Lotta all'azzardo: sono giorni cruciali

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Giovanni Endrizzi

Il 3 e il 4 maggio saranno giorni cruciali per chi soffre il dramma dell'azzardo. In questi anni i governi di destra e di sinistra hanno inquinato le nostre città con macchinette mangiasoldi, scommesse, gratta e vinci in ogni strada. Chi ha difeso i cittadini inermi? Molte Regioni, e i sindaci no slot come Chiara Appendino a Torino e Virginia Raggi a Roma, che hanno fatto fronte con leggi e regolamenti locali. E hanno avuto effetto, perché proprio il 3 e 4 maggio il governo in Conferenza unificata chiederà alle Regioni di rinunciare alle loro leggi, di rinunciare a difendere i cittadini.

E come lo fa? In cambio di una finta riduzione, chiede di poter istituire dei mini casinò esenti dalle normative, che potranno dunque piazzarsi a cercare nuove vittime direttamente vicino a chiese, ospedali, scuole. Ora tutto è nelle mani dei Presidenti di Regione, e non voglio credere che quelli di Veneto e Lombardia, che chiedono maggiore autonomia, siano così disposti a rinunciare a quella che già hanno, seguendo il vergognoso esempio della Giunta ligure che ha rinnegato la sua stessa legge. Andate dunque sui siti delle vostre Regioni e scrivete una mail, fate sentire la vostra voce.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • guido ligazzolo Utente certificato 8 mesi fa
    il giuoco d'azzardo e tutto quello che lo sostiene sono una cosa immonda
  • mc 8 mesi fa
    Diciamo che certo spiace sentire di situazioni di disagio. L'idea è che comunque non è questo il modo di affrontare i problemi. Ripeto, non deve essere lo stato a costringere il cittaddino a comportarsi bene o addirittura come in questo caso a costringerlo a non fare cose che possano avere conseguenze negative per sè stessi. Sarebbe una dittatura fatta 'per il bene della gente'. Orribile. Lascia alle persone la libertà di scegliere.
    • mc 8 mesi fa
      Non sono comunque d'accordo. Ognuno può vietare una cosa a se stesso, senza pretendere che gli altri seguano l'esempio. È fondamentale. Limitare la libertà degli altri per aiutarli vuol dire non aiutare per niente. possiamo semplicemente informare, mettere in guardia. Se sei ancora della stessa idea, nessun problema, rimanici. Io non credo che sia per nulla una cosa corretta. Uno stato che toglie libertà non è uno stato giusto. No a proibizionismi.
    • Iris 8 mesi fa
      Non credere che non rispetti le tue opinioni e in qualche modo sono anche giuste, ma la questione è che ormai IL DANNO È FATTO. È pieno di gente coinvolta in questo meccanismo infernale che non sa come uscirne: di fatto IL GIOCO È COME UNA DROGA. Tutte le campagne di informazione possono andare bene per chi ne è ancora fuori, ma non per chi ormai vi è dentro. Il divieto al gioco d'azzardo in realtà è come una TERAPIA D'URTO per queste persone, che comunque non vanno lasciate sole solo perché (come hai detto in qualche post precedente) non sono state abbastanza "intelligenti" da evitarlo, ma vanno AIUTATE ed evidentemente non è poi così facile farlo, visto che si è arrivati addirittura al punto di ritenere indispensabile VIETARE IL GIOCO D'AZZARDO.
    • mc 8 mesi fa
      non sono per niente d'accordo. Questa storia del proibiamo tutto in 'tutela delle fasce deboli' deve finire. L'idea di uno stato 'buono', che 'lo fa per il tuo bene' non è giusta. Uno stato che limita le libertà sta facendo sempre una cosa sbagliata, sta limitando la libertà. La gente deve crescere. Deve imparare da sè ad essere responsabile. Bisogna certo, senza proibire, fare campagna di informazione (se mai ce ne fosse bisogno) per mettere in guardia contro possibili conseguenze. Io non ho mai giocato alle slot machine e mai giocherò, so che si tratta di meccanismi fregatura in cui 'vince sempre il banco'. Questo detto, non è che se qualcuno mi lascia la tavola imbandita al ristorante, mi siedo, mi servo, mi ingozzo e poi il ristorante mi presenta il conto mi devo ribellare perchè sono una fascia debole e sono stato ingannato. Dico e ripeto, la gente deve crescere, imparare dai propri errori a non ricommetterli. In caso contrario ci potremmo ritrovare a creare tutta una serie di proibizionismi (quasi come non ce ne fossero a sufficienza), il che io non vedo come cosa positiva. No ai proibizionismi. La gente deve essere libera di fare ciò che vuole, casomai deve essere ognuno di volta in volta a decidere di evitare di fare una certa cosa o meno.
    • Iris 8 mesi fa
      La libertà di scegliere non c'entra niente. Un intervento dello Stato vorrebbe dire solamente TUTELARE LE FASCE PIÙ DEBOLI DELLA POPOLAZIONE.
  • Gianfranco B. Utente certificato 8 mesi fa
    La nuova morale è: basta che se magna, se poi è carne umana nun ce se lagna. Questa vergognosa alleanza tra istituzioni e società del gioco è la palese dimostrazione di quale possa essere la morale di chi ci governa. Moti credono che il problema principale siano le SLOT,che ovviamente lo sono,. ma il grande problema è il gioco/scommesse via web, dove si concentrano cifre colossali e disastri umani inimmaginabili. Niente è stato fatto e niente verrà fatto per mettere sotto controllo questi flussi di denaro che, tra le altre cose, sfugge, il più delle volte, anche al controllo fiscale. Noi potremo fare qualsiasi proposta di regolamentazione, controllo, restrizione, ma tutto sarà inutile fino a quando a governare saranno personaggi la cui morale e: basta che se magna se poi è carne umana nun ce se lagna. Pensate, per prendere un pacchetto di sigarette ai distributori, ci vuole il codice fiscale, per bruciare fior di risorse, magari sottratte ad una famiglia, basta inserire il denaro o fare un semplice click nel proprio P.C. Tutto regolare, come sempre. Talelbano
  • Alessandro iturriaga 8 mesi fa
    occorre più informazione ed educare i cittadini a non giocare con la propria vita come soluzione dei propri problemi.per se stesso e per le persone care che gli stanno a fianco.
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      occorre reprimere
  • seergio mazzesi 8 mesi fa
    prime che governi passati modificassero le leggi, le slot erano presenti unicamente nei casinò, dove per entrare bisognava esibire un documento che veniva registrato e dove ad alcune categorie di soggetti era impedito l'accesso. Permettere l'installazione dei videogiochi sebbene con alcune limitazioni negli esercizi pubblici dove è praticamente impossibile controllare chi ne fa uso, è come pubblicizzare in tv il gioco d'azzardo scrivendo sotto la dicitura di giocare responsabilmente ecc.. Quando ho sequestrato dei videogiochi irregolari negli esercizi pubblici i titolari mi hanno detto " per uno che trovi altri dieci funzionano"; pertanto sono favorevole a dei mini casinò dove vige il controllo degli avventori.
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      si ruba- naturalmenti solo ai poveretti gli "altri" sono "furbi" gli altri non si fanno fottere
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      erano meglio illegali -------------------------- da illegali potevi e dovevi intervenire legalmente- ------------- adesso e' il contrario adesso si ruba a norma di legge
  • Pier 8 mesi fa
    Proibizionismo e antiproibizionismo: due categorie ideate per fregare la gente. Create dal potere per comandare sui fessi che si sentono liberi se antiproibizionisti. La libertà è fatta di diritti e doveri: gli anti proibizionisti hanno cancellato i doveri personali e sociali (il dovere di essere sobrio, per un medico, fondamentale come quello di non dilapidare le risorse per il sostentamento di se stessi) perché le conseguenze le subiscono tutti.
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      cosi dai la colpa alle vittime --------------------- tutto regolare- succede quasi sempre
  • Dupa12 daniel Utente certificato 8 mesi fa
    Bisogno di avere nessuna preoccupazione per la vostra richiesta di prestito. La signora Chouinard, Romano mi ha concesso un prestito di€ 40.000, del 2% l'anno, i mesi passano, e due di me gli amici anche senza alcuna difficoltà. Così in contatto con se avete bisogno di un prestito tra particolare. Ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com
  • Zampano . Utente certificato 8 mesi fa
    Da una parte Mastella si indigna per il gioco d'azzardo e approva un ordinanza contro questo, dall'altra presenzia e promuove una sala da gioco! "Dopo il Movimento 5 Stelle, anche Le Iene con il proprio inviato Filippo Roma, denunciano il comportamento del sindaco di Benevento, Clemente Mastella per aver presenziato all’inaugurazione di una sala slot dopo aver approvato una ordinanza che interviene sull’offerta in città." http://www.pressgiochi.it/le-iene-da-mastella-un-servizio-che-non-lascia-spazio-allofferta-legale-del-gioco/35735
  • antonio agostini Utente certificato 8 mesi fa
    E' terribile constatare quanta ipocrisia , ignoranza e bigottismo viene elargita a piene mani da sedicenti appartenenti al M5S . C'è perfino chi invoca la giustizia divina ... , che sia tornata la medievale Santa Inquisizione ? Moralisti della domenica , che non hanno mai messo 1€ in una slot , ma che sicuramente hanno giocato la schedina del totocalcio o il grattaevinci o la lotteria o la tombola o la partitina a poker tra amici o i numeri al lotto che i mortacci loro gli hanno dato in sogno .
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      ma stai zitto - che fai miglior figura
  • sico rita Utente certificato 8 mesi fa
    iao Ecco la mia posta "prestitobancario2017@gmail.com" Caro Signor e la signora desiderosi di fare un prestito, con un capitale di € 28.000.000, destinare ha privati prestiti di brevi e lungo termine da 2000 a € 500.000 ha tutte persone serie, affidabile e integrate, desiderano fare un prestito. "" Il mio tasso di interesse varia dal 2% all'anno a seconda della quantità in prestito e il termine del rendimento del fondo, come essere unico e avere una banca che non voglio violare la legge sull'usura. Si può rimborsare il 5 15 anni al massimo a seconda della quantità di pronto. Hai bisogno di fare un prestito: finanziamenti immobiliari prestiti sono prestiti personali si registra vietato bancario e non avete il favore delle banche, o meglio, si ha un progetto e necessità di finanziamento, bisogno di soldi per pagare le bollette, fondo per investire in società. La nostra organizzazione non è una banca, e non abbiamo bisogno di un sacco di documenti. Prestito giusto e onesto e affidabile. Cordiali saluti.. Quindi, se avete bisogno di prestito...
  • cristiano i. Utente certificato 8 mesi fa
    Provvedere alla stesura di una legge quadro, che preveda la rimozione coatta di tutte le macchine da gioco all’interno dei bar, ristoranti, stabilimenti balneari, tabaccherie, … e che prenda spunto dal modello francese, per permettere l’istituzione di sale da gioco dedicate, attualmente in Francia ne esistono circa 200, che vengono autorizzate a seguito della richiesta dei Comuni che soddisfano le condizioni fissate dalla legge. La legge indica quali giochi possono svolgersi all’interno delle sale, le quali detengono anche il monopolio della gestione degli apparecchi automatici. Il Comune di ubicazione concorda con la casa da gioco l’elenco degli obblighi nel quale viene fissata in particolare l’aliquota sul prodotto lordo dei giochi da versare direttamente al Comune, il quale la utilizza per incrementare la propria attrattiva turistica e/o il proprio welfare. L’elenco degli obblighi precisa inoltre i requisiti legali, inoltre la casa da gioco deve organizzare spettacoli, attività culturali e animazioni oltre a offrire un servizio di ristorazione di alto livello. L’attività delle sale da gioco è sottoposta alla supervisione del Ministero dell’Interno ed eventuali investimenti da parte di operatori stranieri devono essere autorizzati anche da altri dicasteri tra cui quello all’economia. L’autorizzazione all’apertura delle sale da gioco è rilasciata dal ministro degli Interni, su richiesta dei comuni, dopo attente indagini ed in considerazione di un capitolato d’oneri molto rigido. A sorvegliare il gioco legale così come a reprimere quello clandestino, provvede la polizia dei giochi, le circa 200 sale da gioco, costituiscono il primo campo d’intervento di questo corpo di polizia, ritenuto efficientissimo. Un altro controllo viene esercitato da un organo ispettivo del Ministero delle Finanze ....
  • mc 8 mesi fa
    Tra le tante cose che trovo bizzarre di questo movimento, c'è pure questa. Voglio dire, a voi cosa deve fregare di come decide uno di passarsi la giornata? Sono fatti loro. Se uno vuole sperperarsi lo stipendio a giocare è un cretino. Che impari a farsi furbo, e soprattutto non devo essere io a dirgli cosa non deve fare. Credevo che voi foste quelli dei no ai proibizionismi, invece sembra che vogliate crearne di nuovi. Pensate piuttosto a legalizzare le droghe leggere e la prostituzione, sempre che siate ancora dell'idea.
    • mc 8 mesi fa
      ved. mio commento di sopra Diciamo che certo spiace sentire di situazioni di disagio. L'idea è che comunque non è questo il modo di affrontare i problemi. Ripeto, non deve essere lo stato a costringere il cittaddino a comportarsi bene o addirittura come in questo caso a costringerlo a non fare cose che possano avere conseguenze negative per sè stessi. Sarebbe una dittatura fatta 'per il bene della gente'. Orribile. Lascia alle persone la libertà di scegliere.
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      non e' un motivo conosco persone che in un periodo difficile hanno distrutto loro la loro famiglia ed i loro amici ------------ stai tranquillo che non esagero ------------------- li conosco io , li conoscono in tanti perche' sono tanti tutto per ingrassare mafie mafiette e parassiti delinquenti
    • mc 8 mesi fa
      mi sa che esageri. Se uno è un po' intelligente semplicemente non ci casca. Capisci subito che è una fregatura. Se uno invece ci casca, se non avesse quello, cascherebbe per qualcos'altro.
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      siamo APPESTATI da questo schifo siamo APPESTATI
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      o per caso non sara' L'ITALIA ? ---------------------------- L'ITALIA
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      -----------esiste anche il reato di induzione- lo sai qual'e' l'accidenti di posto al mondo con la maggiore di densita' di slot machine al mondo ? ------------------------- Las Vegas ? Monte Carlo ? Dubai ?
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      esiste anche il reato di induzione- lo sai qual'e' l'accidenti di al mondo con la maggiore di densita' di slot machine al mondo ? ------------------------- Las Vegas ? Monte Carlo ? Dubai ? --------------------------
    • mc 8 mesi fa
      Scusa, mi sa che quel che non capisce un tubo (o una canna) sei tu. Non sto facendo paragoni. Sono semplicemente convinto che ognuno debba essere messo nella condizione di autodeterminarsi e di stabilire ciò che è giusto o sbagliato, questo però nel più totale rispetto degli altri. Non deve essere la legge a proibirtelo.
    • mc 8 mesi fa
      Riscuoti le tasse, ottimo, stabilisci che l'utilizzo di una certa sostanza è consentito. Certo. Per il resto, stai dicendo delle cose che purtroppo non condivido o che sono banalmente vere. Se porti agli eccessi il mangiare ti porta a essere obeso e perchè no, a indebitarti. Di fatto è così. La gente dovrebbe sapersi controllare da ogni tipo di eccesso. Però questa non può essere un'imposizione. Piuttosto il risultato di un'educazione che viene impartita fin da bambini che faccia capire che il rispetto degli altri è fondamentale. Di sè che uno faccia quel che gli pare. E se nonostante tutto uno sbaglia ne paga le conseguenze e imparerà a sue spese a cambiare.
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      se paragoni una canna ad una slot --- non hai capito un tubo -------------------------
    • Iris 8 mesi fa
      "Legalizzare" non vuol dire soltanto riscuotere le tasse, ma vuol dire anche "controllare" che tutto avvenga sotto certi parametri. Il gioco o la droga se portate agli eccessi possono portare le persone fino ad indebitarsi. E quando una persona è disperata per i soldi, o si ammazza o va a rubare. E a mio avviso anche questo è un DANNO SOCIALE dove le istituzioni devono essere presenti. Certo, OGNUNO FA QUELLO CHE GLI PARE, SE NON DANNEGGIA GLI ALTRI.
    • mc 8 mesi fa
      Legalizzare vuole invece dire TOGLIERE la prostituzione e il traffico delle droghe alla criminalità. Vuol dire rendere queste attività legali, e in quanto tali lo stato oltretutto vi riscuoterebbe delle imposte. E risparmierebbe credo nell'ordine di centinaia di milioni ogni anno per la prevenzione. Il gioco è già legale. Esattamente così, ognuno fa quel che gli pare. Non devo certo andare io come stato a dire ciò che è bene e ciò che è male. Si tratta di una scelta che i cittadini devono effettuare. Se uno non vuole, non è obbligato, tanto meglio per lui, risparmia su salute e soldi. Per chi vuole, invece, esiste la possibilità di farlo in maniera legale, senza troppi sotterfugi e pagherebbero pure le tasse. Mi sembra la cosa migliore. Ovvio, il tutto deve essere corredato di campagne di informazione in merito a tutti i rischi, linee guida ecc, come per esempio per l'alcol. Il secondo si commenta da solo.
    • Roberto Caforio Utente certificato 8 mesi fa
      Ovviamente, ne vedo solo uno !!!
    • Roberto Caforio Utente certificato 8 mesi fa
      Qui di cretino ne vede solo uno !
    • Iris 8 mesi fa
      E allora già che ci siamo legalizziamo tutto, tanto sono fatti loro. Non credo proprio che questa sia la soluzione migliore: dove c'è gioco, droga, prostituzione c'è MAFIA e uno STATO SERIO non dovrebbe stare solo a guardare. Dietro a queste realtà c'è gente che si è ROVINATA insieme alle loro FAMIGLIE ed è GIUSTO INTERVENIRE perché ciò non accada MAI PIÙ.
  • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
    Se in televisione si puo' sentire tale Floris glorificare i peggior luoghi di alienazione degli ultimi 70 anni --- centri commerciali mega multi sale cinematografiche annesse - non c'e' da meravigliarsi che questo paese sia infestato di macchinette schifose mangia-anima- poche volte in vita mia , ho sentito parole piu' ignoranti , qualunquiste, materialiste, volgari, menefreghiste, ipocrite , spezzanti di ogni forma di aggregazione culturale umana- per Dio Floris vergognati sul serio - se non facessi pena , faresti ridere
    • Roberto Caforio Utente certificato 8 mesi fa
      Beh, sì; non se ne può più di vedere la vigliacca dalle lagrime di coccodrillo passare in passarella da Floris che è l'ennesimo addormentato mentale, il quale con altri "giornalisti" di varie emittenti televisive attacca duramente e con prosopopea i portavoce pentastellati ( alcuni lo fanno anche con molta aggressività e insistenza inconcepibile ) quasi come se la situazione tragica attuale dipendesse da tali portavoce, chiedendo loro di fornire d'un tratto la soluzione immediata a tutti i megacasini combinati dai bellimbusti della burocrazia e della politica italiana e/o europea ecc., mentre con i politici corrotti che dirigono ( o che si fanno dirigere da chi li finanzia ) le fila del potere si mostrano molto accomodanti. Mancano le prove ( ??? ), altrimenti si potrebbe liberamente parlare di "venduti" al potere... ma le prove sono come quelle delle ONG taroccate ( alcune non tutte ovviamente ) di cui si sa quello che fanno e perché lo fanno ma non si possono esibire tali fatti come prove per la legislazione italiana...
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      secondo solo alla - televisione italiana - in larga parte -un'isulto - uno sputo in faccia ----------------------------------------------- eccezioni confermanti regola fisica matematica a parte
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      non c'e' meraviglia se il cinema italiano da - il piu' bello del mondo - e' rovinato - ne il piu' brutto - ovvero il piu' schifoso
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      ed risparmia il propinare la visione della comare Fornero ogni volta- suddetta entita' ha gia' avuto sufficiente visibilita' diretta ed indiretta
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      ed risparmia il propinare la visione della comare Fornero ogni volta- suddetta entita' ha gia' avuto sufficiente visibilita' diretta ed inditerra
  • eccentrici 8 mesi fa
    Io dissento su molto ma credo molto nelle lotterie non fini a se stesse. l'azzardo fine a se stesso come disse napoleon hill è negativo perché non favorisce le attività umane che migliorano la prosperità umana ( lui diceva la ricchezza ma il concetto si può estendere anche alla qualità della vita, l'abbondanza, la prosperità). dunque l'azzardo ha senso solo se associato a qualche attività umana che migliora la prosperità del popolo. per far ciò si potrebbe associare una lotteria a qualunque compravendita nel senso che si potrebbe devolvere 1% di ogni scontrino fiscale ad una lotteria che consiste nel estrare a sorteggio ogni numero di scontrino. si potrebbe estendere anche alle multe e alle tasse dei municipi finanche alle spese di farmacia e di carburante... forse anche ai prelievi bancomat.... qualunque cosa che non è azzardo fine a se stesso ma che deve possedere anche una componente utile per la società. riguardo ai malati di azzardo il problema è grosso e mi piange il cuore quando vedo la nonnina rincitrullita dall'età o anche qualche giovane bruciato dagli psicofarmaci e dalle droghe che si spende 20 euro per un gratta e vinci perciò metterei dei limiti alle lotterie max 1 euro a giocata e dei limiti alle macchinette mangiasoldi che non dovrebbero spillare dalle tasche della gente più di 7 euro all'ora. ma io sono eccentrico e anticonformista perciò dubito che qualcuno ci penserà alle parole di napoleon hill come ci ho pensato io.... penso che si andrà ancora peggio e peggio e peggio.
  • rolaznde danderas Utente certificato 8 mesi fa
    Ciao gente Non ho molto da dirvi, vi chiedo di consultare questa banca: https://cibanque.com Ecco il numero di telefono del direttore della Banca: + 330644146852 Ho successo nella mia vita a causa di un prestito che ho ricevuto in questa banca. Darvi più sbagliato non il ladro. È possibile contattare la banca su questa mail: infos@cibanque.com Grazie
    • Zampano . Utente certificato 8 mesi fa
      SEI UN FARABUTTO https://it.wikipedia.org/wiki/Phishing
  • Pier W. Utente certificato 8 mesi fa
    Il concetto è questo: il gioco d'azzardo genera introiti per lo Stato. E lo Stato ha bisogno di soldi, tanti soldi. Lo Stato non può impedire a chiunque abbia un euro a disposizione di farne ciò che vuole. Non può impedire a frotte di disgraziati di andare a suicidarsi alle slot. Sono cavoli loro se si giocano la pensione o pochi spiccioli. Le regioni gestite dalla destra delle libertà sono favorevoli all'istituzionalizzazione del gioco d'azzardo, quindi avanti con i mini casinò. Le Regioni sanno che gli effetti devastanti del gioco d'azzardo e dei vari "gratta e vinci" ricadono sulle politiche sociali del territorio, che tradotto significa aumento di gente di sussidi "per mangiare".
  • Pier W. Utente certificato 8 mesi fa
    Quello che i malati da gioco non comprendono è che alle slot la fortuna non esiste. Le slot sono programmate con algoritmi calcolati a favore del banco. E' calcolata pure la vincita, nulla è al caso. Invece questi poveretti credono nella fortuna, nella carta buona, nel favore del destino ecc. ecc. quando vincono corrono a rigiocare, in un giro vizioso senza senso, tipico delle patologie da dipendenza, da cui è afflitta l'attuale società.
    • FABIO B. Utente certificato 8 mesi fa
      lo comprendono perfettamente -altrimenti non giocherebbero-
  • Pier W. Utente certificato 8 mesi fa
    Ci vorrebbero gli psichiatri a disposizione dei malati da gioco. Conosco un venditore di pesce che immediatamente dopo aver venduto la mercanzia corre a giocare ai video - poker. Se questo soggetto fosse titolare del reddito di cittadinanza, sono sicuro che i 780 euro li andrebbe a sperperare al gioco d'azzardo.
  • zic ezac 8 mesi fa
    Quelli che si fanno prendere dal demone del gioco sono solo dei coglioni.
    • Gino Sighicelli Utente certificato 8 mesi fa
      quelli che ne approfittano sono dei farabutti
  • Shahab Shirakbari Utente certificato 8 mesi fa
    GIOCO D'AZZARDO E' LA TERZA INDUSTRIA DEL PAESE MA LO STATO CI RIMETTE!... lo Stato incassa 10 miliardi di tasse sui giochi, ma ne spende quasi il doppio per curare gli italiani.Per il mancato incasso derivato dal gioco e sostenere spese per malati del gioco!!!... In Italia ci sono circa 1 milione malati dipendenti dal gioco, mentre 2 milione sono considerato a rischio patologia. La perdita sarebbe addirittura di 1 miliardo e 600 milioni di euro, pari a un quarto del gettito dell'Imu. Scommesse e lotterie un’ immensa torta spartita tra concessionari ed esercenti, l’industria dei giochi ha fatturato 95 miliardi di euro, i concessionarie, in teoria, considerati esattori per conto dello Stato. Si tratta di un settore delicatissimo con grandi rischi per la società ed economia.
  • Canzio R. Utente certificato 8 mesi fa
    Questi delinquenti, che sono in combutta con le mafie del gioco d'azzardo,mai e poi mai, con i loro uomini, pro gioco d'azzardo che siedono in parlamento fermeranno questo inferno dantesco, che sta rovinano ,e distruggendo, persone e famiglie, impoverendo e indebitando,ancora di più questi disgraziati, che cadono nel vortice voluto e intensificato, da questi statisti da "San Vittore"
  • Giampaolo M5S Utente certificato 8 mesi fa
    Con il gioco si perde sempre e ci si rovina.
  • corthis bonocie Utente certificato 8 mesi fa
    Ciao signora e Signore Per il vostro prestito di differenza tra assistenza e soluzione di finanziamento del progetto è dove il Signore ha Invia Lady Josina grazie alla sua buona fede lei offre prestiti di 5000 euro a 700.000 euro per qualsiasi persona seria nel bisogno e con un tasso del 2% in collaborazione con banche internazionali continentale credito reciproco
    • Zampano . Utente certificato 8 mesi fa
      https://it.wikipedia.org/wiki/Phishing
  • corthis bonocie Utente certificato 8 mesi fa
    ciao
  • Vincino Fivestar 8 mesi fa
    Questi sono banditi, malviventi, mafiosi, dalla punta dei capelli alla punta dei piedi. Pur di tirar su denaro, non esitano a rovinare, distruggere, annientare, persone e famiglie. Ma se è vero che esiste una punizione divina, ci sarà una tale folla, un tale assembramento all'inferno, che satana ed i suoi accoliti, avranno da fare straordinari senza limite per gestire tutti i piddioti che arriveranno. Intanto, però, mi piacerebbe che cominciassero qui, sulla terra, adesso, a pagare per le loro colpe. Maledetti !!!!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus