Per una Lombardia di sana e robusta Costituzione!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

lombardia_volare.jpg

>>> Alle 16 Beppe Grillo parteciperà alla conferenza stampa a Roma per presentare l'inizio della raccolta firme del M5S per il referendum contro l'euro previsto per sabato 13 dicembre, giorno di Santa Lucia. La diretta streaming sarà trasmessa sul blog e su La Cosa

Il M5S Lombardia propone la gestione diretta delle risorse fiscali sul territorio regionale come già previsto dalla Costituzione al posto dell'attuale discrezionalità del loro utilizzo da parte del governo centrale.
Di seguito un breve vademecum per capire di cosa si tratta, una misura che potrebbe essere adottata da tutte le regioni italiane senza sottrarre risorse a nessuna di esse.

Come funzionano i rapporti tra Stato e Regioni?

Con la riforma del titolo V della Costituzione varata nel 2001, i rapporti tra lo Stato e le Regioni a statuto ordinario sono cambiati profondamente.

L’art. 117 della Costituzione individua le materie di esclusiva competenza statale (difesa, politica estera, giustizia, ordine pubblico, norme generali sull’istruzione e altre) e le materie definite invece di “legislazione concorrente” gli ambiti in cui è possibile la convivenza fra norme statal, e norme specifiche regionali (tutela della salute, governo del territorio, tutela e sicurezza del lavoro e via dicendo). Ogni materia non specificata è di esclusiva competenza regionale.

L’art. 119 della Costituzione, invece, disciplina la gestione finanziaria e fiscale, stabilisce che le regioni «godono dell’autonomia finanziaria di entrata e di spesa, hanno un proprio patrimonio e possono fare investimenti». In parte attingono a risorse provenienti da entrate proprie (ad esempio ticket sanitari, imposte regionali, irap e altro), e in parte a trasferimenti aggiuntivi di fondi erogati dallo Stato.

Quindi il cosiddetto “federalismo fiscale” è già in Costituzione, non c’è qualcosa da inventare a fini di propaganda. L’art. 119 della Costituzione afferma il principio della territorialità dell’imposta, laddove specifica in maniera esplicita che le Regioni «dispongono di compartecipazioni al gettito di tributi erariali riferibili al loro territorio». Però, per diverse ragioni, non si è data attuazione a quanto previsto dalla riforma del titolo V, ma solo interventi parziali.

La Costituzione consente a tutte le Regioni a statuto ordinario la possibilità di richiedere ulteriori deleghe sulle materie concorrenti e, ma solo per alcune tipologie, sulle materie attualmente di esclusiva competenza dello Stato.
E' importante sottolineare che le Regioni hanno il potere di gestire le proprie entrate e spese, attuando - limitatamente ad alcune materie - l’autonomia finanziaria e di spesa prevista dall’art. 119 della Costituzione.

Fra queste materie, ve ne sono alcune fondamentali come la “tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali” (lettera s, comma 2, art. 117 della Costituzione), oppure il “governo del territorio”, la “valorizzazione dei beni culturali e ambientali e promozione e organizzazione di attività culturali”, ed ancora la “ricerca scientifica e tecnologica e sostegno all’innovazione per i settori produttivi” (comma 3, art. 117, Cost.)

Oggi lo Stato, amministratore delle finanze e dell’economia del Paese, non é in grado di rispondere all’al numero sconfinato di richieste e specificità territoriali che caratterizzano le regioni italiane come si è visto tristemente con la mancata difesa del territorio e l'abbandono di giacimenti culturali come Pompei. Una cronica, scarsa, lungimiranza dello Stato centrale nel gestire le già esigue risorse a disposizione sta strozzando enti locali e cittadini.

La regione Lombardia, ma non solo, è un esempio di questa deriva. Storicamente apprezzata come il “motore d'Italia”, assiste oggi impotente alla chiusura e all’esodo di centinaia di imprese, fabbriche, esercizi commerciali. Eppure solo in questa regione il residuo fiscale supera i 40 miliardi di euro. Ma nemmeno le catastrofi ambientali riescono a scuotere le coscienze di chi gestisce il portafoglio statale. La risposta alle richieste di aiuto delle Regioni è sempre la medesima: «Non ci sono i fondi». Intanto i cittadini continuano a pagare fior di tasse, ad uno Stato che si è convertito nel più implacabile dei loro esattori.

Come uscire da questo incubo? Non certo con la secessione, ma con una buona amministrazione.Alcuni partiti sfruttano la crisi e la scarsa memoria della popolazione per rispolverare la “secessione”, un sempreverde che ha stimolato tante campagne elettorali targate Lega Nord, e MAI tradotto in fatti concreti. La solita promessa sempreverde mai mantenuta.
Il Movimento 5 Stelle propone invece una soluzione diversa, più semplice: applicare le leggi esistenti e che ancora non sono state rispettate.

Il M5S Lombardia si appella al principio della “territorialità delle imposte” previsto in Costituzione ma rimasto incompiuto (articolo 116, comma 3, Cost.).

Con la sua applicazione la Lombardia, nel caso specifico (ma vale anche per altre regioni) gestirebbe con chiare destinazioni di spesa autonomamente una parte degli oltre 40 miliardi presenti nel bilancio dello Stato riservata alle regioni: sei miliardi verrebbero destinati all'istruzione, un miliardo allo sviluppo e all'innovazione delle piccole e medie imprese, un miliardo alla difesa e alla sicurezza del territorio. Attualmente questo denaro, anziché essere ripartito in base alle reali esigenze dei territori e dei cittadini, viene centralmente destinato senza la benché minima idea delle priorità e le specificità locali.

Inoltre una gestione locale, più efficiente, permetterebbe di risparmiare circa un miliardo di euro. Utilizzando questi proventi sul territorio, si potrebbe diminuire le tasse investendo sul trasporto pubblico locale, prevenendo i dissesti idrogeologici e collocando risorse sull'innovazione e la ricerca per le PMI. Promuovere interventi nei settori dell’istruzione, dei beni culturali, dell'ambiente e della ricerca scientifica e tecnologica.
Tutto questo senza arrecare alcun disagio e senza provocare tagli di risorse nelle economie degli altri territori d’Italia, nel pieno rispetto della legislazione vigente.

Siamo convinti che prelevando risorse da un territorio e lasciandole nella disponibilità del territorio stesso, i cittadini che in quel territorio vivono e lavorano sarebbero in grado di gestire le proprie risorse con maggiore attenzione ed efficienza, rispetto ad uno Stato centrale autoritario, lento e farraginoso, bloccato da mille burocrazie e lontano dalle problematiche del territorio.

A ciò va aggiunto che oggi il Movimento 5 Stelle è presente in molte regioni d’Italia, dall’Abruzzo alla Lombardia, dall’Emilia Romagna al Piemonte, al Lazio. Il M5S rappresenta nei fatti un presidio di garanzia e di tutela permanente, che può supervisionare e controllare il corretto utilizzo delle risorse, a beneficio della cittadinanza.

Restituiamo le chiavi dei territori ai legittimi proprietari: i cittadini. Nessuna secessione, rispettiamo la Costituzione! Risorse al territorio!

PS: Il tuo contributo per il referendum sull'uscita dall'euro è importante:
- organizza il tuo banchetto e segnalalo su questa mappa (che sarà in continuo aggiornamento)
- scarica, stampa e diffondi i volantini informativi (1. Motivi per uscire dall’euro 2. Domande Frequenti sull’euro)
- fai conoscere a tutti i tuoi contatti questo nuovo sito sul referendum http://www.beppegrillo.it/fuoridalleuro

cale_dvdd.png

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Emily Dickinson Utente certificato 3 anni fa
    .
  • GIANCARLO O. Utente certificato 3 anni fa
    avanti cosi grazie
  • domenico santacroce Utente certificato 3 anni fa
    qui o sono fesso io o sono fessi costoro che fanno questa proposta. forse non si sono accorti (ma come hanno fatto a non accorgersene!) che le regioni sono un covo di di gente di malaffare e che si fa le leggi a proprio uso e consumo (figuriamoci a gestire cifre importanti)? più che decentrare si deve accentrare, perchè così il controllo diventa meno problematico. credo sarebbe meglio filtrare di più quello che viene proposto sul blog
  • Gianni Gutti Utente certificato 3 anni fa
    QUEL COGLIONE DI NAPOLITANO PARLA DI PATOLIGIA DEL POPOLO CONTRO LA DISONESTA' POLITICA??? BISOGNEREBBE DOMANDARGLI ,LUI CHE E' AL GOVERNO DA OLTRE 60 ANNI, COSA HA MAI FATTTO PER IMPEDIRE LA DISONESTA' POLITICA CHE CI HA GOVERNATO PER DECINE DI ANNI. LUI CHE E' ANDATO A BRACCETTO E E' STATO ELETTO COME PRESIDENTE DA UN PAPPONE, MAGNACCIA,ASSATANATO DI MAROCCHINE MINORENNI CHE SI CHIAMA BERLUSCONI, CHE ANCHE OGGI CON DUE CONDANNE IMPONE I SUOI VOLERI AGLI ATTUALI GOVERNANTI. A NAPOLITANO VORREI RICORDARE CHE DURANTE IL SUO MANDATO, E ANCHE PRIMA QUANDO ERA NEI GOVERNI PASSATI, SONO STATI UCCISI 24 MAGISTRATI ANTI MAFIA E ANTI DELINQUESNZA ORGANIZZATA. OGGI CHE LUI E' PRESIDENTE IN CARCERE C'E' UN MAFIOSO RIINA CHE ANCORA MINACCIA DI UCCISIONE GLI ATTUALI MAGISTRASTRATI ANTI MAFIA. E GLI DOMANDO : PERCHE' E' STATO ELIMINATO IL CARCERE DURO CONTRO I MAFIOSI?? PERCHE' E' STATO CHIUSO L'ASINARA DOVE GLI APPARTENENTI ALLA DELINQUENZA ORGANIZZATA SCONTAVANO UNA PENA PIU' PESANTI PER LE ATRICITA' CHE AVEVANO COMMESSO?? FORSE LUI SAPRA' PERCHE' E' STATO LASCIATO SOLO SENZA SCORTA IL GENERALE DALLA CHIESA. FORSE LUI SAPRA' PERCHE' NON E' STATO ADEGUATAMENTE PROTETTO FALCONE, E PERCHE' NON E' STATO PERMESSO IL DIVIETO DI SOSTA NELLA STRADA DOVE ALLOGGIAVA LA MADRE DI BORSELLINO. LA TRATTATIVA TRA STATO E' MAFIA E LA COSA PIU' VERGOGNOSA E AVVILENTE DELL'ITALIA. E ADESSO CHE EMERGE LA DISONESTA' POLITICA NELLA AMMINISTRAZIONE DI ROMA E LA GENTE MANIFESTA DISGUSTO, VERGOGNA,COLLERA CONTRO LA POLITICA LUI LA ADDITA COME PATOLOGIA DELUDENTE?? BE A LUI DIREI HAI 91 ANNI SEI AL GOVERNO DA 60 ANNI, SEI STATO ELETTO DA UN GOVERNO GESTITO DA UN ASSOCIATO ALLA MAFIA"BERLUSCA" ALLORA E' ORA CHE TI VAI A NASCONDERE IN QUALCHE OSPIZIO PER POLITICI DI DUBBIA ONESTA' "E DICO POCO". E VORREI RICORDARE AL NAPOLITANO CHE PER COLPA DI POLITICI SUOI COLLEGHI LE GENERAZIONI DI GIOVANI AVRANNO UNA VITA DURA PRIVA DI FUTURO DIGNITOSO. CONTRO LA DISONESTA' POLITICA CI VORREBBE UNA RIVOLTA
  • Notizie informatica Utente certificato 3 anni fa
    Avanti cosi. Forza M5S
  • mario bulgarelli 3 anni fa
    SULLE DEFEZIONI MI PERMETTO DI OSSERVARE CHE LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEI TUOI ELETTI PROVIENE DALL'AREA DI SINISTRA, MENTRE LA MASSA DI VOTI DI DESTRA NON HA AVUTO UNA ADEGUATA RAPPRESENTANZA, QUESTO COMPORTA UNO SQUILIBRIO CHE SI RIPERCUOITE OVVIAMENTE SULLA ATTIVITA' LEGISLATIVA E OLTRE, NON A CASO GLI ABBANDONI, SE CI FAI CASO, RIGUARDANO TUTTE PERSONE DI SINISTRA, LE PIU' POLITICIZZATE E MORBOSAMENTE UNITE AI LORO PARTITI DI ORIGINE.
  • mario bulgarelli 3 anni fa
    LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SONO GRAVISSIME, EGLI PARLA DI EVERSIONE RIFERENDOSI ALLE PIù CHE LEGITTIME CONTESTAZIONI (DENTRO E FUORI DEL PARLAMENTO) DEL MOVIMENTO 5 STELLE, DIMENTICANDOSI CHE STA PARLANDO DI UN PARTITO REGOLARMENTE ELETTO! SI COMPRENDE CHIARAMENTE L'INSOFFERENZA DI QUESTO PRESIDENTE VERSO PERSONE CHE SOLO PER ESSERSI TAGLIATO LO STIPENDIO MERITEREBBERO INVECE UN ENCOMIO.
  • gianfranca ghin Utente certificato 3 anni fa
    Io sono d'accordo basta che il presidente della regione non sia Formigoni o un ciellino come lui. Abbiamo bisogno di politici onesti. Dobbiamo rottamare una intera classe politica.
    • mara rinaldi 3 anni fa
      Condivido in pieno, anche se vorrei farti notare che le mani lunghe non difettano neanche a quelli della Lega Nord
  • Savio1 3 anni fa
    Per una Lombardia sana e robusta mandiamo via i Longo lanzichenecchi . Per una Italia normale mettiamo in prigione tutti i ladri associati alla politica, liberiamo i ladri comuni perche' sono recuperabbili.
  • gianpiero m. Utente certificato 3 anni fa
    In questi giorni è stato approvato il Bilancio dell'Unione Europea. Con grande sorpresa ho rilevato che l'Italia, nonostante il PIL sia negativo (siamo in recessione) è tenuta ad un maggior contributo di circa 800 milioni di euro. (Il pagamento è stato spostato al 2015!) La notizia è alquanto allarmante: i ns. politici non dicono nulla. La stampa sull'argomento tace. Ho fatto una piccola riflessione e ho capito la ratio di quell'aumento di contribuzione per l'Italia: Vi ricordate - qualche mesa fa - la strabiliante notizia dell'aumento del PIL italiano per effetto delle nuove disposizioni europee che includono nello stesso le c.d. attività sommerse: droga, prostituzione, corruzione? Renzi esultò per la notizia "positiva" sul PIL, ma non ci disse quale era la conseguenza, che solo ora conosciamo e che graverà nuovamente sui cittadini con altre tasse da pagare. Anche l'Inghilterra avrà un aumento di contribuzione, ma a fronte di un aumento reale di PIL. Parlamentari 5 Stelle, diamo evidenza in Parlamento a questo argomento e invitiamo il Governo ad intervenire a Bruxelles per lo storno di questo assurdo balzello. Cameron sta facendo fuochi e fiamme per non pagare. E noi cosa facciamo? G.Mazz.
  • d'alessandro bruno 3 anni fa
    Non serve a niente.
  • antonio camisassi Utente certificato 3 anni fa
    e voi sareste BATMAN. Abbiamo fulgidi esempi dei soldi spesi dalle regioni. La soluzione vera è ridurre drasticamente le tasse e lasciare libera iniziativa alla intraprendenza dei singoli.
  • alvise fossa 3 anni fa
    AVANTI COSI' 5 STELLE LOMBARDIA
  • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
    A fianco L'Editoriale N°49: Il Sutra del Cuore. Per il Buddhismo fondamentale è il Sutra del Diamante ( il diamante tagliente che recide l'illusione). Come le stelle, un difetto della vista, come lampada, Un finto spettacolo, gocce di rugiada, o una bolla, Un sogno un lampo balenante, o una nuvola, Così si dovrà vedere ciò che è condizionato.
  • Max Weber Utente certificato 3 anni fa
    Causa assenza, leggo ora tutti i commenti di ieri, uno in particolare mi ha colpito, questo: A GRAN PARTE DEGLI ITALIANI INTERESSA SOLO MORIRE DEMOCRISTIANI Chiunque speri che le scoperte di queste infamie inducano gran parte degli italiani a votare M5S, si sbaglia di grosso; essi sono, saranno e moriranno democristiani. Essi non sono come il peso che aspira solo a scendere e per quanto lo si soddisfi egli non sarà mai soddisfatto e sempre vorrà scendere ancora. Essi possono essere saziati! Volete saziarli? Aiutateli a soddisfare il loro più profondo desiderio: MORIRE DEMOCRISTIANI! 10.12.14 01:32| Provo meraviglia nel vedere che nessuno lo abbia commentato, anche se il concetto espresso lo meritava, meritava di più invece, soffermarsi sull'esempio allegorico del peso, in esso contenuto. Chi fa uso di particolari citazioni nell'esemplificare determinati concetti, possiede una mente culturalmente raffinata, ancor di più nello specifico, se pensiamo che il saggio da cui viene estrapolato l'esempio, è semi sconosciuto così come il suo autore. Solo una ristretta nicchia di persone, intellettualmente capaci lo conoscono e lo leggono. Carlo Michelstaedter, un intellettuale, scrittore e filosofo, anche a me molto caro. Grazie Max.
    • Alberto Ragazzi Utente certificato 3 anni fa
      ormai la sinistra non c'è più, tranne qualcuno che è rimasto, tutti gli altri fanno parte della piramide capitalista sono posizionati qua e là che in vetta, come sul Cervino, c'è poco spazio e stanno in pochi poichè non possono decidere del loro futuro, credono e dicono, di volta in volta, di essere di sinistra, mentre pensano e agiscono di destra, fino ad inventarsi un centro per cercare di stare tra i molti che abbiano un peso decisionistico negano a loro stessi ogni speranza di un giusto futuro non volendo riconoscere che, nella piramide, la loro vita non ha valore ma non sono capaci di uscire dal mucchio e vivere liberi allo stesso livello di ogni altro cordiali saluti
    • Karlmarx 3 anni fa
      si saranno stufati di leggerlo. inconsistente. meglio Charles Dickens
  • Paolo Rivera Utente certificato 3 anni fa
    .
  • Karlmarx 3 anni fa
    s'è svegliato stirn3r. bella la vita eh?
  • Alessandro G. Utente certificato 3 anni fa
    Che parliate di Irap quale strumento di fiscalità locale mi fa solo rizzare i capelli. L'Irap è un abominio che esiste solo in Italia per far pagare tasse alle aziende in perdita, è nato per quello. In Svizzera funziona così: le tasse sono pagate al Cantone (Regione) ed al comune e questi versano una quota (10% mi pare) del gettito allo Stato per le sue funzioni, difesa, giustizia, esteri, parlamento e basta. Ogni Cantone (Regione) campa con i suoi soldi, se è amministrato bene attirerà cittadini ed aziende, se è amministrato male le aziende fuggiranno. Gli aiuti tra aree ricche e povere esistono solo all'interno del Cantone, quindi per tornare alla Vostra ipotesi, la Regione Lombardia non deve finanziare i 600 milioni di debito del Comune di Roma, i 25.000 dipendenti regionali siciliani, i 30.000 forestali siciliani, ecc. L'aliquota Iva massima in Svizzera è dell'8% (in Italia al 22% e si prevede un aumento al 25%), l'aliquota delle imposte sul reddito è del 20% circa (varia a seconda del Cantone). Fatti i debiti confronti è ovvio che il modello svizzero è un modello di successo e funzionante, il modello italiano è un totale fallimento. Il residuo fiscale delle regioni del Nord Italia è di 100 miliardi, la spesa pubblica italiana è di 800 miliardi, tanto per capire i numeri.
    • nollo rossanna 3 anni fa
      il fatto è che in italia i politici sono tutti ladri, i sindaci idem, i consiglieri idem, fino ad arrivare a quello che pulisce i cessi al parlamento o in comune e perciò dobbiamo pur mantenerli? mettici poi il business dei clandestini, i finanziamenti delle guerre degli altri, la sicurezza del cittadino inesistente ecc. ecc. non funziona nulla...grillo poteva cambiare qualcosa ma ha preferito mettersi all'opposizione e lasciare che quel verme di renzi si alleasse con berlusconi e ora possiamo solo continuare a peggiorare sempre più vicini al defualt quello che vuole grillo ...peccato che i suoi elettori hanno capito il giochetto e lui ha perso il treno IO NON LO VOTERO MAI PIU'
  • Rosa Anna 3 anni fa
    Ne favorevole ne contraria Purché il sistema di spesa venga blindato da forme di controllo più severe Che.sono state dismesse dopo gli anni novanta del secolo scorso. Anziché aggiungerne di migliori Per esperienza di un lavoro svolto negli anni 70 Il sistema delle forniture al ministero dell'interno con funzionari attenti e scrupolosi. e regole certe non permettevano trasgressioni Allora non esistevano privatizzazioni o le società di comodo partecipate e c. Non sono statalista, ma come si dice nemmeno un cane muove la coda gratis
  • Ᾱrjυnα Utente certificato 3 anni fa mostra
    Finanziamenti per i ROM finiti nelle tasche di Mazzetta Nera...anzi no, qualcosa i ROM si son presi: 🎺 🎶 "prendi questa 🎤 🎷in mano 🎵 🎹Zingaraaa!"🎸
    • Ᾱrjυnα Utente certificato 3 anni fa mostra
      aggiorna almeno a Windows 98 ahahah
    • Rio Savè Utente certificato 3 anni fa mostra
      io vedo dei quadratini bianchi :)
  • Rio Savè Utente certificato 3 anni fa mostra
    Travasglio
    • Ᾱrjυnα Utente certificato 3 anni fa mostra
      Non passa proprio: a NOI...ad ALTRI passa, eccome. Dannati algoritmi!
    • Rio Savè Utente certificato 3 anni fa mostra
      Scritto in maniera corretta, A ME, non passa
  • alberto arnoldi 3 anni fa
    Mi associo all'appello al M5S che Flores D'Arcais fa sul sito di Micromega: http://temi.repubblica.it/micromega-online/legge-elettorale-roma-presidente-della-repubblica-il-m5s-deve-essere-decisivo-dipende-solo-da-lui/ Dobbiamo al più presto organizzare dibattito e votazione online su Roma, legge elettorale e Quirinale poichè è evidente che il governo Renzi abbia ormai i giorni contati. Dimostriamo che la vera Democrazia Diretta è il faro del Movimento Cinque Stelle.
  • alvaro delfi 3 anni fa
    signori stiamo affondando e questi delinquenti fanno finta di nulla oggi 10/12/2014 il mio socio mi ha detto andando al dispensario dove lui ritira le medicine che gli spettano per il diabete hanno dato la meta a tutti in quanto non hanno piu soldi dunque ce veramente da preoccuparsi poi dopo aver sentito junker che ci fanno neri ma che cazzo vogliono distruggere le nazioni le economie da mquando ce questa europa siamo andati indietro come i gamberi la gente comune non ha più soldi da spendere questi vogliono arrivare che la gente scende in piazza a votare non ci fanno andare ora hanno veramente paura
  • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
    GRILLO HA DISTRUTTO IL PD!!!!!!!!!!!!!! ^_^
    • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
      LA REALTA' IRROMPE ALDILA' del racconto propagandistico dei media corrotti, non si preoccupavano degli scontrini del M5S i Carminati e i Buzzi.... Ma và? ^_^
    • oreste M, (:★★★★★) Utente certificato 3 anni fa
      Renzi chiederà i danni! Hahhahha.. ^_^
  • Salvo E. Utente certificato 3 anni fa
    Mafia Capitale, Buzzi a Carminati: “Grillo ha distrutto il Pd, noi non ci stiamo più”. Ecco come veniva percepita l'ascesa del Movimento 5 Stelle.. un pericolo per il malaffare, sapevano che con il M5S il magna magna finiva... ma poi a vanificare questo pericolo chiamata ONESTA', ci hanno pensato gli ITALIANI con il voto!!! SIAMO DEI MISERABILI!!!
  • pino 3 anni fa
    Ci sono da considerare inoltre quanto sopravvenuto con le direttive europee a favore delle regioni di tutte le nazioni. Alla quale ci sarebbe da denunciare politicamente le disuguaglianze e disparità tra queste regioni che privilegiano di vantaggi competitivi anche nel mondo finanziario delle partecipazioni in aziende pubbliche e bancarie che li esclude dal tetto del 3%. Molte regioni tedesche hanno questi vantaggi e nessuno lo denuncia. La Volkswagen è un'azienda a partecipazione regionale al 20% circa dalla Bassa Sassonia, che ha dato ai suoi 90.000 dipendenti un bonus di 7.500 euro. Oltre 1700 Sparkassen e molte banche cooperative e molte Landesbanchen che sono di comproprietà delle Regioni Federate Tedesche di diritto pubblico ma si presentano sul mercato come banche d'affari e di cui solo alcune sono state sottoposte ai stress test dagli Ispettori della BEI. Trattamenti di favore che sfavoriscono gli investimenti nelle regioni Italiane rispetto a quelle tedesche! Quindi l'uscita dall'Euro non è l'unica necessità dato che la legislazione europea sul fallimento bancario è in partenza dopo che i cittadini europei hanno sborsato ben oltre 400 miliardi di aiuti di cui solo 6 quelle effettuate alle banche italiane. Forse questo è il momento migliore per alzare la posta o sbattere la porta.
    • Beppe A. Utente certificato 3 anni fa
      bravo..questi sono numeri e disparita' economiche palesi fra un'europa cosidetta unita che a debite proporzioni fa impallidire i casi di ruberie di cui si occupa il mainstream e mina i principi demmocratici fondamentali.. e nemmeno tanto a caso probabilmente..
  • luciano passalacqua Utente certificato 3 anni fa
    in questi ultimi tempi(stando a fantomatici sondaggi)abbiamo perso consensi..e perche abbiamo perso consensi? i media e i critici dicono perche non andiamo in tv,perche vi sono faide interne,perche' diciamo sempre no..sara' vero?ma alla luce degli ultimi avvenimenti cosa si deduce? che il pd raccttava voti di rom ed extra comunitari,(da li sembra le primarie truccate)il pdl perde (sempre stando ai sondaggi) decine decine di migliaia di voti)la lega,pur dicendo i temi nudi e crudi che interessano al popolo acquista fiducia..e dunque? i vari expo', mose,mafia capitale,terremotati dimenticati,alluvionati presi in giro con promesse e mai mantenute,cosa dovrebbero insegnare?e se il popolo continua sulla vecchia strada non c'è che una verita' i voti si vendono,si mercanteggiano,perche' il popolo è alla fame..unica soluzione,non accordarci con nessuno e mandarli tutti a casa,in attesa di persone nuove e migliori degni del nome "persone oneste"
  • Zampano . Utente certificato 3 anni fa
    FUORI DALL'EURO! ECCO I BANCHETTI DOVE FIRMARE: https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=zXvnsaKTPHyU.kllhtABylZho
  • SEINELLANIMA *** Utente certificato 3 anni fa
    @Beppe che dire dei 5????? non potevi scegliere meglio!!!!!
    • Enzo Chiesino Utente certificato 3 anni fa
      Beppe ha sempre ragione. Tieni acceso il lume su di noi. W M 5 * * * * *
  • luciano passalacqua Utente certificato 3 anni fa
    infiltrati o meno,troll, e persone con poche idee ma tanta lingua ..non pensate che sia il momento giusto per smetterla di criticare?a molti sembra che non vada mai bene nulla,pensate solo a cio che combinano gli altri partiti,dovreste ringraziare grillo di averci svegliato..e tutte le cose pre annunciate si stanno avverando..e comunque e' meglio allontanare qualcuno che non fa cio per cui e' stato eletto ,piuttosto che tacere e trovarsi dei ladri e corrotti nella propria casa(vedi pd-pdl)
  • lore i. Utente certificato 3 anni fa
    FEDERALISMO FISCALE. Un uomo muore, i figli, vanno dal parroco per farsi fare il preventivo per il funerale: Il parroco: 100 il carrozzone, 100 la banda,100 i fiori, 200 al reverendo. I figli non possono spendere questa cifra. Il parroco: e vabbè, facciamo 50 il carrozzone, 50 la banda, 50 i fiori, 200 al reverendo. I figli dicono che è ancora troppo. Il parroco: facciamo 25 la carriola, eliminiamo la banda, i fiori raccoglieteli in un campo, 200 al reverendo
    • Zampano . Utente certificato 3 anni fa
      La storia si conclude con i figli che inseguono il reverendo. Defunto incluso e armato di pala...
  • luciano passalacqua Utente certificato 3 anni fa
    ma non si potrebbe andare in piazza,sopratutto a roma e mettere dei cartelli inerenti alle malefatte combinate in questi ultimi tempi dal pd/pdl?vagonate di fango(meritato)su coloro che sembrano dei veri san francesco,ma che in fondo non sono altro che volgari cialtroni a scapito del proprio popolo
  • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
    Certo che,a senti' Bonvesin de la Riva,'nder '300 i meneghini erano davero tosti...ar top...'nder '300 ripeto... http://youtu.be/rTcSMUXyicE
    • pabblos 3 anni fa
      ho dovuto aprire l'ufficio anagrafe personale... sorry
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      E' normale;puro all'apparizzioni...ma,nun ne capitano mai...manco una...
    • eggià 3 anni fa
      :) attento alle apparenze...
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      Te stavo,già,pe' manna' affan...ma,poi,ho cliccato er link...
    • https://www.youtube.com/watch?v=zy4M6su9oNY 3 anni fa
      poi arrivarono i meridionals?
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      Scoperto l'arcano;l'amministrava 'n calabbrese...
  • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
    Se per federalismo fiscale si intende la possibilità per ogni membro della federazione di essere fisco ovvero di imporre tasse che non fluiscono alle casse centrali allora il federalismo fiscale non esiste (e non è detto che sia una cosa sempre cattiva). Se per federalismo fiscale si intende spendere sul territorio il 100% di quanto lo stato incassa localmente allora tale federalismo non esiste. da wiki: "Il cosiddetto Fisco Federale è attuato nel Trentino-Alto Adige, la cui autonomia sancita dallo statuto negli anni settanta, prevede un'ampia autonomia finanziaria e legislativa, le province ad autonomia speciale trattengono i nove decimi di TUTTE le entrate tributarie erariali (anche sui tabacchi, benzina e marche da bollo), particolare autonomia anche sui servizi in genere affidati al potere centrale quali: scuole, viabilità, infrastrutture." Ci sarà il federalismo fiscale quando le regioni saranno tutte a statuto speciale, per il momento la riforma del titolo quinto non permette di fare molto. Ogni servizio statale può essere centralizzato, ma bisogna chiedersi se tale centralismo conviene: ad esempio per la difesa appare ovvio che avere un solo esercito è meglio per la difesa da attacchi stranieri inoltre impedisce alle regioni di guerreggiare fra loro ma toglie la possibilità di negare localmente soldati per missioni di guerra all'estero. Teniamo presente che l'amministrazione locale commettendo 20 piccole corruzioni regionali rischia molto di più di una sola corruzione a roma (che i magistrati abbiano gli occhi foderati di prosciutto anche localmente o timor di mafia è un'altra storia): teoricamente il localismo non dovrebbe favorire la corruzione poichè cogliere con le mani nel sacco piccoli criminali è più agevole di quelli grandi e alla fine la somma delle pene inflitte è molto molto maggiore. Germania Svizzera Austria e Belgio sono Stati federali, l'Italia non è uno stato federale.
    • Zampano . Utente certificato 3 anni fa
      Costituzionalmente parlando, guarda che il nostro regionalismo equivale al loro federalismo, solo che noi anzichè stati le chiamiamo regioni, le quali sono suddivise a loro volta in province, comuni, citta metropolitane ed enti, i quali hanno ciascuna autonomia legislativa, finanziaria, ecc. Il titolo V ha distrutto il nostro Paese, in quanto è finito, spicchio a spicchio nelle mani dei furbetti del quartierino (soprattutto partiti) i quali, come tu sai, essendo liberi di agire in base alle modifiche di legge del 2001, soprattutto non controllati da un potere estraneo centrale, hanno fatto man bassa di soldi attraverso tasse e fregature varie...
  • Silvio . Utente certificato 3 anni fa
    Fuori tema PD basta la parola!* *per dar di stomaco o, in alternativa, andar di corpo! ** ma come fanno ancora votarlo un partito del genere? chi lo vota è complice del disastro, o ignorante patentato.
  • claudio n. Utente certificato 3 anni fa
    Bene. Il Post-comunicato mi sembra chiaro ed esplicito. Quella è la via maestra da seguire. No secessione che fa rima con devastazione. Ma passi piccoli e ben calibrati nella giusta direzione. Avanti tutta, mi sento di dire.
  • oreste M, (:★★★★★) Utente certificato 3 anni fa
    Lo Stato è Mafia. Quindi pretende il pizzo da Regioni e Comuni!
    • oreste M, (:★★★★★) Utente certificato 3 anni fa
      Zampano, forse non mi sono spiegato.... non intendevo solo Roma ostato centrale...proprio l'Italia dalla Vetta d'Italia alla Sicilia. Ma sopratutto dove scorre il denaro se pubblico ancora meglio. Ciaooo.
    • Zampano . Utente certificato 3 anni fa
      Caro Oreste la mafia non è centrale, ma è dispersa grazie alle modifiche al titolo V, che ha liberato le regioni da un forte controllo esterno. Adesso senza uno Stato centrale che si opponga, la criminalità riesce a manovrare con maggiore facilità i soldi delle regioni. Inoltre in ogni regione ormai c'e' un tipo di mafia' diversa, direi locale. La mafia di Roma ha caratteristiche sue, e lo stesso si può dire di quella che agisce in Lombardia, Calabria, ecc. Solo uno Stato forte e non diviso può combatterla. Ma lo Stato forte è entrato in coma circa quarant'anni fa e dopo le modifiche del 2001 può dirsi defunto...
  • luciano passalacqua Utente certificato 3 anni fa
    alcune considerazioni..1°,non entro nel merito se innocente o colpevole,ma per i media,e per l'opinione pubblica la mamma di ragusa è gia colpevole senza nessun tipo di processo..ricordatevi di unabomber italiano, per tutti media era colpevole,ha perso moglie,figli e affetti,non che,il lavoro..dopo anni d'indagini, lo hanno dichiarato estraneo ai fatti(???)2° la mafia di roma,dopo diversi anni di intercettazioni telefoniche,pedinamenti,fotografie compromettenti,versamenti illeciti,raduni piu o meno mafiosi,tangenti e corruzioni varie,vengono indagato e arrestati moltissime persone a roma..dunque tutti si proclamano innocenti,i partiti si scagliano gli uni verso gli altri,proclamando la propria estraneita'..ma la domanda è?le nostre forze dell'ordine sono diventati pazzi e indagano a vanvera ,oppure sono nel giusto e non serve tutto questo teatrino dei media/talk..in piu rivolto a tutti i partiti coinvolti,invece di cercare scuse,non sarebbe meglio che chiedano scusa a tutto il popolo italiano?..comunque tutto questo che per dire,che al di la dei fatti e misfatti i media e molti opinionisti della tv,fanno piu danni che le stesse storie..
  • marina angelini Utente certificato 3 anni fa
    Una Comunità di sana e robusta costituzione, senza capi nè padroni, dove le regole di convivenza sono stabilite dalla coscienza collettiva e condivisa, senza alcun tipo di prevaricazione di un soggetto su un altro ? Perbacco... una Comunità a 5 Stelle!!!!! http://italianimbecilli.blogspot.com/2011/08/urupia-la-comune-anarchica-italiana-dal.html ^__^
  • amoreprioritario ..., roma.. Utente certificato 3 anni fa mostra
    Ma come le Regioni si sono mangiate sto mondo e quell'altro e voi volete dargli altri soldi? Il Titolo V va urgentemente riformato in modo che la gestione di tutte le competenze (tranne le sagre regionali) torni allo Stato Centrale Cosi i Papponi che amministrano le regioni Lombardia compresa saranno costretti a tornare a lavorare
    • oreste M, (:★★★★★) Utente certificato 3 anni fa mostra
      Zampano, io sono sempre stato contro le regioni,una sovrastruttura inutile,ma efficace per mafia e Politici...poltronificio e basta. Il signore sopra lo mando sempre lì...a prescindere,manco leggo i suoi commenti...tanto più che di solito sono sempre contro il movimento. Ci manca che dica che le regioni sono opera di Grillo. Ho sempre sostenuto che i comuni debbano essere la cellula della democrazia diretta. Le regioni sono da abolire,ma non lo hanno fatto. Vedrai che Tutte queste strutture,marce sino all'osso,scoppieranno e rimarranno solo i comuni onesti...quindi siamo solo all'inizio di una guerra che finirà solo quando i cittadini potranno votare e scegliere i loro rappresentanti. Scusa lo sfogo,ma il troll sopra non lo leggo mai. Ciaoo,spero di aver chiarito la mia posizione.
    • Zampano . Utente certificato 3 anni fa mostra
      Oreste amoreprioritario ha ragione. Non ho intenzione di convincerti, ovviamente, ma ti invito a guardare le cifre spese (in realtà sprechi) dalle regioni prima e dopo che entrasse in funzione la legge del 2001, la quale gli ha concesso ampia autonomia di spesa. Vedrai che mi darai ragione, perchè grazie a quella stupida modifica costituzionale voluta da destra e sinistra, le regioni hanno fatto spese inutili sempre piu' crescenti. Alcune, gestite da furbetti, sono arrivate a garantire la pensione persino a chi aveva compiuto 40 anni di età! Con lo Stato centrale certe porcate erano contenute.
    • oreste M, (:★★★★★) Utente certificato 3 anni fa mostra
      ma va a cagher!
  • Davide Marini 3 anni fa
    Ottimo
  • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
    Marino chiede al papa di pregare per Roma.. " grazie a dio sono ateo!" Woody Allen
  • SEINELLANIMA *** Utente certificato 3 anni fa
    E' I M P O R T A N T E per segnalazioni di "denuncia" come detto ieri dall'Onorevole DI BATTISTA mafiacapitale@movimento5stelle.i importantissimo!!!!!!! ^:^:^uno sportello al servizio dell'onestà^:^:^
    • SEINELLANIMA *** Utente certificato 3 anni fa
      .it ovviamente
  • Carlo C. Utente certificato 3 anni fa
    Orfini: «Userò la ruspa nel Pd, ogni iscritto va verificato». Bene ! Cominciate a buttar fuori I condannati anche in primo grado....
    • salvatore . Utente certificato 3 anni fa
      Se usa la ruspa per tutti gli iscritti non rimarrà nemmeno 1.
    • Eposmail. ,, Utente certificato 3 anni fa
      ...sta costruendo un altro...ecomostro?
  • Butta La Pasta Utente certificato 3 anni fa
    Un movimento con una base di tante idee anche talvolta contrastanti tra loro può essere unificato solo con tappe chiare coagulanti le diverse espressioni su fini primari. Accettare e aprire altri fronti porta alla confusione con il ritorno alle origini, questo può essere un bene come un male. Un bene se si riconosce che alcune posizioni iniziali erano state prese frettolosamente allo stato contingente del tempo in sui furono elaborate. Un male se si segue la corrente, perchè non rispettando i propri principi si tradisce chi ha creduto. Tutto questo non vuole rivolgere nessuna critica, ma vuole essere solo un'opinione disinteressata.
  • Patty Ghera Utente certificato 3 anni fa
    Il segreto delle primarie Pd: dammi questo voto, zingara Dopo i cinesi, ecco anche i rom democratici. I ras rossi vanno a bussare pure negli accampamenti della desolata periferia romana È l'avvilente colonna sonora delle primarie Pd: dammi questo voto, zingara. Dopo i cinesi, ecco anche i rom democratici. Una rom vota per le primarie del Pd Il partito di Renzi non si fa mancare nulla e i ras rossi vanno a bussare pure negli accampamenti della desolata periferia romana. La foto dell'aprile 2013 è un sigillo sul sacco capitale, ma l'anno scorso questo era solo un sospetto. Ora l'inchiesta sulla Mafia romana illumina l'intreccio tra partito e coop: la farsa era organizzata. Vizi antichi per il solito scambio di favori. L'eterna ricetta del vecchio Pci che cambia nome per non cambiare niente.
  • Patty Ghera Utente certificato 3 anni fa
    Per un'Italia di sana e robusta Costituzione. Se il Lazio e tutto il meridione fossero come la Lombardia......
    • Rio Savè Utente certificato 3 anni fa
      .... e già! http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2014/03/12/1038280-Santa-Rita-Brega-ergastolo.shtml
    • https://www.youtube.com/watch?v=2mrQJhRU8Ss 3 anni fa
      Patty, e datte pace, essù
  • vincenzodigiorgio digiorgio Utente certificato 3 anni fa
    Basta con i giochetti ! Andare così in televisione è controproducente ! Sembriamo gente con la puzza sotto il naso o timidi e indecisi verginelli che soffrono a stare sotto i riflettori ! Ciò che la massa percepisce è questo messaggio negativo in ogni caso e la lascia perplessa , e non ci vota . Noi non partecipiamo , non siamo liberi , ci atteggiamo ad elite e questo alla gente comune non piace . Il popolo guarda alle nostre strane apparizioni come eccentriche manifestazioni di snobismo politico : brutto messaggio ! E' così difficile capire che tale atteggiamento da l'impressione di un estraniarsi dalla lotta ? Dobbiamo scendere sul campo di battaglia e combattere come gli altri , non dare la sensazione di aspettare come avvoltoi che finisca la lotta per poi banchettare .
  • https://www.youtube.com/watch?v=UosqUTJrJj0 3 anni fa
    1 ?
  • Ᾱrjυnα Utente certificato 3 anni fa mostra
    Mo non venitemi a dire che interventi alla Di Battista di ieri a Ballarò ci fanno perdere le elezioni eh!!! E un altra cosa: forse è meglio non dare in pasto pronuciamenti "siTV/noTV"...va proprio bene così.
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa mostra
      :)
  • Alessandra R. Utente certificato 3 anni fa
    Sono quasi sempre in accordo con le scelte strategiche del M5S, ma questa volta proprio no. Le amministrazioni regionali hanno largamente dimostrato che la gestione di grossi capitali da parte delle Regioni (voluto con la devolution) è un fallimento colossale. Forse la più dannosa riforma fatta in Italia. E' ovvio che 21 centri di spesa sono molto meno controllabilii di 1 solo. Inoltre trovo assurdo, in un paese piccolo come l'Italia, che ogni regione può farsi le proprie regole su tantissimi argomenti, legati alla vita quotidiana della gente. Cioè a Roma posso fare le cose in un modo, se vado a Firenze le faccio in un altro, a Napoli in un'altro ancora e così via. Invece di andare verso una semplificazione della burocrazia, così si va nel verso opposto. Infine, trovo che una riforma del genere porterà ad amplificare le già oggi molto evidenti disparità tra nord e sud.
    • Zampano . Utente certificato 3 anni fa
      CARA ALESSANDRA CONCORDO TOTALMENTE, CI SARANNO PIU' SQUILIBRI DI PRIMA. INOLTRE I CENTRI DI SPERPERO ATTUALMENTE NON SONO 20, MA MOLTI DI PIU' SE OLTRE LE REGIONI CONSIDERI PROVINCE, COMUNI, CITTA' METROPOLITANE, ENTI VARI ECC. TUTTI GESTSICONO SOLDI DI STATO. SI STAVA MEGLIO PRIMA CHE VENISSE INTRODOTTA QUESTA PORCATA DELLE MODIFICHE AL TITOLO QUINTO...
  • Bruno L. Utente certificato 3 anni fa
    E nessuno lo sapeva in questo Parlamento di ladri?! Nemmeno quei sapienti della Lega! Grazie al M5S si è cominciato a capire qualcosa. Grazie.
    • logicadamore .., roma.. Utente certificato 3 anni fa
      Ma come le Regioni si sono mangiate sto mondo e quell'altro e voi volete dargli altri soldi da spendere?Altro che robusta costituzione,il titolo V va riformato e deve tornare tutto nelle mani dello Stato Centrale.Cosi i papponi delle regioni saranno costretti a tornare a lavorare
  • calamandrei giggetto 3 anni fa
    ...tutte belle cose, ma allora perchè in Calabria quella stessa regione che costituzionalmente è uguale alla Lombardia ha sfornato una legge elettorale con lo sbarramento discriminatorio per il M5S dell' 8% ? Quante altre leggi ogni regione potrebbe farsi ad hoc ? Dove finirebbe l'unità d'Italia ? Forse sarebbe il caso di capire meglio cosa consentire alle regioni( che mostrano aumentata la stessa malattia dello Stato Centrale ), e cosa invece dovrebbe essere esclusiva competenza dello Stato.
  • Aldo 3 anni fa
    SI E' COMINCIATO CON: 1 - proteggiamoci dall'immigrato; 2 - poi fuori dall'euro; 3 - ora che le regioni facciano da sè; 4 - domani? Se è vero che PD=PD-L, è sempre più vero che anche M5*=Lega!!!!! E' proprio finita, non ce la faremo mai!!!! P.S.: quando scenderà in campo il trota di Casaleggio??????
    • oreste M, (:★★★★★) Utente certificato 3 anni fa
      ecchine n'artro da mandare a cagher!
    • Zampano . Utente certificato 3 anni fa
      HO L'IMPRESSIONE CHE TU NON SEGUI MOLTO IL M5S, SE FAI QUESTI ERRORI...
  • Zampano . Utente certificato 3 anni fa
    LA SECESSIONE E' DESIDERATA DA QUELLI COME TOTO RIINA E DALLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA, COME CI RICORDANO ANCHE I DISCORSI DI DE GENNARO, FALCONE E BORSELLINO. L'ITALIA HA BISOGNO DI UNO STATO FORTE, UN POTERE CENTRALIZZATO NON DISPERSO, PERCHE' LE REGIONI (PROVINCE, COMUNI, ENTI ECC), DA QUANDO C'E' STATA LA MODIFICA AL TITOLO V, HANNO SPERPERATO PIU' DEL DOVUTO E FAVORITO NEPOTISMO, CLIENTELE E ILLECITI DI OGNI GENERE.
  • roberto tamagna Utente certificato 3 anni fa
    Lodevole ed intelligente iniziativa dei nostri ragazzi in regione lombardia, questa è la dimostrazione di cosa si può ottenere se nelle istituzioni sono presenti persone in gamba ed oneste. Questa potrebbe essere l'inizio di una rivoluzione nel modo di amministrare le regioni; da un punto di vista politico evidenzia l'incapacità, la pigrizia o, forse, il dolo, degli amministratori dei partiti tradizionali in questi ultimi anni.
  • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
    Nicola Morra 39 min · Elettori PD, avete votato per avere un taglio dei fondi europei? ‪#‎SindromeDiBruxelles‬ Non credo, almeno consapevolmente. Eppure è quanto sta avvenendo: dimezzamento dei fondi per il sud e la perdita di circa 30 miliardi di euro! Ma allora Grillo non era così pazzo quando a Bruxelles chiese di non inviare più fondi all'Italia. Fondi che vanno ad alimentare mafia, partiti e corruzione. Tutti, tranne i cittadini onesti. Come ho fatto parlando del flop del 2 per mille ai partiti, preferisco -le rare volte in cui è possibile- riportare le dichiarazioni di personalità esterne al M5S, sperando che una voce terza venga più facilmente ascoltata da chi non vota per il Moviemtno. È Corrado Passera in una nota (http://lacnews24.it/…/-fondi-europei-la-calabria-rischia-di…) a spiegare che: «Il Governo ha deciso, di comune accordo con la Commissione europea, di confermare il dimezzamento del cofinanziamento per gli interventi in Calabria, Campania e Sicilia passando dal 50% al 25%”. A questo taglio va sommato il rischio di perdita definitiva dei fondi 2007-2013 non utilizzati. La motivazione è l’INCAPACITA' DI SPESA DIMOSTRATA. Si tratta, quindi, di circa 30 miliardi di euro che dovranno essere restituiti alla Ue. Ha ancora senso alimentare l'Europa per avere indietro dei soldi che a nostra volta restituiremo? E in tutti questi passaggi, quanti miliardi vengono sprecati o rubati? Il Prof. Perotti in passato tra i consiglieri economici di Matteo Renzi (altra voce esterna al M5S) ha commentato la posizione del Movimento parlando al Fatto Quotidiano: "ha ragione da vendere, sono solo soldi che alimentano la mafia, ma non solo: una mangiatoia pazzesca per sindacati, assessorati regionali e provinciali. La metà si occupa solo di gestire questi fondi". Prendendo come dato di fatto che l'Italia è finanziatore netto della Ue, sarebbe un buon passo in avanti "rinunciare ai fondi - che ci costano 5-6 miliardi di euro l'anno - e in cambio d
    • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
      e in cambio diminuire per lo stesso importo gli stanziamenti che diamo al bilancio europeo. L'effetto netto è zero" e le risorse così liberate potrebbero essere investite per attività produttive e di stimolo ai consumi depressi". Da disinformati si è vittime, da informati si è complici. A meno che non si sia vittime della sindrome di Stoccolma, che in questo caso rinominerei #SindromeDiBruxelles.
  • T. Russo 3 anni fa
    Ma quali legittimi proprietari ? La proprietà è un istituto giuridico, disciplinata dalla legge (e tutelata dalla Costituzione).Non esiste, invece, in natura, che produce beni alimentari per tutti, senza chiedere nulla in cambio. i "cittadini" sono tali perchè "creati dalla civitas" e sono in stretto rapporto con questa, ma in realtà essi sono soltanto degli ominidi evoluti, che ora camminano su due gambe anzichè su quattro, come fino a poco tempo addietro. Il territorio è, perciò, di tutti, così come le ricchezze. Il riparto delle competenze tra lo stato centrale e le regioni va indubbiamente rivisto, soprattutto in materia fiscale (per eliminare almeno le plurime imposizioni degli stessi beni), ma prima di tutto bisognerà rifondare la Comunità generale, altrimenti si alimentanno solo altre ruberie (mafia capitale è solo uno spillo del sistema).
    • maurizio cottini 3 anni fa
      Scusate, facciamo bene i conti, in Italia,vivono di sola politica 5 MILIONI di persone ( stato centrale,regioni,province,comunità montane ecc.) con tutti i relativi privilegi e ci costano mediamente 50000,oo euro cadauno al MESE. Siamo purtroppo al punto in cui non è più il SOVRANO a ricevere benefici dai sudditi,ma è esattamente il contrario.Credo che con 8000 comuni e 200000 politici, in ITALIA, si potrebbe fare molto di più e stare molto meglio tutti quanti!!! Se vuoi saperne di più ...scrivimi.....
  • yujiza inesilio Utente certificato 3 anni fa
    ...eh be'! Condivido e quoto! RingraziandoVi. :)
  • claudio n. Utente certificato 3 anni fa
    Ti amo Terrone. Terrone Italiano che amo. Cliccate schermo intero. arrivate in fondo e poi cliccate su "pubblico di merda" Ciao http://clausneghe.blogspot.it/
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      Amarena?? http://youtu.be/TMCDcxggq1s
  • Enzo Chiesino Utente certificato 3 anni fa
    La secessione non serve a nulla, sarebbe un ammettere il fallimento dello stato, un lasciare libero arbitrio alla mafia e accoliti. Bisogna cacciare tutti i politici , rinnovare i dirigenti , inserire persone oneste . W M 5 * * * * *
  • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
    quello di cui si parla nel post (anche il precedente) è solo uno dei tanti, troppi esempi che si potrebbereo fare in tutti i campi c'è qulcosa che non funziona più (e se mai ha funzionato) nel rapporto tra gli uomini si sbagliano le valutazioni, i giudizi, le soluzioni, le interazioni manca ormai un minimo di senso dell'etica ovunque ognuno, nel suo piccolo, nel suo ambito, secondo le proprie possibilità, dovrebbe operarsi per migliorare questa situazione mantenere lo status quo in momenti come questi spesso è solamente deleterio grande DiBa in TV (e che serva da esempio ed incentivo) noi attivisti da tastiera cosa possiamo fare (oltre il resto che già facciamo a PC spento)? segue nella discussione
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      13) ma soprattutto riflettiamo sul pensiero di Terzani il tempo ci sfugge di mano e non ritornerà mai ...
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      12) ed ora domandiamoci TUTTI ccme sia possibile che per postare un commento come QUESTO occorra fare uno scempio di tagli come mi è toccato fare arrivederci blog :( Cla'
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      11) http://www.sololibri.net/IMG/arton59762.jpg http://static.nanopress.it/nano2013/fotogallery/625X0/43507/bruno-ganz-qui-in-unaltra-scena-del-film-e-tiziano-terzani.jpg https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTybPB4tXKqFXpBS7IPOfW2fJ-mgbbVhzrWfWjvua1EVShtDt9v
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      10) Ma siamo fatti così: solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato, ci si rende meglio conto di come sarebbe, averlo nel presente. Ma non c'è più. Tiziano Terzani
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      8) si fa chiaramente
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      9) più limitato, capita di chiedersi come sia stato possibile lasciarne passare, distrattamente, tantissimi.
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      7) A pensarci bene, i più sono giorni così, e solo quando il numero di quelli che ci restano
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      6) giorni che passano senza nulla da ricordare, senza lasciare una traccia, quasi non fossero vissuti.
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      5) Ci sono giorni nella vita in cui non succede niente,
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      5) Ci sono giorni nella vita in cui non succede niente, giorni che passano senza nulla da ricordare, senza lasciare una traccia, quasi non fossero vissuti. A pensarci bene, i più sono giorni così, e solo quando il numero di quelli che ci restano si fa chiaramente più limitato, capita di chiedersi come sia stato possibile lasciarne passare, distrattamente, tantissimi. Ma siamo fatti così: solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato, ci si rende meglio conto di come sarebbe, averlo nel presente. Ma non c'è più. Tiziano Terzani
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      4) (che ho stampato e messo in un quadro davanti al mio PC) e che "dedico" a tutti nel senso che tutti dovrebbero tenerne conto: i politici (ma ci spero poco), gli Italiani e anche tutti noi
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      3) in conclusione vorrei citare un pensiero di un grande
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      3) in conclusione vorrei citare un pensiero di un grande (che ho stampato e messo in un quadro davanti al mio PC) e che "dedico" a tutti nel senso che tutti dovrebbero tenerne conto: i politici (ma ci spero poco), gli Italiani e tutti noi anche qui sul Blog Ci sono giorni nella vita in cui non succede niente, giorni che passano senza nulla da ricordare, senza lasciare una traccia, quasi non fossero vissuti. A pensarci bene, i più sono giorni così, e solo quando il numero di quelli che ci restano si fa chiaramente più limitato, capita di chiedersi come sia stato possibile lasciarne passare, distrattamente, tantissimi. Ma siamo fatti così: solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato, ci si rende meglio conto di come sarebbe, averlo nel presente. Ma non c'è più. Tiziano Terzani http://www.sololibri.net/IMG/arton59762.jpg http://static.nanopress.it/nano2013/fotogallery/625X0/43507/bruno-ganz-qui-in-unaltra-scena-del-film-e-tiziano-terzani.jpg https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTybPB4tXKqFXpBS7IPOfW2fJ-mgbbVhzrWfWjvua1EVShtDt9v
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      2) noi abbiamo proprosto delle migliorie (secondo il nostro punto di vista) posono essere opinabili chi lo desidera se le va a leggere chi non lo desidera non lo faccia al limite si può aprire una discussione im merito ma ribadisco il dialogo è l'unica risposta accettabile http://ilnuovoblog.xoom.it/virgiliowizard/home
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      1) cerchiamo di portare idee, soluzioni, commenti, stati d'animo e quando cerchiamo di cambiare lo status quo incontriamo delle resistenze invece di dialogare ed eventualmente confutare quanto proposto ci si limita a porre domande di garanzia del risultato: come poter rispondere se prima non si prova ? il dialogo è l'unica possibilità di risposta, non il rifiuto a priori (se si è in buona fede) il dialogo e la trasparenza ...
    • luci da Alcyone () Utente certificato 3 anni fa
      cerchiamo di portare idee, soluzioni, commenti, stati d'animo e quando cerchiamo di cambiare lo status quo incontriamo delle resistenze invece di dialogare ed eventualmente confutare quanto proposto ci si limita a porre domande di garanzia del risultato: come poter rispondere se prima non si prova ? il dialogo è l'unica possibilità di risposta, non il rifiuto a priori (se si è in buona fede) il dialogo e la trasparenza ... noi abbiamo proprosto delle migliorie (secondo il nostro punto di vista) posono essere opinabili chi lo desidera se le va a leggere chi non lo desidera non lo faccia al limite si può aprire una discussione im merito ma ribadisco il dialogo è l'unica risposta accettabile http://ilnuovoblog.xoom.it/virgiliowizard/home *** in conclusione vorrei citare un pensiero di un grande (che ho stampato e messo in un quadro davanti al mio PC) e che "dedico" a tutti nel senso che tutti dovrebbero tenerne conto: i politici (ma ci spero poco), gli Italiani e tutti noi anche qui sul Blog Ci sono giorni nella vita in cui non succede niente, giorni che passano senza nulla da ricordare, senza lasciare una traccia, quasi non fossero vissuti. A pensarci bene, i più sono giorni così, e solo quando il numero di quelli che ci restano si fa chiaramente più limitato, capita di chiedersi come sia stato possibile lasciarne passare, distrattamente, tantissimi. Ma siamo fatti così: solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato, ci si rende meglio conto di come sarebbe, averlo nel presente. Ma non c'è più. Tiziano Terzani http://www.sololibri.net/IMG/arton59762.jpg http://static.nanopress.it/nano2013/fotogallery/625X0/43507/bruno-ganz-qui-in-unaltra-scena-del-film-e-tiziano-terzani.jpg https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTybPB4tXKqFXpBS7IPOfW2fJ-mgbbVhzrWfWjvua1EVShtDt9v
  • dergiova 3 anni fa
    Perfetto Avete il mio appoggio Bravi
    • Rio Savè Utente certificato 3 anni fa
      ciao
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus