La febbre globale

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

globalwarming.jpg

"Portare il riscaldamento globale a due gradi? L'obiettivo concordato dall'Onu e dai governi mondiali non basta più. Lo dicono i più recenti studi sui cambiamenti climatici.
L'università di Potsdam ha calcolato che se l'aumento della temperatura terrestre dovesse arrivare a 2 gradi (l'obiettivo dichiarato dei governi) l'innalzamento del livello medio del mare sarebbe di 4,6 metri: numerose città costiere italiane potrebbero essere parzialmente o completamente sommerse.
Alla Camera si discutono le mozioni sui cambiamenti climatici chiedendo al governo impegni concreti in vista della ratifica dell'accordo internazionale sul clima di Parigi (prossimo dicembre).
Mirko Busto leggerà in Aula la mozione del M5S. In questo video di Mirko Busto e Massimo De Rosa la sintesi della nostra mozione:

Non siamo catastrofisti: stiamo studiando le ultime ricerche in campo internazionale. Bisogna impegnarsi a riportare l'aumento di temperatura a 1,5 gradi: è una questione di tempo e cambiare dipende da ciascuno di noi!" Mirko Busto e Massimo De Rosa, M5S Camera

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Ferruccio B. Utente certificato 2 anni fa
    perchè non mi fate inserire un commento?
  • Manuel 2 anni fa
    Secondo esperimento, in teoria dovrebbe essere più stabile... Misurata la temp di una piscina da 50mt all' aperto e una da 25 al chiuso, stesso luogo e momento. Bene, la differenza è di 5/6 gradi. È ovviamente una misura grossolana perché le vasche hanno dimensioni diverse, ma penso rendi l'idea di quanto conta il sole diretto. Ovvio poi che nn è solo effetto serra dovuto a sospensioni di vario tipo in aria, ma anche alla cementificazione, calore dissipato da macchinari vari, spostamenti di energia termica trasportati dal vento che si sommano al resto ecc...ma all'eccesso di energia si produce e si concentra molto probabilmente per attività umane, in seguito si manifestano questi "sfoghi energetici" sotto varie forme, tornado, venti roventi siccità ecc... nn penso nemmeno che si tratti di solo vapore acqueo in quanto da me (salvo errori sui dati) l'umidità è sotto il 40%. È comunque probabile che all' altezza di 30mt da terra ci siano 5 gradi in meno, ma questo nn ci deve rasserenare anche se di sicuro qualcuno è capace di rallegrarsi spinto dal solito spirito superficialista.
  • gianpiero m. Utente certificato 2 anni fa
    Ma nessuno ha studiato l'effetto delle eruzioni dei vulcani ai fini dell'inquinamento e del surriscaldamento del pianeta? Questi fenomeni naturali, che esistono da quando esiste la terra, stanno a significare che l'uomo è impotente di fronte alla forza della natura: quindi rispettiamo la natura e lasciamo che si evolva secondo le sue leggi. G.Mazz.
  • Alessandro P. Utente certificato 2 anni fa
    Nell'ultimo secolo il livello dei mari è cresciuto meno di una spanna eppure la temperatura è cresciuta di un grado (chi non ci crede vada a verificare su wiki https://en.wikipedia.org/wiki/Sea_level#/media/File:Recent_Sea_Level_Rise.png ). Lo studio in questione non sono proprio riuscito a trovarlo quindi mi permetto di bollare la notizia come una bufala completamente inventata di cui non credo sappiano nulla nemmeno nel centro geologico di potsdam che si potrebbe supporre l'origine (mi è difficile confutare uno studio anonimo inesistente). Per quanto riguarda accordi internazionali volti a ridurre la temperatura devo dire che sono fesserie gigantesche finalizzate a fregare i polli: NESSUNO ha letto la teoria dell'effetto serra che rimane comunque una teoria tuttora priva di riscontro empirico. La teoria dell'effetto serra (mai confermata da misurazioni) NON dice che l'anidride carbonica è la prima causa dell'effetto serra ma che è L'ACQUA ovvero il vapore acqueo.... quindi di che stiamo a parlare??? Dimostrare ignoranza in cambio di mazzette e promozioni è comprensibile ma dimostrare ignoranza GRATIS è da pirla: invito il M5S a rivedere la propria posizione sui cambiamenti climatici perché su tale argomento davvero si continuano a propagandare fesserie completamente prive di riscontro scientifico. Adesso dovremmo metterci ad applaudire accordi internazionali sfavorevoli solo perché i media inventano bufale meteorologiche galattiche? Non ci è bastato kyoto? http://oldnews.altervista.org/internazionale.html#kyoto
  • manu t. Utente certificato 2 anni fa
    Non credo serva un gran intuito per comprendere come "l'impronta" antropica abbia condizionato e stia condizionando tuttora in modo macroscopico il nostro pianeta. Chi ancora si tappa gli occhi è perchè cointeressato ad uno stile di vita e di business strutturale alla devastazione dei mari, all'impoverimento del suolo, alla dimiinuzione vertiginosa e costante della bio-diversità, all'inquinamento dell'aria. A dire il vero tutti noi occidentali cavalchiamo lo sfruttamento iniquo del nostro povero pianeta così siamo allergigici agli argomenti altruisti promossi dai cittadini Busto e De Rosa.Vi sostengo. Grazie
  • Simona Adriani 2 anni fa
    Boh, 'sto video non dice niente... 'maniera responsabile' ... 'consapevoli della gravità'... sono parole da politicanti purtroppo. Una volta eravate più dritti e pratici.
  • Manuel 2 anni fa
    Noto drammaticamente come il tema in questione sia di totale disinteresse sia dal numero di commenti sia dal numero di cavolate scritte mirate a sminuire il problema invece che affrontarlo in modo più complessivo. Uno tira fuori la fisica e si concentra sull' errore dell' innalzamento del livello del mare, l'altro, forse preso da un colpo di sole si chiede perché la temperatura del mare sale e quella del sole (a suo dire) scende....e convintamente su tali basi rimane sconcertato quando si dice che il ghiaccio si scioglie! Non solo nega l'evidenza documentata da foto che il ghiaccio sta sparendo, ma pure il principio naturale osservando l'alzarsi della temperatura del mare rende ovvio il regredire del ghiaccio . Mai sentito parlare di effetto serra e di assorbimento di energia della superficie terrestre con conseguente aumento della temperatura? Fate il seguente esperimento: Verificate la temperatura alle ore 16 e poi confrontatela con quella delle ore 22 e 23 (quando nn c'è il sole) ed osservatene la differenza! Da me è tra i 6 e gli 8 gradi, dipende da quanto vento c'è, guarda caso se in città o campagna ecc. Quindi il sole nn incide oltre tali valori, cosa sarà mai allora questo innalzamento? La gente si è malata di questo sistema economico alla follia, è convinta che serve industria e produzione a scopo di consumismo per dar loro da mangiare e la politica gli tiene il passo in quanto totalmente priva di una visione costruttiva volta all'innovazione orientata al cambiamento sostenibile delle attività umane. Chi sta in politica o i loro sottoposti giornalisti, industriali, economisti....appoggiati in massa dai rincoglioniti che urlano lavoro lavoro e lavoro, nn hanno un briciolo di inventiva e sono invaghiti di demagogia, mentre chiunque faccia una qualsiasi proposta di cambiamento viene schedato come idealista. Mi piacerebbe sapere quale delle figure sopra abbia speso oltre 1 minuto ad ipotesi di cambiamento di sistema! Nessuna. Motivo? Soldi.
  • piero deola 2 anni fa
    Anche voi siete caduti nell'inganno. L'innalzamento della temperatura è tutta una balla per fottere soldi. Se infatti,tanto per fare un misero esempio,i ghiacci si scigliessero come dicono i disonesti,come mai le temperature del mare salgono mentre l'attività solare è in netta regressine?
    • Rosa Anna 2 anni fa
      Da dove ricavi le tue deduzioni Informati meglio
  • Rocco Russo 2 anni fa
    Concordo con Fausto Cavalli che l'argomento meriterebbe maggiore rigore scentifico. Con questo non voglio né sdrammatizzare, né catastorfizzare il problema. Esempio; sull'innalzamento del livelo del mare mi è capitato di leggere aberranti previsioni spacciate per scentifiche. Sono un fisico; ragioniamo da fisici (esperimento alla mano). Si legge in alcuni articoli che l'innalzamento della temperatura media, causerà lo scioglimento del giacco delle calotte polare e da questo si stima un innalzamento del livello del mare di oltre 4m. E' in parte vero; ovvero l'innalzamento ci sara, ma non nella misura propagandata. Mi spiego. le due calotte polari sono geologicamente diverse: al Polo Nord il giaccio galleggia sull'acqua; al Polo Sud il giacco è per gran parte su terraferma. Cosa vuol dire? Per scoprirlo fate un esperimento. Prendete un recipiente, riempitelo d'acqua, metteteci del ghiaccio dentro, che galleggia in acqua; dopo, segnate con un pennerello il livello dell'acqua e ghiaccio; aspettate che il ghiacciosi scioglie e scoprirete che il livello dell'acqua non è campiato. Questo esperimento riproduce lo scoglimento dei ghiacciai galleggianti (Artico, ...); la chui massa non contriburà affatto all'innalzamento del livello del mare; perciò articoli che calcolano l'innalzamento del mare includendo le masse dei ghiacciai galleggianti non hanno alcun fondamento scentifico. Prendete ora un altro recipiente, riempitelo d'acqua e sopra di esso mettete del ghiaccio in un colino evitando che il ghiaccio tocchi l'acqua; segnate con un pennerello il livello dell'acqua; aspettate che il ghiacci si sciolga e noterete che il livello dell'acqua è aumentato. Questo riproduce lo scoglimento dei ghiacciai su terreferma (Antartide, Groellandia, ...). Quindi l'innalzamento del mare ci sarà, ma in misura inferiore a quella che vanno propagandando, in quanto solo lo scioglimento dei ghiacciai su terreferma contribuirà all'innalzamento del livello del mare.
  • eva t. Utente certificato 2 anni fa
    Agli scettici,anche detti negazionisti,consiglio una bella e utile lettura: l'ultimo lavoro di ricerca di Naomi Klein "Una rivoluzione ci salverà". Si scopre anche il "profilo psicologico" del negazionista classico americano: repubblicano, capitalista o comunque favorevole al sistema, ambizioso, in carriera etc etc. Insomma lo yuppie dei giorni nostri,che purtroppo ancora esiste. Queste persone dovrebbero ammettere con loro stesse che questo sistema basato sulla crescita ad oltranza e sul consumo non può reggere. Non possono, significherebbe mettere in discussione la loro stessa esistenza.
    • eva t. Utente certificato 2 anni fa
      Quella della Klein è un'analisi sociologica dell'atteggiamento e dell'approccio della popolazione a temi quali clima, sfruttamento risorse etc etc Certo non vi è ancora accordo di vedute tra gli addetti ai lavori, ma se permetti quando il tema è la vita sul pianeta preferisco la prudenza. Iniziamo ad agire come se avessero ragione i "catastrofisti" (di nuovo categorie, ma è per semplificare), di certo male non farà. A meno che non tiriamo in ballo l'aspetto economico. E allora la scienza c'entra poco.
    • Fuasto Cavalli Utente certificato 2 anni fa
      Scusa ma perchè metterla in categorie: negazionisti e allora creduloni. Così non si va da nessuna parte! Il problema è che personalmente seguo con una stazione meteo professionale l'andamento climatico e meterologico di Brescia dal 1978 e sono in possesso di dati meteo della città dal 1828. Ho approfondito da decenni studi sull'andamento climatico e sono arrivato alla conclusione che la storia dell'effetto serra causato dall'uomo è quanto meno dubbia. Guarda caso poi, cercando ostinatamente di approfondire la questione da molti punti di vista, scopro che non c'è alcuna unanimità di vedute tra i veri scienziati. Si consideri poi, che da agronomo aggiungo, udite, udite, che la CO2 è un interessante "concime" per la vegetazione. Non inquinare è un dovere, ma la caccia alle streghe non era e non è scienza!
  • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
    100.000 anni fa il pianeta era piu' caldo e non vi erano calotte polari , la % di Co2 era superiore . Di uomini praticamente neanche l'ombra o quasi . Non facciamoci trascinare da argomenti ed argomentatori fatti apposta per parlarsi addosso e non concludere nulla.
  • Riccardo Garofoli 2 anni fa
    Sono stato molto vicino a questo white bear /dal1995 fino al2007 ho avuto la fortuna di passare un po di tempo come turista nelle Svalbard i cambiamenti si VEDONO eccome se si vedono clamorosi
  • Fausto Cavalli 2 anni fa
    Un accorato appello: consiglio maggiore prudenza in campo climatico, perchè la realtà prospettata riguardo l'aumento di temperatura globale di 4-6°C entro l'anno 2100, proviene da studi piuttosto uniformati e di parte. In questo il M5S dovrebbe essere molto sensibile e dovrebbe evitare le facili strumentalizzazioni con evidenti finalità economiche. Non è vero che il pensiero dei climatologi è tutto uniformato verso il riscaldamento globale di origine antropica. Ci sono numerosi studiosi che, dati alla mano, ne mettono in dubbio perfino le fondamenta /Scafetta, Spencer, Guidi, ecc). Aggiungo che mi pare del tutto ridicolo illudersi di contenere il riscaldamento globale come fosse un termostato ad una certa temperatura, come discutere che 2° di aumento sarebbero catastrofici, mentre sarebbe accettabile 1,5°C. Ma stiamo scherzando? A questo proposito invito ad osservare ad esempio il trend di aumento della concentrazione di CO2 nell'atmosfera, che risulta in continua crescita, indifferente rispetto a tutte le politiche di contenimento di questo elemento praticate oramai da decenni. Si aggiunga che, al contrario, la temperatura globale non cresce più da circa 15 anni. Come mai? Per quale motivo la temperatura terrestre fu più elevata nel periodo medioevale, rispetto ai nostri anni. Finchè onestamente non sono chiari tutti i complessi meccanismi che regolano il clima della Terra, pensare che solo la CO2 regoli tutto dimostra quanto meno uno scarso spirito scientifico: le teorie devono essere supportate dalla realtà! Stiamo attenti, quindi, a non cascare in questa grossa bufala mediatica, che oggi, guarda caso, piace molto ai politici. Propongo che il M5S affronti la questione senza preconcetti e serenamente, cercando testardamente, come sa fare, la verità indipendentemente da quello che dicono i più. Le mie personali ricerche decennali (sono agronomo meteorologo) mi dicono che la questione del riscaldamento globale è una grossa, grassa bufala. Parliamone!
    • Manuel 2 anni fa
      Quali certezze hai che hanno fatto qualcosa per risolvere i problemi ambientali? Chi dice che trattasi solo di CO2? nn esiste l'inerzia? Forse la temp nn aumenta, ma l'energia si sposta per gli stessi motivi. Cina, India America che hanno ridotto o innovato orientate al miglioramento? Lampadine a led? Ottimo, chissà perché le "prime" costavano 30€ ed ora 10€ o meno. Da una parte innovano, dall' altra approfittano e fottono e quindi frenano, dall'altro ancora sfruttano e schiavizzano...Lo stesso vale nella bioedilizia, dell'alimentatore ecc.. Hanno tutti una regola di fondo, fare tanti soldi e subito, il resto è conseguenza, nn volontà. Guarda, avere dati certi al giorno d'oggi è impossibile, alcuni li enfatizzano a scopo negativo(interessi personali) altri lo fanno in positivo sperando che avvenga qualche miglioramento...La mia esperienza mi dice che se cerchi di convincere qualcuno su qualcosa in modo diretto e forzoso, nel 90% dei casi produci l' effetto opposto. Il modo più efficace attuale pare quello di sottoporli a precostituiti ragionamenti in modo che si autoconvinca autonomamente delle tesi sostenute da altri al fine di ottenere consensi...questi di solito sono mezzi usati nel marketing e nelle comunicazioni di massa, il fine è quasi sempre negativo perché quelle stesse persone sono state orientate fin da piccole a fare soldi per sopravvivere...prova ad immaginare poi cosa diventano se dai in mano a pochi strumenti di persuasione così potenti....dire che si sentono dio è poco, lo stesso vale con troppi soldi in mano a pochi. Il sistema è costruito in modo che i soldi si concentrino, questo genera potere, imperialismo, conoscenze concentrate a pochi e quindi incapacità di creare nuove attività, infine la sottomissione al punto che la politica si cala le mutande, genera burocrazia e impossibilità di creare per far rientrare capitali al fine di produrre e creare occupazione piuttosto che essere in grado di creare concorrenza e riduzione di mani forti.
    • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
      So che hai ragione. Vogliono mettere fuori uso una serie infinita di tecnologie per sostituirle con nuove, altrimenti l'economia (la loro economia) si ferma .
    • Riccardo Garofoli 2 anni fa
      Nei posti dove sono andato negli anni i cambiamenti sono clamorosi /a dicembre si portava un imbarcazione in un fiordo e la si lasciava li ,così quando il mare ghiacciava era la ns base lkamp avanzata /purtroppo li dove eravamo soliti trovare base kamp c'è solo acqua parlo di Svalbard
  • Paolo Omodea 2 anni fa
    Bravi ratificate l'accordo di Parigi e distruggerete quel poco che è rimasto di industria. E' difficile capire che la scusa del cambiamento climatico è una farsa dell'elite per portarci alla fame. Il pianeta si raffredda non si riscalda, la temperatura dipende dal SOLE non dal ESSERE UMANO. Bloccate questa farsa ! Basta ci volete uccidere, ignoranti! Anche il M5S è caduto nella trappola della Agenda 21 delle Nazioni Unite.
    • Riccardo Garofoli 2 anni fa
      Ma dell ignoranza non puoi farne un vanto /il pianeta si sta surriscaldando /lo so a te nn ti frega un cazzo se fa caldo vai al CC /solo che latitudini dove normalmente il mare ghiaccia da anni nn ghiaccia più .forse a te nn interessa sei morente ! Però così metti in pericolo la vita della tua progenie /gia gli lasci solo spazzatura .carpe diem
  • alvise fossa 2 anni fa
    CHISSA' CHE PRIMA O POI CI ARRIVINO QUELLI DEL PD,SUI CAMBIAMNETI CLIMATICI
  • Andrea Zanella Utente certificato 2 anni fa
    Fate qualcosa prima che sia troppo tardi!
  • Nicola Nicolini Utente certificato 2 anni fa
    Fate BENISSIMO a cercare in tutti i modi di tenere alta l'attenzione sul clima rovinato che stiamo vivendo in questi ultimi anni. Punte di 40° e oltre alle nostre latitudini non hanno niente di normale e sono il risultato di decenni di puro menefreghismo rispetto alle tematiche ambientali. Alla fine ( e giustamente) la natura ci presenta il conto del nostro egoismo. Il problema è che chi governa le nazioni e i continenti (vedi per es. UE e Troika) se ne fotte altamente di qualsiasi tema etico che sia ambientale o sociale. Sono malati cronici di avidità a livelli inimmaginabili e i malati andrebbero curati e non certo messi a capo dei governi, dove possono solo far danni.
  • Eposmail. ,, Utente certificato 2 anni fa
    Maaaa...riforestare noooo???? Sapete quanto CO2 verrebbe assorbito ?
  • Manuel 2 anni fa
    Qualche giorno fa ho seminato alcune zucchine, bene a differenza di quelle seminate a marzo, queste prima di fare le prime foglie hanno fatto un gambo lungo 20cm invece dei normali 6 circa , in pratica nn riusciranno a sostenersi da sole e sono destinate al compostaggio! La politica a quanto pare è più preoccupata a fare cassa per il bilancio, a fare i vari patti transatlantici o i Brics per aumentare potere e commercio, a vendere cannabis illudendosi di creare problemi agli spacciatori o risolvere l'evasione fiscale, o peggio prendendo per il C i cittadini dicendo loro che aumenterà il turismo, mentre i laureati agronomi troveranno nuove occupazioni! È la stessa teoria sotto la quale si pensa che dando armi alle fazioni opposte in Siria, Iraq, Libia ecc e li si mettano al governo, si stabilisca la democrazia in quei territori! Là il metodo migliore sarebbe prendere a caso cittadini dei rispettivi paesi che abbiano una discreta base formativa e farli governare, da noi per la Cannabis ad esempio, sarebbe opportuno vietare di fumare a chi ha meno di 22 anni. Se facessimo un grafico della curva di assunzione di fumo e droghe per età vedremmo che la massima concentrazione di crescita la si ha tra i 13 e 17 anni per poi scendere drasticamente! Quindi regolarizzare queste porcate significa dar da fumare ai minorenni, ma anche se così nn fosse per legge, il mercato nero continuerebbe lo stesso ad alimentare tale bacino di clienti, motivato in più dalle dicerie che si rafforzeranno in seguito sul fatto che è legale=nn fa male. Auguri....l'altra volontà saranno i matrimoni gay e magari pure le adozioni ai gay per soddisfare il loro smisurato ego di sentirsi diversi e così facendo godere ad imporre agli altri ogni loro volontà (perché poi vorranno altri "diritti" stravaganti ), un po' come le ultra femministe che nn sono mai sazie di soddisfare il proprio ego e veleno che hanno addosso in quanto vivono tutti di sindrome di provocazione altrui. Patologie psicologiche
  • Adriano 2 anni fa
    Allora anche città americane come New York Miami ecc.ecc.adotteranno lo snorkel??
  • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
    Prima di sparare a zero contro il consumismo , gli USA, il mio condizionatore ed il mio frigorifero (usano ancora Fr-22) forse faremmo meglio a pensare un po' piu' a "freddo" : La Terra ha mostrato periodi caldi senza calotte polari e recentemente si è riscontrata una laguna nel Polo Nord durante l'estate boreale, per cui gli scienziati norvegesi predicono che fra 50 anni il Mare Glaciale Artico sarà navigabile in questa stagione. Un pianeta senza calotte polari permette una migliore circolazione delle correnti marine, soprattutto nell'emisfero settentrionale, e diminuisce la differenza di temperatura tra l'Equatore e i Poli. Da qui: https://it.wikipedia.org/wiki/Cambiamento_climatico#L.27effetto_serra_nel_passato
    • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
      Cosa c'entra la distruzione del pianeta ? Tentare di ostacolare il processo naturale di riscaldamento del pianeta non serve a nulla. Tali sforzi dovrebbero essere meglio indirizzati , magari per distruggere di meno il pianeta .
    • giseppe guarrera 2 anni fa
      quindi bello che l'uomo distrugga il pianeta! d'altronde lungo l'equatore ci sono talmente tante persone che non producono e non comprano che è meglio che muoiano!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus