Vota per il Programma Sviluppo Economico e per Lex iscritti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

Oggi, mercoledì 6 dicembre 2017, si vota per il Programma Sviluppo Economico del MoVimento 5 Stelle e per l'undicesima sessione di Lex iscitti. Le votazioni sono aperte su Rousseau dalle 10.00 alle 19.00. Grazie all'aiuto di esperti abbiamo approfondito i punti fondamentali su cui si baserà la nostra attività di governo. Ora è il momento di decidere quali saranno le priorità di questo programma. Per il Programma Sviluppo Economico troverai 8 quesiti. Sei chiamato a decidere su:

Economia circolare: scegli le tre priorità per un nuovo modello di sviluppo economico.

Innovazione e partecipate pubbliche: scegli l'azione che ritieni prioritaria per i seguenti tre ambiti: società pubbliche e partecipate, industria 4.0 e imprese innovative.

Innovazione e industria: indica le azioni che ritieni prioritarie per il rilancio dell’industria italiana, attraverso modelli di economia circolare.

Commercio con l'estero: su cosa credi che la politica commerciale italiana ed europea dovrebbe essere incentrata?

Vincoli europei: ritieni che i vincoli alla nostra sovranità economica contenuti nei trattati europei vadano rinegoziati radicalmente, e che nel caso in cui le negoziazioni conducano a compromessi al ribasso debbano essere rigettati per il bene degli italiani?

La politica economica dell'Italia: quali dei seguenti risultati di politica economica che potremmo conseguire ricontrattando i trattati europei ed eventualmente ridiscutendo la politica monetaria, ritieni prioritari?

Leggi le 104 nuove leggi che gli iscritti del MoVimento 5 Stelle hanno proposto in Lex Iscritti e scegli quelle che ritieni migliori.

Accedi a Rousseau e vota subito!

RISULTATI
L'ECONOMIA CIRCOLARE
votanti
13490
voti
40109

Maggior localizzazione della produzione e dell'offerta sul territorio nazionale rispetto alla produzione odierna globalizzata 8513
Maggior tutela dei prodotti e dei servizi italiani sui mercati esteri, contro la contraffazione e le delocalizzazioni 8116
Vincolo delle risorse economiche pubbliche destinate alle imprese alle sole finalità di investimento sul territorio nazionale 5703
Prolungamento della durata d'uso dei prodotti (contro l'obsolescenza programmata) 5171
Promozione di una cultura del consumo consapevole 5053
Spinta all'innovazione tecnologica per il superamento del gap innovativo e lo sviluppo di nuovi ambiti e nuovi settori produttivi 4708
Coinvolgimento diretto dello Stato e della Pubblica Amministrazione nei processi di rilancio del Paese, attraverso le società pubbliche e partecipate 2845

SOCIETÀ PUBBLICHE E PARTECIPATE
votanti
12840
voti
12840

Stringente definizione dei requisiti di onorabilità e contrasto ai conflitti di interesse nelle nomine dei vertici delle società pubbliche 5062
Razionalizzazione e riorganizzazione delle società e partecipate pubbliche valutandone i servizi e le funzioni offerte 2299
Ridimensionamento degli investimenti esteri delle imprese pubbliche a favore di investimenti sul territorio nazionale 2237
Rigida valutazione dell'azione delle società pubbliche statali in base a obiettivi predefiniti 2035
Aumento della percentuale di utile delle imprese pubbliche da dedicare al comparto della ricerca e dello sviluppo 1207

INDUSTRIA 4.0
votanti
12731
voti
12731

Creazione di un modello collaborativo PA-Imprese-Università per le nostre città intelligenti 5966
Estensione delle agevolazioni a favore delle imprese per l'acquisto di nuovi beni strumentali e servizi ad alto valore tecnologico 4932
Incentivazione dei corsi di formazione universitari dedicati agli innovatori di domani 1833

IMPRESE INNOVATIVE
votanti
12514
voti
12514

Agevolazione della nascita di nuove imprese mediante l'eliminazione delle barriere (come, ad esempio, il contributo minimale INPS per i soci amministratori e dipendenti) 3886
Conversione dei sistemi della pubblica amministrazione verso gli standard di interoperabilità, i quali garantiscono un più efficiente funzionamento della macchina amministrativa attraverso la maggiore capacità di cooperare e scambiare informazioni tra sistemi di amministrazioni e istituzioni differenti. 2473
Istituzione di nuovi spazi condivisi di lavoro (coworking) da realizzare presso locali in disuso della pubblica amministrazione, previa riqualificazione energetica e antisismica delle strutture 2420
Massimo sfruttamento degli open data, per rendere il cittadino più consapevole e per favorire la nascita di nuove imprese in grado di sfruttare i dati e creare nuovi servizi innovativi 1606
Incentivazione delle esperienze di rete di imprese per scambiare conoscenze e prestazioni industriali, commerciali e tecnologiche 899
Promozione all'estero dei procedimenti e dei casi di successo italiani evidenziando le opportunità che il Paese presenta per gli investitori 745
Potenziamento dei sistemi di Visto per le professionalità nel campo dell'alta tecnologia, quando si trasferiscano in Italia per costituire società innovative o per prestare servizio presso società innovative 485

INNOVAZIONE ED INDUSTRIA
votanti
12420
voti
24678

Regolamentazione dedicata ad una legislazione che favorisca il riuso, il recupero e il riciclo dei materiali 7955
Incentivazione dell'innovazione per superare la barriera tecnologica che non permette un accesso all'innovazione soprattutto alle piccole e medie imprese. 4641
Creazione di politiche dedicate al coinvolgimento della cittadinanza, al fine di rendere la popolazione maggiormente consapevole degli acquisti e delle varie fasi di produzione dei prodotti 4477
Utilizzo di strumenti aziendali che forniscano un supporto al design dei prodotti/servizi tali da evidenziare l'impatto ambientale che ogni fase della catena d'approvvigionamento implica 2978
Sviluppo e utilizzo della Reportistica Integrata per avere attraverso un unico documento di bilancio aziendale annuale la rendicontazione economica assieme alle performance finanziarie, ambientali, sociali e di governance, per fornire una visione complessiva della capacità di creare valore in modo responsabile 2696
Sviluppo di infrastrutture virtuali per poter ridurre i costi di transazione legati all'ampiezza geografica del nostro Paese e delle distanze in gioco durante le varie fasi 1931

COMMERCIO CON L'ESTERO
votanti
12302
voti
12302

Sulla ricerca di un giusto equilibrio tra apertura del mercato (import/export) e tutela degli interessi sociali ed economici dei cittadini prevedendo, qualora fosse necessario, anche politiche di protezionismo economico e commerciale, quali dazi doganali e quote di importazione 10208
Sulla completa e rapida rimozione di tutte le barriere al commercio globale, come già avviene, sostenendo in modo incondizionato la logica dei trattati di libero scambio e le attuali politiche europee in materia di commercio. 1212
Su politiche di protezionismo totale e di chiusura radicali, puntando su produzione e consumo interno, sull'aumento o introduzione di dazi doganali, accettando però rischi quali l'aumento dei prezzi di alcuni beni, la penalizzazione delle esportazioni e la minore competitività della produzione italiana sul piano globale 882

VINCOLI EUROPEI
votanti
12331
voti
12331

SI 11734
NO 597

LA POLITICA ECONOMICA DELL'ITALIA
votanti
12362
voti
24501

Riduzione drastica della pressione fiscale sui redditi d'impresa e sui redditi da lavoro 7303
Finanziamento di misure di integrazione dei redditi sotto la soglia di povertà e di sostegno economico per le famiglie senza reddito 5962
Esclusione delle spese di investimento per l'istruzione e per la ricerca dal vincolo del 3% deficit/Pil 4981
Investimento di risorse in settori produttivi e nella politica industriale attraverso lo sforamento del 3% deficit/Pil 3386
Abbattimento del rapporto debito/Pil attraverso lo sviluppo economico del Paese e la ricerca di una inflazione moderata 2087
Sostegno alle imprese esportatrici tramite svalutazione monetaria nei confronti delle valute concorrenti 782


Ps: E' morto a Palermo, stroncato da un aneurisma, Leonardo Cucchiara, 44 anni, avvocato palermitano d'adozione che aveva prestato a titolo gratuito assistenza legale in favore del MoVimento 5 stelle. Alla moglie e ai suoi due bimbi le più sentite condoglianze da tutti noi

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Arianna 1 mese fa
    Ma scusate...vi siete già aumentati lo stipendio? Io ero rimasta a 2500 euro di stipendio ai parlamentari???
    • Sergio Alvaro Utente certificato 1 mese fa
      5000€ lordi + indennità rendicontate
  • manu t. Utente certificato 1 mese fa
    spesso non riesco a votare perché leggo dell'opportunità di voto a votazione scaduta. si potrebbe avvertire almeno con un giorno di anticipo
  • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
    BISOGNA FORMULARE UNA LEGGE CHE PARIFICHI GLI ORARI DI LAVORO E GLI STIPENDI DEGLI ONOREVOLI A QUELLI DELL'IMPIEGATO STATALE MEDIO E CHE LI RESPONSABILIZZI NELLO STESSO MODO, CON POSSIBILITA' DI LICENZIAMENTO.
  • Umberto Castello 1 mese fa
    Purtroppo c'è poco tempo per votare. Chi lavora, spesso non riesce ad accedere alla votazione in questi orari. Non si potrebbe estendere l'orario e/o i giorni?
  • Alessio Santi 1 mese fa
    Scusate, ma l'esito del voto sul programma economia quando si sa? C'e' stato un altro attacco hacker?
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    NON SONO TUTTI UGUALI: Mezzo milione di euro. Sono i soldi che il tesoriere del Pd, Francesco Bonifazi, chiede ai parlamentari eletti con i dem ma ora finiti in Mdp. È lo statuto a prevedere che chi ricopre una carica deve versare al partito il 10% della propria indennità. Bonifazi, quindi, ha chiesto 83mila euro a Piero Grasso, presidente del Senato e leader della nuova formazione Liberi e Uguali. ^^^^^^^^ E questo non è un finanziamento ai partiti? Oltre ai contributi elettorali si prendono anche questi...per statuto. Il movimento invece ,per il non statuto,li mette a disposizione della Media e Piccola imprese! Queste le grandi differenze che gli italiani capiranno mai?
    • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
      Incredibile che sono capaci di fare. Grazie Orè
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    DEMOCRAZIA E FINANZA NON SONO ESATTAMENTE SORELLE- La costruzione europea in mano alle banche,alla finanza e a gruppi di potere privato (come le imprese tedesche,le multinazionali,le banche d’affari o le corporation USA)si è rivelata il peggiore attacco alla democrazia dalla 2a guerra mondiale,e ha portato a un sistema di burocrazie non elette che ordinano la distruzione progressiva dei diritti e delle tutele dei cittadini e l'attacco alle Costituzioni democratiche,sotto gli imperativi di organismi super statali non eletti da nessuno,creati solo per l’interesse del capitalismo,come il Fondo monetario,la Banca mondiale,il WTO,la Bce.. avvalendosi di strumenti come il TTIP,il patto commerciale (firmato da Renzi) stipulato dagli USA con l’Ue per distruggere le piccole e medie imprese,aumentare la disoccupazione,mettere il welfare degli Stati sotto la gestione di poche società americane (con la privatizzazione totale dei servizi pubblici), abolendo i diritti costituzionali dei cittadini, della politica,della salute,dell’ambiente e del lavoro… per il lucro di pochi poteri extranazionali Di conseguenza,oggi,perde ogni senso la distinzione storica tra dx e sx.Perde ogni senso nei fatti,quando Governi che si dicono di sx compiono atti che sono prettamente capitalisti e antidemocratici,a favore di gruppi finanziari, contro gli interessi collettivi La distinzione dx/sx oggi dovrebbe essere sostituita da quella tra chi vuole una democrazia allargata e chi vuole l’accentramento di ogni potere nelle mani di uno,di una casta o di pochi La vecchia distinzione i Governi l'hanno di fatto abolita,mettendosi al servizio di pochi gruppi di potere finanziario,e operando sulla via di un capitalismo sempre più feroce che taglia progressivamente libertà,diritti e tutele,in nome dell’arricchimento smisurato di pochi Nel passaggio dalle democrazie costituzionali a Governi sempre più accentrati e monocratici emergono gli elementi peggiori e più famelici dello Stato
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    DATI SULL’OCCUPAZIONE FARLOCCHI-Viviana Vivarelli A oggi il debito pubblico è arrivato a 2.284 miliardi, debito record! In mille giorni Renzi ha aumentato il debito pubblico di 124 miliardi La ripresa è talmente debole che non riesce nemmeno a trasformare in utili gli aspetti positivi esterni (bassi prezzi del petrolio, tassi quasi a zero quando non negativi..) Renzi vanta una ripresa occupazionale inesistente mentre secondo l’OCSE la ripresa italiana sta a ZERO, negando tutti i dati positivi di Renzi/Padoan (Solo l’industria ha perso 300.000 posti di lavoro). Per sostenere questo debito gigantesco paghiamo ogni anno 20 miliardi più della Grecia. La spesa per interessi frena qualunque speranza. Tra le 4 economie maggiori d’Europa l’Italia è quella che ha maggiore avanzo primario ma non le serve a nulla perché gli interessi si mangiano tutto. I dati di Renzi sull’occupazione sono farlocchi anche se, secondo l’Istat “E’ occupato chi lavora anche solo un’ora a settimana”.Ora riescono persino a dire che il PIL è cresciuto mettendoci dentro i ricavati di mafia, prostituzione e corruzione. Dicono che seguono gli standard europei, il che è grottesco e che dice perfettamente come questa Europa sia un grandissimo bluff. Non sapendo come fare a dimostrare che l’Ue funziona sono arrivati anche a questa truffa! La legittimazione contabile del malaffare. Solo il mercato della droga permette di aumentare il Pil di 25 miliardi. Alleluia! Siamo arrivati alla glorificazione della mafia! Col beneplacito europeo Chi più mafia, più cresce il Pil. Siamo un paese fortunato! Ma i famigerati standard europei sono salvi! Non sapendo come giustificare la crisi europea, sono arrivati a sdoganare il malaffare e a parificarlo alle attività legali! Vi rendete conto di come sono messi! E ci sono anche gli idioti che li seguono! Siamo alla truffa legalizzata! Ma tanto i media parlano solo della Raggi. E il caos lo vedono solo a Roma! segue sotto
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Beati i tonti ché di loro non sarà mai il regno dei Cieli! Ladri che sdoganano altri ladri. L’Istat già inserisce nel Pil il sommerso economico, ovvero tutte quelle attività di produzione che, pur essendo legali, sfuggono al controllo diretto attraverso il sistema di frode fiscale e contributiva. Le ultime stime in questo senso risalgono al 2008 e indicano come il valore aggiunto prodotto nell’area del sommerso sia stimato tra un minimo di 255 e un massimo 275 miliardi di euro, per un peso percentuale sul Pil che si aggira tra il 16,3% e il 17,5%. Dove la legalità non arriva, ci si va belli con l’illegalità! Un modo indecente per sdoganarla. In pratica per Renzi e per le care istituzioni europee non c’è nessuna differenza tra attività lecite e illecite. TUTTO FA BRODO. Per cui se sei disoccupato e va a smerciare droga, l’Istat ti segnala come ‘occupato’!! Idem se lavori solo un’ora la settimana! Ma è davvero questo il Governo che vogliamo???? Intanto gli Italiani a rischio povertà sono arrivati al 30%. Un Italia su tre. Ed è chi ci ha portati a questo livello che dovremmo votare???
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    IL TRIO CHE ESISTEVA SIN DALL'INIZIO Ancor prima che l'ignaro popolo delle primarie lo scegliesse (col valido aiuto di berlusconiani, cinesi e marocchini), Renzi era stato indottrinato da Verdini e rifocillato di soldi da Berlusconi che gli aveva messo di fronte un candidato debole per farlo diventare sindaco di Firenze. Il resto è stato una passeggiata. E ora Berlusconi si gode il risultato finale: grazie a Renzi che ha bisogno del suo appoggio, torna al potere pur essendo pregiudicato e incandidabile. E quei coglioni dei piddini sono ancora lì che non si capacitano come il caro Matteuccio li abbia fregati ben bene e come sia riuscito a far loro accettare tutte quelle riforme che altro non erano che il Piano di distruzione della democrazia della P2 di Licio Gelli.
    • Maria 1 mese fa
      Che strano, i due hanno gli stessi numeri, anche se disposti in diverso ordine. Si tratta di un unico prodotto?
    • antonnio d. Utente certificato 1 mese fa
      6181 a 1816: Missione compiuta!
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    I PARADOSSI DI ZINGALES-Viviana Vivarelli Già due anni fa scriveva un libro per dichiarare di aver cambiato idea sull’euro. Era considerato l’economista turbo-liberista, uno dei più bravi, visto che Foreign Policy lo metteva assieme a Draghi tra i primi 100 migliori economisti del mondo !! (e siamo messi bene!!!) Bocconiano, collaboratore dell’ONU in microfinanza, amministratore di Telecom, renziano, Renzi lo nomina col cda di Eni ma dopo un po’ si dimette, si presenta addirittura con quella sagoma iperliberista e truffaldino di Giannino in un nuovo partito politico 'Fare', ma non si candida e lascia ‘Fare’ quando si scopre che i titoli accademici di Giannino sono farlocchi (ma ci voleva poco a capirlo, viste le bischerate che diceva). In ‘Manifesto capitalista’, Zingales afferma ingenuamente che aveva creduto che libertà e uguaglianza fossero raggiungibili “grazie al libero mercato”, ma ora si sente truffato, perché il capitalismo ha “causato, invece, un incubo di ingiustizia e povertà” (ma va?). Però insiste nel credere che il libero mercato sia “il migliore dei sistemi possibili” (il Candido di Voltaire a Zingales gli fa una pippa!). Dunque conclude che il capitalismo è “quasi perfetto”, basta ripulirlo un po’ dalle lobby, dai monopoli e dalla corruzione (una robetta da niente! vaglielo a dire a Renzi e al Pd o al Parlamento europeo che le imbeccate delle lobby le trasforma in leggi! ). “Bisogna premiare il merito – scrive Zingales - favorire la concorrenza, eliminare i privilegi e sostenere l’istruzione”(una cosina da poco!), così il capitalismo diventerà “più giusto, più umano ed efficiente. L’Asilo Mariuccia dovrebbe metterlo in testa ai cento pirla più pirla del pianeta. Io ci posso anche ridere, ma lui sembra serio. Libero mercato vuol dire eliminare qualunque intervento dello Stato, e se si elimina lo Stato, quale sarebbe, di grazia, caro Zingales, il deus ex machina che produce tutti questi bei risultati, segue sotto
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Scrive ancora: “Ho due paure: la prima è che l’Italia finisca come l’Argentina (Bingo!), con uno Stato ancora più corrotto e intrusivo, che mente persino sui dati del PIL e dell’inflazione (vd Padoan-Renzi-Poletti). La seconda è che l’unificazione europea continui a procedere sul binario di quella italiana, ossia un’unificazione fatta da pochi idealisti e un po’ di gente cinica”. E allora? “Oggi non c’è alcun dibattito sui costi e i benefici della moneta unica e questo rafforza i ciarlatani, gli unici a occuparsi della questione”. Certo che se i ‘professionisti’ sono come lui, andiamo poco lontano!
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      visto che, lasciato a se stesso, il libero mercato è una lotta di squali che ha prodotto finora solo iniquità, depredazione, depravazione e rovina sulla pelle della povera gente? Poi nel 2014 Zingales scrive: ”Europa o no”, ed eccolo lanciato in una nuova critica, questa volta alla zona euro, una mezza critica, anzi un quarto, anzi nessuna. Scrive che l’adesione all’Ue va rivisitata “in un anno al massimo, altrimenti i costi per rimanere cominceranno a eccedere i benefici e l’uscita diventerà il male minore”. Sembra una sentenza grave. Ma anche qui fa mezzo passo e poi ritira la gamba, e finisce col dire che, però, uscire dall’euro potrebbe portare l’Italia al fallimento (come se ora non ci corressimo incontro sparati). Insomma non sono sotto accusa il meccanismo dell’euro, l’austerità, il pareggio del bilancio, lo strapotere della Germania.. ma caratteri tutti italiani che precedono l’euro e che ci portano al fallimento comunque, dentro o fuori l’Ue. “Il vero problema è che sono vent’anni che la produttività nel nostro paese non cresce. E se la nostra produttività non riprende a crescere, non possiamo competere in Europa e nel mondo, con o senza euro”. (Ah, ecco, magari ci potrebbe spiegare come potrebbe crescere se lo Stato si vieta da solo qualunque intervento sull’economia e non può farne sulla valuta e continua a proteggere iniquità e corruzione). Non si è mai visto un personaggio più paradossale. Dice: ”Una volta, con la lira, l’Italia aveva in mano uno strumento monetario, quello delle svalutazioni competitive, che la Germania temeva. L’euro è stato utile a Berlino, che negli anni prima della crisi ha ridotto il costo del lavoro facendo così una manovra chiaramente deflattiva”. Bene, e allora? Però comunque facciamo bene a stare senza la nostra sovranità monetaria!!! Cioé: ho una gamba in cancrena, però me la tengo. Ora io dico: se i migliori economisti neoliberisti del mondo sono questi, dove vogliamo andare?
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    MA VI RICORDATE LE PROMESSE CHE QUESTA BANDA DI TRUFFATORI (Renzi, Boschi e truppa sparsa) FACEVANO PER STRAPPARE UN SI' ALLA DEFORMA COSTITUZIONALE? Secondo la Boschi, se voti SI’: -chiami gli investitori -fermi i terroristi -risolvi il problema dell’immigrazione -diventi un Paese agile e moderno -sei competitivo sul piano mondiale -aumenti la sicurezza… E poi ? Sale il Pil, ci sarà sempre il sole, i vecchi tornano giovani, faremo a meno del Viagra, sparirà la cellulite, si risolve la fame nel mondo, si chiude il buco nell’ozono e andremo a vivere su Marte..oppure ci manderemo la Boschi-Renzi-Padoan-Poletti così diranno le loro panzane all’intero cosmo! Bersani, Grasso, Pisapia.. tutta gente che ha votato sì. E noi dovremmo allearci con loro?????
    • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
      CondiVido in pieno!
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    PRIMA E DOPO L’EURO Gli 11 Paesi che formavano la zona euro nel 1999 costituivano un mercato finanziario maggiore di quello americano con una struttura industriale tra le più avanzate del mondo. L’Italia era la settima potenza industriale del mondo (nel 92 era la quinta), guardatela ora, tra grandi imprese come la Fiat che hanno cambiato sede o hanno delocalizzato e piccole e medie imprese che sono fallite! Dal ‘99 l’euro si è svalutato del 20% rispetto al dollaro. Prima del ‘99 l’Italia governava la sua moneta con lievi apprezzamenti rispetto al dollaro per evitare l’aumento dei prezzi delle importazioni quotate in dollari (anzitutto il petrolio, ma anche macchinari ad alta tecnologia ecc.) e lievi svalutazioni rispetto al marco tedesco, per incoraggiare le esportazioni verso i mercati europei. Con l’euro la situazione si è rovesciata. Le esportazioni tedesche sono diventate sempre più competitive, come se il marco venisse continuamente svalutato, producendo un enorme surplus commerciale in barba alle regole Ue. La Germania che esportava sempre di più e l’Italia che iniziava una crisi crescente e vedeva le sue grandi imprese delocalizzare o sparire e le piccole in progressivi fallimenti. L’euro ha succhiato la domanda fuori dall’economia verso i mercati finanziari e ha ucciso la crescita. Il pareggio di bilancio in Costituzione ha fatto il resto, eliminando gli investimenti pubblici, e le sofferenze delle banche italiane sono salite alle stelle innescando la crisi bancaria. Dopo mesi di chiacchiere sulla Brexit, che finora sono risultate bufale, i mercati ora si preoccupano del crollo del sistema bancario italiano. Secondo i dati del Fm, le banche italiane hanno 360 miliardi di euro di crediti in sofferenza, cioè inesigibili, pari al 18% del PIL. Ciò causerà una enorme catastrofe mentre le banche d’affari americane avanzano per comprare le nostre banche al costo di due stracci, segue sotto
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      In 8 anni di crisi si sono persi un milione di posti di lavoro e il lavoro è diventato ultraprecario e senza garanzie mentre si è tentata una riforma antidemocratica della Costituzione tesa al Presidenzialismo. Oggi le regole dell’Eurozona dicono che chi ha obbligazioni sarà usato per il “bail-in” cioè pagherà di persona e i governi non ci potranno fare nulla. I risparmiatori pagheranno per gli errori degli altri, mentre chi ha sbagliato sarà protetto e aiutato dal Governo (vd Banca Etruria). L’Italia corre a precipizio verso una immane crisi bancaria e la Bce se ne sbatte mentre le banche d’affari USA gongolano perché ci compreranno per due stracci (la JP Morgan che ha messo le mani sul Monte dei Paschi). L’Italia è intrappolata nel peggiore dei mondi possibili ed è diventata una vivida lezione di quanto sia diventato disfunzionale l’euro. A questo punto andare a dire che bisogna votare SI’ alla riforma costituzionale per chiamare gli investitori è stato davvero grottesco!
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      vedi la JP Morgan che si impone sul Monte dei Paschi dando ordini al Governo. I prezzi delle azioni sono in caduta libera. UniCredit, la più grande banca italiana, vede la sue azioni perdere oltre il 60% del valore. Banca Popolare di Milano ha perso oltre il 60% da inizio anno, e così Intesa Sanpaolo. Nel 2015, l’economia italiana è cresciuta meno dell’1%. Nel 2016, con Renzi-Padoan-Poletti, siamo arrivati a crescita zero. Ora si cercano decimi di crescita col lumicino. Quindi i livelli di debito aumentano inesorabilmente, perché l’economia annaspa portando una marea di crediti inesigibili. L’Italia non ha una crisi bancaria, ma una crisi da euro. La moneta unica ha distrutto la competitività di quello che, 20 anni fa, era un settore manifatturiero perfettamente sano. Ha succhiato domanda fuori dall’economia e ha sovraccaricato la spesa dei consumatori di tasse inutili e di tagli sicagurati. La crisi dei mutui subprime e il fallimento della Lehman Brothers sono stati l’origine della più violenta crisi economica che ha investito l’economia mondiale dai tempi della Grande Depressione del 1929. Nel 2008, l’Italia era la seconda manifattura d’Europa. Dopo 8 anni di crisi, c'erano variazioni congiunturali negative in tutti i comparti. La produzione industriale era diminuita di 25 punti. Gli investimenti fissi continuano ad essere negativi. Il sistema produttivo nazionale ha perso il 30% della sua capacità. Si può salvare qualche singola banca attraverso ricapitalizzazioni, fusioni o salvataggi pubblici temporanei sul modello USA, ma non si può salvare l’intero sistema bancario senza una chiara inversione di tendenza, cioè senza attuare una decisa sterzata verso la crescita economica che implica uscire dalla zona euro. E Renzi che fa? Regala altre mancette? Manipola i dati dell’Istat per fingere un aumento dell’occupazione che non c’è? Distrae l’attenzione pubblica attaccando la Raggi?
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    “L’accelerazione dell’era elettronica è per l’uomo occidentale un’implosione improvvisa e una fusione tra spazio e funzioni. La nostra civiltà vede improvvisamente e spontaneamente tutti i suoi frammenti meccanizzati riorganizzarsi in un tutto organico. È questo il nuovo mondo del villaggio globale”. (Marshall McLuhan) . “E’ che mai prima di oggi, nella storia dell’umanità, un numero così elevato di individui è stato in grado di conoscere prodotti, idee e vite di tante altre persone”. (Thomas L. Friedman) . “Stiamo governando la globalizzazione o la globalizzazione governa noi?” (José Mujica) . “Se la globalizzazione significa – come accade spesso – che i ricchi e i potenti hanno ora nuovi mezzi per arricchirsi ulteriormente e potenziarsi sulle spalle dei più poveri e più deboli, abbiamo la responsabilità di protestare in nome della libertà universale”. (Nelson Mandela)
  • Vincenzo . Utente certificato 1 mese fa
    Finalmente una buona notizia .Angelino Alfano (ministro degli esteri all'insaputa degli italiani) non si ricandida più. Non per le stesse motivazioni del nostro grande Di Battista, ma solo e semplicemente perchè non aveva più un posto dove ricollocarsi. Molto interessante vedere lo spettacolo dei suoi colleghi di partito (se si può chiamarlo tale ) che scappano di qua e di là per trovare un posto al sole. La stessa cosa accade con le motivazioni più variopinte che si possono immaginare per tutti i deputati e senatori che non verrano più ricandidati per le prossime elezioni. C'è chi torna "a casa della madre" ,c'è chi torna a "casa del padre", c'è chi,folgorato sulla via di Damasco, cambia ideologia e partito.Insomma uno spettacolo indecoroso e tragicomico al quale ,per fortuna, gli iscritti ed i sostenitori del Movimento 5 stelle non devono assistere. Come si fà a non votare il Movimento.
  • FABIO B. Utente certificato 1 mese fa
    in Italia il 30 % rischio poverta' ------------------------------------ in Italia 30 % poveri. ------------------------------------- https://www.youtube.com/watch?v=gC2G7xeHoz8
    • FABIO B. Utente certificato 1 mese fa
      _20,000,000 di persone in poverta'_
    • FABIO B. Utente certificato 1 mese fa
      questo signore, dovra' spiegare bene_ piu' presto sara' maggiori saranno le garanzie per lui_
  • Veronica2 1 mese fa
    Pare che Casini convochi n testimoni in Commissione sulle Banche: sta forse tentando di creare un certo polverone intorno alla faccenda? Credo dobbiamo ascoltare quello che Belpietro, ha chiesto a Rosato cioè, prendere atto del coinvolgimento della massoneria e fare chiarezza su questa entità. Fino ad ora mi pare non si sia fatto nulla, nonostante sia emerso che ci siano stati diversi contatti.
  • Veronica2 1 mese fa
    Parlare di economia non è cosa facile ma non lo è neppure capirne ed essere in grado di controbattere gli esperti economisti di Renzi, che hanno fatto disastri. Fatevi aiutare di più e mandate in tv persone che abbiano maggior presa sull'argomento.
  • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
    @ Zoe: ciao. E contro chi vorresti farla la rivoluzione? Contro il governo è inutile visto quello che giustamente scrivi: “il vero potere non è in mano ai governi”. Visti i governi che ci ritroviamo, succubi della finanza e dei Poteri “invisibili” ti do ragione. Ma allora contro chi la facciamo? Contro chi muove le fila di un Potere e che nessuno potrà mai vedere, se non nei suoi effetti nocivi e dannosi, che fanno breccia solo e sempre su un popolo inconsapevole e disinformato? La vera Rivoluzione non ha per fine il mondo, ma l’uomo. Un grande viaggio inizia da un primo piccolo passo. Prima di cambiare il mondo proviamo a cambiare l’uomo, cambiamo la nostra città, cambiamo la nostra nazione. Il MoVimento ha puntato tutto fin dalle origini su un popolo consapevole ed informato. Ricordo Gianroberto quando ci diceva che la futura forma di governo di un popolo dignitoso sarà solo l’Informazione e la consapevolezza. Su tale popolo, come sanno bene i Poteri invisibili del mondo, non c’è possibilità di vittoria: un popolo che non sarà consumato né consumerà più le idee e i prodotti del Potere, consumerebbe automaticamente il potere. Saranno loro che dovranno e proveranno a scendere a patti con noi. La nostra battaglia non è contro i mulini a vento né combattiamo come idioti con le armi che è lo stesso Potere a vendere e che detiene quindi in maggioranza: tv, armi, giornali, partiti, alleanze... La nostra battaglia è la consapevolezza che non c’è alcun nemico da combattere, se non la nostra inconsapevolezza. La nostra battaglia è nel risvegliare il Sole e le altre Stelle perché facciano luce nelle tenebre. Le tenebre non sono un’entità come la luce del Sole, ma solo un concetto negativo, il contrario della luce, assenza di luce. Non c’è bisogno di combattere contro le tenebre, di prendere a pugni l’aria, di armarsi contro il nulla…basta soltanto splendere.
    • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
      Se si uscisse dalla UE e dall'euro, perchè è li che si nascondono i poteri forti, forse possiamo dare inizio alla rivoluzione. In caso contrario continueremo a soffrire e lamentarci, per la gioia dei banchieri-massoni-lobbisti d'Europa...
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Sei splendido !! :-)
  • A. A. casalinga di scogliera 1 mese fa mostra
    Ho risposto ai quesiti del sondaggio. Riguardo alle nuove proposte di legge, una al giorno potrei anche valutarla nel merito, 104 tutte insieme, non mi vien voglia di leggerne nemmeno i titoli. Provando a mettermi nell’ottica di chi crede che votare serva a qualcosa, credo che l’ammassare 104 proposte di legge in un’unica votazione, fra l’altro già occupata dal sondaggio sulle priorità programmatiche, non serva come incentivo né alla Democrazia Diretta né all’opprofondimento degli svariati temi che esse trattano. Vorrei ora capire quale problema creano i miei commenti alla Bellandi e che problema ha lo Staff a indire votazioni più frequenti, o man mano che le proposte arrivano, oppure suddivise per tema, comunque in un numero non superiore a 10-15 per volta. Buonanotte
  • franco dimasi Utente certificato 1 mese fa
    Come al solito ssfate dei pettegolezzi che non approdano a nulla.Se non siete in grado di dialogare con questo blog dovete studiare e partecipare.Queste due funzioni sono gratuite ma il studiare il programma del movimento richiede generosità,partecipazioni e buon cuore.Se non le avete potete procurarvele applicandovi e capire il meraviglioso programma economico del movimento che anche un bambino capisce perchè ha il dono della curiosità.Finisco col l'invitgarVi a leggere leggere e non fate più critiche disfattive perchè non sapete leggere e quindi fate critica negativa se invece studiando e conoscendo il programma fate delle critiche che il movimento accetta purchè siano costruttive per la continuazione del moVimento all'insegna che "NESSUNO DEVE RIMANERE PIù INDIETRO".
  • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
    Buon voto a tutti. OT delle alleanze: Se diremo sì alle alleanze, se faremo pace finarmente cor Potere, l’informazione ce farà le riverenze e la rivoluzione… ce l’avremo ner sedere. “Appena Adamo vidde er primo Gatto je propose un contratto. — Senti: — je disse — se m’ubbidirai in tutto quello che me pare e piace, te garantisco subbito una pace come nessuno l’ha goduta mai. Però bisognerà che fin d’adesso me tratti co’ li debbiti rispetti e rimani fedele e sottomesso… Accetti o nun accetti? — Grazzie, ne faccio senza: la pace nun se compra, — disse er Micio — ma se guadagna co’ l’indipennenza a costo de qualunque sacrificio. A me nun m’ingarbuji come er Cane che, per un po’ de pane, s’accuccia e t’ubbidisce a la parola. Vojo la pace mia senza controllo, senza frustate, senza musarola, senza catene ar collo! Dar modo come parli ho già capito che in fonno ciai l’istinto d’un tedesco… — E ner di’ questo er Gatto, insospettito, arzò la coda e lo guardò in cagnesco”. (Trilussa, novembre 1916)
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
    ..la Castelli dalla brugher.......uhmmmmmmmmm !!!
  • A. A. 1 mese fa mostra
    Provando a mettermi nell’ottica di chi crede che votare serva a qualcosa, l’ammassare 104 proposte di legge in un’unica votazione, fra l’altro già occupata dal sondaggio su 8 priorità programmatiche, non mi pare serva come incentivo né alla Democrazia Diretta né all’opprofondimento degli svariati temi che esse trattano. Vorrei dunque capire quale problema ha lo Staff a indire votazioni più frequenti, o man mano che le proposte arrivano, oppure suddivise per tema, comunque in un numero non superiore a 10/15 per volta. Grazie
  • Mimi Dilorenzo Utente certificato 1 mese fa
    Sgarbi ha continua necessità di sparare cazzate di questo genere per rimanere sempre al centro della scena. Ora lo chiameranno tutte le TV per aumentare gli ascolti. Però Musumeci farebbe bene a ritirargli la delega assessorile per non screditare la sua giunta. Possibile che in Sicilia non c'era una personalità da nominare alla Cultura?
  • marco spinelli Utente certificato 1 mese fa
    Il mito della rete come opportunità per tutti è già finito,mi piaceva il modello Ebay poteva essere assimilato alla distribuzione commerciale di una volta tantissimi piccoli soggetti che mettevano in vendita i loro prodotti.Poi arriva Amazon che può essere paragonato alla GDO all'ennesima potenza e si sta mangiando tutto.
  • giampaolo gottardo 1 mese fa
    scusi ma non ho trovato in Rousseau dove votare: in ogni modo per logica ed al fine di sostenere in comunita' il progresso senza regressi della vita in tutte le sue dimensioni si deve partire dal singolo soggetto vivente e quindi agire per dargli spazio e tutte le cure alle sue singolarita'; quindi prima il soggetto e poi la comunita' vicina (municipalita') poi la regione ed infine la nazione al fine dell' auto sufficienza ai rispettivi livelli: significa che il mercato di base e' quello interno, la riduzione dei flussi logistici, il rientro dalla globalizzazione e pertanto la liberta' nazionale rispetto all' europa, concorrenza tra produttori con consegna diretta al consumantore, riduzione dei prezzi al consumaatore,non aumento dei salari, aumento delle attivita' produttive e riduzione notevole della rivendita e della burocrazie che quest'ultima dovrebbe essere tutta automatizzata.; le tasse diventeranno cotributi di spesa pubblica a fronte delle votazioni dei singoli: decisioni non per conctrapposizioni di piacevolezze ma su oggettivita'a copertura di necessita oggettive e definite per logia matematica e non per piacevvolezze ripeto soggettive ovvero compromessi; internamente una valuta virtuale e con l'estero una qualsiasi valuta di confronto panieri con gli altri.. tutto da quanto sopra ne deriva.
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Sono I diritti dell'uomo di Mazzini trasposti in chiave economica e moderna
  • Zoe 1 mese fa
    Ha ragione Max quando dice che anche dovessimo vincere le cose non cambierebbero perchè il vero potere non è in mano ai governi e che solo una vera rivoluzione potrebbe stravolgere radicalmente lo stato delle cose, ne sono fortemente convinta anche io. Resta il fatto che i privilegi dei politici sono una cosa talmente vomitevole che mi meraviglio che non ci siano le forche in piazza. Siamo super tassati, sopravviviamo con l'evasione e con l'eurospin, la magistratura e tutto ciò che la circonda lasciamo stare...è un mondo borderline, un girone dantesco, un cittadino per avere giustizia farebbe meglio a rivolgersi alla madonna di lourdes. Un paese allo sbando.
    • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
      Il Pensiero di Max è un po' più complesso...Se vuole te lo spiegherà bene lui stesso. Ciao
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Alfi..."non mi ricandido",...e te credo almeno quei pochi voti ritorneranno all'ovile di Arcore! Pisapippa... "mi ritiro"... e te credo almeno i tuoi voti ritornano all'ovile! Quante pecore smarrite che ritornano al loro pastore!
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      -"Mi ritiro"; - ....Ma chi te caca, 'a coso?? Ritirate, allungate, fa' quer che cazzo te pare, ma che ce frega a noi: si te volevi leva' da 'i cojoni, stai in ritardo de quarche anno: ormai, nun se' più n' cazzo de gnente.......
  • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
    allora qui bisogna ascoltarci.le votazioni devono essere allungate fino alle 22 di sera.punto.non c'è neppure da discutere.troppi vi segnalano ovunque che chiudere alle 19 non va bene.quindi ascoltate la maggioranza e spostate in futuro alle 22.qualcuno è in ascolto?no perchè è ora di svegliarsi sulle piccole cose come questa che invece hanno tanta importanza.non serve ripetere i motivi di questa richiesta,si tratta di buonsenso.chiaro???
    • Max Stirner Utente certificato 1 mese fa
      non occorre che ti rispondano. Ricevono centinaia di email ogni giorno. L'importante è che ti leggano e se pare che non ti ascoltino è perché non possono farlo. Ciao
    • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
      ogni volta che ho mandato comunicazioni mai mi hanno risposto...impossibile che non leggano qui le critiche continue.
    • Max Stirner Utente certificato 1 mese fa
      manda una comunicazione allo Staff! busta in alto a destra
  • Santo Mazzotti 1 mese fa
    Sentite condoglianze alla famiglia Cucchiara. Anch'io oggi non sono riuscito a votare, nonostante sia iscritto e certificato da circa 5 anni, perché, non ho ben capito per quale motivo, non mi ha mai funzionato la procedura per il login. .
  • biagio salvati SALVATI Utente certificato 1 mese fa
    Io ritengo poco rispettose degli iscritti al movimento le attuali modalità per votare le proposte LEX ISCRITTI. ( Le "proposte di governo" invece sto cominciando un po' a snobbarle, tanto sono banali come il testo dell'ultimo referendum. Temo che alla fine ve le scriviate e ve le votiate tra di voi e i vostri "consulenti"). Ma davvero non siete curiosi di sapere cosa ne pensano gli iscritti al riguardo? Più che una votazione, a me pare un gioco di prestigio del tipo: scegli una carta, ma perchè sia del tutto casuale e soprattutto poco ponderata, ti rimescoliamo il mazzo ogni giro.. Un POST sulle (poco comprensibili) ragioni di una tale limitazione sul numero degli iscritti votanti non si può proprio sperare eh? Ma in fondo se siamo in pochi a scegliere è meglio, tanto a tutti gli altri va bene lo stesso..sempre democrazia diretta è. Quindi finchè faccio parte dell'elitè dei fortunati votanti, piango lacrime di coccodrillo.
  • Giuseppe C. Budetta 1 mese fa
    Il M5S ED IL POPOLO Il M5S dev’essere più incisivo in Parlamento. Dopo le prossime elezioni governative, il M5S non deve allearsi con gli spuntoni della Sinistra. L’Italia è da rinnovare, lasciando da parte gli pseudo-eroi antimafia, essendo le organizzazioni criminali più potenti di prima perché sguazzano nel tessuto corrotto dello Stato. Ci vuole una pulizia radicale, altrimenti si facciano da parte i Parlamentari del M5S ed avanzi il popolo in prima persona.
  • Silvio . Utente certificato 1 mese fa
    Il Movimento ha bisogno di più ELASTICITÀ! Sono entrato in Rousseau alle ore 19.00 perchè appena arrivato a casa.....con codice rigorosamente inviato via sms....beh di votazioni più manco l'ombra....stiamo diventando PARANOICI. Cazzo... un po' di elasticitã in piu non guasterebbe. Stiamo diventando l'esercito della salvezza svizzero???
    • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
      hai ragione silvio.
    • Silvio . Utente certificato 1 mese fa
      Ok Max, comprendo tutto, ma allora facciamo 2 giorni almeno per le votazioni....ciao
    • Max Stirner Utente certificato 1 mese fa
      hai le tue ragione e sono comprensibili. Non devi dimenticare però, che siamo sotto attacco continuamente. Ti sei dimenticato che sono entrati nel nostro rousseau? Dobbiamo essere rigidi nelle nostre regole, per motivi di sicurezza. Pur comprendendo il tuo disagio, dovresti comprendere la situazione; altro che paranoia. Ciao
  • Veronica2 1 mese fa
    Andate tutti sulla pagina facebook di Pierferdinando Casini e chiedete l'audizione di Ghizzoni. Stanno cercando di chiudere senza ascoltare questo importante testimone. Io lho fatto.
  • Giovanni Balzi Utente certificato 1 mese fa
    Cari amici, purtroppo non riesco a votare.e mi dispiace tanto. Quando mi comunicate il codice aggiuntivo sul cellulare leggo: questo è il tuo codice di conferma e non scrive il codice.. poi ripete senza scrivere il codice. Non vi viene il dubbio che ci sia una interferenza di sabotaggio ??' Come potete provvedere a un sistema più semplice di votazione??? Buon lavoro, ciao a tutti. G. Balzi Torino 6 dic 2017 ore 18,55
  • Maria 1 mese fa
    Condoglianze alla famiglia Cucchiara. Oggi anche per me è stata una brutta giornata, non mi è piaciuto il voto favorevole al testamento biologico ma tant'è.. dovrò abituarmi anche ad altre porcherie che passeranno con l'appoggio del MoVimento 5 Stelle.
  • antonio B. Utente certificato 1 mese fa
    Ma è possibile che ogni volta che si esprime un voto, tra le leggi proposte dagli iscritti, viene cambiato l'ordine di presentazione e bisogna ricominciare a leggere da capo!!!!!!!!!!! PROGRAMMATORI SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAA
    • Antonio B. Utente certificato 1 mese fa
      INFATTI !!!!!!
  • casalinga di voliera 1 mese fa mostra
    Commento di casalinga toscana delle ore 13:52, censurato: Ho risposto agli 8 quesiti del sondaggio. Riguardo alle nuove proposte di legge, una al giorno potrei anche valutarla nel merito, 104 tutte insieme, non mi vien voglia di leggerne nemmeno i titoli. Buongiorno :::::::::::: Ha dato fastidio che abbia risposto ai questiti? Dovevo scrivere che non vedevo l’ora di passare un pomeriggio leggendomi attentamente 104 proposte di legge? Oppure lo Staff Bellandi non gradisce il Buongiorno? Nel caso... Buonasera
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
    rigorosamente fuori tema https://www.youtube.com/watch?v=cVrAA_eTGIY
  • marco 1 mese fa mostra
    DI PALLE PER ADDOBBARE L'ALBERO DI NATALE A ROMA NON NE DOVREBBERO MANCARE PERCHE' I 5 STELLE SONO PRODUTTORI A COSTO ZERO DI PALLE!
  • marco 1 mese fa mostra
    Gruppo 878 ha condiviso il post di Giorgia Meloni. Giorgia Meloni Brescia: imprenditore viene svegliato in piena notte da un boato, si affaccia alla finestra e vede sei uomini caricare un bancomat su un furgone. Spara in aria per farli scappare ma ne colpisce uno: lo Stato lo condanna a una pena maggiore di quella inflitta al ladro ferito. +++++++++++++++ BISOGNA ESSERE RINCOGLIONITI A SCRIVERLO E A CONDIVIDERLO. SPARA IN ARIA E NE COLPISCE UNO? IMPROBABILE COME TRAIETTORIA. STAVANO PORTANDO VIA UN BAMCOMAT, TORNATE A LETTO SCERIFFO DEL CAXXO! GLI SPARI QUANDO I SOLDI NON SONO I TUOI, QUANDO LA BANCA E' ASSICURATA SUL DANNO ECONOMICO E MATERIALE? MA ALLORA ALLA PROSSIMA MANIFESTAZIONE DEI FUMATI DEI CENTRI FECALI E BLATTEBLOKKE, MI PRENOTO CON UNA MITRAGLIATRICE!
  • antonellofinocchioebello 1 mese fa mostra
    Gruppo 878 ha condiviso il post di Giorgia Meloni. Giorgia Meloni Brescia: imprenditore viene svegliato in piena notte da un boato, si affaccia alla finestra e vede sei uomini caricare un bancomat su un furgone. Spara in aria per farli scappare ma ne colpisce uno: lo Stato lo condanna a una pena maggiore di quella inflitta al ladro ferito. +++++++++++++++ BISOGNA ESSERE RINCOGLIONITI A SCRIVERLO E A CONDIVIDERLO. SPARA IN ARIA E NE COLPISCE UNO? IMPROBABILE COME TRAIETTORIA. STAVANO PORTANDO VIA UN BAMCOMAT, TORNATE A LETTO SCERIFFO DEL CAXXO! GLI SPARI QUANDO I SOLDI NON SONO I TUOI, QUANDO LA BANCA E' ASSICURATA SUL DANNO ECONOMICO E MATERIALE? MA ALLORA ALLA PROSSIMA MANIFESTAZIONE DEI FUMATI DEI CENTRI FECALI E BLATTEBLOKKE, MI PRENOTO CON UNA MITRAGLIATRICE!!!"
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Daniela Ranieri Quindi la pericolosa cellula italiana delle fake news cross-putiniane-salviniane-grilline scoperte dal NYT è un 41 enne di Afragola bravo col computer. Ok
  • paola 1 mese fa mostra
    Piazza San Carlo, parla la donna rimasta paralizzata: "Ce la sto mettendo tutta" ANCHE LA MAGISTRATURA CREDO CE LA STIA METTENDO TUTTA PER ATTRIBUIRE LA COLPA A VOI STESSI CHE NON SIETE STATI A CASA A GUARDARVI LA PARTITA! L'APPENDINO E' D'ACCORDO CON ME?
  • paola 1 mese fa mostra
    "Di Maio non rinuncia all'immunità parlamentare", Pd attacca il candidato premier grillino C'E' DA MERAVIGLIARSI DI UNA PROMESSA NON MANTENUTA DI UN 5 STELLE?
  • paola 1 mese fa mostra
    Salta anche l’assessore Meloni? L’elenco infinito dei “caduti” al Campidoglio MI MERAVIGLIO DEL FATTO CHE POSSANO ANCORA ESISTERE DELLE PERSONE CHE SI PRESTANO A FARE GLI ASSESSORI IN UNA GIUTA 5 STELLE! SE SONO DEI PROFESSIONISTI CON UN NOME, UNA CARRIERA IMPORTANTI VE LO SCONSIGLIO VIVAMENTE PERCHE' PER UNA GIUNTA 5 STELLE NON SIETE INDISPENSABILI. PER UNA GIUNTA 5 STELLE ELIMINARE E SOSTITUIRE ASSESSORI NON E' UN PROBLEMA COME POTER FARE ALTRETTANTO FRA DI LORO IN CONSIGLIO COMUNALE, DOVE AL CONTRARIO PERDONO DEI VOTI E INDEBOLISCONO LA MAGGIORANZA. SE CI FATE CASO, NELLE REALTA' COMUNALI, IL GRUPPETTO 5 STELLE IN CASO DI VITTORIA ALLE COMUNALI E' GIA' DEFINITO: CERCANO SOLAMENTE GLI ASSESSORI, ANCHE ESTERNI AL M5S PERCHE' AL MASSIMO SONO CARNE DA MACELLO.
  • Franco Rinaldin 1 mese fa
    Dobbiamo fare un elenco di tutti gli infami che parlano male del M5S a cominciare da Berlusconi, politici vari, giornalisti, ecc. e li denunciamo e poi li prendiamo in giro. Ora stanno facendo di tutto compreso gli acquisti di voti per battere il M5S e vincere le elezioni politiche ma noi M5S dobbiamo stare attenti, non fare il governo del presidente ma fare una alleanza di governo con i politici per bene e ce ne sono che hanno fatto del bene all'Italia.
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Alessandro Finocchiaro Lo sconforto che prende non è per quello che ha detto Sallusti, ma per il fatto che questo direttore di giornale rappresenta degnamente la nostra classe dirigente, un coacervo di ignoranza mista ad arroganza. Le sue parole ricordano ciò che scrisse un funzionario dell’ufficio brevetti nell’epoca del ventennio a proposito di un’altra invenzione rivoluzionaria “una bislaccheria che non avrà futuro”. Quella “bislaccheria” era la radio di Marconi ed è per questo motivo che i primi esemplari furono costruiti in Inghilterra. Tralasciando gli aspetti democratici e culturali di cui Sallusti, vista la sua estrazione, altamente se ne infischia, ma quelli riguardanti i profitti che la rete può fruttare, almeno di questo un giornalista di estrazione conservatrice come lui dovrebbe essere conscio. Ed invece no, come l’ottuso impiegato dell’ufficio brevetti, non coglie che in un mercato globalizzato internet rappresenta una risorsa che apre opportunità incredibili. Che profonda tristezza!
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    ROMA A.L. Ho sognato mi madre che diceva Trattatemela bene Roma mia aridateje la forza e la bellezza che janno abbandonato pe la via Mo’ a li regazzi de sto Movimento stateje appresso e dateje na mano senza pretenne chissà che miracoli le cose bone se fanno piano piano Da mo’ che stamo sempre in emergenza e che ce so’ più buche che quatrini ma mica puoi cambia’ tutto de corza dopo anni de governi de’ burini Infine salutandome me fa si nun ve ne sete ancora accorti voi sete vivi e ve dovete prenne cura de le cose belle lasciate da noi che semo morti
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      veramente non sono io che parlo toscano è uno che si firma A.L.
    • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
      Bella Vivià! Sei più bella de 'na cupola der Brunelleschi quanno scrivi li sonetti romaneschi
    • terenzio eleuteri Utente certificato 1 mese fa
      Cara Viviana......."gli altri"....non hanno sogni. Vonno magnà e basta!
  • paola 1 mese fa mostra
    Va a un appuntamento preso su Tinder, la trovano morta a soli 24 anni È mistero sulla morte di una ragazza di 24 anni, scomparsa prima di andare a un appuntamento preso tramite Tinder e trovata pochi giorni dopo senza vita ULTIMAMENTE CI SONO UN SACCO DI DONNE CHE DIMOSTRANO DI ESSERE INTELIGENTI QUANTO I GATTI CHE SI FANNO STIRARE DALLE AUTO!
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    L’illusione democratica “Mentre conculca la libertà del singolo, facendogli credere che ne ha più di quanta ne abbia mai avuta in passato solo perché può scegliere fra diverse marche di frigorifero, la democrazia non realizza nemmeno la volontà della maggioranza. Fra l’una e l’altra si inseriscono le oligarchie, le vere detentrici del potere, annullandole entrambe. Non siamo che sudditi”. (Massimo Fini)
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    La tragedia delle democrazie moderne è che non sono ancora riuscite a realizzare la democrazia.” Anzi, negli ultimi decenni hanno lavorato alacremente per distruggerla“. (Jacques Maritain)
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Mafia politica La nuova classe di politici corrotti gareggia coi peggiori criminali. La mafia comune uccide gli individui, ma la mafia politica uccide gli Stati. E i confini tra i due gruppi distruttivi ormai sfumano, mentre dominano gli accordi di convenienza, i patti occulti, le collusioni, gli accordi fraudolenti, gli scambi utili… “Crede che quei banchieri siano in prigione? Nossignore. Sono fra i cittadini più stimati della Florida. Sono feccia, almeno quanto i politici disonesti! Creda, io ne so qualcosa. E’ da tempo che mangiano e si vestono con i miei soldi. Finché non sono entrato nel racket non sapevo quanti imbroglioni indossano abiti costosi e parlano con accento da signori.” – ” Io sono un delinquente onesto. Non ho mai fatto politica” . (Al Capone)
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Ma perché i Governi totalitari uccidono i servizi sociali, i diritti del lavoro, le leggi elettorali, la ripresa economica, la speranza per il futuro, la verità dell’informazione, le garanzie e le tutele del cittadino e del lavoratore.. e tutto quello che si intende per valori democratici? Perché “La sicurezza del potere si fonda sull’insicurezza dei cittadini.” (Leonardo Sciascia) L’antidemocrazia è progressiva distruzione dei principi elementari della vita. “Oggi viviamo in un mondo i cui i dottori distruggono la salute, gli avvocati distruggono la giustizia, le scuole distruggono la conoscenza, i governi distruggono la libertà, la stampa distrugge l’informazione, la religione distrugge la morale, e le banche distruggono l’economia. “ (C. Hedges) Che cosa si ottiene in cambio? Solo l’arricchimento e il potere di poche migliaia di persone (in Italia i politici sono un milione e mezzo)che per ottenere quello si sentono in diritto di distruggere la sopravvivenza del resto del mondo.
  • fabrizio 1 mese fa
    x Casaleggio e Beppe . questi sono temi che andrebbero votati UNO al giorno .....E LE votazioni aperte fino alle 22 . lavoro trovo difficoltà a seguire tutti i temi . cmq grazie
  • adriano 1 mese fa mostra
    Di Maio: “Se vinceremo, farò una manovra choc” NON HA MAI QUASI INIZIATO A LAVORARE E PROMETTE MANOVRE CHOC. UNO CHOC E' VOTARLO! DEL RESTO SE METTETE ECONOMICAMENTE IN FILA I COSTI DELLE PROMESSE DEI VARI SCHIERAMENTI, CI STANNO PROMETTENDO 300 MILIARDI!
  • adriano 1 mese fa mostra
    I 5 STELLE SONO NATI INCENDIARI PER RITROVARSI VIGILI DEL FUOCO! Febbaio 2016, V.Raggi: " NO allo stadio della Roma a Tor di Valle " Dicembre 2017 V. Raggi: " #unostadiofatto bene (ovviamente a Tor di Valle) OK a progetto innovativo e moderno.." Solo che invia il tweet prima della conclusione dei lavori della Conferenza dei Servizi che deve approvare il progetto Abituale figuretta di menta con rimozione del frettoloso tweet
  • adriano 1 mese fa mostra
    Thalon • un'ora fa Ooh, oggi giggino lavora, incredibile. Aspettiamoci sceneggiate animalesche in aula da parte dei suoi compari visto che c'è lui a dirigere l'aula.
  • adriano 1 mese fa mostra
    Luigi Di Maio parla da Floris, il fedelissimo grillino beccato così. Cosa dice fra il pubblico. Imbarazzo in diretta ARISTICAVOLI, AVEVA LA BADANTE DELLE PSEUDOINTERVISTE INCALZANTI DIRETTAMENTE NELLO STUDIO! BUAAAH AH AH AH AH AH
  • adriano 1 mese fa mostra
    Gruppo 878 ha condiviso il post di Daniele Martinelli. Ha scoeprto l'acqua calda o che la ruota è rotonda ....solo ora Casualmente mah.... Daniele Martinelli I 5 Stelle sono stati «rivoluzionari per qualche settimana, incomprensibili per qualche mese, preoccupanti per qualche semestre». Sono «amareggiato, disilluso e, temo, tradito». «Il Movimento è partito per aprire la politica con l’apriscatole, ma il tonno è rimasto nella scatoletta: ci hanno dato il contentino di cambiare qualche goccia di olio rancido». «Ci siamo normalizzati», «Non abbiamo più incalzato, minacciato, urlato e impedito agli altri di riprendere fiato». Lo Stato? «Sono una ciurma di delinquenti». Di Maio «è più riflessivo di mio figlio, ma mi auguro che sarà più rancoroso dentro di sé». Già, perché al Movimento «manca quella rabbia che aveva dato vita allo Tsunami». Vittorio Di Battista, padre del "Dibba" in un post su Facebook ora che il figlio non si ricandida nei 5 stelle. Creando non poche preoccupazioni ai vertici, in quanto ritenuto sicuro traino di voti. +++++++++++++ POVERO MARTINELLI, LO PSEUDOSTELLATO O MEGLIO IL LIBRANDI STELLATO DELL'INSULSA TRASMISSIONE 5^ COLONNA! MARTINELLI, QUANTO SI BECCA A PUNTATA A FARE IL LIBRANDI STELLATO?
  • vincenzodigiorgio 1 mese fa
    Europa dei matti . La Merkel ha cambiato idea sui migranti , gliel'hanno fatta cambiare i risultati elettorali , e promette tremila euro a chi se ne va . Al di la che spendono almeno il doppio per venire , i migranti sfidano la morte per arrivare in Europa e poi se ne rivanno per tremila euro pulciosi ! Sarebbe da stupidi e stupidi non sono ! C'è qualcosa che non mi convince in questa invasione programmata dai poteri forti , cosa spinge tanti giovani in carne a venire in Europa ( Italia ) a grattarsi i gioielli da mane a sera , a annoiarsi a morte mangiando cibo non gradito , senza rapporti sessuali , tranne gli stupri e l'omosessualità e la falegnameria ! Una parte minoritaria si dedica allo spaccio di droga e altra criminalità minore , ma la maggioranza si gratta e basta , non solo per la scabbia . Non vedo il senso di tutto questo a meno che non si pensi al peggio . In ogni caso il nostro atteggiamento ondivago ci sta costando il governo del Paese , con un atteggiamento duro e decisamente contrario , saremmo al 40 per cento da un pezzo ! Quel 10 per cento se l'è preso Salvini .
    • Maria 1 mese fa
      Certo che non convince questo arrivo di migranti in Italia. L'Italia è sotto ricatto: gli immigrati devono approdare nei nostri porti e li dobbiamo sistemare "in maniera diffusa" sul territorio italiano. Non più quindi in grandi Centri di accoglienza ma in alloggi. Solo che non ci sono abitazioni sufficienti e pochi Comuni vogliono immigrati. E' un po' come è successo con la chiusura dei manicomi; al governo avevano deciso che erano istituzioni violente ed autoritarie e che i malati mentali dovevano stare in piccole strutture di accoglienza ma date le poche strutture realizzate i malati sono stati abbandonati a se stessi e alle famiglie.
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      Nun t'ha devi Pija' pe' 'a "falegnamerìa": a l'età loro, pieni d'ormoni, pure Mastro Geppetto, a noi, ce faceva 'na sega... (metaforica).....
  • Giuseppe C. Budetta 1 mese fa
    LO SFACELO DELL’ISTRUZIONE PUBBLICA ITALIANA In Italia, lo scadimento dell’istruzione pubblica è lampante. C’è la disattenzione della politica nostrana sul processo di selezione dei diplomati e dei laureati. Nessuno si chiede perché solo i figli dei questori, dei pretori, dei giudici, dei primari ospedalieri, dei notai e dei politici di ogni ordine e grado abbiano carriere fulminanti nel settore pubblico e in minor misura, nel privato. Alcuni di questi signori sono davvero ignoranti. Perché il sistema di selezione scolastico ed universitario è all’incontrario, premiando quelli col giusto DNA e gli affiliati alle varie lobby? Il fenomeno è eclatante alla RAI, dove si accede per DNA e per attinenza politica.
  • Veronica2 1 mese fa
    Ieri sera, da Floris, dopo Di Maio, è stata la volta di Rosati pd. E' stato travolto dai giornalisti alla maniera di inquisire il m5s. Era baldanzoso ma ha ricevuto una bella batosta da Scanzi, Del Pietro in particola modo, era da vedere.
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Scanzi a Rosato: “Sono molto contento di essere qui e di conoscere l’onorevole Rosato che, da cittadino, volevo ringraziare per aver creato una legge elettorale persino più brutta del Porcellum, dell’Inciucium e di altre. E’ una mia opinione e di altri milioni di italiani: sarà un piacere votare inutilmente a marzo. Grazie a lei e al suo partito” “Papà Boschi era indagato per bancarotta, poi pare che sia stata chiesta l’archiviazione, ora è indagato per falso in prospetto, come apprendiamo da Belpietro e da La Verità. Pare anche che sia indagato da un bel po’, quindi verrebbe da domandarsi se papà Boschi lo ha detto alla figlia. Se la figlia è a conoscenza di questo, o lo ha detto a Renzi e a Orfini, che fa parte della commissione d’inchiesta sulle Banche, o non lo ha detto. Nel primo caso” – continua – “non si capisce il motivo per cui Renzi e Orfini fino a ieri esultassero dopo le dichiarazioni di Roberto Rossi in commissione, perché significherebbe che mentivano sapendo di mentire. Nel secondo caso, la Boschi sarebbe stata particolarmente scorretta nei confronti di Orfini, di Renzi e del partito". ...Rosato farfuglia..Povero Rosato! Hanno preso il suo nome e l'hanno messo a mo' di capello su un pastrocchio di legge elettorale. Chissà che orgoglio aver firmato il terzo sistema elettorale incostituzionale del Pd!
  • casalinga toscana 1 mese fa mostra
    Ho risposto agli 8 quesiti del sondaggio. Riguardo alle nuove proposte di legge, una al giorno potrei anche valutarla nel merito, 104 tutte insieme, non mi vien voglia di leggerne nemmeno i titoli. Buongiorno
  • Veronica2 1 mese fa
    Pietro Grasso leader della sinistra, Liberi e uguali. Francamente io non vedo Grasso a capo di un partito, ma è sinistra poi? E' una persona molto schiva che non si espone. Mi ha molto meravigliato che non abbia mai avuto da dire nulla sulle stragi dei due magistrati, eppure ha lavorato nello stesso pool. Poi leggendo qua e la si scopre che Grasso è stato messo a capo dell'antimafia di Palermo dal governo Berlusconi che lo ha preferito a Castelli , possessore di maggiori titoli. Si legge anche che ha osannato Berlusconi per la lotta che avrebbe intrapreso contro la mafia. Ora Berlusconi ha governato per 20 anni l'Italia e senz'altro ha avuto modo di mettere a posto le sue pedine. Berlusconi ha comprato tutti, la Lega (nessuno ce lo aveva mai detto io l'ho scoperto recentemente), senatori, deputati, testimoni, voti per la vittoria siciliana e allora che abbia comprato anche il pd compreso Bersani? Come si potrebbe spiegare altrimenti la scelta di Grasso?
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
    votato
  • Federica S. Utente certificato 1 mese fa
    Istat: crescono solo i redditi dei ricchi, un italiano su tre è a rischio povertà, reddito medio familiare sotto i trentamila euro. Tg2: cresce il reddito delle famiglie. Questo accade giusto oggi. A mio avviso la Rai va chiusa per sempre, anche lasciare in vita un solo canale non va bene, perché sarebbe comunque alla mercé dei padroni dei partiti. Se i padroni vogliono fare propaganda, se la paghino di tasca propria.
    • fabio unti 1 mese fa
      condivido. posso copiare la tua risposta e farla mia? grazie
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Prima la riforma... Chi viene eletto all'AD Rai e come Poi il bilancio entrate pubblicità e costi di esercizio. Da qui si può partire a chiudere i canali e darli ai privati a pagamento... poi vedere il canone,che a questo punto risulterebbe, inutile e dannoso per le tasche dei cittadini!
  • Nino D. 1 mese fa
    Credo che sia importante togliete il diritto di voto ai cittadini Italiani all'estero...ho parenti in America del Sud a cui non interessano i problemi Italiani ....poi non vivendo da noi non vedo perché debbano decidere chi ci deve governare. ..
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      ...e ricordateve che 'sta puttanata nostargica de sapore Umbertino che è er voto de l'Italiani a l'estero, è stata n'idea marsana de quer fascistone der defunto Tremaglia, idea subbito abbracciata da 'i fraciconi de lo Sgoverno de l'epoca....
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      ...e più che "infl(u)enzare", "condizionare".....
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      Concederei il diritto di voto solo agli emigrati da non più di cinque anni; non è giusto che gente che vive da anche decenni fuori dal Paese possa inflenzare, in bene od in male, le scelte dei cittadini residenti.
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Credo che l'errore più grosso sia stato fatto con il Rosatellum... il candidato estero non è più "estero" conosciuto dagli Italiani all'estero ,ma candidato italiano in Italia che nemmeno conoscono! Credo che l'Italiano all'estero possa e debba votare,proprio per la ragione che è all'Estero! Penso che l'Italiano che ha abbandonato la propria nazione... abbia ragioni per dire la sua con il voto. Ora però rischia di non essere rappresentato ma di essere solo un portatore d'acqua ai soliti noti!
    • Mauro Heimann Utente certificato 1 mese fa
      Per niente d'accordo (Viviana, mi meraviglia il tuo consenso...)! Vivo in Germania, ma prossimamente ritornerò in Italia. Ogni giorno leggo il Blog, Il Fatto e due o 3 altri canali di informazione (non vedo la TV italiana). Perché secondo te non dovrei votare?
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
      Sono d'accordo
    • Giuseppe Flavio Utente certificato 1 mese fa
      Perfettamente d'accordo. E anche a chi porta soldi all'estero - quantità, modi e tempi da definirsi-
  • vincenzodigiorgio 1 mese fa
    Un Paese che ha come premier un Renzi , Monti , Lette , Gentiloni , Amato , Prodi , è destinato a soffrire .
  • Giuseppe Flavio Utente certificato 1 mese fa
    Vedrete che non a caso la beneamata Boschi ha aspettato sei mesi per querelare De Bortoli. La Commissione d'inchiesta non riuscirà a calendarizzare l'udienza a tutti gli implicati - o almeno ai più importanti - eppoi con tutta la nomenklatura degli "inchiestanti", Ghizzoni non farà semplicemente a tempo a dare la sua versione dei fatti e tutto si rimanderà al tempo delle calende grache,... eppoi fine della legislatura, elezioni in arrivo.... Che peccato... Non c'è stato tempo sufficiente per far luce!!!!
    • enzo calderini 1 mese fa
      Come al solito. Questi individui devono andare sul patibolo,non a casa!!!!!Ciao,Enzo Meduna di Livenza
  • francesco c. Utente certificato 1 mese fa
    sto benedetto sms non mi arriva. non è la prima volta
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      se entri nella piattaforma..ti chiede la mail e la pass...poi ti chiede di andare avanti e di mettere il codice...che ti arriva sullo smart in automatico. Dopo di che se c'è traffico ti rimanda alla stessa operazione con codice diverso dopo 4'. Non vedo il problema!
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    E adesso chiedete ai Pidioti se votano proposte di legge come iscritti al Partito! O piuttosto si fanno le leggi a secondo del loro interesse dei capibastone e di governo! Questa la grande differenza che non capiranno mai!
  • mimi dilorenzo 1 mese fa
    scusate questa è una prova di commento perchè da qualche giorno non riesco ad essere accettato
  • anna quercia Utente certificato 1 mese fa
    ho votato, buona GIORNATA
  • Federica S. Utente certificato 1 mese fa
    Se in campagna elettorale vi decidete a promettere l'ABOLIZIONE DEL CANONE RAI, alle elezioni prendiamo il 108%. Se qualcuno chiede lumi sulle coperture e sui livelli occupazionali, rispondere che Rai e relative maestranze saranno affidate alla cura del libero mercato, come è successo a tanti altri lavoratori, nel nome della produttività e della competitività.
    • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
      Abolizione canone Rai? ehh magari...
    • Lucas Fusaro Utente certificato 1 mese fa
      Già ha vinto su lex iscritti l'abolizione del canone rai. Conosco il proponente De Matteis Alberto. Contattalo tramite facebook per vedere lo stato di avanzamento della proposta.
    • Giuseppe Flavio Utente certificato 1 mese fa
      Non sono d'accordo su di un solo canale. Il primo generalista seramente. Senza propaganda a nuovi libri... degli amici. Il secondo leggero . Sport e spettacoli. Il Terzo serio. E serio non vuol dire promuovere gli amici musicisti sperimentali e letterati nuovi italiani e - peggio - esteri. Vuol dire Promozione della CULTURA, della Nostra storia, dell'arte etc. Altro che solo musiche americane o australiane o dodecafoniche per darsi le arie di intellettuali... Via ogni forma di promozione palese o occulta. Ovviamente senza canone in bolletta Enel. Via ai dinosauri successivamente promossi a spese del contribuente... con programmi da schifo....
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Credo che sia nei progetti del Movimmento...però prima di arrivare a questo credo che serva una riforma radicale sulla RAI:un solo canale, il resto ai privati!
  • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
    La proposta di Armando Guerra, Afragola, mi sembra una tra le più sensate e giuste. Solo chi vive in Italia deve decidere del destino del Paese, non chi è scappato dall'Italia e ormai vive all'estero.
    • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
      Esatto Antonio, anche perchè abbiamo precedenti gravi come quello della Germania. Leggi su internet o cerca il servizio di Filippo Roma delle Iene sull'onorevole Mario Caruso. Roba shock...
    • Antonio B. Utente certificato 1 mese fa
      Assolutamente Si Menomale che sono riuscito a trovarla tra le oltre 100 proposte Un Saluto
  • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
    ringrazio pubblicamente tutti gli iscritti che hanno proposto leggi anche oggi in votazione.siete immensi!!!
  • Alessandro D. Utente certificato 1 mese fa
    Non Perdiamo di Vista il Movimento Cinque Stelle MAI! Mai gettare la Spugna! a volte siamo presi da sconforto e amarezza e soprattutto da apatia, da non renderci conto cosa ci sta passando per le mani: il movimento cinque stelle è qualcosa di eccezzionale, inaspettato, per me è un sogno sperato e fantastico divenuto relatà. E' quella cosa che se non usi il "carpe diem" potrebbe sfuggirti di mano...una possibilità che lasci andare perchè si è disattenti, inconsapevolmente trascinati da altro/altri.... non lasciatevi trascinare nell'apatia e nello sconforto, aiutiamo sempre il movimento, partecipiamo facciamoci sentire -pretendiamo da noi stessi e dagli altri che sia protetto e che vada avanti fino al raggiungimento degli obbiettivi e oltre!
  • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
    fatto!!
  • cosimo geraci 1 mese fa
    sono solo un pensionato, ma ho fatto la mia donazione. Mi auguro siate in tanti a farlo ragazzi, è veramente importante stavolta dimostrare concretamente che ci siamo tutti e che vogliamo vincere
  • pabblo 1 mese fa
    ot «Abbiamo fatto il Rosatellum per far vincere Berlusconi, perché il centrodestra avrà più voti, e anche D’Alema, che riuscirà nel suo progetto di farperdere il Pd»: così un renziano di rango ieri pomeriggio, in Transatlantico, ironizzava amaramente... . ironizzano...invece di defenestrare il responsabile...:) ps renziano di rango? mah...
    • pabblo 1 mese fa
      :)
    • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
      solo freddo bestia..
    • pabblo 1 mese fa
      ciao Luca.. nevica a rho?
    • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
      ciao paolo!
    • pabblo 1 mese fa
      ho riportato parole evidentemente carpite dalla maria teresa meli..da lei pubblicate sul glorioso corriere...una solitamente informata...dicono :)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus