Rifiuti, l’Italia multata dall’Europa

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

multaitalia.jpg

intervento di M5S Parlamento

L’Italia è stata condannata a pagare 20 Milioni di euro subito, più una penalità di 120 mila euro moltiplicata per ogni giorno di “non applicazione della direttiva rifiuti in Campania” che equivalgono a 3,6 Milioni di euro al mese.

È la condanna pesantissima della Corte di giustizia europea. Quella che il Movimento 5 Stelle aveva anticipato proprio nei giorni scorsi, chiedendo conto con una interrogazione a Bruxelles e una in Senato dello stato dell’arte riguardo la gestione dei rifiuti.

VIDEO Scoperta in Italia la discarica abusiva più grande d’Europa

Rispondendo all’interrogazione dell’Eurodeputato a 5 stelle Piernicola Pedicini lo scorso 11 Giugno il Parlamento Europeo ha fatto sapere che dei 140 milioni di euro che l’Europa aveva messo a disposizione per il “sostegno delle misure di ripristino dei siti contaminati” nella regione Campania, compresa la Terra dei fuochi, la regione stessa ne avrebbe spesi solo 8 mln perdendone quindi 132 milioni di euro.

Ma non è finita qui: ai fini dell’attribuzione dei prossimi Fondi strutturali a disposizione per il periodo 2014-2020 non risulta pervenuto alcun programma sullo smaltimento rifiuti da parte della Campania. Quindi la Regione non intende usufruire dei fondi europei per le bonifiche dei siti inquinati, e per la creazione di un sistema di gestione della “rifiuti”. I soldi ci sono, è la volontà politica che manca?

A seguito delle comunicazioni dell’Europa la portavoce in Senato Vilma Moronese ha presentato il 9 Luglio un’interrogazione al ministro dell’ambiente Galletti nella quale si ricostruisce la triste vicenda dell’emergenza rifiuti campani e soprattutto l’esosa vicenda per l’Italia: in pratica, non solo perdiamo i Fondi europei utili per metterci in regola con la gestione dei rifiuti ma paghiamo di tasca nostra le multe per i mancati adeguamenti alle normative. E che multe!

Quanto ancora i cittadini dovranno pagare per l’incapacità dei governanti di gestire il bene pubblico? Nel Novembre 2014 il Ministro Galletti annunciava su twitter che stava lavorando con Caldoro (ex governatore Regione Campania) per evitare le sanzione dall’Europa, ma se questi sono stati i risultati allora per favore restate a casa.

L’Italia ha bisogno di un piano serio per la riduzione dei rifiuti (prevenzione), e non dello Sbloccaitalia che dichiara gli inceneritori opere di interesse strategico nazionale, in queste poche righe contenute nella sentenza con la quale la Corte Europea ci condanna c’è il senso dell’azione politica che il M5S chiede e che già applica nei Comuni dove è forza di governo: "Ai fini di un’elevata protezione dell’ambiente è necessario che gli Stati membri, oltre a provvedere in modo responsabile allo smaltimento e al recupero dei rifiuti, adottino misure intese a limitare la formazione dei rifiuti promuovendo in particolare le tecnologie “pulite” e i prodotti riciclabili e riutilizzabili, tenuto conto delle attuali e potenziali possibilità del mercato per i rifiuti recuperati."

Vogliamo fatti non sanzioni.

M5S Parlamento

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Cristian Piccinato 2 anni fa
    Europa, ho capito sanzioni e sanzioni ma così non sei di aiuto a nessuno se non a te stessa solamente ! Combattere la mafia non significa punire le istituzioni !!! Con tali provvedimenti dobbiamo riconoscere che le istituzioni italiane nonchè i cittadini italiani sono sotto scacco da mafia ed Europa che, con tali provvedimenti di comodo, se ne lavano le mani affossandoli più che mai. Provvedimenti presi contro cittadini inermi (già vittime) e non contro politicanti mafiosi !!! Abolite l'ideologia MANIACA E PEDOFILA GENDER nelle scuole e poi potrete parlarci di morale che la vostra, a quanto pare nei fatti, è il solo denaro nemmeno poi investito così bene come vorreste invece farci credere !!! DEVIATI CHE DOVREBBERO EDUCARE SE STESSI, ALTRO CHE I PICCOLI ed INNOCENTI !!! L'EUROPA DEGLI INUTILI SE NON DELETERI !!!
  • Enrico Ciancabilla Utente certificato 2 anni fa
    Ci vorrebbe una responsabilità penale e civile da parte dei soggetti che non hanno ottemperato alla direttiva , per la quale già 140mln erano stati stanziati , ed il vincolo di responsabilità in solido di tutti e tali soggetti anche con la individuazione di validità retroattiva del mancato adeguamento !!! Ovviamente il "caso della terra dei fuochi è ridondante " ma tale principio dovrebbe essere esteso a tutte le figure dello stato ,regioni ,comuni ed anche le partecipate (specialmente quelle partecipate della criminalità organizzata"!
  • massimo montanari 2 anni fa
    Una class action a tutti coloro che si sono occupati di emergenza rifiuti, che paghino con i loro stipendi e benefit, la loro inefficenza.
  • achille . Utente certificato 2 anni fa
    Credo che la vicenda prende definitivamente corpo nel giorno 22/06/2012 con la pubblicazione sulla gazzetta europea della risoluzione del parlamento del giovedi 3 febbraio 2011. Tale risoluzione indica che il 03/02/2011 il parlamento europeo chiede alla regione campania un piano di rifiuti regionale (quindi anche ecoballe, rifiuti speciali, rifiuti pericolosi, rifiuti industriali) completo, non solo di RSU. Ci da tempo fino al 31 dicembre 2011 per redigere questo piano conforme alle norme UE, il piano viene confezionato e approvato dal consiglio con silenzio assenso!!!!!! e spedito a Bruxelles entro il termine stabilito. La commissione ambiente lo valuta e....siccome il piano non risponde minimamente alle norme UE, viene pubblicata la risoluzione del parlamento europeo del 02/03/2011, pari pari nel 22/06/2012....RISOLUZIONE SULL'EMERGENZA RIFIUTI IN CAMPANIA (2012/C 182 E/04)...ANDATELA A LEGGERE
  • Eddy B. Utente certificato 2 anni fa
    I 20 milioni dovrebbero essere presi dagli "stipendi" dei membri del governo in carica...
  • antonello c. Utente certificato 2 anni fa
    https://www.youtube.com/watch?v=117crmJABa4 la prima stella è l'ambiente
  • guido ligazzolo Utente certificato 2 anni fa
    queste richieste di pagamento lasciano il tempo che trovano. Non si paga, punto. Invece é interessante soffermarsi sul problema Campania in quanto tale, non certo perchè la Corte europea vorrebbe applicarci una penale, che se la possono attaccare! Perché non riusciamo a gestire la situazione in Campania?
  • giovanni.p(vicenza) 2 anni fa
    Invece di multarci , perchè dalla europa non vengono giù a sistemarci il governo malandato che abbiamo e non ci controllano le spese inutili che vengono fatte dato che noi della plebe non riusciamo a farlo ? Se siamo solo sfruttati con le multe per mungerci come delle mucche non vedo molto di europa
  • Vincenzo Matteucci 2 anni fa
    VERGOGNA ! Non dobbiamo pagare noi Cittadini, devono pagare i partiti che non hanno “dato retta” a Beppe Grillo ed al M5S, che hanno richiesto la “raccolta differenziata” della “rumenta”, da almeno 10 anni ! ! ! L’Italia, e quindi i CITTADINI, condannati a pagare subito : 20 MILIONI di euro + una penalità di 120 mila euro moltiplicata per ogni giorno di “non applicazione della direttiva rifiuti in Campania” che equivalgono a 3,6 Milioni di euro al mese ! ! ! ( Dal Blog di Beppe Grillo del 19 luglio 2015, NOTIZIA ignorata dai telegiornali e dai principali mezzi di comunicazione ! ) . Questa notizia DIFFONDIAMOLA noi, il più possibile ! ! ! http://www.beppegrillo.it/2015/07/rifiuti_litalia_multata_dalleuropa.html#commenti http://www.beppegrillo.it/2013/12/i_romani_differ.html
  • Monica C. Utente certificato 2 anni fa
    ... evito di commentare nello specifico questo ennesimo disastro ad opera di una squadra di Governo indegna, irresponsabile, presuntuosa, truffaldina, incapace, ignobile, collusa, buffona ed ipocrita capeggiata da un arrogante ragazzino viziato. Mi limito a gridare con tutta la voce che ho : VOGLIO ANDARE A VOTARE !
  • Ernesto - ✰✰✰✰✰ La Habana 2 anni fa
    "L'Italia è stata condannata a pagare 20 Milioni di euro subito, più una penalità di 120 mila euro moltiplicata per ogni giorno di "non applicazione della direttiva rifiuti in Campania" che equivalgono a 3,6 Milioni di euro al mese". SOLUZIONE TARDIVA: Il Movimento si poteva far pagare 15 milioni di €uri (sconto di 5 mln dalla multa) e pulire i rifiuti in Campania! Ahòòò, sò 15 milioni de €uri in saccoccia!!! Perchè non ci abbiamo pensato prima? Mannaaggia monnèzzarola! Saludos.
  • alvise fossa 2 anni fa
    IL SOLITO DISCORSO,SE NE FREGANO DEL PROBLEMA RIFIUTI E PUNTUIALE ARRIVA LA MULTA
  • Dino . Utente certificato 2 anni fa
    bisogna addebitare ai politici i costi delle loro incapacità e inadempienze.,invece questi si aumentano i già lati stipendi senza dare niente in cambio.
  • silvana rocca Utente certificato 2 anni fa
    Siamo abituati a pagare sanzioni di ogni tipo a bruxelles, per sostenere le mafie !
  • sauro 2 anni fa
    Non dobbiamo pagare penali !!!! Piuttosto,punire i responsabili !
  • Andrea Zanella Utente certificato 2 anni fa
    Poveri noi, in che mani siamo! 80 euro per tutti, anche agli animali domestici ed ai leghisti!
  • Ernesto - ✰✰✰✰✰ La Habana 2 anni fa
    Il Movimento ha chiesto conto con una interrogazione a Bruxelles e una in Senato dello stato dell’arte riguardo la gestione dei rifiuti. I "furbetti della regione" avrebbero taciuto e avremmo posticipato 'ad minkiam' il pagamento della multa! In YTAGLYA si fa così! O no?!? Saludos.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus