#Vinciamonoi Tour - Verbania

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
BEPPE A VERBANIA!
Guarda il video!
vinciamo_verbania.jpg

Il #Vinciamonoi tour di Beppe Grillo da piazzale Flaim, a Verbania!
Guarda il video!
VINCIAMONOI!

“Signori io ho letto due o tre cose su Verbania, ma che cosa ci siamo venuti a fare lo chiedo io a te… E’ una cittadina abbastanza sostenibile, il livello di vita non è male, gli stipendi arrivano e non arrivano. Il lavoro se ne va ma molto meno rispetto il resto d’Italia. Avete un’immigrazione che ho letto: ci sono i tedesci immigrati qua! Ma allora che cazzo sta succedendo? E allora che cosa siamo venuti a fare!? Avete una classe politica un po’ strana… Che se na va! Prima la destra poi la sinistra, questa cosa che vostro Sindaco se ne va per una lettera minatoria. Non voglio dire parolacce, ne ho detta una solo perchè c’è il Tg1 così ci apre il telegiornale! Avete una situazione abbastanza anomala: buon clima, una buona gestione delle risorse, avete questi sindaci che se ne vanno! Questo sindaco se ne va per una lettera anomala, ma forse non avete acora capito che cosa c’era scritto dentro. Ma ha senso andare via per una lettera anonima? Io credo o è un uomo meraviglioso e allora andrebbe difeso e sostenuto oppure è il cem e ci dovrebbe spiegare. Ho visto il CEM, guardarlo così sembra… ci sono architetti in overdose… è una bellissima costruzione che poteva essere fatta non in cemento, magari in legno come fa Renzo Piano, come fanno grandi architetti. Strutture flessibili, ci sono 3 uova messe così… E poi chi si prenderà la briga di finire i lavori? Non si sa! Probabilmente è stato fatto per non essere ultimato, come tutte le opere grandi piccole medie in Italia vengono fatte per aprire un cantiere, mettere quattro cose lì e poi dire: cazzo non ci sono più soldi! Questa situazione è la situazione che c’è oggi in Italia! Siamo in Piemonte o no? Bene il Piemonte era piena di ingenieri straordinari, c’era una volta una fabbrica che faceva automobili. Vado a vedere dove si fanno gli f35, a Cameri, entro con i parlamentari, ci fanno entrare, arrivano i grandi generali, si mettono sull’attenti e dico – guardi che sono un comico, lei è un generale! E’ il mondo capovolto! E loro molto affabili, molto gentili, abbiamo visto un capannone bellissimo, tirato su in tre anni, con tecnologie del fututo, tutta robitica, non c’era un operaio, tutti ingenieri specializzati, per fare un bombardiere meraviglioso che porterà delle piccole leggere straordinarie bombe nucleari da qualche parte. Ma allora io dico: tutto questo materiale, tecnica, soldi, gente perchè non la sviluppate su dei progetti dove l’uomo possa stare meglio?" Beppe Grillo a Verbania - guarda il video integrale

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Genny O' Sudista Utente certificato 3 anni fa mostra
    Sono loro a gestire il servizio di facchinaggio e di biglietteria automatica. Il racket dei rom ha organizzato le cose per bene. Ci sono due gruppi, ognuno con le rispettive specializzazioni: il primo gruppo si occupa di «aiutare» i passeggeri a portare le valigie; il secondo gruppo si preoccupa di «aiutare» i viaggiatori davanti alle biglietterie automatiche. Il verbo «aiutare» è tra virgolette perché, in realtà, si tratta di una vera e propria imposizione che la «gang dei rumeni» (ma le etnie di origine sono varie) esercita con modi violenti. Si avvicinano e ti chiedono di portarti i bagagli o di inserire il danaro nelle macchinette dei ticket, ma, se ti azzardi a rifiutare, il minimo che possa capitarti e di beccarti uno sputo in faccia. A volte va decisamente peggio e così, dagli sputi, si passa direttamente alle aggressioni. Di notte nei sottopassaggi ferroviari sono spesso volate anche le coltellate, tanto che la sera gli ingressi vengono addirittura transennati. la Polfer allarga le braccia: «Qui è territorio loro. Per un balordo che allontaniamo, ce ne sono dieci nuovi che arrivano». I giovanissimi vengono utilizzati per i borseggi (con garanzia di immunità, anche in caso di arresto in flagranza), le donne vengono messe a presidio delle biglietterie automatiche, mentre gli uomini marcano stretto i turisti. Le donne, se prima non paghi almeno un euro di pizzo, non ti lasciano fare il ticket elettronico dicendoti a chiare lettere che, se non gli versi la tariffa dovuta, dovrai sobbarcarti la fila davanti alla biglietteria tradizionale. Quantomai minacciosi si rivelano anche i facchini: guai a declinare i loro «inviti» e guai a chi cerca di interferire nei loro traffici. ps: non si chiama pizzo ma contributo sociale per lo sviluppo dell'integrazione, altrimenti sinistrati boldrini sel e grulli si arrabbiano!!!
  • Genny O' Sudista Utente certificato 3 anni fa mostra
    Gay, Vendola attacca Renzi: "Via omofobi dal governo" Finalmente ha espresso l'unica sua vera preoccupazione; del resto, lavoro, tassazione, spending review a lui non importa un fico secco (basta vedere in che condizioni si trova la Puglia).
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus