A Natale lavori il Parlamento, non le famiglie

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Michele Dell'Orco

Saranno molti i lavoratori, spesso genitori con figli piccoli, a passare Natale, Santo Stefano e l’Epifania, sul posto di lavoro, magari dentro ad un centro commerciale, invece che in famiglia e con i loro bambini. Questo segno di inciviltà si ripete purtroppo tutte le feste e tutte le domeniche da quando il professor Monti, pensando di far bene all’economia, ha liberalizzato selvaggiamente gli orari commerciali, portando le aperture dei negozi a 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, feste incluse. Le liberalizzazioni, ormai lo sappiamo, complessivamente non hanno portato i benefici economici sperati, la crisi del commercio è ancora forte, eppure quella legge è ancora lì a far danni.

Nel 2015 la Corte di Cassazione ha ribadito che il lavoro festivo non può essere un obbligo, tuttavia sappiamo bene che il lavoratore è la parte debole e spesso non si trova nelle condizioni di poter dire no. L’assurdità delle liberalizzazioni di Monti risulta inoltre evidente se pensiamo che mentre centri commerciali e i negozi sono sempre aperti, il medico di base è obbligato a svolgere il suo servizio solo 5 giorni a settimana costringendoci ad affollare i pronto soccorso nei week-end. Per non parlare del Parlamento, con tutte le criticità italiane da gestire e leggi urgenti da approvare è attivo solo 5 giorni a settimana e si prende i suoi lunghi periodi di riposo festivo. Il Parlamento potrebbe approvare la legge sui vitalizi, anziché andare in vacanza, giusto per fare un esempio.

Ad inizio legislatura, il MoVimento 5 Stelle aveva presentato in Parlamento una legge sugli orari commerciali a mia prima firma per tentare di mettere le cose a posto e riportare il nostro Paese sulla retta via. Il nostro testo originario puntava all’abrogazione delle liberalizzazioni di Monti e lasciava anche la possibilità per i commercianti, in caso lo ritenessero conveniente, di organizzarsi per delle aperture domenicali studiate sulla base di rotazioni che non avrebbero pesato troppo sui lavoratori e nel contempo avrebbero potuto soddisfare anche l’esigenza domenicale di alcuni consumatori.

Dopo un percorso faticoso di oltre un anno e tante battaglie in aula e in commissione la proposta è stata approvata alla Camera in un testo unico. Il testo approvato all'unanimità alla Camera non abolisce le liberalizzazioni, ma contiene alcune importanti misure per il piccolo commerciante in crisi. Viene sancito il principio che gli orari sono da regolare prevedendo almeno 6 chiusure festive obbligatorie su 12 festività individuate. Viene inoltre istituito un Fondo in favore delle microimprese: 90 milioni di euro in un quinquennio, utilizzabili per spese sostenute per l’ampliamento dell’attività, per la dotazione di strumentazioni nuove, comprese quelle necessarie per i pagamenti tramite moneta elettronica, e di sistemi di sicurezza innovativi, nonché per l’accrescimento dell’efficienza energetica. Una parte del fondo poi potrà essere utilizzata anche per l’erogazione di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione dovuti ai proprietari degli immobili, di proprietà sia pubblica sia privata, e di contributi per l’acquisizione di servizi.

Ora il testo è in discussione al Senato e sembrerebbe dar fastidio alle lobby della grande distribuzione del commercio che, con la complicità di Scelta Civica, Pd e Forza Italia tengono il testo bloccato dal 26 settembre 2014 con l’intento di affossare la proposta. Approvare la legge prima della fine legislatura si può, anche perché è giusto che il Parlamento lavori anche a Natale approvando leggi che dimostrano una concreta vicinanza della politica ai cittadini: stop aperture indiscriminati nei festivi e abolizione dei vitalizi. Sarebbe il miglior regalo di Natale possibile per tutti gli italiani.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • undefined 26 giorni fa
    ho 56 anni e sono un pensionato vorrei portare alla vs attenzione il fatto che la REI da poco legge di stato è a disposizione solo per i cittadini con un ISEE non superiore a 6000 euro annui quindi una platea di pochissimi italiani almeno penso che sia così spero che il vs reddito di cittadinanza accontenti più italiani con un reddito ISEE molto più alto almeno 9600 euro annui
  • Giovanni Martinuzzi 29 giorni fa
    Buon giorno sento parlar molto poco dei programma pensionistico vedi l'abrogazione legge Fornero e quant'altro potreste sbilanciarvi nel far capre al popolo il programma? Potrebbe essere una mossa strategica per quanti come il sottoscritto hanno accumulato quarant'anni di servizio Grazie Giovanni
  • erika 30 giorni fa
    Buonanotte Mr, Mrs e Miss per il nuovo anno si avvicina più preoccupazioni per voi ora caso questo piccolo messaggio è il mio segno di testimonianza per il servizio ben reso perché ho appena ricevuto il mio prestito oggi. Per l'acquisto di immobili è vero che attraverso Internet ci sono cose che accadono, ma vi chiedo per coloro che hanno bisogno che un fegato che si contatta la signora Marie Sabine Lauret per il suo servizio si prega di essere sicuri che siete di fronte a un Affari falsi perché senza fidarsi di voi, ci si può fidare l'altro grazie e bene a voi. Contattarlo oggi e fargli sapere la quantità di denaro che si desidera prestare. È pronto a soddisfarvi Voilà sono posta: aide-personnel_financier-01@hotmail.com
  • Camillo Coppola 1 mese fa
    ANATEMI DI DONVITO DELL'ADUC ANALOGIE AI TEMPI OSCURI DI ATEI E ROGHI La proposta M5S Luigi Di Maio sarà anche strumentale come sostiene Donvito. Resta il fatto che essa entra nella profonda contraddizione,inconciliabile,tra capitale e persone. Donvito richiama appunto l'eresia,ovvero "VIOLAZIONE DIRETTIVE COMUNITARIE"; ed ancora la minaccia di condanna al rogo "PERORARE LEGGI CHE VIOLANO LE NORME IN VIGORE,BISOGNEREBBE STARE ATTENTI"; sancisce il verbo inconfutabile della santissima trinità,ovvero "COMMERCIO,LAVORO,FAMIGLIE,UN TRIO BENEFICIARI ATTUALE SISTEMA LIBERO NON CREDIAMO ABBIANO MOLTA VOGLIA NON ESSERE PIU’ TALI"; infine termina in modo ambiguo "SENTIAMO COSA NE DICONO TUTTI,E POI NE RIPARLIAMO". A quest'ultima frase,rispondo "Che forse,quelle che eufemisticamente chiamiamo PARTI SOCIALI,ovvero quel TUTTI,lo si vorrebbe intimamente,quale transustanziazione eucaristica,trasformare in voto anche per per essi ? Per Lei Donvito,accecato dall'oscuro e subdolo capitale,la Befana porterà,in armonia alle sue desiderate,solo nero carbone liberista. camillo.coppola@tin.it https://www.aduc.it/editoriale/orari+negozi+perche+nostro+paese+va+avanti+stento_27175.php
  • silvio bonetta 1 mese fa
    Buongiorno, un problema abbastanza serio...quello di curare i propri animali, sollevo questo delicatissimo problema perchè non tutti possono permettersi un veterinario o cure costosissime per far sopravvivere i propri animali, trovare una soluzione per garantire un aiuto a chi non arriva curare il proprio animale! Grazie.
  • walter monici 1 mese fa
    D'accordissimo sul tema di ridare dignità alle feste e ai lavoratori. Sappiamo tutti che nei ristoranti, nei bar, negli alberghi, la domenica si è sempre lavorato, e non ci sono alternative. Ma i centri commerciali la domenica non devono stare aperti. per gli aquisti c'è già il sabato. Ci deve essere un giorno di riposo per tutti e i piccoli negozi non possono restare aperti sempre. Poi i soldi sono sempre meno, non ne spendi di più se li spendi la domenica. solo li spendi nel centro commerciale e vanno a finire in francia invece che restare in Italia.Monti , il liberismo selvaggio e l'Euro sono stati la rovina delle famiglie.
  • Bartolomeo Nino Cortesi 1 mese fa
    Questo è un tema qualificante di buon senso e di civiltà La domenica si riposa. La Chiesa ne ha sempre fatto un discorso, noi li facciamo diventare un fatto. Saremo con tante altre decisioni più bravi della Chiesa ad essere chiesa. Con queste cose si vince e si stravince con la democrazia diretta. Impariamo anche a scegliere i Ministri solo se si iscrivono al M5*, altrimenti si avrà all'inizio l'impressione di aver fatto bene ma poi alla lunga ci porteranno nel baratro.
  • Leandro F. Utente certificato 1 mese fa
    Togliere libertà commerciali non è la strada giusta. Se un'azienda trova convenienza a rimanere aperta la domenica deve poterlo fare quando vuole. Questi equilibri vanno cercati tramite l'applicazione di principi economici sani ed il dialogo tra le imprese e le associazioni dei lavoratori (serie, non come i sindacati italiani che sono solo una branca di approfittatori immischiati con la politica). Non si possono risolvere problemi di questo tipo con leggi coercitive.
  • FABIO B. Utente certificato 1 mese fa
    A Natale lavori il Parlamento, non le famiglie
  • Marie Therese 1 mese fa mostra
    Sono Marie Therese di nazionalità Italiana. io sono oggi molto felice grazie a questo prestito di 120.000euro ottenuto presso il signore. Diego Zumerle. Per le vostre preoccupazioni di denaro uno solo indirizzo molto sicuro, la mia vita ha prese ora altra piega. Contattate dunque il questo sig. Diego Zumerle giusto nel suo nome. La sua mail.................: diegozumerle71@gmail.com
  • Emilio bartolini 1 mese fa
    Siccome i signori parlamentari (quelli bravi e competenti) non fanno neanche le cose per migliorare la vita dei cittadini figuriamoci se hanno intenzione di fare regali hai cittadini. Speriamo che alle prossime elezioni i cittadini li mandano a casa altrimenti andremo ancora più nel baratro.
  • Alessandro D. Utente certificato 1 mese fa
    Che bello sentire il Movimento su questi temi, quando sembra che il movimento dimentichi le cose fondamentali eccole che riappaiono! Sono felice di aver sempre fatto parte di questo! Indicano già agli eretici: Mentre sentivo Genejnocchi che sfotteva Di maio sulle aperture nei festivi, c'era Veltroni che ancora parlava di liberalizzazioni e scalfari che parlava di Nonni e nipoti in pompa magna da FFloris.............. SACROSANTO! NON POPULISMO! SACROSANTO! E' populismo avere sensibilità per la famiglia? scostarla da una vita commerciale e programmata da altri verso la vicinanza ai propri familiari=?che sia il natale la pasqua e il ferragosto per tradizione o qualsiasi altro giorno della settimana tipo la domenica per tutti???????? Sono veramente stanco di sentir parlare "grandi menti mediocri e assuefatte al sistema se non anche sicuramente telecomandate" Sono veramente stanco di sentire questi "opinionisti della domenica" che non sono quel che dicono ma solo telecomandati!!! - penso che anche loro nel profondo hanno a cuore le battaglie del movimento, ma ormai non possono più dirlo...succubi di un sistema che li vede co-protagonisti. Perché il movimento parla allora di riduzione di orario di lavoro? perché domenica e festivi per tutti (vero tranne comunque per i lavoratori speciali: forze dell'ordine medici ospedalieri -vigili fuoco e tutti i "necessari per sicurezza e salute") PERCHE' GENTE MODERNA SE NON PASSATE I GIORNI LIBERI DA QUALCHE ALTRA PARTE INVECE CHE NEI NEGOZI E NEI CENTRI COMMERCIALI? anche vero che se facciamo turni massacranti il solo tempo per le spese si riduce alla domenica e i giorni liberi - PER QUESTO OCCORRE RIDUZIONE ORARIO DI LAVORO - auspicabile in questo nuovo millennio!!! oppure siamo solo pronti a evolverci in smartphone e cinema? W IL MOVIMENTO 5 STELLE ! SEMPRE!!!!!
  • rosella d. Utente certificato 1 mese fa
    Quelli della LA 7 di Cairo stanno sempre peggio. Una volta sembrava (quasi) una TV obiettiva. Adesso si è ridotta ad invitare pure le mummie, purché parlino male di 5*****. Augias, Scalfari, Sgarbi ecc. E Floris e Formigli a pecorone davanti a loro. Qualcuno sa perché vanno sempre peggio? Che interessi ci saranno dietro?
    • vincenzodigiorgio 1 mese fa
      La casta ( politici , industriali , dirigenti , banchieri , mafiosi , preti ecc ecc ) hanno il terrore del Movimento che potrebbe ripulirli a dovere una volta al governo !
  • carlo 1 mese fa
    se il m5s diventa il partito (o movimento) piu' votato, gli verra' affidato l'incarico di fare un governo, o quanto meno di fare consultazioni per trovare una maggioranza per fare un governo. i nsotri dicono che non faranno uin goevrno con nessuno e ogni volta chiederanno la maggioranza al parlamento. questo vuol dire la fiducia per ogni atto parlamentare, in decreto, una legge da promulgare, etcetc. cosa infattibile e la vita del goberno sqrebbe legata a un sottilissimo filo neanche di seta, di tela di ragno. roba che spezzano come e quando vogliono. il governo sarebbe veramente nelle mani di un parlamento di squali. mi semrba una cosa infattibile. e non vorrei che alla luce di questa strategia mattarella non darebbe neanche l'assenso al m5s di fare un governo. diverso invece sarebbe se il m5s radunasse attorno a se, senza chiedere loro di entrare nel m5s, della parte buona dei parlamentari. non un appello a partiti, ma a singoler persone. perche' so no convinto che tanti parlametnari sono in buona fede, anche se sono schiacciati dai diktat dei partiti di appartenenza. e quindi possono prestarsi a sostenere un governo 5s
    • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
      Noi ci siamo alleati con i cittadini, quindi, visto il panorama politico attuale, con nessun altro! Il che non è poco: Basta essere coerenti e farsi conoscere dai cittadini elettori. E' solo questione di tempo e il tempo è abbreviato dall'intensità del nostro lavoro, nessuno escluso bada bene, e degli esempi sempre più eloquenti che stanno per seppellire la partitocrazia ed il suo nulla esiziale. Ciao
    • rosella d. Utente certificato 1 mese fa
      Non possono allearsi con gli altri partiti, lo hanno detto tante volte, e se lo facessero adesso sarebbe un tradimento imperdonabile. Penso che sia questa la via giusta, e anche questo lo hanno detto tante volte. Nonostante tutto penso che anche li ci siano persone (quasi) per bene.
  • flavio59 1 mese fa
    Questo il testo di un articolo sul corriere della sera di oggi: "Perciò Gentiloni non salirà al Quirinale rassegnando il mandato, più semplicemente dichiarerà «esaurito» il suo compito. Non sarà una novità nella prassi, siccome esistono due precedenti, che non a caso sono stati esaminati: il governo Amato del 2001 e il governo Berlusconi del 2006. In entrambi i casi le Camere vennero sciolte con un breve anticipo senza che i presidenti del Consiglio dell’epoca si dimettessero. Così farà anche l’attuale premier, a cui Mattarella chiederà il «disbrigo degli affari correnti», formula che sembrerebbe limitare l’azione di Gentiloni. In realtà in passato, con lo stesso status, suoi predecessori presero decisioni importanti". CAPITO IL PIANO BEPPE??? ANCHE SE ARRIVIAMO PRIMI NON MOLLERANNO LO STESSO E NON CI DARANNO LA CHANCE DI PROVARE A FORMARE UN GOVERNO CON LA SCUSA CHE NON ABBIAMO UNA COALIZIONE VALIDA A MENO CHE NON SFONDIAMO IL 40%.ATTENZIONE RAGAZZI!!!
    • Vincenzo . Utente certificato 1 mese fa
      Proprio così. Tutto è finalizzato a continuare con Gentiloni. Siccome non decade, potrà continuare PROVVISORIAMENTE fin quando non si trova un'altra maggioranza. Molto probabilmente PD Forza Italia ed anche Grasso daranno il loro appoggio. La puzza fdi bruciato si sente da lontano. Prendiamoci il Parlamento e tutti fuori.
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Dal Fatto Quotidiano: Finalmente siamo primi in UE in qualcosa.... siiii,in povertà! Eppure a sentire le sirene governative.... stiamo migliorando,aumentano i posti di lavoro e si comincia a sentire che la "crisi" è dietro l'angolo,dietro alle spalle...Okkio alle s-palle!
  • Vincenzoc A. Utente certificato 1 mese fa
    riprova
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Angius...Angius...chi? Ahhh...quello pagato dal canone Rai! Ahhh...quello che il lavoro manuale non sa cosa sia...se non quello di ritirare lo stipendio senza fatica e sudore. Un eroe di altri tempi...ora privo di bussola,non sa dove collocarsi,ha una paura tremenda che se va al Governo il m5s...perderà la sua "nicchia"...spero di non vederlo più in TV.
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Questa mattina a sora gabriella stava a vedè uno mattina,me sarta a'l'occhio 'n servizzio su 'e slot. Da nun crede,semo popo ne''e mani de delinquenti inconsapevoli? Nun credo so popo delinquenti democrattici! Aooo...stava a dì ,n'solone,che e slot,quele controllate da lo stato,so' contro a mafia e che 50 milioni so' sufficienti per curà li malati. Te possini ,ma si c'avevi 'n fijio o 'a moje che te brucino o stipendio,te vojo vede che c..o stavi di'!
  • Mario C. Utente certificato 1 mese fa
    Caro Dell'Orco, sono un consumatore che prima della riforma doveva fare la spesa sempre di corsa, e perciò male, perchè quando avrei avuto il tempo di farla con comodo i negozi erano chiusi. L'apertura nei giirni festivi e nelle ore notturne, che avviene per inciso nelle principali e più moderne capitali europee,ha migliorato la mia qualità della vita e la mia economia. Credo che questo valga per molti italiani e del resto negli stessi orari non sono attivi i servizi sanitari, i trasporti, gli apparati di sicurezza, i musei...? Visto che vantate di essere i nostri portavoce ritengo che certe decisioni prima di essere prese e pubblicate a nome del Movimento debbano essere discusse e votate dagli iscritti. Saluti, Mario Castorina
    • Franco Masini 30 giorni fa
      @Caro Marco, scusa se invece del blog di B.Grillo tui risoindo io, sappi che nella tua letterina manca una voce quella dei poveri comessi e fattorini ed impiegati dei supermercati che, guarda caso, sono persone come noi che vorrebbero andare a casa a riposare magare andare a Messa o al mare in estate o al cinema proprio come te . Tu per; vorresti invece che stessero li ad aspettare che ti muovessi con comodo nel di di feta per fare la spesa. La spesa la fai prima caro cocco de mammae cos= anche a loro sia concessa una vita migliore. Non pensare solo a te carino senn; non sei un buoin cittadino ma un egoista...
    • Vincenzo A. VR 1 mese fa
      Mario, si preoccupa della sua spesa, questo è indice di altruismo e senso dei bisogni degli altri,(io lo chiamo egoismo). Caro Mario, se la spesa la programmi con un biglietto ove scrivi quello che devi acquistare (marca, quantità, ecc.) riesci a fare la spesa in pochi minuti. Ottieni due risultati positivi, 1) Fai la spesa mirata , non acquisti altro oltre a quello che ti serve. 2) Impieghi pochi minuti e ti togli il pensiero. Prova , ciao. W M 5 * * * * *
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Carissimo Mario mi spieghi come mai i panificatori alla domenica sono chiusi? Ti obbligano a mangiare il pane del giorno prima e non dici nulla? Ahhh..... mi dirai che vai al centro commerciale per un filoncino fresco? Che schifo?Quello è pane pre-cotto,hai provano a conservarlo? Buono il giorno dopo vero? Io ho una figlia che lavora in un centro commerciale(contratto rigorosamente a termine) e sembra fortunata che il giorno di natale potrà stare a casa in famiglia perchè..... mica i titolari hanno deciso di chiudere,noneee...perchè sarà di turno una sua collega(sfortunata). Capisci ora il senso del post...oppure non ti tocca il problema!
    • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
      Caro Mario un conto è se tu vuoi lavorare nei festivi, un altro conto è chi non riconosce i festivi (magari per questioni ideologiche rifiuta il riposo domenicale) e ti impone di lavorare anche durante le feste, mandando in tilt il tuo equilibrio psico-fisico (il riposo è una necessità anche per i commessi, magazzinieri, impiegati etc). Purtroppo sono sempre di più le multinazionali che chiedono questo e sono state approvate leggi anche in tal senso. Occorre quindi ripristinare una certà libertà di base, che dia all'individuo la possibilità di scegliere. Saluti.
  • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
    Caro Babbo Grillo Natale, per queste festività vorrei un bell'articolone su Corrado Augias, che mi raccontasse i suoi scivoloni: dalla denuncia per avere diffamato una bambina violentata e uccisa alla storia dei pagamenti in nero e dell'evasione fiscale. Insomma, qualcosa che faccia capire ai lettori del blog chi è realmente il tizio in questione...
  • ermes turrin 1 mese fa
    da zero hedge : http://www.zerohedge.com/news/2017-12-12/all-sudden-fascists-are-everywhere-italy
    • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
      L'hai letto bene? E' di Daniel Moscardi del Global Analysis from the European Perspective, il quale fa intendere che se non vincerà il PD tornerà il fascismo. Mapperfavore! Piaccia o no, vincerà il M5S!!!
  • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
    Scalfari l'ha detto chiaro e tondo: per lui la democrazia dev'essere legata all'oligarchia. Scalfari vuole forse una dittatura? Se la risposta è si, faccia fagotto e vada in Nord Corea e troverà pane (duro) per i suoi denti(o dentiera)...
    • rosella d. Utente certificato 1 mese fa
      Sono 3 volte che invitano questo vecchio visibilmente malato da Floris. E' penoso vederlo sputare sentenze su Di Maio. Che sperano di ottenere?
    • Maria 1 mese fa
      E' necessario che si mettesse a riposo per parkinsonismo manifesto, malattia con deficit cognitivo. Invece in Italia si mettono da parte i giovani cervelli, che scappano all'estero, e si continua a dare il comando del Paese a vecchi malati che vivono nel passato. Ricordo che Giovanni Paolo II non si mise da parte, pur avendo il Parkinson all'ultimo stadio, che non ragionava più, ma lui era il Papa.
  • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
    Secondo Corrado Augias, il nostro Di Maio non è adatto a governare: "non gli affiderei nemmeno l'amministrazione del mio condominio" Evidentemente il nostro Augias è come la bella addormentata nel bosco, in tutti questi anni ha dormito profondamente e non si è accorto dei disastri che hanno combinato i suoi amici del PD.
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
      oreste .., sp AH..AH..AH..AH..AH...
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Za' ha detto così perchè è lui l'amministratore! hihihihihi.!
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
      ...non essere ingenuo, il geometra augias sa perfettamente quel che dice. Quando la paura di trovarsi un governo a 5 stelle è fuori controllo,...pure la sua reazione...lo è !
  • Vincenzo . Utente certificato 1 mese fa
    Scalfari scopre le carte del disegno, già predisposto per la prossima legislatura- Fare un governo Gentiloni con l'appoggio del PD e Forza Italia.- disegno suffragato implicitamente anche dal comportamento dalla Gruber -Bilderbeg . che nella sua trasmissione non ha fatto altro che lodare l'attività dell'attuale primo ministro che ,oltretutto,andrebbe molto d'accordo con Mattarella.Mi dispiace, ma stanno facendo i conti sena l'oste. Da quello che sento in giro anche nel mio piccolo, ci saranno molti più elettori di quelli che dicono i sondaggi che voteranno 5stelle. Ricordate Napolitano quando disse che non aveva sentito il "botto", mi sà che anche questi alle prossime elezioni lo sentiranno il botto e pure bello forte.W M5S.
    • Vincenzo . Utente certificato 1 mese fa
      Certo e sarà una giornata con un'alba radiosa, per l'Italia,per noi e per i nostri giovani.
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Glieli sciuperemo i loro giochetti, eh, Vincenzo?
  • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
    Bisogna sta co’ i fiji, la moje e le cognate, se sfrutti armeno st’occasione alle feste comannate! Prenne tu’ fijo, raccontaje li tranelli e i tanti inganni che s’aggirano per monno sotto mentiti panni. Io pe’ difènnese gl’ho subito insegnato tutto er nostro Programma a 5 Stelle. Er piccolo è contento e s’è esaltato, lo va a recità a tutti e fa faville. …L’economia, l’Informazione, la Rinnovabile, Internet gratuito e accessibile, e pure, quanno serve, de ricorre all’Osce, altrimenti già lo sa, se lo po’ scordà, nun esce! Certo ce so stati pure dei seri inconvenienti non nostri, loro, de li poveri dementi che pe’ sfortuna loro, me di spiace, tante cose nun le sanno e quanno arriva che le sentono, je pija sempre un po’ d’affanno. Insegnanti distrutti da leggi der gran Sola, che le ha chiamate pure “Bona Scòla”, so costretti ad insegnà tra li tormenti a li giovani trentini, mentre loro so de Sora. Esempio, l’altro giorno la maestra interroga mi fijo Co’ un tono aspro e ‘n antipatico puntijo: "massimino, dico a lei! Mi parli del Risorgimento e del 24 Maggio". E mi’ fijo, bello, senza batte cijo: "Er 14 d’agosto è nato Casaleggio...".
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Buomgiorno Massimo, hai aperto per me-leggo solo ora-il blog, con un simpatico post. Ciao Grande! ps: io non ce la farei a tenere gli occhi aperti sino a quell'ora.
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Troppo simpatico!!
  • Nino da Palermo 1 mese fa
    Mandate i politici a lavorare a Natale.
  • ANDREA Raff. (commercialistadiroma) Utente certificato 1 mese fa
    ...
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
    cmq in italia il doppio mandato come max, può essere troppo limitante. Occorrerebbero max 10 anni, se un Di Maio va al governo e questo poco tempo dopo decade...che succede che ci fumiamo il ns leader subito ?
  • FABIO B. Utente certificato 1 mese fa
    Corradone il condominio non ti conviene affidarlo a teflon man_ occhio che ti frega il pomello d'ottone del portoncino_ bela veZ-
  • AlexScantalmassi 1 mese fa
    non entro nel merito di questa proposta, considero però che non tutti pigliano 3000 euro netti al mese e magari hanno bisogno di lavorare negli straordinari. mantenere il proprio "ben di dio" pagato dagli italiani è comprensibile anche a costo di abbassare il reddito altrui. sarebbe comunque bello se questa proposta fosse accompagnata dalla vostra rinuncia in blocco alla seconda candidatura per fare spazio ad altri
  • Patty Ghera Utente certificato 1 mese fa
    Tranquilli, più attaccano il M5S, più hanno paura, a riprova che l'ascesa è inarrestabile nonostante tutto.............. Dopodichè, una volta al governo, verrà gridato in coro, all'unisono, il più sentito VAFFANCULO della storia. Dormite preoccupati BRUTTI PORCI.
  • Alessio Santi 1 mese fa
    Ma vi siete accorti che sono tutti contro il M5s? Tutti potenziali alleati fra di loro La sx riunificata da Grasso La dx dal nuovo Berlusconi La sx con la dx nell'accordo Renzi Berlusconi La differenza sta fra chi sostiene la democrazia delegata ai professionisti della politica E chi sostiene la democrazia diretta dei cittadini prestati alla politica Con la metà dell'elettorato che ancora non ha capito e che non si fida nemmeno del M5s, cioè di loro stessi Che si liberano da queste finte sx e finte dx
  • Alessio Santi 1 mese fa
    Veltroni dice che l'alleanza Pd Fi Non e' politicamente fattibile ... Poi si lascia sfuggire che non e' numericamente fattibile ... Il 5 stelle ha sparigliato le carte Ha reso impossibile l'alleanza Berlusconi Renzi Ora puntano al Gentiloni bis ... Ma sperano nel Di Maio primo... ( e ultimo) ... per affossarlo subito, mandare a casa i gg del M5s , che sonno vincolati a due mandati, e poi passare all'incasso con le nuove votazioni per riproporre Renzusconi
  • Alessio Santi 1 mese fa
    D'Alema , Fassino e Veltroni ... Tre ex segretari della sinistra PCI DS Pd Tutti con vitalizi record sopra 5.000 euro al mese ... E questo Veltroni e' da un'ora che parla di sinistra Facile fare la sinistra con il portafoglio a destra
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
    ditegliene quattro ad #augias è uscito di senno https://twitter.com/Eposmail/status/940685036663255045 https://twitter.com/Eposmail/status/940682191176175616
  • Max Stirner Utente certificato 1 mese fa
    EVASIONE FISCALE: CORRADO AUGIAS. QUALCUNA SA SE CI SONO STATI SVILUPPI ALLE ACCUSE? http://giornalesm.com/evasione-fiscale-tutti-i-compagni-che-hanno-dei-guai-con-le-tasse/ http://www.ilgiornale.it/news/politica/evadere-sar-roba-destra-evasori-sono-sinistra-1097188.html http://www.secoloditalia.it/2015/02/soldi-in-nero-replica-soria-mette-guai-corrado-augias/ http://www.ilgiornale.it/news/interni/lipocrisia-cavaliere-augias-1003291.html Chi sa ci faccia sapere e soprattutto inoltri richieste d'informazione attraverso i social!
  • Max Stirner Utente certificato 1 mese fa
    SE AVETE LA MAMMA, LA NONNA, IL NONNO UN FIGLIO CHE STANNO GUARDANDO LA7, SOPPRIMETELI! Chiudete la TV, ma se proprio dovete tenere aperto un canale, guardatevi le JENE, ma uscite da "di martedì": attacchi abbietti senza contradditorio. SOPPRIMETE TUTTI COLORO DELLA VOSTRA FAMIGLIA CHE SOSTENGONO DI MARTEDI' ^__*
    • Maria 1 mese fa
      Ieri sera a La 7 è stato come assistere allo spettacolo di Crozza imitatore di Veltroni. Ma era Veltroni che imitava Crozza e con molta comicità in più.
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Io i nostri li voglio guardare ovunque sia se li guardo su youtube fa lo stesso audience?
    • Max Stirner Utente certificato 1 mese fa
      @ Adelaide Paura di morire vero? ^__*
    • Adelaide C. Utente certificato 1 mese fa
      Io l'ho spenta subito!
  • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
    Come ti capisco Max. Mejo sempre capisse, che fa le farse riverenze. E' come uno che dicesse: “condivido, bravo, te voto, 5 Stelle!" E poi nun c'ha la voja nemmeno de capitte, Nun partecipa co’ te, ma da lontano te da Sette! E alla prima prova t’abbandona sotto mille bajonette.
  • Patty Ghera Utente certificato 1 mese fa
    Manifesto di Lotta Continua in un ufficio della Questura di Pisa: è polemica Un manifesto di Lotta Continua campeggia dietro la scrivania di un sostituto commissario della questura di Pisa, accanto al gagliardetto del Pisa Calcio. Qualcuno lo ha fotografato nell'ufficio di una funzionaria, lo ha diffuso ed è divampata la polemica sui social network. Pochi giorni dopo la bandiera della marina tedesca del Secondo Reich alla caserma dei carabinieri di Firenze, ancora la Toscana è protagonista, ma su un altro fronte. Il manifesto ricorda una delle maggiori formazioni della sinistra extraparlamentare italiana, attiva tra la fine degli anni sessanta e la prima metà degli anni settanta e che a Pisa si ricollega con Adriano Sofri. Stando a quanto riporta la stampa nazionale, il manifesto è un "trofeo di guerra" del commissario. Questi sarebbe stato addirittura attivo nella lotta alle nuove Brigate Rosse contribuendo all'arresto della Lioce. Il questore Francini ha comunque invitato la poliziotta a rimuovere il quadro. Il questore ha inoltre scacciato via l'ipotesi di una presunta simpatia nei confronti di Lotta Continua da parte della funzionaria. Non sono giorni facili in Toscana. Dopo il citato caso di Firenze, è nata una polemica in Consiglio regionale per il tatuaggio di Che Guevara da parte del consigliere Scaramelli. L'antitesi tra l'estrema destra e l'estrema sinistra è ancora molto forte, sembra che questi temi non siano mai andati via dall'agone della politica.
  • carlo 1 mese fa
    "95 miliardi buttati nel gioco, la prova che l’Italia si sta ammazzando da sola Nel 2016 gli italiani hanno speso al gioco il 4,4% del Pil, poco meno di quanto spendono per mangiare, il triplo di quanto spendono per l’istruzione. .....etcetcetc..... ------------------------------------------------------------------- all'inizio degli anni 2000, in piena epoca berlusconiana, spesso lui e tremonti dicevano che gli italiani (per dimostrare che non c'era crisi e che il suo modo di governare andava benone) avevano tanti bei telefonini e tante case loro. a me sembrava che fossero come quel ladro che dice "che bell'orologio che hai" al tizio che vuole derubare. pero' mi chiedevo: ci sta impoverendo tutti e distruggendo la classe media, ma lo fa impedendo che alla classe media arrivino i soldi. sono invece curioso di sapere come fara' a toglierci quello che gia' abbiamo. che sistema usera'. berlusconi a quei tempi invitava la gente (pochi se lo ricordano) a ipotecare la casa e a spendere, dal momento che il bengodi era di li' a venire. non credo pero' che siano stati tanti a seguire un suggerimento cosi balordo, forse qualche talebano dei piu' stupidi. ma per gli altri, come faraì' il sistema a "fregargli" quello che gia' hanno? ed eccolo un sistema, il gioco d'azzardo. poi c'e' la crisi, con i debiti contratti con le banche impossibili da ridare da parte della gente comune, e i debiti dello stato sempre piu alti, cosi da trasformare lo stato in una macchina mangiasoldi (naturalmente i nostri). ma il gioco d'azzardo e' uno di quei sistemi. siamo sempre li, si inventano sempre nuovi metodi per drenare il soldi dal basso e portarli in alto, come dimostrano gli studi sui flussi dei soldi, che vanno sempre nella stessa direzione, dai piu poveri ai piu' ricchi. renzi naturalmente e' la continuazione di questa strategia. e' il regno della p2 e dei suoi derivati.
  • rosella d. Utente certificato 1 mese fa
    Sarà difficile tornare indietro. Per i piccoli esercizi e negozi sono d'accordo. Per i grossi centri commerciali il discorso cambia. Vi sarete accorti che non esistono più le famiglie da Carosello, le domeniche insieme con parenti e amici e i nonni. Nei centri commerciali si incontrano amici, ci vanno coppie separate, papà con i figli nei giorni consentiti. Pensionati soli, dove ritrovano amici. Gente che lavora tutta la settimana e approfitta della domenica per fare acquisti. Il discorso cambia quando si parla di regolare i turni di lavoro e la retribuzione dei festivi. Se fossero regolati come si deve, i lavoratori si litigherebbero i festivi, come avviene in tantissimi lavori necessari. (infermieri, vigili, categorie importantissime per tutti noi)
  • Natalina Bimbi 1 mese fa mostra
    X Carlo A., non dubito che i sudditi di Salomone si affidassero volentieri a quel saggio re. Se parliamo però di motivi fondanti, l’Obiettivo del M5S non è la realizzazione di una monarchia, ma della Democrazia Diretta. Una o due legislature, non credo facciano differenza, l’Obiettivo sancito nell’ art. 4 della Carta Costituente, non si può raggiungere se si impiega il tempo a forgiare la spada del re e non si attiva invece la promessa Piattaforma. Riguardo poi ai vari casi di “squagliamento” o di espulsione, bisognerebbe vedere chi, in buona o in mala fede, ha fatto errori e quali, chi è stato incoerente, chi ha perseguito obiettivi o interessi in conflitto con i principi e i valori del M5S. Ora, vista la quantità di temi che restano da chiarire, dopo più di 8 anni dal 4 ottobre 2009, data in cui “Per la prima volta nasce un movimento dove ognuno vale uno” http://www.beppegrillo.it/2009/12/grillo168_il_no.html a me sembrerebbe tutt'altro che prematura una - Prima Assemblea degli iscritti al Movimento politico M5S – in cui si faccia il punto su Statuto e Finalità, su Piattaforma e Forum. Ciao!
  • Natalina Bimbi 1 mese fa mostra
    Portavoce Dell'Orco, vorrei tranquillizzarla che non è un problema se Babbo Natale non mi porta in regalo lo “stop aperture indiscriminati nei festivi”. Se ora mi permette un piccolo fuori tema, vorrei chiederle se Le risulta che il M5S, a cui sono iscritta, sia ancora una “non associazione” oppure sia diventata una associazione con il conseguente l’obbligo di convocare un’Assemblea almeno una volta l'anno entro il mese di aprile. In ogni caso vorrei sapere se concorda con me che sarebbe interessante partecipare a una - Assemblea degli iscritti al Movimento politico M5S - convocata quanto prima presso la Sede www.movimento5stelle.it con il seguente programma dibattimentale : 1° giorno Statuto e Finalità. Coerenza ai valori e principi fondanti che contraddistinguono il M5S e lo differenziano dal partito che non intende diventare. 2° giorno Piattaforma e Forum. Caratteristiche tecniche, modalità gestionali e di verifica dati, per Strumenti propositivo - decisionali idonei a Testimoniare un metodo e-democracy Trasparente e Orizzontale. 3° giorno Redazione delle decisioni assunte dell’Assemblea. Democratica elezione dei gestori degli Strumenti di Rete del M5S: Piattaforma, Forum e Blog delle Stelle. Grazie per l’attenzione
  • Paolo Z. Utente certificato 1 mese fa
    Il titolo del post è “A Natale lavori il Parlamento, non le famiglie”. Non capisco. Il M5S si lamenta che le leggi fatte da questo parlamento sono da buttar via. Il M5S non so se avrà la maggioranza ASSOLUTA ( see..) nella prossima legislatura, pertanto NON riuscirà a cancellarle; e si vuole che il parlamento faccia ancora leggi?!? Non ne abbiamo già troppe? Paolo TV
    • Maria 1 mese fa
      Ha letto il Post? Troppe leggi forse, ma non quelle giuste. Qui si tratta, in prossimità delle feste di fine anno celebrate in tutto il mondo cristiano (per il ramadan i mussulmani si fermano più di noi), di approvare, al Senato, la chiusura di 6 giorni festivi su dodici festività. Gioverebbe ai lavoratori, a noi consumatori che andiamo ai supermercati anche di domenica, al ciclo della vita che prevede sia l'attività che la pausa. Anche in tempo di guerra è prevista una tregua.
  • Paolo Z. Utente certificato 1 mese fa
    Il commercio è una vacca che dà sempre meno latte, per i piccoli. Negli anni '70 anche i marocchini vendendo musicassette pirata si facevano la casa. I marocchini scaltri. 10 anni dopo i bottegai, complice lo stato che limitava le licenze, potevano fare una vita “in”. I bottegai e le persone che facevano il mercato scaltri, svegli. Arrivati agli anni '90 le vecchie volpi han venduto la bottega d'alimentari, di scarpe, la ferramenta. Non serve che vi ricordo degli anni 00, tutta Italia con gli iper e dopo internet. Se si fa una legge per tutelare i lavoratori, si spingerà l'automazione; i giap stanno testando i robot per accudire gli anziani, e altro; il limite base è la mobilità. Le ns gambe sono meglio di 4 ruote. Adesso chi lavora nel commercio, negli iper, fa delle cose che può fare un robot, ma il limite attuale è la mobilità. Chissà fra 10 anni se ci saranno cassiere e addetti al magazzino; il magazzino sarà la prima cosa da automatizzare; no errori, no furti del personale, magazzini alti 15 mt, freddi e senza luci. Paolo TV
  • vincenzodigiorgio 1 mese fa
    In un momento disgraziato per il lavoro guarderei alla mancanza di diritti e welfare , alla garanzia di potere accendere un mutuo e lascerei la libertà di scelta ai piccoli commercianti .
  • Antonio Maria Vinci Utente certificato 1 mese fa
    Totalmente d'accordo. Di questo passo si sentiranno autorizzati ad abolire anche il sonno notturno... e non credo più che sia una esagerazione purtroppo. Un consiglio agli smarriti, ai più confusi tra le troppe informazioni, intimidazioni e ciance dei falsi profeti: chiudere le orecchie e aprire gli occhi per capire qual'è la via più giusta da prendere! Ma vi rendete conto che ogni legge promulgata ormai non fa altro che erodere sempre più dignità e diritti ai cittadini? C'è un monito ancestrale nel giorno di riposo che va al di là delle culture, delle ideologie o delle religioni ed è quello del rispetto dei cicli naturali della rigenerazione, dell'elaborazione dell'esperienza, dell'interiorizzazione dei meccanismi, della vera crescita personale dopo l'esercizio continuato e la consuetudine quotidiana. Che comincino i parassiti sociali innestati su quelgli scranni a strafogarsi dei ritmi che vogliono obbligare ai cittadini. ...La ricchezza vera di uno stato, di una società e di ogni singolo individuo non è quella prodotta sul posto di lavoro; prima ce ne ricordiamo meglio è.
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Basta un poco più di pioggia e l'Italia è a terra. Tira un terremoto e le abitazioni crollano. Tira vento e crollano alberi tetti e cartelloni. Il mare ingrossa e le isole sono isolate i traghetti non funzionano. Cade la neve e villaggi interi isolati. Cala la temperatura e i treni si fermano. Azz.... ma quando i nostri governanti decideranno di investire,creando posti di lavoro,sul dissesto geologico dell'Italia? Fanno riunioni a livello mondiale sui cambiamenti climatici...e noi non facciamo nulla? Capisco che non abbiano tempo visto che sono tanto intenti a ....RUBARE,ma porca miseria costano più i danni che la prevenzione!
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Vero rosella, non ci vuole molto, bsterebbe che ogni comune assumesse personale per rimettere a posto il tutto. Perchè se aspettiamo la Regione,la Provincia,o il governo,stiamo freschi... come al solito...si lavora solo nell'emergenza... facile, senza controlli, per dare denaro pubblico ai soliti noti. E' una vergogna!
    • rosella d. Utente certificato 1 mese fa
      Ci sarebbe da mettere in sicurezza il Paese intero: strade che sprofondano, cavalcavia che crollano, argini di fiumi da rinforzare, paesi da ricostruire. Poi contiamo i danni e i morti. Che aspettiamo? Ci mettiamo gli immigrati a lavorare per due soldi come schiavi, oppure ci pensiamo da soli, con tutte le sicurezze e le regole civili del lavoro?
  • luisa b. Utente certificato 1 mese fa
    Qui in Germania non si sogna nessuno di far lavorare gli esercizi commerciali nei festivi, neanche prima di Natale. Hanno troppo rispetto dei lavoratori, solo in Italia ci lasciamo sfruttare
    • Beppe A. Utente certificato 1 mese fa
      talmente rispetto che i salari reali sono scesi di piu' che da noi http://mmtitalia.info/wp-content/uploads/2014/05/germania-salari-reali-1991-2013.jpg
    • Maria 1 mese fa
      Prova a parlare e vedi che ti succede, ti fanno fuori con una scusa qualsiasi e chi s'è visto s'è visto. I sindacati tradizionali tutelano solo i lavoratori a posto fisso. Nei posti di lavoro precari o creati con il Jobs Act, i sindacati non esistono.
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    LADRI, IMPUNITI E PREMIATI Viviana Vivarelli Rubano, non restituiscono il maltolto, non vanno in galera, non subiscono sequestri e sono pure premiati!!! E’ libero Galan, ladro di FI, dopo 2 anni di comodi domiciliari nella sua villa di Cinto Euganeo. 10 mesi condonati. Perché? Ha patteggiato 2 anni e 10 mesi per corruzione nell’inchiesta Mose, pena confermata dalla Cassazione, ha patteggiato dunque si è riconosciuto colpevole, è stato ai domiciliari non si sa in virtù di quale privilegio, gli vengono condonati 10 mesi non si sa in virtù di quale altro privilegio, e riceverà comunque oltre al suo stipendio di parlamentare il vitalizio per essere stato amministratore regionale e pure il tfr. Lo vogliamo ricandidare? E’ pronto ad incassare il vitalizio anche Renato Chisso, anche lui di Fi, assessore regionale condannato a 2 anni e 6 mesi e accusato di aver ricevuto 6 milioni di euro di mazzette. Il motivo di questi vitalizi? La loro pena è troppo breve (meno di 3 anni) per far scattare la sospensione. Dunque Chisso riceverà 80.558 euro l’anno e un tfr da 96.244 euro. Denaro che non potrà essere sequestrato nonostante gli siano stati imputati 6 milioni di mazzette, mai trovati dalla Guardia di Finanza. Il motivo? I soldi del vitalizio arriverebbero successivamente rispetto alla pena. E allora? Manca la legge per condannarli, ma c’è la legge per continuare a pagarli. Avete ancora qualche dubbio sul fatto che la Casta faccia leggi a favore di se stessa? C’è ancora qualcuno che pensi che i 3 governi del Pd messi su senza voto popolare abbiano avuto la minima intenzione di combattere i corrotti? E ancora state qui ad attaccare il codice etico di Grillo????? Ma con che faccia!!???? E ancora i media non hanno altro da fare che mettere sotto accusa il codice etico di Grillo???
    • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
      Daje ViVì. Grazie per questa sana indignazione e mi auguro che prolifichi.
    • rosella d. Utente certificato 1 mese fa
      Neanche a SGARBI e FORMIGONI e chissà a quanti altri non si possono sequestrare i soldi, anche se condannati, perché i vitalizi e i LORO stipendi sono IMPIGNORABILI... Raccontiamolo a tutti
  • Stefano 1 mese fa
    Buona sera.Non posso non fare i miei più intensi complimenti per la perfetta disamina politica e sociale di questo paese fatta dalla sig.ra o sig.na Vivarelli Viviana. Una profonda,capillare,critica ed allo stesso tempo,un formidabile sprone per quella parte ( credo purtroppo minoritaria) di società civile,che ancora spera ed ha voglia di cambiare questo povero paese. Stefano.
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Direi che la Viviana riesce pure a tirare fuori dal suo repertorio vecchi atteggiamenti di lor signori, in antitesi e in contraddizione,di quanto dichiarino nel cotesto attuale...dimostrando la loro malafede e le falsità quotidiane che propinano agli Italiani. La Vivarelli ha un ottimo archivio, che a volte invidio.... è un ottimo informatore del blog. Ce ne fossero come lei! Mi ha fatto piacere che ne abbia scoperto le qualità... Ciao!
    • terenzio eleuteri Utente certificato 1 mese fa
      C'è un decrepito ed aitante signore che ha detto di essere risceso in politica per salvare l'Italia dal pericolo 5S ! Anche i ladri amano proteggere le loro cose !
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Oxfam: 62 persone hanno la stessa ricchezza della metà della popolazione mondiale Questo dice l’enorme disuguaglianza di reddito nel nostro pianeta e vanifica la lotta alla povertà globale. Dal 2010 al 2015, 3,6 miliardi di persone – metà della popolazione mondiale – hanno visto la propria ricchezza ridursi di 1.000 miliardi di dollari, 41%. I 62 super-ricchi hanno invece registrato un incremento di oltre 500 miliardi di dollari. Il divario è drammaticamente cresciuto nel 2015 così che l’1% della popolazione mondiale possiede più del restante 99%. Anche in Italia la disparità di reddito è impressionante: l’1% più ricco degli italiani possiede il 23,4% della ricchezza nazionale netta, cioè 39 volte quello che ha il 20% più povero. Insomma la crisi ha indebolito i più poveri ma ha arricchito i più ricchi e questo spiega perché sia stata voluta a tavolino da certi governi. Negli ultimi 5 anni di crisi l’aumento della ricchezza ha arricchito del 50% il 10% più ricco degli italiani. Basta alle condizioni fiscali di favore per le multinazionali e basta ai paradisi fiscali! Quanto detto vale soprattutto per i fautori del neoliberismo ad oltranza, come il nostro Renzi, che continuano con la balla che il libero mercato (che poi libero non è) ha migliorato le condizioni dei popoli. (Oxfam è un’importante confederazione internazionale specializzata in aiuto umanitario e progetti di sviluppo, composta da 18 organizzazioni di Paesi diversi che collaborano con quasi 3.000 partner locali in oltre 90 Paesi per individuare soluzioni durature alla povertà e all’ingiustizia.)
    • Beppe A. Utente certificato 1 mese fa
      a parte che queste organizzazioni non governative sono finanziate in larga parte poi da quelli stessi che appartengono alle elite piu' ricche..quali sarebbero queste soluzioni? hanno portato beneficio sinora? Sono trasparenti? sono democratiche? Rispondono a qualcuno? Si alimentano con la mancanza di diritti..
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    LA POST- RAI-Travaglio Nel suo ultimo film Oliver Stone racconta la storia di Edward Snowden,il giovane analista della Cia che rinuncia a tutto–vita,affetti, lavoro e stipendio–per svelare agli americani e al mondo una notizia vitale per la democrazia: il Governo degli Stati Uniti calpesta scientemente la Costituzione e fa spiare centinaia di milioni di persone,non solo americane,con la scusa del terrorismo.Ora vive, si fa per dire,a Mosca perché, quando fece scalo in Russia da Hong Kong (dove s’era rifugiato) per raggiungere il Sudamerica,Obama gli levò il passaporto e lo rese apolide.Pronto a incriminarlo per reati gravissimi in caso di ritorno in patria.Vedere quel film e leggere le storie di ordinaria miseria in casa Rai fa un certo effetto,anche perché il caso Snowden e il caso Rai – almeno sulla carta–appartengono alla stessa famiglia: l’informazione.Solo che Snowden,pur non essendo un giornalista o forse proprio per questo,ha sacrificato tutto pur di dare notizie vere.La Rai sacrifica tutto pur di dare notizie false.Ieri ne abbiamo raccolto una miniantologia,ma ce n’è da riempire una Treccani Intanto,tutt’intorno,si dibatte sulle fake news che,secondo la propaganda di regime,sarebbero un’esclusiva del Web e richiederebbero il pronto intervento delle autorità pubbliche,cioè di un orwelliano Ministero della Verità,secondo gli auspici del capo dello Stato Mattarella e del Pres. dell’Antitrust Pitruzzella, nonché dei sottostanti giornaloni e telegiornaloni che riprendono compunti e riverenti i loro moniti Qualcuno si sorprende perché la grande stampa s’indigna per la belinata grillesca della giuria popolare anti-bufale,mentre tutti trovano normale il bavaglio di Stato benedetto dal Colle e dall’Authority.Ma c’è poco da stupirsi: giornaloni e tg non hanno nulla da temere dalla censura dei partiti,perché la praticano già quotidianamente sotto forma di autocensura Quanto alla “giuria popolare” di Grillo, sanno benissimo che non vedrà mai la luce
  • GIORGIO S. Utente certificato 1 mese fa
    Se non compro oggi comprerò domani. Ovvio che se la domenica trovo aperto magari a comprare la cipolla per il soffritto ci vado ma solamente perchè al sabato so che l'indomani sarà aperto. Mi sembra esagerato aprire sempre. A meno che i dipendenti non guadagnino davvero di più, e non posso parlare per loro, io la domenica chiuderei. Ci sono tanti sondaggi, farne uno tra i dipendenti? O c'è?
    • GIORGIO S. Utente certificato 1 mese fa
      Scapperei anch'io davanti alle telecamere ma un sondaggio si riuscirebbe a fare, non ti chiedono nè chi tu sia nè ti fotografano
    • Maria 1 mese fa
      I dipendenti? Nessuno di loro si sognerebbe di dissentire o semplicemente di dire la propria. Non ha visto la trasmissione Report di domenica scorsa? I dipendenti scappano davanti alle domande,sia dei giornalisti che del management, temono per il posto di lavoro, siamo tornati indietro di cent'anni!
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    95 miliardi buttati nel gioco, la prova che l’Italia si sta ammazzando da sola Nel 2016 gli italiani hanno speso al gioco il 4,4% del Pil, poco meno di quanto spendono per mangiare, il triplo di quanto spendono per l’istruzione. Un dato che ha pochi eguali al mondo. E che rappresenta un fardello insopportabile, per un Paese in crisi di Francesco Cancellato 95 miliardi di euro sono più o meno il 4,4% del Pil italiano. Più del doppio di quanto le famiglie italiane spendano ogni anno tra tasse, rette, lezioni private trasporto scolastico. Più di quanto – il 4,1% del prodotto interno lordo – lo Stato spenda ogni anno per l’istruzione. Poco meno del crollo degli investimenti in Italia tra il 2007 e il 2015, pari a 109 miliardi di euro. Non molto di più dei 129 miliardi all’anno che spendiamo, noi tutti 60 milioni di italiani, per mangiare. 95 miliardi è quanto gli italiani hanno speso in un anno nel gioco d’azzardo. Macchinette, scommesse online, gratta e vinci, lotterie varie. Numeri da record, che surclassano gli 88 miliardi del 2015 – +7%, nemmeno il Pil cinese cresce a questa velocità – e doppiano i 47,5 miliardi del 2008. Alla faccia della recessione, della disoccupazione da record, delle fabbriche che chiudono, dei consumi al palo, della rabbia anti-governativa, contro tutte le élite e tutti gli establishment. 95 miliardi è quanto gli italiani hanno speso in un anno nel gioco d’azzardo. Più del doppio di quanto le famiglie italiane spendano ogni anno tra tasse, rette, lezioni private trasporto scolastico. Non molto più dei 129 miliardi all’anno che spendiamo, noi tutti 60 milioni di italiani, per mangiare 95 miliardi che alimentano le casse dello Stato con un gettito anch’esso da record. 18,5 miliardi, per la precisione. 5 miliardi in più di quanto la Apple si dice abbia eluso al fisco irlandese. Un extragettito sontuoso alimentato soprattutto da giovani adulti con prole e con stipendi bassi, in quello che risulta essere un clamoroso caso segue sotto
    • vincenzodigiorgio 1 mese fa
      Abbiamo visto la connessione tra gioco d'azzardo e politica , siamo in buone mani !
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      cercare consenso elettorale.
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      di imposizione fiscale regressiva, che ha pochi eguali nella storia dell’umanità.Prenda nota chi parla di disuguaglianze 95 miliardi vogliono dire 260 milioni al giorno, 3.012 euro al secondo.Soprattutto,sono 1583 euro a testa,per ogni italiano.Una cifra che ha pochi eguali al mondo.La metà delle quali finiscono in una delle 414mila slot machine–una ogni 143 abitanti–disseminate su tutto il territorio nazionale,molte delle quali in mano alla criminalità organizzata che le usa per riciclare il denaro sporco.Per dare un’idea,in tutti gli Stati Uniti ce ne sono circa 800mila 95 miliardi sono la misura della disperazione, della superstizione,del pensiero magico,della clamorosa ignoranza di un Paese che si auto-celebra ogni giorno come la culla della cultura globale.95 miliardi sono i motivi per prendercela con noi stessi, senza scomodare nessun potere occulto. La prova regina del fatto che potremmo salvarci da soli, senza particolari problemi, se non fossimo così cocciutamente impegnati ad autodistruggerci. in realtà si trovano sempre le risorse per aiutare i più forti. Basta pensare che solo qualche settimana fa il Governo ha trovato in un batter d’occhio ben 20 miliardi di euro per salvare le banche e non i risparmiatori, tra cui Mps. Senza dimenticare i 18 miliardi di euro spesi per finanziare il Jobs Act che è servito solo per far aumentare il precariato e i 20 miliardi di euro che sono stati spesi finora per cercare consensi elettorali con gli 80 euro. Poi chiesti indietro a molti beneficiari. la proposta del M5S che è ferma da 2 anni in Parlamento per colpa del Governo Renzi e della maggioranza. Si chiama reddito di cittadinanza, serve ad azzerare la povertà più grave e a reinserire i beneficiare nel mondo del lavoro e nel contesto sociale e come ha dichiarato l’ISTAT costa 14,9 miliardi di euro. Molto ma molto meno di quanto il Governo ha fatto spendere finora agli italiani per aiutare le banche, per precarizzare ulteriormente il lavoro e
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    IMMIGRAZIONE E M5S Gaetano s La linea del MoVimento sull’immigrazione non è che la giusta via di mezzo tra due eccessi opposti, in quanto riflette la posizione del buon senso, che è sempre la più semplice e la più difficile allo stesso tempo. Ora, visto anche il tenore di alcuni post, vorrei ricordare che il MoVimento ha ben presente il valore dell’essere umano e che, se tutela i diritti dei cittadini italiani, certamente non afferma che gli immigrati non abbiano diritti o che non siano persone. Noi non siamo certamente i buonisti ipocriti della finta sx, ma non siamo neppure i razzisti xenofobi della lega o i rimasugli del neofascismo, come vogliono dipingerci ad arte i nostri avversari. Le direttrici da seguire, ben delineate da Beppe, sono perciò legalità, accoglienza nella giusta misura e ridiscussione dei trattati europei, battendo finalmente i pugni sul tavolo dell’UE, come fa ogni Paese con gli “attributi”. Tutto ciò accompagnato dalla (vera) cooperazione internazionale e dal contrasto alle guerre e alla vendita di armi, per ridurre alla fonte i flussi migratori. Solo così si interrompe la tratta degli esseri umani, che arricchisce le mafie nazionali e internazionali, con la complicità dei grossi poteri politici e finanziari. Ai “sinistroidi” che ci accusano di fascismo e xenofobia vorrei invece ricordare un concetto così evidente da sembrare banale: l’accoglienza indiscriminata non è vera accoglienza ma è solo caos, cioè la rovina per tutti, italiani ed immigrati. È normale che se accolgo in casa mia chiunque voglia entrare, alla fine la casa crolla, e non posso più viverci né io né quei pochi che vorrei ospitare. Lo so, può sembrare una grossa banalità, ma evidentemente per molti il concetto non è ancora chiaro. Certamente la finta sx questo concetto lo ignora, o finge di ignorarlo per bieco tornaconto politico.
    • Maria 1 mese fa
      Peccato che non è passato un commento scritto di getto alle ore 7,00 di stamattina ma provo lo stesso a riscriverlo. Non so se hai visto Report ieri sera, il servizio in cui, attraverso le Cooperative, è spiegato come vengono assunti lavoratori nella logistica. Questi lavoratori, quasi tutti immigrati extracomunitari (con regolare permesso?) vengono messi a fare di tutto, non solo carico e scarico merci, anche manipolazione alimenti e trasformazione degli stessi, tipo la carne di maiale per i prosciutti. E' tutto "legale", ecco perché in Italia sbarcano tanti immigrati e ci restano. Perché vengono assorbiti dal mercato del lavoro a bassissimo costo.
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
    per chi ama la tracciabilità della serie : ..se non hai nulla da nascondere..di che hai paura ? " sto par di @@ https://m.youtube.com/watch?v=84Cy5fTM0fY
  • Aberto O. Utente certificato 1 mese fa
    Cerchiamo sempre di capire perché succedono le cose, così facendo riconosceremo le vere cause della malattia. Ecco un passaggio della lettera della BCE al Presidente Del Consiglio Berlusconi datata 5 Agosto 2011: ...C'é anche l'esigenza di riformare ulteriormente il sistema di contrattazione salariale collettiva, permettendo accordi al livello d'impresa in modo da ritagliare i salari e LE CONDIZIONI DI LAVORO ALLE ESIGENZE SPECIFICHE DELLE AZIENDE e rendendo questi accordi più rilevanti rispetto ad altri livelli di negoziazione... Ora credo che sia chiaro il ruolo che ebbe Monti, meramente strumentale, e quello invece dell'Unione Eurocratica, dalla quale partono i fili che manovrano i governi. Non perdete tempo a guardare il dito, è ciò che vogliono farvi vedere.
  • andrea 1 mese fa mostra
    RICORDIAMOCI DI PIPPO CIVATI SE POSSIBILE!!! I teppisti rossi, veri e propri eversori, hanno tentato un blitz più che osceno: inserire nella manovra – all’esame della Camera dopo il sì del Senato – un emendamento per approvare lo ius soli. L’emendamento presentato da Sinistra Italiana – Possibile è stato bocciato in commissione.
  • andrea 1 mese fa mostra
    Tony Troja Volevo far notare ai professionisti dell'informazione (Sky TG24, Tg1, Tg2, TG5, Tg La7 News) che le fabbriche storiche rischiano di chiudere o chiudono anche in Sicilia. Interi servizi dedicati alla Melegatti, ma nessuna notizia per la Torrisi. Come al solito: la Sicilia non è Italia quando c'è da salvarla o salvarne l'economia... ++++++++++++ Carissimo Tony, la Sicilia quando si tratta di spendere soldi non suoi se ne fotte da che portaafoglio escono! L'Italia ha tutto interesse che la Sicilia non sia Italia da questo punto di vista, perchè se fosse la Regione a Statuto Spaciale di qualunque altro Stato, l'avrebbero già "sistemata per legge"!
  • andrea 1 mese fa mostra
    Spelacchio, il mittico albero partorito dalla mittica giunta Raggi, pare sia costato 50 mila sfronzoli "oneri della sicurezza compresi"! Ma questi oneri non dovrebbero essere separatamente esposti e non soggetti a ribasso?
  • andrea 1 mese fa mostra
    Rimango molto amareggiato e anche preso per i fondelli leggere che Silvio Berlusconi ha detto di essere sceso in campo per evitare, scongiurare una vittoria del Movimento 5 Pippe mentali! Ormai un sano di mente non va a votare nesun vecchio e nessun nuovo che sa di vecchio!
  • Paolo Z. Utente certificato 1 mese fa
    Dal post : “ il medico di base è obbligato a svolgere il suo servizio solo 5 giorni a settimana costringendoci ad affollare i pronto soccorso nei week-end.” Allora bisogna anche che i medici di base siano a disposizione 24 ore al giorno? E i veterinari? Se il gatto deve essere castrato, sarebbe meglio che possa castrarlo dopo il giro domenicale al centro commerciale. Paolo TV
  • andrea 1 mese fa mostra
    Chi può permettersi di non lavorare per le festività? Insegnanti, sindacalisti, politici, liberi professionisti, avvocati ...... Fate fermare anche le commesse o i commessi dei centri commerciali. In ogni caso saranno persone che andranno a rompere il caxxo a destra o a sinistra per far lavorare altra gente per le festività! Quello che è chiuso 365 giorni su 365 giorni è il vostro cervello.
  • andrea 1 mese fa mostra
    E dai che il Movimento 5 Pippe Mentali batte il chiodo sui poveri lavoratori dei centri commerciali, come fossero l'unica categoria di lavoratori obbligati a lavorare i giorni festivi! Bisogna proprio essere dei fessi. Ormai in moltissime fabbriche si lavora a turni, tutti i giorni 24 ore su 24. Quelle che si fermano o i reparti che si fermano è perchè occorre fare manutenzioni meccaniche o elettriche, quindi si potranno fermare gli operai della fabbrica, ma i manutentori delle ditte esterne saranno al lavoro per le festività e non fanno i commessi. Gli animali negli allevamenti mangiano tutti i giorni, le lettiere vanno pulite, le vacche vano munte, il latte va consegnato e non fanno i commessi. Gli esseri umani si ammalano tutti i giorni dell'anno o fanno incidenti tutti i giorni del'anno o crepano per disgrazia o per malattia tutti i giorni dell'anno e chi si occupa di queste cose non sono i commessi dei centri commerciali. Gli anziani nelle case di riposo devono essere assistiti tutti i giorni dell'anno e questi lavoratori non sono i commessi dei centri commerciali. Chi ha ristoranti, stazioni sciistiche lavora proprio in questo periodo o fa il pieno proprio per le festività natalizie e non sono i commessi dei negozi. Le vostre mogli per le festività hanno voglia di essere segregate per caso in cucina? O pretendono che ci siano ristoranti o pizzerie aperte per trovarsi almeno qualche giorno servite e riverite? Ma di cosa state parlando da giorni carissimi gonzi stellati!
    • Paolo Z. Utente certificato 1 mese fa mostra
      Ti dimentichi le puttane/trans/gigolò, che già spesso lavorano di notte. Se lo stato non chiede imposte alle persone qui sopra, non è colpa loro, tra parentesi. Paolo TV
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    CHI E’ DI DESTRA. CHI DI SINISTRA? Il tema del lavoro si lega inesorabilmente con la sx, almeno quella storica che si presentò a difesa dei diritti dei senza potere, in particolare dei lavoratori. Qui non c’è stato peggior distruttore di Renzi e della sua sordità in materia di diritti del lavoro, una sordità così grande da diventare analfabetismo civile, un handicap totale nel campo delle tutele sociali. Che troppi cittadini non abbiano capito nemmeno questo la dice tutta sul degrado umano e intellettuale del nostro Paese. Gli italiani non sono mai usciti da un ‘analfabetismo funzionale’ che impedisce loro qualunque evoluzione. Era un termine usato da Tullio di Mauro e sono dolente per la sua morte, ma mi chiedo quanto questi personaggi capaci di ‘educazione civile’ siano noti alle masse. Penso per es. a Carlo Petrini, e alla difesa della biodiversità e dei diritti dei popoli alla sovranità alimentare, alla lotta contro l’omologazione dei sapori, l’agricoltura massiva, le manipolazioni genetiche.., a persone come Gino Strada che si sono sempre battute per la pace come Zanotelli e tutto il movimento politico dei Comboniani che combatte a difesa dei poveri contro le dittature africane, penso a Francesco Gesualdi, ignoto ai più, e alla sua lotta contro le multinazionali. Aggiungiamoci la difficoltà per una gran massa di persone a trovare notizie più o meno attendibili, specie in tv, dato che i media sono diventati un’arma di distrazione e disinformazione di massa utilizzata dal potere per scopi tutt’altro che democratici e fanno unanimemente schifo paragonandosi al martellamento ideologico della Cina di Mao. Ma oggi qualcuno chiede: chi gioca a fare la sx? Mi pare che la sx, come categoria politica, non sia più di moda e che in Europa abbia fatto hara kiri da tempo, confondendosi col peggio di disvalori dei suoi avversari storici, restando presso taluni come un santino totemico solo nominale non più praticato, teoricamente confuso e di fatto colluso. segue sotto
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Renzi di sx non ha niente e si è allineato supinamente al neoliberismo più estremo, del resto il rignanese è una pedina messa su da un Napolitano che la sx l’ha tradita da sempre Grillo ha sempre detto che il M5S è ‘oltre’ dx e sx e che queste etichette sono obsolete e gli do ragione,perché per i faziosi sono vuoti nomi da sbandierare a caso per mascherare un’identità perduta, mentre,per chi comanda non significano più nulla e sono inservibili,di fronte al potere puro e semplice che ha prostituito tutti e le usa solo per comodo quando deve screditare un avversario. La vera domanda è:chi cerca di allargare e chi di restringere la democrazia? Chi porta i cittadini verso traguardi di maggiore responsabilità politica e sicurezza sociale ed economica? Renzi no davvero,dopo il fallito tentativo di golpe costituzionale in senso autoritario,la cancellazione dei diritti del lavoro e il tentativo di golpe sui diritti elettorali e di rappresentanza democratica. Grillo molto in teoria, visto che conta ancora troppo nel Movimento,per cui molti dei suoi ideali restano millantati e troppe decisioni sono personalistiche. Per me la vera distinzione è tra chi segue utopie no global e chi aderisce alle perversioni del neoliberismo e del turbocapitalismo e si fa servo di finanza e multinazionali, e qui la risposta è chiara e non la vede solo chi non la vuole vedere ma è ormai tanto lontano dalla sx storica da capire solo il neoliberismo in cui è immerso o una faziosità fine a se stessa. Il resto è fuffa, anche perché chi straparla di sx è spesso dalla parte del peggior potere del mondo moderno,un potere decisamente e senz’ombra di dubbio nemico di interessi,diritti e valori di qualunque popolo civile e tutto nell’interesse di poche élite finanziarie che tentano di dominare in nome del solo profitto di classe tagliando ogni conquista di civiltà e democrazia. Per cui il dibattito sulla sx è diventato da tempo un gingillo dialettico privo di fondamento o uno strumento utile solo a def
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    I politici sono come un club esclusivo, tipo il Capital Club Dubai, un gruppo in cui si pensa solo ai soci, ci si parla solo tra soci, si parla solo dei soci, esistono solo gli interessi dei soci, gli abusi, i furti, gli sprechi e le impunità dei soci, e questi si differenziano tra loro solo per minuzie, per es. uno eccelle a tennis nella battuta destra e uno in quella sinistra, persone infantili, ciniche, disumane privilegiate e viziate, per lo più viziose, che si coprono i reati l’un l’altro, in nome di vantaggi innominabili, che capiscono solo l’interesse o il ricatto, e alla fine si auto-sostengono in una omertà criminale, ossequiate da stampa e cloni, imitate da stolti e servi, una consorteria mafiosa dall’ego elefantiaco e narcisistico teso solo ad accumuli stratosferici di potere, che conosce solo se stessa e si rispecchia solo in se stessa e per cui il resto dell’umanità è ciccia da cannone. “Nel Fight Club non era questione di vincere o perdere, non era questione di parole. Quelle grida isteriche erano raptus estatici come quelli in una chiesa pentecostale.” Anche noi siamo come quelli del Fight Club, gli ultimi degli ultimi, “Una volta leggevamo pornografia, ora leggiamo la politica“. E per parafrasare il film omonimo: “Ogni volta che un aereo di politici s’inclina troppo bruscamente al decollo o all’atterraggio speriamo in uno schianto, in una collisione a mezz’aria, qualunque cosa. La democrazia salirebbe al triplo se qualcuno di loro morisse durante un viaggio“. I membri del Super Club ci dominano ormai in un modo intollerabile, il loro potere di coercizione ha prodotto forze di reazione che non sono oscurabili più a lungo. Quanto più essi opprimono e reprimono le energie che stanno in basso per fare i loro porci comodi e mantenere le loro sporche vite, tanto più dal basso salgono energie fortemente esplosive per la legge del contrappasso che e’ una legge sociale e psichica che alla fine costituirà la loro morte. segue sotto
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Ma i membri del Super Club fingono di non saperlo, cercano di non vederlo, non possono che amplificare la loro azione di disintegrazione del mondo, e più marciano nel marcio del loro Potere, più il Contro Potere cresce, inconscio dapprima poi sempre più esplicito e fatale. Noi vediamo anche troppo bene come costoro se ne infischino ampiamente se caschiamo sempre più’ in basso, se l’economia va alla deriva, se l’etica pubblica è a pezzi e la sua mancanza sta disfacendo il mondo, se ne fregano se scendiamo nelle graduatorie europee o mondiali, se valori e diritti sono sempre più vilipesi e le massime autorità fanno a gara viscidamente a calpestarli. Noi vediamo come costoro se ne infischino sfacciatamente della crisi economica, o delle valutazioni degli organismi economici internazionali, e come neghino sfacciatamente la più chiara evidenza dei fatti come la crisi o il disagio o la disperazione, con la pretesa di essere creduti e venerati nelle loro plateali bugie; vediamo come si siano esentati dal dare il minimo rendiconto veridico né finanziario né morale né politico né coerente; vediamo come si siano arrogati la pretesa di non assumere mai per definizione alcuna responsabilità per i danni della loro conduzione fallimentare, per quanto pessima e deleteria essa risulti; vediamo come per ogni cosa che fanno o disfano si ammantino di una piena impunità. Praticamente il Super Club costituisce un eden a parte, cinico e disumano, vacuo e fatuo, irresponsabile, impunibile e impunito, correo e mafioso, inossidabile e perverso, estremamente nocivo al mondo e distruttivo di ogni nazione. https://masadaweb.org/2009/07/19/masada-n%C2%B0-956-19-7-2009-il-fight-club/
  • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
    giustissimo!
  • FABIO B. Utente certificato 1 mese fa
    EUROSTAT: italia paese con piu' poveri in Europa_ https://www.youtube.com/watch?v=TixMpxnHGiQ
    • FABIO B. Utente certificato 1 mese fa
      se questo idiota fosse stato capace almeno di tacere, forse qualcuno un giorno l'avrebbe anche "perdonato"_
  • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
    TRILUSSA ER PRESEPIO Ve ringrazio de core, brava gente, pè ‘sti presepi che me preparate, ma che li fate a fa? Si poi v’odiate, si de st’amore nun capite gnente… Pé st’amore so nato e ce so morto, da secoli lo spargo da la croce, ma la parola mia pare ‘na voce sperduta ner deserto senza ascolto. La gente fa er presepe e nun me sente, cerca sempre de fallo più sfarzoso, però cià er core freddo e indifferente e nun capisce che senza l’amore è cianfrusaja che nun cià valore.
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      BRavo Massimo!
    • Max Stirner Utente certificato 1 mese fa
      Ciao Grazie anche a te per i tuoi interventi. Apprezzo il fatto che, indipendentemente dal fatto che i nostri pensieri siano armonizzati, so che comprendi quello che scrivo. Forse l'osservazione ti può sembrare banale, ma ti assicuro che, per me, è più importante sapere che uno capisce ciò che scrivo, piuttosto che lo condivida. Grazie. Ciao
  • Gianfry 1 mese fa
    L'ESITO DELLA VOTAZIONE SUL PROGRAMMA SVILUPPO ECONOMICO?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????'
    • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
      nn c'è ancora.
  • Max Stirner Utente certificato 1 mese fa
    Risparmi fiscali (illusori) di fine d'anno Meglio non versare soldi entro fine anno in prodotti previdenziali, perché di regola è una scelta perdente. Il c.d. regalo dei fisco lo intasca il risparmio gestito, non i contribuenti. Vedere: "Pip, non fatevi allettare dal miraggio dei vantaggi fiscali e ricordatevi i costi" https://www.ilrisparmiotradito.it/news/403/pip-non-fatevi-allettare-dal-miraggio-dei-vantaggi-fiscali-e-ricordatevi-i-costi) articolo sul Fatto Quotidiano dell’11-12-2017 pag. 18, riguardante sia i piani individuali previdenziali (pip), sia i fondi pensione. Conferenza a Roma ven. 15 dicembre 2017 ore 14-17 Presso Teatro Golden, via Taranto 36 - vedi scheda. All'incontro di studi dell'Adusbef su "Risparmio gestito e usura" tratterò i seguenti argomenti: Vantaggi fiscali gonfiati di fondi pensione e pip Risparmio gestito: senza trasparenza cause difficilissime Tasso soglia d'usura: una formula buona per le banche Vi saranno inoltre, fra gli altri, interventi di Elio Lannutti e Antonio Tanza, il fondatore e il presidente dell'associazione di consumatori. Risponderò anche a eventuali domande. Ingresso libero, ma meglio prenotarsi: Registrazione La Banca d'Italia dà manforte al risparmio gestito Paure per futuri crac? I pericoli in banca (e i danni) ora arrivano soprattutto da fondi, gestioni, polizze ecc. con la Banca d'Italia che spinge le banche a puntare sul risparmio gestito. Vedere: «La pericolosa evoluzione di banche che diventano gestori di risparmio», articolo sul Fatto Quotidiano del 27-11-2017. Diamanti, oro e polizze vita L'imbroglio dei diamanti è stato possibile solo grazie all'appoggio del giornalismo economico italiano. Rimando al riguardo all'intervista su Radio Marconi del 31-10-2017, dove spiego anche perché l'oro non è poi così sicuro; e perché sono da evitare le polizze vita, quale impiego dei risparmi. Saluti Beppe Scienza
  • Manuele L. Utente certificato 1 mese fa
    ancora con questa storia...ma fate ridere..per quelli che di festeggiare il natale non gliene frega nulla? gli obblighiamo in base ai ricordi di qualche movimentista? siamo nel 2017 con i suoi svantaggi e vantaggi siamo seri
    • Antonio Maria Vinci Utente certificato 1 mese fa
      Questo è un disicorso serissimo. "Quelli" non possono sostituirsi alle vite del resto dei cittadini.
  • Patty Ghera Utente certificato 1 mese fa
    O.T. Spero tanto che l'incendio alla centrale del gas in Austria, non sia un attentato.....
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
    ..ci sono piccole aziende che non se lo possono permettere di tener aperto nelle festività perchè sono a conduzione familiare. Volete proprio che le PMI muoiano in favore delle mega strutture .le quali GLOBALIZZANO e SCHIACCIANO gli INDIVIDUI ?
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
      ...sai ,..tanto per capire..maaaaa.. che mestiere fai ?
    • carlo 1 mese fa
      le famiglie terranno aperto, se vogliono. e se non vogliono star li loro, assumano qualche parente o amico che ha bisogno di soldi, e lo fanno lavorare. lavoro temporaneo, 15 giorni e ok cosi'. si usa farlo e si e' usato farlo anche nei bei tempi passati.
  • No more fossili 1 mese fa
    La banca mondiale non finanziaria più petrolio e gas dal 2019!!!! http://www.worldbank.org/en/news/press-release/2017/12/12/world-bank-group-announcements-at-one-planet-summit
  • carlo 1 mese fa
    chi vuole poi e' giusto che non venga ostacolato dal passare le vacanze in modo tradizionale.
  • carlo 1 mese fa
    sinceramente, non lo vedo in problema. chi vuole tiene aperto. fermo restando che al dipendente va riconosciuto il lavoro delle feste o notturno. e' anche una comodita' per i cittadini, che in qeusto modo possono trovare il tempo di comperare, a dispetto di turni di lavoro che glie lo potrebbero impedire o ostacolare. quello che non va bene e' lo sfruttamento e la costrizione, ma anche per chi fa degli orari di lavoro non consueti (festivo o notturno), se giustamente pagato e accettato, eì uin vantaggio. si ritrovano cosi'ì con piu' soldi in busta paga, i 10 giorni delle vacanze la orando a ritmo intensivo, poi ciao l'altra settimana a spendere i soldi fatti da qualche parte al sole. (o si potrebbe fare assumere altra gente). non lo vedo un male. in se' la questione non la vedo un problema.
  • Patty Ghera Utente certificato 1 mese fa
    Le Cooperative rosse dovrebbero essere le prime, per i principi per cui sono nate, a chiudere i battenti i giorni festivi. Invece si comportano come tutti gli altri. Meditate compagni..... meditate....
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    I quotidiani italiani sono ormai la stessa pappa, omologati al peggio, in una caduta irreversibile di credibilità e serietà che li fa cadere sempre più in basso nelle classifiche della libertà di stampa,tutti appiattiti alle veline di regime con una disinformazione pesante e opaca in cui mancano totalmente le critiche obiettive e le inchieste utili al Paese. Tutto andava bene fino ai primi anni Duemila:i fatturati dei maggiori gruppi italiani crescevano e l’avvento del digitale sembrava minimo.Se guardiamo agli investimenti pubblicitari dei 3 maggiori editori di quotidiani,Rcs(Corriere della Sera),Gruppo Espresso(Repubblica) e Gruppo 24 Ore(il Sole 24 Ore),si nota come crescano fino al 2008 per poi flettere bruscamente.Oggi sono arrivati a una tale crisi che,malgrado l’aumento della popolazione,le vendite sono la metà di quello che erano nel 2° dopoguerra.Ormai l’informazione si fa sul web.In difetto di informazione seria e di pluralismo democratico, i lettori sono sempre più schifati dalla carta stampata e smettono gradualmente di comprarne In un primo tempo i giornali hanno tentato di aumentare le vendite coi gadget, poi il pubblico ne è stato invaso e ha cominciato a rifiutarli. Nel 1996, il Corriere della sera vendeva 647.000 copie al giorno. 20 anni dopo, nel 2015, erano scese a 285 mila, con una perdita del -56%. Repubblica nel 1996 vendeva 575 mila copie medie, nel 2015 248 mila(la perdita è del 57%). Un altissimo numero di copie va al macero In pratica finora i giornali si sono retti sui contributi pubblici che sono stati ingenti. Il M5S vorrebbe eliminarli e ovviamente anche per questo i vari giornali odiano il Movimento perché se andasse al governo taglierebbe questi fondi mandandoli tutti al fallimento.Purtroppo per loro si sta esaurendo anche l’altra fonte finanziaria:la pubblicità, che ormai si riversa quasi tutta sulla televisione. Da qui nasce l’attacco alla rete. Mors tua vita mea Ma non sarà con nuovi MINCULPOP che la situazione migliorerà.
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Luisella Costamagna Caro avvocato professor Giovanni Pitruzzella, ma come? Lei che ha un così ricco curriculum da docente e da consulente di Palazzi, lei che solo per un soffio, nel 2015, non è riuscito ad accedere – indicato da Area Popolare e Scelta Civica – alla carica di giudice costituzionale, lei che, insomma, ben conosce la Costituzione e le leggi, ma anche la politica, pure lei, tra un brindisi natalizio e uno per il 2017, ha ceduto all’ultima tendenza autunno-inverno 2016, la post-verità? “Contro la diffusione delle false notizie”, ha tuonato al Financial Times, “serve una rete di organismi nazionali indipendenti ma coordinata da Bruxelles e modellata sul sistema delle autorità per la tutela della concorrenza, capaci di identificare le bufale online che danneggiano l’interesse pubblico, rimuoverle dal web e nel caso imporre sanzioni a chi le mette in circolazione”. Insomma, basta con le post-verità che rappresentano “uno dei catalizzatori del populismo e una minaccia alle nostre democrazie”. Un organismo governativo antibufala. Bellissimo. La Verità che trionfa. Si immagina i grandi filosofi, Platone, Hegel, Tommaso, Leibniz, se avessero saputo che era così semplice? Critica dell’authority pura, avrebbe scritto Kant, folgorato sulla via di Pitruzzella. E semplicissimo, sillogistico è, in effetti, il suo pensiero. In Rete ci sono balle (perché questa moda della post-verità? Si chiamano balle, da sempre), le balle avvelenano la democrazia, mettiamo sotto controllo la Rete. Ok. E il resto? Devo essere io, avvocato professore, a ricordarle che le bufale esistevano ben prima della Rete? E non parlo (solo) dei coccodrilli nelle fogne di New York. Parlo di bufale meno fantasiose e più funzionali a vari e differenti poteri Che vogliamo dire del cedimento strutturale del Dc9 di Ustica? E di Pinelli e Valpreda assassini di piazza Fontana?Suvvia Che cosa diremo,mentre schiacciamo sotto il suo tacco authoritario un qualche piccolo blog reo di avere espresso segue sotto
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      un’opinione, ai correntisti truffati dalle balle di una banca (e di un governo)? Ai disoccupati cui un giornalone racconta che c’è la ripresa? Agli italiani che dal 2008 si sentono dire che la crisi non c’è e i ristoranti sono pieni? Devo spiegarle io che la menzogna è da sempre strumento del potere per fregare i cittadini, e mai viceversa? Che un organismo governativo è per definizione di parte? Lei che ha tanto studiato ben saprà che la rete è per lo più veicolo di informazione libera, non soggetta alle convenienze di grandi gruppi industrial-editoriali, e che spesso, negli ultimi anni, ha sfatato bufale, più che propalarle. Ricorda la foto di Bin Laden ucciso, diffusa dalle maggiori agenzie e sbugiardata a tempo di record proprio dalla Rete? Ha presente quando un politico afferma – poniamo – “mai detto che mi sarei dimesso”, e dalla Rete, magia, esce il video che lo smentisce? Le bufale, in Rete, ci sono ma hanno le gambe molto più corte di quelle, sane e robuste, su cui per tradizione marciano nell’informazione mainstream. Coraggio, avv. prof. Pitruzzella, confessi che lo sapeva, ammetta che non è un epigono di Orwell e faccia marcia indietro. Era uno scherzo, vero? Dica la Verità (ma occhio che la Rete non la smentisca). Un cordiale saluto. Luisella
  • Dickens 1 mese fa
    Sarei felice se questo prvvedimento lo chiamassero "Legge Anti-Scrooge". Metterebbe in evidenza ancora di più cosa sono veramente i capitalisti al giorno d'oggi.
  • vincenzodigiorgio 1 mese fa
    Ogni tanto cadiamo dal pero . Chiediamo ai politici di lavorare anche a Natale , a loro che non lavorano quasi mai ! Staranno ancora ridendo alla richiesta balzana convinti che siamo un po tocchi . E' come chiedere a dei gangster di non fare chiasso o di no buttare le cicche per terra ! Chiediamogli del caso CONSIP , di Zonin e di Flavio Carboni ( che se parla cade il governo ) , senza tralasciare il grattacielo della provincia costruito da Zingaretti sapendo che sarebbero state sciolte le province ! L'assegnazione senza gara dell'appalto a Farinetti , grande amico e finanziatore di Renzi , del cibo italiano all'EXPO ! E tantissime altre attività criminaleggianti della politica italiana !
  • Marco Vennetti 1 mese fa
    Mi permetto di ricordare che il Natale è una festa cristiana che celebra la nascita di Gesù https://it.wikipedia.org/wiki/Natale Nella foto si vedono invece solo simboli commerciali Poveri noi...
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
      ...un presepe...non credo danneggi di più..del veliero sul caminetto....nella foto
    • Thor 1 mese fa
      Mi permetto di farti una piccola correzione: l'albero di natale non è un simbolo commerciale. E' ciò che rimane della antica festa del solstizio d'inverno. durante la quale si addobbavano gli alberi con candele per inneggiare ala fine dell'oscurità e al ritorno dell'allungarsi delle giornate. Festa che poi è stata sovrascritta e rinominata dai cristiani. Il natale è nolto più antico dei cristiani, risale alle nostre comuni radici celtiche europee.
  • Dickens 1 mese fa
    A chiunque, dei lavoratori, sia contrario a questa iniziativa, auguro di diventare dipendente in un centro commerciale. Mentre ai padroni che siano contrari, auguro una visita del fantasma del Natale futuro.
    • Marco Vannetti 1 mese fa
      LETTERA DI PADRE LIVIO A GESU’ BAMBINO Caro Gesù Bambino, in questi giorni, in cui nella nostra società molti festeggiano il Natale, senza sapere chi è il festeggiato, da povero italiano non ho timore di rivolgermi a te, ben sapendo che solo tu sei in grado di concederci le grazie di cui abbiamo bisogno. A chi infatti dovremmo chiederle se non a te? Sei l’unico che è rimasto credibile in questo mondo, dove tutti promettono e nessuno mantiene. Non mi lascio ingannare dal modo umile e discreto con cui sei entrato in questo mondo. Apparentemente sei venuto a mani vuote, al freddo e al gelo di una grotta, a stento riscaldata da un bue e un asinello. Deposto in una mangiatoia, non stavi meglio di tanti bambini che fuggono dalla fame e dalla guerra verso le nostre contrade. Eri privo di tutto, ma avevi vicino a te due persone meravigliose, come mai ce ne sono state: tua madre Maria e il tuo custode, Giuseppe, che ti guardavano incantati, ben sapendo quale dono in quel momento il Cielo aveva fatto alla terra. Sei nato povero fra i poveri, bisognoso di tutto, ma hai arricchito il mondo con la tua presenza. Venendo in mezzo a noi ci hai fatto il regalo più grande che potessimo desiderare. Tu, Bambino Gesù, sei la nostra luce, la nostra salvezza, la nostra pace. A Natale hai dato al mondo in regalo te stesso. Lo ha annunciato l’angelo ai pastori assopiti, improvvisamente svegliati da una musica celestiale: ”Vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un Salvatore, che è il Cristo Signore”. Caro Gesù Bambino, sei tu il regalo di Natale che vorrei chiedere in primo luogo per il mio paese, per questa Italia che ha regalato il presepe al mondo, ma che adesso lo proibisce negli asili e nelle scuole e che si mostra sempre più insofferente per tutto ciò che ti riguarda. Qualcosa di strano e di pericoloso sta succedendo da qualche tempo. Proprio nelle nazioni dove il tuo Vangelo ha prodotto i frutti più
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    OT PRIVATO Il meglio del privato: Puglia, per la strage dei treni 19 indagati “Note all’azienda criticità della sicurezza” Ma due mesi prima ai soci milioni di utili •I PM ACCUSANO: “20 SITUAZIONI CRITICHE IGNORATE. STRATEGIA AZIENDALE ERA FARE UTILI” •A MAGGIO 2016 DISTRIBUITI DIVIDENDI PER 2,5 MILIONI DI EURO •CHIUSA L’INCHIESTA – 19 INDAGATI. C’È ANCHE DG DEL MINISTERO: “NON VIGILÒ SULLA SICUREZZA” •L’ANTICIPAZIONE/1 – “BASTA MEZZO MILIONE PER AUMENTARE SICUREZZA” •L’ANTICIPAZIONE/2 – APPLICATE LEGGI DEL 2011 SOLO DOPO SCONTRO. dal FQ
  • Pietro Z. Utente certificato 1 mese fa
    ***** Sarebbe interessante che il M5S pubblicasse una tabella delle attività lavorative in cui ci sono le ore di lavoro, quelle sul posto di lavoro, e la remunerazione oraria. Quando una categoria di lavoratori sciopera si sà sempre tutto ma non si pubblicano mai i loro stipendi. Ora è il turno dei medici: pensavo che i medici di base guadagnassero bene ma dai servizi risulta che guadagnano più che bene. Anche nel Nord la sanità, come la scuola, i trasporti, l'assistenza sociale per non parlare della mancanza di lavoro stà perdendo colpi mentre a roma si discute sulle allenze politiche. Tutti i partiti hanno governato e tutti non hanno risolto alcun problema strutturale ma fatto i loro interessi per cui spero che gli italiani e sopratutto gli astenuti votino chi non ha mai governato anche per metterli realmente alla prova dei fatti ma visti i precedenti credo se la caveranno egregiamente, sicuramente meglio dell'attuale governo bravissimo solo a chiacchere da salotto. *****
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Logan Clash Dedicato ai folli Agli Anticonformisti Ai Ribelli Ai Piantagrane A tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Costoro non amano le regole né i regolamenti. Non hanno alcun rispetto per lo Status Quo. Potete citarli Dissentire Potete glorificarli o denigrarli L’unica cosa che non potete fare è ignorarli Perché riescono a cambiare le cose Inventano, immaginano Esplorano, creano, ispirano. Soffrono. Si disperano. Godono. Amano. Sognano. Contengono lo spirito della Rivoluzione. Qualcuno potrebbe definirli folli. Perché sono coloro che sono abbastanza folli da pensare di potere cambiare il mondo. E lo cambiano davvero.
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
    ..le megastrutture hanno tutto l'interesse a far lavorare i loro dipendenti nelle festività schiacciandoli, e facendo chiudere le piccole realtà commerciali che non se lo possono permettere. APPROVO INCONDIZIONATAMENTE una regolamentazione delle aperture a favore delle PMI
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
      massimo m., Roma ;)
    • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
      Condivido Epos!
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Finalmente un chiarimento...tardivo,ma utile. Si raccomandano gli Italioti di rivotare questi delinquenti Democratici. Che schifo sopratutto per i" Governi Tecnici"... seee... non esistono i governi tecnici esistono solo governi appecorati alle lobby...
  • Maria 1 mese fa
    Michele, fai togliere la pubblicità di Amazon dal Blog! Dopo il servizio di Report ho la nausea.
    • enzo calderini 1 mese fa
      Maria,scusa la confidenza,io ho GHOSTERY,e come pubblicita mi salvo. Ciao,Enzo Meduna di Livenza.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus