In ricordo di Paolo e della sua scorta

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
paolo_borsellino.jpg

In ricordo di Paolo Borsellino e della sua scorta, uccisi in via D'Amelio, a Palermo, il 19 luglio del 1992.

"C'è un equivoco di fondo. Si dice che il politico che ha avuto frequentazioni mafiose, se non viene giudicato colpevole dalla magistratura, è un uomo onesto. No! La magistratura può fare solo accertamenti di carattere giudiziale. Le istituzioni hanno il dovere di estromettere gli uomini politici vicini alla mafia, per essere oneste e apparire tali".
Paolo Borsellino

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Mauro B. Utente certificato 3 anni fa
    Sarebbe un decreto svuotacamere...
  • franco picchi 3 anni fa
    renzi che ne penzi? (Tanto per la rima).
  • Ing_Alberto Costantini Utente certificato 3 anni fa
    Oggi il mondo sembra dividersi tra vincitori e vinti! Tra chi ha accesso ai trionfi della Vittoria e chi è condannato ai disastri della Sconfitta. Ma chi se ne frega della Vittoria o della Sconfitta! In Realtà, ci si sta muovendo nell'ambito di alcuni casi, molto particolari, di "quel che funziona" e di "quel che non funziona". Vittoria e sconfitta ne sono soltanto aspetti molto particolari. Per cultura di formazione scientifica, personalmente non posso che orientarmi verso lo studio dei casi più generali, senza perdermi in quelli particolari. E non posso che guardare con sufficienza, sconforto e disprezzo a questo correre, vano, pazzo e disperatissimo, dietro ai casi particolarissimi, spesso costruiti "ad arte" di Vittorie e Sconfitte. Nello sport, nella politica, nei rapporti tra persone, nella comunicazione, nella vita di ciascuno, tutto un rincorrere dietro a vane e disperate Vittorie e Sconfitte. Sono appena passate le elezioni europee, tra un po' ci saranno i mondiali di calcio. In mezzo, gli scandali, le tangenti, i soldi, i disoccupati, le aziende che chiudono e i ristoranti pieni, la chirurgia plastica e le mode che passano. Tutti a vincere e dopo un po' a perdere. Sembra che tutto si riduca a questo: il successo della Vittoria o il fallimento della Sconfitta. Ma il semplice prendersi cura del far funzionare le cose proprio no!? Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8 Mal di Schiena Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s Mal di Schiena Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA Mal di Schiena Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ email: alberto.costantini.std@gmail.com sito web: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio Per eventuale supporto: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/prestito-d-onore https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/progetto-funzionalita Grazie!
  • Katia Perrella Utente certificato 3 anni fa
    Nn vi dimenticheremo mai.GRAZIE!!!!!!!!!!
  • Lucio P. Utente certificato 3 anni fa
    L’unico “ricordo” possibile era quello di non fare compromessi ed inciuci con un GOLPISTA COME RENZI, il quale è ALLEATO CON IL MAFIOSO-DELINQUENTE-PIDUISTA DI ARCORE. Invece anche il M5S ha scelto di TRATTARE CON “LA MAFIA” e quindi adesso è complice alla stregua di tutti… Benvenuti nel club...
  • Bartoli R. Utente certificato 3 anni fa
    Borsellino Falcone e tutti gli altri morti per un ideale tanto alto quanto utopistico.Li penso sempre,l'ammirazione per il loro coraggio e la consapevolezza della fine me li rende molto vicini. come si può sacrificare la vitasull'altare di uno stato come quello dove siamo chiamati a vivere?uno stato governato per 50anni da un noto colluso mafioso nonchè capo della P2,massone della peggior risma. Ricattato dalla mafia al punto che,appena cercò di fare marcia indietro. gli fecero fuori tutto lo staff,e non si è ancora capito perchè presero Moro invece di Lui. Poi è venuto un altro di Milano ( ora dicono grande statista)che con il 10% faceva e disfaceva ,rubava a mani basse nella maniera più impunita tanto che quando cominciarono a mettergli gli occhi addosso dette 40miliardi ad un puttaniere ,barista di Portofino affinchè glieli custodisse. Una volta beccato scappò ed èmorto da latotante ma non invano. Ha lasciato un amico e grande erede che ,in quanto a rubare lo piglia di tacco.In quanto a collusioni con la mafia potrebbe insegnare anche al divino Giulio. In quanto a mantenere puttane batte qualsiasi sultano ,lui di Harem ce ne ha due o tre. E ce ancora il 20% degli italiani che lo vota e auspicano il suo ritorno. Falcone ,Borsellino e tutti gli altri martiri della mafia Vi amo ogni giorno di piùma per L'Italia ho perso le speranze .Io vado via !
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 3 anni fa
    Non ci pensano nemmeno. Se non ci fosse la magistratura starebbero ancora tutti in parlamento.
  • maria VESCUSO Utente certificato 3 anni fa
    SCONVOLGENTE BEPPE ieri 19 Luglio 2014ho buttato il sacco della mondezza in unica soluzione dal balcone e ho detto che mi e' caduto.120 condomini mi toglieranno il saluto,il portiere non mi cambiera' piu' la gomma della macchina.l'arpia del piano di sopra avra' certo fatto un esposto.Sono una mezza tacca, che altro posso fare.
  • Savio 1 3 anni fa
    Prima o poi la corda si spezza . Allora saranno dolori per questi briganti. Se non c'era il mare forse la nipote du Mubarac si troverebbe con suo zio.
  • alfonsina p. Utente certificato 3 anni fa
    Caro PAOLO BORSELLINO, i tribunali hanno la tua foto con FALCONE in bella mostra, però hanno assolto il nano, penso ti rivolterai nella tomba. Questi ITALIOTI non meritano il tuo sacrificio e quello di FALCONE, perché, dopo 20 anni votano ancora la MAFIA. CHE SCHIFO DI POPOLO, sono disgustata.
  • claudio a. Utente certificato 3 anni fa
    In questa specie di democrazia grazie ai politici che la governano hanno garantito la morte di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone e di tanti servitori dello stato, sempre in questa specie di democrazia grazie ai politici che la governano cambiando le regole del gioco hanno garantito a un pregiudicato e presunto mafioso di salvarsi da uno dei tanti processi.
  • Isabella Maria Utente certificato 3 anni fa
    Ogni tanto da questo popolo disastrato, cinico, deluso, compromesso, vigliacco, traditore e indifferente, viene fuori un eroe vero. Non ce lo meritiamo, ma a queste persone dobbiamo quel che resta del nostro senso di dignità come individui e come popolo. Grazie Dottor Borsellino, grazie agli uomini e alle donne della sua scorta. Almeno non dimentichiamo.
    • STEFANO A. Utente certificato 3 anni fa
      Ti sbagli Isabella.Milioni di lavoratori, da sempre lavorano e ci sostengono con “sacrificio materiale e immateriale”.Quando vi accorgerete di loro sara’ purtroppo TROPPO TARDI. Simili giudizi di un popolo servono solo a debilitarlo. Rientrano negli obiettivi della destabilizzazione, molto attiva nella corruzione delle coscienze, che attraverso la” bancocrazia” celebra il suo delirio di distruzione planetaria. La indispensabile lotta alla mafia e alla corruzione, devia la azione della magistratura e delle istituzioni dai banchieri privati che ci costringono ad usare la loro falsa moneta cartacea ed elettronica. Stefano Antuofermo, rutigliano.
  • Bruno Sordini Utente certificato 3 anni fa
    Pane al pane e vino al vino!! Se il sottoscritto appartenesse alla mafia, sentirnmi dare del "mafioso" da gente come Berlusconi, Renzi, Re Giorgio, Dell'Utri, Ligresti e compagnia bella mi farebbe proprio ridere. E il "Bilderberg" dove lo mettiamo? Un po' di serietà ragazzi!!
  • Vittoria 3 anni fa
    Le istituzioni hanno il dovere…altrimenti non lo sono, non servono da esempio e non possono arrogarsi il diritto di ritenersi tali ed esibire il loro potere. E’ loro dovere la trasparenza, la piena rettitudine nei confronti del loro referente, ossia il popolo. Non esistono altri fatti in alternativa e non sono manganellate di parole esplosive e vuote nello stesso tempo, recitate davanti ad una singola persona o davanti ad un’assemblea di rappresentanti europei, a dissiparli. Le facce di bronzo devono essere destabilizzate e poi seppellite. Le istituzioni hanno il dovere…per essere oneste e apparire tali.
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 3 anni fa
    non credo in dio come ci viene prospettato dalle varie religioni, tutte convinte di stare nel vero, ma credo che ogni uomo abbia una sola origine che ci accomuna tutti e che proprio per questo facendo male agli è come se facesse male a se stesso e tanto più male fa agli altri tanto maggiore sarà la sua pena perché anche se non credo in nessuna religione, credo comunque che l'uomo sia qualcosa di più di uno scheletro riempito di organi e coperto dalla pelle in quanto sa di esistere e prova sentimenti che non possono conciliarsi con una natura prettamente materiale, meccanica. Tutti abbiamo questo dono e tutti siamo parte di qualcosa che non conosciamo e da cui le religioni e non solo ci hanno allontanato rendendoci ciechi. Noi siamo uniti più di quanto possiamo immaginare, siamo come delle cellule di un organismo pià complesso che deve ancora nascere e che si sta conoscendo. Quindi tutto il male che facciamo lo subiremo finché non troveremo la giusta via, la verità in un cammino lungo ed in salita, molto del quale in solitaria. Solo l'amore, la ricerca della verità e la compassione potranno salvarci e restituirci l'eternità.
    • STEFANO A. Utente certificato 3 anni fa
      Il tuo scritto meraviglioso è altamente consolatorio. Ma intanto la vita scorre incanalata verso……..Stefano Antuofermo, Rutigliano.
  • giosuè ventura Utente certificato 3 anni fa
    Ancora ricordo il giorno in cui caro paolo la tua vita è stata interrotta da bestie che non meritano Di vivere quel giorno mi trovavo per strada con i miei genitori ero ancora un ragazzino e ricordo quello scoppio il frastuono e il fungo nero.da subito i miei genitori vedendo quella scena capirono che quella bomba era per te Paolo o maledetti costoro verranno giudicati e non vedranno mai il volto di dio Paolo e Giovanni da lassù insieme ai santi aiutatemi a combattere le bestie che ancora oggi vogliono renderci schiavi dei loro piani malefici ciao Paolo ciao Giovanni siete sempre nel mio cuore grazie di averci insegnato la legalità grazie per aver combattuto per noi grazie vi voglio bene
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 3 anni fa
    Borsellino è morto perché nessuno voleva che venisse alla luce la verità. E' andato oltre le aspettative superando i limiti tollerabili dalla vera cupola del nostro paese, quella che manovra tutto, compreso le organizzazioni mafiose che rimangono in vita solo se si allineano a questo potere.Quella che manovra i veri capitali e che ha distrutto la nostra economia, le nostre piccole e medie imprese, il made in italy, i nostri patrimoni, il nostro lavoro cercando di trasformarci tutti in schiavi e mucche da mungere. Fanno finta di litigare, nascono nuovi partiti e tutto viene organizzato per farci credere che siamo in una democrazia e possiamo protestare, ma la protesta rimane infeconda e tutti i buoi rientrano nella stalla perché nessun partito, nessun movimento può opporsi alla vera cupola.
    • STEFANO A. Utente certificato 3 anni fa
      Quindi ritengo che tu vuoi dire che la lotta di classe è quanto mai attiva a livello internazionale. La costituzione del BRICS apre nuove prospettive nelle politiche monetarie che attualmente prevalgono su quelle economiche e sociali.Stefano Antuofermo, Rutigliano.
    • marco s. Utente certificato 3 anni fa
      Concordavo in pieno su tutto ma dissento sul pessimismo che hai manifestato anche sul Movimento. Grillo ha l'enorme merito di aver scosso le fondamenta di questo sistema di corruzione gigantesca e tutti i 5 stelle svolgono con diligenza ed enorme coraggio la loro opera di indagine, informazione e PROPOSTA per CAMBIARE DAVVERO l'Italia. La colpa, purtroppo...e' degli Italiani. Tutto li'. Zorro e' tornato...e vota M5S!
  • alberto madonini 3 anni fa
    Renzi ascolta le parole del PM DiMatteo.. Non fare finta di niente.. NON VI POTETE PERMETTERE DI TOCCARE LA COSTITUZIONE!
  • alvise fossa 3 anni fa
    COSI' VA RICORDATO PAOLO BORSELLINO E LA SUA SCORTA
  • Susanna Sbragi Utente certificato 3 anni fa
    Chi volete libero, Gesù o Barabba?? Passano i millenni, ma la risposta è sempre quella.
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
    Via d'Amelio, strage di stato. Un abbraccio alla famiglia, soprattutto a Salvatore.
  • paolo b. Utente certificato 3 anni fa
    caro PAOLO il tuo sacrificio, purtroppo, non è servito a niente.
  • Mario Fonisto Utente certificato 3 anni fa
    Borsellino iscritto al m5s!Grazie Paolo Ti aspettavamo.T'abbraccio
  • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
    se estromettiamo i politici vicini alla mafia... e chi resta? un deserto...
  • Michele Tangreda 3 anni fa
    Costui è ha perso la propria vita poiché ha combattuto per un ideale che gli stava tanto a cuore, eliminare la Mafia! Oggi si celebra il suo martirio ed il Presidente Della Repubblica, Giorgio Napolitano si permette il lusso di ricordarlo, quando lui stesso ha fatto parte delle intercettazioni Stato-Mafia. Il complice che glorifica l'eroe!!! Ma in che Paese viviamo???
  • Nando Meliconi (in arte "l'americano") Utente certificato 3 anni fa
    La diretta di Salvo Mandarà http://t.co/uZOq2V0XVs Dalle ore 15
  • gianfranco sardara Utente certificato 3 anni fa
    ciao Paolo, ci manchi tanto
  • giulia genito Utente certificato 3 anni fa
    E' dalla strage di via D'Amelio che invece Le istituzioni provano a blindare gli uomini politici vicini (per usare un eufemismo)alla mafia. Ogni 19 luglio (ma anche 23 maggio) dobbiamo assistere all'ipocrita commemorazione di (s)facciata... Siamo ancora in attesa del "Fresco profumo di libertà" e che sia fatta giustizia di questa, come di tutte le altre stragi, che governano, di fatto, l'impianto del nostro Paese che la politica cerca (violando la Costituzione) di legittimare da 20 anni.
  • silvano corsale Utente certificato 3 anni fa
    I politici hanno perso l'etica politica, sono i primi a non rispettare la costituzione, se questo viene meno possiamo dire di avere uno stao? Per me NO abbiamo gruppi di potere che si suddividono gli affari economici. Abbiamo una mafia di stato.
  • Carlo B. Utente certificato 3 anni fa
    Paolo, ci manchi tanto. Di uomini onesti e integerrimi come te siamo assetati. Che il Signore ti regali la gioia eterna. Amen.
  • iolanda russo 3 anni fa
    Questa bella è significativa frase andrebbe affissa all'interno del parlamento a caratteri cubitali ,ogni tanto una sbirciatina ad alcuni politici potrebbe servire, ai miracoli non credo più ma spero sempre che accadano ,un grazie a Borsellino che con Falcone hanno tentato di riportarci sulla giusta e onesta via.
  • lorella lisciani 3 anni fa
    Renzusconi assolto L'inchino della magistratura e della politica alle mafie.
  • Monica C. Utente certificato 3 anni fa
    ........... posso aver perso le parole guardando a come stanno andando le cose in questo Paese ma non perdero' mai la determinazione di fare la mia parte per provare a CAMBIARLO ! Fuori la mafia dallo Stato !
    • STEFANO A. Utente certificato 3 anni fa
      Si! Fuori la mafia dalle Istituzioni e fuori le banche private dall'Euro!(Fonti nel blog be). Stefano Antuofermo,Rutigliano
  • M. Mazzini 3 anni fa
    E' il ricordo vivo di queste persone che non mi fa vergognare di essere italiano.
  • roberto fiaschi Utente certificato 3 anni fa
    buona sera lettori anche a me mi va di ricordare una grande persona dal nome paolo borsellino,che a dedicato la sua breve vita a far crescere l'onesta e combattendo i disonesti...
  • Dolphin 3 anni fa
    Solo le persone oneste, e che fanno l'Italia un paese civile si ricordano di un galantuomo che ha pagato con la vita, ma non si é piegato alla m..... che cerca di governare a tutti i costi il nostro paese. Lui sarà per sempre nei nostri cuori insieme a chi ha perso la vita insieme a lui.
  • Emmanuele Battimelli Utente certificato 3 anni fa
    Comunque grazie al Popolo di pecore italiano elettori del PD e votanti del Forza Silvio,quest'oggi ricordiamo l'anniversario dell'uccisione di Borsellino ,regalandogli invece di fiori,l'assoluzione di Berlusconi dal Caso Ruby...Bravo Italiano .... Grazie Paolo Borsellino per aver tentato a costo della tua stessa vita di cambiare questo paese ...
  • vincenzodigiorgio digiorgio Utente certificato 3 anni fa
    Ciò che diceva Borsellino è condivisibile certamente , ma in un Paese come il nostro come si fa ad evitare di avere a che fare con criminali e delinquenti , sono tanti e dappertutto !
    • STEFANO A. Utente certificato 3 anni fa
      ...va aggiunto che campano su quei milioni di lavoratori che sostengono il paese.Stefano Antuofermo,Rutigliano.
  • luis p. Utente certificato 3 anni fa
    gli chiederei se ne è valsa la pena,per questi italiani!
  • Massimo C. Utente certificato 3 anni fa
    Il Presidente della Repubblica Italiana ha fatto cancellare i nastri delle telefonate con un Ministro della Repubblica Italiana su presunte trattative tra stato e mafia. Il fondatore di Forza Italia che ha segnato la politica della Repubblica Italiana degli ultimi venti anni è un mafioso. Ci sono centinaia di amministratori della Repubblica Italiana inquisiti e condannati per legami con associazioni mafiose. Paolo Borsellino e Giovanni Falcone ringraziano chi sta onorando la loro memoria. Amen.
  • Carmelo Di Stefano Utente certificato 3 anni fa
    Borsellino con le sue idee di legalità e giustizia era molto ma molto più avanti dei politici di allora. Perciò doveva morire. Infatti, poi è arrivato Silvio con la sua compagnia di amici dei mafiosi (Schifani, Dell'Utri) e la complicità di D'Alema a governare l'Italia. E i successivi 20 anni gli conosciamo pure molto bene...
  • Nicola Nicolini Utente certificato 3 anni fa
    La decadenza del nostro paese è dovuta anche alle tante, troppe morti eccellenti. La criminalità politico-mafiosa ha fisicamente TOLTO DI MEZZO le persone migliori, gli italiani di cui andare fieri e da cui trarre esempio come Paolo Borsellino, in grado di risvegliare le coscienze e di imprimere finalmente una reale svolta all'Italia verso la legalità e la trasparenza. Senza questi punti di riferimento eccellenti, l'Italia ha cominciato inesorabilmente a sprofondare nell'illegalità e nella corruzione elevata a Sistema. Per questo è FONDAMENTALE il valore della memoria. Se l'Italia rinascerà davvero, sarà grazie ai valori difesi fino alla morte da persone della grandezza di Paolo Borsellino.
  • Lorenzo Ragusa Utente certificato 3 anni fa
    Salvatore Borsellino prossimo presidente della Repubblica
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 3 anni fa
    Peccato! E' rimasto un pio desiderio, perche'nel 1994 e' arrivato Berlusconi e i suoi sponsor.
  • FABRIZIO P. Utente certificato 3 anni fa
    ....sono alcuni rappresentanti delle istituzioni che non sono "all altezza "dei loro compiti ....e mi pare vada sempre peggio
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus