Il Pd e i consigli per gli acquisti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Alessandro Di Battista

Da qui alle elezioni proveranno a rifarsi una verginità. Diranno tutto e il contrario di tutto sulle banche. Siate vigili e soprattutto coltivate la memoria. Io cercherò di rinfrescarla! Questo è un primo assaggio. Ricordate?

Era il 22 gennaio 2016 quando l'ex-presidente del Consiglio incitò gli italiani ad investire in Monte dei Paschi di Siena. In molti gli hanno creduto. Il titolo valeva 75 euro. Poi quella banca è finita sull'orlo del fallimento prima di essere salvata con denaro pubblico. Oggi le azioni valgono 4,07 euro.

Queste non sono opinioni. Condividete per favore!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • fabio S. Utente certificato 1 mese fa
    per tante volte negli ultimi anni, e' stato provato un governo di sinistra, ed i risultati sono le pene che paghiamo ogni giorno per arrivare a fine mese ,con meno debiti possibili.....sono disastrosi sotto il profilo tecnico.....sono devastanti per spudoratezza nel rubare....cianno provato pure con il Consip......sono bugiardi...sono un contenitore di ciò che l'essere umano non dovrebbe essere.......ma ci sarà sempre qualcuno che li rivoterà.......e dopo averli votati, tornerà a casa e lo rilegheranno al letto......
  • Clesippo Geganio Utente certificato 1 mese fa
    in questa storiaccia tutta italiana, un colpo così grosso (un giro di decine di MLD) non si era mai visto, c'è una cosa esilarante (è cinico dirlo) ma, tra i correntisti fregati ci sono migliaia di elettori di questa partitocrazia formata da cosche mafiose, elettori che alle prossime elezioni voteranno gli stessi truffatori!!! Nessuna banda di rapinatori professionisti e tecnologicamente avanzata avrebbe potuto attuare e fare un bottino così ingente, solo chi ha il potere politico/esecutivo e di controllo poteva architettare un colpo di tale dimensioni.
    • Aberto O. Utente certificato 1 mese fa
      D'accordo sulla critica al Cazzaro Ferroviere, ma non è sempre tutta colpa dei cazzari, ferrovieri, puttanieri imbalsamati, o nullafacenti leghisti che siano. E' anche colpa, cinquanta e cinquanta, di chi gli da retta. Ma santo cielo, ma come si fa a decidere un investimento finanziario, sulla base di ciò che dice il Cazzaro Ferroviere? Ma allora in Italia ci sono italiani estremamente fessi, ancora più fessi dei cazzari sopraddetti! Ma basta guardarlo in faccia il Cazzaro Ferroviere per capire che l'investimento va fatto su qualsiasi titolo azionario, obbligazionario, o di qualunque altra specie esista al mondo, TRANNE quello che indica lui! Io non mi fiderei neppure a chiedergli informazioni stradali, figuriamoci se gli darei retta su come investire i miei risparmi! Allora diciamola tutta, per metà è responsabilità dei cazzari, e per l'altra metà di quei babbei che pendono dalle loro labbra.
  • terenzio eleuteri Utente certificato 1 mese fa
    Non rovinate il blog......con certe facce !!
  • Claudiog 1 mese fa
    Ragazzi il PD è quasi abbattuto,ora dobbiamo spezzare le ali ai mafiosi di centro destra,e dire agli italiani che la destra è una cosa fondamentale per la crescita di una nazione ma che se in essa ci sono persone corrotte e mafiose quella destra che dovrebbe essere la forza della nostra nazione diventa invece la forza per pochi "sporchi bastardi mafiosi "che ha come capo espiatorio Silvio Berlusconi!
  • Paolo Caruso 1 mese fa
    C'erano alcuni errori nella mia email Paolo da Palermo errata coorrige: A prescindere dalle solite menzogne del "Bomba" e dalla compagnia "bassotti".......... la calendarizzazione.....Scusate
  • Fabio Bagnoli 1 mese fa
    il segreto di stato per aver rubato soldi attraverso le banche .....qualcuno mi sa dire quale segreto di stato ? di quale stato stiamo parlando ? quello italiano o quello di licio gelli , del sequestro moro , della strage di bologna e quello di 4 presidenti del consiglio non eletti da nessuno ? fatemi sapere quale stato stiamo e in quale stato siamo , a occhio non mi sembra lo stato italiano quello dei cittadini italiani .....
    • Clesippo Geganio Utente certificato 1 mese fa
      poi dovrebbero spiegare cosa c'entrano i servizi segreti con i soldi prestati a famiglie note, imprenditori predatori, amici degli amici che non hanno restituito un centesimo dei milioni di €uro prelevati dai conti correnti dei risparmiatori.
    • Clesippo Geganio Utente certificato 1 mese fa
      potrebbero stralciare dalle indagini i conti dei servizi segreti, invece con questo pretesto hanno chiuso ogni possibilità di far chiarezza su tutta la banca, o parte del sistema parassitario o delinquenziale che altri (nomi noti) hanno perpetrato e perpetuato sotto gli occhi degli enti governativi di controllo.
    • CARLO A. Utente certificato 1 mese fa
      Pare che sia stato messo il segreto di stato perché la popolare di Vicenza era la banca dei servizi segreti italiani. Conti pubblici significa rendere note le operazioni finanziate dai servizi.
  • Paolo Caruso 1 mese fa
    A prescidere delle solite menzogne del "Bomba" e della compagnia "bassotti", banditi di stato, crea sconcerto la nomina alla commissione parlamentare banche del sempre eterno democristiano Casini, che già con il suo operato, la calendarizzaione senza alcuna regola dell'inchiesta banche, e segretando i nomi degli autori del malaffare e delle ruberie di stato, ha creato i presupposti perchè tutto si sciolga in una bolla di sapone, lasciando faccendieri, alta finanza e politici a perpetuare i loro loschi affari all'ombra di uno stato patrigno nei confronti dei cittadini onesti. Paolo (Palermo)
    • Clesippo Geganio Utente certificato 1 mese fa
      quel DC è stato scelto appositamente, da garanzie al sistema partitico fallimentare, è un uomo ligio al dovere "istituzionale" fedele alla parola data prima di tutte le elezioni, per questo è in poltrona da 35 anni.
  • Clesippo Geganio Utente certificato 1 mese fa
    stavolta le responsabilità sono della classe politica e dirigente, non le possono attribuire ai riina e similari. Soluzione e colpevoli non possono (potrebbero) sfuggire alle responsabilità in virtù del fatto che il sistema è istituzionale-governativo, non è attribuibile a cosche mafiose o piccole organizzazioni a delinquere, il sistema bancario-finanziario amministrativo e di controllo è verticistico riconducibile a precisi nomi cognomi e partiti politici, di conseguenza questi stessi avendo in possesso poteri politici-economici stanno facendo di tutto per silenziare la libera informazione, avviare con ritardo pretestuoso la commissione parlamentare d'indagine, applicare dove possibile il segreto di Stato, e tutti gli espedienti possibili e inimmaginabili per non pagare in prima persona, non solo politicamente ma economicamente. Truffe a questi livelli nazionali e internazionali non avvengono se tutta la filiera verticistica non collabora, gli organismi legiferanti, di controllo e applicazione della norme non possono agire a compartimenti stagni senza che uno non sappia dell'altro.
  • Clesippo Geganio Utente certificato 1 mese fa
    da quando sono scoppiati i casi dei crack bancari avete visto un programma Tv d'approfondimento sul tema e problema? Eppure i cittadini truffati sono oltre 250.000 per una cifra di decine di miliardi d'euro pari a manovre finanziarie nazionali, ma nessuno dei giornalisti indaga approfondisce se non qualche sporadico scoop di trasmissioni d'intrattenimento, ma chi per dovere professionale avrebbe dovuto scavare indagare e portare notizie evita, divaga o racconta superficialmente i fatti, l'unica che aveva iniziato con tenacia era la Gabanelli-report, ma estromessa dal mainstream mediatico dalla politica collusa prima che arrivasse a conclusioni precedendo la commissione parlamentare d'indagine sulle banche.
    • Gianfranco A. Utente certificato 1 mese fa
      Ottima osservazione . A riveder le stelle . Gianfranco .
  • Clesippo Geganio 1 mese fa
    mettendo PF Casini ex DC a presiedere la Commissione Parlamentare d'indagine sulle banche e poi applicando il segreto di Stato su alcune di esse, si capisce che tutta la verità non si saprà mai. Che senso ha fare le lotte contro le mafie se poi chi sta al governo-parlamento-senato non estirpa quelle radici con cui le organizzazioni del malaffare proliferano?
  • Gianfranco 1 mese fa
    Oltre ad essere bugiardo e incapace , secondo me porta pure sfortuna . A riveder le stelle . Gianfranco .
  • Roberto Maccione Utente certificato 1 mese fa
    Le prerogative che vengono fuori dalla commissione d'inchiesta e' che deve venir fuori la verita'senza trovare i capri espiatori (impunita'). Come al solito il cetriolo sempre in c.. all'ortolano.
  • Giovanni F. 1 mese fa
    il topo cagone ha ancora un folto gruppo di fessi e contenti che lo segue.
  • Armando Pace 1 mese fa
    Ronzino cazzaro...eternamente senza vergogna...delinquente culturale...mentitore di professione....le spara ancora grosse...morirà così.. mentendo!!!
    • terenzio eleuteri Utente certificato 1 mese fa
      Senza vergogna son coloro che gli vanno dietro come a un profeta........di sventura !!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus