Orellana sfiduciato dal territorio

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
orellana_sfiduciato.jpg

"Durante l’assemblea provinciale tenutasi a Pavia il 7 febbraio nel confronto col portavoce Orellana è emerso un generale e consolidato stato d’insoddisfazione da parte dei gruppi per la persistente assenza del Senatore dal territorio e lo scarso confronto con gli attivisti locali, nonchè l’inopportunità delle sue continue critiche mediante stampa e TV nazionali, lesive dell’immagine dei portavoce e degli attivisti impegnati sul campo, suoi stessi elettori. La martellante campagna coordinata dai 4 senatori 5 stelle sugli organi di informazione nazionali crea una grave lesione a tutto il MoVimento 5 Stelle ed ha raggiunto limiti che non siamo più disposti a tollerare. I gruppi della provincia hanno avanzato al Senatore Orellana due richieste: avviare contatti e confronti più frequenti con gli attivisti locali e rendere costruttive le eventuali critiche personali attraverso una condivisione e dibattito all’interno del gruppo parlamentare dei senatori M5S. A queste richieste, Orellana ha pubblicamente risposto dando la disponibilità ed assumendosi l’impegno ad ottemperarle, impegno che purtroppo è stato disatteso con nuove esternazioni non condivise dalla base, frutto del suo pensiero personale ed espresse ai mass media in qualità di Senatore (vedi link Agorà, Espresso, Messaggero). Pertanto, i gruppi del MoVimento 5 Stelle del territorio della Provincia di Pavia prendono ufficialmente le distanze dalle dichiarazioni e dalle azioni a titolo politico o personale di Luis Alberto Orellana, non riconoscendo più in lui un portavoce affidabile e rappresentativo." Gruppi M5S e Meetup della Provincia di Pavia - leggi il comunicato integrale

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Claudio Solarino Utente certificato 3 anni fa
    Vedo che anche qui nel M5s chi è sgradito per le proprie opinioni viene dossierato, screditato e isolato o cacciato. Alla faccia dell'art. 21 della nostra Costituzione!!! Giudicare i diritti con il metro dell’opportunità politica è quanto di più sbagliato ed ingiusto. Esprimo TOTALE ed INCONDIZIONATA solidarietà ai 4 parlamentari Lorenzo Battista, Fabrizio Bocchino, Francesco Campanella e Luis Alberto Orellana, colpevoli peraltro solo di aver espresso l’opinione (del tutto sensata oltre che legittima) che le consultazioni avrebbero potuto essere meglio messe a frutto per gli elettori del m5s e per tutti i cittadini in generale.
    • Giancarlo Fanelli 3 anni fa
      il tuo principio di libertà, è applicabile ai liberi cittadini, non ai politici che, x le loro idee, vengono eletti dai cittadini stessi, in rappresentanza. un politico, una volta scelta una via, deve mantenerla, proprio x onorare i voti presi (chi è che li ha votati x criticare le scelte di Grillo e, oltretutto, tramite i massmedia?!?). non vi va bene la linea del M5*? dimettetevi o cercate un confronto interno al movimento stesso: a chi serve una critica tramite un giornale?!?
    • Efisio Spada Utente certificato 3 anni fa
      VINCOLO DI MANDATO. qui non è in ballo la libertà di dissentire o criticare, questa è in termini politici la differenza su quello che, chi sta con il movimento intende quando si parla di coerenza. Liberi di dissentire, però anche di dimettersi quando non si più in accordo con la maggioranza.
    • Marc Spagnoli Utente certificato 3 anni fa
      SE VUOI STARE AL POTERE PUOI SEMPRE FARTI LA TESSERA DEL PD. CHIEDI CONSIGLIO A CHI HA LA NR. 1 ...
  • Martina bellucci 3 anni fa
    Esprimere un parere diverso da Grillo non credo meriti la "scomunica". Facciamo un sondaggio su questo episodio. Poi altra cosa e' "l'assenteismo " che va punito. Anche secondo me Grillo doveva lasciar parlare Renzi. Poi confermare le linee del M5S , cioè accordi con nessuno . Se si inizia a privare i nostri deputati della libertà di espressione, se diversa da Grillo, non si va lontano e prestiamo il fianco ai soliti attacchi mediatici che definiscono Grillo "fascista ", "quello che comanda dall'alto" ecc ecc.
    • gabriele belhani Utente certificato 3 anni fa
      D'accordissimo con te, ma, se esprime il suo dissenso a tutti i media sapendo che questi non cercano altro per screditare i 5 stelle, mi vien da pensar male. Ovvero che remi contro. Il suo dissenso lo esprima nel gruppo parlamentare o a grillo direttamente. Che si chiarisca con i diretti interessati . Poi io son contro le epurazioni. Ma se non sei più d'accordo con i 5 stelle, tutti a casa, ed invece vuoi metterti d'accordo con la casta allora che te lo dico a fare?
    • Patrizia P. Utente certificato 3 anni fa
      Martina Bellucci non parlare di quello che non capisci, perchè è ovvio che non capisci le vere motivazioni, non hai letto il post e non capisci le questioni di etica e di correttezza. Quindi o sei un trol o se sei dei nostri cosa che dubito fortemente, non sai nulla di come funziona il Movimento che non ha nulla a che fare con come funzionano i Partiti. Quindi fai un favore a te stessa evita in futuro di commentare senza prima sapere la materia che commenti.
  • Ajeje Brazorf 3 anni fa
    In questa settimana abbiamo fatto già una cazzata a NON lasciar parlare renzi mentre lo smontavamo... Questo post è la seconda. I 4 non hanno violato nessuna regola del non statuto. Se nel non statuto ci fosse stato scritto che bisognava NON EMETTERE DICHIARAZIONI DI DISACCORDO ai comportamenti di beppe grillo, non l'avrei mai votato. Restituiscono i soldi? sì. Votano compatti con gli altri? sì. Fine del discorso, non vedo cosa abbiano violato. Se poi verranno giudicati dei nullafacenti, vorrà dire che alle prossime parlamentarie non verranno eletti più, qual è il problema. Se un giorno il Movimento andrà davvero al governo, chi esprime un'idea diversa dai cosiddetti "talebani" perderà il diritto di fare politica? Io credo molto nel Movimento, ma negli ultmi giorni confesso che alcune cose mi stanno un po' spaventando...
    • Francois_Marie_ Arouet Utente certificato 3 anni fa
      Certe cose non si fanno perchè c'è una legge, uno statuto che le vieta. Non si fanno perchè sono inopportune, perchè non sono etiche, perchè nuocciono alla causa. Se non sei d'accordo con la tua squadra ne parli con la tua squadra, non con avvoltoi pronti a cibarsi delle tue parole, del tuo punto di vista diverso.
    • caputo mauro Utente certificato 3 anni fa
      Assolutamente d'accordo. Non è stata violata alcuna regola e non sono stati visti amoreggiare e/o prendere accordi con il nemico. Buttare fuori qualcuno per un parere non è solo fascismo ma è una manifestazione di evidente debolezza. E' vero che i media ci danno addosso, basterebbe però non dar loro la possibilità di "amplificare" la minima minchiata che succede.
    • antonio trozzo Utente certificato 3 anni fa
      se si comincia all'inizio a mettere disaccordo,e ad allearsi con chi ha disastrato l'ITALIA,mi dici a che serve,votare il M.5,S.se non erro il motto del movimento è tutti a casa,che senso ha confrontarsi con Renzi?semmai,sara RENZI,domani a confrontarsi con NOI,ti pare?
    • Franco G. Utente certificato 3 anni fa
      Acceso e connesso il cervello? Ti è arrivato l'audio delle prime tre parole di Renzi? Ricordi quale sono state? "Io non vi chiedo nulla e non voglio niente da voi..." E allora? Di cosa parli, riesci a comprendere che Renzi ha iniziato sbattendo la porta in faccia a Beppe e agli altri? Non aveva Renzi alcuna voglia di parlare è chiaro e lampante per normali cervelli pensanti.
    • eugenio bencardino 3 anni fa
      Io sto sentendo Orellana e gli altri criticare molto spesso la linea di Grillo e del movimento 5 Stelle...le critiche possono essere positive e costruttive se espresse in assemblea, tra di loro...ma loro stanno fornendo sul piatto alla stampa corrotta, la possibilità di attaccare il movimento e Grillo; e del resto,le critiche in Televisione da parte di Orellana e gli altri sono un evidente dimostrazione di malafede...se usi la tv per criticare Grillo e le decisioni del movimento, sapendo che la stampa ne approfitterà, vuol dire che l'intenzione è quella di danneggiare il Movimento. C'è un vecchio "detto" che dice che i panni sporchi si lavano in famiglia, e non si vanno a sbandierare in giro, cosa che Orellana sta facendo, arrecando danno a noi del movimento.Non ho mai sentito qualcuno di Forza Italia del pregiudicato Berlusconi, attaccare un proprio collega di partito, anche quando veniva colto sul fatto.E poi, il Movimento 5 stelle l'ha creato Grillo...questo non vuol dire che sia un dittatore, ma una linea ci deve essere, altrimenti ognuno fa a modo suo...qualcuno si aspettava che Grillo trattasse bene Renzi?io di certo no...e ne sono contento...ma poi, come si faceva a parlare di programmi con Renzi che il giorno prima dice una cosa e il giorno dopo la smentisce con i fatti?
  • Alberto P. Utente certificato 3 anni fa
    Siamo onesti Non sarebbe un problema se questa persona manifestasse il suo dissenso in modo privato durante le riunioni degli attivisti e dei suoi colleghi, ma questa persona continua a manifestare in televisione e ai giornali il suo dissenso.. se fossimo in un paese normale non sarebbe una cosa poi troppo grave ma siamo in Italia e, avendo tutta la informazione contro, le sue dichiarazioni sono oro colato per i detrattori del M5S. Questo OVVIO fatto il senatore non sembra comprenderlo e quindi delle due l'una : O è stupido o è in cattiva fede.. in ogni caso non va bene.
    • Emanuele Romano 3 anni fa
      Anche per me sbaglia nei modi, ma il problema che pone in evidenza resta. Non vorrei che il M5S da movimento che pone come obiettivo *** non statuto *** realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi *** *** diventasse un sistema che approva il sistema rappresentativo, accettando certi rappresentanti e eliminando altri. Ci si concentra sul rappresentante, quando il problema è il sistema.
  • Paolo Camba 3 anni fa
    Attenzione cari amici, sostenitori, attivisti, elettori, parlamentari del M5S, cerchiamo di fare un analisi serena. Il nostro è un movimento che, nato dal nulla, grazie a Grillo, è diventata la prima vera forza politica in Italia, come sancito dalle elezioni politiche del 2013. Iniziamo quindi a non scordare mai i meriti enormi di Beppe perché senza di lui non esisterebbe niente di tutto quello che stiamo vivendo. In questo primo anno di parlamento, al netto di qualche prevedibile errore dovuto all'inesperienza di questi nostri bravissimi ragazzi, abbiamo fatto molto bene, svolgendo in maniera molto efficace il nostro ruolo attuale di opposizione, ma nonostante ciò dobbiamo essere sempre consapevoli dei nostri limiti. Siamo soli contro tutti, non abbiamo la potenza mediatica dei principali avversari politici, non abbiamo alleanze strane con nessuno dei partiti tradizionali e con nessun tipo di potere forte come stabilito dal nostro codice di comportamento, siamo nati per demolire democraticamente l'attuale sistema marcio e corrotto dominato dal regime della partitocrazia e ripristinare la vera democrazia, dobbiamo ancora crescere, maturare, fare ancora esperienza dentro i palazzi di questo potere che vogliamo abbattere, ma per poterlo fare dobbiamo conquistare milioni di voti di indecisi e di gente che non vota da anni per delusione, insomma milioni di italiani che aspettano solo noi. Allora dico che è opportuno che il caso di Orellana e degli altri senatori dissidenti va risolto senza purghe di tipo stalinista. Il dissenso è sempre esistito e sempre esisterà in tutti i partiti, come ci insegna la storia, così sarà anche per il M5S, non ne saremmo immuni, quindi non bisogna demonizzarlo ma considerarlo come libertà di pensiero, purchè venga manifestato civilmente, con le giuste argomentazioni, con onestà intellettuale e in maniera costruttiva, senza creare danno al movimento e agli elettori di cui si è portavoce. In conclusione evitiamo errori ed espulsioni dannose
    • s 3 anni fa
      Dissento fermamente dal tuo pensiero. Sei stato brillante nell’esposizione della prima parte, ma nella seconda parte ti sei completamente perso. Il danno al M5S lo si fa se si tengono i vari Orellana. Il M5S è nato con un programma ben preciso le cui condizioni sono conosciute da sempre, “mandare a casa tutti i partiti che hanno sfasciato questo Bel Paese” praticamente tutti. Nessuno è obbligato a candidarsi se no ne condivide le regole. Questa è Democrazia, Coerenza! Caro Paolo non avere paura, ci vuole tempo e tenacia perché il popolo possa riprendersi la sovranità. La vita quella vera è fatta di scelte non di compromessi o di larghe /piccole intese. Chi ha votato M5S ha fatto una scelta e và rispettata e questa scelta và rispettata e garantita da coloro che hanno avuto il privilegio, la fiducia di essere stati eletti. Per coloro che hanno ancora l’idea delle alleanze ci sono pd,pdl,sel o tutti gli altri. Il M5S non si presta a compromessi altrimenti sarebbe come gli altri , non credi?
    • stefania f. Utente certificato 3 anni fa
      cosa facciamo allora cresciamo con 800 correnti interne e 3000 pensieri paralleli???Per stare in un gruppo di lavoro o si accetta la linea o si cambia strada.E' una guerra, qua tutti devono lavorare a testa bassa come tori in una arena.Non è questione di democrazia...IN QUESTO MOMENTO l'unione fa la forza, il dissenso fa ricotta!!!!
    • elio 3 anni fa
      La libertà di opinione e la libertà di mandato sono necessari alla educazione di un popolo. Chi vuole salvarlo per mezzo di una classe politica onesta e pura lo distruggerà come hanno già fatto il comunismo e il fascismo. Non esistono classi politiche oneste avulse dai popoli, ma popoli più civili e popoli meno civili che producono le rispettive classi politiche.
    • caputo mauro Utente certificato 3 anni fa
      Le espulsioni fatte così,sono una via di mezzo tra le purghe staliniste ed i comitati di salute pubblica, salvo che sono incruente. Voterò NO a qualunque espulsione.
    • Franz M. Utente certificato 3 anni fa
      E SE GLI ORELLANA FOSSERO AGENTI DELLA CASTA? GLI È IN GRADO DI ESCLUDERE QUESTO?
    • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
      se il dissenso viene messo in piazza con il preciso scopo di far perdere voti al m5s fottendosene beatamente delle regole condivise allora NO! Il dissenso interno è lecito, il dissenso messo in piazza NO! E le cazzate piddine sul sacro diritto inviolabile di infangare il m5s tientele: Orellana danneggia volontariamente il movimento e lo sai benissimo anche tu
    • Beatrice D. Utente certificato 3 anni fa
      bravissimo
    • roberto b. Utente certificato 3 anni fa
      Non mi sembra che si siano rivolti, ma che siano stati pressati dalla stampa.Se sono male informato correggetemi.
    • m. c. Utente certificato 3 anni fa
      Anche io non sono per l'epurazione stile stalinista, ma rivolgersi ai media piuttosto che alla base e ai loro colleghi fa pensar male...
  • Fabrizio Zucchelli (fabrizio zuc) Utente certificato 3 anni fa
    Salve. Sono uno che ha votato no a far andare Beppe da Renzi. Beppe è un tipo che mi sono preso la briga di andare a vedere a piazza San Giovanni partendo con un pulman con un mio amico che mi ha pagato il biglietto. Beppe è assolutamente a parer mio una persona stupenda e onesta. Nella corriera cera anche Fraccaro che ora siede in quel luogo chiamato parlamento facendo del suo meglio per cambiare le cose e mi sembra un tipo a posto. Premetto che Fraccaro neanche lo conosco ma abitavamo nella stessa regione. Io sono di ideali anarchici individualisti non violenti del tipo : " attraverso sempre le strisce pedonali per non disturbare i gendarmi " (citazione del sommo Georges Brassens) Il mio manifesto politico è il testo di : Imagine ( John Lenon ) Ho messo una crocetta sul foglietto in nome della democrazia diretta senza rubare la matita ( Democraticamente l' avrebbe fatto anche Gaber ! ) Tutto sommato dall' alto dei miei 53 anni posso dire di aver fatto la vita che volevo lavorando come artigiano onestamente e sentendomi così veramente qualcuno da rispettare in termini lavorativi. Mi inserisco nella discussione solo per dire che Orellana e da sbattere fuori, punto e basta ! La cosa più schifosa è che questi personaggi sono arrivati lì solo per l' impegno di Grillo e delle persone oneste che quasi timidamente lo criticano nel video...che se ne vadi affanculo assieme ai suoi simili ! Saluti
  • Alessio Rosini 3 anni fa
    Io come molti altri seguo beppe grillo fin dai suoi primissimi spettacoli (ultimo decennio) e devo dire che il suo modo di pensare e di parlare non è cambiato di una virgola..chi non ama la coerenza non doveva condividere le idee del M5S, quindi i dissidenti è bene che emigrino dove l'ipocrisia regna sovrana, poi i soldi danno al cervello!
  • ugo papa (pocodebono) Utente certificato 3 anni fa
    secondo me abbiamo aspettato anche troppo, fuori dal movimento (e magari è quello a cui aspiravano)così possono finalmente passare al gruppo misto e stare a panza all'aria per il resto della legislatura. ma NON dimenticheremo!
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 3 anni fa
    ANCHE BOCCHINO E CAMPANELLA ERANO STATI SFIDUCIATI A GENNAIO DAI LORO TERRITORI. ERA DA APRECCHIO CHE QUESTI TRE ROMPEVANO LE PALLE. SIAMO STATI FIN TROPPO PAZIENTI MA LORO INSISTONO. SEGNO CHE SONO IN MALAFEDE. ADESSO FATE IN FRETTA E ADTELI A NOI SUL BLOG. VOTERO' PER CACCIARLI CON GRANDE PIACERE .....E POI OCCUPIAMOCI DELLA POLITICA VERA. DI QUESTI COGLIONI NON VOGLIAMO PIU' SENTIR PARLARE
  • FAU 3 anni fa
    Orellana, rappresenta solo se stesso;non che questa rappresentazione sia vietata o deprecabile per gli invidui singolarmente presi, ma assolutamente incompatibile per chi faccia parte di un movimento (e a maggior ragione nel movimento 5 stelle) in qualità di portavoce, quali sono i parlamentari eletti. Quindi Orellana si deve CORTESEMENTE accomodare FUORI. - VINCIAMO NOI (fuoco amico permettendo).
  • Gabriele Gigli Utente certificato 3 anni fa
    Cari attivisti e caro Beppe, di opinioni ne ho lette tante pro e tante contro. Però mi sembra che pochissimi abbiano riflettuto sul fatto che: 1) espellere ora Orellana equivale ad una cura peggiore del male, vero o presunto, per l'immagine del M5S e per la sua potenzialità di attirare nuovi elettori delusi dagli altri? 2) che se il comunicato dei 4 Senatori è attaccabile perchè fatto sui media invece che internamente la stessa colpa ricade sul comunicato di questa "assemblea provinciale", che è stato già fagocitato da tutta la stampa di regime per attaccare il M5S? 3) che aver "lasciato che sia" avrebbe fatto guadagnare l'immagine del M5S invece di peggiorarla? (in 4: ma che danno volete che arrechino?) 4) che dare risalto, anche in negativo, invece di ignorare "rafforza" il comunicato dei 4 anche contro le intenzioni dei loro detrattori? 5) che un Parlamentare del M5S è un Portavoce di TUTTO il MoVimento e che quindi nessuno "localmente" può arrogarsi diritti di alcun genere sull'operato di nessuno? 6) che le "assemblee provinciali" nel M5S non sono ne previste ne esistenti, e che anzi Grillo stesso ha già cassato in passato i tentativi di costruzione di sovrastrutture (es. regionali)? 7) che nel M5S non ci sono le sovrastrutture proprio perchè "non è un Partito ne si intende che lo diventi" e quindi avallare un' "assemblea provinciale" è in rotta di collisione piena con il Non Statuto? 8) che se esiste un' "assemblea provinciale" ufficiale e con "potere" di censura allora uno non vale uno perchè qualcuno "nella provinciale" starà sopra a chi è "nella comunale" e sotto a chi starà "nella regionale"? 9) [OT] che Becchi, ancorchè pubblicamente sconfessato come "rappresentante", continua a lucrare sul nome del M5S scrivendo libri? (che almeno devolva gli incassi al Fondo 5S per le PMI!) Che, infine, abbiamo ottimi comunicatori singoli ma un'organizzazione da "armata brancaleone"?? Per cambiare partiamo da noi! :)
    • Gabriele Gigli Utente certificato 3 anni fa
      Sinceri ringraziamenti anche a Carlo P. per l'onestà di pensiero.
    • Gabriele Gigli Utente certificato 3 anni fa
      Caro Alberto Formenti grazie. Effettivamente è uno degli aspetti più controversi nell’avallare e pubblicizzare post di questo tipo sul blog riconosciuto come ufficiale. Dovrebbe farci interrogare sul come vogliamo essere. Caro “Il Sentiero di Ho Chi Minh” potrei farmi tante domande su di te, da “sai capire quanto ho scritto?” a “conosci veramente la storia del nick che hai scelto?” ma in effetti, per chi non mette nemmeno il proprio nome sul blog del M5S, ben vale il punto 3 qua sopra. E quindi con te chiudo, anche per le future repliche.
    • carlo p. Utente certificato 3 anni fa
      io non puzzo di PD, ma sono d'accordo con quanto scritto. Solo il fatto che e' argomentato, e' degno di rispetto,mentre le offese gratuite e becere vengono acclamate dai saltatori di carro degli ultimi minuti. ps Ho chi minh non era del resto piu' democratico del PD
    • Alberto Formenti Utente certificato 3 anni fa
      Concordo, soprattutto il punto 7 è una contraddizione
    • Il Sentiero di Ho Chi Minh Utente certificato 3 anni fa
      Puzzi di PD... Da tutti i pori... I traditori vanno presi e cacciati, solo così vinceremo l'ultima battaglia!
  • Alfredo Simonetti Utente certificato 3 anni fa
    Si fa confusione. L'Orellana sconfessato dal suo meet-up è un fatto locale, che deve essere risolto territorialmente dagli interessati. Che la sconfessione caschi a fagiolo e che sia stato pubblicato è certamente una procedura democristiana che lascia stupefatti e delusi. L'Orellana che esprime la sua opinone sull'incontro tra Renzi e Grillo è invece un fatto politico nazionale. Personalmente non mi sono sentito rappresentato, come uno dei 22.000,dalle modalità dell'incontro. Il mandato ricevuto da Grillo dalla maggioranza non era quello di una piece teatrale, ma di un confronto politico. Grillo non ha rispettato il mandato. La sintesi è che abbiamo vinto la piece teatrale, ma persa una occasione politica. E, soprattutto, non rispettato i ruoli di rappresentanza della base. "uno vale uno" per tutti!
    • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
      Perso l'occasione di leccare il culo di renzi come tutti i pennivendoli e i troll piddini che girano nel blog
    • vincenzo riccobono 3 anni fa
      ...è quale sarebbe l'occasione politica che avremmo perso secondo te??...rivedi pure le motivazioni che ti hanno fatto aderire al movimento perchè mi pare che tu abbia capito poco o niente...o semplicemente non c'entri nulla con il movimento 5 stelle...adios!
    • Ezio Bigliazzi Utente certificato 3 anni fa
      Cittadino, ti consiglio di rivedere lo streaming. Quando Renzie, in prima battuta, come un maestrino di provincia tenta di spiegare ai bimbi la sua dottrina. Pinocchio esordisce così: Vi raccontiamo che cosa vogliamo fare........... non siamo a chiedervi il voto di fiducia........ A quel punto Beppe risponde, allora noi cosa siamo venuti a fare? Quale occasione secondo te avremmo perso quando l'interlocutore si pone in questi termini? Quale mandato elettorale rappresenta costui? I sui collaboratori presenti, a parte essere dei sindaci assenti dai loro comuni, che mandato elettorale rappresentano? Relativamente ai 22.000 che secondo te non sono stati rappresentati, non mi risulta ti abbiano conferito l'incarico di parlare a nome di tutti loro. Almeno non da me ne tantomeno dalla mia compagna. Andiamo oltre
    • carlo breviglieri 3 anni fa
      anch'io ho votato per l'incontro, ma non per il mandato di un confronto con renzi sulle sue proposte. dovevamo, come è stato, bastonarlo. il quesito era solo se incontrare o no renzi, le divagazioni sul tema sono proprie dei trolls pd
    • Enrico D'Incerti 3 anni fa
      Ma proprio non vi volete affrancare dalla solita politica vecchia vecchia vecchia.Mi fate ribrezzo quando vi penso ancora legati alle procedure e al confronto dialettico.Ficcatevele...
  • Alessandro Marchetti 3 anni fa
    E' normale che in una forza politica che ha preso il 25% dei voti non tutti la pensino allo stesso modo, c'è tanta gente che vota M5S, ma che è critica su certi suoi aspetti o su certe azioni di Grillo.Cacciare Orellana per le osservazioni fatte è togliere rappresentanza a tutta questa gente, sarebbe un errore, un gesto da forza politica piccola, esclusiva e non inclusiva, destinata a non incidere e a non aumentare il suo consenso.
  • michele ruotolo Utente certificato 3 anni fa
    vedo che a parecchi non è ancora chiaro il concetto, i nostri rappresentanti parlamentari devono seguire le direttive per cui sono stati votati , e non far di testa loro , non possiamo fare da stampella a chi ha distrutto l'italia e gli italiani, se vogliamo avere ancora qualche briciola di speranza dobbiamo essere compatti, chi non condivide tale decisioni vuol dire che ha altri interessi, oppure non ha capito della situazione disastrosa in cui ci troviamo, e sorreggere un governo fatto da questi parassiti non facciamo altro che danneggiarci ulteriormente.
  • Beatrice D. Utente certificato 3 anni fa
    Questa faccenda di Orellana è RIDICOLA! Facciamola finita per piacere. Lui come gli altri "dissidenti" non si meritano questa gogna. Hanno il diritto alle loro opinioni, in Italia non esiste il reato di opinione non si può cacciare qualcuno anche se la pensa in modo diverso. Io non li voglio fuori dal movimenot. Non sono criminali, non sono cattivi senatori. Saranno un po' ingenui e goffi ma non sono da buttare fuori. Smettiamola per favore!
    • Marcello A. Utente certificato 3 anni fa
      mi spiace, ha poco senso ciò che dici perchè il punto centrale non è quello. quì non si discute la generale libertà di opinione, pensiero ed espressione ma la coerenza con le idee del moVimento. certo che ognuno è libero di pensare ed esprimenrsi come vuole (nei limiti di legge naturalmente, che già sarebbe un controsenso nel caso della libertà di pensiero ed espressione), ma NON quando fa parte di un moVimento politico ed addirittura lo rappresenta (tra l'altro in che momento!). se le loro idee non sono in linea con gli impegni presi (e lo dico perchè qualcuno di loro 'spunta' solo per distinguo, critiche in momenti salienti e tendenza ad esprimersi pro-inciucio), o non lo sono più, in linea, che si dimettano se sono onesti. quì NON si discute la libertà di pensiero ma il 'fare come mi pare' essendo un nostro rappresentante mandato lì proprio per fare come negli impegni presi e come gli dirà volta per volta il moVimento. cmq, io ancora non ho avuto il tempo di sentire direttamente ciò che i 4 hanno detto, per cui non mi esprimo per tutti. di uno di essi però, Orellana, ho visto un intervista e m'è bastato ciò che ho sentito e ciò che ricordo di lui, per dire che secondo me dovrebbe andare via. saluti, Forza M5S, teniamo la rotta :)
    • salvatore Leonangeli (s leonangeli) Utente certificato 3 anni fa
      Domanda: ma prima delle elezioni politiche, dissentiva e si comportava nello stesso modo durante le assemblee del movimento?
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
    Lorenzo Battista, voce tremante e idee molto confuse, in TV dichiara che lui é generosamente disposto a spiegare ai fondatori del movimento cosa bisogna fare secondo lui e gli altri tre statisti. Che persone modeste! Ma andare a chiedere agli attivisti che vi hanno eletti cosa fare no? Non siete forse dei portavoce? Questi il movimento proprio non hanno capito cosa sia. Smettiamola di chiamarli dissidenti, questi sono a libro paga, questi sono dei venduti. Chi li ha mai visti a fare le agorá in piazza? Chi li ha mai visti sul territorio a creare consenso e partecipazione? Questi di lavoro remano contro e si atteggiano da piccoli onorevoli. Il gruppo misto vi aspetta, andate a svernare lì e fuori dai coglioni
    • Emanuele Romano 3 anni fa
      *** Chi li ha mai visti a fare le agorá in piazza? Chi li ha mai visti sul territorio a creare consenso e partecipazione? *** Io, da prima del 2010... ci siamo fatti il culo in piazza con la bora, con la pioggia, con il sole. Informati prima di scrivere.
    • VIRGINIA VIANELLO Utente certificato 3 anni fa
      NO.non è giusto che passino al misto X INTASCARSI I SCHEI tutti anche gli altri"dissidenti"accusati che fosse x altro, dichiaravano che non era x questioni economiche che avrebbero continuato a rimanere sotto questo aspetto legati al Movimento poi? hanno versato il di piu'? nn se ne sa nulla uno di questi aveva detto che l'avrebbe fatto, ma che x la privacy ecc che nn era obbligato ecc http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/09/m5s-senatore-francesco-campanella-a-furia-di-tagliare-qui-ci-rimettiamo/556645/ e poi è da un anno che questi 4 dell'avemaria trovano da ridire su tutto! confrontarsi con chi la pensa diversamente è ok, ma lo fai a 4occhi con la controparte nn mandandolo a dire a nuora xkè suocera intenda(poi proprio sui giornalacci che sappiamo)
  • Giuseppe D. 3 anni fa
    Ma mi sembra una esagerazione queste espulsioni di massa di facile portata, basterebbe una ammonizione per i senatori è un immediata riapertura alle strategie politiche comunicative.
  • Alessandro D. Utente certificato 3 anni fa
    purtroppo la costituzione va anche modificata in alcuni (parecchi punti) ESEMPIO art. 67 « Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato » . modificato in "Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni rispettando il programma elettorale presentato dal suo schieramento per la legislatura, e rispetto alle disposizione dei cittadini elettori" Con Revoca del mandato Parlamentare: Nel caso in cui, per qualsiasi motivo, il parlamentare eletto non voglia più ottemperare all'art. 67 della costituzione è automaticamente destituito dal suo ruolo, e al suo posto sarà incaricato nuovo soggetto, secondo graduatoria del partito/movimento del parlamentare a cui è stata revocata la nomina.
    • carlo p. Utente certificato 3 anni fa
      e come si modifica se siamo minoranza? ci vogliono i 2/3.. e senza gli altri non facciamo niente o no?
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      infatti!quando il M5S governerà si dovrà cercare di reinserire il vincolo di mandato!
  • Michele Ginevra Utente certificato 3 anni fa
    Questa storia delle espulsioni facili per le opinioni manifestate a titolo personale DEVE FINIRE!!! Fanno solo male al Movimento, ne danno un'immagine distorta di quelli che sono i veri valori per cui tutti ci impegniamo, e la LIBERTA' di opinione deve essere uno di questi valori. Per cui per favore smettiamole con queste sciocchezze!! La diversità di opinione è una ricchezza all'interno di una colettività...mi fa paura l'omologazione del pensiero e credo che in fondo nessuno di noi la vuole.
    • Rosa P. Utente certificato 3 anni fa
      Antonio, possibile che tu non capisca che il diritto di parola e di critica è fondamentale? il M5S è sotto attacco perchè tacciato di subalternità a Grillo e Casaleggio.Orellana e gli altri dimostrano che non è così, promuovendo così il Movimento stesso. Possibile che tu non lo capisca?
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      Non credo che il problema sia quella della diversità di opinioni e del diritto ad avere una opinione diversa da quella di un'altro. Il problema è solo se i Quattro intendono porsi fuori e contro il Movimento. Intendo in modo oggettivo e soggettivo. Anche di uscire fuori del Movimento, se vogliono, hanno diritto, ma che ce lo facciano sapere... In un periodo in cui il Movimento è sotto attacco non credo che i Quattro non abbiano consapevolezza della portata di detrminati loro atteggiamenti, soprattutto se espressi davanti ai media... Possono dire tutto quello che vogliono, ma nelle assemblee dei Portavoce del Movimento, non davanti ai media che poi usano le loro dichiarazioni contro il Movimento. Possibile che non capiscano questo?
  • Rosa Anna 3 anni fa
    Le motivazioni di procedura di espulsione devono essere argomentate con buoni e validi motivi Non può essere solo il dissenso al colloquio con Renzi Per decidere con un voto di decurtarci di 4 senatori dovete darci spiegazioni. Il dissenso ascoltato sul link di Pavia non può essere sufficente per muovere una sfiducia che riduce l'attività parlamentare del movimento
    • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
      NO Decide la base in una democrazia diretta... "Le motivazioni di procedura di espulsione" NON devono essere obbligatoriamente argomentate perchè se la base si diverte a espellere lo fa e basta. DECIDE LA BASE. La decisione non può essere infognata in procedure da azzeccagarbugli in stile piddino per salvare sempre tutti quelli che violano le regole. Se poi a te va bene tenerlo allora vota per tenerlo, la scelta è perfettamente lecita purchè ti ricordi che in democrazia vince la maggioranza
    • Emanuele Romano 3 anni fa
      X Ezio: http://parlamento17.openpolis.it/parlamentare/cosa/id/686881/sf_highlight/orellana Ognuno può monitorare i parlamentari. Ciao!
    • Ezio Bigliazzi Utente certificato 3 anni fa
      Attualmente si parla nel blog di un nome, Orellana. Le motivazioni sono valide ed ineccepibili. Ovvero sfiduciato dal territorio. Cittadina, hai memoria di codesto individuo fuori dal palazzo colloquiare con le persone come peraltro fanno tutti i rappresentanti delM5***** per incentivare le nostre ragioni ed idee? Se frequenti i blog, mi segnali quali proposte costruttive ha posto in essere costui in UNDICIMESI. Grazie.
  • Claudio De Pietro 3 anni fa
    Si, va bé. Io penso che un po' di sano pragmatismo non guasterebbe. Se l'argomento è che Orellananon hanno portato grandi masse di voti e lo si scopre quando a Orellana - o a chiunque altro - viene qualche mal di pancia, se domani verrà in mente a Di Battista un'idea, o a Di Maio un'esigenza morale, o a Taverna un malessere, lo stesso argomento lo si userà nei loro confronti? Il corollario è che chiunque dissenta dalla linea Grillo/Casaleggio viene sbattuto fuori, perché i voti di quasi 9 milioni di Italiani sono solo loro. A parte che il ragionamento mi ricorda molto da vicino la peggiore politica: io prendo tot voti, quindi sto un gradino sopra di te che ne hai preso tot di meno, per cui io faccio il ministro e tu fai il portatore di acqua, qui il problema è che affiora un autoritarismo che, come tale, è assolutamente esecrabile in qualsiasi ordinamento democratico. Altro che democrazia diretta, qua si stanno esibendo purghe in diretta! Io credo che una corretta e serena discussione nell'ambito dei gruppi non guasterebbe, prima di esporre le mutande sporche alla vista di tutti. Non è forma, è sostanza. Qui non si tratta di motivare quelli che a Grillo già danno il voto; qua si tratta di convincere quelli che hanno votato altro o non hanno votato per l'oggettivo schifo esibito da tempo immemore dalla politica nazionale (e internazionale). Ma così la gente si allontana. No, così non va. Io non so se Orellana o altri siano sfaticati o inaffidabili, so che prima di condannare uno, gli si fa un processo, con tanto di diritti della difesa. Se poi penso che l'idea di consultare gli iscritti sulla opportunità di andare da Renzi è stata tirata fuori quando c'era un'accesa discussione fra i parlamentari, con tanto di indicazione di voto da parte dei capi, credo che così si va verso l'autodistruzione. Non mi dispiace per Grillo o Casaleggio, mi dispiace per l'Italia che aveva creduto in loro, a cui mancherà una volta di più una ragione per recarsi a votare.
    • pietro m. Utente certificato 3 anni fa
      condivido
    • claudio d. Utente certificato 3 anni fa
      Vorrei rispondere a Daniele Tognarelli e non trovo nessun altro modo. Tu sostieni che uno sviamento non potrà mai capitare a Di Battista, Taverna o Di Maio perché loro sono molto attivi sul territorio. Bene. E cosa c'entra? Qui è bene chiarire che qualsiasi essere pensante può avere gusti o modi di vedere diversi. Se tu pensi che "i migliori" non possano mai deviare dalla strada segnata, eccoti arrivato al pensiero unico della razza eletta, che, pertanto, è anche dominante. Da far accapponare la pelle! Se stessimo parlando di un parlamentare che si fa eleggere per votare contro gli F35 e poi vota a favore, per esempio, allora si che andrebbe espulso. Invece uno che dice di non approvare nulla del comportamento di Renzi ma critica l'approccio in streaming adottato da Grillo, beh, secondo me quello sta esprimendo legittimamente un parere. Anche in Cina o in Arabia Saudita dicono di fare regolari processi, come dicevano i fascisti quando processarono i dissidenti del 25 luglio. Farse. Eppoi, io, che leggo quotidianamente il blog, non ho mai letto nulla delle negligenze di Orellana. Forse non sono stato attento, ma il fatto che questo argomento esca fuori adesso, un po' mi puzza.
    • Antonio Doneddu 3 anni fa
      A questo punto c'è proprio da temere che se i grillini andassero al potere pretenderebbero che tutti siano allineati al loro unico pensiero, in quanto giusto e quindi unico, pena, nella migliore dell'ipotesi, l'espulsione dal proprio Paese; lo spettacolo della vecchia politica la conosciamo, ed è di per se angosciante, ma la prospettiva guida di Grillo incardinata nella concezione della "sobria dittatura" presenta contorni di scelleratezza.
    • Daniele Tognarelli 3 anni fa
      Il processo gli è già stato fatto, gli è stato fatto dagli attivisti del territorio di Pavia, da dove lui è stato eletto, gli sono state fatte varie critiche, dalla poca presenza e disponibilità a incontrarsi con loro, al atto di esternare troppo spesso le sue opilioni personali ai media invece di parlarne tra di loro. Di fatto, è stato DEMOCRATICAMENTE SFIDUCIATO da chi gli ha dato il voto. Come gli è stato detto, "le tue esternazioni stanno rovinando l'immagine del Movimento e del nostro lavoro", la tua riflessione è completamente fuori strada, con gli altri non accadrà perché Di Battista, Di Maio, Taverna sono sempre in giro nel fine settimana, per le piazze a dialogare con i cittadini. Orellana non l'ho mai visto a queste iniziative. Comunque se sarà cartellino rosso lo decideranno come sempre in ultima battuta gli iscritti.
  • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
    @ tutti coloro che paventano la perdita di milioni di voti e di consensi in seguito all'espulsione dico: abbiate fiducia, il M5S prende forza da coloro che non lo vogliono e finché ci sarà qualcuno che non lo vorrà, lui continuerà ad esserci ! Siamo troppi da sconfiggere Vinciamo noi.
  • caputo mauro Utente certificato 3 anni fa
    Mi sembra che si stia creando una specie di sinergia all'interno del movimento che ricorda tanto il rapporto tra Robespierre, Saint Just ed i circoli giacobbini. Sarebbe ora di abbandonare queste buffonate che ricordano tantissimo avvenimenti molto più drammatici. Ci sono altri metodi, che non sono le espulsioni, per risolvere conflitti interni.
    • caputo mauro Utente certificato 3 anni fa
      L'unica cosa che otterremo è di farci criticare e di esporci ad attacchi. Già su facebook hanno cominciato a cantare gioiosi, accusandoci di ogni cosa possibile. Ma perchè dobbiamo prestare il fianco ( inutilmente ) a critiche del genere? C'è qualcuno che dissente ed allora?
    • Ottaviano Augusto Utente certificato 3 anni fa
      le serpi al mio paese si uccidono schiacciandogli la testa
    • enzo z. Utente certificato 3 anni fa
      Io ieri avevo skritto ke bisognava rispettare le opinioni altrui, anke le loro. Peró l'assenteismo, quello no, quello é intollerabile.
    • carlo p. Utente certificato 3 anni fa
      non ti preoccupare..questi saltatori di carri, con una piccola flessione , si cercasno altri carri.
  • Tatiana soset 3 anni fa
    Le critiche sollevate da Orellana non sono sbagliate, effettivamente i parlamentari 5 stelle sono stati avvertiti in ultimo. anche il sondaggio sulle consultazioni poteva essere trascritto in maniera meno equivocabile, tipo "andiamo a manifestare la nostra idignazione alle consultazioni oppure no?" . Lo sbaglio di Orellana è di affidare argomentazioni ai media piuttosto che proporre, ad esempio, un video nel quale manifesta le proprie critiche, caricandolo in rete, o su "la cosa". Ecco preferirei una rubrica, tipo "proposte di modifica alle direttive" dove un parlamentare che ha da dire qualcosa lo dica direttamente nel blog e venga votato e commentato. Purtroppo aver affidato il proprio parere ai media in maniera così critica da un senso di demolizione non di costruzione. siamo convinti che tutto, blog compreso si possa migliorare, ma con un procedimento che passa prima per la base. Orellana si più costruttivo, ricavati lo spazio per dire la tua su "la cosa" e non su la tv nazionale, infondo il tuo elettorato ti ascolterà più li, sappiamo bene invece chi si fa forte delle tue parole sui media nazionali, parrebbe più che tu voglia dare assist a questa gente...... Orallana orellana..... nei discorsi puoi avere ragioni valide ma i tuoi metodi tradiscono una voglia di cambiamento... ricordami orellana, i giornali a chi sono in mano? a persone super-partes? mmm come è innocente e disinformato il nostro senatore... per il resto se fosse riuscito a fare passare il messaggio prima alla rete, pur dissentendo dai tuoi pareri ti avrei stimato, per la tua voglia di migliorare il sistema, ma se poi non ti fai vedere sul territorio.... e dimmi ti sembra il caso di ascoltare il programma di uno che ha saltato le elezioni ed è il 3° illegittimo al parlamento? renzie voleva parlare di programma, chi segue il movimento comprende bessimo che alle consultazioni con l'inlegittimo renzie di programma non si poteva parlare....mica dire questo ai media e... sei uno stratega orellana! :(
    • Paolo T. Utente certificato 3 anni fa
      Per Cesare: si, ho compreso quel che intendeva Tatiana, e concordo con lei sul giudizio. Il mio commento era solo relativa all'idea di dover fare tutto per forza solo all'interno, rinchiuderci in un blog, o La Cosa, perche' esprimere una opinione ad un media "nemico" e' sbagliato a prescindere. Ecco, io non sono molto d'accordo su questa autoreferenziazione. Bisogna imparare a parlare con chi oggi non viene raggiunto ne' da Blog ne' dalla Cosa, il che non e' facile... PS: non sono avvezzo al blog, ma non ho ancora ben capito come si possa rispondere ad un commento in modo diretto all'interno di una discussione... il filo sequenziale che si genera ho paura sia un po' confuso... ;-/
    • Massimo Melegari 3 anni fa
      Ed infatti, sul corriere.it viene riportato che la "scomunica" di Orellana viene direttamente da Beppe e non dai MeetUp's di riferimento del Senatore. Come a voler sottolineare la mancanza di "Democrazia" all'interno del M5S. Non dobbiamo cadere nel tranello di ascoltare chi non ha niente da dire. Non possiamo fidarci di chi, da sempre, ha fatto il Gattopardo : loro non cambieranno mai, non possono, distruggerebbero il loro stesso sistema. Quando una casa è troppo ammalorata per essere riparata la abbatti, sgombri le macerie e ne costruisci una nuova : questo io voglio fare. Se ascolto Renzi farò senz'altro così, ma grazie ad un progetto approvato dove si prevede la ristrutturazione dell'immobile e non l'abbattimento. Così abbiamo costruito una nuova casa, ma con i soliti metodi. Non voglio "case nuove", voglio persone nuove, pulite, non contaminate dal "sistema"!
    • cesare r. Utente certificato 3 anni fa
      Paolo, mi sembra che Tatiana sia d'accordo con te sul cercare di migliorare e coinvolgere altro elettorato. Almeno così si deduce da ciò che ha scritto ed io sono d'accordo con lei. Critica Orellana nel metodo delle critiche ma non con certezza sul merito. Leggete bene....
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      ovviamente per il resto son d'accordo con te!!!:)
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      cortesemente tatiana,leggi bene il post e il comunicato del suo territorio!per favoreeeeeeeeee prima di scrivereeeee informatevi!!!!!!!!!è il suo territorio che ha chiesto la sfiducia e per i motivi ben spiegati!!per favore..
    • Paolo T. Utente certificato 3 anni fa
      Tatiana, sei proprio certa che il suo elettorato ascolti piu' la cosa che la Tv nazionale ? M5S ha preso 9 milioni di voti. Pensi davvero fossero tutti perennemente sintonizzati su La Cosa ? E in ogni caso, l'obiettivo e' di parlare solo al 25% di elettori M5S o anche (sperabilmente) di allargare questo bacino riuscendo a parlare con chi fino ad oggi non ha votato o ha votato altro ?
  • Franz M. Utente certificato 3 anni fa
    Questi 4 fantocci che criticano un movimento che sta cercando di liberarci dalle grinfie dei traditori della patria, sminuendo E SERVENDO SU UN PIATTO D`ARGENTO l`unico movimento onesto AI MEDIA. Vanno cacciati via. SONO DEI CORPI ESTRANEI, NON FANNO FANNO PARTE DI QUESTO STRAORDINARIA COMUNITÀ. FATECI VOTARE, E VEDIANO COSA DECIDE LA RETE. DOBBIAMO CIRCONDARCI DI PERSONE VALOROSE, NON GENTE DI QUESTO CALIBRO! FATECI VOTARE E FACCIAMOLA FINITA.
    • Franz M. Utente certificato 3 anni fa
      CRITICHE ALL`INTERNO DEI GRUPPI SI, MA PUGNALATE ALLE SPALLE SVENDENDOCI AI MEDIA NO!!! È TRADIMENTO VERO E PROPRIO. DIMETTETEVI. ALTRIMENTI SI VOTA PER L`ESPULSIONE.
  • claudio d. Utente certificato 3 anni fa
    Insomma, cari miei. Io credo che Grillo con l'atteggiamento assunto con Renzi e ora con questa richiesta di espulsione, stia mettendo la pistola carica in mano ai vecchi politicanti, molto bravi nell'arte di spararti alla schiena. Al di là di considerazioni sul merito, che pure destano diverse perplessità ha ottenuto tre risultati: 1) -allontanare la gente scontenta ma mite che cominciava a vedere nel 5* una formazione politica affidabile, veramente nuova e propositiva; 2) -fornire ai media la possibilità di sparare a zero sul M5S; 3) -spaccare il movimento, anche in considerazione del fatto che già nella votazione per stabilire se recarsi o no alle consultazioni, il M5S si è mostrato esattamente tagliato a metà. Piuttosto facile prevedere che lo stesso sarebbe successo davanti a queste nuove uscite. Complimenti Grillo/Casaleggio, fantastico! Vorrei chiedere a Grillo: ma ci fai o ci sei? Ricordati, chi lavora per dividere l'unica vera opposizione alla marcia politica italiana è uno sciagurato!!! Vero è che il Movimento è una tua invenzione; è vero anche che senza di te non sarebbe arrivato a raggiungere quell'entità di suffragi. Ma il Movimento è fatto di gente che pensa con la sua testa, non di ebeti creduloni che pendono dalle tue labbra. Solo i peggiori ultras lo sono. Ti sei assunto una grave responsabilità di cui penso tu stia temendo il peso. Oppure sei del tutto fuori di testa e davvero credi che gli Italiani, iscritti e non, elettori e non del M5S ti consentiranno di fare il ducetto. Per me (almeno in relazione al reperimento del consenso): Renzi-Grillo 2 a 0 e palla al centro (purtroppo).
    • eugenio bencardino 3 anni fa
      Inutile nascondersi: sicuramente sarai uno del PDL o PD, e anke aver classificato l'incontro Grillo - Renzi come vincente x il toscanaccio, dimostra la tua appartenenza...anke la stampa corrotta italiana, come te, ha dato il confronto favorevole a Renzie...peccato che tutti i giornali esteri abbiano parlato di annientamento di Renzie; non ci riesci a convincere qualcuno che il movimento si sta spaccando, siamo sempre di + e i vecchi partiti sono finiti ....Io sto sentendo Orellana e gli altri criticare molto spesso la linea di Grillo e del movimento 5 Stelle...le critiche possono essere positive e costruttive se espresse in assemblea, tra di loro...ma loro stanno fornendo sul piatto alla stampa corrotta, la possibilità di attaccare il movimento e Grillo; e del resto,le critiche in Televisione da parte di Orellana e gli altri sono un evidente dimostrazione di malafede...se usi la tv per criticare Grillo e le decisioni del movimento, sapendo che la stampa ne approfitterà, vuol dire che l'intenzione è quella di danneggiare il Movimento. C'è un vecchio "detto" che dice che i panni sporchi si lavano in famiglia, e non si vanno a sbandierare in giro, cosa che Orellana sta facendo, arrecando danno a noi del movimento.Non ho mai sentito qualcuno di Forza Italia del pregiudicato Berlusconi, attaccare un proprio collega di partito, anche quando veniva colto sul fatto.E poi, il Movimento 5 stelle l'ha creato Grillo...questo non vuol dire che sia un dittatore, ma una linea ci deve essere, altrimenti ognuno fa a modo suo...qualcuno si aspettava che Grillo trattasse bene Renzi?io di certo no...e ne sono contento...ma poi, come si faceva a parlare di programmi con Renzi che il giorno prima dice una cosa e il giorno dopo la smentisce con i fatti?
  • Patrizia P. Utente certificato 3 anni fa
    Permessa tutti anche i porci sanno che i media sono avvoltoi con il nostro Movimento ci attraccano ìad ogni più sospinto e ogni virgola viene amplificata e distorta in maniera esponenziale. allora vi faccio un esempio facile facile. Vivi in un condominio, la Tua vicina di casa ti odia è gelosa della tua famiglia e vorrebbe quello che hai tu, e non manca mai in qualsiasi occasione di sparlare male di te con tutti gli altri condomini. Ora tu hai un fraintendimento con tua moglie/ marito che ami profondamente ed ha dubbi su come risolvere la cosa,sei perplesso, hai bisogno di sfogarti. Da chi vai? Dagli amici? NO, dai parenti? NO. Orellana e gli altri tre vanno a sfogarsi con la vicina di casa. Chiaro?
  • carlo p. Utente certificato 3 anni fa
    io non sono d'accordo con quanto ha fatto Beppe. Quindi dovrei andarmene..no? solo i talebani e chi offende gratuitamente deve rimanere nel movimento..vero? il moviemnto non e' un ta ze bao dove ognuno scrive tutto ed il contrario di tutto usando parole oscene e becere. il dissenso e' legittimo e visto che il blog e' pubblico, che non mi si dica...dovevano dirlo internamente. Ipocriti. il referendum era SI o NO...ad andare a consultazioni. E' stato fatto il contrario. Siete sicuri che il caro Beppe abbia fatto quello che la maggioranza voleva????? 1 vale 1 ps avanti con gli insulti.
    • rino lagomartino Utente certificato 3 anni fa
      Nessun insulto ma solo un misurato e calmo invito a valutare che nessuno della base s'è permesso di dire a Grillo ciò che avrebbe dovuto dire o ascoltare all'incontro con Renzi Bugs Bunny. Ti pare? Hanno solo detto di andare all'incontro. Quello che poi è avvenuto a me personalmente è piaciuto non solo perché perfettamente coerente ed intellettualmente onesto a confronto col pinocchio bugiardone, voltagabbana ogni giorno, ma anche perché è stato misurato e non è scaduto negli insulti o nelle parolacce. L'ha semplicemente demolito. Tu invece volevi dargli ancora parola, credito, apertura...??
  • alfredo cavarra 3 anni fa
    Tutti quelli che remano contro il perere del gruppo devono andare via,questa gente è stata eletta per stare in gruppo e muoversi insieme per mandare a casa questa casta maledetta,non per governarci insieme,è un anno che si ripete questo slogan ma ancora nessuno lo vuole capire,il M5S e stato votato ed eletto per mandare tutti a casa.
  • Corrado P. Utente certificato 3 anni fa
    Ora, non voglio entrare nel MERITO delle mozioni di sfiducia ... ma .. quanti cazzo siamo rimasti? .. no perchè quà a furia di epurazioni ne rimarrà soltanto uno .. tipo highlander.. SAREBBE IL CASO... di farsi un esamino di coscenza e smetterla di fare i coglionazzi pseudofascisti epuratori di questa CIPPA. quà l'unica cosa che stiamo epurando è noi stessi, CONTINUANDO a consegnare il paese a queste merde. DA DENTRO IL SISTEMA SI SMONTA, da fuori è un muro di gomma. QUANDO CE LO FICCHEREMO BENE IN TESTA? Davvero sarebbe stata una cosa così tragica avere magari un ministro per il welfare o per l'istruzione o per l'agricoltura etc.. ??? Davvero, DA DENTRO il consiglio dei ministri, non si sarebbe potuto SCARDINARE altri meccanismi marci che ci governano??? ... IO SONO CONVINTO CHE COME ABBIAMO FATTO IN PARLAMENTO, DA DENTRO IL CDM AVREMMO FATTO MOLTO DI PIU'. Stavolta Grillo HA TOPPATO. è inutile che ce lo diciamo o ce la meniamo. DOVEVA FAR PARLARE RENZI, DOVEVA FARLO VENIRE FUORI, FARGLI FARE LE SUE OFFERTE, DIMOSTRARE CHE ERA LUI A NON VOLERE FARE ALCUN ACCORDO E DOPO, IN MODO SIGNORILE, CONGEDARLO. ALLORA LO AVRESTI STRONCATO. INVECE TI SEI FATTO BATTERE SUL SUO GIOCO. ... e permettimi di dirti una cosetta .. : La dittatura "soft", te la fai a casa tua. Certe volte devi imparare a stare ZITTO. Questa è la mia opinione da ATTIVISTA SUL TERRITORIO. Quà nessuno è immune, anche Grillo quando fa una cazzata deve rientrare nei ranghi. La rete si era espressa per incontrare Renzi, NON PER PISCIARLI IN FACCIA. Per quello, potevamo anche farlo dalla finestra, avremmo perso di meno. Già ... perso ... è questo che mi fa incazzare come una biscia ... TANTO LAVORO FATTO PER CONVINCERE LA GENTE A SEGUIRE IL MOVIMENTO, ROVINATO DA UNA FRASE DEL CAZZO.. dittatura soft .. MAVACCAGARE! Prima di fare il dittatore a casa mia ti devi far crescere il QI. Corrado Patierno
    • Corrado P. Utente certificato 3 anni fa
      Rispondo a tutti. Sì lo streming l'ho visto. E quello che ho visto è che Grillo s'è fatto stronziare, s'è fatto provocare come un cretino. Doveva STARE ZITTO .. farsi prendere per il culo .. farlo arrivare a DICHIARARE COSA VUOLE FARE CON IL MOVIMENTO E SOLO DOPO, CORDIALMENTE MANDARLO AFFANCULO E DARGLI DEL BUFFONE. Invece s'è fatto battere come un pivello. E POI QUELLA DELLA DITTATURA SOFT IN CONFERENZA STAMPA ... PROPRIO NON GLIELA PERDONO. SONO 3 gg che mi prendono per il culo tutti quelli che mi conoscono, dandomi del fascista. HO SPRECATO TANTISSIMO LAVORO SUL TERRITORIO PER QUELLA FRASE DEL CAZZO.
    • Ezio Bigliazzi Utente certificato 3 anni fa
      Mi lasciano l'amaro in bocca le tue parole cittadino. Mi auguro che siano solo un attimo di frusrtazione, non condivido minimamente la cosa che hai scritto, ti invito a rivedere l'incontro Beppe Renzie e di ascoltare attentamente le frasi iniziali proferite da Pinocchio. I giochi sono già fatti, o meglio sperano di farli. Non andranno da nessuna parte fidati.
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      Da Corrado a Corrado :o) Il M5S prende forza da coloro che non lo vogliono e finchè ci sarà qualcuno, come te per esempio, che non lo vorrà, lui continuerà ad esserci ! Siamo troppi da sconfiggere Vinciamo noi.
    • Paolo Cicerone Utente certificato 3 anni fa
      è stato sfiduciato DAI SUOI STESSI ELETTORI non da Grillo, sai leggere?
    • Giovanni Diodato (giovanni diodato) Utente certificato 3 anni fa
      RISPONDO A CORRADO,SECONDO ME TU VIVI SULLA LUNA.RIVEDITI IL FILMATO DELLE CONSULTAZIONI,A ME SEMBRA CHE RENZI,ABBIA INCOMINCIATO A PARLARE PER PRIMO, E CI HA MANDATO A FARE IN CULO SUBITO.ECCO LA REAZIONE DI GRILLO, E HA FATTO BENISSIMO. FORZA E SEMPRE M5S
  • Raffaele Pinna Utente certificato 3 anni fa
    IN QUESTO MOMENTO SU LA 7 BATTISTA STA CHIEDENDO IN GINOCCHIO , LEGGENDO LA SUA FACCIA, DI ESSERE MANDATO INSIEME A LUISANTONIO NEL GRUPPO MISTO A PAPPARSI I 20.OOO EURO AL MESE. HA AVUTO ANCHE LA FACCIA DI CHIEDERE CHE LE COSE GLI VENGANO DETTE IN PRIVATO AL TELEFONO ANZICCHE PUBBLICAMENTE. LUI INVECE PUO SPARARE IN TV E SULLE AGENZIE A CAZZO DI CANE.
    • enzo z. Utente certificato 3 anni fa
      Lui puó andare dove vuole. Io metterei una penale, dalle prossime elezioni in poi, cioé, la differenza tra quello ke guadagnano da senatori o deputati 5S (mensile) e quello ke guadagnerebbero rilegati nel gruppo misto. Tu firmi un contrattino con delle regole da rispettare. La vita é fatta di regole, anke se spesso qalcuno le dimentica. Penso sia giusto cosí, non credi!?
    • Giuseppe B. Utente certificato 3 anni fa
      http://www.youtube.com/watch?v=oDwYv8p7Kbw
  • Jova Aflam Utente certificato 3 anni fa
    Sempre peggio i commenti di sto blog... anche nelle realtà locali dei Meetup le cose stanno peggiorando... Grillo con questa "dittatura soft V2" stai attirando un numero pazzesco di "talebani M5S"! Quelli con cui non puoi discutere... Quelli che ti danno del PDDINO se non pensi come Grillo... Quelli che poi in pratica non propongono nulla di costruttivo... Quelli che poi spariscono perchè hanno scelto un nuovo leader da seguire... Quelli che sono frustrati... Quelli che uno-vale-uno è una stupidata... Quelli che pensano solo a fare l'organizer... Quelli che poi seguono il furbetto di turno... Quelli che sono furbetti, non contestano mai il leader perchè sanno che così verranno eletti... Quelli che poi alla fine saranno incontrollabili anche per Grillo stesso...
    • Alberto Formenti Utente certificato 3 anni fa
      Concordo in pieno. L'ultima cosa di cui ha bisogno il Movimento sono i fanatici che non accettano dialogo e contraddittorio interno. Male, molto male, per chi dovrebbe essere l'ultimo paladino della democrazia presente in Italia.
    • Jova Aflam Utente certificato 3 anni fa
      x Michele Non è vero, queste cose le vediamo anche negli incontri locali. Arriva sempre più gente che si sente "Apostolo di Grillo" e che rientra esattamente nella categoria. Non sanno nulla della storia del M5S, di come è nato, del Non Statuto, di cosa stai facendo, di come sei organizzato... cercano un luogo di Culto e se non lo trovano ti accusano di essere PIDDINO.
    • Michele Di Lione Utente certificato 3 anni fa
      Questa discussione é per il vento...in tutti i blog e chatt ci sono commentatori che scrivono stronzate e di certo non é colpa del blog o del Tema che si discute ma solo di quelli che scrivono...
    • Jova Aflam Utente certificato 3 anni fa
      x Tato67 Ma hai letto quello che ho scritto? Vero? Hai capito? No?? Suvvia, non puoi essere contemporaneamente TALEBANO e DEMOCRATICO!!! Fino a prova contraria sono i talebani che vogliono cacciare chi non la pensa come loro; ad un qualsiasi pensiero "non allineato" questi ti dicono che sei PIDDINO e di andare a casa. Io ho solo detto che ne stanno arrivando sempre di più e per chi la pensa in modo diverso è sempre più difficile esprimersi.
    • Gian Carlo Capitanio (tato67) Utente certificato 3 anni fa
      vedi è questo il problema, gente come te,che ragiona come te, che scrivi le tue ragioni e dai del talebano senza concetti e idee a chi non la pensa come te(strano vero, rimprovero a te quello che hai rimproverato agli altri. io ho votato si, ma solo x dire al nuovo governo illecito e a tutti i collusi, che non ci stiamo e non diventeremo mai complici della distruzione dell'Italia
  • luciano fiorani 3 anni fa
    Attenzione i casi cominciano a diventare troppi. Non mi frega niente nè della Gambaro nè di Orellana, la questione è una soltanto: si può criticare quello che dice e fa Grillo? Occhio perchè il giocattolo lo possiamo rompere noi soltanto. Ero per non andare all'incontro con renzi e secondo me ha fatto bene Grillo a comportarsi in quel modo, ma se c'è chi la pensa diversamente va per questo espulso? Se bisogna essere sempre d'accordo su tutto quello che fa Grillo fatemelo sapere che tolgo il disturbo.
    • giancarlo fanelli Utente certificato 3 anni fa
      esistono 2 tipi di critiche: costruttive e distruttive. Le riconosci dal metodo di critica: se fai una critica all'interno del M5*, la critica viene presa in considerazione, la si discute e sicuramente sarà costruttiva. Se la critica la fai tramite i media, sarà solo una personale considerazione che non avrà dibattito e servirà solo alla distruzione dell'avversario politico. Se non capisci questo, togli pure il disturbo!
    • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
      se rivendichi il diritto degli eletti di violare le regole condivise o l'opinione della base puoi anche togliere il disturbo
    • Ezio Bigliazzi Utente certificato 3 anni fa
      Se non fosse per Grillo noi non esisteremmo, quindi se credi vai, vai se devi andare non ti fermare.
    • Michele T. Utente certificato 3 anni fa
      Guarda che questa gente e' stata incoerente fin dai primi momenti. Non e' cosa nuova. Il problema e' che, essendo persone che credono di essere in qualche modo, migliori o diversi o particolari, non collaborano con l'insieme del gruppo M5S, non hanno piu' contatti cospicui con la base dalla quale hanno ricevuto il mandato di portavoce, e vanno a parlare con le peggiori trasmissioni del sistema fanghista attuale. E lo sanno. Non so se, in questo momento sia possibile espellerli, ma e' doveroso dir loro che stanno allontanadosi sempre piu' dai principi fondanti del movimento e che parlano per loro stessi e non per conto dei cittadini che li hanno votati.
  • orlando g. Utente certificato 3 anni fa
    se le persone che ci rappresentano in parlamento iniziano con discorsi e teoremi personali a non condividere lo spirito del m5s sono gentilmente pregati di andare a fare footing fuori dal m5s; se si sentono così bravi da portare avanti le loro idee, che lo facciano pure ma,dico ma, AL DI FUORI DEL MOVIMENTO. troppo comodo sfruttare la popolarità del m5s x farsi i propri affari. il mandato è stato dato in virtù di principi e scelte che devono essere mantenute e condivise se non si è d'accordo non si rimane. orellana ha dimostrato diverse volte di remare contro e voler sempre mediare all'inciucio. il m5s non è disposto a mediare con questi ladri punto e basta. orellana e tutti coloro che non si riconoscono in queste idee e principi sono pregati di uscire dal m5s.
  • Simone90 P. Utente certificato 3 anni fa
    Ragazzi per favore non facciamo confusione e non facciamoci trascinare dall'emotività senza ragionare. Nenache a me piace il fatto che Orellana e gli altri spesso parlano coi giornali offrendo versioni incoerenti con la posizione ufficiale del gruppo. Tuttavia ho stima di Luis perché persona molto colta e preparata. Sbaglio oppure un anno fà proprio per le sue qualità, il M5S aveva proposto proprio Orellana come presidente del Senato????? Una persona così è una ricchezza per il MoVimento. Quindi, io penso, sarebbe più opportuno richiamare Luis e gli altri dicendo loro che se ci sono dei problemi, se hanno idee diverse, va benissimo, ma queste vanno affrontati all'interno delle assemblee. I panni sporchi vanno affrontati nelle assemblee, non coi giornalisti. Le espulsioni centrano come i cavoli a merenda e sono il metodo sbagliato per affrontare la questione. Non prestiamo il fianco ad inutili strumentalizzazioni dei Media. Faremmo il gioco di Renzie. E' questo quello che volete?
    • Stefania Di Luca Utente certificato 3 anni fa
      La cosa che mi fa male è che sia partito tutto da Beppe. Diamine io adoro questo Movimento e Beppe, ma intitolare un post "fuoco amico"!? NO EPURAZIONE, SI DISCUSSIONE INTERNA COSTRUTTIVA E CHIARIFICATRICE FRA I SENATORI. Non scherziamo e non segnamo autogol, proprio adesso che in tv i nostri portavoce hanno dato il meglio ed hanno portato a casa ottimi risultati in merito a credibilità, coerenza e preparazione.
  • paolo boccali Utente certificato 3 anni fa
    Credo che c'è un errore madornale del M5S a sbacchettare sul Blog i 4 parlamentari che avevano espresso dissenzo su come Beppe ha gestito l'incontro con Renzi (tra l'altro andando contro la maggioranza, se pur esigua, di chi aveva espresso un certo tipo di voto). Maggiore è l'errore madornale che i 4 dissidenti esprimano il loro dissenzo con i giornalisti (sto vedendo ora Battista su La7) ai quali non par vero di sputtanare il M5S. Ma signori, c'è il telefono per scontrarvi tra voi. Parlatevi direttamente e spiegatevi. Avere opinioni diverse è cosa normale. Non potete parlare tra voi come avete fatto con Renzi, a meno che ci sia la volontà di distruggere quanto con immensa fatica di tutti, è stato creato. La forza sta nel rimanere sostanzialmente uniti. Gli isterismi vanno curati altrove Questo è IL FARE POLITICA di cui evidentemente siamo carenti
  • Giulio Monni Utente certificato 3 anni fa
    Vorrei chiarire che Orellana non è nel mirino del Movimento perchè ha criticato Grillo. questa è la solita grande e meschina puttanata che si cerca di far passare in tv. nella lettera c'è scritto charamente che Orellana, non comunica col territorio, non è presente nel territorio, e che le sue critiche sono fini a se stesse, non sono costruttive. Lui essendo il portavoce in parlamento della provincia di pavia ha dei determinati dovere ai quali non adempie. si limita a criticare in tv, ma in assemblea non si confronta. questo atteggiamento non serva a nulla se non a danneggiare il movimento. E gli attivisti del territorio gli hanno chieto più volte di adempiere meglio ai suoi doveri..cosa che lui ancora non ha fatto. Da qui la sfiducia dagli attivisi della provincia di Pavia..la critiche a grillo non centrano proprio nulla...non vi fate abbindolare dalle cretinate televisive..Grazie..
    • Lucia C. Utente certificato 3 anni fa
      QUESTA E DEMOCAZIA PARTECIPATIVA
  • giampaolo m. Utente certificato 3 anni fa
    Cartellino rosso per luis alberto orellana C Carissimo, sono un attivista del m5s , sono stato impegnato in varie battaglie del movimento e mi sono ingaggiato pienamente nelle varie campagne elettorali, coinvolgendo anche la mia famiglia e spesso investendo parte del mio stipendio . Quindi detto cio' vorrei che i portavoce facessero altrettanto e non andassero sui tg di prima serata a dire il loro malcontento. Ma si limitassero a discuterne democraticamente all 'interno di esso , scrivo questa lettera perché per l'ennesima volta ti vedo volentieri nei tg a fare sempre le stesse lamentele contro il sistema del movimento . Dunque a questo punto mi chiedo, se questo abito ti sta un po' stretto levatelo, cerca la tua strada altrove, non fare del male alla gente che ci crede veramente a questo cambiamento. Non essere ipocrita usufruendo della tua visibilità, vai a calunniare sapendo benissimo che servi il movimento su un piatto d'oro ai giornalisti di regime che non aspettano altro. Certo non sei l'unico , esistono altri parlamentari che la pensano come te , ma sono certo che siete una minoranza, per cui invito anche gli altri a riflettere e prendere una saggia decisione nel piu' breve tempo possibile. Siamo in guerra, e in guerra ci sono delle regole ferree da rispettare, non possiamo permetterci delle persone che non sono unite negli intenti del movimento. Questo non vuole dire che non ci deve essere democrazia , si deve discutere, ma la decisione è della maggioranza, che deve andare avanti come sta facendo con un lavoro serio e rigoroso, nell' unità d' intenti, al fine di arrivare ai nostri obiettivi . Faccio un augurio a tutti i parlamentari e a tutti glia attivisti impegnati . VINCIAMO NOI riporto di seguito i Alessio Tacconi,Lorenzo Battista,Fabrizio Bocchino,Francesco Campanella,Walter Rizzetto. ( meditate!!!! ) Condividete questa lettera e scrivete qui di seguito cosa ne pensate . Un abbraccio Giampaolo Marchioro buona strada
    • claudio d. Utente certificato 3 anni fa
      Sono iscritto anche io al M5S fin dagli esordi e anche io ho dato il mio piccolo contributo. Vorrei porre una domanda: e se fosse il duo Grillo/Casaleggio a sbagliare, ogni tanto? Se invece di tirare in ballo le consuete espulsioni, si fosse adottata la linea più logica? E cioè difendere la pluralità di legittime posizioni all'interno della fedeltà al programma su cui il M5S ha chiesto il voto agli Italiani? Perché, fermo restando la perfetta condivisione dei concetti espressi da Grillo a Renzi, se provo a pensare che quel tipo di approccio lo ha scelto come per fare un dispetto alla maggioranza degli iscritti che aveva scelto di andare alle consultazioni, dando loro sostanzialmente degli stolti, poiché, o si manda affanculo Renzi o non si è un buon grillino. Così, tanto per dimostrare che era inutile andare da Renzi, tanto non c'era niente da dire. Beh, se tutto questo è vero, un po' le scatole mi girano: che diritto hai tu, Grillo, di fanculare anche la tua base che non aveva seguito la tua indicazione? Una reazione da vecchia zitella isterica che mal si addice ad un leader. E men che meno all'"ognuno vale uno".
  • Nabucodonosor S. Utente certificato 3 anni fa
    Hei ragazzi ma stiamo uscendo di testa? Allora stanno vincendo loro, questo piglio autoritario è assolutamente deleterio e noi lo sappiamo tutti. Uno vale uno ma veramente, non solo per riempirci la bocca di slogans e smettiamola di tacciare di trollismo chiunque metta in dubbio la nostra opinione. Vogliamo il movimento autentico, quello che era stato proclamato e conclamato, il ritorno dell' onestà, che cazzo.. dei singoli tiramenti di chicchessia non se ne fa proprio niente nessuno Vogliamo essere migliori di chi combattiamo, allora "siamolo"
    • Nabucodonosor S. Utente certificato 3 anni fa
      Per quanto mi risulta nessuno ha mai parlato di intransigenza a priori come stai cercando di dimostrare tu. Io ho fatto più fame di te non preoccuparti e continuo a non essere benestante, comunque non è quella la cosa più importante, ma un atteggiamento intransigente e becero non lo condividerò mai e per fare questo non c'è bisogno che io salti al PD, ma se questa è l'alternativa, Dio ci scansi e ti prego, risparmiami altri pistolotti tipo tornatene a destra o a sinistra o sopra o sotto, fai torto alla tua intelligenza. Senza rancore
    • carlo p. Utente certificato 3 anni fa
      hai ragione..evidentemente la maggioranza non conosce i meet-up e come erano propositivi e "democratici"
    • Ottaviano Augusto Utente certificato 3 anni fa
      uno vale uno, percio' beppe gli ha sparato in faccia la nostra verita', e' stato un portavoce leale e coerente. sei tu che non hai capito cosa e' il movimento : anticasta, rivoluzionario, innovatore, partecipato , fatto di cittadini. se non ti piace vota pd, loro fanno finta di dissentire e poi mangiano insieme e a pagare siamo noi fessi
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    Cari Gruppi M5S e Meetup di PV, avete dimenticato una deprimente performance del senatore ORELLANA alla (sempre pessima) trasmissione L'ARIA CHE TIRA della vedroide Myrta Merlino (La7, 20/02/2014). Lo scorso settembre avevo accusato di "scilipotismo" un Orellana già smanioso di protagonismo mediatico ( www.beppegrillo.it/2013/09/i_nuovi_scilipoti.html ). Mi sembrò di avere esagerato nella coloritura dei toni, dato che quel commento, ripreso da Beppe su Twitter e sul blog, scatenò per un paio di giorni un polverone mediatico assurdo. Però non si può fare a meno di notare che il nostro Orellana (a cui si sono uniti i senatori Battista, Bocchino e Campanella) è recidivo e persevera in una malintesa interpretazione del concetto *UNO VALE UNO*. Ribadisco quanto scrissi in quel commento dello scorso settembre: "ricordatevi che "Uno vale Uno", ma che una volta eletti nelle assemblee rappresentative non potete credervi "più Uno degli altri": Dovete farvi carico delle istanze di quasi nove milioni di persone che hanno contribuito a delegarvi. Avete il preciso dovere di tenere fede agli impegni fondamentali presi." Invece Orellana (coi suoi degni compari) continua a rivendicare per sé e per gli eletti in Parlamento la facoltà di essere "più uno degli altri" anziché un RAPPRESENTANTE DEGNO di tanti "uno" che lo hanno DELEGATO in una assemblea elettiva, il Senato della Repubblica. Volendo essere buono potrei supporre che il problema di Orellana sia il retaggio della sua pregressa militanza a sinistra. A quasi 53 anni, forse, per taluni è difficile avere ancora quell'elasticità mentale necessaria al cambiamento radicale di prospettiva implicito nel M5S. A pensar male, però, potrei anche concludere che l'esperto Orellana ha finalmente trovato nel M5S la scorciatoia per quella *carriera* politica a cui aveva lungamente anelato, ma che a sinistra è oltremodo ardua per l'affollamento di sgomitanti carrieristi e lacchè rampanti. È questo il caso? Ne tragga le conseguenze.
  • Claudio Pierantoni Utente certificato 3 anni fa
    Già che il movimento è sottotiro del grosso della stampa ci mancavano anche le dichiarazioni di questi soggetti Chi è stato eletto nelle liste del M5S sapeva con chi aveva a che fare e quale era il programma. Che espulsione sia.
  • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
    Se un eletto invece di collaborare con il gruppo va in giro a dir cazzate per far guadagnare voti al pd o per farsi espellere e intascare tutti i soldi allora va espulso (e a quel punto se fosse coerente con quanto sottoscritto si dimetterebbe). Il resto, tipo "libertà di pensiero" e cazzate simili non c'azzeccano nulla e sono ciarpame che i troll piddini vengono a vomitare qui sul blog. Democrazia diretta significa che la base decide ARBITRARIAMENTE e senza dover dare alcuna spiegazione ai troll piddini che da poveri scemi si son beccati renzi senza averlo votato e poi vogliono dare lezioni di democrazia agli altri! Personalmente espellerei anche gli altri tre perchè tenersi le serpi in seno non è la mossa più saggia che ci sia... se gli interventi devono essere concordati e uno non vuole mai concordarli allora è già fuori dal gruppo.
    • Matteo Lora 3 anni fa
      Ma secondo te chiunque abbia un'idea minimamente diversa è in combutta col PD o vuole rubare soldi?Io ho votato M5S,e probabilmente lo rifarò se ne avrò occasione,ma vicende come questa dal mio punto di vista gli fanno perdere tanti tanti punti. Io ho seguito in particolare Campanella,che mi è parso avere idee condivisibili,e non mi sembra dicesse che voleva fare affari col pd,diceva solo che Beppe avrebbe potuto lasciar parlare Renzi,in modo da poterlo contraddire,ove possibile,e dimostrare che magari non è così coerente e onesto come dice. Sempre secondo me poi,fare accordi strani con altri partiti è escluso,ma non essere ostili dove è possibile aumenta infinitamente le possibilità di attuare le proprie proposte e di dimostrare la validità e la serietà delle idee,facendo diminuire almeno in parte l'ostruzionismo che gli altri partiti attuano nei nostri confronti.
  • angelo b. Utente certificato 3 anni fa
    NON SI CACCIA NESSUNO. NON FATELO. ANCHE SE GRILLO HA RAGIONE, CONTESTARE NON PUò ESSERE UN MOTIVO. AVREI VOLUTO ANDASSE IN ALTRO MODO CON RENZI. CHIEDERE QUALCOSA ERA OBBLIGATORIO. POI A FANCULO.
  • Rosa Anna 3 anni fa
    Penso siano troll "" QUELLO CHE VA BENE A GRILLO VA BENE ANCHE A NOI. CHI NON É D'ACCORDO SI TOLGA DAI PIEDI "" Ribadisco bene e dei NOVEMILIONI di italiani che ne facciamo ? Qui non stiamo a scherzi a parte stiamo tentando di ricostruire una REPUBBLICA DEMOCRATICA Stiamo lavorando per raddoppiare i consensi alle elezioni europee Fuori dai piedi troll
    • Michele Satriani 3 anni fa
      Concordo, non è afatto vero che "quello che va bene a Grillo va bene a tutti noi", tant'è vero che non mi è affatto piaciuto il modo in cui è stato gestito l'incontro con Renzi, a partire dalle consultazioni, troppo forfettarie. Inoltre per quanto ho visto Orellana non mi sembra così male, ed anche se qualche parlamentare non condivide pienamente le idee della maggioranza (escluse quelle fondanti il MoVimento stesso, ovvio) non sarebbe giusto espellerlo.
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      Rosa Anna, noi stiamo abbattendo una Democrazia Cleptocratica. In alto i cuori
  • Diego F. Utente certificato 3 anni fa
    Credo che il M5S debba occuparsi di cose piu' serie che delle liste di proscrizione nei confronti di una esigua minoranza che fa le sue critiche . Alla fine votano con il movimento in parlamento ? Accettano le decisioni della maggioranza ? Se e' cosi' si possono permettere anche le critiche . Se non e' cosi' allora dovranno trarne le conseguenze . Fine della discussione per favore !
  • Alessio F. Utente certificato 3 anni fa
    Certo è che questi comunicati di "insoddisfazione" compaiano solo quando c'è l'intento di sfiduciare una persona per altri motivi.
    • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
      e quando dovrebbero comparire "di grazia"? Compaiono quando essi esistono, semplicemente W IL M5S
  • Lucia C. Utente certificato 3 anni fa
    questo documento redatto dall'assemblea provinciale del territorio dove e stato eletto Orellana potrebbe diventare la pietra miliare del passaggio effettivo dalla democrazia rappresentativa a quella partecipativa. se un deputato o un senatore e' chiamato a rispondere del suo operato davanti a coloro che gli hanno dato il mandato passiamo veramente alla democrazia partecipativa. Se quESTA PROCEDURA VENISSE REPLICATA IN TUTTI I TERRITORI OGNI VOLTA CHE SE NE VERIFICA LA NECESSITA, SE FOSSE UNA PRASSI CONSOLIDATA TENUTA NELLA GIUSTA CONSIDERAZIONE DA PARTE DEI PARLAMENTARI ELETTI LA DEMOCRAZIA NE USCIREBBE RINFORZATA. PRIMA LA NOSTRA MA POI ANCHE GLI ALTRI DOVREBBERO IMITARCI PERCHE ALTRIMENTI NON AVREBBERO SCAMPO E ALLORA I CITTADINI DIVENTEREBBERO INVINCIBILI ANCHE PER LE LOBBIES
    • Emanuele Romano 3 anni fa
      Sancisce la fine della democrazia diretta ed il trionfo della rappresentatività. Sbaglia Ornellana a fare dichiarazioni non condivise dalla base. Sbaglia Grillo a fare dichiarazioni non condivise dalla base. Uno a uno, palla al centro. Non vogliamo rappresentanti, vogliamo PORTAvoce.
  • Federico M. Utente certificato 3 anni fa
    Questi 4 senatori sono solo dei figli, ops scusate, dei cavalli di Troia infiltrati dal sistema partitico per dividere il M5*. È inutile che la si batta sul "dissenso" e "democrazia". Un senatore o deputato puó essere in dissenso sul singolo provvedimento o sulla singola opinione. I 4 dell'ave Maria sono in continuo dissenso, ovvero, non la pensano come la stragrande maggioranza degli attivisti e parlamentari 5*. Di conseguenza se ne devono andare di spontanea volontá, ma non dal Gruppo parlamentare, bensí dal Parlamento. Se é vero che quello che dicono e fanno é solo per il bene del Movimento, bene, lascino spazio a chi era in lista dopo di loro perché facciano il bene del M5*.
    • Federico M. Utente certificato 3 anni fa
      e sí, la compravendita di Senatori da parte del Berlusca fa anche parte della mitologia greca vero? Queste pratiche subdole di compravendita non esistono nel Parlamento italiano, é solo leggenda vero? ma dimmi una cosa, tu sei cretina per davvero o ci fai?
    • Paola Calabrini Utente certificato 3 anni fa
      cavalli di Troia !!! oddio, questi sono affetti da mania di persecuzione, non fanno politica, sono seguaci di una setta!
  • Patrizia Lusi Utente certificato 3 anni fa
    Si, condivido. Le linee si decidono prima e si rispetta la volontà della maggioranza. Le rimostranze si fanno in assemblea, non sulla stampa. Ho l'impressione che alcuni credessero, in questo modo, di ricevere proposte da altri partiti. Be', state sereni: il nuovo Governo ha già la maggioranza, voi, di vostro, non avete nè un elettorato nè contatti con i poteri forti, quindi PD e PDL, di voi, non se ne fanno nulla. Andate per la vostra strada, cortesemente.
  • Kasap Aia, Cifre Utente certificato 3 anni fa
    Orellana non ha capito, questo è certo. Ho seguito parte del dibattito in quel di Pavia. Ha problemi lui di comunicazione, e rovescia, meccanismo noto come proiettivo, i suoi problemi sul M5S. Sembra un impiegato di concetto più che un senatore di un movimento rivoluzionario. Fa quello che fanno tutti gli impiegati, si lamenta. Per quel che riguarda la nozione di "violenza" non ne ha elaborato il concetto e quindi si rifà a modelli di comportamento del senso comune e del politicamente corretto. Che sia adeguato al ruolo di senatore portavoce del M5S è una domanda legittima. Il M5S non ha bisogno di travèt della politica un poco annoiati e lamentosi cui manca sempre qualcosa.
  • Fabio Matone 3 anni fa
    O non ha capito niente (quindi un idiota) Oppure è' un infiltrato. In tutti e due i casi lesivo per il movimento. FUORI DAI COGLIONI!!!
  • Guido Lavespa 3 anni fa
    Caro Orellana, non puoi dire di non essere stato avvisato per tempo. I messaggi a te rivolti sono stati molteplici negli ultimi mesi. Devi renderti conto che non fai parte di un partito tradizionale. Gli elettori 5stelle controllano l'operato degli eletti e, prima volta nella storia, intraprendono azioni nei loro confronti se le aspettative non sono rispettate. La prima aspettativa che abbiamo è che il movimento, al netto delle discussioni interne che devono avvenire, sia unito... e tu come gli altri 3, non stai certo aiutando.
  • Rosa Anna 3 anni fa
    Poche chiacchiere se c'è qualcuno che ha da esporre dai lavori fatti in senato dei riscontri negativi dei quattro senatori c'è li indichi Vogliamo la verità Altrimenti epurazione staliniane non devono esistere nel movimento Io dal movimento non me ne vado se ne vada chi innesca questi cortocircuiti Il movimento è adulto
  • Mauro T. Utente certificato 3 anni fa
    ORELLANA E GLI ALTRI 3. LA GAMBARO E GLI ALTRI. HANNO DUE COSE IN COMUNE. 1)NON DIALOGANO COI CITTADINI CHE E' FONDAMENTALE PER LA CRESCITA DEL 5 STELLE. 2) NON PORTANO CONSENSI ANZI, RISCHIANO SERIAMENTE DI FARNE PERDERE. A VOI LE CONCLUSIONI!
  • armando garofalo Utente certificato 3 anni fa
    ciao a tutti mandatelo a fare in culoooooooooo
  • pasquino 3 anni fa
    ..Orellana si atteggia a statista..forse non ha capito ancora cos'è il M5S..lui è un semplice portavoce delle istanze dei cittadini e deve consultarli costantemente..senza inventarsi niente;la linea del movimento è decisa in assemblea e poi sostenuta a spada tratta da tutti in blocco, senza tentennamenti critici che è la coerenza e la forza del M5S..Orellana deve essere giudicato dall'assemblea degli iscritti se può ancora rappresentare il Movimento!
    • claudio d. Utente certificato 3 anni fa
      Scusa, ma allora perché alle parlamentarie i candidati hanno dovuto presentare un curriculum? Io pensavo che era un modo per cercare di selezionare persone valide, persone pensanti. Altrimenti bastava imporre come candidati un cane, un gatto e un topo, tanto non avrebbero dovuto pensare, elaborare tesi, organizzare discorsi. Anche un topolino impara a premere un tasto a comando. Come nel PD, come in FI, come in URSS, come in Cina, come facevano i nazisti e i fascisti o come in Nord Corea.
  • GIANNI COLANGELO 3 anni fa
    Non capisco perchè lui e gli altri tre, che dall'inizio non sono d'accordo con quasi nulla della politica del M5S, non fanno direttamente un passo avanti, trasmigrando in qualche altro gruppo. Non è possibile stare lì sempre a lamentarsi e soprattutto non è coerente intellettualmente. Ma purtroppo non ne hanno il coraggio e allora si prenda subito una decisione da parte dei vertici: ESPULSIONE. Le chiacchiere dureranno qualche giorno, ma poi tornerà tutto nella normalità.
  • Stefano Antili 3 anni fa
    Chi non è in linea con il programma M5S deve andare fuori. Prima delle elezioni si era detto che non ci si alleava con nessuno perchè sono tutti uguali e devono andare tutti a casa. La linea è e deve rimanere questa. Chi non è più di questa opinione (o forse non lo è mai stato) deve uscire dal Movimento. Uniti si vince! P.S.: Beppe ha fatto benissimo a comportarsi come si è comportato nel confronto streaming con Renzie Co!
  • gennaro d. Utente certificato 3 anni fa
    Come si possono contestare le affermazioni di Grillo? È semplicemente impossibile!
    • carlo p. Utente certificato 3 anni fa
      ma che sei nostalgico??? eccome che si possono mettere in dubbio se errate.
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Ma costoro ancora nel MoV albergano? ANDATEVENE NON CI RAPPRESENTATE NON VI VOGLIAMO!!!!!
  • Antonio Giaconelli 3 anni fa
    Fuori fuori, se ne devono andare!
  • raffaello raffaelli Utente certificato 3 anni fa
    Soltanto chi non ha capito cosa è questo movimento può esprimere solidarietà ai senatori sotto inchiesta... Voglio dire che il concetto di portavoce non è teorico ma pratico, reale. Portavoce significa portare avanti le istanze della tua base e non la libertà di esprimerti come meglio ritieni. Se volevate questa libertà dovevate farvi eleggere in un qualsiasi partito dove vice il concetto di rappresentanza politica cioè dove ogni eletto fa poi quello che gli torna più comodo fare o dire o sostenere per proprio tornaconto più che lavorare per i suoi elettori!....
    • Rosa P. Utente certificato 3 anni fa
      daggini. CHI sono quelli che lo hanno eletto? quelli che scrivono post senza nemmeno avvisare "gli altri" o quello che apprezzano Orellana per il lavoro che ha fatto e che sta facendo? a chi dovrebbe "obbedire" Orellana?? Il portavoce porta avanti le istanze del Movimento, non è obbligato a tacere.
    • Rosa P. Utente certificato 3 anni fa
      leggiti il mio commento...e pensa un po' di più prima di scrivere stu
  • gian solo Utente certificato 3 anni fa
    credo che le sue opinioni personali dovrebbe tenersele per se o confrontarsi coi suoi colleghi raccontare il suo dissenso o i dubbi legittimi in publico e ai giornalisti e fare il classico autogol sveglia orellana oppure penso che ci fai perchè spero propio che non ci sei SEMPRE M5*
  • Marco M. Utente certificato 3 anni fa
    Ciao Beppe, apprendo con preoccupazione la volontà di fare l'assemblea per espellere i dissidenti. Ragionate per favore sul contraccolpo mediatico. Stiamo di nuovo facendo errori che ci riportiamo dietro per mesi. Perchè di nuovo darsi la zappa sui piedi ed offuscare l'ottimo lavoro svoldo dando ai giornalai materiale con il quale attaccarci? Vadano via da soli se vogliono. Non applichiamo la ghigliottina noi dopo averla subita.
    • Paolo T. Utente certificato 3 anni fa
      Per Massimo Lanfranconi: il punto Massimo e' che quello che tu definisci "Zavorra" io lo definisco "libero pensiero". E' vero, in una societa' complessa la democrazia e' di fatto una zavorra. Lasciare liberta' di espressione comporta enormi problemi nel saper mediare e gestire le differenze. In un movimento giovane come M5S forse puo' anche essere comprensibile limitare la democrazia, e non escludo che nel breve termine possa anche essere la strategia migliore. Ma poi, presto o tardi (spero presto...) bisogna crescere, ed imparare a confrontarsi e a rispettare le diversita' di opinione (beninteso, laddove non siano totalmente contrarie alla linea politica del movimento). Circa meta' dei votanti al sondaggio aveva espresso la volonta' che il M5S partecipasse alle consultazioni. Partecipare alle consultazioni vuol dire dalogare, vuol dire fare domande ma anche dare risposte, vuol dire confrontarsi, incalzare, magari anche alzare i toni, sfidare, proporre... Se vai li' per fare un monologo non ti stai confrontando, a quel punto tanto vale mandare una mail o un video via Youtube... Pensi davvero che quel circa 50% di votanti sia rimasto soddisfatto dall'incontro ? E meta' elettorato insoddisfatto non potrebbe essere anche esso una zavorra ? vogliamo liberarci anche di loro ?
    • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
      Abbiamo davanti a noi una importante campagna per le europee, tu ci andresti con questa zavorra? Io no, prima si risolve questa cosa meglio é per tutti. La critica é ci sta ma dare la sponda a continui articoli per criticare il movimento alla stampa di regime vuol dire essere in malafede, altro che dissidenti
    • Paolo T. Utente certificato 3 anni fa
      Adriano noi non sappiamo se i dissidenti siano solo 4 o 400 mila. Non sappiamo se esprimano analoghi pensieri anche in privato, non a favore di telecamera. In ogni caso non vedo perche' la presenza di una telecamera dovrebbe automaticamente delegittimare una opinione che, nel caso, andrebbe se mai controbattuta nel merito.
    • Paolo T. Utente certificato 3 anni fa
      Purtroppo credo che Grillo abbia molta paura di perdere il controllo del movimento, solo questa puo' essere la ragione per una simile chiusura. E' un problema, perche' e' un indice di debolezza su cui gli avversari possono fare facilmente perno, e difficilmente risolvibile, perche' appunto nasce dall'interno. Spero vivamente che le cose possano cambiare nei prossimi mesi. Sta cominciando a formarsi un quadro dirigente, alcune menti promettenti stanno cominciando ad emergere, e il movimento potra' camminare con le sue gambe, ma e' molto pericoloso commettere errori in una fase cosi' delicata...
    • adriano m. Utente certificato 3 anni fa
      Beppe Grillo non caccia nessuno,saranno gli iscritti a decidere.Come è giusto che sia.Sono stufo di sentire questi "dissidenti" lamentarsi solo a favore di telecamere.
  • Ajeje Brazorf 3 anni fa
    A quelli che han commentato il mio commento precedente delle 4 del mattino: Ma forse non avete capito che voglio dire, o mi son spiegato male io: il punto non era l'accordo con Renzi, anch'io son d'accordo che andava asfaltato, ma prima lasciandolo parlare, per poi controbattere punto per punto, solo così sarebbe sato ridicolizzato. Così invece è stato fatto diventare vittima e Beppe ha fatto la figura dello stalinista. Anche questo è stato lesivo dell'immagine del movimento, tenendo conto che la stampa lo accomuna a una dittatura potenziale. Come quelle parole "sono per una dittatura sobria". Dopodiché, mettiamoci anche il Boia chi molla, uno slogan che richiama il fascismo, seppur involontariamente, che ha leso l'immagine del movimento. Come mai queste "lesioni" di imamgini sono state travisate, mentre quella di Orellana invece solo perchè ha criticato Beppe deve essere punita?Secondo me uno che parla controcorrente è anche positivo, fa vedere che c'è plurarità di opinioni, al contrario di quel che succede nel PD o in forza italia. Se davvero lo fa per tenersi i soldi fuori dal movimento, beh tenerlo dentro per lui è la punizione migliore... Dovrà avere il coraggio di dichiarare davanti all'italia che se ne va lui per tenerse tutto il malloppo. Ma ripeto: espellerlo in questa settimana, per me sarebbe un autogoal pazzesco. All'immagine del movimento.
    • m. c. Utente certificato 3 anni fa
      Non è il dissentire di Orellana che fa incazzare, ma il metodo e il suo comportamento sul territorio. Cerca notizie e vedrai che capirai meglio. Onestamente parlare di espulsione ora è prematuro, ma se il meetup di Pavia e relativo gruppo M5S lo sfiduciano, come stanno facendo,è facile che non possa finire altrimenti, ma non per stalinismo, ma perchè la parola data è l'unico biglietto da visita di una persona, se se la rimangia non è degno di fiducia, non è degno di chi vuole fare dell'onestà una moda, non ce lo possiamo tenere fino al 2018...
  • Marc Spagnoli Utente certificato 3 anni fa
    E' LA STORIA CHE LO INSEGNA: I PEGGIORI NEMICI SONO QUELLI CHE STANNO DENTRO CASA O SI FINGONO AMICI. QUESTI 4 SONO MESI CHE ROMPONO LE PALLE CRITICANDO SEMPRE QUELLO CHE IL MOVIMENTO CERCA DI FARE: OPPOSIZIONE!!! FOSSE STATO PER LORO GIA'SI SAREBBERO ACCOMODATI A TAVOLA ... E GIA' AVREBBERO COMINCIATO A MANGIARE!! QUESTO E' SEMPRE STATO IL VERO PERICOLO ALL'INTERNO DEL M5S: PERSONE CHE SFRUTTANO L'OCCASIONE FREGANDO E FREGANDOSENE DI CHI INVECE CI CREDE VERAMENTE!!
    • Jova Aflam Utente certificato 3 anni fa
      E SMETTETELA di URLARE!! Siete voi "talebani Grillini" i veri PIDDINI che dovrebbero andare nel PD... Leggetevi l'Art.4 del NON STATUTO!!! Se volete un LEADER MAXIMO da seguire bendati cercatelo negli altri partiti. Questo è un movimento di cittadini che sono liberi di esprimere il proprio pensiero!! Per questo nasce il M5S e voi lo state trasformando nell'ennesimo partito del LEADER!
  • monica rinaldini Utente certificato 3 anni fa
    Qui non si tratta di esprimere la propria opinione, se sei un portavici, porti la voce del gruppo, non la tua. La TUA la esprimi a casa tua, non davanti alle TV
  • Bruno floris 3 anni fa
    Devo dire che più volte Orellana in particolare si è distinto per polemizzare contro Beppe, mentre non ricordo di azioni e parole forti da parte sua nei confronti del PD. Condivido quindi la mozione di sfiducia.
  • vincenzo cherillo 3 anni fa
    Si orellana vai via non abbiamo bisogno di deputati che non aiutano il popolo e che pensa hai propri interessi via!!!
  • Rosa P. Utente certificato 3 anni fa
    Questi signori (non si sa chi siano) si sono permessi di pubblicare un post a nome di gente che non ne ha mai parlato. Ecco, di seguito, a prova: paolo catona 20 febbraio 2014 21:36 avete mandato il comunicato senza un’assemblea e senza un ulteriore confronto con Luis. Il movimento che ho contribuito a creare dove e’ finito? Luis e’ una persona fantastica con visione di insieme ed equilibrio. quale regola del movimento ha violato? ha preso soldi? e’ pregiudicato? e’ andato ai talk show? non mi sembra, Luis e’ una ricchezza. gli amici di Pavia non lo hanno cacciato perche’ noi lo approviamo e lo supportiamo. chi ha mandato il comunicato avra’ dietro 4/5 persone… di voghera magari…
  • Daniele Morra (danielemorra.it) Utente certificato 3 anni fa
    Fate una proposta di legge per la quale se un senatore non si riconosce piu' nel mandato consegnatogli dagli elettori, deve dimettersi e non puo' passare ad altri gruppi
  • Steve M. Utente certificato 3 anni fa
    Ricordo che dopo 12 mesi di mandato c'è la prima verifica di tutti gli eletti. Utilizziamola e mettiamo al voto lui e gli altri 3 che hanno perso lo spirito del m5s.
    • VIRGINIA VIANELLO Utente certificato 3 anni fa
      Più che perso x strada l'hanno perso appena entrati da quel portone basta fare una ricerca e vedrete quante volte o uno o l'altro sono stati a dire si..ma..però
  • Vincenzo R. Utente certificato 3 anni fa
    Un altro di quelli che ha usato M5S per entrare in politica, forse non aveva i 30000 euro per candidarsi nel pd.
    • Rosario Franco 3 anni fa
      Ritengo che la scelta di "prendere le distanze",solo perché hanno espresso un parere contrario sull'incontro di Renzi-Grillo, è una scelta veramente sbagliata,che farà l'ennesimo favore a Renzi e a tutto quel PD,il quale non ha i nobili contenuti e le magnifiche idee di innovazione del M5S. Il MoVimento verrà dipinto,per l'ennesima volta,come un partito di impronta stalinista/nazista/fascista,screditando tutto il lavoro svolto in Parlamento e generando una conseguente perdita di consensi da parte dei cittadini. Mi dispiace,ma non è questa l'alternativa...
  • Paolo DI Franco 3 anni fa
    anche io sono contrario all'espulsione di Orellana, qui nessuno è infallibile depositario di verità, esprimere un'idea diversa deve solo aprire semmai ad una discussione sulle modalità di azione. Anche a me l'atteggiamento di Grllo con Renzi non mi è piaciuto, bisogna far parlare comunque l'avversario prima di controbattere, solo i fondamentalisti evitano il confronto.
  • nati natuzzu Utente certificato 3 anni fa
    Buonasera,mandate questi senatori in ritiro spirituale a loro spese,dategli una copia dello statuto del movimento,e tre giorni di tempo per riflettere.
  • Carlo B. Utente certificato 3 anni fa
    Dissenso è una cosa lecita e direi anche costruttiva. Altra cosa è andare in televisione e prendere le distanze dal capo politico del M5S. Il dissenso lo si può manifestare in una discussione democratica all'interno del gruppo parlamentare M5S, farlo in televisione significa cercare l'incidente per farsi espellere e andare a prendere lo stipendio pieno con promessa di ricandidatura inclusa. Attenti orellanache a promettere è renzie...
  • antonio zennari Utente certificato 3 anni fa
    questa è la strada giusta: gli stessi elettori sorvegliano da vicino la condotta dei propri rappresentanti... avanti così, vinciamo noi!
  • caputo mauro Utente certificato 3 anni fa
    Questi aspetti "giacobini" del movimento sono immondi. E terribilmente autolesionisti. Tra l'altro, conosco ( benchè pochissimo ) Campanella che è amico comune di amici di vecchissima data: a me sembra che sia molto convinto delle ragioni dell'esistenza di M5s anche se vuole mantenere una propria autonomia di giudizio. Certe cose mi lasciano veramente perplesso.
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      "... conosco ( benchè pochissimo ) Campanella che è amico comune di amici di vecchissima data: a me sembra che sia molto convinto delle ragioni dell'esistenza di M5s anche se vuole mantenere una propria autonomia di giudizio ... "; Queste due affermazioni sono troppo approssimative e vengono smentite facilmente da un'analisi antropologica, in questo caso, necessaria: 1) Le persone non cambiano, è vero, ma una posizione di "potere" permette di vedere le persone nella loro vera essenza quindi quando dici che è una brava persona è solo "l'immagine" che lui aveva quando occupava una posizione sociale più debole; 2) Se davvero avesse capito lo spirito del M5S saprebbe che la sua posizione attuale di portavoce eletto lo mette nella condizione di poter esprimere pubblicamente solo le idee condivise con il MoVimento verificandone l'impatto sul blog. Le sue idee personali devono essere espresse esclusivamente in sedi dove l'efficacia della comunicazione è AL PARI di tutti gli altri cittadini comuni. Lui è libero di esprimere il suo pensiero personale, che sia a favore o contro le idee del M5S ma non deve farlo davanti alle telecamere, senza contradditorio, deve farlo in tutte quelle sedi in cui, ripeto, UN CITTADINO COMUNE potrebbe esprimersi. Grazie per l'attenzione.
  • SAVINO DIMEO Utente certificato 3 anni fa
    ORELLANA se non ti senti di appartenere più al M5S, c'è una cosa sola che devi fare: DIMETTERTI!!! Ma non solo dal Movimento, ma da Senatore, poiché nelle tue interviste rilasciate da te ai media"Corrotti" si evince un continuo di Contraddizioni rispetto alla linea del Movimento stesso, poi il risultato delle tue opinioni personali, i Giornalisti "Giornalai" Buttano FANGO su tutto il Movimento , facendo emergere tutto e solo quello che c'è di disaccordo all'interno del Movimento. In realtà non è cosi, ma i quotidiani fanno scoop per settimane su questioni che devono essere risolte all'interno del Movimento. Se questo a te non pice, basta Dimettersi da Senatore e ritornare a fare il mestiere che hai fatto prima di essere senatore. Ma non ti sognare di CAMBIARE CASACCA, durante la legislatura, perché il popolo del M5S, queste cose non le perdana. Auguri e buon lavoro ai parlamentari del M5S, ed un Interminabile GRAZIE ai fondatori del M5S, GRILLO CASALEGGIO
  • Rosa Anna 3 anni fa
    Chissà perché ho come l'impressione che chi applaude alla epurazione non sappia lo fa per partito preso come chi stava sotto ad un balcone «Peccato. Sarebbe stata un'ottima occasione per chiedere in streaming a Renzi cosa pensa delle grandi questioni su cui il Pd non si è mai espresso in modo chiaro - si legge nella nota - Pensiamo soprattutto agli sprechi costituiti dal proseguimento della realizzazione del TAV e del progetto F35». «Molti nel Movimento - scrivono i quattro senatori - sono appagati dal fatto che Grillo «gliele abbia cantate forte e chiaro». Ma riteniamo che per esprimere valutazioni, il tempo e i mezzi non ci manchino. Per chiedere risposte precise, invece, bisognerà aspettare la prossima occasione. Questa - concludono Battista, Bocchino, Campanella e Orellana - l'abbiamo perduta»
  • Wiu@m@o - Utente certificato 3 anni fa
    Fuori i disfattisti gli ambigui gli incerti, gli indecisi, gli indeterminati i poco convinti, i traditori,e i paurosi.
  • giovanni strazzeri 3 anni fa
    se sul bolg di grillo appare un messaggio del genere , vuol dire che grillo o chi per esso avalla e condivide. per cui chiede agli attivisti di esprimersi in merito. per uqanto mi riguarda la base di pavia puo' dire tutto quello che vuole ma la sfiducia la dara' al mometo opportuno quando finirà il mandato parlamentare e non prima. Non condivido le prese di posizioni di orellana, ma nessuno deve impedirli di dire o esternare il suo pensiero o le sue critiche al comportamento del capo. la dialettica è il sale della democrazia. Non mi apre che orellana e gli altri abbiano messo in discussione la linea e i programmi del movimento, ma solo criticato strategie e comportamenti di grillo e casaleggio. forse è venuta l'ora che i ragazzi del parlamneto camminino da soli senza interferenze. e che siano loro e tra di loro a scegliere le strategie adatte a portare avanti il nostro programma facendo decidere la maggioranza degli attivisti e dei parlamentari. Questi interventi sporadici e improvvisi per quanto efficaci da un punto di vista mediatico non aiutano la crescita del movimento. Cominciare a dare fiducia alle persone più rappresentative del movimento aiuterà la crescita anche elettorale. Da un punto di vista elettorale uno vale uno, ma da un punto di vista rappresentativo uno che sa parlare vale di più di uno che non sa parlare, per questo è di maio che fa il viepresidente della camera e non qualsiasi altro. ad maiora
    • Giovanni Bellingeri Utente certificato 3 anni fa
      Ritengo che tutti siano liberi di esprimere le proprie idee, ma il fatto che abbiano accettato di portare avanti, nelle sedi opportune, "le decisioni prese democraticamente dalla base", implica che alla base stessa debbano riservare eventuali discussioni critiche, senza esternarle al di fuori del movimento. Nel caso, visto che si è firmato un "impegno di lavoro" col Movimento, sarebbe il caso, quando non ci si ritenga più in accordo col M5s e, quindi, in grado di rappresentarlo, ... dare le dimissioni, per non diminuire l'azione complessiva.
    • Ezio Bigliazzi Utente certificato 3 anni fa
      Si capisce lontano un miglio che sei un trollazzo scadente, perdi solo tempo, vinciamo noi.
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      Un vero condensato di trollate, complimenti ! * per uqanto mi riguarda la base di pavia puo' dire tutto quello che vuole ma la sfiducia la dara' al mometo opportuno quando finirà il mandato parlamentare e non prima. - Il M5S non ha dato mandato a nessuno, i nostri cittadini eletti sono portavoce, occhi, orecchie e mani di noi che siamo fuori e la nostra fiducia finisce in qualunque momento, non "a fine mandato" visto che non esiste alcun mandato. * Non condivido le prese di posizioni di orellana, ma nessuno deve impedirli di dire o esternare il suo pensiero o le sue critiche al comportamento del capo. - Nel M5S non c'è un capo e il semplice fatto che Orellana si rivolga a Beppe come se fosse un capo è già il segno che lui del M5S non ha capito nulla. Per esternare il proprio dissenso deve andare nelle piazze e parlare con la gente oppure scrivere un post sul Blog, luoghi dove le sue esternazioni incontrerebbero il pensiero dei cittadini e non parlare davanti ad una telecamera che diffonde un suo pensiero personale diffondendolo alla nazione. * Cominciare a dare fiducia alle persone più rappresentative del movimento aiuterà la crescita anche elettorale. - Sbagliato, non devono esserci "prime donne", due legislature e poi a casa, nessuno dovrà apparire insostituibile. * Da un punto di vista elettorale uno vale uno, ma da un punto di vista rappresentativo uno che sa parlare vale di più di uno che non sa parlare. - Orellana infatti parla per se facendo credere di rappresentare una moltitudine di persone che in realtà non ci sono (oltre ai giornalisti). * Per questo è Di Maio che fa il vicepresidente della camera e non qualsiasi altro. - Qui hai rivelato la tua trollagine, Di Maio era un perfetto sconosciuto quando é stato nominato Vicepresidente della Camera. Ecco, ti ho pagato. Siamo troppi Vinciamo noi p.s. Ora proseguo la mia caccia al troll.
  • bonus m. Utente certificato 3 anni fa
    Ci sono vari modi di dissentire dal modo di agire di Beppe Grillo, non come hanno fatto Orellana C., andando a sputtanare il movimento ai media, che non aspettano altro per metterci in cattiva luce. Non sono obbligati a stare all'interno del M5S, possono raggiungere gli altri alla lista civica.
    • Gianmaria Valente (cu chulaìnn) Utente certificato 3 anni fa
      Se hanno detto la verità dei fatti, non hanno sputtanato un cazzo di niente. Io ESIGO la trasparenza. OVUNQUE.
    • lukas baffo Utente certificato 3 anni fa
      No, secondo me uno che sente che è stato votato dai simpatizzanti o iscritti al M5S deve adeguarsi alle regole che ha accettato per la candidatura , se non vuole rispettarle più è liberissimo di farlo, elegantemente si dimette e ne entra un altro . Contemporaneamente chi si dimette è libero per le prossime politiche di candidarsi dove vuole,. Ma con questo movimento non siamo nel PD o PDL che ci sono per prendersi lo stipendio . Questo movimento per essere serio deve portare avanti l'idea che l'Italia può cambiare , ma azz ci vuole coerenza. . Uno torna al suo lavoro lascia il movimento e arrivederci e grazie .semplice no?
  • Franco E 3 anni fa
    Quando un movimento è agli inizi il potere costituito (cioé chi controlla il potere al momento) combatte con tutte le sue armi. Diffamazione, ricatti, intimidazioni. Noi siamo agli inizi ed abbiamo nemici particolarmente potenti perché posseggono l'economia, i giornali e le televisioni. In questo contesto mi spiace che per colpa di 4 truffatori (perché di truffa si tratta) tutto il movimento venga sbeffeggiato. Volevano la poltrona, volevano i soldi e li hanno ottenuti. Grazie al mio voto ed al mio impegno, che alle elezioni mi sono sbattuto ai seggi ed anche prima. Non solo io, certo: ma a me interessa quello che ho fatto io. Loro ricchi, soddisfatti e al potere, noi sempre nei guai. E adesso per giunta ci vengono a fare la morale? a insegnarci cos'è la democrazia? La democrazia è rispettare gli impegni che hai preso con CHI ti ha eletto QUANDO ti ha eletto. Se la situazione non ti consente di farlo, VATTENE VIA
  • marcello perri Utente certificato 3 anni fa
    Tempo perso un infiltrato.Fuori dal movimento
  • michela fabbrini Utente certificato 3 anni fa
    A quando il voto sull'espulsione di quattro imbarazzanti personaggi che delegittimano ed offendono tutto il M5S e sopratutto il nostro portavoce Beppe? Voglio votare.
  • giuseppe m. Utente certificato 3 anni fa
    Io penso che Beppe Grillo possa anche sbagliare ma ci vuole coraggio a metterlo in cattiva luce dopo tutto quello che ha fatto e rappresenta. Orellana se vuoi criticarlo telefonagli personalmente perché così mi fai capire che o sei un cavallo di trova o che vuoi fargli le scarpe! ABBI UN PO DI RICONOSCENZA CHIEDI SCUSA e cerca di migliorare.
  • claudio n. Utente certificato 3 anni fa
    E, ditemi di grazia, egregi grullini tele dipendenti, siamo davvero tutti eguali o qualcuno è più uguale? Mi riferisco all'infelice slogan, falso come tutti gli slogan, UNO VALE UNO. Sicuri che io valgo, per esempio, come il burocrate nascosto dietro il p.c. dall'altra parte, che pur avendo in mano da tanto,troppo tempo,i miei dati e documenti ancora NON mi da il via libera al VOTO? E nemmeno un riscontro,non mi rispondono. Come posso valere UNO se non mi date nemmeno il mio sacrosanto diritto al VOTO? Valgo forse come chi può votare? E sono iscritto della prima ora, non sono nè Troll nè tantomeno Piddiota. Rispondetemi e insultatemi anche, non me ne può fregare di meno. Clausneghe, Blogger, critico,scomodo, ROSSO di PASSIONE e NERO di RABBIA.
    • claudio n. Utente certificato 3 anni fa
      Ri-grazie,amico! (Davlak)
    • davide lak (davlak) Utente certificato 3 anni fa
      Claudio, ascolta: hai ragione e ti ho spiegato il problema nella discussione all'altro tuo commento. cerca solo di capire che qui le difese antiaeree antitroll sono in tensione costante. ci invadono come la cavallette ;) dai ho segnalato il tuo problema a chi può intervenire. speriamo facciano presto. un salutone davide.
    • claudio n. Utente certificato 3 anni fa
      Ah, non vale per Alex ,abbastanza educato, al quale ricordo che sono iscritto dal 2009 , non sono troll e non voglio fare casino. Poi all'altro,il chiappagatti che stira le vecchiette, consiglio di procurarsi un cactus spinoso e infilarselo tutto intero su per.. ci siamo capiti. Cretino.
    • claudio n. Utente certificato 3 anni fa
      Certo Davlak che sono il Clausneghe di L.C. ma anche di C.D.C. Grazie per avermi difeso. Agli altri qua sotto, compreso il terrone Ottaviano al quale incautamente avevo manifestato la mia simpatia ricevendo in tutta risposta "marrone di merda" (se ti trovo davanti una pasta in mezzo agli occhi non te la leva nessuno Porco Ottaviano) dico di andare a fare in culo dementi che non siete altro.
    • claudio n. Utente certificato 3 anni fa
      Certo che sono il clausneghe di L.C. ma anche di C.D.C......Ciao Davlak
    • davide lak (davlak) Utente certificato 3 anni fa
      no ragazzi, questo NON è un troll. garantito ;) la sua problematica la conosco, e conosco pure lui. è assolutamente in buona fede. vediamo piuttosto di risolvergli il problema.
    • davide lak (davlak) Utente certificato 3 anni fa
      perché non hai il diritto di voto? a che ti riferisci esattamente. sei il clausneghe di LC?
    • Alex F. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Claudio, non ho nessuna intenzione di insultarti (anche se tu l'hai fatto chiamandoci "egregi grullini tele dipendenti"...) Le tue opinioni sono sacre come quelle di chiunque altro. Solo che c'è una regola che TUTTI abbiamo rispettato per avere diritto al voto. Infatti si acquisisce tale diritto dopo 6 mesi dalla iscrizione certificata. Le regole sono scritte, puoi accettarle o meno. Se non ti sta bene puoi sempre annullare l'iscrizione. Fai come meglio credi. Comunque se le tue intenzioni sono quelle di far casino, beh, ti dico sinceramente che non sei il ben venuto. Se al contrario sei disponibile ad un confronto schietto sincero ed educato troverai tutte le porte aperte!
    • Johnny Gaspari Utente certificato 3 anni fa
      Certo, perchè ovviamente tu non sai, essendo un troll, che l'uno vale uno nasce dal fatto che tutti possiamo dire la nostra ma alla fine tu, io, grillo, casaleggio, Orellana ecc...hanno sempre 1 voto a disposizione sul portale per votare le leggi....cosa credevi che volesse dire questa frase? Noi non siamo i finti colti sinistroidi che danno chissà quale significato alle frasi. L'Italiano è facile quindi smettila di farti pippe mentali su questa frase. Perchè è una frase detta tempo fa da grillo proprio per far capire che decide la maggioranza al voto dove 1 vale 1. Spero di averti illuminato intelligentone
    • Ottaviano Augusto Utente certificato 3 anni fa
      ......marrone di merda piddina
  • Paolo T. 3 anni fa
    I miei 2 cents... Se un esponente M5S dovesse criticare alcuni punti programmatici del movimento, o il suo stesso statuto, dovrebbe farlo (e deve avere il diritto di farlo) internamente alle assemblee locali e/o nazionali (e non con dichiarazioni esterne). Qui pero' non si sta discutendo di punti programmatici. Queste persone hanno solo espresso dei commenti sullo streaming Grillo-Renzi, evidenziando alcune perplessita' circa i modi (e non circa i contenuti) dell'intervento. Non e' stata minimamente messa in discussione la linea politica del movimento, ne' gli assunti fondamentali del suo statuto. Se esprimere un giudizio sul comportamento di una persona e' in antitesi con le idee del movimento, allora lo e' anche criticare il comportamento di Orellana, perche' dal punto di vista statutario entrambi hanno pari diritti e valgono uno... P
    • carlo p. Utente certificato 3 anni fa
      ma perche'..tutti quelli che criticano gli altri ed offendono lo fanno all'interno????? Offese grautite e becere sono fatte nell'interno o qui??? quindi che cosa stai a dire..per favore
  • Luca 3 anni fa
    È ostracismo. Effettuato dai militanti, in nome e per conto del capo. Un capo che non viene mai giudicato! Mai. Mi domando se mai raggiungerete il 51% che fate con le voci dissonanti?, la sharia? Un consiglio a Grillo Casaleggio, leggete meno libri cyberpunk, dopo un po' fanno male. Ciao
    • cesare r. Utente certificato 3 anni fa
      Militanti? Ma come parli? E pronunci la parola sharia a chi non vuole essere chiamato militante....non hai capito molto di tutto questo che sta succedendo!
    • Ottaviano Augusto Utente certificato 3 anni fa
      BUTTATI NEL CESSO, STRONZO
    • Gian Carlo Capitanio (tato67) Utente certificato 3 anni fa
      militanti???...CITTADINI!!!
  • Gianmaria Valente (cu chulaìnn) Utente certificato 3 anni fa
    ..e quel COGLIONE di Tofalo, quello del "boia chi molla!" di infame memoria urlato in Parlamento ?!? Lui resto dov'è e tutto va bene ? Non ha forse creato anche lui un danno (per me enormemente maggiore rispetto ad Orellana) al M5S ? Sempre più perplesso...
  • Massimiliano Lagi 3 anni fa
    Ottaviano Augusto, stai scrivendo un commento dello stesso tenore (offensivo) ogni 3 minuti. Credo che abbiamo capito come la pensi. Ora trovati qualcos'altro da fare ed un'altra ossessione.
  • antonio g. Utente certificato 3 anni fa
    basta avere un pò di pazienza e scopriremo le finalità dei dissenzienti, libertà di pensiero o forse dei semplici problemi materiali......a proposito non mi ricordo gli altri dissenzienti fuoriusciti, nè i loro nomi nè gli atti da statista compiuti successivamente nell'attività fuori dal M5S
    • claudio d. Utente certificato 3 anni fa
      Sarebbe come dire che se stanno NEL M5S, anche gli esseri inutili vanno bene?
  • Ezio Bigliazzi Utente certificato 3 anni fa
    Biagio Elefante Turi, se appartieni al M5***** hai sbagliato parrocchia. Pentiti e fiondati da SEL, vedrai che abbracci affettuosi ti riserverà Svendola.
    • Biagio Elefante Utente certificato 3 anni fa
      .salutami messora, cherichetto, io le parrocchie le ho sempre sconquassate da quando tu forse non eri ancora nato.
  • Niccolò Mencarini Utente certificato 3 anni fa
    Fategli un richiamo formale. Non passate all'espulsione. La gente non capirebbe.
    • Pisetta Simone Utente certificato 3 anni fa
      cartellino giallo e panchina, che si occupi solo del senato e degli incontri nei comizi territoriali (basta discorsi personali in TV che fanno solo che alimentare la contestazione, non diamogli pane a questi giornalisti pagati con soldi pubblici!!) Se il senatore invece continua a fare di testa sua allora li si vota.
  • Biagio Iannuzzi Utente certificato 3 anni fa
    L'occasione riporta al problema del "vincolo di mandato" , credo sia una cosa importante per garantirci l'onestà quantomeno intellettuale del cittadino che votiamo al parlamento/senato.Io ti voto sulla base di un programma ma anche in nome di una ideologia che tu NON puoi TRADIRE alla prima ghiotta occasione! Se le divergenze all'interno del Movimento/partito , sono davvero insuperabili , beh allora te ne torni a casa SENZA alcun vitalizio o schifezzella simile....con una mano davanti e l'altra dietro così come sei entrato.Al suo posto subentra il primo non eletto...e così via a scalare.
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      Caro Roberto, chi vota M5S non vuole dare un voto di delega e soprattutto non da un voto di fiducia, lui vuole partecipare alla vita politica attivamente. Il vincolo di mandato quindi è utilissimo perchè se perdi la fiducia dei tuoi elettori devi tornare a casa subito, devi essere reso innocuo e non andare ad ingrassare le file nemiche oltretutto con un sentimento rancoroso. L'origine di questo modo di interpretare la "rappresentanza politica" sta nell'origine stessa del M5S. Noi siamo nati come forza politica per un incidente di percorso, noi volevamo solo filmare i Consigli Comunali e mandarli in rete attraverso il Blog (Operazione fiato sul collo). Se i Sindaci non ci avessero fatto buttare fuori, distruggendo a volte le nostre webcam, noi non avremmo mai cercato una seconda via per entrare nei Consigli Comunali. Dai Comuni al Parlamento il passo é stato breve ma lo spirito è sempre quello, informarsi e informare i cittadini. Oggi vogliamo il Governo della Nazione perchè i Parlamentari non sono come i Sindaci che almeno avevano la dignità di nascondersi, i politici Parlamentari non hanno alcuna vergogna per ciò che fanno ed è per questo che devono essere spazzati via (dopo aver restituito i 2000 miliardi che hanno insabbiato). Siamo troppi Vinciamo noi
    • Roberto R. Utente certificato 3 anni fa
      A dire il vero io mi sento fortemente contrario al vincolo di mandato. Vi spiego il perché. Credo sia un controsenso poter scegliere mediante preferenza (leggasi parlamentarie) chi mandare in Parlamento e non far sì che questo possa ragionare con la sua testa. Cioè, se io ti ho scelto personalmente è perché ti ho trovato degno della mia fiducia, credo pertanto tu (in quanto persona di cui mi fido) sia in grado di capire cosa è giusto e cosa è sbagliato (poiché sei tu, non perché fai parte del partito). Non ci fossero le preferenze è ovvio che poiché ti sceglie il partito devi poi sottostare alle direttive. Senza contare che, nel malaugurato caso in cui ci sia una dittatura vera, il vincolo di mandato sarebbe pienamente deleterio. Il vincolo di mandato fa piacere al PD, al PDL, che implicitamente lo applicano già, ma in maniera nascosta, avendo tanti pupazzi che votano quello che dice il loro capo (che sia Renzi o Berlusconi). Il M5S non dovrebbe essere diverso da tutto questo?
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      Concordo con quello che dici, tranne che per il VITALIZIO, parola orrenda che scomparirà non appena il MoVimento passerà al timone dell'Italia.
    • vincenzo riccobono 3 anni fa
      concordo pienamente...è probabile che la "dolce vita" da senatore romano abbia dato alla testa a questi 4 cittadini...
  • antonietta celano Utente certificato 3 anni fa
    che peccato state rovinando tutto, sono sconfortata e preoccupata, non pensavo che se uno si permetteva di criticare l'operato di Beppe rischiasse la gogna mediatica e addirittura l'espulsione, così non si va da nessuna parte, ascoltare le minchiate che proponeva Renzie non costava niente piuttosto mi aspettavo un contrattacco punto x punto che ci avrebbe portato al 40%, invece gli ha solo gridato in faccia quattro cose ed è finita lì, credo sia opportuno che a questi incontri "istituzionali" vadano i nostri meravigliosi ragazzi, in alto i cuori
    • Carlo tagliabue 3 anni fa
      Sono d'accordo, occorre essere più sereni e ribattere punto su punto...solo così non si fa la figura dei dittatori...Grazie
    • Domenico D. Utente certificato 3 anni fa
      Ma per favore, con questa storia che i parlamentari sono meglio di Grillo... se Beppe Grillo non ci fosse stato non ci sarebbero stati neanche i meravigliosi ragazzi. Beppe ha fatto quello che doveva fare e che coerentemente fa da sempre: con questi delinquenti non si parla, si mandano a casa e basta. Non vi fate condizionare sempre dai mass media, ma quale fascismo, il fastidio ti mandava in esilio. Qui il fatto è che se non condividi i principi fondanti del movimento non ne puoi far parte, vai a fare la tua politica in un altro gruppo. Voi che volete addolcirci, renderci dialoganti con questi mafiosetti, non vi capisco. Forse dovreste votare per chi è calmo, democratico, moderato, e vi mangia in testa da vent'anni.
    • Gian Carlo Capitanio (tato67) Utente certificato 3 anni fa
      sul profilo twitter di Orellana un utente ha domanato se è vero che abbia preso certe decisioni Jacob 1 @Jacob1__ 18 feb @luisorel sei davvero disposto a dare la fiducia al governo debenedetti se mettono dentro due nomi da fotoromanzo che ti scaldano il cuore? Risposta Retweet Preferito Altro Espandi Luis A. Orellana @luisorel 19 feb @Jacob1__ si informi e non mi metta in bocca parole che non ho detto. PS mi domando perché rispondo a un fake, di un troll senza nome @Jacob1__ 19 feb @luisorel le chiedevo di questo, non si scaldi http://t.co/HdchlS08GO beh quello che ha detto lo ha fatto...non ha più risposto
    • cesare r. Utente certificato 3 anni fa
      Corretto invece quello che dici. Però come primo incontro è stato giusto dirgli in faccia quello che sono, tanto poi in Parlamento ci sono i nostri ragazzi. E sicuramente, le prossime volte verranno, come sempre sbugiardati con l'intelligenza, i fatti e l'onestà. Beppe si sa come è fatto e va stimato per tutto quello che sta facendo ed ha fatto. E lo dico a questo qui sopra di non parlare sempre di ragionamenti PDini quando si critica, altrimenti si va fuori in moltissimi qua!
    • Ottaviano Augusto Utente certificato 3 anni fa
      ANTONIETTA , SPEGNI LA TV, STAI DIVENTANDO UNA PIDDINA INCONSAPEVOLMENTE. CON I PORCI NON SI TRATTA , ANZI NON SI PARLA PER NIENTE
  • Alessandro Pulvirenti (alexpulvct) Utente certificato 3 anni fa
    Io vi ho votato all'ultima elezione Nazionale, ma se diventate dei FANATICI ANTI-DEMOCRATICI, il mio voto lo perderete! Siamo in democrazia e ognuno può esprimere la sua opinione. NESSUNO SI DEVE CONSIDERARE IRREPRENSIBILE! Le critiche servono per migliorarsi, si devono prendere con spirito costruttivo. L'intelligenza è elasticità mentale nel saper accettare critiche e saper ammettere anche d'aver sbagliato! Deluso... spero che prima delle prossime elezioni, cambiate atteggiamento!
    • Alessandro Pulvirenti (alexpulvct) Utente certificato 3 anni fa
      Al militare c'è la disciplina che dici... infatti, nel corpo militare NON c'è democrazia! Se agite così, anche se riuscite a scardinare questo fango di politici, non instaurereste una democrazia; perché anche dopo ci sarebbe qualcuno che la pensa diversamente su qualche questione e allora voi cosa fate? Mussolini non accettava le critiche... spero che non torneremo mai più in un periodo come quello. La casta che è in politica, deve essere rimossa, ma con qualcosa di meglio... Io mi occupo di Energia e Ambiente, ma riesco a ragionare in modo elastico, sapendo che una transizione netta non può esserci. Invece qui, mi sembra che vivete nel mondo dell'Utopia... cerchiamo di tornare nella realtà e di pensare che la via più breve tra due punti non è sempre una retta netta!... ma può essere anche una curva. Preferirei più cultura e meno fanatismo!
    • Mario S. Utente certificato 3 anni fa
      Ha ragione Federico...qua se MS5 fallisce siamo in pasto al fondo monetario.
    • Federico M. Utente certificato 3 anni fa
      Ascolta, Alessandro, qui siamo in guerra, quindi oltre alla democrazia (che é alla base) serve disciplina. Senza quella, non c'é nemmeno democrazia. Democrazia non significa fare quel cazzo che ti pare. In democrazia ci sono delle regole e chi le víola deve pagarne le conseguenze. Quello che tu chiami democrazia é in realtá anarchia, e sará quello che succederá in Italia se fallisce il M5*, credimi.
  • Giovanni P. Utente certificato 3 anni fa
    Pensavo che il M5S fosse l'ultima carta da giocare per la rinascità dell'Italia. In linea di massima gli eletti sono delle persone oneste e degne di stima ma la base è piena di buzzurri, a cominciare dal suo capo.
  • claudio masiello Utente certificato 3 anni fa
    Siamo in viaggio per una destinazione che si era prefissata in partenza quindi chi ha accettato di salire non può ora pretendere di cambiare la destinazione;se qualcuno vuole scendere é libero di farlo io voglio arrivare all'obbiettivo.aggiungo che le defezioni ci migliorano e ci rendono più forti di prima ,é un pò come andare al bagno ci si libera degli scarti.
  • Biagio Elefante Utente certificato 3 anni fa
    SE C'E' QUALCUNO DA ESPELLERE sono i bifolchi razzisti frustrati che dicono alle donne che a te non ti scopa nessuno, e che nemmeno sanno che le circoscrizioni elettorali del senato non sono provinciali, e che in Lombardia la circoscrizione che ha eletto Orellana è formata da 4 provincie non dalla sola Pavia! A questi burocrateli da strapazzo responsabili di un clima di intolerante e cannibalesca ca
    • cesare p. Utente certificato 3 anni fa
      e basta Biagio Elefante sei già intervenuto tre volte hai detto la tua ma guarda che se intervieni altre 100 volte sempre uno sei.
    • Ezio Bigliazzi Utente certificato 3 anni fa
      Mi sono sforzato di capire il concetto! Ho provato con il traduttore istantaneo Bing. Nulla, allora sono arrivato alla conclusione che un bimbo ha giocherellato con la tastiera del PC.
    • Franz M. Utente certificato 3 anni fa
      Su dai vai a raccogliere le ciliegie... Orellana non mi rappresenta.(punto)
  • Gennaro Domestico Utente certificato 3 anni fa
    Bravissimi gli attivisti di Pavia. La coerenza vorrebbe, a questo punto, che tutti coloro che non hanno più la fiducia del Movimento, si dimettano da parlamentari.
  • Andrea P. Utente certificato 3 anni fa
    Basta con questa caccia alle streghe. Possibile che non si possa esprimere il proprio dissenso? Vogliamo diventare il nuovo PNF? Io personalmente ritengo che Grillo abbia sbagliato, ad andare lui da Renzi, invece di chi si fa il mazzo tutti i giorni alle camere. Devo sentirmi in colpa?
    • Patrizia P. Utente certificato 3 anni fa
      Andrea P. non è una caccia alle streghe nessuno vieta ad Orellana di esprimere le sue perplessità nelle sedi appropriate, cioè tra i suoi colleghi,tramite dialogo con la base attraverso la rete, ma dialogo, io la penso così voi cosa ne pensate? Ti ricordo che Lui è un PORTAVOCE, e se ha dubbi che li chiarisca nelle sedi appropriate. E non è neache il portavoce eletto del gruppo camera o senato preposto a rilasciare dichiarazioni ai media. Quindi ogni volta che si rilasciano interviste ai media devono essere esplicative di quello che sono le azioni, le attività, le speranze, la linea politica, del gruppo. Le personali opinionivisto che hai un incarico di responsabilità non le vai a dire ai media perchè tu sei un poratavoce del gruppo non una entita che siccome sta lì e ha la possibilità di farsi intervistare ne coglie l'occasione a piacimento, quando avrai finito l'incarico potrai tornare ad essere il signor tale dei tali e in quanto signor tal dei tali potrai esprimere la mondo le tue personali opinioni su tutto. Uno vale uno, non sei più importatnte del gruppo che le tue personali opinioni devono avere risonanza mediastica, chi cavolo si crede questo di essere? A chi servono le sue dichiarazioni dissenzienti continue, qual'è lo scopo, qual'è il fine? Che conseguenze portano? Se ci si risponde a queste domande e la cosa è chiarissima.
    • claudio n. Utente certificato 3 anni fa
    • Enzo dell'Aquila Utente certificato 3 anni fa
      I parlamentari sono portavoce e non onorevoli. Non siamo interessati alle loro idee ma a quelle dei cittadini che lo hanno eletto. La democrazia rappresentativa significa questo. Orellana rappresenta solo se stesso, dovrebbe prenderne atto e dimettersi. Il dissenso è solo il suo, non quello della base che gliel'ha messo nero su bianco. Non fingere di non capire.
  • Michele P. Utente certificato 3 anni fa
    Se non si ritrova più nel movimento, Orellana può togliere il disturbo. Diversamente non può continuare a restare dentro avendo sempre posizioni contro. Non siamo il PD!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus