Grandi opere: basta a sprechi e lavori incompiuti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
pubbliche_sprechi.jpg

"Grandi opere: basta a sprechi e lavori incompiuti, ora la parola passa ai cittadini! Il programma delle Infrastrutture strategiche italiane vale 239 miliardi di euro: dentro, per capirci, ci sono grandi opere come la Tav, il passante di Mestre, l'Autostrada Tirrenica (Livorno-Civitavecchia), il terzo valico dei Giovi.
In molti casi parliamo di cantieri fermi, di opere lasciate a metà, di soldi pubblici che non si sono mai tradotti in reali benefici per la collettività, ma solo in sprechi, disagi e conflitti sociali.Il punto è: quante di queste cosiddette 'grandi opere' sono realmente utili? Quante di quelle progettate oltre 40 anni fa, oggi hanno ancora un senso? Per fermare questa emorragia di denaro e per razionalizzare una volta per tutte il Piano delle infrastrutture del nostro Paese, il Movimento 5 Stelle ha pronta una sua proposta di legge organica in tema di lavori pubblici: la proposta prevede un organismo indipendente che verifichi e aggiorni il Piano delle grandi opere pubbliche da finanziare, attraverso una vera e propria ricognizione e un'analisi dei costi/benefici.
Basta grandi opere inutili e basta anche alle infrastrutture calate dall'alto sulla pelle dei cittadini! Vogliamo che il parere di chi vive in quei territori destinati ad ospitare una nuova infrastruttura, non sia più una voce inascoltata. Per questo, la nostra proposta prevede che nel processo di valutazione di opere dal grande impatto ambientale, sociale ed economico entrino anche i cittadini attraverso l'istituzione del dibattito pubblico da inserire direttamente nel codice dei contratti. La consultazione pubblica potrà essere richiesta da almeno 30mila cittadini residenti nel comune o comuni interessati e andrà svolta prima della convocazione della conferenza dei servizi. Nella realizzazione dell'opera, le istituzioni dovranno tener conto del parere dei cittadini e delle loro osservazioni. Adesso tocca a voi. Partecipate alla discussione della legge!".
Andrea Cioffi, M5S Senato

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • giovanni dotti 3 anni fa
    Perfettamente d'accordo.Sono le stesse cose che io e l'amico Martino Pirone andiamo dicendo e scrivendo da anni, era ora che qualcuno se ne interessasse politicamente, perché finora nessuno ne ha fatto nulla.
  • Notizie PC Utente certificato 3 anni fa
    Se i residenti non vogliono non sa de faaaaaa
  • vincenzodigiorgio digiorgio Utente certificato 3 anni fa
    Si tradirebbe lo spiriti della delega ai parlamentari cui diamo facoltà di operare in nome nostro . Il punto e che , ormai sono tutti corrotti e incapaci . Noi siamo colpevoli come loro in quanto incapaci di opporci in maniera efficace . Ci avvoltoliamo nel blog e siamo convinti di aver fatto qualcosa di buono . Non è così , stiamo facendo poco e male ! La maggior parte degli italiani non ha il computer ed è ignaro di tante cose che solo andando in tv potremmo denunciarle a tutti ! Non sono assolutamente d'accordo con questa linea ma , in assoluta mancanza di meglio , continuo a votare per il Movimento .
    • marcello acquaviva (giobbe - 1943) Utente certificato 3 anni fa
      Lo spirito di delega, demandato ai parlamentari di agire in nome e per conto del popolo Italiano, è una valida istituzione. Con il passare del tempo si è abusato travisato il fine di tale norma ed oggi gli elettori non valgono più di una cicca di sigaretta spenta e bagnata.
  • giancarlo s. Utente certificato 3 anni fa
    Referendum propositivo come nella Democraticissima Svizzera.
  • Franco Mas 3 anni fa
    Nelle città spuntano rotonde come funghi, e la metà di queste sono fatte male, ficcate con forza in uno spazio che non le contiene. E' ovvio che più cose si fanno, utili o inutili che siano, più i corrotti riescono a imboscare soldi. Ogni provvedimento atto al controllo della spesa è il benvenuto. Anzi, io affiderei per legge la supervisione degli appalti pubblici a funzionari nominati dall'opposizione. Qualcosa va fatto, siamo in Paese più corrotto d'Europa e il governo promette riformine idiote.
  • Paolo B. Utente certificato 3 anni fa
    tagliando soli gli sprechi diventiamo il popolo piú ricco del pianeta!
  • Dario M. Utente certificato 3 anni fa
    Hanno la frenesia di realizzare sempre infrastrutture inutili in un nord italia già stra saturo (che fra l'altro non le vuole) mentre al sud Italia dove c'è ne sarebbe bisogno ...niente!
  • rosanna scarpa 3 anni fa
    sarebbe ora che chiedessero il parere della gente comune che li paga e che ha molto piu' buon senso di loro e non ha interessi, se non il vero bene comune. basta opere inutili. inutile spingere anche i consumi. abbiamo tre di tutto. basta. pensiamo a goderci la vita, la natura, la pace. basta pensare ai soldi. per fortuna anche i re mida crepano alla fine e nessuno se li porta con se'.
  • FABRIZIO P. Utente certificato 3 anni fa
    la proposta è ovviamente piu che ottima ...il problema è che renzi è li per fare tutto quel che serve per la spartizione ...cl coop e i solti di confindustria ..semplice
  • Gianpiero Mazzoleni 3 anni fa
    LEGGO CHE SONO STATI CONFISCATI BENI PER 13.000.000 DI EURO A BALDUCCI NOTO PERSONAGGIO PUBBLICO. ECCO DOVE VANNO A FINIRE I SOLDI DELLE GRANDI OPERE! G.Mazz.
  • angela b. Utente certificato 3 anni fa
    ottima proposta e son sicurissima che i cittadini interessati al territorio destinato alla grande opera si interesseranno ma sarà lotta dura! lo vediamo dalla tav in val susa...certamente nn dobbiamo demordere ma indubbio che nn si lasceranno togliere la ciccia da sotto i denti tanto facilmente
  • Andrea B. Utente certificato 3 anni fa
    Grande Andrea,io son della provincia di Como,qui vicino stanno costruendo la Pedemontana;per andare a lavorare attraverso tutti i giorni una strada che passa accanto ad un bosco,una bella mattina il bosco non c'è più.L'hanno abbattuto di notte,senza chieder niente a nessuno,ed ora stanno costruendo uno svincolo mostruoso,una cagata pazzesca,come direbbe il ragioner Fantozzi.Le grandi opere devono avere l'avvallo dei cittadini e non devono essere il risultato di seghe mentali di affaristi e politici da strapazzo.Vi seguo sempre,verrò a Roma a salutarti!
  • Carlo B. Utente certificato 3 anni fa
    Temo che sia ormai troppo tardi. Gli italiani hanno già compiuto l'impresa di consegnare l'Italia, prima a un pregiudicato delinquente e ai suoi associati del piddì, poi a una scheggia impazzita meglio nota come "il demente bimbominchia di pontassieve" e adesso (manca poco), quale premio fedeltà, finiranno in bocca ai pescecani della troika, che li spolperanno fino all'osso senza alcun impedimento. Italiani, brava gente...
  • alfonsina p. Utente certificato 3 anni fa
    Mi sono sempre chiesta del perché la SA-RC durasse così tanto. Adesso l'ho capito.(scusate, sono un po' tardiva). A parte che, passando gli anni, aumentavano i costi e di conseguenza "mazzette"per tutti, ma la cosa più importante era che davano lavoro, per anni, alle stesse ditte "amiche",che davano lavoro alle stesse persone, che davano i voti agli stessi politici. Per questo motivo questi sanguisughe si battono per le grandi opere, lunghe e costose, per fare favori agli amici degli amici, i quali promettono lavoro in cambio di voti. È un circolo vizioso che non si spezzera' mai, tranne se qualche malato di tbc (poverino) non si offra volontario a sputarli tutti in faccia.
    • Dario M. Utente certificato 3 anni fa
      ...brava! Vedrai che ad opera completamente ultimata (...nonstante 40 anni di lavori ...ancora oggi non lo è del tutto) si tireranno fuori dal cilindro, la genialata di un terzo nuovo restiling ...stavolta a tre corsie per senso di marcia (adesso abbiamo la 2 corsie+corsia di emergenza ...sotto dimensionata cmq). ...EVVAI!!! ...ALTRI 80 ANNI DI SVILUPPO E LAVORO!!!
  • Riccardo Garofoli 3 anni fa
    La città dello sport , doveva essere attiva per il 2010 per i mondiali di nuoto a Roma E alle porte di Roma una mostruosa impalcatura in acciaio di staglia al orizonte tra strade mai realizzate e strutture in acciaio per ponti , ai lati della Roma Napoli Milioni di euro gettati al vento Chi è il responzabile pagherà mai qualcuno per questo spreco inverecondo ??
  • Maurizio Giannattasio Utente certificato 3 anni fa
    Mai più opere improponibili e incompiute.
  • alvise fossa 3 anni fa
    AVANTI COSI' 5 STELLE NON MOLLATE MAI
  • gianfranco r. Utente certificato 3 anni fa
    Quando parliamo di soldi pubblici arriviamo sempre alle tasche di politici e imprenditori che si gonfiano molto e sempre di più,ed è lì la piaga di questo paese!.Sarà e sempre il malcostume italiano e da noi pure legalizzato trattandosi di politici poi!....................un mare di soldi da farci due finanziarie se non di più!!!!!!!!!!!!.
    • vincenzodigiorgio digiorgio Utente certificato 3 anni fa
      Di più , di più , molto di più . Diciamo che , se recuperassimo il maltolto , potremmo estinguere il debito pubblico e rimarrebbe anche qualcosa .
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus