Bilancio UE 2018, l'Europa sprecona non riconosce i suoi fallimenti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


di MoVimento 5 Stelle Europa

Il voto sull'accordo di bilancio per il 2018 ha mostrato ancora una volta una spaccatura all'interno del Parlamento europeo. Una divisione che rivela chiaramente come le debolezze del sistema stiano mettendo in discussione la struttura che finora ha retto le decisioni sul bilancio dell'UE. Il livello degli stanziamenti d'impegno è stato fissato a 160113,5 milioni di Euro, mentre quello degli stanziamenti di pagamento è pari a 144681 milioni. Abbiamo deciso di votare contro questo bilancio composto ancora una volta da inaccettabili sprechi amministrativi, come se per questi palazzi non ci fosse mai austerità. Nonostante la propaganda dei partiti e della Commissione europea, il bilancio non riesce ad aiutare davvero il nostro Paese ad uscire da una crisi strutturale causata da una ricetta di governance sbagliata: parliamo delle famose riforme volte alla svalutazione di salari e pensioni, privatizzazioni e austerità fine a se stessa. La domanda, l'inflazione e l'occupazione rimangono drammaticamente basse soprattutto nella periferia dell'Eurozona.

IL FALLIMENTO DEL PIANO JUNCKER
Bisognerebbe che, oltre alle politiche monetarie espansive, che stanno inflazionando principalmente gli indici finanziari, ci fosse anche uno stimolo pubblico per permettere agli investimenti e alla domanda e quindi all'occupazione di ripartire seriamente. Il Fondo europeo per gli investimenti strategici (noto con l'acronimo inglese EFSI), il fiore all'occhiello di Junker, che per Bruxelles dovrebbe essere la soluzione a tutti i mali, sta in realtà finanziando molti progetti non solo dal dubbio valore aggiunto, ma spesso insostenibili dal punto di vista ambientale e sociale, come autostrade, petrolio e gas. Progetti spesso controversi ed in settori già finanziati dalla BEI con i programmi standard esistenti. La verità è che questo strumento crea ben poco nuovo valore aggiunto ed è semplicemente usato dalla Commissione Europea per giustificare la politica fallimentare incentrata solamente su rigore ed investimenti privati, allontanando la revisione dei vincoli d'austerità.

IL CAPITOLO SU GARANZIA GIOVANI
Come già detto non sono stati identificati risparmi sostanziali nelle spese amministrative e tutti i nostri emendamenti di taglio a costi e privilegi medioevali sono stati rigettati. Al contrario, sull'occupazione, per "Garanzia giovani" abbiamo proposto un aumento: nonostante i partiti in Italia non siano stati in grado di usare e gestire efficacemente questi fondi, con problemi vergognosi di ritardo dell'organizzazione e ritardi di pagamenti ai giovani (283mila) che han svolto tirocini. Queste risorse ci servono, come ci serve eliminare lo spreco amministrativo che paralizza il nostro Paese.

TERREMOTO E CATASTROFI, BASTA MANCE DALL'UE
Sul terremoto, inoltre, l'UE concede mance alle catastrofi. Siamo favorevoli al contributo versato da fondo di solidarietà, ma da contributori netti al bilancio, quanto è stato concesso è troppo poco rispetto al danno diretto di 21,8 miliardi di Euro stimato. Per non parlare di quello indiretto. Anche qui il bilancio europeo da solo ha fallito, ora serve una seria revisione delle regole europee, dobbiamo poter investire in prevenzione oltre che ricostruire le zone colpite da sismi e alluvioni. Il Giappone ha ricostruito tutto dopo lo tsunami di Fukushima e senza chiedere il permesso alla Merkel. Noi vogliamo morire di rigore?

L'intervento del portavoce Marco Valli in seduta plenaria:

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
    Fuori dall'euro e dall'Ue, prima di diventare come la Grecia...
  • marilisa c. Utente certificato 1 mese fa
    E' opportuno e utile far conoscere al pubblico degli elettori i vostri emendamenti per tagliare costi e abolire privilegi del Parlamento europeo. Vorrei sapere se i parlamentari europei 5Stelle si sono decurtati i propri stipendi, perchè circola voce che non lo abbiano fatto. E' necessaria chiarezza di informazione. marisa Comitato contro Sprechi e Privilegi
  • Lorenzo Accornero 1 mese fa
    A chi vuole una Europa cornucopia degli Stati Uniti,non arriva a pensare che ex nazioni come l'Italia possano diventare periferia a discapito delle ex nazioni del nord Europa sempre più ricche e prospere anche grazie ai tafazzismi di certi paesi come l'Italia.
    • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
      Il tuo discorso non fa una piega e condivido...
  • ANNA TUZZOLINO Utente certificato 1 mese fa
    Dobbiamo fare la moneta Italiana e uscire dalla trappole Europa
  • mzee.carlo 1 mese fa
    che la UE sia un baraccone utile soltanto a chi ci lavora ed ai gruppi finanziari è realtà. Che il rapporto costo del baraccone e benefici per i contribuenti sia estremamente negativo è altrettanto vero.
  • Danyda bologna Utente certificato 1 mese fa
    L'attuale presidente è il lussemburghese Jean-Claude Juncker ..... noto per aver fatto del Lussemburgo uno stato dove si pratica l'elusione fiscaqle a danno degli altri stati membri...... CONFLITTO DI INTERESSI INACCETTABILE ..... Uno dei primi punti da cui l'europa dovrebbe partire per trovare una comune etica nel rispetto di tutti i cittadini e degli stati che partecipano a questa comunità di stati. PRIORITARIO RISOLVERE DENUNCIANDO CON FORZA E COSTANZA QUESTO CONFLITTO. .... Poi viene anche tutto il resto che conosciamo. Possibile che non si possa far nulla per destituirlo dal suo incarico ? .... In europa un "presidente" è per sempre ?????? QUESTA EUROPA NON CI PIACE !!!!!
    • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
      Cara Danyda l'UE è nata per favorire alcuni Stati a discapito di altri. Questi accordi erano possibili SOLO con politici corrotti e pronti alla fuga con i capitali raccolti. L'Italia deve uscire dall'UE e dall'euro, se ci tiene alla vita. In caso contrario, ci sarà un doloroso declino per il nostro Paese e diventeremo peggio della Grecia, perchè ci porteranno via, con il debito, tutti i nostri beni, che attualmente ci pongono al primo posto nella lista Unesco.
  • Rocco 1 mese fa mostra
    Meno male siamo arrivati in Europa ma non riusciamo a governare un comune, questa si che é politica (del siparietto) !
  • mario genovesi 1 mese fa
    Il socialdemocratico tedesco Schulz, leader di un partitino semiscomparso notorio zerbino della Merkel, vuole gli stati uniti d'Europa entro il 2025. Fortuna che euro ed UE sono allo stadio terminale come il suo partito.
  • gennaro a. Utente certificato 1 mese fa
    À chi non vuole una vera europa che somiglia agli Stati Uniti con una vera costituzone vuole solo speculare sull'ignoranza e sfruttae le comunità più debole.
    • Zampano . Utente certificato 1 mese fa
      Gennaro gli USA parlano la stessa lingua e cultura, che è stata imposta con le armi sulle minoranze componenti (in primis, i nativi) i suddetti Stati. Inoltre vi è da dire che la maggior parte degli italiani dell'Europa non sa che farsene. Chi specula sull'ignoranza e minaccia catastrofi in caso di uscita (Brexit docet) fa parte della casta, e anche di questa gli italiani non sanno che farsene. Fuori dall'euro e dall'UE, questa è l'unica soluzione che porta alla salvezza.
  • gennaro a. Utente certificato 1 mese fa
    È inutile girarci intorno, se questa europa non diventerà mai come gli Stati Uniti, sarà solo una presa per il culo e speculazione ai danni dei più deboli.
  • Stefano Ciuffetti 1 mese fa
    Questa non è un'europa dei popoli, ma un'europa per i potenti, le multinazionali, le banche, la finanza. In nome di un ideale, sfruttando un sogno, questi virus hanno preso possesso delle istituzioni. Nessuno che parli di welfare, nessuno che attribuisca all'unica realtà europea eletta a suffragio universale "il parlamento" il compito di curarsi delle donne e degli uomini che compongono il nostro continente. UNA VERGOGNA davanti a noi ed esempio di come non si fa anche per i secoli futuri !!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus