Il servo di Berlusconi insulta la cittadina

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

vittorio_romano_rete4.jpg
"Il "giornalista" Vittorio Romano, inviato di "Quinta Colonna" (programma di rete4 condotto da Del Debbio terzo posto al Microfono di legno 2013, ndr), intervista Laura Castelli all'uscita del Parlamento e invece di farle domande relative all'attività parlamentare, aproffitta della diretta e la prende in giro, deridendola. La Castelli lo guarda sprezzante e se ne va. C'è da chiedersi se il signor Romano sia regolarmente iscritto all'albo dei giornalisti, e quali siano i principi che lo spingano a fare questo tipo di "informazione"." Segnalazione da TzeTze

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • nessun copy 4 anni fa
    X Vittorio Romano Ci vuole un coraggio veramente notevole, x fare quello che hai fatto, alla sig.ra Laura castelli che a te piaccia o no, è un membro del parlamento. Tu sei un? non mi viene la parola, non so come qualificarti, non riesco a capire come un ignorante come me non possa fare il tuo mestiere. Ma li assumono tutti così a rete4, perché se così fosse si potrebbe fare domanda in massa per un rete così. io però avrei la dignità di non ritirare lo stipendio visto che la tua intelligenza è di un livello alquanto basso. Il minimo che puoi fare è chiedere scusa, ma forse non hai nemmeno questa capacità. saluti da nessun copy
    • pierobattocchi 4 anni fa mostra
      Non le pare di esagerare un po a scandalizzarsi per un offesa quando le offese sono il vostro cavallo di battaglia?Non lo sa che chi di offesa ferisce di offesa perisce?Ci vuole coerenza.con ossequio Piero Battocchi
    • Alberto Giaccaglia 4 anni fa mostra
      Domande retoriche, le tue ... questa gente viene "selezionata" con gli stessi criteri con cui vengono "scelti" i finti parlamentari: ZERO in tutto, tranne il servilismo e l'essere disponibili a qualsiasi cosa venga imposta dai padroni. Ha un nome preciso, questa cosa ...
  • Ottavio Mele Utente certificato 4 anni fa
    Questo non è un giornalista è un CANE RANDAGIO.
    • daniela casprini 4 anni fa mostra
      rispetto per i cani randagi, che sono esseri senzienti, rifiuti di una società malata. quel romano invece senziente non mi pare
    • MICHEL DONATO 4 anni fa
      ...per favore non offendiamo i cani. Questa gentaglia vale meno dei loro escrementi...
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus