Lettera a Gentiloni: cosa c'entra Enrico Mattei con Giulio Regeni?

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Alessandro Di Battista

Presidente Gentiloni,
lei sa, Alfano sa, i Presidenti delle Commissioni esteri di Camera e Senato sanno. Ieri, durante l'audizione del Ministro Alfano si respirava chiaramente tutto questo. Voi sapete ma non avete il coraggio di dire poi, quando vi innervosite perché attaccati dalle opposizioni che fanno il loro dovere, perdete per un istante il controllo e fate uscire parole che sono macigni. Voi sapete perfettamente chi ha ucciso Regeni, sono stati i servizi segreti egiziani, tuttavia ora quel che importa all'opinione pubblica è sapere chi l'ha voluto morto e soprattutto perché!

Non è la prima volta che un italiano viene ammazzato per ragioni legate al petrolio. E non parlo delle assurde guerre che avete portato avanti e che sono costate la vita di civili e militari italiani. Mi riferisco ad Enrico Mattei, citato proprio ieri dal Presidente della Commissione affari esteri della Camera dei deputati Fabrizio Cicchito.
Mattei, dopo essersi inimicato le grandi compagnie petrolifere straniere, esplose in aria con il suo aereo privato. I mandanti e gli esecutori del suo assassinio sono ignoti tuttavia ricordo che Tommaso Buscetta, il pentito che descrisse la struttura di “Cosa Nostra” a Giovanni Falcone, dichiarò che Mattei venne ucciso dalla mafia per fare “un favore agli stranieri” e che Mauro De Mauro, il giornalista che stava indagando sulla morte di Mattei, venne molto probabilmente rapito e ucciso da Mimmo Teresi su ordine di Stefano Bontate, uno dei boss della mafia di allora.

Cosa c'entra Enrico Mattei con Giulio Regeni? Ripeto, non l'ho tirato in ballo io Mattei, l'ha fatto Cicchitto. Ebbene non si lanciano sassi per poi nascondere la mano. A questo punto il Movimento Cinque Stelle non si ferma.

La domanda adesso è questa: se lobbies petrolifere straniere, per colpire gli interessi italiani, sono state capaci (probabilmente) di commissionare l'omicidio del più grande imprenditore italiano dell'epoca alla mafia lei, Presidente Gentiloni, può escludere che oggi, nel 2017, vi siano poteri così forti da commissionare l'omicidio di un giovane ricercatore italiano ai servizi segreti egiziani? Se lo esclude, di fatto, smentisce le parole del Presidente della Commissione esteri della Camera dei deputati.

E ancora: l'omicidio Regeni e il ritrovamento del suo cadavere sono legati alla scoperta da parte dell'ENI del più grande giacimento di gas del Mediterraneo proprio al largo delle coste egiziane? Sì o no? Cosa pensa e cosa sa il Presidente del Consiglio della Repubblica italiana? Lei ha il dovere di rispondere perché un popolo bombardato da falsità e segreti dal dopoguerra in poi ha diritto di sapere e oltretutto non sarà mai un Popolo se continuerà ad essere tenuto all'oscuro. E' atteso in Parlamento Presidente Gentiloni

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • cervellisvanpiti 4 mesi fa mostra
    Gruppo 878 ha condiviso il post di Ernesto Tinazzi Leone. Ernesto Tinazzi Leone Giannulli si è accorto che la democrazia diretta è morta nell'M5S un lento risveglio , come quei giapponesi che dopo mezzo secolo sono stati avvisati che la guerra è finita Ma il problema non è che c'è poca democrazia diretta , o nulla è che non esiste . ...................... Giannulli for president! Giannulli arrivo alle conclusioni del Tinazzi due minuti dopo il Tinazzi. Io ridevo della democrazia diretta non appena usci dalla bocca del cazzaro di genova. La democrazia diretta fra esseri umani {che pur sempre sono animali} non puo esistere.
  • cervellisvanpiti 4 mesi fa mostra
    La rivoluzione a 5 stelle. Raggi: "Vietato mangiare sui bus e stendere i panni fuori" Gassman affossa Roma: "Ora impari da Napoli" Siamo in completo delirio!
  • cervellisvanpiti 4 mesi fa mostra
    Il povero Regeni? Il popolo vuole sapere di Regeni? Ma stiamo scherzando o ha ragione Casini nel darvi del "cialtroni"? Regeni dovrebbe essere stato un ragazzo intelligente, ma visto quello che purtroppo gli è capitato, ritengo sia stato uno sprovveduto totale. In Egitto c'è una dittatura militare: lui e i suoi famigliari ne erano consapevoli? E chi lo ha spedito da quelle parti con una certa missione o un certo compito limpido o di copertura? In Egitto non ci sarebbe andato per guardarsi una piramide da vicino o nemo o dori con la maschera e il boccaglio: in Egitto si può morire anche per questo tipo di attività se si incappa nelle persone sbagliate. Non gliene frega un caxxo se vi ammazzano in boxer da bagno o in sella ad un quattroruote per una motorata nel deserto: se incappate nelle persone o nel posto sbagliato potete rimetterci la pelle comunque senza che venga istituita nessuna commisssione istituzionale che pretenda di sapere perch siete morti in boxer da bagno. Quindi pretendere di sapere da un regime che lo hanno ammazzato perche era nel posto sbagliato a fare qualcosa che dava fastidio al regime stesso, mi sembra una cosa ridicola.
  • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
    Ma in Egitto, dopo il nonno di Ruby, le elezioni, non le hanno vinte i Fratelli Mussulmani? E cosa ci fa Al Sissi al governo? Ma noi, trattiamo con governi Golpisti?
    • VIVARELLA CENSURELLA 4 mesi fa mostra
      Morsi e soci sono fondamentalisti che volevano la SHARIA, scannare i cristiani copti e fare combutta con AL NUSRA E I TANTI TERRORISTI SPARSI IN LIBIA, NIGERIA E VIA DISCORRENDO. 23 MILIONI di egiziani sono scesi in piazza e siccome in Egitto l'esercito è custode della democrazia, hanno messo in galera questi barbuti assassini e si è insediato Al Sisi, il quale non è un santo, ma va benissimo. La spia inconsapevole Regeni, al soldo degli inglesi, voleva rompere le scatole al governo egiziano e si usa la sua morte per far sì che le relazioni fra Italia ed Egitto, a livello energetico, vadano male, dato che le bestie della fratellanza musulmana egiziana vivono negli UK e boicottano la nazione, dicendo assurdità e spingendo gli inglesi a non farci le vacanze. Regeni poteva occuparsi dei sindacati italiani, è stato un utile idiota inconsapevolmente spia. E se non riusciamo noi a fare gli affari con l'Egitto, ci saranno UK e Francia, come già ci hanno fottuto la Libia. A te piace pagare cara l'energia? A me no, per un morto non è il caso di rovinare i rapporti con una nazione intera, altrimenti quelli si rompono le palle e ci mandano cinque milioni di egiziani in un botto, chiaro no? E le balle di Obama sul dossier che parla della morte di questo scemo te le bevi te!
    • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
      Harry, e basta con queste parentele; prima il Nonno (di Ruby) poi i Fratelli, ora i Cugini...
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ...a 'e prossime elezzioni,, pe' ritenta', se presentano come ' i "Cuggini Mussulmani"......
  • rosario dessalvi 4 mesi fa mostra
    ma il grande DIBBA è comfinato a questo tema qui??? l'hanno emarginato????
  • Rosa Di Bocca 4 mesi fa mostra
    E arrivarono cinque gendarmi Con i pennacchi con i pennacchi E arrivarono cinque gendarmi Con Manuela e la censura.
  • Rosa Di Bocca 4 mesi fa mostra
    Fra la serie di menzogne c’è quella di definire sovrano un popolo assoggettato a politiche decise dall’alto, da un’oligarchia di speculatori che anno dopo anno affogano il popolo in un mare di debiti. Se mai “un programma deciso dagli iscritti” significherà un sito web trasparente, garantito da un soggetto terzo, dove i punti programmatici vengono proposti e elaborati Direttamente dalla Rete degli iscritti. Se mai significherà un processo decisionale partecipato dall’inizio alla fine. Se mai Portavoce significherà Portavoce dell’intelligenza collettiva, allora, contando uno fra gli uni, posterò su quel sito web 3 punti programmatici a favore di un potere esercitato dal basso che consenta una effettiva sovranità popolare. - Il rivoluzionario M5S, nato per realizzare la Democrazia Diretta, opererà gli interventi necessari affinché la Costituzione conferisca al popolo una reale e piena sovranità, esercitata Direttamente, attraverso semplici Portavoce i quali hanno il Ruolo di accertare ed eseguire la volontà del popolo sovrano, tale e quale come espressa su un’idonea Piattaforma e.democracy anti delega uno vale uno. - Promuoverà un’Europa Confederale e un Italia Federale, ordinamenti in cui il potere esercitato dal basso, consenta ai cittadini di ciascuna Regione di decidere Direttamente sull’ ammontare del gettito fiscale regionale e su come reperire e investire tali risorse, sia per gli interventi locali sia per quelli nazionali o sovra nazionali che li coinvolgono. - La riserva aurea (circa 100 miliardi) - appartenente al popolo sovrano - verrà custodita in una Banca Appartenente al popolo, ovvero a circa 60 milioni di italiani, a ciascuno dei quali sarà attribuita una azione nominale di 1.250 euro, non cedibile. Il Dirigente della Banca, eletto in concomitanza con i Portavoce, avrà il compito di stampare moneta - appartenente al popolo sovrano - e di gestirla in base al programma economico finanziario deciso Direttamente dal popolo azionista.
  • Rosaria Cossu 4 mesi fa
    Giulio Reggeni è FIGLIO della nostra Nazione Italia, è il Figlio di tutti noi italiani! Vogliamo GIUSTIZIA! Galera a vita chi ha venduto il silenzio in cambio di qualsiasi favore, senza pietà. Basta con questa Omertà mafiosa di Stato! 😡Vogliamo Luce Verità e Pena severa per i colpevoli diretti ed indiretti! Rosy Cossu
    • VIVARELLA CENSURELLA 4 mesi fa mostra
      Figlio tuo! Mio figlio non lo mando in mano agli inglesi per fare indagini sui SINDACATI EGIZIANI! Ma con i problemi che abbiamo in Italia questo filo mondialista proprio lì doveva parare?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus