Giornalista del giorno: Marta Serafini, Corriere della Sera

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
marta_serafini_corriere.jpg

"Il Corriere nel pezzo a firma di Marta Serafini scrive: "Incontro Pd-M5S, c'è Renzi Il premier boccia il Democratellum". Non è vero. Non c'è stata nessuna bocciatura. Renzi si è detto interessato a trovare un punto d'incontro con il MoVimento 5 Stelle, e non ha bocciato il Democratellum. Il premier ha detto che la legge proposta dai 5 Stelle è "molto interessante, ma gravemente deficitaria per la governabilità". Non è proprio la stessa cosa. Ma andiamo avanti. Il Corriere ha poi aggiunto nel sottotitolo dell'articolo: "Il segretario del Pd a Di Maio: "La vostra legge non garantisce governabilità". Non c'è Grillo. E sul blog il leader del M5S: "Insulti alla Boschi? Si rivolga alla Polizia Postale"." Come potete notare non vi è alcun riferimento alle parole di Luigi Di Maio o ai discorsi fatti da Toninelli. "La vostra legge non garantisce governabilità", tuona la giornalista nel suo sottotitolo. Poi c'è chicca finale, ed è davvero incredibile: "Insulti alla Boschi? Si rivolga alla Polizia Postale". Ma Grillo non ha mai detto una cosa simile. Dove l'ha pescata la giornalista? Leggiamo cosa ha scritto Grillo sul suo Blog: "sono a disposizione del ministro Boschi qualora volesse attivare la polizia postale per giungere alla loro identità e agire per vie legali in tutela della sua reputazione". Vi sembra la stessa cosa? E' davvero una vergogna.
Ecco lo screenshot che testimonia quanto scritto dalla Serafini sul Corriere:
serafini1.jpg
La Serafini, non si sa bene per quale motivo, ha poi modificato il suo articolo con un nuovo titolo:
serafini2.jpg
Fantastico anche l'occhiello che la giornalista del Corriere ha voluto evidenziare. Insomma, un articolo a senso unico:
serafini3.jpg" Segnalazione da Tzetze

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • carlo c. Utente certificato 3 anni fa
    questa "gogna" di giornalisti è probabilmente la cosa peggiore che abbia visto sul blog (superata forse solo dagli insulti a base oscena che per alcune persone sembrano sostituire il ragionamento politico)
  • DANIELE ZATTONI Utente certificato 3 anni fa
    L’IMPECCABILITA’ E’ UNA QUALITA’ DELLA GRANDEZZA. L’idiosincrasia umana riguarda il “mangia o sei mangiato” o “giovinezza e cosmesi”, riguarda persone che fanno preda delle mancanze di altre persone e le categorie possono essere: la psicologia, le multinazionali, i prodotti, i mass media, ma anche il vicino di casa e tutti questi sono combinati in uno. Tutta l’ideologia della coscienza sociale umana, PER ARRIVARE IN CIMA, fa qualunque cosa per arrivarci, è la più potente e seduttrice di tutte le forze e in mancanza di grandezza, questa malattia cresce e si rifugia in un ambiente fatto di fiducia, di bisogno e risultato. La maggioranza delle persone famose che quasi tutti seguono, venerano, sono resi famosi perché se fossero persone ordinarie, nessuno presterebbe attenzione a loro; questo è un aspetto della follia o meglio: “Quanta inconsapevolezza regna fra gli umani”. Una persona deve arrivare alla fama per avere un voto o l’esser notati; pertanto senza essere famosi nessuno nota. QUESTA E’ IDIOSINCRASIA UMANA. Ma ciò che fanno è importante perché? In mancanza di grandezza, quando non la si trova da nessuna parte, c’è la propensione a continuare a vivere idiosincrasie umane in quanto non si dispone di alcuna metodologia di pensiero, ovvero non si ha altro modo per imparare a vedere il mondo e vedere come sono veramente le cose: ergo ORA SIAMO SPINTI VERSO LA GRANDEZZA; che rara qualità da trovare, quanto raro è essere un pensatore così libero, un individuo la cui mente non fluisce nel fiume della idiosincrasia umana, che trova un comportamento di coscienza ammettere che il comportamento del pensiero è importante. Un libero pensatore che sa, non come un intellettuale, ma come chi ha vissuto e si è esibito nella vita. Senza grandezza l’idiosincrasia umana perpetua se stessa, ci si aspetta che le persone mentano o imbroglino, che usino altri di essere usati e di usare e che le persone non pensino più in su della loro cintura. Questo tempo in cui viviamo è la TRAGEDIA
  • Itala S. Utente certificato 3 anni fa
    Questa e una delle tante non credo valga la pena perdersi dietro a queste inutili persone andare avanti e la cosa migliore.Su republica ho letto della rissa degli attivisti 5stelle a Firenze di cosa si tratta voi non avete discusso della cosa
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    Sempre alla ricerca del "sensazionalismo” sparano spesso balle "sensazionali”. Ma poiché sono ordinariamente vigliacchi, sparano contro chi non fa loro pagare il prezzo delle loro "balle”... La pratica poi della manipolazione del virgolettato è una delle tecniche più frequenti della disinformazione in tutte le sua gradazioni: diffamazione, notizie false e tendenziose, illazioni, congetture, manipolazione, interpretazioni fantasiose... È la professione del "giornalista” che non ha più senso, o forse non ha più nessun senso in quanto "professione”, giacché chiunque sappia un poco scrivere, sia dotato di buon senso e onestà intellettuale (per imparare la quale non occorre nessuna “scuola di giornalismo”) e tutti possono informare tutti delle cose che sanno o dove si sono trovati da protagonisti. La rete consente questo. La rete deve svolgere una critica costante e sistematica al cattivo giornalismo mera “emanazione del potere” e parte integrante del Regno della Menzogna.
  • Clark R. Utente certificato 3 anni fa
    La stessa risposta che ho dato a Andrea Indini ! Marta Serafini chi ? Ahahahah è incredibile come certi personaggi squallidi - solo per far piacere ai loro padroni - deformino la realtà delle cose inventandosi completamente situazioni, atteggiamenti e parole inesistenti. Ma è la regola delle persone meschine, serve e leccapiedi. Non è facile farlo davvero bene, anzi direi che ci vuole una certa predisposizione. Però si vede chiaramente che la signora in questione questo dono lo ha sin dal funereo giorno della sua nascita.
  • diana scapin Utente certificato 3 anni fa
    Personaggi come la serafini non le conoscono neppure le parole obiettività e dignità! Non sanno quale grande dono sia la libertà di parola e di pensiero...è una responsabilità tale che non sono in grado di gestirla quindi fanno la cosa che riesce loro con più semplicità...mentire e manipolare la realtà. Vigliacchi!
  • Andrea Marciante 3 anni fa
    Io faccio l'informatico per la redazione di Corriere e questi non sono giornalisti, ma solo ed esclusivamente degli IGNORANTI LACCHé che si preoccupano esclusivamente di copiare Repubblica, gonfiare click e gossip vari...oltre che disinformare ovviamente. Che azienda fallita RCS!!!
  • gianfranco sardara Utente certificato 3 anni fa
    sorvolo sul contenuto dei suoi articoli, e le chiedo se non prova sdegno nel constatare che il suo mitico giornale ha messo a disposizione un'intera pagina ai sostenitori del mafioso Dell'Utri. Sarebbe bene evidenziarlo ogni qualvolta parlerete di Falcone e Borsellino.
  • massimiliano z. Utente certificato 3 anni fa
    La cosa strana, ma nemmeno troppo, è che digitando PD.it mi si è aperta la Homepage del PDL Stessa natura, stesso URL. X risparmiare
  • Stefano Chincarini Utente certificato 3 anni fa
    Sono andato sul sito partitodemodratico.it, in home page c'è scritto che hanno abolito il finanziamento pubblico ai partiti e quindi chiedono il 2 per mille delle tasse (sempre soldi pubblici). Secondo lui dovrei cambiare idea? No-grazie mantengo quella che siete dei "lestofanti".
  • Ing_Alberto Costantini Utente certificato 3 anni fa
    Oggi il mondo sembra dividersi tra vincitori e vinti! Tra chi ha accesso ai trionfi della Vittoria e chi è condannato ai disastri della Sconfitta. Ma chi se ne frega della Vittoria o della Sconfitta! In Realtà, ci si sta muovendo nell'ambito di alcuni casi, molto particolari, di "quel che funziona" e di "quel che non funziona". Vittoria e sconfitta ne sono soltanto aspetti molto particolari. Per cultura di formazione scientifica, personalmente non posso che orientarmi verso lo studio dei casi più generali, senza perdermi in quelli particolari. E non posso che guardare con sufficienza, sconforto e disprezzo a questo correre, vano, pazzo e disperatissimo, dietro ai casi particolarissimi, spesso costruiti "ad arte" di Vittorie e Sconfitte. Nello sport, nella politica, nei rapporti tra persone, nella comunicazione, nella vita di ciascuno, tutto un rincorrere dietro a vane e disperate Vittorie e Sconfitte. Sono appena passate le elezioni europee, tra un po' ci saranno i mondiali di calcio. In mezzo, gli scandali, le tangenti, i soldi, i disoccupati, le aziende che chiudono e i ristoranti pieni, la chirurgia plastica e le mode che passano. Tutti a vincere e dopo un po' a perdere. Sembra che tutto si riduca a questo: il successo della Vittoria o il fallimento della Sconfitta. Ma il semplice prendersi cura del far funzionare le cose proprio no!? Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8 Mal di Schiena Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s Mal di Schiena Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA Mal di Schiena Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ email: alberto.costantini.std@gmail.com sito web: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio Per eventuale supporto: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/prestito-d-onore https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/progetto-funzionalita Grazie!
  • fiorangelo forno Utente certificato 3 anni fa
    Giornalista è chi racconta i fatti oppure colui che elogia la mano che lo nutre?
  • Giuseppe V. Utente certificato 3 anni fa
    Quando un "giornalista" segue sempre la corrente, anche quando è sporca, non è un GIORNALISTA, ma un lecca, lecca.
  • onofrio de luca Utente certificato 3 anni fa
    Non sprecare neppure un byte per andare su quel sito. W M5S SEMPRE!!!
  • Andrea Magnaghi Utente certificato 3 anni fa
    E con questo il Corsera si è giocato anche il suo posto nei preferiti del mio browser.
  • Silvano G. Utente certificato 3 anni fa
    Che schifo!
  • Mattia 3 anni fa
    Già faccio fatica a tollerare l atteggiamento spocchioso di sto ragazzino fiorentino, che con i risultati macroeconomici di fine semestre dovrebbe dimettersi come il suo amico prandelli.., ma i giornalisti fasulli e asserviti, come questa, che con questo fanatismo (da reggime) permettono tutto questo....davvero cricca professionale.
  • andrea cavalieri Utente certificato 3 anni fa
    in effetti l'ha bocciata...ed era ovvio che cosi' sarebbe stato modifiche? nuovi incontri? ehehehe chi ci crede o e' in malafede oppure e' diciamo un po' troppo "credulone"
  • vincenzo rosciano Utente certificato 3 anni fa
    Sono uno che andava sul sito del PD, ad oggi non vedo motivi che mi incuriosiscono per andareci, neppure per una semplice sbirciatina
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    Marta Serafini: ennesimo esemplare di giornalista-impiegata che scrive quel che sa essere gradito al suo caporedattore e al direttore della testata. Una poveraccia (in senso lato) che pensa di garantirsi una carriera professionale grazie alla piaggeria e a una interpretazione opportunistica e squallida del lavoro di giornalista. Magari Serafini è pure una assidua lettrice della saga "I Love Shopping" di Sophie Kinsella, immedesimata nella protagonista Becky, avendo lo stesso amore per la cronaca politica che quest'ultima ha per il suo mestiere di giornalista economica. "Massì, che ci sarà di male? Compiacere i capi per riuscire a comprarmi quelle scarpe di Cristian Louboutin di cui non posso assolutamente fare a meno!!!". Forse sono stato un po' troppo colorito? Sì forse, ma comunque verosimile. Sempre a proposito di Marta Serafini: vi è mai capitato di leggere la sua irritante -per usare un eufemismo- rubrica "La Ventisettesima Ora" sul Corriere online? ( http://27esimaora.corriere.it/autore/marta-serafini/ ) Meriterebbe un capitolo a parte. La cosa triste non è Marta Serafini che, con tutto il rispetto, dovesse scomparire domani dalla faccia della Terra nessuno se ne accorgerebbe. È che il suo è proprio il modo ordinario di interpretare il giornalismo. Uno che voglia fare il giornalista-giornalista, di regola, o si brucia la carriera prima ancora di averla iniziata, oppure rischia seriamente di scoprirsi di punto in bianco trasparente, ignorato da tutto il circuito mediatico "che conta" (e che ha visibilità), emarginato dai colleghi delle testate "prestigiose" come un appestato o come un povero squinternato, bellamente ignorato a prescindere dalla gravità delle cose di cui scrive. Altro che shopping compulsivo, il rischio è la fatica di mettere insieme il pranzo con la cena. E allora quelli "ambiziosi" (nel senso che vogliono provare a far carriera) si adeguano. Morale: iniziamo togliendo il finanziamento pubblico all'editoria!
  • Claudia M. Utente certificato 3 anni fa
    Se non interpreto male il Renzie-pensiero sarebbe questo: - Ottima la legge elettorale del M5S, basta che la modifichiate (leggi stravolgiate) come vogliamo noi! Magari sul punto (.) alla fine del discorso siamo perfettamente d'accordo! Ma siete liberi di non accettare, eh, siamo in democrazia fino a prova contraria! Tanto mi appoggia tessera 1816!-
  • anna m. Utente certificato 3 anni fa
    questa signora il suo lavoro lo fa veramente bene fa la disinformazione acuta.lavoro molto diffuso oggi in italia.
  • Giampaolo . Utente certificato 3 anni fa
    Ha detto che il democratellum consegna il paese all'ingovernabilità, e all'ultimo ha liquidato il discorso sulle preferenze come questione di secondo piano. Più bocciatura di questa ...!
  • Francesca B. Utente certificato 3 anni fa
    Ciò che è sfuggito agli occhi della Serafini, probabilmente annebbiati dall’antipatia nei confronti del M5S, è che affermando falsamente che Renzi avesse “bocciato” il Democratellum, in realtà ha messo il Pd in una luce peggiore di quella che ha in questa circostanza. Se, infatti, Renzi avesse bocciato la nostra legge elettorale senza alcuna apertura, avrebbe fatto una figura di m. anche nei confronti di molti elettori Pd che comunque non sceglierebbero Berlusconi al posto del M5S. La Serafini, dicendo le sue “inesattezze”, ha voluto recare un danno al M5S, ma ha tirato la zappa sui propri piedi. “Una persona stupida è una persona che causa un danno a un’altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé, o addirittura subendo una perdita.” (Carlo M. Cipolla - Le leggi fondamentali della stupidità umana)
  • fabio S. Utente certificato 3 anni fa
    LA DOMANDA E': PERCHE' CHIAMATE "GIORNALISTA" QUESTA SIGNORA?????.....NON RIESCE NEMMENO A CAPIRE QUELLO CHE ASCOLTA.......SICURI CHE NON FACCIA QUALCHE ALTRO MESTIERE???????
  • andrea u. Utente certificato 3 anni fa
    Se mandi affanculo 10 persone contemporaneamente promettendo di eliminarle mi sembra ovvio che: 1) faranno di tutto per difendersi 2) probabilmente anche loro manderanno affanculo te. Risultato 10 contro 1 ovvero 40 % contro 20 % !!! Perche' invece se proprio si deve mandarne affanculo non iniziare con solo 2 per volta ???
  • mario varino 3 anni fa
    Congratulazioni!Lei si è aggiudicata una torta in faccia a base di crema pasticcera.
  • Alessandro D'Orazio (axldorazio ) Utente certificato 3 anni fa
    Sono andato sul sito partitodemocratico.it... Beh una schifezza del genere non si era mai vista! Cosa volete fare? Creare un blog come quello di Beppe? Tipo il " il blog di Matteo".... Che pena che fate... Ma perché non ammettete che il M5S è la nuova anima politica italiana? Lasciate perdere quella fossa di corrotti che è la destra italiana attuale..
  • A L. Utente certificato 3 anni fa
    L'ennesimo colpo di scema del giornalismo prezzolato color rosa.
  • Aldo Masotti Utente certificato 3 anni fa
    Il Corriere della sera e' il piu' conveniente: avendo piu' pagine e trattando molti argomenti ha il costo unitario della bugia inferiore. Il Manifesto ( pochi fogli) fa pagare le bugie un occhio della testa (nel passato anche 5 euro). Sempre bugie sono, almeno si pagano poco.
  • Franz M. Utente certificato 3 anni fa
    DICIAMO che i dobermann continuano a fare quello che gli è stato ordinato dal padrone, e chissà forse dopo l`incontro di oggi il padrone ha dato un nuovo odine.... probabilmente il nuovo ordine è arrivato un pochino in ritardo causando un malinteso, per cui si è dovuta fare una moderazione più al positivo.... Diciamo che ora siamo un pochino meno nemici... ha ha ha ha Cara giornalista, dignità 0, ma come riesce a conviverci? Cose belle il suo futuro.
  • Marco M. Utente certificato 3 anni fa
    Da oggi (dalle 15/16 circa) sul sito del sole 24 ore campeggia questo titolo: "Renzi al M5S: disponibili su preferenze, se c'è governabilità. E boccia il Democratellum". Senza firma. Ma una mezz'ora prima c'era la firma di tal Nicola Barone, il quale aveva intitolato il pezzo in modo più spudorato, usando il termine grillino. Ora non ricordo il titolo, vergognoso. Ma c'è di più: il pezzo era diverso, ho provato a inserire un commento, ma i moderatori hanno moderato molto ... tanto da rimuovere altri commenti sacrosanti che avevano già qualche 'mi piace'. Maahhh....
  • Carlo Pandolfini Utente certificato 3 anni fa
    signori, vi ostinate a NON VOLERE CAPIRE IL Corriere della Sera è la espressione DELLA ELITE' che comanda in Italia quindi ODIA un Movimento di Cittadini che non vuole continuare a essere lo zerbino della loro ELITE' MALEFICA E PARASSITA,,,,,,, chi cuole capire di quale ELITE' PARASSITA si tratta, capisca, questi pennivendoli/e alle prime armi debbono solo fare le loro SQUALLIDE corveè per fare carriera, o affiliarsi ...alla massoneria ... che arrivano subito a destinazione. Buonanotte, Italia PS: ho una sola consolazione, tra un po' il cancro parassita di cui è esponente il Corriere della Ser(V)a avrà finito di spolpare gli Italiani e potrà emigrare in un altro sfortunato paese, come fanno da qualche migliaio di anni.
  • Ros 3 anni fa
    Francamente a me personalmente non interessa quello che scrivono sui giornali o le favole che raccontano in TV! Ormai hanno toccato il fondo delle chiacchiere di aria fritta, c'è tanta gente come me ormai che non segue più ne i telegiornali di Mediaset e della Rai, ne legge più i giornali. Abbiamo capito perfettamente come stanno le cose, quello che scrivono e dicono sono esattamente il contrario di quello che fanno! Ci hanno succhiato la linfa vitale e ancora continuano. Chi ci crede più a quei venditori di farfalle! È noto a tutti, che con il bene stare dei cari nostri amministratori che ci governano, foraggiano con i soldi dei poveri cittadini italiani tutti questi giornali della domenica!
  • Eleonora R. 3 anni fa
    Siete soltanto dei poveracci, finalmente una vera giornalista! E voi a dire prostituta, questo è un blog ridicolo con tanto di censura, a meno che io non mi registri non posso segnalare i vostri commenti ridicoli e schifosi. "Edicolante, venduta, non sa leggere, pennivendola, sono tutti uguali" voi siete tutti uguali e davvero creduloni a pensare che il M5S cambi davvero qualcosa, illusi!
    • Franz M. Utente certificato 3 anni fa
      se l`Italglia si trove in queste condizione e merito di "persone" del suo calibro. Ne sia altamente orgogliosa. Vorrei tanto chiamarla capra, ma non c`è ne di bisogno, i risultati sono sotto gli occhi di tutti.. La rapina del 2014 al popolo italiano e generazioni future: 78:4=19,5x12=234+99,2(interessi)= 333 200 000 000 mld 333 200 000 000 : 61 693 380= 5384,39 euro a cranio annui 448,72 al mese 14,35 al giorno(sempre a cranio) 0,60 all`ora Aggiungendo i 70 mld(debito delle PA) che non è messo a bilancio allora i miliardi diventano: 403 200 000 000 congratulations you won!!!!!!
    • renato cosaro 3 anni fa
      Non fumare troppo. Ti brucia il cervello!!!!!
    • Marco M. Utente certificato 3 anni fa
      Non so se te ne sei accorto/a, ma non ti ha ca*ato nessuno da queste parti, tranne il sottoscritto che ha deciso di gettare 45 secondi ...
  • Pier Luigi Tenci Utente certificato 3 anni fa
    Tutti i cambiamenti producono squarci nel tessuto sociale. Ma nel tessuto sociale attuale c'è ancora qualcosa da squarciare? Si tratterà forse di re iniziare a...rammendare... i calzini come si faceva un po’ di tempo fa? Oppure si dovranno riaprire le porte delle carceri per coloro che nella peggior bestemmia della corruzione hanno calpestato gli insegnamenti trasmessi da tutti i Testi Sacri di tutta la Terra di tutti i tempi? Quegli Insegnamenti dovranno essere riconosciuti e rispettati onde evitare che il peggio si abbatta sui nostri figli! Nella corruzione e nella menzogna regna l’oscurità ed essa trascina nel baratro anche gli innocenti, ma oggi si osserva una nuova luce infatti, chi sta operando nel rispetto della Costituzione Italiana apporta nuova luce squarciando quell’oscurità.
  • Vincent C 3 anni fa
    La stampa e mi riferisco ai giornali in generale, e televisioni sono sempre più arroganti nei confronti di chi, come noi del movimento***** hanno dato una scossa al sistema partitico e contrastato il malaffare del connubio politico-mafioso. Nonostante la corruzzione che ha attraversato sia la prima che la seconda Repubblica, i giornali invece di fare autocritica e di rendersi conto di quanto danno hanno fatto all'Italia continuano a diluire le menzogne dei partiti. Semplificano ed edulcorano tutte le notizie di corruttele dei partiti, come semplice "normalità". In fondo la politica è la menzogna vanno a braccetto. La cecità è tale che antepongono a queste bugie quotidiane, la realtà di una forza di opposizione come se fossimo degli invasati . Neanche un rigurgito di dignità verso se stessi, e soprattutto di rispetto per chi ha votato per il cambiamento a cinque*****. Il voto dato ai pentastellati ha il valore aggiunto del cambiamento, fuori da dx e sx. Non voglio neanche più commentare i vostri articoli perchè sono privi di obiettività, e soprattutto hanno il solo scopo di disinformare il popolo televisivo passivo. I giornalisti con l'esibizionismo della parola e la ricerca ossessiva della frase ad effetto, costruiscono fandonie per mantenere in piedi chi ha portato il nostro paese al disastro economico. Sono talmente occupati a parlare male dei pentastellati, che non fanno caso più neanche ai problemi reali del nostro paese. La disoccupazione di milioni di cittadini è una non notizia, meglio scrivere della parola errata o di un cittadino che dorme, o altra non notizia di scontrini. Perchè raccontare le cause della mancanza d'investimenti dall'estero o del credito alle famiglie e alle imprese, o della burocrazia ossessiva di questo paese, come anche della lentezza dei processi civili? Meglio trovare pagliuzze negli occhi dei giovani rappresentanti del movimento. Il gossip giornalistico durerà ancora per poco tempo e il web farà scomparire tutta la carta stampata.
  • Ivan I. Utente certificato 3 anni fa
    La Corporazione dei giornalisti, persone perlopiù illetterate, decide chi accede e chi no. E' ora di capovolgere questa logica pervers per mezzo della quale un ignorante matricolato ha diritto di fare d decidere.
  • @ls Sala Utente certificato 3 anni fa
    Dunque, ricapitoliamo. Renzi definisce la legge elettorale del M5S «gravemente deficitaria sotto il profilo della governabilità»; contesta la mancanza di un ballottaggio che consenta di sapere la sera stessa del voto chi ha vinto; critica «la possibilità di allearsi con chiunque il giorno dopo», ovvero tagliando fuori i cittadini, perché «mentre il nostro sistema costringe a dire prima con chi ci si allea, con il vostro sistema si attribuisce al gruppo il potere di decidere gli alleati»; spiega che «la cancellazione di un nome ricorda più la nomination del Grande Fratello che l'elezione con la preferenza» e «ha l'evidente possibilità di essere oggetto di voto di scambio come se non più del voto di preferenza». Posto tutto questo (sta tutto nero su bianco sul sito del Pd, basta verificare), è davvero così sbagliato dire che Renzi «boccia» il Democratellum? C'è qualcosa di concreto che gli è piaciuto?
  • Ada Martinelli Utente certificato 3 anni fa
    E'la prova provata della cattiva fede, della mancanza di etica professionale di certi soggetti che non sono giornalisti, non sono intellettuali, forse non sono neanche esseri umani, dato lo scarso spessore che hanno (a quanto si vendono?). In un certo senso casi come questo fanno scuola: testimoniano, senza ombra di smentita, l'accanimento mediatico contro il M5S.
  • valtere campigli 3 anni fa
    probabilmente la Serafini aveva già scritto vari articoli per varie soluzioni e ne ha tirato a sorte uno.
  • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
    Gli articoli li avevano già scritti il giorno prima. L'usanza di preparare articoli con grande anticipo è assai diffusa per tutte le notizie future di cui si immagina con una certa affidabilità il contenuto (ad esempio il necrologio di un personaggio famoso). Se qualcuno vuol sapere cosa ha detto Grillo deve consultare il blog di Grillo cioè LA FONTE non giornali di regime che trasformano i contenuti delle notizie a scopi propagandistici Riguardo al sito del PD (partito dittatura) non ammette commenti cioè al pari di un organo propagandistico illiberale e menzognero censura preventivamente tutti i visitatori fottendosene della loro opinione, iscritti inclusi (e poi i piddini vengono qui a scrivere insulti e falsità dicendo "mi hanno ingiustamente censurato"); la prima cosa che si legge nel sito è il doppio banner per la donazione del 2x1000 al pd... e a vederla un pentastellato li manda direttamente affanculo.
  • alvise fossa 3 anni fa
    "VENDUTA"
  • nessun copy 3 anni fa
    Lo stercorario è un animaletto che raccoglie sterco ne fa una palla e poi allegramente la porta in una casa dove stampano carta e se la palla è bella viene stampata. Saluti a tutti da nessun copy
  • luxveniente 3 anni fa
    A volte sembrate cadere dal pero....ma i giornalisti sono esattamente questo! Se poi, ipocritamente, apprezzate il loro lavoro solo quando parlano bene di voi, è un'altro discorso... LA NATURA DEL GIORNALISMO E' QUESTA. E SOLO QUESTA... Stimola solo i peggiori istinti, la faziosità, la malizia, la falsità, la personale opinione, che non ha nulla a che fare con ciò che è VERO. Il massimo del ridicolo dell'etica giornalistica è..."i fatti separati dalle opinioni"...Che ridere. E' tutto penosamente senza senso! La VERITA' non ha affatto bisogno di opinioni. Oppure pensate che sia possibile scrivere tutto quello che la moderna idea di "libertà" (quella delle Matrix...) consente? Perché se è così, dove sta il problema?
  • andrea u. Utente certificato 3 anni fa
    Abbracciare stretto stretto sinceramente e tranquillamente e se poi NON vuole cambiare...stringere e stritolare !!! Basta solamemente urlareeeeeeeeee... !!! Stiamo esattamente nel mezzo fra il PD ed il PDL...la posizione e' strategica. Uno dei due potrebbe finire...a pecora !!! Loro lo sanno benissimo, alcuni di noi...non ancora.
  • Giancarlo Capanni 3 anni fa
    Il problema è proprio questo, ho appena letto che il corriere e il giornale più frequentato nel web, con 10.295.000 utenti al mese... Se chi scrive in quel giornale, ha come scopo di vita, quello di sparare a zero sul M5S, quei 10.295.000 di Celeb...... va a finire che gli credono!
  • Inca Tsato 3 anni fa
    vorrei ricordare a "lor signori" che senza le coalizioni e gli inciuci, il PD ha preso una percentuale INFERIORE a quella del Movimento alle scorse politiche del 2013: PD 8.642.700 - 25,41% Seggi 292!!!!!!! SEL 1.090.802 - 3,2% Seggi 37 !!!!!!!!!! Centro Democratico 167.201 - 0,49% Seggi 6 !!!!!!!!! SVP 146.804 - 0,43% Seggi 5 !!!!!!!! CINQUE SEGGI CON LO ZERO VIRGOLA QUARANTATRE'!! MA CHE CAZZO CI SIAMO ANDATI A FARE A VOTARE? Movimento 5 Stelle - 8.688.545 - 25,55% ...seggi 108??? CENTOOTTO!?!?!?! Avrebbe dovuto averne OLTRE 292! Il Movimento E' il primo partito italiano, il PD ha potuto avere la maggioranza dei seggi grazie a "quella legge elettorale" che gliene ha regalati in abbondanza, 292, grazie proprio alla coalizione con la partitaglia venduta e all'inciucio. Senza le "coalizioni accozzaglia" con cui il PD ha vinto le elezioni, quei seggi apparterrebbero, come dovrebbero di diritto, al Movimento. La situazione sarebbe TOTALMENTE diversa da come la descrivi: adesso sarebbe il SECONDO partito in parlamento, SOTTO al Movimento, come dovrebbe essere giusto che sia (...e libero di venire a termini o meno....) Ogni formazione politica sarebbe stata indipendente sia nel proprio voto in parlamento e sia di aderire alle MIGLIAIA di iniziative produttive proposte dal Movimento e non OBBLIGATORIAMENTE stare sotto la cappella di Renzi. Ma il PD non ha LE PALLE per correre da solo, ha bisogno dell'accozzaglia, per vincere. Atteggiatevi poco, che siete solo UN IMBROGLIO LEGALIZZATO. Altro che "assicurare la governabilità"
  • ALEZ A. Utente certificato 3 anni fa
    Il perché delle azioni di questa gentaglia lo sappiamo bene tutti...i veri retroscena, li sapremo tra 30 anni
  • sante ferone 3 anni fa
    Un tempo forse poteva chiamarsi "CORRIERE DELLA SERA", adesso con mio grande rammarico è poco più che carta igienica e quella che si proclama essere una giornalista fa bene a scriverci sopra.
  • Roberto Borrino Utente certificato 3 anni fa
    È una povera diavola che pensa di far carriera soddisfano i suoi PM piuttosto che mantenere onestà intellettuale
  • giuseppe Amato Utente certificato 3 anni fa
    AAA cercasi giustiziere della notte
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
    Marta Serafini questa volta si è superata, inchinata davanti all'altare del sacro renzianesimo ha compiuto l'ennesima opera di falsificazione della realtà, cosa che per altro fa da oltre un anno, in maniera sistematica, sulle pagine del Corriere. Ormai non leggo nemmeno più quello che scrive, bastano e avanzano i titoli tenteziosi e falsi al solo scopo di screditare il movimento, qualsiasi cosa faccia. Pizzarotti sarà orgoglioso di aver scelto questo fulgido esempio di libero e intellettualmente onesto giornalismo per scrivere il suo libro, complimenti davvero. L'anno scorso ho fatto disdire anche a mio padre l'abbonamento al Corriere e sono riuscito a farlo fare anche a dei conoscenti, spero che il giornale della banche e dei poteri marci faccia presto la fine dell'Unità, allora rideremo di gusto quando insulsi scribacchini di tal fatta saranno messi in mobilità e dovrenno cercarsi un vero lavoro
  • angela b. Utente certificato 3 anni fa
    ma siamo all'inverosimile...mentono sapendo di mentire! ma che razza di giornalisti sono? i così detti osservatori cosa osservano? un vero giornalista dovrebbe trasmettere i fatti e nn storpiarli per far piacere alla "testata" che li paga! vengono i brividi a pensare come la gente si beve quanto scrive, e commenta nelle varie tv, quella categoria domandiamoci allora chi sta distruggendo la democrazia...continuano a propinare al popolo storpiature e menzogne per ingraziarsi i loro finanziatori sono esattamente come un partito ma, questo "partito", incide sulle menti in modo subdolo turlipinando il discernimento e l'opinione del popolo dovrebbero cancellare l'ordine dei giornalisti (come tutti gli altri ordini del resto) e lasciarli come dei cani sciolti basta finanziamenti, basta con le "pietre miliari" della speudo opinione
  • Federico T. Utente certificato 3 anni fa mostra
    Per evitare, almeno in parte, che queste persone scrivano queste corbellerie (e non uso altra parola), consiglio vivamente che i prossimi incontri, se ci saranno, vengano trasmessi in tv, magari in prima serata.
  • 3mendo 3 anni fa
    Il continuo travisare la realtà e la continua diffusione di notizie false sono il risultato palese di chi ha costante paura di perdere! Anche il Corriere ha dimostrato di aver paura, non di perdere, ma di vedersi togliere i fondi più o meno occulti per cui è disposto a negare la verità. Troppi media italiani dovrebbero essere processati per le porcherie che stanno facendo contro il M5S e in contemporanea al popolo italiano. Ci arriveremo e quando sarà il momento non potranno opporsi. Come ogni cittadino italiano anche i media devono imparare a stare sulle proprie gambe e con quelle camminare! Ciò che dispiace è che ci sono validi e seri giornalisti troppo vessati perché intendono mantenere la linea della verità. Anche loro avranno la rivincita sul potere degenerato.
  • Inca Tsato 3 anni fa
    Ma perche' continuiamo a dire che il "Movimento deve fare autocritica per i propri errori", ecc... quando continuiamo a trovarci davanti a cose come queste? Cosa ci vuole a guardare l'evidenza che il risultato delle scorse elezioni e' dovuto unicamente alle menzogne terroristiche vomitate dai media renzusconiani nelle case della gente che, purtroppo, si ritiene addirittura "informata" da queste "fonti"? Quando arrivera' il giorno in cui si lottera' con le stesse armi, invece di subire sempre? MA QUANDO E' CHE VI MUOVETE!?!?!
    • Federico T. Utente certificato 3 anni fa
      Intanto cominciamo con il querelare questi soggetti. Poi, come dico da tempo, creiamo un canale TELEVISIVO, finanziato da noi che ci crediamo, e informiamo la gente tenuta all'oscuro di tutto
  • stefano 3 anni fa
    Il corriere ha cambiato il titolo.
  • franco plantera Utente certificato 3 anni fa
    L'incontro è stato buono, direi cordiale da entrambe le parti. Renzi mi è sembrato sincero ed interessato a trovare un punto di equilibrio e penso che sia anche fattibile, se c'è questo clima potrebbe nascere la nuova legge elettorale, anzi il discorso potrebbe estendersi anche alle riforme, mai dire mai. I Giornali non li legge nessuno tranne i politici e loro stessi che scrivono, per questo cercano visibilità sul blog, almeno sono sicuri che qualcuno legge le loro minchiate.
  • Francesco G. 3 anni fa mostra
    Grillo (o chi per lui) conferma per l'ennesima volta di non conoscere minimamente le dinamiche dell'informazione ed attaccare per partito preso (il suo). Sono un giornalista indipendente: andate a leggere ora l'articolo completo del Corriere http://www.corriere.it/politica/14_giugno_25/incontro-pd-m5s-streaming-insulti-sessisti-boschi-grillo-si-sfila-f9fecd9a-fc58-11e3-8e7c-9b5f094e2972.shtml Ovviamente è completo e riporta le considerazioni di ambo le parti. Quello iniziale della Serafini era il cosiddetto "lancio", poche battute per dare la notizia al più presto possibile. Poi l'articolo si completa e si rifinisce con le dichiarazioni di ambo le parti, così come è stato correttamente fatto ed è possibile leggere ora. Non facciamo passare quella di TzeTze o laFucina come l'unica informazione possibile, cortesemente. Grazie Francesco Guarino
  • giulia genito Utente certificato 3 anni fa
    ...Il corriere dei piccioli e le sue figurelle...
  • sei 10 Utente certificato 3 anni fa
    Con la fantasia che ha sta """"giornalista"""" si mettesse a disegnare, o se proprio ci tiene a scrivere, scrivesse una bella fiaba, o un libro di storie. Potrebbe ugualmente dare sfogo alla sua immaginazione senza far certe figure da invertebrato
  • gianfranco sardara Utente certificato 3 anni fa
    Non mi esprimo su quanto da lei affermato in relazione all'incontro, essendo evidente il fatto che lei ha visto un incontro diverso da quello che ho visto io. Appare chiaro che addebitare al movimento 5 stelle gli insulti all'onorevole Boschi sia del tutto fuori luogo. Ritengo che il suo giornale non sarebbe eventualmente responsabile dei commenti scritti sul sito. Per par condicio dovrebbe informare i suoi elettori sugli insulti quotidianamente rivolti contro Grillo ed i portavoce del Movimento, altrimenti conferma ciò che per molti è oramai una certezza. Distinti saluti
  • nicola crosato Utente certificato 3 anni fa
    Questo dimostra quanto siano incompetenti i giornalisti in Italia. Se leggi A e traduci in B, non sei un giornalista, sei un coglione.scusate.
  • Pino Frontera 3 anni fa
    La vera vergogna non è ciò che scrive in modo falso e fraudolento della verità il "Corriere della sera". La vera vergogna sta nel fatto che ci siano persone disposte a farsi indottrinare da giornalisti che li considerano meno di niente. Infatti,essi scrivono quel che gli pare, supponendo di parlare a persone influenzabili e scarsamente propense alla ricerca della verità con l'esame di diverse fonti di informazione, oltre a quella devastante del "Corriere".
  • Duccio Vestri 3 anni fa
    Marta Serafini, non solo non sa scrivere, ma sembra che non sappia neppure leggere!
    • Inca Tsato 3 anni fa
      ...in realta' si trattava solo di "ascoltare"...
    • Inca Tsato 3 anni fa
      ...in realta' si trattava solo di "ascoltare e capire"...
  • Amedeo P. Utente certificato 3 anni fa
    Se è per questo anche il Tg3 stasera ha aperto dicendo che Renzi boccia il democratellum. Ma d'altronde che ci si doveva aspettare da certi pseudo giornalisti.
  • Vittoria 3 anni fa
    Siamo alle solite.un'altra giornalaia,altre balle..occorre urgentem.avere un canale televisivo e pure un quotidiano nostro.Beppe ti prego.avranno sicuram.un gran successo e cambierà molto credi.questo e'un popolo di pecoroni,solo cosi si puo'far entrare informaz.giusta nelle case del popolo.
  • Vittorio E. Utente certificato 3 anni fa
    Mi son rotto di tutti questi post, oggi uno, domani un'altro. Sono tutti uguali, ma è tanto difficile da capire?
  • Andrea Caroli (elettrociccio) Utente certificato 3 anni fa
    Non ci dovrebbe essere nemmeno la denuncia diretta del diffamato in questi casi, è sotto l'occhio di tutti la menzogna, dovrebbe scattare automaticamente alla prima semplice segnalazione come avviene con gli insulti su internet. Se sono immediatamente costretti a rispondere delle pu77anate che scrivono, vedi come cambiano registro!!!!!!!!!
  • MANUELA S. Utente certificato 3 anni fa
    CORRIERE DELLA SERA? BELLI I TEMPI IN CUI MIA MADRE USAVA I QUOTIDIANI VECCHI PER FODERARE IL SECCHIO DELL'IMMONDIZIA...SAREBBE UN OTTIMO UTILIZZO PER QUESTO INSIEME DI FOGLI SPORCHI DI INCHIOSTRO E MENZOGNE!
  • Monica C. Utente certificato 3 anni fa
    non è possibile .. ancora e ancora FALSA informazione ... ma come si fa ad essere così disonesti intellettualmente ??? Io proprio non riesco a capire come ci riescano. Ho il Vomito !
  • Benito Serratore Utente certificato 3 anni fa mostra
    Ma una parte delle entrate del sito o dei contributi dei cittadini non possiamo usarli per creare un giornale?
  • alfonsina p. Utente certificato 3 anni fa
    Bravissimi i NOSTRI: competenti, educati ed onesti,con le mani libere. Renzi non ha potuto rifiutare l'incontro,ma sappiamo benissimo che la legge la farà solo con b.,perché, se non lo facesse, succederebbe il finimondo. Sicuramente troverà tanti difetti alla legge del m5***** e,poiché i cittadini non capiscono una mazza di tecnicismi ,tutti gli crederanno, anche perché sarà supportato dai giornali di regime, cioè tutti, anche quelli di b. Vorrei chiedere a tutti quelli che hanno votato pd, come sta il vostro 730, come stanno le vostre tasse e le bollette? in famiglia tutti bene? Siete contenti che stanno arrivando anche altri ospiti? La tasi, la tisi, la tosi, si proprio la tosi, perché ci stanno tosando come le pecore. Bravi, avete fatto proprio una bella scelta e mi raccomando, adesso non vi lamentate degli ospiti,perché siete stati voi ad invitarli. Buone vacanze.
  • Giancarlo Landucci 3 anni fa
    Quello che dice il Corriere.it nella persona della giornalista Serafini lascia il tempo che trova. L'incontro tra PD e M5S è stato positivo. Per la prima volta in streaming un incontro vero e interessante su un tema preciso degno di essere spiegato ai cittadini i soli "addetti ai lavori". Mi complimento con i ragazzi al tavolo e con chi l'ha voluto. Il PD con le nuove generazioni sta uscendo dal fango ed il M5S ha il diritto dovere di incalzarlo al fine di liberare le sue migliori energie.
  • davide lak (davlak) Utente certificato 3 anni fa
    lo zoccolo duro del PD.
  • Luca Basville 3 anni fa
    marta serafini fatti un favore e soprattutto fallo anche a l'umanità......cambia lavoro
  • fabrizio castellana Utente certificato 3 anni fa
    Facciamo prima a fare la rubrica dei giornalisti indipendenti ... penso che basterebbe una settimana. Il governo BOMBA vive di balle tv, e prima di lui anche il governo nipote, il governo monti, e i mille governii berlusconi o pd, che ora sappiamo essere la stessa squadra. Senza informazione indipendente la democrazia diventa solo una maschera sotto la quale si nasconde una nuova forma di dittatura: quella mediatica.
  • giuliano maghini Utente certificato 3 anni fa
    e che altro vi aspettavate
  • Armando . Utente certificato 3 anni fa
    solita minestra. Il lupo perde il pelo ma non il vizio.
  • Paolo S., Sterrebeek Utente certificato 3 anni fa
    Prima o poi ci sarà di nuovo spazio per i giornalisti veri, anche grazie al M5S. Per adesso preghiamo in silenzio per la morte del giornalismo, avvenuta non so quanti decenni fa' in Italia. Sono curioso di sapere invece quanti dei "paguri" -che sono entrati nei "gusci" dei giornalisti veri ormai defunti- si rendono conto della gravita' sociale (o incivilta') di quello che fanno in cambio dei benefici che ne traggono e quanti non se ne rendono conto e pensano che il mondo sia e debba essere cosi'.
  • Lorenzo M. Utente certificato 3 anni fa
    "Insulti alla Boschi? Si rivolga alla Polizia Postale". Ma Grillo non ha mai detto una cosa simile. Dove l'ha pescata la giornalista? Leggiamo cosa ha scritto Grillo sul suo Blog: "sono a disposizione del ministro Boschi qualora volesse attivare la polizia postale per giungere alla loro identità e agire per vie legali in tutela della sua reputazione". Però prima di dirlo grillo ha anche rimosso gli insulti e ne ha preso le distanze, se non sbaglio. E' ancora più forte come cosa, perchè ha rimosso gli insulti e si è reso disponibile a collaborare per identificare i colpevoli dalla polizia postale, quindi è ancora più netto il distacco tra quello che questa cialtrona vuole fare apparire e la realtà. Comunque GRANDI, dovete assolutamente andare a spulciare ogni articolo e ogni talk per denunciare queste menzogne, e riportare il buon senso in chi legge, c'è materiale per un portale enorme di rettifica dell'informazione, c'è lavoro per un sacco di giovani. Dobbiamo agire correggendo l'informazione falsa innanzitutto, la cui credibilità è azzerata ormai, ma che è la preda più grossa, virale e diffusa.
    • Gian Paolo Barsi Utente certificato 3 anni fa
      Condivido in pieno il post di Lorenzo M., Piacenza. Pare persino strano che nessuno ci abbia pensato prima. Le smentite VANNO FATTE, e se mi ricordo bene c'è la legge sulla stampa che stabilisce un OBBLIGO di pubblicarle e con il medesimo rilievo con il quale è stata pubblicata la notizia oggetto di smentita. Attenzione: noi abbiamo solo la rete, loro hanno la rete, i giornali, le TV…..vi sembra che stiamo lottando ad armi pari? Se non erro c'è qualcuno che riesce, con la pubblicità, a stampare e diffondere dei giornali gratis. Perché non proviamo ad organizzarci?
  • dal col claudio 3 anni fa
    La solita giornalaia in cerca di un chiosco dove vendere i giornali.
  • graziano . Utente certificato 3 anni fa
    mercenari al soldo di chi paga meglio x non dire prostitute
    • graziano . Utente certificato 3 anni fa
      scusate, non volevo offendere le prostitute
  • Alessandro L. 3 anni fa
    Commentiamo cose più serie, non questi articoli da strapazzo che vengono scritti su quello che una volta era un giornale serio
  • Roberto C. Utente certificato 3 anni fa
    Anche Marta sta dando il suo contributo... Non mi danno piu' fastidio, nemmeno li considero, non riusciranno a farmi cambiare idea, questi " informatori".
  • carla g. Utente certificato 3 anni fa
    Della serie i pennivendoli peggio del capo troll!
  • Samuele B. Utente certificato 3 anni fa
    Una così nemmeno l'edicolante potrebbe fare. Figuriamoci la giornalista! :-P
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus