Il #ProgrammaAffariCostituzionali del MoVimento 5 Stelle

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


di MoVimento 5 Stelle

Semplificazione, partecipazione, democrazia diretta, trasparenza e meritocrazia. Sono le parole chiave del nostro programma per le riforme istituzionali.
Dopo mesi di lavoro, di studio e di confronti con diversi esperti, siamo orgogliosi di aprire la discussione sul programma delle Riforme istituzionali del MoVimento 5 Stelle.
Con le proposte che sottoporremo al voto dei nostri iscritti, vogliamo esaltare lo scopo principale della Costituzione, che è anche la mission principale del MoVimento 5 Stelle: la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica e alle sue decisioni essenziali.
Vogliamo rivoluzionare il nostro sistema istituzionale partendo dal contenimento dei costi della politica, ponendo fine agli eccessi della casta che hanno allontanato i cittadini dalle istituzioni democratiche.

È nostra intenzione introdurre la riduzione del numero dei parlamentari e delle loro indennità, nonché la modifica dell’immunità penale dei parlamentari, che deve essere limitata alle opinioni e ai voti espressi nell’esercizio delle funzioni. Desideriamo anche cancellare le Province e il CNEL dalla Costituzione.
Altro punto per noi essenziale è il rafforzamento degli strumenti di democrazia diretta: anzitutto attraverso l’istituto del referendum, che ha segnato alcuni tra i principali passi in avanti nella nostra storia politica. Proponiamo la cancellazione del quorum costitutivo che è diventato solo uno strumento usato dai partiti per invalidare il risultato.
Proponiamo l’introduzione del referendum propositivo, in modo che si possa consentire agli stessi cittadini di proporre una legge e non solo di cancellare quelle approvate dal Parlamento.

Vogliamo anche uniformare l’età degli elettori delle due Camere che, oggi, è diversa. 18 anni per votare i deputati e 25 anni per poter votare i senatori. Questa differenza contribuisce a produrre risultati diversi e, spesso, maggioranze diverse nei due rami del Parlamento. Per risolvere questo problema basta equiparare le età, senza cancellare il voto per una delle Camere. Per noi è importante abbassare l’età in cui è consentito il diritto di voto, portandola a 16 anni.

Siamo a favore dell’introduzione di un vincolo di mandato che impedisca il trasformismo e la nascita in Parlamento di partiti mai votati da nessuno.
Anche nel campo della Pubblica amministrazione proponiamo innovazioni significative come quella di far partecipare i cittadini a decisioni importanti come quelle sulle grandi opere.

Un altro punto del nostro programma mira ad esercitare un maggiore controllo, attraverso un sistema di nomine uniforme, innovativo e trasparente, dei componenti delle Autorità indipendenti, a cui i cittadini si possono rivolgere per far valere i propri diritti e controllare l’attività dell’amministrazione. Il nostro sistema mira a far sì che i responsabili di queste Autorità che controllano il mercato, l’energia, le telecomunicazioni, la privacy, e tanti altri settori essenziali della cosa pubblica, non siano condizionati da pressioni politiche e conflitti d'interesse.

Vogliamo poi conoscere la vostra opinione sull’introduzione in Costituzione di una vera e propria cittadinanza digitale per nascita: cioè di un’identità, anche online, riconosciuta dallo Stato, necessaria non solo per assicurare a tutti i cittadini quello che oggi è un nuovo diritto fondamentale, cioè il diritto di accesso alla Rete, ma anche per semplificare il rapporto con la Pubblica amministrazione.

La semplificazione dei processi amministrativi che seguirà sarà possibile solamente attuando i principi già presenti nelle leggi vigenti, senza ulteriori “grandi riforme” che producono solo confusione legislativa. Vogliamo abbattere le inutili barriere burocratiche per avere finalmente un vero diritto di accesso agli atti e ai servizi della Pubblica amministrazione, semplice ed efficace.

E’ nostra ferma intenzione rivoluzionare il rapporto dei cittadini con l’amministrazione con una più corretta e incisiva valutazione delle performance dei dipendenti della Pubblica Amministrazione. Devono essere premiati i più meritevoli e non coloro che cercano delle scorciatoie.

Nella stessa ottica si pongono le nostre proposte in materia di regionalismo. Sarete voi a decidere se è opportuno intervenire sulla divisione delle materie tra Stato e Regioni e sul trasferimento a queste ultime e ai Comuni di funzioni amministrative, anche attraverso una leva fiscale per incentivare questa responsabilizzazione.
Il nostro obiettivo è di ridurre gli apparati burocratici statali e rendere la Regione l’ente di raccordo fra lo Stato e i Comuni per l’attuazione delle politiche pubbliche.
Lo scopo finale è quello di arrivare, finalmente, ad un netto miglioramento in termini di efficienza dei servizi e di controllo da parte del cittadino. La macchina statale deve essere snella e completamente fruibile dal cittadino.

Tutti questi obiettivi non potranno essere perseguiti senza sanare le storture provocate, nella nostra democrazia, dai vincoli esterni imposti all’Italia negli ultimi anni, all’insaputa dai cittadini. Per questo proponiamo la rimozione dalla Costituzione del pareggio di bilancio, senza la quale ogni proposta di investimenti produttivi è solo pura propaganda.

Al contempo vogliamo introdurre l’obbligo di consultare i cittadini per autorizzare qualsiasi cessione della sovranità popolare ad enti sovranazionali: una pratica seguita in molti Paesi dell’Unione europea, a cui da noi si è fatto ricorso solo una volta, ben prima del Trattato di Maastricht e degli altri Trattati europei. Solo se a decidere del Trattato sul libero scambio con il Canada o con gli Usa, e sugli altri Trattati, saranno i cittadini, per previsione costituzionale inderogabile dai partiti, e non un’oligarchia eletta con leggi incostituzionali, potremo tornare a sperare in un futuro migliore per l’Italia.

Grazie e buon voto a tutti.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • ALBERTO Z. Utente certificato 4 mesi fa
    Vorrei Referendum propositivi obbligatori, se il Parlamento non vota favorevolmente il progetto di legge presentato, entro 12 mesi.Quorum massimo del 20%.
  • DOMENICO FORZIATI 4 mesi fa
    Il reddito di inclusione non è solo una brutta copia del reddito di cittadinanza, ma è un vero e proprio imbroglio perchè sostituisce sia il sostegno all'inclusione attiva (carta SIA) sia l'assegno sociale di disoccupazione (carta ASDI), che venivano già erogati. Gli stanziamenti sono praticamente gli stessi. Il governo Renziloni, nelle vesti del nuovo Robin Hood, toglie e poi ridà ai poveri quello che già avevano. Vergogna! Domenico Forziati
  • nicolino antenucci 4 mesi fa
    certo che sono d'accordo, visto che sono quasi tutte proposte del referendum al quale ho votato SI: riduzione parlamentari, riduzione quorum referendum, referendum propositivo, abolizione province, abolizione cnel. ok anche al voto ai 16enni, come già fa il PD alle primarie. sarebbe bene mettere anche la riduzione dei stipendi ai consiglieri regionali, come era previsto nel referendum.
  • Gennaro di Bartolomeo Utente certificato 4 mesi fa
    la sburocratizzazione dello Stato passa, necessariamente, dalla diminuzione degli Enti preposti a fornire "servizi" in fotocopia e "massacrati" dal familismo e corruttela! Bene si aboliscano le Regioni! A tutela della cittadinanza basta ed avanzano strutture leggere come le "Aree vaste" o "Provincia" che tramite i propri rappresentanti locali possono portare in discussione i bisogni dei cittadini per quanto riguarda : viabilità, edilizia scolastica , agricoltura, difesa del suolo! La Sanità, visto come viene gestita a tutta "friggitoria" per usare un termine coniato nella mia Regione, gestita dallo Stato con manager di provata capacità con incarico sottoposto a valutazione! Le gare di appalto affidate alle Prefetture che faranno qualcosa d'altro oltre i passaporti! Si avrebbe meno spese, meno corrutela, servizi efficienti con personale adeguato! Invece si muore dopo quattro ore al pronto soccorso!
  • lilly 4 mesi fa
    La messa in stato di accusa del governo in costituzione già c'è i ministri e il presidente del consiglio sono collegialmente responsabili dei loro atti ma penso che il problema della nostra costituzione non è questo ma le sue disfunzionalità vere.L'art 3 già stabilisce il principio di uguaglianza e di dievieto di discriminazioni e protegge tutta la gamma in cui possono verificarsi.In merito agli animali se è scontato che nessuno possa maltrattarli ed è bene che esista una legge a loro protezione c'è sempre il problema degli animali d'importazione che presentano una certa pericolosità e non di rado si sentono casi di bambini assaliti spesso in condizioni gravi nel cortile di casa o chi fà una corsa di mattina e si trova in strade laterali.Questa tipologia di animali non andrebbe permesso di importarla.I nostri gatti e cani sono già belli di per se
  • Danilo Deaglio 4 mesi fa
    Secondo me dare il voto ai sedicenni e' una cagata pazzesca. Secondo me anche il bicameralismo perfetto e' una cagata pazzesca. La seconda camera va abolita oppure trasformata in qualcosa di diverso, come ad esempio una camera federale (o delle regioni), come in Germania. Il fatto che tutto questo NON sia presente nel programma del M5S mi da un'ulteriore ragione per NON VOTARE PIU' questo partito che ormai e' molto diverso da quello che volevamo creare qualche anno fa. Adios
  • Lorenzo P. Utente certificato 4 mesi fa
    Indubbiamente uninformare l'età degli elettori di Camera e Senato ha senso, non si capisce perchè uno che ha 18 anni è maturo abbastanza per votare alla camera ma non al Senato. Si potrebbe anche tentare di introdurre il concetto di empeachment per il presidente del Consiglio e le più alte cariche dello Stato ministri compresi. Per ora esiste per il presidente della Repubblica ma visto il potere che ha il presidente del Consiglio e alcune alte cariche la possibilità di mettere in stato di accusa va inserita perchè il capo del governo ha il potere esecutivo di un paese e deve esserci un contrappeso a questo. Poi nella costituzione si potrebbero inserire articoli inerenti alla tutela degli animali e degli altri esseri viventi e alla lotta alla discriminazione sessuale e razziale, cose che non erano ancora viste come problematiche sentite quando fu scritta la Costituzione decenni fa.
  • Roberto Maccione Utente certificato 4 mesi fa
    Prevedere che qualsiasi votazione debba essere validata dal raggiungimento del 50%+1 degli aventi diritto. Regola base della Democrazia. Mi chiedo come sia possibile che Emilia Romagna sia governata con una percentuale del 36,7% degli aventi diritto.
    • enzo bargellini Utente certificato 4 mesi fa
      Signor Roberto buongiorno,sono in pieno accordo su qvesto punto che secondo me pochi riescono a cogliere al punto che si ostinano per introdurre assurde votazioni SENZA QUORUM,al proposito Le allego mio recente commento proprio in qvesto post il 19 scorso,argomento che peraltro ho più volte trattato in passato,molti saluti e cordialità a Lei e famiglia,enzo bargellini da Santarcangelo di Romagna. Ecco copia del post (dei due da me pubblicati più sotto nei giorni scorsi): "Dei tanti argomenti mi limito al cd.QVORUM. Vorrei ricordarVi che senza di esso NON son valide neanche...riunioni di condominio...di più,come ho commentato più volte in passato la cd."riforma del titoloV" omologata nel 2001 con poco più d'un terzo di partecipanti è stata ed è,a mio modestissimo parere,un'aberrazione interpretativa del pensiero originale dei Padri Costituenti che NON hanno previsto votazioni valide senza quorum;l'art.75C. è l'unico e cogente articolo che definisce in modo univoco tale istituto e l'interpretazione data al successivo art.138,che semplicemente lo cita anche per leggi di rango superiore,appare,sempre a modesto parere del sottoscritto,una bislacca forzatura,per tale rango legislativo a maggior ragione serve il QUORUM."
  • Carla g. 4 mesi fa
    Mi sembra eccessivo allargare ai ragazzi di 16 anni la votazione.Per esperienza i ragazzini di quella età faticano sempre più a pensare a ciò che faranno della propria vita figuriamoci pensare alla vita della collettività...Spero che non creiamo rottura con gli altri partiti per questo punto...
  • lillly 4 mesi fa
    Quella di cu parli è la struttura della Gran Bretagna suddivisa in contee ma a sua volta le contee sono icluse in realtà regional pù grando che sono l'nghilterra il Galles la Scoza L'Ulster cioè l'irlanda del nord.Da noi invece esistono le entità regionale che sono il frutto di una storia plurisecolare,naturalmente nulla esclude la trasparenza a tutti i livelli e l'eliminazione degli sprechi.Potrebbero esserci le macroregioni cioè il nord il centro e il sud e le isole ma è meglio non parlarne perche si presta a molti errori e confusioni.In merito al governo c'è la possibilità di nomina di un ministro ma non c'è la revoca bisognerebbe mettere anche quella naturalmente tutto avviene sempre dal Presidente della Repubblica.Per il senato è invece giusta l'elezione di secondo grado ma deve esserci sempre la formula che i rappressentanti devono essere scelti in relazione alle scelte degli elettori
  • emanuele meli 4 mesi fa
    Per rendere il voto degli elettori libero,non condizionato da lobby e non comprato, suggerisco di adottare delle cabine elettorali modificate, rendendo il votante visibile agli scrutatori, con un pannello che copra solo le mani e il ripiano su cui viene appoggiata la scheda. Così non si assisterà a foto e/0 scambio di schede già compilate. Proponetele e vediamo le reazioni.
  • Luigi Maria Loy 4 mesi fa
    VORREI PROPORRE UN ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE CHE REGOLI GLI EMOLUMENTI DEI DIPENDENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: ES.: IL DIRIGENTE APICALE NON POTRA' PERCEPIRE UNA RETRIBUZIONE SUPERIORE A CINQUE VOLTE IL DIPENDENTE DELL'ULTIMA FASCIA. TUTTE LE AZIENDE PARTECIPATE DALLO STATO E DAGLI ALTRI ENTI PUBBLICI DOVRANNO ADEGUARSI. LE IMPRESE PRIVATE, QUALORA BENEFICINO DI CONTRIBUTI PUBBLICI, IN QUALSIASI FORMA CONCESSI, POTRANNO ACCEDERVI SOLO SE DIMOSTRERANNO DI AVERE GLI STESSI PARAMETRI RETRIBUTIVI RIFERITI ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. GRAZIE PER L'ATTENZIONE.
  • Antonio Granatino 4 mesi fa
    Manca totalmente qualcosa inerente la struttura policentrica e dispersiva della macchina amministrativa. Per intenderci: Abbiamo 20 regioni, ca 120 province e oltre 8000 Comuni. Non sarebbe il caso di pensare ad un azzeramento di tutto e creare solo 300/400 unità territoriali da 150/200 mila abitanti ciascuna, in grado di essere unica interfaccia con il governo centrale? Avremmo 300/400 enti intermedi al posto di 8100 e passa Enti attuali. Pensateci. Grazie
  • Giovanni Balzi Utente certificato 4 mesi fa
    Cari amici,permettetemi di richiamare l'importanza della trasparenza comunicata. La trasparenza e il movimento 5 stelle. La trasparenza è uno dei punti fondamentali del m. 5 stelle. La trasparenza conquista il consenso delle persone positive e rende credibile la capacità di cambiare in meglio la convivenza civile. Si avverte la necessità di definire cosa intende in concreto il m. 5 stelle per trasparenza, sia all'interno del movimento sia nella amministrazione della cosa pubblica. Cioè cercare di descrivere come si esercita in pratica la trasparenza, dentro al movimento, e, ancor più importante, nella amministrazione pubblica dove governano i 5 stelle. Non si capisce se e come viene esercitata la Trasparenza nei Comuni a 5 stelle, salvo pochi accenni generici di alcuni Sindaci. Ne va di mezzo la credibilità e il consenso generale al movimento. La trasparenza serve anche a prevenire e rendere più difficile la corruzione, a ridurla ..... La trasparenza se comunicata costruisce la compartecipazione dei cittadini e la democrazia diretta. Ciao a tutti, buon lavoro, G.Balzi Torino 20 agosto 2017 ore 20.00
  • lilly 4 mesi fa
    Le proVIncie?si possono eliminare tanto ci sono le città metropolitane.In merito al cnel questo è un'organo istituzionale che da pareri non vincolanti al governo in materia di lavoro composto in modo paritetico da rappresentanze sindacali e rappresentanze aziendali e in questa fase dove bisogna contemperare flessibilità e sicurezza nel lavoro è imprudente eliminarlo.Quello che bisognerebbe fare è una legge che limiti le indennità alla sola trasferta e alla sola presenza cioè poco e niente in fatto di indennità.In relazione al trasformismo bisogna capire bene se sono i regolamenti parlamentari che favoriscono il formarsi continuo di nuove formazioni parlamentari
  • lilly 4 mesi fa
    Sono d'accordo solo in parte con queste riforme anche perche per fare le riforme serve spirito costituente.Ad ex sul referendum propositivo sui diciotto anni per eleggere camera e senato su limitare l'immuntà parlamentare alle opinioni espresse nell'esrcizio delle funzioni parlamentari.Non sono d'accordo sulla diminuzione drastica del numero dei parlamentari perche è un tema che riveste gli equilbri costituzionai.La stessa cosa è per il vincolo di mandato che rischia di portarc verso derive autoritarie.A mo pare il tema del vincolo di mandato si supera attraverso l'elezione diretta dei parlamentari da parte dei cittadini cosa che ristabilisce anche che il governo è espessione del parlamento e il parlamento è espressione dei cittadini.Manca in tutto ciò il bicameralismo differenziato che serve ad evitare la dittatura della maggioranza e ferma la navetta al terzo pasaggio
  • aldino c. Utente certificato 4 mesi fa
    Mi sembra proprio un OTTIMO programma. Se saprete pubblicizzarlo in modo adeguato sicuramente saremo i primi alle prossime elezioni. Mi dispiace molto, ma il problema che è rimasto è la vostra incomprensibile non scelta del sistema maggioritario alle prossime elezioni politiche, poichè il proporzionale avvantaggia gli inciuci e le alleanze fatte solo per agguantare il potere.
  • Giuseppe D. Utente certificato 4 mesi fa
    1 - Ok per riduzione parlamentari e immunità come descritto. Ok per abolizione CNEL e Prov., ma introdurrei per il tema "lavoro" un osservatorio mirato sul web e gestito da gruppi di giovani ricercatori con obbligo di ricambio biennale, aperto a tutti e con attenzione a specificità territoriali. Tale osservatorio impegnerebbe politicamente i rappresentanti parlamentari territorialmente eletti oltre ai consiglieri regionali ad esaminare le proposte e definire risposte "pubbliche" motivate sul medesimo sito web. Ok per eliminaz. quorum referendario e ok per referendum proposit. 2 - Ok per voto a 16 anni. 3 - No all'introduzione del vincolo di mandato, ma ok a proibizioni per i Parlamentari dissidenti di formare nuovi gruppi o aderire ad altri gruppi. Divieto di ciascun gruppo di espellere i dissidenti. Insomma ampia libertà di espressione e di voto, ma limitazioni a cambiare casacca o manovre per ottenere finanziamenti. Si potrebbe invece stabilire un numero limite di voti difformi (40, 50, ecc... da stabilire) oltre il quale sia palese che il parlamentare non condivida oltre le ragioni della sua adesione ed elezione in quel gruppo. Solo in tale ipotesi l'invito a dimettersi e lasciare il posto al primo dei non eletti. 4 - Ok a cittadinanza digitale. 5 - Ok ad abolizione pareggio di bilancio. 6 - Referendum obbligatorio per trattati internazionali che prevedano cessione di sovranità (pregresse, attuali o future), ma anche impegni significativi di bilancio per spese strutturali oltre una certa cifra (sia regionali che nazionali). 7 - Revisione adesione all'Europa e relativi Trattati. In particolare denuncia e abbandono Trattato di Dublino per obbligo verso extracomunitari sbarcati entro il nostro territorio (quale deficiente lo ha sottoscritto?). 8 - Gestione benefici economici di qualsiasi natura erogati ad aziende che poi delocalizzano. Restituzione ovvero confisca e cessione contestuale della struttura agli operai eventualmente licenziati.
  • enzo bargellini Utente certificato 4 mesi fa
    La Costituzione Italiana è certamente stata scritta da persone GRANDI con logica quasi...matematica...con articoli ingangherati in via gerarchica d'importanza. Essa era in origine,e dopo varie modifiche purtroppo è meno,sicuramente la migliore in circolazione su qvesto pianeta. Emendare è possibile solo TOGLIENDO DIFETTI,semplificando quindi,eliminando fronzoli insomma. Del cd.vincolo di mandato Vi ricordo che l'art.67 pone la NAZIONE al di sopra dei partiti ma NON autorizza nuovi partiti senza NUOVO vaglio elettorale dicui al precedente art.49. Saluti e cordialità a Tutti i frequesntatori di qvesti luoghi dalla or battente pioggia Romagnola.
  • Proietti Maurizio 4 mesi fa
    NIENTE, NEMMENO UN CENNO, UNA PAROLA, UN'INTENZIONE SUL TEMA EURO, UNIONE EUROPEA, TRATTATI EUROPEI E TUTTO CIO CHE RIGUARDA QUESTA MATERIA.... MA CI FATE, O CI SIETE? GRAZIE
  • Riccardo Radice 4 mesi fa
    Alcune osservazioni e suggerimenti: 1-proporre queste riforme in parlamento separatamente,in singoli pacchetti omogenei. 2-per quanto riguarda abolizione delle province e regionalismo fare attenzione: è una riforma da fare col bisturi,valutando le specificità.Regioni come Lombardia e Sicilia necessitano di sotto-enti di raccordo coi comuni (autonomi o dipendenti dalla regione) che andrebbero chiaramente codificati per non lasciare via libera ad iniziative non coordinate delle varie regioni. Territori periferici come Sondrio o Rieti necessitano di autonomia o comunque di non essere completamente dipendenti da Milano o Roma. Le Città Metropolitane possono avere un senso, ma a mio avviso vanno diminuite (Cagliari?Messina?Reggio Calabria?) e ridimensionate agli ambiti realmente metropolitani (la val Susa non può rientrare nell'"Area Metropolitana" di Torino, mentre Monza rientra pienamente in quella di Milano) 3-il vincolo di mandato io lo trovo un terreno un po' minato...è sempre un po' arbitrario definire chi tradisce chi:vedi PD,dove è difficile capire se a tradire il mandato di chi lo ha votato nel 2013 siano i rimanenti o i fuoriusciti. Credo lo si possa disincentivare per via ordinaria, eliminando i fondi per nuovi gruppi e gruppo misto.Tanto alla fine chi è in malafede esce per quello, chi è in buona fede esce comunque. 4-bene l'equiparazione delle età per l'elettorato attivo di Camera e Senato, non sono così convinto sui 16 anni ma ci può stare, conto che si mantenga la differenza di età per l'elettorato passivo tra Camera(25) e Senato(40)
  • guido ligazzolo Utente certificato 4 mesi fa
    1° capoverso: (numero parlamentari) si. 2° capoverso: (età elettori) si, no al contrario alla riduzione a 16 anni del diritto di voto. 3° capoverso: (vincolo di mandato) si. 4° capoverso: (controllo nomine)si. 5° capoverso: (cittadinanza digitale) no. 6° capoverso: (semplificazione procedure) si. 7° capoverso: ( rapporto con i cittadini) è solo un bizantinismo di cose ovvie, quindi no. 8° capoverso: (regionalismo)si. 9° capoverso: (abolizione pareggio di bilancio)il pareggio di bilancio deve essere mantenuto, quindi no assoluto. 10°capoverso: (sovranità nazionale) si.
  • Paolo Z. Utente certificato 4 mesi fa
    Apro di più il concetto che ho cominciato sotto alle 11:40, : il politico, per me, non deve essere un PC, un yes man o robot, tutte cose che sono stupide ( infatti l'intelligenza artificiale, o AI, non è ancora nata ). Specie della pancia della gente. Guardate il primo politico, che non vuole definirsi politico, dal M5S: GRILLO. E non penso che ci sia qualcuno, amico o nemico, che l'ha mai catalogato non-intelligente, stupido. E nemmeno Casaleggio è stato catalogato stupido. Sinceramente, negli eletti del movimento, c'è qualcuno che è al mio livello di comprendomio, acume. Oppure peggio!!!E questo è grave. Allora, dato che quasi tutti i parlamenti del mondo civile, non obbligano gli eletti a essere yes man, preferirei che gli eletti del movimento siano in grado di fare scelte impopolari. Un esempio limite: se si chiede alle persone se si vuole pagare le tasse, la gente non le vuole pagare. Allora il M5S deve eliminare tutte le tasse e imposte. E dopo, chi paga i parlamentari, gli insegnanti, i poliziotti ecc ecc? Paolo TV
  • Paolo Z. Utente certificato 4 mesi fa
    Abbassare i compensi per chi è eletto. Giusto, ma chi è bravo, non avrà nessun incentivo, se deve essere solo un yes man, solo i disoccupati o gli sfigati saranno invogliati a fare il politico. Oppure, basterebbe mettere un robot programmabile; alle proposte degli altri partiti, movimenti, ha da dire solo no, e fare un po' di casino... Tanto le leggi del M5S non possono essere approvate. Costo, sui €80.000. Conviene! Paolo TV
    • guido ligazzolo Utente certificato 4 mesi fa
      per cortesia meno banalità!
  • giuseppe belotti Utente certificato 4 mesi fa
    Marra grazie dell'opportunità, - ok per la riduzione dei parlamentari, delle indennità, dei privilegi vari anche dei familiari, ridurre l'indennità in rapporto alle assenze ingiustificate al parlamento; - ok per l'abolizione del quorum costitutivo, quello propositivo mi sembra complicato viste le variabili; - ok unificarre l'età degli elettori delle due camere a 18 anni quando si diventa maggiorenni; - ok vincolo di mandato a condizione che sia legato al programma degli elettori del movimento/partito; - ok all'approvazione dei cittadini per le grandi opere e non solo, es. presenza di eserciti stranieri sul territorio; - ok al maggior controllo ma anche trasparenza delle lobbi che devono presentare i loro progetti al parlamento e non ai singoli politici; - ok conflitto di interessi; - ok al riordino stato, regioni comuni dove sono chiare le competenze e le leve fiscali; - ok all'autorizzazione dei cittadini per la cessione della sovranità popolare. CETA, ttip ECC; - corsie preferenziali per i giudizi politici, cause, indagini ecc.. Beppe
  • dario 4 mesi fa
    Questo è il post che volevo vedere...penso che tanti vi voteranno solo per queste proposte di riforma costituzionale...vi prego nei prossimi mesi quando siete in tv invece di attaccare le altre forze politiche parlate il più possibile del programma e in particolare di queste proposte di riforma costituzionale. C'è da uscire da questa trappola che si chiama zona euro: se non si cambiano le regole in Europa tutte le leggi che si faranno in Italia, anche se leggi buone, non avranno mai quell'efficacia che serve per far ripartire la nostra economia... non accanitevi troppo sui vitalizi, hanno solo un valore simbolico... p.s.:il pareggio in bilancio è una sciagura enorme, quando ci penso...Mario Monti fatto senatore a vita dall'allora presidente Giorgio Napolitano e messo a capo di un governo tecnico solo per mettere in costituzione il pareggio di bilancio, questo è stato l'unica vera mission del governo Monti...
  • carlo 4 mesi fa
    per il CNEL, secondo me il problema nasce dal fatto che non si usa e viene gestito in malo modo, non dal suo esistere. un organismo istituzionale composto da persone di grande capacita' professionale (nonche', chiaro, correttezza) che sappia e possa proporre leggi e migliorìe, mi sembra una cosa buona. per questo "Siamo a favore dell’introduzione di un vincolo di mandato", va be', ma se a tradire e' il partito stesso (o movimento)? cosa deve fare il singolo deputato, seguirne le follìe? ha fatto bene fini a ribellarsi a berlusconi che voleva assogettare la magistratura al governo? hanno fatto bene tanti della sinistra a sganciarsi dal pd renziano? per me hanno fatto bene, anzi, potevano farlo anche prima.
  • A L. Utente certificato 4 mesi fa
    Quella che troviamo scritta qui è una visione semplicistica senza una compiuta valutazione storica delle scelte che portarono a realizzare un sistema politico, che seppure imperfetto, cercava di tutelare la democrazia nel migliore dei modi,anche attraverso un gran numero di parlamentari. Non serve ridurre la rappresentanza politica popolare, basterebbe limitare stipendi,abolire vitalizi, bonus, rimborsi, caramelle e bon bon non solo dei politici ma soprattutto di quell'insopportabile e costosissimo apparato burocratico di privilegiati che vivono stabilmente nei palazzi.I politici quando si compirà finalmente, il limite dell secondo mandato, se ne torneranno alle loro candide magioni, mentre tutti i portabottiglie e apriporte, resteranno inamovibili e pagatissimi servi, di se' stessi.
  • Giuseppe Flavio Utente certificato 4 mesi fa
    1 - Bene ridurre numero dei parlamentari: 1 deputato ogni 200.000 =333 1 senatore ogni 300.000 2 - Bene ridurre stipendi degli eletti 3 – Uniformare l’età di voto per le due camere 4 – Strettissimo vincolo di mandato 5. – No voto a 16 anni . 6 – Sì a ripristino funzioni delle province 7 - No al potere legislativo delle regioni: con revisione accurata delle competenze; del numero dei consiglieri (ovviamente in diminuzione) 8 – Cittadinanza agli stranieri sub conditione: No allo jus soli puro. Sì alla permanenza minima di 5 anni con regolare permesso di soggiorno; dotato di mezzi di sussistenza; giuramento sulla costituzione di conoscere e seguire le leggi italiane; pena il ritiro della cittadinanza e/o il rimpatrio coatto. Per gli altri punti Cittadinaza digitale ecc. …. Non ci ho capito gran che e quindi non mi pronuncio.
    • Paolo Z. Utente certificato 4 mesi fa
      sono italiano da più generazioni, ma sinceramente le leggi italiane non le conosco, e nemmeno i regolamenti; quando andavo dal commercialista c'era sempre una modifica e una interpretazione; lo stesso per il civile o il penale. Tu sai le nostre leggi? Io dovevo segure (anche) la legge sugli impianti elettrici, (legge 46/90), ma mi veniva da piangere. Paolo TV
    • Giuseppe Flavio Utente certificato 4 mesi fa
      Ti diròm che pensavo anch'io a 10 anni, ma mi pareva di essere "cattivista" e ho scritto un "buonista" 5 anni.
    • Alessandro . Utente certificato 4 mesi fa
      D'accordo su tutto, tranne sul punto 8. Si potrà essere cittadino italiano dopo una regolare permanenza sul territorio italiano di 10 anni, dimostrando di avere un lavoro duraturo. Non basta giurare sulla Costituzione, il giuramento per i mussulmani deve comprendere il dominio del potere laico sulla religione.
  • enzo bargellini Utente certificato 4 mesi fa
    Dei tanti argomenti mi limito al cd.QVORUM. Vorrei ricordarVi che senza di esso NON son valide neanche...riunioni di condominio...di più,come ho commentato più volte in passato la cd."riforma del titoloV" omologata nel 2001 con poco più d'un terzo di partecipanti è stata ed è,a mio modestissimo parere,un'aberrazione interpretativa del pensiero originale dei Padri Costituenti che NON hanno previsto votazioni valide senza quorum;l'art.75C. è l'unico e cogente articolo che definisce in modo univoco tale istituto e l'interpretazione data al successivo art.138,che semplicemente lo cita anche per leggi di rango superiore,appare,sempre a modesto parere del sottoscritto,una bislacca forzatura,per tale rango legislativo a maggior ragone serve il QUORUM. Con saluti e cordialità a Tutti i frequentatori di qvesti luoghi dalla Romagna.
  • antonello c. Utente certificato 4 mesi fa
    Per restare nel topic del post .. é giusto riproporre : Presentazione del Sistema Operativo presso la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana https://youtu.be/Ko2rA5HxlsQ Luigi Di Maio e Danilo Toninelli Relazione in mondo visione sul Sistema Lex Iscritti di Rousseau , il vanto di Gianroberto Casaleggio , un lavoro durato anni per dare al Popolo 5 Stelle lo strumento di Internet per la loro / nostra pseudo - partecipazione Istituzionale .
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    LA STRAGE NASCOSTA https://www.youtube.com/watch?v=GxRK2Ejs268 VOI POTETE NON SAPERE, POTETE FINGERE DI NON SAPERE, POTETE DIMENTICARE MA LE VITTIME E I SUPERSTITI NON HANNO DIMENTICATO
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    Forse dovremmo ricordare anche tutte le manovre che la CIA ha messo in essere per uccidere capi di stato, coartare elezioni, destabilizzare paesi, manovrare governi, premere organismi mondiali.. oltre naturalmente ad attentati, violazioni del diritto nazionale o internazionale, diffusione di epidemie, distruzione del clima, minacce politiche e economiche, embarghi, proliferazione atomica, uso di armi proibite, torture, basi nucleari, protezionismi interni per far crollare le esportazioni del terzo mondo, imposizione di OGM, inquinamenti climatici planetari, manovre finanziarie di distruzione di stati…
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    Bufale! False piste! Nella guerra che gli USA vollero sferrare al Medio Oriente per impadronirsi delle risorse petrolifere e per conquistare una posizione di predominio territoriale tutto fu spaventoso, m ai media e i politici passarono da menzogna a menzogna, da infamia a infamia. Violarono tutte le leggi internazionali, tutte le regole civili. E davvero si vorrebbe che tutti questi orrori fossero passati senza reazione? L'Occidente è marcio. Qua ormai più nulla è difendibile. Tutto crolla nell’inferno. Volete difendere l’inferno?
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    Pensiamo solo al silenzio che ha nascosto la strage di Falluja. Abbiamo le testimonianze dei medici che sono entrati nella città rasa al suolo delle bombe americane, con le vittime scarnificate dal fosforo. I media italiani, i partiti italiani non dissero nulla di questo. E sì che dell'orrore fu data loro testimonianza filmata in parlamento. Restarono sbigottiti ma tacquero. Perché non si doveva disturbare il grande alleato americano. Quello stesso che ci distrugge con le sue banche assassine, con le sue agenzie di rating, con i suoi trattati commerciali distruttivi della nostra economia. Migliaia di morti, di feriti, di torturati.. Ma quale ordine pubblico?! Ma quale democrazia?! Ma quale “salvare un popolo dalla dittatura di Saddham”? Ma non vedete che qui più nulla è credibile’!? E volete credere alle urla piene d'odio scomposte di una assatanata come la Fallaci? Volete illudermi che esista solo un lato della medaglia? Volete che strage, morte e disperazione non generino strage, morte e disperazione? Anche al di là di Falluja, tutte le guerre americane rigurgitano di cose orribili. Ma in Italia, al tempo di Abu Graib, ben 43 senatori su 55 respinsero che si facesse luce sul trattamento dei prigionieri. E’ democrazia questa? Non attaccatevi alla parola fosforo pensando sia un gas illuminante, le armi letali hanno nomi precisi che sui media non appaiono, queste sono armi chimiche letali vietate in tutto il mondo.
    • guido ligazzolo Utente certificato 4 mesi fa
      brava Viviana, sono con te!
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    MENZOGNE La menzogna più cinica ha coperto tutto col silenzio. Hanno tentato in ogni modo di secretare la verità. L’onorevole Letta di FI secretò il falso dossier del SISMI sull’uranio nigeriano che mostrava un Berlusconi complice delle menzogne di quella guerra; si secretò la battaglia dei ponti irachena, dove i nostri soldati massacrarono civili e uccisero anche una partoriente dentro un’ambulanza mentre si divertivano a fare da cecchini sui civili, si è silenziato il vero carattere della missione ‘umanitaria’ in Medio Oriente, in cui supportammo le feroci stragi USA, i nostri elicotteri facilitarono l’avanzata delle truppe distruttive, gli italiani consegnarono civili inermi ai torturatori di Abu Graib e tacquero sugli orrori visti. Ora nessuno chiede inchieste su Falluja, e i partiti di Governo continuarono nella menzogna del “manteniamo l’ordine” e nell’ipocrisia del “ritiro graduale” mai fatto e nella grande truffa dell'esportazione della democrazia e della vendetta per la distruzione delle torri, che è e resta uno dei più grandi segreti militari dell'occidente dove nulla fu come era stato raccontato, visto anche che avvenne nel settembre del 2011 mentre lo spostamento delle truppe americane verso il Golfo e dunque la decisione di Bush di attaccare l'Irak partì da marzo dello stesso anno e dunque 6 mesi prima. Il demenziale Bush passerà alla storia come uno dei più feroci criminali di tutti i tempi, ma il governo italiano e parte dell’opposizione figureranno come i suoi docili fiancheggiatori. Quello che veramente spaventa non è nemmeno quello che è accaduto ma che continuino ad esserci persone che, anche di fronte alle prove di tanti orrori, persistano a negare la verità per difendere delle posizioni prestabilite, per non riuscire a dire: “Mi sono sbagliato”. Non dobbiamo respingere la verità ma vergognarci del nostro errore. Oppure Falluja morirà due volte.
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    Siamo vittime di una rimozione collettiva che mette tutto da una parte il male e fa di noi le sante creature detentrici di ogni bene, proprio mentre continuiamo a votare e sostenere quelli che le guerre le ordinano, che i massacri li fanno. E voi volete che i massacrati, che i torturati, che gli stuprati, che le vedove, e gli orfani, e i superstiti non si ribellino? Non ci attacchino a loro volta coi mezzi che hanno, con le possibilità che hanno? Per farci capire dall'interno cosa si prova ad essere uccisi, feriti, seviziati, terrorizzati? Ma non vi sembra che sarebbe troppo chiedere? Ma davvero credete che il mondo potrà vivere in pace attaccando altri Paesi, distruggendo intere civiltà, aumentando la spese militare e moltiplicando le guerre? E davvero credete che la propaganda di odio e di aggressione sparsa a piene mani dai politici e dai media possa coprire e occultare i nostri delitti?
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    LA GRANDE RIMOZIONE -Viviana Vivarelli Il terrorismo è orribile. Le stragi sono orribili. Ma come possiamo dimenticare quello che noi occidentali abbiamo fatto nel resto del mondo? Quello che i nostri partiti hanno fatto, appoggiando guerre aggressive terribili, aiutando stragi e depredazioni, attaccando Paesi che fino a un momento prima erano nostri amici, solo per favorire i grandi alleati americani? Con elettori succubi che volevano con tutte le loro forze credere al mito degli italiani buona gente, degli europei portatori di libertà, degli americani tanto democratici? E anche ora che ci indigniamo sui poveri fidanzatini di Barcellona uccisi mentre si tenevano per mano, come possiamo accettare che Renzi abbia aumentato del 23% le spese militari, abbia conservato il progetto dei 60 F35 portatori di armi atomiche (e non certo per spengere incendi come disse lo stupido Boccia) ma per ardere città e distruggere popolazioni, come possiamo accettare che il Pd e Fi siano entrati senza nemmeno un voto parlamentare nella guerra in Siria? A far cosa? A permettere ai fidanzatini siriani di passeggiare mano nella mano? Credete che queste armi e queste partecipazioni militari in guerre sempre più sanguinose salvi e preservi i cittadini del mondo? Lo sapete che persino le torture di Abu Graib sono avvenute col consenso e col silenzio italiano? L'ipocrisia più spaventosa copre questo voler credere a tutti i costi che le nostre mani non sono imbrattate di sangue e solo quelle dei terroristi islamici lo siano. I politici coprono tutto col silenzio e l'omertà ma noi che inneggiamo alla furia spaventosa e demoniaca della Fallaci e inneggiamo alla perversione islamica, siamo preda di un cinismo che calpesta ogni verità. Siamo come i bravi cittadini e le brave massaie di Auschwitz che non sapevano nulla dei lager, che credevano nel mito della bontà della razza tedesca e nella malvagità dei gruppi che la stampa diceva loro di odiare.
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    Nel terzo mondo abbiamo seminato vento e ora raccogliamo tempesta. Ma davvero qualcuno potrebbe credere che stiamo da 14 anni in Medio Oriente, a distruggere, depredare, torturare e da questo non sarebbe nato niente? La battaglia di Falluja nel novembre del 2004, fu la battaglia piu’ imponente, sanguinosa e misteriosa della guerra iraqena: 10 giorni di assedio e distruzione di una citta’ di 350.000 abitanti. Su di essa gli USA imposero il piu’ assoluto silenzio e ancor oggi il Pentagono nega questo crimine enorme. L’operazione rase al suolo 36.000 case e uccise con armi al fosforo 5000 persone. Dopo la strage, una squadra di medici volontari entro’ per ripulire la citta’ delle migliaia di vittime civili che nessuno ha mai contato. Si aspettavano di trovare una carneficina, visto che i bombardamenti erano stati fittissimi col divieto di acqua, cibo e soccorsi, ma quello che i medici trovarono supero’ ogni orrore: di cos’era morta tutta quella gente? I ripulitori fecero dei filmati che girarono il mondo, rompendo la pesante censura americana. Il filmato fu visto dai nostri parlamentari che tacquero, come tacquero di fronte alle foto del cadavere di un imam perforato orrendamente dai buchi del trapano, strumento molto usato degli americani. Il filmato passo’ su Rainews24 di Sky e su Al Jazeera che le mostro’ al mondo intero. E’ di una ferocia senza limite. La menzogna piu’ cinica ha coperto tutto. Hanno tentato in ogni modo di secretare la verita’: il falso dossier SISMI sull’uranio nigeriano con un B complice, la battaglia dei ponti dove i nostri soldati massacrarono civili e uccisero anche una partoriente in un’ambulanza, il vero carattere di una missione umanitaria, in cui abbiamo aiutato stragi feroci, con i nostri elicotteri che indicavano alle truppe Usa dove colpire, facilitando l’avanzata delle truppe distruttive, la consegna di civili inermi, donne e ragazzi ai torturatori di Abu Graib, la complicita’ e il silenzio.
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    Bush passera’ alla storia come uno dei piu’ feroci criminali di tutti i tempi, ma governi italiani e opposizione figureranno come i suoi complici. E avete dimenticato tutto questo? Fa specie vedere come tanti si attaccano visceralmente a messaggi di odio, ad aizzamenti feroci sul genere della Fallaci, a fanatismi sanguinosi, al peggio di loro stessi, dimenticando totalmente quello che noi occidentali abbiamo fatto e continuiamo a fare nel terzo Mondo, nel Medio Oriente: le carneficine, i saccheggi, gli stupri, le torture, i bombardamenti, le armi chimiche, che vanno avanti da 14 anni devastando e distruggendo interi popoli. E noi, come se nulla fosse mai successo, come se noi occidentali fossimo ciechi e sordi, come se l'occupazione di interi Paesi per depredarli del gas, del petrolio, distruggendo interi territori, non fosse mai successo. Sui nostri media complici è come se l'Isis fosse un fiore del male che si nasce in un giardino del bene e della santità. Ma non è così. Morte richiama morte. Stupro e tortura richiamano orrore e strage. Quello che a noi non viene detto,quello che noi tacciamo anche ai noi stessi, nelle anime arabe brucia e arde e chiede vendetta. Certo la vendetta è orribile e va punita, ma quando le guerre, le stragi, le occupazioni, le torture saranno almeno denunciate? Almeno esecrate? O vorremmo davvero credere fino in fondo che le nostre mani sono pulite? Che il male stia solo da una parte?
  • antonello c. Utente certificato 4 mesi fa
    Presentazione del Sistema Operativo presso la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana https://youtu.be/Ko2rA5HxlsQ Luigi Di Maio e Danilo Toninelli Relazione in mondo visione sul Sistema Lex Iscritti di Rousseau , il vanto di Gianroberto Casaleggio , un lavoro durato anni per dare al Popolo 5 Stelle lo strumento di Internet per la loro / nostra pseudo - partecipazione Istituzionale .
  • enrico 4 mesi fa
    Quasi tutto OK. Una legge su tutte. Prima dell'efficacia di qualsiasi riforma deve essere acquisito o approvato il testo dalla Corte Costituzionale per evitare che dopo anni sia tutto cancellato perchè incostituzionale. Per le grandi opere più che giusto che partecipino i cittadini, ma una volta approvata si fa e basta senza spreco di soldi in opere incompiute. Una cosa importante è che la costruzione dell'opera potrà iniziare solo se il finanziamento è completo non come adesso che mettono li quattro soldi, iniziano, poi non la finanziano più e rimangono questi mostri. Una riforma importante, se così si può chiamare, è quella sull'alimentazione dei veicoli. Stabilire per legge che entro una certa data, iniziando con le garandi città, potranno circolare solo veicoli ad emissione zero.
  • giovanni . Utente certificato 4 mesi fa
    ARGOMENTI MOLTO INTERESSANTI da approfondire. Soltanto il M5S può fare una cosa del genere. Gli altri continueranno a navigare sul solito tran tran senza sbocco, senza idee e senza progresso. Buon lavoro
  • Lucas Fusaro Utente certificato 4 mesi fa
    Vorrei sapere come funziona il vincolo di mandato. Se un parlamentare non è d'accordo con il partito e vota diversamente, lo stesso partito può farlo decadere e far eleggere il primo dei non eletti? Oppure il parlamentare del partito non può andare in altri schieramenti o formarne di nuovi?
  • undefined 4 mesi fa
    Daccordo su quasi tutto ma: per quanto riguarda il conflitto di interessi mettiamo a posto in casa nostra. Piattaforma votazioni, chi controlla il controllore titolare della piattaforma? Non è conflitto di interessi? Detto questo sempre w. M.5.S per il cambiamento
  • antonello c. Utente certificato 4 mesi fa
    Notte Dottò .. male che và , c'avemo provato a dare seguito al Tuo / Nostro sogno Stellato ! https://youtu.be/Ko2rA5HxlsQ N't'encazzà troppo dalla tua Stella , n'abbraccio
  • Fabio T. Utente certificato 4 mesi fa
    https://youtu.be/dTC_A5d1wuA 🎼 B notte. Forza 5*.
  • antonello c. Utente certificato 4 mesi fa
    In pratica dal Cittadino che propone - Lex - Iscritti - e porta la sua proposta di Legge votata a maggioranza Democratica sul portale Rousseau siamo passati al programma dei POLITICI in TV e in CARRIERA con possibilità di - finta votazione - ( su argomento già scelti dalle poltrone in Parlamento ) = Finta Democrazia Diretta e Partecipata tramite le piattaforme indicate in Mondo Visione Morra due mandati e poi a casa .. Per molti un mandato è stato ed è anche troppo "Siamo a favore dell’introduzione di un vincolo di mandato " " consultare i cittadini per autorizzare qualsiasi cessione della sovranità popolare ad enti sovranazional " Due proposte di Legge già votate su Lex degli Iscritti , partecipazione su proposte dal basso non descritte a dovere e non menzionate in questa pseudo presentazione ! Ancora si tenta di escludere la Rete e il cittadino dall'essere la parte decisionale nel Nostro progetto politico Nazionale MoVimento 5 Stelle .. Si possono prendere per il culo i giornalai , abituati ad essere asserviti al politicante di turno e al sistema anti democratico della partitocrazia , ma con la Rete è tutto un'altro discorso .. La Rete si consulta , si confronta .. e se tradisci .. Ti sputa .
    • antonello c. Utente certificato 4 mesi fa
      Presentazione del Sistema Operativo presso la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana https://youtu.be/Ko2rA5HxlsQ Luigi Di Maio e Danilo Toninelli Relazione in mondo visione sul Sistema Lex Iscritti di Rousseau , il vanto di Gianroberto Casaleggio , un lavoro durato anni per dare al Popolo 5 Stelle lo strumento di Internet per la loro / nostra pseudo - partecipazione Istituzionale .
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ...fatto salvo che criticare si può e si deve....
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      Credo che il M5S sia ancora una galassia in formazione, un "working in progress" nel quale tutte le rotelle, alla fine, andranno al proprio posto; dopo decenni di prese per il culo, un po' di pazienza, non guasterebbe...
  • undefined 4 mesi fa
    Lascerei i18 anni e non ho capito bene come gestireste il vincolo di mandato, si dovrebbe dimettere il parlamentare e fare nuove elezioni nella sua circoscrizione ?
    • Giuseppe Flavio Utente certificato 4 mesi fa
      Il parlamentare decade da parlamentare perché viene meno e lascia il posto al primo dei non eletti del partito. Basta il ping pong tra una sigla e l'altra, e la nascita di decine di cespuglietti fancazzisti !!!!
  • ((x)) 4 mesi fa
    Io invece, abolirei direttamente l'Italia (che non è mai esistita dai Longobardi ai giorni nostri) e farei dei 'Comuni' e delle piccole Province INDIPENDENTI. Un attimo prima, of course, uscirei dall'Europa. Allora si che potrebbe esserci democrazia diretta, se no sono solo balle. Tutto ciò, chiaramente, una volta finita la guerra civile razziale negli USA... :))
  • undefined 4 mesi fa
    Non so dove scriverlo quindi scusate se vado fuori tema ma, è urgente , che la bravissima Barbara Lezzi spieghi con numeri e ragionamenti inattacabili, quanto sarebbe questo benedetto aumento del PIL al netto del caldo di giugno. Ne va della sua credibilità.
  • ferdinando palmers 4 mesi fa
    Devono essere premiati i più meritevoli
  • giampaolo gottardo 4 mesi fa
    salve,leggendo quanto in prima battuta proposto, mi sembra che l' architettura prevista per la gestione dei contributi pubblici dei cittadini stranieri e di nazionalita' tenda ad essere un compromesso con l'attuale e quella prevista ai tempi dagli obiettiviti M5S. Proporrei uno sforzo di definizione della architettura finale e quindi, nel trasitorio, dei passi con relative modifiche da apporre negli anni al sistema vigente (per esempio se e' provisto arrivare alla democrazia diretta a tendere il parlamento di rappresentanti fisici non ci sara' piu' ma esistera' un parlamento telematcito al cuale tutti gli isccritti accedono sia per evidenziare necessita' da sottoporre al supporto pubblico che per decidere su progetti pubblici in studio. Se si parte come principio da mettere in costiturzione "vivere per il progresso senza regressi in tutte le dimensioni della vita sul territorio nazionale" di conseguenza per inferenza discende la necessita' di considerare e sostenere ogni forma di singolarita' passata, presente e futura inquanto il progresso e' solo nella cura delle singolarita'.Ne consegue come pronosticato che al centro per importanza e' il soggetto vivente singolo quindi la Collettivita' (Municipalita') poi la Regione per fare fronte a singolarita' non comunali e quindi lo Nazione per particolari singolarita' e poi l'Europa per eventuali cooperazioni ai fini di ultra particolari singolatita' come il Cern: questo si disse 6 anni fa che emerse per logica e non per imposizioni dal principio del progresso della vita in tutte le dimensioni senza regredire sul nostro territorio; pertanto se cosi fosse quanto scritto nella vostra introduzione scusate e' molto lontano da quanto da me ora ricordato. Saluti gottardo
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      Macchè Gottardo; questo, è Carlo Verdone..... https://www.youtube.com/watch?v=c0YNVabRnyg
    • michele ottaiano 4 mesi fa
      la sua esposizione non e' chiara, bastano degli esempi semplici alla portata di tutti, non c'e' bisogno di tanta erudizione! senza offesa, per carita'. l'uomo che ha studiato deve essere in grado di farsi comprendere da chi non ha studiato! allora e' un vero uomo. saluti
  • Tony 4 mesi fa
    ....ragazzi, non emigrate! Restate in Italia e aprite un'azienda!! Come?? Basta che vii fate passare per ''risorsa'' boldriniana.. Le ''aziende'' delle risorse non temono crisi...se falliscono con la ''grana'' in tasca, chi li ritrova!! E tante agevolazioni..Vita facile per le ''risorse''.. http://www.felicitapubblica.it/2016/04/11/bando-contributi-per-nuove-imprese-o-per-autoimpiego-a-giovani-stranieri/
  • undefined 4 mesi fa
    Non sono d'accordo sul referendum propositivo. La storia dovrebbe insegnargli.
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ..a chi?....
  • FABRIZIO P. Utente certificato 4 mesi fa
    16 anni ..personalmente meglio 18 ..per il resto sottoscrivo
  • Eposmail. ,, Utente certificato 4 mesi fa
    ...tra qualche attentato e l'altro,.. un pò di accoglienza, ed un modo di vivere... all'avanguardia...non guastano...maiiii.... Et voilà : https://www.youtube.com/watch?v=9RQEhaYbJ40
  • mario martire 4 mesi fa
    Sono voi su tutti i punti, uno per uno, solo con il voto ai sedici anni ho qualche perplessità, ma è pur vero che oggi, grazie alla tecnologia che essi utilizzano frequentemente(internet, cellulari ecc.), sono pronti a dare il loro voto con la necessaria conoscenza e maturità. Grazie.
  • pasquale 4 mesi fa
    bravo Morra, condivido!
  • Silvio . Utente certificato 4 mesi fa
    Perfetto. Ma I fronti su cui combattere sono tanti. Uno, fondamentale, Che si ricollega alla riacquisizione di sovranità è quello pensionistico. Riformare la schiforma Fornero-Monti, consentendo ai laboratories di andare in pensione ad un'età normale. La bufala dell'aumento delle aspettative di vita non sono generalizzabili e non ten goon conto della qualità della vita. Ci sono milioni di Giovanni disoccupati o precaria è vogliamo tenere al lavoro gli anziani (sperando di non pagar là proprio la pensione). Ci sono le pensioni d'oro, quelle doppie (tutte legate al retributivo e non al contributivo) le pensioni baby, sperequazioni pazzesche tra una generazione e l'altra, vitalizi e via discorrendo.....è ora di mettere un po' d'ordine e di giustizia in questo caos.....senza lacci e lacciuoli dell'Europa È un tema principe per la campagna elettorale E intanto il debito pubblico cresce, comunque....
    • Silvio . Utente certificato 4 mesi fa
      "giovani"
  • bron shine 4 mesi fa
    Un Post discreto, fino al concetto dell’abolizione del Pareggio di Bilancio. Le leggi devono essere fatte correttamente per i cittadini e per imporre regolamenti comportamentali a qualsiasi governo di qualunque Partito. Rimane sempre, comunque, “da verificare, se anche questo M5S sarebbe in grado di amministrare avvedutamente. Invece di imparare da corrette regole di bilancio e dai migliori, dalla Germania, poniamoci come profeti e idoli i peggiori, quelli dei Bilanci disastrati. In ogni caso, e la vostra impreparazione e’ simile alla mia ignoranza, SENZA CONFINI. Verificherete quanto prima la valutazione che danno i MERCATI alla vostra italia ed ai vostri continui piagnistei e “progetti”. Non appena San Mario Draghi, decidera’di terminare il suo Q.E. e la commercializzazione dei BTP sara’ lasciata al mercato libero. E lo Spread anche. Dove, la FIDUCIA e’ TUTTO e soprattutto, bisogna MERITARSELA. Voi, investireste in titoli di uno Stato che non ha come vincolo il Pareggio di Bilancio, e che spreca e sperpera e vi ripagherebbe i vostri tioli stampando altri titoli. Forse nella vostra economia, nemmeno servirebbero i BTP. Lo Stato potrebbe stampare monete ( che non vorrebbe nessuno, nemmeno voi ) evvai... Sempre i soliti discorsi, illusioni incubi, non vi rimane che proporre anche la ristrutturazione del Debito pubblico e magari il suo dimezzamento e poi… Invece di divenire consapevoli degli enormi sacrifici dell’ Argentina per potere ritornare sui mercati, continuate a sognare e diffondere stupidaggini GRAVISSIME, perche’ oltre ad essere FALLIMENTARI, vi allontanano da ogni minima CONSIDERAZIONE di AFFIDABILITA’.
    • Campy Dan 4 mesi fa
      e tocca, chi 'n di lassas puru!
  • Settima Luna 4 mesi fa
    Portavoce Morra, in linea generale concordo con le “parole chiave” di un programma a 5 Stelle, Direttamente “deciso dagli iscritti” e non da “un’oligarchia” eletta o no con leggi incostituzionali. Nello specifico, appena i Portavoce eletti nel M5S, attiveranno una Trasparente Piattaforma decisionale, idonea a garantire che ogni iscritto possa proporre punti programmatici, discuterli e votarli contando né più né meno di uno, ad integrazione dei punti da Lei gentilmente illustrati nel Post, metterò in votazione i seguenti 3: 1) Il rivoluzionario M5S, nato per realizzare la Democrazia Diretta, opererà affinché la Costituzione conferisca al popolo una reale e piena sovranità, esercitata Direttamente, attraverso semplici Portavoce i quali hanno il Ruolo di accertare ed eseguire la volontà del popolo sovrano, tale e quale come espressa Direttamente su un’idonea Piattaforma e-democracy anti delega uno vale uno. 2) Il M5S intende promuovere un ordinamento Europeo di tipo confederale e realizzare un ordinamento statale di tipo federale. Ordinamenti dove il potere viene esercitato Direttamente dal basso e dove i cittadini di ciascuna Regione decidono Direttamente sull’ammontare del gettito fiscale regionale e su come vadano reperite e investite tali risorse, sia per gli interventi locali, sia per quelli nazionali o sovra nazionali che li coinvolgono. (Vedi dettaglio nel sotto commento.) 3) La riserva aurea, circa 100 miliardi, -appartiene al popolo sovrano- e va quindi custodita in una Banca APPARTENENTE al Popolo Sovrano, ovvero a circa 60 milioni di italiani, a ciascuno dei quali viene nominalmente attribuita una azione da 1.600 euro, non cedibile. Il popolo esercita democraticamente la propria sovranità eleggendo il Dirigente della Banca il quale stamperà la quantità di - moneta del popolo sovrano - necessaria per attuare il Programma Economico Finanziario deciso Direttamente dal popolo - azionista
    • Settima Luna 4 mesi fa
      P.S. “Vogliamo rivoluzionare il nostro sistema istituzionale...” Per rivoluzionare il sistema, da -cittadina punto e basta-, porrei fine alla casta stessa introducendo il Metodo orizzontale: - Ognuno vale uno, ognuno vale uno, ognuno vale uno, vale, vale, uno - Riguardo alla “riduzione del numero dei parlamentari”, ai “costi della politica” e al “vincolo di mandato” aggiungo le specifiche che metterò in votazione relativamente al punto 2 già postato sopra a) Ognuna delle 20 Regioni elegge da 2 a 5 Portavoce regionali (in proporzione ai suoi abitanti) per un totale di 80 Portavoce. Ciascuno candidato Portavoce si presenta alle elezioni nella propria Regione, affiancato da un Collaboratore Ufficiale di sua fiducia. b) Gli 80 Portavoce eleggono poi in Parlamento - i 60 incaricati del lavoro Legislativo sugli interventi -extra locali- indicati dalle Regioni, - e i 20 che svolgeranno il conseguente lavoro Esecutivo. c) In caso di interventi -sovra nazionali- la cui discussione e votazione in sede Confederele sia richiesta dalla maggioranza dei Portavoce - verranno designati in Parlamento 73 fra i Collaboratori Ufficiali, i quali affronteranno il caso nel Parlamento Europeo, ognuno sotto la responsabilità diretta del Portavoce di riferimento. (Parlamento EU di cui sarà finanziata dagli italiani una sola sede) d) Trascorso un anno dalle elezioni, se la maggioranza dei cittadini di una Regione si dichiara insoddisfatta di un proprio Portavoce, ha diritto di esercitare il recall e di sostituirlo con il primo nella lista degli esclusi.
  • maurizo fontana Utente certificato 4 mesi fa
    Io abolirei le regioni e quelle a statuto speciale. Manterrei le Province. Il voto a 16 anni mi trova perplesso ma sono per provare a dare fiducia ai nostri ragazzi. Magari, sentendosi responsabilizzati, cambieranno l'approccio alla Cosa Pubblica. Loro le proveranno tutte Ma non passeranno! EVVIVA Maurizio
  • Donatella Savasta Fiore 4 mesi fa
    d' accordo su tutto fuorché sul voto a 16 anni. Io ho votato la prima volta a 21 e la cosa non mi è dispiaciuta affatto.
  • Tony 4 mesi fa
    il "politically correct" radical-chic.... http://www.adnkronos.com/fatti/politica/2017/08/18/accostamento-choc-tra-aylan-piccola-vittima-barcellona-bufera-social_fMSk8NeK5YbXeOqkKbvIKL.html
  • Otello Chimenti Utente certificato 4 mesi fa
    cittadinanza digitale per nascita Sono assolutamente contrario a questa proposta. Siamo un popolo non 'digitale'. Culturalmente non siamo in grado di comprendere cosa sia una "identità digitale". Sarebbe un grande passo verso il futuro ma dovrebbe essere accompagnato da una tadicale modifica di tutte le leggi. Assimilare e/o equiparare legalmente l'identità reale a quella digitale, aprirebbe le porte a false identità. Si immagini cosa potrebbe accadere se qualcuno abusasse dell'identità digitale di un 'barbone'. Spazio ad un mondo di falso e truffe senza alcun capro espiatorio.
  • Max Stirner Utente certificato 4 mesi fa
    @ Sincero (sparito) Sincero non è sinonimo di intelligente, ma meglio sincero che bugiardo. Vediamo la tua analisi: Thalon Maryko Considerato poi che il sud è determinante per andare al governo se tu prometti: - reddito di cittadinanza M: MI RISULTA CHE SIANO CITTADINI ANCHE QUELLI DI CENTRO E NORD ITALIA E QUINDI IL REDDITO VALE PER TUTTI. - basta equitalia (cioé se affossi la riscossione coatta) M: L'ELIMINAZIONE DI EQUITALIA NON AFFOSSA LA RISCOSSIONE COATTA, MA VIENE SOSTITUITA DALL'ENTE CREDITORE, CHE TRATTANDOSI SPESSO DEL COMUNE DI RESIDENZA, CONOSCE MEGLIO LA SITUAZIONE DEL DEBITORE E SOPRATTUTTO NON E' INTERESSATO A SPECULARE/GUADAGNARE SUL CREDITO, MA SOLO AD INCASSARE SENZA PRODURRE DANNI COLLATERALI AI PROPRI CITTADINI. LA SITUAZIONE AL CENTRO E AL NORD NON MI PARE DI TANTO MIGLIORE - basta canone rai M: PERCHE' SI DOVREBBE PAGARE UN CANONE PER AVERE PROGRAMMI ZEPPI DI PUBBLICITA' E UNA INFORMAZIONE CHE O DISINFORMA O NEGA L'INFORMAZIONE? - protezione dell'abusivismo di necessità (cit. Cancelleri) M: MI PARE CHE LA PROTEZIONE DELL'ABUSIVISMO DI NECESSITA' E QUELLO DI LUSSO, SIANO STATI E SONO TUTTORA UNA PREROGATIVA DEI PARTITI CHE HANNO GOVERNATO DA SEMPRE L'ITALIA. CANCELLERI HA SEMPLICEMENTE AGGIUNTO CHE L'ABUSIVISMO SPECULATIVO VERRA' ABBATTUTO, MA QUELLO CHE MOSTRA EVIDENZE DI NECESSITA' E DI MANCANZE DA PARTE DEI COMUNI, VERRA' VALUTATO CASO PER CASO: SI CHIAMA INTELLIGENZA! Puoi già decidere di che colore saranno le tue tende a palazzo Chigi. M: ESSENDO TU UNA PERSONA SINCERA, SI CAPISCE QUALE SAREBBE IL TUO PRIMO PENSIERO NEL CASO TU ACQUISISSI POTERE: LE TENDE...; QUANDO UNO E' SINCERO LO SI CAPISCE SUBITO. PIU' DIFFICILE QUANDO UNO E' INTELLIGENTE... Saluti
  • Tony 4 mesi fa
    ...dopo Spagna e Finlandia... Germania...le "risorse" della Merkel.. http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2017/08/18/germania-attacco-con-coltello-wuppertal-morto-ferito_hp0CetbOHFGQrii9NPzwUI.html
  • maria t. Utente certificato 4 mesi fa
    Una tessera elettorale elettronica che dà anche la possibilità di votare fuori sede mi sembra ottima idea. Se poi aggiungiamo il risparmio che una votazione online consentirebbe si supera la critica che abbiamo sentito spesso perchè oggi ogni referendum e tornata di votazioni costano allo stato 400 milioni di euro
  • Dar T. Utente certificato 4 mesi fa
    Idee giustissime che ci restituirebbero finalmente la nostra sovranità e autodeterminazione, facendo del nostro Paese un modello di democrazia reale da prendere a esempio. Le sogno da quando avevo 16 anni (ora ne ho 58) e farò di tutto perché si avverino ma mi auguro solo di poterle vedere messe in pratica prima di chiudere gli occhi per sempre!
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ...se scherza, eh,......
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ... stesso sogno da 'i 16 a 'i 58 anni?? 'Mmazza, che sogno persistente...( ar posto tuo, me farei vede da quarcuno specializzato ne 'e malattie strane de l'ambito onirico; anch'io faccio de' sogni stranissimi, ma armeno, c'ho n' po' più de varietà....)
  • maria t. Utente certificato 4 mesi fa
    magari una tessera elettorale elettroniche
  • maria t. Utente certificato 4 mesi fa
    visto che parliamo di cittadinanza digitale, non è il caso di aggiungere la possibilità del voto online con un identificativo e un sistema che ovviamente deve essere sicuro, anti hacheraggio?
  • Tony 4 mesi fa
    ...molte morti ....tra cui due italiani così http://www.ansa.it/webimages/img_395x275/2017/8/18/2d1ecca8411bc3cdcd9e328a1f7e180a.jpg morti a causa di ''risorse'' pirla così....(ius soli...) http://www.ansa.it/webimages/img_395x275/2017/8/18/e06a6c8a9c4a5ae93e928cda07e1626c.jpg ..e non è finita ancora..... http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2017/08/18/attacco-in-finlandia-accoltellate-diverse-persone.-arrestato_b4b8845c-8334-41d9-813c-90e48cca6f5e.html
  • Vincenzo A. Utente certificato 4 mesi fa
    Ecco come risolvono i problemi i nostri governanti, ------ UN BEL MINUTO DI SILENZIO -------- Un applauso finale (non capisco chi applaudono) e via andare al prossimo massacro , cantando e ballando. Ma vaff...lo tutto e tutti , solo il Movimento si salva. W M 5 * * * * *
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ...ODIO chi applaude ai funerali...(rega', davanti a la morte, se sta zitti e se medita: l'applauso, è solo n' colpo de spugna sur dolore.....)
    • sincero 4 mesi fa
      Hai mai visto carnevali di Venezia blindati? Hai mai visto la Via Crucis militarizzata? Hai mai visto la festa del cotechino blindata? Se prima di riempirti di musulmani di merda queste feste erano sorvegliate da due vigili da multe da divieto di sosta, significa che hai accolto gentaglia che è meglio lasciare "tutta" in casa propria. Tutta, compreso kaucki!
    • Vincenzo A. Utente certificato 4 mesi fa
      Tu caro Sincero (almeno ti firmassi) Cosa fai ??????????????? Critichi e basta , questo è tutto quello che sai fare.
    • sincero 4 mesi fa
      Voi nel parlare e nello scrivere fate anche peggio del minuto di silenzio! Certo è che gli integralisti se la ridevano con l'appuntato Alfano quanto se la potranno ridere con il piantone Di Maio!
  • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
    Un’altra strage a Barcellona. 13 morti. L’attentato di Manchester era il tredicesimo attacco terroristico compiuto in Europa dall’8 gennaio 2015, quando due uomini entrarono nella redazione parigina del settimanale satirico Charlie Hebdo e uccisero 12 persone. A Manchester 22 morti. Dal 2014 i morti a seguito di stragi rivendicate dall’Isis nel mondo sono stati 1.743, centinaia i feriti. Le stragi si succedono sulla linea del terrore. I terroristi attaccano sempre la gente comune, fanno le loro stragi nelle chiese, nei mercati, nelle piazze. Non attaccano mai i signori del Potere che restano ben protetti, i cafoni dell'Isis non li raggiungerebbero mai o forse c'è proprio qualcosa di sbagliato nelle loro teste, per cui è più facile per loro prendere un camion e fare stragi di gente comune. In questo modo non realizzano nessun risultato militare, solo quello di aizzare odio contro di loro, mentre chi è causa dei loro guai continua a perpetrare i suoi crimini nella più totale impunità. L'odio unito alla stupidità produce solo stragi di pura violenza che non servono a niente e a nessuno e paradossalmente favoriscono la causa di chi diffonde guerre e altro odio, come in una insensata catena che non finisce mai, dove uno è alibi per le efferatezze dell'altro.
    • Vincenzo A. Utente certificato 4 mesi fa
      Saranno pure dei coglioni quelli dell'ISIS, ma non possiamo continuare a vivere nel terrore per colpa di governanti incapaci e conniventi con i poteri forti. Se non ci svegliamo ora , ci sveglieremo domani con un bel governo dittatoriale che garantirà la nostra protezione (a parole) e ci metterà tutti in un angolo ad ubbidire alle disposizioni senza fiatare.
  • Pietro Franco Grillo Utente certificato 4 mesi fa
    La Borsa, le società quotate devono avere una serie di controlli e rispondere anche penalmente ma se la loro attività non é speculativa, vanno protette perché danno lavoro e sviluppo. Pensiamo alla ricerca. Se le grandi società non fossero"politicizzate" se a dirigerle ci fosse la sola meritocrazia, quanti piccoli azionisti affiderebbero i loro risparmi? Io penso tutti i cittadini. Quanta ricchezza verrebbe ridistribuita anche in attività sociali....io penso tantissima. Penso che a livello di programma di governo sia importante e vada impostato.
  • antonio valentini 4 mesi fa
    Premesso che portare l'età per votare a 16 anni mi sembra una stupidata, aggiungo: Morra, tutto bello (o quasi) ma sapete come realizzare tutte queste belle cose? Avete idea delle difficoltà cui andrete incontro? Immaginate quante opposizioni e boicottaggi avrete (a cominciare dai lavoratori)? L'ho già detto (ma credo che queste esternazioni non le legga nessuno), evitiamo di proporre le cose come se fossero semplici da fare, altrimenti all'entusiasmo subentra la delusione. Oppure Roma non ha insegnato niente?
  • Augusto C. Utente certificato 4 mesi fa
    Non sono a priori contrario ad abbassare l'etá del voto a sedici anni; sono peró convinto che sia necessario insegnare nelle scuole, fin dalla piú tenera etá´la materia "educazione civica", rivolta nei primi anni a gettare le basi di una civile convivenza democratica fondata sul rispetto dei diritti altrui, (includendo quelli degli animali e del medio ambiente) ed in seguito diventi uno studio che compari senza preconcetti, ma analizzando obbiettivamente e criticamente, tutte le forme di aggregazioni sociali umane, soprattutto le politiche e le religiose. Grazie
  • Pietro Z. Utente certificato 4 mesi fa
    ***** 15 mesi di lavoro alla Tim, 25 milioni di euro di buonauscita, questo avrà risolto tutti i problemi, se lo facciamo primo ministro l'italia risorgerà. Non dobbiamo farcelo scappare perchè all'estero, per es. alla Vivandi, chissà cosa gli offriranno. *****
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ... cor tocco suo, 'na linea ISDN te diventa subbito una co' 'a fibra ottica a 100 Gb, n' Motorola Startac grosso 4 cm ner l' Iphone7S co' 5mm.....
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      Pe' daje 25 mijoni de bonuscita, come minimo, quello te trasforma l'acqua in vino, te resuscita 'i morti, mortiprica pani e pesci, etc, etc......
  • gennaro fu 4 mesi fa
    Visto che la politica sta bruciando il loro futuro, quanto meno votino pure!
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ....certo ce so' 'e eccezioni, che confermano però 'a regola.....
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      http://ondemand.mtv.it/best-of/40-i-soliti-idioti-minchia-boh-la-top-6-di-patrick-e-alexio/354-patrick-e-alexio-la-barba
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ..lavoro ner "ramo" sedicenni: ma lascia perde....
  • Covelli de 'a curva sudde Utente certificato 4 mesi fa
    “Io non vado a rizzare tende alla Mecca. Io non vado a cantar Paternostri e Avemarie dinanzi alla tomba di Maometto. Io non vado a fare pipì sui marmi delle loro moschee, non vado a fare la cacca ai piedi dei loro minareti. Quando mi trovo nei loro paesi (cosa dalla quale non traggo mai diletto) non dimentico mai d’ essere un’ ospite e una straniera. Sto attenta a non offenderli con abiti o gesti o comportamenti che per noi sono normali e per loro inammissibili. Li tratto con doveroso rispetto, doverosa cortesia, mi scuso se per sbadatezza o ignoranza infrango qualche loro regola o superstizione. (…) noi italiani non siamo nelle condizioni degli americani: mosaico di gruppi etnici e religiosi, guazzabuglio di mille culture, nel medesimo tempo aperti ad ogni invasione e capaci di respingerla. Sto dicendoti che, proprio perché è definita da molti secoli e molto precisa, la nostra identità culturale non può sopportare un’ ondata migratoria composta da persone che in un modo o nell’ altro vogliono cambiare il nostro sistema di vita. I nostri valori. Sto dicendoti che da noi non c’ è posto per i muezzin, per i minareti, per i falsi astemi, per il loro fottuto Medioevo, per il loro fottuto chador. E se ci fosse, non glielo darei. Perché equivarrebbe a buttar via Dante Alighieri, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Raffaello, il Rinascimento, il Risorgimento, la libertà che ci siamo bene o male conquistati, la nostra Patria. Significherebbe regalargli l’ Italia. E io l’ Italia non gliela regalo.” da “La rabbia e l’orgoglio” di Oriana Fallaci
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      "parla"..
    • Pietro Z. Utente certificato 4 mesi fa
      Questo è parlar chiaro, senza ipocrisia tanto di moda oggigiorno.
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ...( se perla de "oltre Medioevo", se capisce...)
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      Sono assolutamente d'accordo; ho avuto modo di verificare l'impossibilità di convivenza tra il mondo islamico e quello Occidentale, visto più come qualcosa da "saccheggiare" e da vandalizzare, e non da rispettare per la sua storia di civiltà, cultura e d' ospitalità.
  • Max Stirner Utente certificato 4 mesi fa
    -----------------------APPROVO!-------------------- Non condivido la proposta di abbassare l età a 16 anni per votare. 18 anni , che mediamente dovrebbe corrisponde alla così detta *maturità*, va più che bene. Condivido assolutamente l abolizione delle 93 province, quindi meno costi di mantenimento, ed accorpare i comuni piccoli. Lasciare invece le 20 regioni che controllano e raccordano i vari comuni e relatvo territorio. Donatella davanzo 18.08.17 14:50 ------------------- Abbassare l'età solo per concedere il diritto di voto, mi pare incoerente se poi non si abbassa l'età anche per la responsabilità totale civile e penale. Vi sentite di attribuire ad un ragazzo/a di anni 16, tale responsabilità? Da come io conosco i ragazzi di quella età, salvo eccezioni, affermare che possano essere responsabili a quel livello, mi pare una assurdità
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ..e pure co' 'e "manovelle" proprie de l'età, c'hanno bisogno de n' "tutorial" su yutùb, sinnò, manco quelle.....
    • Fabio T. Utente certificato 4 mesi fa
      Carissimo Zampano, è chiaro che i presenti hanno pensato "non mi riguarda, o chi me lo fa fare", le immagini sono lì a testimoniarlo. Loro erano tre o quattro, i presenti qualche decina, bastava partire tutti insieme , al massimo colpivano con una spinta o un pugno . Aspetta, dov' è che l' ho già sentita? Visto niente, non sono fatti miei, ero da un' altra parte.. Voto ai 16enni, sono punti di vista,io rimango convinto che i giovani sono considerati poco e male, meglio invertire e includere, anche col voto. Saluti.
    • Zampano . Utente certificato 4 mesi fa
      Caro Fabio T., Vicenza quelli che volevano intervenire venivano presi a pugni e calci dagli amici dell'assassino, che, voglio ricordarti, erano picchiatori professionisti, gente che combattono nelle mixed martia arts e addestrati in modo quasi militare (ti ricordo i fatti di Beslan, per farti capire meglio che popolo è quello). Erano terroristi, e tutto era organizzato. Volevano testare le tecniche letali su qualcuno. Vedendo quanto accaduto, vedendo l'italiano a terra senza vita, molti non se la sono sentita di fare la stessa fine. Altri hanno usato la classica filosofia: non mi riguarda, quindi non mi impiccio. Quello che disturba, è la mancanza delle forse dell'ordine e dei buttafuori. Dov'erano? che facevano? Perchè non sono intervenuti? Mistero. Per quanto riguarda il voto ai 16enni, per me è un idiozia. A 16 anni non sanno nemmeno dove hanno il culo, si lasciano influenzare da ciò che dice il cantante di turno (es. Giovanotti che parla bene dei Bilderberg o Fedez che parla di droga libera senza avere mai letto un testo di tossicologia). Figuriamoci dare il voto a bambocci simili, gente che idolatra Lapo e Vacchi! Povera Italia!
    • Fabio T. Utente certificato 4 mesi fa
      Io sono favorevole al voto per i 16enni. Facciamo la media/età della massa di elettori che ancora preferiscono i vecchi partiti e vediamo cosa hanno capito di ciò che li circonda. Naturalmente sono. d' accordo sul fatto che a 16 anni oggi difficilmente si è in grado di percepire ciò che i più anziani dovrebbero insegnare con l' esempio ; si ma quale esempio? La gerontocrazia ? Se un bimbo lo escludi, si sentirà e comporterà da escluso. Si sentirà protagonista e testimone col suo smartphone anche di fatti efferati, anche a 18-20-22 anni: ciò che accade davanti a lui è un film e lui non è protagonista, come in Spagna, dove decine di "ometti" potevano fermare il pestaggio in discoteca, hanno preferito fare cerchio e filmare. Inclusione , si al voto per i 16 enni.
    • Toto A. Utente certificato 4 mesi fa
      Concordo, a 16 anni si è ancora nel pieno delle "manovelle". Cordialità
  • anna quercia Utente certificato 4 mesi fa
    stupenda si deve fare,è quello che io penso si può dire da sempre, bravi ragazzi, vi voglio un mondo di bene
  • Donatella davanzo 4 mesi fa
    Non condivido la proposta di abbassare l età a 16 anni per votare. 18 anni , che mediamente dovrebbe corrisponde alla così detta *maturità*, va più che bene. Condivido assolutamente l abolizione delle 93 province, quindi meno costi di mantenimento, ed accorpare i comuni piccoli. Lasciare invece le 20 regioni che controllano e raccordano i vari comuni e relatvo territorio.
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      le Province, non è che vadano abolite, ma profondamente riformate, questo sì....
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      .. per quanto riguarda l'abolizione delle Regioni sarei d'accordo, ma con la sola eccezione della Sardegna (per ovvi motivi dovuti allo stato d'insularità) e forse, della Sicilia per gli stessi motivi, ma con ampie autonomìe da riformare e che contemplino marcate assegnazioni di vera autonomìa e responsabilità nella gestione finanziaria (nel senso che in caso di "buco" nei conti della Regione, beh, che paghino i cittadini che si son scelti i propri rappresentanti; queste, dovrebbero avere inoltre un unico rappresentante (il Presidente della Regione) presso le Camere, alle quali riferisca periodicamente sullo stato delle finanze e sulle proposte di modifica/integrazione sui rapporti Stato-Regione in fatto di Istruzione, Sanità, Difesa e Pubblica Sicurezza avanzate dai Consigli Regionali....
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      Allo stato delle cose, è una immane cazzata, punto...
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 4 mesi fa
    C'è n'è' di lavoro da fare! Se ci aggiungiamo le necessarie modifiche costituzionali bisognerà avere una solida maggioranza nelle due Camere e tanto tempo, più di una legislatura.
  • vincenzodigiorgio 4 mesi fa
    Che è successo a Barcellona ? Ne sapete niente ?
    • Toto A. Utente certificato 4 mesi fa
      Vincenzo, credo ci sia poco da aggiungere, forse un po di silenzio serva a ragionare !!! Cordialità
  • massimo m. Utente certificato 4 mesi fa
    Concordo in Pieno. e mi sembra un Sogno! Tutte le battaglie che avrei e avremmo voluto fare sono sintetizzate miracolosamente in questo Post dai nostri portavoce La più geniale, tra le tante geniali elencate, per me e per chi ne sa molto più di me, è proprio la più bistrattata da molti e cioè l'età per votare sia per la Camera che per il Senato: da fissare a 16 anni. Se questa misura andrà in porto molti scettici si ricrederanno vedendo gli ottimi risultati. Noi siamo il MoVimento e queste sono le iniziative che auspichiamo: i nostri figli e i figli di tutti quelli con cui ci impegneremo a condividere i nostri Principi, se davvero lo faremo non saranno pronti a votare a 16 anni, ma a 12! Gli altri non saranno mai pronti, anche se avessero l’età di napolitano.
    • massimo m. Utente certificato 4 mesi fa
      Ovviamente sono proposte, che saranno sottoposte al voto degli iscritti certificati.
  • Fabio Rossi 4 mesi fa
    Non dimentichiamoci della possibilità di far votare i fuori sede! Sono quasi 1 milione di cittadini che non possono avere il diritto di votare in condizioni similari a tutti gli altri. Investiti da questo problema sono per lo più i giovani tra i 18 e i 35 anni : la parte più dinamica ed innovativa della società.
  • Fabio T. Utente certificato 4 mesi fa
    Punto per punto, anche un elettore di B o del minorato morale, se lo fermi per strada e lo interroghi, probabilmente , è concorde. Sovranità, poter decidere . Quando nel 2019 scade il mandato di Draghi e subentra un tedesco ,forse , per quelli di coccio, sarà più chiaro cosa significa . La germania ha provato in tutti i modi a conquistare l' Europa, le stiamo spalancando la strada , complici coscienti . M5* al governo o sarà la fine.
  • Paolo V 4 mesi fa
    Bravissimi!!!
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ...eppoi, perdona 'a pignolerìa, ma se scrive "aforisma"....('o so, 'o so, so' antipatico....)
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      e comunque ( solo pe' Paolo V.): seee, ma nun semo ancora ar "top" d'a bravura...
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ....o so benissimo, che Paolo ce sta a pija' pe' er culo, e perciò, je risponno come si nun lo sapessi...(devo spiega' tutto, uff..)
    • Toto A. Utente certificato 4 mesi fa
      Aspettiamo l'aforismo del Prof. (sempre stranamente "simpatici"). Cordialità
  • Mario51 4 mesi fa
    Introdurre anche il limite massimo di età (67?) oltre il quale non sia possibile coprire qualsiasi incarico nella PA e ovviamente Quirinale parlamento governo etc
  • VERA G. Utente certificato 4 mesi fa
    Anch'io credo che 16 anni siamo pochi per capire bene certe decisioni tanto importanti. Comunque quello che la Raggi sta scoprendo ci fa capire benissimo come un vecchio proverbio genovese recita: "suvia lisciu lisciu e sutta merda e pisciu". E' esattamente quello che la nostra Virginia ha trovato......
  • gianpiero m. Utente certificato 4 mesi fa
    In aggiunta propongo l'abolizione delle Regioni a Statuto Speciale che non hanno più senso. L'aggregazione della Valle d'Aosta al Piemonte. Manterrei le Provincie, che hanno una storia consolidata, ed eliminerei tutti i vari enti intermedi (consorzi di bonifica, Parchi vari, Comunità montane, ecc.) riattribuendo i compiti alle Provincie. G.Mazz.
  • adamo ed eva Utente certificato 4 mesi fa
    Età 16 un po' troppo bassa. Almeno 18 che coincide legalmente con la maggior età. Poi occorre revisionare accorpare veramente non come fatto con la forestale forze di polizia e strutture militari. Ci sono oggi 1000 sovrapposizioni con enormi sprechi tra palazzi e dirigenti generali. Tutti fanno tutto e il contrario. La finanza che fa il lavoro della Marina e la marina che fa quello della guardia costiera e così via con tutti gli altri. E per piacere basta con la tesi della questione di sicurezza per eventuali golpe!!
  • ut atletico 4 mesi fa
    AVANTI COSI' NON MOLLATE, NON MOLLATE, NON MOLLATE,
  • VINCENZO ANTONA Utente certificato 4 mesi fa
    Sono pienamente d'accordo su tutto tranne abbassare l'età a 16 anni (meglio uniformarla a 18 per i due rami del parlamento). Per quanto riguarda l'abolizione delle province, non sarebbe meglio valutare l'abolizione o ridimensionamento delle competenze alle Regioni?. Il pastrocchio fatto con le province è sotto gli occhi di tutti: i comuni si interessano esclusivamente (quando possono) del loro territorio, le regioni non si interessano degli spazi lasciati dalle province: le province (in quanto enti di secondo livello) hanno le mani legate, ed il risultato è che quello che faceva la provincia (dove funzionava), non lo fa nessuno. L'abolizione (o ridimensionamento delle competenze) delle regioni con ridistribuzione delle competenze alle province potrebbe, altre che far risparmiare, dare la possibilità di un maggior controllo e organizzazione del territorio.
  • oreste .. Utente certificato 4 mesi fa
    Abolizione Regioni. Accorpamento comuni(piccoli) Abolizione Province. Riduzione dei Parlamentari. Sai quanto denaro rubato in meno! Infine i 16ni a votare...ho un grosso dubbio visto che: 1-On si interessano alla politica,ma ad altro. 2-Gli abbiamo tolto il futuro. 3-Gli abbiamo dato una scuola vecchia e fuori dal tempo. 4-Non gli creiamo lavoro. 5-Li abbiamo emarginati dalla vita eeee... per questo gli vogliamo dare la possibilità di votare quando i loro genitori non vanno a votare? La pianta va curata da giovane per evitare che nasca male!
  • oreste .. Utente certificato 4 mesi fa
    Ahhh...dimenticavo,una precisazione da nulla: L'Arte è Regionale! Quindi a voi le conclusioni!
  • oreste .. Utente certificato 4 mesi fa
    OT..... L’Ater Roma, in crisi in crisi di liquidità, diminuirà le ore di riscaldamento per i propri alloggi e provvederà al distacco immediato del servizio ai morosi che non regolarizzeranno la loro posizione entro metà settembre. Si preannuncia un inverno piuttosto rigido nelle circa 50.000 case popolari della Capitale, abitate in buona parte da anziani e famiglie numerose con bambini piccoli. L’azienda regionale, che ad agosto ha sventato per un soffio il default dovuto ai suoi 1,45 miliardi di euro di debiti – dal FQ. ^^^^^^^^^^^^ Colpa della Raggi? La merda sta uscendo tutta!
  • Michele Di Bilio 4 mesi fa
    Disaccordo totale su due punti: 1) voto a 16 anni: una grande cazzata, hanno ancora il ciuccetto in bocca e pensano solo alla paghetta e ai cellulari. Di politica zero. 2) Continuate a insistere sul mantenimento delle regioni che sono assieme alla burocrazia la rovina dell'Italia. Si sono creati 20 nuovi parlamenti con annessi e commessi e ognuno pensa al suo orticello. Abolire le regioni e lasciare le province come ente di raccordo con i territori assieme ai comuni. Legislazione nazionale su tutto per porre fine alle 20 repubbliche indipendenti. Così si potrà avere una sanità uguale per tutti, regole uguali per tutti e fine del bordello legislativo attuale.
    • Rossano Mastacchi 4 mesi fa
      assolutamente contrario all'abolizione delle province, tra le altre cose mantenute con il referendum costituzionale del 4 dicembre. non ha alcun senso che ci siano due enti (stato e regioni) che abbiano poteri legislativi, deve esserci solo lo stato e due livelli amministrativi (non legislativi): i comuni e le province. Queste ultime sono la giusta scala tra i comuni troppo piccoli e le regioni troppo grandi. Chiedete ai vostri iscritti in una provincia marginale cosa ne pensano dell'abolizione dell'ente (non vivono tutti a Milano o Torino). Andata avedere cosa succede ora che le province non hanno soldi alle strade in termini di manutenzione. Allontanando i centri amministrativi dai cittadini si penalizano q
  • Covelli de 'a curva sudde Utente certificato 4 mesi fa
    Il quarto governo abusivo che abbiamo in Italia, si adira per i militari austriaci al Brennero. Come mai la stessa indignazione, facendo auto.coscenza, nn la provano, prendendo atto, che il 10 per cento degli Italiani, è alla "canna del gas"?
  • maurizio 4 mesi fa
    Ma un post sui fatti di BARCELLONA niente ? Mah !!!!!!!!!!!!!!!!
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ..(ne)crologi...
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      chiedetevi perchè l'Italia è sempre rimasta fuori dalle "attenzioni" del'Isis e dei suoi finanziatori (il Qatar, principalmente.... (forse perchè il Qatar ha enormi interessi in Italia, attarverso la "Qatar Foundation"???...)
    • viviana vivarelli Utente certificato 4 mesi fa
      e a che servirebbe?
    • guido ligazzolo Utente certificato 4 mesi fa
      cosa chiedi un servizio di cronologi?
  • Luca P. Utente certificato 4 mesi fa
    D'accordo su molte cose tranne due: 1. i nostri ragazzi sono molto immaturi anche a 18 anni, figuriamoci se sono in grado di capire qualcosa a 16; 2. Oltre alle Province abolirei anche le Regioni, inutili carrozzoni mangia soldi che distruggono tutto quello che toccano/fanno.Lascerei i soli comuni, accorpando i più piccoli, a gestire il territorio sulla base di SOLE LEGGI STATALI. Solo così si può ottenere una semplificazione burocratica.
    • rosanna scarpa 4 mesi fa
      per i sedicenni al voto, qualche riserva ce l'ho benche' ce ne sono tanti che anche a trenta non capiscono niente o non si informano su nulla.
    • rosanna scarpa 4 mesi fa
      anch'io sono d'accordo per togliere le regioni. quando non c'erano si stava meglio. tutto funzionava e rubavano di meno.
    • Zampano . Utente certificato 4 mesi fa
      Le regioni sono come gli Stati, devono restare.
    • Daniele C. 4 mesi fa
      Sono d'accordo su tutto tranne due punti: 1) Portare l'età minima del diritto di voto da 18/25 anni a 16. Credo sia meglio portarla a 18 anni. 2) Abolizione delle province. Credo che invece sia più opportuno abolire le regioni. Queste ultime ritengo non siano idonee a rappresentare tutte le realtà locali sul territorio da esse amministrato. Sarebbe opportuno invece potenziare le province, in quanto realtà sufficientemente piccole e con capacità di autoamministrazione senza eccessivi vincoli burocratici.
  • rosanna scarpa 4 mesi fa
    come non essere d'accordo su tutto, caro morra? visto pero' che avete intenzione di chiedere il nostro parere per ogni cosa, ed io non posso che essere d'accordo, cosa facciamo con i vaccini? vogliamo togliere quest'obbligo insensato e ripristinare la democrazia? grazie per tutto quello che fate. ci vediamo a rimini in settembre. voglio dire che sono contenta di poter di nuovo esprimere il mio parere sul blog. non riuscivo piu' a scrivere e mi dispiaceva non far sentire anche la mia voce.
  • Massimiliano C. Utente certificato 4 mesi fa
    Querelateli che nel mentre che il PD si accaparra €11milioni per gli stessi motivi la giornalaia vi fa passare peggio di tutti gli altri Partiti. http://espresso.repubblica.it/palazzo/2017/08/17/news/m5s-5-stelle-con-tutti-i-benefit-casa-e-telefono-ai-dipendenti-li-paga-il-parlamento-1.308114?ref=RHRR-BE
    • oreste .. Utente certificato 4 mesi fa
      Peccato che gli Italiani non capiscono un cazzo. La dimostrazione sta in Repubblica: Quando una giornalista fa passare le "spese dei gruppi politici" a bilancio delle camere come contributi pubblici,vuol dire che gli italiani sono dei deficienti. Infine sappiano gli Italiani che tali spese debbono essere documentate. Ma il DL Boccadutri se lo sono dimenticato?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus