Il Tg1 fascista censura gli indagati Pd #OrfeoCensore

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

orfeoilcensore.jpg

Il Tg1, telegiornale di punta della RAI fascista, nell'edizione delle 20 di ieri ha censurato le tre notizie circolate ieri sui condannati e gli indagati del Pd. Nell'ordine:
1) Condannato per truffa il consigliere regionale piddino Abaterusso
2) Indagato il sindaco piddino di Fiumicino Montino
3) Indagato il governatore piddino della Campania De Luca
L'unico accenno a queste vicende di interesse nazionale è stato un trafiletto di 15 secondi dal minuto 27:54 letto con la velocità degli effetti collaterali dei farmaci: "Falso in atto pubblico: avviso di garanzia per il presidente della giunta regionale della Campania. La vicenda risale al periodo in cui Vincenzo De Luca era sindaco di Salerno e riguarda una variante di progetto per la realizzazione di Piazza della Libertà. No comment dice l'indagato.". Viene occultata l'appartenenza di De Luca al Pd, censurate le altre due notizie.

VIDEO I 15 secondi di vergogna del Tg1 fascista

Il censore del Tg1 è il direttore Mario Orfeo. Orfeo il Censore è postideologico: non è di destra nè di sinistra, è una bandierina, si muove e censura a seconda di come tira il vento. Ha svolto il suo ruolo con Monti, Letta e poi il Bomba, l'"en plein" dei non eletti. Alcuni commissari della Vigilanza Rai più volte hanno chiesto conto a Orfeo del suo operato, richiamandosi ai principi di correttezza e pluralismo dell'informazione, ma invano. Orfeo il Censore non risponde ai cittadini che gli pagano lo stipendio, ma solo al premier che gli assicura il posto di lavoro. Orfeo il Censore è uno dei gerarchi della RAI fascista, prima va via insieme al Bomba e prima l'informazione tornerà libera.

VIDEO I servizietti del tg1 sul M5S

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus