Il futuro dell'Italia con il MoVimento 5 Stelle al governo

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

Preparate i maglioni, prendete le coperte più pesanti che avete, iniziate a equipaggiarvi. L’inverno sta arrivando. Ma non è una fiction. È la realtà, così come arriverà nel 2050, dopo che il MoVimento Stelle avrà governato.

Lo dicono i giornali, titolando l’apocalisse, lo paventano nei convegni e sui libri cosiddetti esperti del settore. L’Italia tornerà nel Medioevo, sostengono. Sordi agli appelli dei leader internazionali, ciechi o ignoranti rispetto agli studi pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche, ma anche distratti rispetto a – ad esempio – la decisione annunciata dalla Banca mondiale appena ieri di interrompere gli investimenti nell’estrazione e ricerca di petrolio a partire dal 2019.

Anche la Banca mondiale vuole riportare il mondo all’età della pietra?
Viene contestato al programma energia del MoVimento 5 Stelle la programmatica fuoriuscita dalle fossili, petrolio e anche gas. Ma nel documento, che contiene più di cento pagine, è tutto spiegato: i pilatri del programma sono la necessaria penetrazione elettrica insieme alla riduzione dei consumi. Ma non significa affatto che moriremo di freddo: sono anni che il consumo di gas sta calando e nel nostre infrastrutture attuali sono già in grado di reggere incrementi di domanda sena problemi.
Quindi no, il Tap non serve. È inutile. È dannoso.

Inoltre ci renderebbe dipendente da un asset geopolitico decisamente poco sicuro. E ricordiamo anche che già oggi abbiamo gasdotti di importazione importanti come quello di passo Greis verso il Mare del Nord, utilizzati al 12% della loro capacità.

Il costo di produzione da rinnovabili è già in grado di reggere il confronto con le fossili, senza inquinare per combustione come in pianura padana, ad esempio.
Fa così tanto paura immaginare un Paese che non debba più pagare il costo sanitario dello smog, che non debba più sacrificare la salute all’economia miope? E l’importanza delle tecnologie elettriche più efficienti sono finite anche nella Sen, la Strategia energetica nazionale. Quella scritta dal governo, per intenderci.

Il nostro è un piano organico, che contempla e prende in considerazione l’edilizia, l’efficientamento, la curva dei consumi, la possibilità della riduzione degli stessi.
No, non stiamo dicendo che dovremmo stare al freddo per non consumare. Spiace dirlo a chi si professa esperto della materia: Si stima che gli interventi sull’involucro edilizio e sugli impianti permetterebbero una riduzione dei consumi di circa il 40%, con un risparmio di 73 milioni di euro.

Dal 1° gennaio 2019 scatterà l’obbligo per tutti gli edifici della PA di rispettare il nuovo standard energetico, che prevede consumi molto bassi e l’impiego di fonti rinnovabili. Altro che maglie di lana e coperte invernali: la rivoluzione energetica in molti Paesi di Europa è già iniziata. Proprio qualche mese fa lo Statens pensjonsfond utland, che a settembre scorso ha superato per la prima volta il valore di mille miliardi di dollari, ha annunciato la sua intenzione di disinvestire per una somma tra 35 e 37 miliardi di dollari da titoli di aziende attive nell'estrazione e vendita di petrolio e di gas. La Norvegia, principale produttore di petrolio dell’Europa occidentale, e il Nord Europa, hanno innescato la rivoluzione.
Con il MoVimento 5 Stelle, arriverà anche in Italia.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Shir akbari Shahab 27 giorni fa
    I NUOVI ITALIANI SONO NUOVI EIETTORI I dati diffusi dall'Istat spiega il boom di acquisizioni di cittadinanza italiana:100 mila nel 2013 a 130 mila nel 2014, 178 mila del 2015 e circa 190 mila 2016 hanno acquisito la cittadinanza italiana. I nuovi italiani residenti troviamo soprattutto a nord e al centro. Al 31 dicembre 2015 risiedono in Italia 60.665.551 persone, di cui potranno votare circa 46 milioni e 3% sono i nuovi cittadini, (salvo voti nulli, schede bianche e astensionismo) è un percentuale considerevole da non sottovalutare. Potenziali “nuovi italiani”. Escludendo 800 mila i potenziali beneficiari della riforma della cittadinanza Ius Soli, sono già migliaia in possesso del passaporto italiano pronti per elezione 2018 ma votare soprattutto PD. I nuovi italiani sono potenziali elettori che il M5S non li deve lasciare alla sinistra e al centro sinistra. 1- Serve un candidato che rispecchi italiani d’origine diversi, 2- Bisogna valorizzare la loro presenza in Italia, 3- Devono rendersi conto che qualsiasi cambiamento politico ne subiscono anche ‘essi le conseguenze, 4- Spiegare che il PD non sono i salvatori di stranieri e i nuovi cittadini, 5- Programma del M5S difende anche l’interessi di tutti cittadini compresi i nuovi italiani.
  • tullio s. Utente certificato 30 giorni fa
    Ho paura che siamo già arrivati al punto di non ritorno. Gli ambientalisti rompono le palle perchè dicono che i generatori eolici "gli guastano il panorama". Bravi, allora è meglio l'inquinamento, perchè le particelle non le vedi. L'Uomo è tanto ottuso che ha decretato la propria fine, ed anche se questa arriverà fra 100 anni, chi se ne frega, riguarderà le prossime generazioni. Ma perchè non arriva un alieno a porre un ultimatum alla Terra?
  • claudio 30 giorni fa
    Caro Beppe sono un simpatizzante del M5S....in casa mia, tutti lo sono ! Oggi visto che siamo vicinissimi al Natale, non voglio parlare di politica, tanto siamo i migliori, e loro lo sanno. Sono di Roma e vorrei soffermarmi sulla tristezza dell'albero di Pzza Venezia. Ma perckè far parlare la gente sull'operato del Comune di Roma....che poi questa volta avrebbero anche ragione. Ma cosa ci vuole a fare un albero di Natale degno di tale nome, sono anche queste le cose che la gente guarda...e l'albero di pzza Venezia, è inguardabile !!! Mancano ancora 9 giorni al Natale, si può rimediare, magari riempiendolo di palline colorate. Non facciamoci criticare dalle opposizioni per un cavolata simile Auguri Claudio Pascucci
  • ANNA TUZZOLINO Utente certificato 1 mese fa
    Chi ha una casa indipendente e un pozzo può già rendersi automo staccando da gas e forse Enel. Chi vive in condomini si dovrebbe provvedere all'autonomia dei soggetti. .informiamoci e provvediamo.
  • sergio boscariol 1 mese fa
    ma dove vanno a finire i soldi del gas che ci costa il 100x100 di tasse !!! nella mangiatoia di babbo natale...
  • massimo m. Utente certificato 1 mese fa
    ‘Sta poesia d’Antonio bello e mio diletto je l’ho rubata proprio oggi dar cassetto. Ve la propongo io perché come ‘na stella bella non pretenne diritti riservati, ma splenne a questo e a quella. Parla der MoVimento e de nostro papà Grillo che come voi conosco ormai biblicamente… Nun fraintendete, però, qui nun c’è sesso è solo che lo amo veramente. Adamo conobbe Eva, sì…ma poi c’è scritto che quanno er Padreterno se rivolse a Abramo disse questo: - Abramo è amico mio e vojo dije tutto nun posso teneje nascosto er mio progetto - . E la Scrittura, su questa sacra volontà, ce spiega er senso e scrive tosto: - perché l’ho Conosciuto Abramo mio, dar naso a dentro ar petto -. Che tradotto dall’ebraico all'italiano usato Non vò di’ antro che: - Perché l’ho Amato - . Ecco la Poesia di Ventrone Antonio: Grillo e li 5 Stelle “Er quattro ottobbre der dumilannove, Beppe Grillo 'n comico scontento, Diede vita a un novo movimento, Li cinque stelle, nun ricordo dove. Beppe Grillo je disse a Casaleggio: "GianRobbè, 'sto popolo è ammalato", Famo quarcosa, evitamo er peggio, Er giorno tant'atteso è arivato. Pe' chi nun conoscesse bene Grillo, S'annasse a risentí quelo che dice, Li peli su la lingua manc'a dillo, Li cinque stelle fanno da cornice. Lui èr garante de 'sto movimento, Ha mantenuto quelo ch'ha promesso, P'adesso posso dì d'esse contento, È 'nnanzitutto 'n omo de successo. Tarvorta Grillo pare bellicoso, In artre pare matto a vorte illuso, Er cammiamento è 'n atto doveroso, Lott'ar potere, contro ogni abuso. Lissù ar governo ce so' li delinguenti, Pe tutti st'anni cianno preso in giro, Tivvù e giornali drogheno le menti, È pe' questo, che stamo sotto tiro. Panza piena, nun penza a quela vòta, Li proverbi nun sbajeno de certo, 'Sti ladri s'è capito chi li vóta, Pe' dì 'sta verità, n'ce vo' 'n esperto. Di Maio, Di Battista e tutti l'antri, Da anni, ce la stann'a mette tutta, Co' risurtati davero confortanti, La situazzione rest'ancora brutta" (Ventrone Antonio).
  • Sito 1 mese fa
    VORREI POTER INVIARE O CERVARE DI INVITARE TUTTI DEL MOVIMENTO DI INVIARE A TUTTI LE E MAIL DEI PARLAMENTARI GIORNALISTI REDAZIONI TELEVISIVE TUTTE LE VERITA CHE SI EVINCONO DA QUESTO MOVIMENTO. CI SERVIREBBE UN ELENCO DI EMAIL MEDIASET.IT BERLUSCA.IT MATTARELLA.IT ILGIORNALE.IT E TANTI ALTRI SOLO PER FARGLI CAPIRE CHE COME OFFENDONO I MILITANTI DEL MOVIMENTO COSI I MILITANTI GLI POSSONO RISPONDERE BOMBARDANDOLI DI VERITA NASCOSTE. CHIEDO CHE VENGA SE FOSSE LEGALE UNA LISTA DI TUTTI QUESTI INCOMINCIANDO DAL PUPARO SILVIO DI EMAIL PERSONALE E BOMBARDARLI COME LUI TI BOMBARDA DI PUBBLICITA E TI OFFENDE DICENDOTENE DI TUTTI I COLORI IO VORREI RISPONDERGLI.......
  • Nello R. Utente certificato 1 mese fa
    Report , la trasmissione anni fa .. fece un inchiesta sul gas Russo , quello che importiamo di più oggi , nonostante l'incidente di qualche giorno fa quell'inchiesta si poneva delle domande perchè gli italiani pagano il gas di più degli altri paesi europei ? (tasse escluse ) per report c'era puzza di commistitioni politiche si legge mega mazzette che farebbe impallidire mani pulite se fosse vera per me una fonte di approvvigionamento alternativo serve non credo che il m5s anche se andasse al governo riesca a fare un piano energetico che possa metterci al passo con i paesi avanzati che sono partiti più di venti anni fa con le rinnovabili è vero che le rinnovabili oggi costano poco ma AD ESEMPIO per fare una cazBEEP di tettoia fotovoltaica a Roma ho speso tra tasse COMUNALI e geometra 2000 EURO A ROMA tra Agosto 2016 e Agosto 2017 con una burocrazia così ti passa la voglia di fare qualsiasi cosa .. 5stelle o non 5stelle my 2 cent
  • Silvio . Utente certificato 1 mese fa
    Fonti rinnovabili "a palo" Gradualmente ne usciamo alla grande. Fondi nella ricerca e ne usciamo prima.
  • GIORGIO S. Utente certificato 1 mese fa
    Non sono sempre d'accordo con mia mamma e mia figlia. Credo che posso anche non essere d'accordo con questo post. Io non me ne intendo, lo premetto. So, forse, un minimo necessario per fare domande. Come si calcola l'energia totale che consuma l'Italia? Per quella elettrica non ho problemi. So quanta se ne produce e quanta ne danno le rinnovabili e potrebbero darne. In teoria molta ancora ma non credo tutta, decisamente meno. Poi c'è quella per il riscaldamento, per cucinare, per muoversi con auto, aerei e navi. Industrie che consumano gas. Se il consumo di gas è diminuito non vuol dire certo che calerà a zero. Il 2050 è molto vicino e gli investimenti che si dovrebbero fare penso siano alti. Se possibile vorrei conoscere nel dettaglio i dati su cui si basano queste previsioni. Cappotti su case già costruite servono ma quanto? Case nuove ben costruite ok, ma alla fine della somma dove si arriva? Per esempio. Propongo agli esperti di stilare un rapporto (se esiste già ditemi dove) dettagliato sia sui risparmi sia sulle energie rinnovabili. Figuratevi che pensavo che il gas fosse una fonte fossile poco inquinante.
  • Massimo D'Erasmo 1 mese fa
    Con il M5S al Governo, bisogna scegliere meglio i Sindaci. Quello di Genzano di Roma a mio avviso è una persona impreparata ed incompetente a svolgere il proprio compito. Sono dispiaciuto che Di Battista ci abbia messo la faccia. E' riuscito come esordio ad aumentare di oltre il 70% la tassa sui rifiuti ai single, vedove, vedovi box, cioè quelle frange e immobili che di immondizia sono meno produttive addirittura inproducenti di rifiuti. Per questo alle prossime elezioni debbo ponderare con più attenzione il mio voto, se tale esempio si possa tradurre anche a livello di governo della Nazione.
  • davide di noia Utente certificato 1 mese fa
    Dopo 25 anni le televisioni commerciali di B. hanno anestetizzato la politica e gli Italiani, oggi paghiamo il conto. Ora passiamo alla seconda fase: portare l'Italia in completo letargo per altri 10 anni. Il programma proposto da B. e' vecchio, e' inadatto per le nuove generazioni. Da bocciare in tutto. La lega rischia un congelamento programmatico dove il futuro si trasforma in un ritorno al passato. Il M5S dovrebbe fare a tutte le forze politiche un'apertura programmatica su 5 punti nodali, nessuna coalizione, ma esludendo chi non ha un programma dettagliato e ufficiale. Da subito vedremo chi guarda ai programmi oppure alle televisioni e banche. IL M5S resta l'unico punto fisso della politica italiana.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus