Lorenzin, un ministro bufalaro

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

Fonte:

Beatrice Lorenzin, parlando della copertura vaccinale in Veneto, afferma che «l’Austria invita a non andare a Gardaland». Ma il parco dei divertimenti smentisce: «Non ci risulta». È il botta e risposta a distanza di ieri tra il ministro della Salute l’amministratore delegato Aldo Maria Vigevani.

Lorenzin ha parlato dei rischi legata ad una insufficiente copertura vaccinale e dell’allarme legato al Veneto ai microfoni di Sky. «L’obbligo dei vaccini – ha dichiarato il ministro – è stato deciso dopo numerose riunioni con i rappresentanti di tutte le Regioni, anche del Veneto, ed è una necessità dimostrata dai numeri e dai fatti. Il Veneto ha gravi carenze nella copertura vaccinale, e di questo non si può far finta di niente, anche agli occhi del mondo. Una settimana fa i giornali austriaci hanno riportato l’indicazione espressa dalle autorità sanitarie austriache che invitano i loro connazionali a non andare a Gardaland perché c’è un problema di copertura vaccinale in Veneto. Ci rendiamo conto dei messaggi che passano fuori da qui per alimentare polemiche esclusivamente politiche?».

La risposta del ceo Vincenzi, poche ore dopo: «Gardaland tiene a chiarire che, all’interno del Parco, non c’è stato e non c’è alcun problema specifico legato alle vaccinazioni. Tra l’altro non ci risulta sia stata divulgata da alcun Paese estero una circolare che dissuada dalla visita a Gardaland».

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Carlo A. Utente certificato 7 mesi fa
    QUESTO BLOG E'DIVENTATO UN RICETTACOLO DI STROZZINI PRESTASOLDI CHE PUBBLICIZZANO LA LORO ATTIVITA', SAREBBE ORA DI TROVARE IL MODO DI BANNARE QUESTI SOGGETTI. VERO STAFF ?????????????????????????????
    • Mario Rosini Utente certificato 7 mesi fa
      KonKordo al mille per cento, sono uno degli strenui segnalatori di questi truffatori patentati!!!!! Non sono solo strozzini ma gentaglia che vuole i nostri dati sensibili per fregarci e, mentre lo staff pensa a cancellare i post poco graditi, questi infami del web prosperano sulla pelle degli sprovveduti.
  • Alessandro Bido 7 mesi fa
    Dicembre 2015 la Glaxo se ne esce titolando nei giornali a caratteri cubitali: «Esubero di personale alla Glaxo di Siena»; «Glaxo, è allarme licenziamenti»; «E a Verona chiude la Glaxo. Senza lavoro 600 ricercatori». A metà dicembre il direttore dell’AIFA Sergio Pecorelli, quello presente alla Casa Bianca per l’investitura ufficiale è stato costretto a dimettersi per «gravi conflitti d’interesse» con le lobbies farmaceutiche ovviamente. Si dice che l’AIFA abbia elargito 20 milioni di euro alla Glaxo… Ad aprile 2016 colpo di scena: la Glaxo che solo qualche mese prima doveva chiudere, magicamente ora investe 1 miliardo di euro in Italia. Perché l’azienda leader mondiale di vaccini investe in Italia? Per caso i dirigenti si attendevano un’escalation di patologie infettive? Non tutti sanno che il cuore del business dei vaccini è in due città: Siena dove si fa R&S (Ricerca & Sviluppo) e Pisa dove avviene la produzione vera. Qual è la regione dove è partita la falsa epidemia di meningite? Esatto la Toscana la regione controllata dal partito e dagli amici di Renzi… Nella primavera del 2016 inizia l’accanimento nei confronti di medici e ricercatori che mettono in discussione non solo i vaccini in quanto tali, ma la pratica vaccinale. A luglio 2016 avviene il passaggio cruciale: la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) pubblica il «Documento sui vaccini». Ricorda molto il Malleus Maleficarum (Il Martello delle Streghe), il testo scritto dai frati domenicani e pubblicato nel 1487 che diede inizio alla ferocissima repressione della santissima Inquisizione. Il 29 settembre 2016 al congresso alla GSK dal titolo «Come sarà la vaccinazione del futuro?» figura tra gli ospiti d’onore un certo Matteo Renzi. Dalla sala della più importante multinazionale che produce vaccini Renzi propone pubblicamente di radiare i medici che mettono in discussione i vaccini.
    • harry haller Utente certificato 7 mesi fa
      Da leggere più volte, per chi non afferrasse il nesso... "Dalla sala della più importante multinazionale che produce vaccini Renzi propone pubblicamente di radiare i medici che mettono in discussione i vaccini".
  • Aldo B. 7 mesi fa
    La Lorenzin parla ben sapendo di non conoscere assolutamente il Tedesco! I Giornali Austriaci: Kronen Zeitung, Kurier e il Österreich riportavano la notizia in modo molto ma molto diverso! I Giornali sopracitati dicevano che: "le autorità sanitarie austriache invitano i loro connazionali turisti a evitare il sesso a pagamento nei pressi di Gardaland perché c'era un problema sanitario critico di copertura vaginale in Veneto con le prostitute di strada che svolgevano prestazioni non protette." Il senso degli articoli è molto diverso! Confondere incaute prostitute di strada con la sicura attività di un Parco dei divertimenti famoso nel mondo come Gardaland è folle e dimostra che un ministro della Repubblica italiana non sa nemmeno leggere i quotidiani Austriaci nella lingua madre...creando allarmismi pericolosi! Fossi nella società di Gardaland denuncerei la Lorenzin per falso e procurato allarme teso a recare un danno economico societario ingente.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus