Il MoVimento 5 Stelle ama i libri e ripudia la violenza

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
libri_cultura.jpg

Il signor Francesco Neri, noto alla cronaca per aver bruciato i libri di Corrado Augias, non rappresenta il MoVimento 5 Stelle e utilizza senza alcuna autorizzazione il simbolo del M5S

"Ho letto Fahrenheit 451 ormai molti anni fa, ma ancora oggi l'idea di un libro bruciato mi evoca gli scenari drammatici di un mondo in cui i vigili del fuoco non salvano vite umane ma distruggono la memoria e con essa la cultura che alimenta. I libri sono un oggetto sacro per me. Confesso di averne una venerazione forse eccessiva, sarei capace di difendere persino un libro di Moccia dalle fiamme. Mi assumo per questo la responsabilità di ammonire l'idiozia di chi crede che per difendere un principio o per affermare un'idea si possa calpestare l'etica che sta alla base di questo stesso principio e delle idee a esso connesse. Il M5S ama e difende i libri, perché ama e difende la cultura dell'informazione. Siamo al culmine di un'enorme crisi umana, sociale e culturale, in queste concitate fasi si moltiplicano gli atti di violenza perpetrati nel nostro Parlamento con il tacito assenso, anzi con il solidale supporto, delle forze di maggioranza. In questo momento più che mai è importante ricordare le parole che a ogni tappa del tour lo stesso Beppe ha ripetuto dal palco, "bisogna rimanere calmi". Chi si lascia vincere dalla rabbia, che pur comprendo, per le ingiustizie subite, ha già perso. Solo chi usa l'intelligenza e la lucidità, attinge dalla memoria storica e da quella dei momenti fondativi e di tutto ciò che ha alimentato la nascita di questo Movimento e rinnova questi elementi quotidianamente, può vincere. Un atto come il rogo di un libro è grave e sono felice che i nostri portavoce abbiano preso le distanze, anche se sono consapevole che chi ha trasformato questo gesto isolato nell'icona di nove milioni di persone ha manipolato la realtà, ma oggi non è di loro che mi voglio occuparmi bensì di coloro che guardando a un gesto come questo quasi con comprensione. Se ci lasceremo trascinare dal moto violento che caratterizza questo momento storico e penseremo di dare alle fiamme tutto ciò che non ci piace, anche solo metaforicamente, anche le nostre idee rimarranno vittime di questo rogo e tutta la fatica e il lavoro profusi andranno perduti. Se invece ignoriamo gli attacchi e trasformiamo la rabbia in proattività, in azioni positive in linea con l'obiettivo del cambiamento culturale che ci accomuna tutti, ben aldilà delle bandiere, #vinciamonoi: TUTTI noi!" Gabriella Fiore

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • riccardo benetti 3 anni fa
    oggi in autostrada mi è arrivato un sassolino sul vetro, si è scheggiato. al casello ho chiesto se l'autostrada rimborsava il danno mi ha risposto la cassiera con un sorrisino al quanto da presa in giro dicendomi no!!! come a dire, ma de che mondo vieni, lo so che sono particolare nel valutare gli eventi ma ho un certo senso innato nel riconoscere il marcio nelle cose, in questo vedo un po di ingiustizia. il sasso mi arrivato addosso mentre transitavo sul tratto per il quale io ho pagato e i miei soldi se li sono presi e sono buoni, e non è vero che uno prende l'autostrada per evitare o meglio per essere più tranquilli sicuri ecc. non c'è niente da ridere mi sono detto. si si l'assicurazione cristalli ... echè non lo so .. lo so lo so ...macchè ttelo dico affà un saluto a tutti Riccardo
  • lina 3 anni fa
    CARTUCCE A PARTIRE DA 0,49 EURO TONER A PARTIRE DA 5,60 EURO www.ilconsumabile.it
  • carlo b. Utente certificato 3 anni fa
    commento o.t: interessante che mentre la gente normale non riesce a pagarsi nemmeno un panino in un self service con il controvalore di un buono pasto aziendale di oggi e sempre più spesso ricorre a cibo preparato a casa come ai vecchi tempi Laura Boldrini e compagnia pranzino quotidianamente al ristorante...a spese della collettività ovviamente.
  • carlo b. Utente certificato 3 anni fa
    Non appoggiare gli attivisti è un errore!!!Perderete consensi!!
    • Paolo Falbo 3 anni fa
      Attivista chi bruca un libro? O attivista chi vuole scatenare un ondata di violenza? se questa è la tua idea di attivismo forse hai sbagliato gruppo. Si chiamano anarco-insurrezinalisti quelli che vogliono bruciare tutto il sistema piuttosto che cambiarlo!
  • Mario S. Utente certificato 3 anni fa
    Io non sono d'accordo, ma tanto ho capito che MS5 non si sta dimostrando affatto coerente con gli attivisti, una specie di carne da macello che a volte fa comodo in altre se ne prende le distanze, come è stato per il caso Boldrini. E questo non va bene. Che senso ha prendere le distanze dagli attivisti? Che senso ha lanciare il sasso e poi tirare via la mano? Quanto all'episodio specifico un libro è cultura, certo, ma bisogna vedere che libro è. E poi soprattutto bruciare un oggetto (che sia una bandiera, che sia un libro) è una cosa che si fa per protesta. Lo hanno fatto in zone di guerra con la bandiera americana. E' un gesto di protesta simbolico verso un oppressore che gode di mezzi molto più potenti per giustificare le sue scorribande, che spesso si fa passare per vittima e dipinge gli innocenti come carnefici perchè l'opinione pubblica mondiale in quel gesto veda violenza e non disperazione. E' il gesto del popolo che non potendo fare altro e non avendo tv per raccontare la verità esprime il proprio sdegno in questo modo. E' sempre un gesto che segue ad un ingiustizia, non il contrario. Condannando questa cosa voi non solo non avete protetto un attivista, ma lo avete linciato come se avesse compiuto chissà che cosa riprovevole e tutto non certo per amore della cultura (giustificazione stupida), ma perchè non avete il coraggio. Quell'attivista infatti deve essere stato un amante della cultura e un estimatore di Augias anche, se ne ha comprato un libro. Qual è lo scandalo se amareggiato dalle prese di posizione del giornalista ne brucia l'opera? Cosa c'è di perseguibile penalmente? Peggio per lui che perde un libro che ha pagato, ma non credo nemmeno che ad Augias freghi più di tanto. Quanto all'esprimere il sentimento comune di MS5 se non si traduce in soldoni in questo allora a che conclusione portavano i più di mille commenti sul suo caso?A venerarlo forse? No, no....così non va. Non solo non esiste "lo scudo della rete", ma la rete è finta.
    • carlo b. Utente certificato 3 anni fa
      Secondo me è stato un autogol pazzesco prendere le distanze da chi lo ha bruciato, il libro. Si è posto l'episodio sullo stesso livello che so io, di un'offesa a qualcosa di realmente ideologico, una civiltà, una religione... Praticamente c'è stato lo stesso casino che per le vignette contro l'Islam, (e tra l'altro anche lì avevano ragione i maomettani ad arrabbiarsi, fatti passare per esaltati, in realtà puro spirito di difesa). Ma quel che è peggio si è data ad Augias un'aurea quasi profetica, ingigantendo il fatto, neanche si trattasse di un testo sacro. Una cosa ridicola. Sarebbe stato molto meglio tacere e far capire che non era assolutamente il caso di polemizzare. Equivale a prendersi pomodori in faccia in un teatro: se sei un attore ce lo sai e stai zitto.Se sei un giornalista e scrivi cose che a qualcuno non piacciono ci può stare che questi il tuo libro lo triti, lo incendi o si filmi mentre lo butta nella spazzatura... Si tratta di un prodotto comunque commerciale, benchè di cultura. Inoltre ripeto: prendere le distanze dagli attivisti a meno di cose veramente serie farà perdere un terzo dei consensi.
    • Angelo D. Utente certificato 3 anni fa
      Il problema e' che effettivamente non serve a niente bruciare un libro, o almeno, serve molto meno rispetto a dire la verita' e diffonderla il piu' possibile. Inoltre da' adito a tutte le voci che tacciano di ignoranza il movimento. Quindi, a che serve? Come dice giustamente l'articolo bisogna essere freddi e determinati il piu' possibile. Ciao.
  • gio a. Utente certificato 3 anni fa
    Sono d'accordo con voi !!!! Avanti ancora !!!!! #iostocolM5s
  • Patrizia Bosso 3 anni fa
    Siete la speranza che si concretizza ! Grazie!
  • fausto beggi Utente certificato 3 anni fa
    cerchiamo di non strumentalizzare tropppo un gesto simbolico che voleva solo evidenziare dei commenti autorevoli,ma discutibili,espressi da una persona leggermente di parte....
  • Nino Zapp 3 anni fa
    I libri sono storia,il nostro benessere sono tutto per un popolo,gli attuali " file archiviati " cosa ne faremo tra 50 anni?
  • Giuliano Pirredda 3 anni fa
    Beppe è un Uomo che Ama l'Italia e il popolo Italiano, la sua intelligenza va oltre, ma è sempre umano, non può controllare le gesti di ogni altro suo simile, quindi accusare un gruppo formato per salvaguardare il presente di chi ci ha donato la vita, preservando il nostro futuro, e vigilare per il futuro dei nostri figli, non è compito semplice, sopratutto quando questo viene contaminato da persone che si travestono per infamare mettendo a rischio il futuro dell'umanità, bisogna osare ma stare attenti, tante persone adesso hanno paura ( Giulius Lord Redda )
  • Demetrio 3 anni fa
    Bellissimo, peccato che non sia vero, o per lo meno non ci siano comportamenti seri conseguenziali, dovreste (solo per fare qualche esempio): 1 - cambiare il simbolo/nome che contiene un vaffanculo; 2 - farla finita di chiamare gli avversari politici con nomignoli offensivi; 3 - non dare del coglione a chi non la pensa come voi; 4 - evitare di istigare la violenza fornendo le coordinate per bombardare il parlamento ..... :-D :-D ma erano solo battute, col sorriso :-D :-D
    • riccardo gramegna Utente certificato 3 anni fa
      beh.. sono suggerimenti che non sottovaluterei... faranno di tutto per farvi passare per violenti
  • marianna n. Utente certificato 3 anni fa
    "Aggiratevi per le biblioteche, arrampicatevi sulle pile di libri come fossero scalini, odorate i libri come fossero profumi, indossateli come se fossero cappelli, sulle vostre teste pazze. Che possiate essere innamorati per i prossimi ventimila giorni! E PER AMORE, RIFATE IL MONDO..." Ray Bradbury
  • luca pavone 3 anni fa
    Parole SANTE! Questa è la strada da percorrere e percorriamola!
  • Antonio M. Utente certificato 3 anni fa
    noi i libri li leggiamo e li scriviamo. anche meglio di Augias! https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10203114988983747
  • Mirella . Utente certificato 3 anni fa
    Scusatemi ma per piacere fatte qualcosa ! "Agora" su RAI 3 = Corea del Nord !! Vergogna per una trasmissione e presentatore pagati dal popolo italiano !! In assenza di un rapresentante del M5S che non puo' controbattere , VERGOGNA !! Scusate il mio sfogo ma diventa sempre più inamissibile !! (Scusate per l'ortografo), Mirella
  • Matteo A. Utente certificato 3 anni fa
    Post ineccepibile e da condividere in toto.Io amo i libri e la mia libreria mi è cara quasi come un buon amico e non potrei mai bruciar sola pagina!Dissociazione quindi necessaria e politicamente corretta. Detto questo,desidero indirizzare al bistrattato sig. Francesco Neri che,per moto di disistima profonda,ha arso un libro dell'autore medesimo e per questo è stato moralmente fatto a pezzi.Certo,un pezzo di cultura è andata persa,ma se ci scandalizziamo per questo e non per miliardi di € regalati alle lobby forse c'è qualcosa che non va in questa società malata.Inoltre il libro era il suo,se lo è pagato con i suoi soldi ed in qualità di proprietario ha il sacrosanto diritto di disporne come più gli aggrada. Aborro si il gesto,ma difendo un diritto,almeno fin tanto che questo disgraziato paese potrà definirsi democratico. Caro Francesco,a riveder le stelle.
  • gianfranco d. Utente certificato 3 anni fa
    Mi permetto di richiamare l'attenzione su di un fatto: non c'è stato nessun falò di libri, nè alcuna apologia in tal senso, come han voluto far credere i media canaglieschi di regime, che come avvoltoi sono sempre pronti a strumentalizzare ogni minimo episodio, pur di vomitare veleno sul Movimento. Affermare che si ami indiscriminatamente "tutti i libri" è a mio avviso retorica che non stà nè in cielo nè in terra. Il libro è un veicolo di contenuti, che possono essere di ogni natura: personalmente i "contenuti" che veicola C Augias, tuttologo RAI di stampo piddiota, per me sono pura spazzatura, raffazzonata a destra ed a manca, pubblicata grazie ai legami con questo o quell'editore. Non tutti hanno un simile privilegio. Piuttosto che tormentarmi per una fotografia, più o meno discutibile, io penso piuttosto a quanti alberi siano stati abbattuti, per dare modo ad un Augias di pubblicare le proprie banalità.
  • Lucio P. Utente certificato 3 anni fa
    Se il signor Francesco Neri non rappresenta il M5S, perchè invece una sconosciuta di nome Gabriella Fiore può farlo? Famigliare, parente, amica, collega o conoscente di qualcuno che conta nel M5S?
    • Dario M. Utente certificato 3 anni fa
      Concordo appieno, chi ha scritto l'articolo fà un processo mediatico su una persona che ha bruciato un suo libro a casa sua senza rivendicare il gesto a nome del movimento,anzi assumendosi piena responsabilità e argomentandone i motivi...mi pare che invece qualcuno pontifichi...a che titolo poi se uno vale uno mi chiedo
  • Lucio P. Utente certificato 3 anni fa
    Se il signor Francesco Neri,non rappresenta il M5S,perchè allora una sconosciuta di nome Gabriella Fiore può farlo?
  • Ringo Biker 3 anni fa
    Io sono un po scettico, prima questa storia del libro bruciato, adesso la busta sospetta alla pres. della cam., secondo me c'è puzza di manovre....per così dire alquanto oscure. Chi sono questi.. (aggettivo a piacere)che fanno queste azioni, è sicuro che appartengono al M5S, io non credo. In altri tempi si usavano altri mezzi, depistaggi ecc. oggi si usano armi che non uccidono ma ti distruggono con la parola, chi ha la possibilità di parlare alle masse, ha il potere. Un piccolo consiglio ai nostri parlamentari, visto che l'informazione è quello che è, sarebbe opportuno che il capo gruppo facesse un piccolo comunitato giornaliero o periodico, sui lavori delle camere, da inviare alle agenzie di stampa.
  • Angela Po 3 anni fa
    ok cercherò di fare la brava ...però un vfnc ogni tanto posso dirlo ?
  • gennaro esposito 3 anni fa
    Quelli di SEL sventolano i libri di Augias...ok, i libri non si bruciano...e a telefono con Archina' non si ride...
  • Manuele V. Utente certificato 3 anni fa
    Eheh vi siete dati una calmata agitatori delle masse e disturbatori della quiete parlamentare! ^.^ Ma la frase nel titolo del post non (gli) basterà..dovete aggiungere che porgerete l'altra guancia e farete agli altri deputati quello che vorreste venisse fatto a voi..solo così sarete accettati, anzichè "linciati"! ^-^
  • Paolo Carnelli Utente certificato 3 anni fa
    Certo è un gesto stupido quello di bruciare un libro. Soprattutto perché lo si è pagato. Sarebbe stato più intelligente rispedirlo all'autore con richiesta di rimborso con la motivazione che contiene una enorme quantità di, diciamo, "inesattezze", per usare la stessa parola usata da Di Maio quando a sbugiardato la Boldrini. Perché a parte le "inesattezze" dette da Augias durante la trasmissione, anche il libro "Segreti d'Italia" di "inesattezze" ne contiene in abbondanza. (Non l'ho letto tutto ma solo alcuni passi e mi sono bastati)
  • SEGNALO - Social news, Article marketing Utente certificato 3 anni fa
    Grazie M5S
  • WORCOM forum Utente certificato 3 anni fa
    Forza M5S
  • Edoardo C. Utente certificato 3 anni fa
    Se dai fuoco a un libro sei pazzo, pericolo, antidemocratico, grillo e nel dubbio è colpa di Grillo. Se dai fuoco alle tue intercettazioni con un indagato nella trattativa Stato-Mafia sei Presidente della Repubblica. Ecco l'Italia, signore e signori.
  • Erix 3 anni fa
    Scusate, il libro del fai da te può essere bruciato o deve essere considerato "cultura tecnologica"
  • Francesco Neri 3 anni fa
    La mia lettera di spiegazioni, chiestami, gentilmente debbo dire, dal movimento insieme alla cancellazione delle foto, che io ho eseguito subito, è la seguente: Io ho bruciato il libro di Corrado Augias. Libro comprato direttamente da Corrado Augias a zagarolo, quando venne. Autografato. Augias, persona lucida, concreta, di grande cultura. Io amo i libri, me ne circondo, da sempre. Amo i libri perchè sono il simbolo del sapere, in simboli, trasmesso. Provo profonda indignazione invece per la menzogna. E ancor di più quando questa approfitta della conoscenza per essere più incisiva. Il Sapere mentire meglio. Il Sapere ingannare meglio. Il Sapere raccontare meglio le menzogne che permettono a Lei di mantenere uno stile di vita lontano dalla sanità pubblica italiana, nella sua bella casa di Parigi, Augias. Menzogne che Le permettono di stare ben lontano dagli affanni di chi ha un piccolo stipendio o di chi lo stipendio non ce l'ha affatto, sig, Augias. Le menzogne che le permettono di attaccare la Resistenza , e gli unici che la fanno, in questo momento. Lei è fascista ,sig, Augias. Ha posto il suo sapere e il suo ben parlare al servizio della menzogna, funzionale al mantenimento del suo status economico e sociale. E chi è in difficoltà, chi è disperato, chi non ha lavoro, chi non ha niente, si arrangi. Io, che non rappresento altri che me stesso, con tutti i limiti del caso, non sono d'accordo. Chi sa, deve lavorare per gli altri. La conoscenza se è finalizzata solo al nostro tornaconto personale è poco, se è finalizzata all'inganno del prossimo è il male assoluto. In quel camino io ho bruciato l'ipocrisia. Il nostro male più grande.
  • veronica c. Utente certificato 3 anni fa
    Era disarmante la pervicacia con cui, (volendo a tutti i costi convincere gli astanti), ha reso un pessimio servizio a se stesso e ai telespettatori. Abbiamo, (credo), bisogno di gente dalla mente non più obnubilabile dai serpenti KAA di turno, (dal libro della giungla). Il tempo incede e la nuova generazione è alle porte. IN ALTO I CUORI e W M5S.
  • Antonello M. Utente certificato 3 anni fa
    Non mi vergogno e ammetto di non aver mai letto un libro di Augias.Leggo solo autori stranieri con qualche eccezione, perchè li ritengo scrittori.Parlare di scrittori in Italia e vergognoso e indecente al massimo possiamo parlare di scribacchini che sfoggiano un Italiano signorile ,ma privo di genio.Scrivere un libro è una cosa seria
  • Alessandro . Utente certificato 3 anni fa
    Coglionati da FRANCO NERI ! SPETTACOLARE !
  • Francesco Cagliari 3 anni fa
    Paolo Borsellino disse: "La mia è una lotta contro il tempo." Vedere articolo su www.antimafiaduemila.it del 4 febbraio 2014. Prossima udienza nell'aula bunker l'11 febbraio 2014.
  • Bruno P. Utente certificato 3 anni fa
    Dedicato ad Augias e i suoi libri, solidale con chi ne fà un bel rogo, detto questo, bruciare testimonianze culturali è un crimine, bruciare la spazzatura cartacea per concimare un campo è utile e doveroso per salvaguardare il libero pensiero e raccoglierne i frutti..
  • Paolo C. Utente certificato 3 anni fa
    Non so se fa più danni l'aria bruciata dalle fiamme appiccate ai libri di Augias o la lettura degli stessi. Strano personaggio questo Augias che, invece di rassegnarsi a finire con il termine della sua esistenza,come fanno gli atei veri, si affanna in vita a cercare di smontare i Vangeli, Gesù, la Madonna e, più in generale, il Cristianesimo. E' come se ce l'avesse su con chi ha fede e lo invidiasse. A tutti, prima o poi, viene il dubbio sull'esistenza dell'aldilà e, quando accade,ciò ci provoca incertezze e perfino sofferenza . Non è facile accettare il pensiero di essere destinati al nulla. Ma non ci si sente meglio cercando di far piombare anche gli altri nella medesima condizione. Ho letto i suoi libri, ben scritti e quasi convincenti a prima vista, ma l'autore par talmente godere quando scopre una presunta magagna nelle sacre scritture da lasciare l'amara impressione di essere al cospetto di un cattivo maestro. Proprio come, in coppia, ha fatto con la Bignardi. Incaponiti a tutti i costi contro l'insopportabile,per loro, presenza di una brava persona. Cattivi maestri, appunto.
  • CARLO ARCARESE 3 anni fa
    "Io ho votato M5S e lo voterò ancora . Sono un cittadino Italiano. Mi ritengo una persona corretta educata e non violenta e non mi vedo nella descrizione che fanno molti giornalisti, politici e rappresentanti delle nostre Istituzioni. Non sono un fascista e tanto meno nazista e non sono neanche comunista tanto meno stupratore. In passato ho votato al centro, a sinistra e a destra ed anche la Lega.... Ma dopo tante promesse sono arrivate tantissime delusioni e mi son detto che probabilmente ho sempre sbagliato. Adesso come cittadino Sovrano Voglio essere rappresentato da chi ho votato, rispettando la legge e tutti gli altri. Con ciò desidero, anzi, pretendo essere rispettato in egual maniera. Chi mi offende, ritengo che offenda milioni e milioni e milioni di cittadini Sovrani di qualsiasi appartenenza politica essi siano o siamo. Quando si offende un Italiano si offende TUTTI gli Italiani. Come quando si giocano i mondiali di calcio e si dimentica per quel periodo il tifo per la squadra del cuore e siamo TUTTI ITALIANI. Quindi cari giornalisti, politici, rappresentanti delle Istituzioni, quando offendete un Italiano in realtà e come se offendeste voi stessi. Carlo A. "A testa alta sempre e con orgoglio"
  • Fabio B. Utente certificato 3 anni fa
    Non è del tutto vero. Un libro non è sacro per il semplice fatto di essere un libro. Alcuni libri sono semplice paccottiglia che non valgono la carta sulla quale sono stampati. Ognuno coi propri libri è libero di fare ciò che meglio crede: si possono mettere su di uno scaffale, regalarli o buttarli nella spazzatura. Diverso è il concetto del "rogo delle idee" quello è sbagliato oltre che stupido, anche perchè nel momento in cui vuoi "bruciare un'idea" la trasformi in mito. Per questo i libri sul Nazismo, ad esempio, vanno conservati: è un bene che rechino la testimonianza della loro follia. Se scomparissero si trasformerebbero in "mito". Detto questo, quel ragazzo... avrebbe fatto meglio a venderlo su ebay il libro di Augias (era pure autografato?)... almeno si sarebbe potuto bere un caffè offerto da qualche estimatore del "prof". ... giusto un piccolo risarcimento... :-)
  • graziano . Utente certificato 3 anni fa
    mi associo a quelli che deplorano l'incendio del libro ma mi indigno ancor di piu con colui che a gettato i suoi soldi nell'acquisto di un libro scritto da tale nullità
  • Gaetano Di Domenico Utente certificato 3 anni fa
    I libri sono strumenti che permettono di uscire dal nostro contenitore corporeo per fare addentrare nella fantasia, nella poesia, nella creatività; per aiutare a comprendere le varie culture; per illuminare sui vari momenti storici, consentendo di: aggiornare, confrontare, rivedere ed ampliare le proprie convinzioni, e, se lo si desidera, stimolare il “viaggio” volto alla ricerca della Conoscenza. buon viaggio.
    • salvatore Di mauro 3 anni fa
      mi piace quello che ha scritto .i libri sono il pensiero di una persona e anche se non siamo d accordo, abbiamo il dovere di rispettarli. la storia umana insegna che ogni volta che una persona, una società, una Civiltà,che decide di distruggere il pensiero di una persona,o di un popolo, l umanità ci ha sempre rimesso.
  • Ivan Linty 3 anni fa
    Al tempo di Internet chi brucia un libro fa un danno simbolico. Chi invece usa un mezzo di informazione senza possibilità di ribattere come la tv o i giornali ? Chi fa finta di scrivere le notizie su Internet, però poi blocca i commenti online e/o li censura ???? Fa molto peggio di sicuro!
  • STEFANO SAVELLA 3 anni fa
    Senza premesse e senza giustificazioni,se le critiche al sistema sono condivisibili tutte e le ho condivise con il voto,è insopportabile dare spazio e accettare la superficialità e la violenza di certi comportamenti, non lo merita il movimento ne tanto meno chi nel movimento ha visto e cercato un cambiamento di rotta della politica reale. Dire Corrida e dilettanti allo sbaraglio, si fa torto alla trasmissione radiofonica di Corrado che spesso esprimeva dei veri talenti sconosciuti.Resto ancora dell'opinione di affiancare e sostenere il Movimento, però vi prego di non dare spazio a quanto di peggio ci può essere in certi soggetti che si fanno solo facile pubblicità usando la rete e il movimento cinque stelle. grazie
  • alfio g 3 anni fa
    Grillo, continui attacchi non sono secondo te contro la democrazia che la maggioranza ha scelto? Attacchi che hanno il solo scopo di distruggere, ma come e con cosa ricrei la nuova società se non ci sono le basi. State sbagliando alla grande facendo di tutta l'erba un fascio
  • GIULIANO G. Utente certificato 3 anni fa
    Se una persona decide di bruciare un libro è libero di farlo. E' evidente che rappresenta solo se stesso e la sua rabbia. E' preoccupante che la menzogna dei mas media coinvolga tutto il movimento. una corretta informazione avrebbe analizzato anche il motivo del gesto.Ricordiamoci che Augias, il saccentone, ci insulta continuamente in ogni sua apparizione in televisione chiamandoci squadristi o fasciti.
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    E INSISTONO... MI DIVENTA VERAMENTE DIFFICILE LEGGERE E SOPPORTARE LA TIPICA VISIONE CATTOLICA DEL MONDO, QUELLA DELLE TOLLERABILITÁ, DELLE GIUSTIFICAZIONI, DEI PERDONI, DELLE ASSOLUZIONI DI COMODO, CHE SCHIFO! RIPETO IL GESTO "PRIVATO", INTIMO, PERSONALE, DI QUESTO SIGNORE, NON MI PERMETTO DI GIUDICARLO NE DISCUTERLO, SIA CHIARO LIBERISSIMO DI FARLO! MI É INSOPPORTABILE LA RIVENDICAZIONE PUBBLICA! CON ARGOMENTAZIONI TUTTE RISIBILI E SENZA "QUALITÁ" ALCUNA! "L'IPOCRISIA"? LA DELUSIONE? SCRIVESSIMO DEL GESTO DI UN GIOVANE INTEMPERANTE ANCORA, ANCORA, MA NON LO É! METTETEVI L'ANIMA IN PACE, STRUMENTALE O NO AI GIORNALAI ITALIOTI, "I LIBRI NON SI BRUCIANO", PUNTO!
    • Francesco Neri 3 anni fa
      Il pìù grande e infallibile giudice del contenuto di un post ? Il tutto maiuscolo. Si applica ,come fosse una compensazione,in risarcimento, un pò impietosito, ai pensieri minuscoli. Non si sbaglia mai. Incredibile.
    • paolo col Utente certificato 3 anni fa
      ho riletto il tuo post. hai ragione. scusa
    • renato unti Utente certificato 3 anni fa
      Nell'unico bellissimo romanzo di Ennio Flaiano, il protagonista, sperso durante una fuga straniante e disperata, si arrotola una sigaretta con una pagina di una bibbia tascabile. Così farà, si intende, per i prossimi giorni del suo lungo tragitto. Aveva parecchio tabacco! La bibbia brucia perché stampata su carta di riso, buona anche per le sigarette: roba di altri tempi! Ci rifletta: una immagine, solo una immagine letteraria. E poi la carta del libro di Augias secondo Lei a che altro uso si potrebbe prestare? (letterariamente parlando..). Ma dai, al nostro scrittore non sarà parsa vera tanta pubblicità 'aggratis'. Sta "Vucciria", questa baldoria, il gridare allo scandalo e scaldarsi tanto per il peto di un gatto ha sempre uno scopo poco nobile, si vuole in genere coprire l'aristocratica paternità di ben altri e più corposi effluvi. Mi scuso con il gatto, se ne abusa nella retorica, la prossima volta.. un simpatico geco. p.s.: ma i gechi le tirano?
    • paolo col Utente certificato 3 anni fa
      i libri non si bruciano perchè lo dici tu......e tu sei il verbo.
  • salvatore giuseppe martino galli Utente certificato 3 anni fa
    le testimonianze scritte o in qualche altro modo ci vengono tramandate sono l'eredità che ci viene tramandata. ignorarle già fa una selezione importante fra ignoranti e più o meno dotti. chi può rifletta. è vero! non siamo tutti uguali, esiste il peggio.
  • monica c. Utente certificato 3 anni fa
    premetto che io amo i libri ne leggo tantissimi se potessi leggere tutti quelli esistenti sulla faccia della Terra sarei la persona piu' felice al mondo ma ovviamente non mi e' possibile quindi sostengo che i libri non si bruciano. ma in questo caso stiamo dando troppo peso al gesto isolato di una sola persona che a quanto pare non e' nemmeno del movimento, quindi dando tanto peso a questo episodio e' come se ci mettessimo noi x primi sulle difensive. pero' una domanda a Aguas, se ha il camino con cosa lo accende oltre alla legna? non usa forse carta di giornale e non e' pure quella carta stampata? mi e' capitato purtroppo e x un mio grave errore di distrazione durante un trasloco di aver gettato un baule contenete circa 100 libri. non me lo sono mai pardonato e un po' alla volta li ho ricomperati tutti. x questo mio gesto abdrei punita nel modo piu' severo?
  • Mau Lelli (maurizio lelli) Utente certificato 3 anni fa
    La 'forma' è sfruttare per propri interessi 4 imbecilli che potrebbero anche essere di altri partiti o semplicemente poveri di spirito. 'La sostanza' e che quei politici che hanno sfruttato l'occasione sono dei cialtroni.Punto!
  • luxveniente 3 anni fa
    Il "sacerdote" laico che inneggia alla grandezza umana è come il prete pedofilo...Anche per me i libri sono sacri, ma quando non sono porno/grafici: quando entro nei supermercati contemporanei del libro, guardando le cataste di titoli e copertine, provo un insano desiderio di purificazione...dalla menzogna e dalla ipocrisia... quanto ai giornali...preferisco non parlare. Dottore, mi dica, è grave? Risposta: La libertà non consiste nello scrivere quello che si pensa, ma nel pensare a quello che si scrive.
  • maria a. Utente certificato 3 anni fa
    Ho letto il post del sig Neri e ringrazio chi lo ha pubblicato; non l'ho trovato affatto minaccioso, anzi, ho avvertito tanta amrezza e delusione di chi sente cadere un mito. Il gesto di bruciare il libro non è stato a '' mio parere'' cattivo, anzi, simboleggia il fatto che le parole in quel libro non ci sono più per quel lettore, ed essendo vuote le pagine oramai sono buone per alimentare il fuoco, che per chi ha un camino, è un'usanza abituale. Anche a me deluderebbe molto il movimento se non facesse le cose per cui lo stimo! Perciò capite che è ancora una volta demonizzazione mediatica. Parlano che in Italia c'è la ripresa... si ma di coscienza!
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    @tinazzi albano laziale e agli altri 6 che je danno retta... SCUSATE MA DA CHE PULPITO E QUALE AUTORITÁ ED AUTOREVOLEZZA SCRIVETE E SOSTENETE: "Chi sa, deve lavorare per gli altri". (??????????) É SOLO UN'OPINIONE PERSONALE NON UN PRINCIPIO UNIVERSALE: "Chi sa, deve lavorare per gli altri." (??????????) MA DA DOVE L'AVETE PRESA UNA CASTRONERIA DEL GENERE, SUL BIGNAMI? E POI ANCORA: "In quel camino io ho bruciato l'ipocrisia. Il nostro male più grande." E QUI SI FA UNA GRANDE CONFUSIONE, E DOMANDO IN QUALE LIBRO AUGIAS SCRIVE LE SUE IPOCRISIE RIGUARDANTI IL M5S? NESSUNO! QUINDI, HANNO DATO FUOCO, AD UN TESTO DOVE NON C'É "OGGETTIVAMENTE", NESSUNA CRITICA FAZIOSA AL M5S, NEMMENO UNA RIGA??????? "ED ORA MI CI COSTRINGETE, QUESTO E UN DEFICIENTE CHE SE ANCHE GIUSTAMENTE INCAZZATO, HA PRESO SOLO LA PRIMA COSA CHE GLI É CAPITATA SOTTOMANO, E LE HA DATO FUOCO, E LO SCRIVE UNO CHE SU QUESTO BLOG, NON LE MANDA A DIRE, E CHE SI É PROPRIO INCAZZATO CON AUGIAS, LEGGETE I MIEI POST, MA NON MI SAREBBE MAI PASSATO PER L'ANTICAMERA DER CERVELLO, UN GESTO COSI IDIOTA, NE MI SAREI MAI PERMESSO DI INSEGNARE AD AUGIAS COME DEBBA VIVERE, E IL SUO RUOLO A QUESTO MONDO, ("Chi sa, deve lavorare per gli altri.") QUESTA SI ROBA DA ORWELL "1984" E FASCISMO! I LIBRI NON SI BRUCIANO, PUNTO!
  • Antonio B. Utente certificato 3 anni fa
    Se qualche migliaia d'anni fa fossero stati bruciati 2/3 libri ai quali penso io, probabilmente, milioni di persone non si sarebbero scannate tra loro a quei tempi ed avrebbero vissuto una vecchiaia tranquilla. Probabilmente, molte altre persone dei giorni nostri sarebbero ancora vive... Probabilmente, molto denaro delle nostre tasse, verrebbe impiegato in modo più utile... probabilmente. Fare d'una caccola una montagna per un libro bruciato, nell'era dei tablets e dei servers da milioni di terabytes, é come pisciare controvento sulla prua d'una nave: Pensandoci meglio un'attimo prima, eviti di fare la figura del... mettetecelo voi.
  • Alessandro Viviani Utente certificato 3 anni fa
    A mio parere credo il M5s dimostri debolezza nel ritenersi estraneo ai fatti dal momento che , per un moto personale, qualcuno vuole distruggere un suo libro .( Sono fatti suoi ) e poi non è detto che la persona sia del movimento 5 stelle .Secondo me il M5s motivando la distanza da ciò dimostra di aver paura di muoversi . E poi con la crisi che attanaglia il paese bisogna giustificarci e fare post che smentiscano ? Allora tanto vale mollare tutto !
  • Paola Paluzzi 3 anni fa
    Grazie di queste parole...non ti conosco personalmente ma in queste parole riconosco me stessa...nel mondo migliore verso il quale ci stiamo avviando non mancheranno montagne di libri!!!
  • Dario M. Utente certificato 3 anni fa
    a me sembra che ci siano 2 pesi e 2 misure,intanto iniziamo a specificare quello che considero l'articolo 1 del movimento che che ne deve rappresentare la sua essenza ,senza se e senza ma : uno vale uno. Ribadisco questo concetto perchè sento redarguire l'autrice del post con concetti del tipo "....mi assumo per questo la responsabilità di ammonire l'idiozia di chi crede che per difendere un principio o per affermare un'idea si possa calpestare l'etica che sta alla base di questo stesso principio e delle idee a esso connesse....." l'utilizzo di vocaboli del tipo "idiozia" un gesto compiuto da una persona di cui non conoscete praticamente nulla: Il mio amico Francesco ,che ha argomentato più volte i motivi del suo gesto,si prodiga per il movimento molto più di quanto si possa immaginare,sacrificando tempo e conseguentemente denaro, alla diffusione del progetto che abbiamo tutti a cuore.....troppo facile estrapolare una foto,un gesto di rabbia ,probabilmente istintivo,per etichettare con aggettivi del tipo "idiozia"....allora visto che qui si sentenzia senza neanche aver letto le numerose argomentazioni che ha fornito Neri a riguardo,mi piacerebbe che l'autrice del post che pontifica,utilizzasse allo stesso modo gli stessi aggettivi con altri autori di gesti che lei giudica poco consoni ,ma che lo faccia utilizzando il parametro "uno vale uno " che è la bibbia del nostro movimento.....allora è idiozia anche quella di Beppe che ha messo il post in macchina con la Boldrini ?.....anche il deputato dei "pompini del pd "?....oppure Beppe quando faceva paragoni azzardati con i mafiosi....oppure chi da del boia a Napolitano ?....Se uno vale uno mi aspetto che le "cazzate" (che io non giudico cazzate beninteso,ma atti di legittima protesta nei contesti nel quale sono stati effettuati) vengano redarguite tutte allo stesso modo...altrimenti si stà solo utilizzando un modo per mettersi in evidenza additando solo quello che fà comodo additare
    • j.papa 3 anni fa
      ".....allora è idiozia anche quella di Beppe che ha messo il post in macchina con la Boldrini ?.....anche il deputato dei "pompini del pd "?" Esatto è idiozia anche quella. Con questi "argomenti" si sa benissimo a cosa si sta dando il via. A commenti sessisti, schifosi, che non hanno niente a che fare con la "rivoluzione che avanza" E quello che si raccoglie come puoi vedere dai media di questi giorni, non è niente di positivo per il movimento.
  • Dave P. Utente certificato 3 anni fa
    Il gesto di bruciare libri va condannato senza se è senza ma, altrimenti si scende al livello di chi non condanna l'aggressione alla Lupo. È anche vero che in questo momento è in atto l'applicazione del metodo Boffo contro tutto il movimento 5S. Ormai qualsiasi cosa, a maggior ragione una stupidaggine così, viene strumentalizzata per attaccarci. Ci sono giornalisti che passano la giornata a leggere questo blog in attesa della prima fesseria, per spararla sui giornali ed attaccarci, bisogna riflettere a ciò che di fa.
  • j. papa 3 anni fa
    Signora Fiore, se il movimento non riuscirà a prendere veramente le distanze da determinati comportamenti, linguaggi e dinamiche, ci sarà sempre tra le fila del M5S chi si sentirà legittimato a fare cose indegne, come bruciare i libri. Bisogna epurarsi da queste persone che dovrebbero tornare a far parte di schieramenti che più si addicono loro. Prevenire, non metterci una pezza. Perché le figuracce restano e i voti scappano.
  • Mauro Dalla Ragione 3 anni fa
    Tutti i politici con i loro servi : stanno bruciando tutti i sogni di molti giovani ; stanno bruciando tutte le speranze di chi cerca lavoro, HANNO BRUCIATO LA DIGNITA' DI QUELLI CHE SI SONO SUICIDATI . E si scandalizzano per aver bruciato un libro di chi ? Augias ???? Eventualmente serviva per scaldare.
  • Johnny Gaspari Utente certificato 3 anni fa
    Io credo che si stia dando troppo peso a una stupidaggine. Ma quante cretinate fate tutti, tutti i giorni? Un discorso e ordinare di bruciare tutti i libri e di vietare la libertà di stampa, altro discorso è la libertà di una persona di fare ciò che vuole di un'oggetto che ha comprato con soldi suoi e, non amandolo più, ci accende il fuoco. Strumentalizzazione degna del regime dei media che ci governa
    • j. papa 3 anni fa
      Se non farai in modo di prevenirli questi comportamenti, mediaticamente ti si rivolteranno contro come un'alabarda spaziale. Anche se sono il gesto di un singolo ci sarà sempre la tendenza a dire "il movimento non fa niente per allontanare queste persone, se le tengono tra le loro fila, quindi sono tutti uguali".
  • valentina b. Utente certificato 3 anni fa
    A colpi di commedie direi che la prima cosa che mi sovviene è "molto rumore per nulla". Ho tra li amici di fb Francesco Neri, una persona di una educazione e competenza secondo me molto alta. Mentre leggevo il post incriminato il mio compagno dallo studio vociferava sul medesimo argomento dicendo "che delusione,peggio di un tradimento della morosa.." e dentro le sue parole e quelle di Neri ho sentito la stessa rabbia che porta appunto a strappare le lettere delle fidanzate quando si viene lasciati senza spiegazioni. Augias non è diventato ignorante tutto in un colpo, è e resterà un grande uomo della cultura che ha formato molti di noi, ma con quelle sue parole indiscriminate, parziali e palesemente in contrasto con la sua libertà d'espressione ha decretato in pochi minuti la sua ostilità al cambiamento. Cambiare è difficile, si resta arroccati nelle proprie posizioni per paura di venire deposti, di passare di moda forse, ma chi è stato baluardo di cultura, di una cultura sana, non dovrebbe osteggiare la rivoluzione culturale di cui tanto necessita questo paese. Vorrei che tutti i critici, non certo chi non aspetta altro che un passo falso per mettere alla gogna l'interno movimento, pensassero al fatto che proprio da voi/noi parte una comunicazione di tipo emotivo, si parla con la testa ma anche con un principio morale forte, teso alla verità sempre e comunque. Senza questo filtro vedrete roghi nazisti, mentre io ci vedo quasi qualcosa di sentimentale, un gesto di rabbia dopo il tradimento ideologico, ci vedo in quel piccolo gesto simbolico nato dal momento e dalle tante ingiustizie subite quotidianamente da noi "grillini" la dimostrazioe di quanto sia la passione che mettiamo nella causa della libertà di informazione, e quanto questo sia in contrasto con una società vecchia dentro, incapace di darsi al vero cambiamento. Vinciamo noi comunque, anche se avrei gradito comprensione, ma non possiamo fare un solo errore senza che lo stesso metro dia misure diffente
    • giulia zanata 3 anni fa
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/02/02/cari-m5s-non-potete-fare-errori/866788/ Complimenti per quanto hai scritto. Condivido quasi tutto di quanto ha scritto vedi il link qui sopra) anche il Giornalista. "Non potete fare errori", perchè finiscono subito sotto una lente d'ingrandimento grossa come una casa ...
  • Marcio T. Utente certificato 3 anni fa
    Ho dei libri di Augias, non li brucio (solo un cretino lo farebbe)anche se l'autore ha dei pareri diversi dai miei e vive in una bolla distante dalla realtà. Ora che ci penso, cosa dovrei fare ad un libro di Gelli che trovai abbandonato nel cestino di un ufficio? La politica sfortunatamente assomiglia sempre più al tifo calcistico, c'è sempre qualche ultrà demente ma non vuol dire che tutti coloro che frequentano uno stadio sono altrettanto dementi. Un bel falò però lo farei col tesserino di tutti quei "giornalisti" che scientificamente diffondono menzognie e propagande.
  • Emma 3 anni fa
    Brava Gabriella... Voi siete altro voi andate oltre e noi abbiamo fiducia in voi... Avete avuto un coraggio immenso nel voler portare le croci di molti italiani e italiane oneste volendoli rappresentare in parlamento in nome dell'onesta, dell'etica, della dignita' .. Gli scandali che ogni giorno esplodono e che poteri forti hanno sempre coperto stanno venendo alla luce anche per merito vostro ma ora dovete imparare a gestire la vostra rabbia la vostra indignazione che sono anche le nostre , in nome di un lavoro che certamente ora e' durissimo ma che presto , e gia' molto state raccogliendo, esaltera' il vostro orgoglio perche tutti gli italiani onesti saranno fieri di voi ... Buon lavoro con prudenza e serieta' ma con tanta tanta determinazione perche l'onesta e la trasparenza siano i nuovi esempi nel nostro paese per noi e i nostri giovani ... Che Dio vi aiuti !!!
  • M S. Utente certificato 3 anni fa
    Un libro è sinonimo di conoscenza, strumento per divulgare concetti e sapienza, per questo motivo occorre una spiccata onestà intellettuale, staccarsi da quel che sono le proprie verità per le verità oggettive. Distanza da cose e persone per poter vedere meglio la realtà dei fatti. Chi scrive un libro senza tener conto di questo, scrive un libro bruciato.
  • Andrej Mussa Utente certificato 3 anni fa
    Cara Gabriella, approvo non c'è dubbio, ma non facciamone una tragedia umanitaria... un gesto stupido e sciocco di una sola persona non potrà mai essere paragonata a dei fatti gravi e criminali avvenuti in passato. Continuo a leggere difinizioni che come sempre ci riportano a episodi bui, drammatici della nostra storia. Paragoni e rimandi alla storia sono evocazioni inutili, quante volte abbiamo resuscitato Hitler, Mussolini, il nazismo, il fascismo senza poi validi motivi e paure concrete. Non allarmiamoci troppo per nulla. Quante volte nelle nostre discariche osserviamo con tristezza e rammarico cataste di libri, enciclopedie abbandonate, opere letterarie invendute e buttate al macero per poi essere bruciate... Quello che si osserva più che altro e un triste e inesorabile declino culturale. Andrej Mussa.
  • Vincenzo Neri (genesis1970) Utente certificato 3 anni fa
    Il pensiero, dell'essere umano non và mai bruciato ne distrutto, anche se contrario ai nostri principi, si deve dialogare, discutere e far si che il pensiero altrui possa prendere coscienza di ciò che di buono il nostro pensiero riesce a trasmettere e può darsi che in questo modo anche il nostro pensiero apprenda qualcosa dall'altrui pensiero e ci possa arricchire. Facendo un paragone con la pittura, se vedo un quadro d'arte contemporanea che raffigura un w.c. con annessa carta igienica, non lo strappo dal muro, nell'intento di distruggerlo, perchè ha offeso il mio pensiero, pensando che con la carta igienica riprodotta, l'autore del quadro la dovrebbe utilizzare per i suoi bisogni fisiologici, ma invece, sforzandomi potrei coglierne un qualche messaggio utile. Non ho mai distrutto i dischi o le musiche Thrash metal, Post metal, Progressive metal, ma li ho ascoltati e qualcosa non mi è piaciuta e qualcos'altra si, come nel Progressive metal. Non forniamo alibi a tutti quelli che, specialmente in questi giorni ci vorrebbero affossare definitivamente facendo un uso pretestuoso dei fatti accaduti.
  • Mario Santoro 3 anni fa
    Comunque va detto che il signor Augias ha detto delle cose sensate, si può non essere d' accordo ma il presidente della republica e va rispettato dalle altre istituzioni come voi...non dobbiamo essere più di protesta ma propositivi!
  • Giuseppe de luise (intergiuseppe) Utente certificato 3 anni fa
    non parliamo piu di augias che gli facciamo solo pubblicita. Questi sono gli elementi che abbiamo in italia. cotinuiamo a combattere per i problemi degli italiani. votiamo 5 stelle tutti e vinceremo.....
  • gianluigi s. Utente certificato 3 anni fa
    Sottoscrivo tutto per filo e per segno! E ribadisco NOI (per primi) dobbiamo essere il cambiamento che vogliamo. Guardiamo oltre, perchè le vere sfide che ci attendono saranno ben altre (che mantenere fermezza, calma ed educazione di fronte alle tendenziosità di chi protegge il suo status nel sistema); solo "cominciare" a risolvere i problemi incancreniti che generazioni di collusi hanno tramandato ai posteri richiederà uno sforzo terribile! Non si realizzano i sogni senza sudare, non distruggiamo il sogno prima ancora di cominciare...
  • tinazzi . Utente certificato 3 anni fa
    *********** a quanto vedo l'ipocrisia è dilagante, vi state facendo intrappolare dalle logiche mediatiche del sistema senza neanche rendervi conto, riporto il testo che aveva scritto Francesco Neri al quale va tutta la mia solidarietà come attivista 5 stelle ------ Io ho bruciato il libro di Corrado Augias. Libro comprato direttamente da Corrado Augias a zagarolo, quando venne. Autografato. Augias, persona lucida, concreta, di grande cultura. Io amo i libri, me ne circondo, da sempre. Amo i libri perchè sono il simbolo del sapere, in simboli, trasmesso. Provo profonda indignazione invece per la menzogna. E ancor di più quando questa approfitta della conoscenza per essere più incisiva. Il Sapere mentire meglio. Il Sapere ingannare meglio. Il Sapere raccontare meglio le menzogne che permettono a Lei di mantenere uno stile di vita lontano dalla sanità pubblica italiana, nella sua bella casa di Parigi, Augias. Menzogne che Le permettono di stare ben lontano dagli affanni di chi ha un piccolo stipendio o di chi lo stipendio non ce l'ha affatto, sig, Augias. Le menzogne che le permettono di attaccare la Resistenza , e gli unici che la fanno, in questo momento. Lei è fascista ,sig, Augias. Ha posto il suo sapere e il suo ben parlare al servizio della menzogna, funzionale al mantenimento del suo status economico e sociale. E chi è in difficoltà, chi è disperato, chi non ha lavoro, chi non ha niente, si arrangi. Io, che non rappresento altri che me stesso, con tutti i limiti del caso, non sono d'accordo. Chi sa, deve lavorare per gli altri. La conoscenza se è finalizzata solo al nostro tornaconto personale è poco, se è finalizzata all'inganno del prossimo è il male assoluto. In quel camino io ho bruciato l'ipocrisia. Il nostro male più grande. Francesco Neri **** Alberto Magarelli 05-02-2014
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      bravo tinazzi,all'inizio del post ho scritto le stesse cose!!!un applauso!!!
    • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
      D'accordo con te, é quello che ho scritto anche io. Condannare l'atto in sé senza capirne le profonde motivazioni, é una deplorevole semplificazione buona a buttare acqua sul fuoco e ad accontentare qualcuno degli eletti. C'é anche da dire che la gente non capirebbe comunque per cui, almeno a livello comunicativo, ha un senso. Ci manca solo che i media di regime scrivano che Grillo è favorevole a bruciare i libri...
    • Alekos Firenze Utente certificato 3 anni fa
      La rabbia, la delusione di sentirsi traditi è enorme. Il tuo errore è l'atto di bruciare un libro. Se in quel momento la tua mente e il tuo autocontrollo avesse avuto il tempo di ragionare, l'unica mossa valida e coerente sarebbe stata quella di restituire il libro allo stesso Augias. Non era una cosa complicata potevi renderla semplicemente alla casa editrice specificandone il motivo.
  • paolo col Utente certificato 3 anni fa
    mi sembra alquanto inopportuno che persone lautamente pagate, con anche il denaro di chi ha bruciato un libro, facciano delle polemiche inutili sulla vicenda al posto di svolgere le mansioni per cui sono remunerate in maniera enormemente spropositata rispetto ai risultati.inoltre se io acquisto un libro, con i miei soldi, non con quelli dei contribuenti, devo poter essere libero di fare con quel libro quello che mi pare. è mio.posso prestarlo , regalarlo oppure bruciarlo.non ci deve essere tolta anche questa piccolissima libertà. però al lettore che lo ha bruciato vorrei chiedere .....ma con tutti i libri presenti sugli scaffali, proprio quello hai acquistato? ce ne sono tanti di libri belli, li avevi già letti tutti?
    • paolo col Utente certificato 3 anni fa
      una precisazione. quando scrivevo di pesone lautamente pagate non mi riferivo ai parlamentari 5stelle.
  • Silvia Ledda Farci Utente certificato 3 anni fa
    Splendido post, bella prosa. Complimenti sinceri. Il movimento merita di avere questo tipo di rappresentanti,spero che riflettiate sul ruolo di personaggi come messora e casalino. Il M5S in parlamento sta facendo un lavoro egregio, per tutti noi, non merita di essere offuscato in modo stupido.
  • Marcello Serravezza Utente certificato 3 anni fa
    Sarebbe una cosa ovvia ma.... Beppe.. Non basterebbe dire in maniera esplicita che ognuno si assume le responsabilità di quello che si scrive?! Gli stupidi vanno perseguiti come vanno perseguiti (con maggiore severità) tutti i troll (che sono pagati dai partiti) che scrivono su questo blog ma anche nelle discussioni che avvengono sui giornali on-line tipo il fatto quotidiano!!! W M5S
  • Alberto Magarelli Utente certificato 3 anni fa
    a quanto vedo l'ipocrisia è dilagante, vi state facendo intrappolare dalle logiche mediatiche del sistema senza neanche rendervi conto, riporto il testo che aveva scritto Francesco Neri al quale va tutta la mia solidarietà come attivista 5 stelle ------ Io ho bruciato il libro di Corrado Augias. Libro comprato direttamente da Corrado Augias a zagarolo, quando venne. Autografato. Augias, persona lucida, concreta, di grande cultura. Io amo i libri, me ne circondo, da sempre. Amo i libri perchè sono il simbolo del sapere, in simboli, trasmesso. Provo profonda indignazione invece per la menzogna. E ancor di più quando questa approfitta della conoscenza per essere più incisiva. Il Sapere mentire meglio. Il Sapere ingannare meglio. Il Sapere raccontare meglio le menzogne che permettono a Lei di mantenere uno stile di vita lontano dalla sanità pubblica italiana, nella sua bella casa di Parigi, Augias. Menzogne che Le permettono di stare ben lontano dagli affanni di chi ha un piccolo stipendio o di chi lo stipendio non ce l'ha affatto, sig, Augias. Le menzogne che le permettono di attaccare la Resistenza , e gli unici che la fanno, in questo momento. Lei è fascista ,sig, Augias. Ha posto il suo sapere e il suo ben parlare al servizio della menzogna, funzionale al mantenimento del suo status economico e sociale. E chi è in difficoltà, chi è disperato, chi non ha lavoro, chi non ha niente, si arrangi. Io, che non rappresento altri che me stesso, con tutti i limiti del caso, non sono d'accordo. Chi sa, deve lavorare per gli altri. La conoscenza se è finalizzata solo al nostro tornaconto personale è poco, se è finalizzata all'inganno del prossimo è il male assoluto. In quel camino io ho bruciato l'ipocrisia. Il nostro male più grande. Francesco Neri
    • Brigida B. Utente certificato 3 anni fa
      Avrebbe potuto dire le stesse identiche cose senza bruciar nulla, nessuno avrebbe eccepito. Così, invece, ha alimentato dicerie su squadrismo e fascismo, che si potevano tranquillamente evitare.
  • Brigida B. Utente certificato 3 anni fa
    Bellissimo post..uno dei più belli che abbia mai letto sul blog. Restiamo uniti senza perdere la testa..intransigenti e mai violenti. Evviva la cultura e l'informazione, abbasso i roghi!
  • Diego F. Utente certificato 3 anni fa
    Condivido pienamente . Il movimento e'ormai maturo per essere in grado di saper rispondere agli attacchi senza dover eccedere in atti che hanno come unico risultato quello di essere strumentalizzati dal covo di serpenti che riempiono tanto il parlamento quanto i mezzi di informazione . Bruciare libri in realta' rischia di bruciare il lavoro svolto benissimo dai parlamentari 5 stelle .
  • paolo b. Utente certificato 3 anni fa
    il fatto è gravissimo, il libro andava messo nella differenziata !!
  • alvise fossa 3 anni fa
    NON RICONOSCIAMO CHI FA' USO DELLAL VIOLENZA,PER SCOPI LATRUI,PER CUI AUGUGIAS SE NE FACCIA UNA RAGIONE ALVISE
  • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
    Gabriella Fiore ha ragione. Non si discute. Il problema sono gli idioti, gli intrusi dei blog, gli web-mercenari dei partiti, gli opportunisti e i 'morti di fama'. Tutte categorie di persone libere di scrivere e di iscriversi, incontrollabili (a volte), furbe, dispettose, bugiarde e comprabili. Queste persone esistono e vanno evitate, emarginate, smascherate e convertite. Continueranno a esistere e sarà sempre più difficile evitarle, almeno finchè ci saranno persone, partiti, tv, politici e politicanti pronti ad approfittare e sfruttare i loro sporchi post e servigi. 'Vi do una valutazione un po' alla Gordon Ramsay, va bene? This dish is a piece of shit and you, my friends, are all assholes! (cit. Joe Bastianich)
  • Jambo Bwana (habari gani) Utente certificato 3 anni fa
    Come ho già scritto su TT io interpreto cosi "i segreti d'italia" più segreti perchè con le affermazioni di Augias sono brucciati del tutto e dunque ancora più segreti. Per il resto w la libera cultura e la "skuola" pubblica.
  • Francesco da Modena 3 anni fa
    Notizia: Lunedì 10 febbraio 2014 inizia il Processo per la compravendita di senatori da parte di Berlusconi (caso De Gregorio) cioè periodo 2006-2008 quando cadde poi il governo Prodi.
  • imbre prischich 3 anni fa
    Bravi! mettiamo i puntini sulle "i" per zittire eventuali (...) chiacchere da propaganda e chiarirsi con i soliti idioti che non hanno capito che stamo camminando sulle uova.. ...il post migliore della settimana che da rinnovata fiducia..
  • Emma 3 anni fa
    Brava Gabriella ... Voi siete altro ...voi siete oltre... Mai cadere in comportamenti che hanno solo il potere di screditare tutto cio' che di ' alto ' state facendo ... Grazie a coloro che come il prof. Becchi stanno aprendo gli occhi agli italiani ... Peccato che cio ' che stiamo vedendo sono s
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    CI VUOLE CORAGGIO A DISPREZZARE L'ACQUISTO DEI LIBRI, A COSTO MAGARI DI NON LEGGERLI, CI VUOLE FEGATO COME GLI ITALIOTI AD ESSERE PER IL 25% ANALFABETI NEL 2014 CON TREND IN CRESCITA!!!! Tullio De Mauro: Italia analfabeta Il linguista lancia l'allarme incultura Secondo l'accademico della Crusca soltanto il 20 per cento degli italiani è in grado di orientarsi nella vita della società contemporanea???????????????
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    ...
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      Il post che pensavo di non riuscire a inserire è quello qui sotto. Evidentemente c'era solo un lag nel sistema. Mi scuso con lo Staff e con chi legge.
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      Solo una prova di invio. Non riesco a capire quale parola non viene lasciata passare dal sistema nel post che intendevo inviare. Scusate.
  • nicola c. Utente certificato 3 anni fa
    Bruciare un libro è sempre un pò da stupidi, ma ci vuole, altresi' grande coraggio a comprarlo un libro di Augias!
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    Anche la mia mente va subito (con orrore) a FAHRENHEIT 451 quando sento parlare di ROGO DI LIBRI. Però in questo caso (individualmente deplorevole) mi preme sottolineare, una volta di più, la MALAFEDE DEL MAINSTREAM MEDIATICO sempre pronto a strumentalizzare, universalizzando casi singoli di idiozia che sono fisiologici nella società. ***** Nel 2009 il signor LUCA BIANCHINI di 32 anni, laureando in legge, venne arrestato a Roma. Incastrato dal DNA. Era lui lo STUPRATORE DEI GARAGE, responsabile di almeno QUINDICI VIOLENZE SESSUALI. Luca Bianchini era però anche COORDINATORE DI UN CIRCOLO DEL PD ROMANO. Ripeto: coordinatore di un Circolo, non un semplice simpatizzante. Applicando la logica usata verso il MoVimento (e verso la persona di Beppe Grillo) dai media per il deprecabile episodio del rogo dei libri di Augias, cosa saremmo costretti a concludere sul PD e sui suoi sostenitori dopo il caso di Luca Bianchini? Ah già, ma siamo noi i "POTENZIALI STUPRATORI"!
  • Francesco Cagliari 3 anni fa
    Ultim'ora: Berlusconi fa chiedere a Enrico Letta una verifica di Governo. Berlusconi vorrebbe come premier il SUO Matteo Renzi.
  • Andrea Pirro 3 anni fa
    Cari amici, questa storia del marchio 5 Stelle è una stupidaggine. Qualsiasi idiota che si affaccia al blog o a un mezzo di comunicazione per insultare o annunciare una bravata, merita o non merita il marchio 5 Stelle? Merita o non merita il marchio 5 Stelle un'opinione o un voto in commissione parlamentare? Basta con le sciocchezze! Quando mai una forza politica, composta per lo più da giovani, può vivere sospesa all’attribuzione di un marchio? Chi dovrebbe imprimerlo questo marchio? Il deus ex machina Grillo-Casaleggio? Quando? Senza aspettare l’intervento di quell’entità superiore, ci penserà la stampa di regime a mettere il marchio 5 Stelle su qualsiasi evento capace di screditare il movimento. Basta! Il non-partito deve almeno imporre responsabilità agli iscritti, deve istituire un organo che espella i violenti e vieti i processi alle opinioni. Andrea Pirro.
  • francesco ammirata Utente certificato 3 anni fa
    Condivido pienamente. Il nostro movimento lotta per la libertà di informazione e per la libera circolazione delle idee. Del resto la nuova categoria politologica di "fascismo inconsapevole" adoperata da Augias si commenta da sola..
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
    A me questa sembra una necessaria presa di posizione per compiacere la maggioranza degli eletti. Come ha ben spiegato l'autore del gesto eclatante lui ha bruciato un ricordo, e insieme al ricordo l'ipocrisia della persona che l'ha scritto. Saper mentire meglio degli altri, come il signor Augias fa, è servito a coprire il regime, a mandare avanti il partito di Repubblica che ha contribuito a bruciare il futuro di generazioni attraverso la menzogna sistematica e l'occultamento della verità, non un libro. Comprendo la necessità di stemperare i toni e di far passare il "mal di pancia" a qualcuno degli eletti ma non condivido da un punto di vista filosofico e, anzi, apprezzo e sottoscrivo le parole di Francesco Neri. Non rappresenterà il movimento ma rappresenta il mio pensiero su questi intellettuali la cui responsabilità nello sfascio del paese è pari, se non superiore, a quella dei politici
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    A CHI RIVENDICA IL DIRITTO DI BRUCIARE I LIBRI, CONSIGLIEREI LA LETTURA DE "IL NOME DELLA ROSA" DI UMBERTO ECO DOVE SI SOTTOLINEA IL "PERICOLO" DEI LIBRI UMORISTICI, LA CUI LETTURA PROVOCAVA LA MORTE PER AVVELENAMENTO DEI FRATI MALCAPITATI....
  • Massimo C. Utente certificato 3 anni fa
    Brava Gabriella. I libri sono sacri. Se l'Italia è in queste condizioni è anche perchè gli Italiani, dal dopoguerra, hanno preferito farsi raccontare la Verità dalla Televisione, invece che leggersi qualche buon libro. Se proprio volete bruciare qualcosa quindi, buttate nel caminetto quell'elettrodomestico infernale... che ormai è diventato inutile.
  • Paolo Gargiulo 3 anni fa
    Bravissima, parole sante!
  • Pietro Cioffi 3 anni fa
    posso solo ribadire una massima di Wilde (da dorian grey): non ci sono libri morali e immorali, ma solo scritti bene o meno bene
  • emil v. Utente certificato 3 anni fa
    Brava Gabriella, bellissime parole. Questo intervento lo giudico una sorta di manifesto dell'attivista pentastellato in cui spesso si rifugia il mio pensiero quando sui mezzi di informazioni prevalgono gli attacchi alla baionetta verso il movimento cercando di farlo passare per una setta oscurantista/fascita guidato dal duo Grillo-Casaleggio. Speriamo emerga sempre più questa onestà intellettuale che, sono certo, alberga nella quasi totalità degli attivisti, veri padroni del movimento ed artefici del suo destino.
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    @LIBERO GENTILI GRAZIE! CONDIVIDO IL PUNTO SULLA CULTURA INDIANA AL 100% E LA RINGRAZIO PER AVERMI INFORMATO DI UN DATO IMPORTANTE CHE MI COMPLETA IL MIO QUADRO PERSONALE SU AUGIAS POVERETTO, NEMMENO RUDOLF STEINER HA OSATO TANTO!
  • Aniela C. Utente certificato 3 anni fa
    Ci sono tanti modi di usare l'intelligenza, lo so che non tutti hanno il dono della parola e del ragionamento calmo e pacato volto a sbugiardare il disonesto, l'ipocrita, la tomba imbiancata, il fariseo che della sacralità delle istituzioni ne fa il suo mercato privato, i curati minacciati dai potenti che usano il latinorum per confondere l'ignorante, ma occorre saper gestire la rabbia e chi non ha il dono della parola arguta offra il suo silenzio come un sacrificio all'altare della patria
  • Riccardo Garofoli 3 anni fa
    Tutti dovrebbero studiare i falsi diari di Mussolini C'è carta e cartastraccia e carta sporca
  • Riccardo Garofoli 3 anni fa
    Ormai è solo un rogo simbolico , la memoria di una foto camera porta una biblioteca Comunque tanti libri sono pagine imbrattate alberi abbattuti per pura vanagloria dello scrittore Io imporrei a tutti lo studio delle poesie di Bondi così c'è lo sapremmo ridire se e giusto o no bruciare la carta
    • paolo col Utente certificato 3 anni fa
      ahahahah l'ironia l'unica salvezza
  • vito ruggiero 3 anni fa
    BASTA! basta con l'identificazione dell'azione del singolo (idiota) con il pensiero del M5S! nessuno ha associato le mutande di Cota alle mutande di tutta la lega! all'amante di Chiodi cn tutti i presidenti di regione! sono casi isolati che vanno letti come tali.
  • giovanni garzotto 3 anni fa
    Non dovete cascarci…. Concordo un no fermo all’uso della violenza. Ricordo però che è facile istigare alla violenza quando ingiustizie e torti subiti sono insopportabili. Uno spettatore attento del dibattito parlamentare capisce facilmente che il m5s è costituito da persone perbene e veramente preparate e si capisce che le azioni eclatanti sono un formidabile veicolo pubblicitario. Un anno fa non si parlava nemmeno di Voi ma molti di noi facevano la spesa con la borsa targata m5s. Fate attenzione – specialmente per i più emotivi – a non cascare nelle provocazioni continue che vi vengono fatte, questa è la sola arma che hanno i miserabili della casta assieme alle loro pilotate testate giornalistiche. Voi mantenete un contegno consono che poi ci pensiamo noi a casa od al bar a fare casino davanti alla televisione!! Siete vincenti… sono certo che li rispedirete a casa…dai Beppe!!.
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    I LIBRI SONO OGGETTI SACRI! A CASA TUA CI FAI QUEL CAZZO CHE VUOI, E COSÍ CON LE BANDIERE DELLE NAZIONI ETC... COME LE BANDIERE, CI SONO QUELLE BUONE E QUELLE "CATTIVE" MA SONO SIMBOLI DELL'UMANITÁ "SIMBOLI CONDIVISI" CONTESTABILI NEL PROPRIO PRIVATO LIBERAMENTE, MA IN QUANTO "SIMBOLI CONDIVISI" APPARTENGONO AL MITO, ALLA MITOLOGIA UMANA E DUNQUE VANNO SEMPRE E COMUNQUE RISPETTATI A PRESCINDERE, CONTESTABILI, DISCUTIBILI, MA NON BRUCIABILI, PERCHE COME I MITI, NON HAI MODO DI CANCELLARLI, DI FARLI SCOMPARIRE DEFINITIVAMENTE, TUTTI I TENTATIVI, SONO, SECONDO ME, PUERILI ED INUTILI TENTATIVI, IL RESTO É FUFFA....
  • Libero Gentili 3 anni fa
    Troppo spesso la cultura, se non è mediata da onestà intellettuale e da una buona dose di autocritica, ci rinchiude nella gabbia dorata dell'auto celebrazione edonistica. Corrado Augias è indubbiamente una persona colta ma, a mio modesto avviso, difetta gravemente di quell'umiltà che è il giusto ingrediente per un equilibrio di sapori ricchi e appaganti per la mente, facendolo apparire borioso, saccente e - con l'età - fastidiosamente intollerante. Non potrò mai dimenticare nella sua trasmissione mattutina di qualche anni fa quella sua battuta sarcastica proferita con un ghigno degno del peggiore oscurantista medievale rivolta alla cultura indiana. Proprio lui che, anche se indirettamente, si professa uno scrittore e ricercatore fuor degli schemi. Non è ovviamente il caso di sottolineare quanto la cultura e la filosofia indiana abbia informato ed arricchito la nostra cultura classica e quanti studiosi e accademici di pregio dal 1700 in poi abbiano attinto a piene mani in questo enorme bacino del sapere. Forse Augias conosce solo l'India decaduta dell'età moderna, l'India corrotta della politica, l'India miserabile delle frange povere ed emarginate... ma questo potrebbe andar bene per il turista sprovveduto e non per un giornalista che attraverso i suoi libri pretende di trasmettere una conoscenza e una cultura fuor degli schemi.
  • giorgio peruffo Utente certificato 3 anni fa
    Giusto. Sono anch'io convinto che chi brucia i libri sia un povero stupido. Anche dal punto di vista storico è così. Ed i libri di Augias e di Moccia devono rimanere perchè i posteri possano valutare il loro cervello.
  • francesco a. Utente certificato 3 anni fa
    Se riusciamo a fare nostro lo spirito che emana questo bellissimo pezzo di Gabriella Fiore, abbiamo già vinto. Grazie Gabriella per le tue parole che oggi mi hanno messo di buon umore ed innaffiato di ottimismo.
  • Massimo bestetti 3 anni fa
    Chi potrebbe non condannare la violenza o un gesto come bruciare un libro? Nessuno del movimento essendo esso il più democratico e civile movimento politico in Italia
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    @PAOLO BIANCHI LE HAI PRESE LE PILLOLE STAMATTINA? DUE FLUOXITINA "PROZAC" DUE DEPAKIN 500MG UNO XANAX 30 GOCCIE DI LEXOTAN... POI TORNA E SCRIVI PURE GRILLO MODERATO DEMOCRISTIANO SARAI BEN PIÚ "MODERATO NELLE CAZZATE"? GRAZIE SU SU CORRI A PRENDERE LE PILLOLINE, AGGIUNGETENE ALTRE DI PILLOLINE AIUTIAMOLO POVERETTO...
  • Sandro C. Utente certificato 3 anni fa
    I libri sono come qualsiasi altra cosa, ci sono quelli belli e quelli brutti, sacralizzarli o demonizzarli sono due facce della stessa medaglia. Tu guarda i giornali per esempio, il 90 e più per cento sono pura fognatura. D'accordo comunque che bruciarli come atto simbolico è una gran cazzata. SCEMO CHI LEGGE! ;P
  • tony 3 anni fa
    sottovalutano il popolo, la gente che ha creduto di predisporre una delega della loro vita in buone mani si ritrova a dover lottare contro un nemico e loro stringono i ranghi, sanno che andare al voto vuol dire un consenso dimezzato, aspettiamo un loro passo debole perché questo governo cada inesorabilmente
  • anib roma Utente certificato 3 anni fa
    Eccoli chi sono i Ragazzi del M5S!!!! "Parlavate anche di me". http://www.giacomogilardi.it/politica-e-societa/parlavate-anche-di-me/
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 3 anni fa
    alla disonestà si risponde con l'onestà, alla incapacità con la professionalità, all'arroganza con l'umiltà, all'egoismo con la solidarietà, all'ignoranza con la cultura, all'odio con l'amore.
  • Massimiliano Princigalli Utente certificato 3 anni fa
    Grazie Gabriella. Le stanno provando tutte. Le proveranno tutte. Ma vinciamo noi! Loro sono il nulla. Non sarebbe giusto lasciare il nostro Paese morire per quattro privilegi e un economia schiava degli altri. Vinciamo NOI!
  • davide lak (davlak) Utente certificato 3 anni fa
    invece io ho sentito a La Zanzara questo Francesco Neri dire delle cose sensate; cioè che anche lui è un amante dei libri ma siccome di Augias possedeva solo un libro e quel libro Augias glielo aveva dato di persona e glielo aveva anche autografato, ha bruciato quello. se avesse posseduto un calzino autografato da Augias avrebbe bruciato quello e non il libro. tutta questa commedia su quel libercolo insignificante l'avrei davvero evitata, qui sul blog....una pubblicità del tutto IMMERITATA.
    • lisa cilio 3 anni fa
      Stanno facendo di tutto x tagliarci fuori da tutto!!!! Ma noi ce la faremo lo stesso arrendetevi siete circondati!!!!;)
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      infatti concordo con te e sotto son stato durissimo nel commentare la cosa!e direi basta con queste menate!!
  • giuseppe raffaele Piemonte Utente certificato 3 anni fa
    Provo a commentare ma non vedo il commento
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 3 anni fa
    ecco i manager pubblici miliardari: noi diventiamo poveri per pagare i lussi di questi papponi spesso ladri ed incapaci che hanno solo il merito di essere affiliati alla casta ed alle lobbies: http://www.quifinanza.it/8381/soldi/carriere-di-stato-nomi-cognomi-redditi-nel-rapporto-governo.html
  • Andrea Rui 3 anni fa
    A volte dispiace che persone che hai sempre apprezzato come Daverio e Augias dichiarino cose con superficialità. Mi ricordo quando Daverio fu chiamato dalla Lega a fare l'assessore alla cultura del Comune di Milano. A sinistra fu subito ridicolizzato: con quell'abbigliamento vistoso,quel papillon quel nome e quel cognome, era una macchietta, un cretino....e poi s'era messo con la Lega cosa che nessun intellettuale sano di mente avrebbe fatto. In realtà era una persona colta e competente e da libero pensatore aveva accettato senza pregiudizi la proposta leghista. Dispiace che a distanza di anni proprio lui parlando di Casaleggio si concentri sui particolari estetici, la capigliatura, gli occhialini per poi arrivare dritto dritto a Goebbels. Peccato perchè leggere qualcosa di quanto scrive Casaleggio o informarsi su come funziona il Movimento 5 Stelle potrebbe aiutare a farsi delle idee più corrette, non basate sul sentito dire. Avere l'umiltà di leggere, di informarsi prima di sparare sentenze. Comunque trovo assurdo che l'atto idiota di un tizio che dice di essere dei 5Stelle venga associato a tutti: il movimento è fatto da individui e la responsabilità è sempre personale nei gesti e nei fatti.
  • paolo bianchi 3 anni fa
    In sostanza Grillo e il M5S stanno diventando democristani della specie fotti e chiagni... Visto che tanto viene sbandierata la resistenza della seconda guerra mondiale se i partigiani hai tedeschi avessero regalato un libro...come sarebbe finita Forse meglio di oggi...perchè sicuramente non sarebbero riandati al potere gl iex fascisti che ancora furoreggiano in parlamento... Violenza non è solo quella che conosciamo in senso fisico...violenza è licenziare una persona, affamare una famiglia e se già fragile condannandola alle liti tra moglie e marito oppure allo sbandamento dei figli...violenza è relegare i cittadini in case popolari-lager, violenza è spennare i pendolari e farli viaggiare in treni indecorosi e indecenti dove un capò dalla voce metallica dice. il capotreno è un pubblico ufficiale e ogni diverbio può essere punito con l'arresto..., oppure violenza è essere fermati alle 5 di sera mentre stai facendo jogging dalle forze dell'ordine che ti dicono : scusi non è che lei và fare una rapina ?. Ci sono altri centinaia di modi per fare violenza alle persone... Per questo dico a grillo se non reggete l'impatto con la dura realtà che sta cambiando dove oggi è evidente che le lobbies prepotentemente non cederanno nemmeno nu millimetro agli altri cittadini, come pensi di trasformarti ora in un democristiano (M5S = moderati cinque sterili...).
  • sergio romano Utente certificato 3 anni fa
    bruciare i libri e'bruciare la memoria,senza di essa irrimediabilmente,ricadiamo negli errori del passato,personalmente ho letto e leggo di tutto e di tutti,solo cosi'posso valutare le persone le azioni delle stesse,i periodi storici contrapposti al presente,e valutarne i valori o le stronzate. ps.Ho portato personalmente dei libri in un gazebo m5s locale che li raccoglie per darli in uso gratuito,non mi sembra che siano corsi ad annaffiarli di benzina,anzi li hanno catalogati,e riposti con cura,ottima iniziativa.
  • gerardo lovero Utente certificato 3 anni fa
    SEGNALATE ALLO STAFF QUEST'ARTICOLO DAL TITOLO AMBIGUO CONTRO BEPPE!!! http://www.ilfattoalimentare.it/bufale-su-facebook-microparticelle-cancerogene.html
  • Luca Veronese 3 anni fa
    Ben detto, questo era un post atteso e necessario
  • emanuele b. Utente certificato 3 anni fa
    A me Augias piace molto e continuerò a comprarlo, detto questo il mio voto va senza dubbio al M5S. Anche se sono un potenziale stupratore dal cervello controllato da Grillo-Casaleggio leggo e voto per chi mi pare...
  • sala giovanni 3 anni fa
    Sono senza parole!!!! M5S avanti cosi siamo sempre con voi
  • antonella bonavino 3 anni fa
    Ottima e saggia presa di posizione.
  • Alberto B. Utente certificato 3 anni fa
    Bruciare un libro e' un gesto vergognoso e deprecabile. Solidarieta' a quel caminetto che inconsapevolmente e' stato complice di questo scempio.
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    I LIBRI TUTTI, SONO LE FOTO RICORDO DELL'UMANITÁ, LA TESTIMONIANZA DEL SUO ESSERE VARIOPINTA, MULTIFORME IO NON BRUCEREI NEMMENO L'ORRIDO, L'ODIOSO "MEIN KAMPF" CHE RIMANGA A FUTURA MEMORIA. NEL PROPRIO PRIVATO OVVIAMENTE TUTTO É LECITO, MA CHI ORA SMINUISCE LA GRAVITÁ DI QUELLO CHE DIVIENE "GESTO POLITICO" SE LO SI COMPIE RIVENDICANDO UN'APPARTENENZA E LO SI PUBBLICIZZA, COME É STATO FATTO, CERCANDO "CONDIVISIONE ED APPROVAZIONE" NON HA CAPITO, SECONDO ME, UNA CIPPA, SUL M5S, IL SUO DESIDERIO DI ACCULTURAZIONE ANCHE ATTRAVERSO I LIBRI E NON SOLO IL WEB DEGLI ITALIOTI! CUBA: "DITTATURA" - ANALFABETISMO 1% ITALIA: "DEMOCRAZIA" - ANALFABETISMO 12% + ALFABETIZZATI INCAPACI DI COMPRENDERE CIO CHE LEGGONO= 25% AL 2014? 25% DI 59.000.000 = ? NON CI VOGLIO PENSARE, E LA CHIAMANO "DEMOCRAZIA"?
  • coerenza 3 anni fa
    Bravissima!!!!! L'immagine del libro bruciato e' orrenda ed evoca immagini ancora piu' terribili. Diamo belle immagini ai cittadini che seguono il movimento, come le bellissime facce pulite dei nostri portavoce in parlamento e i loro occhi belli perche' onesti e sinceri.... Diamo l'immagine di essere competenti e determinati ma non per questo maleducati. Facciamo respirare ai cittadini Italiani quell'odore di fresco e quella sensazione che si sente all'alba quando apri le finestre in campagna e senti che il giorno ricomincia.....perche' io ci spero che la notte buia per il nostro paese stia per finire...... Tanti tanti cittadini aspettano di sentire questa sensazione di nuovo nell'aria che non ha niente a che fare con le brutte facce, le brutte parole, la brutta politica del passato...aiutiamo il movimento a crescere in questo e vinciamonoi!!!!!
  • Daniele M. Utente certificato 3 anni fa
    Mantieni i tuoi pensieri positivi Perché i tuoi pensieri diventano parole Mantieni le tue parole positive Perché le tue parole diventano i tuoi comportamenti Mantieni i tuoi comportamenti positivi Perché i tuoi comportamenti diventano le tue abitudini Mantieni le tue abitudini positive Perché le tue abitudini diventano i tuoi valori Mantieni i tuoi valori positivi Perché i tuoi valori diventano il tuo destino. -- Mahatma Gandhi (Mohandas Karmchand Gandhi)
  • Mario M. 3 anni fa
    Stimo Augias per (alcuni) libri di cui è coautore, ma il suo attacco gratuito in TV contro il M5S è stato ripugnante. Non per questo brucerò i suoi libri (bruciare i libri è sempre un'idiozia), che continuano ad essere interessanti (le informazioni più interessanti contenute nei suoi libri -almeno quelli che ho letto io- vengono dai coautori, che sono storici e non giornalisti), ma certamente non ne comprerò altri, mi darebbe fastidio; ci sono tanti libri interessanti in giro, non sentirò certo la mancanza dei libri di Augias che avrei potuto comprare.
  • andre . Utente certificato 3 anni fa
    Concordo pienamente con il post Se voglio protestare semplicemente non comprerò più i testi del Signor Augias. E invito i miei parenti e i miei amici a non comprarlo.
  • Massimo Fogo Utente certificato 3 anni fa
    Se il Sig. Neri avesse dato fuoco ad una biblioteca pubblica, sarebbe da condannare "senza se e senza ma". Ha bruciato un suo libro, pagato con i suoi soldi per manifestare s uo modo la sua rabbia, la sua contrarietà ai violenti attacchi alla Democrazia dei giorni passati, ergo sono anche abbastanza "fatti suoi" privati. Non mi pare di ricordare tanto clamore quando i leghisti bruciavano le bandiere dell'Italia (o ne facevano usi peggiori) che, per quanto di proprietà, sono comunque un simbolo che ci rappresenta tutti, al contrario di un libro che di per se non è un simbolo e non rappresenta una nazione intera
  • amsicora shardana 3 anni fa
    Se il libro é il mio,ne faccio cio' che voglio, delle altre copie non me ne puó fregare di meno. Chi vuole continuare a leggerli puó farlo, dové lo scandalo?
  • Simone Lorenzoni 3 anni fa
    Complimenti a Gabriella e una richiesta: se è vero che quel Francesco Neri è iscritto al M5S le prese di distanza non sono sufficenti: serve un provvedimento di espulsione per sgombrare il campo dalle critiche. Solo così potrete far capire, essendo credibili, che il Movimento è altro. Grazie per l'attenzione.
    • Dario M. Utente certificato 3 anni fa
      Bravo,sei un grande.....dimenticavo,adesso però ci vuole un provvedimento di espulsione per il deputato dei pompini,per quello del boia a napolitano,per quello che ha messo il posto di cosa faresti in macchina con la boldrini...ecc.ecc.....a cacchio.....ma quelli li ha scritti Beppe.....quindi ricapitoliamo,cacciamo tutti quelli che fanno cazzate,tranne Beppe,i deputati, Messora.....insomma uno vale uno.....!!!!!
  • Luigi M. Utente certificato 3 anni fa
    Bravissima Gabriella! Spero che il tuo post sia commentato da migliaia di attivisti che ti approvano e condividono le tue idee. Tuttavia, mi riservo il diritto di non riaprire/rileggere a breve i vari libri di Augias: se uno mi da' dello squadrista, posso trattenermi dal mandarlo a quel paese, ma di certo non gli offro il caffé. Lo stimavo, ma la delusione è stata così cocente che questa libertà me la prendo tutta.
  • gian solo Utente certificato 3 anni fa
    Il bruciare un libro e fonte di degrado come anche l'imbecille che lo scrive
  • Ulisse M. Utente certificato 3 anni fa
    ben detto...
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    POST ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILE! POSSIEDO 3 LIBRI DI AUGIAS, E UNO DI SARTORI "MALATEMPORA" MA MAI E POI MAI, PER QUANTO DISPREZZO ABBIA PROVATO PER IL BIECO ATTACCO STALINISTA DI AUGIAS, E SUCESSIVAMENTE UN POCO DI PENA DALLA GRUBER, DOVE HA DIMOSTRATO LUI UN'ANALFABETISMO TOTALE SUL LAVORO ED "OLIO DI GOMITO" DEI PENTASTELLATI, DIMOSTRANDO DI NON AVERE NESSUN TITOLO, A GIUDIZI SOMMARI E GENERALIZZAZIONI GRATUITE, CHE CITANDO A SPROPOSITO "LE MANI PULITE" DI J.P. SARTRE, HANNO MOSTRATO LA SUA ASSOLUTA IMPREPARAZIONE SUL REALE OPERATO DEL M5S, CHE VOTANDO LEGGI CHE RITENEVAMO GIUSTA ALTROCHÉ SE ABBIAMO "SCELTO", SCONTENTANDO QUALCUNO, E DUNQUE "SPORCATI LE MANI", MA RIPETO "MAI E POI MAI I LIBRI SI BRUCIANO" NE LE BANDIERE DI QUALSIASI STATO E NAZIONE, FATE COME ME METTETELI AL CENTRO DELLA LIBRERIA E NON SPOLVERATELI, MA MAI BRUCIARLI VERGOGNA! PENSATE CHE É BASTATO TOGLIERLI, AD AUGIAS IL VELO DI IPOCRISIA SUL PD-L COME "PARTITO DI OPPOSIZIONE" E DIRE FINALMENTE, "BRAVO FRECCERO", CHE IL RE É NUDO E CIOÈ CHE IL PD-L É UN PARTITO DI CENTRO, PER METTERLO A TACERE E PORTARLO A PIÚ MITI CONSIGLI! QUESTA É ANCORA QUELLA PSEUDO INTELLIGHENTIA, AUGIAS CHE SI INFORMA E COSTRUISCE OPINIONI PERSONALI ATTRAVERSO I GIORNALAI DI REGIME, NON CI PENSA MINIMAMENTE AD ENTRARE NEL WEB E CERCARSI LE INFORMAZIONI, DOVREBBE VERGOGNARSI PER TANTA SUPERFICIALITÁ, BANALITÁ, COLPEVOLE IGNORANZA! CONTINUI O FORMARSI OPINIONI IN BASE ALLA STAMPA E MEDIA AL 67/70? POSTO NEL MONDO PER INDIPENDENZA E LIBERTÁ! AVRÁ PURE LA LEGION D'ONORE FRANCESE, MA PREMI LETTERARI FINORA ZERO E DOPO LA FIGURA RIDICOLA DALLA BILDERBERG ORA CAPISCO IL PERCHÉ, POVERO VECCHIETTO!
    • anna q. Utente certificato 3 anni fa
      ho letto di augias un solo libro ,ma ripeto dire che è scrittore di grande levatura è un omicidio della letteratura, dico che anche se baricco è con renzie,bè è uno scrittore,come tanti fascisti anche se,però sò scrittori,ma augias,per favore
    • angelo g. Utente certificato 3 anni fa
      Molto ben fatto
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      ma nn c'entra adesso accostare libri alle bandiere jan!!qui si esagera accidenti!!
  • Gianluca Rappo 3 anni fa
    Augias ha sicuramente sbagliato nell'accostare il m5s con il fascismo....ma ripeto non scendiamo a questo livello. Impegnamoci sin da ora a proporre e rendere operative leggi che consentano agli italiani di tornare ad avere fiducia in noi.
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    io la pianterei con l'ipocrisia però...non c'entra nulla il bruciare un libro di quel personaggiuo che da del fascista a tutti noi con la censura dei libri e la lotta alla cultura!!quello era un gesto isolato assolutamente da non confrontare con qualcosa di più grande!!!a parte il fatto che il libro è un bene di cui ogni fa quello che vuole,qui si sta dando un significato diverso da quello che intendeva l'autore del rogo!proprio nel M5S trovi i lettori più accaniti e acculturati e i difensori dell'arte!!!finiamola di darci martellate buoniste!!!di chiedere scusa e di farci autocritica!!!augias è stato una vergogna e io non compro i suoi libri!!poi se uno vuol buttare via un libro di augias già comprato,faccia quel che vuole!!!i media prendono questo episodio per attaccare il M5S e dobbiamo anche noi chiedere scusa???ma finiamola però!!!perchè il gesto di uno deve colpevolizzare tutti noi al punto di chiedere scuse e dichiare quello che sappiamo già e cioè che il M5S è per la cultura e l'informazione!!perchè siam sempre pronti a difendere valori morali che già sono nel nostro dna???????non chiedono scusa e non prendono le distanze i partiti che tolgono la storia dell'arte dalla scuola e dobbiamo prender le distanze noi dal gesto di uno qualunque??e se il libro lo avesse buttato nel cassonetto sarebbero partite critiche??no che non sarebbero partite critiche!!qui si associa apposta il bruciare un libro con la censura del M5S che invece non esiste!finiamola!!!finiamola di fare i buonisti!!se avessi un libro di augias lo butterei lo butterei in un angolo senza minimamente leggerlo.io sono un lettore pazzesco e accanito,di tutto!e rispetto tutti come invece non ha fatto augias!cosa è più grave?augias che ci da dei fascisti o un tizio che butta via un suo libro???ecco...finiamola ora!!!
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      ciao davide!!!!
    • davide lak (davlak) Utente certificato 3 anni fa
      bravo Luca, non avevo notato che in pratica mi avevi preceduto. persino Cruciani in trasmissione era rimasto zittito di fronte alla spiegazione di Francesco Neri. (Parenzo non fa testo, è un coglione che recita la parte del perbenista, un mix micidiale di idiozia). ciao.
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      ciao adriano!!son arrabbiato perchè già ieri era uscito il comunicato di beppe sulla questione ,in cui si prendeva le distanze dal fatto.ora ancora su questa strada...io penso che abbiam già troppa gente che ci vuol male e dovremmo smetterla con i mea culpa o le prese di distanza.tutto qui.perchè gli altri partiti bruciano le bandiere e le intercettazioni ma nn chiedono scusa,il blog su questo caso lo ha fatto ma eviterei di insistere.grazie della chiaccherata!!
    • adriano perrone 3 anni fa
      Ma perché sei così arrabbiato, scusa? Quello che dici è vero: i media hanno volutamente ingigantito l'episodio ed è verissimo che LORO non chioedono mai scusa per le puttanate che fanno tutti i giorni. Condivido anche dove scrivi che un libro, se non ti piace, non lo compri o lo butti... PERO' sta di fatto che il "signor" Neri poteva evitare di fare una simile stronzata. Al di là della mistificazione dei media (che evidentemente non vedevano l'ora di attaccarsi a qualcosa) sinceramente a me vedere uno che brucia i libri (di qualunque autore o genere) FA SCHIFO e non lo dico per fare il moralista né "l'antifascista". Non è questione di scusarsi (io non ho fatto nulla) ma sicuramente mi DISSOCIO da ciò che ha fatto. Che gli altri facciano peggio e non hanno una coscienza non conta. Il "signor" Neri poteva fare quello che voleva (prendendone anche le conseguenze) ma NON a nome del M5S. Punto
  • Barone Piovasco Utente certificato 3 anni fa
    I libri vanno letti e basta e sono fatti non per coloro che li leggono, ma per coloro che li possano capire. Se un libro non ti piace smetti di leggerlo lo conservi o lo butti nella differenziata o ci accendi la stufa a casa tua. Se lo bruci o lo distruggi di fronte agli altri ti dimostri inferiore a colui che lo ha scritto, per incapacità manifesta di contrastare le sue idee sul piano logico, giuste o idiote che siano. Senza dare un giudizio troppo serioso a quanto accaduto, che definirei una bischerata, credo che i libri degli intellettuali ebrei bruciati da Hitler rappresentassero ben altra cosa (il rifiuto della razza altrui).
  • Barbara Talamini Utente certificato 3 anni fa
    Premettendo che la violenza non mi appartiene, che voto e sono convinta dei valori del M5S,mi avvalgo del diritto di scrivere il mio punto di vista su questo accaduto, senza mancare di rispetto a nessuno. Questo sig. Neri ha leggittimamente manifestato un suo pensiero, poteva essere un elettore del Pd ( ricordiamo di chi ha bruciato le tessere del proprio partito, nessuno si è scandalizzato) o PDL o Lega o Fratelli D'italia,ma ahimè, è un simpatizzante le M5S arrabbiato (giustamente, sempre secondo me, dopo aver assistito al delirio di Augias dalla Bignardi ed in altri talk-pollai).. non ha bruciato libri di una biblioteca o beni comuni, ne tantomeno leso persone.. ha SOLAMENTE DIMOSTRATO IL DISAPPUNTO VERSO UNA PERSONA che ineggiava contro la sua "fede" politica ,nell'unico modo democratico che era a sua disposizione in quel contesto.Ha bruciato beni di SUA proprietà, pagati con i suoi soldi, no con quelli del movimento o con soldi della comunità...la libertà nel farlo va rispettata è un suo sacrosanto diritto... le critiche e le dissociazioni che ho letto fin'ora le ho trovate assurde e alquanto gratuite.. la moralità bisognerebbe utilizzarla su altri fatti, e mi sembra che in questi giorni ce ne siano stati forniti a sufficenza.
    • paolo col Utente certificato 3 anni fa
      assolutamente d'accordo. qua ci stiamo indignando per uno che ha bruciato un libro di sua proprietà con lo stesso fervore con cui ci indigniamo dell'attuale classe politica. è un delirio totale
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      assolutamente d'accordo con te!!qui vogliamo solo darci martellate sui marroni..
    • rmmn senoner Utente certificato 3 anni fa
      ebbene e´una stupida maniera di manifestare dissenso perche metaforicamente si bruciano le idee altrui.. quindi questo che ha bruciato il libro di augias e´un emerito stronzo. punto. ci sono mille altre maniere di dissentire o esprimere rabbia, ma i libri non si bruciano. punto.
    • adriano perrone 3 anni fa
      Assolutamente in disaccordo. Bruciare i libri è davvero un gesto stupido e al di là del fatto che abbia o no pagato i libri con i suoi soldi ha fatto "un atto pubblico" cioé il messaggio è stato (diretto o indiretto) "bruciate i libri di Augias". Ora come libero cittadino faccia quello che gli pare (prendendone le conseguenze) ma NON a nome del M5S. In questo ha sbagliato. Non faccio il moralista: bruciare i libri è davvero uan cosa stupida. Piuttosto non comprarlo. Oltre il fatto in sé, già grave, pensi che questo abbia fatto bene al Movimento?
  • rmmn senoner Utente certificato 3 anni fa
    bravi!!! finalmente un post che incita alla calma, al pensiero, all´INTELLETTO.. questo e´il m5s, una fonte di informazione libera per cittadini che si informano e vogliono informare.. GRAZIE!!!
  • Emiliano Panzavolta 3 anni fa
    Nessuna testata giornalistica riporterà la pubblicazione di questo post. E questo mi da, se possibile, ancora più amarezza.
  • adriano perrone 3 anni fa
    Capisco che la pressione è notevole e, a volte, qualcuno può dire o fare qualcosa di cui può pentirsi in seguito. Capisco che Augias e la Bignardi, con quella trasmissione beffa, abbiano fatto una carognata e capisco anche che un libro di Augias può piacere o NON piacere. Detto questo... il gesto di bruciare un libro è davvero una grandissima stronzata. E' una stronzata il gesto in se stesso ed è stata una grande stronzata anche per il danno che questo ha fatto al M5S pur non potendone nulla (la stupiità è una malattia davvero trasversale). Non commento la stampa italiana, che sappiamo essere una vera vergogna mondiale, ma al "signor" Neri dico... "Sei un vero imbecille. Se non riesci ad usare il cervello rinchiuditi in casa o iscriviti al PD. Gente come te fa solo male al Movimento". La stupidità è una colpa
  • Carlo A. 3 anni fa
    Io ho votato M5S e lo voterò ancora . Sono un cittadino Italiano. Mi ritengo una persona corretta educata e non violenta e non mi vedo nella descrizione che fanno molti giornalisti, politici e rappresentanti delle nostre Istituzioni. Non sono un fascista e tanto meno nazista e non sono neanche comunista tanto meno stupratore. In passato ho votato al centro, a sinistra e a destra ed anche la Lega. Ma dopo tante presse sono arrivate tantissime delusioni e mi son detto che probabilmente ho sempre sbagliato. Adesso come cittadino Sovrano Voglio essere rappresentato da chi ho votato, rispettando la legge e tutti gli altri. Con ciò desidero, anzi, pretendo essere rispettato in egual maniera. Chi mi offende, ritengo che offenda milioni e milioni e milioni di cittadini Sovrani di qualsiasi parte politica essi siano o siamo. Quando si offende un Italiano si offende Tutti gli Italuani, come quando giocano i mondiali di calcio e si dimentica per quel periodo il tifo per la squadra del cuore. Quindi cari giornalisti, politici, rappresentanti delle Istituzioni, quando offendete un Italiano in realtà e come se offendeste voi stessi. Carlo A. "A testa alta sempre e con orgoglio"
  • giuseppe raffaele Piemonte Utente certificato 3 anni fa
    i libri non si bruciano, i provocatori di regime si devono combattere ora e sempre.
  • Francesco Terlizzi 3 anni fa
    I Libri si leggono si possono criticare , ma sono sempre una forma di arricchimento. Augias la pensa diversamente, ed è libero di farlo. Scrive dei libri di qualità. Non mi piace quello che ha detto del M5* , è una sua opinione che non condivido . Leggo i suoi libri perchè occorre comprendere e conoscere anche chi vede le cose in maniera differente. Il M5* non cada nelle provocazioni . Sta facendo il lavoro per cui l'ho votato: rendere evidente il consociativismo di PD=PDL. Bene così ma non si brucino i libri : la cultura è RICCHEZZA. Ciao a tutti
    • anna q. Utente certificato 3 anni fa
      ma non è quello che ha detto che siamo liberi di pensarla come ci apre,ma l'inganno fatto con accordi di bignardi e suo marito e pare ci fosse dietro pure il aptron della sette, cioè poi dire che è grande,ripeto ho letto un suo scritto,da lui pubblicizzato in tv,due palle
  • Marco Boscaro 3 anni fa
    il mondo è lo specchio di noi stessi se non ci fossero scene violente in ogni frangente della giornata non ci sarebbe violenza ovunque per il semplice fatto che l'essere umano replica ciò che vede e sente figuriamoci se lo vede fare a chi dovrebbe dirigere non solo la politica ma anche (in parte) le coscienze. Spesso penso che vorrei tanto essere un eremita e non vedere e sentire tutto quello che mi circonda a volte vorrei morire ma ci sono persone che come me non meritano questo modo violento in tutto anche dall'insignificante bevuta di coca cola che fa i suoi bei danni continuo a vivere solo per aiutare GAIA non per l'Italia non per l'Europa ma per il pianeta continuate siete sulla buona strada ho fiducia in voi è in quel che fate e credete spero che un bel giorno si potrà vivere senza politica e denaro ma solo con scambi di idee socialmente utili e senza nessun governo come disse Regan se accadesse che gli alieni ci invadessero probabilmente i confini sparirebbero e ci si aiuterebbe come un solo e sferico stato ma serve davvero l'alieno o la guerra?siamo davvero così ignoranti?
  • anna q. Utente certificato 3 anni fa
    io leggo parecchio,leggo da quando avevo 5 anni,il bruciare il libro dia augias è simbolico perchè lui la bignardi ecc sono emeriti stronzipoi a dirla tutta,ho letto un libro di augias,mi pare parlasse con uno di religione,ma du palle,se si sono creduti profondi ma per me una delusione,ma tutti possono scrivere,ma dire che tutti sono grandi scrittori è perchè il nome è famoso e perchè sempre in rai,ma perfavore,scrittore vuol dire scrivere e con esso comunicare,coinvolgere e avere in quella lettura sentimenti che siano negativi o positivi,augias questo non l'ha,per me ha fatto bene ,è un gesto simbolico non è stato bruciato il libro,ma laurea falsa del granche che augias si può dire s'è dato complici il regime di fascisti,si perchè fare un'intervista così è da fascisti altro che grande scrittore,grande letame,uno che si presta a essere servo che cacchio di scrittore è. Rocco Casalino, dopo l’attacco riservato a Daria Bignardi pubblicato ieri dal blog di Beppe Grillo, si è guadagnato ampio spazio sui principali quotidiani nazionali stamane (mentre Daria e il marito, tirato in causa, hanno scelto il silenzio). A La Repubblica, il responsabile per la comunicazione coi media al Senato della Repubblica per il gruppo parlamentare Movimento 5 stelle, diventato popolare per aver partecipato alla prima edizione del Grande Fratello, condotto non a caso dalla Bignardi nel lontano 2000, ha spiegato come sono andate le cose venerdì scorso. Il caso, infatti, nasce dall’ospitata di Alessandro Di Battista, deputato del M5S, nell’ultima puntata andata in onda de Le invasioni barbariche. Casalino ha raccontato di essere stato lui a proporre alla Bignardi l’intervista al grillino (”voglio una cosa leggera, ma con contenuti politici”); la conduttrice, “contenta”, accetta, spiega che “sarà un ritratto come con Renzi” e, parlando in camerino con l’ex gieffino, lo rassicura che non ci sarà alcuna trappola. Eppure Casalino, pagato per “proteggere i parlamentari” pentastellati, da subito si
    • anna q. Utente certificato 3 anni fa
      scusate come scrivo,ma la tastiera e pure gli occhi danno sto risultato
  • Paolo Baldini 3 anni fa
    È vero I Libri non si bruciano. Però proprio se vogliamo fare un dispetto all'autore, non si comprano. C'è tanto da leggere ed imparare ed anche se evitiamo di leggere libri di qualche imbecille contemporaneo, non muore nessuno.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus