La grande fuga dei capitali

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
fuga_capitali.jpg

"Un deflusso del genere dall'Italia non si era visto da prima che Mario Draghi, nel luglio del 2012, pronunciasse le sue parole più celebri: "Faremo qualunque cosa per preservare l'euro". Quel giorno il presidente della Bce arrestò e poi invertì la corrente della fuga di capitali da Paesi più in crisi. Ora, per la prima volta da quei giorni, la direzione di marcia si è ribaltata: via dall'Italia, verso l'estero. Questa non è una replica del film di due o tre anni fa, in cui un'intera porzione d'Europea fu colpita dalla sfiducia. Stavolta, sugli ultimi due mesi, la fuoriuscita di denaro riguarda solo l'Italia. In agosto sono usciti capitali per 30,3 miliardi di euro, mentre la corsa verso l'estero in settembre ha addirittura accelerato con un saldo negativo di 37 miliardi. Era dal periodo drammatico fra la primavera 2011 e la primavera del 2012 che non si assisteva a un'emorragia così sostenuta. Per ora la fuga non sembra riguardare i titoli di Stato, ma dal 4 settembre scorso il Ftse-Mib, principale listino della borsa di Milano, ha perso il 9,5%: è una fuga di circa 40 miliardi di euro. Parte di questo denaro sembra essere stato parcheggiato in Germania. Il resto sembra essere finito fuori dall'area euro, contribuendo alla svalutazione della moneta unica." fonte

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • FLAVIO F. Utente certificato 3 anni fa
    facciamo acqua (o altro)da tutte le parti, ieri i miei figli 30 anni, mi hanno detto: come italiani dobbiamo morire, ce lo meritiamo. TOGLIAMO I PRIVILEGI A TUTTI O PRIMA O POI FINIRà CHE QUALCUNO SI FARA DEL MALE. Una rivoluzione sono il primo a non volerla, ma non per me, per i miei figli. Ho vissuto in giovane età le sacrosante ed attualissime lotte del 68, ma quanti attentati, quanti giovani e genitori si sono rovinati e per quanto tempo abbiamo vissuto nella paura. Ma se proprio non si cambia...che succeda. Gli italiano intelligenti, i giovani e i volenterosi devono avere un futuro migliore. Tutti fottono tutti e a piene mani e tutti gli onesti hanno le mani legate, leghiamole ai disonesti e che restituiscano il maltolto. Viva i tribunali.... del popolo. In Francia direbbero: alla bastiglia, in Italia qualcuno ha detto: ..bisogna sopire. ma cosa siamo e da chi siamo rappresentati? quelli che sono andati a votare il PD perchè militanti o simpatizzanti o perchè il nonno era partigiano o perchè sono dalla parte del popolo o perchè il posto di lavoro l'hanno rubato a più meritevoli grazie al sindaco o al prete, si sono resi conto della pazzia che hanno commesso. Un partito o una squadra di calcio non sono la stessa cosa, con gli attuali e la passata politica non perdiamo un campionato ma la nostra vita le nostre famiglie la nostra italia ( forse oramai non è più neppure nostra. I politici lo sanno: senza soldi, senza una legge che ci tuteli, schiavi del clientelismo ecc. rimarremo dei pecoroni e ci potranno portare a spasso dove vogliono.
  • Cuono F. Utente certificato 3 anni fa
    Il vero guaio di questi signori della finanza è che noi, finalmente, abbiamo cominciato a interessarci delle loro sporche manovre. E più chiediamo e ci informiamo più loro sono costretti ad arretrare e nascondersi. Signori miei, come dice il vostro manichino protempore, frottolo, sappiate che ovunque, ovunque possiate portare i NOSTRI soldi gli italiani se li verranno a riprendere. E siccome su marte non potete andare, questione di tempo, forse non voi ma i vostri figli oppure i vostri nipoti ma quei soldi li dovrete restituire. Guardate la svizzera come vi ha scaricati nonostante le vostre ricchezze. Prima o poi qualsiasi paradiso fiscale vi abbandonerá, specie se quei partimoni sono stati sottratti con l'inganno. Siete una decina di migliaia di ladri che rubano a miliardi di persone. Davvero credete che nessuno vi verrá mai a cercare?
  • alessandro fossati Utente certificato 3 anni fa
    Uno stato che tassa al 26% le rendite di qualsiasi genere, toccando anche i conti correnti, come fa a non far scappare i capitali. Peccato che con questa cazzata ha toccato solo i risparmi dei lavoratori, dopo anni e anni di lavoro, mentre chi ha i milioni di euro scappa. Renzi ma vaffanculo.
    • Paolo De_Sanctis Utente certificato 3 anni fa
      Gli 80 euro di sconto fiscale in busta paga (solo per alcuni lavoratori dipendenti) li è andati a togliere con maggiorazione dai risparmi di tutti (lavoratori e pensionati compresi). Un provvedimento demenziale che disincentiva il risparmio e gli investimenti attraverso i quali il sistema produttivo si finanzia. Lui invece, coi risparmi degli italiani, si è finanziato l'obolo per la campagna elettorale. E' anche per questo che considero Renzi un bidone, un incompetente (e mi sforzo, usando un eufemismo, per non insultarlo).
  • carla2 g. Utente certificato 3 anni fa
    Secondo Voi a cosa serve una legge per poter saldare i debiti con l'erario anche con opere d'arte? Ho sempre pensato a Totò che vendeva la fontana di Trevi, penso sia questo il fondo a cui mirano i nostri politicanti allegri, si foraggeranno, ruberanno a man bassa fino all'ultima pietra antica, altro che che Bondi, da Bondi in poi dovrebbe dimettersi tutto il Partito Dittatura.
  • Gianni Gutti Utente certificato 3 anni fa
    LA GRANDE FUGA DEI CAPITALI ITALIANI ALL'ESTERO???? BE CREDO CHE BISOGNA RAGIONARCI BENE! PERCHE' QUESTO AVVIENE??? PARTENDO DAGLI INDUSTRIALI CREDO CHE HANNO VERAMENTE RAGIONE A FARLO. DOPO AVER AMMINISTRATO LE LORO AZIENDE OTTENGONO GLI UTILI E CIOE' IL GUADAGNO AL NETTO DI TUTTE LE SPESE SOSTENUTE. EBBENE ARRIVA LO STATO E SUGLI UTILI SI PAPPA IL 50% IN PRATICA LO STATO E' UN SOCIO OCCULTO PARASSITA CHE SI PAPPA IL 50% SENZA DARE NULLA. E ANDIAMO AI PENSIONATI CHE SI TRASFERISCONO ALL'ESTERO! - PRIMA DI CRITICARLI BISOGNA CERCARE LE MOTIVAZIONI CHE LI SPINGONO A ESPATRIARE. LA MAGGIOR PARTE HANNO UNA PENSIONE NON ELEVATA - " NON COME QUELLE DELLA CASTA CHE SONO MILIONARIE"- E A STENTO RIESCONO AD ARRIVARE ALLA FINE DEL MESE. VOLETE UN PICCOLO ESEMPIO??? MIA MADRE INVALIDA - VIVE SU UNA SEDIA A ROTELLE - PENSIONE MENSILE 900,00 EURO CHE DIVIDE CON UNA COLLABORATRICE DOMESTICA, EBBENE OGGI - OTTOBRE - LO STATO GLI HA TOLTO 600,00 EURO PER LA TASI, MA DOPO CI SARA' LA TASSA SUI RIFIUTI CHE VIENE CALCOLATA NON SUI SUOI REDDITI MA SULLA DIMENSIONE DELLA CASA. EBBENE CREDO CHE MIA MADRE SE POTREBBE ESPATRIEREBBE SICURAMENTE PERCHE' E' SOGGETTA AL DISSANGUAMENTO ECONOMICO IMPOSTO DA UNA CLASSE POLITICA PARASSITA. PERCHE' DISO QUESTO?? BASTA VEDERE ALCUNI POLITICI DISONESTI COSA OTTANGONO: UNA DIRIGENTE DELLA REGIONE SARDA 41 ENNE IN PENSIONE CON UN VITALIZIO DI 5.500,00 EURO AL MESE. CUFFARO PRESIDENTE DELLA REGIONE SICILIA E SUCCESSIVAMENTE SENATORE IN CARCERE PERCHE' MAFIOSO PERCEPISCE UN VITALIZIO DI 6.000,00 EURO AL MESE. I LADRI TANGENTISTI FIORITO, BELSITO, DEL TURCO ECC. ECC CONDANNATI SOLO AGLI ARRESTI DOMICILIARI," ALTRIMENTI NO SI GODONO IL MALLOPPO" MA CHI SONO I MAGGIORI ESPORTATORI DI EURO ITALIANI?? LE STATISTICHE DICONO I PRIMI SONO I CINESI, I SECONDI I RUMENI, E POI TUTTI GLI IMMIGRATI CHE LAVORANO IN NERO. A NOI ITALIANI??? UNA MAREA DI TASSE DISSANGUANTI, ASSASSINE CHE CI FANNO VIVERE DA MORTI DI FAME. I POLITICI?? STIPENDI FAVOLOSI E MAX DISONESTA'
  • michele p. Utente certificato 3 anni fa
    chi si ricorda dello scudo fiscale ?? scudo fiscale = condono !! vi racconto una storiella di fantapolitica : la raccolta delle lire (in cambio dell'euro),da parte della banca d'Italia(che è in mano ai privati),qualche vagonata di lire è andata a finire in svizzera e poi rientrata con lo scudo fiscale,pagando (forse)un 4% di tassa.. Monti aveva capito questo scherzetto e aveva anticipato la scadenza della consegna delle Lire.. naturalmente è una storiella.. ma c'è da meditare !! saluti
  • mario marini 3 anni fa
    La guerra tra poveri, e' quello che vogliono e quello che sta iniziando. Dividi e impera. Pazzesco che si leggano commenti di persone che se la prendono con gente che ha avuto la fortuna di godere di un sistema pensionistico migliore, e magari aiutano figli e nipoti che perdono il lavoro o non lavorano. Invece di cercare di migliorare tutti si cerca di tirare in basso chi sta poco meglio. L'obiettivo dovrebbe essere quello di attaccare i veri privilegi, quelli della casta, dei vitalizi, l'eliminazione degli sprechi e dei privilegi di coloro che arrivano oggi in Italia e che non sono concessi agli italiani, combattere la corruzione e gli sprechi, andare a cercare i capitali nei veri paradisi fiscali. Ognuno di noi dovrebbe avere il diritto, dopo una vita di lavoro, di vivere una vecchiaia serena, di non dover espatriare da vecchio perche' non ce la fa a campare. E se questo succede perche' e' chi ci governa sta facendo un macello sociale di non venir accusato di essere il male d'Italia. Finanziamenti pubblici ai partiti, all'editoria, favori agli industriali (sempre i soliti da 40 anni) appalti truccati, e il male dell'italia sarebbero i pensionati che per condurre una vita dignitosa (pur pagando le tasse in Italia) devono andarsene? Riprendetevi per favore e prendetevela con chi ha portato a tutto questo.
  • giorgio l. Utente certificato 3 anni fa
    Troppi furbetti in Italia. Pensionati che( grazie al retributivo- leggi regalie-) se la spassano all'estero coi soldi dei tartassati italiani; Extracomunitari che fanno la bella vita(lo Stato spende per loro tramite cosidette ONLUS, circa 30/35 euro al giorno, mentre non spende 'na lira per i disoccupati e le famiglie di italiani alla fame); Europei dell'Est che mantengono la residenza nel Paese d'origine per non pagare le tasse qui da noi (assicurazione e bollo auto compresa); gente che , in C. Integ. lavora in nero; italiani che non pagano le tasse, perchè risultano residenti all'estero; case abusivamente costruite e mai risanate da cui non si possono far pagare le relative imposte; Politici e Banchieri in conbutta per renderci più schiavi, etc,etc...Basta, usciamo da questa bagarre...torniamo ad essere un Paese più CIVILE, torniamo alla nostra Moneta svalutabile , ma soprattutto SOVRANA, nazionalizzando la Banca d'Italia e, naturalmente, USCENDO dall'EURO, anche dall'Europa, se serve.
  • Soluzioni computer Utente certificato 3 anni fa
    Grazie M5S
  • Paolo R 3 anni fa
    Qualcuno avvisi il “GIULLARE TRAGICO” che “LÌ NOSTRI CAPITANI CORAGGIOSI” il “BOTTINO DELLO SVENDITALIA” lo stanno a portare all’estero, non ostante “LO SCALPO DEI LAVORATORI CON IL JOBS ACT”.
    • Propaganda dei numeri Utente certificato 3 anni fa mostra
      scalpo
  • onaizarg i. Utente certificato 3 anni fa
    ehrtdjtf
  • Paolo De_Sanctis Utente certificato 3 anni fa
    Appena Renzi venne incaricato premier e dopo averne sentito le prime dichiarazioni in campo economico-finanziario mi feci la convinzione della sua inadeguatezza a governare un paese in gravissimo dissesto economico finanziario. Pertanto su questo blog scrissi che Renzi sarebbe stato "a breve" spazzato via dal tracollo economico accelerato dalle sue scelte politiche insensate. Ora siamo arrivati al dunque e nei prossimi due trimestri si manifesteranno gli effetti dell'incompetenza renziana sull'andamento economico italiano con un affondo senza precedenti. Vedremo se il governo reggerà al tracollo economico.
    • massimo furiosi 3 anni fa
      Anch'io penso che ci avviamo verso una brutale presa d'atto della inconcludenza di Renzi e dell'Europa tutta.Sono molto preoccupato per la reazione di milioni di italiani che hanno creduto/sperato in un cambiamento. La crisi sociale che ci aspetta ed una verticale caduta di speranza dell'elettorato pd/pdl potrebbero facilmente portare una ventata di "destra". Facciamo in modo di "somigliare" il meno possibile alla attuale classe politica di governo.So che alcuni di noi vorrebbero andare in tv a dire cosa facciamo ed altri vorrebbero maggiore disponibilità al dialogo, su alcune questioni, con le altre forze politiche,per dimostrare ai cittadini che siamo capaci di costruire. Attenzione che questo ci snaturerebbe in un momento in cui DOBBIAMO essere completamente alternativi. Se non lo facessimo, rigorosamente, saremmo travolti anche noi. Pessimista....decidete voi.
  • Marcello Monti 3 anni fa
    Ma come, ora pubblicate pure articoli di Repubblica?? O_o
  • alvise fossa 3 anni fa
    CERTO CHE E' SEMPRE PEGGIO
  • paolo d. Utente certificato 3 anni fa
    Caro Beppe, Ti ho votato perché sei stato il primo a dire che bisogna uscire dall'euro e riprenderci la sovranità nazionale, rinazionalizzando la Banca d'Italia. A Porta a porta, due giorni prima delle elezioni, hai risposto, a domanda precisa, " bisognerà, tra un paio d'anni, indire un referendum per uscire dall'euro", ma già il tono era sommesso e sembrava tu non ne fossi più convinto. Poi non ne hai più parlato.ora lo ritiri fuori in piazza.Ma che cavolo aspetti?? O lo dici solo per scaldare le piazze? SUBITO MANIFESTAZIONI E RACCOLTA FIRME PER IL REFERENDUM. Di che cosa hai paura? Che possa andare peggio di così? Non pensi che la perdita di voti possa essere stata determinata proprio dall'abbandono del tuo cavallo di battaglia?? Sarei grato di una risposta.
    • STEFANO A. Utente certificato 3 anni fa
      @ paolo d., selvazzano dentro,11.10. 14 14:05. Rinazionalizzare la Banca d’Italia è certamente la condizione necessaria per emettere moneta. Meglio ancora cacciare le banche private e i loro soci dall’Euro, dato che hanno messo le mani su un sistema monetario inviso ai padroni del dollaro. Padroni del dollaro che versano come certamente in una gravissima crisi, data anche la nascita del BRICS, che sta facendo incetta d’oro per togliere al dollaro ogni residua affidabilità. Il sistema monetario europeo fondato sulla BCE e sulle Banche centrali nazionali è giuridicamente un sistema monetario federale e non privato. Se di fatto lo è diventato ciò vuol dire che è possibile condurre a livello federale una lotta per il rispetto della legittimità del sistema. Questo come prima osservazione. Come seconda cosa se non opponiamo al dollaro un sistema monetario garantito dagli stati europei, non facciamo altro che avvantaggiare la politica monetaria non statale della Federal Reserve. Ma, come terza e più fondamentale osservazione, ti chiedo: non ti sembra che l’attacco al nostro paese, in atto da molti anni, è diretto a destabilizzare l’intera Europa? Lo svilimento del potere d’acquisto del salario, la disoccupazione, che depauperizza l’Italia, la corruzione, conseguente alla indotta paralisi della magistratura, la politica sottoposta al volere della bancocrazia, il dissanguamento fiscale, l’asservimento dei mezzi di informazione,non sono forse fattori collegati alle modalità di gestione della attuale politica monetaria globale? Ritengo, quindi, che occorre muoversi con estrema cautela su questo argomento.
  • alex bardi 3 anni fa
    Mi chiedevo infatti chi fossero quei coglioni che volessero far rientrare i capitali in Italia! Per farseli portar via da Befera e darli agli speculatori e lobby bancarie? Bye bye mandolinoland!
  • Roberto Santi 3 anni fa
    Ciao Blog, tutto verò ci sono molti pensionati italiani che vivono all'estero per fare la bella vita alla faccia nostra, dopo ci sono milioni di imigrati che trasferiscono gli euro sui conti dei terroristi, e poi ci sono gli imprenditori che fanno sparire gli incassi nei paradisi fiscali. per fermare tutto questo ? si potrebbe dimezzare le pensioni di chi vive all'estero che sono la con causa degli sbarchi in italia, facendo così si potrebbe dimezzare l'emoraggia degli euro in banche estere. per gli altri ci sono leggi che non vengono mai aplicate.
    • mario marini 3 anni fa
      Ma cosa stai dicendo? Una moltitudine di pensionati lascia questo paese perche' dopo aver lavorato una vita si ritrova con pensioni di mille euro e non riesce a campare. E quelle pensioni sono tassate alla fonte, in Italia. Cominciassero a non pagare la pensione a chi non e' italiano e non ha mai versato contributi (e nell'ambito delle ricongiunzioni familiari ce ne sono tanti) e applicassero la riforma Fornero anche ai politici nazionali e regionali, altro che vitalizi. Ricorda bene che nessuno di coloro che iniziano a lavorare a 30 anni e oltre versera' mai 42 anni di contributi come tanti di coloro a cui vorresti ridurre la pensione e che sono costretti a lasciare le famiglie per arrivare alla fine del mese. Se potessi scapperei anche io all'estero.
    • mario marini 3 anni fa
      I pensionati che risiedono all'estero spesso lo fanno perche' in Italia dopo una vita di lavoro non riescono ad arrivare alla fine del mese. E comunque le tasse sulla pensione, le piu' alte al mondo visto che all'estero le pensioni godono di tassazione ridotta, le pagano in Italia. Mi sembra che si stia scatenando una guerra tra poveri. L'obiettivo dovrebbe essere che poveri insieme lottino perche' le cose cambino in meglio
    • giorgio l. Utente certificato 3 anni fa
      Bravissimo...proprio così bisogna fare. Al caro pensionato che fa la bella vita all'etero con i soldi degli italiani (purtroppo il pensionato d'oggi ha la pensione retributiva e non contributiva), gli si dovrebbe pagare SOLO la pensione che ha maturato con i CONTRIBUTI, poichè, vivendo fuori dall'Italia non contribuisce più al benessere del Paese, ma a quello in cui si è trasferito. Per ciò, se proprio deve fare la Bella Vita, la faccia coi propri denari e non con quelli dei molti italiani che, con le loro tasse pagate in Italia, contribuiscono a fargli fare la Bella Vita.
  • karbonaro rosso 3 anni fa
    Peccato anche che il M5S non conosca il peccato di OMISSIONE. Forse capirebbe perché pur essendo risultato il primo partito, non doveva arroccarsi sulla presunzione di poter essere , alle elezioni successive , l'asso pigliatutto. Non è parcheggiando sempre di fronte all'ospedale, che si diventa competenti nelle arti sanitarie!
  • karbonaro rosso 3 anni fa
    Peccato che sino ad ieri il problema era che essendo l'Euro troppo forte, bisognava uscirne per ridare competitività alle nostre aziende.
  • moreno bichi 3 anni fa
    Forza ragazzi, mi dispiace tantissimo di non poter essere lì con Voi al Circo Massimo per colpa dei delinquenti che ci hanno governato e che ci governano che hanno messo la mia famiglia, come penso tante altre, in condizioni di non potersi permettere nemmeno il viaggio a Roma. Con la mente e con il cuore sono lì con Voi.
  • mario 3 anni fa
    Non so se si stanno accorgendo che, con le pensioni da FAME che ricevono coloro che hanno versato i loro contributi INPS per 40 anni, tanti pensionati italiani si stanno trasferendo verso gli ex-paesi dell'est, dove vivere costa meno della meta' che qui in Italia. Il servizio e' stato mandato in onda ieri sera tardi dalle IENE, forse se tali servizi fossero mandati in onda prima potrebbero far riflettere maggiormente sui danni che stanno provocando anni ed anni di governi di incompetenti totali. Quegli 800-1000 euro che ricevono questi pensionati non rientrano nella economia reale del Paese Italia, ma vengono spesi all'estero, non credo che di questo si tenga conto perche' se lo si facesse forse si capirebbe come i capitali che stanno andando fuori dall'Italia siano molto maggiori dei 30,3 miliardi qui calcolati.
    • giorgio l. Utente certificato 3 anni fa
      Guarda il commento che ho passato all'amico Roberto Santi...Si addice perfettamente...Se tutti i pensionati italiani si trasferissero all'estero ...loro farebbero senzaltro la Bella Vita, ma a noi...toccherebbe pagare il conto...Auguri a tutti.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      Le iene guardi? Un programma che prima di andare in onda deve essere approvato da Berlusconi? All'estero ci vanno diversi pensionati da decenni.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus