Ancora un incendio alla raffineria ENI di Sannazzaro

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Iolanda Nanni, capogruppo M5S in Regione Lombardia

Accade di nuovo: un incendio è divampato stamani alla raffineria ENI di Sannazzaro (PV). A distanza di meno di 2 mesi dalla terribile esplosione di dicembre i cui danni alla salute e all'ambiente NON sono ancora stati vergognosamente calcolati! I dati sono stati SECRETATI dalla Procura e neanche noi, come rappresentanti dei cittadini, possiamo averne accesso. Il M5S chiede immediata e urgente audizione in Parlamento di ENI. Vogliamo sapere cosa sta succedendo in quell'area, vogliamo capire se quell'impianto è fallato e vogliamo impedire che la popolazione sia costretta a subire ancora altri danni alla propria salute e all'ambiente. Non c'è più tempo da perdere! In attesa che la magistratura accerti le responsabilità, noi pretendiamo che la popolazione sia informata e tutelata.

Video girato da cittadini del posto stamani ore 8,40 non capisco perché in TV NESSUNO dia la notizia. L'incendio non è ancora stato domato

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Dar T. Utente certificato 11 mesi fa
    per i Parassiti Delinquenti di regime, ENI é molto più comodo incendiarla (nei vari stabilimenti) per 2 motivi: 1) é più facile nascondere le tracce di irregolarità, corruzione e malaffare registrate nei suoi libri contabili. 2) si potranno anche rubare i soldi pubblici stanziati successivamente per un'eventuale bonifica che ovviamente non avverrà MAI!!!
  • gigi boi Utente certificato 11 mesi fa
    Può esser un’intera industria esser abusiva? Sembrerebbe di sì. Ecco il caso degli impianti dell’ex Polimeri Europa – Versalis (Gruppo ENI s.p.a.) di Sarroch (CA), dal 2014 di proprietà del Gruppo Saras s.p.a. in un’interessante inchiesta del bravo Pablo Sole per Sardinia Post. Buona lettura.
  • Shahab Shirakbari Utente certificato 11 mesi fa
    UOMO HA DICHIARATO GUERRA CONTRO LA TERRA E SUO FUTURO.... Il 92% delle persone sul globo, cioè oltre 9 persone su 10, respirano aria troppo inquinata, aria che danneggia la loro salute respiro dopo respiro. Inquinamento in mare e oceani scaricate nei fiumi e da questi portati al mare sostanze organiche, degradabili o meno, provenienti dagli scarichi urbani, prodotti organici di origine agricola come i fitofarmaci e i fertilizzanti, inquinanti degli scarichi industriali. Il petrolio rilasciato dalle petroliere o piattaforme petrolifere. I prodotti radioattivi rilasciati durante la produzione e i test nucleari. Il surriscaldamento delle acque costiere. Lo sfruttamento eccessivo delle risorse ittiche. Lo sviluppo urbano incontrollato sulle coste e il turismo di mare. La discarica di contenitori di plastica e altri rifiuti solidi non biodegradabili. L'aumento della popolazione minaccia la sicurezza globale, circa 7 miliardi oggi, entro il 2050 più di 9 miliardi in sostenibile. GUERRA CONTRO LA TERRA E' UNA BATTAGLIA PERSA ....
  • Roberto M. Utente certificato 11 mesi fa
    L'unico problema dell'Italia è la Raggi, questo è. L'Italia fondamentalmente non ha nessun altro problema
  • claudio 11 mesi fa
    Leggo sotto di qualcuno che sostiene sia colpa degli stranieri, in questo caso dei rumeni. Posso dire per esperienza che le regole del paese dove operi le devi rispettare e qualcuno deve vigilare su chi opera e quanto è stato fatto. Che siano stranieri non c'entra niente. Un'opera fatta male esiste perchè qualcuno in alto, quindi non straniero, non ha fatto il suo dovere e solitamente questo accade per.......le solite ragioni.
  • Stendardo Ubaldo 11 mesi fa
    Il nostro Paese è ormai completamente allo sfascio. Tanti disastri di ogni genere senza che chi ci governa si decida finalmente di fermare la corruzione, a mio avviso la principale causa della distruzione dell'intero terrotorio italiano.
  • francesco s. Utente certificato 11 mesi fa
    Il suo post ,dimostra come in italia ci sia da fare un lavoro di ripristino e tutela per i cittadini, ma non solo quello. Mette in evidenza la scarsa qualità informativa delle reti rai, anche se si paga per avere un diritto che dovrebbe essere dato gratis. Non ci dovrebbe essere una censura sui danni causati da un qualsiasi incidente,penso che questo non danneggi,il lavoro svolto ne da giudici o magistrati ,quindi parliamo di una censura ingiustificata.
  • pietro marceddu (sarduspater4) Utente certificato 11 mesi fa
    è legale che i dati siano secretati? se lo è bisogna cambiare la legge, se non lo è bisogna intervenire tramite i carabinieri
  • alessio Iannascoli 11 mesi fa
    La TV non dice nulla su questo disastro ambientale (uno dei tanti purtroppo ) perché è troppo impegnata a sperare a zero sulla raggi. .... con montagne di parole inutili e viva l'itaglia. ......
  • lucia 11 mesi fa
    IO abito in provincia di alessandria sul confine con la provincia di PAVIA due mesi fa in occasione dell'altro scoppio si e' formata un enorme nube tossica che ha oscurato il cielo per qualche ora. Poi ci e' e stato comunicato che la nube si e' "dissolta" sull'appennino ligure. Questa volta invece ormai da parecchi giorni nebbia e smog ci stanno soffocando se e' passata un'altra nube tossica non ce ne siamo neanche accorti perche ormai l'aria qui e' sempre tossica.
  • Aiuto finanziario Utente certificato 11 mesi fa
    Siamo un ente di regolamentazione economica e finanziaria. Assistiamo persone in difficoltà finanziarie per completare la loro richiesta di prestito, da istituti di credito speciale efficace e affidabile. Stiamo vedendo i mutuatari (individuo, azienda, società, ecc.) nelle procedure per l'adesione al loro prestito. Ci potete raggiungere a questo indirizzo: assistance.particulier@gmail.com
  • anonimo 11 mesi fa
    Sono impianti appaltati ai rumeni. Il lavoro agli stranieri e questi sono i risultati
  • Stefano 11 mesi fa
    Ma il diritto costituzionale alla salute è più debole del diritto alla privacy dell'Eni? Come è possibile che sia tutto secretato...se abiti vicino hai diritto di sapere cosa rischi, credo...
  • Anna Imperstore 11 mesi fa
    Vergogna
  • cosimo calabrese Utente certificato 11 mesi fa
    LE TV NON DANNO NOTIZIA PERCHE' SONO TUTTE IMPEGNATE NELLE DARE NOTIZIE DEI RESPIRI, A CHI DA IL BUONGIORNO, QUANTI PASSI FA DURANTE LE 24 ORE DELLA SUA VITA GIORNALIERA, CHE FA LA RAGGI PURTROPPO SENZA COLPA NE REATO DI VIRGINIA, QUESTI INTERESSI SONO PURTROPPO PIU' IMPORTANTI DI QUALSIASI INTERESSE DI STATO.
  • Domenico 11 mesi fa
    Perché non guardate anche quello che è successo ad Anagni in provincia di Frosinone con la vecchia fabbrica della videocolor che " casualmente " dopo che è stata chiusa è andata in fiamme provocando un grande danno ambientale ora che doveva essere bonificata?
  • Stefano De Bon 11 mesi fa
    Ma soprattutto, Eni nel 2015, ha riportato 8,82 miliardi di euro di perdite e nel 2016 è ancora in perdita e questi signori si permettono di elargire dividendi! Investite per lo meno nella sicurezza dei vostri impianti! Altro che dividendi!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus