Mare inquinato, febbre e vomito per 40 bimbi

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

maloremare.jpg

"Quando avrete tagliato l’ultimo degli alberi, prosciugato l’ultimo fiume, pescato l’ultimo dei pesci e mangiato l’ultimo dei bisonti allora, ma neppure un attimo prima, allora capirete che non potrete mangiare i vostri inutili soldi." Nuvola Rossa

articolo da Vitadamamma

"Febbre alta, vomito anche per diverse ore, eruzioni cutanee, diarrea, questi i sintomi preoccupanti accusati da 40 bambini. Il malore dopo il bagno in mare. Diversi bambini, tra i 7 e i 14 anni, stavano trascorrendo una giornata al mare, erano tutti ospiti di una colonia estiva; 40 di questi piccoli vacanzieri hanno accusato un serio malore dopo il bagno in mare: febbre alta, irritazione cutanea più o meno estesa, vomito e diarrea sono stati i sintomi gravi e allarmanti manifestati dai bimbi.

VIDEO Spiagge al gusto di Petrolio. La Basilicata lancia l’allarme

E’ accaduto lunedì scorso nell’Alto Maceratese a Civitanova Marche. Il malore dopo il bagno è stato particolarmente serio per uno dei 40 ragazzini, portato al pronto soccorso il piccolo paziente si è presto rimesso e nel giro di poche ore ha potuto lasciare l’ospedale.
E’ questa la domanda che sin da subito tutti si sono fatti osservando che il particolare malore dopo il bagno aveva contemporaneamente interessato tanti bimbi e con una sintomatologia assolutamente uguale in ogni piccolo ammalato.
C’è la possibilità che il malore dopo il bagno sia stato causato da un episodio, eventualmente grave, ma imprevedibile di inquinamento delle acque.
Direttanews.it, dando spazio alla notizia, denuncia l’avvistamento, nelle ore vicine all’incidente, di una chiazza grigia comparsa in una zona del lungomare sud (tale macchia sull’acqua sarebbe stata notata proprio lunedì pomeriggio)
I genitori dei bambini che hanno accusato il malore dopo il bagno, spalleggiati dai pediatri, hanno chiesto ed ottenuto che l’Arpam, agenzia regionale per l’ambiente, svolgesse mirati accertamenti sulla presenza di agenti inquinanti nelle acque del litorale.
L’Arpam, eseguendo l’esame delle acque nella zona dell’incidente, ha evidenziato dei valori di batteri oltre la norma:
- fuori dal range consentito i livelli di escherichia coli (batterio indicativo della contaminazione fecale);
- al di sopra dei livelli ammessi anche l’enterococco.
Come è possibile che questi batteri siano finiti nelle acque del mare?
Tale contaminazione, che, forse, ha determinato il malore dopo il bagno accusato dai 40 bambini, trova origine, molto probabilmente, in scarichi non depurati provenienti da condotte fognarie abusive che riversano illegalmente i residui organici.
A fare esplodere la contaminazione sarebbe stato l’acquazzone della notte tra domenica e lunedì che ha pesato sul fiume Chienti, è plausibile che i residui illegali degli svernamenti fossero lì e da lì si sarebbero riversati in mare." Vitadamamma

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Michele Sallustio 2 anni fa
    Allora ditemi una cosa, dopo 13 anni quali sono stati i benefici di questa Europa Unita e della moneta unica?? Dopo 13 anni un bilancio si può fare, non siamo più nei primi anni di assestamento.Spagna, Portogallo, Grecia, Italia, in Francia non si stà tanto bene neanche, dove sono questi benefici?? Dovevamo contrastare la Cina? il dollaro americano? E allora? Da quando abbiamo avuto l'euro in mano il valore d'acquisto è andato solo scendendo. Solo tasse su tasse, non bastano mai per risanare, ma cosa? Introiti su new-slot, su scommesse varie, "gratta e vinci" farlocchi (cioè senza possibilità di vincita, oltre ai 5 euro), lotto, 10 e lotto, ecc.("giochi" e introiti che qualche anno fà non esistevano), e vogliono ancora, "imu" sui capannoni industriali ma stiamo scherzando??? e adesso anche sui terreni agricoli??? Oltre al ladrocinio continuo, e i benefici di "stare" in Europa dove sono??Con i "politici" che stanno (inchiodati) qui da noi, un referendum così per decidere non ce lo farebbero mai fare. Ci sarebbe molto altro da dire, ma chiunque altro potrebbe continuare.
  • antonello c. Utente certificato 2 anni fa
    occorrono cittadini attivi nei territori .. nei Comuni .. bisogna attivarsi in ogni modo possibile .. per avere un'effettivo e concreto controllo del territorio .. per far sì che si formi una rete di cittadini in MoVimento che collaborano e partecipano per il cambiamento , che fanno sentire la propria Voce nelle Istituzioni
  • Elisabetta db 2 anni fa
    Il video nel mezzo dell' articolo si riferisce per fortuna ad una notizia falsa. Le spiaggie di San Basilio e Terzo Cavone in Basilicata non sono inquinate .Si tratta di semplice argilla (Ho constatato di persona) . Il sindaco tra l`altro (dopo l`esito negativo delle analisi di laboratorio da parte dell'Arpab ) ha denunciato l` autore del video e i giornalisti che hanno pubblicato una notizia non vera. Resta comunque un dato di fatto e cioè che grazie allo sblocca Italia le trivellazioni nello Jonio e nel Tirreno rischiano davvero un domani di far avverare queste notizie catastrofiche per il nostro territorio!!
  • paolo mario citarella 2 anni fa
    Anche a Campomarino (Molise) c'è un dato di inquinamento da enterococchi ed e. coli conclamato sul portale delle acque del Ministero della Salute: da metà luglio la concentrazione di questi batteri esplode, pur tenendosi (secondo il ministero e l'asl) sotto i limiti i legge,. Legambiente (con l'iniziativa Goletta Verde) svolge controlli che mostrano dati più allarmanti. Basta osservare il sito (Campomarino lido) per capire subito che l'inquinamento è inevitabile. C'è una urbanizzazione selvaggia e una concentrazione abitativa pazzesca sul lungomare, c'è un depuratore che non riesce a tenere il carico del periodo di punta (da metà luglio in poi) e miasmi fognari permanenti in vari punti ... che amministratori ha avuto Campomarino!!!
  • Diego Freschi2 Utente certificato 2 anni fa
    Non so se lo sapete, ma a Rimini, quando piove, le fogne scaricano direttamente in mare. E' tutto alla luce del sole, ma ovviamente non molto pubblicizzato. Lo fanno per evitare che le fogne trabocchino nella città.
  • antonio sepe 2 anni fa
    Per bonificare e prevenire l'inquinamento ambientale e politico, dovremmo farci governare da donne e uomini ausraliani,altrimenti c'è poco da fare! La classe politica della vecchia nomenclatura incapace e parzialmente corrotta è l'espressione in buona parte del popolo italiano, che calpesta per ignoranza o per convenienza i propri diritti!Questo spiega perchè molti cittadini non votano il nostro movimento.Quanta amarezza che provo giorno dopo giorno.
  • antonello carta Utente certificato 2 anni fa
    Purtroppo credo che quella spiaggia non sia più recuperabile.Ci vorranno decenni e miliardi de euro in bonifiche.peccato davvero.....maledetti!
  • alvise fossa 2 anni fa
    5 STELLE MARCHE NON MOLLATE E DENUNCIATE L'INQUINAMENTO DEI FIUMI
  • gionni a. Utente certificato 2 anni fa
    Spero che ora con il M5S in regione Marche si inizi una vera battaglia per bonificare i fiumi !
  • gionni a. Utente certificato 2 anni fa
    Speriamo che ora con il M5S in regione Marche si inizi una vera battaglia per bonificare i fiumi e altri affluenti di alta densità inquinale !
  • Alessandra Pein 2 anni fa
    Anche noi abbiamo vissuto una situazione simile la prima settimana di giugno a Riccione in Emilia Romagna. La settimana era andata bene poi guarda caso l' ultimo giorno molti bagnanti del bagno dove eravamo ospiti hanno lamentato malore intestinale con vomito e diarrea e nelle ore successive anche i nostri due bambini piccoli si sono ammalati con la febbre. pensavamo si trattasse semplicemente di un virus intestinale ma bisogna dire che il tutto è durato dieci giorni ed è stato risolto solo con gli antibiotici. leggendo questo articolo viene chiaramente il dubbio. Vergognoso!!! Pensiamo poi a quanto tutto questo faccia bene al nostro turismo già soffrente a causa di novità come tassa di soggiorno ect....
  • antonello c. Utente certificato 2 anni fa
    criminali in giacca e cravatta , che ormai da anni si mimetizzano nei giri dei partiti , in parlamento , nelle regioni e nelle pubbliche amministrazioni .. si presentano come referenti di ditte per lo smaltimento rifiuti , di ditte per la bonifica , per la sostituzione di rivestimenti in amianto .. ISO 9000 , ISO 16000 , ISO TUSAI Lo smaltimento le sostanze tossiche , scarti di produzione , residui tra i più nocivi per l'ambiente e per la salute pubblica Il tutto con il " regolare " permesso timbrato dll'Ente di turno .. Con la regolare iscrizione e autorizzazione rilasciata dagli Enti preposti Questo è il giro del lucro sulla pelle delle persone , che sta devastando uno dei patrimoni della nostra Nazione .. l'ambiente ,la nostra acqua , il mare , i parchi Nessuno vede nulla , nessuno interviene , ma tutto accade
  • Stefano Vecchierelli 2 anni fa
    Ma quali condotte abusive? I comuni all'interno di civitanova marche (tra cui montecosaro) riversano gli scarichi nel fiume senza depuratore , la cosa assurda che noi cittadini di montecosaro paghiamo le spese di depurazione in bolletta!!!
    • cinzia brioni 2 anni fa
      dovremmo cominciare a non pagare più quello che non ci danno le istituzioni.. se lo facessimo tutti sarebbe un bel segnale per i politicanti
  • gianfranco andreoli 2 anni fa
    sono 40 anni che questa legge è in vigore per la tutela della depurazione delle acque fognarie i soldi allora in lire erano stati stanziati vedi uno dei depuratori piu grandi d'europa a bologna poi basta i soldi spariti chi se li è pappati non di certo i cittadini costretti ha fare il bagno nelle cloache di città e paesi senza il depuratore legge che prevedeva il depuratore in paesi sopra i 500 abitanti. oggi abbiamo città con milioni di abitanti senza un depuratorequeste sono le conseguenze quanto lavoro potrebbe nascere forza Beppe forza m 5 stelle
  • gianluca bugatti 2 anni fa
    ma se la popolazione residente è stabile da qualche decennio, la crisi edilizia non ha portato a nuove costruzioni in numero apprezzabile, perchè abbiamo questa emergenza? L'unica novità è che hanno riempito la vallata di centrali a biogas...
  • michele p. Utente certificato 2 anni fa
    capisco che il problema non è da sottovalutare. Pero' associare il video che parla di un fiume della Basilicata con l'articolo che invece fa riferimento a problemi sulle spiagge del Maceratese credo sia infelice.
    • Sandro Bellinzis 2 anni fa
      Caro Michele, io vivo in Sardegna e da noi c'è una spiaggia bellissima, larga con delle dune lunga poco più di 10km. Caso fa che un fiume ha la sua foce nella vicinanza della spiaggia del paese dove abito. Questo fiume passa dall'entroterra attraverso un altipiano e delle vallate in mezzo ai campi coltivati dove senz'altro raccoglierà i residui dei pesticidi poi c'è un invaso con una diga dell'Enel che spesso e volentieri decide di "rilasciare" un quantitativo di acqua al fine di allentare la pressione sulla diga che oltre all'acqua che passa regolarmente fa si che anche le acque derivanti dai campi coltivati a poca distanza dal mare e gli impianti di depurazione non funzionanti in modo perfetto perché pensati per esempio per una popolazione di 5000 persone che d'estate possono facilmente raggiungere il triplo e pertanto non riescono a fare il loro lavoro come si dovrebbe scaricando direttamente nei canali di scolo che vanno direttamente nel fiume che poi quando si apre la foce viene scaricato per giorni in vicinanza delle spiagge dove si trovano famiglie con bambini. Io stesso sono stato vittima dopo un ferragosto di questa melma che mi ha tenuto a letto con febbre alta, nausea, vomito, diarrea e così-via per oltre una settimana. Ecco cosa centra il fiume nel discorso.
    • Francesco Accattatis 2 anni fa
      Michele, credo che l'articolo voglia evidenziare che non si tratta di un fenomeno limitato ad un'area ristretta, ma che interessa tutto il litorale Italiano.
  • r.b 2 anni fa
    esatto come dice un vecchio detto indiano, quando l'ultimo albero sara abbattuto, quando l'ultimno fiume sara inquinato, non potrete mangiare o bere i vostri soldi... meditate gente meditate..
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus