Giornalista del giorno: Michele Serra, la Repubblica - ter

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
michele_serra_amaca.jpg

"Che cosa ci facevano Grillo e Casaleggio alla festa del console americano a Milano? Grillo ha detto: "Siamo qui perché siamo stati invitati". In termini logici è una risposta del tutto esauriente. Lo è anche in termini diplomatici, istituzionali e politici, essendo i due a capo del secondo partito italiano. Ma se io fossi uno dei loro pensatori d'area; un blogger di quelli che a lui non gliela raccontano; uno dei tanti febbrili frequentatori del web che cercano e scovano la verità oltre le bugie del Sistema e dei pennivendoli; insomma se fossi uno dei pesci che nuotano nella stessa acqua dove nuota, con notevole successo, il Movimento; allora direi che non è la prima volta che Grillo frequenta la diplomazia yankee; che gatta ci cova; che l'imperialismo americano, i poteri forti, la finanza ebraica, Wall Street, il gruppo Bielderberg sono scesi a patti con Grillo; forse lo hanno già comperato; forse anche sua sorella; forse gli hanno intestato la General Electric; e a sua sorella un resort sulle cascate del Niagara. Che poi Grillo non abbia sorelle e la sua presenza al consolato americano di Milano fosse una normalissima visita di cortesia, conta molto poco. Conta lo sguardo diffidente sempre, comunque sul mondo. La dietrologia come metodo. Il sospetto come regola." Michele Serra

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • E ricordate che nostro Signore paga in ritardo ma paga largo. 3 anni fa mostra
    Gli argomenti trattati in modo ironico da Serra sono veri anche se il giornalista li vuole scherzosamente far passare per falsi. Serra sta semplicemente dicendo a Grillo: “Vedi caro? Ora qualcuno potrebbe dire che anche tu sei una puttana, no? Quindi o non è vero che lo sei oppure siamo tutti delle puttane quindi nessuno è una puttana (mal comune mezzo gaudio). Ora sulla base di questa sicurezza mi ridistendo sulla mia amaca in attesa di servire il prossimo cliente”. Purtroppo per Serra il novello Bakunin (*) genovese è proprio un puttanone come lui. Perché non si può fare il rivoluzionario antisistema, no qui, no la, no TAV e far fulminare o arrestare gente per poi andare in in fila ,da barbone di lusso, ad elemosinare una tartina al caviale e un orecchio benevolo che faccia finta di essere in cerca di “interlocutori perbene.” proprio al consolato dei delinquenti mondiali, che a suon di armamenti difendono il terrorismo finanziario e fomentano quello internazionale. No, dispiace...perché chi fa una cosa del genere,invece di restarsene a casa, è proprio un puttano. Quindi Serra, tu e Grillo, assieme a i suoi 4 giannizzeri che ha piazzato a Roma, siete solo degli immensi puttanoni e non c'è nessun gaudio nel mal comune...Fattene una ragione... (*) A tal proposito, per chi ha ancora qualche neurone nella sua testa semi vuota, si consiglia , per capire chi è il signor Giuseppe Grillo, la lettura del libro “Il diavolo al Pontelungo” (di Riccardo Bacchelli, Mondadori) dove si descrive la vita svizzera e italiana da borghese, con i soldi degli altri, del rivoluzionario condannato a morte , ma a differenza di altri scampato alla malasorte, Michail Aleksandrovi Bakunin.
  • Pietro Pinna 3 anni fa mostra
    Come dare torto a Michele Serra,per una volta che dice qualcosa di sensato. Grillo che ci vacevi???7 In molti tuoi sostenitori ce lo chiediamo
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus