Le larghe intese distruggono il web #giulemanidalweb

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

larghe_intese_anti_web.jpg

"Il nostro Paese è tra gli ultimi per la qualità delle sue infrastrutture digitali, per il numero di cittadini connessi alla rete così come per la velocità di download (93°, dopo le Fiji) e di upload (143°, dopo il classico Trinidad e Tobago). La politica, essendo espressione delle lobby dell’editoria televisiva e temendo la diffusione di contenuti multimediali concorrenti non meno della diffusione della conoscenza e dell’informazione libera, ha non solo disincentivato nel passato l’evoluzione digitale della nostra economia, ma la ha proprio decisamente ostacolata grazie al non adeguamento delle normative e alla continua minaccia, spesso ma non sempre disinnescata grazie alla mobilitazione di blog e associazioni, di atti legislativi ostili. Quello che il partito del rottamatore di Arcore è riuscito a fare in pochi mesi di legislatura contro le libertà digitali ha dell’incredibile.

La web tax
La Commissione Bilancio alla Camera ha approvato un emendamento di Edoardo Fanucci (Pd)) alla Legge di Stabilità, sostenuto dal presidente della Commissione Francesco Boccia (Pd), che istituisce la cosiddetta Web Tax. Recita così: «i soggetti passivi che intendano acquistare servizi online, sia come commercio elettronico diretto che indiretto, anche attraverso centri media ed operatori terzi, sono obbligati ad acquistarli da soggetti titolari di una partita Iva italiana». Cosa significa? Che d’ora in poi non potremo più acquistare merce o software o servizi di qualunque tipo da siti che non abbiano aperto una partita Iva italiana. Quello che non esiste da nessun’altra parte in Europa, da noi sta per diventare realtà. Da Amazon a Google a qualunque altra impresa anche piccola, magari operante dall’altra parte del globo: saremo tagliati fuori da tutto, perché è evidente che il servizio che sarà disponibile agli altri cittadini europei, fornito magari da una piccola società del Michigan, a noi sarà precluso, essendo nei fatti impossibile dall’estero espletare tutte le pratiche previste dalla burocrazia italiana per sobbarcarsi l’onere di una posizione fiscale nel Paese più tartassato e oberato di scartoffie amministrative del mondo civilizzato. Ed è ipotizzabile che anche i giganti del web, che trovano nell’Italia un mercato del tutto marginale, possano abbandonarlo a se stesso per concentrarsi su territori meno oscurantisti e più redditizi. Vero è che oggi i colossi digitali fatturano nei paesi fiscalmente più convenienti, come l’Irlanda, ma nell’era dell’integrazione politica a tutti i costi, vuoi vedere che l’unica soluzione che non si può trovare a livello comunitario è quella di un riequilibrio delle politiche fiscali? Ci crede così poco, Letta, all’Unione Europa alla quale sacrifica ogni politica nazionale diversa da quella digitale?

Contro i motori di ricerca
Ma la scure della Santa Inquisizione democratica non si ferma. Nel Consiglio dei Ministri di venerdì scorso, il proverbiale “venerdì 13”, il governo delle ex larghe intese (“Tesoro, mi si sono ristrette le intese”) ha varato un decreto che sferza un altro micidiale colpo sui motori di ricerca e sulla stessa libertà di informazione. Sotto evidente dettatura delle morenti lobby dell’editoria cartacea, viene incredibilmente sancito che prima di "linkare, indicizzare, embeddare, aggregare" un contenuto giornalistico è necessario chiedere il permesso all'editore. Avete capito bene: la fine dei provider di ricerca che indicizzano le ultime notizie per poi rimandarvi eventualmente alla fonte (viene in mente Google News). Ora dovranno stringere accordi preventivi con gli editori, che si possono immaginare economicamente svantaggiosi. Ma se quel “linkare ed embeddare” evoca sinistri presagi che aleggiano sui blog, i quali si ritroveranno a domandarsi se possono ancora inserire collegamenti ipertestuali agli articoli dei giornali, o citarne stralci, senza dover essere costretti a firmare improbabili contratti con Rcs o con il Gruppo Editoriale l’Espresso, quell’”aggregare” evoca scenari esilaranti nei quali potrebbero diventare illegali in un colpo solo tutti i feed reader privi di autorizzazione e trasformare i vostri pc in tante pericolose rotative clandestine. Un ennesimo regalo all’editoria e un inesplicabile duro colpo allo sviluppo della cultura della circolazione delle informazioni, attuato per decreto e ancora una volta senza il coinvolgimento del dibattito parlamentare.

Il sorpruso antidemocratico dell'AGCOM
E senza alcun dibattito parlamentare si è consumato un vero e proprio sopruso, un atto autoritario, antidemocratico e probabilmente anche incostituzionale, perpetrato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCom), che il 12 dicembre ha varato una delibera che non ha precedenti altrove nel mondo e che consegna la libertà di pensiero al suo antagonista storico, l’insieme dei gruppi di pressione che tutelano il copyright, eliminando con un colpo di spugna l’attribuzione del potere giudiziario ai magistrati e conferendolo agli avvocati delle lobby, i quali in presenza (a loro insindacabile giudizio) di “un'opera, o parti di essa, di carattere sonoro, audiovisivo, fotografico, videoludico, editoriale e letterario, inclusi i programmi applicativi e i sistemi operativi per elaboratore, tutelata dalla Legge sul diritto d'autore e diffusa su reti di comunicazione elettronica”, potranno segnalarla all’Agcom che nel giro di pochi giorni potrà ordinare agli internet provider di oscurarla o rimuoverla. Per chi si illudeva che anche il nostro Paese, un giorno, avrebbe visto la nascita di un principio sacrosanto come quello del Fair Use, in vigore altrove, che consente ai cittadini di diffondere stralci di opere protette dal diritto di autore al fine di realizzare un dibattito o di stimolare una discussione attinente, la delibera Agcom appena emanata rappresenta la fine di ogni speranza. Tutto, qualunque contenuto presente in rete, secondo le definizioni di cui sopra, potrà essere oggetto di rivendicazione da parte degli editori. Un video su internet che contiene alcuni spezzoni di un telegiornale o di un servizio giornalistico, una foto pubblicata su un blog, anche se modificata in senso umoristico, magari elaborata a comporre un fotomontaggio, uno stralcio di articolo tratto da un giornale, l’audio del saggio di pianoforte di vostra figlia nel quale l’editore dello spartito riconosce l’uso della diteggiatura da lui depositata, tutto potrà risultare in una segnalazione effettuata all’Agcom che potrà ordinare al vostro hosting provider, o magari a YouTube, di cancellare il vostro blog in tutto o in parte, così come il vostro video. E poiché il provider o il fornitore di servizi di condivisione che nel volgere di pochissimi giorni non dovesse ottemperare, si troverebbe a pagare una sanzione che può arrivare fino a 250mila euro, si può tranquillamente puntare sul rosso e scommettere sul fatto che le segnalazioni inoltrate dall’Agcom verranno immediatamente tradotte nella rimozione dei contenuti controversi, e magari nell’oscuramento di tutto il sito. Interi blog di informazione, pieni di citazioni, di clip multimediali e di composizioni fotografiche, potrebbero scomparire dal 1 di aprile, data di entrata in vigore della normativa. Scavalcando a volo d’uccello l’unico potere che secondo la Costituzione può limitare la libertà di espressione: la magistratura. E purtroppo non si tratterà di un pesce d’aprile. Ed è notizia dell'ultima ora che, in un documento confidenziale inviato al Governo italiano nientemeno che dal vicepresidente della Commissione Europea Maros Sefcovic, Commissario alle relazioni istituzionali, si chiede alle autorità italiane di chiarire in che modo intendono garantire la protezione dei diritti fondamentali dei cittadini nell'applicazione del regolamento Agcom.

Tasse su smartphone, tablet e pc
Come se non bastasse, sempre nell’ottica di agevolare lo sviluppo delle nuove tecnologie e la diffusione della cultura digitale, il decreto del Consiglio dei Ministri di venerdì scorso ha escluso l’editoria elettronica (i produttori di ebook) dalle incentivazioni per l’editoria. E ha già annunciato che la settimana prossima varerà un nuovo decreto che imporrà balzelli sugli smartphone, sui tablet e sui pc, per un ammontare complessivo che nel 2014 assommerà a cento milioni di euro. Anziché spingere l’Italia e gli italiani verso la modernità, nel doveroso tentativo di mettersi perlomeno in scia con il progresso tecnologico che sostiene i popoli degli altri paesi del mondo nella loro domanda di competitività, il “progressista
Enrico Letta assesta con il suo Governo i colpi più devastanti che la storia degli attacchi alla Rete in Italia ricordi, caratterizzandosi come uno degli alfieri delle lobby più cinico e spietato, e come uno dei nemici della conoscenza distribuita, dell’innovazione e della mobilità sociale che le nuove tecnologie consentono più ostile e oscurantista. Quanto costerà tutto questo alla nostra economia, in termini di ritardo nello sviluppo e dunque in termini di ulteriore perdita di produttività, purtroppo, lo scopriranno ancora una volta i nostri figli." Claudio Messora

Leggi il post integrale su Byoblu.com

PS: Fino a venerdì La Cosa trasmetterà il film "Trashed" in esclusiva ogni giorno alle 21

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Luca M. Utente certificato 4 anni fa
    e i nostri passano la notte in strada per cercare di restituire i soldi...ma siamo alla follia!!!!!!!!!!!!!!!!che razza di Paese è diventato il nostro???M5S senza se e senza ma!!!
    • bruno bassi dissidente ex iscritto 4 anni fa
      a meno che non sia propaganda politica...... stravagante ma pur sempre propaganda .... esattamente come quella degli altri partiti....
    • bruno bassi dissidente ex iscritto 4 anni fa
      sperate che in pochi leggano queste 2 righe altimenti ne perderete tanti di voti! e questo indipendentemente da quanto posso essere preso in giro io.
    • bruno bassi dissidente ex iscritto 4 anni fa
      ma ci vuole molto a cercare un ente caritatevole e fare l'elemosina a chi ne ha veramente bisogno? quello non è restituire? cos'è?
    • Luca M. Utente certificato 4 anni fa
      bruno sai bene che non è che non riescono!!!ma se vuoi offendere fai pure,fatti tuoi!!!qui abbiam capito tutti cosa fanno i nostri,tu capisci quello che vuoi!!!poi però nn t'offendere se pigliamo per il culo te...
    • bruno bassi dissidente ex iscritto 4 anni fa mostra
      se manco quello riescono a fare! si prendono i soldi e poi si fa un bell'asegno ai bimbini mongopegici e poi si fotocopia l'assegno e si mette in rete! se manco quello sanno fare poi non vi lamentate se un certo cretino di nome bruno bassi vi piglia pel culo (senza offesa) come quelli del piddì.......
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    COMMENTO CENSURATO 4 VOLTE (vedere sito nocensuraeusoft) PREMIO “COATTO-SCURRILE 2013” Ecco alcune perle tratte dal messaggio di Carlo A. delle 22:09: “SOTTO IL CULO … COGLIONE… CAZZO… CAZZO (2)… PRENDERE PER IL CULO…PEZZENTI” Una media di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Sei in corsa per la vittoria! (il vincitore verrà proclamato il 31 dicembre sull’ultimo post del giorno)
    • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
      E io Carlo mi scuso con te per la provocazione (niente di personale ovviamente) e mi tolgo tanto di cappello con una persona che si mette in discussione e dimostra di non appartenere a quel branco che impazza in questo blog con insulti, minacce, intimidazioni, anche verso militanti e iscritti del M5S, il cui capo è “Dario del sogno, trieste” (la cosa grave è che questo squadrista del web è anche il moderatore del blog e in questo Beppe ha una gravissima responsabilità!). Non solo condivido questo tuo commento, ma penso di essere molto più radicale rispetto a ciò che hai scritto. Il ragionamento, la deduzione, la denuncia, l’invettiva, la critica spietata e inflessibile sono molto più efficaci di mille contumelie, che servono solo a abbassare il pensiero critico e a dare spinta alle fazioni più fascistoidi del Movimento.
    • Carlo A. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Hai ragione bisogna contare fino a 10 forse a 100, ma a volte la parolaccia serve per scaricare una rabbia che ti soffoca e ti fa sentire meno impotente di fronte alla sfrontatezza di questi conduttori televisivi strapagati anche con le mie tasse che pago fino all'ultimo centesimo in quanto dipendente, e che sfruttano la loro posizione di privilegio a favore della lobbiy cui fanno parte, chiedo scusa per l'irruenza ma proprio non ce lo fatta a contenermi.
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    COMMENTO DI IERI CENSURATO NEL POST "LA SCOREGGINA DI RENZIE" E POI quattro VOLTE QUI (vedere sito nocensuraeusoft) "Caro Beppe è un vero peccato screditare dei post ben fatti mettendoci in maniera provocatoria e del tutto gratuita termini maschilisti, triviali, bulleschi e da bettola (oggi “scoreggina” due giorni fa “pugnette”). “Chi sa volare non deve buttare via le ali per solidarietà con i pedoni, deve piuttosto insegnare a tutti il volo” diceva un personaggio che non mi appartiene, ma che molti qui dovrebbero conoscere. Il popolo italiano è già abbastanza indisciplinato, individualista, caciarone, rozzo, vigliacco e soprattutto con appurate e spiccate tendenze clerico-fasciste che hanno fatto disastri in secoli di storia. Alcuni modi brutali e spiccioli di argomentare non fanno che favorire un regresso verso questa propensione ignobile del popolo italiano e i primi segnali inquietanti si iniziano a vedere nel cosiddetto Movimento dei Forconi…"----
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    COMMENTO DI IERI CENSURATO NEL POST "LA SCOREGGINA DI RENZIE" E POI TRE VOLTE QUI (vedere sito nocensuraeusoft) "Caro Beppe è un vero peccato screditare dei post ben fatti mettendoci in maniera provocatoria e del tutto gratuita termini maschilisti, triviali, bulleschi e da bettola (oggi “scoreggina” due giorni fa “pugnette”). “Chi sa volare non deve buttare via le ali per solidarietà con i pedoni, deve piuttosto insegnare a tutti il volo” diceva un personaggio che non mi appartiene, ma che molti qui dovrebbero conoscere. Il popolo italiano è già abbastanza indisciplinato, individualista, caciarone, rozzo, vigliacco e soprattutto con appurate e spiccate tendenze clerico-fasciste che hanno fatto disastri in secoli di storia. Alcuni modi brutali e spiccioli di argomentare non fanno che favorire un regresso verso questa propensione ignobile del popolo italiano e i primi segnali inquietanti si iniziano a vedere nel cosiddetto Movimento dei Forconi…"-
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    COMMENTO CENSURATO IERI SUL POST "LA SCOREGGINA DI RENZIE" E QUI DUE VOLTE (COMPRESE LE DUE RISPOSTE DELLO SQUADRISTA DEL BLOG “DARIO DEL SOGNO TRIESTE”): Premio “Coatto-scurrile 2013” Al primo posto il messaggio di angelo c., roma, delle ore 00:30: “Imbecille…cazzate…deficiente…imbecille (2)…sega…cazzata…sega(2)…prendere per il culo… Una media quasi imbattibile di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Lucio P., Jesi ---------------------------------------- sparisci mollusco decerebro ! SplaT ! dario del sogno, trieste di fronte a merda come te credo si possa fare anche di meglio SplaT ! dario del sogno, trieste
    • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Guarda Angelo che mi preoccupi! Nel commento precedente eri sotto media: una sola cafonaggine in 10 parole! Adesso l'hai addirittura eliminata! Sei un pentito del turpiloquio? Dai che puoi fare di più...non devi farti sfuggire il PREMIO COATTO-SCURRILE 2013!
    • Angelo P. Utente certificato 4 anni fa mostra
      clic su "Segnala commento inappropriato"
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    COMMENTO DI IERI CENSURATO NEL POST "LA SCOREGGINA DI RENZIE" E POI DUE VOLTE QUI (vedere sito nocensuraeusoft) "Caro Beppe è un vero peccato screditare dei post ben fatti mettendoci in maniera provocatoria e del tutto gratuita termini maschilisti, triviali, bulleschi e da bettola (oggi “scoreggina” due giorni fa “pugnette”). “Chi sa volare non deve buttare via le ali per solidarietà con i pedoni, deve piuttosto insegnare a tutti il volo” diceva un personaggio che non mi appartiene, ma che molti qui dovrebbero conoscere. Il popolo italiano è già abbastanza indisciplinato, individualista, caciarone, rozzo, vigliacco e soprattutto con appurate e spiccate tendenze clerico-fasciste che hanno fatto disastri in secoli di storia. Alcuni modi brutali e spiccioli di argomentare non fanno che favorire un regresso verso questa propensione ignobile del popolo italiano e i primi segnali inquietanti si iniziano a vedere nel cosiddetto Movimento dei Forconi…"
    • Angelo P. Utente certificato 4 anni fa mostra
      A vista: clic su "Segnala commento inappropriato" ma... altri modi per rompere i COGLIONI NON LI TROVI?
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    ELENCO DEGLI ULTIMI COMMENTI CENSURATI "ECCO IL COMMENTO CENSURATO DELLE 22:25: PREMIO “COATTO-SCURRILE 2013” Ecco alcune perle tratte dal messaggio di Carlo A. delle 22:09: “SOTTO IL CULO … COGLIONE… CAZZO… CAZZO (2)… PRENDERE PER IL CULO… PEZZENTI” Una media di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Sei in corsa per la vittoria! (il vincitore verrà proclamato il 31 dicembre sull’ultimo post del giorno)Lucio P. Jesi COMMENTO CENSURATO IERI SUL POST "LA SCOREGGINA DI RENZIE", COMPRESE LE DUE RISPOSTE DELLO SQUADRISTA DEL BLOG “DARIO DEL SOGNO TRIESTE”: Premio “Coatto-scurrile 2013” Al primo posto il messaggio di angelo c., roma, delle ore 00:30: “Imbecille…cazzate…deficiente…imbecille (2)…sega…cazzata…sega(2)…prendere per il culo… Una media quasi imbattibile di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Lucio P., Jesi ---------------------------------------- sparisci mollusco decerebro ! SplaT ! dario del sogno, trieste di fronte a merda come te credo si possa fare anche di meglio SplaT ! dario del sogno, triesteLucio P. 48 minuti fa PREMIO “COATTO-SCURRILE 2013” Ecco alcune perle tratte dal messaggio di Carlo A. delle 22:09: “Sotto il culo… coglione… cazzo… cazzo (2)… prendere per il culo… pezzenti” Una media di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Sei in corsa per la vittoria! (il vincitore verrà proclamato il 31 dicembre sull’ultimo post del giorno)Lucio P. 1 ora fa COMMENTI CENSURATI DI IERI, COMPRESE LE DUE RISPOSTE DELLO SQUADRISTA DEL BLOG “DARIO DEL SOGNO, TRIESTE”: Premio “Coatto-scurrile 2013” Al primo posto il messaggio di angelo c., roma, delle ore 00:30: “Imbecille…cazzate…deficiente…imbecille (2)…sega…cazzata…sega(2)…prendere per il culo… Una media quasi imbattibile di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Lucio P., Jesi ---------------------------------------- sparisci mollusco decerebro ! SplaT ! dario del sogno, trieste di fronte a merda come te credo si possa fare anche di meglio SplaT ! dario del sogno, trieste
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    ECCO IL COMMENTO CENSURATO DELLE 22:25: PREMIO “COATTO-SCURRILE 2013” Ecco alcune perle tratte dal messaggio di Carlo A. delle 22:09: “SOTTO IL CULO … COGLIONE… CAZZO… CAZZO (2)… PRENDERE PER IL CULO… PEZZENTI” Una media di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Sei in corsa per la vittoria! (il vincitore verrà proclamato il 31 dicembre sull’ultimo post del giorno)
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    COMMENTO CENSURATO IERI SUL POST "LA SCOREGGINA DI RENZIE", COMPRESE LE DUE RISPOSTE DELLO SQUADRISTA DEL BLOG “DARIO DEL SOGNO TRIESTE”: Premio “Coatto-scurrile 2013” Al primo posto il messaggio di angelo c., roma, delle ore 00:30: “Imbecille…cazzate…deficiente…imbecille (2)…sega…cazzata…sega(2)…prendere per il culo… Una media quasi imbattibile di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Lucio P., Jesi ---------------------------------------- sparisci mollusco decerebro ! SplaT ! dario del sogno, trieste di fronte a merda come te credo si possa fare anche di meglio SplaT ! dario del sogno, trieste
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    PREMIO “COATTO-SCURRILE 2013” Ecco alcune perle tratte dal messaggio di Carlo A. delle 22:09: “Sotto il culo… coglione… cazzo… cazzo (2)… prendere per il culo… pezzenti” Una media di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Sei in corsa per la vittoria! (il vincitore verrà proclamato il 31 dicembre sull’ultimo post del giorno)
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    COMMENTI CENSURATI DI IERI, COMPRESE LE DUE RISPOSTE DELLO SQUADRISTA DEL BLOG “DARIO DEL SOGNO, TRIESTE”: Premio “Coatto-scurrile 2013” Al primo posto il messaggio di angelo c., roma, delle ore 00:30: “Imbecille…cazzate…deficiente…imbecille (2)…sega…cazzata…sega(2)…prendere per il culo… Una media quasi imbattibile di un insulto ogni tre parole! Complimenti! Lucio P., Jesi ---------------------------------------- sparisci mollusco decerebro ! SplaT ! dario del sogno, trieste di fronte a merda come te credo si possa fare anche di meglio SplaT ! dario del sogno, trieste
    • Alfredo Ercole Utente certificato 4 anni fa mostra
      Ma se sono state censurate, perchè tu continui a macinarci le gonadi pubblicandole?? Hai problemi con qualcuno del blog? Spicciatela direttamente: ci sono i sottocommenti. Eccheccazzo!
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    MESSAGGIO DI IERI CENSURATO SUL POST "LA SCOREGGINA DI RENZIE" (vedere sito nocensuraeusoft) "Caro Beppe è un vero peccato screditare dei post ben fatti mettendoci in maniera provocatoria e del tutto gratuita termini maschilisti, triviali, bulleschi e da bettola (oggi “scoreggina” due giorni fa “pugnette”). “Chi sa volare non deve buttare via le ali per solidarietà con i pedoni, deve piuttosto insegnare a tutti il volo” diceva un personaggio che non mi appartiene, ma che molti qui dovrebbero conoscere. Il popolo italiano è già abbastanza indisciplinato, individualista, caciarone, rozzo, vigliacco e soprattutto con appurate e spiccate tendenze clerico-fasciste che hanno fatto disastri in secoli di storia. Alcuni modi brutali e spiccioli di argomentare non fanno che favorire un regresso verso questa propensione ignobile del popolo italiano e i primi segnali inquietanti si iniziano a vedere nel cosiddetto Movimento dei Forconi…"
  • Ringhio Maronnaimmacolata 4 anni fa mostra
    POVERINI, PER UN POCHINO DI PELLE D'OCA! Immigrati denudati al freddo per il trattamento antiscabbia Immagini choc a Lampedusa GUARDATE COME UN IMMIGRATO CONCIA LE NOSTRE DONNE! http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/wp-content/uploads/2012/12/VIOLENZADONNE.png ++++++ PROBABILMENTE ALFANO ED ALTRI NON HANNO MAI FATTO IL SERVIZIO MILITARE OBBLIGATORIO! A PISA DOPO LA MEZZA ACCADEVA ANCHE DI PEGGIO!
  • Ringhio Maronnaimmacolata 4 anni fa mostra
    In meno di un anno in Italia oltre 40mila immigrati ALLEGRIA, PORCO DIO!!! E QUESTI SONO TUTTI MANTENUTI ANCHE DAI NOSTRI PENSIONATI NON CERTO RIDOTTI A PENSIONATI MA SEGREGATI AGLI ARRESTI DOMICILIARI, VISTA LA PENSIONE MEDIA DI UN NOSTRO ANZIANO! E VE LI TROVATE IN FILA AGLI SPORTELLI DEI COMUNI TUTTE LE MATTINE. "SERVIZI SOCIALI" OVVIAMENTE!
  • Ringhio Maronnaimmacolata 4 anni fa mostra
    qui c'è lo scontro tra Barbara (bum bum parentopoli) Lezzi e Ivan Scalfarotto http://www.youtube.com/watch?v=U_xMdMIROe0 NON LA SI POTEVA SCOLTARE, MA NEMMENO SCALFAROTTO! I 5 STELLE VANNO SI IN TELEVISIONE, MA FANNO LA LORO RECITA PROGRAMMATA SU MEDIA "CASA PIDDI'"! INFATTI, DOVE LI TROVI SPESSO E VOLENTIERI? SU LA7 e RAI 3!
  • ma che vi venga un cancro a tutti,, 4 anni fa mostra
    “Sul Corriere della Sera di domenica 24 novembre, Sergio Rizzo parla dei tentativi falliti di abolizione del Pubblico registro automobilistico (PRA) e della “tassa occulta” da circa 200 milioni l’anno che gli italiani pagano per finanziare “un carrozzone chiamato Automobile club d’Italia.”... (l'aci è un carrozzone, mentre gli ordini di architetti, geometri,ingegneri ed avvocati cosa sono?) Bene...Qualcuno ha fatto qualche cosa?...Un cazzo ovviamente. Tutti ora contro la tassa cattiva che distrugge il web (che tocca anche le tasche di Casaleggio) invece il pizzo mafioso chiamato “certificazione energetica”, che non serve ad una beneamata minchia se non ad ingrassare le solite lobby dei finti lavori e delle finte professioni,va benissimo. Un poveraccio, preso per il collo dai delinquenti strozzini di stato con le varie IMU, TARE, TIRE, TRISI, TIS, IUC e magna che ti magna, che ha una casa da affittare o da vendere, prima ancora di vedere 4 soldi di merda ne deve spendere un pacco per mantenere i soliti noti. Bravi pentastronzi, complimenti....di sto cazzo!
  • Righio maronnaimmacolata 4 anni fa mostra
    DELLA SERIE: "TOGLIETEMI TUTTO MA NON IL WEB!" ++++++ QUANTO SIAMO RIDOTTI MALE IN ITALIA! A UN GRULLINO DEL WEBBE GLI PUOI FOTTERE LA FIDANZATA O LA MOGLIE, MA GUAI A TORGLIERGLI LA CONNESSIONE E LA RETE! DA RINCITRULLIMENTO DA TV A RINCITRULLIMENTO DA WEB
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus