Gli ultimi giorni di Cinecittà #spaghettigovern

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

palazzo_vuoto.jpg

Questi giorni sembrano gli Ultimi giorni di Cinecittà, una versione sordida e surreale degli Ultimi giorni di Pompei. Una recita da spaghetti western all'amatriciana tra palazzi di cartone tirati su in qualche modo. Una città fantasma, una ghost city polverosa, un continuo andare e venire tra palazzi di cui si vede e rivede la facciata dietro alla quale non c'è nulla. Un film di serie B, ma molto costoso, fatto con i nostri soldi, che si sposta di telegiornale in telegiornale da Palazzo Madama, al Quirinale dove vigila l'Uomo del Colle, da Palazzo Grazioli al Viminale a Palazzo Chigi con qualche deviazione al Nazareno. Queste facciate sono diventate familiari come l'ingresso di casa nostra, ci accompagnano da mattina a sera e ci infondono sicurezza. Dietro a edifici così austeri, ripieni di storia patria, dove si immagina l'aleggiare di un Giolitti o un De Gasperi, qualcuno opera per la Nazione, per la stabilità e la governabilità. Se qualche cittadino si azzardasse a suonare il campanello e ad entrare troverebbe solo la stabilità dei Boot Hill, delle colline degli stivali, i cimiteri del West. E' ipnotico questo percorso quotidiano tra i Palazzi di Cartone che hanno sostituito il Palazzo di Pasolini. Allora nel Palazzo c'era l'antagonista, il nemico, insomma qualcuno da combattere, oggi, dietro ai portoni, c'è il vuoto. Come sconfiggere il vuoto? Rischi di mulinare pugni nell'aria. Di fare la figura del pazzo, della voce che grida nel deserto. Di fronte ad ogni palazzo c'è immancabile una folla di comparse sottopagate che rincorrono dei presunti attori che declamano la loro recita quotidiana. Un copione che non cambia mai, sempre le stesse parole, del resto gli attori sono quello che sono, dei poveri figuranti della Bce, del FMI e di Confindustria oltre che di qualche ras nazionale, non certo dei Gary Cooper in Mezzogiorno di fuoco. I palazzi sono i fondali della Repubblica, il poco o niente che ancora la sostiene e la rappresenta, per quanto rimarranno in piedi? Basterebbe un soffio di democrazia per fare venire giù tutto.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Gabriele 3 anni fa mostra
    Mi avete bloccato. Bella democrazia di merda. Finalmente vi state rivelando i fascisti che siete, nelle vostre ville fatte con soldi pubblici a sperare nella fine di un paese. Complimenti!! Dove stavi quando questo sistema diventava sempre più forte? ne facevi parte e ti prendevi i miliardi dalla rai dei partiti e dei democristiani. Fai schifo ipocrita
    • ENZO D. Utente certificato 3 anni fa mostra
      ahahahahahahahahahahaha... vi daremo l'olio di ricino....w il duce Beppe...
  • xduraxcenxsurax 3 anni fa mostra
    censurato: ------------- Paola Calabrini Utente certificato 2 ore fa Caro Grillo, non mi piace offendere ma visto che a te piace molto, ti potrei dire che tu, con la tua faccia gonfia da bevitore incallito, sei l'immagine perfetta della decadenza dell'impero romano, quando le orde dei barbari arrivavano a distruggere quel poco che era rimasto della grandezza di Roma. Poi ci furono secoli di oscurantismo medievale....Grillo, bada a non fare facile retorica sull'incazzamento generale di un paese che non vede futuro! Potresti vincere, ma cosa? rovine rovine e rovine.. --------------
  • bruno pirozzi Utente certificato 3 anni fa mostra
    Il comico sbruffone Il comico sbruffone Dopo la pagliacciata in diretta streaming, Grillo è stato contestato ed aspramente criticato da quattro suoi senatori, che l'hanno accusato di aver perso una buona occasione per illustrare il programma del M5S. Doveva parlare di Europa, di TAV, di F35 ecc, invece s'è lanciato in un'invettiva piena di insulti fine a se stessa. Se i suoi elettori, che un anno fa l'hanno portato alle stelle continueranno a sostenerlo, lo si vedrà al prossimo turno elettorale. La sua apparente sicurezza l'ha già ampiamente dimostrata in Sardegna, (come ha riferito il medico europarlamentare Susy De Martini nella trasmissione night desk del 19 febbraio) dov'era diventato il numero uno per i consensi ricevuti. L'aspettavano perché trovasse soluzioni valide e concrete per una regione martoriata da una disoccupazione al 20% e da mille altri problemi, invece ha preferito scappare, fuggire dalla realtà che non perdona, limitandosi a dire che s'è trovato nell'impossibilità di formare una lista. Ha dimostrato di essere solo buono a parlare senza contradditorio, ad attaccare e protestare a 360°. Gli alberi si giudicano dai frutti, le persone dalle azioni, i grandi uomini dalle opere. Grillo non fa nemmeno più ridere. Finirà sommerso dal polverone che ha sollevato nelle piazze d'Italia e si ritirerà dalla vita politica con tutti i suoi soldi. Non lo rimpiangeremo. Le stelle vere, quelle del cielo, continueranno a brillare lo stesso.
    • Maurizio Giannattasio Utente certificato 3 anni fa mostra
      Ammazza pure le stelle sei andato a scomodare, parlare di azioni non mi sembra il caso ricordarti che il M5S ha rinunciato al finanziamento pubblico è che i cittadini parlamentari si sono tagliati lo stipendio, il resto al di la di qualch'uno che rosica in sardegna le cose te le devi far raccontare dagli attivisti M5S veri quelli che stanno sul territorio non quelli che volevano cavalcare l'onda. Continua a seguire la TV che è meglio perchè venire qui a sparare cazzate, fai solo figure di merda. Un altro consiglio, guardati i dipendenti sul sito ufficiale del governo e vedi quanto lavora uno del M5S e un'altro di un'altro partito, il lavoro prodotto nelle commissioni ecc.ecc...
    • simone stellini Utente certificato 3 anni fa mostra
      oh Bruno suvvia non far veder cosi' bene che ti rode....
    • Chip En Sai Utente certificato 3 anni fa mostra
      Grazie Bruno per la tua acutissima analisi e per i tuoi originali pensieri!... Vedo che al momento hai ricevuto in pochi minuti ben 8 "fantastico"!... sta' a vedere che entro oggi arriverai minimo a 100!... E' vero è facile criticare a 360°... difficile è proprio fare proposte concrete e impegnarsi perché le cose cambino davvero sulla base di esse!... purtroppo neppure ai grandi cuochi tutte le ciambelle riescono col buco!... La tua critica della critica... sterile a parer tuo e di chi hai citato... di Beppe al sistema attuale sembra davvero tutt'altro che improduttiva!... infatti ora i problemi dei sardi li stai per risolvere tu! .-(((
    • Gian Carlo Capitanio (tato67) Utente certificato 3 anni fa mostra
      basta sempre la solita solfa, siete strazianti, noiosi, ottusi, inopportuni e sopratutto incoerenti ma anche fai parte del Il Merdone Quotidiano
  • Paola Calabrini Utente certificato 3 anni fa mostra
    Caro Grillo, non mi piace offendere ma visto che a te piace molto, ti potrei dire che tu, con la tua faccia gonfia da bevitore incallito, sei l'immagine perfetta della decadenza dell'impero romano, quando le orde dei barbari arrivavano a distruggere quel poco che era rimasto della grandezza di Roma. Poi ci furono secoli di oscurantismo medievale....Grillo, bada a non fare facile retorica sull'incazzamento generale di un paese che non vede futuro! Potresti vincere, ma cosa? rovine rovine e roviene...
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus