28 settembre: in piazza contro la Bolkenstein, con gli ambulanti onesti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

Il caso Barroso dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, che non possiamo farci schiacciare dall'Europa delle porte girevoli tra politica, banche d'affari e grande finanza. La Ue che si riempie la bocca con la tutela delle Pmi, poi ci impone norme come la direttiva Bolkenstein che rischia di radere al suolo interi comparti del nostro tessuto imprenditoriale.

Mercoledì 28 settembre, dalle ore 11, il M5S sarà in Piazza della Repubblica, a Roma, a fianco del commercio ambulante italiano che combatte contro la liberalizzazione selvaggia dei servizi che, a partire dalla primavera del 2017, rischia di distruggere il settore. Gli ambulanti devono restare fuori dalla Bolkenstein. E' assurdo equiparare i posteggi in aree di mercato alla nozione di 'risorse naturali'.

Il M5S, con il portavoce Ivan Della Valle, ha presentato una proposta di legge che protegge le Pmi italiane del comparto. Il nostro testo difende le piccole aziende a gestione familiare e comunque le società di persone dall'irruzione del grande capitale che, in base alla Bolkenstein, potrebbe invadere il comparto, con una indiscutibile preponderanza finanziaria, fiscale e operativa.

I mercatini in strada, non le bancarelle abusive, sono un patrimonio culturale ed economico del nostro Paese che non può essere snaturato per mano delle solite multinazionali. Stiamo parlando di circa 160mila piccole aziende e oltre 200mila occupati. Il decreto legislativo che ha recepito la Bolkenstein ha introdotto delle restrizioni autorizzative sull'occupazione del suolo pubblico. Fino alla entrata in vigore di questo decreto, la legislazione riconosceva specifiche forme di tutela alle piccole aziende a conduzione familiare.

Il M5S vuole salvaguardare l'ambulantato da norme figlie di un'Europa tecnocratica e nemica dei popoli. Ecco perché il 28 settembre saremo in piazza a Roma. La manifestazione ha avuto l'appoggio di molte istituzioni, tra cui il Comune di Torino, governato dalla nostra Chiara Appendino.
Vi aspettiamo!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Chiara 1 anno fa
    Ma ancora non l'avete capito: L'EUROPA NON E' ALTRO CHE UNA BANDA DI CRIMINALI CHE FAVORISCE LE MULTINAZIONALI ,A FAVORE DEL CAPITALE ,A SFAVORE DEI POPOLI. ITALEXIT SUBITO.
  • Mauro Porcaro 1 anno fa
    Questo e' l'ennesimo vergognoso capitolo scritto da questo governo .In nessun altro paese della comunita' europea si e' pensato minimamente di inserire il commercio ambulante (piccole attivita' a conduzione familiare)nella direttiva Bolkestein .Gia' stanno trapelando notizie di forti interessi da parte di S.p.A e grandi gruppi distributivi ,che ben sanno come fare le 'giuste'pressioni,per fagocitere queste piccole imprese . Anche la categoria dei tassisti subi' lo stesso durissimo attacco in nome della direttiva Bolkestein . Anche in quel caso pare ci fossero grosse Societa' pronte a monopolizzare il settore . A quanto pare distruggere la vita di centinaia di migliaia di padri di famiglia, per gli interessi economici delle solite lobby , e' per i nostri politici solo un piccolo 'particolare'.Non ci vengano a raccontare la barzelletta di mettere a rendita le risorse naturali .Lo sanno bene anche i ristoratori ed i baristi quanto sia cara la tassa di occupazione del suolo pubblico.Quello che dovrebbero spiegare agli Italiani (a proposito di mettere a rendita le risorse naturali)e' perché e' stato concesso alle multinazionali petrolifere il diritto di sfruttamento dei giacimenti petroliferi della Basilicata pagando solo il 16% del greggio estratto quando nel resto d'europa la media che viene fatta pagare e' del 65%.E perché le emittenze televisive vengono regalate ad i 'soliti amici'quando nel resto d'Europa vengono messe all'asta assicurando grosse entrate .Innorridisco all'idea che poveri lavoratori come edicolanti,tassisti,commercianti ambulanti,commercianti di mercati rionali si trovino a dover difendere il proprio lavoro da un governo che invece li dovrebbe difendere.
  • Donatella davanzo 1 anno fa
    Mi dispiace ma è doveroso precisare che l ambulantato discreto dei nostri mercati rionali del passato non ha niente in comune con quello di oggi. Oggi è invasivo a tutti gli effeti, prepotente (Roma e in mano loro) , quasi tutto abusivo, si commerciano oggetti scadentissimi cinesi, non esiste controllo fiscale. No questa volta non concordo con il M5S. Ben venga la Bolkeisten ben vengano regole certe.
    • Giovanni Perota 1 anno fa
      Noi vecchi ambulanti purtroppo ci troviamo schiacciati in questa situazione che neanche a noi piace,lasciare pulito,sapere cosa vendi,rispettare le regole,sono cose che ancora oggi noi facciamo.Il quesito che mi piace porgere alle persone che guardano l'ambulantato come una cosa brutta ed indecorosa,è : Sapete veramente di cosa state parlando oppure la vostra è una risposta dettata dalla rabbia perchè non vedete soluzione al problema? Nell'uno o nell'altro caso noi siamo persone comuni che o perchè costretti, o per ereditarietà, continuiamo a svolgere questo lavoro cercando di farlo dignitosamente. Quello che purtroppo ha rovinato l'immagine di ciò è stata la liberalizzazione delle licenze ,e di pari passo il mancato esame alla camera di commercio che ha permesso a tutti di poter fare uil commerciante. Perchè forse non lo sapete ma per lo stato italiano questi siamo.Discutete con noi saremmo ben felici di trovare una soluzione consona. Buonasera
  • ALBERTO PERITONNO aperitonno@libero.it 1 anno fa
    Non vorrei che si cadesse in un facile populismo ma vorrei che il M5s seguisse una linea di equità e nel caso specifico per es non mi andrebbe a genio che il decoro delle città fosse deturpato da bancarelle extracomunitarie con cianfrusaglie che nulla apportano alla crescita delle pmi e comunque vanno a nocumento dell'immagine e bellezza delle ns città
  • marco cari 1 anno fa
    Ma scherziamo, a Roma tutte le bancarelle hanno licenze a costi ridicoli e le famiglie (una in realtà i Tredicine) le subappaltano a bengalesi. Le licenze al lungomare di Ostia sono svendute per 99 anni. Di quali famiglie parliamo? A Roma nei mercati rionali son tutti stranieri e le licenze tutte in mano a poche famiglie.
  • Aldo Masotti Utente certificato 1 anno fa
    Dobbiamo entrare nell'ordine di idee di consentire alle famiglie ogni tipo di attivita' senza regolamentazione alcuna: B&B , bancarella, negozio di rivendita locale, servizi alla persona ecc ecc senza contabilita' , senza imposte sul reddito , senza autorizzazioni . Sono i cosi' detti "lavori marginali" , cioe' quelli senza impegno di capitale o con capitali minimi (al di sotto del minimo della SRL) . Ho dato il nome a questa idea: Consumatori Finali Attivi. La ratio: UN LAVORO NERO E' MEGLIO DI UN DISOCCUPATO IN BIANCO La normativa che diviene germano-centrica favorisce il capitale e questo non e' nell'interesse della maggioranza degli italiani. Per converso molti "de sinistra" devono togliersi dalla testa che uno che lavora in proprio sia disposto a lavorare con un socio al 50% che non fa nulla.
  • toscano giuseppina 1 anno fa
    la UE gioca con la vita delle persone ma la Bolkensten è una direttiva non una legge e poteva essere presa o meno o solo in parte in considerazione dai vari paesi ..il nostro governo se n'è fregato di 200mila operatori e in combutta con la confesercenti ha nascosto e negato che la direttiva riguardasse anche gli ambulanti oltre che gli stabilimenti balneari..e lo ha nascosto perchè la coop ha i suoi buoni interessi e così anche le multinazionali..a genova c'è già un presupposto:la conad sta già mettendo le mani sui mercati coperti
  • paolo tofani Utente certificato 1 anno fa
    c'e' un piccolo errore di sintassi, il nome e' bolkestein e non bolkenstein, perdonate questa nota intesa unicamente per non confodere una cosa importante. naturalmente sono dalla parte dei lavoratori ambulanti i quali sono quelli che portano scelta differente e prezzi migliori. ancora una mossa per disgregare il lavoro del libero professionista e muovere il tutto lentamente verso le lobby, grandi nomi e quindi tutti dipendenti sotto qualcuno.
  • leopoldo cerantola 1 anno fa
    Pienamente d'accordo con i commenti che mi precedono
  • Raimondo M. Utente certificato 1 anno fa
    Ma di che cazzo parliamo e piagnucoliamo sempre. Chiediamo e perseguiamo l'obiettivo di uscire da questa non europa e da questo euro assasino di merda. Voi date tutto ma le famiglie stanno scoppiando per mancaza di soldi. Se necessario prendiamo in considerazione non solo il governo di scopo ma anche un'alleanza di scopo. Viva Nigel Farage.
  • giorgio peruffo Utente certificato 1 anno fa
    Barroso ha concluso il suo "mandato" e se ne è andato. Dove? Alle Seyshelles? No alla Goldman Sachs. Forse alla fine del suo mandato è stato preso da un colpo di fulmine o era un accordo fatto in precedenza? Tutto fa credere che fosse un accordo fatto in precedenza. E se c'era un accordo precedente, quando ancora lui operava per il "bene" della UE, come faccio a pensare che non operasse anche per il "bene" di Goldman Sachs? Se Barroso quando era Presidente della Commissione Europea era agganciato alla Goldman Sachs, come faccio a pensare che sia l'unico, e che nessun altro componente la Commissione non abbia accordi già esistenti con altri Enti esterni la UE? (Monsanto, TTIP, J.P. Morgan tanto per avere un'idea) Se è così, come tutto fa supporre che sia, come si fa a fidarsi della Commissione Europea? L'Unione Europea sembra sempre più una presa per il culo dei cittadini dell'Unione.
  • Elia Porto 1 anno fa
    MAI GIUDICARE DALLE APPARENZE. Barroso mi è sempre apparso come un personaggio sinistro nell'aspetto e pericoloso nelle opere. In questo caso le apparenze sono uguali alla realtà. INSISTO, LA COMMISSIONE EUROPEA E' UN NIDO DI SERPENTI CHE AVVELENANO LA VITA DEI CITTADINI. ITALEXIT SUBITOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus