La verità sui dati della disoccupazione: il lavoro stabile è morto

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

Ogni mese il Partito Democratico manipola i dati Istat per coprire il massacro del lavoro portato avanti a colpi di Jobs Act e precariato. La realtà, però, è sempre la stessa: Istat conferma che a crescere sono ormai solo i posti di lavoro a termine: nell’ultimo anno, da novembre 2016 a novembre 2017, il 90,5% dei nuovi occupati è stato assunto con un contratto precario. L’obiettivo del Pd era eliminare la stabilità del posto del lavoro e ci sono riusciti.

Anche il dato sulla disoccupazione giovanile è facile da smontare: nell’ultimo anno quasi la metà del calo è dovuto all’aumento degli inattivi e all’emigrazione all’estero dei nostri giovani. Nel primo caso si tratta di 36 mila 15-24enni che hanno smesso di cercare lavoro perché scoraggiati, giovani che perderanno pian piano le competenze e le possibilità di reinserirsi nel mercato del lavoro. Nel secondo caso migliaia di studenti formati dalle nostre scuole e università sono fuggiti dall’Italia mettendo i loro cervelli a disposizione di altri Paesi. Per l’Italia è un enorme spreco di soldi e opportunità di sviluppo.

Vedremo a quali dati si attaccheranno i twittatori seriali del Pd quando la bolla del Jobs Act si sgonfierà completamente. Nel corso del 2018, infatti, gli incentivi temporanei varati nel 2015 dal governo Renzi scadranno e complice l’abolizione dell’articolo 18 molte imprese potranno licenziare con un misero indennizzo decine di migliaia di lavoratori.

Come se non bastasse, c’è il tema delle ore lavorate. Renzi sostiene di aver recuperato il numero di occupati pre-crisi. Peccato che rispetto al 2008 manchino all’appello più di 1 miliardo di ore lavorate (dati Cgia Mestre). Significa che a gonfiare il dato dei nuovi occupati sono una miriade di part-time involontari, contratti a termine e in somministrazione, cittadini che lavorano poche ore a settimana e qualche volta anche 1 sola ora, come ha riconosciuto lo stesso Istat. È lavoro, questo?

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Fabrizio 8 giorni fa mostra
    NON APPENA HA MESSO IL NASO (SE NON ANCHE L'INTERESSE ECONOMICO) IN POLITICA, HO SUBITO INIZIATO A DISPREZZARE BEPPE GRILLO. E DI RIFLESSO NON STIMO NESSUN GRILLINO.
  • Fabrizio 8 giorni fa mostra
    IL PARTITO DEL GRASSO CHE COLA "LIBERI E UGUALI" E' UNA CONTRADDIZIONE NELLE PAROLE E NELLA STORIA. IN PAROLE POVERE UNA STRONZATA!
  • tossiko 8 giorni fa mostra
    NON HO BEN CAPITO DI QUALI DROGHE FANNO USO LE PERSONE CHE VANNO O ANDRANNO ANCHE QUESTA VOLTA IN CABINA ELETTORALE A VOTARE, PERCHE' POTENTI E SCONOSCIUTE COME QUELLE NON ME NE SONO MAI CAPITATE PER LE MANI, PER LE NARICI O IN VENA. MA LO AVETE SENTITO E VISTO IL GIGGINO DI MAIO DA VESPA A PARLARE DI EURO, DI ECONOMIA, DI DEBITO PUBBLICO, DI INVESTIMENTI AD ALTO DEFICIT, DI 3% DEFICIT/PIL? LUI, CHE PER TIPOLOGIA DI PERCORSO SCOLASTICO COMPIUTO, HA UNA CULTURA ECONOMICO-FINANZIARIA-MATEMATICA PARI A QUESTA! Andrea ha 5 caramelle... Ne dà 2 ad un suo amico e dopo la mamma gliene dà altre 4. Quante caramelle ha ora Andrea? CHE VERGOGNA AVERE UN CANDIDATO PREMIER CHE VA IN TV A RECITARE A MEMORIA UN MANTRA O UN COPIONE SENZA CAPIRCI UN CAXXO AL 99%, NONOSTANTE GLI ABBIANO INSEGNATO UN TONO, UN PORTAMENTO CHE PUO' INGANNARE I PIU' FESSI.
  • deep purple in rock 8 giorni fa mostra
    Pizzarotti migliore amministratore del PD è una buona battuta per farsi vedere duro e per la goduria dei talebani. Ma è falso. Pizza semplicemente non ha la scorza dei 2 proconsoli, il pelo sullo stomaco necessario a subire e dire signorsì ingoiando qualsiasi rospo. Poi è chiaro che dal punto di vista di un "credente" è facile vederlo come traditore... "ah l'avevo sempre detto, si capiva da certi sguardi" ... seeeeeee!
  • Richiesta Candidatura 8 giorni fa mostra
    Utilizzo questo mezzo per mettermi a disposizione del Movimento per le prossime elezioni politiche. Mi chiamo Francesco Schettino, sono di Castellammare di Stabia (Napoli), ex Comandante di Marina, ora scrittore ed attivista politico, ho 55 anni e mi occupo di patrimonio ambientale ed abusivismo edilizio. Ma la mia massima specializzazione è di esperto in "gestione del panico". Vi prego di tenermi presente nel caso venisse meno la candidatura di Gegorio De Falco. Io al contrario di lui ho sempre e solo detto bene del MoVimento 5 Stelle. Posso inviare il mio curriculum se mi indicate un indirizzo dove recapitarlo. La mia mail : vadoabordocazzo@tiscali.it Grazie dell'attenzione e concordia a tutti. Grillo minchino a lei.
  • Francesco Schettino 8 giorni fa mostra
    Utilizzo questo mezzo per mettermi a disposizione del Movimento per le prossime elezioni politiche. Sono di Castellammare di Stabia (Napoli), ex Comandante di Marina, ora scrittore ed attivista politico, ho 55 anni e mi occupo di patrimonio ambientale ed abusivismo edilizio. Ma la mia massima specializzazione è di esperto in "gestione del panico". Vi prego di tenermi presente nel caso venisse meno la candidatura di Gegorio De Falco. Io al contrario di lui ho sempre e solo detto bene del MoVimento 5 Stelle. Posso inviare il mio curriculum se mi indicate un indirizzo dove recapitarlo. La mia mail : vadoabordocazzo@tiscali.it Grazie dell'attenzione e concordia a tutti. Grillo minchino a lei.
  • Erica Edera 8 giorni fa mostra
    @ Di Battista, riguardo a quanto ha detto ierisera in TV, avrei alcune domande. Non mi è chiaro perché ritiene Pizzarotti “un ottimo amministratore del PD” e perché ritiene che il S.O. Rousseau non vada più sostenuto con libere e volontarie donazioni da parte di chi lo apprezza, ma obbligatoriamente finanziato da ciascun eletto con 300 euro mensili. Le chiederei dunque in primo luogo come valuta le voci critiche all’interno del M5S. Le chiederei poi in base a quali criteri contraddistingue un amministratore a 5 Stelle e se, secondo Lei, i principi e i valori fondanti imprescindibili a cui deve attenersi qualsiasi 5 Stelle siano: la Coerenza alla Finalità sancita dal Non Statuto, ovvero riconoscere il ruolo di governo ed indirizzo non a pochi, leader o capi. L’ Onestà, che non può prescindere dalla Trasparenza in quanto è per definizione la qualità di agire e comunicare in maniera sincera, leale e trasparente - La Democrazia Diretta e il principio Orizzontale Ognuno conta uno, che concorderà, non possono prescindere da una Trasparente Piattaforma, uno spazio dove veramente ognuno conta uno e che non si realizzano certo con un S.O. gestito in modo opaco e verticistico. Le chiedere infine se ritiene si sia è attenuto ai suddetti principi chi, in una segreta stanza, ha deciso dall’alto di stravolgere il Non Statuto, sostituendo a un Movimento che non si intendeva diventasse un partito una Associazione partito che, come tutti i partiti, ha l’obiettivo tipico di governare e non certo di attivare una Trasparente Piattaforma con cui Testimoniare la e-democracy anti delega uno vale uno. Grazie per una eventuale risposta in merito.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus