W la libertà d'espressione! Ritirate la querela a Beatrice Di Maio!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Franco Bechis

Questo è un appello. Al presidente del Consiglio Matteo Renzi e al suo sottosegretario, Luca Lotti. Così vado subito al sodo: presidente, faccia ritirare quella querela presentata a Firenze nei confronti di Beatrice di Maio, un account twitter che secondo voi è falso e appartiene alla “macchina del fango” del Movimento 5 stelle. Lotti si è offeso- un po’ in ritardo a dire il vero- per un tweet dell’aprile scorso. Adesso lo pubblico, così tutti ci capiamo. Eccolo.

In quei giorni impazzavano sulla stampa le intercettazioni che hanno portato poi alle dimissioni del ministro Federica Guidi. In una di quelle c’era una conversazione a cui partecipava il fidanzato della Guidi. L’interlocutore diceva che sarebbero state pubblicate “quelle foto di Graziano Delrio con i mafiosi”. Beatrice di Maio ironizzò e in qualche modo stemperò la tensione di quella intercettazione pubblicando le foto di chi frequentava Delrio: gli altri membri del governo Renzi. Fra questi c’era anche Lotti, che si è offeso ad essere accomunato a quel “mafiosi”. Posso capire, ma appare evidente che quel tweet aveva caratteristiche di satira. Può non piacere, certo. Ma è satira, come nelle vignette.

Sulla stessa vicenda i giornali titolarono seriamente, e qui ce ne è un esempio: “Ho le foto di Delrio con i mafiosi”. Era una boutade, come spesso capita con le intercettazioni prese a casaccio, ma venne vissuta come fatto serio. Anche come tentativo di minacciare un ministro. Lui si difese, e la storia finì lì. Ma perché querelare quel tweet? Sa quanti ce ne sono in giro per la rete, sa quanti sono i simpatizzanti del Pd che ironizzano anche in modo più pesante?

Signor Presidente del Consiglio, le posso assicurare che Beatrice di Maio non è lo strumento di una macchina del fango, ma una ragazza in carne ed ossa, di 25 anni. Una brunetta romana oggi spaventata come è ovvio quando i personaggi più potenti di Italia la portano alla sbarra con tanto di tam-tam (e sciocchezze assolute) pubblicate dalla grande stampa. Ma non è per lei che le faccio questo appello: non la conosco. Ho esaminato a fondo il suo account: fa battute, qualche volta riuscite, altre molto meno. Ogni tanto ritwitta notizie e commenti che condivide di solito ripresi da articoli stampa o trasmissioni televisive.

Non è per una giovane ragazza che le chiedo- Presidente- questo passo indietro. E’ per un’altra amica a cui tengo più di ogni altra cosa: la libertà. Un personaggio pubblico come lei o come Lotti deve rinunciarvi un po’: sono le regole del gioco. Ma la libertà di espressione, di opinione e di satira, stabilita in un articolo della Costituzione che nessuno vorrebbe toccare, non può essere minacciata come lo è da quella querela. Sono convinto che lei sia il primo a saperlo, tanto è raramente sa privarsi del gusto di battute che i suoi bersagli potrebbero talvolta considerare offensive. Ma sono ironiche, e sanno comprendere.

E’ in nome di quella libertà- Presidente-che le chiedo un passo indietro. Perché non c’è bene più prezioso in un paese da difendere, e dovrebbe stare a cuore la sua protezione più a lei che a me. Lasci perdere i tribunali, e liberamente discutiamo di come molti- anche le forze politiche, in primis quella guidata da lei- delle verità e delle bugie che circolano sui social. E a dire il vero non solo su quelli, visto che giornali e tribune della politica non sembrano così diverse. Discussione libera, che non può puntare ad oscurare una battuta che non si considera riuscita. Non aggiungo altro, perché sono certo che quella querela sia un passo precipitato nella tensione della campagna elettorale e dello scontro politico. Ma che lei sappia quello di cui parliamo, e farà quel passo indietro.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • lory 1 anno fa
    Ciao Offro prestiti (y) E-mail: sylviane.harry@hotmail.com Offro prestiti a organizzazioni commerciali e privati, che vanno da 5.000€ a un massimo di 10.000.000€. Offro prestiti personali, prestiti di consolidamento del debito, capitale di rischio, prestiti commerciali, prestiti agli studenti, mutui casa o “prestiti per qualsiasi motivo. Grazie contatto con me. Sono qui per portare gioia e la pace del cuore a tutti coloro che in difficoltà finanziarie e per il rispetto di tutti non esitate a contattarci per ulteriori informazioni. e-mail: sylviane.harry@hotmail.com (y) Grazie per la condivisione che possono essere di interesse ai tuoi amici!
  • franck dupuis Utente certificato 1 anno fa
    Buongiorno Fatto più lo erreure di cintacter il privato per la vostra domanda di prestito, fatta il vostro delmande direttamente ha la banca. Ho ricevuto un prestito di 150.000 euro nella banca CPL. Potete fare la vostra domanda direttamente sui siti web. Vi occorre soltanto premere sul collegamento e fare la vostra domanda di prestito senza pagamento anticipato prima della ricezione di prestito. Ecco il sito: http://www.cplbank.com/
  • Marcello 1 anno fa
    Pure paraculi: manco il coraggio di sostenere le proprie idee; povera Di Maio, la difesa di Bechis è peggio dell'offesa.
  • Stefano M. Utente certificato 1 anno fa
    Essere querelati per un tweet del genere che come dice Bechis, vuole essere ironico e non diffamante, è ridicolo. Spero che il sig.Lotti ci possa ripensare e ritirare la denuncia contro questa ragazza. Le battaglie politiche si vincono con le idee, i comportamenti, lo spessore morale, le libertà, non certo con le denunce.
  • laura c. 1 anno fa
    Il Pd appena legge "Di Maio" non capisce più niente: gli va il fegato in fiamme e parte rabbiosamente all'attacco...
  • giancarlo ricomini Utente certificato 1 anno fa
    queste persone sono un pericolo per i cittadini questi vogliono il potere in mano per fare le cose che tornano a loro bisogna ringraziare napolitano il peggio presidente che l italia ha avuto qualcosa si puo fare mandarli tutti a casa e seguestrare i soldi che hanno preso in piu j soldi sono dei cittadini
    • Gaetano S. Utente certificato 1 anno fa
      Approvo in pieno. Scusa Giancarlo: ho cliccato involontariamente sul commento inappropriato mentre volevo dare il voto massimo al commento, come ho fatto realmente subito dopo.
  • Gaetano S. Utente certificato 1 anno fa
    Sarò schematico: 1) Dottor Bechis, Lei è un grande, ed è uno dei pochi giornalisti italiani degni di questo nome. 2) Beatrice tieni duro, siamo tutti con te! 3) Qui siamo davvero alla dittatura: questi qui stanno facendo già le prove generali per il totalitarismo che vogliono instaurare con la loro schiforma: peccato che se la possono sognare, perché presto gli andrà tutto di traverso... 4) Continuo a sostenere totalmente la proposta di uno studio legale a Cinque Stelle. Condivido poi anch'io necessità di una massiccia controffensiva legale che li faccia davvero tremare. Ci vorrebbe una controquerela per attentato alla Costituzione e alla libertà di espressione, firmata da tutti noi, così pesante e colossale che dovrebbero ricordarsela per sempre!... 5) Per ora, come minimo dovremmo gridare a questa gente: "Denunciateci tutti". Beppe, ragazzi, per favore, lanciate per il momento almeno un hashtag e una campagna online con questo slogan come segno di piena solidarietà a Beatrice!
  • Alessandro Ranuncolo Utente certificato 1 anno fa
    Sul web riguardo certe persone c'è un repertorio ben più pesante di una battuta che seppur scomoda mi ha fatto ridere, è ovvio che i signori nelle foto non sono affiliati ai clan, mi viene addirittura da pensare che il vero bersaglio possa essere il cognome della ragazza. Posso tuttavia dire che l'unica persona di cui forse potrei fidarmi fra tutti è il signore con la farfalla, purtroppo sono sicuro che questo non offenderà (moralmente) il querelante. Un saluto a tutti i lettori
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Chi non capisce lo scherzo è non tollera la satira non dimostra di essere una persona intelligente. Quelli veramente cretini e fanatici addirittura sparano e uccidono i vignettisti, come e' successo a Charlie Ebdo. Non credo che nessuno voglia mettersi sullo stesso piano.
  • vincenzo 1 anno fa
    Dott. Bechis apprezzo moltissimo il suo appello ma con questi signori..(si fa per dire)l'unica cosa da fare è mandarli a casa.Poi una curiosità, ma il termine per presentare una querela non è 90 giorni mi pare che il tweet è del 17/4 quindi..............
  • Antonio* D. Utente certificato 1 anno fa
    In Itaglia, la libertà di espressione, si vende a lotti.
  • Stefano Cecconi 1 anno fa
    BEATRICE, metti in CROWFUNDING spese legali e avvocati. Quel che avanza e risarcimenti quando vinceremo in beneficenza. Ribaltiamo il messaggio del PD in 100.000 ne difenderemo Una per educarli tutti.
    • Antonio* D. Utente certificato 1 anno fa
      Giusto!
  • paolo boccali Utente certificato 1 anno fa
    Sono basito! nel vedere il tweet incriminato. Di evidente senso ironico. Io, da sempre, ho toccato con mano la totale assenza di senso dell'ironia di quella parte politica. Quindi, bravo Franco Bechis! Lei si è dimostrato equilibrato e persona normale.
  • Max Stirner Utente certificato 1 anno fa
    PER TUTTI E PER NESSUNO Non occorrerebbe chiedere a questi "signori" di ritirare una querela, a mio giudizio pretestuosa e meschina. Basterebbe cambiare le regole della querela, dove chi querela, se perde, paga lo stesso prezzo che chiede al querelato e vedresti crollare immediatamente il numere di queste querele, soprattutto quelle mosse da questi "personaggi".
  • Nando Meliconi (in arte "l'americano") Utente certificato 1 anno fa
    ADESSO LA MACCHINA DEL FANGO SI CHIAMA WEB! Decenni di TV e giornali di partito no??? Altro che difesa, tocca attaccà! Webbeti del mondo, non contate un caxxo...basta esserne coscienti! Cordiali saluti Nando da Roma p.s. Ma noi na bella denuncia collettiva mai? Sempre e solo a subire!
  • Canzio R. Utente certificato 1 anno fa
    Ma scusate questa specie di "razza esclusivamente toscana" datasi alla politica,siete sicuri che sappia qualcosa, del significato delle parole ,libertà,democrazia? Credete che le lobby, che li manovrano, glielo hanno spiegato il significato?Quando il cazzaro,nelle sue farneticazioni, dice che "loro sono contro la casta e che il M5S è l'emblema dei poteri forti", quando se la prende di continuo, con il Fatto Quotidiano,reo di attaccarlo sempre,quando dice che la rai fa "autonomamente" servizio pubblico,pensate che sia sempre lucido o a bisogno di qualche neurologo? Il 4 dicembre faremo capire con un booooom di NO che questa accozzaglia, deve "fuggire" insieme al 90 enne, che ancora li comanda.
  • Carlo D'Ottone Utente certificato 1 anno fa
    ma perché Lotti ha presentato la querela a Firenze e non a Roma ?
  • lucky lu 1 anno fa
    'E’ in nome di quella libertà- Presidente-che le chiedo un passo indietro' E' un passo avanti nel senzo della paura al potere nei singoli individui.
  • francesco repetti 1 anno fa
    La speranza dei nudi che.........faccia un caldo inverno.
  • massimo f. Utente certificato 1 anno fa
    Ineccepibile Franco Bechis! I media di regime diffamano il m5s h24 e questi hanno il coraggio di querelare una cittadina di 25 anni per un tweet ironico e assolutamente NON offensivo...All'indecenza non c'è limite!!
  • Riccardo Alasia (riccardoalasia) Utente certificato 1 anno fa
    Caro Bechis, d'accordo con lei sulla libertà di espressione e infatti trovo alcune querele davvero ridicole. Certo, la Di Maio in questione non è che faccia satira, poverina: non è in grado. Sarebbe interessante avere l'opinione sua, Bechis, sulle vignette di C.Hebdo sul terremoto italiano, e sulla successiva querela inoltrata dal sindaco di (credo) Amatrice
  • giuseppe satriano Utente certificato 1 anno fa
    Grazie dott. Bechis per questa nota che mi ha emozionato. Lei è una persona pulita ed onesta intellettualmente, come ho potuto notare in molte occasioni, e puo' essere annoverato tra i veri giornalisti del nostro paese. Glielo dice uno che non ha mai letto Libero in vita sua e che ha sempre votato Partito Comunista; Di nuovo grazie per il suo coraggio . Prendere le parti di una ragazza indifesa non paga in questa nostra Italia.
  • pabblo 1 anno fa
    mala tempora currunt.. o forse è meglio scriverlo in toscano...stretto?...
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
    Ciao Franco, copio una parte dal tuo POST : ******************************************************************************** "E’ in nome di quella libertà- Presidente-che le chiedo un passo indietro " ********************************************************************************* quello che stà avvenendo con la riforma è di RIDURRE la LIBERTA' togliendo la possibilità di votare i senatori. Stai CHIEDENDO al LUPO di NON MANGIARSI L'AGNELLO
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus