Ponte crollato in Sicilia, dopo sei anni pendolari ancora senza treni!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


di MoVimento 5 Stelle

Da quando nel 2011 è crollato il ponte della tratta ferroviaria Gela-Caltagirone, usata ogni giorno da migliaia di pendolari siciliani, né il Governo né la Regione Siciliana ad oggi hanno fatto nulla. Lo ha appena ammesso lo stesso Ministero dei Trasporti che, rispondendo al question time promosso in Commissione dal deputato 5 stelle Diego De Lorenzis, 'ha manifestato la disponibilità ad avviare un tavolo di confronto con RFI e Regione Siciliana'.

Dopo sei anni di immobilismo da parte dei vari Governi di destra e di sinistra che si sono susseguiti, il Ministero dei Trasporti aveva bisogno di essere interrogato dal MoVimento 5 Stelle per produrre una semplice dichiarazione d'intenti? Questa risposta è offensiva per i cittadini e per un servizio essenziale come quello del trasporto pubblico.

Lo abbiamo visto nei giorni scorsi con i nostri occhi durante il tour del MoVimento 5 Stelle per le elezioni regionali in Sicilia: una ferrovia letteralmente spezzata dal crollo di un ponte, evidentemente mal progettato, che serviva centinaia di studenti, lavoratori e turisti ogni giorno e la cui definitiva demolizione, a detta del Ministero dei Trasporti, è costata finora quasi 2 miliardi di euro. Una vergogna senza fine. Il Governo ci ha inoltre risposto che la messa a norma dell'infrastruttura è stimata all'incirca in 90 milioni di euro.

Delrio, così come Renzi e Berlusconi, resuscitano periodicamente progetti di grandi opere inutili come il Ponte sullo Stretto che costano decine di miliardi di euro ai contribuenti italiani ma poi non riescono mai a trovare poche decine di milioni per ripristinare un ponte utilissimo in aree scarsamente infrastrutturate che ne hanno necessità immediata. Questo è l'emblema della malapolitica, in Sicilia come nel resto d'Italia. Ecco cosa hanno prodotto sei anni di partitocrazia: disservizi, sprechi e disagi. E' ora di mandarli a casa e scegliere un Governo a 5 stelle!


Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Stefano Monacò 2 mesi fa
    Per tutti i misfatti che succedono in Sicilia, è tradizione da degni "Omini d'Onore" (dai politici ai mass-midia) adeguarsi sempre ai dettami dell' omertà, come ci ricordano le tre scimmiette: non ho visto - non ho sentito - quindi non parlo! Ok?
  • Nello R. Utente certificato 2 mesi fa
    date delle priorità affrontate un tema per volta e risolvetelo 1 Anno Sanità 2 Anno Infrastrutture 3 Anno razionalizzazzione partecipate/regione 4 Anno Riduzione delle tasse 5 Verifica e controllo efiicacia dell'azione svolta non cercate cose strane o problemi minori risolvete pochi problemi , ma risolveteli my 2 cent
    • Nello R. Utente certificato 2 mesi fa
      disperdere in mille rivoli , i pochi soldi del bilancio , renderà vana e inutile la vostra azione un tema per volta ce la potete/possiamo fare
  • Cesare De Prosperis 2 mesi fa
    Ovvio che in Sicilia vale il detto "NON FATE L'ONDA"!!! Era la esortazione che una fievole voce proveniva da una stanza piena di MERDA nella quale un povero DISGRAZIATO era immerso fino al collo, per cui con l'apertura della porta la "CACCA" (sempre di MERDA si tratta) l'avrebbe sicuramente SOMMERSO!!!!. Questa è la vera situazione della Sicilia e dei Siciliani!
  • Franco Della Rosa 2 mesi fa
    SI VUOLE O NON SI VUOLE GOVERNARE ??? SCRIVETELO SUI MANIFESTI MURALI IN TUTTE LE CITTA’, IL BLOG È LETTO SEMPRE DALLE STESSE PERSONE NON HANNO BISOGNO DI QUESTE INFORMAZIONI GIA SI FIDANO DEL M5S !!! SENZA INFORMAZIONE IN STRADA NON SI VA DA NESSUNA PARTE !!! IL CONSENSO SI OTTIENE CON L'INFORMAZIONE !!! CON IL CONSENSO SI GOVERNA !!! DI QUESTO PASSO E CON QUESTI MEDOTI OCCORRONO 100 ANNI PER CAMBIARE LE COSE !!! INVECE DI RESTITUIRE I SOLDI RESTITUITELI AI CITTADINI IN INFORMAZIONE !!!
  • Agostino Nigretti Utente certificato 2 mesi fa
    Il ponte crollato non serve ai clandestini, quindi ai politici non gliene frega niente, gli italiani devono crepare per colpa della Malapolitica.
  • gianluigi f. Utente certificato 2 mesi fa
    Cosa deve ancora accadere perché i siciliani spazzino via col voto ai 5S, questi banditi ,? Adesso basta, o cambiate oppure cancelliamo autonomia della Sicilia, non si può andare avanti cosi.
    • Stefano Monacò 2 mesi fa
      Vi ricordo che l'Autonomia Siciliana è stata ottenuta dalle manovre anche occulte della Mafia - si ma quella dai colletti bianchi non dalla coppola di lato e lupara - degli ultimi anni '40, quando questa ha strumentalizzato ad arte il bandito (suo malgrado) Salvatore Giuliano. Infine quando la Mafia ha ottenuto ciò che voleva: governare la Sicilia, la banda Giuliano è stata soppressa facendogli commettere la strage di Portella delle Ginestre per la festa del 1° maggio 1947. Per lunghi decenni la Mafia ci ha sgovenati a suo piacimento sperperando i finanziamenti statali con ogni stratagemma, fra questi appalti miliardari per opere mai completate, etc.
  • Francesco Minozzi 2 mesi fa
    Penso che sia un errore il menzonato costo della demolizione che non puó essere di 2 Miliardi (ovvweo 2000 milioni di Euro !!!), ne deduco che siano in effetti 2 milioni di Euro o simili. Chi mi puó dare una conferma ??? Grazie, Francesco
  • ciccio esposito 2 mesi fa
    Perchè la Sicilia non chiede la secessione così eliminiamo un problema?
    • Lorenzo Accornero 2 mesi fa
      Si...come no: la #Sicilogna! Con Barcellona Pozzo di Gotto come capitale. Magari con un tizio come governatore che sembra uno dei Beatles. Ma per favore!
  • giorgio peruffo Utente certificato 2 mesi fa
    Non mi incazzo più, ormai mi viene solo da ridere.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus