Il latte italiano è salvo grazie al MoVimento 5 Stelle

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle Europa

L'etichetta di origine dei prodotti sarà obbligatoria dal primo gennaio 2017 per latte, yogurt, formaggi e latticini. Una battaglia per difendere il Made-In e la qualità di ciò che mangiamo dopo le storture del PD sull'olio tunisino e sulle arance marocchine è stata portata a casa. Questa volta il Governo italiano, sotto pressione delle associazioni di categoria e con la spinta sempre crescente di cittadini informati che vogliono sapere ciò che mangiano, è stato costretto a dare il via libera alla nuova normativa. In Europa l'unica istituzione che poteva ancora opporsi, la Commissione europea, è stata silenziata dal lavoro costante e incessante del Movimento 5 Stelle. In materia di trasparenza alimentare e più in generale sull'agricoltura non abbiamo arretrato di un millimetro: l'esecutivo comunitario non voleva infatti che i consumatori sapessero e da anni si opponeva all'etichettatura obbligatoria per i prodotti. Il TTIP non ha fatto che aggravare una situazione che già sembrava compromessa.

AGRICOLTURA ITALIANA SOTTO ATTACCO
È una svolta storica, ma c'è ancora molto da fare: salumi, succhi di frutta, pasta, concentrato di pomodoro e alcuni tipi di carne sono ancora di provenienza sconosciuta. Per colpa della disinformazione tre cartoni di latte su quattro venduti in Italia sono stranieri. Assurdo. Con questa mossa sono stati salvati, secondo stime della Coldiretti, almeno 100mila posti di lavoro. L'agricoltura italiana è comunque "sotto attacco": è di qualche giorno fa la notizia dell'arrivo del prosciutto gonfiato che contiene più acqua e anche aromi chimici, sinora vietati, a danno dei consumatori e degli allevatori italiani. E il comportamento della Commissione europea sul "caso latte" ha manifestato quali sono al momento i rapporti di forza vigenti. Per non parlare della nuova stangata in arrivo: un'invasione a dazio zero di oltre 1 milione di tonnellate di grano, granturco e orzo, 3.000 di miele, 5.000 di pomodori, 4.000 di avena dall'Ucraina.

LA COMMISSIONE VUOLE ABBASSARE GLI STANDARD
L'Eurobarometro dice che l'84% dei consumatori vuole essere in grado di individuare l'origine del latte utilizzato per i prodotti lattiero caseari. Percentuali simili riguardano l'origine delle carni trattate. Secondo lo studio esterno da cui è partita l'opposizione della Commissione, queste informazioni aggiuntive avrebbero un costo aggiuntivo compreso tra meno dell'1% e il 5% nel caso del latte e tra meno dell'1% e il 7% nel caso del formaggio. Si tratta di cifre molto limitate. Eppure, lo studio della Commissione, partendo da questi dati, arriva alla conclusione che l'introduzione di un'indicazione obbligatoria è da sconsigliare. Si tratta di conclusioni frettolose e fuorvianti anche alla luce del fatto che si riconosce come i dati per i Paesi del Nord Europa siano stati ritoccati, proprio perché quest'ultimi temono di essere penalizzati. Su tutto, come sempre accade in questa Europa guidata dalle lobby, vince il commercio sfrenato sulla qualità della vita.

QUALI ETICHETTE MANCANO OGGI?
Al momento, l'origine dei prodotti in etichetta é obbligatoria per olio d'oliva, il manzo, la maggior parte di frutta e verdura, le uova e il miele. Ma è soltanto volontaria per molti alimenti, come i piatti pronti o le carni lavorate. Il primo aprile è entrato in vigore l'obbligo comunitario di indicare in etichetta il luogo di allevamento e macellazione delle carni suine, avicole e ovi-caprine. Per il Movimento 5 Stelle, in etichetta non deve esserci solo scritto dove è avvenuto il processo di produzione, ma anche dove è stata raccolta la materia prima, per dare al consumatore il maggior numero di informazioni per consentirgli di effettuare scelte consapevoli.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • rolando garcia Utente certificato 1 anno fa
    Ciao su questo sito mia moglie è stata fregare per due prestatore, allora se vi piace se voi farsi della pubblicità, vi consiglio di parlare di signora JOSIANA GOMEZ. È la sola verità prestatrice, poiché ha fanno un prestito di 50.000 euro ha mia moglie. Il mio anche fa un prestito di 150.000 euro la settimana passare, allora se avete bisogno di prestito, voi potete contattarla su questa mail: gordonpascal04@gmail.com
  • julliene guiz Utente certificato 1 anno fa
    Ciao Quindi ho ricevuto un prestito di 90.000 euro ne signora JOSIANA GOMEZ oggi, confermo che è realmente una signora seria ed onesta. Potete dunque contattarla su questa mail per la vostra domanda di prestito: gordonpascal04@gmail.com
  • julliene guiz Utente certificato 1 anno fa
    Ciao Li somma stancato del vostro messaggio di prestito, sappiamo tutti che è signora JOSIANA GOMEZ che è la verità prestatrice permessa tutti voi. il mio marito ha ricevuto questi 60.000 euro ne signora JOSIANA GOMEZ. Questa signora lui ha fanno il prestito la settimana scorsa.
  • jake william Utente certificato 1 anno fa
    Ciao signor / signora E 'con profonda gratitudine che voglio te portare la mia testimonianza qui, voi che state cercando prestito di denaro, non so come condividere con voi la mia gioia per essere me stesso alla ricerca di prestito I Ms Anissa attraverso Kherallah affari. Ha concesso un finanziamento di € 150.000 con un tasso del 3%, e ho parlato a molti colleghi che hanno anche ricevuto prestiti da che la signora senza preoccupazioni. Soprattutto per me, Ho ricevuto la mia richiesta di credito da un bonifico bancario durata 72 ore senza protocollo e sono abbastanza soddisfatto. Il motivo che mi spinge a pubblicare questo annuncio è che questa donna continua a fare si chiede alle persone che sono veramente nel bisogno. Così ho deciso di condividere questa opportunità con voi che non hanno il beneficio di banche o che doveva fare per disonesti istituti di credito che non abusano di la personalità degli altri; si dispone di un progetto o di bisogno il finanziamento, è possibile scrivere a lui e spiegargli la situazione; vi aiuterà se è soddisfatta la tua onestà. Ecco la sua e-mail: developpement.aide@gmail.com
  • jean piager véronique Utente certificato 1 anno fa
    Buongiorno a tutti Rendo grazie a dio per averlo messo su chemin de signora Anissa KHERALLAH, grazia essa ho ricevuto il mio prestito tra privato la settimana scorsa dopo una prova dei vantaggi di questa prestatrice generosa. Signora Anissa KHERALLAH il mio fare un prestito di 60.000 euro, per aprire la mia impresa. Ho ricevuto questo prestito nel mio conto dopo avere firmato i documenti. Vi consiglio più non di farvi scroccare da altre persone, la soluzione al vostro problema è signora Anissa, se volete realmente fare un prestito di denaro per un progetto e qualsiasi altro obiettivo; volete contattarla. Accorda di prestito das tutti i paesi: in Italia o in Spagna, il Brasile, il Perù, il Venezuela, la Francia anche. Il suo indirizzo: developpement.aide@gmail.com
  • Rosa Angela Romeo Utente certificato 1 anno fa
    Grazie per quello che avete fatto e state facendo! Dobbiamo salvaguardare la nostra salute in tutti i modi. Salviamo i nostri prodotti, la nostra agricoltura, le nostre tradizioni culinarie e vigiliamo ovviamente anche sui disonesti che fanno i furbi (ricordiamoci il vino al metanolo!). Comunque si può anche scegliere un prodotto straniero ( si tratta anche di avere un pò di apertura mentale) purchè si sia coscenti di mangiare o bere un buon prodotto. Avanti così!
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Ho cliccato commento inappropriato erroneamente scusate
  • significante e significato disgiunti 1 anno fa
    Però non facciamone un fatto di qualità perché TITALIOTA non è sinonimo di qualità e anzi alcune volte il latte sloveno e di altre zone è molto più buono di quello ITALIOTA! Si tratta solamente di puro interesse economico nazionale che dovrebbe essere svincolato dal fattore qualità ma spesso non lo è per niente! faccio un esempio: mettiamo che il contadino sloveno ha delle mucche che mangiano erba medica e trifoglio e il contadino italiota fa un buco nello stomaco della mucca e gli mette un tappo per inserire direttamente il mangime predigerito artificialmente dentro lo stomaco della mucca..... qual'è il latte migliore? mettiamo che il contadino straniero porta le pecore al pascolo su un cucuzzolo di monte e che il contadino italiota porta le pecore a pascolare sulla terra dei fuochi.... qual'è il latte migliore? Ovviamente può accadere anche il viceceversa .... ma è come le aziende pubbliche e le azionde private.... non necessariamente privato significa meiglior servizio a costo più basso perché trattasi di gestione.. se i dirigenti pubblici sono bravi e quelli privati idiotacriminali... ecco che funziona meglio il pubblico ... e potrebbe accadere anche viceversa.
    • Zampano . Utente certificato 1 anno fa
      IL LATTE MIGLIORE E' QUELLO ITALIANO PER DUE MOTIVI: 1. NEI PAESI DELLA EX-JUGOSLAVIA (ES. BOSNIA, SERBIA) E' ASSAI ELEVATO L'INQUINAMENTO DEL TERRENO PER LE BOMBE E LE SOSTANZE USATE IN TEMPO DI GUERRA. 2 FARMACI LA' CONSENTITI (ES. SLOVENIA, CROAZIA) E USATI DAI VETERINARI LOCALI SONO DA NOI PROIBITI IN QUANTO PERICOLOSI. IN CONCLUSIONE, QUEL LATTE LI, CARO MIO, BEVITELO TU...
    • Toni Parente 1 anno fa
      Questa e´ una lieta notizia. Salvaguardare il latte nazionale e´ piu importante di quanto si pensi, tra le altre cose ne va della qualita dei nostri rinomati formaggi! Primo passo adesso salvaguardare l´olio, il grano e avanti cosi.
  • sebastiano b. Utente certificato 1 anno fa
    Dimenticavo non una parola dai 'giornalai' forse perchè l'abbiamo fatta noi? meditate gente...
  • sebastiano b. Utente certificato 1 anno fa
    Buonasera Per come vanno le cose noi andremo via dalla comunità europea e sarà la nostra salvezza, per noi unificare gli alimenti, è troppo, andrebbe via e ci stanno tentando in tutti i modi il Made in Italy. Per noi invece la nostra produzione è un vanto e sarà una delle ancore di salvezza, siamo sottoesposti, ci comandano come schiavetti e ci mortificano a via di sanzioni, mentre nel momento dei fatti si rivelano tutta chiacchiera (vedi caso migranti), purtroppo sul caso noi siamo in prima linea ma potremmo rivoltare il problema in opportunità, con il lavoro, ma la politica deve togliersi di mezzo in quanto non ha interesse delle sorti del Popolo. Senza aspettare leggi interne o esterne, tutto ciò che produciamo rendiamolo una eccellenza con la qualità e vantiamocene nell'etichetta, La nostra mentalità deve cambiare, dobbiamo produrre per il fabbisogno Nazionale, il surplus va all'estero, ridurre al minimo indispensabile l'acquisto estero producendo tutto il possibile e allora vedremo territori coltivati e non abbandonati, allevamenti liberi e non intensivi, nuovi lavori come la differenziazione dei rifiuti, piuttosto che bruciarli. ci sarebbe lavoro per noi tutti e per gli immigrati da cui siamo invasi. FORZA POPOLO FACCIAMO GIUSTIZIA COL VOTO è questione di sopravvivenza....
  • NIcola Moscardo 1 anno fa
    Tutti i prodotti dovrebbero avere informazioni sulla filiera produttiva anche l'abbigliamento. Voglio sapere cosa compro e non comprare solo quello che vedo.Voglio trasparenza ed etica nelle cose no profitto e guadagno solo profitto e guadagno. Basta e' ora di finirla.
  • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
    L’informazione corretta sui prodotti è sempre stata un problema per i grandi produttori, nazionali e multinazionali, per ovvie ragioni. Nel ringraziarvi per il salvataggio del latte italiano, vorrei sapere se questo tipo d’informazione potrà o dovrà essere applicata anche sui derivati del latte. In pratica, potremo sapere se le mozzarelle, i formaggi o altri derivati del latte dovranno o potranno indicare in etichetta: PRODOTTO IN ITALIA CON MATERIE PRIME ITALIANE- Non c’è bisogno di dire che la cosa, oltre il latte, dovrebbe riguardare anche le carni lavorate, con l’obbligo, per i prodotti da banco venduti a taglio, di esporre la provenienza primaria e secondaria nel cartellino del prezzo es: carni provenienti da Polonia, lavorate in Italia; oppure carni prodotte e lavorate in Italia. Del resto non si chiede di prestabilire i prezzi alo consumo. Se un produttore estero ha l’immagine e la qualità adeguata non avrà nessun problema a dichiarare la sua provenienza, vedi Formaggi e vini Francesi, Birre in genere e altri prodotti che possono, giustamente, vantarsi della loro provenienza. Va da se che se nascondo la provenienza un motivo ci sarà! Minimo un illecito profitto. Massimo un prodotto di M----. Dobbiamo andare avanti sulla strada della correttezza e trasparenza. MALE NON FARE – PAURA NON AVERE Saluti Talelbano
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Ottima idea quella della etichettatura esaustiva. Bisognerebbe però' convincere i consumatori a leggerle le etichette, possibilmente senza dover usare una lente di ingrandimento.
  • garcia rose Utente certificato 1 anno fa
    Ciao Confermo che signora JOSINA GOMEZ è una persona ideale a che si può avere fiducia. Dopo ha numerato prova che riguarda questa signora JOSIANA GOMEZ su questo sito, io lo hanno contattato da 4 giorni passare ed oggi vengo ad avere la conferma di 60.000 euro sul mio conto bancario. Se avete realmente bisogno di prestito, potete contattarla su questa mail: gordonpascal04@gmail.com
  • STEFANO DI SILVESTRI 1 anno fa
    ..SI SI CERTO CERTO.. ..FINANZIAMENTI IN AGRICOLTURA..E QUOTE LATTE... IN GIRO PER LA RETE SI TROVANO ALCUNI DOCUMENTI MOLTO MA MOLTO INTERESSANTI... SARA' LEGITTIMO DOMANDARSI.. COME MAI IL CONSIGLIO DEI MINISTRI RIPETO IL CONSIGLIO DEI MINISTRI...HA VOLUTO METTERE IL NASO IN UN PROCEDIMENTO PENALE ANCORA IN CORSO..?? https://www.facebook.com/photo.php?fbid=877670712369495&set=pcb.877676932368873&type=3&theater PERCHE' SI INTERESSANO DI QUOTE LATTE..??.. PERCHE' QUESTO PARTICOLARE INTERESSAMANENTO..?? QUESTI DOCUMENTI SONO DEL 2010..DI 6 ANNI FA...NON SONO DI IERI..CHIARO...?? https://www.facebook.com/photo.php?fbid=877670679036165&set=pcb.877676932368873&type=3&theater NEL FRA TEMPO QUESTO TENENTE COLONNELLO NON E' PIU' NELL'ARMA MA OVVIAMENTE NESSUNO CI DICE QUALI FOSSERO I MOTIVI...PERCHE' HA SMESSO DI FARE I CARABINIERE...PERCHE' FORSE SI ERA STANCATO DI FARE IL CARABINIERE..OVVIO NO..!!.. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=877675712368995&set=pcb.877676932368873&type=3&theater QUALCUNO NEL 2013 AL SENATO NON SOLO AVEVA EVIDENZIATO CERTE GRAVI IRREGOLARITÀ'..MA AVEVA ANCHE CHIESTO DI INTERVENIRE... https://www.facebook.com/photo.php?fbid=877673685702531&set=pcb.877676932368873&type=3&theater USANDO TESTUALI PAROLE...ALGORITMO PALESEMENTE FALSATO.. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=877674442369122&set=pcb.877676932368873&type=3&theater COME MAI NESSUNO BATTE I PUGNI..NESSUNO SA..??..NESSUNO SE NE ACCORTO...?? MEGLIO METTERSI A TAVOLA..??..MEGLIO RIPORTARE MEZZE VERITA' IN QUINTA PAGINA..?? NEL FRA TEMPO CHI E' CHE CI HA GUARDAGNATO..?? DI SICURO NON I CITTADINI... CHI VUOLE SI LEGGA ANCHE QUESTA INTERESSANTE SINTESI... ...http://letaschepiene.it/2011/10/03/gli-atti-nascosti-delle-quote-latte-le-omerta-e-i-falsi-rimasti-senza-condanne-di-paolo-casagrande/ NEL FRA TEMPO C'E' CHI SI IMPICCA E CHI FA CARRIERA.. OVVIAMENTE CORREGGETEMI SE HO SCRITTO QUALCOSA CHE NON QUADRA.....!
  • Margot Perla Utente certificato 1 anno fa
    M5S RIPONGO IN VOI TUTTA LA MIA FIDUCIA!Grazie per le battaglie che fate ,a salvaguardia della nostra salute ,della trasparenza e dell'onestà.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus