Ministro delle finanze unico e Troika per tutti. Lo 'stato dell'Unione' di Juncker è terrificante

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle Europa

Con il suo classico discorso sullo "stato dell'Unione" il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker si è accodato alle recenti dichiarazioni di Angela Merkel, Wolfgang Schäuble, Emmanuel Macron e Mario Draghi. Nulla di realmente nuovo per chi legge questo blog, e proprio per questo è stato un discorso terrificante. La direzione auspicata è quella tedesca, già formalmente approvata da PD e Forza Italia al Parlamento europeo, che hanno votato un report (qui tutti i dettagli) inglobante le idee teutoniche sul ministro unico delle finanze della Zona Euro e l'istituzionalizzazione della Troika.

IL MES DIVENTA FONDO MONETARIO EUROPEO
Così verrà istituzionalizzata la Troika attraverso la revisione dell'assetto istituzionale dell'Unione Economica e Monetaria. La proposta, sulla quale c'è già un mezzo accordo Parigi-Berlino porta alla trasformazione del Meccanismo Europeo di Stabilità (MES) in un Fondo Monetario Europeo, che interverrà in modo frequente con "aiuti" finanziari elargiti nelle situazioni ritenute "opportune" dai burocrati. Cosa vuol questo dire aiuto? Di certo non sarà gratuito. Per due motivi, primo e più paradossale: lo pagheremo noi stessi. L'Italia, infatti, è il terzo contribuente economico al Meccanismo Europeo di Stabilità. Il secondo motivo, e più crudele: l'attivazione di questo nuovo meccanismo comporterà il "commissariamento", mirato, ad esempio, ad applicare riforme liberali ed impopolari nel mondo del lavoro, privatizzazioni di sanità e beni pubblici, aumenti di tasse o dell'età per il pensionamento.

BUDGET DELL'EUROZONA
La proposta che è sul piatto non è ad oggi ben delineata, soprattutto su come verrà finanziata questa linea di budget. Non siamo a favore di un bilancio dell'Eurozona che comporterebbe altri sacrifici contributivi, senza che siano prima risolti gli squilibri economici dovuti all'adozione della moneta unica tra 19 economie diverse. Ad esempio chi accumula surplus (Germania, Olanda e Lussemburgo, violando le stesse regole europee odierne) dovrebbe contribuire di più attraverso trasferimenti fiscali nell'ordine di almeno decine di miliardi di Euro. Le riforme richieste in cambio del contributo economico non dovranno avere un orientamento eccessivamente liberale (svalutazione salari tramite riforme del lavoro, riforme delle pensioni, privatizzazioni e vendita di beni dello Stato).

SCHEMA DI GARANZIA DEI DEPOSITI COMUNE
Ad oggi non c'è una chiara volontà politica per creare un sistema di garanzia davvero europeo e credibile. Sul piatto c'è una situazione di compromesso che non comporta una reale condivisione dei rischi. In particolare per l'opposizione dei Paesi del Nord. L'Unione Bancaria nel suo secondo pilastro (che riguarda la risoluzione degli istituti in crisi, dove è contenuto il bail-in) mette di fatto a rischio il risparmio. Noi vogliamo difendere il risparmio degli italiani come sancito dalla Costituzione, quindi vogliamo che ci sia: o un meccanismo europeo credibile; o uno nazionale che garantisca con una banca centrale pubblica senza rischi per i cittadini di perdere risparmi.

EUROBOND
Anche in questo caso la proposta sul tavolo non prevede un vero e completo meccanismo di condivisione del rischio sul debito, ma un progetto dove rimarranno fortemente marcate le differenze tra i debiti dei Paesi. Nella proposta, la maggior parte dei titoli di Stato rimarrà escluso dal sistema di "condivisione", e verrà introdotto il rischio sui titoli sovrani per i bilanci delle banche. Creando problemi ai sistemi bancari dei Paesi con "rating" inferiore, che ad oggi contabilizzano i titoli di Stato a rischio zero.

Il commento del portavoce Marco Valli:

"Oggi il presidente della Commissione europea Juncker ha confermato quello che già tutti sapevano: la Germania comanda l'Europa. Le idee di Merkel e Schäuble, su cui c'è già un accordo con Macron, sono quelle di un ministro delle finanze unico della Zona Euro e la conseguente istituzionalizzazione della Troika. Verrano così costretti gli Stati membri a ricevere aiuti da un fantomatico bilancio e fondo monetario europeo (finanziato da loro stessi) in cambio di pesanti condizionalità, sul modello greco. La cosa più incredibile è che PD e Forza Italia si accodino a queste richieste e che anzi abbiano già votato positivamente al Parlamento europeo un report che conteneva tutti questi elementi. Come al solito, la vecchia politica in Europa non è in grado di risolvere alcuno dei problemi degli italiani. Fa sorridere pensare oggi alle "sparate" di Matteo Renzi e del PD contro l'attuale assetto istituzionale imposto da Bruxelles, considerando il fatto che quest'ultimo andrà a peggiorare e divenire ancora più stringente anche grazie ai loro voti. L'Italia e gli italiani hanno bisogno di un Governo che in Europa si faccia rispettare e che non si pieghi supinamente ai voleri della Merkel".

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Lino V. Utente certificato 3 mesi fa
    Continua da sotto ...: .... Padoan spera che continui il trend positivo dall’estero, che export e crecita mondiali Ci trascinino un po’, in modo da nascondere i disastri della Politica Economica Europeista Neoliberista Globalista , o meglio della sua totale assenza. Noi ce lo auguriamo, perchè al contrario di tanti altri viviamo/siamo residenti fiscali ancora in italia, ma ci pare una vera e propria pia illusione. Inoltre la concentrazione di manovra sull’IVA stringerà ancor di più il laccio al collo delle aziende. A questo punto aboliamola l’IVA e torniamo alla vecchia IGE, imposta generale sugli acquisti, tanto a furia di "reverse charge" ne stiamo affondando la deducibilità. ( Dedicherò alla tanto decantata “Voluntary disclosure” del contante un articolo a parte.) Le politiche per il lavoro giovanile sono un’autentica offesa ai giovani, che pagheranno il “Regalo” del trio Gentiloni Padoan Boschi, il giorno della pensione, ed un’offesa peggiore a tutti quei disoccupati quarantenni che non riescono a rientrare nei cicli produttivi e che sono quasi alla fame. Invece si abbonda con i contributi per l’Industria 4.0 cioè in incentivi al licenziamento dei lavoratori ed alla loro sostituzione con robot ed automazione. Il tutto aggravato dal fatto che ora Padoan e la sua corte dei "miracoli" sono BEN CONSCI che i moltiplicatori fiscali esplodono all’interno di una Unione Monetaria come ha ben indicato il FMI in uno scritto ufficiale, per cui SANNO BENISSIMO che le loro cure sono MORTALI !!!. Del resto , ad es. , in Portogallo è tornato a crescere facendo, praticamente, l’esatto opposto di quanto richiesto da Berlino, ma in Italia siamo legati mani e piedi ai tedeschi, e nessuno ha il coraggio di fare diversamente. E... buon viaggio in Grecia .... a nuoto !!
  • Lino V. Utente certificato 3 mesi fa
    LA PROSSIMA FINANZIARIA (ovviamente , lacrime & sangue ), così cominciate a prepararVI , siccome NON ve lo dice nessuno : i Governi Italiani non sono/saranno come quelli Tedeschi che fanno come gli pare , PERCIO' : Perchè sono così pessimista sul bilancio dello Stato Italiano?? Semplicemente perchè il bilancio non è manovrabile, non può essere toccato, almeno SE si vogliono rispettare alla lettera lacci e lacciuoli delle normative europee. La previsione di PADOAN per il 2018 è quella di un rapporto debito PIl al 1,2%, cioè di una manovra estremamente restrittiva:: nuovo “Condono” sulle cartelle , anche antecedenti; incremento del “Reverse Charge”, cioè dell’indetraibilità dell’IVA; condono sui capitali all’estero o in contanti (Voluntary disclosure, non certa); limite alle compensazioni IVA dirette a 2500 euro TUTTE queste misure dovrebbero raccogliere 20 miliardi di entrate extra, anche se qualcuno prima o poi mi dovrà spiegare come nel bilancio le cartelle esattoriali, già caricate, possano diventare un incasso ulteriore, quando facciamo in realtà uno sconto. Vediamo le cosiddette misure “Espansive”: parziale decontribuzione ai neoassunti giovani; prosegue il “Bonus povertà” dai 190 a 450 euro mensili ; contributi per “L’industria 4.0” Parliamoci chiaro, soprattutto dopo le recenti pubblicazioni sul valore del moltiplicatore fiscale da parte del Fondo Monetario Internazionale, pensare che queste misure non avranno un valore fortemente depressivo è da pazzi!!!!, oppure da Europeisti spinti/sciagurati , il che è la stessa identica cosa, se non che i secondi sono spesso professori e dirigenti statali lautamente pagati . Queste Misure Fiscali, fatte passare per “Lotta all’evasione” e “Condono”, avranno un effetto regressivo che nella migliore delle ipotesi sarà pari a 30 miliardi di PIL , nella peggiore di 50 miliardi di Euro, cioè dal 1,2 al 3,1 % del PIL. Padoan spera che continui il trend positivo dall’estero, che export e .... CONTINUA sopra :
  • mario genovesi 3 mesi fa
    La UE ha modello economico da ricovero di massa, essendo dominata da oligarchie di cultura ottocentesca fanno zero investimenti (una Samsung, una Huawei o una Tesla in Europa non possono esistere), o al massimo su di una tecnologia genocida come il diesel che fuori d'Europa è in via di abbandono, e massima compressione del costo del lavoro, fino alla sostituzione della forza lavoro usurata. Chiaro che così si collassa, via via dalla periferia al centro tedesco. Appena la deregulation finanziaria di Trump farà ripartire la recessione globale stavolta le oligarchie europee saranno travolte assieme alla UE sostituita da nazionalismi grossomodo legati a Mosca. La prima sarà l'Ucraina che già dovrebbe essere fallita ma è tenuta in vita dall'FMI su diktat americano, ma appunto fino alla prossima tempesta finanziaria.
  • Europeo 4 mesi fa
    L'unico obiettivo di qualsiasi governo sensato, che abbia a cuore la sostenibilità del debito ed il futuro dei nostri figli, è arrivare agli Stati Uniti d'Europa, con un'unica politica fiscale, di sviluppo, di welfare, ed un unico ministro delle finanze, oltre che un unico ministro degli esteri, ecc. Se mai si tornasse da soli, come qualche superficiale incompetente auspica, con tassi italiani sul nostro debito pubblico, uno Stato inefficiente ma molto pesante e realisticamente non riformabile in tempi rapidi ed un equilibrio di conti realizzabile solo con enormi sacrifici, saremmo un Paese immediatamente sotto attacco della speculazione mondiale e dureremmo si e no 2 ore.
  • Lorenzo Accornero 4 mesi fa
    Quando(e se,soprattutto)l'Italia con un governo 5S decidesse di abbandonare la UE(cosa tecnicamente improbabile e impossibile da attuare),non vorrei mai essere uno dei parlamentari 5S presenti a Bruxelles. Sarebbe così straziante vedere Bruxelles mentre ci si allontana in treno dopo aversi detto > Ci mancheranno(Ma anche no!)
    • Lorenzo Accornero 4 mesi fa
      dopo aversi detto: addio! E' stata una grande storia d'amore.Ce ne andremo ognuno per la sua strada.Addio.Addio!
  • Emanuele Fernandez 4 mesi fa
    Vi prego di farci uscire da questa bugia antistorica della UE. Fateci tornare ad essere uno Stato NORMALE, con la sua moneta, la sua politica economica e dando sovranità al popolo realizzando la Costituzione. Oggi il M5S ha la massa critica e grande consenso, capace di far risorgere il Paese. Vi prego per il bene nostro e dei nostri figli.
  • cosimo calabrese Utente certificato 4 mesi fa
    SECONDO ME SE IL PD E FI HANNO GIA' FIRMATO L'ACCORDO IL MES, AVRANNO CONCORDATO BENEFICI O PROTEZIONI PERSONALI, SVENDENDO IL PATRIMONIO ITALIANO COMPRESO I NOSTRI RISPARMI, NON CI SONO ALTRE SPIEGAZIONI.
  • Lino V. Utente certificato 4 mesi fa
    Post impeccabile , ma allora .........., SE sapete tutte quelle cose (ed altre non dette per motivi di spazio ) : PERCHE' continuate a prenderCi in giro dicendo -"Vogliamo cambiare l'Europa dal di dentro !! "- ( sapendo che NON sarà possibile almeno per i prossimi 50 anni ... ) Oppure - " Vogliamo organizzare un Referendum sull'EURO !! "- ( sapendo benissimo che , ammesso & non concesso ... , richiederebbero tempi lunghi ) Siate più onesti : DICHIARATE apertamente che : Avete paura ( sia politicamente , sia personalmente e sia fisicamente ) dei Poteri Forti che comandano l'EURO-pa !!
  • Federica S. Utente certificato 4 mesi fa
    Post da incorniciare e diffondere nelle scuole. O almeno sulle scrivanie dei soloni a gettone dell'informazione nostrana, quelli che "il Movimento Cinque Stelle non ha una politica estera". Ditelo a Servegnini cos'è leuropa, che di questo passo prima o poi finisce anche lui in mezzo a una strada.
    • massimo m. Utente certificato 4 mesi fa
      Che guinzaglio corto a questo "giornalista "Serv...o, meglio conosciuto come cagnolino da riporto...mancato! Dalle sue critiche e dall'incredulità sull'ascesa del MoVimento 5 Stelle; alla fatale cantonata presa sulle elezioni di Trump; il suo fido appoggio alle riforme costituzionali ("interne"!) di Renzi sonoramente bocciate dalla stragrande maggioranza degli italiani...quel Renzi che gli offrì addirittura la candidatura di capolista al Senato! "Però" nel 2017 partecipa a Washington alla riunione annuale del Gruppo Bilderberg...quando se lo sarebbero fatto scappare un Server così.
  • Fermo Gatti 4 mesi fa
    Sarebbe ora di considerare seriamente la situazione europea per non lasciarci travolgere . Ne va' della democrazia ! Non gliene frega niente a nessuno ?? Smettiamo di Pagare e trattiamo ! !
  • franco selmin Utente certificato 4 mesi fa
    Il creatore del paradiso fiscale lussemburghese, quindi promosso,ci ha elogiati per "aver salvato l'onore dell'Europa" O era ubriaco oppure ci ha preso pure per il culo. Poi ci ha detto che se continuiamo così sui migranti qualche eurino ce lo sgancia,tipo 30 denari,e sarà benevolo sul nostro bilancio. Però !
  • ettore v. Utente certificato 4 mesi fa
    E che il Movimento la smetta di dire (e pensare) che la UE sia riformabile, emendabile, rivedibile, migliorabile, referendabile, etc. A cominciare dal suo più nefando strumento: l' €uro!
    • Federica S. Utente certificato 4 mesi fa
      Amen.
  • Francesco C. Utente certificato 4 mesi fa
    Debito e prospettive di mercato. Lo stato dell' Unione di Juncker non e' meno terrificante del debito Usa: 20000 miliardi di dollari circa. Come al solito i commenti in Italia, quelli spiccioli destinati alla maggior parte dei lettori, vengono pubblicati in ritardo. Mi riferisco alla tempistica di news e commenti e a come entrambi pesino nelle decisioni dei piccoli risparmiatori. Il mercato e' fatto anche di news e commenti che spaventano al momento sbagliato e che confortano quando si dovrebbero ritirare velocemente i remi in barca, almeno questa e' la mia opinione. Il fatto e' che un volume di debito cosi' elevato non solo non spaventerebbe i mercati americani ma sembrerebbe addirittura essere un dato confortante per quanto riguarda la continuita' dell'andamento degli stessi e del lungo periodo di risalita al quale stiamo assistendo. Il commento riportato nel link e' di un disarmante candore e risuona piu' o meno cosi: "Se ad un debito Usa di 20000 miliardi il Dow Jones e' arrivato a 21000 ad un debito di 30000 miliardi l'indice Dow dovra' trovarsi a quota 31000, giusto?". La pubblicazione di questo grafico non e' affatto recente e sicuramente avra' aiutato i piccoli risparmiatori a mantenere la calma. In Italia, invece, l'incertezza nell'informazione disponibile per il piccolo risparmio sembra abbia regnato da sempre sovrana. Sottolineo: solo la mia opinione. http://stockcharts.com/public/3421479/chartbook/498295918 [IMO]
  • Franco Mas 4 mesi fa
    In questa Europa fatta a scale ognuno pensa ai carri suoi ed è un segno di debolezza, basterebbe che Italia, Spagna e Portogallo minacciassero l’uscita dall’UE per farli cagare sotto di paura, se dimentichiamo di essere un Paese importante siamo già morti. Creazione di una Banca Nazionale che batte moneta, eroga prestiti alle imprese e tutela il risparmio, questa è la priorità.
    • Lorenzo Accornero 4 mesi fa
      D'accordo con Zampano. Aggiungo che la sola Italia conta più di Spagna e Portogallo messi assieme.
    • Zampano . Utente certificato 4 mesi fa
      Caro Franco basterebbe l'Italia da sola, terzo paese contribuente dopo Germania e Francia, a far cadere il carrozzone europeo. Putroppo siamo gestiti da massoni e burocrati criminali, e la priorità secondo me è quella di eliminare questi parassiti...
  • Giampaolo S. Utente certificato 4 mesi fa
    VITALIZI: Come Volevasi Dimostrare OGGI 12 Settembre 2017 LA KASTA CI FOTTE CON LE SOLITE CHIACCHIERE. INCOERENZA, PROMESSE E MANCE ELETTORALI SPONSORIZZATE DAI "NOMINATI" DIRETTORI DEI MEDIA DELLA PROPAGANDA DI REGIME, TG IL M5S DENUNCIA, LE CLIENTELE E IL MALAFFARE IMPERANTE IN TUTTE LE ISTITUZIONI... riVOGLIAMO (Le divise scolastiche) e L'EDUCAZIONE CIVICA QUALE MATERIA DI ESAME A TUTTI I LIVELLI STUDIO (altrochè facoltativa). E' compito dello Stato istruire i CITTADINI ad un DIRETTAmente partecipato e responsabilmente e democraticamente legiferato funzionamento di una società sempre più complessa, meglio sarebbe, se corroborato da una leva obbligatoria continuamente riaggiornata nel tempo, con brevi "stage"stile Israele o Svizzera. #M5S #EUROEXIT #ITALEXIT #M5SFAREPOLITICA #M5SBASTAKASTA #M5SBASTARAI #M5SVIATUTTI #REFERENDUMART75 #VINCOLODIMANDATO #EDUCAZIONECIVICA #FUORILAVOCE https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10210316051799665&set=a.4583010135279.1073741825.1292735344&type=3
  • Beppe A. Utente certificato 4 mesi fa
    Governare in un sistema d€flazionario porta ad un solo risultato: essere sostituito da un altro governo che fara' la tua stessa fine
  • massimo m. Utente certificato 4 mesi fa
    Oggi è la Germania a comandare l'Europa con le sue oscene idee teutoniche sul ministro unico delle finanze della Zona Euro e l'istituzionalizzazione della Troika Ma l’Italia è uno dei Paesi fondatori dell’Europa e noi continuiamo a credere e a volere un’Europa fedele al progetto dei nostri padri fondatori, non certo un’Europa come questa. Il MoVimento si ritira dalla lotta senza neanche provarci? Dobbiamo lasciare l’Europa in pasto alla Germania, il che rappresenterebbe per tutti i popoli ed anche per noi un serio pericolo anche se ne uscissimo? O vogliamo almeno provare a cambiarla? L’unico modo per cambiare questa ‘Unione’ è il costante impegno istituzionale ed il ruolo di una Politica rediviva ormai scomparsa da tempo sotto il “fascino” della Finanza. Per questo il Movimento 5 Stelle si sta battendo per trasformare l’UE dall’interno. E l’unica garanzia di un vero e serio impegno istituzionale è data solo da un governo che sia credibile al mondo con cui va a trattare, eletto dai cittadini e appoggiato dal suo consenso; e che faccia davvero gli interessi del popolo. Credo che così qualche bella sorpresa e qualche buon risultato ce lo porteremmo a casa, anche se molti ormai non ci credono più, così assuefatti da una Politica che non c’è più, da camerieri con la pancia piena e la mente vuota e da governi illegittimi che fanno finta di urlare e poi prendono ordini dalla Troika.
    • Zampano . Utente certificato 4 mesi fa
      Suvvia, Massimo, forse alcuni del movimento vogliono stare in UE e tenere l'euro, ma gli elettori del M5S non lo vogliono e lo si capisce anche dalle firme raccolte nei banchetti gestiti dai volontari che chiedevano il referendum d'uscita. L'UE e l'euro sono come incudine e martello, e noi siamo nel mezzo. A chi fa piacere sentirsi dire che il martello prima o poi finirà di pestarci? Quando lo farà magari sarà troppo tardi, e qui è necessario trovare urgentemente una scappatoia, proprio per salvare la pellaccia. Sembra quasi che i nostri rappresentanti non lo capiscano. Ormai gli economisti italiani e stranieri ce l'hanno detto in tutte le salse, serve sovranità e l'UE non è disposta a darcela. Insistere con la storia del "cambiare l'Europa da dentro" è un rinviare il problema e questo fa vittime ogni giorno...
    • massimo m. Utente certificato 4 mesi fa
      ...assuefatti a
  • Dario L. Utente certificato 4 mesi fa
    Una sola cosa dico, poveri figli e poveri nipoti che subiranno i nostri errori dovuti a incapacità di reagire con fermezza come un popolo fiero. Bisognerebbe trasmettere a reti unificate e a rotazione 3 film: 1984, nel 2000 non sorge il sole, brazil. Noi stiamo vivendo giusto il momento precedente a quello mostrato in quei film.
  • Beppe A. Utente certificato 4 mesi fa
    L'unico che sembra aver inquadrato la situazione. Sembra https://twitter.com/NicolaMorra63/status/907737004942774273
  • Nicola Nicolini Utente certificato 4 mesi fa
    In questo post dal sapore di "Alice nel paese delle meraviglie" scrivete: "La cosa più incredibile è che PD e Forza Italia si accodino a queste richieste e che anzi abbiano già votato positivamente al Parlamento europeo un report che conteneva tutti questi elementi." HANNO VENDUTO IL POPOLO ITALIANO AL SISTEMA BANCARIO E MULTINAZIONALE CHE COMANDA IN EUROPA. Questo è assodato. Ma possiamo contare sul M5S per USCIRE da questa trappola infernale che si basa sul debito o ancora volete vivere nelle favole raccontate dai tg??? In Germania (che tanto criticate) molti sono contrari a questa Unione di Banche e Multinazionali che sta stritolando milioni di cittadini europei. E' ora DI PARLARE CHIARO. Sovranità monetaria, BASTA con il meccanismo di chiedere soldi a debito alla BCE tramite Titoli di Stato che non sono altro che cambiali che dovranno pagare le future generazioni! Il valore di una nazione è nel suo lavoro, nella sua produzione di beni e servizi. Il denaro RAPPRESENTA quel valore. E noi invece ce lo facciamo PRESTARE dal sistema bancario??? E ci indebitiamo senza fine con l'aggiunta anche degli interessi? Ma possibile che non si voglia vedere la realtà dei fatti ESATTAMENTE come fanno i media di regime? Loro sono PAGATI per fare i finti tonti! Vi consiglio questo comico tedesco definito il Grillo tedesco che fa a pezzi con ironia il sistema del debito infinito. IL RE E' NUDO! QUESTO E' IL CENTRO DELLA NOSTRA CRISI ECONOMICA. SI PARTE DA QUI o non si fa niente! https://www.youtube.com/watch?v=DqiMyLPjQ9o&t=1s
    • Zampano . Utente certificato 4 mesi fa
      Proprio vero, come Alice nel paese delle meraviglie. Condivido ogni singola parola che hai detto. Prima si esce dall'euro e meglio è per tutti...
  • Alberto O. Utente certificato 4 mesi fa
    Aridaglie col dobbiamo andare in Europa a farci rispettare. Primo, non andiamo da nessuna parte, perché in Europa già ci siamo. Casomai dobbiamo andare all'Unione Europea (meglio detta Eurocratica) che NON E' AFFATTO L'EUROPA! Detto questo, vorrei proprio capire se ci siete o ci fate. In "Europa" a battere i pugni ci si va se si vuol fare la fine di Tsipras, con la scenetta di quello che fa finta di alzare la voce, dopodiché gli eurocrati se ne fregano e gli fanno le pernacchie, ed il sipario cala con il buon Tsipras che, tradendo ogni promessa elettorale, si piega a 90 e manda al macello milioni di suoi connazionali. Ora, cari cittadini del M5S, se la fine che intendete farci fare è quella, sappiate che UNA volta vi diamo il voto, UNA e basta. Se ci tradite, con queste storielle che bisogna andare in Europa a farci rispettare, così come ve lo abbiamo dato, noi il voto ve lo togliamo.
    • tullio s. Utente certificato 3 mesi fa
      Ai criminali, il voto glie lo avete dato non UNA volta, ma TANTE. Andreotti, Craxi, Berlusca, PD e così via. Col M5S siete disposti a dargli fiducia UNA sola volta !!! E' chiaro che io (e famiglia) voteremo sempre M5S, ma è negli ITALIANI che non ho fiducia. Metà, sono deficienti. Un terzo, sono collusi e ci marciano. Restano le briciole.
    • Nicola Nicolini Utente certificato 4 mesi fa
      L'hai detto, fratello!
  • francesca Marcellino Utente certificato 4 mesi fa
    ANCORA NON L'ABBIAMO CAPITO CHE BISOGNA USCIRE PER AVERE UNA Ripresa LORO e COME SE VIVONO IN UN ALTRO MONDO DIVERSO DAL NOSTRO CIOÈ' DA QUELLO REALE FATTO DI SACRIFICI E DI DOLORE . BEATI LORO CHE VEDONO UNA RIPRESA DA 5 ANNI A QUESTA PARTE , NOI CITTADINI EUROPEI VEDIAMO UN DISASTRO SOCIALE FATTO DI FAME E SUICIDI ALTRO CHE RIPRESA.
    • Nicola Nicolini Utente certificato 4 mesi fa
      Non vedono nessuna ripresa! Ci prendono per i fondelli tramite i tg di regime per cercare di rendere credibile una falsità che serve a fargli mantenere il potere, della serie: "Di cosa vi lamentate? C'è la ripresa economica, l'ha detto anche il tg!"
  • Mirella Consol 4 mesi fa
    Dopo l'integrazione del Fiscal Compact nella giurisdizione europea, dopo la dismissione del quantitative easing, che cosa resta da fare in Italia? La Rivoluzione 2018. E il n. 8 è stato sovente decisivo per le sorti di una presa di coscienza nazionale dei popoli europei. Se non vogliamo finire nelle fauci della Germania gridiamo 'Jatevenne e non faciteve vedé mai chiu'. (Le cinque giornate di Napoli).
    • Zampano . Utente certificato 4 mesi fa
      I "popoli europei", mi dispiace dirlo, esistono solo nella mente degli italiani perchè ogni Stato membro, a parte il nostro, fa i propri interessi e se ne frega della fratellanza europea, dei trattati e di tutto il resto. Per questo bisogna uscire dall'UE e dall'euro il prima possibile, considerato che non c'e' soluzione alternativa per la rinascita e che si ha bisogno di piena sovranità in tutti i campi. L'UE non tratta con l'Italia, meno che mai tratterà con il nostro movimento una volta al Governo. Fuori dall'euro e dall'UE, prima che sia troppo tardi...
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus