Bancopoli è appena iniziata

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

Scarica il volantino!

di MoVimento 5 Stelle

Adesso, in questa settimana o poco più, si andrà avanti a tamburo battente, audizione dopo audizione, anche se il tempo perso non si recupera. Non ci si possono certo aspettare miracoli da una commissione d’inchiesta come quella sul sistema bancario, nata troppo tardi e nata male, con un presidente come Pier Ferdinando Casini che ne disprezzava la ratio e gli obiettivi prima di prenderne il comando con poteri fin troppo discrezionali.

Il MoVimento 5 Stelle, rappresentato da cinque valenti membri, pur escluso dall’Ufficio di presidenza per mano dei partiti, sta dando un contributo fondamentale ai lavori della bicamerale.

Caso Vegas-Boschi a parte, le nostre domande hanno contribuito a far cadere in contraddizione le vigilanze, Bankitalia e Consob, circa la mancata sorveglianza sulle venete che nel frattempo sprofondavano sotto il peso dei crediti deteriorati e massacravano i piccoli risparmiatori con aumenti di capitale gonfiati o con obbligazioni spazzatura.

I commissari Cinquestelle hanno messo in risalto le timidezze, chiamiamole così, del Tesoro che da primo azionista di Mps non intraprenderà alcuna azione di responsabilità nei confronti degli ex vertici Profumo e Viola. E, tanto per dirne un’altra, siamo stati noi a mettere in difficoltà il procuratore di Arezzo Roberto Rossi sulle indagini a carico (anche) di Pier Luigi Boschi per il falso in prospetto legato alle obbligazioni 2013 di Banca Etruria. 
Il M5S sta lavorando intensamente e a tutto tondo in commissione, anche perché siamo l’unica forza politica che non ha scheletri negli armadi del credito e siamo stati i soli ad aver chiesto fin da subito di infittire l’agenda per poter sciogliere il maggior numero di nodi possibile.

Il MoVimento aveva spinto per questa bicamerale fin dall’inizio della legislatura, con la proposta di legge del portavoce Carlo Martelli
. Avevamo anche preteso una commissione specifica sul caso Montepaschi e abbiamo un testo di legge ad hoc per un organismo di inchiesta sui crimini bancari, firmato da Dalila Nesci e risalente al settembre 2015. 

Con le nostre fortissime pressioni, già prima che arrivasse Vegas, abbiamo messo il Pd all’angolo e abbiamo ottenuto l’audizione di Federico Ghizzoni, l’ex ad di Unicredit, che verrà a dirci se il sottosegretario Maria Elena Boschi fece pressioni pure su di lui all’inizio del 2015 per spingerlo a salvare la banchetta di famiglia che, come ora sappiamo, le dava così tante preoccupazioni.

Insomma, difendiamo da sempre i piccoli investitori e non siamo improvvisati paladini del risparmio solo in vista della campagna elettorale. Ecco perché nella prossima legislatura, se saremo al governo, il M5S istituirà da subito una nuova bicamerale sui crac e sulle truffe degli istituti di credito. Perché purtroppo questa commissione si prepara a restare, tra poco, un discorso interrotto troppo presto, assieme alla fine della legislatura.

Ora dobbiamo concentrarci su quello che sta avvenendo a Palazzo San Macuto. Saranno giorni intensissimi. E’ per questo che il M5S ha deciso di rinviare l’evento legato al “Programma Banche” che si sarebbe dovuto tenere ad Arezzo oggi, 15 dicembre. La fitta agenda non consente ai nostri commissari di muoversi.

Ci ritroveremo comunque nella stessa Arezzo, ma nell’anno nuovo. E avremo nuovi elementi per raccontare ai cittadini cosa ci differenzia da questi partiti e come vogliamo rivoluzionare il sistema del credito, tutelando realmente il risparmio, sostenendo famiglie e imprese. 

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • giuseppe di giorgio 30 giorni fa
    Liberiamo il Parlamento dagli usurpatori.Il 4 Marzo si concluderà la democratica marcia su Roma. Inizierà una nuova era.
  • Enzo Rossi 1 mese fa
    Risposta a Carlo D'Ottone: può essere il disappunto e anche un po' d'invidia da parte di un politico navigato come lui che si è sempre speso per decenni per il bene di tutti noi e non avrebbe mai creduto che il firmamento italico avesse visto un astro così fulgido come Renzi che in appena tre anni o poco più fosse riuscito a fare così tanto più di lui per il bene di questo paese... Cordiali saluti
    • Carlo D'Ottone Utente certificato 30 giorni fa
      Certo, a questo punto stava più sereno Gianni Letta che non doveva eseguire ordini di Renzi come quelli ricevuti da Casini nel suo viaggio lampo in Toscana.
    • gray 1 mese fa
      Proposta di assistenza finanziaria Già le preoccupazioni finanziarie ? Io sono un finanziario di fiducia. Noi concedere prestiti a tutte le persone in stato di bisogno, e anche la Banca. Qui ci sono alcuni tipi di pronta ad offrirvi : - auto prestito personale, prestito immobiliare - Pronto per il salvataggio della società di consolidamento del Debito ! Si prega di contattare me via e-mail per ulteriori informazioni sulla mia offerta. Tasso d'interesse : 3% Contatto E-mail : lollmarianne@outlook.fr
  • Manuele L. Utente certificato 1 mese fa
    forza le banche italiane oltre alla politica hanno distrutto questo paese finanziando gli amici senza alcuna garanzia o ditte alla frutta dove sono entrate come azionisti e facendo pagare i costi ai cittadini. la Boschi è un male per la politica e l'economia italiana ma mi chiedo come persone così incapaci abbiano preso il potere. possibile che in politica ci sia questa mediocrità?
  • Carlo D'Ottone Utente certificato 1 mese fa
    Avete notato che "Il Presidente Casini" ha sempre il volto corrucciato, per non dire ingrugnito, qualcuno ne conosce il motivo ?
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      "porello", bah...
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      E' inCasinato de natura, poirello....
  • Veronica2 1 mese fa
    Ma ce ne è anche per il MEF. La Cannata ieri sera ha rivelato una sconcertante situazione. (Anche da quello che si legge in Internet) Pare che l'Italia per entrare nell'euro e avere i bilanci in ordine, abbia sottoscritto i derivati (algoritmi probabilistici, altamente rischiosi), forse dall'allora Ministro del Tesoro Draghi. Ebbene, si è appreso che nessuno ha mai fatto una proiezione (sui 30 anni di durata di queste cambiali) per capire l'effetto che avrebbe avuto l'avere in portafoglio un simile contratto. Ma la cosa che mi appare macroscopica è che l'Italia accettò di avere un'inflazione pilotata (imposta dalla Germania a un tetto massimo del 2%) senza prevedere che questo avrebbe portato a interessi negativi (è quello che è successo). L'esempio fatto è stato prendo 40 di liquidità, contro 4000 di restituzioni. Fra l'altro, ha portato l 'Italia, a dover pagare alla Morgan Stanley, nel 2011, 4000 miliardi per la penale.
  • carlo 1 mese fa
    anda' a finire che la colpa e' della "troika". e della merkel (gliel'ha chiesto l'europa).
  • VINCENZO ANTONA Utente certificato 1 mese fa
    Tanto, come avviene di solito in queste commissioni, non ci sarà nessun colpevole, faranno scaricabarile, faranno distinguo sulle responsabilità e nasconderanno la polvere sotto i tappeti. Una commissione seria non deve essere "a tempo" e dovrebbe essere formata non solo da "politici" che non vogliono lasciare il cadreghino, ma dovrebbe essere formata "operativamente" da persone che nulla hanno a che fare con la politica. I politici dovrebbero far parte della commissione, ma senza compiti operativi. Forse, e dico FORSE, in questa maniera qualcosa ne potrebbe venir fuori..... ma ne dubito. Lo sforzo primario, comunque, deve essere riposto nel risarcire i risparmiatori che hanno perso i risparmi di una vita.
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Vi passo questa che mi è arrivata: Mica facile essere bambini in Italia al giorno d'oggi; vai all'asilo e le maestre ti menano,vai scuola e i bulli ti umiliano,vai a catechismo e i preti ti molestano. Poi è chiaro che diventi adulto,non capisci più un c**o e voti PD!
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Oreste2 Dicono:“La vita è dura e ingiusta.Occorre farsene una ragione.E attrezzarsi” Socialmente parlando è una pazzia.Uno Stato, entità giuridica,si basa sulla legge.Una società può basarsi unicamente sulla giustizia,perché è costituita da persone che stanno insieme per realizzare uno scopo comune di benessere e giustizia Una società può stare in piedi senza uno Stato ma uno Stato non sta in piedi senza una società Se la società non è in grado di consentire una vita giusta a chi non sa attrezzarsi da solo, finisce la società stessa ed il suo scopo Se so attrezzarmi da solo,che bisogno ho di far parte di una società? E’ la stessa frase che sento ripetere continuamente da chi sceglie di perseguire l’interesse personale prevaricando sugli altri, sfruttando anche la disgregazione della società e magari favorendola L’economia è sfasciata,abbiamo la disoccupazione più alta della nostra storia,sono stati smantellati i diritti del lavoro e il nostro Paese viene svenduto a privati e stranieri Ogni giorno indagano politici,amministratori pubblici o imprenditori per aver rubato o peggio,siamo l’unico Paese occidentale dove la mafia può gestire il territorio, l’amministrazione e gli appalti pubblici Siamo leader nel mondo occidentale per evasione fiscale e corruzione,numero e confusione di leggi e inefficienza del sistema giudiziario La sanità è allo sbando e la gente non si cura perché mancano i soldi,aumenta in modo esponenziale la povertà e sono sempre di più gli italiani che fanno la coda alle mense di carità o che cercano da mangiare tra i rifiuti di mercati e supermercati Il nostro welfare è stato saccheggiato e va in malora per poter passare al privato La gente si suicida perché non ce la fa più.E tanti se ne fregano e sanno solo cazzeggiare Non puoi far cadere una persona in un letamaio e se ci muore dire che non era abbastanza forte per venirne fuori. Una persona normale discute su come togliere il letamaio,non si mette a discutere sulla capacità di sguazzarci dentro
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    UN PAESE ALLO STREMO-MoVimento 5 Stelle Se è vero che la pazienza è la virtù dei forti, gli italiani sono i più forti del mondo. Stanno dimostrando una calma incredibile nei confronti del governo e del partito che il governo ce l’ha in mano: il Pd. Pensate per un attimo a quello che stiamo subendo. Il Paese sta sempre peggio: disoccupazione, povertà, debito pubblico, imprese che chiudono, licenziamenti, pensioni da fame, giovani che fuggono. Uno scenario apocalittico. Da quando è iniziata la legislatura, durante la quale si sono succeduti tre premier che non hanno avuto alcuna legittimazione popolare, il Pd di governo si è occupato solo di salvare le banche demolendo i risparmiatori, di fare favori alle lobby del gioco d’azzardo e del petrolio, di fare tagli alla sanità e alla scuola, di abolire i diritti dei lavoratori, di fare una riforma costituzionale dannosa e giustamente bocciata dagli italiani, di fare una legge elettorale antimovimento5stelle salvo ripudiarla quando si sono resi conto che così non era e infine vederla demolita dalla Consulta. Quattro anni buttati al cesso. Quattro anni di megastipendi a deputati e senatori che hanno lavorato solo per i propri partiti pigiando bottoni a chiamata. Quattro anni di rimborsi elettorali: 45,8 milioni di euro solo per il Pd. Dopo il 4 dicembre hanno detto che sarebbero andati via e che si sarebbe votato e invece ecco Gentiloni. E dagli italiani pazienza. Gentiloni doveva essere temporaneo e invece ora il Pd lo ha blindato garantendo che arriverà fino al 2018. E ancora pazienza. In questi giorni si sta consumando la scissione del Pd. Mentre il Paese si disintegra, il presidente del Consiglio si trastulla insieme al partito di governo in una spartizione di poltrone e poteri personali. L’italiano guarda, forse impreca, ma porta ancora pazienza, si rimbocca le maniche e continua ad andare avanti, ha altro a cui pensare; “la troveranno una soluzione” pensa, “mi lasceranno votare prima o poi” Non sarà così segue sotto
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Dunque vediamo come potrebbe essere la prossima ammucchiata per battere il m5s,nonostante la legge rosatellum(annata 2017). Abbiamo il Centro Sinistra Mignon: “lista Insieme”( separati non saprebbero dove andare) Lista PSI(?)-Verdini-Prodiani Centro destra: “IDEA”+ex Scelta Civica+FARE+CANTIERE POPOLARE+DIREZIONE ITALIA+Alternativa POPOLARE. Rimangono fuori ancora uccel di bosco …UDC…UDEUR…CDU..ENERGIE PER L’ITALIA. Mobilità estrema dal gruppo misto…. Migrazione di personaggi dove meglio allocarsi per non perdere la poltrona…..insomma affrettarsi ad occupare una poltrona…altrimenti qualcuno potrebbe rimanere senza. Tutto questo movimento condito dall’alto da un delinquente e da un racconta balle. Spero solo che gli italiani capiscano quali interessi nascondano questo sparigliare e sparigliare di poltrone…non certo per gli Italiani. Italiani non è il gioco dello scopone,ma solo il galleggiamento di abili nuotatori in un mondi di m***a! Il M5s… li ha costretti a gettare la maschera!
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      ops...parigliare
  • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
    qui la diretta dalla commissione: http://webtv.camera.it/home
  • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
    grazie ragazzi!!
  • Gennaro Esposito Mileto (gerryesposito) Utente certificato 1 mese fa
    4 punti base, da 6 siamo scesi a 4 , oggi andiamo sotto al portogallo. RED WARNING. VOTA M5S .
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    UN PAESE ALLO STREMO MoVimento 5 Stelle Se è vero che la pazienza è la virtù dei forti, gli italiani sono i più forti del mondo. Stanno dimostrando una calma incredibile nei confronti del governo e del partito che il governo ce l’ha in mano: il Pd. Pensate per un attimo a quello che stiamo subendo. Il Paese sta sempre peggio: disoccupazione, povertà, debito pubblico, imprese che chiudono, licenziamenti, pensioni da fame, giovani che fuggono. Uno scenario apocalittico. Da quando è iniziata la legislatura, durante la quale si sono succeduti tre premier che non hanno avuto alcuna legittimazione popolare, il Pd di governo si è occupato solo di salvare le banche demolendo i risparmiatori, di fare favori alle lobby del gioco d’azzardo e del petrolio, di fare tagli alla sanità e alla scuola, di abolire i diritti dei lavoratori, di fare una riforma costituzionale dannosa e giustamente bocciata dagli italiani, di fare una legge elettorale antimovimento5stelle salvo ripudiarla quando si sono resi conto che così non era e infine vederla demolita dalla Consulta. Quattro anni buttati al cesso. Quattro anni di megastipendi a deputati e senatori che hanno lavorato solo per i propri partiti pigiando bottoni a chiamata. Quattro anni di rimborsi elettorali: 45,8 milioni di euro solo per il Pd. Dopo il 4 dicembre hanno detto che sarebbero andati via e che si sarebbe votato e invece ecco Gentiloni. E dagli italiani pazienza. Gentiloni doveva essere temporaneo e invece ora il Pd lo ha blindato garantendo che arriverà fino al 2018. E ancora pazienza. In questi giorni si sta consumando la scissione del Pd. Mentre il Paese si disintegra, il presidente del Consiglio si trastulla insieme al partito di governo in una spartizione di poltrone e poteri personali. L’italiano guarda, forse impreca, ma porta ancora pazienza, si rimbocca le maniche e continua ad andare avanti, ha altro a cui pensare; “la troveranno una soluzione” pensa, “mi lasceranno votare prima o poi” Non sarà così segue sotto
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      I mesi che ci attendono saranno devastanti. Il Pd non ha nessuna soluzione per il Paese, pensano alle banche degli amici, alle multinazionali che li finanziano e alle poltrone di parenti e colleghi. Gli italiani porteranno ancora pazienza, perché noi italiani siamo così, siamo persone per bene. Ma tutto ha un limite. Il limite è settembre, quando i parlamentari, dopo tutta questa farsa, si intascheranno finalmente la pensione. A quel punto la pazienza sarà esaurita. Ci sarà l’armageddon dei partiti. L’italiano vorrebbe evitare di perdere le staffe, “lasciatemi votare” pensa “lasciatemi votare e fatemi scegliere il futuro che voglio per il Paese. Non tirate troppo la corda” Non provocate oltre il popolo. Si può andare al voto a giugno approvando la proposta del M5s per la legge elettorale a marzo e ad aprile sciogliere le Camere. Se andate oltre (con le vostre beghe, con un premier invisibile, per prendervi la pensione) gli elettori se lo ricorderanno.
  • Gennaro Esposito Mileto (gerryesposito) Utente certificato 1 mese fa
    6 punti base, al momento il bond decennale portoghese rende solo 6 punti base (0,06%) in piu' del BTP. Fra poco scivoleremo sotto la parita', gia' il nostro debito pubblico e' stimato come peggiore di quello della Spagna, ancora un poco di governo renzie boschi gentiloni padoan e finiremo a livello della Grecia. Poi dicono che tutto va bene, dopo le elezioni ci presenteranno il conto. Non solo la matrigna europa ma anche i mercati, quelli che ogni mattina , accade quel che accade, obbediscono al solo dogma che conosco : BUSINESS AS USUALLLY. VOTA M5S.
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    La Meloni dice che Renzi è come il famoso pazzo sull’autostrada. Conoscete la storiella? Un uomo in macchina sente alla radio: “Attenzione un veicolo in contromano sull’autostrada”. E lui: “Uno? Saranno almeno 2000 in contromano. L’unica speranza è che si vada a schiantare.
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Storiellina Dopo un lungo tira e molla, Renzi e Grillo si incontrano da Vespa per un confronto. Grillo esordisce dicendo a Renzi: “Noi vinceremo sicuramente, perchè, a differenza vostra, ci circondiamo di persone intelligenti. Se vuoi adesso te lo dimostro.” “Di Battista vieni qui.” – “Si, Beppe dimmi pure.” – Allora se ti dico: ‘E’ figlio di tuo padre ma non è tuo fratello, chi è? Che mi dici? Di Battista riflette un momento e poi dice. – “Ma che domande… Ovvio, sono IO!” A quel punto Renzi resta perplesso per la tempestività della risposta e per aver effettivamente notato l’intelligenza di Di Battista. Così quando torna nella sede del Pd vuole vedere se i suoi fidati compagni sono altrettanto intelligenti. Chiama Orsini e gli dice “Adesso ti faccio un indovinello. Ti dico che Di Battista ha risposto dopo 15 secondi. Vediamo se anche tu sei così bravo. ” – “Dimmi Matteo, sono pronto.” – “E’ figlio di tuo padre ma non è tuo fratello’. Sai dirmi chi è?” Orsini ci pensa un po’ ma niente non riusciva a sbrogliare questo indovinello. Incuriosito dalla risposta chiede a Matteo Renzi – Allora, chi è? - Ovvio. E' Di Battista.
  • Lorenzo Bozzoli 1 mese fa
    FINE VITA - TESTAMENTO BIOLOGICO Buon giorno a tutti gli iscritti al M5S, vorrei avere indicazioni precise dai ns rappresentanti in camera e senato riguardo quanto ho letto durante le ultime settimane sui giornali e online ovvero "accordo PD-M5S su fine vita e testamento biologico", "M5S insieme a PD per far passare legge sul testamento biologico". Io sono un sostenitore attivo e uno dei primi 14.000 iscritti prima delle infami politiche che hanno regalato la dittatura Napolitano agli italiani oltre il mandato costituzionale usuale. PER CORTESIA metteteci nelle condizioni di votare sul testamento biologico! Su questo argomento c'è un silenzio imbarazzante da parte del M5S. È un argomento troppo importante per essere resa merce di scambio con qual si voglia ritorno politico attuale e futuro con gli orrendi del PD! Spacciare il ""diritto" a morire di un terzo deciso dal genitore/i o dal medico" per libertà è semplicemente DEMENZA! Invito quindi tutti gli iscritti a lottare per i propri diritti e quelli dei propri cari, diritti NATURALI ED INALIENABILI. Ed in ogni caso che ci si metta in condizione di poter decidere. A volte ci fate votare su cagate inenarrabili ma sono questi gli argomenti da affrontare con la base. Queste sono scelte fondamentali per una società onesta e libera, più importanti dei programmi elettorali che verranno. Attendo quindi un riscontro puntuale da chi ci rappresenta per metterci in condizione di discutere e decidere sull'argomento. Buon Santo Natale a tutti gli iscritti, Lorenzo Bozzoli
    • Filippo BC 1 mese fa
      Bravo Lorenzo commento importante...sono perfettamente d'accordo con te. Avrebbe dovuto essere imprescindibile una votazione in questo caso che implica convinzioni personali che esulano in parte dalla politica...delusione
  • Patty Ghera Utente certificato 1 mese fa
    Renzie è talmente in caduta libera che nemmeno un miracolo riuscirebbe a salvarlo. Finirà con il culo per terra e con lui tutti i suoi filistei.
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    OT PULITORE Ostia, arrestati ex capo dell’ufficio tecnico e due imprenditori: “Corruzione e falso”... evvai come mai no prima? Chissà forse perchè il m5s fa paura?
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    OT BEGOTTO GIOVANARDI: “CON QUESTA LEGGE POTRANNO ESSERE SOPPRESSI I BAMBINI... Mentre prima i comunisti li mangiavano...hahahha... giovi ma come fai a galleggiare ancora in parlamento?
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Vecchio corso di salvamento della DC.... nato con De Gasperi! ciaooo!
    • Maurizio Bag Utente certificato 1 mese fa
      Ha fatto un corso di nuoto .... melmoso ....
  • Gennaro Esposito Mileto (gerryesposito) Utente certificato 1 mese fa
    Ieri abbiamo assistito ad uno spettacolo penoso, il renzie che da Formigli accenna per un paio di volte alla defunta banca 121 (MPS) , una banca del salento, collegio elettorale di Massimo D'Amela, ma non nomina mai D'Amela. Aspettava che Formigli gli desse il destro per partire all'attacco, di suo il coraggio non l'ha tirato fuori. Penoso, uno spettacolo penoso. Ma non c'e' da meravigliarsi costoro hanno sempre avuto un debole per le banche. Chi non ricorda fassino che intercettato esclama: "allora abbiamo una banca" Ma fassino non ha mai spiegato, anche grazie a giornalisti del tipo a schiena genuflessa, cosa volesse farci con una banca. fassino che ci volevi fare con la BNL scalata da unipol? Eh , fassino ci senti, perche' non rispondi? La verita' e' sempre la stessa , si scrive politica e si legge AFFARI. VOTA M5S .
  • Vincenzo A. VR 1 mese fa
    Provate a immaginare se non esistesse il Movimento 5 Stelle, continueremmo a votare o a DX o a SX e loro continuerebbero a prenderci per il culo facendosi grosse e grasse risate alle nostre spalle. Siamo stai dei grandi coglioni per decenni, ora bisogna riscattarci. W M 5 * * * * *
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus