La crescita di cui ha bisogno l'Italia è la crescita demografica: #AiutiamoLeFamiglie

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Luigi Di Maio

Per le tappe di ieri del #Rally per l'Italia sono stato a Milano. Sono andato prima a trovare i volontari dell'associazione City Angels che danno ristoro a centinaia di persone bisognose (circa la metà italiane) fornendo loro un pasto caldo e poi all'Asilo Mariuccia dove ho conosciuto persone attive nel volontariato che si prendono cura di una ventina di bambini e delle loro madri. Il tema delle famiglie è centrale per il futuro dell'Italia e non può essere sottovalutato. Non ci dobbiamo meravigliare se in Italia negli ultimi otto anni sono nati 100.000 bambini in meno. Mettere al mondo un figlio costa e da noi lo Stato non garantisce alle famiglie il supporto di cui avrebbero bisogno. Risultato: oggi in Italia il crollo demografico è una vera emergenza e gli ultimi dati ISTAT sono allarmanti.

Non è un dato che piove del cielo, è frutto di una politica sbagliata che si fonda su bonus che peraltro vengono dimezzati da un anno all'altro. In Francia le cose vanno diversamente e anche qui non è un caso: le famiglie vengono considerate un fattore di sviluppo e di crescita, per aiutarle lo Stato stanzia il 2,5% del Pil, le nascite aumentano e la nazione prospera.

La Francia ha messo in piedi un sistema di welfare e politiche per la natalità che, una volta al governo, vogliamo realizzare anche qui. Vogliamo importare buone pratiche che hanno già dimostrato di funzionare perché la vera crescita di cui ha bisogno l'Italia è la crescita demografica. Eccole le buone pratiche francesi a cui ci ispiriamo per il nostro programma di governo:

- in Francia la donna viene sostenuta sin dal primo momento in cui rimane incinta, con un'assicurazione che copre gli esami obbligatori per la gravidanza. Dal sesto mese sono coperte al 100% anche tutte le spese sanitarie.

- fare figli conviene: se metti al mondo un bimbo o lo adotti lo Stato ti premia e ti sostiene con una serie di assegni familiari e agevolazioni, che naturalmente aumentano nel caso di famiglie che hanno a carico almeno tre figli.

- c'è l'assegno per sostenere le spese connesse al mantenimento del bambino fino ai tre anni, gli assegni per l'educazione del figlio disabile (misura non condizionata al reddito) e quelli erogati per ogni figlio che frequenta la scuola dai 6 ai 18 anni.

- le spese per la babysitter e per l'asilo nido sono in parte rimborsate.

- sono previsti permessi particolari per assentarsi sul lavoro per accudire figli malati o disabili.

Sono idee di buon senso che hanno solo bisogno di essere applicate anche nel nostro Paese perché si sono già dimostrate funzionanti. Altro che bonus! Vogliamo percorrere questa strada per garantire un futuro alle italiane e agli italiani. Le famiglie devono poter fare figli con la garanzia di poter contare su una vita di qualità, assicurata anche dalla presenza dello Stato, come avviene nei paesi civili che si prendono cura dei propri cittadini. #AiutiamoLeFamiglie per proiettare l'Italia nel futuro!


Scopri gli appuntamenti del week end del Rally per l'Italia:

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Tonia Tonna 1 mese fa mostra
    Preso atto che il Movimento, nato per realizzare la Democrazia Diretta, non ha inserito nel Programma Affari Costituzionali alcuna riforma che la introduca in Costituzione al posto della democrazia delegata, pare proprio che, concordando con le idee moderate dell’attuale capo, il M5S “leaderless”, non opererà affinché la Costituzione conferisca al popolo una reale e piena sovranità, esercitata Direttamente, attraverso semplici Portavoce, terminali dei cittadini nelle Istituzioni nazionali od europee. L’idea che pare abbia in mente Di Maio, idea suffragata da accademici e professionisti, non sarebbe dunque populista o estremista, non si fonderebbe sull’ Obiettivo statutario del M5S, in cui Di Maio diceva di riconoscersi, ma “si fonda sull’ innovazione tecnologica”, oggi con l'Obiettivo di buon senso: più figli alla “Smart Nation.” Ieri, con l’Obiettivo di accreditarsi presso la Casta di Cernobbio e Washington, primi responsabili dello sfacelo, forse per rassicurare i vertici della piramide di potere che sarà un governante moderato, da cui non hanno niente da temere. Dimenticando forse, il Portavoce Di Maio, che " Il Movimento 5 Stelle è un movimento rivoluzionario, venuto al mondo per riconsegnare la politica nelle mani dei cittadini. Non è nato per trasformarsi in un partito tradizionale. Non è nato per ragionare come un Alfano, un Letta, un Berlusconi qualsiasi. Non è nato per fare compromessi perché “altrimenti cosa ci stiamo a fare”. Chi ha votato 5 Stelle lo ha fatto per rovesciare il tavolo. Con tutto il servizio buono di porcellana sopra.”
  • mimi terlizzese Utente certificato 1 mese fa mostra
    GRILLO, REPETITA JUVANT Non credo sia possibile raggiungere il 50 % andando da soli come ci siamo imposti di fare.Caro Grillo in questi tre mesi devi tentare di arginare quella furia di Berlusconi che sta mettendo in campo tutte le sue batterie per raggiungere la maggioranza dei voti per riprendersi il governo. Grillo, solo tu possiedi le qualità che possono contrastare le sparate di Berlusconi che è arrivato a promettere un veterinario gratis ogni quindici giorni a chi tiene un pet (cane, gatto, canarino, topolino ecc.). Devi tornare con la verve dei tuoi tuonanti vaffanculo, con le raccolte di enormi folle nei comizi delle piazze, con la tua simpatia convincente verso giovani e anziani. Devi fare promesse anche tu facendo il verso a Berlusconi. Lo devi oscurare e solo tu puoi farlo divertendo e convincendo il popolo degli astensionisti che sono proprio quelli che potrebbero ribaltare il risultato delle elezioni in nostro favore. Forza Grillo, torna! questa potrebbe essere l'ultima possibilità di raggiungere quel fatidico 40 per cento che ci permetterebbe di salire da Mattarella per avere l'incarico di formare il nostro governo. Altrimenti ci resterà solo la possibilità di allearci a Salvini e Meloni con i quali c'è qualche connessione su alcuni punti programmatici.
  • Tonia Tonna 1 mese fa mostra
    Visto che il mini post relativo al sondaggio sulle priorità del Programma Affari Costituzionali e Beni Culturali del M5S è stato ulteriormente declassato, sostituito alle 14:58 da un altro, e visto che non è arrivata alcuna email di invito a votare, pare che lo Staff non sia molto interessato a questo sondaggio, forse concordando con Di Maio sulla crescita demografica come priorità. Preso inoltre atto che il Movimento, nato per realizzare la Democrazia Diretta, non ha inserito nel Programma Affari Costituzionali alcuna riforma che la introduca in Costituzione al posto della democrazia delegata, suppongo sia stato declassato anche l’Obiettivo statutario e che lo Staff non abbia più molto interesse per una reale sovranità popolare, esercitata Direttamente, attraverso semplici Portavoce, terminali dei cittadini nelle Istituzioni. Una mutazione di Obiettivo spiegherebbe anche una mutazione da Movimento orizzontale a partito verticista, spiegherebbe perchè la Rete degli iscritti non può eleggere Democratcamente i gestori del S.O. e perchè Rousseau non consente un programma effettivamente “deciso dagli iscritti” con un processo decisionale dal basso, partecipato in Rete dall’ inizio alla fine, ognuno contando uno. Spiegherebbe perché lo Staff banna chi chiede di mettere in votazione punti programmatici per una sovranità appartenente davvero al popolo, tipo una Banca e una moneta appartenenti al popolo. Auguri e figli maschi .. dicevano una volta dalle mie parti.
  • Svegliatevidallaipnosicomunista 1 mese fa mostra
    Vl siete mai chiesti perché le zecche rosse/ sindacati non si sono mai occupati dei disoccupati, ma vsolo,esclusivamente, degli 'operai''? Molto semplice, basta leggere Marx.... ''l sottoproletariato, questa putrefazione passiva degli infimi strati della società, che in seguito a una rivoluzione proletaria viene scagliato qua e là nel movimento, sarà più disposto, date tutte le sue condizioni di vita, a lasciarsi comprare per mene reazionarie'' Un operaio, finché lavora, fa parte "dell'elite operaia'', ma una volta che è licenziato diviene ''sottoproletario= infimo strato putrefatto della società non più utile allo stato/ ordine comunista, quindi da eliminare In Italia il regime cattomunista ha portato avanti questa ideologia e ancora, perpetuandosi nel PD , la fa vivere sulla pelle della povera gente
  • Noè SulVortice Utente certificato 1 mese fa
    Per me sia in Italia che nel resto del pianeta ci sono troppi esseri umani.
    • Lulu' il gay 1 mese fa
      adesso ce pensa er "ping-pomg" nord coreano.......semo otto milirdi de persone..... buttera' 4 o 5 bombette, rimanemo 2 o 3 mld e ricominciamo daccapo game over
    • top siamoal top 1 mese fa mostra
      giustissimo...ammazzati...uno in meno...
  • novella dellostento 1 mese fa mostra
    Pur considerando prioritari per l’Italia altri tipi di crescita, come mamma, ho comunque dato il mio contribuito alla crescita demografica. Come iscritta, ho anche partecipato al sondaggio sulle priorità del Programma Affari Costituzionali e Beni Culturali del M5S. Detto questo, risponderei ora a chi si pone il dilemma di come convincere gli astensionisti a votare M5S. Dal mio punto di vista si potrebbe forse convincerli, Testimoniando nei fatti che “un programma deciso dagli iscritti” non significa un programma preconfezionato dall’alto e poi eventualmente avallato dal basso con inverificabili sondaggi o like, bensì un processo decisionale partecipato dall’ inizio alla fine su una Trasparente Piattaforma, magari gestita da responsabili eletti Democraticamente, i quali Garantiscano dati verificabili e una discussione “efficiente ed efficace” delle proposte. Magari, dimostrando Coerenza con la Finalità dichiarata nella propria Carta Costituente e con il principio Orizzontale “Ognuno conta uno”, Testimoniando nei fatti quale è il Ruolo dei Portavoce in un Movimento “leaderless” anti delega, il cui statuto attribuisce il Ruolo di governo Direttamente alla Rete e non a pochi, capi, padroni o rappresentanti. Magari, senza la presunzione di possedere il Verbo, non trattare gli astensionisti da italioti inconsapevoli, ma da persone che potrebbero magari concordare con Rousseau: “nel momento in cui un popolo si dà dei rappresentanti non è più libero; esso non esiste più.” E neppure considerare un fastidioso individuo da bannare chi esprime legittimamente (art.21 Costituzione) punti di vista critici, ma magari confrontandosi Democraticamente nel merito delle critiche ... .. con un po’ di Onestà intellettuale .. volendo, magari si potrebbe. Buongiorno, anche allo Staff Bellandi!
  • aepos 1 mese fa mostra
    @EPOS &. Sbagliato blog per tale affermazione " l'aiuto" alle famiglie http://www.ilgiornale.it/news/politica/roma-5-stelle-apre-porte-mille-euro-chi-ospita-profughi-1468537.html
    • Angelo Balistreri 1 mese fa mostra
      Tu ancora credi alle stronzate che scrivono i giornali italiani, ma quando mai, da qui alle elezioni sui giornali scriveranno le peggio assurdità contro il m5s. W il m5s!
    • orestedemente 1 mese fa mostra
      Oreste , datti fuoco! Ma lentamente Se la demenza ha figli, il primogenito sei tu
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa mostra
      Brucia che si vada a togliere un pò di denaro alle Coop vero?
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa mostra
      Forse è meglio questo che dici? https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/29/roma-la-proposta-del-campidoglio-richiedenti-asilo-ospitati-nelle-case-500-euro-alle-famiglie-che-li-accolgono/4007581/
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
    in UNA FORMA MINORE e diversa,.. PURE il M5S è nato come reazione a INGIUSTIZIE. Se ci saranno INGIUSTIZIE continue a favore degli IMMIGRATI ..sorgeranno QUELLE REAZIONI ESTREME che il m5s ha cercato di arginare...ma che non riuscirà più a controllare..e che io NON VOGLIO . Di MAIO prendi provvedimenti GIUSTI e di PRECEDENZA per le persone deboli ITALIANE e la gente ti seguira' abbandonando le spinte ESTREMISTE.
    • Svegliati 1 mese fa mostra
      ma sei grullo o ci fai?? Il 5 seghe è un covo di zecche rosse mondialiste
  • Novella Novellini 1 mese fa mostra
    Premesso che, pur considerando altre le priorità per l’Italia, come mamma, ho dato il mio contribuito alla crescita demografica, e che, come iscritta, ho partecipato al sondaggio sulle priorità del Programma Affari Costituzionali e Beni Culturali del M5S, censura permettendo, vorrei ora rispondere a chi si pone il dilemma: come convincere gli astensionisti a votare M5S ? Dal mio punto di vista si potrebbe forse convincerli, Testimoniando nei fatti che “un programma deciso dagli iscritti” non significa un programma preconfezionato dall’alto e poi eventualmente avallato dal basso con inverificabili sondaggi o like, bensì un processo decisionale partecipato dall’ inizio alla fine su una Trasparente Piattaforma, magari gestita da responsabili eletti Democraticamente, i quali Garantiscano dati verificabili e una discussione “efficiente ed efficace” delle proposte. Magari, dimostrando Coerenza con la Finalità dichiarata nella propria Carta Costituente e con il principio Orizzontale “Ognuno conta uno”, Testimoniando nei fatti quale è il Ruolo dei Portavoce in un Movimento “leaderless” anti delega, il cui statuto attribuisce il Ruolo di governo Direttamente alla Rete e non a pochi, capi, padroni o rappresentanti. Magari, senza la presunzione di possedere il Verbo, non trattare gli astensionisti da italioti inconsapevoli, ma da persone che potrebbero magari concordare con Rousseau: “nel momento in cui un popolo si dà dei rappresentanti non è più libero; esso non esiste più.” E neppure considerare un fastidioso individuo da bannare chi esprime legittimamente (art.21 Cost.) punti di vista critici, ma magari confrontandosi Democraticamente nel merito delle critiche.. .. con un po’ di Onestà intellettuale... volendo, magari si potrebbe! Buongiorno
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus