Promesse da marinaio

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
fondo_microcredito.jpg

Tutti si riempiono la bocca con promesse di "aiuti alle pmi". Solo Il M5S ha fatto creare un fondo di garanzia per le PMI finanziato con le eccedenze dello stipendio di parlamentari che hanno già versato 5,5 milioni di euro.

"Nei primi centoventicinque giorni di questa legislatura, sono state sei le proposte presentate dai gruppi parlamentari del MoVimento 5 Stelle alla Camera e al Senato. Accolte formalmente nelle specifiche commissioni, nessuna di esse è mai arrivata neppure alla discussione in aula. Tutte quante sono state insabbiate e bocciate. Nel frattempo, veniva varato il governo Letta-Saccomanni che provvide immediatamente, come primo atto, ad annullare il decreto di Mario Monti a favore delle imprese, proponendo - in nome della spending review - 20 miliardi subito e 20 miliardi alla fine di settembre. I 20 miliardi subito, dopo enfatiche sottolineature della stampa, sono stati aboliti con successivo decreto aggiuntivo; la data del settembre 2013 è stata spostata al dicembre del 2013 e, infine, a gennaio del 2014 sono stati messi a disposizione 22 miliardi di euro di cui, al 7 aprile 2014, non è stato erogato neppure un euro. Una volta eletto, Enrico Letta ha varato la legge presentata come abolizione immediata del finanziamento dei partiti che in realtà avverrà solo nel 2017. Infatti tutti i partiti verticali hanno incassato la loro quota, mentre il MoVimento 5 Stelle è stata l’unica organizzazione politica a restituire i soldi allo Stato.
Intanto la disoccupazione cresceva, le aziende chiudevano, le banche aumentavano la propria massa debitoria, segnando nel settembre del 2013 la cifra di ben 300 miliardi di euro immessi in bilancio sotto la voce "crediti non esigibili".
Il sistema dei partiti verticali ha lanciato una campagna di diffusione di menzogne per impedire che alla cittadinanza venisse riferito lo stato delle cose. Il governo Letta-Saccomanni ha investito il proprio tempo, la propria energia e le proprie risorse con l’unico fine di mantenere intatto l’equilibrio politico-finanziario del sistema, permettendo anche l’elargizione di miliardi di euro dei contribuenti alle banche." Sergio di Cori Modigliani, tratto dal libro Vinciamo Noi

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • collettivo matilda Utente certificato 3 anni fa
    2° Contributo pragmatico matilda.collettivo@gmail.com Te la do io la sconfitta Se noi adesso cambiamo ottica nell'arco di poco tempo potremmo dire che queste elezioni sono state il trionfo che (non) ci aspettavamo. Sembra un paradosso ma questo è per il M5S un momento ricco di opportunità, più ancora di quando le nostre energie erano tutte protese a cercare di vincere. Per il momento non possiamo governare? Bene, però abbiamo una grande forza: siamo il secondo partito italiano, l'unico di opposizione con più di 150 parlamentari fra parlamento italiano e europeo e quasi sei milioni di elettori. Allora invece di dare ad altri il denaro dello Stato del finanziamento pubblico che noi rifiutiamo e quello dello stipendio decurtato dei nostri parlamentari, utilizziamolo per iniziative targate M5S che restino e incidano nel tempo sul cambiamento culturale necessario, anche per consentire che un giorno possa governare una forza politica sana com'è oggi la nostra. Apriamo fabbriche autogestite targate M5S di quanto sia necessario nell'ambito delle energie rinnovabili e del riciclaggio, per esempio. Organizziamo l'unico festival del cinema italiano VERAMENTE indipendente -e perciò non lo chiameremo “indipendente” parola ormai usata per occultare il suo essere proprio il contrario (come la parola “sinistra” d'altronde) ovvero inglobato al sistema. Mettiamo su una casa editrice del XXI secolo, dove pubblicare e ripubblicare tutti i pensatori liberi e dare spazio a elaborazioni sulla democrazia che vogliamo costruire; con una collana per ragazzi fuori dai desueti schemi di tante fiabe e racconti letteralmente diseducativi, o meglio educativi al sistema inquinato a cui si vuole assuefare anche le nuove generazioni. Diamo cultura gratis agli italiani. Offriamo dopo scuola in cui ci si diverte imparando le scienze e l'arte. Organizziamo campi estivi per bambini dove di giorno giocando si insegna la natura e la sera guardando le stelle l'astronomia...
    • Domenico Crocetti Utente certificato 3 anni fa
      Ma lo sai che l'idea non e´ malvagia ???
    • Luciano medda 3 anni fa
      Bellissime idee, ma divulghiamole meglio, questo e" un cambio di cultura generazionale... Continuiamo così.. Bravi
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      ci vogliono i soldi!! Li metti tu?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus