soprattutto se non si ha il consenso del 51% degli elettori. Luigi Zingales dice; provare, sbagliare , cambiare e spero Grillo con il M5S rinuncino agli alibi e facciano dura autocritica dicendo agli elettori se vogliono rimanere all' opposizione o se accettano le regole del gioco per partecipare al governo del Paese. Edoardo Borghi
  • Fulvio Krizman Utente certificato 4 anni fa
    Io sono quello che si definirebbe un uomo del sistema,specialmente per il mio impegno politico fino a quando sono stato residente a Roma.Sono immancabilmente per cultura un elettore di sinistra,ma penso che la responsabilità di argine al malcontento dilagante che il M5S si è assunto grazie al risultato politico elettorale sia una grande responsabilità che obbliga ormai il movimento ad assumere posizioni diverse rispetto anche la presenza televisiva,che se ne voglia o no,è a tutt’oggi uno strumento che orienta e crea consenso politico,ed aiuta ad affermare quello ottenuto,dando la possibilità di esprimere quello che si sta facendo. Purtroppo il silenzio nel quale sta cadendo il M5S rischia di lasciare disorientati i suoi elettori ,che certo sono sicuro che difficilmente potranno essere recuperati da una mia sinistra che è tutt’ora allo sbando nonostante il risultato delle amministrative che comunque non penso sia indice di un nuovo orientamento degli elettori in quanto sono amministrative. Dovete cominciare ad uscire dal recinto,sicuramente fatto di buoni propositi e di nuove idee,ma che,se lasciato solo così creerebbe solo delusi .E’ vero che il sistema che voi chiamate della casta sta tentando di isolarvi,e personalmente sono convinto che l’ex segretario del PD abbia perso un’occasione d’oro per poter creare un governo che non fosse ( strano) come quello che c’è,ma le elezioni prossime che comunque non sono lontane non possono vedervi defilati a semplici brontoloni. Fulvio Krizman
    • Carmine s. Utente certificato 4 anni fa
      Per errore mi sono segnalato inappropriato. Mi scuso anche per il modo (la persona diretta e non la terza) del mio scritto.
    • Carmine s. Utente certificato 4 anni fa
      "uomo del Sistema" ! Il M5s è l'antisistema ! Il "nemico" se di nemici vogliamo parlare, è proprio il sistema e i suoi adepti (stampati il post di massimo Fini e studiatelo), la Tv e i giornali (carta stampata) sono le armi di distruzione della Democrazia a cui i Partiti (veri detrattori e distruttori della democrazia Italiana) hanno fatto affidamento con una vera e propria tecnica di "lavaggio del cervello" dei cittadini, sudditi del Sistema, tecnica per altro testata dagli inizi degli anni settanta proprio da quel grand muratore di Gelli, quello con il grembiulino e squadretta cui i partiti che oggi detengono il potere assoluto, regalarono la libertà violando per primi, e furono da esempio per gli anni a venire, la COSTITUZIONE, regalarono la "immunità" per i danni fatti alla P2 (non relegando l'associazione alla segretezza vietata dalla costituzione) assolvendo i partecipanti dai reati che fino ad allora, poi proseguiti fino agli anni 90, si sono commessi (stragi e omicidii di Stato fatti dalle istituzioni attraverso i loro detentori del potere). Bene afferma Fini (massimo) nel post ancora in prima pagina del blog, gridando il colpo di Stato, la dittatura che oggi ancora governa da venti anni, nonostante il popolo suddito abbia le armi per opporre resistenza e ricacciarli nelle patrie galere. Bene i sudditi fanno a disertare il voto,si ha la visione dei sudditi onesti, decurtati i palesi dati al M5S, pronti a far scorrere il sangue alla prima chiamata. Bene fanno i partiti a perseguire i loro fini e a non arrendersi, riciclandosi, per loro la forca è "oliata" a dovere.....E' SOLO QUESTIONE DI TEMPO! Infine, gli uomini del sistema che oggi non hanno più credenziali, scusanti, e non possono giustificare quanto i Burocrati dei partiti fanno a discapito della nazione, hanno le opportunità di "sollevarsi" contro il sistema di cui fanno parte, se solo l'onestà di intendi, i valori morali e quelli democratici hanno un "valore" da difendere ad ogni costo.
  • Alessio Talamonti 4 anni fa
    Dovete andare in tv porca miseria! Non tutti hanno l'informazione libera, ieri a QuintaColonna non si sa quante str**zate hanno detto sul Movimento. Dovete farvi vedere, far vedere le cose fatte, le proposte! Mia nonna non ha internet ma va a votare!
  • alessandro alfieri 4 anni fa
    Sono iscritto al Movimento, non sono affatto d’accordo con chi vede (stampa di regime) nell’arretramento delle amministrative una sconfitta, lo vedo piuttosto come un salutare prosciugamento, dovuto a cause del tutto indipendenti dalle pur lievi incertezze riscontrate nei gruppi parlamentari e, tanto meno, nella strategia di Beppe, sempre giusta e coerente con se stessa, sempre alta, sempre accorta. Non pochi (ma neppure troppi, secondo me il 20-25% circa dei nostri elettori) avevano votato M5S per una forma di protesta superficiale, perché molti sono attratti dal nuovo, e tanto facilmente lo abbandonano per motivi futili, ridicoli: ha ragione Beppe, non dovevano votarci. Molti altri dei nostri elettori, poi, non sono andati a votare perché poco attratti dalla competizione comunale dove, peraltro, giocano altri fattori come quello, decisivo, del voto clientelare. Ancora una volta, i veri sconfitti della tornata elettorale sono in realtà i partiti: l’astensionismo elevatissimo non prelude, per loro, a nulla di buono nel futuro prossimo, nel corpo sociale (si badi, non nelle percentuali di voto) la loro presenza è ormai paurosamente latitante: a Roma, per esempio, vota Pdl meno di un (potenziale) elettore su dieci, per il Pd va poco peggio… Ha ragione Beppe, sono circondati, e il M5S, per poco che resti coerente con i suoi principi, è destinato inesorabilmente a crescere, occupando lo spazio che i cittadini vorranno convintamente o dovranno lasciargli. La stampa di regime, su cui scrivono persone spesso poco intelligenti e preparate, vorrebbe giudicare i consensi del M5S alla stregua di quelli degli altri partiti: le sue altalenanti fortune, invece, seguono un’altra logica, una dinamica nuova che può essere spiegata solo con criteri rivoluzionari, epocali. Il consenso verrà per forza di cose, come la calamita attrae la limatura di ferro: il Movimento continui a restare affatto impermeabile alla melma delle istituzioni e i voti arriveranno abbondanti. Alessandro
  • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
    Francesco Boccia (PD) sta dicendo in TV che il M5S ha vinto le politiche per merito del "porcellum", che non abbiamo proposte ma solo proteste e via di questo passo con la conduttrice che annuisce. Questa sarebbe la stampa "libera" (TGCOM 24).
    • peppino russo 4 anni fa
      Si dovrebbe preoccupare un pò di più di quello che fà e dice la sua compagna/convivente/moglie?, la quale da buona pd+l tuona contro il pd-l del suo compagno/convivente/marito? Ma non vedete che siete RIDICOLI, INCIUCIATI E SENZA VERGOGNA NEL TRADIRVI(SOLO POLITICAMENTE!! SPERO)TUTTI I GIORNI????
    • dario s. Utente certificato 4 anni fa
      no questa è solo la scomoda verità che non volete sentire. Continuate pure a parlare degli scontrini
  • Rocco Carmine Altieri Utente certificato 4 anni fa
    Dove c'è un gruppo attivo e capace, dove c'è un radicamento territoriale, dove si lavora con la gente, i risultati delle amministrative per le 5 stelle sono stati ottimi. Non li conosco di persona, ma studiate per favore il caso di Pomezia, cittadina importante alle porte di Roma, dove con un ottimo risultato sono arrivati al ballottaggio.
  • franco o. Utente certificato 4 anni fa
    Ha ragione Becchi. Noi del M5S dobbiamo prevederle queste cose. Le amministrative (regionali e comunali) sono DAVVERO un'altra storia. Entrano in ballo tanti fattori: il candidato se conosciuto o meno, i partiti che anche se sono una merda sono radicati nel territorio molto più che il Movimento. Noi dobbiamo avere pazienza, lavorare sul territorio farci conoscere, non possiamo affidarci sempre a Beppe. Se non riaggiungiamo risultati è perchè sul territorio bisogna lavorare di più. Per quanto mi riguarda i risultati partendo da zero sono tutti positivi: non abbattiamoci piano piano il consenso cresce, e poi ricordiamoci che se anche facciamo benissimo la stampa ci spara contro ad alzo zero e qui non ci possiamo fare nulla se non avere pazienza e svegliare la coscienza dei cittadini con la buona politica. Ciao da Terralba (PS Ad Assemini paese di 30.000 anime in Sardegna siamo andati al ballotaggio partendo da zero: ne ha parlato qualcuno?) Ciao a tt
  • Eugheness McCallan 4 anni fa
    Caro Professo BECCHI io sn contento di quello che è successo e se i detrattori che hanno votato M5S no vuol dire cha ancora non sono pronti,che la "rivoluzione culturale" loro l'hanno capita solo per interessi propri,per quella logica del per forza devo vincere che aleggia in questo paese da oltre 20 anni.Dal 25 di Febbraio in poi TUTTE le Tv e i giornali ci hanno massacrato,infangato,pestilenziato,hanno manovrato e fatto di tutto per metterci fuori pista,per chiudere definitivamente le voci fuori dal coro, Prova ne è che il versamento a MANI fatto da Grillo a MIRANDOLA di ben 430 mila ero NON è stato riportato da nessun giornale e nessuna TV mentre il coupe de teatre della gabanelli ci hanno fatto delle pagine intere. Tanto per essere chiari la 7 ha visto aumentare lo share TV ogni qualvolta si parlava di Grillo e del M5S e che dire del TG-COM che ha sempre mandato in onda i comizi di GRILLO e guarda a caso dentro ci metteva esagerati spazi pubblicitari ??? Perchè non ce lo dimentichiamo il pubblicitario prima di mettere i soldi vuol leggere il palinsesto e se nel palinsesto c'è un motivo per cuii sa di avere maggiore ricettività e sicuramente quelloil momento in cui vuole il passaggio pubblicitario. Siamo entrati in 199 comuni dove prima NON c'eravamo siamo al balottaggio in diverse città e siamo entrato a Siena e a Roma. Questo è un dato di fatto mentre gli altri tutti gli altri sono e continuano a pensare di aver fatto qualcosa d'importante ma non hanno idee se non quelle che copiano da i nostri 20 punti. Concludendo bisogna superare questo modo di credere perche è la filosofia di B .Non possiamo entrare nel futuro con gli strumenti del passato equindi smettiamola di scrivere cose di cui non conoscete il signoificato.Il M5S sta lavorando benissimo punto e basta
  • Luca Pilolli Utente certificato 4 anni fa
    Scusate io faccio l'imprenditore, e sono figlio di imprenditori, e mi occupo di comunicazione e vedo la situazione da 2 punti di vista. 1° quella da imprenditore, è cioè il costo dell'integralismo, dell'essere tutti d'un pezzo, lo paghiamo noi italiani, con Berlusconi che ci tiene ancora per le palle, e Napolitano che fa lo scudiero del cavaliere nero. Il 2° è che i mezzi di informazione sono un mezzo usateli tutti, i soldi sono un mezzo non un fine, anche mostrare questo sarebbe stato un esempio concreto e reale. Prsonalmente a me che vengano dati o meno 42milioni di rimborsi elettorali in dietro non me ne può fregar di meno, ed il motivo è: indietro a chi? A Berlusconi che ha ramificato le sue aziende in tal modo che tutti i moduli dello Stato sono stampati da una sua azienda? Ma mostrami piuttosto che con 42milioni cosa sai fare. Nella metafora che ogni tanto si racconta dei soldi dati a 3 fratelli, non c'è n'è uno che torna i soldi al padre perché non vuole che li spenda, il senso della metafora è mostrami come sai metterli a frutto e tornare controvalore alla collettività. Inoltre, in qualsiasi impresa che si rispetti il valore meritocratico è ben retribuito. Altrimenti i migliori vanno semplicemente a lavorare altrove. Una sana autocritica, ci sta tutta, compresa una a mio avviso più importante di tutte. Paul Watzlawick (tra i padri della psicologia moderna) affermava, che non c'è illusione più pericolosa di crede che esista una sola realtà vera la fuori. Detto questo vorrei ancora proporre una metafora. Chi governa è un po come il padre di famiglia. I buoni padri di famiglia hanno a che fare e aiutano tutti i figli compresi quelli che non credono nei propri ideali, e seguono vie che possono essere considerate sbagliate perché diverse.
  • eleonora . Utente certificato 4 anni fa
    Incomprensibile la scelta dei cittadini di Siena, cosa aspettano per cambiare di non avere più un quattrino nel conto corrente del Monte dei Paschi? Certo è questione di tempo e sarà così ma noi italiani non ne abbiamo + forse i Sienesi pensano di essere tutti comproprietari e pensano ancora alle favole. E’ finita sienesi fatevene una ragione sperare di fare finta che il morto continui a percepire la pensione non vi salverà dal disastro! Incomprensibile davvero ma forza M5S perdere una battaglia non equivale a perdere la guerra.
  • Gianni 4 anni fa
    Grillo mi sembra come Fonzie...in quella puntata in cui non riesce a dire "ho sba...ho sbag...ho sbaglia..." no, non ci riesce proprio...Questo articolo è identico a ciò che avrei potuto leggere su un portale di pd/pdl dopo una sonora batosta elettorale. Brutto segno per chi invece doveva costringere alla resa gli altri.
  • un'arrabbiata 4 anni fa
    Non capisco che commento sia questo, alle politiche si vota il M5S alle amministrative no, e si sa!!! come si sa? chi vuole cambiare cambia in tutto e per tutto, che mancanza di fiducia negli elettori è questa? piuttosto fate un esame di coscenza e ditevi se forse non ci sono altri motivi per cui tanti vi hanno già abbandonato, per ora colpa dell'informazione o no, come dite voi, non si è visto nulla di concreto, berlusconi è tornato al governo i 2 partiti inciuciano come prima, le leggi proposte sono sempre ad personam etc. etc. etc.
  • Michele F. Utente certificato 4 anni fa
    Dirsi che era un risultato scontato significa dirsi "come siamo stati bravi, certo non era possibile fare di meglio, e darsi una pacca sulla spalla". Le elezioni amministrative sono da sempre un indicatore fortissimo dell'esito delle politiche, è inutile nascondersi dietro un dito. Buttarsi giù non serve, ma non serve nemmeno ignorare i propri errori e far finta che non ci siano. - Troppe cadute di stile e frasi fuori posto. - Comunicazione pessima, di fronte ad avversari disposti a strumentalizzare ogni singolo passo falso: essere ingenui è una colpa, se come conseguenza non si riesce a cambiare il paese. Un esempio tra tutti: dire ad un proprio elettore che "se non è d'accordo se ne può andare" è una sonora sciocchezza". Io sono rimasto perché ho capito, quelli che non hanno capito, se ne sono andati. Dovevate spiegare, meglio, prima e proprio durante le dirette streaming il perché di una posizione. Non si sputa MAI sul proprio elettorato. Il PD ha _tradito_ i propri elettori, ma non gli ha mai detto che avrebbero preferito che i propri elettori se ne andassero. Imparate dal nemico, perché su questo non hanno sbagliato. Durante una diretta streaming non si insulta l'avversario, ma si risponde a tono, rimanendo in tema: l'avversario può essere ladro figlio di ladri, ma non è quello di cui si discute in quel momento. Si vince frantumandolo con la logica, non con vuote enunciazioni di sdegno contro la sua presenza a livello personale. Al movimento servono comunicatori migliori. Meno strafottenza e guasconeria, non servono. Nel dubbio mantenere un atteggiamento serio. C'è pochissima gente in grado di muoversi sempre così all'interno del movimento. Ed ancora, alcune delle peggiori battute sono ahimè farina di Grillo, parlare da comico va bene se deve rendere la comunicazione virale, ma alcune di queste sono state sonori autogol : "vogliamo il 100%". "se passa questa legge non ci presentiamo" "gli elettori che non sono d'accordo se ne vadano"
    • giorgio g. Utente certificato 4 anni fa
      ottima disamina, spiega perche' NON ho rivotato m5s. unico appunto, non e' perche' non ho capito, e' perche' ho capito meglio..
  • Gianni B. 4 anni fa
    IL VOTO PREMIA L'INCIUCIO.... giustamente, Pd e PD-L sono al governo assieme e stanno dando segnali di grande concordia che presto ci porteranno fuori dalle paludi di questa crisi, infatti, il governo premiato da questa moltitudine (2.800.000 circa su 7.000.000 di aventi diritto alvoto) è più che mai operoso e vi vado qui ad elencare quanto fatto finora: 1)............................... 2)............................... 3)............................... 4)............................... 5)............................... 6)............................... 7)............................... 8)............................... 9)............................... e sopratutto, ha spostato a settembre il pagamento dell'IMU sulla prima casa e ha trovato la metà dei soldi che servivano per arrivare a fine anno con la cassa integrazione in deroga! Ecco perchè sono stati "Premiati" da questa tornata elettorale. P.S. Secondo me. il M5S per vincere le prossime elezioni dovrebbe proprio fare come il governo: un bel niente...e gli elettori arriveranno a frotte!!!
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Triste, ma come darti torto ? Non mollare, sarà un lavoro lungo e snervante.
    • Franco R Utente certificato 4 anni fa
      Purtroppo penso sia proprio così, d'altronde siamo italiani e questo è già un problema. Sempre e solo M5S
  • Lucio Gervasio 4 anni fa
    I nodi prima o poi arriveranno al pettine,come recita il detto antico. Ebbene queste votazioni rappresentano il decadimento in crescendo della vecchia politica. Condivido con Grillo che a breve il governo si troverà bloccato dalle tante pretese/ricatti di parte che non risecono più a trovare una sua collocazione. Ci troviamo ancora nella fase di mediazione tra PD e PDL. Noi come i cinesi attendiamo dall'altra sponda.
  • GM 4 anni fa
    Il voto è un diritto e dovere...se uno non va a votare rinuncia al suo diritto di scegliere chi lo rappresenta/amministra ed al suo dovere di scegliere chi gestisce la res publica ... diventa invisibile e non conta più ... così chi sceglie è una parte del paese e va bene così. Basta con questi titoli sull'astensione e basta con il fatto che tutti (partiti e movimenti) vincono e nessuno perde mai... La verità è che M5S non si aspettava il boom di febbraio e non era pronto a governare, ha fatto pasticci negli ultimi 3 mesi e gli elettori li hanno puniti non dando fiducia ai candidati=crollo dei M5S ...ricordate Bersani: "si passerà dal possiamo fare al avremmo potuto fare" ... Bravo Beppe.... PdL = Beslusconi , senza Berlusconi il castello di carte crolla...e il PD, pur con tutte le sue problematiche è l'unico con gente veramente seria come Marino o la Serracchiani ...
  • giuseppe falduto 4 anni fa
    Speravo ad un vero cambiamento, ma purtroppo anche voi continuate a parlare solo di Berlusconi e intanto passa il tempo vi accreditano gli stipendi puntuali al 27 di ogni mese ma la legge elettorale rimane la stessa,i contributi ai partiti rimangono la disoccupazione cresce le imprese muoiono. SE il parlamento non legifera potete anche occuparlo non vi sembra. O riuscite ad occupare solo qualche entrata di cantiere per bloccare la sola cosa che serve agli italiani IL LAVORO Auguri e buon appetito anche a voi
  • rodolfo z. Utente certificato 4 anni fa
    Nelle elezioni amministrative il PD che è fortemente strutturato sul territorio raccoglie sempre buoni risultati, tuttavia oggi non può rallegrarsene molto perchè il vero vincitore è l'astensionismo.Il M5S piazza consiglieri ovunque ma paga una inedita nei toni, campagna di delegittimazione.Il PDL è in terapia intensiva, vive solo grazie alla macchina mediatica. Gli Italiani in gran maggioranza tra pillola blu e pillola rossa scelgono la prima.
  • F. A. Utente certificato 4 anni fa
    Non capisco tutta questa meraviglia. Ma Grillo non ha detto che chi voleva l'appoggio al governo Bersani aveva sbagliato a votare Il M5S? Non erano Troll tutti quelli che su questo forum facevano notare(me compreso)che con il 25% avevamo l'obbligo di appoggiare e condizionare il governo pd e iniziare il cambiamento? Non era chiaro che il Pensiero Unico(grillo-casaleggio)difeso a spada tratta in questo forum era un suicidio? Ma allora di che stiamo parlando? Forse vi siete dimenticati che chi scriveva queste cose sul forum era attaccato, deriso e ancor peggio definito dallo stesso Grillo "Schizzo di Merda Digitale"....ma ve lo ricordate o avete un attacco di amnesia ? Beh semplicemente gli skizzi di merda non sono tornati a votare. Abbiamo avuto un'opportunità UNICA e ci abbiamo sputato sopra; nel giro di tre mesi abbiamo tradito tutti i capisaldi del movimento...da l' "uno vale uno" (il giorno dopo le elezioni)....alla diaria (tarantella degli ultimi giorni). Peggio di così c'è solo la negazione dell'evidenza dei fatti...cosa che a quanto vedo non ci stiamo facendo mancare!?!??!
  • Valentino Olmeo 4 anni fa
    Forza non facciamoci infinocchiare dagli apparati "istituzionali" il M5S e un altra cosa e' democrazia diretta mandarli a casa non è semplice veramente pensavamo che ci lasciassero fare? Forza ora è sempre M5S fino a mandarli TUTTI A CASA
  • Emanuela D. Utente certificato 4 anni fa
    Gli italiani sono essi stessi collusi con il potere e campano grazie alle raccomandazioni, nelle comunali questo sistema di clientelismo è ancora più evidente perchè si vota lo zio, il nipote e l'amico che poi ti troveranno un lavoro o comunque rappresenteranno un canale diretto per chiedere dei favori. I valori e i principi sono schiacciati del tornaconto personale. A questo punto gli italiani si meritano il governo di larghe intese, si meritano le leggi ad personam, si meritano la depenalizzazione del concorso esterno in associazione mafiosa, si meritano l'eleggibilità di Berlusconi, si meritano l'aumento delle indennità parlamenteri del 24% proposte dal PD di Letta....si meritano il conseguente fallimento dell'Italia. Italiani mi dispiace ma voi volete e siete complici del fallimento del Paese e questo risultato elettorale ne è la piena dimostrazione!
    • Emanuela D. Utente certificato 4 anni fa
      Caro Luigi Marini, almeno qui sul blog posso dare sfogo liberamente ai miei pensieri puoi non essere d'accordo, ma non puoi accusarmi di essere arrogante. Se non sei d'accordo con il pensiero di qualcuno non puoi accusarlo di arroganza, ricorda in democrazia esistono opinioni differenti e bisogno accettarle. Il M5S ha perso tanti voti a queste elezioni e lo accetto, ma permettimi di esprimere un parere sugli italiani liberamente. Questa non è arroganza, ma libertà di espressione.
    • Luigi Marini 4 anni fa
      Mi sembri un po' arrogante. Chi non vota per te è un delinquente. Questa semplificazione e unidirezionalità della realtà è purtroppo molto frequente. Di fronte a risultati negativi bisognerebbe prima di tutto chiedersi in cosa io ho sbagliato. Un po' di autocritica salverebbe il mondo. Di unto dal signore ne abbiamo ancora uno in giro e ci basta.
  • Massimo riommi 4 anni fa
    Bravi romani!!! Teniamoci i soliti amministratori, che non fanno niente per questa città, continuate a pensare al proprio "orticello",fatto di favori personali più o meno grandi, dai piccoli abusi edlizi, ai posti invalidi "personalizzati", al passo carrabile senza permesso, ad altre migliaia di microscopici interessi che potrebbero essere cancellati da un'amministrazione attenta ed efficace, che punta a riordinare una città simbolo nel mondo per storia e bellezza, teniamoci pure le buche, teniamoci la sporcizia, teniamoci il nostro patrimonio culturale abbandonato, teniamoci gli abusivi su i marciapiedi e nei mercati che fanno concorrenza e chi invece fa commercio in modo legale, teniamoci una raccolta differenziata che non parte per gli interessi di pochi, teniamoci la delinquenza che avanza giorno dopo giorno, teniamoci le sale gioco che dilagano, teniamoci le munipalizzate che non funzionano, teniamoci le privatizzazioni, teniamoci i cantieri milionari che non finiscono mai, teniamoci le barriere architettoniche. Cari concittadini, cambiare è faticoso, ma chi ce lo fa fare, poi c'è il rischio che nei bar si debba parlare di cose serie, c'è il rischio che non ci si possa più lamentare delle cose che non funzionano, c'e il rischio che se il vicino di casa fa un qualcosa di scorretto, ti possa venire il dubbio di farglielo notare, c'è il rischio che se poi le cose funzionano, bisogna, poi, contribuire a farle funzionare, e non si può più delegare ad altri...e allora, è troppo faticoso, troppo.
  • ballantaine 4 anni fa
    troppi interessi personali favoriscono i partiti tradizionali,promesse di assunzione piccoli contratti nepotismo amici degli amici e fondamentalmente la paura del cambiamento e della trasparenza sempre e solo forza beppe e forza il movimento la stampa asservita al potere e finanziata dal potere lecca la mano del padrone lo sappiamo bene non è una novita
  • Andrea Giovanelli 4 anni fa
    Cari Elettori questa è la dimostrazione che in Italia la coerenza non paga, per vincere, per governare, per fare strada occorre sempre e comunque allearsi, scendere a compromessi, essere incoerenti, oggi dire il bianco e domani il nero, solo così, come hanno fatto tutti per 20 anni, si VINCE.
  • Stefano . Utente certificato 4 anni fa
    Ho una sensazione, a parte lo zoccolo duro convinto dal programma del M5S il resto è stato un voto di protesta di persone convinte di mandare una manciata di "cittadini" a controllare "onorevoli" e "senatori", quelle stesse persone non hanno nessun interesse a mandare a governare le proprie città i "cittadini" e per questo di fronte all'eccessivo risultato elettorale alle politiche in questa tornata o sono tornate ai partiti o si sono astenute. Infine una domanda, come fa il candidato a Roma a lamentarsi della scarsa esposizione sui Media quando è la linea del movimento avolere ciò ? Alle politiche i media hanno fatto campagna elettorale al movimento 5 stelle commentando le provocazioni di Grillo, lo hanno capito e limitato i commenti. Stavolta l'utilizzo elettorale di giornali e TV non ha funzionato ! Vi consiglio un po' di autocritica e di evitare di definire mafiosi, ladri e mascalzoni chi non vota per voi.
  • Frange Lunatiche 4 anni fa
    Alcune considerazioni, in ordine sparso a) dopo il risultato delle politiche, era prevedibile che ci sarebbe stata le reazione, anzi la Reazione. Sono stati mesi caratterizzati da una vergognosa campagna a mezzo stampa, in cui le "grandi" testate giornalistiche e non hanno sparato cannonate sul M5S. Abbiamo cercato lo scontro frontale, e siamo stati accontentati, con questi risultati. Quindi non sorprendiamoci e soprattutto non demoralizziamoci. La politica è questa, sennò potevamo starcene a casa. b) le elezioni amministrative non sono le politiche. OK. Prevalgono altri ragionamenti da parte dell'elettorato, e fin qui ci sta. Ma rimane il fatto che non siamo stati all'altezza della situazione e abbiamo pagato a caro prezzo la mancanza di organizzazione e lo scarso radicamento sul territorio. In molti comuni ci presentavamo per la prima volta e miracoli non se ne fanno, va bene, ma è prorio dai contesti locali che abbiamo costruito la nostra forza. Se falliamo lì, la vedo molto difficile per il futuro. c) Beppe, NON PUOI CONTINUARE A FARE TUTTO DA SOLO. Non puoi farti 4 comizi al giorno, macinare migliaia di km e continuare ad impostare la comunicazione del M5S solo su te stesso. Andava bene per tsounami tour, ma adesso non più. Bisogna mandare in prima linea quegli eletti di valore, e ce ne sono tanti. E ora di farli CRESCERE d) Signori, siamo arrivati la nocciolo duro dell'elettorato PD-PDL. Siena ne è l'esempio più evidente. E' quella parte di elettorato che spera di avere ancora qualcosa dalla politica, in termini di favori, lavoro, raccomandazioni ecc. Sono tanti, galleggiano sulla crisi, e non ne vogliono sapere in alcun modo di cambiamenti o rivoluzioni. Hanno paura e il M5S è il loro incubo. Non sanno, o meglio non vogliono saperlo, di essere già nel burrone. E ieri questa parte d'Italia ha fatto sentire bene la propria voce. Piuttosto preoccupiamoci di quelli che ci hanno votato alle politiche e che ieri sono rimasti a casa.
  • Massimiliano Marinelli Utente certificato 4 anni fa
    ....condivido tutto con quanto scritto da Paolo Becchi, ma a mio modesto parere se si vuole avere un futuro nel Movimento è giunta l'ora di fare un bagno d'umiltà, non è possibile continuare a giustificare il vistoso calo di voti con ragioni più o meno condivisibili; ieri sera, sia Di Battista che De Vito hanno dimostrato ancora una volta quanto siano poco "televisi" i 5S; urgono degli interventi al livello di comunicazione, altrimenti continueremo a fare, nostro malgrado, delle figuracce. In ogni caso era fisiologico un calo di voti, visto anche che alle politiche molti voti erano arrivati x protesta e non per convinzione. Se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno si sono inserite altri cittadini comuni in posti e poltrone normalmente occupati dalla Casta; di una cosa però sono straconvinto, se continuiamo SOLO ad prendercela con le tv i giornalisti e gli italiani beoti (che x carità sono tutte motivazioni valide) passiamo per vittime lamentose e si sa, le vittime a lungo andare stancano. Ora, tenendo bene in mente quanto scritto da Becchi, bisogna ripartire. Avanti tutta, sempre!! Forza M5S.
  • Luca Scalia Utente certificato 4 anni fa
    Ma che cavolo di commento e' mai questo? Il M5S poteva andare al governo con una pistola puntata alle tempie del PD. Ma cosa cavolo credevi, di prendere il 50%? O che chi ti ha votato voleva che stessi li' a guardare, sorvegliare, svelare i retroscena? E ora cosa scrivete? Che e' colpa di chi non vota? No cari miei, chi non vota non vota nemmeno voi, perche' vi considera alla stregua dei partiti contro i quali urlate urlate, senza far nulla!
  • Riccardo 4 anni fa
    Suggerisco due riflessioni 1. fra i peggiori vizi dei politici c'è il NON ABBIAMO PERSO MA IN REALTA'...possibile che non perde mai nessuno? 2. forse la base elettorale che ha portato il movimento al 25%/30% ha altre idee da quelle ad oggi realizzate dal movimento. Sono un ex elettore del M5S che alle passate politiche ha attivamente fatto propaganda e procurato sostegno
  • Mario 4 anni fa
    Beppe, io credo che "questa" Italia non si risolleverà più, non lo dico per pessimismo sterile piuttosto perchè se andiamo ad analizzare l'anatomia del popolo italiano scopriamo che molti, tanti, troppi preferiscono galleggiare (come stronzi) in questa palude nazionale piuttosto che rischiare un salto nel buio e nel rinnovamento. Diciamoci la verità; il popolo italiano non è mai stato un popolo coraggioso, prova ne è la storia, l'Italia è un paese che è sempre stato vassallo e servo di altri più coraggiosi e agguerriti. Qui non scoppierà mai la rivoluzione, nè fisica nè intellettuale. Questo è un paese che aspetta SEMPRE l'aiuto esterno, che vengano altri dall'estero a toglierci le castagne dal fuoco, ma smuoversi il culo a ragionare e tentare di fare da sè qualcosa...no, l'Italia su questo è zero assoluto. I voti del M5S alle nazionali sono voti di gente coraggiosa, che vuole un cambiamento, che cerca una strada alternativa alla solita carrettera tracciata da squallidi personaggi come Berlusconi, Monti, Bersani e altri nel passato. Ma questa Italia più che una carrettera rischia di diventare una palude con tanto di sabbie mobili. A volte per spazzare la merda, la scopa deve imbrattarsi e sporcarsi. Sperare di togliere il grasso senza ungersi...è utopia!
  • roberto b. Utente certificato 4 anni fa
    Tutto come previsto. Il M5S è stato votato alle politiche da un grande numero di elettori di centro destra, ma in Parlamento è stato percepito come un partito di sinistra. Dell'ineggibilità di Berlusconi frega parecchio agli iscritti del blog, ma fuori da Internet è tutta un'altra storia. Lì conta la pagnotta, la busta paga, le tasse, il lavoro che non c'è. La gente che scrive qui è al 90% di sinistra, ma fuori il mondo gira tutto per un altro verso. C'è grande differenza tra il paese virtuale e quello reale.
  • dario rulli Utente certificato 4 anni fa
    Ne faccio a meno. Di tutti quei coglioni che continuano a dire che si è perso perchè non si è fatto un accordo col PD!!! Cambiare l'Italia insieme al PD? Se la volevano cambiare perchè non lo hanno fatto quando governavano.Aspettavano noi per farlo ? Cambiare con chi,con Letta Renzi Napolitano....?!?!? Non hanno MAI voluto cambiare e non lo faranno neanche adesso !!!! Ne faccio a meno. Di tutti quei coglioni che hanno votato M5S per cambiare i loro partiti.... Volete che cambino i dirigenti dei vostri partiti? Fatelo da dentro le loro strutture,non votando noi sperando che così quelli se ne vadano. Infatti non è successo !!! Sono tutti lì... Se volete che le cose cambino,cambiatele da voi stessi !!!!! Ne faccio a meno. Di tutti quei coglioni che adesso mi stonano il cazzo con "ve lo avevo detto" o "io lo sapevo". Andare nei meetup a lavorare per le vostre idee signori !!!! Siete così strateghi? Datevi da fare sul campo non spaccando i coglioni sul blog... Abbiamo bisogno di gente che lavora non di critici che votano con la paletta, non siamo a Miss Italia !!!! Non c'è democrazia interna? Non vi fanno esprimere? Gli altri partiti ce l'hanno...!?!?!? Fatevi un partito vostro e fateci vedere come siete bravi...Ce n'è di spazio !!! Ne faccio a meno. Di chi non ammette l'errore. A livello locale non esistiamo e ci vorrà tempo.E' una guerra di posizione,di trincea,entrare in tutte le amministrazioni e LAVORARE !!!! A livello nazionale dobbiamo pensare non agli elettori degli altri,se strappano tessere o meno ma a FAR VOTARE CHI SI ASTIENE !!!! Siamo un MoVimento di opinione o vogliamo diventare un partito? Vogliamo prendere il 40% degli italiani che non vota? Dobbiamo smarcarci dagli altri !!! Protestare !!! Occupare il parlamento e fottercene delle luci accese cazzo !!! Basta fare i bravi scolaretti in aula !!! Alla stampa a " pecora" non si risponde si va in contropiede !!!! MOVIMENTO SU LA TESTA !!! LAVORARE DISSENTIRE PROTESTARE E FANCULO AI DISFATTISTI !!!!
  • Franco L. Viero 4 anni fa
    Nei paesi, qui in Lombardia almeno, i partiti si sono occultati dietro “liste civiche” dai nomi più stantii, che coprono fortissimi interessi privati ed una corruzione altrettanto forte quanto ben dissimulata. Solo il M5S è apparso da solo, quand’era nella lista: guardando qua e là, c’è da stupirsi di come, pur da solo, sia riuscito a prendere voti. È vero, la vera crisi è l’astensionismo. Ma questo è il nostro futuro. America docet. La chiamano una “grande democrazia”, dove però va a votare una persona su due, dove, cioè, il senso civico è già una prugna secca in metà della popolazione votante. Il fine delle “grandi democrazie” è proprio questo: rincoglionire a tal punto la gente, sì che non vada più a votare! È questo cui mirano le piccole emulatrici della “grande democrazia”. Che fare? Per quanto mi riguarda, e per il momento, mi contento della certezza che il mostruoso squilibrio che si genera, stia fortemente disturbando l’intero ecosistema che reagirà con violenza. So bene che gli “scienziati” ridono di questo… e che ridano!
  • Gianluca S. Utente certificato 4 anni fa
    E' nei momenti difficili che si vede l'unità di un movimento. Così come il risultato delle politiche aveva illuso qualcuno, queste amministrative NON ridimensionano il M5S, ma lo ricompattano su basi più reali. I disfattisti non servono, forse adesso siamo riusciti a liberarcene ed ora vedrete che saremo più sereni visto che anche la stampa alleggerirà il suo pressing. Chi deve lavorare continui a farlo senza cedere all'isteria perchè le cicatrici servono anche a rafforzarsi. Il M5S non è finito affatto e tu Beppe, sono convinto che sotto sotto stai già pensando ai prossimi passi da compiere. Appello accorato ai veri grillini: sosteniamo il M5S, ORA è il momento. Vandrake
  • jimmy joe Utente certificato 4 anni fa
    non abbiamo perso un bel niente piano piano ci riprenderemo sto cazzo di paese alla faccia dei bilderbergiani e di tutti i pezzi di merda che li sostengono
  • Cristina Giustini 4 anni fa
    Il problema è che la gente crede ai mass media e ne ho sentiti tanti che concordavano con le cretinate che dicevano. Io credo comunque che un 12% conquistato con soldi propri e senza propaganda spudorata sia di gran lunga migliore della loro percentuale. Io ci credo ancora nel futuro e al ballottaggio non andrò
  • davide dellantonio 4 anni fa
    l' occasione l' avete avuta. bersani presidente del consiglio e rodota' (o prodi) presidenti della repubblica. nella storia certe occasioni non si presentano due volte. sarebbe stata una situazione dirompente, esplosiva,rivoluzionaria. ma l' avete buttata al vento.... e ora ne pagate le conseguenze. non credo che questo movimento avra' piu un tale risulatato.
  • Ignazia Farina 4 anni fa
    . . . . e adesso sarebbe bellissimo che 1 italiano su 2 non pagasse le tasse!
    • Antonio Giordano 4 anni fa
      più o meno la percentuale di evasione fiscale è quella...
  • antonia demelas 4 anni fa
    Basta sentir parlare di diarie e dissidi all'interno del movimento da parte degli altri, andate in tv a dire la vostra verità, quello che state facendo, le vostre proposte in parlamento....sono stufa di sentire parlare male sempre del M5S senza poter replicare....
  • Claudia D. Utente certificato 4 anni fa
    Visti i commenti denigratori che ho letto oggi vorrei dire anch'io la mia: si è fatto un gran parlare di quello che non ha fatto il M5S! Ah! bene! Perchè pensate che gli altri stiano facendo qualcosa? Ditemi di qualche legge che altri hanno proposto in questo periodo di tempo ...dai su alencatemi le prodezze degli altri parti! Il M5S doveva andare in parlamento e spazzare via tutto in 3 mesi? E gli altri quali leggi stanno facendo? Ditemelo! Abbiamo respirato corruzione clientelismo per 20 anni e ora vi chiedete come mai dopo 3 mesi non siamo guariti? Invece che sostenere questi ragazzi che stanno lavorando giorno e notte per apportare cambiamenti, e grazie a loro qualcosa si sta muovendo, trovate solo il coraggio di sparare a zero e dire che non si è fatto nulla! Ma allora sapete cosa mi viene da pensare? che gli Italiani che ragionano così è meglio che rivotino quelli che hanno sempre messo in queste condizioni l'Italia; si ecco rivotate questa gente! Ve la meritate! Voi non siete per il cambiamento, ma siete per il "voglio i favori senza fare nulla"! Ecco qual'è l'Italiano di adesso! Grillo vai avanti e non ti voltare indietro! L'italiano che ti merita è una persona che apprezza quello che stai facendo. Punto!
  • Andrea L. Utente certificato 4 anni fa
    IL 9 E IL 10 CI SONO LE AMMINISTRATIVE IN SICILIA!!!! PRESENTIAMO TANTE LISTE E I DEPUTATI ALLA REGIONE GIRANO A SUPPORTARE I CANDIDATI. NON MOLLIAMO!!!! ..BEPPE SERVE UN CAMBIAMENTO NUOVA STRATEGIA . PER QUESTE 2 SETTIMANE CHE RIMANGONO.
  • Luigi Barsotti Utente certificato 4 anni fa
    Abbiamo perso e questa è la realtà. I media lavorano per chi li paga e chi li paga non ci vuole. Abbiamo diritto hai nostri spazi televisi, bene, è arrivato il momento di sfruttarlo altrimenti gli atri ci massacreranno. Abbiamo proposte, abbiamo notizie (che fanno vedere il marciume d'Italia) da portare a conoscenza dei cittadini, bene facciamolo. Il Web è bellissimo ma siamo ancora troppi pochi a usarlo. Per far vedere ai miei genitori e/o amici cosa fate sono costretto a scaricare da youtube i vostri interventi e questo non va bene.
  • Luca D. Utente certificato 4 anni fa
    secondo me si può parlare a lungo per capire i perché ed i percome della debacle. Prevedibile? bhe forse. Ciò non toglie che sia una debacle. Motivi: 2 secondo la mia opinione. 1. gli elettori non sono ancora pronti. probabilmente si aspettavano che il M5S avesse una bacchetta magica per cui andando in parlamento facesse qualche strana magia che spazzasse via il vecchio sistema e donasse benessere e serenità a tutto il popolo italiano. 2. Il M5S ci ha messo del suo. Credo che gli italiani siano in primis delusi dalla questione diarie etc. Personalmente non la vedo come una questione così importante in se. Il problema è che passa il messaggio che anche i rappresentanti M5S una volta appoggiato il culo sulla poltrona si sono trasformati immediatamente nello stereotipo del politico italiano medio. personalmente ho apprezzato molto la linea post elezioni del M5S (se si esclude la questione diarie). Continuate (continuiamo) è solo questione di tempo.
  • emiliano u. Utente certificato 4 anni fa
    adesso è arrivato il momento di fare le valige e scappare il piu lontano possibile da questo paese di merda prima che sia troppo tardi...
    • Andrew 4 anni fa
      Fai solo pena..... e non ti rendi neanche conto di essere un povero disadattato. Ah.... a proposito.... io invece rimango solo per il gusto di leggere i patetici commenti di cogl..ni come te
    • emiliano u. Utente certificato 4 anni fa
      senti caro andrew non avevo certo bisogno della tua benedizione, lo so che a quelli come te farebbe comodo stare piu larghi ma la mia era solo una provocazione per dimostrare che proprio per gli egoisti come te ci sarebbe da andarsene ,ma tranquillo mi fermerò ancora per un po giusto il tempo di vederti finire sotto un ponte con la tessera del pd in una mano e una pezzo di pane duro e ammuffito nell'altra....parassita della peggior specie che non sei altro!!!
    • jimmy joe Utente certificato 4 anni fa
      ciao
    • Andrew 4 anni fa
      ...vai....vai, ciccio.... vorrà dire che staremo più larghi!!!!
  • Diego Carioli 4 anni fa
    Anche se buona parte di quel che scrivi è vero, rimane il fatto che il M5S ha perso un sacco di voti rispetto alle politiche. Se non si legge sul blog neppure una riflessione su questo mi spiace ma tra non nolto l'esperienza finisce qui. Per come la vedo io il M5S doveva fare un governo col PD. Trattare con la massima esigenza e durezza con loro ma non far saltare la trattativa. Le cose si cambiano davvero solo governando. L'opposizione lassciatela fare a Bertinotti, che andava a manifestare contro il suo governo col risultato di riconsegnarlo a Berlusconi
  • fabio 4 anni fa
    il movimento non puo vincere in queste comunali il motivo e facilissimo i voti se li comprano anche con promesse di tutti i tipi io abito a messina i voti sono gia tutti impegnati da promesse il problema e che promettono e non hanno mai mantenuto pultroppo è questa la verita l'onesta non paga
  • michele p. Utente certificato 4 anni fa
    di certo non possiamo nascondere l'amarezza che il risultato non sia stato affatto positivo. Anche perchè punto cardine del movimento è proprio quello di partire dalle "comunità locali". Ed invece proprio qui abbiamo "parzialmente" fallito. L'onda emotiva è passata. Tutto è avvenuto in maniera veloce! il grosso successo alle nazionali! la forte presenza dei "portavoce" al Parlamento. la gestione dell'elezione del Presidente della Repubblica, la gestione delle presidenze delle commissioni, etc. Tutto "stramaledettamente" veloce! Facciamo tesoro di tutto cio'! Penso che il "nemico" dovrà essere sconfitto in maniera diversa. Ora siamo diventati "adulti". E d'ora in poi dobbiamo essere piu' incisivi e pregnanti! Si ricomincia dai!
  • Luigi Guarnieri 4 anni fa
    Ho sempre sostenuto il M5S e non mi sono mai fatto abbagliare dalla campagnia di disinformazione dei partiti o di quel che ne resta (poco, visto che si affannano a festeggiare il calo di M5S invece di parlare dei propri risultati) trovo però che oggi si debba obiettivamente fare ammenda per l'incapacità di fare arrivare il messaggio politico alla gente. In questa tornata elettorale e nei mesi precedenti si è dimostrato che, poichè non possiamo competere con i mezzi di informazione al soldo dei soliti noti, non si è in grado di comunicare chi siamo e quello che facciamo per la gente comune. I giovani, o anche meno ma avvezzi alla tecnologia, riescono ad andare oltre il muro di disinformazione cartacea e televisiva ma una enorme fetta di elettorato anziano non ci arriva per "cultura". Infatti si fanno abbindolare dalla bugìa della restituzione dell'IMU metabolizzandola come qualcosa che gli rientra nelle tasche (per una volta almeno dicono). Siamo un paese vecchio, pigro e dimesso. Rassegnato al meno peggio. La mia città è un esempio doloroso di questo. Genova è forse una delle città più vecchie e con la mentalità più chiusa a livello nazionale. L'entusiasmo dei giovani viene soffocato dal sospetto a priori per ciò che non si conosce ("nu se sa mai...maniman..." si dice qui). Si preferisce non cambiare per "ignoranza" e perchè non si ha voglia di partecipare alle responsabilità. Così poi è facile dire "fanno sempre quello che vogliono". Quindi bisogna andare oltre al muro di menzogne utilizzando in maniera diversa la comunicazione. La nostra TV è sul web, bene, ma la stampa non la abbiamo ed invece dobbiamo averla. Autogestita e autofinanziata ovviamente. E' l'unico media tradizionale che può "parlare" a tutte le fasce di età. "U dixe u giornale..."..lo dice il giornale ..quindi è vero. Questo è l'assioma che guida l'italiano medio. Bisogna dargli una mano a capire usando le parole e i mezzi che conosce. Il futuro purtroppo deve ancora attendere. FORZA M5S
  • Emanuela D. Utente certificato 4 anni fa
    Queste elezioni le hanno vinte i giornalisti e la disinformazione. Purtroppo gli italiani si informano solo attraverso la tv e i giornali. Il M5S deve cambiare metodo di comunicazione altrimenti sarà finita per tutti noi e falliremo!
  • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
    Sono convinto che il movimento non abbia sbagliato nulla, abbiamo un progetto e lo stiamo portando avanti coerentemente, ottenendo risultati grandiosi: Quale partito a 2 anni dalla nascita aveva già centinaia di deputati e senatori in parlamento ? Quanti movimenti sono arrivati in parlamento senza toccare, indiscriminatamente, il portafoglio dei cittadini ? Chi ha mai iniziato una battaglia di queste proporzioni senza l'appoggio dei media ? Vi rendete conto che stiamo combattendo per la sopravvivenza del Paese muovendoci su macerie culturali, sociali e fisiche ? Io ringrazio Grillo per aver compattato il dissenso ed avergli dato una direzione, altro che dittatore, se non ci metteva il culo lui chi lo avrebbe fatto in questo decennio ? Non è il movimento il punto, focale, sono le persone. Tutte quante, anche quelle antipatiche, pigre, maleducate o di destra.
  • terenzio eleuteri 4 anni fa
    Caro Beppe, con poche righe voglio provare ad esternare qualche considerazione in merito ai risultati delle amministrative. Il M5S nasce e cresce come esigenza di rinnovamento etico e sociale di un territorio. Non esistono legami di consuetudine storica o di affezione con un colore politico. Il "legame" o collante è la sola aspirazione di gente onesta per dare vita ad un recupero della politica, ad un aggiustamento dei modelli di sviluppo. Il legame è ancora il disagio sociale ed economico avvertito da tanti e la forte aspirazione di dar vita a condizioni di miglioramento. Catalizzare tutte queste aspirazioni significa anche trovarsi nelle condizioni di dover trovare il modo per dare risposte alle aspettative. Senza di queste vien meno quel consenso ricevuto in quanto ritenuto inutile ed inutilizzato. Per altre componenti politiche subentra la consuetudine, l'affezione al colore o la compartecipazione negli interessi che si sono allacciatti nel tempo. Per il M5S tutte queste cose non ci sono. E' evidente che il M5S e gli 8.500.000 di elettori hanno "tutta l'altra politica" contro, tutti coloro che si sono affiliati a "l'altra politica" contro e tanti elettori cittadini che all'ombra dell'ttuale politica hanno impostato la loro vita contro. Quello che dovrebbe fare sperare è che rimane comunque una massa enorme di cittadini che dovrebbe essere interessata a "tifare" per il M5S, unico gruppo politico che si ripropone di ricercare gli interessi della societa' intera e di annullare gli "interessi delle varie caste", che sono il tumore della societa civile ed economica italiana. Rimanere da soli sull'Aventino della protesta; estromettersi da quella visibilita' che puo' essere considerata "impura"; aspettare di essere unica forza per poter effettuare il cambiamento significa soltanto concedere "al sistema" il tempo ed il modo per poter disinnescare il loro pericolo e la bomba che li minaccia. Significa ancora deludere le aspettative di chi ha ricercato "la speranza ".
    • terenzio eleuteri 4 anni fa
      A conclusione di un commento interrotto per esaurimento di spazio disponibile debbo fare una considerazione: rimane difficile pensare che il popolo italiano si un "popolo intellettualmente e civilmente maturo". Altri popoli sarebbero gia' usciti da tempo ed in modo piu' sbrigativo da questo stato di sfruttamento e di docomposizione sociale. L'italiano no: riesce persino a sorridere e applaudire chi lo calpesta, non per errore, ma per strategia consolitata e sistematica; chi lo deruba e lo offende nei suoi principi etici e morali. Il cittadino italiano puo' essere assimilato ad un esploratore che gira da tanto tempo dentro una giungla,vestito a puntino con scarpe e camicia firmata. Con il tempo un esercito di sanguisughe si infilano dentro il suo bbigliamento e sotto la sua camicia, ma lui non se ne avvede e continua a girare felice e contento, seppur consapevole di una certa spossatezza. Occorre che qualche soggetto estraneo lo privi dell'abbigliamento e della sua bella camicia per farlo rendere consapevole "del suo vero stato" e dell'origine della sua spossatezza. E' impossibile un suo recupero senza qualcuno che in modo brutale, continuo ed insistente gli additi "in modo particolareggiato" l'origine dei suoi mali. ABBANDONARLO AL SUO DESTINO POTREBBE ESSERE UN REATO IMPERDONABILE.
  • Pipo Patata 4 anni fa
    Beppe Grillo tempo fa diceva che in tanti avevano sbagliato a votare il suo Movimento. Ecco, ora quei tanti se ne sono accorti. Dimezzato il consenso. Dire che non è una sconfitta perchè bla bla bla bla bla bla, è il solito discorso da politici. Poi, se vi va bene continuare a nascondervi dietro a un pollice, fatelo pure. La realtà però dice che è stata una debacle.
  • pasquale ippolito Utente certificato 4 anni fa
    E' giustissimo questo ragionamento. Ma quanti italiani lo leggono? Diciamo il 10% ad essere ottimisti ma per arrivare al 50% bisogna comunicare con i mezzi tradizionali: TV, radio e giornali.
  • Antonio Santamaria 4 anni fa
    Non è questione di essere felici. Il fatto che giornali e televisioni gridano ad una vittoria e parlano di M5S sconfitto non rende felice nessuno se non loro. E' chiaro a chiunque che c'è una netta divisione tra chi scrive e tra chi legge. Se loro festeggiano per una vittoria significa che è una sconfitta per noi cittadini essendo una partita mortale tra noi e loro. Però sono mesi che tanta gente, qui sul blog, chiede di dare più voce al Movimento ed ai suoi rappresentanti. Nella quasi totalità dei casi ci sono 3/4 commenti sotto questi post in cui li chiamano troll. A mio avviso andare in televisione non serve a niente. Chi conosce il Movimento non l'ha conosciuto in televisione o sui giornali e il Movimento in questo senso può solo ampliarsi. In più tutto quello che esce da quella scatola è vomito puro e chiunque parli li dentro vomita. Anche chi ascolta vomita. Anche se, ad onor del vero, non si può ripulire il fango senza sporcarsi le mani. Per quanto mi riguarda non ho votato così come non ho votato alle politche. Io si che sono terzo a tutti. I partiti e i politici mi stanno tutti sul cazzo e il Movimento è ancora tutto da valutare. Ma quello che mi ha lasciato perplesso è che qui sul blog i maggiori argomenti sono il nano, il pd-l, la disinformazione ecc ecc. Per me questo è gossip, tutti noi che veniamo sul blog sappiamo chi è il nano, sappiamo come stanno messi giornali e tv e sappiamo pure del partito farsa del PD. Ora rincarare la dose su questo schifo va bene ma continuare a parlare solo di questo ma vaffanculo ... E una volta ballarò e poi santoro e poi brunetta e poi che minchia ne so ... si, definitivamente, che vadano tutti affanculo MA BASTA ! L'informazione di quello che fate in Parlamento c'è, mettete più in evidenza quelle cose e BBBaffanculo alle cazzate !
  • Enrico Messina 4 anni fa
    Dico anch'io la mia... Il Movimento 5 Stelle non ha dato risposte immediate a chi lo ha votato per esasperazione e non per condivisione di idee. La gente non ha capito e non è stata informata sul il rifiuto a fare un governo con Bersani, cosa che sarebbe andata contro i principi del movimento perciò coerente con le cose dette fino a quel momento. Io penso che sia meglio così meglio farci conoscere con i risultati che per disperazione, sicuramente va fatta autocritica e serve capire cosa si può migliorare, ma meglio andare avanti con coerenza e con i voti di chi è realmente convinto che questa sia la strada giusta. Vorrei spendere due parole sulla stampa, che non ha perso secondo per attaccare il Movimento; ma si sa siamo lo scarrafone brutto, quello che da fastidio (quello che se compare a una festa sotto il tavolo, nessuno mangia più...) e se poi questa idea che la politica la si può fare benissimo con pochi soldi e responsabilizzando i cittadini, prendesse piede in tutta Europa, come sta succedendo in Germania? Molti poteri "forti" ne uscirebbero malconci. Io non mollo, andiamo avanti!
  • fernando reina Utente certificato 4 anni fa
    io voterò grillo quando ci sono altri partiti io non ci vado a votare. beppe l'italiano gli piace galleggiare non vuole solo delegare gli alti partiti non vuole mettersi in gioco per il bene comune, dico si merita questi partiti non voglio più sentirli lamentarsi. comunque i giornali dicono flop del m.5 s. non mi sembra che anni passati ci stavamo noi dico sempre bravi a tutti gli attivisti del m.5 s. forza che piano piano entriamo anche alle varie regioni. forza m. 5 s.
  • nino c. Utente certificato 4 anni fa
    Beppe queste elezioni sono un brutto segnale, digli a quei 4 stronzi che abbiamo mandato in parlamento di cambiare attitudine: che rispettano i patti, e si mettano a lavorare.seriamente. Ricordagli che sono dei miracolati di San Grillo!!
  • simone stellini Utente certificato 4 anni fa
    Non cerchiamo scuse perfavore.
  • Giovanni Sperati 4 anni fa
    Ah prof. ma non potevi tenere la schiena dritta quando Grillo ti ha sconfessato dopo quel tuo intervento tv? Devi pensare e dire quello che dice lui (e pensa Casaleggio) per poter esprimerti come "ideologo" del movimento? Adesso sei costretto a dire che la gente ancora crede nel M5S per poter mantenere il tuo ruoletto sui media! Ma va! Un po' di dignita'!
  • carlo 4 anni fa
    Ma che senso ha questo post? La scofitta c'è, è chiara, profonda ed evidente. La colpa è della stampa che lo mette in evidenza? Cosa avrebbero dovuto titolare i giornali, successo cinque stelle malgrado l'assenteismo? il movimento è ancora giovane, ha commesso gravi errori tipo lamentarsi con i giornali perchè non mettono in evidenza i lavori dei parlamentari (e se ne potrebbe parlare, anche perchè non mi pare che il blog ne parli quotidianamente)o la scelta dei candidati. Se se ne prende atto e si corregge si cresce, altrimenti...
  • giovanni cosenza Utente certificato 4 anni fa
    caro Beppe secondo me così non andiamo da nessuna parte... e questa è l'ennesima dimostrazione...serve un organizzazione a livello regionale, organizzazione di tipo piramidale, candidati a sindaco, almeno nelle grandi città conosciuti, è ora che anche i nostri in parlamento inizino a fare politica seria e non sterili interventi.... ripeto, COSI' NON ANDIAMO DA NESSUNA PARTE!! serve andare in TV a rispondere a TONO!! il 50% dei cittadini NON HA INTERNET NE TANTO MENO FACEBOOK!! ma guarda la TV. A piazza del Popolo a Roma, ero nella sicurezza e molta gente è venuta proprio a lamentarsi di questo!! LA GENTE CI CHIEDE DI ANDARE IN TV!! Mettiamolo al voto sul BLOG come tutte le altre proposte e vediamo cosa succede. A riveder le stelle...
    • carlo s. Utente certificato 4 anni fa
      sono d'accordo! Al voto! Presenza in tv! Guardo i tg e i talk:fanno una disinformazione mostruoso senza possibilità di contraddittorio. Quindi ora: tutti in tv e maggiore articolazione.. passo passo riprenderemo il consenso (sempre che lo avessimo perso!).
  • alessio 4 anni fa
    E' antipatico fare la parte di quello che L'AVEVA DETTO, ma siccome L'AVEVO DETTO, mi tocca fare l'antipatico. Premetto che (seriamente) considero molto difficile gestire una vittoria fuori misura come quella del M5S alle politiche scorse. Detto questo, l'errore (da me e altri Troll denunciato nei mesi scorsi su questo blog) é stato quello di pensare che i 9 milioni di voti presi alle politiche fossero tutti di pasdaran del M5S, tutti combattenti per la democrazia diretta, la NO TAV, la decrescita felice, l'eliminazione dei partiti e dei giornalisti. Come volevasi dimostare, invece, più della metà erano scontenti dell'offerta politica tradizionale ma si aspettavano un atteggiamento costruttivo dai grillini una volta in parlamento. In pratica: ti ho dato il voto, con quel voto puoi sostenere un governo del cambiamento, fallo. Invece vi siete persi in battaglie minori (diarie, commissioni, copasir, vigilanza RAI, ecc.) di cui a molti, interessa il giusto, rispetto al declino economico e sociale in corso in italia. Troll
    • alessio 4 anni fa
      Io non pretendo nulla, dato che non li ho votati. Evidentemente sono gli elettori M5S (gli elettori, sottolineo, non gli attivisti) che si aspettavando qualcosa in più in concreto. E il dibattito sul blog a questo porposito c'è stato, evidentemente quelli critici con la linea oltranzista Grillo/Casaleggio non erano solo Troll o infiltrati, ma veri elettori delusi per l'isolamento auto-imposto. L'errore è stato non averli ascoltati. Se si vuol cambiare VERAMENTE le cose. Se poi si vuol fare solo un po' ci caciara allora va bene così, ma certo non si arriva a governare da soli, né in parlamento né nelle città. Troll
    • Omar Navi Utente certificato 4 anni fa
      Pretendete da giovani parlamentari nati da tre mesi quello che non avete preteso dai vecchi "esperti" della politica e dell'amministrazione pubblica in 20 anni (e più). Ma sarete ben strani, eh?
  • Leonardo M. Utente certificato 4 anni fa
    Sinceramente le facce sorridenti di quelli che sono contenti della sconfitta del M5S mi amareggiano piu' della sconfitta stessa perche li guardi, li vedi che magari sono pensionati che stanno affondando e sorridono perche' "l'avevo detto io!!" Forse anche sul titanic qualcuno sara' annegato felicemente perche' "tanto lo sapevo che questa barca....."
  • ledina 4 anni fa
    Alle nazionali ho votato m5s per cambiare ma dire di no a tutto e tutti non E' Quello Che Desideravo. Cosa aspettiamo di avere il 100%? Illusione! E'evidente che se sei fuori non cambi nulla, anzi gli Altri Faranno Leggi per escluderci. Se Vogliamo Possiamo Ancora Farcela Ma Dobbiamo FARE, E Far Sapere Che "Facciamo" Anche In Tv Se Serve. Non Votare La Fiducia e'Stato Un grave Errore Soprattutto Perche' non Veniva Spiegata La Strategia di Questa Scelta. Il PD ci Corteggiava E Noi con Sufficienza si Diceva Che M5s Non Fa alleanze. Siamo Apparsi Come Incapaci Di prendere Decisioni e Ora Paghiamo.
  • antonella b. Utente certificato 4 anni fa
    Il problema, inoltre, sta nel fatto che quando si trovano persone che vogliono proporre cose nuove e che a parole ti dichiarano di sapere cosa si deve fare ci si aspetta che il tutto avvenga con un TAC!, la famosa bacchetta magica come se ci fossero solo loro e gli altri non esistessero. Ci hanno abituato a volere tutto e subito e questo, mi sembra evidente, non è possibile soprattutto quando ci sono di mezzo interessi enormi e soprattutto quando si sa benissimo che se ci si vuol fare dei nemici bisogna toccarli sui soldi!!! Che è poi quello che stiamo facendo!!... Quindi?....
  • Giovanni Messina 4 anni fa
    Forse questa tornata elettorale ci ha dato la possibilità di contarci, di capire l'entità del numero degli elettori che a febbraio hanno votato M5S solo per dar sfogo ad un senso di protesta e/o sperando in un qualche miracolo. Ciò nulla toglie alla validità dei principi che sento di condividere con quanti fanno parte e sostengono il movimento, ma ritengo necessario puntare su una comunicazione più efficace: magari usando la TV (strumento al quale sono sicuramente più abituati) per far capire a tanti italiani che possono migliorare la qualità delle informazioni attraverso un uso sistematico e consapevole dell rete. Il punto fondamentale, però, in questo momento è rendere visibile l'attività del M5S. Troppo spesso in questi mesi mi sono sentito dire frasi del tipo: "ma questi non hanno fatto niente!" e convincerli del contrario è dura, perchè le persone sono letteralmente bombardate da un'informazione manipolata ad arte. Il mio auspicio è che ci si muova presto in tal senso:... "fare e' il miglior modo di dire"... ma occorre che il "fare" venga conosciuto e percepito.
  • JULIEN L. Utente certificato 4 anni fa
    NON NASCONDIAMOCI DIETRO UN DITO. CARO BEPPE STAI BUTTANDO LETTERALMENTE AL VENTO OLTRE 8.000.000 DI VOTI E STAI SCIUPANDO ALLA GRANDE UN'OPPORTUNITA'STORICA DI CAMBIAMENTO. BISOGNA REAGIRE E MANTENERE FEDE ALLE PROMESSE CHE CI HAI FATTO IN CAMPAGNA ELETTORALE PUNTO
  • Nicola S. Utente certificato 4 anni fa
    Io non ho mai votato finora m5S, e ogni tanto vengo in queste pagine perche ho speranze vere di cambiamento della politica e della societa'. Francamente pero' leggendo post e commenti mi cadono le braccia, secondo me se volete veramente dare una svolta e sfruttare la popolarita' e il consenso che il M5s ha guadgnato negli ultimi tempi avete bisogno di rappresentati credibili che indirizzino e alimentino argomenti e discussioni di alto livello e concreti, nei quali la gente possa vedere affrontati i veri problemi. Secondo me la fase 2 che deve iniziare deve andare oltre gli insulti e i mandiamoli a casa...
  • pezzotti claudio 4 anni fa
    un paese vecchio,governato da vecchi,votato da vecchi,chi caxxo volete che vinca?i giovani per fortuna la pensano diversamente,di tutte le persone che conosco la maggior parte dei giovani che non hanno l'elettroencefalogramma piatto hanno votato per il M5S,la strada e' quella giusta,forse e' mancata un po' di cattiveria politica ma impareremo anche quella,forse e' mancata anche la comunicazione importantissima verso tutti coloro che sono abituati ai soliti programmi televisivi e ai soliti giornali,forse son mancate le persone giuste al posto giusto come magari un Travaglio che potesse ribattere come portavoce a tutte le domande denigratorie fatte costantemente dai media nei confronti del M5S,ecco dobbiamo semplicemente organizzarci in tal senso perche' purtroppo il nostro popolo si dimentica trppo velocemente di tutti i ladri e indagati che sono in parlamento,nelle amministrazioni,nelle associazioni fino ai circoli anziani e bocciofili ramificati nel nostro bel paese.ecco ,dobbiamo ricordarglielo,per il resto ho fatto alcune domande ad amici e conoscienti il giorno prima delle elezioni a Roma sull'assegno che Beppe a restituito al comune di Mirandola....bhe!!nessuno lo sapeva,,,,questo non e' possibile,per accelerare il processo di cambiamento in questo paese ci vuole molta piu' comunicazione,un saluto a tutti e forza al M5S da Claudio.
  • Patrizia C. Utente certificato 4 anni fa
    Egr. Prof. Becchi. Concordo con le Sue parole. Anch'io ho notato con quale fretta e tracotante soddisfazione i media abbiano immediatamente sottolineato il "crollo" del M5S. Solo en passant hanno accennato all'enorme astensionismo. Questa è ormai la strategia: puntare il dito contro il M5S e tacere (neanche tanto sapientemente) sul perpetuare delle malefatte della Casta. Purtroppo nella popolazione italiana ci sono tanti "bambini adulti" che hanno ancora bisogno di un papà onnipotente e magico a cui credere ciecamente, qualunque bugia venga detta. Bambini dall'animismo infantile talmente sviluppato da credere che gli asini volano, solo perché lo dice la televisione! Beh...per fortuna fra i cittadini italiani ci sono anche tanti adulti che cercano spasmodicamente la verità e che hanno la capacità di decidere....di votare M5S o non andare a votare affatto.
  • Fabio C. Utente certificato 4 anni fa
    La vittoria del PD a Siena la dedico a coloro che hanno continuamente censurato i miei commenti, attaccandomi sul lato personale, fascistizzando il blog. CI GODO! E non vi voterò mai più.
  • francesco CAPPELLO Utente certificato 4 anni fa
    Il popolo italiano, gli elettori italiani, predicano bene e razzolano male. Vogliono il cambiamento ma poi non sono capaci di farlo. Vogliono che siano sempre gli altri a fare il cambiamento per poi criticarlo e affossarlo. Le amministrative hanno dato un ottimo risultato a dispetto di molte cose. Non sono certo come le politiche e quindi non può fare un paragone. Le politiche, e forse le regionali, sono più libere, le amministrative si vota soprattutto la persona o le persone che compongono la squadra. Nel salento dove vivo e cerco di lavorare i due ottimi risultati sono Surbo e Monteroni, due centri dove il potere è in mano alla criminalità e alla casta-mafia, e dove i due candidati hanno fatto uno splendido lavoro. Complimenti. Francesco Cappello m5s melendugno/borgagne
  • Gabriele M. Utente certificato 4 anni fa
    Il dato sconsolante è che il M5S ha perso la fiducia di chi lo aveva votato, perché ha deluso PROFONDAMENTE le sue aspettative. Perciò, la gente non è andata a votare: non c'era nessuno per cui votare che la potesse rappresentare! Più che di democrazia liquefatta dovreste parlare di democrazia in vacanza. Comunque, sono contento del successo di Marino a Roma, meglio che niente. Secondo me al M5S manca molto il senso di autocritica, spero che abbia imparato qualcosa dalla batosta, ma ho i miei dubbi, perché è difettoso geneticamente. Auguri per il futuro!
  • Fabrizio Bitti Utente certificato 4 anni fa
    Ragazzi questo post puzza di partito! Ma tanto proprio. Cosa c'è ? non si riesce a capire quello che sta dicendo l'elettorato ? il popolo sta mandando un messaggio chiaro: "NON SIETE DIVERSI DAI PARTITI CHE VOLETE MANDARE A CASA". O si cambia registro o si muore come movimento. E se muore il movimento, non c'è più speranza per l'italia. Dove cavolo sta Grillo ? perchè non fa un video e chiede scusa a gli italiani e rimette il movimento in carreggiata ? la carreggiata della trasparenza, di "fuori i soldi dalla politica se no la politica la diventano i soldi" insomma, mandare a casa un po di gente, e rendere finalmente reale il voto via internet diretto di tutti gli iscritti, in modo trasparente e DEMOCRATICO. Se no vuol dire che mi sono illuso e che stavo solo seguendo un comico che ha deciso di fare una follia. Io ci credo ancora.
  • Antonio C. Utente certificato 4 anni fa
    Ragazzi credo sia giunto il momento di ANDARE IN TV A DIFENDERCI!Sono mesi che Floris e company gettano fango sul nostro MoVimento senza che nessuno vada lì a difendere l'operato dei nostri ragazzi. Internet, le piazze non bastano ad informare la gente, non sono sufficienti a raggiungere tutti...solo la TV,alla quale l'Italiota è attaccato con un cordone ombelicale, può permetterci di mostrare alle persone la verità dei fatti. Andate in TV, non abbiate paura dell'ambiente ostile, voi portate fatti gli altri solo parole!La gente lo capirà! Avanti M5S!Senza paura! PS: a Pomezia il M5S è stato la forza politica più votata e il candidato sindaco andrà al ballottaggio...niente male per dei "dilettanti allo sbaraglio" no?
  • luciano caponigro 4 anni fa
    quando un flop e' un flop va ammesso. e questo e' un flop del M5S. L'infantilismo e' di chi non vuole ammettere la realtà e non sa approcciarsi. Ci vuole piu' trasparenze e piu' capacità di interagire col mondo circostante.
  • Andrea L. Utente certificato 4 anni fa
    Cari Amici...sono un attivista. Non cadiamo nell'errore di giustificare il voto di ieri. Dobbiamo fare una analisi critica. Gli indecisi sono i nostri elettori che sono rimasti delusi da noi. Non perchè il movimento ha deluso nei suoi intendi. Ma perchè siamo stati colpiti pesantemente dall'informazione. Non siamo riusciti a spiegare alla massa che ci ha dato fiducia e che non ci segue nel web o non riusciamo a contattare nei banchetti le motivazioni di: - Non aver dato l'appoggio al PD - Non aver trovato una mediazione per il presidente della repubblica. - Spiegare che sono gli altri che spostano l'attienzione solo sui rimorsi non il m5s. Quindi urge Beppe un cambiamento di strategia di comunicazione ..pensiamo,costruiamo. Dai, forza ragazzi dobbiamo ancora radicarci bene. E soprattutto ancora ci sono le elezioni in Sicilia il 9 e 10, abbiamo tante liste. 2 settimane per dare un colpo di coda.
  • Alessandro Veri 4 anni fa
    A Beppe ora si che ci rode er culo!!! Stiamo perdendo tutto potevamo essere al governo e mettere sotto sia Bersani che far fuori Berlusconi e invece... Reagire subito reagire ora o mai più !!! Beppe ci stanno spazzando via e se nn reagisci ora perderai il sostegno di tutti noi che ti abbiamo votato!! Nn permettere che Letta e Berlusconi passino per i salvaori del paese dopo che la loro classe politica lo ha rovinato!! Reagire subito molla con sto Casaleggio e ste cavolo di regole questa è politica!!! Politica nn una CROCIATA !! State giocando con le nostre vite il compromesso in politica è alla base della piramide!! Come pensavate di trattare se vincevate con la mafia con L'Europa con le banche senza compromessi?? Facevate la guerra a tutti? E poi sta storia di usare solo il web e nn usare tv e giornali... Ci stanno facendo neri!! Sveglia !!! Se l'obbiettivo era aspettare la spaccatura tra pd e pdl e poi vincere le elezioni direi che è fallito miseramente!! Ora bisogna inventarsi qualcosa perchè questa opposizione con questi numeri è un opposizione fasulla che regala ancora una volta il potere sempre alle stesse figure!! Addirittura una donna di colore che odia l'Italia e invita ed incita l'immigrazione quando qua noi si muore di fame!! Siamo la barzelletta del pianeta per colpa non di noi poveri lavoratori di ma di chi ci guida e ci rappresenta nel mondo!! Beppe tu sei uno di quelli che ci ha illuo che questo possa finire e possa cambiare ed allora cosa aspetti??!!
  • francesco genovese Utente certificato 4 anni fa
    io sto con Grillo ,, senza se e senza ma !!
  • Cristiano Terreni Utente certificato 4 anni fa
    FARE AUTOCRITICA pls!
  • Gaetana A. Utente certificato 4 anni fa
    Una riflessione seria sui risultati deludenti delle elezioni amministrative DEVE essere fatta!!Tutto sommato, se per strada si sono persi i voti degli arrabbiati,dei votanti per protesta contro i loro partiti, di quelli che speravano in una rivolta vera e cruenta,non è poi un gran male! Adesso rimbocchiamoci le maniche e continuiamo a lavorare!!Ritorna però il solito discorso: i mass media, la MALA INFORMAZIONE, i titoloni di testa sul "Flop di Beppe Grillo" ecc. ecc. Non tutti seguono il web! Avrei una proposta: NON SAREBBE ARRIVATO IL MOMENTO CHE GRILLO O CASALEGGIO ACCETTINO DI PARLARE IN TV, MAGARI RISPONDENDO ALLE DOMANDE POSTE DALLA GABANELLI E SOLO NELLA SUA TRASMISSIONE?? CHE NE DITE??
  • PIER LUIGI CORRADI Utente certificato 4 anni fa
    Per una svolta occorre procedere con immediatezza alla democrazia di rete con un sistema di voto pubblico, trasparente e immediato. Occorre mettere a punto le regole ed il sistema informatico.
  • Franco Della Rosa 4 anni fa
    L'INFANTILISMO DELLA STAMPA SI É AUTOCERTIFICATO !!! ORA IL M5S HA ACQUISTATO FORZA RIPULENDOSI DI CHI NON AVEVA CAPITO I PRINCIPI DEL MOVIMENTO O NON VOLEVA CAPIRE ... !!! ALLA PROSSIMA OCCASIONE TRIPLICHERA' SE SI SVEGLIANO GLI ASTENSIONISTI INTELLIGENTI !!! COSA CHE DIMOSTREREBBE CHE L'INTELLIGENZA NON SI É ESTINTA !!!
  • adamo ed eva Utente certificato 4 anni fa
    DIMENTICAVO: BASTA CON FRASI DEL TIPO CI RENDEREMO IL PAESE, ANDREMO AL 40%, LA GENTE SPECIE QUELLA NON + GIOVANE HA PAURA. PAURA INGIUSTIFICATA, MA E' COSì.
  • antonella b. Utente certificato 4 anni fa
    SU!!,FORZA E CORAGGIO CHE ABBIAMO ANCORA TANTA STRADA DA FARE. DIMOSTRIAMO DI COSA SIAMO CAPACI, E' L'UNICO MODO CHE ABBIAMO PER CONVINCERE I DISILLUSI E GLI SCETTICI E CIOE' QUEL 50% CHE NON HA VOTATO. BUON LAVORO!!!
  • yuva m. Utente certificato 4 anni fa
    chi ha lasciato il M5* perché non ha dato la "fiducia" al pd-L ,oltre ad aver preso la più grossa fra le cantonate, dimostra tutta la propria IGNORANZA,la pesante limitazione cerebrale raggiunge il massimo quando trae gioia,come in un derby,dal fatto che il M5* abbia "perso" dei punti! Da patetico tarato e, preso dalla sua antica guerra-farsa contro il cavaliere, neanche si rende conto che ad aver perso non è il M5* ma i cittadini come lui. L'M5*,che non è una "squadra-partito" non gioca a palla!!Il movimento ha commesso diversi errori e si vede, è vero! ma l'unico a non aver commesso è proprio quello di dare la fiducia a dei ladri che rubano da anni papa e ciccia cor nano. Fra non tanto si starà peggio che in Grecia,le ricchezze che ci hanno lasciato i nostri padri non durano in eterno, ci sarà da divertirsi......
  • domenico f. 4 anni fa
    Fate un confronto sui voti ottenuti da pd e pdl per esempio a roma e guardate chi veramente ha perso queste elezioni. Nel 2008 il pd faceva 560.000 voti, oggi dimezza!! I giornali giocano con le percentuali ma sono le x sulla scheda che contano. Ha ragione beppe: troppi giornalai e pochi giornalisti.
  • Felix Santamarina 4 anni fa
    Gli elettori ci hanno punito per la mancanza di coerenza nel nostro impegno sulla transparenza. Propongo che d'ora in poi tutti i parlamentari M5S mantengano un rendiconto che dettagli le loro attività giornaliere minuto per minuto (ore 7:30, cornetto con la crema e cappuccino al bar La Caffettiera, sito in Piazza di Pietra, costo €3.10; ore 7:45, visita della toilette del bar La Caffettiera; ore 7:55, incontrato Ezio in strada, chiestogli "Ci vediamo dopo?" ...) e lo pubblichino in rete ogni sera. Il 100% sarebbe allora a portata di mano.
    • Franco Spallanzani Utente certificato 4 anni fa
      Scusami, Felix (ti do del tu perché da come scrivi mi sembri piuttosto giovane e io di anni ne ho già ammucchiati), ti faccio una domanda: Oltre a te, quanti italiani, secondo te, ogni sera si metteranno in rete per leggere "tutto il parlamentare minuto x minuto" dei 162 eletti del movimento? E i 162 parlamentari dove lo trovano il tempo per scrivere ogni giorno: caro diario.......ecc.ecc.? Ti faccio solo presente che abbiamo: una disoccupazione giovanile al 40% ( i miei figli nel giro di pochi mesi se ne andranno via, come tanti altri ragazzi); centinaia di migliaia di cassintegrati; negozi e piccole aziende che continuano a chiudere; banche che non prestano soldi a nessuno; per evasione e corruzione siamo i primi al mondo; un territorio devastato dal cemento; la malavita organizzata ben dentro le istituzioni ormai ovunque. E al 100% si arriva facendo l'autocronaca dei cornetti che consumiamo al mattino e chi li paga e quanto costano? Ma dai. Io continuo a pensare che il movimento ha avuto una enorme occasione per fare due/tre cose con Bersani (concordate seduti ad un preventivo tavolo) e mettere finalmente fine al disgraziato ventennio berlusconiano. L'abbiamo persa e ancora non riesco a capire perché. Ciao.
    • Fabio Mattia Utente certificato 4 anni fa
      Hai detto bene. Continuate così. Questa ossessione persistente per la trasparenza vi renderà invisibili!
  • Fabio Mattia Utente certificato 4 anni fa
    Ecco un altro "filosofo" che tenta di spiegare, come del resto fanno quei vecchi mercanti politici fastidiosi ed ostinati, le ragioni o il perchè, aggrovigliandosi mentalmente. Ma mi faccia il piacere!
  • antonella b. Utente certificato 4 anni fa
    Leggere certi commenti mi fa cadere le braccia perchè la gente non si ricorda nulla e non ha imparato nulla.Cosa ci si aspettava dai giornali e dalle TV tutte contro il movimento? un commento soft, fatto con onestà intellettuale? Ma per favore!!! Non aspettavano altro se non festeggiare il risultato ottenuto anche grazie al loro lavoro continuo e costante denigratorio e diffamatorio. A mio parere il prof.Becchi ha analizzato con accuratezza il fenomeno ed ha assolutamente ragione nell'affermare che il risultato più eclatante è stato l'astensionismo che sta a significare che la gente non considera più andare a votare un diritto/dovere perchè viene regolarmente calpestato e ignorato; guardate :alle politiche il M5S non ha ottenuto più di 8 milioni di voti? ed il voto di questi 8 milioni di persone è tenuto in conto da qualcuno? Non siamo neanche considerati opposizione perchè ci negano persino i diritti fondamentali concessi all'opposizione da sempre. Quindi: vale la pena andare a votare? Risposta: NO Io non la penso così, al contrario chi non vota agisce da menefreghista e perde l'unica opportunità che gli è concessa di esprimere una preferenza e permette ad altri di prendere decisioni anche per lui che sia favorevole oppure no e poi non se ne deve lamentare!!! Inoltre , sarà anche una scusante, ma effettivamente le amministrative sono diverse dalle politiche ed in politica al momento non abbiamo dimostrato un gran che, perchè abbiamo appena cominciato ma sappiamo benissimo che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire... Ad ogni modo una riflessione è necessaria perchè qualcosa di sbagliato è stato sicuramente fatto ed io la individuo nella comunicazione che trovo lacunosa e a volte contraddittoria in netto contrasto con la nostra politica di coerenza e chiarezza; secondo me, e scusate se lo ripeto ancora, manchiamo di visibilità e bisognerebbe proprio lavorare su quello. UN BUON PRODOTTO SE ANCHE PRESENTATO BENE VENDE DI PIU', O NO?
  • PASQUALE CESARANO () Utente certificato 4 anni fa
    Queste elezioni amministrative 2013, hanno evidenziato che gli elettori non sono ancora maturi a distaccarsi dalle vecchie ideologie della politica. Comunque non è un fallimento x il M5S come i giornalisti dichiarano, ma è il contrario, dopo tanti attacchi che gli sono pervenuti dalla vecchia politica,dai media e varie associazioni, il M5S è ancora al centro dell'attenzione.
    • Fabio Mattia Utente certificato 4 anni fa
      Si, si. Mettila così: tu continua ad aspettare che gli elettori maturino. Ma dai, sii serio.
    • Antonio C. Utente certificato 4 anni fa
      Paolo, assolutamente e pienamente d'accordo con la tua analisi!Credo sia andata così pure a Siena e nelle altre città.... Cmq, ribadisco, è arrivato il momento di andare in TV e difenderci dal fango che ci buttano contro!
    • Paolo 4 anni fa
      Condivido in parte. A roma le amministrative non sono mai state le politiche. Alle politiche si vota seguendo gli ideali, alle amministrative si guarda alle proprie tasche. Non a caso hanno vinto i palazzinari, del PD e del PDl Poi se il sindaco è di sinistra o di destra è ininfluente.
  • paolo bressani 4 anni fa
    Buongiorno a tutti, sto controllando i voti dal sito del ministero dell'interno, più che una sconfitta la definirei una disfatta, è vero che è difficile raffrontare le elezioni comunali con le politiche ma il calo che si evince è drammatico, un esempio: Viterbo comunali M5S 6,2% senato 2013 29,18% .Dalle sconfitte si trae un insegnamento, abbiamo sbagliato qualcosa, non siamo riusciti a comunicare ai cittadini le nostre idee, la nostra onestà,i progetti. Sono convinto che televisione e stampa abbiano avuto un ruolo importante, né è la riprova il "rapporto sull'opinione pubblica nazionale" che potete trovare all'indirizzo http://www.euractiv.it/images/eurobarometro.pdf Sappiamo tutti che le trasmissioni politiche televisive sono pilotate da PD e PDL che sono la causa della rovina del paese ma la nostra mancanza ci impedisce qualsiasi difesa e la possibilità di dire la nostra.E' vero che in dette trasmissioni bisogna difendersi con le unghie e i denti ed è per questo che vanno scelte persone preparate, che potrebbero essere P. Ricca, C. Messora altri. I partiti hanno capito l' importanza e la potenza del media e presidiano con i loro rappresentanti tutte le trasmissioni. Un certo Macchiavelli diceva "il fine giustifica i mezzi" e il nostro fine è MANDARLI TUTTI A CASA !!!
  • fulgy f. Utente certificato 4 anni fa
    Quello che non capiscono gli Italiani , grazie ai giornali , grazie alle trasmissioni tv e grazie alla loro incapacità di informarsi altrove e di riflettere con la propria testa,, è che il movimento non è interessato a raggiungere i vertici, è interessato al vero cambiamento che non può avvenire, se non si cambia la mentalità. Quella mentalità del "tutto e subito" senza fatica, che in questi vent'anni ci hanno inculcato bene i mass media. Fondamentale è rispettare la volontà della maggioranza per cui, se la maggioranza vuole mantenere questo sistema,(la paura per molti di perdere i privileggi, non è da sottovalutare) questo sistema avrà, ma non responsabilizzi di questo, il movimento cinque stelle, che pur avendo tante cose da correggere, errori dovuti a inesperienza da evitare, rimane nel suo profondo l'unica idea valida per migliorare l'esistenza morale e materiale di questa povera italia. Quelli che criticano il Movimento sono quelli che non lo conoscono, quelli che non lo capiscono e chi lo trova scomodo. Faccio solo un esempio, perchè parlare di crollo del m5s quando è la prima volta che si presentano in quei comuni, il crollo può essere quello del pdl che ha perso varie città. Il m5s non le ha conquistate è vero, ma questo significa solo che nelle persone non è ancora maturato il vero senso dell'importanza della partecipazione diretta. Un grazie a mia sorella.
  • Felice L. Utente certificato 4 anni fa
    Penso che l'unica possibilità è che il paese crolli del tutto, perchè sia evidente in che mani è. Potrà il "popolo" dire allora che anche in tal caso la colpa é di Grillo, Casaleggio e movimento? Il fatto che scrivano che il movimento è "crollato" è una arma a doppio taglio: aumenta la percezione che i responsabili della cattiva gestione non sia il movimento. Bisognerebbe giocare di rimessa...trasformare la delusione in altro, far passare il messaggio: se i problemi esistenti permangono, sapete chi vi ha governato, il cinquestelle no, avevamo le ricette e la voglia, ma si è preferito altro, quello che vedete. Insomma far capire che o si governa e in Italia si dice, diamo fiducia a questa forza politica con almeno il 51%, oppure non si governa non perche non si vuole, ma perche non si può: serve maggior consenso. Il consenso, è labile, sfuma subito, basta un nonnulla e si voltano le spalle, si delira per qualcosa per un istante e poi all'indomani si cerca altro. È il paese, la cultura del nostro paese. La mia interpretazione del piazzamento: De Vito è una ottima persona, purtroppo la gente NON cvuole ottime persone, ma forse ottime persone con una grinta che incarni il loro malessere e lui mi è sembrato pacato, insomma aveva poco carisma, specialmente a Roma colpiscono le persone irruente, volitive. De Vito è una brava persona. Si paga per questo, una cosa è la persona, altro ciò che la gente vuole per simbolo.
  • Maurizio R. Utente certificato 4 anni fa
    SECONDO ME IL RISULTATO E' IL SEGUENTE Il 50% degli Italiani e sfiduciato infatti non ha votato. Il M5S non ha dato i risultati sperati, forse il messaggio di cambiamento immediato è sbagliato. ATTENZIONE NON BUTTIAMO LA SPERANZA DEL M5S OPPURE NON AVREMO PIU' NULLA Questa mattina la prima notizia di giornali e tv è " FALLIMENTO del M5S " secondo me dovrebbe essere " FALLIMENTO DEGLI ITALIANI" grazie
  • cristina cassetti 4 anni fa
    L'analisi di Becchi di cui ho sincera stima mi sembra un po' miope stavolta. Con tutta la diversità del voto locale rispetto al nazionale, con tutta l'importanza dell'astensionismo, che non mi pare abbia giocato in nostro favore, i nodi da svolgere sono ben altri. Come tanti lo vado dicendo da tempo: la comunicazione nella politica è fondamentale. Su questo piano ci hanno fatto a pezzi. Vorrei sapere chi ha preparato al confronto tv con gli altri candidati a sindaco il nostro avvocato romano, perchè mi pare che abbia fatto davvero una figura barbina. Non sono venute fuori le sue doti di persona onesta e affidabile, le idee del programma sono state lette malamente da un foglio che torturava con le mani mentre gli altri, disinvolti e marpioni gestivano la situazione in tutta tranquillità. Ero a piazza del Popolo e, sinceramente, a parte Beppe, non ho visto una persona sicura di sè, che sappia il fatto suo, tra i candidati 5 stelle dietro di lui, in primis il candidato sindaco. Forse è il caso di rivedere la selezione dei candidati e dei portavoce: la Lombardi sarà anche una brava persona, ma risulta antipatica ai più. Magari dalla rete può venire un' indicazione ma poi vanno valutati da persone esperte nelle effettive capacità comunicative perchè la gente la convinci se non la irriti e sai esporre e far comprendere la bontà delle tue idee. C'è inoltre una crisi di leadership: Beppe dice che i leader siamo tutti noi, ma, da quando mondo è mondo, c'è stato sempre qualcuno che si è assunto la responsabilità della guida. Ho notato però miglioramenti nei nostri parlamentari, in particolare mi pare stia emergendo un leader che io fare subito portavoce: Di Battista. Consiglierei di mandare in tv ad affiancare i prodi giornalisti del Fatto Quotidiano, nostri esperti sugli argomenti trattati dai programmi. Abbiamo subito un vergognoso tiro al piccione senza avere le ali per evitarlo. La realtà è questa: con le loro falsità ci hanno fatto fuori mediaticamente.
  • Maurizio Pistone Utente certificato 4 anni fa
    Ehi, Grillo! Ti s'è rotta la tastiera? Non hai niente da dire?
  • Ello Sapevo Utente certificato 4 anni fa
    Democrazia e' governo del popolo. 1.Il risultato ci racconta che un 50% degli aventi diritto al voto non e' andato alle urne. 2.Le elezioni amministrative, hanno la peculiarita' che chi vota ha interessi sul territorio ed e' accettabile che il 50% che ha votato e' interessato a mandare quei partiti che qualcosa gli garantiscono ed e' per questo che e' particolarmente importane essere radicati sul territorio. Confondere quindi, il voto politico con il voto amministrativo e' un errore madornale. I video giornalisti lo fanno perche hanno questo diktat e quindi, pur sapendolo pongono l'accento. 3.IL M5S, si e' posto un programma immenso e cioe' cambiare il volto di una nazione che gia di suo ha radici indubbie, dove si sale sul carro del vincitore cnon una facilita' spaventosa e chi si lamenta e giudica non conosce la storia, ma proprio la storia insegna che in Italia e' faticosissimo cambiare e ci vogliono decenni. 4.La bellezza del messaggio di Grillo e Casaleggio e' che ognuno deve spendere qualcosa in proprio e non delegare e se non lo avete capito voi che siete militanti e che scrivete su questo blog, c'e' qualcosa che non funziona.
  • giuseppina t. Utente certificato 4 anni fa
    MA...RIUSCITE ANCHE AD OSSERVARVI E FARE AUTOCRITICA?????? E NON PENSARE SEMPRE CHE GLI ALTRI SONO LA CAUSA DEI VOSTRI MALI? L'ORGOGLIO E' UNA PESSIMA COSA.....CONTINUATE COSI' E DISTRUGGERETE QUESTO MOVIMENTO...LO VOLETE CAPIRE???!!!!!!!!...
  • giuseppe scarparo 4 anni fa
    si ma non ammettere un calo non prevdeibile nei numeri mi sa di molto simile ai vecchi partiti. il popolo voleva forse vedere fatti concreti, pochi ma essenziali. adesso, lasciando libertà di voto per i ballottaggi, sarà da pensare a nuove strategie, come ad esempio a roma, dove si potrebbero mettere in campo delle proposte (ad es. la "monnezza" che senza entrare in nessuna giunta, andrebbero realizzate dando un appoggio su singoli parti di programma. comunque più qualità nella scelta dei candidati e non può essere lasciato tutto alla votazione dei soli iscritti (fuori dal web c'è un mondo di anziani, disoccupati ecc. che in qualche modo deve poter contare). Forza ragazzi, fatevi sentire (anche con i giornalisti cattivi) e difendente le buone idee.
  • Antonio S. Utente certificato 4 anni fa
    Non nascondiamoci dietro le foglie di fico. Tutto quello detto sui partiti e la loro crisi di rappresentatività è giusto (ed anche inevitabile, visto cosa sono diventati i partiti oggi), ma non si può negare che il M5S questa volta non è stato capace di intercettare il voto chi vuole un'alternativa. Gli errori si devono riconoscere per non ripeterli, anche perché, specie in politica, gli errori si pagano. Il M5S ha sbagliato quando ha impedito la nascita del governo Bersani: lo doveva far nascere senza dargli la fiducia - bastava uscire dall'aula - sfidandolo a presentare delle proposte di legge in linea con il nostro programma. In questo modo non ci saremmo legati le mani con la fiducia e se il governo non fosse nato per i franchi tiratori del PD nessuno ci avrebbe potuto incolpare di niente. E se fosse nato e avesse presentato leggi votate dalla destra e non da noi, tutti quelli che ancora credeva nel PD ed in Bersani si sarebbero reso conto di chi mantiene le promesse elettorali e chi no! Invece abbiamo permesso che ci addossassero la colpa del fallimento di Bersani, della "necessità" delle larghe intese e del ritorno di Berlusconi al governo. Riconosciamo che si è stati ingenui e che si è sbagliato, altrimenti sembreremo anche noi poco seri come i partiti e questa casta di m...a, che a tutt'oggi non si ritengono responsabili di niente, come se la crisi dell'Italia fosse dovuta a chi sa che cosa misteriosa e non alle scelte politico affariste delinquenziali di chi ci ha governato e fatto finta di fare opposizione per tanti anni!
  • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
    Purtroppo il senso civico è morto in Italia. Non amare a votare è una dimostrazione di menefreghismo e codardia. Per colpa di costoro l'Italia affonda sempre di più.
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Io non votavo da decenni prima del M5S e mi vergogno di averlo fatto: Se il Paese si trova in questa situazione è anche colpa mia e di chi se ne è fregato per troppi anni.
  • crescenzo d'addona 4 anni fa
    E poi quali sono le cattive idee del movimento che un normale cittadino dovrebbe osteggiare ? -il non furto del finanziamento dei 'partiti' -l'attenzione verso i piu' deboli ? -presenza in parlamento non oltre 2 leg.re ? -finirla di sprecare denaro pubblico e quindi abbattimento del prelievo fiscale ? etc.etc. L'ASTENSIONISMO E' LA SCONFITTA DEL CITTADINO CHE DOVRA' COMUNQUE ASSOGGETTARSI AL POLITICO 'VINCITORE' SENZA NENANCHE POTERSI RIBELLARE ALLE CAVOLATE CHE VEDE FARE; IL VOTO A 'QUESTI PARITI' E' INVECE IL SEGNO MASSIMO DI MASOCHISMO ESISTENZIALE.MA COME, TI HANNO RIDOTTO IN MISERIA, LI HAI BECCATI CON IL 'SORCIO' IN BOCCA A RUBARE E LI VOTI ANCORA... ? ALLORA VAI ALLA NEURO.!!!
  • Umberto Ciccarelli Utente certificato 4 anni fa
    Allora erano tutti TROLL quelli che protestavano sul blog? o erano gente incazzata dalla decisione del M5S a fare gli ignavi e non partecipare al governo di questo paese. Complimenti alle prossime elezioni col maggioritario sarete completamente scomparsi insieme alle speranze della gente.
  • Gianluca S. Utente certificato 4 anni fa
    In occasione delle elezioni politiche gli elettori dotati di una coscienza del PD avevano deciso di votare per il M5S, chi per punire i propri esponenti, chi per tentare di svoltare. Tuttavia, le posizioni dell'elettorato di sinistra sono molto rigide perchè arroccate su basi ideologiche e sociali che, se da una parte hanno perso ogni significato per quanto riguarda i loro distaccati politici, dall'altra restano di grande importanza per la popolazione che ha contratto nel tempo rapporti lavorativi e sociali con le strutture territoriali create opportunamente soprattutto in alcune regioni. Ciò ha determinato, in queste amministrative, un fisiologico ritorno di fiamma verso il PD a danno del M5S che, in realtà, NON HA PERSO NULLA, perchè quei voti non erano stati espressi da grillini convinti. Il risultato è, pertanto, non così negativo come potrebbe apparire, perchè si tratta, piuttosto, di una contrazione già ipotizzabile a priori, come del resto in molti su questo blog hanno fatto, destinata a far ben comprendere su quanti soggetti dell'elettorato attivo si possa realmente contare.
  • dani manco 4 anni fa
    Che strano sentir cantare vittoria il PD o SEL, a Roma Marino prende il 42 per cento che in realtà è il 21 perchè ha votato un elettore sue due. I partiti in realtà hanno tutti perso voti reali. Cinque stelle non puo pensare di prendere i voti di coloro che votano già convinti gli attuali partiti. Deve guardare alla metà degli italiani che si è rotta le palle,i candidati del movimento hanno spesso, come a Roma, programmi e idee molto simili al PD o SEL, un esempio fra tutti, che senso ha sentire la posizione di Grillo coerente e realista anche sul costo sociale su immigrazione e Ius Soli e poi sentire gli eletti in parlamento e lo stesso candidato sindaco a Roma del movimento De Vito dire esattamente il contrario. Che senso ha pensare di andare a prendere voti al 20% di elettori reali che vota centro sinistra o al 20% che vota il centrodestra, che peraltro hanno lo stesso programma elettorale a danno dei cittadini. Bisogna pensare a chi non si sente rappresentato, portare programmi e candidati simili a quelli dei partiti non aiuta di certo. In ogni caso i media come sempre raffrontano a fini propagandistici i risultati, i raffronti si possono fare solo con le elezioni dello stesso tipo, mischiare le politiche o sondaggi ridicoli con le amministrative è solo malafede. Diciamo che alle politiche visto che non esistevano le preferenze si è votato Beppe Grillo, alle amministrative i candidati a sindaco.
  • adamo ed eva Utente certificato 4 anni fa
    NON DOVETE A TUTTO TONDO RIMETTERVI IN GIOCO! PIZZAROTI A PARMA COME A VINTO? E IN SICILIA? PORTANDO AVANTI, ANALIZZANDO E DANDO SOLUZIONI AI PARMENSI/SICILIANI: OVVERO LEGGASI GENTE LOCALE PER PROBLEMI LOCALI CON RISOLUZIONI LOCALI. RIPETO: ROMA? TROPPI INTERESSI PERSONALI. IL PD? A LIVELLO LOCALE PER ALTRETTANTI INTERESSI PERSONALI HA SEMPRE VINTO RIBALTANDO POI I RISULTATI A LIVELLO NAZIONALE. SICURAMENTE CI VUOLE UN Pò PIù DI, NON VISIBILITà, INFORMAZIONE PERCHè NON TUTTA LA GENTE NAVIGA IN RETE. CIOè INFORMARE SU QUELLO CHE FA IL M5S MA ANCHE E SOPRATTUTTO SU QUELLO CHE NON FANNO E NON FANNO FARE AL M5S GLI ALTRI PARTITI: DELLA SERIE CHI DI ARMA FERISCE, DI ARMA PERISCE. QUINDI NIENTE SE NON MODESTA AUTOCRITICA!
  • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
    Fermatevi ad analizzare le parole usate da TV e giornali: VITTORIA DELL'ASTENSIONISMO (?), FLOP DEL M5S (?). Nessuno titola CROLLO DELLA DESTRA, nessuno scrive GLI ITALIANI SONO STUFI DELLA POLITICA. Siamo un movimento giovanissimo, che n on consuma risorse ed usa canali di comunicazione alternativi: A me sembra che sia tutto grasso che cola l'essere già entrati in parlamento ed avere un consenso nazionale, ma forse a qualcuno ha dato alla testa tanto successo ed ora non sopporta il ridimensionamento naturale che ne consegue l'esserci esposti. Ho letto molti commenti ma pochissimi hanno capito che i veri sconfitti sono gli elettori stessi.
  • Alberto C. 4 anni fa
    Se non si fanno le giuste considerazioni cadiamo nel ridicolo. 1 le amministrative non sono le politiche, la gente sente meno la partecipazione 2 ha vinto l'astensionismo e parlano solo di flop M5S
  • antonella g. Utente certificato 4 anni fa
    Bisogna essere onesti: potremo anche definirli trolls, ma quando arrivano quelli del PD, il livello nel blog si alza, e di parecchio. Io ho una mezza idea: che siano quelli che provengono dalle file del vecchio PCI, che sono stati fottuti dall'unione con la Margherita. Questa gente é preparata ed abituata a discutere ed approfondire gli argomenti. Sono dei poveri disgraziati a cui i vari D'Alema, Veltroni e Bersani hanno sputato in faccia. Non li snobberei.
  • aldo pieri 4 anni fa
    Il signor Becchi capisce di politica quanto la Minetti.A livello amministrativo la manipolazione mediatica congiunta della figura televisiva di grillo e del persuasore occulto internettiano Casaleggio(vedi i-media)non funziona.Anche l'appeal televisivo del berlusca a livello locale funziona leggermente meno.Poi il servilismo dei dilettanti allo sbaraglio dei parlamentari grillini che sono sembrati burattini incompetenti agli ordini dei due e la mancanza di una strategia politica efficace che almeno eliminasse Berlusconi dalla scena plitica ha fatto il resto.Ora i grillini danno la colpa ad altri o altro come i vecchi partiti....Non avete idea quanti grillini della prima ora vi abbiano abbandonato , compreso me.
  • Franca B. Utente certificato 4 anni fa
    Un'altra bella scrematura nel movimento, un consiglio che già aveva dato Grillo tempo fa: coloro che credono pensano o vogliono che il M5S debba accordarsi, inciucciarsi, accordicchiarsi con il pd.. Beppe lo aveva espresso chiaramente, fuori dalla palle!!!!! Andate a votare altro.
    • annataliano 4 anni fa
      ho capito questo concetto, ma caro beppe se non vai in tv a difenderti da gente disonesta che parla solo per confondere la gente che non ha ancora capito bene cosa vuole il m5s,tanti non vanno sul pc,e non è giusto che non dicano mai quello che fa il m5s ma sottolineano sempre quello che non è ancora riuscito a fare non per colpa sua. ti prego vai in tv è molto importante solo così li spacchi tutti....ciao
    • Alberto 4 anni fa
      Non ho votato M5S alle politiche (mi sono astenuto) anche se vi vedevo con buon occhio. Ma dopo quello che Beppe Grillo ha detto (chi ha votato M5S per fare l'accordo con il PD ha sbagliato e doveva votare altri) adesso raccogliete quello che avete seminato. Mi spiace ma se volete vincere dicendo di andare a votare altri perché voi siete più talebani dei talebati allora non avete capito niente di come si dovrebbe fare politica vera a sostegno del paese. E' inutile che ora vi arrabbiate o vi nascondete dietro una falsità tipo che non ve lo aspettavate un risultato del genere. E' una bugia bella e buona e con l'aggravante che la gente che apartitica aveva creduto in voi adesso non si avvicinerà più a voi (giustamente) perché per il vostro orgoglio di dire "facciamo tutto noi, non ci mescoliamo con altri" siete arrivati ad essere insignificanti....
    • Loreto Paopadia 4 anni fa
      bravo! così sempre più soli. Esattamente il vizio dei partiti dei comunisti: puri, ma lontano dalla gente e dal popolo. Sono seghe fratello.
  • Giulio Monni Utente certificato 4 anni fa
    Io credo che la gente visti questi risultati preferisca ancora farsi rappresentare, tàche rappresentarsi da sola e questo movimento da questa possibilità. Io mi auguro di cuore che non ci sia più nessuno dopo questo risultato che abbia il coraggio di lamentarsi ancora contro la "POLITICA" del pd e pdl quando vedrà che non cambierà mai niente in questo paese. me lo auguro di cuore, perchè altrimenti è gente che andrebbe presa a calci dalla mattina alla sera. la gente non capisce e non vuole capire.
  • Gabriele G. Utente certificato 4 anni fa
    Houston abbiamo un problema! Sarebbe meglio dire: "io ho un problema", nel vedere tutti i romani riempire lo stadio per una partita di calcio, nel sentire un intervistato dire che è un disoccupato felice perchè la sua squadra del cuore ha vinto e il giorno dopo vedere le urne vuote. Si, io ho un problema nel continuare a prendere dei cazzotti in faccia dai soliti pennivendoli e politicanti senza potermi difendere, perchè io credo in questo movimento che sento parte di me e soffro nel vedere tutti noi essere presi a pesci in faccia senza poter reagire. Abbiamo persone adatte per affrontare qualsiasi platea televisiva (ad es. Messora) come i nostri portavoce sia alla Camera che al Senato. Siamo in guerra ed in guerra o si combatte o si fugge, mi dispiace dirlo ma fino ad oggi ad ogni colpo di mortaio ci siamo sempre difesi nascondendoci. E' stato detto più volte che la maggior parte di noi italiani vive attaccata alla tv e non certo al computer, si potrebbero anche riempire 1000 piazze ma l'ultima parola l'avrebbe sempre l'odiata televisione del nemico, si il nemico che dobbiamo affrontare sul suo campo con soldati pronti a tutti e a tutto. Morire così dopo tanta fatica e veleno ingurgitato, scusate ma è folle.
  • Dado Q. Utente certificato 4 anni fa
    sinceramente a me dei voti amministrativi non puo' fregar di meno.Anzi se il M5S si presentasse solo alle politiche sarebbe molto meglio,un domani quando saremo al governo non dovremo accettare dei compromessi dai nostri sindaci.Il nostro obiettivo è riformare il parlamento e il parlamento lo si riforma facendo delle leggi e le leggi li fa il parlamento.Quindi basta con questi piagnistei inutili e pensiamo a portare avanti il programma delle politiche e lì che vinceremo o perderemo.Stop ai distinguo degli eletti,loro sono lì non per fare del M5S un partito ma per promuovere delle leggi diverse da quelle dei partiti.
  • Franca B. Utente certificato 4 anni fa
    La storia più patetica è di quelli che credono di avere fatto un torto a Beppe Grillo non votando o votando altro... Poveri patetici meschini ha vinto il nulla, e si andrà ancora avanti con la gente che si ammazza, con quelli che dovranno rovistare i cassonetti per mangiare o rubare nei supermercati, con coloro che continueranno a essere sfrattati e con la mafia che vincerà e vincerà ancora mentre Borsellino e Falcone ci staranno mandando maledizioni a non finire dalla tomba, poveri patetici spero abbiate dei figli e che un domani vi chiedano conto della vostra inezia nel costruire un domani migliore.
  • francesca labate 4 anni fa
    Se vogliamo davvero cambiare e migliorare il nostro paese dobbiamo riflettere sia sul non voto e sul risultato DELUDENTE che si è ottenuto e dopo una attenta riflessione passare ai fatti concreti dare delle risposte al paese non soffermarci a fare solo battaglie di principio sterili... Beppe !!!! Smettila di bacchettare i tuoi parlamentari e falli lavorare permettigli di farsi conoscere da tutti non solo da quelli che usano il blog e in questo modo si avranno piu' opportunita di VINCERE!!!!!
  • Simone Benini Utente certificato 4 anni fa
    Astensionismo + M5S = 70% Dato allarmante, altro che flop di M5S, il flop è della partitocrazia. Solo i ciechi non vedono un dato impressionante. Lo zoccolo convinto del M5S è del 10%, il resto è protesta.
    • Leonardo Della Pietra 4 anni fa
      Lasciamo stare gli astenuti, per piacere. Che senso ha sommarli al partito M5S? Si sarebbero dovuti convincere, sono piuttosto da sottrarre. Invece non hanno creduto neanche al M5S. Il noVimento ormai e' latte scaduto. Che cerchi almeno di farci una ricotta.
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Esattamente quello che penso, siamo nei guai come nazione non come movimento.
  • Gianluca Versaci 4 anni fa
    le idee alla base sono giuste, nel progetto io continuo a crederci (tanto è vero che alcune nostre idee vengono "rubate" quotidianamente dai partiti tradizionali). però bisogna riflettere su queste elezioni e soprattutto se necessario fare un passo indietro ammettendo qualche errore (anche se considero ancora una buona scelta non aver fatto un governo col PD). forse il 25% alle politiche è stato un risultato fuori da ogni apsettativa e si è trasofrmato in un boomerang. infine bisogna essere più presenti nella comunicazione perchè purtroppo la televisione è il centro della politica qui in italia e il cambiamento spesso intimidisce le persone. Forza ragazzi
  • giuseppina t. Utente certificato 4 anni fa
    Cari miei siamo nella ..... e questo è colpa vostra (lo dico con profondo dispiacere..avevo puntato su 5 stelle insieme a moltissimi che hanno creduto in voi) Siete andati per la vostra strada pensando con presunzione di fare boom. Non avete tenuto conto dei consigli che vi sono stati dati anzi avete risposto offendendo in modo pessimo; nonostante tutto abbiamo continuato a credere in voi. Se aveste fatto ciò che vi chiedevamo cioè cominciare a lavorare con il PD avreste dimostrato la vostra volontà di FARE...e se non fosse stato possibile avreste avuto la libertà e la possibilità di uscirne facendo vedere REALMENTE la vostra DIVERSITA'. Ora siamo tutti impotenti di fronte a una politica che continua a fare ciò che ha sempre fatto...con più potere di fronte a un M5S che non ha più la forza di tutti i voti che i cittadini avevano riversato con fiducia al movimento. Ora sarà un duro lavoro per riacquistare tale credibilità....e spero che un pò di calma, osservazione, autocritica e la fine di un dell'orgoglio smisurato porti a una nuova forza che dia veramente dei frutti di cambiamento..ho comunque fiducia.....ma ascoltate anche noi che nel nostro piccolo vi siamo stati vicini e abbiamo contribuito al precedente e esultane risultato delle politiche...e che ora si ritrovano stanchi delusi...con il pericolo di non avere una speranza.
    • peppino russo 4 anni fa
      cara giuseppina non perdere la speranza per così poco o niente, anzi sono i cosidetti partiti inciuciati che sono stati sconfitti perchè la GRANDE ASTENSIONE (a roma il 50%) dimostra che anche i loro fedeli elettori hanno rinunciato al voto, constatato che non ha nessun valore, poichè traditi dalle iene mummificate a cui avevano dato la loro fiducia. Ci sarà stato anche un po' di sconforto di coloro che avevano dato il consenso al M5*, che non hanno votato per protesta alle mancate aspettative, ma che SICURAMENTE NON SI SENTONO E NON SONO STATI TRADITI!!! Quei voti li ritroveremo, anzi di più, alle vicine votazioni politiche di settembre (quando i vili inciuciati faranno cadere il vile governo dei TRADITORI!!!!).
  • Barbara 4 anni fa
    Vi siete persi un'occasione... vi ho dato il voto nella speranza che qualcosa cambiasse...invece ho visto una massa di ragazzini che battono i piedi perchè non ottengono quello che vogliono, senza dare un'alternativa.... che amarezza!!!!!
  • Monica P. 4 anni fa
    Per me il M5S ha perso la gran parte dei suoi voti fin da subito dopo le elezioni politiche. I voti ricevuti allora erano di protesta e manifestavano la voglia di rompere con i vecchi partiti e i vecchi schemi, carenti di democrazia e in grado solo di acuire la crisi. Invece si è discusso di ALLEARSI con il PD-L per fare il governo... Ma dico!!!! Non era nemmeno da discutersi!!! Il PD-L e il PDL sono uguali! Quei voti provenivano da sinistra come da destra!! non rispettare l'elettore porta alla disaffezione totale nei confronti del partito (o movimento) votato. Poi si può dire che i giornali, i giornalisti, che la casta, ... ecc, però la disinformazione, o meglio la contro-informazione, sul movimento c'era anche a marzo... Infine, tutti adorano Grillo e capiscono che quello che dice è spesso vero, ma non basta urlare la propria idea (e continuare ad urlare) e poi avere a Roma gente non allineata con i principi base. Si può discutere su tutto, ma non su quello che ti ha portato i voti. Gli eletti dovevano far fronte comune, essere coesi e compatti. E' vero che la gran parte italiani continua, malgrado l'evidenza, a votare PDL e PD-L, ma tanti altri si erano risvegliati, avevano votato fino a far arrivare il M5s al 25% e spazzare via i partiti più inutili... Invece ora hanno tutti preferito non votare. Ad un passo dal successo si paga l'inefficienza, l'incoerenza e i personalismi dei deputati eletti alle elezioni. Non si accampino altre scuse. E ora i comizi di Grillo sembrano solo delle occasioni per farsi due risate amare...
  • Francesco Ceccarilli Utente certificato 4 anni fa
    Ragazzi ma ci vuole tanto a capire che metà degli italiani ama questa situazione ... Fintanto il sistema regge con le pensioni, chi ha la casa, il posto pubblico, che problema ha a tenere le cose come stanno ? Sono tanti ancora che stanno galleggiando nel canotto... L'Italia potrà solo risorgere quando toccherà il fondo... Allora questi si pentiranno un giorno di aver dato in pasto l'Italia a chi l'ha distrutta senza pietà... Il movimento per loro è un nemico alla loro illusoria stabilità ... non si rendono conto ... che ben presto tutto finirà ...
    • Cristina BBBBB. 4 anni fa
      Vuoi togliere la casa a chi se l'è costruita con fatica o la pensione a chi ha lavorato una vita? A tutti indiscriminatamente? Che razza di discorsi, lo credo che la gente si è spaventata sentendo queste cose.
    • Paolo Ancona 4 anni fa
      Quoto parola per parola. Purtroppo.
  • Blu Bliz Utente certificato 4 anni fa
    Più Movimento e meno grillaggio.
  • cinzia crea 4 anni fa
    Il meccanismo è quello giusto. Hanno capito che sono nella mer.....a! Continuiamo così che i risultati arriveranno!! Non scendete a compromessi, non omologatevi e vi seguiremo sempre. Movimento sempre!!
  • Elisa . Utente certificato 4 anni fa
    Conosco abbastanza bene la politica e so bene le differenze fra comunali e politiche, ma non si può liquidare così la cosa.Questo risultato significa sconfitta del m5s a vantaggio di Pd e Pdl. Non c'è altro modo di vederla.Tanti i motivi: fra le colpe, il non capire che i media vanno usati, per forza. Basta lamentele: è così e così resta, o si va in tv o si muore.Poi la questione diaria: una riunione per chi non voleva ridare i soldi ha tolto almeno il 3%: spero se ne rendano conto i deficiente che hanno sollevato il polverone. infine i candidati: vanno scelti meglio e preparati meglio. Certo che veder rivotare Pd è sconvolgente, ma così è: la gente non vuole cambiare davvero, un Governo Bersani con i voti del m5s era per loro ben più che sufficiente. E su questo ci possiamo fare ben poco
  • Luciano tintorri 4 anni fa
    Prendiamo i 5 migliori parlamentari che reggono lo scontro televisivo e andiamo a combattere questo sistema impaurito e corrotto,di cosa mai possiamo avere paura,NOI siamo PULITI,SANI ma ci rendiamo conto che il 15%di ieri per un totale di 30-40%non ha votato,questo vuol dire che queste persone hanno bisogno non solo di sapere che questo sistema e' marcio ma vogliono concretezza e solo gente pulita può dare questa sicurezza che manca a tutti noi.Dai Grillo cambia fatevi sentire di cosa avete paura nessuno e più pulito di noi
  • 56 vinci 4 anni fa
    Quello che mi preme sottolineare e che necessita far comprendere a chi si astiene dal votare che non fa una cosa buona, in quanto questo gesto comunque consente a una minoranza di governare, ora facciamo un piccolo calcolo: il 48% non è andato a votare, aggiungiamo un'altro 10% dei partiti minori che non partecipano al ballottaggio e siamo al 58/60% un'altro 20% di chi sta all'opposizione e siamo all'80%. In conclusione l'80% si lamenta mentre il 20% governa come se ha la maggioranza degli elettori. Alla fine bisogna comunque in ogni caso andare a votare per il meno peggio sapendo che il migliore in assoluto sono me stesso.
  • giorgio g. Utente certificato 4 anni fa
    Come promesso, ho dato retta a chi mi diceva che avevo sbagliato a votare m5s. chi disprezza i suoi elettori, chi punta allo sfascio (per arrivare ad un fantomatico 100%, e qualche decerebrato ci crede pure), chi sputa sulle mani tese prima o poi riceve quello che si merita. Cambiate strategia (ridicola, o meglio buona solo a prendere i voti degli incazzati, ma se poi non fate una emerita mazza la gente torna a preferire il nonvoto), cambiate politica, o meglio cominciate a farla.. i vostri candidati alle amministrative, come i vostri portavoce, ricordano il berlusca che con disprezzo dell'elettorato candidava il portiere del milan e la sua igienista dentale. l'arroganza della lombardi fa invidia anche a gasparri..
    • Alessandra B. Utente certificato 4 anni fa
      Il mio commento sara' probabilmente poco apprezzato, per lo meno qui Premetto che non ho votato M5S alle politiche e probabilmente mai lo faro', per una serie di ragioni che non mi pare il caso di elencare qui, non sarebbe rispettoso nei confronti del proprietario di questa piattaforma Cé' pero'una cosa che vorrei puntualizzare: non essendo la mia una posizione preconcetta e ideologica, non avrei avuto alcun problema a votare M5S in ambito amministrativo, anzi. In questo momento, e visto il profilo dei candidati, ritengo che la dimensione amministrativa sia quella piu'congeniale al Movimento ed al suo modo di porsi, affrontare e spesso risolvere i problemi Lo stesso ragionamento che faccio io lo fanno molte persone con cui abitualmente discuto di politica. Quindi attenzione a sottovalutare il dato di queste amministrative, liquidandolo con un "eeh, ma in fondo non si possono paragonare con le politiche". Non e' sbagliato dirlo, ma l'impossibilita' di paragonare le due cose non va necessariamente intesa come "e' ovvio che alle amministrative si vada peggio". Nel mio caso prima della fallimentare esperienza in Parlamento avrei votato ad occhi chiusi un sindaco M5S. Oggi qualche dubbio me lo farei venire. Quindi le amministrative nella mia personale proiezione avrebbero dovuto avere un risultato migliore rispetto alle politiche Credo sia importante per il bene di tutti - del M5S cosi'come dell'intero sistema-Paese - che il M5S si interroghi sulle cause di questi numeri, senza mettere lo sporco sotto il tappeto e far finta di nulla come sembra voler fare l'autore di questo post. Dalla riflessione e dall'analisi degli errori traiamo vantaggio tutti.
  • salvatore battiato 4 anni fa
    Sbaglio ma anche voi rientrate nella cerchia dei BLA BLA BLA. IL POPOLO se n'è accorto!
  • Gianluca tozzi 4 anni fa
    Se ieri le cose sono andate male significa che c'è qualcosa che non va,significa che i tour di Beppe non bastano più e che l'operato del movimento agli italiani stenta ad arrivare...bisogna cercare di fare qualcosa a tal proposito..qualsiasi cosa per evitare ulteriori sconfitte
  • Cristian S. Utente certificato 4 anni fa
    Ma cosa cavolo dici? Quando Mentana ha dato il sondaggio che ti vedeva come il prima partito d'Italia l'hai subito pubblicato e cantavi vittoria! bugiardo pallonaro! Quanto guadagni da questo blog???
  • Roberto M. Utente certificato 4 anni fa
    sarebbe interessante vedere e analizzare l'età mdia dei votanti,le schede bianche e nulle. Ormai a votare ci vanno solo i pensionati e i dipendenti pubblici, terrorizzati dal perdere quel briciolo di pensione/stipendio, spesso non guadagnato e quindi a rischio.
  • Giovanni faillaci 4 anni fa
    Il mio punto di vista è un po' diverso. L'italiano (dito) medio è una persona dalla doppia personalità, ma anche un irresponsabile da campionati del mondo. Mi spiego meglio. Alle nazionali ha votato: alla camera tizio, al senato caio e alle regionali sempronio. A questo giro il cervello labile e immaturo dell'elettore (dito) medio ha dirottato la matita sul simbolo della schedina consigliato dai conduttori pagati dalla squadra favotita(?). Il M5S ha preso i voti di chi ha capito che con una partecipazione personale e passionale di se stesso può contribuire a cambiare questo sistema fallito. L'elettore (dito) medio questa responsabilità non la vuole e continuerà a delegare a verri e scrofe il suo futuro.
  • henry venis 4 anni fa
    Il partito unico PD-L si rallegra, i giornalisti delle tv di stato 7 da Rai 1 alla 7 gongolano del flop del M5S .Il regime con la potenza di fuoco di tale portat ha raggiunto lo scopo invogliare l'astensionismo dei delusi, cosi che loro possano perpetuare il loro potere e governare indisturbati . La casta oggi ha vinto con Marino e company.
  • evaristo baschenis Utente certificato 4 anni fa
    Voilà la spataffiata di Paolo Becchi. Il signor sotuttio ha aperto la penna e scritto il nulla. E' stata una tremenda bastonata, che nemmeno Grillo si aspettava. C'è da ripensare anche il suo ruolo. Per me Grillo in certe cosultazioni si deve far da parte, e lasciare lavorare il movimento sul territorio.
  • Oronzo CONTE Utente certificato 4 anni fa
    Capisco l'amarezza di qualcuno, ma vogliamo tutto e subito? No, il cambiamento avviene poco alla volta. Pensare che fino a poco tempo fa il movimento non esisteva e grazie alla tenacia di chi non molla siamo una realtà. La vera sconfitta in questa partita è la democrazia rappresentativa nonchè l'astensionismo non il Movimento 5 Stelle. Stiamo vicini in questo momento ai nostri parlamentari perchè loro nonostante tutto continuano a lavorare per il bene di questa Italia.
  • Sbino D 4 anni fa
    Caro Becchi, lo capiscono benissimo che qui vanno a votare sempre meno persone, E' QUELLO CHE VOGLIONO, da anni e anni seminano : ignoranza, prepotenza, arroganza, incuria e qualsiasi altra cosa possa farci tornare nella barbarie peggiore. Ho letto un commento di una persona che non è andata a votare ma allo stadio "perchè quella almeno è una sfida vera". Se non fremo educazione, civica in primis, non ci sarà futuro! Un saluto
  • guido b. Utente certificato 4 anni fa
    L''errore degli errori è stato quello di non cercare un candidato comune con il PD alla presidenza della repubblica e fare un governo a tuti i costi. Si sarebbe fatto fuori definitivamente B. e gli elettori avrebbero avuto la certezza che il loro voto non era stato inutile. Tutto il resto sono solo chiacchere anche se di cose da dire, di macroscopici errori di valutazione e di comunicazione, ce ne sarebbero davvero tante .... e così l'astensionismo ha rivinto ancora. Certo giornali e tv non aiutano, ma non è solo quello il problema, c'è ben altro.
  • Fiesta Ford Utente certificato 4 anni fa
    Dite al Prof. Becchi che il "Mirrors climbing" non è uno sport adatto a lui! Rischia la frattura del femore... ;-)
  • 56 vinci 4 anni fa
    Dobbiamo abituarci a questi giornalai che enfatizzano il folp (per me già annunciato) del M5S alle comunali, semplicememte perchè i candidati del M5S, non fanno politica vecchio stile "port' a port'. Tempo fa in una trasmissione televisiva D'alema disse: Nelle grandi democrazie vanno a votare il 20% degli aventi diritto che poi sono i grandi elettori e nessuno si scandalizza, e io di rimando stando comodamente seduto ho subito fatto il gesto dell'ombrello, per dire che il politico che dovrà rappresentarmi lo devo scegliere io "direttamente" con il mio voto.
  • mimmo m.p. Utente certificato 4 anni fa
    Buona bastonata a tutti! Tempo fa, ma dopo i risultati elettorali che ci avevano visti sovrastare i soliti partiti di regime ed il consequenziale rifiuto da parte dei comandanti del M5S a formare un governo con il PD, ebbi modo di scrivere e di prevedere, essendo contrario a questa decisione, che vi sarebbe stata l’alleanza PD-PDL e che sarebbe stata presentata una proposta di legge per mettere a tacere il M5S e, come uccello del malaugurio ci ho azzeccato! Nello stesso tempo scrissi che preferivo le persone che si distinguono sia nel male sia nel bene ma interventiste, e non chi preferisce guardare dalla finestra tutti gli eventi, senza sporcarsi le mani. Alla luce dei risultati relativi alla tornata elettorale comunale se ne deduce che, modestamente, avevo ragione nonostante nella risposta al pensiero espresso mi sia stata regalato da qualche buon tempone un bel “deficiente”. In compenso e se ben ricordo non ero una mosca bianca ad esprimere il disaccordo nel non avere accettato l’alleanza con Bersani e quindi col PD. Alla luce degli odierni risultati (bastonata) mi permetto di proporre un bel vaffaday in onore dei gran capi decisionisti del M5S da organizzare in località consona all’evento tipo la lombarda Erba oppure Canna nel casentino.
  • Sara Marchetto 4 anni fa
    Il movimento ha perso il treno non predisponendo un forum o un luogo di informazione tempestiva on-line su quello che i deputati stanno facendo giorno dopo giorno. La malainformazione di quotidiani e tv ha fatto il resto, ma questo si sapeva già. Come si pensava di far sapere qualcosa alla gente di ciò che avviene all'interno delle aule? E' il movimento stesso che si deve occupare della sua comunicazione in maniera libera, come avviene per i nostri rappresentanti regionali e comunali del movimento. Un blog gestito da una persona sola (Grillo) non è ovviamente sufficiente.
  • Andrea Opezzi 4 anni fa
    Sono d'accordo, il dato dell'astensione rappresenta il fallimento della politica attuale, di tutta la politica attuale.che ha bisogno di innovazione, non di demagogia.a questo punto bisogna capire, alcuni partiti hanno fallito con la popolazione, altri hanno fallito " dentro"......il non voto, é un fallimento di VOI compresi, importante perché la discussione prima di aprirla all'esterno, bisogna chiuderla all'interno.siete partiti con la popolazione, ma vi siete già allontanati.é il popolo che comanda, non Beppe, e questo, fate fatica a capirlo...in due mesi, vi siete allontanati da chi vi ha mandarlo la su.
  • mario giuliani 4 anni fa
    grillo ha detto che chi ha votato m5s credendo che si sarebbe alleata con la sinistra per cambiare il paese ha sbagliato; bene, ho seguito il suo consiglio
  • Spinella fulvio 4 anni fa
    Negare la realta' adducendo giustificazioni a dir poco ridicole e' un comportamento indegno. L astensionismo ha colpito il m5s tanto quanto gli altri partiti, chi si e' dissinamorato della politica, si e' dissinamorato anche del movimento. Un atteggiamento maturo, vorrebbe veder fatto il punto della situazione con un analisi intelletualmente onesta degli errori fatti, che sono tanti, partendo dalla conunicazione, gestita in maniera demenziale e finendo con le capacita' degli uno vale uno che ci rappresentano. Se quei pochi cittadini che hanno votato, hanno votato altri, perche' e' questo il risultato, ed e' lo specchio della prossime politiche, e' perche'abbiamo deluso le aspettative, bisogna cambiare strategia o salutare educatamente e alzarsi da tavola.
  • GPaolo C. Utente certificato 4 anni fa
    Cosa vi fa disperare? Il fatto che la larga intesa non l'abbiamo fatta noi per risolvere/non risolvere i problemi con chi li ha creati? Avremmo avuto lo stesso risultato!!La gente con l'aiuto, dei mass-media, avrebbe pensato "E' merito/demerito del PD se siamo fuori/dentro dalla cacca, gli incompetenti del M5s appena arrivati cosa vuoi che abbiano fatto che non sanno niente? ..sono appena arrivati?" Quindi gli scenari sarebbero stati: 1. Se ancora nella cacca, tutti a votare PDL!!!! 2. Se fuori dalla cacca, tutti a votare PD!!! Anzi saremmo alla disfatta vera ora... I tempi non sono ancora maturi.Ma stanno arrivando. Basta una leggera scossa (tipo scoppio MPS) e il castello cade. Avanti così!!!
  • Lukas Plazotta Utente certificato 4 anni fa
    Togli il banner di Amazon non va bene!
  • salvatore r. Utente certificato 4 anni fa
    forse è ora che grillo sputi il suo veleno pubblicamente magari con un bel confronto con le altre forze politiche.decida su quale ring. ma accetti lo scontro ,solo cosi ne uscirà vincitore.
  • aldo barone 4 anni fa
    simpatizzanti di M5S,al ballottaggio non andiamo a votare
  • Giusy Romano Utente certificato 4 anni fa
    Le elezioni amministrative e quelle politiche hanno valori diversi. Alle politiche si fa gioco di squadra, alle amministrative il voto è sulla persona e su tutta una serie di caratteristiche e linguaggi ancora orientati di preferenza all’apparenza istituzionale.
  • Paolo Ancona 4 anni fa
    Agorà Devo cercare di non lanciare il tele dalla finestra!
  • giglio 4 anni fa
    LA RIVOLUZIONE MANCATA. NON HA PERSO IL M5S MA HANNO PERSO NUOVAMENTE GLI ITALIANI E HANNO VINTO I PARTITI, PER MANO DEGLI STESSI ITALIANI CHE HANNO GIA' DIMENTICATO PER COLPA DI CHI SIAMO NELLA SITUAZIONE ATTUALE, FACENDOSI ACCECARE DALLE SOLITE PROMESSE ILLUSORIE.
  • Davide diana 4 anni fa
    Gli italiani hanno ancora il prosciutto sugli occhi !! Che tristezza...
  • vittoria Esposito 4 anni fa
    Gentile professore, concordo con Lei sulla democrazia rappresentativa in crescente crisi.Tuttavia, dai risultati di questa campagna elettorale non si può non notare il reale flop politico del M5S. Purtroppo, la dinamica attuativa del programma di Grillo ha un pò deluso i tanti suoi elettori che, a parer mio, si sono astenuti dal voto, o, si sono guardati attorno per un ripescaggio tra PD e PDL. Grillo, grazie ai suoi elettori oggi ha un buon potenziale in Parlamento che gli consente di attivarsi, nel proporre o criticare. Le lotte vanno affrontate di giorno in giorno e non solo con le parole.
  • Beppe F. Utente certificato 4 anni fa
    Sono ancora più convinto che Grillo, ha messo in risalto, ancora una volta, una cosa soltanto: che la gravissima situazione sociale-economica, che l'Italia sta attraversando non è da attribuire ai politici (che democraticamente vengono eletti) ma a noi stessi. Siamo noi, italiani, il marcio. La colpa non è di Grillo, Casaleggio, Gasparri, Bersani, Letta, Berlusconi, Santanchè, ecc. Se persone che io conosco,che hanno perso il lavoro,che non riescono ad ottenere un mutuo, che hanno contratti di lavoro miseri,che non hanno i soldi per comprare il latte, che stanno in cassa integrazione, ecc... inveiscono con violenza contro il Movimento 5 stelle, posso dire soltanto una cosa, che SIAMO MALATI. Stamane telegiornali e giornali, stanno stappando bottiglie di champagne. Perché? ...Grazie Beppe per la tua enorme generosità d'animo. Sei una brava persona, si vede. Il mio voto sarà ancora per il M5S. In bocca al lupo a tutti.
    • Nicola S. Utente certificato 4 anni fa
      Secondo me l'errore che fate e' di pensarvi sopra le parti; da un lato c'e' una classe politica infame (e su questo avete pienamente ragione) ma dall'altro ci sono milioni di cittadini che sono alla ricerca di un'alternativa. Se volete che questa alternativa sia il m5s dovete rendere voi e chi vi rappresenta presentabili e all'altezza. Altrimenti sarete come la Lega, che ha raccolto 20 anni fa' i voti di protesta senza andare da nessuna parte. La buona volonta' non basta
    • Luigi M. Utente certificato 4 anni fa
      remiamo tutti insieme! Altrimenti la tempesta farà affondare la nostra gracile nave! ma uno si lucida le unghie, un altro legge i fumetti, 100 fischiettando si infilano l'unghia nel cerume, 1000 corrono a comprare l'"aifone", 10mila baruffano sulle nuove tende del parlamento, 1 milione gioca alle slot e piange per i soldi che non ha... "stato maledetto... io.. io..." .... Qualcuno rema, rema, con tutte le forze. Ma i marosi sconquasseranno la malandata nave. Solo allora, forse, i naufraghi vorranno lavorare tutti insieme per costruire uno scafo più robusto. Forse.
  • Maurizio Lobbia 4 anni fa
    La mia parola d'ordine è OSCURARE. In casa mia sono state "oscurate" le reti RAI e MEDIASET + LA7. Non si comprano più quotidiani da anni e mai più nessun CLICK con mouse a siti WEB...corriere...repubblica ecc...Dal mio punto di vista non esistono più...io vado avanti per la mia strada....con il mio pensiero...portando avanti le mie idee. Chi mi ama mi segua....
    • Andrea de Zorzi 4 anni fa
      Ma è una vita normale questa? Io sono onestamente turbato dalla manipolazione dei dati, ma questo tipo di chiusura al mondo esterno fa pensare a certe forme di integralismo tipiche delle dittature religiose o politiche. Il prossimo passo e' non rispondere al citofono?
  • matteo vitale 4 anni fa
    oggi e' il trionfo mediatico del pd ... hanno retto al primo urto del m5s,per il momento si sono salvati e questo importava . il movimento gli fa paura ! .... si nota pero' una strana situazione in questa giornata post voto , la totale assenza del pdl , la loro sconfitta e' stata totale , sono indietro ovunque ,un emoraggia di voti mortale , al max qualche ballottagio , ma pare che il successo del pd sul movimento soddisfi anche il popolo dei seguaci del nano .....e' un fronte unico contro la contestazione popolare che avanza .....che oggi si e' manifestata con l'astensione massiccia , un calo nazionale del 15% circa .... e' evidente che il sistema dei partiti non piace piu' alla gente , c'e' stato un netto rifiuto ...ma di questo nessuno dice niente , i media celebrano il pd che trionfa ma con il 50% degli italiani che non vota ....la base si e' rotta i coglioni !!!
  • emanuela gualdi 4 anni fa
    condivido pienamente come al solito si gioca con le parole, come se fossero squadre di calcio è molto triste spero che le persone abbiano una visione piu' ampia di cio' che viene posto in primo piano !
  • Andrea Utente certificato 4 anni fa
    Si deve andare in televisione, non arriva a tutti la rete, l'italia è un paese di vecchi che non sono "on line" quindi si deve andare nei talk show a controbattere tutta la merda che ci tirano addosso
  • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
    Guardate che se vi aspettate facili vittorie e cambiamenti radicali nell'immediato futuro siete destinati a rimanere costantemente delusi, il lavoro da fare è enorme: Parliamo di smontare un sistema politico corrotto radicato nelle istituzioni e sul territorio da oltre 40 anni. Ma se qualcuno ha una ricetta vincente attuabile in pochi mesi lo scongiuro di condividerla, in modo chiaro e articolato, con tutti noi. Criticare è lecito se si propone un alternativa, cosa significa "cambiate rotta" ? Verso cosa ? Che vuol dire "Io lo avevo detto", cosa avevi proposto ? Criticare solo per il gusto di farlo fa un po "sempliciotto". E per cortesia finitela di insultare Beppe Grillo per ogni problema, senza il suo caparbio lavoro non esisterebbe nemmeno questo blog, abbiate un po di rispetto per chi lavora e si espone. Cazzo, volete cambiare un Paese e non siete nemmeno capaci di usare un minimo di educazione in casa degli altri. Buon lavora a tutti i membri del M5S.
    • Daniele M. Utente certificato 4 anni fa
      Alcuni esempi di COSA FARE CONCRETAMENTE, per evidenziare e diffondere su tutti i mezzi di comunicazione le differenze con i partiti. Indirizzare le persone, portando come esempio l'utilizzo di quanto risparmiato dal movimento da rimborsi e stipendi, ad investire i loro risparmi nel circuito alternativo già esistente delle Banche etiche, nel microcredito, finanziando solo l’economia reale. Istituire un fondo di assistenza per le famiglie. Aprire un sito web dedicato alla guida al consumo consapevole, premiando le aziende che hanno comportamenti virtuosi verso i dipendenti, l’ambiente, i consumatori e investono in italia. In parlamento, presentare un’ interrogazione per avere una relazione ufficiale dei rapporti dello stato italiano con Bankitalia e BCE, sull’ammontare del signoraggio derivante dall’emissione dell’euro e suoi beneficiari; rendere pubblico l’impatto sul debito nazionale della cessione di sovranità monetaria. Proporre un referendum non su Euro si o no, ma sul ritorno alla sovranità monetaria pubblica per riprendere il controllo statale della Banca Centrale. Per le imprese: Il dibattito surreale di questi giorni in parlamento per sbloccare 40 miliardi (su 120 stimati) di debiti dello stato verso le imprese è emblematico. Serve presentare un disegno di legge che impone il pagamento delle fatture per forniture di beni e servizi in presenza di preventivi e ordini accettati a max 60 giorni, per pubblico e privato. Perfezionare il riconoscimento del pagamento dell’IVA per cassa (operativo da Dicembre 2012) prevedendo l’indirizzamento automatico delle azioni di riscossione (Equitalia) verso gli inadempienti all’origine, con sgravio immediato retroattivo alle aziende che hanno subito insoluti. Nel caso che l’inadempiente sia lo stato, permettere la compensazione fiscale immediata fino al totale recupero del credito. Ci sono tantissime attività con cartelle esattoriali per IVA non versata con interessi di mora anche del 30% relativa a fatture mai incassate
    • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
      Credo che serva far conoscere ai cittadini tutte le iniziative fatte dal Movimento, con dei gazebo mensili,Gazebo informativi di trasparenza , posti nei punti strategici delle città...insomma se non c'è la TV serve che la gente venga a sapere cosa fanno i nostri eletti. In occasione dei gazebo si possono iniziare a raccogliere le firme per dei referendum, magari quello per interrompere il finanziamento ai partiti....
    • Luca Pieraccini Utente certificato 4 anni fa
      Ciao, Concordo con quanto hai detto. Prima di tutto perché mi hai riportato quanto esposto più volte nei comizi da Beppe: prima o poi dovrà defilarsi ed il "carrozzone" sarà sulle nostre spalle e dovremo imparare a muoverci autonomamente. Detto questo, non è possibile sbancare, non in questo modo e all'interno di questo sistema. Sono convinto che chi sia un "cittadino a 5 stelle" debba essere in grado di essere tale: auto-informarsi è una delle prime peculiarità. Chi ha votato/vota/voterà per protesta regala un voto e basta, non porta a nulla: tutto l'incontrario di quanto è sempre chiesto, ovvero un attivo contributo personale, mettendosi in gioco costantemente. Mia nonna, i miei genitori, le vecchie generazioni non hanno voglia di questo... Io mi informo: so cosa ha fatto il M5S in questi mesi, i pro e i contro che ha dimostrato. Se leggessi o ascoltassi solo i media tradizionali sarei già fuggito dal blog. Detto questo, l'idea di rivedere la strategia comunicativa è un punto obbligato: ok, si deve dare più risalto a quanto di buono fatto e porre un riflettore sul marcio dei vecchi partiti. Come fare? Le televisioni sono in mano ai partiti, i giornali idem. L'idea delle conferenze stampa costanti è una buona cosa, ma dove puoi lanciarle? Su streaming, ma non su reti televisive, quindi si ritorna al problema dell'auto-informazione: chi sa come fare si guarda lo streaming, l'italiano medio manco se ne accorge. Non è semplice. Il Grillo non è andato in tv? Io credo che se l'hanno invitato un motivo c'è: perché il leone dovrebbe invitarti in casa sua? Se l'hanno invitato, tra i tanti talk-show, è perché a sbranarselo ci mettono un attimo: ma mica perché sia in torto, ma in quanto è gente che sa fare il suo mestiere, e da decenni poi. Il problema della divulgazione dell'informazione a 5S è tutt'altro che semplice, e servono idee e contributi. A questo serve anche il blog.
  • stefanella m. Utente certificato 4 anni fa
    il movimento non è radicato sul territorio (dato di fatto è un movimento ancora giovane) ed il candidato sindaco (soprattutto nelle grandi Città) pressochè uno sconosciuto ha fatto fatica a far conoscere il suo programma per la sua Città Beppe Grillo,fondamentale per la comunicazione del M5S,con il suo tour ha fatto una campagna elettorale generale (come alle politiche) non potendo sapere le problematiche di tutti i comuni per cui essendo elezioni amministrative (elettore vuol sapere se si tappano le buche delle strade per modo di dire)siamo stati penalizzati ma i ns/elettori si sono rifugiati nell'asrensione
  • giovanni effe 4 anni fa
    lavendo si compiace della vittoria dei suoi compari contro i quali fa finta di opporsi al governo.Che tristezza, e la gente sta a guardare alla finestra senza reagire e senza il coraggio di votargli contro.
  • Gianpy G. Utente certificato 4 anni fa
    Poche balle.... abbiamo preso una sonora legnata, frutto della mancanza di comunicazione e della incapacità (dovuta piu che altro al poco tempo che stiamo in parlamento) di esprimere le potenzialità dei nostri portavoce. Parliamo lo scotto di innumerevoli errori politici e di sparate da parte di portavoce con una voglia di mettersi in evidenza senza esprimere contenuti. Paghiamo l'errore della mancanza di una linea politica chiara e ben visibile. Il resto sono chiacchiere a due lire. Se non iniziamo a lavorare spalla a spalla e a dare un chiaro indirizzo alle nostre potenzialità ci estingueremo come dinosauri.
    • edoardo borghi 4 anni fa
      E' giusta la tua analisi. Le regole del gioco non si possono cambiare con il 25% dei voti degli elettori e quindi è inutile lagnarsi che sono avverse al M5S. Si può lentamente cambiarle come già sta avvenendo ( vedi finanziamento ai parti, si spera )ma per farlo si deve governare e se non si può farlo da soli bisogna farlo con un alleato cercando, in questo grave momento, un accordo decente sui problemi cruciali del Paese. Nessuna rinuncia al programma del M5S ma rendersi conto che non si può cambiare tutto in una legislazione, soprattutto se non si ha il consenso del 51% degli elettori. Luigi Zingales dice; provare, sbagliare , cambiare: spero che il Grillo e il M5S rinuncino agli alibi e facciano dura autocritica dicendo agli elettori se vogliono rimanere all' opposizione o se accettano le regole del gioco per partecipare al governo del Paese. Edoardo Borghi
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Non sono d'accordo, l'astensione non ha una motivazione ragionata, è dettata dalla confusione generata dai media che mette in crisi la già scarsa capacità critica dell'Italiano medio che forma la propria opinione politica basandosi sui tiggì.
    • leonardo l. Utente certificato 4 anni fa
      E' il sistema coi loro asserviti che ci hanno distrutto a questo giro. Alle politiche non ci hanno curato più di tanto. Poi si sono resi conto, hanno avuto paura, si sono messi insieme e ci hanno combattuto con ogni mezzo. Stamattina siamo sconfitti, ma non solo noi. Con noi è sconfitta la democrazia e l'onestà.
  • Emilio Greco 4 anni fa
    Con le facce da culo che hai messo come portavoci e l'immobilismo stile prima repubblica dove volevi andare? Torna a far il comico Beppe.. Con affetto
  • Paolo M5S Utente certificato 4 anni fa
    Il M5S ha preso il triplo dei voti di lega nord,udc,fratelli d'italia,sel QUINDI,MARONI,CASINI,VENDOLA,MELONI RITIRATEVI.
  • Michele P. 4 anni fa
    L'avevo già scritto in un altro post ed ero stato apostrofato come bandieruola. Avevo solo fatto notare che alle elezioni in Italia vanno a votare gli anziani, persone plasmate dalla televisione, e da chi ha tutto l'interesse perché le cose non cambino. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Ad onor di cronaca sono anche convinto che le amministrative diano risultati ben diversi dalle politiche, ma tant'è che sono stati votati rappresentanti dei responsabili dello sfacelo italiano. Complimenti vivissimi agli astenuti vero toccasana per mantenere in vita i nostri stupendi PDL e PD-L. A quest'ultimi chiedo solo in piacere. Nei bar, a pranzo con i vs familiari, non lamentatevi se le cose non vanno per il verso giusto perché non avete fatto nulla per cambiare. Ultima cosa, da oggi M5S deve andare in tv l'unico sistema, in un paese vuoto come il ns, per far sapere alla gente cosa si sta facendo per cambiare e di fronte a domande vigliacche poste da alcuni giornalisti, vedi Report, bisogna dare subito risposte e non rifiutare il confronto. Forza M5S unica speranza per questo disastrato paese.
  • Daniele M. Utente certificato 4 anni fa
    Negare l'evidenza può solo peggiorare le cose. Era un risultato annunciato, annunciato da tutti i post ignorati di chi dissentiva. Semplicemente sono tornati indietro i voti di area PD, questo ne spiega anche la tenuta in un momento di grave scollamento tra base e dirigenza. Altro che massa di pecore, sta prevalendo il buon senso, impedire la vittoria del PDL nei comuni, stanno dando loro la linea da seguire. Si pensi bene a cosa fare nei prossimi ballottaggi, già è stato riesumato il nano al governo, col rifiuto di appoggiare Bersani. Come hanno detto in molti, la fiducia si poteva togliere quando si voleva e avevamo un forte potere di condizionamento, probabilmente abbiamo perso un'occasione irripetibile. Se il movimento si ostina a non ascoltare le voci critiche (probabilmente le persone più ragionevoli e intelligenti) e si affida solo agli yes man, alle prossime la percentuale sarà il 6.
    • marco tosi 4 anni fa
      Purtroppo nn aver appoggiato,condizionandolo fortemente,un governo bersani ci ha restitutuito un cavaliere padrone del gioco,quel gioco che potevi gestire tu caro beppe o cmq noi cittadini! ora certi errori a mio parere strategici ci tornano indietro con gli interessi,l'onda emotiva del voto andava cavalcata come un surfista,abbiamo invece dimostrato solo di nn volerci sporcare le mani con i problemi del paese. Inoltre ricordo che i successi del movimento sono nati proprio dai capoluoghi (parma,bologna...) quindi screditare il risultato di queste elezioni significa fare gli struzzi!!
    • leonardo l. Utente certificato 4 anni fa
      Non è questa la soluzione. Il Movimento si riprenderà, vista la mancanza di lungimiranza dell'elettorato italiano, quando la gente sarà veramente alla canna del gas, e ciò non avverrà tra tantissimo tempo. Adesso, nessuno potrà dire che tutto quello che avverrà da oggi in poi è colpa di Grillo e dei Grillini. Adesso noi potremo solo dire:"VE L'AVEVAMO DETTO".
  • leonardo l. Utente certificato 4 anni fa
    E' una mattina tristissima. Ammettiamolo, siamo stati pesantemente sconfitti. Ma non credo che nessuno, di quelli che sono attanagliati da questa crisi, possa gioire. Gli unici che possono tirare un sospiro di sollievo sono quelli al potere e quelli che li asservono. Tutti gli altri, di destra o di sinistra. Tutti quelli che fanno parte del sistema produttivo. Tutti i pensionati. Tutte le persone oneste che credono innanzitutto nei valori umani e poi in quelli materiali. Tutte queste persone stamattina sono sconfitte e ce ne renderemo conto molto presto. Come è stato possibile tutto ciò. E' semplice da spiegare. Non c'é più la democrazia. Non c'é più la VERA VERITA', non contiamo più niente. Siamo vittime di una dittatura moderna. Cosa fare adesso? Forse l'unica cosa sensata é quella di rimanere coi piedi ben saldi per terra e aspettare che passi il cadavere del nemico sotto al ponte. Perché questo sistema non é auto compensante e prima o poi i nodi dovranno venire al pettine. Chi non avrà avuto il dono della lungimiranza ci si troverà in mezzo e penso che adesso, visti i risultati elettorali, sarà difficile dare la colpa ai GRILLINI. Adesso, l'unica cosa positiva di tutto ciò, é che le colpe finalmente potranno ricadere sui veri responsabili e poi si vedrà.
  • enrico zoccoli 4 anni fa
    Sostengo e ho sempre sostenuto che la rivoluzione via Internet al momento non funziona. Funzionerà quando le generazioni del 900 che votavano PCI e DC non ci saranno più. Questa generazione di vecchi non va in Internet ma guarda la TV e ascolta tutto ciò che questa propina loro. All' anafalbetismo interniano aggiungiamo pure che la TV arriva in tutte le case anche in quelle più remote mentre Internet non arriva in una grossa percentuale delle nostre case. Quindi consiglio al caro Beppe di andare in TV a contrastare i media di regime. Ho 69 anni ho votato e voterò sempre M5* non solo per simpatia verso Beppe ma per un programma che fa intravvedere un futuro per le nuove generazioni.
  • Paolo N. Utente certificato 4 anni fa
    Caro Beppe, continua sulla tua strada caratterizzata da coerenza e razionalità. Diversamente il movimento si mescolerà in un magma fetido con altri partiti. Come hai già detto la guerra è lunga, e le piccole battaglie contano poco. Coloro che tra gli eventuali simpatizzanti ti contestano, potranno consolarsi con quello che avranno,o meglio non avranno dagli altri partiti. Ti abbraccio. con affetto paolo
  • Andrea 4 anni fa
    Qualcuno inizia a dire, troppe liti sugli scontrini troppo baccano sulla diaria, alla gente non frega niente di queste cose. SBAGLATISSIMO, questa scrematura tira fuori il risultato di un ELETTORATO COSCIENTE che sa come i SOLDI NELLA POLITICA, cosi come i privilegi allontanano i Politici dalla realtà quitidiana, dal ideale politico e sopratutto dai cittadini. QUESTO MOVIMENTO NON HA SBAGLIATO NULLA DICO NULLA, non DEVE e non puo interessare o rimpiangere una mancato " pastume" con le altre politiche poiche dall altra parte non ci sono ideali politici su cui confrontarsi ma lobby del potere dove si devono fare patti a vantaggio di pochi sulle spalle di molti, questo MOVIMENTO NON HA SBAGLIATO NULLA, l elettore che ha usato il movimento come voto di protesta non puo e non deve interessare perche è disinformato sull operato del movimento altrimenti avrebbe riconfermato il suo voto, scendere a patti con l elettore disinformato significa solo SFRUTTARE LA SUA DISINFORMAZIONE per trarne vantaggio, per depredarlo del suo futuro a vantaggio di pochi, NO questo movimento NON h sbagliato nulla deve continuare nella sua opera di informazione politica per creare un ELETTORATO COSCIENTE, il movimento sta ERUDENDO politicamente gli elettori, no NO questo movimento non ha sbagliato nulla sono grato a questi ragazzi alla loro coerenza alla loro morale applicata anche agli scontrini e la diaria, un 12% a Roma è un buon risultato dopo questi 3 mesi di gogna multimediale... Chi dice che ci sono stati errori VOGLIO RICORDARGLI CHE LA STORIA NON SI FA IN 3 MESI. Grazie M5S.
    • Dado Q. Utente certificato 4 anni fa
      concordo pienamente.Poi non è colpa del movimento se ci sono simpatizzanti che si entusiasmano in modo utopico.Se oggi tanti nel movimento si sentono sconfitti non è colpa del movimento ma di loro stessi che hanno sognato troppo in grande.Già alle politiche dalle mie parti tra i grillini attivi girava l'entusiasmo del 40%.Se non volete delusioni rimanete con i piedi per terra e ricordate sempre che siete in Italia.
  • Lukas Plazotta Utente certificato 4 anni fa
    Il vero problema italiano e`proprio L`opportunismo. L`italiano che vota Berlusca si aspetta che salvano i suoi soldi l`altro che vota Pd vuole vivere come quelli a Siena sostenuti dalla loro Banca Monte dei Paschi. Ma raga ci siamo?? Fra poco vi crolla addosso sto sistema finanziario perverso e dovremmo andare a coltivare i POMI aprite i occhi anche la grande Germania sta per crollare. I valori veri sono richiesti! Viva MoVimento 5 Stelle
  • Don Paolo Zampiva Utente certificato 4 anni fa
    M5S = sindrome di Peter Pan! L'eterno adolescente, che mettersi in gioco e sporcarsi le mani, preferisce volare, volare...Cari dirigenti del M5S: provate ad atterrare, scendete nella realtà, scendete dall'albero e confrontatevi da adulti, non da adolescenti con chi non la pensa come voi!!! Vi abbraccio...ma svegliatevi fuori! Troppe pippe e troppi fumetti vi trascinano in altri sisyemi solarii! Ah, caratteristica dell'adulto è anche la capacitò di fare autocritica, di amettere di aver sbagliato
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Cos'è un invito a partecipare, a testa bassa, alla liturgia della spartizione del denaro pubblico ? Giusto uno che si firma Don può scrivere certe cose. Blog sbagliato eminenza, provi più avanti.
    • danilo m. Utente certificato 4 anni fa
      Ha ragione Don. La gente deve solo lavorare e pagare le tasse senza mai alzare la testa. Non può arrivare alla politica se non per mezzo dei politici. Un pò come la chiesa dove uno non può arrivare a Dio se non per mezzo dei preti.(Gli stessi che 2000 anni fa mandarono sulla croce Gesù per non perdere il potere.
  • Davide g 4 anni fa
    ARRENDETEVI..... SIETE CIRCONDATI..... M5s TUTTI A CASA.... TORNATE A FARE I POLLIVENDOLI O I DISOCCUPATI..... E ORA PROPONGO UN BEL VAFFADAY PER GRILLO.... MI SA' CHE IERI SERA LO TSUNAMI GLI E' VENUTO NELLE MUTANDE A GRILLO... NULLA ERAVATE E NULLA TORNERETE AD ESSERE....
    • ZUSTINO D. Utente certificato 4 anni fa
      TIE'' TE FACCIO LE CORNA CON LE DUE MANI E UN BEL VAFFA IN SOVRAPPIU'
    • Dado Q. Utente certificato 4 anni fa
      non fare lo stesso errore che tanti hanno fatto nel M5S e cioè di entusiasmarti troppo,la realtà è diversa da quella che vedi.
    • danilo m. Utente certificato 4 anni fa
      Padre perdona loro perchè non sanno quello che si fanno.
    • Michele P. 4 anni fa
      Dai forza sei il solito co.......ne pagato per mandare messaggi del c...o nei post. Trovati un vero lavoro fallito e pensa a farti una famiglia forse guardando i tuoi figli potrai capire quanto è vergognoso quello che stai facendo.
    • Lukas Plazotta Utente certificato 4 anni fa
      Tsunami arriva, basta saper aspettare raga! Preparati intanto un bel terreno coltivabile e un fucile per difenderlo! I vostri sogni che rimanga sempre tutto uguale stanno per svanire! Viva Beppe Grillo
    • Corrado Allegro Utente certificato 4 anni fa
      Fortuna per te che invece sei QUALCUNO.
  • napoleone . Utente certificato 4 anni fa
    Carissimo prof.Becchi..la sua analisi è un po' leggera..merita un approfondimento anche se in parte è vero che un certo sentiment ha allontanato gli elettori dalla Politica. Sono sicuro.anzi strasicuro che l'evento abbia molte concause, in parte di carattere generale e in parte che riguardano il M5S e il suo modus operandi. 1-la sola rete non basta a contrastare la disinformazione martellante fatta dai media verso il M5S,non basta andare in TV per controbilanciare qiesto trand..ma serve un radicamento sul "territorio" avvicindando i simpatizzanti che non sono in rete. 2-le elezioni online non sono sufficienti a garantire la partecipazione delle scelte che deve fare il M5S..lasciando a "pochi" privilegiati il diritto di voto..errore clamoroso..e più volte da me contestato,ciò allontana un certo tipo di elettori. 3-"Stanca fare il vagone ma anche la locomotiva" solo Beppe non basta a titrar il "carretto"... 4-Paghiamo lo scotto di non aver tra i n/s eletti, personaggi come Caludio Messora..Daniele Martinelli,lo stesso Becchi..e altri..che avrebbero dato un profilo al M5S.. 5-Troppa liquidità sul territorio..poca informazione e formazione verso l'elettorato, 0 incontri sul territorio con gli eletti..(diventiamo sfuggenti come l'anguille!).. 6-ci manca un Progetto di Riforma delle Istituzioni..(sicilia docet)..in pratica abbiamo parlato delle Regioni..poco e male..invece dovremmo riprendere proprio il discorso dell'autonomia Regionale..proprio per uscire dal Centralismo Istituzionale Romano..che nel frattempo ci ha "congelato"..grazie all'inciucismo ammesso e concesso da un sistema istituzionale e politico che permette determinati accordi. .il default di queste amministrative non riguarda certo il M5S piuttosto vi è la percezione che i governi locali, allo stato attuale dei fatti,sono visti più come "uffici di riscossione" che come organi di governo reale locale.
  • raffaele pianese 4 anni fa
    amici ma che é arrivata la fine del mondo !? il Movimento continuerà il suo lavoro gli "sfiduciati" i "latitanti del voto" riprenderanno fiducia e si andrà verso il futuro ..... sicuramente il precedente ai 5 Stelle era un segno di malessere e se può diventarne la cura é anche questione di mentalità ! gli elettori a livello locale non hanno mostrato uguale coraggio e considerando che a livello locale il voto diventa quasi una questua beh non credo che questo dato sia significativo.
  • andrea . Utente certificato 4 anni fa
    DOBBIAMO MIGLIORARE LA COMUNICAZIONE, LA GENTE GUARDA PIAZZA PULITA, BALLARò QUINTA COLONNA E SPAZZATURE VARIE E Lì CI PRENDONO PER IL CULO CON RISATINE E BATTUTE , Lì NON EVIDENZIANO LE RINUNCE ECONOMICHE CHE IL MOVIMENTO HA FATTO A FAVORE DEGLI ITALIANI , Lì CI SCHERNISCONO, NON CI POSSONO ESSERE SEMPRE I GIORNALISI DEL FATTO QUOTIDIANO A TOGLIERCI LE CASTAGNE DAL FUOCO ,FACCIAMO DEI CORSI ACCELERATI PER LA COMUNICAZIONE PER I NOSTRI "ONOREVOLI" , NON BASTA ESSERE ONESTI BISOGNA ANCHE SAPER PARLARE ED ESSERE PRESENTI .
  • Giambattista Perasso 4 anni fa
    Nondum matura est, nolo acerbam sumere.
    • antonella g. Utente certificato 4 anni fa
      "non è ancora matura, non voglio mangiarla acerba" La volpe e l'uva. Traduzione del post di Becchi? :-) (Diciamo la verità, quando arrivano quelli del PD, il livello si alza. Qualcosa, ma solo da quei poveri disgraziati che provengono dal PCI e non dalla Margherita, potremmo imparare)
  • Massimiliano Aita 4 anni fa
    Due considerazioni: 1) considerare un flop l'aver ottenuto comunque il 10-12 per cento dei voti in elezioni amministrative mi pare francamente ridicolo; 2) è vero, tuttavia, che c'è un problema di comunicazione con e all'esterno. I cittadini in Parlamento devono rendere pubbliche (attraverso lo streaming ma anche i verbali cartacei) le loro sedute. Ogni giorno devono essere illustrate sul sito del movimento le iniziative prese dai parlamentari; 3) la tv non è il demonio e Grillo lo sa (visto che del tutto legittimamente l'ha frequentata per molto tempo). Bisogna andarci ed imparare a gestire anche questo strumento di comunicazione
  • claudio b. Utente certificato 4 anni fa
    A livello nazionale il movimento ha il compito di riportare la democrazia nelle istituzioni.abbiamo avuto tanti voti(troppi secondo il mio parere )e i nostri parlamentari stanno lavorando benissimo.Alle elezioni politiche non erano molto importanti le persone ma le idee;alle elezioni comunali i cittadini hanno bisogno di identificarsi di piu' con il sindaco e credo questo non sia avvenuto per i nostri candidati ma non lo ritengo un problema,l'importante e' entrare nei consigli comunali e lavorare con serieta'.Ricordiamoci sempre che siamo un movimento di cittadini che vuole fare una rivoluzione culturale nel nostro sistema politico e non semplicemente partecipare a gare elettorali
  • marina minicuci 4 anni fa
    ragazzi, fra le ragioni della sconfitta c'è anche quella di un candidato sindaco a roma terribilmente mediocre, non vi pare? o vogliamo fare anche noi gli ipocriti? l'hanno scelto gli eletti, è vero, ma allora bisogna chiedersi come fare affinché emergano i migliori. io non ho la risposta, né vorrei che ci fosse nel m5s la selezione della classe dirigente che alla lunga si riduce nel selezionare i migliori servi, ma quacosa bisogna inventarsi perché così non va. sono certa che beppe e co. ci stanno già pensando, ma mi piacerebbe anche che ci rendessero partecipi delle loro tribolazioni. il dibattito va aperto sul web
  • peppino russo 4 anni fa
    Ma siamo impazziti tutti???? Ma vi rendete conto che oramai l'italia si sta polverizzando? A roma i votanti sono stati uno su due, cioè i voti di chi sta festeggiando la grande vittoria, il 40% del 50% dei votanti è di fatto il 20% del 100% di tutti gli aventi diritti al voto di Roma. Il sindaco vincitore del ballottaggio col 50% in effetti, avrà avuto il consenso dal 25% di tutti i romani aventi diritti al voto, cioè di solo un romano su quattro!!!! Il nuovo eletto, se avesse DIGNITA' E ONORE, DOVREBBE RINUNCIARE AL MANDATO, VERGOGNANDOSI DI RAPPRESENTARE SOLO UN ROMANO SU QUATTRO!! Questa è la grande vittoria o LA GRANDE SCONFITTA per tutti e non solo per il M5*??? Ma i trolls sono uguali= ai co..testicoli pd+l-l imbecilli e ignoranti, che in malafede e non rendendosi conto della realtà, stanno cantando vittoria, anche col lavaggio del cervello che stanno opernando su essi i loro padroni,le IENE mummificate della mafia politica/economica che si rendono conto che oramai il 40% degli italiani onesti rinunciano al loro voto perchè non ha alcun valore se poi sono traditi da quelli a cui hanno dato fiducia!!!! Ma state sicuri che quel 40% NON HA RINUNCIATO A COMBATTERE PER SALVARE I PROPRI DIRITTI, che sono continuamente calpestati ed ignorati dalle caste politiche mafiose con la complicità dei loro servi, protetti e raccomandati, che sicuramente fanno parte di quell'uno su due degli elettori di roma. Sicuramente il M5*, che fino ad ora ha contenuto la rabbia, la disperazione e la voglia di reazione di questi giovani,e non,senza lavoro, senza casa, senza speranze, non sarà più responsabile se la violenta reazione arrivasse all'improvviso!!!! Ma a temerla maggiormante, e lo sanno, sono i vili responsabili delle caste mafiose politiche e non, che sono già pronti a scappare dall'italia con i loro tesori e tesoretti, rubati agli italiani onesti. MA FORSE NON AVRANNO IL TEMPO DI SALVARE TUTTO E TUTTI||| Sempre forza a Beppegrillo e tutti del M5*!!!!
    • peppino russo 4 anni fa
      xpaolobartolini: non sono d'accordo per l'appoggio a carta bianca a bersani ma ognuno ha il diritto di pensare a modo suo!!
    • Paolo Bartolini 4 anni fa
      Forse ti sei dimenticato che alle elezioni politiche 2013 l'astensionismo è stato del 25% (il dato più alto dal dopoguerra) eppure li il vincitore morale fu proprio il m5s.. Alle amministrative del 2012 era al 33% ed ora si è passati al 50% a Roma mentre sul resto dell'italia il dato è del 37,7% (quindi comunque un calo ma nulla a che vedere con Roma). Il vero perdente a queste elezioni è Grillo, punto e basta. Dovevamo appoggiare Bersani quando ancora potevamo valere qualcosa e costringerlo a fare vere riforme.
  • Massimiliano P. Utente certificato 4 anni fa
    Oggi i giornalisti SERVI gongolano, sono riusciti a far passare l'idea che anche il moVimneto 5 Stelle e' come gli altri e che non serve a nulla tantovale NON VOTARE! Hanno vinto gli stensionisti e i partiti tradizionali "Gridano" Vittoria! La "Poilitica tradizionale" ha PERSO ogni giorni sempre di piu viene dimostrato..perdono voti ad ogni tornata come un "Barattolo" pieno di fori. il moVimneto ha "fallito" nell'intento di convogliare i delusi verso il voto per il cambiamento, ma questo grazie ad un TAM TAM mediatico che stavolta ha dato i suoi frutto visto l'"IMPONENETE" forza d'urto messa in campo. Certamente ORA serve un cambio di passo "Mediatico" non possiamo piu' lasciarci sommergere di MERDA da questi girnalisti, la "Fase 2" della comunicazione DEVE cominciare! e BISOGNA mettere in campo il "Fantomatico" portale per la democrazia DIRETTA! sono mesi che se ne parla...ORA e' il momento!
  • fabrizio l. Utente certificato 4 anni fa
    Io la vedo in un altro modo, tutto quel gran successo avuto alle elezioni politiche ,non era altro che un voto di sfiducia di tantissimi sinistroidi stanchi di dalema e di tutta la vecchia cianfrusaglia del PD-L , ma quello che si aspettavano era un connubio tra sinistra e m5s per distruggere Berlusconi una volta per tutte. Questo non si e' verificato perche' forti dei vostri voti avete fatto la voce grossa pensando di accrescere ancora di piu' sbaragliando i vecchi partiti socialmente incancreniti nella societa' odierna, invece avete fatto la cappella piu' grossa che potevate fare e questo e' il risultato, altra cosa importante e' che non piace a nessuno che solo 4000 iscritti al movimento e unici titolari a poter dire la loro sulle proposte di legge abbiano la facolta di essere ascoltati da beppe grillo , il resto e' trattato come spazzatura , il resto si chiama base ,va ascoltato perche' altrimenti si rivolta e questo e' cio' che e' successo ieri . In pratica avevate in mano la carta vincente e ve la siete giocata male . addio 5 stelle
  • ANTONIO B. Utente certificato 4 anni fa
    Una domanda ai critici dell'articolo di Becchi: ma se non ci fosse il Movimento 5 Stelle,milioni di cittadini sarebbero andati a votare?Io penso di non.Avrebbero votato il meno peggio? Non credo. Un cittadino su due non va a votare e chi prende più voti parla di vittoria. I partiti sono come diceva Enrico Berlinguer delle camarille,interessi,consociativismo,corruzione. Altro che partecipazione e democrazia.Analizziamo chi ha votato Marino,in quali quartieri,quali associazioni,come si sono schierati i gruppi di potere di Roma,e quali interessi rappresentano.E ne scopriremo delle belle. Saluti
  • ina ghigliot 4 anni fa
    fatemi capire: se PD/L non scompare è una vittoria, se noi prendiamo il 15% è una sconfitta ??? ma questi avevano paura che prendavamo il 30% ??? l'euforia che ha oggi stampa e radio/tv nel gridare alla disfatta del m5s ( che ha piazzato consiglieri in ognidove) si commenta da se !! sono le truppe cammellate di pd/l che vogliono dimostrarsi degne di soldi agli occhi dei loro padroni !!...ma a me fanno ridere: sulla figuraccia di penati che a parole voleva essere giudicato , nei fatti si è avvalso della prescrizione non una parola ...ehh repubblica ?????!!!!! piuttosto che pd/l .... grillo tutta la vita !!!!!
  • Letizia Lina Maria Pampana Utente certificato 4 anni fa
    Che desolazione... l'Italia non cambierà mai... e neanche gli italiani. Certo credo che sia necessario capire cosa è successo e cambiare strategia. Forse sarebbe necessario combattere la falsa informazione che entra nelle case di tutti gli italiani non solo con la rete... Ad esempio ci sono famiglie che non hanno nemmeno il computer, questa è la realtà di milioni di famiglie italiane che ascoltano solo la tv. Così non si andrà da punte parti... ragazzi il Movimento 5 Stelle ha fallito! Dobbiamo rimboccarci le maniche dare FATTI VERI E CONCRETI e non più parole! Adesso stiamo facendo il gioco degli italiani deficienti e dei partiti.
  • sandro 4 anni fa
    Se ci fosse stata un'informazione adeguata in Italia quel 50% di romani che non è andato a votare, sarebbero stati tutti voti del m5s, questo è il dato da analizzare.
    • enzo ferraro 4 anni fa
      e secondo te come mai non sono andati a votare????
  • Sandro C. Utente certificato 4 anni fa
    Quello che è accaduto, purtroppo non fa che confermare la mia convinzione che l'italiano medio abbia completamente dimenticato il concetti di "coerenza, onestà, conquista". Per convincere il mio cane a non correre verso la strada perchè potrebbe andare verso la morte, debbo lanciargli la palla dal lato opposto e salvargli la vita nella sua totale inconsapevolezza. Per fare del bene all'italiano medio, devi usare l'inganno, lo devi truffare altrimenti non otterrai nulla. Triste ma vero, confermato dagli eventi.
  • Ettore Licheri Utente certificato 4 anni fa
    Becchi, questi concetti sulla crisi della politica li hai già espressi tante volte. Ti stai ripetendo, piuttosto che inoltrarti in una analisi sulle ragioni della perdita di consenso del Movimento.
    • Daniela S. Utente certificato 4 anni fa
      Bisogna ottenere la presidenza della commissione rai e poi andare nei talk show come fanno gli altri. Purtroppo poca gente ha il computer soprattutto al sud ed anche qui a Roma
    • Nicolas W. Utente certificato 4 anni fa
      Tukko67, il tuo commento è surreale... chiedi educazione, quando tu sei il primo a non educato e rispettoso... usando anche il turpiloquio.
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Un po di educazione, non stai parlando col tuo compagno di osteria.
  • M. Mazzini 4 anni fa
    Il sistema dei partiti è stato sconfitto ma ha vinto quel blocco di potere che, venute meno le false opposizioni destra/sinistra, ha fatto l'offerta della governabilità (tutta da dimostrare). Quel cinquanta per cento di italiani che si sono recati alle urne hanno, ancora una volta, fatto un atto di fede.
  • Stefano Arnaldi Utente certificato 4 anni fa
    Leggo un sacco di scuse puerili.La realtà è che se non si farà autocritica si rischia di sparire come si è arrivati: 1) Forse chi si accusava di essere un troll era veramente un elettore che cercava di farsi sentire al suo partito,sono stati cacciati come nemici e ora se ne paga dazio 2) Davanti ai sondaggi che mostravano che il M5S non era visto come una vera alternativa politica ma solo come una scusa per far caciara,qui si è solo urlato al "giornalisti di regime".I sondaggi si sono rivelati veritieri,per prevenzione non gli si è voluto credere e non si è fatto nulla 3) I media non hanno dato il giusto spazio al Movimento? Non diciamo fesserie,i media hanno trattato il Movimento allo stesso e identico modo delle politiche ed è il Movimento per primo a schifare i "salotti televisivi".Il giorno che si capirà che in un paese scarsamente informatizzato e con molti anziani ci si pubblicizza sopratutto con i dibattiti televisivi sarà troppo tardi.E se un parlamentare del Movimento non ha la capacità di tenere testa nemmeno ad una Gelmini o ad un Fassina da Ballarò allora è molto meglio fare le valige e tornarsene alla vecchia occupazione 4) Gli italiani non sono idioti,sono gli stessi italiani che 3 mesi fa hanno votato il M5S.Oggi invece credono che tra Pdl,Pd e M5S non ci sia un male minore decidendo che tanto vale starsene a casa.Se in soli 3 mesi si riesce a farsi considerare al livello del Pdl allora vuol dire che si è sbagliato qualcosa di clamoroso,non ragionarci sopra è da stolti 5) Ho sentito candidati come De Vito giustificarsi dicendo "Marchini ci ha drenato voti",la stessa e identica frase venne detta da Bersani nei confronti del M5S anni fa e venne per questo criticato pesantemente dallo stesso Grillo.Dire simili sciocchezze tolgono consensi e sono tanti che aprono bocca a sproposito.E' ora che i candidati del M5S si diano una vera formazione politica dato che ogni volta che aprono bocca danno ragione a chi li accusa di essere "dilettanti allo sbaraglio"
    • Margherita R. (mr1976) Utente certificato 4 anni fa
      Concordo con tutti e 5 i punti... per cambiare le cose bisogna stare dentro e non stare fuori a criticare, a fare i superiori che non si abbassano al loro livello. Abbiamo problemi di comunicazione. Con tutto l'affetto ma De vito è stato imbarazzante con i foglietti e con le scuse più improbabili. Abbiamo bisogno di più Pinassi. Le accuse a Sky sono state assurde. Pariamo i fanatici del complotto. Basta trovare giustificazioni. Non abbiamo spazio? Ma se basta che Beppe tossisce che fanno un'ultim'ora. Dobbiamo smettere di nasconderci nel web e dire no a tutto. Dobbiamo stare NELLA POLITICA per cambiarla. Sono tornata a vivere a Napoli mentre lavoravo all'estero e a chi mi dice: "chi te l'ha fatto fare?" io rispondo: "sono qui perchè è la mia città e voglio dimostrare che napoli non è camorra e monnezza". L'ISOLAZIONISMO NON PAGA.
  • Lukas Plazotta 4 anni fa
    Ma la gente rimarà opportunista! É quello il vero risultato delle elezioni! Non hanno capito che fra poco il sistema crollerà e avranno bisogno del vicino per sopravivere. Alle prossime elezioni nazionali voteró di nuovo MoVimento 5 Stelle perché é l'unica speranza per i nostri figli! Viva l'Italia e il M5Stelle
  • ANTONIO B. Utente certificato 4 anni fa
    Due considerazioni: la prima.Il pd a Roma con Marino va al ballottaggio e meno del 65% di romani è andato a votare.Marino deve andare al secondo turno; io spero che vinca ma non è detto che sarà così. A Bologna dove governa il pd,il referendum consultivo su un temadelicatissimo come il finanziamento alle scuole private,il pd insieme a pdl, cisl,la Chiesa prende una severa batosta. Sui temi come i diritti, ilpubblico, l'acqua, ecc.. il pd si spacca e perde.Questo è il terreno sul quale lo dobbiamo sfidare.Vediamo cosa farà Letta sul lavoro, il sud, l'occupazione, i diritti civili, le infrastrutture, ecc... Su questo lanciamo la sfida e vinceremo. Saluti
  • Gherardo G. Utente certificato 4 anni fa
    Un attimo. Qualcosa non torna. La notizia principale oggi al TG riguarda il M5S: "flop dei grillini". Per 3 mesi han fatto solo qualche spelacchiato servizio mentre ora stanno parlando come dei forsennati, quasi si ritrovano senza fiato. Non è possibile che abbiano astutamente celato importanti iniziative e riforme del mobimento per così tanto tempo, per poi diffamare abbondantemente ora. Quindi: 1) L'informazione in Italia è una vergogna (mi fa schifo), perché i tg NON sono imparziali, mentre dovrebbero esserlo. 2) Data la loro imparzialità, hanno paura del M5S, sennò non avrebbero sperperato preziosi minuti per infamare. Del primo punto già si sapeva, ma dal secondo si capisce che è un sistema più grande di noi che continua a mangiare alle nostre spalle, prendendoci letteralmente per i fondelli.
  • Carlo GRENCI Utente certificato 4 anni fa
    Non c'e' peggior cieco di colui che non vuole vedere. Un po' di sana autocritica sulle ragioni dello sboom sarebbe MOLTO piu' produttiva della continua auto assoluzione con annessa atteibuzione delle "colpe" al Resto del Mondo.
  • Gianmaria Valente (cu chulaìnn) Utente certificato 4 anni fa
    Poche balle, bisogna farsi un esame di coscienza e riflettere...
  • Riccardo Pratt Utente certificato 4 anni fa
    Sembra il discorso di Andreotti quando il PCI si avvicinò pericolosamente.
  • pierluigi monti 4 anni fa
    una sola proposta..mettiamo ai voti la possibilita' di partecipazione ai programmi tv. siamo in democrazia..usiamola
  • Fulvio Valsecchi Utente certificato 4 anni fa
    Perfettamente daccordo con lei professor Becchi, ottimo articolo!!!
  • Guido Rapalo 4 anni fa
    ma veramente Grillo
  • Massimiliano Gatti 4 anni fa
    Quanto leggo è degno di un partito politico italiano. E lo dico con sdegno. L'immobilismo ha distrutto un'opportunità. Mi aspettavo altro. MG
    • leonardo l. Utente certificato 4 anni fa
      Perchè parlare di immobilismo? Adesso si cercherà di correre ai ripari e magari si andrà in tv. Ma ce lo vede uno sulle reti mediaset a spingere per l'arresto di berlusconi? Che possibilità di parlare vuole che gli diano? O ce lo vede un altro sulle reti affiliate al pd a parlare di MPS? Qui si tratta di cultura. A Siena stessa, dove sono vittime del disastro hanno votato di nuovo pd. Qui è come dicevo un problema di cultura. La gente è ormai obnubilata dai mezzi di comunicazione. Quelli duri e puri come me, restano fedeli. Quelli meno duri e pure non vanno a votare e quelli che seguono il trend, sono tornati a votare gli stessi. Ora però bisogna vedere come andrà a finire. Questo è un sistema fortemente corrotto e manipolato. In questo momento si vede quanto sia deleterio che chi fa politica sia proprietario di mezzi di informazione. In nessun paese esiste una cosa così, tranne che da noi e nei regimi dittatoriali. Io la vedo nera. E gli sconfitti siamo noi, sì, grande sconfitta, ma purtroppo non riesco a non ammettere che presto la sconfitta sarà veramente di molti. Vedrete l'abolizione dell'imu e il rimborso di quella dell'anno scorso. Vedrete come evolverà l'incandidabilità di B. e il sistema giudiziario rimarrà impantanato. La corruzione non verrà minimamente scalfita e se ci andrà bene, quando saremo alla fame, ci lanceranno amorevolmente un osso da rosicchiare.
  • vincenzo a. Utente certificato 4 anni fa
    L'analisi del Prof. Becchi è ragionevole, ma credo che il classico tentativo di vedere il bicchiere mezzo pieno. Quello che segue è il mio punto di vista. Se quasi metà degli elettori non è andato a votare (Roma) e non ha ritenuto di dare fiducia al candidato del M5S, allora c'è un problema anche all'interno del M5S. Cercare il capro espiatorio all'esterno è un errore ed è controproducente: le persone ci associano sempre di più agli altri partiti e alla loro sordità rispetto alle loro richieste di cambiamento. E non è "cambiamento" ciò che ha comunicato il candidato sindaco a Roma: non si va a parlare in TV leggendo un foglietto; non si da la colpa di un tonfo ai giornali locali e alle lobbies. Se la selezione all'interno del movimento produce queste persone e questi argomenti (che immagino siano stati condivisi all'interno del gruppo) la gente non ci vota più. L'onestà, la rinuncia a stipendi da favola e finanziamenti pubblici non basta. Sono condizioni necessarie ma non sufficienti a convincere elettori che vogliono essere governati. E bene. A Beppe chiedo di far presto con il sistema di condivisione delle idee e delle proposte in rete (liquid ...?), in modo da far partecipare quante più persone competenti nei vari argomenti che non hanno il tempo o la voglia di andare fisicamente ai tavoli o che non riescono ad utilizzare gli attuali strumenti disponibili (blog, siti). La rete è stata il fiore all'occhello del M5S e deve continuare ad esserlo: usiamola al meglio e smettiamo di dire che bisogna andare in TV. Ciao.
  • pietro 4 anni fa
    Abbiamo un problema? Gli italiani hanno un problema! Il Moviento 5 stelle è l'unica opportunità di vero cambiamento. Non andando a votare, gli astensionisti hanno fatto il gioco dei soliti partiti che li continueranno a tarTASSARE. Lo capiranno presto, o forse, ascoltando oggi i proclami di vittoria dei vari candidati, lo hanno già capito. Manteniamo le nostre posizioni ed il tempo ci darà ragione.
  • ANTONIO B. Utente certificato 4 anni fa
    Negli anni 70 il pci alle elezioni comunali di Latina prendeva il 7% ma quando si votava per le politiche arrivava al 15/20%.La storia si ripete con ilmovimento 5 Stelle.E quale era la ragione di questo divario? Che la DC a Latina e in tantissime altre realtà aveva,organizzava e controllava forti interessi politici e non solo.Controllava,regalava e faceva clientelismo.O non ve la ricordate la DC? Dunque di quale sconfitta del movimento stanno parlando i giornali e le tv? A Siena il pd è partito consolidato per ragioni politiche e non solo.Anche a Bologna governa la città,ma al referendum sul finanziamento alle scuole private il pd con pdl,chiesa,cisl, lista monti PERDE.Se il pd a Roma avesse presentato Bindi o Finocchiaro o D'alema o che ne so io,qualcuno pensa che il risultato elettorale sarebbe stato lo stesso di quello di Marino? Io penso di non. La verità è che in molti comuni il movimento fino a ieri non era presente e invece oggi ha i suoi rappresentanti.Non é la stessa cosa.E poi a Roma si va al ballottaggio.Presentiamo quattro-cinque proposte concrete ( sull'IMU, TARES, Malagrotta, risanamento delle periferie,acqua,diritti e campi nomadi)del movimento e chiediamo noi NOI a Marino e Alemanno se sottoscrivono un accordo per avere il nostro appoggio.Chi lo farà avrà il nostro sotegno. Questo dobbiamo fare.Il resto sono chiacchere. Non a caso tv e giornali parlano di sconfitta. Aspettiamo di vedere i risultati economici del governo Letta. Sull'IMU, IVA, TARES, OCCUPAZIONE, LAVORO, ILVA, AMBIENTE, INFRASTRUTTURE, ecc... E poi discutiamo e ci confrontiamo seriamente.Vediamo quanti posti di lavoro certi creerà il governo Letta. E vediamo sul conflitto di interessi cosa dirà, e sulla ineleggibilità, ecc... Su questo vediamo chi perde e chi vince. Saluti
  • Giovanni M. Utente certificato 4 anni fa
    E' facile dire adesso "te lo avevo detto"... I partiti stanno cercando di "copiare" molte delle ns. idee migliori, facendole proprie...e nessuno dei nostri "portavoce" ne rivendica la reale paternità; nemmeno tu ci riesci... Dopo lo tsunami delle elezioni politiche, mediaticamente siamo OUT E' da ripensare TOTALMENTE la strategia di COMUNICAZIONE SIA all'INTERNO del M5S SIA verso l'ESTERNO !
  • angelo. I. 4 anni fa
    gli italiani sono immaturi e non hanno le palle, che si tengano questa schifo di politici.Si meritano tutto cio, spero che tra non molto perdano tutti i lavoro e le imprese chiudinio, poi gli batteremo le mani.
  • Giga 4 anni fa
    Becchi ma che figura ci fa fare, questo è in Commento che un Buttiglione qualunque avrebbe fatto dopo una sconfitta. Noi nn vogliamo portavoce insulsi e mediaticamente sbagliati senza carisma nè preparazione. Carisma si la politica è credibilità e il carisma conta. Quei due nemmeno a timbrare cartoline farebbero nella figura. Non vogliamo ragazzotti incapaci e spocchiosi in parlamento. Nn vogliamo referenti incapaci di capire dagli errori. Vogliamo fatti
  • Francesco5 Petrolo Utente certificato 4 anni fa
    a fine marzo, dopo le elezioni politiche (30/3)ho scritto il commento sotto riportato. Oggi dopo le amministrative di Roma, provo due sentimenti; il primo, una leggera autostima per aver colto nel segno nella mia previsione di uno sfacelo del M5S, il secondo, ben più grave, una profonda amarezza sempre per lo stesso motivo, per aver colto nel segno nella mia previsione di uno sfacelo del M5S. Non sono andato a votare, e sembra proprio che non sono stato l'unico a non farlo. Non sapevo chi votare, per il M5S erano voti sprecati, buttati nella spazzatura da un arrogante e ormai impregnato di omnipotenza Beppe Grillo; per gli altri non mi veniva la voglia, mi tremava la mano. forse l'unico su cui dirigere le speranze è SEL, ma dico forse perchè la convinzione è poca. RIFLETTETE GENTE, RIFLETTETE e cambiate politica, fateli fruttare quei voti delle politiche che con tanta speranza vi sono stati affidati. di seguti il mio precedente commento sopra citato: "Ho fatto avere oltre 50 voti a M5S tra me i miei parenti e i miei amici, pensando che servissero per fare ciò che è assolutamente necessario fare. L'esito delle elezioni era perfetto: M5S poteva realmente imporre al PD le leggi e le riforme fondamentali ed importanti da fare (legge elettorale, riduzione costi politica, conflitto di interessi, ecc..) e nel frattempo i suoi parlamentari potevano fare esperienza e prepararsi per un ruolo di governo che avrebbero conquistato da qui a pochi mesi, ed invece cosa succede : IL NULLA .... tante speranze andate perdute, una profonda ed amara delusione ... Si poteva fare, si poteva fare OGGI, QUI, SUBITO, ADESSO... ed invece : NULLA. Che profonda delusione. Tanto rimpianto per una vera occasione perduta. I voti dati con tanto slancio buttati nella spazzatura. Se ci sarà possibilità di esprimere ancora la volontà dei cittadini con nuove elezioni certamente questi voti andranno da un'altra parte. M5S avrà un crollo delle dimensioni stesse del successo inaspettato avuto
    • paolo zampieri 4 anni fa
      La gente Vi aveva dato il voto per cambiare L'Italia ne avevate havuto i numeri e la possibilità e nonostante tutti gli appelli che Vi abbiamo fatto nel sito Vi siete dimostrati del tutto inadeguati e incapaci di gestire i Vostri voti è giusto che chi credeva in Voi non vi voti più....io non capisco come potevate aspettarvi qualcosa di diverso.
  • Carlo GRENCI Utente certificato 4 anni fa
    Come in un vero tsunami e'arrivata, inesorabile, l'onda di ritorno. Gli Italiani avevano consegnato nelle mani del M5S la forza necessaria per essere determinanti nel cambiamento. Ma non bastava: dovevamo raggiungere il 100% ed instaurare la dittatura dei "giusti". Ecco qua; adesso bisogna ricominciare da capo ma con un pesante precedente su ex astensionisti che sono ritornati, delusi, nei propri ranghi. Un' occasione perduta forse per sempre.
    • Cesare Borgia 4 anni fa
      Carissimi, qui una cosa è chiara. La stragrande maggioranza della gente non capisce che cosa sta succedendo. Non capisce chi c'è dietro le facce e i simboli che votano. Purtroppo siamo ancora in una logica tribale: voto questo o quello perché mi identifico nel loro simbolo. Roma o Lazio. Apple o Samsung. Sinistra o Destra. E noi, se vogliamo vincere e migliorare le cose una volta per tutte, dobbiamo accettare questo dato ed adeguarci. E proporre, oltre al nostro simbolo, che pero' presuppone impegno, lettura, capacita' di andare oltre il simbolo, delle facce conosciute. Dei capi-tribu' in cui la gente che non puo' o non sa leggere, possa identificarsi. Secondo me ottima la scelta delle primare su internet, come per l'elezione del presidente della repubblica. Se candidato sindaco di Roma fosse stato proposto un volto noto, onesto, al di sopra delle parti, la gente avrebbe stravotato il movimento 5 stelle. Purtroppo la scelta di presentare candidati sconosciuti tout-court, non paga. Si è visto. Voglio dire, un capo-tribu' e poi dietro tutti i cittadini "sconosciuti" che volete. Ma serve un capo-tribu'. Questi sono i miei two-cents.
  • Paolo 4 anni fa
    GRILLO NON CI HA AIUTATO A Roma quasi il 4 % dei voti che poteva andare al movimento è andato alla lista civetta del PD : " grilli parlanti,no euro". Grillo non ha avvertito la cittadinanza dell'esistenza di tale lista civetta e non ha tenuto conto che molte persone sono anziane ed hanno poca dimestichezza con il computer. Al di là dei fatti politici, Grillo, doveva considerare il fatto tecnico. Liste artatamente mal fatte per confondere l'elettore. Il PD è maestro in queste cose. E' NOTO e Grillo doveva saperlo. Ci ha traditi.
  • Carlo Pandolfini Utente certificato 4 anni fa
    Se l'analisi NON SPIEGA PERCHE' centinaia di migliaia di persone CHE AVEVANO DATO FIDUCIA AL MOVIMENTO CINQUE STELLE l'hanno ritirata allora non è un'analisi ma una presa per i fondelli, Beppe svegliati e rifletti, Casaleggio idem, Paolo Becchi pure.
    • Paolo 4 anni fa
      Paolo Becchi si dovrebbe domandare come mai a Roma Alfio Marchini ha il 9,43 % dei voti e tampina il nostro de Viti. Da quale " cilindro" è uscito fuori ???? Certo che lui e PD, uniti, ci daranno altri 5 anni di guai, peggio di Alemanno. Evidentemente Roma non vuole gli onesti. Il fenomeno va capito, non certo con l'editorale di Becchi a cui facciamo riferimento . PS . A Becchi " calce e martello" dice niente ????
  • Paoletto M. Utente certificato 4 anni fa
    Ha ragione su tutta la linea Becchi, non c'è che dire! Ma dopo queste elezioni comunali, mi sorge spontanea una domanda: ma tutti coloro che andavano nelle piazze ad ascoltare Grillo, per chi hanno votato? Possibile che a Roma le piazze che vedevano gli avversarti del M5S erano semideserte e quella di Grillo era piena? Dove stanno questi italiani che predicano bene e razzolano male? A questo punto mi sembra che il problema in Italia non siano Berlusconi, D'Alema e compagni, ma il problema siamo NOI italiani! O no? Sinceramente la sconfitta, se così la vogliamo chiamare, non è nel risultato, ma nel fatto che tanti italiani davanti ti fanno una faccia e poi, nel segreto dell'urna tornano volentieri da coloro che ci stanno portando al disastro nazionale! Come la chiamiamo, ipocrisia? Forse l'Italia si merita questo, e per questo Grillo farebbe bene a lasciar perdere tutto e tutti e rinchiudersi nella sua villa a guardare l'Italia che va in rovina!
    • Vincenzo F. Utente certificato 4 anni fa
      Non so se sei di Roma o se quantomeno sai quanti elettori sono chiamati al voto e le complessità che ha questa città contro le quali i romani residenti o che ci vanno per lavoro combattono quotidianamente. Non è un colpo d'occhio di una piazza più piena di un'altra (e poi diciamocela tutta, nessuna era traboccante di persone e il flop di Alemanno con Berlusconi e il semi flop della piazza con Marino e Epifani hanno fatto si che quelle di Marchini e del Movimento 5 stelle apparissero un po' più riuscite) o un concerto di Venditti a spostare in modo decisivo un'elezione a Sindaco di Roma non di un piccolo Comune di 3000 anime.
  • Antonella G. Utente certificato 4 anni fa
    La televisione sta lavoarndo a pieno regime per distruggere il movimento. Grillo deve decidersi ad andare in tv, non ai talk-show, dove non lo lascerebbero parlare, e avrebbe troppo schifo degli altri ospiti, ma ad una trasmassione dove si è ospitati da soli, come "In mezz'ora" o "Che tempo che fa"! Io non voglio vedere la distruzione del Movimento, è per me l'unica speranza di un futuro per i miei figli, ma se gli italiani non lo capiscono continueranno a votare le solite facce e finiremo per tenerci la stessa politica per altri 40 anni! PENSACI GRILLO!!!!
  • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
    Un po contorti certi ragionamenti: Siccome la gente è da troppo tempo abituata a non reagire agli abusi della classe politica e quindi fatica a percepirci, NOI, che siamo una valida alternativa, dovremmo cambiare ? Io credo che mai come ora dobbiamo continuare con il progetto iniziale. Le parole convincono molto, ma i fatti, a lungo andare convincono di più. O qualcuno vuole insinuare che abbiamo sbagliato a non tenerci i soldi, a non allearci con lo scricchiolante PD o che si doveva partecipare alla festa PD+PDL ??? Spero che questa nuova prova serva per scremare gli iscritti, a separare chi ha voglia di cambiamento da chi ha solo voglia di sfogare le proprie frustrazioni. W il M5S, e grazie Beppe. Senza di te nemmeno questo avremmo.
  • Andrea R. Utente certificato 4 anni fa
    Altrochè in mano ai politici corrotti...qua siamo nelle mani degli italiani deficenti!! Non diciamoci cazzate
    • Claudio D. Utente certificato 4 anni fa
      Caro Andrea di Torino hai proprio ragione. Gli italiani sono un popolo di mentecatti, fanno parte di un sistema marcio ed incancrenito dal 1948 che non sarà mai possibile bonificare a meno che fare una rivoluzione come hanno fatto a suo tempo a Cuba ed in altri luoghi del sudamerica,perchè l'Italia è assolutamente assimilabile alle situazioni politiche precedenti a queste rivoluzioni (corruzione,clientelismo, mafie ecc...).Purtroppo gli Italiani non sono i cubani o i boliviani o i venezuelani, non hanno mai fatto rivoluzioni e sono sempre andati dove gira meglio la bandierina del "magna,magna" anzi la rivoluzione la fanno se chiudi il campionato di calcio...che mentecatti!Io se fossi Beppe, con questi risultati elettorali manderei a calci nel culo questo popolo che non merita nulla, mi ritirerei da qualsiasi attività politica, intanto gli italiani non capiscono, farei dimettere tutti i parlamentari e...fanculo. ITALIANI MENTECATTI ARRANGIATEVI-Vi piacciono tanto quelli che vi hanno rovinato fino adesso?Bene votateli come avete appena fatto, poi quando sarete veramente alla canna del gas, non venite a lamentarvi e questo momento è molto vicino.A quel punto non vi resterà altro che fare la guerriglia nelle piazze...ma non lo farete perchè siete abituati a subire qualsiasi cosa che ormai siete diventati masochisti anche nel DNA. Io sono di Bolzano spero che gli argomenti sull' autodeterminazione dell'Alto Adige, ritornati in voga ultimamente e rafforzati si compiano materialmente con una separazione da questo paese di merda...almeno noi ci si potrebbe salvare.
    • Roberto Bacchiani Utente certificato 4 anni fa
      Gli italiani siamo noi! Cosa vuol dire fiducia nel M5S e non negli italiani? Speri che venga qualcun altro a governarci? Puzza di dittatura o nomenklatura!
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      La mia fiducia negli Italiani vacilla, ma non nel M5S.
  • CAPOCCIA UMBERTO 4 anni fa
    IL BARBUTO BECCHI CHE FECE UNA FIGURA DI MERDA QUANDO PARTECIPO' ALLA TRASMISSIONE DI SANTORO E PRIMA ANCORA CON TUTTI I SUOI INTERVENTI TELEVISIVI ,INSULSI E STUPIDI, ORA SI METTE A DISCETTARE SE LA BATOSTA PRESA DAL M5S SIA O NON SIA DA COLLEGARSI CON LE ELEZIONI POLITICHE.VECCHIO BACUCCO CHE NON SEI ALTRO, TU ED IL DUO GRILLO-CASALEGGIO PENSAVATE DI CULLARVI SUGLI ALLORI FORTI DEI VOTI CHE VI SONO ARRIVATI ALLE POLITICHE MA NON VI VOLETE RENDERE CONTO CHE LA MAGGIOR PARTE DI QUEI VOTI CHE AVETE PRESO ERANO VOTI DI RABBIA DEI CITTADINI CONTRO I POLITICI CHE NON HANNO SAPUTO GOVERNARE E NON PERCHE' TUTTI GLI ELETTORI SI FOSSERO CONVERTITI AL M5S.POI VOI CON LA VOSTRA INTRASIGENTE CHIUSURA AD ACCORDARVI CON IL PD E CON CHIUNQUE ALTRO AVETE DATO LA POSSIBILITA' A BERLUSCONI DI FARE IL GALLO SULL'IMMONDIZIA COMPOSTA DI TUTTI I NOSTRI POLITICI, VOI E LUI<< BERLUSCONI<< COMPRESO , PERMETTENDO UN RAPPORTO INCESTUOSO PD E PDL E LA RINOMINA DI NAPOLITANO .IL VOSTRO BLATERALE E' INUTILE ED INCONSISTENTE E NON ILLUDETEVI CHE SE SI RITORNASSE AL VOTO IL M5S AVREBBE ,COME GRILLO VAGHEGGIA E SI ILLUDE, IL 100% DEI VOTI :SARETE SOLO SPAZZATI VIA COME AVVENNE ALL'EPOCA DELL'UOMO QUALUNQUE MOVIMENTO DEL VECCHIO GIANNINI.SAREBBE ORA CHE TU BECCHI DA BECCO DEL M5S TE NE ANDASSI IN PENSIONE PERLOMENO NON ROMPERESTI AGLI STUDENTI CON LE TUE INSULSE DISQUISIZIONI.
  • Gianfranco Maniero 4 anni fa
    I 2 errori di Grillo: trattare male gli elettori ai quali ha detto di non votare m5s quando questi ultimi lo sollecitavano ad accordarsi col pd per poi tenerlo dalle palle come sta facendo adesso Berlusconi e, secondo, non indire un referendum online sul punto per valutare le intenzioni della base. Grillo, i voti so o i nostri, non tuoi!
  • maurizio s. Utente certificato 4 anni fa
    È giusto che ci abbracciamo che ci confortiamo e che giustifichiamo la sconfitta. ieri sera io sono stato il primo a farlo,però dobbiamo far tesoro anche e soprattutto dalle botte e accettare che l'elettorato che ci ha votato in massa (voto di rabbia?) disinformato costantemente dai media,e ben manipolato si è astenuto togliendoci la fiducia anche a noi.Continuo a sentire che noi abbiamo avuto la possibilità e che non siamo stati capaci di sfruttarla si molta cooerenza ma nulla di fatto troppo impreparati dicono e accecati dal nostro ermetismo senza alternative siete lì con 150 deputati e non avete in mano un cazzo. il web non è sufficente non arriva a tutti questo è il risultato che dobbiamo digerire:Credo che prima di aprire il parlamento come una scatola di tonno dovremmo aprire la testa degli italiani come una scatola di tonno( oggi ci hanno fatto capire come è fatta la loro testa) e poi forse...Io voterò M5S fino alla fine perchè Veramente ci credo da tanti anni adesso RIALZIAMOCI E PICCHIAMO PIÙ FORTE con nuove strategie abbracciamoci tutti e AVANTI
  • Roberto Bacchiani Utente certificato 4 anni fa
    Il Movimento ha vinto una lotteria ma ha buttato via il biglietto! Anzi, l'ha regalato a B
  • Ugo 4 anni fa
    IERI IL CONDUTTORE DI BAOBAB (RADIO1) FRANCESCO GRAZIANI HA DEFINITO LO SCARSO CONSENSO DEL M5S "UNA BELLA SORPRESA". MA UNO CHE SVOLGE UN SERVIZIO PUBBLICO NON DOVREBBE ESSERE SUPER PARTES??!!.
  • luigi rossi 4 anni fa
    Il M5S deve selezionare meglio i suoi rappresentanti.Non basta il certificato penale pulito.Occorre una migliore organizzazione su tutto il territorio nazionale.Ho votato M5S. Viva il M5S.
  • Giulio Monte 4 anni fa
    No comment!!! Ma per cortesia evitiamo le scusanti come hanno sempre fatto i c.d partiti storici....gli elettori, i nostri dov'erano? Distratti anche loro? Stomacati anche loro? O già allergici al voto?!!! Ciao da Giulio Monte
  • Andrea R. Utente certificato 4 anni fa
    Bisogna inginocchiarsi all'ignoranza degli italiani!
  • Vincenzo Fagiolo 4 anni fa
    Basta vittimismo e prendersela sempre con stampa e TV, mi sembra che ogni Tg e giornale abbiano messo come primo titolo che il partito dell'astensione è il vero vincitore e soprattutto il dato di Roma è allarmante! Detto questo però passi il voto di opinione e la poca radicalità nei territori, il candidato poco conosciuto in una città complessa come Roma, ma ogni tanto anche un bagno di umiltà riconoscendo qualche errore e piccole batoste dove si poteva andare meglio, vedi Siena con tutta la campagna elettorale nazionale e comunale fatta sulla vicenda MPS, i comuni liguri, quelli dell'Emilia Romagna, della Toscana dove il Movimento ha acquisito nel tempo una certa forza e si è strutturato meglio non farebbe male!
  • Giocondo Pianforini 4 anni fa
    NON E' CHE GRILLO FORSE SE LO E' MERITATO QUESTO CALO DI VOTI? VISTO CHE ORA BERLUSCONI E AL GOVERNO? X FORZA M5S HA PERSO
  • Marco Palumbo 4 anni fa
    Seguo il M5S fin dall'inizio ed ho anche partecipato attraverso contributi economici. Sono un architetto. Ho eseguito opere pubbliche. Ovviamente fuori dall'Italia. Quando esprimo idee sono obbligato a ponderarle. L'architettura è un fatto serio, lo stesso vale per la politica, ma solo fuori dallo Stivale. Nel mio mestiere non si può giocare con la vita delle persone. Non posso rischiare di seppellire vive persone innocenti sotto le mie macerie. Insomma spesso conto fino a 10 prima di formulare un pensiero. Ma adesso mi chiedo sig. Becchi lei ha mai pensato di aver sbagliato qualcosa? Ovviamente la domanda non è solo rivolta a lei. Ci si sta allontanando dalla realtà Credetemi...fuori dall'Italia avvolte si vedono meglio gli avvicendamenti politici. Leonardo Da Vinci si allontanava dalla superficie dove dipingeva per vederne l'intera composizione artistica. Per averne un immagine complessiva!! Molte idee buone ma espresse malissimo. Impariamo ad esprimerci. Se no la gente non capisce.
  • Nello 4 anni fa
    Non fate tante chiacchiere...politiche, amministrative, pochi al voto, ecc. La realtà è una sola. Chi vi aveva votato pochi mesi fa si aspettava che raccoglieste l'invito di Bersani per approvare dei provvedimenti urgenti per il paese. E invece per colpa vosta è stato riesumato Berlusconi con tutto ciò che questo comporta. Avete fallito un'occasione irripetibile.
  • Giancarlo garberò 4 anni fa
    Ma il PDL che ha perso tutti i sindaci ha vinto? Non vedo titoli e commento di crollo del centrodestra. Sembra che l unico obiettivo sia colpire il m5s a livello mediatico perché??
    • Ivan Crosetti 4 anni fa
      il motivo te lo dico io.. sino ad un anno fa non mi sarei mai e dico mai immaginato che la corruzione a livello nazionale raggiungesse tali dimensioni, ma se ci fermiamo un attimo e ragioniamo sul fatto che l'Italia è quotata oltre il 50° posto come libertà di stampa e di informazione capiremo che questo dato in un paese come il nostro la dice lunga e se fossimo sani di cervello spegneremo i telegiornali che oramai sono diventati dei varietà e non acquisteremo più quotidiani che sono tutti di proprietà diretta o indiretta dei partiti.. cari miei questa è la nuova Italia un paese meraviglioso che tutti noi abbiamo contribuito in qualche modo a distruggere.
  • Paola p. Utente certificato 4 anni fa
    meglio una democrazia liquefatta che una dittatura Grillo-Casaleggio : questo lo hanno capito tutti quegli elettori che, come me, vi avevano votato. Se volete che il M5S combini qualcosa deve essere liberato dalla dittatura
    • giorgio g. Utente certificato 4 anni fa
      interessante come la storia non insegna niente.. il credente devoto che risponde alle giuste critiche spronando chi critica a fondare un proprio movimento.. come fassino con grillo. appena nati e gia' vecchi.
    • Pier Marco Accanto Utente certificato 4 anni fa
      Eppure ha ragione Paola, se si vuole liberare il Paese dalle mille caste che imperversano nei territori, Grillo e Casaleggio non bastano.
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Perché non ti crei un movimento tuo ? Cosi ti fai le regole che ti piacciono. Chiamare Grillo dittatore in un Paese governato dal nano di Arcore e proporre di escluderlo è proprio un bel ragionamento. Vuoi anche un ministero ?
    • Aldo B. Utente certificato 4 anni fa
      LA DITTATURA E' QUELLA CHE VUOLE ESSERE AL POTERE A TUTTI I COSTI! NON MI SEMBRA CHE GRILLO E CASALEGGIO SIANO IN PARLAMENTO...LORO SONO LA VERA DEMOCRAZIA. IO NON HO VOTATO ALLE POLITICHE, MA VOTERÒ IL M5S ALLE PROSSIME ELEZIONI.
  • gotti marina 4 anni fa
    mi dispiace molto per i risultati elettorali....purtroppo per paura del cambiamento si votano sempre i soliti "conosciuti"..tralasciando chi apre uno spiraglio per un vero cambiamento. Popolo italiano...popolo di pecore !!!
  • DIVAD D. Utente certificato 4 anni fa
    IL RAGIONAMENTO NON REGGE MOLTO.
  • Florideo P. Utente certificato 4 anni fa
    Il fatto è che l'italiano medio non cambia tanto facilmente, non sa aspettare: vuole tutto e subito. Lunga vita al M5S
  • Diego cemboli 4 anni fa
    Buongiorno a tutti. Purtroppo la delusione e' grande. Chi si è astenuto ha consegnato l'Italia al PD. Nessuno si è accorto che questo Governo porterà a dicembre Tarex, IMU e altro.. È gli italiani spenderanno gli ultimi risparmi in tasse. Non hanno capito che la sospensione dell'Imu e' solo una sospensione! Abbiamo il solito governo che hanno tutti gli stati prima del fallimento. Calano i posti di lavoro, cala il gettito fiscale, aumenta le tasse, l'aumento delle tasse fa calare i posti di lavoro, cala il gettito fiscale, aumenta le tasse, l'aumento delle tasse fa calare i posti di lavoro, cala il gettito fiscale, aumenta le tasse, l'aumento delle tasse fa calare i posti di lavoro, cala il gettito fiscale, aumenta le tasse, l'aumento delle tasse fa calare i posti di lavoro, cala il gettito fiscale, aumenta le tasse, l'aumento delle tasse fa calare i posti di lavoro, cala il gettito fiscale, aumenta le tasse, l'aumento delle tasse fa calare i posti di lavoro,... Bisogna cambiare rotta!!!
  • Aldo B. Utente certificato 4 anni fa
    QUESTO E' IL FLOP DELLA PARTITOCRAZIA. IL 42% DI IGNAZIO MARINO SULLA SOLA METÀ CHE E' ANDATA A VOTARE, SIGNIFICA CHE IL SINDACO E'STATO VOTATO SOLO DAL 21% DEI ROMANI.....SONO DATI DA FALLIMENTO DELLA PARTITOCRAZIA!
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Questa cultura dell'aspetto è stata inculcata nella gente dalla tivvù e se non ti accorgi che stai giudicando la forma invece del contenuto...fai parte del problema.
    • franz cimitan Utente certificato 4 anni fa
      Da notare che il candidato grillino prende un 14% che corrisponde a un bel 7% di aventi diritto. Non proprio uno tsunami... Scegliere come candidato uno come de Vito vuol dire che non ti interessa vincere, sarà anche un bravo ragasso, ma ha l'appeal di un posacenere dell'ikea. Per una città come Roma devi proporre qualcuno che abbia personalità e carisma, che però sono qualità incompatibil con i dettami del partito - setta
    • Florideo P. Utente certificato 4 anni fa
      Per la precisione non è ancora stato eletto sindaco.
  • Mario B. Viterbo 4 anni fa
    Prima di tutto sembra che solo un italiano su due sia andato a votare e poi le elezioni territoriali sono differenti dalle politiche perché si basano su differenti concezioni. Che i giornalai gridassero al crollo c'era da aspettarselo, non saprebbero trovare una notizia vera nemmeno se riguardasse il proprio naso...
  • alessandro d. Utente certificato 4 anni fa
    CARO PAOLO, FORSE I CANDIDATI DEL M5S NON SONO ABBASTANZA FERMI, SI LITIGA SUGLI STIPENDI E DIARIA, E POSSIBILE CHE QUESTI SIGNORI CHE RAPPRESENTANO IL M5S IN PARLAMENTO NON ABBIANO ALTRI PENSIERI PER LA TESTA? E POI VADA PURE PER LO STIPENDIO E DIARIA PIENI, LA PRIORITA' ERA QUELLA DI MANDARE VIA FUORI DAL PARLAMENTO GLI INDAGATI E CONDANNATI VARI, CERCARE DI FARE PULIZIA, QUINDI FORSE ERA NECESSARIO ALLEARSI CON IL PD E PORTARE AVANTI LE IDEE DEL M5S, QUELLE IDEE NECESSARIE AL PAESE. VIVA GRILLO
  • roberto de domenico 4 anni fa
    è triste vedere che la reazione del movimento è assolutamente uguale a quella dei partiti: "non è vero che abbiamo perso, bisogna leggere i dati, le comunali non sono come le politiche, ecc. ecc....", la verità è che tantissimi sono rimasti delusi, speravano in un cambiamento immediato, grillo aspetta di avere il 100% dei voti, il cambiamento che stiamo costruendo è prevedibile per il 2018 o per il 2023 o chissà quando? Chi vuole un cambiamento lo vuole ADESSO!
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Sorry, ho sbagliato post. Scusa De Domenico.
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
      Guardate che se vi aspettate cambiamenti radicali nell'immediato futuro siete destinati a rimanere costantemente delusi, il lavoro da fare è enorme: Parliamo di smontare un sistema politico radicato nelle istituzioni e sul territorio da 40 anni. Ma se qualcuno ha una ricetta vincente attuabile in pochi mesi lo scongiuro di condividerla, in modo chiaro e articolato, con tutti noi. E per cortesia finitela di insultare Beppe Grillo per ogni problema, senza il suo caparbio lavoro non esisterebbe nemmeno questo blog, abbiate un po di rispetto per chi si espone, cazzo, volete cambiare un Paese e non siete nemmeno capaci di usare un minimo di educazione in casa degli altri.
  • antonio.chichierchia 4 anni fa
    Dunque: la democrazia si sta liquefacendo,l'Euro è stato un errore..., ma tu chi cazzo sei per azzadare queste ipotesi cosmico siderali che coinvoglono, non Roma, non l'Italia, ma tutto l'Occidente? Grillo ha detto: se credevate che...avete sbagliato a votarci .. ed ecco perchè la gente non è andata.PD e PDL non ci piacciono, Grillo e la sua armata di duri e puri, diseredati e supponenti, hanno deluso in maniera cocente i suoi stessi elettori.... ecco perchè non si è andato, se grillo faceva il governo col PD, a Roma ci sarebbe stato il 100% dei votanti, proprio per supportare la Rivoluzione in essere.Stiamo ancora spettando i 2500 euro al mese dei parlamentari 5 stelle..., con i risparmi si sarebbe aiutato ...tutti .....un nuovo welfare... ma jatevenne, come dicono a Napoli.
  • Rita Zoboli 4 anni fa
    sai cosa sarebbe forte adesso? Grillo decide di andare in TV, e nessun canale lo invita, per ritorsione... ma non succederà perchè malgrado dica che la stampa è asservita ai partiti,quindi su questa linea dovrebbe imbavagliarlo, ma invece non si faranno perdere l'occasione e si scanneranno pur di averlo in trasmissione
  • stefanella m. Utente certificato 4 anni fa
    buongiorno trolls vedo che di buon mattino siete già all'opera DI BATTISTA ieri a piazza pulita sei stato grande grande grande il M5S non è ancora radicato sul territorio e nelle elezioni amministrative è importante ora sono eletti tanti consiglieri che faranno di sicuro un buon lavoro mi raccomando andate nelle TV locali
    • Stefano Facco Utente certificato 4 anni fa
      no, non hai capito una mazza. nelle tv non si può andare. rettifica il commento prima dell'espulsione dal sito, da internet e dalla galassia.
  • Marco Marcon Utente certificato 4 anni fa
    Vabbe' solo i ciechi non si rendono conto che le stramberie ideologiche, rigidezza e incompetenza strategica di Grillo e Casalaggio avranno uno solo effetto: rimandare a casa i delusi del PD/SEL che questa volta vi avevavno votato. Avevate un'occasione d'oro e l'avete sprecata. Non si ripresentera' piu'.
  • ennio mozzicone 4 anni fa
    Spett. prof. Paolo Becchi per favore non dica stronzate. Cercare di sminuire il fallimento di queste elezioni, é infantile nonché inutile. Nemmeno un ballottaggio vuol dire che il vostro messaggio non é passato, che avete problemi di affidabilitá. Vedendo i risultati del voto e leggendo i commenti su questa pagina, non v'é dubbio, Grillo ha fatto proprio un bel capolavoro. Il movimento é senza alcun dubbio un interessantissimo esperimento di politica alternativa, un vero potenziale di idee diverse dalle solite logiche dei partiti corrotti e autoreferenziali. Peccato che colui che grida di essere solo il portavoce, di fatto fa il capo e per giunta é un cretino. La sua fame di apparire, tipica di quelli che sono nati, cresciuti e ingrassati nel mondo dello spettacolo, gli ha fatto perdere il senso della misura. Giá da tempo leggo critiche rivolte a Grillo piú che al m5s e i grillini "duri e puri" non esitavano a definire troll pagati dai partiti, coloro che semplicemente sollevavano dubbi o perplessitá sulla efficacia della strategia. La politica non puó essere pensiero unico, quella é dittatura, é plagio, meglio sarebbe stato avere un po' di umiltá per riflettere su quei commenti critici, che non erano solo fango" L'errore c'é stato ed é stato grosso, urlare, inveire, lanciare strali contro tutti, va bene fino a che si é in una piazza, ma quando si é dentro il parlamento, servono ben altri comportamenti. Inoltre non puó risultare credibile una forza politica che ha una voce unica, quella di un ex comico che non sta nemmeno in parlamento. Il m5s se vuole avere ancora qualche speranza, deve imparare a camminare anche senza lo strillone, deve evidenziare le forze sane che spero abbia al suo interno. Nessun partito ha una sola voce e tantomeno una voce che sa solo fare battute, spesso fuori luogo e di dubbio gusto. Cordiali saluti Viva il M5S Abbasso Grillo
    • GPaolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Grazie Ennio per averci chiarito le idee.. ora non resta altro che tu faccia un tuo movimento (il comico è con Casaleggio il fondatore di questo "interessante esperimento"), apra un tuo blog (perchè ti ricordo che senza il comico tu ora stavi scrivendo sul sito di Repubblica o del Corriere), tu faccia da portavoce (perchè a te pare facile avere il consenso popolare solo con parole, senza promettere, falsamente, qualcosa in cambio come fanno gli altri al contrario del comico)..Ah puoi comprare anche un camper (c'è in vendita quello di Renzi ancora credo)... Buona fortuna
    • Claudio Carcaci Utente certificato 4 anni fa
      D'accordo con lei al 50% ma dire "urlare, inveire, lanciare strali contro tutti, va bene fino a che si é in una piazza, ma quando si é dentro il parlamento, servono ben altri comportamenti" significa incoerenza.
    • Leonardo Della Pietra 4 anni fa
      Concordo pienamente. Dopo il flag di "troll" ai commenti non allineati al capo ora si cerca di screditare l'intero elettorato che pare "non aver capito" il messaggio di Grillo, o la carenza di mezzi (ce n'erano forse di piu' per le politiche?), o l'avversita' dei mezzi di comunicazione di massa (non e' sempre stato cosi'? Che ne e' della comunicazione diretta tramite la rete? Non funziona piu'?). Umilta' e rimboccarsi le maniche. O e' forse il M5S semplicemente un altro partito? Leonardo
    • Nicolas W. Utente certificato 4 anni fa
      Concordo con l'analisi... ... appunto se si va avanti così... anche M5S avrà il suo capocomico che non ci porterà da nessuna parte. ... la campagna elettorale permanente non paga. Ci vogliono fatti e realismo! ... quest'ultimo è mancato.
    • antonella g. Utente certificato 4 anni fa
      trovo l'analisi leggermente di parte: se il problema fosse la dittatura della voce unica, che dire di un "partito" che da 20 anni governa il Paese con un tragico capocomico che quanto a battute di dubbio gusto non é secondo a nessuno?
  • Vittorio Bertola Utente certificato 4 anni fa
    Tutto vero, e non bisogna fare drammi, però un pochino di autocritica su alcune cose va fatta... Abbiamo lavorato tanto ma forse era meglio concentrarci (almeno nella comunicazione) su poche proposte fondamentali; con il tira e molla sulla diaria (su cui una parte dei parlamentari hanno responsabilità gravissime) abbiamo permesso ai giornali di andare avanti per settimane a dire che parlavamo solo di quello. Non tutte le persone sono apparse all'altezza, alcune sono sembrate arroganti o incompetenti. Nulla di irreparabile, ma è l'ora anche di un po' di autocritica, per poter fare meglio la prossima volta. Vittorio Bertola Movimento 5 Stelle, Torino
  • Luca 4 anni fa
    Il Movimento 5 Stelle rappresenta allo stato attuale l'unica vera opposizione. È una opposizione dura perché fatta contro tutti, contro la politica corrotta, deviata, con le mani dentro tutte le istituzioni e questo lo vediamo anche dal fatto che si alleano senza avere nulla in comune, diremmo noi, ma in realtà di comune hanno tantissimo, hanno la politica scorretta, affarista ed a tratti mafiosa. Il movimento allo stato attuale è solo contro il sistema.
  • Samuele T 4 anni fa
    Per raccogliere gli escrementi del cane devi sporcarti le mani. E nonostante tu faccia il possibile per non sporcarti, un minimo di odore resterà sempre. Se i grillini fossero stati "maturi", avrebbero stipulato un accordo programmatico col PD. Anche uno stolto capisce che "senza potere non sei influente", e che "se non sei influente non conti nulla, da nessuna parte". Ergo, avrebbero avuto le armi giuste per far passare qualsiasi progetto di legge (compresi i V Day, 1 e 2), anche a colpi di decreti legge, e avremmo Ro-do-tà (come scrive qualcuno) al posto di Napolitano. Obietterà qualche moralista (rectius: stratega!) grillino: Eh no! Non è come dici tu. Perché sbarrando le porte a qualsiasi governo abbiamo palesato l'inciucio, così alle prossime elezioni la gente.... la gente cosa? La gente voleva il cambiamento, ora e subito! Il vostro conservatorismo ha legittimato questo governo. Il messaggio che passerà sarà sempre lo stesso: Berlusconi,"l'uomo del fare"; M5s, "movimento di protesta fine a se stessa". Qual è il risultato? Gli escrementi sono ancora lì, impazienti di essere calpestati dai passanti distratti, mentre le mani restano immacolate. Di questa strategia becera resterà l'amaro in bocca "ad vitam aeternam".
  • Fabio M. Utente certificato 4 anni fa
    E poi quello che mi fa più rabbia sono i commenti del tipo "non è andata male, bisogna paragonare alle regionali". Oppure: "è colpa dei giornali che non hanno parlato di noi". MA VERGOGNATEVI! Questi sono commenti da democristiani della peggior specie!
  • antonello speranza Utente certificato 4 anni fa
    La verità è che non ha vinto nessuno.... Tutti hanno perso voti.. L'astensionismo cresce e la crisi, invece di cominciare ad essere frenata, dilaga... Ho paura che fra un pò di mesi saremo all'anarchia totale..
    • antonello speranza Utente certificato 4 anni fa
      A quel punto emergerà ciò che ancora non è emerso... Ovvero si faranno avanti proposte alternative al sistema di democrazia rappresentativa........ Sistema che in fondo non ha mai funzionato per colpa di molti.. A cominciare dei mezzi di informazione di massa...
  • Roberto B. Utente certificato 4 anni fa
    la lotta è impari, il M5S usa la rete e i fatti, che puntualmente vengono distorti dai media. .. la casta ha soldi, potere, televisioni giornali, .. .. ma non ci si può arrendere comunque !
  • Morendo Pedrini 4 anni fa
    Gli italiani vogliono essere governati da ladri inciucioni e mafiosi ... Mandate affanculo Grillo perché non capite un cazzo ! Mangiatevi la vostra merda popolo di ignoranti
  • Lucio Pampagnin 4 anni fa
    Io continuerò a votare m5s. Ma secondo me bisognerebbe che grillo iniziasse ad andare nei talkshow show a combattere contro tutti perché sono ancora in troppi quelli che non usano internet.
  • Giampaolo Scatozza 4 anni fa
    Avete avuto una grande opportunità a fare un governo di grande livello con il PD e non l'avete fatto e adesso ci ritroviamo con Berlusconi al governo. Vi lamentate e mandate a qual paese tutti quelli che non la pensano come voi. Non avete combinato niente in Parlamento. Vi ho votato alle politiche e mi sono pentito. Grillo penso che è arrivato il momento di cambiare i toni e di tornare a fare il comico. Vattene
    • Roberto B. Utente certificato 4 anni fa
      tu non capisci proprio nulla, il pd vuole fare come negli ultimi decenni, con una falsa opposizione al pdl, fatta apposta perché la gente come te creda che siano diversi !
  • Fabio M. Utente certificato 4 anni fa
    Te lo dico io, di cosa sono felice: Che Grillo è riuscito a prendere 9 milioni di voti e poi li ha usati per mandare tutti affanculo SENZA FARE NULLA DI COSTRUTTIVO! Ha fatto il ganzino dicendo "chi sperava in un accordo col PD modello Sicilia ha sbagliato a votarci"? Ebbene, adesso AFFANCULO CI VA LUI!
  • antonio minervino 4 anni fa
    questi continuano a fare gli indiani e non accettano l' idea che la gente non li vuole più vedere e l' unico modo per farglielo capire è non votare tanto non cambia niente
  • Domenic 4 anni fa
    Mi dispiace solo aver scritto la mia pessimista opinione, quasi leopardiana, senza dare una alternativa o senza scendere in prima linea per cambiare questo sistema, pero oggi volevo solo sfogarmi e perché quello che piú mi fa incazzare, é che messi davanti a un bivio tutti sapremmo quale la strada da prendere, quella dei valori universali, pero é troppo dannatamente dura. E se poi vedi che quelli che la prendono vengono isolati o ammazzati (insisto Dalla Chiesa, Falcone, Borsellino, M.L. King, Allende,Gesúcristo)e non solo dal potere, ma anche dalla societá e molte volte anche dimenticati, dunque si fa ancora piú duro fare quello che eticamente sarebbe giusto. Infine, grazie a questi martiri sono cambiate molte cose, pero bisogna essere pazienti e non stancarsi, é specialmente parlare ai bambini e ai nostri figli, da piccoli, di nuovo del bene e del male, perché solo quando vedo i bambini si mi accende con entusiasmo e allegria la fiamma della speranza.
    • feliciana cannelli Utente certificato 4 anni fa
      Sono completamente daccordo con te! Bisogna avere PAZIENZA! Al primo inciampo,non ci si deve arrendere, ma rialzarsi e continuare. Sicuramente M5S deve "correggere il tiro",ma non facciamo tragedie, altrimenti facciamo il gioco dei PARASSITI!! CORAGGIO M5S!!
  • Domenic 4 anni fa
    Spero di non offendere nessun partecipante del M5S, movimento spontaneo e che dopo un analisi molto superficiale che ho fatto dello stesso, considero nato sulle onde del malestare dei cittadini onesti nei confronti del sistema politico o di potere attualmente stabilito, senza sembrare nemmeno il solito qualunquista. Sono 18 anni che sono fuori dal Paese e in altri posti si vivono realtá differenti riguardo al sistema di potere, pero molte volte simili nei risultati. Forse se parliamo di un Paese come l'Italia, quello che é imperdonabile e che non siamo un Paese in via di sviluppo come molti Paesi corrotti d'America e dell' Africa o si? Inoltre questo sistema, sempre esistito grazie a tutti noi, non é nuevo e sempre é stato putrefatto(anche prima, solo che Andreotti e Craxi erano dei professionisti),pero adesso ne parliamo e prima quando ero bambino, ricordo eravamo piú omertosi, tutti sapevamo e tutti pregavano di arrivare a questa o a quella conoscenza per potere avere un c...o di lavoro, perché questo in fondo é un Paese dove l'omertá é, e sará una caratteristica che tardará ancora a sparire. Valori fondamentali per esempio come l'onestá,sono messi al bando a diario a tutti i livelli della societá, e allora pronto l'italiano o l'essere umano a essere un Giovanni Falcone, un Paolo Borsellino, un Salvador Allende, un Martin Luther King, un Mahatma Ghandi, nostro Signore? non ricordo nessuno di destra (ma non sono rosso).Ebbene credo l'essere umano non sia ancora preparato per un idea collettivista della vita, e delinea i confini di collettivitá al massimo dentro della sua propria famiglia, c'é ne sono troppo pochi nella gente comune che é quella che conta per cambiare una societá. Se mi sbagliassi, possibilmente la gente giá starebbe assaltando la Bastiglia, e io non sarei uno di loro, perche di questo sistema democratico indegno, se c'é qualcosa che mi piace es che puoi dare del vaffa senza che ti spacchino la testa come in altri Paesi dove ho lavorato. continua..
  • Luca Lunghi Utente certificato 4 anni fa
    IO non direi che i giornalisti sono delle carogne forse non sapete perdere. Sono un simpatizzante non vi ho votato perchè mi sono rotto di sentirvi parlare solo di scontrini o del diavolo PD non è il caso di parlare di politica. Le idee ci sono o no. Avete distrutto il PD quando potevate collaborare. La politica guardando il mondo non guardando solo i vostri piedi. Forse fare opposizione costruttiva vi farà guadagnare qualche voto. Mi avete deluso.
  • Sergio cecchi 4 anni fa
    Soltanto i bambini vogliono tutto e subito. Ricordo che gli 8 punti di Bersani erano una trappola per fare dividere i giovani ed inesperti deputati. Ogni punto infatti pur essendo condivisibile in linea di principio (es conflitto d'interessi) conteneva nei meriti cento diverse interpretazioni oggetto di facili, stressanti, diatribe..Prendete come esempio la disputa su l'elezione di Grasso al Senato, subito strumentalizzata. Il PD di Bersani non aveva alcuna intenzione di dividere l'agenda politica con il M5S. Confessione dichiarata apertamente dalla onorevole Sereni a Porta Porta. Accettare le 8 proposte per sostenere il PD avrebbe anche deluso i votanti 5 Stelle perché la promessa elettorale era impostata sul "contro tutti" i partiti dai poteri precostituiti. Il trabocchetto é stato ben congegnato dagli esperti della mistificazione perché nel caso di rifiuto , come é accaduto, il PD di bersani poteva sempre contare sulla strategia del chiagni e fotti. Cioé andare a governare con il Caimano come hanno sempre fatto, anche alla luce del sole (anziché di notte come i ladri di Pisa) per poi avere l'alibi di essere stati costretti a causa del rifiuto del M5S.. Anche questa mossa é, a quanto pare, riuscita piuttosto bene. Come é noto il PDPDL in tempi sospetti della Bicamerale dalemiana si sono spartiti la torta mediatica fra di loro invece di rendere il giornalismo indipendente.. Inoltre sono anche sostenuti dalle mini-lobbies elargite dai clientelismi locali i quali difficilmente cambieranno orientamento politico semplicemente perché temono di perdere quel poco che hanno ricevuto con il tesseramento.. Possono urlare dallo sdegno ma alla fine torneranno sempre a leccare il bastone dei loro padroni. Tuttavia la guerra é fatta di battaglie bisogna semplicamente aspettare il momento opportuno per prendere la rivincita.. Quando avranno esaurito il tema del "NEMICO GRILLO" faranno come i capponi di Renzo..
  • maria . Utente certificato 4 anni fa
    La parola democrazia e' assolutamente vuota e priva di significato se non e' vissuta internamente, personalmente da ogni singolo cittadino. Essa si basa sul rispetto delle idee degli altri e sul cercare insieme "il bene comune". Se si pensa che la propria idea sia la migliore e che gli altri vi si debbano adeguare, non si vive la democrazia. Il rispetto verso gli altri e' la base della democrazia, quando esso e' radicato nella mentalita' dei cittadini la democrazia e' possibile. Senza il rispetto ( che significa non insultare chi non la pensa come noi) che ci porta ad aprire un dialogo "costruttivo" gli uni verso gli altri, la parola democrazia e' priva di significato.
  • Simone 4 anni fa
    E` tutta colpa di quel ciarpame di pseudo giornalisti che infestano i media italiani, tutti mercenari del regime monopartitico PD - piu` o meno elle.... Tutti spalatori di letame che sguazzano da una vita, nella stessa sostanza che usano lanciarti contro...vivono di quello Basta sentire le contumelie di gente come Vaime su la7 ogni mattina, per capire di cosa parlo... Il bello e` che sta gente crede pure che il pdl e il pdmenoelle siano pure dei partiti diversi tra loro E LI VOTANO ANCORA!!!!! AHAHAHAHAHAHAHAHAHA Per me, Grillo,FAI BENE a non immischiarti con la Tv, anzi dovresti essere ancora piu` duro con questi gioprnalai, e metterli allo scoperto, come hai fatto ultimamente. Tanto che senso ha, mandare in Tv, della gente come Crimi, che si e` fatto fare la lezioncina da Letta, in streaming...invece di rinfacciargli tutta la loro doppiezza.Addirittura si e` fatto dire da Letta, che loro hanno avuto 50mila elettori alle primarie di Roma.... Gia`, come i milioni che avevano votato Gargamella, e poi si ritrovano Letta co Alfano abbracciati..e hanno pagato 2 euri per votare!!!! Se non sono dei combattenti, e` inutile andare in televisione a farsi prendere in giro pure dai somari
  • Dario C. Utente certificato 4 anni fa
    Beh, siamo dentro tutti i comuni. Iniziamo da li.
  • MARCO S 4 anni fa
    Parte 2 Se fate un'analisi dei dati completi dei vostri comuni, ovvero delle liste collegate, candidati come consiglieri comunali e loro notorietà/forza, credo che la sostanza non è molto diversa da quella da me descritta. E chiedetevi a cosa serve fare tutte quelle liste collegate piene di candidati consiglieri, quando poi gli eletti saranno pochi, ovviamente i più 'forti'. L'astensionismo dei grandi centri, come Roma, secondo me dipende anche dal fatto che chi non aveva conoscenza diretta dei candidati, e non aveva un tornaconto personale, ha preferito restare a casa. Quello che molta gente non ha ancora capito, purtroppo, è che quello che avviene nel palazzo, avviene in dimensioni ridotte anche a livello locale. Oppure l'ha capito, ma se ci guadagna, o spera di guadagnarci qualcosa, a livello personale, allora diventa 'complice'. Così vanno le amministrative, i pagliacci in tv lo sanno bene, altrimenti domani correrebbero alle urne a votare per le politiche. Strumentalizzano la cosa per dire al telespettatore : "Caro elettore/potenziale elettore 5 stelle, vedi? Gli eletti in parlamento non servono a niente. Lo hanno capito tutti tranne te? Non votarli più, tanto non serve a niente. Fidati, non vedi che anche qui nel salotto lo pensiamo tutti? Torna a votare, ovviamente PD o PDL, non te ne pentirai, fallo per il tuo bene, lascia stare quelli, se hai sbagliato una volta non farlo più." Io non so se dobbiamo diventare come i Testimoni di Geova o cosa, ma sicuramente c'è molto da lavorare sull'informazione e sulle modalità per fare informazione, anche a livello locale. E non credo che la strada giusta sia quella delle iniziative dei singoli, un coordinamento è necessario. Però anzichè tutto questo catastrofismo, prendiamo questa lezione come un qualcosa che ci sarà utile per migliorare.
  • MARCO S 4 anni fa
    Parte 1 Amministrative 2013 FERENTINO(FR) Votanti 13.423(75%) Non ha trionfato l'astensionismo,ma ha stravinto il candidato del centro-sinistra. Nel dettaglio: C.S. 65.25% di cui PD 18% C.D. 29.50% di cui PDL 8% M5S 5.25% Ho voluto mettere in risalto le % di PD e PDL per far vedere che i voti non sono andati a loro,ma alle coalizioni. Ma analizziamo i dati relativi alle candidature: -C.S. 8 liste - 128 consiglieri -C.D. 3 liste - 48 c. -M5S 1 lista - 11 c.(tutti sconosciuti, sindaco compreso) Scorrendo i nomi ho pensato che la maggioranza degli elettori non ha votato i partiti,ma le persone,e più nello specifico i candidati consiglieri. Ad avvalorare questa tesi riporto i dati relativi alla prima sezione scrutinata. C.S. 66% di cui PD 1%, 59% per una lista civica collegata C.D. 10% di cui PDL 1% M5S 24% Propabilmente nella zona/quartiere che votava in quella sezione erano candidati 1/2 consiglieri del M5S e più di qualcuno,o uno molto noto di quella specifica lista civica. Nelle amministrative l'ideologia politica conta poco, prevalgono le persone,non tanto per l'onestà e le capacità,ma per la notorietà,per gli 'sponsor', ricompensati poi con appalti o altro, e le promesse fatte a zone/quartieri/comunità nei comizi. E conta MOLTO anche il numero e la 'forza' dei c.consiglieri,che portano con se i voti di "zio,zia,cugini datemi una mano" "sei mio amico,ci conto" "senza impegno,tieni,ti lascio qualche buono benzina" "abitiamo nello stesso quartiere,sarò il vostro rappresentante" "ho notato,questa strada dove abiti è in pessimo stato,ti assicuro che se vengo eletto ci penso io" "lo so che sei disoccupato,non ti prometto niente,ma fatti sentire dopo le elezioni e vedrò se posso fare qualcosa" A casa mia sono passati canditati di CS e CD, nessuno del M5S. Telefonate idem Nella cassetta della posta tanti volantini,ma nessuno del M5S. Seguo sul web,e sul web ho visto chi erano i candidati del M5S. Ma gli altri?
  • Giovanni_DP 4 anni fa
    "Nessuno e piu importante del lettore, e lui merita sapere cosa sta realmente succedendo". Parafrasando Civita:"Nessuno e piu importante in politica dell'elettore, e lui merita sapere quello che sta succedendo".
  • Giovanni_DP 4 anni fa
    Domenica e morto a San Paolo l'editore Roberto Civita. Italiano, nato a Milano nel 1936, dopo aver vissuto dal 39 al 49 negli Sati Uniti venne a vivere a San Paolo con lá família. Il padre italiano, Victor Civita, fondo una casa editrice a San Paolo, e Roberto creo il Settimanale VEJA, lá rivista piu letta in sud America e lá quarta al mondo. Tornava in Itália tutti gli anni. Alcune delle sue frasi famose: "Nessuno e piu importante del lettore, e lui merita
  • Paolo Nappi 4 anni fa
    Egregio Sig. Grillo, Sono un elettore che ha votato il M5S e sono sempre più convinto di aver fatto la cosa più giusta. Le scrivo solo per darle un ulteriore consiglio che credo molti altri le avranno gia detto. Io vado spesso su internet per tenermi informato di quello che succede nel mondo, ma ancora oggi la maggior parte della popolazione apprende le notizie solo dalla tv e dai giornali. Ormai il M5S è conoscito da tutti gli Italiani, ma non tutti sanno cosa state facendo perché nessun Media ne parla (io a fatica mando le vostre notizie su FACEBOOK...ma non basta). Credo che sia arrivato il momento di farsi conoscere da tutti usando le stesse armi che usano gli avversari (PDL, PDmenoelle...ecc...ecc...). Gli italiani vogliono vedere gli scontri con gli avversari in TV e penso sia giunto il momento di farsi vedere. Credo anche che questo sconvolgerà non poco il PDL e il PDmenoelle perché in quel caso dovranno rispondere veramente su cosa vogliono farne dell'ITALIA e di chi ci vive. Penso che l'ascesa in TV del M5S sarà una nuova e grande rivoluzione dalla quale i partiti di sempre avranno un grande timore e in quel caso non potranno più scappare. "Purtroppo" per Internet e la Rete siamo ancora molto indietro dal resto d'Europa, ma allargando la Vostra voce anche in TV, riuscirete anche a far conoscere meglio Internet e la Rete e come si usa, senza subire manipolazioni politiche. Lei e tutto il M5S siete dei guerrieri oltre che dei messaggeri..."E' ORA DI INIZIARE QUESTA GUERRA (civile e non violenta)...L'ITALIA VI ASPETTA E CI ASPETTA". Se volete sarò anch'io in prima linea e credo che poi se ne aggiungeranno molti altri...strada facendo. Grazie per avermi "almeno" ascoltato... ...un suo estimatore e un elettore del M5S. Nappi Paolo
    • Sergio A. Utente certificato 4 anni fa
      E' giusto. Pero' il problema e' che quasi tutta l'informazione (TV - RADIO - STAMPA) e' in mano ai partiti e agli interessi della casta. Quindi si cerchera' di distorcere i messaggi del M5S, come del resto e' fatto fino ad ora. Percio' devono parlare persone preparate ad affrontare tutti i tranelli.
  • maria . Utente certificato 4 anni fa
    Alle amministrative si e' ripetuto il trend visto nelle elezioni del Friuli: IL CENTRO - DESTRA NON E' ANDATO A VOTARE Si vede che non si sente rappresentato da nessuna forza politica
  • Albino D. Utente certificato 4 anni fa
    Caro Grillo, come tu dicesti "avete sbagliato a votarci", ORA ABBIAMO CORRETTO! Perciò.... VAFFA
  • Roberto Montemurro 4 anni fa
    Tutto vero quello che hai scritto. Ma non possiamo negare il fatto che l'ostinazione del nostro movimento a voler far nascere le "larghe intese" e quindi soffiare sul fuoco dell'inciucio, no ha premiato. Molti dei nostri simpatizzanti non hanno capito il perche'. Se Bersani non andava bene, lo si diceva chiaramente: vogliamo governare con Renzo premier !! Ma noi abbiamo fatto cadere ber-sani e reso piu' forte ber-lusconi. Insana mossa a mio parere. Quello che potevano convertirsi al M5S erano quelli del PD, non certo gli altri, ora forti, ringalluzziti, spocchiosi piu' di prima. Per colpa nostra !!!!
  • Antonio I. Utente certificato 4 anni fa
    DIFFERENZA TRA ELEZIONI AMMINISTRATIVE E NAZIONALI: Sondaggio Emg: crescono PD e M5S. Astensione al 27% (dopo la chiusura dei seggi del primo turno delle Comunali - 28/05/2013) http://www.termometropolitico.it/49746_sondaggio-emg-crescono-pd-e-m5s-astensione-al-27.html
  • Giovanni_DP 4 anni fa
    L'errore fa parte del processo di apprendistato, il cammino e' lungo, anzi e' senza ritorno, state costruendo una nuova politica dalle fondamenta, ci sono ancora decine di round da combattere. Buon lavoro. PS: Vi invidio, vorrei stare al vostro posto.
  • Giovanni_DP 4 anni fa
    Era ed e' pura illusione sperare di vincere al primo round, come si poteva pretendere che un gruppo di giovani inesperti e idealisti riuscisse a sopraffare dei professionisti senza scrupoli. Questa e' stata solo lá prima delle naturalize che avete perso, perche l'importante e' vincere la guerra e non vincere tutte lê battaglie di fila una dietro l'altro. Má chi pensavate di espere? Mike Tison? L'errore fa parte del processo di apprendinstato, il cammino
  • umberto c. Utente certificato 4 anni fa
    Roma ha un bacino di voti difficile da battere ,ha le aziende comunali chi vuol capire capisca,l'importante era entrare e ci siamo col 12% da zero al 12 e' una bella sconfitta ,esultano solo i giornalisti quando in italia abbiamo avuto partiti che governavano anche con il 5% , grillo non deve mollare l'importante ora e di esserci e ci siamo aprire il campidoglio con l'apriscatole per cercare di convincere i veri vincitori e cioe' gli astensionisti ad riandare al voto ,a roma sia dx o sx non cambiera' nulla quelli delle aziende comunali lo sanno
    • claudia p. 4 anni fa
      cosa intendi dire per "a roma ci sono le aziende comunali"? io faccio parte di un'azienda comunale, sono una persona onesta e ho votato marino perché lo reputo un ottimo politico e non de vito perché era un incompetente. Ho avuto occasione di porgere domande a lui e a diversi candidati ai municipi del m5s e hanno fatto tutti una figuraccia... siete un branco di persone senza cultura, servi della destra, capaci soltanto di assecondare gli umori di pancia dei peggiori fascistelli. Peccato perché l'idea del movimento era bella e sana, rovinata da un meschino invasato cme grillo che seguite tutti come pecore... non esistete come persone senza grillo, svegliatevi e cacciate quello strillone!
  • Giorgio Fiandrino Utente certificato 4 anni fa
    Ma la realtà l'ha persa di vista? mi riferisco allo scrittore del post. Gli Italiani, la maggior parte, non hanno ancora capito un cazzo, punto e basta.
  • Fabri da Cagliari 4 anni fa
    Io personalmente alle comunali non voto il partito ma la persona... Forse non sono stati messi in lista i personaggi giusti, e poi non dimentichiamoci che il sindaco è pure dei vecchietti che di certo non vanno sul web a farsi un idea dei candidati
  • Alfredo Di Santo 4 anni fa
    Caro il mio Grillo. Mi hai deluso. Tanto bravo sei stato a farci sognare. Sognare di poter riuscire a riprenderci la nostra Italia, rubataci da quella cricca di politici a tutti noti. Quanto deludente se non addirittura nocivo nello gestire il movimento del dopo voto. Vedi le ultime due tornate elettorali. Il mio consiglio limitati ad andare nelle piazze. Nessuno è più valido di te. Ma lascia gestire il normale svolgimento della politica del movimento, a persone più capaci. Ancora mi prude il fatto che avremmo potuto essere veramente il primo partito in Italia alle votazioni di Febbraio se non ti fossi incaponito, a volere accanitamente snobbare le TV. Sarebbero bastati pochi intelligenti pacati e mirati interventi ed avremmo superato alla grande quei ladri. Con il premio di maggioranza poi chissà dove saremmo adesso. Mi auguro che trarrai le dovute conseguenze limitandoti a fare solo il promoter e lasciar fare lo stratega a chi è più capace di te. In nove milioni ti abbiamo votato. Ci sarà pure qualcuno che potrà meglio farlo. Per favore non sciupare i nostri sogni!
  • fulvio 58 Utente certificato 4 anni fa
    ...se sono aumentati i nostri portavoce quelli dei "partiti" (che non sono portavoce ma...) sono diminuiti, com'è che abbiamo perso? il M5S è alla sua prima legislatura in ogni comune, in ogni regione e al parlamento pertanto ad ogni percentuale ottenuta corrisponde lo 0% di partenza. se siete attivisti domani tornate nei vostri gruppi di lavoro, come ho fatto io questa sera, invece di stare lì con quel caxxo di telecomando, a saltellare da un canale all'altro alla ricerca del sindaco perduto. tornate nei vostre meetup che c'è da fare, il lavoro aumenta, ci sono i nuovi portavoce da supportare. se invece avete solo votato m5s e non avete mai partecipato, e venite qui a pretendere, giudicare o ripetere stupidamente come pappagalli: "se aveste dato la fiducia al..." primo: non avete capito una beata minch.. secondo: conoscete già la strada?
  • Massimo Di Blas 4 anni fa
    Tutti a dare la colpa a questo, a quell'altro.. Alla stampa, ai media... Ma a nessuno di voi è venuto in mente che chi ha votato M5S alle politiche lo ha fatto per spazzare via i vecchi partiti e invece M5S si è giocato il suo 25% in parlamento così male che è riuscito nella impossibile impresa di mandare Pdl e Pd-l al Governo insieme e a far rieleggere il caro vecchio Napolitano? La maggioranza dei voti di M5S, non sono delle persone che scrivono qui, ma di cittadini 'normali' che solo speravano in un cambiamento. Cambiamento che, con tutte potenzialità che il movimento ha messo in campo, non sono avvenute. Anzi, si è rafforzato il sistema precedente. Cosa vi aspettavate? Questo articolo è ridicolo e auto assolutorio. Se si vuole continuare a perdere, prego.. Si continui su questa strada...
  • igor c. Utente certificato 4 anni fa
    a parte le analisi di Becchi che condivido,bisogna pero anche ammettere che la strategia comunicativa che fino alle elezioni Nazionali ha funzionato ora non funziona piu...I talk show non servono a nulla ma nel momento in cui viene gettato fango in continuazione andarci vuole dire anche leggitima difesa e smentire le falsità che vengono raccontate..gli state lasciando uno spazio per colpire..e loro colpiscono duro non stanno a guardare di certo...andare in tv anche per raccontare le cose che il movimento 5 stelle propone in parlamento...e dire chi vota contro a queste proposte...ma se si controbatte solo via web e si racconta solo via web.beh..rimane solo nel web..perche i giornali non fanno filtrare le notizie e spesso le filtrano distorte per gettare fango...per dirne una quando beppe ha portato i soldi ai terremotati non c'è stato un servizio,dico uno,sui tg..io lo so perche frequento il web ma,purtroppo,gli italiani si abbeverano ancora di tv...piaccia o no ma e cosi...e sbaglieremo a non fare una seria riflessione su gli errori ...comunque sia e un peccato che gli esponenti del movimento non vadano in tv per raccontare le meravigliose proposte di legge..e un peccato...e vede prof Becchi..della riflessione che ha scritto tv e giornali non passera una virgola....auspico in un cambio di strategia...e comunque ci sarebbe da ragionare su un popolo che probabilmente si merita il marciume che ha..ma intanto pensiamo a migliorare noi
  • Bruno Cinque (b5) Utente certificato 4 anni fa
    n calo c'è stato e non sulle politiche ma sulle comunali di un anno fa dove abbiamo portato Pizzarotti a sindaco di Parma dove Maniero ha vinto a Mira e così via, non riconoscere la sconfitta non è che migliora le cose, il fatto è che in sto modo non è che ha perso tanto il M5S quanto l'itaGlia a causa di quegli itaGliani che vogliono continuare a farsi governare e comandare da una manica di farabutti! manco il monte dei paschi ha fatto cambiar voto ai senesi, chi è causa del suo mal pianga se stesso, basta che poi non si lamentino
    • Antonio I. Utente certificato 4 anni fa
      Riconosco che a Siena ha vinto il clientelismo a fronte degli astenuti (metà aventi diritto al voto, stanchi e rassegnati).
  • Fabrizio Centonze Utente certificato 4 anni fa
    Ma la cosa incredibile è che pur avendo preso nota dell'errore metteva schede simili nel gruppo delle "schede da decidere" Terzo Problema. Tutti si pensava al voto del sindaco , nessuno pensava alle liste e quindi nessuno le segnava col presidente che procedeva come un razzo, Come fai a tenere d'occhio anche la collega se metteva la scheda sulla pila giusta, visto che dopo sono state contate solo ma nessuna le ha guardate ? Da buon grillino seccante per lo meno glielo fatte ricontare davanti a me, visto che potete immagginare dopo il primo spoglio per il sindaco le schede sono state contate anche dagli scrutatori. Per contare ribadisco intendo prendere una scheda per l'angolo superiore senza guardarla e passare alla successiva Quarto Problema. Le preferenze. Qui è stato il massimo le ha viste solo lui, sarebbe a dire le faceva lui leggendole per numero e venivano segnate sul registro nessuno controllava niente. Avendo preso pochi voti a Castellammare, al massimo avremo un consigliere i miei colleghi mi avevano detto che era solo uno sfizio contare quanti voti avevano avuto perciò ... LA RISPOSTA A TUTTO QUESTO E' IL VOTO ELETTRONICO E LO SLOGAN DEVE ESSERE "Nessun voto deve essere perso" perchè la democrazia si basa sul voto DITELO AI PARLAMENTARI DELLA VOSTRA ZONA Attivista M5S CASTELLAMMARE DI STABIA
  • Sybilla Q. 4 anni fa
    Abbiamo perso alcuni consensi: è un fatto. bisogna analizzarlo e non fare finta che non sia successo, non ci porterebbe a migliorare. Da attivista ho notato PAURA in chi non ha voluto votare moVimento: hanno paura, una paura da Sindrome di Stoccolma. Allo stesso tempo, i media hanno indotto una sorta di Sindrome da alienazione genitoriale (SAP)dipingendoci come dei mostri violenti o perditempo sulle diarie. Quindi, considerando come abusati e manipolati gli elettori che hanno votato "altro", bisogna lavorare su abuso e manipolazione. La seconda è più facile: occorre aprire un ALTRO CANALE di comunicazione, differente da rete e meetup, non in sostituzione ma in AGGIUNTA. Proporrei di contribuire tutti per comperare uno spazio per una trasmissione televisiva su un canale digitale, una trasmissione solo nostra, non un talk show, ma documentari e approfondimento (e magari anche uno spazio fiction, meglio ancora di genere fantasy, che con la narrazione si arriva meglio al cuore e alla "pancia" della gente, che se non riesce a capire almeno PERCEPISCE). Per far capire loro l'abuso è più complicato, perchè non vogliono proprio ammettere di essere abusati...qualche idea da parte di qualche psicologo??
    • igor c. Utente certificato 4 anni fa
      scusa se ti rispondo,io ti posso dare anche ragione ma bisogna anche dire che la tv e il mezzo con cui maggiormente si informa la gente...non si puo continuare a subire in modo cosi passivo senza andargli davanti al muso e smerdarli...ad esempio su rainwes 24 ho visto dimaio e un senatore pd...il senatore pd ha poi abbassato le orecchie alla svelta quando dimaio lo ha pagato con due frasi..e dopo lo stesso senatore pd ha assunto altri toni..dunque e ora di andare anche in tv..ma prova a pensare come efacile smerdare una santachè o un fassina...facendo solo delle proposteoppure dire semplicemente le leggi proposte inparlamento...vorrei vedere cosa dice uno del pd quando gli si fa notare che c'è una proposta di legge sui diritti gay e chiedergli..perche non lo avete votato?
  • Fabrizio Centonze Utente certificato 4 anni fa
    UN ALTRA PRIORITA' LEGGETE ATTENTAMENTE E' scandaloso che nessuno dica niente. NON C'è UN PRESIDENTE DI SEGGIO IN ITALIA CHE STA APPLICANDO LA PROCEDURA PREVISTA PER LE ELEZIONI E IL MOTIVO E' CHE NON SI FINIREBBE MAI LO SCRUTINIO Ho fatto il rappresentante di lista del M5S per la prima volta alle politiche e poi oggi alle comunali. Alle politiche è successa la stessa cosa ma quantomeno il risultato finale non mi sembra sia stato alterato Oggi però il voto è stato sicuramente inficiato da numerosi errori non contestati e in quanto rappresentante di lista del M5S ho potuto solo limitare i danni Dunque la procedura di scrutinio in tutto il seggio scuola di capua - Castellammare di stabia è stata prendere una scheda alla volta, individuare il voto al sindaco, depositare quella scheda su di una pila corrispondente alla lista. Quindi contare le schede per ottenere i voti di lista. Per finire ripassare le schede per le preferenze. Primo problema il presidente non mostrava bene le schede ai presenti tanto è che io mi sono alzato in piedi e ad un certo punto un altro rappresentante si è lamentato perchè gli ostacolavo la vista. Inutile la mia richiesta al presidente di far vedere meglio le schede, più passava il tempo e più accellerava l'apertura e l'analisi delle schede Secondo problema questo presidente non conosceva le regole dello scrutinio ma non era un novellino ! Esempio pratico Voto alla lista M5S, due preferenze espresse scrivendo i nomi di candidati della lista PDL a fianco del simbolo pdl. Ebbene per questo Presidente il Voto sindaco andava al PDL. Ho dovuto fargli leggere il testo del ministero per attribbuire il voto sindaco a noi essendo le preferenze pdl nulle in quanto l'elettore aveva barrato la lista del M5S. Siccome lo scrutinio procedeva molto velocemente quanti voti saranno stati attribbuiti in modo alterato? Ho corretto il presidente su tre casi specifici ve ne ho detto solo uno per brevità Continua
    • cal 4 anni fa
      correggo: "in quel caso" con "in questo caso"
    • cal 4 anni fa
      Sono anch'io un presidente e, ti posso dire che il caso, gli altri anni non è stato preso in considerazione nei libretti interpretativi. In generale però il voto disgiunto è possibile qualora sia indiscutibilmente scelto uno schieramento collegato al sindaco. In quel caso hai una lista e due preferenze collegate a lista di schieramento diverso. Non ci sono rafforzamenti di voto (esempio croce su lista e poi su preferenze, oppure su sindaco e preferenze. Come fai ad attribuire la volontà univoca dell'elettore?
    • Fabrizio Centonze Utente certificato 4 anni fa
      Un altro presidente di Seggio mi ha confermato che si da Sindaco e Lista al M5S mentre vengono annullate le 2 preferenze perchè non appartengono alla Lista del M5S
    • Cal 4 anni fa
      Scusa, io non ero sotto elezioni a questo turno. Ma se ho capito bene come è stata votata, quella scheda è nulla. Non c'è una preferenza univoca per un sindaco. Diverso sarebbe se la lista e le preferenze fossero state nella stessa coalione. Ma così è nulla. Comunque la procedura esatta non viene mai rispettata, perchè porterebbe a metterci giorni e giorni, e ciò va in contraddizione con la fretta che hanno i comuni di chiudere. Per gli errori del presidente: voi siete lì proprio per controllare.
  • bruno bassi ex iscritto dissidente 4 anni fa
    Bruno Bassi Circa 6.260 risultati (0,19 secondi) circa 6260 vaffanculo! sono troppo felice
  • Vincenzo Dm 4 anni fa
    Il voto di oggi nn è affatto paragonabile, nè sullo stesso livello di quello nazionale ma lascia nell'immaginario collettivo l'idea che la gente voti centro destra e centro sinistra e che il voto al m5s possa essere un voto sprecato a causa della bassa percentuale che potrebbe ottenere... questo è il primo punto su cui bisogna lavorare. Il secondo a mio parere è che nn disponiamo di 100 Pizzaroti... purtroppo. a livello locale la realizzazione dei meet up e la scelta dei candidati deve essere gestita ed organizzata molto meglio. mi spiego: a causa dell'inaspettato successo del movimento ho visto proliferare, ad esempio nel mio comune, una rappresentanza nata all'improvviso su iniziativa di persone senza alcuna competenza o di pochissima cultura politica (o interesse manifesto fino a quel momento) e cosa ancor più grave di elementi di altri partiti che si sono affrettati a cambiare bandiera per un personale e sperato tornaconto. ecco questa è la politica che io nn voglio vedere più...chi è stato candidato di altri partiti nn può rappresentarmi nel m5s. può adoperarsi nel promuoverlo e migliorarlo ma nn candidarsi nuovamente per trarne un benchè minimo beneficio.. e parlo anche a livello provinciale e regionale (in Abruzzo abbiamo un esempio) in pratica io nn voterò il candidato del m5s alle comunali, alle provinciali, nè alle regionali perchè nn sono disposto a votare candidati con esperienze di partito precedenti...ci vedo solo una morbosa affezione alla poltrona. ma lo voterò a livello nazionale!
  • bruno bassi ex iscritto dissidente 4 anni fa mostra
    caro grillo non so se credi nella magia nera e io non la faccio mai ma mi hai fatto talmente incazzare che te la sei voluta la fattura a morte! peggio per te!
  • Franco cimitan 4 anni fa
    E scegliere meglio i candidati sindaci? Pareva brutto? Inutile fare tante analisi e controanalisi quando non riesci a proporre persone che possano sembrare adatte ad amministrare una città. I partiti sono finiti, la democrazia è liquida, ma se metti in gioco personaggi che hanno come unico pregio quello di saper obbedire ai capi bastone grillo e casaleggio, beh, non ti puoi lamentare se i cittadini non escono di casa per votarti. Le personalità indipendenti, o percepite come indipendenti, hanno un difetto, ragionano con la propria testa e quindi sono incompatibili con un movimento settario carismatico come il 5S. Mi spiace, ma è inutile lamentarsi e dare la colpa a chissà che complotto, il movimento deve fare un salto di qualità ed avere meno paura di perdere la verginità (che poi tutta sta verginità dove sarà mai...)
    • bruno bassi ex iscritto dissidente 4 anni fa
      io sinceramente non mi sono mai sentito adatto a fare politica .... è contro la mia indole mettermi in mostra di persona... mi disturba la telecamere e anche farmi fare una foto....eppure avrei cecato di fare l'impossibile per fare bella figura .... adesso me la rido.
  • Thomas D 4 anni fa
    Grillo Premier e vinceremo le prossime elezioni!
  • bruno bassi ex iscritto dissidente 4 anni fa
    quelle teste di coniglio che non mi hanno voluto in lista tanto che forse hanno scomodato grillo di persona visto i tempi di risposta del NIET ..... bho! hanno preso manco il 12% che sono anche troppi per le loro (in)capacità e cioè la metà di quanto prevedevano.... se non è un crollo in pochi mesi cos'è? non sono felice ma di più....
    • bruno bassi ex iscritto dissidente 4 anni fa
      gli spiritelli alla seduta mi darono il 9% tantoché mi preoccupai quando vidi il 25% non tanto per il 25% in se ma perché la tavola ouija non mi aveva mai tradito così tanto..... col senno di poi ho capito che i birbantelli dispettosi intendevano questa di elezioni con il 9% vero!
  • Gian Paolo 4 anni fa
    Non esiste stampa libera. Il termine giornalista ormai nei dizionari è sinonimo di scribacchino o, meglio ancora, pennivendolo. Tutti vogliono vendersi, in quest'epoca di media delirante. Tutti apparire, nel bene o nel male. Nel male, soprattutto. Perché è più facile. Il bene bisogna saperlo fare. Occorre originalità nell'inventarselo. Il male invece è alla portata di tutti. Anzi, più si è mediocri e più si è portati a compierlo. Osservate il linguaggio. L'invettiva, l'insulto, la parolaccia. C'è bisogno di un cervello superiore per sproloquiare? di una mente eccelsa? Il gregge si fa guidare docilmente verso la mèta tracciata dai media. Davvero pochi riescono a sottrarsi all'incantesimo. Non credete a chi si dice fuori dall'ipnosi. Non c'è peggiore schiavo di chi si crede libero. Bisogna ripartire dall'umiltà. E riconoscere i propri errori. Beppe ha compreso bene il valore delle nuove tecnologie molto prima degli altri. Li ha sorpresi nel sonno della loro arroganza, li ha dribblati ed aggirati nelle loro stesse retrovie. Li ha circondati, è vero. È stato bravo. Ma non può mentire a sé stesso. Non può continuare a far finta che la tv è superata. La forza del Quinto Potere è dirompente. Può far piangere o rallegrarsi milioni di persone, a comando, senza che se ne rendano nemmeno conto. Le può portare a credere in eventi che non esistono, può mutarne le emozioni, da remoto, pigiando su un telecomando. La Rete sarà pure il futuro (ed anche già una fetta di presente), ma la televisione è l'oggigiorno obbligatorio, quello dal quale non ci si può esimere. Dobbiamo entrare nelle case degli italiani, di quelli di tutte le età, di quelli che non ci conoscono se non attraverso le infamie di una tv asservita al potere. Il nemico va combattuto, e vinto, anche sul suo terreno.
  • marcello buontempo 4 anni fa mostra
    Una cosa dai partiti l'avete presa : non ammettere mai una sconfitta
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 4 anni fa
    Se per le politiche il dissenso e la protesta si erano materializzati nel voto al MoVimento in elezioni comunali dove il 40% degli aventi diritto ha scelto di "protestare" stando a casa è normale non aver avuto risultati buoni. Inoltre ci ha penalizzato presentare candidati sconosciuti, persone validissime ma senza appeal e notorietà. A livello comunale conta tantissimo avere un nome, la gente guarda a quello più che alle buone idee. Aggiungiamo l'informazione corrotta e lasciata a predicare per mesi senza contraddittorio su diarie e scontrini e ben si capisce perché il M5S sua stato assimilato agli altri partiti, ci hanno resi uguali agli altri attraverso i media: arroganti, interessati ai soldi e pure maleducati. È ci abbiamo messo del nostro grazie a quei parlamentari che si vogliono tenere la diaria, è stato come buttare benzina sul fuoco. Le politiche saranno un'altra cosa ma se non si cambia registro e non si pone l'attenzione sulle cose fatte e sul lavoro parlamentare attraverso TV e media difficilmente si uscirà dal cliché che ci hanno cucito addosso TV e giornali, cioè di chi critica e basta senza volontà di costruire
  • Fabrizio Centonze Utente certificato 4 anni fa
    LEGGETE ATTENTAMENTE La crisi si acuisce e le persone non vanno a votare. E' una cosa ovvia e la conseguenza è che il M5S perde consensi perchè il M5S ora è in parlamento e non fuori. Quindi il fallimento del governo letta che non fa nulla, non può nulla lo paga il M5S non è solo una questione io do il voto nelle comunali ad un cugino, un parente che non è nel movimento. Ho parlato di questo con il Senatore Sergio Puglia e col deputato Roberto Fico prima delle elezioni. La soluzione è dare un svolta propositiva a questo blog, non basta attaccare la casta e pubblicizzare il buon lavoro del M5S in parlamento da parte degli attivisti. Dobbiamo dare la speranza agli italiani di un cambiamento: VOGLIAMO GOVERNARE DA SOLI PER RISOLVERE ALLA RADICE I PROBLEMI DEL PAESE. Dobbiamo utilizzare le riunioni mensili tra beppe e i parlamentari per trovare il premier e i ministri che ci porteranno fuori dal buio. Queste persone scelte dai nostri cittadini in parlamento dovranno essere accettate/scelte dal movimento in democrazia diretta e si dovranno presentare agli elettori dicendo "Come faccio funzionare la sanità"; "Come faccio funzionare la giustizia"; "Come reindustrializzo l'italia " e cosi via. Solo cosi gli italiani ridaranno fiducia al M5S Ma abbiamo un altra priorità che descrivo in un altro post ATTIVISTA M5S CASTELLAMMARE DI STABIA
  • Mauro 4 anni fa
    COME GODRÒ VERSO FINE ANNO QUANDO SARANNO GIÀ FATTI GLI INCIUCI DELLE LARGHE INTESE E LE TASSE AUMENTERANNO ANCORA COME AUMENTERÀ L'IVA E ANCHE L'IMU E PARECCHI COMUNI SPROFONDERANNO NEI DEBITI CHE GIÀ HANNO E LA DISOCCUPAZIONE AUMENTERÀ SEMPRE DI PIÙ PERÒ BASTERÀ CHE I MASSONI SGUINZAGLINO I LORO LECCHINI NELLE TV CHE VI IPNOTIZZANO E SPARARVI QUATTRO PALLE PER FARSI CHE LI VOTATE DI NUOVO!!!! ITALIANO= DEFICIENTE SPECIALMENTE CON I RISULTATI DI SIENA!!! SEMPRE FORZA 5 STELLE
  • Giovanni Porta 4 anni fa
    Il M5S è passato dal quasi 25% al 7-8%. Negarlo è fare un'analisi "alla Bersani". Cosa è successo? Abbiamo "non vinto" anche noi?? I votanti che si allontanano dal movimento non sono solo italioti videodipendenti, ma anche - credo - persone deluse da: 1) mancanza di democrazie interna: dove sono gli strumenti per decidere online che sono stati promessi da un sacco di tempo? 2) il fatto che da soli si vince è un'utopia, bella ma pur sempre irrealizzabile. Bisogna scegliere con chi allearsi e, dal mio punto di vista, creare un'alternativa con altre forze politiche di sinistra (SEL, rifondazione, pochi del PD tipo Civati) con magari come potenziale leader Rodotà. Soprattutto, è il momento che AGLI ISCRITTI SIA PERMESSO DI FAR VALERE LA PROPRIA OPINIONE SULLE DECISIONI POLITICHE IMPORTANTI. Grillo è stato il catalizzatore di milioni di voti e va ringraziato per l'incredibile sforzo ma ora la sua visione politica si sta dimostrando controproducente. O ci evolviamo o ci estinguiamo.
  • Filippo Paterna Utente certificato 4 anni fa
    Qualcosa hanno salvato : le loro poltrone! Qualcosa hanno distrutto : la speranza di poter fare la "rivoluzzione con la matita"! La gente che aveva creduto a Grillo , è stata disillusa da mesi di merda riversata sul movimento 5 stelle , in maniera scentifica!Puttane e pennivendoli di tutte le razze si sono uniti per il "bene comune" ... il loro! Adesso la gente ha perso la speranza ..." non è possibile fare la rivoluzione con la matita!" Ma non è possibile che un sistema come questo possa continuare ad esistere ... adesso chi non ha votatoha due scelte o si suicida oppure reagisce ... e senza la matita .. ma reagisce statene certi!
  • Emiliano Spinozzi 4 anni fa
    Sono deluso di questi risultati non posso negarlo. Ma quello che più mi preoccupa è che molte persone pensano " mi fanno schifo quindi a votare non ci vado" comprensibile ma del tutto inutile! Questi pure se l'astensione arriva al 90% non gli frega niente tanto continueranno a parassitare il paese come e più di prima. Molti si sono illusi che dare il 25% al m5s sarebbe ba stato per cambiare il paese più corrottomafiosoincrostato d'Europa risultato loro fanno squadra e a noi ci fanno passare per quelli buoni a nulla grazie ai loro squadroni cammellati. E l'Italiano medio ci casca con tutte le scarpe. Se non vogliamo morire con una lenta agonia a votare dobbiamo andare perche più l'astensione è alta più è facile controllare i risultato del voto e questo fa il loro gioco. Per quando riquarda noi devo ammettere che la strategia del dopo elezioni politiche non è stata un gran che. Dobbiamo rinnovarci in continuazione con persone all'altezza per spiazzarli e metterli in difficoltà e fare in modo che i cittadini ne vengano coinvolti il più possibile. Solo in questo modo possiamo crescere, non ci facciamo scoraggiare forza M5S.
  • Debora Tonazzini Utente certificato 4 anni fa
    Ha vinto ancora il voto clientelare..purtroppo anche a causa della mala gestione interna di ogni gruppo m5s locale che non è riuscito a coinvolgere (nel caso di Sarzana non hanno voluto coinvolgere) i cittadini. Chi ha votato il movimento alle nazionali, al locale avrebbe mantenuto il voto a patto di toccare con mano il movimento e vedere che quello in cui ha creduto al nazionale si realizzasse, che si trasformasse in qualcosa di concreto reale e non distante ed esclusivamente virtuale nella gestione cittadina di tutti i giorni. Non è stato così (almeno per quel che riguarda il mio comune Sarzana ma leggendo ci sono stati problemi anche in altri). In parte era prevedibile..non si realizza tutto dall' oggi al domani e le persone non sono ancora ben consapevoli di cosa significhi il movimento..speriamo con il tempo si arrivi davvero al cambiamento sopratutto culturale. Ma per far ciò cè bisogno di più "regole" che impediscano agli approfittatori di salire sul "carro del vincitore" per dirottarlo e riportarlo alla solita vecchia strada mal messa e senza via d' uscita.
  • Giovanni P 4 anni fa
    Contando che nelle amministrative si vota più la persona che il partito, un fondo di verità c'è.. Io sinceramente non ho visto in questi mesi tutte queste proposte da parte del M5S..sono rimasto un po' deluso..vedo un movimento chiuso a riccio che si preoccupa più degli attacchi che del fare..cominciamo a fare le proposte in parlamento!! BISOGNA DARSI DA FARE PER CAMBIARE L'ITALIA!
  • saverio o. Utente certificato 4 anni fa
    Ho deciso di lasciare il movimento e' stato un piacere ci vediamo in strada ciao ragazzi
  • silvio c. Utente certificato 4 anni fa
    il M5S non e' andato ai ballottaggi? il M5S ha preso meno voti che alle politiche? cosa c' e' da essere tanto felici? perche' tanta felicita' nel vedere in televisione e sui giornali schiacciare chi ha deciso di giocare con regole diverse? oggi e' un giorno come tanti ne vediamo da 20 anni, non e' cambiato semplicemente nulla, ma a noi magari piace pensare che forse non vero, e godiamo del fatto di vedere la causa dei nostri presunti mali sotto di noi, ma domani come tutti i giorni ci svegliamo, ed inizia un altro giorno... e i problemi sono sempre piu' grandi.... per tutti...
  • saverio o. Utente certificato 4 anni fa
    Vota altri io nn ho mai visto una campagna elettorale più' schifosa di questa cani e porci nulla facenti di ogni tipo e specie alla ricerca di uno stipendio.... È nn del bene comune braccia rubate all'agricoltura candidati sindaci ... Gente che nn parla nemmeno bene la lingua italiana candidata a cazzo ecc ecc. Insomma uno schifo totale il dramma e' che per questa gente siamo alla fine nn c'è più' ritorno il paese e' fallito e questi fanno ancora demagia grillo si grillò no io ho vinto tu hai perso bla bla bla bla abbiamo perso tutti siamo tutti furbi talmente furbi che abbiamo distrutto TUTTO!
  • Michele C. Utente certificato 4 anni fa
    Il popolo che ancora vota il Partito Unico (PD e PD+L) è masochista. Prima di cambiare vuol provare l'ebbrezza di procurarsi da mangiare alla Caritas.
  • Tioli Stefano 4 anni fa
    Speravo in un altro colpaccio! Sono però sempre fedele
  • Manuel M. 4 anni fa
    Nessun apparentamento al secondo turno, sarebbe l'inizio della fine. Alla lunga i fatti daranno forza e ragione al M5S. Occorre "solo" avere pazienza, coerenza e coesione. Nel frattempo si può anche scendere al 10%, non importa.
  • vito asaro 4 anni fa
    caro professore a parte che la stimo e che sono iscritto al movimento.a parte che condivido la sua analisi,la prego,però di non negare la realtà e,la realtà è che,comunue,loro continuano ad ingrassare e,noi,a suicidarci.si, forse verrà il tempo ma uando?uando saremo tutti morti per marasma?
  • Navio Vani 4 anni fa
    Caro Beppe, ti scrivo dopo aver visto l'ennesimo programma che in modo "scientifico" spala merda su di noi. È come la moviola di biscardi, alla fine cedi e il rigore per il Milan c'era. Non solo, ti convincono pure del fatto che il giocatore che ha provocato il rigore lo ha fatto tramite un fallo che ha potuto fare grazie alla democrazia che abbiamo in Italia. Si è parlato di controllo sulla stampa ed era presente la santanchè, compagna di un abbastanza noto direttore di giornale. Cos'altro ancora deve vedere la gente per convincersi della verità?Nient'altro, perchè tanto non la vedranno non sono in buona fede. Qui a Roma abbiamo votato in 4, io ho votato m5s, gli altri 3 si sono spaccati in 2 per votare i 2 finti candidati delle 2 finte coalizioni. Ancora uno come alemanno in ballottaggio? Sono disperato.
    • Marco P. Utente certificato 4 anni fa
      Chi la fa l'aspetti. Dopo che spali merda contro la stampa e la TV, è normale riceverne un po' indietro.
  • ANTITALIOTI 4 anni fa
    Non sono per nulla sorpreso dei risultati. Lo è chi non ha ancora capito che popolo di pecoroni tele-anestetizzati sono i 2/3 degli italioti Alle elezioni politiche Grillo poteva contare sull'effetto novità, sugli scandali dei mesi precedenti (già dimenticati dal popolo piu smemorato del mondo) e del fatto che i media padronali lo avevano sottovalutato e non si erano preoccupati di lui. Dopodichè negli ultimi mesi, compreso il pericolo che il popolo si potesse svegliare è iniziato il bombardamento a reti unificate contro il M5S, e parte degli italioti è tornata all'ovile. Derubati e masochisti, gli italioti continueranno a votare in massa per i loro aguzzini, finchè non saranno alla fame SE NON CI IMPEGNAMO TUTTI A INFORMARE QUESTI SCHIAVI MENTALI NON CAMBIERA' MAI NULLA Ad esempio facendo girare un semplice link come QUESTO che le TV padronali PD-PDL non vi mostreranno mai http://www.lincredibileparlamentoitaliano.yolasite.com/cloaca-italia.php SVEGLIAMOCI
    • carlo p. Utente certificato 4 anni fa
      e come li informi gli italioti? con il tam tam? ricorda che non tutti seguono il web...ma ( purtroppo) la TV...quindi...la montagna vada a maometto.
  • marco u. Utente certificato 4 anni fa
    Vedo commenti fuori logica sui risultati, non ci si rende conto che si tratta di AMMINISTRATIVE dove i candidati, tutti, vincono anche nonostante i loro partiti di appoggio. Infatti tutti presentano le proprie liste. Le amministrative sono elezioni fortemente condizionate dalle persone. Forse Pisapia, Doria, Zedda hanno fatto prendere voti a SEL alle politiche? No. Di recente Serracchiani ha preso mooolto più voti del PD in Friuli. De Magistris? Stesso discorso..anzi il suo partito neanche esiste più. I piddini che qui scrivono sono solo dei disperati: il partito è allo sfascio per colpa di un gruppo dirigente da cancellare, al congresso si scanneranno tra loro, sono comandati da ex DC. Tra loro ci mettiamo i giornalisti presunti sinistrorsi, oggi i peggiori, sempre ad attaccare M5S, rei di usurparne il bacino elettorale. Parlano del popolo 5S senza conoscerlo, selezionano i post dal blog secondo convenienza . I Destri invece odiano 5S solo perchè sono gli unici a volere davvero il berluscone in galera. Da queste elezioni ricavo invece un gravissimo segnale di astensione, brutale proprio perchè si tratta di amministrative. Temo al pensiero delle prossime politiche, dove il cittadino è più lontano dal politico di riferimento (preferenze?) e dove risulterà fatale l'anacronismo del principio di delega ad un partito e non più alla persona. Alle prossime politiche il M5S prende più del 30%.
  • Walter k 4 anni fa
    Lo scopo non e vincere ma avere Idee belle. Se non vinciamo non e' in problema. Sappiamo di essere giusti. Il problema non e' vincere ma non svendersi. Diceva il saggio, io mi siedo sulla riva e aspetto che passi il cadavere del mio nemico ......
    • carlo p. Utente certificato 4 anni fa
      ma una volta seduto, se aspetti una vita..hai perso anche te :-)
  • carlo p. Utente certificato 4 anni fa
    il sistema sara' anche liquefatto.... pero' non bisogna guardare in casa di altri. una domanda. a siamo sicuri che qualche errore di troppo si sia fatto anche noi?.. La stampa non ci e' amica....ma noi la evitiamo e evitiamo i confronti. non e' che ci siamo costruiti un guscio che alla fine ci impedisce di far capire bene a TUTTI ( e non solo a noi del web) quello ch vogliamo? forse un autocritca ogni tanto fa bene per fare meglio ..dopo
  • Santi A. Utente certificato 4 anni fa
    Non tutte le competizioni elettorali sono uguali. Il M5S ha ottenuto risultati differenti a seconda della tornata elettorale: comunali, regionali e nazionali. Di certo scontiamo l'aggressione delle TV e della carta stampata e una nostra incapacità, fino ad ora dimostrata, di rendere visibile l'attività parlamentare svolta. Serve, quindi, uno sforzo ulteriore per vincere l'accerchiamento partitocratico. Ritengo, quindi, che sia necessario moltiplicare le forme e le presenze sia sui media (magari attraverso conferenze stampa) e nella società (attraverso un maggiore attivismo tra la gente. Parma insegna). Ciò detto, e aggiungo che i due partiti maggiori si presentano sempre come coalizione di liste collegate (cosa che li avvantaggia enormemente), credo che il risultato raggiunto in questa tornata elettorale, checché che dicano i commentatori (sic!) politici, sia un buon risultato da cui partire.
    • carlo p. Utente certificato 4 anni fa
      se evitiamo la Tv..essa ha anche il diritto di dire quello che vuole.. se non c'e' confronto..la Tv fa un monologo. che dici?
  • giorgio p. Utente certificato 4 anni fa
    Egregio Paolo Becchi, grazie per il suo intervento. Il punto è che non vogliono leggere i dati in modo obiettivo in quanto i media in linea di massima, come abbiamo avuto modo di constatare, la maggior parte sono pilotati. Come ho già avuto modo di dire, siamo circondati da carta stampata e pennivendoli, in quanto ritengo il Giornalismo una professione seria . Inoltre i pseudo giornalisti dei talk show io li considero dei semplici animatori per riempire le serate di quella parte di cittadini che si sono astenuti dal votare. Grazie per la visita e l'attendiamo quanto prima con le sue osservazioni. Grazie Paolo Becchi
    • carlo p. Utente certificato 4 anni fa
      ma perche' sempre dare la colpa agli altri.. un fatto e' certo... avevamo sfondato..ora siamo stati in regresso. non abiamo sbagliato anche noi qualcosa?
  • Marco P. Utente certificato 4 anni fa
    Non ci si può confrontare se non con le politiche. Le altre elezioni erano state fatte quando del M5S non sapeva quasi niente nessuno... ovvero quando i media non ne parlavano. Quelli stessi media ora accusati, che però son stati la fortuna del M5S alle politiche
  • Claudio V. Utente certificato 4 anni fa
    Gent. Prof. Becchi, non sono d'accordo con la Sua lettura. Premetto che sono iscritto al m5s e che di conseguenza sono deluso dai risultati elettorali. Ma proprio per questo dobbiamo cercare di capire cosa non ha funzionato in questi mesi è cosa va cambiato nelle strategie politiche e comunicative del m5s. Sarebbe un errore davvero grave non porsi questo interrogativo. La vera domanda è: perchè il m5s non è riuscito a catalizzare il voto di chi si è astenuto? Se chi non va a votare lo fa perchè è deluso dai politici, perchè allora non vota m5s, che è un movimento di cittadini e non di politici di professione? Io ora non ho le risposte, o meglio ho qualche vaga idea, però la cosa andrebbe approfondita in vista delle prossime tornate elettorali. Il messaggio del m5s non sta passando veramente. L'appoggio negato al PD, scelta da me assolutamente condivisa, è stato un boomerang. Forse occorre spiegare meglio queste scelte, con più pacatezza e con argomentazioni di peso. Non basta dire che in campagna elettorale si era promesso di non fare alleanze e dare dei "morti" agli avversari politici. Occorre spiegare il perchè, nella situazione contingente, si è deciso di non farle, anche ribadendo, argomentando le politicamente, le motivazioni già annunciate in campagna elettorale. Inoltre la gente si stufa presto di sentir dire solo di no. Il m5s deve imparare a dire ed a sottolineare i SÌ alle cose che ritiene giuste. Inoltre, a mio avviso, il m5s non deve perdere di vista quella che è la sua missione principale: introdurre in Italia la democrazia diretta e togliere il potere alle lobby dei partiti. E se per farlo servono i voti, allora, per prendere i voti, serviranno anche dei compromessi. Il mondo non è bianco o nero, esistono tante sfumature di grigio e se ogni tanto le cose non vanno esattamente come vorremmo pazienza, ma non perdiamo di vista l'obiettivo principale. È basta con queste storie degli inciuci dietro ogni angolo: facciamo un passo alla volta per favore!
    • Andrea Iammarino Utente certificato 4 anni fa
      Eccetto per il mancato appoggio a Bersani (dissento: bisognava darlo quell'appoggio e provare a cambiare gradualmente il sistema invece di volerlo azzerare), mi sento di condividere la sua analisi. Bravo
  • deu seu (gundar) Utente certificato 4 anni fa
    non riescono a capire che ormai i partiti non ci rappresentano piu',con tv e giornali stanno facendo di tutto per screditare il m5s,ma cosi' facendo non capiscono che tra non molto si daranno tutti la zappa ai piedi...
  • giorgio p. Utente certificato 4 anni fa
    non condivido,il sistema politico non è sconfitto ma anzi è sempre più forte.a loro non frega un c. se più di metà degli elettori non vota,(per le elezioni non cè quorum)anzi è una manna perchè devono solo contare i loro voti sicuri senza il problema di sorprese. quando chi non ha votato capirà questo forse si potrà cambiare.
  • donato borreggine Utente certificato 4 anni fa
    ...A lavare la testa all'asino si perde acqua e sapone(gli italiani sono l'asino)!!! P.s. "Io non mi sento italiano"
  • giovanni p. Utente certificato 4 anni fa
    Bene a M.Fini,fantastico! e complimenti a Becchi.Eccezionale! Ma vi invito ad una riflessione:Ma secondo Voi in questa fase di massima espansione del Capitalismo Finanziario e in questa sua manifesta crisi strutturale,in un quadro generale di profonda trasformazione EPOCALE,a cosa serve la Politica e a chi?!Pensiamo veramente che essa va Riformata e Purificata per risolvere i problemi economici,sociali,culturali e dell'ecosistema!? Un sogetto e un ceto che esprime la crisi generale esistente,in questo caso la Politica,Il Politico,anche con vestige nuove e alternative,puo' mai essere il sogetto risolutivo per uscire da questa crisi e sbalzare in avanti nell'evoluzione Umana e sociale?!Di quale colpo di Stato e di quale perdita della Politica vogliamo parlare?!!!Non e' il caso di iniziare a vedere le cose in un altro verso?! E' un invito che faccio naturalmente.Liberiamoci dentro inanzitutto.Un autoesiliato.
  • Carmelo A. Utente certificato 4 anni fa
    I veri sconfitti come al solito sono gli italiani, che ancora non si rendono conto che non c'è vera DEMOCRAZIA se non si va a votare per esprimere la propria volontà su proposte politiche!!!!!!!!!!!!! Se questo sistema non piace o non è più funzionale, non serve starsene a casa e sperare che crolli da solo o si autodistrugga STATE FRESCHI!!!!!!!!!!! Delle due l'una o gli italiani MATURANO intellettualmente ed imparano ad usare correttamente l'ARMA del voto (sono anni che ormai votano col CULO) oppure scendano nelle piazze e diano FUOCO alle polveri.
  • Pierangelo bosco 4 anni fa
    BEPPE PER PRENDERE I VOTI DI CHI NON SEGUE IL WEB DOVREMMO ENTRARE A CASA LORO DALL'UNICA VIA: LA TV... E CI VORRESTI TU IN PRIMA LINEA A DIFENDERCI E..... COME CANDIDATO PRESIDENTE. QUESTO È IL MIO PENSIERO
  • vincenzo costantino 4 anni fa
    E' ovvio che se Grillo e i simpatizzanti del M5S sparano a zero su partiti e mass media e dichiarano più volte - come hanno fatto - che la prossima non ce ne sarà per nessuno, che arriveranno al 100% del consenso e che per la vecchia partitocrazia è finita, è ovvio che un pur minimo arretramento viene salutato, da quei partiti e da quei media, come una sconfitta di Grillo. Ma io non capisco questi vostri lamenti: se muovete geuerra totale al sistema - ed è un vostro diritto - dovete poi aspettarvi guerra totale DAL sistema. E non dovete meravigliarvene.
    • Claudio V. Utente certificato 4 anni fa
      Esatto! Il m5s si sta riprendendo indietro lo tsunami. Però abbiamo perso soltanto una battaglia, non la guerra. Sarà durissima, anche perché ci eravamo illusi di essere diventati, come per magia, il primo partito. In realtà Beppe ha fatto un miracolo con lo tsunami tour, che ha funzionato benissimo a livello nazionale, ma non può funzionare Are a livello locale, dove contano le conoscenze dirette, la storia di ciascun candidato e soprattutto la rete fittissima di relazioni, anche no propriamente nobili, che i partiti ha non tessuto sul territorio. È qui che si combatte la sfida più difficile, nella quale occorre mettersi in gioco come persone, con la propria credibilità e le proprie capacità.
  • Roberto Valia 4 anni fa
    Si ma lo tsunami post-elettorale e' stato mal gestito da Grillo, la gente vuole i fatti non le polemiche sul 25 aprile e su Letta, lo zio, Bersani e B. Ora la parola spetta ai rappresentanti che sono in Parlamento, a loro l'arduo compito di cambiare la politica italiana
  • oscar nicodemo Utente certificato 4 anni fa
    Nell'era della comunicazione chi non sa farlo non ha molte chances di successo, in special modo in politica. Il successo del M5s delle elezioni politiche di febbraio è dovuto ad una concomitanza di due fattori contingenti: da un lato l'energia comunicativa di Beppe Grillo, avvertita come sincera, libera ed emozionale; dall'altro la comune ripugnanza per una classe politica ripiegata su se stessa e del tutto inadeguata alle esigenze popolari. Le comunali dell'attualità, invece, hanno visto un M5s impegnato in una comunicazione ripetitiva e priva di slancio, poco propositiva e non sufficientemente colta, pertinente e incisiva. Evidentemente, la coppia Casaleggio-Grillo avrebbe bisogno di collaboratori che si dimostrassero alla loro altezza, che consentissero al movimento stesso un più ampio respiro intellettuale. La politica è pur sempre una materia soggetta a ragionamento, e qualsiasi compagine che si schieri in una competizione elettorale ha bisogno di fini pensatori, di critici incisivi, di bravi comunicatori. Va da sé che se la croce è tutta sulle spalle di un uomo solo, questi, quantunque forte, potrebbe non reggere la fatica. Ecco perché il M5s, da questo momento in poi, dovrà andare alla ricerca di nuove risorse intellettive a supporto della sua giusta e sacrosanta causa. Grillo, dopo essere stato molto bravo a saper delegittimare gli avversari, ora deve esserlo nel saper valorizzare i suoi. E per "suoi", intendo qualunque iscritto al movimento non necessariamente parlamentare.
  • d scarpino Utente certificato 4 anni fa
    Ciao a tutti mi chiamo Domenico Scarpino vi voglio raccontare l'esperienza della lista a 5 Stelle di Savelli Kr. Fare la politica del MoVimento in Calabria è praticamente impossibile, i risultati ottenuti dalle 3 liste in Presenti in Calabria non sono per nulla incoraggianti, il risultato migliore è il 6% di Petila Policastro. Su Savelli 5,6% Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare, Tutti i Parlamentari eletti in Calabria sono venuti e si sono resi disponibili a sostenere le nostre cause volte allo sviluppo e alla crescita del paese. E la cosa bella sapete quale era che tutti si dichiaravano Grillini, abbiamo fatto la lista in quanto c'era gente che ci sosteneva e ci incoraggiava, alla fine ci hanno girato tutti le spalle, i primi sostenitori si sono candidati con altre liste e gli ultimi ci hanno tradito nelle urne. Noi abbiamo avuto il coraggio di fare la lista per quella che dovrebbe essere la prima forza politica Italiana, ma non siamo andati oltre il 6%, il MoVimento e lontano dalla Calabria in quanto i Calabresi non possono cambiare, quindi mi verrebbe da dire rassegnamoci ma non lo posso dire perchè sono un lottatore e non mi fermo certo alla prima difficoltà, ma così non si può andare avanti.
  • Manrico Luisetti 4 anni fa
    Tranquilli, non è una sconfitta, basta far di conto... M5S non è un partito, è un'entità comunitaria plasmabile che si adatta a tutte le asperità del terreno... ricoprendolo... avete presente un polpo che si muove sul fondale marino? Adattiamoci e mimetizziamoci. Alle prossime elezioni politiche colpiremo come i polpi: rapidi e silenziosi.
  • Beatrice F. 4 anni fa
    resto orgogliosa di aver votato Movimento: orgogliosa di aver compreso la grandezza del progetto e l'onesta' delle persone che ne fanno parte. Sento profonda pena e vergogna per tutte quelle persone che non lo hanno capito. FORZA RAGAZZI! Non siete certo voi ad avere perso!
  • saverio o. Utente certificato 4 anni fa
    Le elezioni comunali da sempre nn hanno mai avuto una reale correlazione con il voto politico ... Molti grillini nn hanno votato a queste comunali... Vedi astensionismo quasi al 50%... molti sono grillini ...Quindi calma e gesso lasciamo credere che hanno rimontato o vinto o che il m5s e spacciato ...questa e' la loro tomba e alle politiche stravinceremo questo, e' un governo ad orologeria ...ora più' che mai ! i grillini lo sanno .... Ne resterà uno solo tuonava Beppe pochi giorni fa' ...Bhe! ora più' che mai penso proprio che abbia ragione ....ora lasciamo che la stampa di regime canti vittoria .... Ma sanno anche loro che la vera partita nn e' questa e noi siamo pronti allo scontro finale ..... Quanti pseudo intelettuali da vespa e altri ....bla bla bla bla ....ci vediamo alle politiche.... Bye bye Pippo....
    • saverio o. Utente certificato 4 anni fa
      Bla bla bla ma davvero pensate che questi faranno qualcosa di buono x gli italiani? Ma davvero credete che l'Italia abbia una possibilità reale di uscire fuori da tutto sto schifo senza una vera rivoluzione Bhe! State a guardare .... Alle prossime politiche o c'è il M5s o il nulla tutto questo che sta ' accadendo e ' il preludio del disastro totale.... Ma cosa sta' cambiando e cosa cambierà' ? Tutti ben pensanti tutti con la soluzione in mano siete patetici ha fatto più' grillo da solo di tanti altri messi assieme... Almeno x gli italiani e nn per questo sistema che ha distrutto temo definitivamente quello che era uno dei paesi più belli del mondo!
    • Marco P. Utente certificato 4 anni fa
      Giù le mani da chi non ha votato. Non è corretto cercare di "recuperare" voti che si son persi. Chi non ha votato, ha scelto di non votare anche il M5S. Se fossero stati grillini, sarebbero andati a votare per De Vito.
  • Walter k 4 anni fa
    Beppe, Non preoccuparti dei voti. Non ha Importanzen se ti votano. Segui la tua strada e le tue idee. Non si puo cambiare idea per i voti. Se alla gente piace la tua idea bene altrimenti ritirati. Resta cosa sei, mi raccomando. Non deludermi, non fare la Puttana. Con affetto. Walter
  • francesco de grazia 4 anni fa mostra
    Becchi, di banale ci sei solo tu e la tragedia è che continui a non accorgertene. Hai pensato che il popolo che aveva votato 5Stelle fosse vittima delle tue stesse paranoie mentre aveva ben altre necessità: ecco adesso il risultato. E hai ancora la sfrontatezza di continuare a fare prediche. Ma levati di torno e non farti sentire mai più, narciso dei miei stivali!
  • Alessandro Magno Utente certificato 4 anni fa
    Se il movimento nasce in rete, bisogna dare più potere alla rete. Se parliamo di vera democrazia liquida bisogna avere gli strumenti per realizzarla, non a chiacchere. E' necessaria la piattaforma liquida per realizzare questo progetto ambizioso. E' cruciale. Prima si mette su, prima si può scatenare la vera "potenza" della rete.
  • Luigi Coppola 4 anni fa
    L'importante è non demordere, siete la nostra unica speranza, l'onesta andrà di moda, i risultati purtroppo sono frutto della merda che scrivono i tg e i giornali ormai completamente strumentalizzati, il M5S mi ha svegliato, e come me c'è una generazione di 30enni che sono in letargo, i risultati arriveranno... Perché non proponiamo una sorta di giornata contro le televisioni? Un evento a livello nazionale, una protesta sulla disinformazione, riversiamo ci nelle strade!
  • Monica C. Utente certificato 4 anni fa
    Alle Nazionali abbiamo votato per il cambiamento e la risposta da parte del "potere" è che i cittadini non sono stati ascoltati vista la decisione del "Governo dell'inciucio" con la prepotenza dei vecchi politici. E' chiaro che le persone si sentono impotenti e inascoltate e che forse non ritengono più utile il loro voto perchè "intanto a Roma fanno quello che vogliono". La democrazia non esiste più ! L'attuale legge elettorale non si è voluta cambiare appositamente perchè non si vuole la democrazia! Io conto sempre sul M5S , anzi, ora più di prima! Forza M5S!
  • michelemaria quinci Utente certificato 4 anni fa
    Se il M5S vuole vincere le elezioni deve smetterla di giocare di sponda: Grillo candidato premier e una squadra di governo alla sua altezza cominciando subito con un governo ombra
  • Luigi Monastra Utente certificato 4 anni fa
    Professor Becchi, Le sfugge che l'astensione ha penalizzato sopratutto il m5#. Ciò vuol dire che il 50% degli elettori del movimento alle politiche non vi hanno rinnovato la fiducia.
  • giuseppe gerace 4 anni fa mostra
    così si impara Grillo a parlare del nulla, stipendio dei parlamentari diaria e altre cazzate sono mesi che non parla d'altro. A 2 giorni dal voto se ne è riuscito col referendum per uscire dall'euro. nessun referendum, dobbiamo uscire e subito prima che ci riducano a stato larvale come grecia irlanda e spagna.
  • antonio giusti 4 anni fa
    Fate pure finta di non capire, molti, come il sottoscritto, sono rimasti fortemente delusi da Grillo e dal movimento 5 stelle per come si sono comportati dopo le elezioni. Avevamo la possibilità di liberarci di Berlusconi dopo 20 anni e invece ce lo troviamo ancora al governo ed in testa nei sondaggi elettorali. Con un governo PD/M5S Berlusconi sarebbe stato spacciato. Ormai i delusi della politica sono ulteriormente delusi da questo movimento che litiga sui rimborsi elettorali e non serve a niente, quindi non ci resta che l'astenzione come forma di protesta. Chi fa finta di non capire questa realtà nasconde la testa sotto la sabbia!
    • Antonio I. Utente certificato 4 anni fa
      Continua ad astenerti dal M5S e vedrai che Letta, Bersani e Berlusconi verranno personalmente a casa tua per consegnarti un bel premio!! (sempre se ce la farai economicamente a vivere per vederli).
  • ettore ametis 4 anni fa
    lo sconfitto è anche Grillo che nonostante da Imperia avessero inviato alla sua attenzione decine di mail allo staff perchè sapesse che da molti mesi i problemi che c'erano erano semplici, poche persone che si sono impossessate del marchio ed hanno estromesso in modo antidemocratico ( non rispettando le decisioni dell'assemblea e non accettando il principio per noi fondamentale che uno vale uno) tutto il gruppo fi un altro meet up che aveva lavorato più di tutti per le passate politiche. Hanno preso in giro le persone che hanno partecipato aii GdL per buttare il loro lavoro nel cestino e copiare in modo pedestre e senza nemmeno leggerlo il programma del M5S di Massa. Hanno rifiutato pretestuosamente tutti quelli che avevano consenso in città per non essere messi in ombra e pertanto hanno preferito inserire in lista 8 persone di altre città vicine e non completando la lista per di non inserire chi era sgradito !!! peccato che nessuno abbia mai risposto È stata una lista creata a posta per perdere!!! fate attenzione!
  • gaetano g. Utente certificato 4 anni fa
    e no... non si può dire che al voto locale M5S no faceva presa perchè non è così. Non ci sarà sfondamento nè altro gli errori colossali fatti in pochi mesi ha gettato alle ortiche il lavoro di tanti cittadini che credevano, e alcuni ancora credono, che si potesse cambiare, e invece: tatticismi, scontrini, scelte sbagliate e vere e proprie fesserie hanno tenuto lontani gli scontenti della casta che non si sono riconosciuti più nel moVimento... ha ragione Staino quando dice che nonostante tutte le cazzate che il PD-L ha fatto sono stati premiati, chissà perchè vero? S'aveva un bacino di voti enorme e ora si sgonfia tutto perchè si pensava che bastava esser presenti per vincere.. non era così: la partitocrazia sa difendersi e i giovani si so stufati di sogni e promesse. e temo che in poco tempo lo tsunami sarà stata solo una mareggiata che si è calmata mentre si sta ripristinando tutto. ora o si cambia tutto e ci si da dda fare davvero o ad andare a casa saremo noi che qui parliamo e quelli che a roma ci son andati per aprire il parlamento come una scatoletta e scoprono che l'apriscatole era di carta......
  • massara luciano 4 anni fa
    da quando siamo in parlamento non passa giorno che qualche giornale o tv ci ridicolizzi,ci accusi di illeciti,di non far nulla,ecc...poi stasera guardo piazza pulita e parlano solo di noi,e Formigli e presenti si offendono se qualcuno del movimento dice quello che io ho notato da mesi,questa è dittatura mediatica,non se ne può più,loro non sanno che stanno uccidendo qualcosa di unico, di pulito il sogno di tanti italiani,stanno uccidendo l'italia migliore,dopo rimarranno solo loro le iene che si ciberanno del cadavere italia,io sono diventato attivista mi faccio i gazebo per informare la gente conosco gente meravigliosa,ho iniziato un percorso che non so dove mi porterà,io vivo questa realtà e non rispecchia assolutamente con quello che sento in tv o che leggo nei giornali,la devono finire,prima s'informino se sono dei professionisti seri,purtoppo penso che di giornalisti seri c'è né siano pochi, invece servi tanti,comunque noi dormiamo sonni tranquilli loro?
  • Matteo B. Utente certificato 4 anni fa
    http://www.youtube.com/watch?v=HpwRU_-sFRA
  • Andrea Iammarino Utente certificato 4 anni fa
    Professore, oggi dice "tutti sapevano", ma il suo capo non affermava il 15 maggio che sperava in un'affermazione totale e non preannunciava la scomparsa dei partiti? A me sembra che scomparirà il m5s se non cambia seriamente registro. Ricapitolando, leggendo un po' di commenti qui e là: -non è MAI colpa del m5s, che non sbaglia MAI. - è colpa della stampa e dei media (di regime) - è colpa dell'inciucio - è colpa degli Italiani che si meritano i partiti che hanno. Ma come? Gli italiani non sono lo stesso popolo che due mesi fa si era risvegliato e aveva acquisito consapevolezza? Ora sono tornati ad essere degli imbecilli? Ma fare, non dico autocritica, ma un'analisi onesta no? Non può essere che la stratosferica fiducia accordata alle politiche non sia stata ripagata con un buon operato? Forse lo volevano quel maledetto appoggio al governo Bersani? Può essere che gli Italiani siano irritati da quest'aria arrogante e presuntuosetta da professorini di molti dei suoi (capaci?) cittadini portavoce? Non è che gli Italiani, fessi fessi, non ritengano utile accordare al m5s il ruolo di primo partito, visto che non contano un cazzo e si limitano a rendicontare e denunciare? (lo si può fare benissimo anche stando al 5%) Non è che avranno preso alla lettere il consiglio di Beppe, quando diceva che avevano sbagliato voto e di votare un partito la prossima volta? Adesso si spara a zero sulla stampa che non ha reso una corretta informazione su di loro. Ma come? I nostri portavoce non erano quelli che convoncano conferenze stampa dove non sono ammesse domande dei giornalisti? Che sdegnano le trasmissioni di approfondimento politico? Queste elezioni, checchè ne dica il professor Becchi (a proposito professore: lei porta sfiga, lo sa? Limiti le sue uscite, per favore), sono andate malissimo. Le prossime andranno ancora peggio se non si cambia registro. firmato uno che la volta scorsa "ha sbagliato voto", ma non l'ha sbagliato di nuovo
    • Andrea Iammarino Utente certificato 4 anni fa
      Vedo Sig Matteo B., che lei non ha colto il senso del mio intervento. Me ne scuso. La prossima cercherò di arrivare anche a gente del suo livello, scegliendo un linguaggio più semplice. Saluti
    • Matteo B. Utente certificato 4 anni fa
      Vai ad appoggiare Bersani, vai bellino,sti cazzoni del pd che per farsi una ragione dell'accordo con bungamanstyle continuano ad incolpare il m5s che nn ha votato la fiducia in bianco ai migliori alleati di SIlvio. Oggi noi ripartiamo, consapevoli che la guerra non si vince in 3 mesi, te stai pure dalla parte dei mafiosi piduisti, racconterai ai tuoi figli da che parte stavi...
  • Mario D. Utente certificato 4 anni fa
    Ma si, al di là dell'analisi di Becchi, questa è una sconfitta, e deve suonare come un campanello d'allarme. La voglia di rinnovo e cambiamento non è ancora radicata, vuol dire che non abbiamo ancora toccato il fondo. Ma ci dobbiamo preparare per le prossime elezioni politiche, che non tarderanno ad arrivare, che sia autunno, inverno o primavera. E, lasciatemelo dire, Beppe nelle piazze non basta + : è il cuore , è il motore di tutto, ma non basta. Il blog e la piazza non bastano più. Se si vuole vincere bisogna ahimè, entrare nelle case della gente, attraverso la tv, certo non da vespa, santoro e spazzatura simile, non so come ma bisogna essere più presenti se si vuole arrivare a vincere da soli e governare da soli.
  • stefan 4 anni fa
    beh ,avete ottenuto quelllo che volevate no? avete detto a chi non era isterico e paranoico come molti di voi di non votarvi , e così' tanti cittadini hanno fatto e voi-noi siamo passati dal 25 % al 13-14 % ; spero che almeno adesso sarete contenti; fossi in voi continuerei su questa strada , magari a continuare a dire che i non paranoici e i non isterirci ,è bene che votino da un altra parte e il bello è che vedo anche che alcuni vanno a ricercare chissà quali motivazioni per questo crollo, la mancanza di comunicazione , i giornalisti avversi e altre sciocchezze varie ; svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa glielo avete detto voi di non votarvi, siete voi la causa di questo crollo e adesso che volete?
  • Carmelo Di Stefano Utente certificato 4 anni fa
    Perché è sparito il commento di Elisa Distefano che stava in fondo alla pagina?
    • elisa distefano 4 anni fa
      o meglio, non sono stata bannata. Posso ancora scrivere sul sito, ma hanno rimosso il mio post
    • elisa Distefano Utente certificato 4 anni fa
      Sono scioccata! sono stata bannata! Non avevo detto niente di offensivo... evidentemente le mie parole erano scomode! Alla faccia della democrazia
  • Tecce Silvio 4 anni fa
    Avanti cosi grazie a tutti i ragazzi e ragazze che si sono confrontati con queste amministrative non date retta ai discorsi va bene cosi prendiamo quello di buono che abbiamo senza tentennamenti a chi vuole creare scompiglio per trovare un posto al sole dell'inciuci levatelo subito dai coglioni senza perdere neanche un minuto Per il resto teniamo fede al nostro programma e soprattutto al non statuto ,mi sembra che ultimamente i nostri parlamentari stanno facendo molti passi avanti dobbiamo crescere e insieme si può GRAZIE DI ESISTERE IO CI SONO
  • Pietro A. M. 4 anni fa
    Lo sconfitto è il sistema dei partiti? Sarà... forse in filosofia i numeri non sono uguali a quelli della matematica... Zero sindaci eletti.... Zero sindaci ai ballottaggi... Cali percentuali che vanno da 10 al 20% Il problema non è perchè si dovrebbe essere contenti del crollo del M5S... Il problema è perchè gli elettori del M5S dovrebbero essere contenti del risultato ottenuto... io non sono contento ...e non capisco chiunque trovi scuse all'inequivocabile flop ottenuto... ci si è nascosti dopo il Friuli... non è più tempo di nascondersi... bisogna prendersi le responsabilità del risultato ottenuto e prendere atto che gli elettori non seguono il M5S sulla strada intrapresa... a continuare così si rischia la scomparsa... prima ancora della nascita
  • ange c 4 anni fa
    Che fare ? E' difficile pensare di mandare tutti a casa. Da soli, a quali percentuali si potra mai arrivare? Certo qualcosa è stato già fatto, un po' di soldi i partiti li scuciranno (bontà loro), ma è questo l'obbiettivo rivoluzionario del M5S ? Gli italiani sono quelli che sono. Non siamo ne venezuelani ne finlandesi. Ci appassioniamo a degli sbruffoni imbroglioni o ci si commuove al colore delle bandiere. Chi vuole governare e cambiare deve tener conto di queste cose e decidere da quale parte e con quale parte mettersi.
  • Silvio S* 4 anni fa
    Non nascondiamoci dietro un dito. È sconfitta netta. Chi a febbraio aveva votato il M5S in molti casi ha preferito rimanere a casa. Non ci sarà lo 'sfondamento', perderemo consensi e diventeremo un nuovo unitile partitino d'opposizione. Sono stato facile profeta. M5S sta pagando gli errori del dopo-voto. La chiusura a Bersani (nessuna controproposta, no perchè no!); la sciocchezza di chiedere a Napolitano un presidente del consiglio 'da nominare'; il vaffa agli elettori; le 'quirinarie' ed il mantra: perchè non va bene Rodotà; la marcia su Roma; i 'cittadini'; tutti i nomignoli (gargamella, findus, pdmenoelle). Insomma solo sciocchezze che ora si pagano. Proposte: darsi immediatamente uno statuto che sancisca, tra l'altro, il metodo del referendum digitale (andava fatto per l'appoggio a Bersani); chiedere a Rodotà di fare il Presidente M5S (così ci insegna la democrazia); lasciare liberi gli onorevoli M5S di fare politica (ed anche di portare qualche soldo a casa) per esempio rispondendo alle domande dei giornalisti ed occupando il 25% degli spazi politici. Grillo deve avere un ruolo definito, non puó essere 'il padrone' del partito. Mi spiace, pensavo che Grillo avesse una strategia sottile, invece è solo un capetto isterico con un gioco molto più grande di lui. A me(ed a tanti altri) lascia solo l'alternativa del non voto. Meditate gente meditate.
  • Fabrizio Borgianini Utente certificato 4 anni fa
    Complimenti popolo italiano!! Avete dimostrato ancora una volta che l'Italia oltre ad essere diventata ormai una barzelletta mondiale..si è confermata una nazione di pecore e di servi!! Anche a Siena...il PD è in testa! Ma vi rendete conto?? Siete andati in piazza ad applaudire Beppe ed il Movimento stesso e poi andate a votare PD - PD-L?? VERGOGNATEVI!!!
  • Christian Dalenz Utente certificato 4 anni fa
    l'astensionismo è prova che nemmeno il 5 Stelle al momento riesce a portare la gente alle urne! Caro Becchi, le analisi devono essere serene, ampie e asettiche, la sua è molto ma molto faziosa
  • Marco P. Utente certificato 4 anni fa
    che dice Merolla? Prima a dire che la TV è morta, la Rete, etc. E poi si parla di attacchi mediatici contro il M5S. Ma per favore... Sembra il bambino che, quando le cose vanno male, vuole smettere di giocare. Lanciare accuse che non si possono provare o falsificare è un esempio di debolezza.
  • fracatz 4 anni fa
    c'è poco da fare, il cervello del bobbolo tajano reputa sminutivo prendere in considerazione il movimento, loro pensano di essere superiori e seri, ecco, appunto , la serietà. Il bobbolo tajano ci considera persone poco serie, un po' come quando il bobbolo si lamenta che non c'è lavoro e poi continua a comprare automobili costruite all'estero
  • Adriano P. Utente certificato 4 anni fa
    Ma che gente c'è in Italia?! Tutti si lamentano ogni giorno per lo schifo di paese in cui vivono e quando si presenta l'opportunità di utilizzare l'unico strumento democratico che ci è rimasto per farsi sentire.. non si presenta quasi nessuno!! Siamo un popolo di lobbisti, ladri, furbi, imbroglioni, cinici a cui questo sistema piace da 2000 anni!! Rendiamocene conto. Per questo Beppe vuole un cambio culturale ma sarà molto dura purtroppo.
    • Giuseppe Di Francia 4 anni fa
      La gente vuole risposte, non chiacchiere. Dopo aver dato al movimento il 25% dei consensi si aspettava che iniziasse a fare delle cose concrete; non certo a farsi mettere nell'angolo dal PD-PDL, solo per rimanere "duri e puri". Se poi pensate di aspettare di avere una maggioranza superiore al 50% (e non 100% come dice Grillo, poiché sarebbe dittatura)per iniziare a "fare", disilludetevi. Di questo passo alle prossime Politiche, se andrà bene, si dimezzeranno i voti al movimento.
  • Massimo Forgione 4 anni fa
    Ero convinto, e il risultato elettorale che si sta delineando lo conferma ulteriormente, che il Movimento ha ottenuto il massimo consenso raggiungibile utilizzando gli strumenti della Rete e delle Piazze. Se veramente il Movimento vuole fare il salto di qualità, vuole imporsi come forza che realmente ambisce ad ottenere i consensi necessari per governare senza alleanza con i "vecchi" partiti, credo che debba necessariamente accettare di confrontarsi con il mezzo televisivo. La gente non è pronta ad un cambio così epocale come il distacco dalla televisione. Beppe deve decidersi ad utilizzare il suo carisma, la sua dialettica trascinate, la sua carica positiva, nonché l'innata capacità di "bucare" lo schermo e di "usare" lo strumento televisivo per raggiungere quella fetta ancora molto consistente di elettorato che si crea l'opinione esclusivamente attraverso la TV. Senza questo passo, e a mio parere si è già in colpevole ritardo perché il ferro va battuto finché è caldo mentre qui si rischia di perdere il treno, il Movimento rischia di soccombere sotto i colpo della falsa informazione, del bombardamento mediatico denigratorio confezionato ad uso e consumi dei soliti noti. Sarebbe una vera e salutare rivoluzione l'invenzione di un modo nuovo di utilizzare lo strumento televisivo, finalizzato all'abbattimento a picconate dall'interno delle forze che da decenni hanno creato il proprio consenso sfruttando il mezzo televisivo stesso. Questo corto circuito del sistema, da sempre abituato a monopolizzare la televisione e a manipolare in tal modo il pensiero della popolazione, potrebbe davvero essere decisivo. Certo ci vogliono i leoni in campo, come Beppe, altrimenti si rischia di venire sbranati dai lupi...
    • PIERO-FRANCESCO C. Utente certificato 4 anni fa
      Mica può fare tutto Beppe!!! Occorre una classe dirigente più rappresentativa e preparata, che sia anche presentabile e visibile positivamente. Finchè ci presenteremo con personaggi come la Lombardi e Crimi siamo finiti!!!
  • Andrea Olivieri Utente certificato 4 anni fa
    Non giriamoci attorno, a tre mesi dalle politiche abbiamo preso una sconfitta atomica. Le motivazioni possono essere molte, sia di strategia che di comunicazione. I miei consigli sono pochi e semplici : 1) Umiltà 2) Concretezza 3) Democrazia interna 4) Trasparenza 5) Meno Blog, più M5S, anche in TV. 6) Cambiare atteggiamento, dall'attacco continuo bisogna passare alla critica costruttiva. Proposte intelligenti. Non si può continuare a dipingere il resto del mondo come il male assoluto, quando si fanno generalizzazioni si passa per sempliciotti casinisti e arroganti. Mettetevi in testa che avendo contro il 99% dei media bisogna essere cento volte migliori della concorrenza. Poi vabbe il 35% degli italiani vota ancora Berlusconi quindi mettiamoci in testa che forse non si vincerà mai almeno finchè la gente non fa la fame e matura un pò.
    • Nicola Giuliani 4 anni fa
      Un consiglio pratico e immediato: si appoggi Marino al ballottaggio. Ha esplicitato una gran considerazione per il programma del Movimento 5 Stelle ed è uno dei non molti del PD che lo merita.
    • Carmelo Di Stefano Utente certificato 4 anni fa
      A Berlusconi, tra qualche annetto, ci penserà il Padre eterno, se i giudici non arriveranno prima di lui. Il M5S dovrebbe pensare al futuro a medio e lungo termine. Quale Italia vogliamo vedere tra 8 o 10 anni?
    • Marco P. Utente certificato 4 anni fa
      Concordo.
  • marco pelone Utente certificato 4 anni fa
    nicolas w ma chi sei il conte?
    • Nicolas W. Utente certificato 4 anni fa
      Come dite? ... un cittadino!
  • Michele Di Stanislao Utente certificato 4 anni fa
    Cosa, cosa....il voto amministrativo non vuol dire nulla! Sì, abbiamo fatto come i partiti di Craxi e d'intorni, che non perdevano mai!!!. Altro che storie, é un campanello d'allarme. Cari miei, sta succedendo quello che avevo detto: se i voti dei 5 stelle non servono a niente, perchè votarlo. Si poveva cambiare l'Italia, e invece.. ci siamo tirati indietro dal governo con il PD, che poteva essere indotto a fare le cose del movimento; cosa che sta facendo il Berlusca che di nuovo fa i fatti suoi a spese degli italiani. Vergogna! Il mio voto, mai più!!!! Michele
    • carlo r. Utente certificato 4 anni fa
      Torna a votare i maleodoranti...
  • Valter Revello Utente certificato 4 anni fa
    Questa sonora sconfitta (perchè non possiamo chiamarla altrimenti) forse sarà molto positiva per noi del M5S. Perchè ci aprirà gli occhi sui grandi problemi di comunicazione che il moVimento ha nei confronti della maggior parte della gente. Non possiamo pensare che siccome la maggior parte degli italiani ha internet sia sufficiente informare sulla rete, quando in realtà la percentuale maggiore di persone si limita a chattare, a mandare foto su facebook, a guardare dove andare in vacanza ecc.... Quante persone realmente frequentano la rete a caccia di informazioni? L'esito delle politiche era stato alto perchè avevamo intercettato un gran numero di delusi dalla politica, che però ben poco conoscevano dei nostri programmi: si tratta di elettori che vanno dove porta il vento, e questa volta sono andati altrove o al mare. Dobbiamo creare un ELETTORATO DI OPINIONE e non di protesta, solamente così faremo strada; anche se non ci piace è ora di tornare alla carta stampata e magari alla TV per spiegare i nostri programmi.
  • Carmelo Di Stefano Utente certificato 4 anni fa
    Anch'io dopo le elezioni di febbraio sono stato uno di quelli che riteneva che dare la fiducia al governo di Bersani fosse il meno peggio per il M5S. Io credevo che sarebbe stato il modo migliore per realizzare qualcosa del nostro splendido programma. Ma evidentemente in quel momento era passata la linea dei duri e puri. E quindi il M5S ha negato qualsiasi rapporto di fiducia con il PD. Ho capito però più tardi che Beppe giustamente voleva partire dall'elezione del Presidente della Repubblica. Se il PD avesse votato Rodotà, una base solida per una collaborazione con il PD ci sarebbe stata: il rispetto della legalità, degli interessi dei cittadini (contro certe lobbies) e dei principi della Costituzione. In quel caso, Berlusconi sarebbe stato messo ko per sempre. Bersani, però, non ha rinunciato al rimborso elettorale e nemmeno ha incitato i suoi parlamentari a votare Rodotà. Anzi, dopo il fallimento sul nome di Prodi, è corso subito da Napolitano, invece di riflettere bene per mezza giornata e avvicinarsi alla posizione del M5S. Insomma, eroicizzare Bersani ormai mi sembra un esercizio davvero inutile. Gargamella è un fallito della politica, inoltre anche pugnalato alle spalle dai suoi stessi deputati: RIP. Punto e basta.
  • alberto coppini 4 anni fa
    personalmente vedo una chiave di lettura leggermente diversa: l'astensionismo è la dimostrazione di due errori commessi dal M5S in questi ultimi mesi: primo, la scelta più o meno condivisibile di astenersi dall'appoggiare una maggioranza che inevitabilmente ha allontanato i deputati M5S dal dibattito politico facendo perdere le speranze di un cambiamento da parte degli elettori. secondo, la dimostrazione di come un partito monocratico, che basa tutto sul carisma di una sola persona non ha presa sugli interessi locali dove importa di più la persona e l'esperienza e la stima che questa ha coltivato durante gli anni. Questo si è gia visto con i partiti di Berlusconi ad esempio che hanno sempre deluso alle amministrative per la stessa ragione. Viceversa partiti con esperienze politiche più radicate nel territorio, con gruppi giovanili che formano e fanno conoscere la futura classe politica, come il pd, hanno ottenuto i risultati migliori (certo non è merito della dirigenza e si era gia visto in Friuli in piena bufera). Per questi motivi ritengo che il M5S non sia meno responsabile dell'astensionismo ed è quindi necessaria un analisi interna e un autocritica costruttiva. Allo stesso modo dovranno fare gli altri partiti o ciò che ne rimarrà dopo che si consumeranno le sfide generazionali e qualche mummia verrà definitivamente sepolta.
  • Rino Piras 4 anni fa
    Non tutte le persone hanno la possibilità di seguire i vari blog del M5S, per conoscerne il pensiero e i propositi,ci sono anziani che non hanno dimestichezza col computer, nel frattempo i vari media ci smerdano come vogliono non avendo i delegati del movimento la possibiltà di controbattere e portare a conoscenza di un pubblico vasto la verità. A parte gli scherzi in Sardegna c'è un'emittente locale che si chiama proprio 5 stelle.Sempre avanti a testa alta*****
  • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
    Io penso che il risultato delle comunali dipenda molto dalle persone M5S che sono nel territorio. Persone capaci e volenterose fanno i miracoli e portano M5S sù (vedi Parma, Bologna). Persone meno volenterose, meno impegnate, che vorrebbero per inerzia entrare nell'avventura politica, o persone che sono poche per l'impresa, finiscono per portare risultati scarsi. Non è Beppe Grillo la causa di qualsiasi cosa succeda al M5S. M5S siamo noi. Più ci si impegna, più si va avanti. Io leggerei così i risultati delle comunali. Forse M5S si è espanso geograficamente, ma come forza di volontà forse si è diluita con persone non decise come quelle che hanno fondato le prime realtà. Beppe ha fornito lo strumento, ma sta a tutti noi che ci crediamo volerlo usare. Infine, cosa hanno da gioire questi che vedono che M5S è calato? Sono contenti del PD e del PDL?
    • alberto coppini 4 anni fa
      i successi di Parma e Bologna facevano parte di una fase di enormi aspettative da parte dell'elettorato in cui in lavoro di Grillo era stato da un punto di vista mediatico grandioso. Nella fase in cui ci troviamo adesso il M5S ha già ottenuto grandi risultati e per mantenere alte le aspettative non basta piu il lavoro di Grillo, è necessario che i rappresentanti eletti dimostrino la loro presenza e non penso siano in grado di farlo (e non è una questione di tv, è semplicemente capacità politica). E' evidente che tali aspettative non siano state rispettate.
  • Max Teramo 4 anni fa
    Grazie Beppe. Non mollare mai
  • Massimiliano R. Utente certificato 4 anni fa
    Io credo che il M5S parta molto sfavorito rispetto agli altri partiti. Purtroppo in Italia i mezzi di informazione tradizionali ed in particolare la televisione hanno un potere mediatico infinito. Il programma che per il "popolo del web e delle piazze" è chiaro e preciso in realtà per molte persone è quasi sconosciuto, così come tutte le iniziative lodevoli dello stesso movimento. Per esperienza personale vi dico che è molto difficile anche provare a divulgare parte dei contenuti trasmessi, in quanto ogni parola a favore del Movimento o in linea con la stessa corrente di pensiero viene rigettata dalla controparte in quanto in contrasto con i messaggi televisivi e giornalistici che hanno gettato ombre e fango su questa nuova classe politica (all'occorrenza "troppo di sinistra", "troppo rivoluzionaria", "violenta", "non credibile", "inesperta", "inconcludente" ecc.). Non so quale sia la soluzione ideale al problema, è ovvio che l'ostilità e l'odio dei giornalisti nasce in particolare dall'intenzione di voler abrogare i finanziamenti statali finora goduti. Sicuramente è essenziale per il futuro trovare il modo di raggiungere anche quella parte di elettorato che finora s è dimostrato sordo. Io credo che il tempo sia a nostro favore, perché l'attuale governo non riuscirà a svolgere il compito di risollevare l'Italia entrando in contrasto con le "caste" che finora l'hanno retto. Ma allo stesso tempo credo che bisogna aumentare gli sforzi fin qui compiuti in quanto un crollo delle ultime speranze potrebbe far insorgere forze "antipolitiche" e purtroppo "antidemocratiche". Concludo dicendo che io ho fiducia nel Movimento, e che sono certo che arriverà il momento in cui gli italiani apriranno gli occhi e si renderanno conto della necessità del cambiamento, riprendendo possesso della nostra bella Italia. FORZA MOVIMENTO 5 STELLE.
  • Orazio L. Utente certificato 4 anni fa
    DI PIETRO 2- La vendetta. Dopo 20 anni di voto a destra, quella "vera", alle politiche ero indeciso...astensione o 5 stelle? Ho optato per quest'ultima ipotesi. Già tempo addietro l'avevo fatto, avevo "cambiato", votando Italia dei Valori.Ero tornato all'ovile, PERCHE? Tonino, all'inizio, si era presentato bene, autorevole, duro e puro, dichiarava di non essere ne di sinistra, ne di destra, perfetto! Peccato che poi è scivolato, talmente tanto da non riuscire a fermarsi.. è andato oltre, finendo nella sinistra comunista, quella "vera". E ora cari amici, veniamo a noi. C'è qualcosa che non va, la storia si ripete. Anche 5 stelle si è dichiarato neutro, ne di sinistra, ne di destra, un sogno di partecipazione diretta. Poi, però inizia a scivolare...porta estremisti dentro il cantiere TAV..le Quirinarie!..Ragazzi, lista da far invidia a SEL che, infatti, il non buon Rodotà se lo è poi accaparrato. Gabanelli..Prodi!..manco un non "sinistro", una persona dell'Italia onesta e moderata, che poco partecipa alla politica. Eppoi l'ultima uscita di Grillo, quella che ritengo FATALE: "La vera sinistra siamo noi, non il PD" o qualcosa del genere...roba da togliere ogni dubbio. Un pò di matematica...L'area di sinistra, storicamente, non è mai andata oltre il 33%. Alle politiche PD + SEL sono arrivati attorno al 28%...5 stelle ha preso quasi il 26. Secondo voi, chi pensate che vi abbia votato in massa?...Ex PDL, ex LEGA, EX A.N. onesti, duri, puri e incazzati..oltre a una discreta area del non voto. C'è un problema.. una evidente DICOTOMIA tra chi è iscritto al movimento - e vota "internamente" - e la gran parte di chi ha votato "esternamente". Probabilmente, ciò si avvera anche nei candidati eletti. Il non buon Bersani, che la sapeva lunga, aveva da subito fiutato lo scouting. Anche Silvio aveva studiato i candidati, pare fossero d'accordo sull'analisi.... Amici, basta correre dietro al PD, è ora di lavorare, per un sogno....in Parlamento!
  • Alessandro Ranzato Utente certificato 4 anni fa
    Ma come si fa a continuare a votare ancora per questa gente? Con tutte le cose che sono uscite (e che usciranno) da quando siamo entrati in parlamento.... e la gente continua a votare per questi partiti corrotti il cui unico interesse è salvare il proprio culo!!!! Sono senza parole.... ma che gente vive in questo paese? Tutti continuano a dire che c'è voglia di cambiamento... ma a me sembra che alla maggior parte degli italiani va bene che resti tutto invariato e continuare a lamentarsi!!! Che desolazione.....
  • clarissa con Utente certificato 4 anni fa
    Eccomi, mi sono dovuta re-autenticare per scrivere. Non so perchè mi ostini a scrivere, o a leggere i commenti..forse ho a cuore questo paese e vorrei davvero capire se alla base dei consensi al M5S c'è qulacosa di concreto, nel senso di pragmatico, di realizzabile. Quello che leggo però è sempre un accanimento perpetuato contro tutto e tutti, in particolare, c'è un dilagante lamentarsi e accentare (senza troppi complimenti) chiunque dica qualcosa che possa, anche minimamente, dissentire da Grillo ecc MA la volete finire? E' in un governo che si cambiano le cose....è inutile trovare scuse, vi è stata chiesta la fiducia non un matrimonio per la vita e si doveva imporre il 25% ottenuto democraticamente, ma in un governo! Stavo in un'Università dove il Rettore, che potrebbe essere mio padre..mi ha chiamata "anima nera", ma non ho rinunciato a lavorare nell'Università.....Si combatte nel sistema per cambiare il sistema.
    • Carmelo Di Stefano Utente certificato 4 anni fa
      Purtroppo i piduisti fanno esattamente così: lavorano dentro il sistema per cambiare il sistema. Grazie a loro adesso ci ritroviamo con un debito enorme e il potere concentrato su quattro capi partito e un Presidente della Repubblica simile ad un monarca. Il M5S dovrebbe provare a fare lo stesso per cambiare l'Italia in meglio!
  • ANDREA s. Utente certificato 4 anni fa
    Occorrono i fatti perchè le chiacchiere stanno a zero. Le persone hanno dato fiducia al movimento, che non ha dimostrato avere tanto coraggio di trascinare e rivoluzionare questo paese. Lo dice lo scrive ma non lo fa. A parlare in Italia sono tutti buoni. Poi le palle non c'è l'ha nessuno. FRA IL DIRE E IL FARE C'E' DI MEZZO IL MARE.... E GLI ITALIANI LO SANNO BENE....
  • Fabio G. Utente certificato 4 anni fa
    NEL MOMENTO PIU' BUIO DELLA SCONFITTA, LA VITTORIA POTREBBE ESSERE PIU' VICINA In Tv tutte le trasmissioni si stanno affannando a fare l'analisi del voto del Movimento Cinque Stelle piuttosto che informare i cittadini su chi saranno coloro che governeranno le loro città. Il loro problema sembra quello di dover di convincere tutti che il M5S ha perso. Non credo che sia andata così, ma tentando di allinearsi ai codici di comunicazione/disinformazione dei talk-show mi viene in mente questa frase di William McKinley, 25° Presidente degli Usa: "Nel momento più buio della sconfitta, la vittoria potrebbe essere più vicina". Forse è meglio che i "non 5 stelle" commentino così il risultato dei "grillini" !! Fabio Guarna, Soverato (Cz)
  • Alessandro Smeraldi 4 anni fa
    BEPPE E CITTADINI ONESTI DEL M5S CONTINUEREMO A SOSTENERVI PERCHÉ CREDIAMO CHE SIA MEGLIO ESSERE DELLE PERSONE ONESTE E IMPEGNATE IN PARLAMENTO PUR SENZA UN GOVERNO DI LADRONI CHE DEI DISONESTI OSANNATI DAI GIORNALISTI VENDUTI ED ENTRARE IN UN GOVERNO CON I PARTITI CHE HANNO DISTRUTTO IL PAESE COL SORRISO SULLE LABBRA. CONTINUATE A LAVORARE BENE IN PARLAMENTO!
  • antonello l. Utente certificato 4 anni fa
    La verità sull'andamento delle votazioni amministrative è legata ad una frase che beppe ha sempre ripetuto ogni volta che ha incontrato i cittadini di questo stato>....a livello nazionale gli italiani esigono il cambiamento,ma a livello locale quando guardano negli occhi i responsabili del disastro italia,non riescono a staccarsi dal clientelismo che è una droga che li ha intossicati da decenni......il M5S allontanerebbe tutto questo,smuoverebbe personalità influenti da poltrone di potere,corruzione e scambio di favori....questo è il substrato che alimenta la sindrome di stoccolma in italia e respinge il cambiamento. Mi piace · circa un minuto fa Scrivi una risposta...
  • Yuri b 4 anni fa
    Marino o alemanno pd o PDL questa e la costante... Siamo già falliti e presto arriverà la fine... Pultroppo tutti ci rimetteranno anche noi che votiamo per noi... Io ho poco da perdere ma chi ha da perdere presto verrà a farci compagnia .... L'Italia e finita ... Se fossi grillo mi ritirerei e lascerei tutti soli ... Ma lui è uno duro a morire e cercherà di darci una mano finché potrà ! Caro Beppe continuò a sostenervi sempre e comunque viva il movimento siete la mia penultima speranza ! Non mollate
  • alvise fossa 4 anni fa
    CIAO BEPPE, OTTIMA COME AL SOLITO,L'ANALISI DI PAOLO BECCHI. IL SISTEMA PARTITOCRATICO E' FINITO ED IL MOVIMNETO 5 STELLE ANDRA' AVANTI,COSTI QUEL CHE COSTI ALVISE
  • Roberto M. Utente certificato 4 anni fa
    Ti ringrazio Beppe per il capolavoro compiuto. Sento gia l'odore di questo nuovo illuminismo, quello della democrazia dal basso per cui il cittadino diventa le istituzioni. Non basta un voto per consolidare una rivoluzione colturale come questa, e noi lo sappiamo. Restiamo uniti e guardiamo il futuro insieme. Come facciamo nelle piazze, tanti occhi su un unico obbiettivo. Il cambiamento.
  • Mark Pulitzer Utente certificato 4 anni fa
    egregio signor Becchi, da quando lei hai iniziato a sostenere il movimento, non facciamo altro che passare da una batosta all'altra... Non potrebbe magari dedicarsi adesso a qualche altro lavoro? O vuole farci arrivare allo zero per cento?
  • Andrea Molteni (nembo1972) Utente certificato 4 anni fa
    MOLTO RUMORE PER NULLA Tutti i soloni dei media stanno pontificando sul crollo del M5S. In realtà, a voler essere un minimo obiettivi, è del tutto evidente dove sono finiti i voti persi rispetto alle politiche. Sono rimasti, molto semplicemente, a casa. Chi pensava che il M5S avesse conquistato una base elettorale inossidabile pari al 25% è un fesso, oppure in malafede. E' ovvio che, nella tragica offerta politica dei partiti tradizionali, il M5S abbia raccolto alle politiche un enorme numero di voti di gente arrabbiata, scazzata, disillusa. Gente che, altrimenti, non avrebbe votato affatto. Molti di loro sono quelli che credono nella "bacchetta magica" e, scoperto che nessuno ne è dotato, sono tornati ad eclissarsi dalla disputa successiva. Con tutto il rispetto, non mi sembra una gran perdita, se non in termini elettorali. Son quelli che, ancora una volta, vogliono delegare ad altri la soluzione dei loro problemi invece di farsene carico. Con ogni probabilità in passato han votato per chi prometteva loro un milione di posti di lavoro, o l'abolizione dell'ICI, o le tasse al 33%. Non è con il loro contributo che cambieremo il mondo. Mi inquieta invece constatare che, nonostante le ultime politiche perse quando erano già vinte, le purghe di Marini e Prodi, l'indifferenza verso Rodotà, l'amplesso Letta-Alfano, il MPS, ci sia ancora tanta gente disposta a dar fisucia al PD. Ho sempre pensato che il loro elettorato fosse molto migliore della loro dirigenza. Ora ne sono meno convinto. Molto meno.
  • Antonino Fiumara 4 anni fa
    Non so se il dato locale possa essere paragonato a quello nazionale, mi sembra comunque che si sia persa un po' di spinta propulsiva, che si siano fatti troppi errori di comunicazione nelle ultime settimane. Non sono d'accordo sulle promesse non mantenute: siamo all'opposizione, non dimentichiamolo, ed in più si fa a gara a far apparire le nostre contraddizioni, ingigantendole quando serve, ed a nascondere le attività' parlamentari. Del resto cosa altro si può fare dal di dentro se non proporre? E poi, quando mai si è sentito qualcosa delle altre opposizioni, Fratelli d'Italia, la Lega, Sel? Piuttosto basta con post inutilmente aggressivi, basta fare l'occhiolino a discorsi velatamente razzisti solo perché si va a Treviso (ok, non era razzista, ma la gente non capisce...) e poi, rispondiamo a 'ste cazzo di domande di Report: con tutti questi esperti comunicatori di Casaleggio che ci vuole a capire che se sbandieri trasparenza ed onesta' devi essere il primo a fornirle, possibilmente prima che ti vengano richieste? Forza, una battaglia non è la guerra, ripartiamo!!!
  • nicols 4 anni fa
    Ma nooooo!! no cazzo!!! Anche voi noooooo!!! Ma che cazzo state a commentare la stampa?! Ma chi se ne frega della stampa!!! Anche voi quando c'è una sconfitta clamorosa a nascondervi dietro il "eh no, ma era prevedibile...lo sapevamo" basterebbe un "abbiamo non vinto" e siamo a posto! Questi sono segnali chiari. Chiarissimi. O li si sa leggere e interpretare o si manda tutto a fanculo!
  • Marcello Di Marzo 4 anni fa
    il popolo viola e di sinistra ha cominciato a capire che non siamo equidistanti da destra e sinistra, ed allora è tornato a votare il partito popolare più importante....tutto qui il tracollo.....ricordiamoci come abbiamo trattato bersani a beneficio della destra.....ora tutti con Marino...una persona perbene
  • Michele . Utente certificato 4 anni fa
    La delusione è tanta ma non bisogna cambiare strategia. Prima o poi capiranno, bisogna stare calmi. Molta gente è connivente al sistema e soprattutto alle comunali le promesse e i favori si fanno a livello rionale. Il dato romano ci dice che il 48% non ha votato e il 13% ha scelto il movimento per un totale del 61% . I partiti si dividono un misero 39% che li dichiara effettivamente morti. In queste elezione abbiamo perso i voti puramente di protesta delle politiche, siamo rimasti noi quelli che seguono questo blog e che si informano in modo alternativo. Io non credo sia questo un flop ma piuttosto è stato eccessivo il risultato di febbraio. Noi dobbiamo fare in modo che quel 48%, la maggioranza assoluta, si renda conto che il movimento 5 stelle sia l'unica alternativa. I vari lacchè, portaborse, favoriti, miracolati etc. andranno sempre a votare i partiti, il movimento 5 stelle dovrà essere in grado di unire tutti glia altri.
  • Pippo 4 anni fa
    Beppe devi andare in televisione,oppure il movimento scomparirá.
  • Brunello Robertetti Utente certificato 4 anni fa
    AVETE DETTO DI NON VOLERE I VOTI DI TANTI ELETTORI, ACCONTENTATI.
    • Brunello Robertetti Utente certificato 4 anni fa
      Bruno, chi vive sperando...
    • Ciro Bruno (eklysse) Utente certificato 4 anni fa
      noi non volevamo i voti di chi vuole un'italia marcia. spero veramente che non sia questo il motivo dello scarso numero di voti
  • GPaolo C. Utente certificato 4 anni fa
    Non molliamo.. Questa tornata elettorle non vuol dire nulla.. I conti tornano... Noi dobbiamo vincere contro l'astensionismo, non contro PD e PDL.. se il 50% non vota, del restante elettorato il 37.50% è al servizio delle logiche clientelari (tutti gli altri partiti, liste ecc.) e il resto ce lo siamo presi noi. Stop.. Non serve andare in TV. Non importa denunciare il marcio.. è sotto gli occhi di tutti ormai. Continuiamo a fare bene in parlamento.. la gente è ancora anestetizzata!!! Deve succedere un terremoto economico (che è vicino --> MPS) poi si sveglieranno.. quando i conticorrenti di molti verranno decurtati vedrete che torneranno a votare e allora sarà solo M5s!!! Avanti così!!!
    • luciano f. Utente certificato 4 anni fa
      D'accordo. Chi continua a voatre pd malgrado quello che è successo è inutile a starci a perder tempo per convincerlo. Dobbiamo parlare con chi i partiti li ha già bocciati e sono la maggioranza degli italiani.
  • Giovanni Caso 4 anni fa
    Elezioni amministrative 26/27 Maggio 2013. Le recenti elezioni comunali, ci consegnano un dato oggettivo e inoppugnabile. Il M5S ha un problema di comunicazione. Dalle politiche di Febbraio, non siamo riusciti a far arrivare ai cittadini i giusti messaggi. I nostri parlamentari, complice anche una stampa ostile, hanno visto offuscata la propria opera da argomenti secondari (es. il problema della diaria). Questo ha messo in secondo piano tutto il buono che hanno fatto i nostri portavoce (es. mozione su ritiro truppe in Afganistan, proposta di legge per abolizione province, ...). . Ritengo che il M5S debba instaurare un rapporto adeguato con la stampa. Non è più sufficiente operare solo sui social network. Occorre un cambio di passo nella comunicazione. Mi piacerebbe che i nostri eletti indicessero una conferenza stampa per descrivere ciò che è stato fatto fino ad oggi e soprattutto quale è il programma delle cose da fare per i prossimi mesi. Vorrei anche che i tanti esperti di comunicazione che ci sono nel movimento (ad es. recentemente ho partecipato a Milano ad un GdL sulla Comunicazione tenuto da attivisti molto preparati), contribuissero ad aiutare il movimento a superare questo problema.
  • Michele Nieddu 4 anni fa
    Rispetto alle precedenti comunali si sono avuti dei risultati migliori. Non si possono paragonare le comunali alle nazionali. Nelle comunali il clientelismo è ancora troppo forte e quindi è più difficile, sopratutto per chi è onesto e fuori dai soliti "giochi" e intrallazzi della vecchia politica! I giornali e le tv cavalcano l'onda del NULLA solo per mascherare IL NULLA di questo governo INCIUCIO! Alle prossime elezioni nazionali sarà ben diverso perchè alla resa dei conti anche il più cieco degli elettori si sarà reso conto di dove questi partiti ci hanno portato e dei danni che stanno continuando a fare! Continuate per la vostra strada ragazzi!!!
  • Jim Tiberius Kirk Utente certificato 4 anni fa
    Per me l'affluenza alle urne e direttamente proporzionale alla fiducia dei cittadini romani nei confronti del parlamento intero. In pratica metà dei romani non spera più in niente.
  • Ciro Bruno (eklysse) Utente certificato 4 anni fa
    ragazzi pero scusate il catastrofismo dopo tutto quello che è successo ci doveva essere un pebliscito per mv5 in che cazzo di paese di merda viviamo?!!!!!!!!!!
  • Shimon C. Utente certificato 4 anni fa
    Becchi, parli come un politico della peggior specie che commenta una sconfitta elettorale. Forse perché ormai sei un politico della peggior specie che commenta una sconfitta elettorale?
  • marcello di marzio 4 anni fa
    se vogliamo migliorare Roma, e avere l'acqua pubblica , sosteniamo Marino...una persona perbene innanzitutto......
  • Stefano B... Utente certificato 4 anni fa
    Dice che il video NON è più disponibile. Potete rilinkarlo? Grazie.
  • Gino F 4 anni fa
    Un po' più di onestà intellettuale: il M5S paga una strategia che molti suoi elettori delle politiche, gli sfiduciati del PD, IdV, Verdi, Rifondazione ecc., non hanno condiviso. Noi avremmo voluto Berlusconi in esilio per sempre, invece è sempre lì, dietro le quinte, a tenere sotto ricatto un Governo. Grillo ha perso di vista quello che per i suoi elettori era l'obiettivo più importante.
  • Fabrizio ciuffolo 4 anni fa
    Media, giornali.............bastardi. W M5S. Gli italiani.......galleggianti, presto capiranno!!
  • tatiana alessandroni 4 anni fa
    La gente che aveva votato m5s sta volta ha preferito stare a casa...e' evidente! Una grossa responsabilita' e' di quei parlamentari contrari alla restituzione della diaria. Non rispettare gli impegni con gli elettori sopratutto su questioni economiche private ha messo il movimento sullo stesso piano degli altri partiti!
  • mirco concettoni 4 anni fa
    Ancona: comunali 2009 voti movimento5stelle 4,9% circa... comunali 2013 voti movimento5stelle 15% circa... Questi sono i dati che bisogna paragonare!! Non mi sembra un movimento in calo..... Le comunali vanno paragonate con le vecchie comunali....e le nazionali vanno paragonate sempre con le vecchie nazionali....così almeno è sempre stato!
    • Alessio C. Utente certificato 4 anni fa
      Ma come si fa a dire che è un buon risultato??? Ok sono le amministrative e sono diverse dalle politiche ma, cavolo!, il movimento è passato dal 25% al 5-6% in almeno la metà dei comuni dove si è votato! Queste giustificazioni avevano un senso se si fosse stati almeno al 17-18% ma come si fa a credere che 5 cittadini su 6 (considerata l'astensione maggiore di questa tornata) che hanno votato il movimento a febbraio ma che non l'hanno fatto oggi, sarebbero pronti a rifarlo alle politiche... è veramente un'analisi senza senso...
    • Mark Pulitzer Utente certificato 4 anni fa
      che ragionamenti del cactus... Ad ancona siamo scesi dal 31% al 14%... i numeri parlano da soli
    • Mario Trucco 4 anni fa
      Eh si, hai ragione, si tratta di un vero boom del m5s! contento?
  • Marcello Di Marzio 4 anni fa
    il popolo, compreso il popolo viola, ha visto come abbiamo trattato bersani, e allora ha preferito tornare a votare contro la destra...giustamente....tutto qui il motivo del tracollo.....un saluto gradito a Ignazio Marino...
  • Alfredo O. Utente certificato 4 anni fa
    Dai risultati elettorali NON vedo il presunto flop del M5S, anzi, viceversa nonostante l'astensionismo raggiunge percentuali importanti. L'astensione al voto è figlia del governo dalle larghe intese. Che senso ha andare a votare per questo o per quel partito se poi gli stessi si mettono d'accordo snobbando la base ? Sento dire che il M5S a perso consensi per non aver fatto nascere il governo Bersani - M5S. A mio avviso il consenso al M5S aumenta. Ricordo a tutti che il PD non è stato nemmeno in grado di eleggere Prodi Pres. della Repubblica nascondendosi dietro i 101 "traditori", ha snobbato Rogotà preferendo un ritorno a Napolitano e Berlusconi, escludendo di fatto la volontà popolare. Il governo Bersani - M5S non è nato perchè non gradito al PD, come non era gradito al PD Prodi Presidente della Repubblica. Purtroppo in Italia la disinformazione ( TV e giornali ) la fa da padrona, lo prova il fatto che già alle ore 20:30 sia la Lilli Gruber sia Corrado Formigli in Piazza Pulita hanno solo parlato per ore del Flop di Grillo, paragonando strumentalmente il voto alle Comunali con il voto alle Politiche. Io sono di Catania e quindi il 09.06.2013 votero Lidia ADORNO candidato Sindaco di Catania. W il M5S
  • massimo sorry Utente certificato 4 anni fa
    Vedere Vendola rallegrarsi e voler festeggiare per questo risultato, è un po' come vedere un giocatore di serie C che segna il goal della bandiera contro il Barcellona... e non accorgersi di averne subiti 10!!! :-)
  • Gino Barni 4 anni fa
    Come difendersi dagli attacchi coordinati di stampa, radio e televisione contro il M5S? Il problema è serio e va studiato a fondo. Tolti Scazzi, Jacobone e Gomez, abbastanza obiettivi, tutti gli altri sono contro. E' però impossibile partecipare ai talk show se non si hanno persone in grado di farlo con successo. Bisogna trovare un altro modo. Quello che mi fa incazzare di più comunque è Massimo Bernardini... e pensare che lo seguivo sempre con interesse.
  • antonio s. Utente certificato 4 anni fa
    E per i prossimi ballottaggi cosa si fa? Si resta alla finestra o si cerca di contare qualcosa?
  • giovanni effe 4 anni fa
    ..e intanto, mentre le stelle stanno a guardare, questi si pappano tutti i voti, esimio Professore.
  • Maurizio Collina Utente certificato 4 anni fa
    Non scegliere tra Marino e Alemanno al ballottaggio per Roma non credo che porterà ad una crescita di consenso al M5s. Prima o poi forse è meglio scegliere, ovviamente facendo pesare la scelta.
  • Ciro Bruno (eklysse) Utente certificato 4 anni fa
    Premetto che è l'ultima volta che difendo lItalia con gli inglesi è accaduto poco fa che praticamente mi hanno detto COME CAZZO SIETE MESSI LI IN ITALIA YOU ARE CRAZY? ED IO GLI HO RISPOSTO CON GARBO FUCKYOU!!! Però che paese di MERDA Io sono napoletano e vivo al nord e tutti i giorni anche se in tono "scherzoso?" qualcuno mi dice che non sono italiano e sono un marocchino. IO A QUESTO PUNTO TIRO LE SOMME E CONSIDERANDO IL VOTO DI OGGI, PENSO CHE NON ODIO L'ITALIA IO ODIO GLI ITALIANI GO AND DO SOME ASS ANDATE A FARE IN CULO
  • mario futuro Utente certificato 4 anni fa
    la vitoria del niente del nulla e loro festeggiano ,sull'astensionismo loro sguazzano dando la colpa di antipolitica al Movimento .Non si vergognano piu,i titoli sono "crollo del M5S" è questa la notizia che li fa felici e contenti e che possono andare a braccetto a dividersi le poltrone. alemanno a detta di sky a speso 700 milioni euro marchini 600 milioni ....farne un uso migliore no???? e Voi continuate a votare questi signori spendaccioni,tanto poi ve li prendono con gli interessi.Bravo Becchi , bravo Grillo e forza M5S.
  • Maurizio Dati Utente certificato 4 anni fa
    Avete concentrato le forze della disperazione, come un naufrago che fa le sue ultime bracciate prima di affondare, con la costa che neanche si vede, avete messo inseme Report e le sue menzogne, La7 in pieno silenzio elettorale, e poi via via telegiornali ad ogni ora a sputare sul M5s, avete contrapposto telecamere, studi televisivi, truccatori e parrucche a dispetto di piazza piene con gente vera e voci vere, avete addirittura comprato i voti, vabbè ma quello lo fate da una vita e adesso vi viene ancora più facile con la fame che c'è, avete insultato, calunniato, inventato, persino bestemmiato per cercare di far perdere qualche punto in ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI che quando le perdevano lo psiconano e i suoi alleati del pd meno elle, neanche in quarta notizia al tg se ne parlava, tanto erano solo amministrative. Ed invece stasera ne sta parlando persino la saponetta nel bagno, l'ho vista ripetere che Grillo è finito, è crollato, è morto, era una finzione, etc etc. Non siete neanche andati a bere un bicchier d'acqua da oggi pomeriggio, pur di correre nei vostri salotti a predicare e fare bla bla, con la Santancheè, la Serracchiani ed i giornalisti né carne né pesce come quello con gli anelli ovunque che scrive sul fatto quotidiano (ma chi lo paga?). Alla fine che avete ottenuto? 163 erano i portavoce e 163 sono. Conta l'Italia. Il Parlamento. Dove vi faremo un c..o così! statene certi. E da domani, ancora di più, ci avete dato energia e voglia di combattere ancora più concentrati. M5S uno. Voi sommatoria di partitini e coalizioni, per fare un'ammucchiata selvaggia dove lo date e lo prendete, perché siete un po così. Crolla Italia crolla. Crolla ma resisti. Dura ancora un po. Non hanno capito
  • lupodellasteppa 4 anni fa
    Caro professore, non mi parli per cortesia di partecipazione politica. Aldilà delle piazze il M5S è un fortino con i grillini che sparano a vista a chiunque si avvicina (un loro elettore) con la paura che gli possa togliere la caramella dalla bocca. E allora come surrogato di dialogo usano i meetup ben sapendo che 100 entrano ed 1 (forse)resta.
  • massimo sorry Utente certificato 4 anni fa
    ahhhhhh...come è bello vedere e sapere che dal M5S se ne sono andati ufficialmente gli infiltrati di destra e sinistra!!! E allo stesso tempo constatare che il M5S senza di loro ha perso il... 3 o il 4% ?!?!?! Bhè, era tutto quà il peso di quelli che volevano dare la fiducia a Bersani? Ora che il Movimento si è finalmente alleggerito da costoro, sarà ancora più forte e puro!!! FORZA BEPPE!!!
  • catello lambiase 4 anni fa
    Sono comunque orgoglioso di ognuno dei voti del m5s tutti onesti, convinti e senza tornaconti personali. Ognuno di quei voti è un premio. Continuiamo cosi'. Aggiustiamo qualcosa e non ci fermerà più nessuno
  • stefano leo 4 anni fa
    vogliamo smetterla di dire che in fondo questo deludente e deprimente flop ora sbandierato da tutte le tv di stato (e di colpo di stato) in fondo sia una mezza sconfitta perché, tanto, il sistema partitico sta naufragando? se questa è una vittoria di Pirro, ebbene che adesso si presenti un Alessandro... il m5s può farcela solo se si dota di lottatori sfegatati, programmi economici credibili e attuabili e garanti di veri posti di lavoro: la politica a servizio del cittadino OGGI dev'essere una politica che crea posti di lavoro produttivo! impariamo dalla storia: Mussolini creò una nuova classe sociale (la piccola borghesia) che fu il suo bacino elettorale (oltre alla confindustria) per bloccare i comunisti ... oggi si deve creare una classe di lavoratori che sostenga il mov. : possiamo proporre idee per un rilancio dell'economia italiana che dreni investimenti dall'estero? possiamo venderci qualche pezzo di isola e penisola del tesoro per acquisire potere e poter mandare questi attuali gestori incompetenti all'Asinara? per sconfiggere la povertà bisogna eliminare chi ci continua a dare l'elemosina rendendoci debitori e schiavi e riappropriarci della ns sovranità popolare attraverso la capitalizzazione di quello che ci resta: suolo,sottosuolo,mare,opere d'arte e ben vengano i soldi di Della Valle in cambio di un pò di Colosseo! ma che ce ne facciamo di Pompei se non sappiamo gestire tutto questo patrimonio e il museo del Louvre - DA SOLO - fattura più di tutti i musei d'Italia ... e il colmo sapete qual'è? LA GESTIONE DEL LOUVRE è TUTTA DI ... ITALIANI!
  • Alessandro Crista (aljade) Utente certificato 4 anni fa
    parte 2/2 Io sono sempre stato d’accordo sul non metterci al loro livello, mantenendo la nostra identità di cittadini comuni, sul non essere partito di sistema, ma comunità in movimento, ho sempre appoggiato Beppe sul contrastare le serpi traditrici e le sirene ammaliatrici Però ora mi chiedo, ma questa Rivoluzione Democratica e Culturale, vogliamo aspettare che si compia nei suoi tempi naturali, magari anni, o vogliamo forzarli questi tempi? In altre circostanze opterei per la prima risposta, dire che ci vuole pazienza, ma oggi, con l’Italia ridotta così, in pericolo di fallimento sociale, oserei di più, vorrei essere sicuro di essere coraggioso e se questo volesse dire sacrificare la mia immagine, beh lo farei. Fin ora abbiamo fatto bene, ma adesso dobbiamo fare meglio, il massimo sforzo, possiamo dare un segnale di forza agli italiani. Come? Come vogliono in tanti, tra noi e tra gli italiani. Irrompendo in questi tributi politici televisivi, ..per guardare i nostri concittadini negli occhi e fargli sentire dalla nostra voce quanto valiamo, affrontando tutti i trucchi meschini di questi talk-show della manipolazione. Lo apprezzeranno ne sono sicuro. L’effetto sorpresa della nostra massiccia presenza ostile in Tv, non passerà inosservata e faranno fatica a distorcerla e a contrastarla. Invece il non rischiare di confonderci con loro, potrebbe di nuovo non dare i suoi frutti. Un nostro cambiamento inatteso, SOLO su questa posizione, potrebbe ribaltare il sistema; ovviamente il meglio sarebbe promuoverlo solo all’imminente scontro finale, per non dargli la possibilità di serrare i ranghi e controbattere ( insomma in stile Breaveheart o Gladiatore: -aspettare.. non ancora.. fermi.. aspettare.. ORA!!!!). Per me sarebbe una mossa vincente. Un saluto da un cittadino 5 stelle convinto. P.S.: Ho parlato di vittoria del PD-L e non di sconfitta del M5S, di proposito. Perché la nostra presenza in così tanti comuni è già di per se una vittoria (anche se relativa)
  • Diego F. Utente certificato 4 anni fa
    Ho assistito ad almeno tre interventi di Beppe Grillo alle comunali : ripeteva sempre lo stesso copione generico, salvo pochi cenni alle realta' locali , i candidati erano sconosciuti allo stesso Grillo , si presentavano sul palco con poche parole e quasi mai veramente presenti tra la gente . Strategia assolutamente perdente in elezioni come quelle amministrative . Per fortuna qualche consigliere si riuscira' a collocare sperando che sappiano essere una sana spina nel fianco dei partiti vincenti.
  • Alberto G. Utente certificato 4 anni fa
    Per questo avremmo voluto che il M5S avesse avuto più consensi!! Perchè il M5S è l'anti politica, l'anti partito per eccellenza. Gli elettori non hanno voluto fare quel sacrificio necessario, per liberarsi del vecchio sistema. E' ancora lontano quel cambiamento che tutti noi votanti del M5S, per me da due elezioni, vorremmo che avvenisse. Nel frattempo ci ritroviamo come prima delle elezioni di febbraio e questo non so se è un buon viatico per le elezioni europee del prossimo anno. Secondo me ora c'è da fare uno sforzo di comunicazione in più, allargando il proprio orizzonte ed aprendosi anche ad esperienze mediatiche, che se pur vecchie, sono ancora quelle che ancora arrivano ai più, per far arrivare a tutti, quanto di buono ed unico c'è nel M5S. Questo movimento ha un leader, che è e sarà sempre Grillo, è necessario che lui si renda conto che questa è una condicio sine qua non per far aumentare il consenso. Senza di lui, come lui vorrebbe, delegando al movimento stesso la leadership, il M5S rischierà di morire e questo mi dispiacerà moltissimo.
  • nessun copy 4 anni fa
    Io invece sostengo, che il risultato è discreto, il M***** senza televisioni, senza giornali, solo con i suoi iscritti, ha fatto entrare un bel numero di persone nei consigli comunali, di preciso non lo so, ma devono essere qualche centinaio, chi ha il dato preciso? Ma non si può commettere l'errore di abbandonarsi alla rassegnazione. Mi posso rassegnare, quando perde la mia squadra, dello sport che preferisco, ma non mi rassegno per una elezione che secondo molti di voi è persa. Io ex Pd credo che il M***** alla lunga sarà premiato e lo credo non x opportunismo, xchè potrei starmene zitto e fregarmene ma xchè da quando ho sto baracchino di computer ho scoperto quanta gente a voglia di riprendersi il futuro. Dai ragazzi non mollate forza M*****. saluti a tutti da nessun copy
  • PAOLO D. Utente certificato 4 anni fa
    E'INUTILE ORA FARE ANALISI,DISFATTISTE O CATASTROFISTICHE,A STO PUNTO ,L UNICA SCELTA E' SFIDARLI IN TV..E' CHIARO KE LORO ORMAI L UNICA ARMA CHE HANNO E CHE USANO IN COALIZIONE E' QUELLA,24 ORE SU 24 UN BOMBARDAMENTO A TAPPETO CONTRO IL MOVIMENTO,INIZIANO IL PROGRAMMA CON UN TITOLO(DI FACCIATA)E DOPO 2 MINUTI CONVERGONO SUL MOVIMENTO E CI MASSACRANO DI MENZOGNE...VEDI OGGI LE VARIE DIRETTE SULLE ELEZIONI,DALLA 7,RAI3,RAI2ECC.NN COMMENTAVANO PER NIENTE I RISULTATI DEL PDL O DEL PD..MA PARLAVANO DEL FLOP DEL MOVIMENTO..E SONO ANDATI AVANTI PER ORE..CN TUTTI I LORO GIORNALISTI IN ASSETTO DI GUERRA!NO,CARO BEPPE ORA BASTA...DEVI DECIDERE E SUBITO COSA FARE,NN POSSIAMO STARE NELL ARENA DISARMATI A COMBATTERE CONTRO I LEONI BASTARDI DEI GIORNALISTI,ANCHE PERCHE' TUTTO IL LAVORO CERTOSINO CHE STANNO FACENDO I NOSTRI ELETTI SENZA QUEL TIPO DI COMUNICAZIONE VA' DISPERSO,E NOI ATTIVISTI NN SO FINO A QUANDO AVREMO LE ENERGIE PER COMBATTERE NEL QUOTIDIANO..NEL CONVINCERE QUELLE PERSONE CHE HANNO VOTATO IL MOVIMENTO E CHE ORA SONO UN PO' DELUSE PERCHE' LA MAGGIORPARTE E' STATA DEVIATA DALLA MERDA CHE LE TV DI REGIME GLI HA SIRINGATO IN TESTA...PERCHE' PURTROPPO MOLTE DI LORO NN HANNO ACCESSO ALLA RETE..E QUINDI NOI SIAMO COSTRETTI GIORNALMENTE A DISINFETTARE E PULIRE LE LORO MENTI DALLA SPORCIZIA CHE IL LORO CERVELLO HA ASSORBITO IL GIORNO PRIMA DALLE TV SPAZZATURE....SPERIAMO DI AVERE ENERGIE SUFFICIENTI PER FARE CIO'..NN SO FINO A QUANDO!..QUINDI ADESSO..SECONDO ME E' ARRIVATA L ORA DI ROMPERE GLI INDUGI..E SPUTTANARLI IN TV..APPROFITTANDO DEIGLI SPAZI CHE CI COMPETONO..E SOPRATUTTO FARE UNA SELEZIONE PER CERCARE QUEI NOSTRI ELETTI ALL ALTEZZA DI CONTROBATTERE I MANIGOLDI...(CI VORREBBERO TIPI ALLA DIBATTISTA TANTO PER INTENDERCI!)...ALTRIMENTI QUESTO MASSACRO,CI FARA' TERRA BRUCIATA INTORNO!
  • Alberto Alberti Alberto () Utente certificato 4 anni fa
    Io credo che manchi la comunicazione tra i parlamentari e gli elettori. Non c'è una piattaforma su cui si possa vedere il lavoro svolto (ed eventualmente le porcate votate dagli altri) e collaborare. Inoltre alcuni candidati, vedi Mastrangeli, sono stati scelti con leggerezza e hanno fatto, sfruttati dai media prezzolati, una PESSIMA pubblicità in questi ultimi mesi. Io lavoro in rete e, detto con onestà, fatico ad informarmi su cosa stiano facendo i parlamentari; immaginate uno che sa a malapena usare il computer! Se non comunicate voi, lo fa la televisione al posto vostro.
  • Alessandro Crista (aljade) Utente certificato 4 anni fa
    Coraggio e sacrificio. Solite analisi post-voto? Si. Perché fare questa analisi? Perché per uno che crede in quello che sostiene, essere convinto delle scelte fatte è fondamentale, ma non tanto per una condivisione obbligata con gli altri, quanto per una onestà di confronto con i propri compagni di viaggio. Si può non essere d’accordo, ma accettare la decisione della comunità, della maggioranza, però, dopo essere stati ascoltati ed aver espresso i propri dissensi e le proprie idee. Solo così potrei sentirmi in pace con la mia coscienza. Il M5S nonostante l’impegno dei propri portavoce in questi mesi, nonostante la propria coerenza, non è stato premiato e riconosciuto come baluardo dagli italiani chiamati a votare. Non è giusto. Non è giusto che questo riconoscimento sia andato invece al PD-L. Di chi è il merito della vittoria di questo sistema di potere disonesto. Io credo che sia della sua ala informativa scaltra(cioè dei mezzi d’informazione). Hanno messo a frutto le arti imparate in un ventennio di teatrino politico, sono stati capaci di far passare il PD-L per il partito responsabile che non è, e il M5S per il movimento dilettante e irresponsabile che non è. Noi ce lo aspettavamo che agissero così, ma forse si sperava che le azioni “spudorate” smascherassero le reali intenzioni del nemico, invece contando sui loro mezzi di persuasione di massa, i nemici hanno preparato tutto a dovere, prendendosi magari qualche rischio, ma alla fine hanno vinto. Entrambi i nemici hanno vinto, perché sono un'unica creatura politica del sistema, ergo vince l’uno, vince l’altro. Noi abbiamo scelto di vivere la battaglia su tutti i campi praticabili, tranne quello preferito del nemico. Non abbiamo partecipato alle loro farse televisive, quelle che sicuramente hanno imbambolato l’Italia. Parte1/2
  • 3mendo 4 anni fa
    Vero! Si è liquefatta come la scioltarella! Mi attendevo di più, ma non dal M5S in sè, perché sappiamo chi siamo, bensì dalla gente che ne ha piene le balle e non vuole veramente più avere a che fare con certe questioni. Si vede che mi sono sbagliato e vuol dire allora che ci sono degli/delle amanti della vaselina. Ma attenzione, perché anche quella costa sempre di più...
  • ven zaneln 4 anni fa
    M5s era partito bene alle politiche come movimento popolare, adesso si è scoperto di sinistra, e, in concorrenza al PD non prendi tanti voti.
  • Krusty il clown 4 anni fa
    Fate entrare i clown!
  • Marisa S. Utente certificato 4 anni fa
    Fiorito condannato a 3 anni e 4 mesi e a 5 anni di interdizione dai pubblici uffici http://www.online-news.it/2013/05/27/fondi-pdl-fiorito-condannato-a-3-anni-e-4-mesi-5-anni-di-interdizione-dai-pubblici-uffici/#.UaPI_RWXU0g ma nel tg fanno vedere Fiorito baldanzoso che si dichiara innocente e di voler abbandonare spontaneamente la politica. Incredibile !!! Se non fosse stato costretto mo avrebbe mollato l'osso !!! E questo è solo un esempio del modo in cui danno le notizie in televisione e di come manipolano l'opinione pubblica...
  • Adriano P. Utente certificato 4 anni fa
    Ma che gente c'è in Italia?! Tutti si lamentano ogni giorno per lo schifo di paese in cui vivono e quando si presenta l'opportunità di utilizzare l'unico strumento democratico che ci è rimasto per farsi sentire.. non si presenta quasi nessuno!! Siamo un popolo di lobbisti, ladri, furbi, imbroglioni, cinici a cui questo sistema piace da 2000 anni!! Rendiamocene conto. Per questo Beppe vuole un cambio culturale ma sarà molto dura purtroppo.
    • GIUSEPPE C. Utente certificato 4 anni fa
      Caro Adraino, putroppo gli italiani sono quelli da te descritti. Altro che rivoluzionme francese. Siamo un popolo di sottomessi. Ricordiamoci che a Febbraio Berlusconi ha preso voti a destra, a sinistra e al centro da chiunque perchè a promesso no IMU e condoni tombali. Neanche se avessimo 100 cloni di Grillo si vincerebbe in Italia. Gli italiani sono sensibili al voto di scambio. Contro i propri figli. SEnza Speranza ? Ha ragione Beppe. Bisogna aspettare il cambiamento culturale. Altre soluzioni ? Forse sì, giocarsela con le stesse armi. Per esempio prendere il posto del PDL nel governo Letta e distruggere il berlusconismo con leggi forti (conflitto di interesse, falso in bilancio, ineleggibilità, nazionalizzazione dell'ILVA e del MPS, credito alle imprese e alle famiglie, ecc... Insomma, giocare con le loro stesse carte ma a favore della gente e contro le caste.
  • Claudio B. Utente certificato 4 anni fa
    Grazie professore di aver messo in risalto quello che e' il vero dramma della questione. Per molti, specialmente per quelli che si dicono di sinistra e democratici, un risultato non positivo per il M5S sembra un motivo di soddisfazione. E' come gioire se la casa del tuo vicino del piano di sotto va fuoco. Io ritengo che il risultato delle politiche e' andato oltre lo sperato e questa potrebbe essere la dimensione reale del M5S in questa follia collettiva in cui stiamo vivendo. Ritengo questo risultato piu' realistico perche' pensare che 1 persona su 4, che incontro la mattina sia una persona seria rispettabile ed onesta, mi sembrava veramente troppo. 1 su 8 ancora faccio fatica a crederlo... comunque....
  • Peppe Todaro Utente certificato 4 anni fa
    Dalle 16:00 di questo pomeriggio ho assistito, su tre diversi canali televisivi che parlavano delle elezioni, alla esternazione di un mantra da tempo auspicato, voluto. Per coloro che vivono di politica, per i vari conduttori di talk e i personaggi con cui agghindano le loro trasmissioni, questa tornata elettorale costitutiva la possibilità di sciogliere quel grosso nodo alla gola formatosi all'indomani dell'exploit del Movimento 5 Stelle. Tutti loro, ma anche e soprattutto la carta stampata, in questi mesi hanno lavorato sapientemente per screditare il nemico giurato della politica italiana, l'alieno venuto da un altro pianeta che pretende di cambiare tutto e tutti. Vedendo le trasmissioni questo pomeriggio, preso da un frenetico zapping, ho potuto cogliere sul nascere quello che sarebbe dovuto essere nelle loro intenzioni l'attacco definitivo al Movimento. Tutti all'unisono, come se si fossero parlati e concertati prima di diramarsi nelle diverse trasmissioni di approfondimento politico, hanno ripetuto che il Movimento ha subito un clamoroso calo perchè negli ultimi mesi non ha prodotto nulla, anzi si è solo occupato di stipendi e diaria. La maggior parte degli Italiani sono in balia di questi individui, della loro falsa informazione e della loro sudditanza al potere costituito. Occorre, al più presto, contrastare efficacemente questo getto di letame gratuito sul Movimento e su tutti coloro che come me credono in un pieno e trasparente rinnovamento di questo Paese, ma cominciano a pensare che questa guerra mediatica debba essere combattuta diversamente. Ricordiamoci che il popolo scelse Barabba e gli Italiani mi sembra che siano rimasti fedeli a quell'idea.
    • Andrea Caroli (elettrociccio) Utente certificato 4 anni fa
      Hanno gli occhi lucidi quando parlano in quelle trasmissioni del cavolo, gli basta poco come alibi per perseguire nelle loro banalità, fin'ora non avevano trovato