Il MoVimento 5 Stelle in Israle e Palestina

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

Per proseguire il dialogo intrapreso nella prima visita in Palestina effettuata dalla commissione Affari Esteri della Camera nel luglio 2013, una delegazione del Movimento 5 Stelle composta da Luigi Di Maio, Manlio Di Stefano e Ornella Bertorotta si recherà in Israele e Palestina dal 7 al 12 luglio.
Sono previsti incontri con la società civile e politica dei due popoli, oltre che con la comunità religiosa cristiana. La politica estera del Movimento 5 Stelle segue direttive e coordinate precise: la ricerca del multilateralismo, della cooperazione e del dialogo tra le popolazioni, il rispetto dell'autodeterminazione, della sovranità e della non ingerenza negli affari interni dei singoli Paesi.
Applichiamo gli stessi principi confrontandoci con il conflitto palestinese. Una soluzione della pace - la creazione dei due popoli e due Stati - passa per le scelte che il governo d'Israele saprà prendere nei prossimi anni. E' chiaro ormai a tutti come lo storico conflitto non ha davanti a sé nessuna soluzione che possa essere militare, né incentrata solo in termini di sicurezza con la costruzione di muri. Si genera solo ulteriore odio e ulteriori circoli viziosi da cui è sempre più complesso uscire.
La soluzione è solo politica e risiede nel rispetto del diritto internazionale, vale a dire nell’applicazione della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite n. 242 del 22 novembre 1967 che istituisce un ritiro totale dell’esercito israeliano da Gaza, dalla Cisgiordania e da Gerusalemme Est; uno smantellamento di tutte le colonie illegali, il rispetto delle frontiere dei territori occupati nel 1967 e un accordo vero di tutte le parti in causa sul tema del ritorno dei rifugiati palestinesi.
I portavoce del Movimento incontreranno esponenti della società civile israeliana e palestinese, andranno al Museo dell’Olocausto di Gerusalemme. Saranno quindi in visite istituzionali a Ramallah, Betlemme, Hebron e alla Knesset.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Ernesto Orlandi 1 anno fa
    Di Maio è andato per una questione di PACE è un azione di grande umanità sia per i fratelli israeliani che per quelli palestinesi e di riflesso per il mondo.... Leggete su Facebook sul profilo di Di Maio come stanno le cose https://www.facebook.com/LuigiDiMaio/?fref=nf ....Grazie! PACE gente!
  • Nicola Acerra 1 anno fa
    I commenti dei sionisti troll mi fanno solo venire la nausea. Difendere uno stato criminale di apartheid ed i suoi crimini verso non solo i palestinesi, ma tutti quei popoli che circondano lo stato abusivo di israele. Paolo Barnard, ha fatto un ottima sintesi della meschinita' sionista. Il fottere e piangere non incanta piu' nessuno, tutti sappiamo la verita' tranne chi non la vuole vedere o sentire, daltronde non c'e' peggior sordo di chi non vuole sentire. Per fortuna ci sono ebrei, pochi purtroppo, che dicono la verita', additati dai sionisti come traditori, vedi Norman Finkestein,Noam Chomsky, ed altri. Questo mi fa ben sperare. Chiudo con un grido FREE PALESTINE. Chi sbraita dicendo non votero' piu' il M5S, rispondo col no problem ce ne faremo una ragione
  • Reza Zardoshtian 1 anno fa
    " La causa palestinese non è una causa solo per i palestinesi, ma una causa per ogni rivoluzionario, ovunque si trovi, come causa delle masse sfruttate e oppresse della nostra epoca." Ghassan Kanafani ESISTE UNICA VERITA' VERA CHE E' QUESTA: GLI ISRAELIANI SONO GLI OPPRESSORI E I PALESTINESI GLI OPPRESSI! Il resto è solo chiacchiera!
    • Aldo Vagata 1 anno fa
      Bravo! vedo che la propaganda della Chiesa, antica di 2000 anni contro gli Ebrei, del Nazi-Fascismo e dell'Islam ti ha centrato in pieno!
  • baldo bracco 1 anno fa
    Separazione fra stato e chiesa? In Israele non esiste l'istituto del matrimonio civile o ti sposi al tempio o niente, ergo sono vietati i matrimoni "misti", con i musulmani per intenderci. Stato democratico solo per la sua razza.
    • Aldo Vagata 1 anno fa
      Vedo che la faziosità e l'odio antico di 2000 anni verso gli Ebrei è ancora presente!
  • Aldo Vagata 1 anno fa
    Lo Stato di Israele è l’unico paese democratico del Medio-Oriente e non solo del Medio-Oriente! Difatti Israele è uno Stato fondato sul Principio della Democrazia, dell’Uguaglianza e della Libertà Intellettuale. Il che significa: separazione tra Stato e “Chiesa”, Uguaglianza nei Diritti e nei Doveri, primo tra tutti quello tra Uomo e Donna, e Libertà di espressione, politica e religiosa. I nemici dello Stato d’Israele sono tutti gli Stati arabo-musulmani che hanno scatenatole guerre sante di sterminio contro Israele, senza mai riuscirvi, fin dalla sua nascita nel 1948, compresa quella del 1967, e che oggi si servono del Terrorismo Palestinese per tentare ancora di eliminare Israele. E’ vero, lo Stato d’Israele semina Democrazia, Uguaglianza e Libertà nel circondario degli Stati Musulmani, che, chi più e chi meno, fondamentalmente sono totalitari, teocratici, misogini, omofobi e corrotti, e perciò vedono lo Stato Israele come un cancro da estirpare dal Medio-Oriente, tutto col bene placido del Vaticano e la simpatia dei nazi-fascisti e della sinistra, ex-stalinista. La Delegazione del Movimento 5 Stelle, presieduta dall’Alto Esperto di Politica Estera, Manlio Di Stefano, farebbe meglio a visitare i Paesi Musulmani dell’Iran, Arabia Saudita, Qatar, Siria, Libano, Egitto, Marocco, Tunisia Bangladesh, Pakistan, Malesia e tutti gli altri, per verificare il grado di Democrazia, di Uguaglianza e di Libertà intellettuale, di cui godono i cittadini di questi paesi.
    • riccardo cascino 1 anno fa
      Separazione fra stato e chiesa? In Israele non esiste l'istituto del matrimonio civile o ti sposi al tempio o niente ergo sono vietati i matrimoni "misti", con i musulmani per intenderci. Stato democratico solo per la sua razza
    • Paolo Ghiazza Utente certificato 1 anno fa
      Il viaggio iIstituzionale in Medio Oriente è ora comunque un must(da qualche parte bisogna cominciare),li si snoda tutta la controversia storica e politica mondiale attuale. Da tener presente il vittimismo della storia ebraica del Dopo CRisto(vogliamo parlare delle persecuzioni Cristiane da Santo Stefano in poi sulla via di Damasco il genocidio degli Armeni(i giovani turchi erano di estrazione sionista cabalisti della dhurma di salonnico falsamente convertitisi all'islam per raggiungere i gangli del potere)dello strozzinaggio dei safarditi e azchenaziti delle armi e intelligenza fornita all'isis)da una oarte e la pretesa dell'islam di essere la vera religione sulla terra da imporre con la spada,questo comunque a discapito di tante buone creature di Dio di fede ebrea e musulmana che pagano per la delinquenza degli uni e degli altri politici che mantengono questa carneficina attuale(tifo per l'asse Russo Iraniano).Buona fortuna ai 5S per trovare pazienza in questo groviglio e portare Umanita e Ragione(strumenti subalterni alla Fede) per una Vera Pace
    • Paolo Ghiazza 1 anno fa
      è da verificare se gli ebrei nel lontano 7° secolo abbiano organizzato attraverso maometto l'inizio dell'islam come arma per destabilizzare il Cristianesimo nel nord africa e medio oriente e oltre(sono famosi per essere in fissa col costruire dei golem che poi a fatica riescono a controllare(vedi giacobinismo,bolscevismo,nazismo,isis ecc.) e con la massoneria a forgiare nuove religioni(vedi protestantesimo mormoni testimoni d geova rastafarianesimo,ecc.).Il sionismo è la somma di tutto questo nelle sue correnti atee,soft e ultra religiose racchiuse nella bandiera della stella di "Davide"spingomo per l'eretz israel a discapito dei Cristiani Armeni genocidati dal 1915(per evitare la gestione Russa del territorio) ai Cristiani genocidati dall'isis,al panarabismo distrutto dal 1948 in poi,insomma proprio una pseudo democrazia in attesa del colpo finale del nwo DIO attraverso Putin permettendo.
    • Carlo B. Utente certificato 1 anno fa
      E' difficile potere leggere tante menzogne in fila. Lo Stato d'Israele è abusivo, non ha nulla a che vedere con l'Israele inteso nella Bibbia, anzi, è fondato su principi opposti: violenza, abuso, arroganza e intolleranza. E quello con la Palestina non è un conflitto, ma una aggressione bestiale contro uomini, donne e bambini inermi. Punto!
    • Raimondo M. Utente certificato 1 anno fa
      Non avere fretta, un poco per volta. Nel frattempo dare ai palestinesi quel che è dei palestinesi, soprattutto ridar loro l'acqua che gli necessita. No Nato, No euro.
  • Rinaldin Franco 1 anno fa
    Il M5S ha fatto molto male ad andare in Israele che è uno stato dittatoriale che sebbene le molte risoluzioni ONU ed i molti inviti dei Paesi democratici, CONTINUA AD OCCUPARE LA PALESTINA E AD UCCIDERE BAMBIBI, DONNE E VECCHI!!! INFAMI!!! E POI SI LAMENTANO DELLE PERSECUZIONI CHE HANNO SUBITO!!!
  • massimo ricci 1 anno fa
    Se la politica estera del M5S avrà un'impronta filo-palestinese come si evince da queste iniziative autolesionistiche, non avrete mai il mio voto. Per Israele, per la civiltà.
    • Aldo Vagata 1 anno fa
      L'odio della Chiesa contro gli Ebrei è antico di 2000 anni e è stato maestro ai Nazi-Fascisti, agli Zar di Russia, ai Musulmani e a tanti altri nella storia recente e passata. E' stato fomentato anche dagli ex-comunisti stalinisti i cui eredi fino a poco tempo fa sono stati i corrispondenti RAI nel Medio-Oriente. Si ricorda quando la RAI di costoro parlava di: Governo di Tel Aviv, il falco Sharon, le truppe di Tel Aviv, le immagini dei poveri ragazzini palestinesi e i carri armati ebraici?. Oggi l'atteggiamento RAI verso Israele è cambiato un pochino in meglio. Quindi come può pretendere che tanti giovano del M5S, che sono vissuti in quel periodo, non siano rimasti contagiati dalla disinformazione e manipolazione antiebraica? Secondo me è bene separare i problemi sociali che ci stanno attanagliando da tempo, e che sono portati avanti giustamente dal M5S, dall'atteggiamento fazioso antisemita di alcuni del M5S. L'antisemitismo o antisionismo, che è la stessa cosa, deve essere contrastato attraverso i ragionamenti e i fatti. In pratica non bisogna abbandonarli per il loro atteggiamento anti-Israele, perché loro stessi sono delle vittime della manipolazione antisemita. Bisogna aiutarli a farli venire fuori dalla loro ignoranza che ha radici antiche e recenti. Spero di essermi spiegato. Saluti
    • Aldo Vagata 1 anno fa
      Giustissimo! Comunque bisogna aiutare questi cocchetti, vittime di decenni di propaganda antisemita, quando alla RAI imperavano i corrispondenti faziosi, di scuola staliniana!
    • Aldo Vagata 1 anno fa
      Giustissimo! Chi pensa di voler gestire la politica estera del M5S deve stare molto attento riguardo allo Stato di Israele e non può pensare di coinvolgere chi vota M5S con i suoi fanatici pregiudizi!
    • Aldo Masotti Utente certificato 1 anno fa
      Magari non e' da solo a fare certe valutazioni . Fra uno stupido onesto ed un capace ladro e' difficile scegliere .
    • Dolce Vito Utente certificato 1 anno fa
      Peccato, ci contavamo proprio sul tuo voto. Come facciamo adesso?
  • Aldo Masotti Utente certificato 1 anno fa
    Sull'atteggiamento del M5S sul cosi' detto problema palestinese sono in totale disaccordo. A mio avviso i nostri rappresentanti sono troppo giovani per ricordare. a)Lo statuto delle nazioni unite e' del 1945 b)la risoluzione onu 242 del 67 e' ambigua e fu rigettata da Israele e non e' vincolante (come inducete a ritenere nel post) c)Dal 1947 al 1954 (circa) gli italiani d'istria furono cacciati ed infoibati . d)Italiani ed ex-cittadini egiziani sono rimasti vittime di una guerra persa per colpa dei loro rispettivi governi Quello che mi fa incazzare sono i due pesi e le due misure di molti italiani che aderiscono alla causa palestinese e si voltano dall'altra parte per la causa degli esuli istriani perche' ritenuti fascisti. Forse dovevamo anche noi uccidere gli atleti jugoslavi alle olimpiadi di monaco , mettere autobomba a Belgrado , e via terrorizzando. L'italia ha perseguito la pace , i palestinesi no, per un calcolo economico dei loro capi politici , Arafat in testa.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Soeria mo che i nostri "pellegrini" non si facciano abbindolare da Netanyahu. E' lui che ha preso in giro ben tre presidenti degli Stati Uniti; ha costruito il muro divisorio tra Islaele e Palestina, abbondando dalla sua parte; permette la costruzione di insediamenti israeliani in territorio palestinese; di tanto in tanto bombarda con i suoi aerei la striscia di Gaza; permette che la polizia israeliana uccida indisciminatamente ragazzi palestinesi che lanciano pietre o impugnano coltelli. La verita' palese e' che con Netanyahu non ci sara' mai la pace tra i due popoli, di due Stati manco a parlarne cisi' come di applicare le risoluzioni dell'ONU. Tutti ci inchiniamo davanti al dramma storico della shoa ma non per questo si puo' vivere per sempre di quella rendita.
  • stefano tufillaro 1 anno fa
    Buongiorno, iniziativa lodevole, probabilmente inutile visto l'attuale dirigenza ma non solo israeliana. Va comunque tentata perché non si può stare a guardare e de facto lasciare la situazione a degradare con maggiori sofferenze per la parte più debole che è quella palestinese. Israele non è onesta, abilmente racconta la propria verità avvalendosi del fatto che, anche grazie al proprio impegno, la parte palestinese non ha una rappresentanza univoca e purtroppo non l'avrà per molto tempo. Se fosse una democrazia vera non occuperebbe il territorio di altri, non avrebbe due sistemi giuridici, non utilizzerebbe le risorse idriche di altri, non manterrebbe un embargo contro il territorio di altri, non effettuerebbe periodicamente rappresaglie criminali e stragi, non distruggerebbe luoghi di culto, università ,aeroporti, stazioni televisive e radio, nonché strade, fabbriche, non commetterebbe le atrocità che mette in pratica quotidianamente. La soluzione dei due stati sarebbe possibile se a difesa del futuro stato palestinese ci fosse una equivalente difesa militare dello stesso e che potrebbe essere possibile solo se altre nazioni la garantissero. Israele dispone di più di duecento testate nucleari multiple e non riconosce l'organizzazione mondiale per la limitazione delle armi nucleari. Quale stato può nascere a fianco di Israele in queste condizioni ? Il bello sarebbe un unico stato, nel territorio Palestina, con abitanti 'misti', culture 'miste', voluto e aiutato da altri paesi. L'alternativa è la barbarie, che uno abbia il sopravvento sull'altro con milioni di morti.
    • alberto maini () Utente certificato 1 anno fa
      Ora pure il M5S si prostra e mostra il deretano a chi ha costruito un muro tra la Palestina e Israele, con la scusa degli attentati, uno stato che piano piano si sta prendendo tutti i territori palestinesi concessi con la risoluzione ONU, ma che poneva dei limiti ben precisi. Se quest è la vostra politica estera, beh....fallirete miseramente o vi state vendendo alle lobby israelitiche di potere internazionale...
  • trullo 1 anno fa
    Haahahahah!!! Per "continuare il Diaologo"????????? Ma non si era detto che contro la disonested il crimine non si scende a compromessi,non si dialoga? Come si chiama un "coso" che infrange da decenni,impunemente, tutte le Leggi Internazionali nonche quelle etiche e morali che un comune Cittadino obbligato dalla Legge a rispettare ? E in israele casca anche l'Asino che volava sul cielo a 5 stelle
  • trullo 1 anno fa
    Haahahahah!!! Per "continuare il Diaologo"????????? Ma non si era detto che contro la disonestà ed il crimine non si scende a compromessi,non si dialoga? Come si chiama un "coso" che infrange da decenni,impunemente, tutte le Leggi Internazionali nonche quelle etiche e morali che un comune Cittadino è obbligato dalla Legge a rispettare ? E qui casca anche l'Asino che volava sul cielo a 5 stelle
  • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 1 anno fa
    ¡¡¡Hola egregio Luigi Di Maio, Manlio Di Stefano e Ornella Bertorotta & p.c. Blok✰✰✰✰✰... paziente!!! Avevo letto il Post già da ieri e v'invio due righe prima che sopraggiungano altri argomenti nei Post a venire. SIETE IMPORTANTI ANCHE PER IL DESTINO DELLA POLITICA ESTERA! Vi vedo già onestamente preparati per affrontare temi complicati con semplicità partendo dai trattati in vigore, capendo l'attuale situazione di aggressioni reciproche che pervade il mondo mediorientale e non solo quei territori. Non mi dilungo ed approvo incondizionatamente la scelta decisa come la ricerca del multilateralismo, della cooperazione e del dialogo tra le popolazioni, il rispetto dell'autodeterminazione, della sovranità e della non ingerenza negli affari interni dei singoli Paesi. Non crediate la mia una ridicola sindrome del tipo "tutti allenatori di calcio in poltrona"! Chiedo che vi giunga oggi il mio augurio per il migliore degli auspici e degli aruspici! Buen Viaje!
  • Emanuele Molinelli 1 anno fa
    Vi ricordo che sempre per una risoluzione onu Israele ha diritto a confini sicuri. Immaginate se gli Israeliani a essero accettato le vostre proposte qualche anno fà, l'isis sarebbe a Gerusalemme e dalle alture della Cisgordania i terroristi possono colpire tutto il territorio Israeliano. Chiedendo queste cose volete solo l'annientamento di Israele una vera democrazia in medio oriente.
  • maria sindoni Utente certificato 1 anno fa
    le vostre giuste istanze verranno certamente avversate da israele..ma voi insistete e cercate di vedere le cose che fanno i soldati israeliani ai poveri palestinesi....non fate (se potete) i percorsi prestabiliti ..ne vedrete di cose atroci
  • Paolo . Utente certificato 1 anno fa
    Grave intolleranza razziale!! Non dice mai niente ma quando parla è meglio che sta zitto! Intolleranza verso chi? L'italiano? La polizia era stata chiamata perchè chi era testimone aveva timore per il povero italiano! E per fortuna che sono intervenuti i poliziotti sennò finivano l'opera sul povero italiano. Si chiama legittima difesa no omicidio! e per fortuna che c'era il testimone! Il Chiagni e fotti dall'africa ci vengono ad insegnare... quello che l'italiano sa fare meglio di tutti da sempre la colpa per il povero Mattarella è di fidarsi di una classe giornalistica arrivata alla frutta! che tristezza!
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Vedo che anche noi ci accodiamo al pellegrinaggio rituale in Israele e Palestina. Benissimo i principi e le risoluzioni ONU ricirdati. Tenete pero' presente che sono decenni che si discute invano tra le due parti e che non e' servita a nulla la mediazione di diversi presidenti degli Stati Uniti, che tuttavia continuano ad essere i grandi protettori di Israele, i garanti della loro esistenza e i fornitori di ogni genere di armamenti. E intanto Israele continua a mangiarsi il territorio palestinese pezzo per pezzo. La verita' dimostrata dai fatti e' che Israele non vuole la pace, ne' uno stato palestinese, ne' applicare le risoluzioni delle NU. E a capo della fazione piu' oltranzista c'e' l'attuale capo del governo israeliano.
    • Lucia Ferro 1 anno fa
      Sono d'accordo con il commento di Mimì Giordano e con quello di Adolfo Treggiari. Voglio solo aggiungere un accenno agli abusi e alle sparatorie contro i pescatori che si spingono oltre le 3ooo miglia, il che significa terrore e fame. D'altra parte se il Movimento dice che "le soluzioni di pace dipenderanno dalle scelte che il governo di Israele vorrà fare" significa che anche voi sapete che tutto dipenderà dalle situazioni di forza e che il diritto non c'entra nulla.
  • Donata Saggiorato Utente certificato 1 anno fa
    E quando mai Israele rispetta i diritti internazionali?
  • Gianluca Anniballo 1 anno fa
    Questa è politica estera. Bene.
  • Emanuele Molinelli 1 anno fa
    La Pace anche per il movimento cinque stelle arriverà solo con la fine di Israele non vi rendete nemmeno conto di quello che state chiedendo e scrivendo. Non occupatevi di queste cose sotto elezioni perché perdete solo perdere voti. Vi dite movimento di ispirazione cristiana ma nella Bibbia, Dio è Dio Di Israele, Gesù è stato contattato come re di Israele ritornerà come Messia in Israele, potete andare contro tutti ma non contro Dio
  • Claudio . Utente certificato 1 anno fa
    Questa è la posizione che ogni governo responsabile dovrebbe avere nei confronti degli altri popoli sovrani. Ottimo M5S!
  • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 1 anno fa
    ====================== ====================== BENE! Dopo l'affermazione di Gentil.oni come risponderanno i terroristi di fronte a quella che si può solo definire l'ennesima dichiarazione di guerra dall'ytaglya & dall'Europa? Ahahahah! Chiederanno scusa? Andranno da Fra.ncesco a confessarsi?!? Tutti i più importanti marchi della moda internazionale hanno succursali delocalizzate in Bangladesh per stabilire anche là il nuovo ordine commerciale nazischiavista; chi desiderasse un'alternativa morirà di fame, malattie, alluvioni monsoniche. Ma noi occidentali siamo buoni!
    • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 1 anno fa
      http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2016/07/0 7/gentiloni-non-daremo-tregua-allisis_ab8fc263-bcf5- 4b3c-a5c1-093e61170ead.html
  • Marcello Varoufakis 1 anno fa
    Ma chi c'è nello Staff?!? Vi aiuto nel correggere un errore e voi mi cancellate dal Blog?!? Chi ha le mestruazioni tra lo Staff?
  • Antonio 1 anno fa
    ====prova=====
  • VINCENZO ANTONA Utente certificato 1 anno fa
    Ben fatto! Il Movimento "DEVE" farsi conoscere in un ambito politico ad ampio raggio e far capire che non è solo il Movimento della lotta al malaffare e agli sprechi, ma anche una compagine che è pronta a fare "POLITICA" internazionale essendo pronto per governare il Nostro Paese.
  • Domenico Giordano 1 anno fa
    Le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite n. 242 del 22 novembre 1967 e successive che stabilirono un ritiro totale dell’esercito israeliano da Gaza, dalla Cisgiordania e da Gerusalemme Est e lo smantellamento di tutte le colonie illegali, non sono mai state rispettate da Israele. L'oppressione del popolo palestinese è stata, è e sarà la causa di azioni terroristiche di difesa e di disperazione che si ripercuoterà sul mondo intero. Se la voce di uomini liberi da sudditanze politiche e psicologiche nei confronti di Israele si farà sentire, allora il M5S sarà l'artefice di una nuova speranza che la giustizia, quella vera venga rappresentata in sede internazionale e che la causa palestinese, che è la causa dei popoli oppressi, sia la causa che conduca alla pace. Mimì Giordano - Taurianova (RC)
  • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 1 anno fa
    Manca una E, ovvio!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus