I 16 regali dei governi PD alle banche

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Elio Lannutti (presidente Adusbef)

I governi non eletti (Gentiloni, Renzi, Letta), facendo felici gli istituti di credito, alla ricerca di nuove terre vergini da esplorare- come profetizzava Zigmunt Bauman- hanno offerto numerosi regali ai banchieri, i cui interessi non coincidono mai con quelli di famiglie e Pmi, con l'evidente finalità di consegnare il destino degli italiani, già ipotecati da vite a rate per la perdita del potere di acquisto, dalla culla alla tomba e chiavi in mano nelle grinfie di banche e compagnie di assicurazioni.
Adusbef, che celebra a Roma (Hotel Forum) 30 anni dalla sua fondazione (13 maggio 1987), non ricorda a memoria una spudorata decretazione (spesso d’urgenza), come nell’attuale legislatura iniziata nel febbraio 2013 (ben 16 provvedimenti), ad esclusivo vantaggio di banche ed assicurazioni, con conseguenti oneri e stangate sui cittadini, costretti ad allungare l’esercito di debitori cronici, se non a fare la fila alle mense della Caritas, solo per sfamarsi.
I 16 provvedimenti a favore delle banche, i primi 4 di Letta; ben 9 del Governo Renzi, gli ultimi 3 di Gentiloni, gravano sulle spalle dei cittadini, famiglie, PMI e della fiscalità, generale, anche con l’aumento del debito pubblico, arrivato a 2.240,1 mld di euro, sono stimati da Adusbef in 56,88 mld di euro, con un costo di 2.370 euro per ogni famiglia (24 milioni). Dalla fiscalità di vantaggio sulle perdite, 23,5 mld di euro (19,8 + 3,7); alla rivalutazione delle quote di Bankitalia (7,5 mld + 1,060 mld di cedole pagate alle banche socie); all’anatocismo resuscitato (3,4 mld); al salvataggio delle banche (20 mld di aumento del debito pubblico); agli ulteriori sconti fiscali per le banche decotte, camuffati nei parametri di Aiuto alla crescita economica Ace, (1,3 mld di euro), alla Gacs (120 milioni). Poi ci sono quelli difficilmente quantificabili, come l’Ape, che costringe chi vuole anticipare la pensione a contrarre un oneroso mutuo ventennale con annessa polizza assicurativa; il mercato dei lavori appaltati alla banche, con la possibilità di aprirsi le loro società di ingegneria e monopolizzare l’intero mercato delle abitazioni private in unico pacchetto, mutuo, assicurazione, agenzia immobiliare e ristrutturazione della casa. Ecco in dettaglio i 16 provvedimenti di favore:

1) Nel 2013 il primo provvedimento a favore delle banche dal Governo di Enrico Letta, la fiscalità di vantaggio sulla deducibilità delle perdite, passate da 18 anni a 5 anni, valutato da Mediobanca 19,8 miliardi di euro; (portato da Renzi ad 1 anno, con ulteriori 3,7 mld di euro);
2) Le garanzie sulle obbligazioni tossiche appioppate dalle banche allo Stato per un valore di 161 miliardi di euro, che hanno generato esborsi alle banche di affari (Fonte Eurostat) di 24 miliardi di euro dal 2013 al 2016;
3) La pubblica malleva sulla Cassa Depositi e Prestiti per consentire alle banche di pagare i dividendi alle Fondazioni bancarie;
4) La rivalutazione delle quote di Banca d’Italia, da 156.000 euro a 7,5 miliardi di euro per offrire dividendi pari a 1,060 mld di euro alle banche socie, con la durissima battaglia in Parlamento dei portavoce del M5S, espulsi dall’aula perché gridavano ‘onestà’;
5) Il recepimento della direttiva BRRD (bail-in) per l’esproprio criminale del risparmio approvato in Europa all’insaputa del Governatore di Bankitalia Ignazio Visco, del Ministro Pier Carlo Padoan, infine di Vegas (Consob), che ne hanno chiesto la successiva revisione;
6) Il decreto salva-banche del 22 novembre 2015, che ha azzerato i risparmi di una vita a 130.000 famiglie, truffate e prese in giro da Governo e ministri ostili, che provano odio feroce verso le vittime che reclamano i propri diritti, con manifestazioni, presidi e sit-in;
7) L’esproprio delle case in assenza di 7 rate (portate a 18 dopo le proteste) di mutuo non pagate direttamente dalla banca, senza passare per la legittimità di un giudice terzo;
8) Lo sconto per i trasferimenti immobiliari nell’ambito di vendite giudiziarie con l’imposta di registro, ipotecaria e catastale, non più assoggettata da un’aliquota del 9%, ma nella misura fissa di 200 euro;
9) La riforma delle banche popolari (bocciata dal Consiglio di Stato), varata dal governo Renzi nel 2015, in ossequio ai desideri di banche di affari, grandi fondi e finanza internazionale, per mettere le mani sul risparmio degli italiani, rimuovendo gli ostacoli rappresentati dal voto capitario, che intralciava il far west dei mercati senza regole, che si nutrono di denaro dal nulla, di swap e derivati tossici, per alimentare l'avidità della finanza speculativa;
10) Il prestito vitalizio ipotecario a tassi esagerati e ricapitalizzati per sottrarre agli eredi i risparmi immobiliari, costati sacrifici, sudori ad intere generazioni e dure vite di lavoro;
11) La Bad Bank con la garanzia statale sulle cartolarizzazioni dei crediti morosi (la Gacs), concessa alle banche ed altri intermediari, con dotazione iniziale del Tesoro di 120 milioni;
12) La ricapitalizzazione degli interessi, che genera 3,4 miliardi di euro l’anno a favore delle banche, disposto dal nuovo art.120 del Tub (Testo Unico Bancario) entrato con legge dello Stato nella prassi bancaria, trionfalmente figurata dalla stampa di regime, come norma che ha determinato “la fine dell’anatocismo”, prima vietato nel 2014 e poi resuscitato a cadenza annuale, in pieno spregio della Giurisprudenza unanime;
13) L'anticipo pensionistico (Ape), la cui concessione di forme creditizie per 43 mesi di anticipo, nasconde l'ennesimo regalo a banche ed assicurazioni, con onerosi costi assicurativi per i richiedenti e ricchi introiti per le banche che non rischiano alcunché. Ipotizzando un tasso del 3%, per una pensione da 1.000 euro al mese (con 3 anni e 7 mesi di anticipo), si paga una rata di circa 200 euro al mese per 20 anni; per una pensione di 2.500 euro al mese, l’utilizzo dell’APE porta la decurtazione del 20% della pensione, con rata di 500 al mese;
14) Il Governo Gentiloni, arrivato a Palazzo Chigi il 12 dicembre 2016 col governo ‘fotocopia’ dopo le dimissioni di Renzi per la dura batosta al referendum JPMorgan del 4 dicembre, non poteva sfatare la tradizione di fedele maggiordomo dei banchieri, infilando ulteriori regali, il primo da 20 miliardi nel Cdm de 19 dicembre 2016, spacciato per decreto "salvarisparmio" per salvare le banche e l’omessa vigilanza di Bankitalia e Consob;
15) Nella ‘manovrina’, per completare l’opera, il secondo ulteriore regalo di sconti fiscali per gli istituti di credito che navigano in cattive acque, camuffate nei parametri di Aiuto alla crescita economica (Ace), meccanismo fiscale nato nel 2012 per premiare gli imprenditori che fanno investimenti attraverso sgravi sugli apporti di capitale effettuati. Ulteriori soldi pubblici (stimati in circa 1,3 mld di euro), per favorire banche decotte, che per evitare la bancarotta hanno bisogno di soldi pubblici, come MPS che ha già appostato 891 milioni di euro di minori tasse nel prossimo trimestre. Con le Banche Venete che potrebbero usufruire di oltre 400 milioni di euro di sconti fiscali, come premialità di vantaggio per i crac addossati a 210 mila famiglie truffate da una gestione criminale del credito e del risparmio.
16) Ultimo regalo, il DDL Concorrenza (oltre al Telemarketing selvaggio ed alla fine del mercato tutelato, per offrire sotto le mentite spoglie della competizione ai predoni elettrici e del gas la minore concorrenza ed un aumento delle bollette sulla luce, circa 42 euro l’anno, ben 68 euro per il gas, con l’intento di aggiustare i conti delle aziende energetiche a spese dei consumatori domestici e delle piccolissime imprese), apre il mercato dei lavori privati alle società di ingegneria, costituite in forma di società di capitali o cooperative (finora potevano lavorare solo nel pubblico), offrendo alle banche la possibilità di aprirsi le loro società di ingegneria e monopolizzare l'intero mercato delle abitazioni private, in un unico pacchetto (mutuo, assicurazione, agenzia immobiliare, ristrutturazione della casa).

Questi 16 bei ‘regali’, concessi dal 2013 e nell’attuale legislatura alle banche da governi e maggioranza, per premiare i banchieri e distratti vigilanti come Bankitalia e Consob, che non pagano mai il conto per i disastri provocati, mentre vittime ed espropriati del ‘salva banche’ attendono gli arbitrati, rappresentano generosi cadeaux che devono essere divulgati e resi pubblici, rompendo la cappa di omertà e la censura dei mass media di regime, per offrire ai cittadini vessati, strangolati, usurati e saccheggiati dal sistema bancario, materia di conoscenza e attenta riflessione sul ruolo svolto da governi ‘prediletti camerieri dei banchieri’.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Piombi 7 mesi fa
    Questo messaggio si rivolge alla persona avente bisogno di prestito per affrontare le difficoltà finanziarie per uscire dal vicolo cieco che causano l'economia al giorno d'oggi. Siamo in grado di farvi prestiti in tutti i domini o che siate e con condizioni che vi faciliteranno la vita e un tasso annuale da partire dal 2%. se avete bisogno di prestito non esitate a contattarle per ulteriori informazioni sulle nostre condizioni. Personale Mail: piombiipatrizia@gmail.com Invia la nostra azienda loanprivate.invest@gmail.com ecco il nostro numero di WhatsApp: +33755015299 Grazie e buona giornata.
  • Carlo Antonello 7 mesi fa
    http://www.cittadini-volontari.it/434009109 http://www.cittadini-volontari.it/428209817
  • Paolo Beltarre 7 mesi fa
    Buonasera, i regali alle banche sono 17; manca il regalo "sconto" imposto ai periti dei Tribunali. Con la L. 132/2015 il Governo ha deciso che gli onorari dei periti non venissero più pagati (al 90% dalle banche) al termine del loro lavoro, bensì che fossero pagati al 50%. Il restante 50% se e quando verrà venduto il bene all'asta. Per fortuna questo "favore" è stato definito ingiusto da un Tribunale che lo ha rimandato alla Corte Costituzionale perchè si esprima sull'incostituzionalità della legge e la cancelli. Nel frattempo le banche ringraziano.
  • Standard Credit 8 mesi fa
    Desiderate la libertà finanziaria? Allora rimani nel tuo letto per quanto vuoi, e lasciate che la nostra squadra finanziaria lavora per te a STANDARD CREDIT ... Richiedi un prestito legittimo al tasso di interesse del 3%. Per maggiori informazioni contattaci via: standardcredit@protonmail.com
  • cosimo calabrese Utente certificato 8 mesi fa
    LEGGETE TUTTO E VI RENDERETE CONTO DI COME SIAMO STATI ATTACCCATI DAI GOVERNI PD PER GUIDARCI ALLA FAME, MI MERAVIGLIO COME DEI SEMPLICI CITTADINI CONTINUANO A DARE CONSENSO A UN PARTITO COME IL PD E POLITICI COME RENZI.
  • Guepart gerard Utente certificato 8 mesi fa
    Ciao Voi che vogliono un prestito alla banca per un lungo periodo di tempo ecco un Ms che è grave è che si concede la vostra domanda di prestito. Contattare la Signora Chouinard per la vostra applicazione di prestito. Ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com
  • claudiog 8 mesi fa
    L'intercettazione è una presa per il culo... Il "babbeo"sapeva di essere intercettato e ha fatto la parte dell'innocente..."papà ma tu devi dire la verità, non dire le bugie, io sono un bravo ragazzo..."! Non sanno più come recuperare voti e ne provano con tutte le armi a loro disposizione
    • rosannascarpa 8 mesi fa
      la penso anch'io cosi'. e' un commediante nato, un attore bravissimo. un attore consumato. peccato per lui che a me personalmente non riesce ad infinocchiarmi. possono fregarmi la prima volta ma quando mi hanno detto una bugia, la seconda volta non ci credo nemmeno se dice la verita'. tutta arte inutile e sprecata. poteva risparmiarsi la commedia.
  • Aldo B. 8 mesi fa
    Caso Consinp. Babbeo Renzi intercettato in una telefonata al Babbo Tiziano. Babbeo: " Oh, Babbo ! Non devi dire bugie ! Quante volte hai visto Romeo? Una o più volte?" Babbo Tiziano: Oh, ma che ti devo dire! Tutte le volte che ho incontrato Romeo l'ho visto sempre una volta sola! Mica giocavamo a nascondino,maremma maiala !!"
  • DOUSSI 02 Utente certificato 8 mesi fa
    Se ho trovato il sorriso grazie a Mr paul hotz ho ricevuto un finanziamento di € 100.000 e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti questo uomo senza alcuna difficoltà con un tasso di 2% An. Si presta 500 a 20.000.000 milion di euro. Io consiglio di non scegliere la persona sbagliata, se si desidera applicare in realtà denaro in prestito per il vostro progetto e qualunque altro. Pubblico questo messaggio perché Mr paul hotz mi fece bene con prêt.C'est attraverso un amico che ho incontrato questo onesto e generoso signor mi ha permesso di ottenere questo prestito. Quindi vi consiglio di contattare e vi soddisferà per tutti servizi che chiedono di lui. Ecco la sua lettera e: delbarioalxio@gmail.com
  • Giovanni Antonio 8 mesi fa
    Poche storie: basta farci prendere in giro da questi disgraziati! Siamo al quarto Governo illegittimo e anticostituzionale! Al Voto subito! Sovranità Monetaria e Sovranità Nazionale. Lo Stato deve stampare la propria moneta creando investimenti, sviluppo,aiuti alle imprese e quindi occupazione per tutti! “ Una volta che la gente ha capito il funzionamento della moneta moderna, il Governo non può più giustificarsi dicendo che non ci sono i soldi per implementare i servizi pubblici, costruire ospedali,, scuole e infrastrutture. La capacità di spesa dello Stato a Moneta Sovrana è di fatto illimitata.” Prof.ssa Stephanie Kelton Potenzialità della Moneta Sovrana (MeMT) -Lo Stato non può “andare in rovina” o “finire” il denaro. -Lo Stato “non è” operativamente “vincolato alle entrate erariali”. -Lo Stato “non ha bisogno di prendere in prestito” la propria valuta. -Lo Stato “non ha vincolo di spesa” se non quello autoimposto. -Lo Stato “può stabilire” il tasso d’interesse, a qualsiasi livello. -Lo Stato “ha un ampio spazio” di politica economica. -Lo Stato può perseguire politiche “di piena occupazione”.
  • Giovanni Antonio 8 mesi fa
    In tema di Sovranità Monetaria: Maurice Allais (premio Nobel per l’Economia 1988) “L’attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario, è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto.” John Kenneth Galbraith (Economista) “Il procedimento di creazione del denaro è talmente semplice, che la mente fatica ad accettarlo” “Con la moneta emessa a DEBITO lavoriamo 8 mesi per pagare le tasse di cui 2 per pagare i beni e i servizi, il resto per pagare gli interessi di un Debito creato in modo truffaldino, anticostituzionale, criminale ed immorale. Con la moneta di PROPRIETA’ lavoriamo 2 mesi per pagare le tasse cioè i beni e i servizi che lo Stato offre.” Henry Ford (industriale, ingegnere e progettista statunitense) “Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione.” ---------------------- “Conosciamo il denaro? Che cosa è veramente il denaro? Quasi nessuno sa che cosa esso sia veramente e quali siano le sue reali proprietà, che in effetti sono le conoscenze meglio custodite. Neanche nelle facoltà vengono insegnate. Soprattutto niente viene rivelato circa il potere di creare denaro: la Sovranità Monetaria. E su chi lo esercita in concreto, al di fuori di qualsiasi regola e controllo democratico, arricchendosi con una tassa occulta che si porta, anche in Italia, un’ampia fetta dei nostri denari sotto forma di tasse. Tasse per pagare gli interessi sul Debito Pubblico e per colmare il Deficit di Bilancio. Ma né il Debito Pubblico né il Deficit di Bilancio esisterebbero se lo Stato non avesse ceduto la Sovranità Monetaria alle Banche Private, rinunciando gradualmente alla propria libertà politica e indebitando sempre di più la Nazione, invece di “stamparselo in proprio a costo zero”.
    • Gianfranco B. Utente certificato 8 mesi fa
      Purtroppo, quanto scrivi sono cose conosciute da pochi. Storicamente ci sarebbe molto altro da divulgare al riguardo, partendo dalla creazione della banca d'Inghilterra il 27/07/1694. Comunque, a conferma di quanto scrivi e dell'arroganza raggiunta dai veri padroni, ti riporto le affermazioni, da un noto banchiere, le cui origini, ebraiche, risalgono al 1500 nella repubblica serenissima, che operavano anche su Pisa e Bologna col nome del Banco. A seguito delle restrizioni sull’usura, imposte dalla repubblica veneziana, e la relativa costituzione del ghetto, si trasferirono in Germania nella cittadina di Warburg dalla quale preso il cognome. "Avremo un governo mondiale, che vi piaccia o no. Si tratta di sapere se verrà creato con la conquista o con il consenso". Queste sono le parole pronunciate dal banchiere Paul Warburg al Senato americano nel 1950, e potremmo vederle come profetiche. Ciao Talelbano
  • Tex A. Utente certificato 8 mesi fa
    https://www.facebook.com/148490428826686/photos/a.181957915479937.1073741829.148490428826686/475092206166505/?type=3
  • Gianfranco B. Utente certificato 8 mesi fa
    Urge correre ai ripari, finché saremo in tempo. 1) Ricostituzione di una banca centrale pubblica almeno per il 66% 2) Urge il tornare alla legge bancaria del 1936, DIVISIONE tra BANCHE COMMERCIALI e BANCHE D’AFFARI. Inoltre debbono essere messe sotto controllo le transazioni finanzia 3) vietare gli acquisti allo scoperto di qualsiasi titolo/azione, solo vendite a fronte di liquidità immediata. 4) Vietare la vendita di titoli/azione prima di, almeno, 48 ore dall’acquisto. E vediamo cosa fanno gli speculatori. 5) Detassare, per un periodo di 5 anni, le rendite da investimenti privati, su tutte le attività, realmente, produttive. 6) Raddoppiare la tassazione sulle rendite finanziarie. Se non si sposta il flusso di denaro dalla speculazione alle attività produttive, qualsiasi sforzo per l’occupazione risulterà inutile. Talelbano
  • Tex A. Utente certificato 8 mesi fa
    Mi domando: "Quando gli italiani capiranno che è ora di smetterla di farsi prendere in giro da questi pseudo politici che hanno contribuito a portare l'Italia al prossimo collasso tra leggi che favoriscono i loro intrallazzi e quelli dei loro amici e le continue ruberie?" Come dice una canzone di Battisti...Non dovevamo vederci più? e invece ti ripresenti (Renzi) più pagliaccio e Bomba di prima con quella buffonata delle magliette gialle (il rosso ti fa schifo).
  • Gianfranco B. Utente certificato 8 mesi fa
    Il nostro più che uno stato di diritto è, ogni giorno di più, una stato di dritti, nel senso più deteriore del termine. Quando si arriva a fare quanto si è fatto col sistema bancario, in generale, fino ad arrivare a conferire alle banche, il ruolo di ufficiale giudiziario e giudice (sequestro automatico della casa dopo rate non pagate) vuol dire che, oltre ad essere nelle mani, della peggior specie di curatori fallimentari, il nostro governo risiede in altri luoghi che non sono ne il parlamento ne il senato. Sono proprio volatili per diabetici. Talelbano
  • Agostino Nigretti 8 mesi fa
    Le elezioni Francesi hanno rafforzato il governo fotocopia che è il pilastro portante dell'Impero UE e Globalizzazione.Ripetitivi spettacoli calma popolino,tanto alla fine termina tutto in un faraonico teatrino,nel quale ne sacrificano uno senza cambiare nulla, si scambiano gli scranni di potere. Continua il redditizio business della tratta umana pagato circa 40€ per ogni essere vivente che fa fare bella figura al governo fotocopia e commuove il popolino credulone bue-pecorone facendo leva sul pietismo dei morti.La politica è un affare di famiglia che ha espresso le sue alte Divinità cono il passaggio da 2'da a 3'za Repubblica:"governo Messia con belle Madonne Escort,governo Monti con Madonna piangente ammazza popolo,governo eredi Doc capitanati dal Figliol Prodigo con belle Madonne sorridenti salva papà & banchieri e Made Italy prodotto in Cina che ha partorito il governo fotocopia"! Si parla tanto di Mafia,però cosa sono i politici che si sono appropriati della Nazione Italia per fare i loro affari di famiglia?Almeno un mafioso se viene preso con le mani nel sacco finisce in galera,mentre i politici che rubano,provocano catastrofi per la Malapolitica,si fanno leggi a personam vengono premiati con alti incarichi per farli sedere sugli alti scranni del potere.Morale:"solo uno del popolo che non conta nulla finisce in galera per una mela rubata per fame,mentre chi fa parte della famiglia ruba miliardi viene protetto come vengono protetti gli zingari e la manodopera specializzata romena-albanese usata dai gestori del territorio per minacciare-rubare-punire chi non si sottomette al sistema:"La Giustizia Non E' Uguale Per Tutti"!
  • Aldo B. 8 mesi fa
    Non dimentichiamo che i fondatori del PCI: Berlinguer e Napolitano erano in fondo dei sostenitori dei gerarchi fascisti e filo-nazisti. Alla fine della seconda guerra mondiale. per sfuggire ai cacciatori di taglie e per confondersi dai nazi-fascisti, si sono infiltrati attivisti nel PCI per non dover fuggire in Sud-America. Il PD è solo l'effetto collaterale di questi filo-gerarchi fondatori del PCI ma antidemocratici e tifosi dei regimi totalitari.
  • claudiog 8 mesi fa
    Renzi il difensore di quella democrazia Cristiana(che si è pappata tutto),fintamente scomparsa, continua a sparare cazzate che con l'aiuto dell'informazione (al 95% corrotta dalla TV ai giornali) centra il bersaglio da loro inspirato! Per questo dico ai rappresentanti del movimento cinque stelle di andare in tutte le trasmissioni a difendersi da questi sciacalli democratizzati....!!!!
    • claudiog 8 mesi fa
      Dovete marcarli a uomo!
  • giorgio peruffo Utente certificato 8 mesi fa
    L'ISTAT ci dice che siamo ultimi in Europa, forse anche peggio della Grecia. Ma cosa si aspettavano gli italiani con questi "Cervelli al Comando"(sic) coordinati da Napolitano?
  • undefined 8 mesi fa
    «Quando i gatto dorme il topi ballano» É quello Che é successo in italia. Il popolo in letargo mentale e i ladri hanno svuotato la cassaforte. Il popolo italiano si merita tutto questo ed altro! Non piangere, poiche voi siete i principali colpevoli del disastro avvenuto.
  • sebastiano b. Utente certificato 8 mesi fa
    Buongiorno Semplicemente M A L E D E T T I ma vorrei capire alcune cose per me poco chiare: Fanno Danni all'infinito e nessuno li prende a calci, i loro Leader in sequenza ha svenduto Patrimonio e Territorio e niente da dire da nessuno, Hanno patteggiato la libertà di noi Italiani con i dettami Europei e una grande parte di Popolo destituisce il più guastatore di tutti, però una parte consistente lo rielegge a capo del Partito. Ma vogliamo per un attimo pensare che se uno qualsiasi dei tanti Politici avesse fatto tanto cosa sarebbe successo? e ora che sento? che è meglio andare ai voti alla scadenza naturale che significa nel 2018.... Ma l'antiterrorismo che fà, ANCHE QUESTO è TERRORISMO.
  • guido ligazzolo Utente certificato 8 mesi fa
    ottima analisi, mi da speranza per il futuro del Movimento. Grazie ed avanti così
  • Vincenzo A. Utente certificato 8 mesi fa
    La corruzione di questi governanti non è più neanche nascosta, oramai si sentono i padroni (padrini) dell'Italia, fanno e disfano quello che vogliono alla faccia nostra che tiriamo la carretta. Carretta dove loro sono comodamente seduti con i loro complici , se per caso rallentiamo o disturbiamo il loro procedere ci fustigano. Che popolo di coglioni siamo noi Italiani. W M 5 * * * * *
  • rosannascarpa 8 mesi fa
    la sola cosa che posso augurare a tutti e tre ed a tutti gli altri che ci hanno messo le mani, e' che i soldi che hanno guadagnato (perche' sicuramente hanno avuto il loro tornaconto) gli vadano tutti in medicine. e, se anche gli venisse un accidente non mi dispiacerebbe per nulla. comincino invece a restituire i soldi che mi hanno fregato con la banca popolare di vicenza che erano la liquidazione di mio marito. ma il vento sta cambiando, lo sento. cambiera' in peggio per noi ma nemmeno loro dovranno stare tanto allegri. i conti si fanno sempre alla fine. forza cinque stelle. invertiamo la marcia.
  • Roberto Masi Masi Utente certificato 8 mesi fa
    A Beppe con simpatia Come e' bravo Renzi con i suoi fedeli volontari a ripulire Roma dalla sporcizia prodotta dai sindaci precedessori della Raggi. Dove erano i volontari prima della Raggi, quando i sindaci erano altri, le sceneggiate fanno ridere ma non risolvono i problemi, quando i volontari si saranno stancati cosa succederà? E' troppo facile addosare le colpe di venti anni e piu di malgoverno di scelte sbagliate ed opportunistiche nonche' truffaldine delle amministrazioni precedenti la Raggi alla stessa quando contemporaneamente viene fatto di tutto intwenzionalmente di proposito per sabotare qualsiasi iniziativa costruttiva gettado quanto piu'possibile discredito a chi vule effettivamente risolvere i problemi. con simpatia Roberto
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus