Defranceschi fuori dal M5S

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
defranceschi_sospeso.jpg

La Corte dei Conti dell'Emilia-Romagna chiede a tutti i partiti della Regione di restituire 150mila e 876 euro di spese effettuate nel 2013, considerate irregolari dai giudici contabili. Si tratta in particolare di costi per il personale, consulenze e cancelleria. Il gruppo consiliare con la cifra maggiore è il Pd, a cui vengono contestati poco meno di 85mila euro. Poi il Movimento 5 Stelle, con 22mila, l'allora Pdl con più di 20mila euro e l'Idv con 10mila. E infine si va dai 5mila euro della Federazione della sinistra a Sel, ultima con soli 645 euro. A seguito di questa richiesta formale della Corte dei Conti il consigliere regionale Defranceschi è sospeso dal M5S e diffidato a utilizzarne il simbolo. Il M5S ha grande rispetto della Corte dei Conti e se si viene sanzionato si chiede scusa e ci si autosospende.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Ezio Roi Utente certificato 3 anni fa mostra
    Dunque, come dice il proverbio, la gatta frettolosa partorì gattini ciechi. Sapete qual é il bel risultato di aver sospeso, da parte di chi non l'ho ancora capito, il cittadino consigliere Defranceschi, dopo aver espulso -qualche tempo fa- il cittadino consigliere Favia? Nel consiglio regionale E.R. si sono delegittimati gli unici consiglieri che facevano una opposizione seria allo strapotere del PD, che in regione, ha fatto tante cose ignobili. Con tanti saluti agli elettori che li avevano eletti e al buon senso. Qualcuno mi sa dire per quali motivi sono stati delegittimati i due cittadini? Mi sa dire chi lo ha deciso e come é stato deciso? Ma ai tanti, che hanno sparato giudizi contro Defranceschi, é venuto in mente che lo stesso é stato eletto da noi cittadini emiliano-romagnoli e che solo noi potevamo delegittimarlo? A noi é stato chiesto un parere? E' questa la democrazia? E Beppe perché non si é sospeso dopo la condanna recentemente inflittagli da un tribunale penale della Repubblica per un reato? Così si preparano le armi agli avversari politici distruggere il movimento. Complimenti ancora per questa enorme ingiustizia.
    • Emanuele chiodi 3 anni fa mostra
      Alla Corte dei Conti hanno accertato che qualcuno a "rubato". Chi ruba non può fare parte del Movimento.
  • Ezio Roi Utente certificato 3 anni fa mostra
    1) Non ho ben capito chi ha stabilito la sospensione e con quale procedura. 2) Non ho capito quali garanzie per esporre le proprie ragioni siano state offerte al cittadino consigliere Defranceschi. Non mi pare che sia una gran trovata quella di calpestare il diritto di ogni cittadino a difendersi da qualsiasi accusa, PRIMA di essere sanzionato. Non mi piacciono per nulla le decisioni prese da un tribunale che mi pare quello della Santa Inquisizione. A prescindere dalle ragioni e dai torti, il metodo mi pare inaccettabile.
    • Pierluigi c. Utente certificato 3 anni fa mostra
      quando uno è indagato in questo caso condannato a restituire soldi dovrebbe "sponte sua" dimettersi dal movimento e chiarire come cittadino la sua posizione.. nessuno lo condanna ma non possiamo essere censori con gli altri e assolvere noi stessi..
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus