La prima cosa che farà Giancarlo Cancelleri da presidente della Sicilia

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Giancarlo Cancelleri

La prima cosa che farò, se sarò eletto presidente, sarà quella di tagliare gli stipendi dei deputati regionali e di abolire i vitalizi degli ex deputati regionali. Valgono 17 milioni di euro.

Con quei soldi voglio farci un fondo per dare un aiuto alle giovani donne lavoratrici autonome. Una lavoratrice, troppo spesso purtroppo, deve rinuncia a diventare madre perché non può lasciare il proprio lavoro. Una cosa profondamente ingiusta, oltre che incivile, per una regione come la nostra. Quindi metteremo quei soldi al servizio di queste lavoratrici e di tutte quelle persone bisognose. Noi questo lo abbiamo già fatto nei confronti: ci siamo tagliati lo stipendio e abbiamo rinunciato alle pensioni da privilegiati. Con il MoVimento 5 Stelle al governo questa misura sarà legge per tutti.

Intanto continuo a girare per la Sicilia. Stamattina siamo stati a Taormina con Luigi Di Maio per ascoltare le istanze e i suggerimenti degli albergatori, asset fondamentale della gestione di tutto il sistema turistico della Regione. Quel turismo che, nella bocca di tutti, dovrebbe essere il volano di tutta l'economia regionale e che invece, nella realtà, è abbandonato alla libera iniziativa meritoria di poche persone che non vogliono arrendersi ad uno spreco del genere. Noi siamo dalla loro parte e daremo loro tutto il supporto possibile.

Il 5 novembre, #SceglieteilFuturo!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Daniela Manichini 3 mesi fa mostra
    Faccio i miei auguri al candidato Presidente della Sicilia e al Candidato Premier, designando Capo della forza politica MoVimento 5 Stelle, che suppongo sarà Di Maio. Ci terrei allora a informare Di Maio che approvo sia quanto ha affermato al Circo Massimo "La leadership nel M5S non esiste, è un Movimento orizzontale”, sia quanto ha detto a Civita Castellana, rispondendo alle domande sulla trasparenza, “Sul Non Statuto ci sono tutte le risposte. E io lo condivido.” Sono dunque certa che, riconoscendosi nella Finalità sancita dal Non Statuto, nel principio Orizzontale “Ognuno conta uno” e nel valore della Trasparenza, come Portavoce capo del M5S ed eventualmente capo del governo, Di Maio attribuirebbe agli utenti della Rete il ruolo di governo ed indirizzo e svolgerebbe semplicemente il ruolo di Portavoce, accertando ed eseguendo la volontà del popolo sovrano, così come espressa su una Trasparente Piattaforma e-democracy anti delega uno vale uno. Sarò quindi lieta di dargli il mio voto appena illustrerà la Piattaforma con cui, il Portavoce Di Maio e gli utenti della Rete, ognuno contando uno, svolgeranno il proprio ruolo. Ovvero appena i gestori, democraticamente eletti, Garantiranno una discussione Efficiente ed Efficace delle proposte, un processo decisionale partecipato in Rete dall’inizio alla fine e la verificabilità dei dati... ... a quel punto chiunque, incluso Di Battista, potrà verificare chi, contando uno fra le “migliaia di iscritti”, ha proposto i punti del “programma deciso dagli iscritti” che Di Maio avrà il meraviglioso compito di portare avanti... In bocca al lupo!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus