12mila alberi per Roma: puoi partecipare anche tu

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Virginia Raggi

A partire da domenica 19 novembre, i cittadini di Roma potranno fare la loro parte per piantare 12.000 nuovi alberi in città. Domenica inizia un percorso partecipato e innovativo di forestazione urbana - per tutti e di tutti al di là di ogni appartenenza politica, religiosa, sociale - che andrà avanti anche nelle prossime settimane e sarà un appuntamento fisso ogni anno per festeggiare la Giornata Nazionale degli Alberi e per far sì che Roma recuperi il tempo perso in questi anni sulla legge 'un albero per ogni nato'.

Lo faremo, senza alcuna bandiera o simbolo politico, insieme a cittadini, associazioni, comitati.

Gli alberi come l’aria sono di tutti. Questa iniziativa è per il bene comune di tutti. Come la nostra Costituzione che all’articolo 9 afferma che la Repubblica “tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione” e come l’Enciclica Laudato Si' di Papa Francesco che ci insegna ad amare e rispettare l’ambiente nel rispetto di ogni diversità culturale, sociale e religiosa.

Si inizia da Tor Sapienza, Alessandrino, Garbatella, Tenuta dell'Acquafredda. A Centocelle, in collaborazione con la Soprintendenza alle Belle Arti e al Paesaggio e la Sovrintendenza capitolina ai beni Culturali stiamo predisponendo un bellissimo progetto di “ArcheoBosco”. Vogliamo che nel Parco di Centocelle si possa camminare tra natura e Storia in un bellissimo connubio tra ambiente e cultura.

Ognuno dei 15 Municipi di Roma avrà a disposizione alberi da mettere a dimora insieme ai cittadini e associazioni.

Partecipare è semplice. Basta amare la propria città e portare pala o paletta e guanti da giardino e recarsi direttamente domenica alle 9:00 nei seguenti punti di ritrovo:

- Tor Sapienza, ingresso di Viale Giorgio Morandi

- Parco Alessandrino, ingresso di Via Locorotondo

- Garbatella, Area Verde Garibaldi, ingresso Via Rosa Raimondi Garibaldi

- A cura di Roma Natura: Riserva Naturale Tenuta dell’Acquafredda, via di Val Cannuta 250

Tecnici del Comune ed esperti delle associazioni spiegheranno come mettere correttamente a dimora gli alberi. Sarà anche un modo per imparare qualcosa di nuovo e importante.

Vi aspettiamo.

ps Per ulteriori informazioni scrivete a eventi.assessoratoambiente@comune.roma.it

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Chantal 1 mese fa
    Io sono una donna d'affari di nazionalità francese, e io concedere prestiti ipotecari e personali tra gli individui con un tasso di interesse annuo del 3% per tutti coloro che sono nel bisogno, ma non hanno accesso al credito bancario. Se siete alla ricerca di un prestito tra individui per sia rilanciare le vostre attività sia per la realizzazione di un progetto, senza ulteriori preoccupazioni. Sono disponibile a incontrare i miei clienti in tempo record. Per qualsiasi ulteriore informazione, non esitate a contattarmi all'indirizzo di posta elettronica : mireillelemaguier@yahoo.com
  • Angela. 1 mese fa
    Scusate se vado fuori tema, ma vorrei affrontare il tema del blocco delle auto euro 2 all' interno dell' anello ferroviario anche per i residenti. Premetto che sono a favore dei blocchi alle auto in generale, ma nel caso dei divieti ai residenti all' interno dell' anello sono contraria perché mette davvero in difficoltà moltissime persone. Personalmente ritengo che almeno vengano fatte una serie di deroghe più a vasto campo: ci sono persone, specialmente gli anziani, che devono fare le visite mediche negli ospedali con una certa frequenza e che devono essere per forza accompagnate con l' automobile perché non ce la fanno a camminare e quindi non possono prendere né metro né bus, tantomeno un taxi perché costa troppo e gli ospedali stanno quasi tutti all'interno dell' anello ferroviario. Per non parlare delle mamme che devono portare i bambini all' asilo nido, come fanno? Ho letto che nel comune di Reggio Emilia quando ci sono i blocchi alle auto hanno adottato dei permessi proprio per questi casi: http://www.municipio.re.it/retecivica/urp/retecivi.nsf/PESDocumentID/CD2061BE324647D0C12577C200399718?opendocument&FROM=lncdllsnzn2
  • Mynyr Nazaj Utente certificato 1 mese fa
    Bravi ....Sarebbe una bella iniziativa se ogni copia che fa il suo matrimonio pianta 10 alberi prima che si fa il giuramento in comune ...e quando crescono puoi raccontare a i suoi figli che questi alberi gli hanno piantato loro
  • Simone Cerisola 1 mese fa
    Si ma se piantate gli alberi poi raccogliete le foglie quando cadono in autunno. Stasera la mia ragazza è caduta su un marciapiede. Le foglie, che stanno lì da una settimana coprivano una buca, che sta lì da un mese che non si sarebbe comunque vista perché l'illuminazione stradale è spenta anch'essa da una settimana. Assurdo. Parliamo di acilia centro è più pericoloso della giungla!
  • ANGELO MANZO 1 mese fa
    Mi scuso a proposito dei residui di lavorazione della Paulonia. Con questi si producono PELLETS.
  • ANGELO MANZO 1 mese fa
    Vorrei partecipare all'iniziativa quando questa avverrà nel mio municipio che è il terzo. Ho però una proposta da fare : vorrei piantare alcuni alberi di " Paulonia Tomentosa " che sono ad accrescimento veloce , ma soprattutto perchè essendo una pianta con foglie larghissime e con una peluria fine trattengono le particelle inquinanti disperse nell'aria. Producono molto ossigeno e assorbono altrettanta anidride carbonica.Quando fiorisce ha un colore nitido. Le foglie sono caduche , e possono produrre materiale utilissimo da bruciare per produrre energia. Con i residui della lavorazione del legname si producono pallets.
  • Maurizio Galeone Utente certificato 1 mese fa
    https://www.change.org/p/pietro-grasso-no-all-emendamento-vicari-che-vede-nicotina-e-sigarette-elettroniche-sotto-monopolio
  • Giuseppe rango 1 mese fa
    Grazie M5S
  • flavio guglielmetto mugion Utente certificato 1 mese fa
    Non date niente a Torino ?? Ci vuole coraggio per farsi sentire anche qui. Alberto Airola sei di Torino ma hai abbandonato la citta'? Chiara sei Sindaco di una citta' senza futuro ? Fate qualcosa altrimenti non fate una buona figura.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus