Il caso della RAI fascista al Parlamento Europeo #denunciamolaRAI

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


intervento di Isabella Adinolfi, portavoce M5S Europeo, al Parlamento Europeo di Strasburgo

La Commissione europea ha accusato il governo polacco di attentare alla libertà dei media e al pluralismo.
Questo perché con la nuova legge il Ministero del Tesoro ha il potere di nominare e revocare i vertici delle aziende radiotelevisive pubbliche.
E allora perché la Commissione non accusa anche il governo italiano?
Forse la Commissione non sa che il premier si è attribuito il potere di scegliere e nominare l’amministratore delegato della RAI, inaugurando un sistema di televisione pubblica, tipico di un regime fascista.
Forse la Commissione non sa che in Italia i partiti scelgono i direttori di rete, dei telegiornali e i conduttori dei programmi politici e chi non è gradito viene cacciato, come capitò, tra i tanti, a Enzo Biagi con l’Editto Bulgaro.
Colleghi, ora sapete tutto. Non potete più tacere.
Noi del M5S pretendiamo che la Commissione intervenga in Italia come in Polonia. Ve lo ripeto: non potete tacere!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • saverio battaglia 1 anno fa
    Finalmente avete denunciato questa RAI di merda, fascista, che fa pagare un canone agli italiani per mantenere dei parassiti.
  • Gabriella . Utente certificato 1 anno fa
    Oggi al TG di LA7 ho sentito Fico parlare a Strasburgo. Ha parlato bene, bravo. Ma , Fico, fatti sentire più spesso. E non abbandonare l'idea di Freccero di riportare Grillo in TV. Ne avrebbe diritto. Visto che ci sono, guarda se si può portare avanti questa proposta:spostare il programma di Iacona e Gabanelli in prima serata e quello di Fazio dalle 22.00 in poi. Il motivo è semplice: la trasmissione di Fazio serve a lanciare film, libri, CD.Iacona e Gabanelli istruiscono.
  • pierpaolo welponer 1 anno fa
    Credo sia necessario inserire in qualche modo nella Costituzione l'EDITORIA come quarto potere, al pari di quello Giudiziario, Legislativo e Esecutivo, con la sua indipendenza garantita e finanziata automaticamente.
  • elena guerini Utente certificato 1 anno fa
    di questa rai fascista non se ne può più Tutti i giorni arrestano uno del PD e la rai cosa fa? Omette la notizia Vergogna e bisogna pure pagare il canone ?Per me paga renzi e company
  • Beppe C. Utente certificato 1 anno fa
    Perchè alla Rai, come a tutti gli altri media, è attribuita una importanza così grande ? Perchè hanno il potere di plagiare le menti indirizzando le loro convinzioni. Se ognuno di noi avesse una forte indipendenza di pensiero e un altrettanto senso critico, loro potrebbero starnazzare all'infinito ululando al vento e non avrebbero in alcun modo tutto il potere che hanno.
    • Clesippo Geganio Utente certificato 1 anno fa
      non vi è dubbio della capacità di forviare le menti deboli del telespettatore che in realtà è il consumatore elettore. Fateci caso propinano 24h24 spot pubblicitari per acquistare automobili e aprire conti correnti nelle banche, due settori in crisi per sopraggiunta saturazione del mercato sia automobilistico che bancario, arrivati a taroccare i loro prodotti finanziari e ipertecnologici pur di venderli attraverso le finanziarie!!! Risultato ottenuto alla grande se pensiamo ai debiti che i teledipendenti hanno accumulato per acquistare le nuove auto e per investimenti nella speculazione finanziaria.
  • Paolo 1 anno fa
    Dati presi da: http://www.lombardia5stelle.it/trattamento-economico-e-rendiconto/ Consigliere M5S Iolanda Nanni: Da Luglio 2015 7997,77 euro - restituiti - 107 euro 8200 euro - restituiti - 401 euro 8154 euro - restituiti - 736 euro secondo me e molti ha sbagliato forza politica, invece di restituire così pochi soldi va a prenderti lo stipendio completo nel gruppo misto o nel Pd, che ci stai facendo fare una pessima figura. Fidati.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus