La #corruzione paga

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

villa_galan.jpg

Di cosa parliamo, di cosa parlano tutti in questi giorni? Di un Rolex regalato al figlio di Lupi e di un biglietto aereo di circa 400 euro per sua moglie? Roba forte, che cattura l'immaginazione. Ma del 40% di maggiorazione su un giro di appalti di 25 miliardi gestiti dal ministero delle infrastrutture nessuno parla. Fanno circa 10 miliardi di tasse dei cittadini a cui vengono chiesti sacrifici, girate ai ladri di Stato e ai loro complici. A chi sono finiti questi 10 miliardi? Questa è la vera domanda da farsi. Il Rolex è un'informazione di distrazione di massa. Quanto fatturano i partiti attraverso le Grandi Opere? Qual è la tariffa base per la Tav o per il Mose per un partito di governo? E' evidente che Incalza, dopo vent'anni di permanenza nel ministero delle Infrastrutture (salvo un breve periodo quando fu cacciato da Di Pietro, allora ministro) può ricattare chiunque, mettere nella merda qualunque partito. Il silenzio è la sua migliore assicurazione.
Sono più interessanti i 10 miliardi di euro fottuti agli italiani o un Rolex? Dalla vicenda che fa capo a Incalza emerge una struttura delinquenziale collaudata, che funziona dal livello comunale a quello regionale a quello nazionale. Il malloppo sono i soldi dei cittadini. I ladri a norma di legge sono i partiti, anzi il partito della Nazione, la fusione del Pd con FI. Gli aiutanti, quelli che aiutano a portare fuori i soldi, sono imprenditori corrotti, in particolare cooperative bianche e rosse e criminalità assortita. I pali sono i giornalisti.Che si tratti di Mafiacapitale, dell'Expo o di una qualunque Grande Opera, il modello è quello del ladrocinio spartitorio in cui ci si copre il culo uno con l'altro con leggi ad hoc. Si è passati da Tangentopoli a Partitopoli. Apriamo le galere per questa gente. Non è tempo di Rolex, ma di restituzione del maltolto. A proposito, Galan dove si trova ora? Nella sua sontuosa villa.L'ex ministro ed ex governatore del Veneto è accusato di corruzione nell'ambito dell'inchiesta Mose, ma l'80% dei suoi reati è prescritto. A ottobre scorso i 5 Stelle hanno chiesto la sua rimozione dalla guida dell'organo parlamentare. La Boldrini disse: "Non è mia competenza". Brunetta aggiunse: "Sarebbero pressioni indebite". Galan resta quindi presidente della Commissione cultura anche se agli arresti domiciliari.
Oggi, 19 marzo, festa del papà, da Andrea Cioffi, capogruppo al Senato del M5S:
"La farsa è servita. Il governo annuncia un passo avanti e ne fa due indietro. Sul Ddl anticorruzione in Senato, i tempi si allungheranno a causa di un emendamento. Perché Nitto Palma prima ha ammesso l'emendamento del governo, e due giorni dopo dice che è inammissibile, e riferisce che purtroppo ci saranno lunghe discussioni in Aula su questo punto? E perché il governo scrive un emendamento inammissibile? Incompetenza o dolo politico? Si sono sbagliati sia Palma che il governo, o si sono messi d'accordo per far slittare ancora la legge anticorruzione, magari a dopo le prossime elezioni?"

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • ridoacrepapelle 2 anni fa mostra
    SFUGGONO SPESSO AL CONFRONTO CON I MEETUP E CORRONO FRA LE BRACCIA DEL SISTEMA TELEVISIVO GESTITO DAI PARTITI! GRANDI PARLAMENTARI!
    • GIORGIO S. Utente certificato 2 anni fa mostra
      a richetenefrega a te
  • NULLA CAMBIA 2 anni fa mostra
    Strano: non una parola sulla strage in Tunisia. Sono pinzillacchere. Vuoi mettere l'orologio di Lupi? I fatti di Tunisia non ci riguardano: parliamo di inceneritori, biciclette e minchiatine varie con toni apocalittici mentre la vera Apocalisse si avvicina. Vuoi mettere lo jus soli con relativo reddito di cittadinanza a milioni di fancazzisti nostrani e di quelli in arrivo da tutto il mondo?. Aprite gli occhi dem(enti)!!!
    • Maurizio Lorini 2 anni fa mostra
      Solo un ottuso non riesce a capire che il problema isis e' un problema che va risolto a livello europeo e che i problemi italiani vanno risolti da quei viscidi esseri che sono al governo che ovviamente se ne fregano dei loro concittadini. Se non capisci che sono 2 cose ben distinte sei messo proprio male.
    • Giuseppe V. Utente certificato 2 anni fa mostra
      Gli occhi e pure le orecchie le dovrebbe aprire Lei. I fatti in Tunisia, e in altre parti del mondo, sono da condannare. Ma, le continue ruberie e la disonestà che sta mettendo in ginocchio il nostro Paese, fanno più danno di decine di morti (con la massima condanna per queste atrocità).
    • Enzo Chiesino Utente certificato 2 anni fa mostra
      Importantissimi i fatti accaduti in Tunisia, a mio avviso il nostro futuro immediato è ancora più importante. Verso l'ISIS possiamo ben poco, è un problema che bisogna risolvere a livello mondiale, in Italia noi abbiamo il dovere di ripulire questa immondizia che ci appesta da decenni.
  • ridoacrepapelle 2 anni fa mostra
    STUDIO LEGALE 5 STELLE, 100 AVVOCATI E BLA BLA BLA I MOSTRUOSI ED IMMORALI VITALIZI ESISTONO SOLO PERCHE' QUALCUNO LI INCASSA E PERCHE' 9 MILIONI DI PIRLA GLIELO PERMETTONO! CON ALTRI SISTEMI, TI ASSICURO CHE VEDRESTI MOLTI RINUNCIARE A QUELLO CHE NON GLI SPETTA!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus