In Gran Bretagna introducono il recall per i parlamentari

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
recall_granbretagna.jpg

"Una legge anti-casta sarà con tutta probabilità varata nel Regno Unito nei prossimi mesi. Con la possibilità, per gli elettori, di spedire a casa deputati di Westminster incarcerati o ritenuti dall’assemblea della camera dei Comuni o da quella dei Lord "non idonei alla vita parlamentare" a causa della loro condotta scorretta. Nonostante la voce circolasse da qualche giorno, pochi si aspettavano l’annuncio fatto dalla regina Elisabetta, mercoledì (4 giugno), durante il tradizionale Queen’s speech che apre l’anno parlamentare e che illustra il piano delle leggi di parlamento e governo per quei dodici mesi a venire. Proprio lei, il simbolo massimo del potere britannico, si è così prodigata nello spiegare l’intento del governo di David Cameron (nel suo ultimo anno di mandato, si vota infatti a maggio 2015) di dare ai cittadini elettori il diritto di "recall". Nel caso infatti di carcere inferiore ai dodici mesi (per le sentenze superiori l’espulsione è già automatica) e nel caso di voto parlamentare sull’etica e le azioni di un deputato, gli appartenenti di una certa circoscrizione elettorale di cui faccia parte quel politico potranno proporre una petizione per la sua espulsione. Affinché sia valida, dovrà firmare almeno il 10% degli aventi diritto al voto, così si andrà quasi automaticamente a elezioni di mezzo termine per la riassegnazione di quel seggio. "Quasi automaticamente" appunto. Perché da più partiti politici nelle ultime ore sono arrivate polemiche per un possibile "annacquamento" della legge. Gli elettori britannici attendono con ansia." Daniele Guido Gessa - leggi l'articolo integrale

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Franco Sospettoso 3 anni fa
    Ma se parlate in inglesorum e non volete farvi capire... il recall è un avviso di chiamata? In italiano quando sono cose buone, già sappiamo che quando in Italia si lascia qualcosa in inglese è per prendere in giro la gente, ma un termine giuridico come questo ce l'avremo nel nostro vocabolario o dobbiamo farcelo prestare come al solito?
  • Pietro Polic 3 anni fa
    La Regina d'Inghilterra è un capo di stato con pochissimo peso politico/legislativo. L'unica funzione che ha nel campo legislativo è di firmare le leggi presentate dal governo tramite il parlamento. Raramente la Regina rimanda alla Camera leggi già concordate in sede parlamentare, e se lo fa, è su proposta del capo del governo.
  • carla g. Utente certificato 3 anni fa
    QUELLI SI TENGONO IL RE E LA REGINA CON TUTTA LA FAMIGLIA WINDSOR PERCHè DOPO AVER VISTO NOI , QUALSIASI SOVRANO (SOPRATTUTTO QUELLI DEL NORD EUROPA) è PREFERIBILE AD AVERNE MIGLIAIA DA MANTENERE, ANZI COI VITALIZI E I CARCERATI NE AVREMO MILIONI E TENGONO TUTTI FAMIGLIA.
  • Franca Bella 3 anni fa
    Possiamo fare uno scambio con napolitano e la regina Elisabetta?
  • paco 2005 3 anni fa
    Proprio ciò che accade in Italia!! uguale!!!!
  • Giorgio Fiandrino Utente certificato 3 anni fa
    HAAAAAAAAAAAAAA, e si leggono messaggi del tipo: "l'Inghilterra è democratica".Questa frase solo perchè una Regina fa qualcosa di democratico, dunque, la democrazia dipende sola da una persona, la Regina. Terribile ossimoro! Diciamo che la Regine segue il vento democratico dei nuovi movimenti Europei, perchè gli conviene.
    • Giorgio Fiandrino Utente certificato 3 anni fa
      Napolitano è l'eccezione che conferma la regola, vive nel mondo di Razzi "L'Europa è bella e, ci sono stato ma non ci vivrei"
    • Darth Maul Utente certificato 3 anni fa
      Mai che venisse voglia a Napolitano di seguire il vento democratico, mai, mai...
  • Giorgio Fiandrino Utente certificato 3 anni fa
    Nebbia sulla manica,l'Europa è isolata.
  • Pier Luigi Tenci Utente certificato 3 anni fa
    Stiamo vivendo all'interno di una rifrazione temporale nella quale vi sono gli stessi accadimenti sociali che portarono alla seconda guerra mondiale. In quegli anni la volontà popolare fu incanalata da alcuni esseri dei quali conosciamo i loro nomi. Oggi la volontà popolare è alla disperata ricerca di colui che la potrà re incanalare e rappresentare come fu in quegli anni drammatici. I cicli delle reazioni umane sono governate da regole che si rifanno sempre all'abominio oggettivo che gli umani provano nell'animo verso la corruzione. In questo nuovo ciclo temporale quali saranno gli strumenti popolari che rigenereranno il loro rappresentante? Però questo attuale turbinio di pensiero collettivo è inarrestabile ed è già oltre la iniziale ricerca di chi sarà colui che guiderà il popolo nelle prossime azioni? Oggi tutto è in movimento e l’energia del pensiero di una significativa parte della collettività italiana e di altri popoli di molti altri stati europei si unisce in una sorta d’inconscio collettivo come avvenne agli albori del secondo conflitto mondiale. Nel tempo prossimo a venire, l’esito di questo fermento europeo sarà specularmente in direzione opposta rispetto a quella voluta dai potentati finanziari europei.
  • Graziano Priotto Utente certificato 3 anni fa
    La regina d'Inghilterra è duqnue ... "populista" anche lei ?
  • Giovambattista Freni () Utente certificato 3 anni fa
    Invece di utilizzare battute iettatorie sul "vincere", datevi da fare con emendamenti seri come il recall, reddito di cittadinanza, idee di rinascita e di lavoro, oltre alle denunce mostrateci l'alternativa positiva; comunque forza ragazzi meno spot più fatti, più comunicazione, più presenza in tv pretendendo la par condicio. Mandate ragazzi che non si facciano intimidire dai mestieranti della disinformazione, mandate gente con grinta e che aggredisca le veline e i buffoncelli dei partiti della maggioranza.
  • Nicola Barghi 3 anni fa
    W gli inglesi!!! Ma perché dobbiamo sempre amare ciò che fanno i governi stranieri? Perché dobbiamo vergognarci di essere italiani e scappare all'estero? Perché non possiamo avere anche noi uno stato che funzioni, giusto, con leggi e tasse giuste, in base a quanto uno guadagna (realmente), con la meritocrazia, con gli incentivi non solo alle industrie (non esistono solo le fabbriche), ma anche agli artisti, a chi si inventa un lavoro, a chi vuole vivere in maniera diversa... perché dobbiamo essere sempre lo zimbello del mondo ed avere politici che non gliene frega nulla? Ecco, son semplici domande alla fine... Nicola
  • Luciano Bosi Utente certificato 3 anni fa
    L'ha fatta FARAGE???
  • alvise fossa 3 anni fa
    IN INGHILTERRA SONO SEMPRE UN PASSO DAVANTI A NOI
  • Luigi M. Utente certificato 3 anni fa
    L'Inghilterra è democratica nonostante i Principi, i Re e le Regine... l'Itaglia no.
  • Francesco Petraro Utente certificato 3 anni fa
    Quando il garante può GARANTIRE succede come è successo in Inghilterra. La Regina è un esempio per il popolo britannico e Bukingam Palace ha tagliato del 50% le spese dall'inizio della crisi. Pensate solo se le stesse parole le avesse dette napolitano...
  • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
    Sono invidioso!! >_>
  • giò 3 anni fa
    Anche qui si deve fare perciò DATEVI DA FARE IN FRETTA che mi sà che vi state adagiando, ancora sono fiduciosa in voi ma se non vedo reazioni vi cancellerò come ho fatto con gli altr e non andrò più a votare Tenete presente che come me anche gli altri faranno uguale ,vi voglio ancora bene , non deludetemi ,sputanateli, fate casino andate in tv e aprite sedi nelle città ce nè bisogno!
  • Robertino Venturi Utente certificato 3 anni fa
    L unico personaggio anziano che mi fa vuomitare è RE GIORGIO....(se morisse feteggio),gli altri bene o male si difendono!!!!
  • Terry E. () Utente certificato 3 anni fa
    Anche noi attendiamo con ansia..............di mandarli tutti a casa o in galera a seconda dei reati. Quelli onesti (pochissimi) potranno rimanere ma gli saremo col fiato sul collo!
  • john f. 3 anni fa
    I cittadini italiani , alle scorse elezioni, hanno introdotto il RINCOOL (si legge rincùl), votando i soliti noti.(tangenti , connivenza, malaffare), in modo da affondare sempre più nella melma.
  • vittorio alberto mari Utente certificato 3 anni fa
    Questa è la diversità di democrazia.In Inghilterra non aspettano che le cose degenerino,ma agiscono in anticipo. Gli scandali politici Italiani hanno fatto accellerare la proposta di recal Inglese.Peccato che in Italia tale proposta non sia stata fatta.
  • al a. Utente certificato 3 anni fa
    EVIDENTEMENTE QUALCHE PROBLEMA ESISTE ANCHE LI MA MI GUARDEREI DAL FARE PARAGONI.MI SEMBRA AVESSERO PROBLEMI ANCHE IN AMBIENTE CALCISTICO .EBBENE GUARDATE ADESSO TI PUOI PORTARE LA MOGLIE INCINTA ALL'OTTAVO MESE IL PICCOLO E.LA NONNA.E STARE A CINQUE METRI DAL CAMPO SENZA OSTACOLI DAVANTI.PROVA IN ITALIA.RITORNANDO A BOMBA DIREI CHE LI ESISTE LA CORRUZIONE DA NOI E'SOLO CORRUZIONE NON E'CONCEPIBILE UN POLITICO CHE NON LO SIA ALTRIMENTI CHE SE NE FA DI QUEL POSTO.
  • Daniela Giorgi 3 anni fa
    Il nostro paese è indietro anni luce rispetto alla Gran Bretagna. È una questione di mentalità che per noi Italiani non va oltre il tira a campa' il magna magna, l'occasione fa l'uomo ladro ecc. Penso che il cambiamento sia iniziato ma la strada è ancora lunghissima, spero che le nuove generazioni imparino dai nostri errori anche se avverrà forse troppo tardi per rimediare ;e allora ricominciare da capo sarà dura.Il movimento 5 stelle è troppo oltre, per poter estirpare tutto il marciume dovreste comportarvi come degli infiltrati che fanno buon viso a cattivo gioco, la fiducia nel nostro paese non si ottiene con l'onestà. Ricordo mio padre contadino nel 1974 quando malato di cancro (causato dall'aver usato pesticidi e concimi nocivi nei campi) nella sua bonaria ignoranza donava al sindacalista una damigiana di vino convinto che senza quella'bustarella' la pensione non sarebbe mai riuscito ad averla, infatti non l'ha mai vista perché mori' prima. Daniela
    • piero LOMBARDO Utente certificato 3 anni fa
      la corruzzione italiana e anche nella ambasciata italiana a londra per fare un passaporto un italiano che lavora a londra ci vogliono 1 anno in italia 20 giorni ,questa e una vergognia italiana,come mai in italia nelle grandi e piccoli opere ci sono sempre le stesse aziende che partecipano al bando dei lavori,dal nord al sud,non vi sempra anomalo?exspo,2015/venezialalta marea ,siamo lombardia veneto il prossimo e il piamonte,con gli appalti del grattacielo della reggione con la tav col castello di cavur a santena con la reggia di veneria e cetr e cetra
  • Carlo B. Utente certificato 3 anni fa
    Non basta il recall per cause giudiziarie. Ci vuole un recall immediato quando gli impegni presi in campagna elettorale vengono traditi. Se tu affermi che farai questo o quello, laddove non lo avrai fatto in tempi ragionevoli, devi essere rispedito a casa. Va altresì revocata la "patente di giornalista" a tutti coloro i quali si macchiano della colpa di informare in modo parziale e non conforme alla verità. In questo modo finiscono i giochetti alla renzie come anche il giochetto dei giornalisti fiancheggiatori delle balle dei politici.
    • Carlo B. Utente certificato 3 anni fa
      Non scherzo affatto e aggiungo che non comprendo come tu possa parlare di "libertà di essere schierati". I giornalisti devono riportare le notizie e i fatti, e non spalleggiare con le menzogne i partiti.
    • giovanni solinas 3 anni fa
      Il recall può essere utile solo se chiamato solo per motivi giudiziari o simili. Il programma esula visto che può dipendere da un insieme di fattori. Per i giornalisti spero sia una battuta, al massimo puoi non comprare il giornale, ma la libertà anche di essere schierati va tutelata.
  • Ing_Alberto Costantini Utente certificato 3 anni fa
    Oggi il mondo sembra dividersi tra vincitori e vinti! Tra chi ha accesso ai trionfi della Vittoria e chi è condannato ai disastri della Sconfitta. Ma chi se ne frega della Vittoria o della Sconfitta! In Realtà, ci si sta muovendo nell'ambito di alcuni casi, molto particolari, di "quel che funziona" e di "quel che non funziona". Vittoria e sconfitta ne sono soltanto aspetti molto particolari. Per cultura di formazione scientifica, personalmente non posso che orientarmi verso lo studio dei casi più generali, senza perdermi in quelli particolari. E non posso che guardare con sufficienza, sconforto e disprezzo a questo correre, vano, pazzo e disperatissimo, dietro ai casi particolarissimi, spesso costruiti "ad hoc", di Vittorie e Sconfitte. Nello sport, nella politica, nei rapporti tra persone, nella comunicazione, nella vita di ciascuno, tutto un correre dietro a vane e disperate Vittorie e Sconfitte. Sono appena passate le elezioni europee, tra un po' ci saranno i mondiali di calcio. In mezzo, gli scandali, le tangenti, i soldi, i disoccupati, le aziende che chiudono e i ristoranti pieni, la chirurgia plastica e le mode che passano. Tutti a vincere e dopo un po' a perdere. Sembra che tutto si riduca a questo: il successo della Vittoria o il fallimento della Sconfitta. Ma il semplice prendersi cura del far funzionare le cose proprio no!? Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8 Mal di Schiena Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s Mal di Schiena Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA Mal di Schiena Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ email: alberto.costantini.std@gmail.com sito web: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio Per eventuale supporto: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/prestito-d-onore https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/progetto-funzionalita Grazie!
  • napoleone . Utente certificato 3 anni fa
    300 anni di democrazia alle spalle vorranno dire qualcosa..o no..!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus