5 giorni a 5stelle/28: #InEquitalia

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
<img alt= " src="http://www.beppegrillo.it/immagini/immagini/5giorni_equitalia.jpg" width="210" height="157" />

"Quando i cittadini fanno la differenza. Nessun telegiornale o grande quotidiano ve lo ha raccontato, ma questa settimana il Movimento 5 Stelle è riuscito ad ottenere due grandi vittorie. Alla Camera sono state approvate due proposte dei nostri portavoce. All'interno del Decreto Italia è stata abolito il famigerato "articolo 8" che massacrava artigiani e automobilisti per portare miliardi di euro nelle tasche delle assicurazioni. Approvato anche l'emendamento del M5S che blocca le cartelle di Equitalia per chi ha crediti con lo Stato. Cittadini tra i cittadini, siamo scesi in piazza per ascoltare e portare in Parlamento la voce degli esodati, un problema di giustizia sociale causato dalla riforma Fornero che ha eliminato i diritti a quasi 400.000 italiani. Se c'è chi ascolta i cittadini, la partitocrazia continua ad essere sorda e non tiene conto della voce del buonsenso, dell'onestà e della giustizia. Alla Camera è passato con l'ennesimo voto di fiducia il decreto "svuota carceri" che ha libererà mafiosi, assassini e stupratori, mentre in Senato è stato votato il decreto "Terra dei Fuochi" che, al di là del nome non risolve un problema gravissimo. Per questo ci siamo opposti. Sempre in Senato tutti i partiti hanno detto "no" alla proposta del MoVimento 5 Stelle per istituire il "Politometro" che avrebbe permesso di verificare gli arricchimenti illeciti di politici e dirigenti pubblici negli ultimi 20 anni." M5S Camera e Senato
Scarica l'ultimo numero di 5 giorni a 5 Stelle in pdf

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus